BOLLETTINO Anno 9 N. 3

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BOLLETTINO Anno 9 N. 3"

Transcript

1

2

3 BOLLETTINO Anno 9 N. 3 III/2013

4 BOLLETTINO DELLA COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Trimestrale Redazione Autorizzazione Commissione di del Vigilanza Tribunale sui di Fondi Roma Pensione n. 235 dell 8 Piazza giugno Augusto 2005 Imperatore, Roma, tel Fax Registrazione Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 235 dell 8 giugno 2005 Direttore responsabile Segretaria di redazione Comitato di redazione Elisa Lamanda Maria Rosaria Focarelli Stefania Buonanno, Simona De Biase, Claudio Luciano Leone, Gloria Nispi Landi

5

6 Sommario PROVVEDIMENTI COVIP Comunicazioni e circolari Circolare n del 3 luglio 2013 Forme pensionistiche complementari. Manuale delle segnalazioni statistiche e di vigilanza dei fondi pensione. Rinvio dell entrata in vigore. 7 Circolare n del 22 luglio Utilizzo dei giudizi delle agenzie di rating da parte delle forme pensionistiche complementari. 9 Circolare n del 16 settembre Fondi pensione preesistenti. Istituzione del sito internet. 12 Risposte a quesiti Luglio 2013 Oggetto: Quesito sulle modalità di computo del numero massimo di mandati dei componenti l organo di amministrazione del Fondo 13 FONDI PENSIONE NEGOZIALI Albo Variazioni 14 Altri provvedimenti Approvazioni di modifiche statutarie 15 4

7 FONDI PENSIONE APERTI Albo Variazioni 18 Cancellazioni 21 Iscrizioni 22 Altri provvedimenti Approvazioni di modifiche regolamentari 23 PIP PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO Albo Variazioni 26 Cancellazioni 28 Iscrizioni 29 Altri provvedimenti Approvazioni di modifiche regolamentari 31 FONDI PENSIONE PREESISTENTI Albo Variazioni 33 Cancellazioni 36 Altri provvedimenti Approvazioni di modifiche statutarie 40 5

8 6

9 PROVVEDIMENTI COVIP COMUNICAZIONI E CIRCOLARI Circolare n del 3 luglio 2013 Forme pensionistiche complementari. Manuale delle segnalazioni statistiche e di vigilanza dei fondi pensione. Rinvio dell entrata in vigore. Ai fondi pensione negoziali Alle società che hanno istituito fondi pensione aperti Alle imprese di assicurazione che hanno istituito PIP ex d.lgs. 252/2005 Ai fondi pensione preesistenti LORO SEDI Trasmissione via Come è noto, con lettera circolare 250 del 13 gennaio 2013 la COVIP ha trasmesso il Manuale delle segnalazioni statistiche e di vigilanza dei fondi pensione (di seguito Manuale ), che definisce il sistema delle segnalazioni richieste dalla scrivente Commissione a fini di vigilanza e di rilevazione statistica, ai sensi dell art. 19, comma 3, del Decreto lgs. 252/2005. Nella suddetta circolare era stata indicata la tempistica per l entrata a regime del nuovo sistema delle segnalazioni; era stato in particolare previsto che: - le modalità tecnico-operative per la trasmissione dei dati e la griglia di controllo sui dati medesimi sarebbero state definite dalla COVIP entro la prima metà del 2013; - la fase di test con i soggetti vigilati sarebbe iniziata a partire dall autunno del 2013; - il Manuale sarebbe entrato in vigore il 1 gennaio 2014; - il primo invio delle informazioni strutturali di cui al Titolo 2 del Manuale sarebbe stato effettuato entro il 20 gennaio 2014; - le informazioni sull andamento delle forme pensionistiche di cui al Titolo 1 sarebbero state trasmesse a partire da quelle riferite al 2014 (il primo flusso segnaletico da compilare in base ai 7

10 nuovi schemi sarebbe stato dunque quello relativo al mese di gennaio 2014, da trasmettere entro il 10 febbraio 2014). Tenuto conto delle istanze rappresentate da alcune associazioni e operatori del settore che hanno evidenziato l utilità di avere a disposizione qualche mese aggiuntivo per far fronte agli impegni derivanti dalle nuove richieste si dispone un rinvio del nuovo sistema delle segnalazioni di circa sei mesi. Con successiva lettera circolare saranno ridefinite puntualmente le scadenze sopra riportate; nelle more della messa in opera del nuovo sistema rimangono in vigore gli schemi di segnalazione oggi in uso (e il cui utilizzo era stato già previsto con riferimento ai dati sul 2012 e sul 2013). Distinti saluti. Il Presidente f.f. (dott. Rino Tarelli) 8

11 Circolare n del 22 luglio Utilizzo dei giudizi delle agenzie di rating da parte delle forme pensionistiche complementari. Ai fondi pensione negoziali Alle società che hanno istituito fondi pensione aperti Alle società che hanno istituito PIP ex d.lgs. n. 252/2005 Ai fondi pensione preesistenti LORO SEDI Trasmissione via La COVIP, nell ambito di una iniziativa coordinata con le altre Autorità di vigilanza preposte alla tutela del risparmio, ritiene necessario adottare la presente comunicazione alla luce del quadro normativo emergente dalle seguenti fonti: - l articolo 5-bis, paragrafo 1, del Regolamento (CE) n. 1060/2009 relativo alle agenzie di rating del credito, come modificato dal Regolamento (UE) n. 462/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 maggio 2013, entrato in vigore il 21 giugno 2013, che prevede che Le entità di cui all articolo 4, paragrafo 1, primo comma, effettuano la loro valutazione del rischio di credito e non si affidano esclusivamente o meccanicamente ai rating del credito per la valutazione del merito di credito di un entità o di uno strumento finanziario ; - l articolo 5-bis, paragrafo 2, del medesimo Regolamento, che dispone che Le autorità settoriali competenti incaricate della vigilanza delle entità di cui all articolo 4, paragrafo 1, primo comma, tenendo conto della natura, della portata e della complessità delle loro attività, controllano l adeguatezza delle loro procedure di valutazione del rischio di credito, valutano l utilizzo di riferimenti contrattuali ai rating del credito e, se del caso, incoraggiano tali entità a ridurre l incidenza di tali riferimenti con l obiettivo di ridurre l affidamento esclusivo e meccanico ai rating del credito, in linea con la specifica legislazione settoriale ; - le misure complementari stabilite dalla Direttiva 2013/14/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 21 maggio 2013, entrata in vigore il 21 giugno 2013, che modifica l art. 18 della direttiva 2003/41/CE, l art. 51 della direttiva 2009/65/CE e l art. 15 della direttiva 2011/61/UE, volte a contribuire a ridurre l eccessivo affidamento ai rating del credito da parte degli enti pensionistici aziendali o professionali, degli organismi di investimento collettivo in valori mobiliari e dei fondi di investimento alternativi in sede di effettuazione dei rispettivi investimenti; - in particolare, l art. 18, paragrafo 1-bis della Direttiva 2003/41/CE, introdotto dall art. 1 della Direttiva 2013/14/UE, che dispone che: Tenendo conto della natura, della portata e della complessità delle attività degli enti soggetti a vigilanza, gli Stati membri assicurano che le autorità competenti verifichino l adeguatezza delle procedure di valutazione del credito degli enti, valutino l utilizzo dei riferimenti ai rating del credito emessi da agenzie di rating del credito quali definite all articolo 3, paragrafo 1, lettera b), del 9

12 regolamento (CE) n. 1060/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 settembre 2009, relativo alle agenzie di rating del credito, nell ambito delle loro politiche di investimento e, se del caso, incoraggino a ridurre l incidenza di tali riferimenti in vista di un ricorso meno esclusivo e meccanico a detti rating del credito. La presente iniziativa è assunta anche nel quadro di cui all art. 21 della legge n. 262 del 2005 e all art. 15-quater, comma 1-quater, del decreto legislativo n. 252 del 5 dicembre 2005, che prevedono, tra l altro, la collaborazione della COVIP con la Banca d Italia, la CONSOB e l IVASS al fine di agevolare le rispettive funzioni e tutelare la stabilità del mercato. Sul tema dell utilizzo del rating da parte delle forme pensionistiche complementari la COVIP è già intervenuta con la Circolare del 27 gennaio 2012, prot. 386, nella quale si è richiamata l attenzione dei fondi sull opportunità che il rating elaborato dalla agenzie specializzate costituisca solo uno dei fattori utili per la valutazione del merito creditizio degli emittenti i titoli di debito, non escludendo, se rilevanti, altre informazioni disponibili. Alla luce del quadro complessivo sopra richiamato, con la presente Circolare la COVIP, avendo presente l esigenza di assicurare la tutela degli iscritti e dei beneficiari e il buon funzionamento del sistema della previdenza complementare, ritiene di dover richiamare l'attenzione dei fondi pensione riguardo al corretto utilizzo dei giudizi di rating del credito nelle politiche di investimento. La COVIP rileva infatti la necessità di adottare opportune misure che limitino l utilizzo esclusivo o meccanicistico dei giudizi di rating nelle decisioni di investimento e disinvestimento. Tale obbligo generale si traduce, conformemente a quanto richiesto dalla nuova regolamentazione europea in materia di agenzie di rating del credito e dalla Direttiva 2013/14/UE, nel dovere anche per le forme pensionistiche complementari di adottare processi e modalità organizzative che assicurino una adeguata valutazione del merito di credito. Con riguardo alla risorse conferite in gestione a soggetti terzi, i fondi pensione avranno pertanto cura di precisare, nelle convenzioni gestorie che eventualmente prevedano un livello minimo di rating per gli investimenti obbligazionari, che tale rating costituisce solo uno dei fattori utili per la valutazione del merito creditizio degli emittenti i titoli di debito. Nelle more di detto adeguamento, i fondi consentono comunque al soggetto incaricato della gestione delle risorse di non escludere, se rilevanti, altre informazioni ad esso disponibili, evitando che un impiego automatico del rating possa comportare l esigenza di un immediato smobilizzo o impedire l acquisto di titoli ove intervenga il declassamento dell emittente. Per le attività gestite direttamente i fondi pensione, nel procedere a una propria valutazione di tutti i diversi rischi connessi all investimento, eviteranno essi stessi, per il rischio di credito, di affidarsi esclusivamente o meccanicamente al giudizio di una o più agenzie di rating. I fondi pensione hanno cura di trasporre in tutti documenti interessati le modifiche rese necessarie dalla attuazione di quanto sopra richiamato (in particolare, statuto, regolamento, nota informativa, documento sulla politica di investimento). Tenendo conto della necessità di assicurare il tempestivo adeguamento alle previsioni di cui sopra, eventuali modifiche agli statuti dei fondi pensione negoziali e preesistenti e ai regolamenti dei fondi pensione aperti disposte alla luce della presente Circolare si considerano rientranti nella disciplina di cui, rispettivamente, agli artt. 8, 17 e 30 del Regolamento COVIP del 15 luglio 2010 e non richiedono pertanto l avvio di una procedura di approvazione presso la Commissione. Per i fondi pensione aperti e per i PIP le modifiche apportate, rispettivamente, ai regolamenti dei fondi e ai regolamenti delle gestioni assicurative cui 10

13 è collegata la rivalutazione delle prestazioni non danno luogo al diritto di trasferimento degli iscritti di cui agli artt. 26 e 22 dei relativi schemi di regolamento adottati dalla COVIP con delibera del 26 ottobre Restano fermi tutti gli obblighi di trasmissione alla COVIP derivanti dall aggiornamento dei documenti sopra richiamati. La COVIP verificherà il rispetto degli obblighi sopra indicati e l adeguatezza dei processi di valutazione adottati con riguardo alla necessità di evitare un affidamento esclusivo e meccanico ai giudizi delle agenzie di rating del credito. Distinti saluti. Il Presidente f.f. (dott. Rino Tarelli) 11

14 Circolare n del 16 settembre del sito internet. Fondi pensione preesistenti. Istituzione Ai fondi pensione preesistenti Trasmissione via LORO SEDI Nel settore dei fondi pensione preesistenti è fortemente avvertita l esigenza di accrescere il livello di trasparenza nei rapporti con gli iscritti. In tale ambito, molti fondi si sono già dotati di un sito internet, così da assicurare una maggiore e più efficace diffusione delle principali informazioni relative al rapporto associativo e dei documenti riguardanti la propria organizzazione e attività. Nel ritenere detta esigenza in linea con l obiettivo di avvicinamento agli standard di trasparenza introdotti in attuazione del d.lgs. n. 252/2005, si ritiene che tale percorso debba interessare tutti i fondi di maggiori dimensioni. Si reputa pertanto necessario che i fondi pensione preesistenti in possesso di autonoma soggettività giuridica e con almeno aderenti (intesi come iscritti attivi, ovvero iscritti attivi e pensionati per le forme che erogano direttamente le rendite), istituiscano, qualora non vi abbiano già provveduto, un sito internet, stante la particolare attitudine di detto strumento a facilitare l accesso e la fruizione delle informazioni e dei documenti in esso contenuti. Sul sito devono essere pubblicati lo statuto, il bilancio d esercizio, nonché tutti i documenti e le informazioni che consentano all aderente, anche potenziale, di effettuare consapevolmente le scelte relative al proprio rapporto di partecipazione. Sono esclusi dall obbligo in parola i fondi in liquidazione e quelli ormai rivolti esclusivamente a pensionati ovvero, per le forme operanti in regime di prestazione definita, esclusivamente a pensionati e differiti. L obbligo non si estende alle forme pensionistiche preesistenti istituite all interno di società o enti. Quanto ai termini, i fondi pensione che alla data del 31/12/2013 registrino un numero di aderenti pari o superiore a devono dotarsi del sito internet entro il 30/9/2014. I fondi di dimensioni inferiori sono tenuti all istituzione del sito una volta raggiunta tale soglia. Al fine di assicurare una più adeguata diffusione delle informazioni, anche i fondi nei cui confronti non trova applicazione l obbligo di istituzione del sito devono comunque rendere disponibile la predetta documentazione, oltre che agli aderenti, a tutti coloro che ne facciano richiesta. Il Presidente f.f. (dott. Rino Tarelli) 12

15 PROVVEDIMENTI COVIP RISPOSTE A QUESITI Luglio 2013 Oggetto: Quesito sulle modalità di computo del numero massimo di mandati dei componenti l organo di amministrazione del Fondo (lettera inviata ad un fondo pensione negoziale) Con nota del, qui pervenuta il, codesto Fondo ha sottoposto all attenzione della Commissione un quesito interpretativo riguardante le modalità di computo del numero massimo di mandati svolti dai componenti gli organi di amministrazione e di controllo delle forme pensionistiche complementari. In particolare, si chiede di conoscere l orientamento di questa Commissione in merito al computo del primo mandato svolto dal consiglio di amministrazione nominato in sede di atto costitutivo nel numero complessivo di tre mandati fissato dall art.., comma, dello statuto del Fondo, coerentemente con lo Schema di statuto adottato da questa Commissione il 31 ottobre Sul tema, la Commissione ha avuto modo di pronunciarsi in due occasioni; la prima, nella risposta a quesiti interpretativi circa la nuova disciplina recata dal decreto legislativo n.252 del 2005, che la Covip ha fornito nel gennaio 2007 e, successivamente, negli Orientamenti adottati il 18 ottobre 2012, riguardanti le modalità di computo del numero massimo di mandati svolti dai componenti degli organi di amministrazione e di controllo delle forme pensionistiche complementari. In particolare, con la risposta a quesito del 2007, la Commissione, nell affermare che ai fini del computo del numero complessivo di tre mandati, previsto dall art.18, comma 8, dello Schema di statuto, non va conteggiato il primo incarico svolto come componente dell organo di amministrazione non eletto, ha dato tra l altro rilievo alla circostanza che, generalmente, si tratta di un mandato di durata ridotta, di norma inferiore all anno. Successivamente, con gli Orientamenti del 18 ottobre 2012, la Commissione è tornata sul computo dei mandati per chiarire, in termini più generali, che in caso di mandati svolti solo parzialmente, e salvo diversa scelta delle forme pensionistiche che risulti assunta a livello statutario, vanno computati nel numero massimo di mandati quelli che hanno una durata almeno pari a 12 mesi. Entrambi i pronunciamenti seguono pertanto una stessa linea interpretativa che porta ad escludere dal computo del numero massimo di mandati consecutivamente esercitabili dai componenti degli organi di amministrazione quelli che hanno avuto una durata limitata nel tempo, comunque inferiore a 12 mesi. Si ritiene dunque che il mandato conferito ai componenti dell organo di amministrazione in sede di atto costitutivo possa non rientrare nel computo dei tre mandati di cui sopra solo nell ipotesi in cui lo stesso risulti di durata limitata e comunque non superiore ai 12 mesi. Nel caso di specie l organo di amministrazione del Fondo nominato in sede di atto costitutivo ha svolto il proprio mandato, secondo quanto emerge dalla citata comunicazione, per un periodo rilevante, superiore anche al triennio (dal al ). Pertanto, coerentemente con le indicazioni fornite dalla Commissione nei citati pareri si ritiene che il suddetto mandato vada incluso fra quelli utili ai fini del computo del numero massimo dei mandati, ex art., comma, dello statuto del Fondo. Il Presidente f.f. 13

16 FONDI PENSIONE NEGOZIALI ALBO Variazioni FONDO PENSIONE QUADRI E CAPI FIAT iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 3 I Sezione Fondi pensione negoziali Via Marochetti, Torino Variazione Sede legale del fondo pensione Nuova sede legale del Fondo pensione Data provvedimento Corso Ferrucci, 112/a Torino 20 luglio 2013 CONCRETO - FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DELL'INDUSTRIA DEL CEMENTO, DELLA CALCE E SUOI DERIVATI, DEL GESSO E RELATIVI MANUFATTI, DELLE MALTE E DEI MATERIALI DI BASE PER LE COSTRUZIONI iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 122 I Sezione Fondi pensione negoziali Piazza Guglielmo Marconi, Roma Variazione Sede legale del fondo pensione Nuova sede legale del Fondo pensione Data provvedimento Via Giovanni Amendola, Roma 26 luglio

17 FONDI PENSIONE NEGOZIALI ALTRI PROVVEDIMENTI Approvazioni di modifiche statutarie FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE E A CONTRIBUTO DEFINITO PER I DIPENDENTI DELLE IMPRESE DI SERVIZI DI PUBBLICA UTILITÀ E PER I DIPENDENTI DI FEDERUTILITY in forma abbreviata "PEGASO" iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 100 I Sezione Fondi pensione negoziali Via Savoia, Roma Approvazione delle modifiche agli artt. 1 e 5 dello statuto del Data provvedimento 26 luglio 2013 FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER GLI ESERCENTI LE PROFESSIONI SANITARIE, in forma abbreviata FONDOSANITÀ iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 77 I Sezione Fondi pensione negoziali Piazza della Repubblica, Roma Approvazione delle modifiche agli artt. 6 e 15 dello statuto del Data provvedimento 26 luglio

18 FONDO NAZIONALE PENSIONE A FAVORE DEI LAVORATORI DEL SETTORE DELL'IGIENE AMBIENTALE E DEI SETTORI AFFINI in forma abbreviata PREVIAMBIENTE Iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 88 I Sezione Fondi pensione negoziali Piazza Cola di Rienzo, Roma Approvazione delle modifiche all art. 5 dello statuto del Fondo pensione Data provvedimento 26 luglio 2013 FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE NAZIONALE PER I LAVORATORI QUADRI, IMPIEGATI ED OPERAI DELLE AZIENDE ADERENTI AD ASSAEROPORTI, in forma abbreviata PREVAER FONDO PENSIONE Iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 127 I Sezione Fondi pensione negoziali Viale Castello della Magliana, Roma Approvazione delle modifiche agli artt. 16 e 20 dello statuto del Data provvedimento 26 luglio

19 FONDO NAZIONALE DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DEL SETTORE AUTOSTRADE, STRADE, TRASPORTI E INFRASTRUTTURE in forma abbreviata ASTRI - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 148 I Sezione Fondi pensione negoziali Via A. Nibby, Roma Approvazione delle modifiche all art. 5 dello statuto del Fondo pensione Data provvedimento 26 luglio

20 FONDI PENSIONE APERTI ALBO Variazioni FONDO PENSIONE APERTO CRF PREVIDENZA iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 110 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività Variazione Nuova DENOMINAZIONE SOCIALE della Società che esercita l attività BANCA CR FIRENZE S.P.A. DENOMINAZIONE SOCIALE della Società che esercita l attività da BANCA CR FIRENZE S.P.A. a INTESA SANPAOLO PREVIDENZA SIM SPA Data provvedimento COVIP 26 luglio 2013 PIONEER INVESTMENT MANAGEMENT S.G.R.P.A. iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 138 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività UNICREDIT PREVIDENZA - FONDO PENSIONE APERTO Variazione SEDE LEGALE Nuova SEDE LEGALE da "Galleria San Carlo, Milano" a Piazza Gae Aulenti, 1 - Tower B Milano" Data provvedimento COVIP 2 luglio

21 PREVIGEN GLOBAL - FONDO PENSIONE APERTO A CONTRIBUZIONE DEFINITA iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 8 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività GENERALI ITALIA S.P.A. Variazione DENOMINAZIONE SOCIALE e SEDE LEGALE Nuova DENOMINAZIONE SOCIALE della Società che esercita l attività e nuova SEDE LEGALE da "Assicurazioni Generali S.p.A." a "Generali Italia S.p.A." e da "Piazza Duca degli Abruzzi, Trieste" a "Via Marocchesa, Mogliano Veneto" Data provvedimento COVIP 24 settembre 2013 PREVIGEN VALORE - FONDO PENSIONE APERTO A CONTRIBUZIONE DEFINITA iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 9 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività GENERALI ITALIA S.P.A. Variazione DENOMINAZIONE SOCIALE e SEDE LEGALE Nuova DENOMINAZIONE SOCIALE della Società che esercita l attività e nuova SEDE LEGALE da "Assicurazioni Generali S.p.A." a "Generali Italia S.p.A." e da "Piazza Duca degli Abruzzi, Trieste" a "Via Marocchesa, Mogliano Veneto" Data provvedimento COVIP 24 settembre

22 FONDO PENSIONE APERTO INA A CONTRIBUTI DEFINITI iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 20 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività GENERALI ITALIA S.P.A. Variazione DENOMINAZIONE SOCIALE e SEDE LEGALE Nuova DENOMINAZIONE SOCIALE della Società che esercita l attività e nuova SEDE LEGALE da "Ina Assitalia S.p.A." a "Generali Italia S.p.A." e da "Via Bissolati, Roma" a "Via Marocchesa, Mogliano Veneto" Data provvedimento COVIP 24 settembre

23 FONDI PENSIONE APERTI ALBO Cancellazioni FONDO PENSIONE APERTO PREVIMASTER iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 69 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività INTESA SAN PAOLO PREVIDENZA SIM S.P.A. Cancellazione dall Albo dei Fondi pensione Data provvedimento COVIP 25 luglio

24 FONDI PENSIONE APERTI ALBO Iscrizioni POSTAPREVIDENZA FPA PENSIONE APERTO iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 168 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività POSTE VITA S.P.A. Autorizzazione alla costituzione e all'esercizio dell'attività del fondo pensione. Approvazione del regolamento del FPA Data provvedimento 17 luglio 2013 POSTAPREVIDENZA FPA PENSIONE APERTO iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 168 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività POSTE VITA S.P.A. Iscrizione all'albo Data provvedimento 12 settembre

25 FONDI PENSIONE APERTI ALTRI PROVVEDIMENTI Approvazione di modifiche regolamentari FONDO PENSIONE APERTO RISPARMIO & PREVIDENZA iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 46 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività RISPARMIO & PREVIDENZA S.P.A. Approvazione di modifiche all art. 12 del Regolamento del Data provvedimento 22 luglio 2013 PREVIRAS - FONDO PENSIONE APERTO A CONTRIBUZIONE DEFINITA iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 4 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività ALLIANZ S.P.A. Integrazione al Regolamento per accogliere i trasferimenti delle posizioni previdenziali di ex agenti ed ex funzionari della CE Data provvedimento 29 luglio

26 L.A. PREVIDENZA FONDO PENSIONE APERTO iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 24 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività ALLIANZ S.P.A. Integrazione al Regolamento per accogliere i trasferimenti delle posizioni previdenziali di ex agenti ed ex funzionari della CE Data provvedimento 29 luglio 2013 INSIEME - FONDO PENSIONE APERTO A CONTRIBUZIONE DEFINITA iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 118 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività ALLIANZ S.P.A. Integrazione al Regolamento per accogliere i trasferimenti delle posizioni previdenziali di ex agenti ed ex funzionari della CE Data provvedimento 29 luglio 2013 EURORISPARMIO PREVIDENZA COMPLEMENTARE FONDO PENSIONE APERTO iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 50 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività SELLA GESTIONI S.P.A. Approvazione di modifiche all art. 8 del Regolamento del Data provvedimento 20 agosto

27 Società che esercita l attività FONDO PENSIONE APERTO CATTOLICA GESTIONE PREVIDENZA iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 25 II Sezione Fondi pensione aperti SOCIETA' CATTOLICA DI ASSICURAZIONE - SOCIETA' COOPERATIVA Approvazione di modifiche all art. 12 del Regolamento del Data provvedimento 23 settembre 2013 FONDO PENSIONE APERTO GIUSTINIANO iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 70 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività INTESA SANPAOLO PREVIDENZA SIM S.P.A. Approvazione di modifiche all art. 12 del Regolamento del Data provvedimento 24 settembre 2013 FONDO PENSIONE APERTO TESEO iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 17 II Sezione Fondi pensione aperti Società che esercita l attività SOCIETA' REALE MUTUA DI ASSICURAZIONI Approvazione di modifiche all art. 6 del Regolamento del Data provvedimento 24 settembre

28 PIP PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO ALBO Variazioni INA ASSITALIA PRIMO - PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5004 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività GENERALI ITALIA S.P.A. Variazione DENOMINAZIONE SOCIALE e SEDE LEGALE Nuova DENOMINAZIONE SOCIALE della Società che esercita l attività da "Ina Assitalia S.p.A." a "Generali Italia S.p.A." e da "Via Bissolati, Roma" a "Via Marocchesa, Mogliano Veneto" Data provvedimento COVIP 24 settembre 2013 VALORE PENSIONE - PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5005 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività GENERALI ITALIA S.P.A. Variazione DENOMINAZIONE SOCIALE e SEDE LEGALE Nuova DENOMINAZIONE SOCIALE della Società che esercita l attività da "Assicurazioni Generali S.p.A." a "Generali Italia S.p.A." e da "Piazza Duca degli Abruzzi, Trieste" a "Via Marocchesa, Mogliano Veneto" Data provvedimento COVIP 24 settembre

29 PIANO PENSIONE TORO - PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5032 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività ALLEANZA TORO S.P.A. Variazione DENOMINAZIONE PIP Nuova DENOMINAZIONE SOCIALE della Società che esercita l attività da "Piano Pensione Toro" a "Vivipensione" Data provvedimento COVIP 25 settembre

30 PIP PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO ALBO Cancellazioni BENE PENSIONE PIU' - PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5030 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività ALLEANZA TORO S.P.A. Cancellazione dall'albo dei fondi pensione Data provvedimento 25 settembre 2013 FORMULA PENSIONE INTEGRATIVA - PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5031 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività ALLEANZA TORO S.P.A. Cancellazione dall'albo dei fondi pensione Data provvedimento 25 settembre

31 PIP PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO ALBO Iscrizioni POPOLARE VITA PENSIONE SICURA - PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5088 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività POPOLARE VITA S.P.A. Approvazione Regolamento e iscrizione all'albo Data provvedimento 3 luglio 2013 PROGETTO PENSIONE SICURA - PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5089 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività UNIQA LIFE S.P.A. Approvazione Regolamento e iscrizione all'albo Data provvedimento 24 luglio

32 BNL PROPENSIONE - PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5090 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività CARDIF VITA S.P.A. Approvazione Regolamento e iscrizione all'albo Data provvedimento 1 agosto 2013 MIA PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5091 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività AXA ASSICURAZIONI S.P.A. Approvazione Regolamento e iscrizione all'albo Data provvedimento 12 settembre 2013 LIBERO DOMANI iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5092 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività SARA VITA S.P.A. Approvazione Regolamento e iscrizione all'albo Data provvedimento 12 settembre

33 PIP PIANI INDIVIDUALI PENSIONISTICI DI TIPO ASSICURATIVO ALTRI PROVVEDIMENTI Approvazione di modifiche regolamentari SISTEMA PREVIDENZA - PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5009 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività ALLIANZ S.P.A. Integrazione al Regolamento per accogliere i trasferimenti in entrata delle posizioni degli ex agenti e degli ex funzionari della CE Data provvedimento 29 luglio 2013 OBIETTIVO PREVIDENZA - PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5017 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività ALLIANZ S.P.A. Integrazione al Regolamento per accogliere i trasferimenti in entrata delle posizioni degli ex agenti e degli ex funzionari della CE Data provvedimento 29 luglio

34 ALLIANZ PREVIDENZA - PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5018 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività ALLIANZ S.P.A. Integrazione al Regolamento per accogliere i trasferimenti in entrata delle posizioni degli ex agenti e degli ex funzionari della CE Data provvedimento 29 luglio 2013 MYLIFE PREVIDENZA PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5022 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività ALLIANZ S.P.A. Integrazione al Regolamento per accogliere i trasferimenti in entrata delle posizioni degli ex agenti e degli ex funzionari della CE Data provvedimento 29 luglio 2013 CBA PREVIDENZA - PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 5001 III Sezione Piani individuali pensionistici Società che esercita l attività CBA VITA S.P.A. Approvazione di modifiche all Art. 7, comma 2, lett. b del Regolamento del Data provvedimento 30 settembre

35 FONDI PENSIONE PREESISTENTI ALBO Variazioni FONDO PENSIONE ALICO ITALIA iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 1044 I Sezione speciale Fondi Preesistenti Variazione Variazione denominazione fondo Nuova DENOMINAZIONE FONDO PENSIONE DIPENDENTI METLIFE Data provvedimento COVIP 8 luglio 2013 Variazione FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO VITTORIA ASSICURAZIONI iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 1526 I Sezione speciale Fondi Preesistenti Sede Legale Nuova SEDE LEGALE Via Ignazio Gardella, MILANO Data provvedimento COVIP 8 luglio

36 FONDO PENSIONE DEI DIRIGENTI GROUPAMA ASSICURAZIONI S.P.A. iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 1387 I Sezione speciale Fondi Preesistenti Variazione Nuova SEDE LEGALE Sede legale Viale Cesare Pavese, ROMA Data provvedimento COVIP 25 luglio 2013 CASSA DI PREVIDENZA DEI DIPENDENTI DELLA NUOVA TIRRENA - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 1360 I Sezione speciale Fondi Preesistenti Variazione Nuova DENOMINAZIONE e SEDE LEGALE Denominazione e sede legale CASSA DI PREVIDENZA DEI DIPENDENTI DI GROUPAMA ASSICURAZIONI S.P.A. - FONDO PENSIONE Viale Cesare Pavese, ROMA Data provvedimento COVIP 25 luglio 2013 FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DI GROUPAMA ASSICURAZIONI S.P.A. E DI GROUPAMA VITA S.P.A. iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 1434 I Sezione speciale Fondi Preesistenti Variazione Nuova DENOMINAZIONE e SEDE LEGALE Denominazione e sede legale FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DI GROUPAMA ASSICURAZIONI S.P.A. Viale Cesare Pavese, ROMA Data provvedimento COVIP 25 luglio

37 FONDO PENSIONE DIPENDENTI GRUPPO AXA iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 1040 I Sezione speciale Fondi Preesistenti Variazione Nuova SEDE LEGALE Sede legale Corso Como, MILANO Data provvedimento COVIP 20 agosto 2013 CASSA DI PREVIDENZA FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO AVIVA IN ITALIA iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 1395 I Sezione speciale Fondi Preesistenti Variazione Nuova SEDE LEGALE Sede legale Via Scarsellini, MILANO Data provvedimento COVIP 20 agosto

38 FONDI PENSIONE PREESISTENTI ALBO Cancellazioni FONDO PENSIONE DEI DIRIGENTI DELLA BNL VITA COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI E RIASSICURAZIONI S.P.A. iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 1581 I Sezione speciale Fondi Preesistenti Cancellazione dall'albo dei Fondi pensione Data provvedimento 3 giugno 2013 FONDO AGGIUNTIVO DI PREVIDENZA AZIENDALE A CAPITALIZZAZIONE PER IL PERSONALE DIPENDENTE DEL BANCO AMBROSIANO VENETO S.P.A. iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 1285 I Sezione speciale Fondi Preesistenti Cancellazione dall'albo dei Fondi pensione Data provvedimento 20 agosto

39 FONDO DI PREVIDENZA AZIENDALE COMPLEMENTARE DELLE PRESTAZIONI INPS iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 9103 III Sezione speciale Fondi Preesistenti Cancellazione dall'albo dei Fondi pensione Data provvedimento 20 agosto 2013 FONDO DI INTEGRAZIONE DELLE PRESTAZIONI DELL'ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE PER L'ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA DI INVALIDITÀ, VECCHIAIA E SUPERSTITI iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 9119 III Sezione speciale Fondi Preesistenti Cancellazione dall'albo dei Fondi pensione Data provvedimento 20 agosto 2013 FONDO AGGIUNTIVO DI PREVIDENZA PER IL PERSONALE DELLA BANCA INDUSTRIALE GALLARATESE (INCORPORATA DALLA BANCA POPOLARE DI LODI IL 21/08/1992) iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 9117 III Sezione speciale Fondi Preesistenti Cancellazione dall'albo dei Fondi pensione Data provvedimento 20 agosto

40 NUOVO TRATTAMENTO INTEGRATIVO DELLE PENSIONI INPS PER IL PERSONALE DELLA BANCA MUTUA POPOLARE AGRICOLA DI LODI (1973) iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 9168 III Sezione speciale Fondi Preesistenti Cancellazione dall'albo dei Fondi pensione Data provvedimento 20 agosto 2013 CASSA INTERNA AZIENDALE PER L' INTEGRAZIONE DELLE PENSIONI INPS A FAVORE DEL PERSONALE DELLA BANCA MUTUA POPOLARE AGRICOLA DI LODI (1961) iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 9169 III Sezione speciale Fondi Preesistenti Cancellazione dall'albo dei Fondi pensione Data provvedimento 20 agosto 2013 BANCO DI CHIAVARI E DELLA RIVIERA LIGURE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 9170 III Sezione speciale Fondi Preesistenti Cancellazione dall'albo dei Fondi pensione Data provvedimento 20 agosto

41 FONDO DI PREVIDENZA AZIENDALE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 9098 III Sezione speciale Fondi Preesistenti Cancellazione dall'albo dei Fondi pensione Data provvedimento 20 agosto 2013 FONDO QUIESCENZA DEL PERSONALE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 9176 III Sezione speciale Fondi Preesistenti Cancellazione dall'albo dei Fondi pensione Data provvedimento 20 agosto 2013 E.S.I.P.A.D.E.A. CASSA DI PREVIDENZA DEI DIRIGENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO EUROP ASSISTANCE - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 1444 I Sezione speciale Fondi Preesistenti Cancellazione dall'albo dei Fondi pensione Data provvedimento 24 settembre

42 FONDI PENSIONE PREESISTENTI ALTRI PROVVEDIMENTI Approvazione di modifiche statutarie FONDO PENSIONE FNM iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 1165 I Sezione speciale Fondi Preesistenti Approvazione di modifiche dello Statuto riguardanti l assetto complessivo del fondo Data provvedimento 23 luglio 2013 PREVINDAI - FONDO PENSIONE iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 1417 I Sezione speciale Fondi Preesistenti Approvazione di modifiche dell Art.5 (Destinatari), dell Art.6 (Scelte di investimento), dell Art.8 (Contribuzione), dello Art.12 (Trasferimento e riscatto della posizione individuale), dell Art.15 (Assemblea dei Delegati - Criteri di costituzione e composizione) dello Statuto Data provvedimento 26 luglio

43 CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER IL PERSONALE DELL'ISTITUTO BANCARIO S. PAOLO DI TORINO iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 1438 I Sezione speciale Fondi Preesistenti Approvazione di modifiche dell Art.12 (Consiglio di Amministrazione Attribuzioni), dell Art.16 (Collegio dei Sindaci composizione e attribuzioni) Data provvedimento 20 agosto 2013 FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLE IMPRESE DEL GRUPPO UNIPOL iscritto all Albo dei Fondi pensione con il numero 1292 I Sezione speciale Fondi Preesistenti Approvazione di modifiche riguardanti l Art.1 (Denominazione-Fonti istitutive), l Art.12 (Gestione delle risorse) e la personalità giuridica Data provvedimento 20 agosto

44 42

45 43

BOLLETTINO. Anno 7 - N. 4

BOLLETTINO. Anno 7 - N. 4 Poste Italiane S.p.A. - Sped. in Abb. Post. - 70% Roma - Aut.n.98/2008 Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione BOLLETTINO 2011 Anno 7 - N. 4 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione BOLLETTINO

Dettagli

I Fondi pensione preesistenti

I Fondi pensione preesistenti I Fondi pensione preesistenti I scheda Fondi pensione preesistenti sono forme pensionistiche complementari che, come suggerisce il termine preesistenti, operavano antecedentemente all emanazione della

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI SEGRETERIA NAZIONALE 00198 ROMA VIA TEVERE, 46 TEL. 06.84.15.751/2/3/4 FAX 06.85.59.220 06.85.52.275 SITO INTERNET: www.fabi.it E-MAIL: federazione@fabi.it FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Ai Sindacati

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLE MODALITA DI ADESIONE ALLE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI

SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLE MODALITA DI ADESIONE ALLE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI SCHEMA DI REGOLAMENTO SULLE MODALITA DI ADESIONE ALLE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI Il presente documento, recante lo schema di Regolamento sulle modalità di adesione alle forme pensionistiche complementari,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 301/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 301/E QUESITO RISOLUZIONE N. 301/E Roma, 15 luglio 2008 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di Interpello n. 954-787/2007 - Articolo 11 della legge n. 212 del 2000 INPS D.lgs. 21 aprile 1993,

Dettagli

ISTRUZIONI SULLA TRATTAZIONE DEI RECLAMI. Relazione

ISTRUZIONI SULLA TRATTAZIONE DEI RECLAMI. Relazione ISTRUZIONI SULLA TRATTAZIONE DEI RECLAMI Relazione Con le Istruzioni sulla trattazione dei reclami (di seguito, Istruzioni ) la COVIP intende procedere nella realizzazione di interventi volti ad accrescere

Dettagli

La previdenza complementare. I lavoratori interessati. La scelta della destinazione del trattamento di fine rapporto (Tfr o liquidazione)

La previdenza complementare. I lavoratori interessati. La scelta della destinazione del trattamento di fine rapporto (Tfr o liquidazione) La previdenza complementare La previdenza complementare ha lo scopo di pagare pensioni che si aggiungono a quelle del sistema obbligatorio, in modo da assicurare migliori condizioni di vita ai pensionati.

Dettagli

I Fondi pensione negoziali

I Fondi pensione negoziali I Fondi pensione negoziali 45 I Fondi pensione negoziali sono forme pensionistiche complementari la cui origine, come suggerisce il termine negoziali, è di natura contrattuale. Essi sono destinati a specifiche

Dettagli

CircolariABI 27.2. 2001 1. serie Legale n. 12. BILANCI BANCARI (pos. 1205)

CircolariABI 27.2. 2001 1. serie Legale n. 12. BILANCI BANCARI (pos. 1205) BILANCI BANCARI (pos. 1205) Bilanci delle banche con strumenti finanziari quotati sui mercati regolamentati Richiesta di informazioni ai sensi dell art. 114 del d.lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 Premessa La

Dettagli

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Complementare

Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Complementare Glossario Dei Termini Previdenziali: La Previdenza Complementare www.logicaprevidenziale.it A Albo (delle forme pensionistiche complementari): Elenco ufficiale tenuto dalla COVIP cui le forme pensionistiche

Dettagli

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Documento sulla politica di investimento Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 28 Marzo 2013 Sommario 1 PREMESSA...3 2 OBIETTIVI

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 23 DELLA LEGGE N

SCHEMA DI REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 23 DELLA LEGGE N SCHEMA DI REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 23 DELLA LEGGE N.262 DEL 28 DICEMBRE 2005 CONCERNENTE I PROCEDIMENTI PER L ADOZIONE DI ATTI DI REGOLAZIONE Il presente documento, recante lo schema di

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 10 Maggio 2007, n. 62 Regolamento per l'adeguamento alle disposizioni del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252, in materia di forme pensionistiche

Dettagli

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Schema di regolamento ministeriale di attuazione dell articolo 6, comma 5-bis, del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252, recante norme sui criteri e i limiti di investimento delle risorse dei fondi

Dettagli

Roma, 31/03/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 61

Roma, 31/03/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 61 Roma, 31/03/2011 Circolare n. 61 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore generale Medico legale

Dettagli

Vigente al: 5-6-2015 IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Vigente al: 5-6-2015 IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO LEGISLATIVO 7 maggio 2015, n. 66 Norme per l'attuazione della direttiva 2013/14/UE, che modifica le direttive 2003/41/CE, 2009/65/CE e 2011/61/UE, e per l'adeguamento alle disposizioni del regolamento

Dettagli

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE DELIBERAZIONE del 30 novembre 2006 COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Regolamento recante le procedure relative agli adeguamenti delle forme pensionistiche complementari al decreto legislativo

Dettagli

CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE

CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE Chiarimenti sulla disciplina fiscale del d. lgs. n. 252/2005 (c.d. Testo Unico della previdenza complementare) Circolare dell

Dettagli

Caratteristiche funzionamento finanziamento e garanzie, dei fondi di previdenza complementare

Caratteristiche funzionamento finanziamento e garanzie, dei fondi di previdenza complementare Caratteristiche funzionamento finanziamento e garanzie, dei fondi di previdenza complementare 1 I destinatari Lavoratori dipendenti, privati e pubblici Quadri Lavoratori autonomi Liberi professionisti

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. premesso

VERBALE DI ACCORDO. premesso VERBALE DI ACCORDO Tra la Banca Monte dei Paschi di Siena Spa, e le Organizzazioni Sindacali Aziendali, che: premesso l Accordo del 12.11.2009 c.d. di armonizzazione ad esito della procedura sindacale

Dettagli

nato/a a il / / prima iscrizione alla previdenza obbligatoria (INPS o altro ente) / /

nato/a a il / / prima iscrizione alla previdenza obbligatoria (INPS o altro ente) / / Riservato ai dipendenti di Liguria Assicurazioni S.p.A. e Liguria Vita S.p.A. MODULO PER L ADESIONE E/O PER LE DISPOSIZIONI DI FINANZIAMENTO AL FONDO PENSIONE CASSA DI PREVIDENZA DEI DIPENDENTI DI SOCIETA

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 15 luglio 2010, modificata ed integrata con deliberazione del 7 maggio 2014 (Testo consolidato) 1. Regolamento sulle procedure relative all

Dettagli

e, per conoscenza, OGGETTO: Computo nella gestione separata - articolo 3 D.M. 2 maggio 1996, n. 282 Riepilogo istruzioni ed ulteriori chiarimenti.

e, per conoscenza, OGGETTO: Computo nella gestione separata - articolo 3 D.M. 2 maggio 1996, n. 282 Riepilogo istruzioni ed ulteriori chiarimenti. Direzione Centrale Pensioni Roma, 18/11/2015 Circolare n. 184 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale Visto l articolo 2120 del codice civile; Visto il decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252, ed, in particolare, gli articoli 8, concernente l espressione della volontà del lavoratore circa la destinazione

Dettagli

GUIDA PRATICA. La trasmissione degli esposti alla COVIP. Cosa c'è in questa guida. www.covip.it

GUIDA PRATICA. La trasmissione degli esposti alla COVIP. Cosa c'è in questa guida. www.covip.it GUIDA PRATICA La trasmissione degli esposti alla COVIP Cosa c'è in questa guida Le domande di base Cosa fare prima di inviare un esposto Come si prepara un esposto Come la COVIP esamina gli esposti Memo

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO Sono interessati alla riforma della previdenza complementare attuata con il decreto legislativo n. 252/2005 che, secondo quanto previsto dalla legge finanziaria per l anno 2007, entrerà in vigore dal 1

Dettagli

Fondi pensione aperti - Comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/04/2007 (Informazioni aggiornate al 15/06/2007)

Fondi pensione aperti - Comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/04/2007 (Informazioni aggiornate al 15/06/2007) Fondi pensione aperti - Comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/04/2007 (Informazioni aggiornate al 15/06/2007) Numero Albo Denominazione Fondo Denominazione Società 4 PREVIRAS FONDO PENSIONE

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: UTILIZZO E FINALITA

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: UTILIZZO E FINALITA LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: UTILIZZO E FINALITA Il decreto legislativo n. 252 del 5 dicembre 2005 ha rinviato al 1 gennaio 2007 esclusivamente l obbligo della destinazione del TFR maturando alla previdenza

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale Visto l articolo 2120 del codice civile; Visto il decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252, ed, in particolare, gli articoli 8, concernente l espressione della volontà del lavoratore circa la destinazione

Dettagli

Disposizioni in materia di trasparenza dei fondi pensione nei rapporti con gli iscritti

Disposizioni in materia di trasparenza dei fondi pensione nei rapporti con gli iscritti Deliberazione del 10 febbraio 1999 Disposizioni in materia di trasparenza dei fondi pensione nei rapporti con gli iscritti LA COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Visto il decreto legislativo 21

Dettagli

RISOLUZIONE N. 114/E

RISOLUZIONE N. 114/E RISOLUZIONE N. 114/E Direzione Centrale Normativa Roma, 29 novembre 2011 OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 10, primo comma, n. 1), del d.p.r. n. 633 del 1972 Regime IVA prestazioni di servizi relativi

Dettagli

Fondo Pensione dei Dipendenti del Gruppo Reale Mutua

Fondo Pensione dei Dipendenti del Gruppo Reale Mutua Fondo Pensione dei Dipendenti del Gruppo Reale Mutua Documento sulla politica di investimento Sommario PREMESSA... OBIETTIVI DELLA POLITICA D INVESTIMENTO... Caratteristiche dei potenziali aderenti...

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE *

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * Chi è interessato dalla Riforma Sono interessati alla riforma della previdenza complementare attuata con il decreto legislativo n. 252/2005

Dettagli

D.M. 166/2014 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Visto il decreto 10 maggio 2007 n. 62, adottato dal Ministero dell economia e delle finanze

D.M. 166/2014 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Visto il decreto 10 maggio 2007 n. 62, adottato dal Ministero dell economia e delle finanze MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 2 settembre 2014, n. 166 (G.U. 13 novembre 2014, n.264) Regolamento di attuazione dell articolo 6, comma 5-bis del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n.

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE II PILASTRO. Il meccanismo del silenzio-assenso

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE II PILASTRO. Il meccanismo del silenzio-assenso LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE II PILASTRO 1 Il meccanismo del silenzio-assenso 2 CASO 1: adesione al fondo negoziale TUTTO il TFR (maturando) verrà versato AL FONDO + PERCENTUALE del LAVORATORE 1% (in media)

Dettagli

Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007

Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 12 17 MARZO 2008 Le scritture contabili per la rilevazione del TFR al 31 dicembre 2007 Copyright

Dettagli

Fondi pensione aperti - Elenco aggiornato alle comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/3/2007

Fondi pensione aperti - Elenco aggiornato alle comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/3/2007 Fondi pensione aperti - Elenco aggiornato alle comunicazioni di adeguamento pervenute entro il 30/3/2007 Numero Albo Denominazione Fondo Denominazione Società 4 PREVIRAS FONDO PENSIONE APERTO A CONTRIBUZIONE

Dettagli

Cari Colleghi, Libertà di scelta della tipologia di investimento. Che cosa è il comparto? La definizione del piano previdenziale

Cari Colleghi, Libertà di scelta della tipologia di investimento. Che cosa è il comparto? La definizione del piano previdenziale Cari Colleghi, dopo un lungo periodo di analisi e discussioni, ci troviamo a confrontarci concretamente al pari di molti altri Fondi Pensione - con la possibilità di decidere direttamente le caratteristiche

Dettagli

Gli Organismi di Previdenza Complementare

Gli Organismi di Previdenza Complementare Gli Organismi di Previdenza Complementare Gli organismi di previdenza complementare, o fondi pensione, sono stati introdotti nell ordinamento italiano attraverso le disposizioni del Decreto legislativo

Dettagli

La Società di Mutuo Soccorso 2. I Fondi pensione e la previdenza integrativa 2.1 Generalità della disciplina

La Società di Mutuo Soccorso 2. I Fondi pensione e la previdenza integrativa 2.1 Generalità della disciplina 16 La Società di Mutuo Soccorso 2. I Fondi pensione e la previdenza integrativa 2.1 Generalità della disciplina Con l'emanazione del D. Lgs. 21 aprile 1993, n. 124 come modificato dalla L. 8 agosto 1995,

Dettagli

I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo

I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) sono forme pensionistiche complementari esclusivamente individuali rivolte a tutti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Previdenza complementare: correggere lo svantaggio competitivo per i Fondi pensione del pubblico impiego rispetto al mercato

COMUNICATO STAMPA. Previdenza complementare: correggere lo svantaggio competitivo per i Fondi pensione del pubblico impiego rispetto al mercato Il FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE Roma, 18 dicembre 2014 Al Servizio economico- sindacale COMUNICATO STAMPA Previdenza complementare: correggere lo svantaggio competitivo per i Fondi pensione del pubblico

Dettagli

Gazzetta Ufficiale n. 117 del 22 maggio 2015

Gazzetta Ufficiale n. 117 del 22 maggio 2015 Gazzetta Ufficiale n. 117 del 22 maggio 2015 COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 3 marzo 2015 Oggetto: Determinazione della misura, dei termini e delle modalita' di versamento

Dettagli

Fondi Pensione Aperti

Fondi Pensione Aperti Fondi Pensione Aperti Massimo Nicoletti Milano 07 novembre, 2014 2 Cenni sulla Previdenza Fonte 3 Cenni sulla Previdenza Fonte Insurance Companies 4 FPA: elementi identificativi e modalità di costituzione

Dettagli

Schema di Regolamento sulle modalità di adesione alle forme pensionistiche complementari

Schema di Regolamento sulle modalità di adesione alle forme pensionistiche complementari Schema di Regolamento sulle modalità di adesione alle forme pensionistiche complementari Il presente documento, recante lo schema del nuovo Regolamento sulle modalità di adesione alle forme pensionistiche

Dettagli

RISOLUZIONE N. 131/E. Roma, 22 ottobre 2004. Oggetto: Trattamento tributario delle forme pensionistiche complementari

RISOLUZIONE N. 131/E. Roma, 22 ottobre 2004. Oggetto: Trattamento tributario delle forme pensionistiche complementari RISOLUZIONE N. 131/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 22 ottobre 2004 Oggetto: Trattamento tributario delle forme pensionistiche complementari L Associazione XY (di seguito XY ), con nota

Dettagli

VERBALE!DI!ACCORDO! premesso!

VERBALE!DI!ACCORDO! premesso! VERBALEDIACCORDO TralaBancaMontedeiPaschidiSienaSpa, e leorganizzazionisindacaliaziendali, che: premesso l Accordodel12.11.2009"c.d.di armonizzazione "adesitodellaprocedurasindacale ex art. 15 del CCNL

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR Federazione Lavoratori della Conoscenza LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR Schede informative A partire dal 1 gennaio 2007, per 16 milioni di lavoratori dipendenti del settore

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 17/06/2015

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 17/06/2015 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 17/06/2015 Circolare n. 122 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

LE PRINCIPALI DISPOSIZIONI DELLO SCHEMA bis d.lgs. n. 252/2005 COMMENTI ED EFFETTI SUL PANORAMA DELLE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI

LE PRINCIPALI DISPOSIZIONI DELLO SCHEMA bis d.lgs. n. 252/2005 COMMENTI ED EFFETTI SUL PANORAMA DELLE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI IL QUADRO NORMATIVO LE PRINCIPALI DISPOSIZIONI DELLO SCHEMA DI REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELL art. 7-7 bis d.lgs. n. 252/2005 COMMENTI ED EFFETTI SUL PANORAMA DELLE FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI D.

Dettagli

la Deutsche Bank S.p.A. (in seguito la Banca ) rappresentata dai Sigg. P. P. Cellerino, F. Zambruno, P. R. Ferrarini e F. Ponti

la Deutsche Bank S.p.A. (in seguito la Banca ) rappresentata dai Sigg. P. P. Cellerino, F. Zambruno, P. R. Ferrarini e F. Ponti ACCORDO SINDACALE AZIENDALE IN MATERIA DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER LA DEFINIZIONE DI PROPOSTE DI MODIFICHE STATUTARIE DI ADEGUAMENTO AL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005 N. 252 In Milano, in data

Dettagli

Fondo Pensione Complementare per i Lavoratori delle Imprese Industriali ed Artigiane Edili ed Affini

Fondo Pensione Complementare per i Lavoratori delle Imprese Industriali ed Artigiane Edili ed Affini Fondo Pensione Complementare per i Lavoratori delle Imprese Industriali ed Artigiane Edili ed Affini Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 136 Documento sul regime fiscale del Fondo Pensione allegato

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNICAP prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto RCAU1E)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNICAP prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto RCAU1E) Società del gruppo ALLIANZ S.p.A. Offerta pubblica di sottoscrizione di UNICAP prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto RCAU1E) Parte III Altre informazioni Il presente Prospetto Informativo

Dettagli

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto Zurich Life Insurance Italia S.p.A. ZED OMNIFUND fondo pensione aperto SCHEDA SINTETICA La presente Scheda Sintetica costituisce parte integrante della Nota Informativa. Essa è redatta al fine di facilitare

Dettagli

A tutti i Fondi Pensioni. Loro sedi. Milano, 11 gennaio 2015

A tutti i Fondi Pensioni. Loro sedi. Milano, 11 gennaio 2015 A tutti i Fondi Pensioni Loro sedi Milano, 11 gennaio 2015 Oggetto: nuova comunicazione all Anagrafe Tributaria dei dati relativi ai contributi previdenziali. Prime osservazioni Come noto, con provvedimento

Dettagli

I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP)

I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) sono forme pensionistiche complementari esclusivamente individuali rivolte a tutti

Dettagli

Roma, 26 novembre 2012

Roma, 26 novembre 2012 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 26 novembre 2012 Direzione Centrale Servizi ai contribuenti OGGETTO: Sisma maggio 2012 Finanziamento per il pagamento di tributi, contributi previdenziali e premi assicurativi obbligatori

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO DELL ENTE BREVE SINTESI DELLE MAGGIORI NOVITÀ INTRODOTTE

NUOVO REGOLAMENTO DELL ENTE BREVE SINTESI DELLE MAGGIORI NOVITÀ INTRODOTTE E.P.A.P. Ente di Previdenza e Assistenza Pluricategoriale Via del Tritone, 169-00187 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 NUOVO

Dettagli

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE DELIBERAZIONE 21 marzo 2007 Direttive recanti chiarimenti operativi circa l applicazione del decreto ministeriale del 30 gennaio 2007, adottato ai sensi dell

Dettagli

SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35

SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35 1 SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35 2 BRRD: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO (UE) N. 2015/63

Dettagli

ARMONIZZAZIONE FONDO DI PREVIDENZA EX BAV & ARMONIZZAZIONE FONDI A PRESTAZIONE DEFINITA

ARMONIZZAZIONE FONDO DI PREVIDENZA EX BAV & ARMONIZZAZIONE FONDI A PRESTAZIONE DEFINITA Coordinamenti RSA Banca Monte dei Paschi Siena Spa ARMONIZZAZIONE FONDO DI PREVIDENZA EX BAV & ARMONIZZAZIONE FONDI A PRESTAZIONE DEFINITA Nei giorni scorsi, sulla base delle previsioni codificate nell

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale Visto l articolo 2120 del codice civile; Visto l articolo 3 della legge 29 maggio 1982, n. 297; Visto il decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252; Visto l articolo 1, comma 755, della legge 27 dicembre

Dettagli

VADEMECUM T.F.R. E PENSIONE COMPLEMENTARE

VADEMECUM T.F.R. E PENSIONE COMPLEMENTARE UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE C.S.P. U.I.L. BRESCIA SEGRETERIA PROVINCIALE BRESCIA 26126 BRESCIA VIA VANTINI 20 TELEFONO 030/3753032-294111 TELEFAX 030/2404889 E-MAIL cspbrescia@uil.it VADEMECUM T.F.R.

Dettagli

RISOLUZIONE N.15/E QUESITO

RISOLUZIONE N.15/E QUESITO RISOLUZIONE N.15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 18 febbraio 2011 OGGETTO: Consulenza giuridica - polizze estere offerte in regime di libera prestazione dei servizi in Italia. Obblighi di monitoraggio

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 18/02/2013

Direzione Centrale Entrate. Roma, 18/02/2013 Direzione Centrale Entrate Roma, 18/02/2013 Circolare n. 28 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO

REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO Vigilanza bancaria e finanziaria REVISIONE DELLA DISCIPLINA SECONDARIA IN MATERIA DI GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO MODIFICHE AL REGOLAMENTO SULLA GESTIONE COLLETTIVA DEL RISPARMIO IN MATERIA DI APPROVAZIONE

Dettagli

509/1994 e n. 103/1996:

509/1994 e n. 103/1996: 1. Enti previdenziali ex d. lgs. n. 509/1994 e n. 103/1996: Effetti l. n. 214/2011 sulla sostenibilità 2. : Disposizioni Covip sul processo di attuazione della politica di investimento Aggiornamento D.M.

Dettagli

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI ED ARTIGIANE EDILI ED AFFINI. Documento sul regime fiscale del Fondo Pensione

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI ED ARTIGIANE EDILI ED AFFINI. Documento sul regime fiscale del Fondo Pensione FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI ED ARTIGIANE EDILI ED AFFINI Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 136 Documento sul regime fiscale del Fondo Pensione (allegato

Dettagli

Nota informativa per i potenziali aderenti

Nota informativa per i potenziali aderenti Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 1241 Nota informativa per i potenziali aderenti La presente Nota informativa si compone delle seguenti quattro sezioni: Scheda sintetica Caratteristiche della

Dettagli

INFORMATIVA AL PUBBLICO IN MATERIA DI GOVERNO SOCIETARIO

INFORMATIVA AL PUBBLICO IN MATERIA DI GOVERNO SOCIETARIO INFORMATIVA AL PUBBLICO IN MATERIA DI GOVERNO SOCIETARIO DI BANCA SELLA HOLDING S.P.A. 22 giugno 2015 Circolare Banca d Italia n. 285 del 17.12.2013, Parte Prima, Titolo IV, Capitolo I, Sezione VII 1 Aggiornamento

Dettagli

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI AMMINISTRATIVI DELLE AGENZIE GENERALI INA-ASSITALIA (Iscritto all Albo COVIP n. 1362) NOTA INFORMATIVA

FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI AMMINISTRATIVI DELLE AGENZIE GENERALI INA-ASSITALIA (Iscritto all Albo COVIP n. 1362) NOTA INFORMATIVA FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI AMMINISTRATIVI DELLE AGENZIE GENERALI INA-ASSITALIA (Iscritto all Albo COVIP n. 1362) NOTA INFORMATIVA INDICE 1. SCHEDA SINTETICA 2 A) PRESENTAZIONE DEL FONDO 2 A1. Elementi

Dettagli

MANUALE DELLE SEGNALAZIONI STATISTICHE E DI VIGILANZA DEI FONDI PENSIONE Principali variazioni apportate agli schemi

MANUALE DELLE SEGNALAZIONI STATISTICHE E DI VIGILANZA DEI FONDI PENSIONE Principali variazioni apportate agli schemi MANUALE DELLE SEGNALAZIONI STATISTICHE E DI VIGILANZA DEI FONDI PENSIONE Principali variazioni apportate agli schemi (Allegato alla Circolare 5879 del 18 settembre 2014) Variazioni formalmente sottoposte

Dettagli

CIRCOLARE N. 25/E. Roma, 26 giugno 2006

CIRCOLARE N. 25/E. Roma, 26 giugno 2006 CIRCOLARE N. 25/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 26 giugno 2006 OGGETTO: Trattamento fiscale delle prestazioni rese da fondi integrativi di previdenza costituiti presso gli enti di cui

Dettagli

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 31 gennaio 2008 Istruzioni per la redazione del Progetto esemplificativo: stima della pensione complementare LA COVIP Visto il decreto

Dettagli

CITTA di SARZANA Provincia della Spezia REGOLAMENTO

CITTA di SARZANA Provincia della Spezia REGOLAMENTO REGOLAMENTO ISTITUTIVO E DI GESTIONE DEL FONDO DI ASSISTENZA, PREVIDENZA ED INCENTIVAZIONE DEI SERVIZI SVOLTI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 28/09/2011

Direzione Centrale Entrate. Roma, 28/09/2011 Direzione Centrale Entrate Roma, 28/09/2011 Circolare n. 122 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Previdenza Complementare

Previdenza Complementare Previdenza Complementare I GEOMETRI SONO PRONTI CONVEGNO LUOGO, GIORNO MESE ANNO GIORNATA NAZIONALE DELLA PREVIDENZA MILANO, 11 MAGGIO 2012 PROBLEM SETTING Perché è importante disporre in vecchiaia di

Dettagli

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007

IL CIPE. Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 Deliberazione n. 36 del 15 giugno 2007 DEFINIZIONE DEI CRITERI DI COFINANZIAMENTO PUBBLICO NAZIONALE DEGLI INTERVENTI SOCIO STRUTTURALI COMUNITARI PER IL PERIODO DI PROGRAMMAZIONE 2007-2013 IL CIPE VISTA

Dettagli

Fondi pensione, un tris di chiarimenti

Fondi pensione, un tris di chiarimenti Fondi pensione, un tris di chiarimenti L Agenzia delle Entrate, in risposta a tre quesiti posti con istanza di interpello, chiarisce per i vecchi fondi pensione con gestione assicurativa come procedere

Dettagli

I Fondi pensione aperti

I Fondi pensione aperti 50 I Fondi pensione aperti sono forme pensionistiche complementari alle quali, come suggerisce il termine aperti, possono iscriversi tutti coloro che, indipendentemente dalla situazione lavorativa (lavoratore

Dettagli

VERBALE DI ACCORDO. tra. premesso che

VERBALE DI ACCORDO. tra. premesso che VERBALE DI ACCORDO Il giorno 22 aprile 2010, in Siena tra Banca CR Firenze S.p.A. (di seguito CRF) Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. (di seguito BMPS) e le sottoscritte Organizzazioni Sindacali premesso

Dettagli

CIRCOLARE N.28/E. Roma, 22 agosto 2013

CIRCOLARE N.28/E. Roma, 22 agosto 2013 CIRCOLARE N.28/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 22 agosto 2013 OGGETTO: Assistenza fiscale prestata dai Centri di assistenza fiscale per lavoratori dipendenti e dai professionisti abilitati

Dettagli

L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 24. Supplemento alla Nota Informativa

L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 24. Supplemento alla Nota Informativa L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 24 Supplemento alla Nota Informativa L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione Aperto SOGGETTI COINVOLTI NELL ATTIVITA DELLA FORMA

Dettagli

PARERE DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA

PARERE DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA IT ECB-PUBLIC PARERE DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA del 30 luglio 2012 in merito alla riforma della vigilanza sulle assicurazioni e sul risparmio previdenziale (CON/2012/61) Introduzione e base giuridica

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI N. ALBO

FONDI PENSIONE APERTI - INDICATORE SINTETICO DEI COSTI N. ALBO Aggiornamento al 30/11/010 ALETTI GESTIELLE SGR SPA GESTIELLE PENSIONE E 8 PREVIDENZA ALICO ITALIA SPA ALLEANZA TORO SPA UNIONFONDO FONDO PENSIONE APERTO ALMEGLIO FONDO PENSIONE APERTO ALLEANZA A CONTRIBUZIONE

Dettagli

Allegato O C.C.N.L. Accordo attuativo sulla previdenza complementare

Allegato O C.C.N.L. Accordo attuativo sulla previdenza complementare In data 29 gennaio 2000 Allegato O C.C.N.L. Accordo attuativo sulla previdenza complementare ANCE FENEAL UIL FILCA CISL FILLEA - CGIL tra e quali Parti unitariamente intese come Parti istitutive rispettivamente

Dettagli

Modelli organizzativi e governance dei fondi pensione

Modelli organizzativi e governance dei fondi pensione 4 modulo Modelli organizzativi e governance dei fondi pensione Riferimento bibliografico: appendice del libro; Slide con la collaborazione di Stefano Castriglianò Ellegi consulenza Fondi pensione negoziali:

Dettagli

FONDO DI QUIESCENZA COSTITUITO CON DELIBERAZIONE N. 84 DEL 12 DICEMBRE 2014 DELLA GIUNTA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI RAGUSA

FONDO DI QUIESCENZA COSTITUITO CON DELIBERAZIONE N. 84 DEL 12 DICEMBRE 2014 DELLA GIUNTA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI RAGUSA Allegato alla Deliberazione della Giunta Camerale n. 72 del 21 luglio 2015 FONDO DI QUIESCENZA COSTITUITO CON DELIBERAZIONE N. 84 DEL 12 DICEMBRE 2014 DELLA GIUNTA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI RAGUSA STATUTO

Dettagli

Sommario Il perimetro delle operazioni con parti correlate

Sommario Il perimetro delle operazioni con parti correlate Sommario La Consob ha concluso l iter di approvazione della nuova disciplina sulle operazioni con parti correlate effettuate, direttamente o tramite società controllate, da società che fanno ricorso al

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (A) Regime fiscale applicabile agli iscritti a partire dal 1 gennaio 2007ed ai contributi versati dal 1 gennaio 2007dai lavoratori già iscritti 1. I Contributi 1.1 Il regime

Dettagli

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO

FONDI PENSIONE APERTI - ELENCO DEI RENDIMENTI PER SINGOLO COMPARTO ARCA SGR SOCIETA' FONDO PENSIONE ALLIANZ AMUNDI SGR ANIMA SGR ASSIMOCO VITA - COMPAGNIA DI ASSICURAZIONI SULLA VITA ALMEGLIO FONDO PENSIONE ALLEANZA A CONTRIBUZIONE DEFINITA TORO - FONDO PENSIONE A CONTRIBUZIONE

Dettagli

(i) richieda l iscrizione nell elenco speciale istituito dall Emittente alla data t0;

(i) richieda l iscrizione nell elenco speciale istituito dall Emittente alla data t0; Comunicazione n. 0080574 del 15-10-2015 inviata alla società ( ) e allo studio legale ( ) OGGETTO: ( società ) - Quesito in merito all applicazione della disciplina dell offerta pubblica di acquisto obbligatoria

Dettagli

FONTEMP il Fondo di previdenza per i lavoratori in somministrazione

FONTEMP il Fondo di previdenza per i lavoratori in somministrazione FONTEMP il Fondo di previdenza per i lavoratori in somministrazione 1 L ADESIONE L adesione alle forme pensionistiche complementari è libera e volontaria 2 L ADESIONE SI PUO ADERIRE A FONTEMP: IN MANIERA

Dettagli

Direzione Centrale Previdenza Gestione ex Inpdap. Roma, 13/09/2012

Direzione Centrale Previdenza Gestione ex Inpdap. Roma, 13/09/2012 Direzione Centrale Previdenza Gestione ex Inpdap Roma, 13/09/2012 Circolare n. 109 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Coordinamento Generale Medico Legale.

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Coordinamento Generale Medico Legale. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Coordinamento Generale Medico Legale Roma, 03/10/2013 Circolare n. 140 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia

Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia sfef7_volait@0091-0096#3b_layout 1 13/03/12 09.04 Pagina 91 91 Fiduciarie italiane: cosa cambia con la vigilanza della Banca d Italia di FABRIZIO VEDANA Il provvedimento con il quale la Banca d Italia,

Dettagli

COMETA - FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELL'INDUSTRIA METALMECCANICA, DELLA INSTALLAZIONE DI IMPIANTI E DEI SETTORI AFFINI

COMETA - FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELL'INDUSTRIA METALMECCANICA, DELLA INSTALLAZIONE DI IMPIANTI E DEI SETTORI AFFINI 11 ddi i 66 SSCHEDA SSIINTETIICA COMETA - FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DELL'INDUSTRIA METALMECCANICA, DELLA INSTALLAZIONE DI IMPIANTI E DEI SETTORI AFFINI SCHEDA SINTETICA (dati

Dettagli

MODULO DI ADESIONE - Parte integrante e necessaria della Nota Informativa

MODULO DI ADESIONE - Parte integrante e necessaria della Nota Informativa N Iscrizione Albo: 10 Spett.le Intesa Sanpaolo Previdenza SIM S.p.A. Viale Stelvio 55/57 20159 - Milano MODULO DI ADESIONE - Parte integrante e necessaria della Nota Informativa DATI RELATIVI ALL ADERENTE

Dettagli