PROGETTI DISPONIBILI IL CORSO DI PROGETTO DI RETI E SISTEMI INFORMATICI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTI DISPONIBILI IL CORSO DI PROGETTO DI RETI E SISTEMI INFORMATICI"

Transcript

1 PROGETTI DISPONIBILI IL CORSO DI PROGETTO DI RETI E SISTEMI INFORMATICI 1 Web Link Monitor Database Browser Network Monitor Ghost Site Copy Search Remote Audio Video Monitoring Distributed Http File Server... 12

2 1 WEB LINK MONITOR Si vuole realizzare un sistema software client / server centralizzato in grado di controllare la validità dei link di un sito web. L applicazione deve visitare le pagine del sito e controllare che i vari collegamenti risultano funzionanti oltre a fare test di scaricamento delle pagine individuando quelle più lente. Il sistema deve permettere sia di effettuare un controllo immediato, sia di schedulare controlli periodici. Il sistema, a partire dall indirizzo iniziale fornito, segue tutti i link all interno del sito specificato ed effettua le varie analisi. Gli eventuali collegamenti a pagine esterne al sito non vanno analizzati. Il sistema è composto da un server sempre attivo che si occupa di effettuare le analisi sui siti e di un client che invece gestisce l interazione con l utente, acquisisce dati e visualizza i report. 1.1 ARCHITETTURA Il sistema si compone due moduli 1) [CLIENT_WLM] un client attraverso cui l utente inserisce le richieste 2) [SERVER_WLM] un server che, in base alle richieste arrivate, effettua le elaborazioni e le analisi sui siti. 1.2 CLIENT_WLM INTERFACCIA UTENTE DEL CLIENT Il Client deve fornire una interfaccia utente semplice realizzata in una delle seguenti tipologie: Interfaccia Swing scaricabile con WebStart o Interfaccia grafica in esecuzione sul PC dell utente ma scaricata da una pagina Web mediante la tecnologia Web Start Interfaccia WEB classica o realizzata con JSP e Servlet e acceduta tramite + Browser Interfaccia basata su Applet o Ospitata su una pagina web ed in esecuzione su una pagina HTML Interfaccia WEB 2.0 o realizzata con GWT, in esecuzione su un web server e acceduta tramite Browser FUNZIONALITÀ DEL CLIENT Il client deve permettere all utente le seguenti operazioni: a) Inserire l indirizzo URL della pagina iniziale del sito da controllare. a. Scegliere le tipologie di controlli da effettuare sul sito. b. Specificare eventualmente una schedulazione dell analisi (specificando ogni quanto tempo effettuare l analisi e per quante volte) oppure selezionare l opzione di esecuzione immediata. c. Eventualmente permettere l inserimento di un indirizzo al quale il sistema notifica l esecuzione del controllo ed eventuali anomalie riscontrate (solo se si sceglie l opzione 7 del server). d. Specificare il numero di connessioni (k) contemporanee che il server può effettuare su un sito b) Accedere al report dei check effettuati con l esito del controllo e le anomalie riscontrate a. Log storico delle analisi effettuate 1.3 SERVER_WLM FUNZIONALITÀ DEL SERVER

3 L applicazione server deve essere in grado di effettuare almeno tre tipologie di controlli, a scelta tra le seguenti: 1. Analisi dei collegamenti mancanti 2. Tempo medio di download delle pagine ed elenco delle 10 pagine più lente (considerando il tempo di caricamento della pagina HTML e di tutte le immagini) 3. Conteggio dei collegamenti verso siti esterni 4. Elenco dei link di tutte le pagine visitate e di tutte le immagini incontrate (con possibilità di click per accedere alle pagine o immagini) 5. Controllo ortografico (basato su dizionario esterno) delle pagine del sito 6. Elenco delle pagine con errori HTML e rispetto degli standard (utilizzando tool di verifica del W3C) 7. Invio dei report agli utenti tramite (inserita nel client all atto della richiesta) Per ogni sito da controllare il server può effettuare k connessioni parallele (con k definito dall utente). 1.4 CONOSCENZE NECESSARIE Protocollo HTTP Multithreading e sincronizzazione Conoscenza elementare dell HTML e realizzazione di un semplice parser o (Opzionale) utilizzo di un parser HTML opensource o (Opzionale) utilizzo di tool di analisi delle pagine HTML del W3C (Opzionale) Utilizzo del framework per l invio di (javamail)

4 2 DATABASE BROWSER Si vuole realizzare una applicazione che permetta di navigare all interno dei dati di un database relazionale, facendo ricerca dei dati, seguendo i vincoli di foreign key tra le tabelle e visualizzando le varie tuple incontrate. 2.1 ARCHITETTURA Il sistema è costituito da un unico modulo WEB ai quali gli utenti accedono mediante browser e navigano nei dati 2.2 REALIZZAZIONE L applicazione può realizzata in uno dei seguenti modi: Interfaccia WEB classica o realizzata con JSP e Servlet e acceduta tramite + Browser Interfaccia WEB 2.0 o realizzata con GWT, in esecuzione su un web server e acceduta tramite Browser 2.3 FUNZIONALITÀ L applicazione deve permettere all utente di navigare nei dati di un database ed in particolare: Navigazione nello schema 1. Navigazione dello schema del database a. mostrare l elenco delle tabelle e per ognuna i tipi di dati b. navigare all interno delle singole tabelle, seguendo le foreignkey per passare da una tabella all altra 2. Grafo delle tabelle (ogni nodo è una tabella, è presente un arco tra due tabelle se c è una foreign key tra di loro) a. mostrare il grafo delle tabelle in forma grafica b. analisi del grafo delle tabelle i. individuare nel grado la presenza di cicli ii. individuare la presenza di percorsi multipli tra due tabelle Navigazione 1. Elenco delle tuple di una tabella tra quelle presenti nel database 2. Individuazione di una specifica tupla e navigazione delle tuple in relazione con essa (seguendo le foreign key) 3. Visualizzazione di tutte le tuple delle varie tabelle che possono essere raggiunte a partire da una specifica tupla di una tabella e seguendo le varie foreignkey 4. Analisi del grafo delle tuple (ogni nodo è una tupla ed è presente un arco tra due tuple se c è una foreign key che le unisce) a. Individuazione di cicli nel grafo delle tuple b. individuare la presenza di percorsi multipli tra due tuple collegate 2.4 CONOSCENZE NECESSARIE Buona conoscenza dei database e dei Metadati JDBC Conoscenza dell HTML Conoscenza di un framework di visualizzazione di grafi (es. JUNG) Conoscenza di algoritmi di analisi dei grafi

5 3 NETWORK MONITOR Si vuole realizzare una applicazione client/server che permette di monitorare il funzionamento dei computer di una rete. Sui PC che si intendono controllare viene eseguito un client che si connette ad un server centrale che si occupa di avviare i benchmark. L utente attraverso una interfaccia dedicata richiede benchmark su velocità di trasmissione della rete, test di carico della rete, ecc 3.1 ARCHITETTURA Il sistema si compone di tre parti 1. Client distribuito 2. Server centrale di gestione 3. Client di amministrazione e controllo 3.2 CLIENT DISTRIBUITO Si tratta di un modulo in esecuzione nei PC della rete e che è connesso al server centrale di gestione e che effettua i vari test di carico in funzione delle richieste del server centrale. 3.3 SERVER CENTRALE DI GESTIONE Si tratta del nucleo centrale del sistema, al quale tutti i client si connettono. E il modulo che ha la responsabilità di coordinare i test tra i Client sui vari PC, raccogliere i dati e poi fornire al modulo Client di Amministrazione e Controllo le informazioni da mostrare all utente. 3.4 CLIENT DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO Si tratta di un client utilizzato dall utente per effettuare i test. Permette di monitorare i singoli PC della rete e di avviare test di carico. Il client può essere sviluppato in uno dei seguenti modi: Interfaccia Swing scaricabile con WebStart o Interfaccia grafica in esecuzione sul PC dell utente ma scaricata da una pagina Web mediante la tecnologia Web Start Interfaccia WEB classica o realizzata con JSP e Servlet e acceduta tramite + Browser Interfaccia basata su Applet o Ospitata su una pagina web ed in esecuzione su una pagina HTML Interfaccia WEB 2.0 o realizzata con GWT, in esecuzione su un web server e acceduta tramite Browser 3.5 LE FUNZIONI In particolare le funzioni che l utente ha a disposizione sono: 1. Conoscere tutti i PC in cui è in esecuzione il client 2. Selezionando un PC deve essere possibile: a. ottenere uno o più screenshot del desktop b. conoscere informazioni sul PC (memoria, sistema operativo ecc) c. conoscere il carico di lavoro del PC (utilizzo di memoria, utilizzo della CPU) 3. Selezionando 2 PC, effettuare un test di velocità di trasmissione dati (TCP o UDP)

6 a. si effettua un test di trasmissione di un certo quantitativo di dati e di misurano i tempi di consegna b. Nel caso UDP occorre considerare la % di pacchetti non consegnati 4. Test di carico distribuito a. Ogni PC invia un certo quantitativo di dati a tutti gli altri PC e si misurano i tempi di consegna per ogni coppia di PC (costruendo un grafo) 5. Test di carico centralizzato a. Tutti i PC inviano dati al server centrale il quale misura i tempi di ricezione dati di ogni PC 6. Test di carico ad anello a. Costruzione di un anello tra i client distribuiti: ogni PC è responsabile di consegnare i pacchetti dati ad un unico vicino (stabilito dal server) b. Si costruisce un anello che parte dal server di gestione, attraversa uno ad uno tutti i PC e raggiunge il server di gestione c. Si misurano i tempi necessari per trasmettere un certo quantitativo di dati che percorre tutto l anello 7. Test di carico ripetuti al variare della dimensione dei dati a. Eseguire i test Test di carico distribuito, Test di carico centralizzato, Test di carico ad anello al variare della dimensione dei dati trasmessi misurando il tempo complessivo e la velocità media di invio dei dati 3.6 CONOSCENZE NECESSARIE Socket e Datagram Architetture di rete HTML (se richiesto)

7 4 GHOST SITE Si vuole realizzare una applicazione web in grado di mettersi come facciata di un sito web esistente e di intercettare tutte le comunicazioni HTTP che transitano, con particolare riferimento alle informazioni di autenticazione. In particolare il sistema accetta richieste http che analizza e reindirizza al sito oggetto di controllo. Tutti i contenuti che vengono scaricati dal sito remoto, prima di essere restituiti al browser vengono analizzati e, in caso di documenti che contengono link ad altre risorse (link ad altre pagine, link a codice Javascript e CSS o riferimenti ad immagini), queste URL vengono ridenominate in modo che qualora l utente decidesse di seguire tali link, verrebbe comunque veicolato attraverso il nostro server. 4.1 ARCHITETTURA Il sistema è costituito da due moduli Client di amministrazione e reportistica Server http di intercettazione 4.2 CLIENT Il modulo client permette all utente di amministrare il sistema. In particolare permette di definire il sito di partenza che si vuole controllare, abilitare le varie tipologie di analisi che il server deve effettuare ed accedere ai vari report che mostrano le attività di navigazione degli utenti. Il client può essere realizzato in una delle seguenti modalità: Interfaccia Swing scaricabile con WebStart o Interfaccia grafica in esecuzione sul PC dell utente ma scaricata da una pagina Web mediante la tecnologia Web Start Interfaccia WEB classica o realizzata con JSP e Servlet e acceduta tramite + Browser Interfaccia basata su Applet o Ospitata su una pagina web ed in esecuzione su una pagina HTML Interfaccia WEB 2.0 o realizzata con GWT, in esecuzione su un web server e acceduta tramite Browser 4.3 SERVER Il modulo server accetta connessioni http provenienti dal browser dell utente e in base ad esse accede alle opportune pagine del sito remoto per restituire la risposta. Si occupa inoltre di effettuare una opportuna ridenominazione delle URL delle pagine HTML in modo da poter intercettare anche gli accessi alle pagine collegate a quella che si sta restituendo al browser. Il server può essere realizzato in uno dei seguenti modi: Servlet e JSP Server stand alone che accetta connessioni http Il server, su tutte le risorse richieste, deve salvare su log i parametri passati dall utente (solo per i parametri testuali). Deve inoltre implementare controlli sulla attività del sito sotto controllo come ad esempio: 1. Numero di pagine scaricate per unità di tempo (considerando intervalli di un minuto) 2. Dimensione totale di download per unità di tempo (considerando intervalli di un minuto) 3. Elenco delle 10 pagine con tempi di download (medi) peggiori

8 4. Individuazione di comunicazioni GET/POST che potrebbero contenere password in chiaro (ad es. quando ci sono parametri con nome login o password o simili) 4.4 CONOSCENZE NECESSARIE Conoscenza dell HTML Parsing HTML Conoscenza approfondita del protocollo HTTP

9 5 COPY SEARCH Si vuole realizzare una applicazione in grado controllare la presenza, all interno di un documento di testo, di frasi presenti in pagine pubblicate nel WEB. In particolare si vuole contare il numero di occorrenze delle frasi del documento di riferimento su pagine web. 5.1 ARCHITETTURA Il sistema è costituito da due moduli: Un client che permette all utente di sottomettere il documento di testo da analizzare e consultare poi il report finale dell analisi Un server che, ricevuto il documento, si connette ad un motore di ricerca WEB a scelta e controlla l utilizzo delle frasi in altre pagine WEB. 5.2 CLIENT Il client permette di acquisire il documento da analizzare, il numero di query parallele che possono essere eseguite e visualizza il rapporto sul documento. Il client può essere realizzato in una delle seguenti tecnologie: Interfaccia Swing scaricabile con WebStart o Interfaccia grafica in esecuzione sul PC dell utente ma scaricata da una pagina Web mediante la tecnologia Web Start Interfaccia WEB classica o realizzata con JSP e Servlet e acceduta tramite + Browser Interfaccia basata su Applet o Ospitata su una pagina web ed in esecuzione su una pagina HTML Interfaccia WEB 2.0 o realizzata con GWT, in esecuzione su un web server e acceduta tramite Browser Il client si deve occupare di visualizzare un report per ogni documento in cui siano evidenziate le frasi che sono state trovate anche in pagine web (in questo caso interessa il numero di pagine) oltre che riportare informazioni di riepilogo sulla percentuale di frasi trovate, il numero medio di parole per frase etc. 5.3 SERVER Il server, ricevuto il documento di testo da analizzare, effettua un parsing del documento individuando le singole frasi e cercando le pagine web nelle quali la frase compare, memorizzandone il numero per ogni frase. Nel caso in cui una frase non dovesse comparire prendere in considerazione la frase ridotta (togliendo alcune parole all inizio e alla fine) e analizzando la presenza di questa nuova parola nel WEB. Le interrogazioni verso il motore di ricerca devono essere velocizzate effettuando più richieste in parallelo. Il numero massimo di richieste che possono essere eseguite dal server viene specificato dall utente. 5.4 CONOSCENZE NECESSARIE Conoscenza dell HTML Parsing HTML Conoscenza del protocollo http Comunicazione tramite HTTP (usando classi di supporto come URL, URLConnection etc) Conoscenza delle comunicazioni tramite socket.

10 6 REMOTE AUDIO VIDEO MONITORING Si vuole realizzare un sistema di audio e video sorveglianza remoto. Il sistema consiste di un server centrale di controllo e coordinamento di client remoti che si occupano dell acquisizione audio/video e di un client di gestione e monitoraggio che permette di accedere alle singole sorgenti audio/video ARCHITETTURA In particolare il sistema è costituito da tre parti: 1. Client di monitoring 2. Client di acquisizione 3. Server centrale 6.2 CLIENT DI MONITORING Il client permette di controllare da remoto i singoli sensori. In particolare deve fornire una delle seguenti funzionalità: 1. Acquisizione audio da un client remoto a. L utente sceglie uno o più sorgenti e riceve i segnali acquisiti, visualizzandoli su finestra grafica. b. Abilitazione per segnali sonori improvvisi: il client genera un allarme quando il segnale sonoro supera una certa soglia (da stabilire mediante opportuna slider) 2. Acquisizione video da un client remoto a. L utente sceglie una sorgente e riceve i segnali sonori acquisiti, riproducendoli sul PC. b. Abilitazione modalità di allarme: quando le immagini successive ricevute dal client (e campionate ad 1 secondo) risultano differenti per più del 10% dei pixel (con una opportuna soglia di somiglianza per i colori) genera un allarme 6.3 CLIENT DI ACQUISIZIONE Si tratta di una applicazione Java che si occupa dell acquisizione dei contenuti audio e video della webcam e del microfono del PC in cui è in esecuzione. Dopo essere stata avviata, l applicazione si connette al server centrale e resta in attesa di comandi. Quando il server richiede di acquisire dati (audio/video) accede a webcam e microfono del PC e trasmette i dati al server, il quale poi li ridirige verso il client di monitoraggio. 6.4 SERVER CENTRALE Il server centrale è responsabile di coordinare le attività tra le varie applicazioni remote di acquisizione e il client di monitoraggio. In particolare, quando il client di monitoraggio richiede di accedere ai contenuti audio/video di un particolare client di acquisizione, dovrà inviare gli opportuni comandi 6.5 INFORMAZIONI AGGIUNTIVE La discussione di questo progetto dovrà essere fatta utilizzando i propri portatili dotati di webcam. Controllare inoltre di disporre di webcam supportate da java (rif. Informazioni su Java Sound possono essere trovate in e

11 Un articolo generico sull uso delle webcam in java è disponibile a questo indirizzo: 6.6 CONOSCENZE NECESSARIE Interfacciamento con dispositivi di acquisizione audio / video Comunicazione tramite socket e datagram Concorrenza e multithreading

12 7 DISTRIBUTED HTTP FILE SERVER Si vuole realizzare un sistema di Web FileSystem che permetta attraverso interfaccia WEB di accedere ad un area dei file system di vari PC collegati, su cui effettuare le classiche operazioni di manipolazione di file e cartelle. In particolare su ogni PC di cui si intendono condividere cartelle viene avviata una applicazione client che si connette al server centrale e si registra, dichiarando quali cartelle intende condividere. 7.1 ARCHITETTURA Il sistema si compone di tre moduli: 1) [SERVER_WEB] un Server WEB, un server di gestione al quale gli utenti accedono per il browsing delle cartelle e l accesso ai file 2) [SERVER_SHARE] un server di gestione delle condivisioni che tiene traccia di quali PC aderiscono alla condivisione dei contenuti 3) [CLIENT_SHARE] un client in esecuzione sui vari PC che permette la condivisione di contenuti e che si connette al SERVER_SHARE per segnalare cartelle e file che condivide. 7.2 CLIENT_SHARE Ogni PC che intende condividere file viene mandato in esecuzione un client grafico con il quale l utente specifica quali cartelle intende condividere. Dopo la scelta il programma si connette al [SERVER_SHARE] e resta in attesa delle eventuali richieste a seguito di servizi richiesti dagli utenti. 7.3 SERVER_SHARE Questo modulo rappresenta il modulo in cui tutti i CLIENT_SHARE si registrano e che veicola le richieste provenienti dall interfaccia WEB verso i vari client e viceversa. Questo modulo in particolare dovrà gestire l accesso controllato ai CLIENT_SHARE in funzione delle funzioni che l utente tramite WEB richiede. 7.4 SERVER_WEB Il sistema offre una interfaccia WEB attraverso la quale l utente deve poter effettuare le seguenti operazioni: selezionare uno dei PC che condividono file/cartelle (scegliendo tra una lista di quelli registrati su SERVER_SHARE) e su questo creare nuove cartelle cancellare cartelle esistenti navigare tra le cartelle aggiungere un file in una cartella (mediante upload HTTP) rinominare un file cancellare un file fare il download di un file Tutti i comandi che l utente richiede all interfaccia WEB devono essere inviati al SERVER_SHARE, il quale, contattando i client opportuni, ottiene le informazioni e le ritorna al SERVER_WEB che poi le utilizza per la visualizzazione REALIZZAZIONE DELL INTERFACCIA WEB L interfaccia WEB può essere realizzata con una delle seguenti tecnologie Interfaccia WEB classica o realizzata con JSP e Servlet e acceduta tramite + Browser

13 Interfaccia WEB 2.0 o realizzata con GWT, in esecuzione su un web server e acceduta tramite Browser 7.5 CONOSCENZE NECESSARIE Linguaggio HTML Sincronizzazione e multithreading Socket e comunicazione via rete

PROGETTI AGGIUNTIVI PER IL CORSO DI PROGETTO DI RETI E SISTEMI INFORMATICI

PROGETTI AGGIUNTIVI PER IL CORSO DI PROGETTO DI RETI E SISTEMI INFORMATICI PROGETTI AGGIUNTIVI PER IL CORSO DI PROGETTO DI RETI E SISTEMI INFORMATICI 1 Remote Administrator... 2 2 Sistema di Prenotazione Ricevimento studenti... 3 3 Remote Teaching... 4 4 Gioco online: UNO...

Dettagli

filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27

filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27 filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27 Sommario Introduzione... 3 Download dell applicazione Desktop... 4 Scelta della versione da installare... 5 Installazione... 6 Installazione

Dettagli

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET)

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Ipotesi di partenza: concetti di base del networking Le ipotesi di partenza indispensabili per poter parlare di tecniche di accesso

Dettagli

Come funziona il WWW. Architettura client-server. Web: client-server. Il protocollo

Come funziona il WWW. Architettura client-server. Web: client-server. Il protocollo Come funziona il WWW Il funzionamento del World Wide Web non differisce molto da quello delle altre applicazioni Internet Anche in questo caso il sistema si basa su una interazione tra un computer client

Dettagli

Database e reti. Piero Gallo Pasquale Sirsi

Database e reti. Piero Gallo Pasquale Sirsi Database e reti Piero Gallo Pasquale Sirsi Approcci per l interfacciamento Il nostro obiettivo è, ora, quello di individuare i possibili approcci per integrare una base di dati gestita da un in un ambiente

Dettagli

P A D. Private A Distanza. www.newsoftsrl.it

P A D. Private A Distanza. www.newsoftsrl.it p r o g e t t o Sommario PREMESSA... 3 1 ARCHITETTURA FUNZIONALE... 3 2 FUNZIONI FONDAMENTALI... 4 2.1 CONSULTAZIONE DELL AGENDA... 5 2.2 PRENOTAZIONE DI UN CONTATTO... 5 2.3 AGGIORNAMENTO DEL SISTEMA...

Dettagli

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati

2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati 2009. STR S.p.A. u.s. Tutti i diritti riservati Sommario COME INSTALLARE STR VISION CPM... 3 Concetti base dell installazione Azienda... 4 Avvio installazione... 4 Scelta del tipo Installazione... 5 INSTALLAZIONE

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET

18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET 18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET Ipotesi di partenza: concetti di base del networking Le ipotesi di partenza indispensabili per poter parlare di tecniche di accesso ai database

Dettagli

Concetti base. Impianti Informatici. Web application

Concetti base. Impianti Informatici. Web application Concetti base Web application La diffusione del World Wide Web 2 Supporto ai ricercatori Organizzazione documentazione Condivisione informazioni Scambio di informazioni di qualsiasi natura Chat Forum Intranet

Dettagli

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Classe V sez. E ITC Pacioli Catanzaro lido 1 Stack TCP/IP Modello TCP/IP e modello OSI Il livello internet corrisponde al livello rete del modello OSI, il suo

Dettagli

RETE DIDATTICA MULTIMEDIALE LINGUISTICA

RETE DIDATTICA MULTIMEDIALE LINGUISTICA RETE DIDATTICA MULTIMEDIALE LINGUISTICA SOFTWARE Ver. 6.0 Pagina 1 Software di rete didattica Con opzione di laboratorio linguistico digitale A.A.C. La soluzione proposta permette di realizzare, partendo

Dettagli

Teleassistenza mediante PCHelpware

Teleassistenza mediante PCHelpware Teleassistenza mediante PCHelpware Specifiche tecniche Autore: G.Rondelli Versione: 1.3 Data: 26/8/2008 File: H:\Softech\Tools\PCH\doc\Teleassistenza PCHelpware - Specifiche tecniche 1.3.doc Modifiche

Dettagli

Guida Moderatori e Conduttori

Guida Moderatori e Conduttori STEP ONE: Login to OnSync Guida Moderatori e Conduttori Guida Moderat ori e Condutt ori pag. Ultimo aggiornamento 10/2012 STEP ONE: Login to OnSync Cap. I - Quick Start Guide Guida Moderat ori e Condutt

Dettagli

Reti di Calcolatori. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 2

Reti di Calcolatori. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 2 Reti di Calcolatori Sommario Software di rete TCP/IP Livello Applicazione Http Livello Trasporto (TCP) Livello Rete (IP, Routing, ICMP) Livello di Collegamento (Data-Link) I Protocolli di comunicazione

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 6

Reti di Telecomunicazione Lezione 6 Reti di Telecomunicazione Lezione 6 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Lo strato di applicazione protocolli Programma della lezione Applicazioni di rete client - server

Dettagli

Internet Architettura del www

Internet Architettura del www Internet Architettura del www Internet è una rete di computer. Il World Wide Web è l insieme di servizi che si basa sull architettura di internet. In una rete, ogni nodo (detto host) è connesso a tutti

Dettagli

NetCrunch 6. Server per il controllo della rete aziendale. Controlla

NetCrunch 6. Server per il controllo della rete aziendale. Controlla AdRem NetCrunch 6 Server per il controllo della rete aziendale Con NetCrunch puoi tenere sotto controllo ogni applicazione, servizio, server e apparato critico della tua azienda. Documenta Esplora la topologia

Dettagli

Corso di Informatica Modulo T3 B1 Programmazione web

Corso di Informatica Modulo T3 B1 Programmazione web Corso di Informatica Modulo T3 B1 Programmazione web 1 Prerequisiti Architettura client/server Elementi del linguaggio HTML web server SQL server Concetti generali sulle basi di dati 2 1 Introduzione Lo

Dettagli

Protocolli e architetture per WIS

Protocolli e architetture per WIS Protocolli e architetture per WIS Web Information Systems (WIS) Un Web Information System (WIS) usa le tecnologie Web per permettere la fruizione di informazioni e servizi Le architetture moderne dei WIS

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Martedì 1-04-2014 1 Applicazioni P2P

Dettagli

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server 1 Prerequisiti Pagine statiche e dinamiche Pagine HTML Server e client Cenni ai database e all SQL 2 1 Introduzione In questa Unità si illustra il concetto

Dettagli

10.7 La classe BitSet... 555 Esercizi di autovalutazione... 558 Risposte agli esercizi di autovalutazione... 559 Esercizi 559

10.7 La classe BitSet... 555 Esercizi di autovalutazione... 558 Risposte agli esercizi di autovalutazione... 559 Esercizi 559 Sommario PREFAZIONE... XI Il nostro approccio didattico... xi Una panoramica del libro... xiv Ringraziamenti... xvii Gli autori... xix Deitel & Associates, Inc.... xx CAPITOLO 1 LA GRAFICA E JAVA2D...

Dettagli

Eureka Web. Connessione remota a centrali via Web

Eureka Web. Connessione remota a centrali via Web Eureka Web Connessione remota a centrali via Web Luglio 2013 2 Connessione remota a centrali via Web INDICE ACCESSO E UTILIZZO DEL PANNELLO DI CONTROLLO DI EUREKA WEB IMPOSTAZIONE DI EUREKA WEB Impostazione

Dettagli

Capitolo 16 I servizi Internet

Capitolo 16 I servizi Internet Capitolo 16 I servizi Internet Storia di Internet Il protocollo TCP/IP Indirizzi IP Intranet e indirizzi privati Nomi di dominio World Wide Web Ipertesti URL e HTTP Motori di ricerca Posta elettronica

Dettagli

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER L architettura CLIENT SERVER è l architettura standard dei sistemi di rete, dove i computer detti SERVER forniscono servizi, e computer detti CLIENT, richiedono

Dettagli

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante CONOSCENZE DI INFORMATICA 1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante 2) Una memoria in sola lettura con la particolarità di essere cancellata in particolari condizioni è detta:

Dettagli

Indice I rischi: introduzione alle reti connesse a Internet Le reti e il protocollo TCP/IP

Indice I rischi: introduzione alle reti connesse a Internet Le reti e il protocollo TCP/IP Indice Capitolo 1 I rischi: introduzione alle reti connesse a Internet 1 1.1 Il virus Worm 3 1.2 Lo stato della rete nel 2002 9 1.3 Cos è Internet 10 1.4 La commutazione di pacchetti: la base della maggior

Dettagli

Internet WWW - HTML. Tecnologie informatiche e della comunicazione

Internet WWW - HTML. Tecnologie informatiche e della comunicazione Internet WWW - HTML Cristina Gena cgena@di.unito.it http://www.di.unito.it/ cgena/ cristina gena - [internet web html] 1 Tecnologie informatiche e della comunicazione Cosa intendiamo? Tecnologia dei computer

Dettagli

Cronoprogramma e Quadro Economico

Cronoprogramma e Quadro Economico Tutela della Biodiversità nel parco Regionale dei Castelli Romani Cronoprogramma e Quadro Economico 1 Indice generale 1 PREMESSA... 3 2 DESCRIZIONE DELLE COMPONENTI DEL PROGETTO PER LA CONSERVAZIONE DELLA

Dettagli

H3R. Videoregistrazione Digitale. Principali caratteristiche. Video Management Software GAMS

H3R. Videoregistrazione Digitale. Principali caratteristiche. Video Management Software GAMS è il software di centralizzazione immagini dedicato alla gestione di sistemi di videosorveglianza basati su apparati GAMS analogici e IP, che offre straordinarie potenzialità sia su reti cablate che wireless

Dettagli

MANUALE UTENTE. Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati

MANUALE UTENTE. Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati MANUALE UTENTE Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati INDICE ACCESSO AL SERVIZIO... 3 GESTIONE DESTINATARI... 4 Aggiungere destinatari singoli... 5 Importazione utenti...

Dettagli

White Paper 1. INTRODUZIONE...2 2. TECNOLOGIE SOFTWARE IMPIEGATE...2 3. APPROCCIO PROGETTUALE...10 3. RISULTATI...10

White Paper 1. INTRODUZIONE...2 2. TECNOLOGIE SOFTWARE IMPIEGATE...2 3. APPROCCIO PROGETTUALE...10 3. RISULTATI...10 Soluzioni software di EDM "Electronic Document Management" Gestione dell archiviazione, indicizzazione, consultazione e modifica dei documenti elettronici. Un approccio innovativo basato su tecnologie

Dettagli

La Gestione Integrata dei Documenti

La Gestione Integrata dei Documenti Risparmiare tempo e risorse aumentando la sicurezza Gestione dei documenti riservati. Protezione dati sensibili. Collaborazione e condivisione file in sicurezza. LA SOLUZIONE PERCHE EAGLESAFE? Risparmia

Dettagli

Servizio di Posta elettronica Certificata (PEC)

Servizio di Posta elettronica Certificata (PEC) Pag. 1 di 28 Servizio di Posta elettronica Certificata () Manuale Utente Outlook Express Pag. 2 di 28 INDICE 1 Modalità di accesso al servizio...3 2 Client di posta...4 3 Configurazione Client di Posta

Dettagli

14 maggio 2010 Versione 1.0

14 maggio 2010 Versione 1.0 SOFTWARE PER LA GESTIONE DI UN SISTEMA PER LA RILEVAZIONE DELLA QUALITÀ PERCEPITA DAGLI UTENTI, NEI CONFRONTI DI SERVIZI RICHIESTI ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, ATTRAVERSO L'UTILIZZO DI EMOTICON. 14 maggio

Dettagli

USER GUIDE. Manuale operativo per l utilizzo dell applicativo per il monitoraggio remoto Aditech Life REV 1

USER GUIDE. Manuale operativo per l utilizzo dell applicativo per il monitoraggio remoto Aditech Life REV 1 USER GUIDE Manuale operativo per l utilizzo dell applicativo per il monitoraggio remoto Aditech Life REV 1 SOMMARIO Introduzione... 3 Sensore BioHarness... 3 OVERVIEW BIOHARNESS 3.0 BT/ECHO... 4 OVERVIEW

Dettagli

Dal protocollo IP ai livelli superiori

Dal protocollo IP ai livelli superiori Dal protocollo IP ai livelli superiori Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09 Protocollo IP Abbiamo visto che il protocollo IP opera al livello di rete definendo indirizzi a 32 bit detti indirizzi IP che permettono

Dettagli

Sommario. iii. Prefazione... xi Introduzione...xvii Ringraziamenti... xxi. Parte I - Concetti... 1. Capitolo 1 - L hardware del PC...

Sommario. iii. Prefazione... xi Introduzione...xvii Ringraziamenti... xxi. Parte I - Concetti... 1. Capitolo 1 - L hardware del PC... iii Prefazione... xi Introduzione...xvii Ringraziamenti... xxi Parte I - Concetti... 1 Capitolo 1 - L hardware del PC... 5 1.1 Il processore, la scheda madre e la memoria... 7 1.1.1 Il processore...7 1.1.2

Dettagli

Sistema SMSWeb Monitoring

Sistema SMSWeb Monitoring scheda tecnica Sistema SMSWeb Monitoring 1 SICUREZZA ANTIFURTO Cos è il sistema SMSWebMonitoring SMSWebMonitoring è un ricevitore di segnali di tipo CONTACT ID, che consente alla clientela finale di accedere

Dettagli

NOMENCLATURA INTERFACCIA DI INTERNET EXPLORER PRINCIPALI PULSANTI DELLA BARRA DEGLI STREUMENTI

NOMENCLATURA INTERFACCIA DI INTERNET EXPLORER PRINCIPALI PULSANTI DELLA BARRA DEGLI STREUMENTI NOMENCLATURA INTERFACCIA DI INTERNET EXPLORER Pagina 6 PRINCIPALI PULSANTI DELLA BARRA DEGLI STREUMENTI Richiama la pagina visualizzata in precedenza Richiama la pagina visualizzata dopo quella attualmente

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Notifiche telematiche degli atti per il settore penale presso gli uffici giudiziari

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Notifiche telematiche degli atti per il settore penale presso gli uffici giudiziari MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Notifiche telematiche degli atti per il settore penale presso gli uffici giudiziari MANUALE UTENTE Versione SNT: 1.4.4 Versione 2.2 09 Febbraio 2015 Indice 1. Generalità... 4

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

Il salvataggio sui pc locali è consentito solo per il tempo strettamente necessario al loro utilizzo.

Il salvataggio sui pc locali è consentito solo per il tempo strettamente necessario al loro utilizzo. Istruzioni per l accesso Server del Gruppo di Biofisica È stato messo in funzione il server per i file degli utenti del gruppo di Biofisica. Esso sarà utilizzato per memorizzare i file degli utenti del

Dettagli

Server E-Map. Installazione del Server E-Map. Finestra del Server E-Map

Server E-Map. Installazione del Server E-Map. Finestra del Server E-Map Manuale d uso per i programmi VS Server E-Map Con E-Map Server, si possono creare mappe elettroniche per le telecamere ed i dispositivi I/O collegati a GV-Video Server. Usando il browser web, si possono

Dettagli

Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano. Internet e il Web

Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano. Internet e il Web Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano Internet e il Web 1 Internet Internet è un insieme di reti informatiche collegate tra loro in tutto il mondo. Tramite una

Dettagli

INDICE. Indice. Introduzione

INDICE. Indice. Introduzione V Indice Introduzione XIII Capitolo 1 La programmazione multithread 1 1.1 Cosa sono i thread 2 Utilizzare i thread per dare una possibilità ad altri task 9 Avvio ed esecuzione dei thread 10 Esecuzione

Dettagli

Gestione del database Gidas

Gestione del database Gidas Gestione del database Gidas Manuale utente Aggiornamento 20/06/2013 Cod. SWUM_00535_it Sommario 1. Introduzione... 3 2. Requisiti e creazione del Database Gidas... 3 2.1.1. SQL Server... 3 2.1.2. Requisiti

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II Lezione 1 Giovedì 5-03-2015 TESTO DI RIFERIMENTO RETI DI CALCOLATORI E INTERNET un

Dettagli

SWIM v2 Design Document

SWIM v2 Design Document PROGETTO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE 2 SWIM v2 DD Design Document Matteo Danelli Daniel Cantoni 22 Dicembre 2012 1 Indice Progettazione concettuale Modello ER Entità e relazioni nel dettaglio User Feedback

Dettagli

Motore di riempimento DB (generatore dati per simulazione)

Motore di riempimento DB (generatore dati per simulazione) SISTEMI DISTRIBUITI prof. S.Pizzutilo Motore di riempimento DB (generatore dati per simulazione) Studente: Alessandro Balestrucci 617937 Corso di Laurea: Informatica Magistrale Dipartimento di Informatica

Dettagli

Servizi di Messaggistica

Servizi di Messaggistica Servizi di Messaggistica Generalità Messaggistica Introduzione I servizi di messaggistica sono servizi di comunicazione bidirezionale sincroni tra due o più soggetti in rete. Caratteristiche. Sincronismo

Dettagli

corrispondente server Web (l applicazione server) viene inviata una richiesta, alla quale il server normalmente risponde inviando la pagina HTML che

corrispondente server Web (l applicazione server) viene inviata una richiesta, alla quale il server normalmente risponde inviando la pagina HTML che Prefazione In questo volume completiamo l esplorazione del linguaggio Java che abbiamo iniziato in Java Fondamenti di programmazione. I due testi fanno parte di un percorso didattico unitario, come testimoniano

Dettagli

Nanemon Network Monitor

Nanemon Network Monitor Nanemon Network Monitor www.navynet.it www.navynet.it Tutto sotto controllo......nanemon è lo strumento adatto per fare in modo che la tua infrastruttura informatica non abbia problemi. Cos é Nanemon?

Dettagli

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1 Introduzione Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete 2-1 Pila di protocolli Internet Software applicazione: di

Dettagli

Server e Gateway VSoIP Pro

Server e Gateway VSoIP Pro IP video Server e Gateway VSoIP Pro Software VSoIP Server 3.2 14/12/2012- G215/2/I Caratteristiche principali VSoIP 3.2 Suite è il sistema di gestione video GANZ per reti Ethernet basato su una reale topologia

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2015 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

Data Sheet 963 Supervisor

Data Sheet 963 Supervisor Data Sheet 963 Supervisor 963 supervisor Descrizione Il supervisore 963 è un software grafico real time per applicazioni di building controls system. Permette all utente di controllare l impianto o i servizi

Dettagli

FT-105/RF-Plus-B. ECONORMA Prodotti e Tecnologie per l Ambiente. ECONORMA S.a.s.Pagina 1 di 14

FT-105/RF-Plus-B. ECONORMA Prodotti e Tecnologie per l Ambiente. ECONORMA S.a.s.Pagina 1 di 14 FT-105/RF-Plus-B Sistema di monitoraggio e telecontrollo via radio BIDIREZIONALE ECONORMA Prodotti e Tecnologie per l Ambiente Applicazioni tipiche: Registrazione della Temperatura durante una giornata

Dettagli

Rete didattica Multimediale Linguistica Software

Rete didattica Multimediale Linguistica Software Rete didattica Multimediale Linguistica Software Vuoi catturare l attenzione dei tuoi alunni? Con Smartmedia Pro, il nostro software di gestione della rete didattica multimediale linguistica, potrai facilmente

Dettagli

WEBsfa: l automazione della forza vendita via Web

WEBsfa: l automazione della forza vendita via Web WEBsfa: l automazione della forza vendita via Web White Paper 1 Gennaio 2005 White Paper Pag. 1 1/1/2005 L automazione della Forza Vendita Le aziende commerciali che che sviluppano e alimentano il proprio

Dettagli

CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP

CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP DISPENSA LEZIONE 1 Autore D. Mondello Transazione di dati in una richiesta di sito web Quando viene effettuata la richiesta di un sito Internet su un browser, tramite

Dettagli

Applicazioni e Architetture Internet. T. Catarci, M. Scannapieco, Corso di Basi di Dati, A.A. 2008/2009, Sapienza Università di Roma

Applicazioni e Architetture Internet. T. Catarci, M. Scannapieco, Corso di Basi di Dati, A.A. 2008/2009, Sapienza Università di Roma Applicazioni e Architetture Internet 1 Introduzione Introduzione alle architetture a tre livelli Formati di dati per il Web HTML, XML, DTD 2 Componenti dei sistemi dataintensive Tre tipi separati di funzionalità:

Dettagli

BIMPublisher Manuale Tecnico

BIMPublisher Manuale Tecnico Manuale Tecnico Sommario 1 Cos è BIMPublisher...3 2 BIM Services Console...4 3 Installazione e prima configurazione...5 3.1 Configurazione...5 3.2 File di amministrazione...7 3.3 Database...7 3.4 Altre

Dettagli

Architettura del. Sintesi dei livelli di rete. Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4)

Architettura del. Sintesi dei livelli di rete. Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4) Architettura del WWW World Wide Web Sintesi dei livelli di rete Livelli di trasporto e inferiori (Livelli 1-4) - Connessione fisica - Trasmissione dei pacchetti ( IP ) - Affidabilità della comunicazione

Dettagli

filrbox Guida all uso dell interfaccia WEB Pag. 1 di 44

filrbox Guida all uso dell interfaccia WEB Pag. 1 di 44 filrbox Guida all uso dell interfaccia WEB Pag. 1 di 44 Sommario Introduzione... 4 Caratteristiche del filrbox... 5 La barra principale del filrbox... 7 Elenco degli utenti... 8 Il profilo... 9 Le novità...

Dettagli

List Suite 2.0. Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010

List Suite 2.0. Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010 2010 List Suite 2.0 Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010 List Suite 2.0 List Suite 2.0 è un tool software in grado di archiviare, analizzare e monitorare il traffico telefonico, effettuato e ricevuto

Dettagli

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

SICE.NET Servizio Informativo Casse Edili

SICE.NET Servizio Informativo Casse Edili SICE.NET Servizio Informativo Casse Edili http://213.26.67.117/ce_test Guida all uso del servizio Internet On-Line CASSA EDILE NUOVA INFORMATICA Software prodotto da Nuova Informatica srl Pag. 1 Il Servizio

Dettagli

principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni

principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni COS È? principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni un programma gratuito: la versione base offre 300 MB di spazio disco

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 1 Martedì 4-03-2014 1 TESTO DI RIFERIMENTO RETI DI CALCOLATORI

Dettagli

Teleskill Live Quick User Guide Partecipante

Teleskill Live Quick User Guide Partecipante Teleskill Live Quick User Guide Partecipante Ottobre 2009 Indice 1. Introduzione...3 2. Accesso al servizio...3 2.1. Caratteristiche tecnologiche distintive e requisiti minimi del

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

CONTROLLO ACCESSI. Caratteristiche principali del software di gestione. Sezione Controllo Accessi: AS-Manager

CONTROLLO ACCESSI. Caratteristiche principali del software di gestione. Sezione Controllo Accessi: AS-Manager CONTROLLO ACCESSI Il Sistema AS200 è una soluzione per il controllo accessi intelligente, estremamente flessibile ed affidabile che può essere integrata alla rete aziendale in maniera molto semplice. Indicato

Dettagli

1 Progetto di laboratorio di reti I

1 Progetto di laboratorio di reti I 1 Progetto di laboratorio di reti I In questo documento sono descritte le specifiche per la realizzazione del progetto. Vedremo innanzitutto le caratteristiche richieste nel codice e nella relazione, per

Dettagli

Corso Creare Siti WEB

Corso Creare Siti WEB Corso Creare Siti WEB INTERNET e IL WEB Funzionamento Servizi di base HTML CMS JOOMLA Installazione Aspetto Grafico Template Contenuto Articoli Immagini Menu Estensioni Sito di esempio: Associazione LaMiassociazione

Dettagli

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO METAMAG 1 IL PRODOTTO Metamag è un prodotto che permette l acquisizione, l importazione, l analisi e la catalogazione di oggetti digitali per materiale documentale (quali immagini oppure file di testo

Dettagli

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Informazioni sul copyright 2004 Copyright Hewlett-Packard Development Company, L.P. Sono vietati la riproduzione, l'adattamento e la

Dettagli

La piattaforma di lettura targhe intelligente ed innovativa in grado di offrire servizi completi e personalizzati

La piattaforma di lettura targhe intelligente ed innovativa in grado di offrire servizi completi e personalizzati La piattaforma di lettura targhe intelligente ed innovativa in grado di offrire servizi completi e personalizzati Affidabilità nel servizio precisione negli strumenti Chanda LPR Chanda LPR è una piattaforma

Dettagli

Guida rapida alla Webconferencing

Guida rapida alla Webconferencing Guida rapida alla Webconferencing Questa Guida rapida illustra le operazioni più frequenti nell utilizzo di MeetIn Web. In particolare: Eseguire il settaggio iniziale di dispositivi audio e video Connettersi

Dettagli

Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it

Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it 1 Il web come architettura di riferimento Architettura di una applicazione web Tecnologie lato server: Script (PHP, Pyton, Perl), Servlet/JSP, ASP Tecnologie lato

Dettagli

DATABASE IN RETE. La gestione informatizzata di un Centro Cefalee

DATABASE IN RETE. La gestione informatizzata di un Centro Cefalee DATABASE IN RETE La gestione informatizzata di un Centro Cefalee Reti Informatiche Database relazionali Database in rete La gestione informatizzata di un Centro Cefalee RETI INFORMATICHE Per connettere

Dettagli

Infinity Connect. Guida di riferimento

Infinity Connect. Guida di riferimento Infinity Connect Guida di riferimento La flessibilità, il dinamismo e la continua ricerca di Innovazione tecnologica che, da sempre, caratterizzano Il gruppo Zucchetti, hanno consentito la realizzazione

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2014 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

Sommario. Introduzione Architettura Client-Server. Server Web Browser Web. Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli

Sommario. Introduzione Architettura Client-Server. Server Web Browser Web. Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli Sommario Introduzione Architettura Client-Server Architettura a Due Livelli Architettura a Tre Livelli Server Web Browser Web Introduzione La storia inizia nel 1989 Tim Berners-Lee al CERN, progetto WWW

Dettagli

Tecnologie Informatiche. service. Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware

Tecnologie Informatiche. service. Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware Tecnologie Informatiche service Sicurezza aziendale Servizi Internet e Groupware Neth Service è un sistema veloce, affidabile e potente per risolvere ogni necessità di comunicazione. Collega la rete Aziendale

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DI MONITORAGGIO PER RETI TELEVISIVE E RADIOFONICHE

SISTEMA INTEGRATO DI MONITORAGGIO PER RETI TELEVISIVE E RADIOFONICHE SISTEMA INTEGRATO DI MONITORAGGIO PER RETI TELEVISIVE E RADIOFONICHE DISTRIBUTORE UNICO PER L ITALIA PROTELCOM srl Via G. Mazzini 70/f 20056 Trezzo sull Adda (MI) tel 02/90929532 fax 02/90963549 Una soluzione

Dettagli

Guida all utilizzo: Screen Sharing (data pubblicazione 22/06/2012)

Guida all utilizzo: Screen Sharing (data pubblicazione 22/06/2012) Guida all utilizzo: Screen Sharing (data pubblicazione 22/06/2012) www.skymeeting.net Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Requisiti minimi per una sessione di Screen Sharing... 4 Test di autodiagnosi...

Dettagli

Web Application Libro Firme Autorizzate

Web Application Libro Firme Autorizzate Web Application Libro Firme Autorizzate Sommario 1 CONTESTO APPLICATIVO... 2 2 ARCHITETTURA APPLICATIVA... 3 2.1 Acquisizione Firme... 3 2.2 Applicazione Web... 3 2.3 Architettura Web... 4 3 SICUREZZA...

Dettagli

Guida all installazione di METODO

Guida all installazione di METODO Guida all installazione di METODO In questo documento sono riportate, nell ordine, tutte le operazioni da seguire per una corretta installazione di Metodo. Per procedere con l installazione è necessario

Dettagli

Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2

Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2 Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2 1.Descrizione della Soluzione La soluzione per la audio/videoconferenza EW2 proposta da Gruppo SIGLA consente di comunicare e collaborare a distanza, senza muoversi

Dettagli

Smart.1 Manuale d uso

Smart.1 Manuale d uso Smart.1 Manuale d uso Sommario Sommario...2 Introduzione - Requisiti di sistema...3 Menu principale...4 Funzionalità...5 Clienti...5 Articoli...8 Ordini...10 Scadenze...13 Allegati...14 Mappe...15 Sincronizzazione

Dettagli

Laboratorio Linguistico multimediale

Laboratorio Linguistico multimediale Laboratorio Linguistico multimediale CARATTERISTICHE INNOVATIVE Il Laboratorio linguistico multimediale Intralab si contraddistingue per le seguenti caratteristiche: Si presenta come un laboratorio informatico,

Dettagli

Manuale utente di Avigilon Control Center Server. Versione 5.6

Manuale utente di Avigilon Control Center Server. Versione 5.6 Manuale utente di Avigilon Control Center Server Versione 5.6 2006-2015 Avigilon Corporation. Tutti i diritti riservati. Salvo quando espressamente concesso per iscritto, nessuna licenza viene concessa

Dettagli

Software centralizzazione per DVR

Software centralizzazione per DVR Software centralizzazione per DVR Manuale installazione ed uso 2 INTRODUZIONE Il PSS (Pro Surveillance System) è un software per PC utilizzato per gestire DVR e/o telecamere serie VKD. Tramite esso è possibile

Dettagli

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici SPECIFICHE TECNICHE MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici RSPV05I1 rev.01 0909 (Descrizione) Il sistema di telegestione telecontrollo

Dettagli

INDICE. 1 Scopo del documento... 2. 2 Passi da seguire... 3. 3 Materiale consegnato al momento dell abilitazione... 6

INDICE. 1 Scopo del documento... 2. 2 Passi da seguire... 3. 3 Materiale consegnato al momento dell abilitazione... 6 11 gennaio 2007 INDICE 1 Scopo del documento... 2 2 Passi da seguire... 3 3 Materiale consegnato al momento dell abilitazione... 6 4 Caratteristiche minime della postazione... 7 5 Virtual Machine Java...

Dettagli

Guida ai requisiti di accesso e alla modalità operativa del sistema E.Civis ASP

Guida ai requisiti di accesso e alla modalità operativa del sistema E.Civis ASP E.CIVIS HELP Guida ai requisiti di accesso e alla modalità operativa del sistema E.Civis ASP Pag. 1/10 I REQUISITI DI ACCESSO Per utilizzare il sistema E.Civis ASP sono necessari: 1. Un computer con accesso

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli