CORSO DI SQL SERVER 7 Amministrazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO DI SQL SERVER 7 Amministrazione"

Transcript

1 CORSO DI SQL SERVER 7 Amministrazione Ing. Andrea Bulgarelli

2 INDICE L AMMINISTRAZIONE DI SQL SERVER...3 AVVIARE E FERMARE I SERVIZI DI SQL SERVER...3 LA GESTIONE DEI SERVER...4 Registrare ed eliminare un server o un gruppo...4 Altre azioni possibili con i server e i gruppi...5 Starting, Pausing, and Stopping SQL Server...5 Le proprietà del server...6 LA STRUTTURA DI SQL SERVER...7 INTERFACCE CLIENT...7 OLE DB...7 ODBC...7 Application...7 Driver...7 Data source...7 RDO...7 ADO...7 DB-Library...7 LA STRUTTURA DI COMUNICAZIONE...8 Net-Library e le utility correlate...8 ODS (Open Data Services)...9 LOGIN, USER, ROLE E GROUP...11 Creazione di un login...11 Comprendere i ruoli...11 Aggiungere uno user Server role, database role, login e user...13 PROCEDURE DI AMMINISTRAZIONE PRINCIPALI...14 AUTOMATING ADMINISTRATIVE TASKS...14 What is Automated Administration?...14 What are the Components of Automatic Administration?...14 SQLSERVERAGENT...15 Defining Jobs...15 DATABASE MAINTENANCE PLAN WIZARD...16 Update Data Optimization Information...17 Database Integrity Check...18 Specify the Database Backup Plan...18 Specify Backup Disk Directory...19 Maintenance History... 20

3 L AMMINISTRAZIONE DI SQL SERVER Microsoft SQL Server administration applications, and the accompanying services, are designed to assist the system administrator with all administrative tasks related to maintaining and monitoring server performance and activities. Molte delle attività che saranno qui descritte possono essere svolte mediante l Enterprise Manager (EM) di SQL Server. SQL Server Enterprise Manager is a graphical tool that allows for easy, enterprise-wide configuration and management of Microsoft SQL Server and SQL Server objects. SQL Server Enterprise Manager provides: A scheduling engine. Administrator alert capability. Drag-and-drop control operations across multiple servers. A built-in replication management interface. You can also use SQL Server Enterprise Manager to: Manage logins, permissions, and users. Create scripts. Manage devices and databases. Back up databases and transaction logs. Manage tables, views, stored procedures, triggers, indexes, rules, defaults, and user-defined data types. Avviare e fermare i servizi di SQL Server SQL Server può essere avviato automaticamente ogni volta che viene avviato Windows. Sotto Windows 9x è possibile avviare e fermare i servizi con il Server Service Manager, mentre sotto Windows NT è anche possibile gestire l avvio di SQL Server direttamente dal Pannello di Controllo/Services. In entrambi i modo è possibile effettuare l avvio automatico (alla partenza del Sistema Operativo) o quello manuale. I servizi principali sono i seguenti: MSSQLServer: il motore principale di SQL Server SQLServerAgent: il servizio per la gestione automatica di SQL Server. MSDTC: per il coordinamento delle transazioni distribuite You can pause SQL Server before stopping the server. Pausing SQL Server prevents new users from logging in and gives you time to send a message to current users asking them to complete their work and log out before you stop the server. If you stop SQL Server without pausing it, all server processes are terminated immediately. Stopping SQL Server prevents new connections and disconnects current users.

4 La gestione dei server Registrare ed eliminare un server o un gruppo Prima di poter utilizzare e amministrare un server locale o remoto SQL Server è necessario registrarlo. Per registrare un server utilizzando EM (Enterprise Manager) è necessario per prima cosa scegliere il gruppo al quale assegnare il server, e se non è presente, è necessario crearlo premendo il tasto destro del mouse in EM su SQL Server Group. Allo stesso modo si procede per registrare il server, e viene avviato un Wizard che chiede nell ordine: 1. il nome del server 2. l autentication mode 3. il gruppo al quale assegnare il server Figura 1: Wizard per la registrazione del server In modo analogo è possibile procedere per eliminare un server o un gruppo. Nella figura seguente è possibile vedere come con il tasto destro del mouse sia possibile effettuare tutte le azioni sui server e sui gruppi:

5 Figura 2: azioni che è possibile svolgere sui server registrati Altre azioni possibili con i server e i gruppi Tra le azioni possibili, quelle più importanti sono: eliminare il server connettere e disconnettere il server fermare (stop), mettere in pausa (pause) e riavviare il server (start). When you pause Microsoft SQL Server, users who are connected to the server can finish tasks, but new connections are not allowed. For example, you can pause SQL Server for a few minutes and send a shutdown message to connected users before shutting it down. You can also resume a SQL Server service. Starting, Pausing, and Stopping SQL Server Before you log in to Microsoft SQL Server, you need to know how to start, pause, and stop SQL Server. After you are logged in, you can perform various tasks such as administering the server or querying a database. Because SQL Server is integrated with the Microsoft Windows NT Service Control Manager, it can be started and stopped as a Windows NT service (MSSQLServer), either locally or remotely.

6 SQL Server can be started automatically as a service each time Windows NT starts. This option can be specified during installation by using SQL Server Setup, and after installation by using SQL Server Enterprise Manager or the Services application in Control Panel. You can log off from the Windows NT network without shutting down SQL Server. When you start SQL Server, you are starting the SQL Server service (MSSQLServer); SQL Server Agent runs as a service named SQLServerAgent. If the MSSQLServer and SQLServerAgent services are not configured to start automatically, you must start them manually. After you start the MSSQLServer service, users can establish new connections to the server. After you start the SQLServerAgent service, you can use SQL Server s scheduling features. You can pause SQL Server before stopping the server. Pausing SQL Server prevents new users from logging in and gives you time to send a message to current users asking them to complete their work and log out before you stop the server. If you stop SQL Server without pausing it, all server processes are terminated immediately. Stopping SQL Server prevents new connections and disconnects current users. Le proprietà del server Selezionando dal menu di Figura 2 la voce Properties è possibile modificare le impostazioni del server (che quindi, come detto in precedenza, può essere amministrato in remoto mediante EM).

7 LA STRUTTURA DI SQL SERVER Interfacce client OLE DB OLE DB is an API that allows COM applications to consume data from OLE DB data sources. OLE DB data sources include data stored in many different formats, not just SQL databases. An application uses an OLE DB provider to access an OLE DB data source. An OLE DB provider is a COM component that accepts calls to the OLE DB API and does whatever is necessary to process that request against the data source. Microsoft SQL Server version 7.0 introduces a native Microsoft OLE DB Provider for SQL Server that can be used by OLE DB applications to access the data in SQL Server. ODBC ODBC è un API per l accesso ai db che rappresenta uno standard industriale. E una delle interfacce più utilizzate per l accesso ai db ed è anche riconosciuta come standard. SQL Server dispone di una interfaccia ODBC nativa. ODBC architecture has four components that perform the following functions. Component Function Application Calls ODBC functions to communicate with an ODBC data source, submits SQL statements, and processes result sets. Driver Manager Manages communication between an application and all ODBC drivers used by the application. Driver Processes all ODBC function calls from the application, connects to a data source, passes SQL statements from the application to the data source, and returns results to the application. If necessary, the driver translates ODBC SQL from the application to native SQL used by the data source. Data source Contains all information a driver needs to access a specificinstanceofdatainadbms. RDO Remote Data Object. Interfaccia ad oggetti strettamente legata ad ODBC in quanto rende facilmente accessibili le funzionalità di ODBC. ADO ActiveX Data Object. Interfaccia ad oggetti a più alto livello basata su OLE DB DB-Library API specifica di SQL Server che mette a disposizione delle applicazioni tutte le macro e le funzioni necessarie per stabilire connessioni, formattare query, inviarle al server e restituire i risultati. E l interfaccia originaria di SQL Server.

8 La struttura di comunicazione Net-Library e le utility correlate Affinche due SQL Server (oppure un client e un SQL Server) siano in grado di comunicare tra loro è necessario che sia sul client che sul server siano installate le Net-Libraries 1. Esistono Net- Libraries per diversi protocolli, tra cui il TCP/IP, inoltre alcune Net-Libraries come le Named Pipe o Multiprotocol supportano diversi protocolli. Solitamente le Net-Liraries sono installate durante il setup di SQL Server, e possono essere gestite mediante le seguenti utility: SQL Server Network Utility: This application allows you to activate, deactivate, and reconfigure server Net-Libraries to listen for clients on their corresponding network protocols. Se si utilizza Windows 9x, è necessario limitarsi al TCP/IP o Multiprotocol. SQL Server Client Network Utility: questa applicazione consente di effettuare una nuova configurazione per connettersi con uno specifico server oppure modificare la Net-Libraries di default E ovvio che l utilizzo di un particolare protocollo di comunicazione per SQL Server è possibile solamente se questo è installato sotto Windows. Grazie a queste librerie è ora possibile la comunicazioni tra client e server. Microsoft SQL Server supports several methods of communicating between client applications and the server. When the application is on the same computer as SQL Server, Windows Interprocess Communication (IPC) components, such as local named pipes or shared memory, are used. When the application is on a separate client, a network IPC is used to communicate with SQL Server. Un IPC ha due componenti: Una API Un protocollo 1 A library of functions for managing network connections and routing. Each Net-Library allows SQL Server to use a particular network protocol. Le Net-Library sono le interface di rete di SQL Server

9 Figura 3: comunicazione in rete tra un client e un server In Figura 3 è riportato lo schema di comunicazione tra un client ed n server SQL. Il caso più tipico è quello di una applicazione che utilizza OLE DB (magari mediante interfaccia ADO). L OLE DB Application utilizza OLE DB Provider per SQL Server, il quale a sua volta per accedere all SQL Server in rete utilizza le Net-Library opportune. La comunicazione viene poi stabilita utilizzando l opportuno protocollo di rete e le Net-Library del server, fino ad arrivare all SQL Server. Durante le procedure di testing interne a Microsoft la Net-Library TCP/IP Socket è risultata essere la soluzione di rete più veloce. Il numero di porta predefinito per questo protocollo è il If SQL Server is running on a Microsoft Windows NT computer, the Named Pipes Net-Library is used for local communications. For local connections with no network card, Windows NT uses the file subsystem to implement a named pipe connection. Inoltre, per la comunicazione di rete, le Named Pipes ricorrono a meccanismo di IPC indipendenti dal protocollo, per cui è possible utilizzare un qualsiasi protocollo sottostante. Tuttavia, dal punto di vista delle prestazioni non risulta essere la migliore scelta, pertanto è consigliabile utilizzare TCP/IP, anche se non bisogna rimuovere Named Pipes perché viene utilizzata per le comunicazioni locali. ODS (Open Data Services) Si tratta di un interfaccia tra la Net-Library del server e il server stesso. Il suo scopo principale è quello di gestire la rete: Resta in attesa di nuove connessioni Annulla le connessioni non riuscite Accetta l annullamento dei comandi Coordina i servizi di threading di SQL Server

10 Restituisce al client i risultati e i messaggi Open Data Services functions as an interface between server Net-Libraries and server-based applications, such as Microsoft SQL Server and extended stored procedure DLLs. The client and server communicate through a proprietary data protocol known as tabular data stream (TDS), with Net-Libraries transporting TDS between the client and server. Open Data Services transforms the TDS protocol into an API, and provides a function library for packaging and unpackaging client requests and server responses through TDS.

11 LOGIN, USER, ROLE E GROUP Logins, users, roles e gruppi sono i concetti fondamentali per la gestione dei meccanismi di sicurezza si SQL Server. Infatti, gli utenti che si vogliono connettere a SQL Server devono possedere un login ID. A questo login ID sono assegnati dei permessi ai vari oggetti del database (table, view, stored procedure, ecc.). Il login può essere lo stesso login utilizzato dagli utenti per accedere ad SQL Server (e questo semplifica la gestione dei login da parte degli amministratori di sistema) oppure è un login specificato direttamente all interno di SQL Server. Creazione di un login Per la creazione di un login premere il tasto destro del mouse sulla cartella Security\Logins e selezionare New Login Impostare il login ID (name), la password, il database al quale deve accedere il login che si sta creando ed eventualmente il linguaggio di default. Può anche essere necessario associare un login ad uno o più server roles. Comprendere i ruoli I meccanismi di sicurezza di SQL Server 7 includono dei ruoli predefiniti con associati diversi tipi di diritti. In tal modo, se dobbiamo registrare degli utenti che svolgono particolari attività, è possibile associarli direttamente a specifici ruoli. I ruoli si suddividono in Server roles e in Database roles. Il primo tipo includono tutte le azioni a livello di server, e quindi esterni ai singoli database. Ogni utente che appartiene ad un server role può aggiungere altri utenti. Fixed server role sysadmin serveradmin setupadmin securityadmin processadmin dbcreator diskadmin Description Performs any activity in SQL Server. Configures server-wide settings. Adds/removes linked servers, and execute some system stored procedures, such as sp_serveroption. Manages server logins. Manages processes running in SQL Server. Creates and alters databases. Manages disk files. The permissions of the sysadmin fixed server role span all of the other fixed server roles. Non è possibile creare nuovi server role. Il secondo tipo di ruoli sono i database role. Questi sono definiti a livello di database e riguardano tutte le attività che uno user può effettuare. In particolare, sono specificati tutti i diritti di un utente sugli oggetti del database. Ogni membro di un determinato database role può aggiungere altri utenti al ruolo. I ruoli possono essere creati, ma ne esistono alcuni predefiniti, come i seguenti: Fixed database role Description db_owner Performs the activities of all database roles, as well as other maintenance and configuration

12 activities in the database. db_accessadmin Adds or removes Windows NT groups, Windows NT users, and SQL Server users in the database. db_datareader Sees all data from all user tables in the database. db_datawriter Adds, changes, or deletes data from all user tables in the database. db_ddladmin Adds, modifies, or drops objects in the database. db_securityadmin Manages roles and members of SQL Server database roles, and can manage statement and object permissions in the database. db_backupoperator Backs up the database. db_denydatareader Sees no data in the database. db_denydatawriter Changes no data in the database. The permissions of the db_owner fixed database role span all of the other fixed database roles. In aggiunta ai ruoli precedente, viene creato anche il ruolo public. The public role is a special database role to which every database user belongs. The public role: Captures all default permissions for users in a database. Cannot have users, groups, or roles assigned to it because they belong to the role by default. Is contained in every database, including master, msdb, tempdb, model, and all user databases. Cannot be dropped. Per creare un nuovo database role è sufficiente portarsi nella cartella roles del database, premere il tasto destro del mouse sulla cartella (o nella parte destra della finestra dell Enterprise Manager) e selezionare New database role. Compare una finestra nella quale è possibile specificare il nome del ruole e gli utenti associati al ruolo. Una volta creato il ruolo, selezionando Properties (sempre con il tasto destro del mouse) è possibile selezionare i diritti (grant) per quel ruolo mediante il pulsante Permissions. Aggiungere uno user Per aggiungere uno user si procede in modo analogo a quanto fatto per l aggiunta di un database role. Premendo il pulsante destro del mouse sulla cartella Users del database su cui si sta lavorando e selezionando New database user compare una finestra nella quale è possibile specificare il login (tra quelli non ancora associati al database), il nome dell utente (che può essere uguale al login) e i database role da associare all utente. Di default ogni nuovo utente è associato al ruolo Public. guest User The guest user account allows a login without a user account to access a database. A login assumes the identity of the guest user when all of the following conditions are met: The login has access to Microsoft SQL Server, but does not have access to the database through his or her own user account. The database contains a guest user account.

13 Permissions can be applied to the guest user as if it were any other user account. The guest user can be deleted and added to all databases except master and tempdb, where it must always exist. By default, a guest user account does not exist in newly created databases. For example, to add a guest user account to a database named Accounts, execute from SQL Server Query Analyzer: USE Accounts GO EXECUTE sp_grantdbaccess guest, guest Server role, database role, login e user Quando si crea uno user lo si associa ad un particolare login. I diritti dello user sono la somma dei diritti del login con quelli aggiuntivi dello user. In particolare, i diritti di uno user sono una combinazione dei diritti: associati al server role per quanto riguarda il login (uno user è associato ad un solo login mentre un login può essere associato a più server role) sono la somma dei diritti di tutti i database role associati allo user (infatti uno user può essere associato a più database role) a questi vanno aggiunti i diritti particolari che è possibile associare al singolo user (mediante il pulsante Permissions delle proprietà dell utente). Inoltre è possibile che uno user che non ha diritto di accesso ad un database (perché questo diritto non è stato impostato per il login associato) possa comunque accedere al database ed avere tutti i diritti associati al database role public se nel database è presente l utente guest. Per cambiare database è possibile utilizzare il comando USE da Query Analyzer.

14 PROCEDURE DI AMMINISTRAZIONE PRINCIPALI Automating Administrative Tasks What is Automated Administration? Automated administration is the programmed response to a predictable administrative responsibility or server event. Administrators, application writers, and analysts operating data warehouses can benefit from task automation. To automate administration: Establish which administrative responsibilities or server events occur regularly and can be administered programmatically. Define a set of jobs and alerts. Run the SQL Server Agent service. What are the Components of Automatic Administration? Jobs, operators, and alerts are the three main components of automatic administration. Jobs You can use jobs to define an administrative task that can be executed one or more times and monitored for success or failure each time it executes. Jobs can be: Executed on one local server or on multiple remote servers. Executed according to one or more schedules. Executed by one or more alerts. Made up of one or more job steps. Job steps can be executable programs, Windows NT commands, Transact-SQL statements, Microsoft ActiveX Script, or replication agents. Operators An operator is an individual responsible for the maintenance of one or more computers running SQL Server. In some enterprises, operator responsibilities are assigned to one individual. In larger enterprises with multiple servers, many individuals share operator responsibilities. Operators are notified in one or more ways: Pager (through ) net send You can choose to define an operator s alias as an alias assigned to a group of individuals. In this way, all members of that alias can be notified at the same time. Alerts An alert is a definition that matches one or more SQL Server events and a response, should those events occur. In general, an administrator cannot control the occurrence of events but can control the response to those events with alerts. Alerts can be defined to respond to SQL Server events by: Notifying one or more operators. Forwarding the event to another server.

15 Executing a job. SQLServerAgent SQLServerAgent is a Microsoft Windows NT service that executes jobs, monitors Microsoft SQL Server, and fires alerts. SQLServerAgent is the service that allows you to automate some administrative tasks. As such, you must start the SQLServerAgent service before your local or multiserver administrative tasks can run automatically. SQL Server Agent is also supported on Windows 95/98 platforms Defining Jobs The first step in implementing a job is to define it. The primary attributes of a job are: Name Category Owner Description Job steps Schedules Notifications Job Name Every job must have a name. Job names must be unique only if they originate from the same server. For example, if SQL Server is set up to run on a target server, a locally created job and a downloaded job from a master server can share the same name. A job name can be no more than 128 characters. Job Category Job categories allow you to organize your jobs for easy filtering and grouping. For example, you can organize jobs in to categories that correspond to company departments, such as payroll, human resources, or finance. During installation, SQL Server creates these local job categories within SQL Server Agent: [Uncategorized (Local)] Database Maintenance Full-Text Jobs from MSX REPL - Alert Response REPL - Checkup REPL - Distribution REPL - Distribution Cleanup REPL - History Cleanup REPL - LogReader REPL - Merge

16 REPL - Snapshot REPL - Subscription Cleanup Web Assistant By default, local jobs are assigned to the [Uncategorized (Local)] job category. There is also one default master server job category: [Uncategorized (Multi-Server)]. Multiserver categories exist only on a master server. When a multiserver job is downloaded, its category is changed to Jobs from MSX at the target server. Job Owner The job owner is the individual who creates a job or for whom the job is created. By default, SQL Server Agent populates the owner information with the SQL Server login ID of the job creator. Only members of the sysadmin role can give ownership of a job to another user or can alter the attributes of a job owned by another user. Job Description A job can be run by other users on both the local and remote computers running SQL Server. By writing a description at the time a job is created, the job owner can ensure that other users will understand quickly the purpose of the job. A job description must not exceed 512 characters. Job Steps A job step is an action that the job takes on a database or a server. Every job must have at least one job step. Job steps can be operating system commands, Transact-SQL statements, Microsoft ActiveX Script, or replication tasks. Database Maintenance Plan Wizard The Database Maintenance Plan Wizard can be used to help you set up the core maintenance tasks that are necessary to ensure that your database performs well, is regularly backed up in case of system failure, and is checked for inconsistencies. The Database Maintenance Plan Wizard creates a Microsoft SQL Server job that performs these maintenance tasks automatically at scheduled intervals. The maintenance tasks that can be scheduled to run automatically are: Reorganizing the data on the data and index pages by rebuilding indexes with a new fill factor. This ensures that database pages contain an equally distributed amount of data and free space, which allows future growth to be faster. Compressing data files by removing empty database pages. Updating index statistics to ensure the query optimizer has up-to-date information regarding the distribution of data values in the tables. This allows the query optimizer to make better judgements about the best way to access data because it has more information about the data stored in the database. Although index statistics are automatically updated by SQL Server periodically, this option can force the statistics to be updated immediately. Performing internal consistency checks of the data and data pages within the database to ensure that a system or software problem has not damaged data. Backing up the database and transaction log files. Database and log backups can be retained for a specified period. This allows you to create a history of backups to be used in the event that you need to restore the database to a time earlier than the last database backup.

17 The results generated by the maintenance tasks can be written as a report to a text file, HTML file, or the sysdbmaintplan_history tables in the msdb database. The report can also be ed to an operator. Update Data Optimization Information This table shows the options and their functions that are available in the Update Data Optimization Information dialog box. Reorganize data and index pages Cause the indexes on the tables in the database to be dropped and re-created with a new FILLFACTOR. The FILLFACTOR determines how much empty space to leave on each page in the index, thereby reserving a percentage of free space on each data page of the index to accommodate future expansion. As data is added to the table, the free space fills because the FILLFACTOR is not maintained. Reorganizing data and index pages can reestablish the free space. Reorganize pages with the original amount of free space Change free space per page percentage to Update statistics used by query optimizer. Cause the indexes on the tables in the database to be dropped and re-created with the original FILLFACTOR that was specified when the indexes were created. Cause the indexes on the tables in the database to be dropped and re-created with a new automatically calculated FILLFACTOR, thereby reserving the specified amount of free space on the index pages. The higher the percentage, the more free space is reserved on the index pages and the larger the index grows. Valid values are from 0 through 100. Cause the distribution statistics of each index created on user tables in the database to be resampled. The distribution statistics are used by Microsoft SQL Server to optimize navigation through tables during the processing of Transact-SQL statements. To build the distribution statistics automatically, SQL Server periodically samples a percentage of the data in the corresponding table for each index. This percentage is based on the number of rows in the table and the frequency of data modification. Use this option to perform an additional sampling using the specified percentage of data in the tables. Sample % of the database Generate distribution statistics by sampling the percentage of data in the tables. The higher the percentage, the more accurate the statistics, but the longer the sampling takes. If the specified value does not generate a sufficient sample, SQL Server determines an adequate sample size automatically. Valid values are from 1 through 100. Remove unused space from Remove any unused space from the database, thereby database files allowing the size of the data files to be reduced. When it grows beyond Remove unused space from the database only if the database exceeds the specified size (in MB).

18 Amount of free space to remain after shrink Determine the amount of unused space to remain in the database after the database is shrunk (the larger the percentage, the less the database can shrink). The value is based on the percentage of the actual data in the database. For example, a 100-MB database containing 60 MB of data and 40 MB of free space, with a free space percentage of 50 percent, would result in 60 MB of data and 30 MB of free space (because 50 percent of 60 MB is 30 MB). Only excess space in the database is eliminated. Valid values are from 0 through 100. Schedule Set the frequency that the data optimization tasks (scheduled using SQL Server Agent) are executed. The default is every Sunday at midnight. Change... Change the default schedule. Database Integrity Check This table shows the options and their functions that are available in the Database Integrity Check dialog box. Usethis Check database integrity Include indexes Attempt to repair any minor problems Exclude indexes Perform these tests before doing backups Schedule Change... Todothis Check the allocation and structural integrity of user and system tables, and indexes in the database, by running the DBCC CHECKDB Transact-SQL statement. This ensures that any integrity problems with the database are reported, thereby allowing them to be addressed later by a system administrator or database owner. Check the data and index pages in the database during the integrity tests. Attempt to correct any minor problems detected during the database integrity tests automatically. It is recommended that this option be selected. Check only the data pages in the database during integrity tests. This does not check indexes. This option executes faster than selecting Include indexes because fewer pages in the database are checked. Cause the database and/or internal data integrity tests to be executed before backing up the database or transaction log. If the integrity tests detect inconsistencies, any subsequent database or transaction log backup is not backed up. Set the frequency that the data integrity tasks (scheduled using SQL Server Agent) are executed. The default is every Sunday at midnight. Change the default schedule. Specify the Database Backup Plan This table shows the options and their functions available in the Specify the Database Backup Plan dialog box.

19 Usethis Todothis Back up the database as part of Cause the entire database to be backed up as part of the the maintenance plan maintenance tasks. Backing up the database is important in case of system or hardware failure (or user errors) that cause the database to be damaged in some way, thus requiring a backed-up copy to be restored. Verify the integrity of the Check that the backup set is complete and all volumes are backup on completion of the accessible by executing the RESTORE VERIFYONLY backup Transact-SQL statement. Tape Back up the database to the specified tape device. The tape device is attached to the computer containing the Microsoft SQL Server database that is being backed up. Disk Back up the database to the disk that is located on the computer containing the SQL Server database that is being backed up. See Specify Backup Disk Directory to specify the location of the database backup. Schedule Set the frequency that the database backup tasks (scheduled using SQL Server Agent) are executed. The default is every Sunday at midnight. Change... Change the default schedule. Specify Backup Disk Directory This table shows the options and their functions that are available in the Specify Backup Disk Directory dialog box. Usethis Todothis Use the default backup directory Back up the database to the \Mssql7\Backup disk directory located on the computer containing the Microsoft SQL Server database that is being backed up. Use this directory Back up the database to the specified disk directory located on the computer containing the SQL Server database that is being backed up. (...) Change the default disk directory used to back up the database. Only drives on the computer containing the SQL Server database that is being backed up can be selected. Create a subdirectory for each database Remove files older than Backup file extension Create a subdirectory under the specified disk directory containing the database backup for each database that is being backed up as part of the maintenance plan. Delete database backups automatically that are older than the specified period. A history of database backups should be maintained in the event that the database needs to be restored to a point in time earlier than the last performed backup. Retain as many backups as disk space allows and as far in the past as is necessary. Define the file name extension used for each file that contains the database backup. The default file extension is

20 BAK. Maintenance History This table shows the options and their functions that are available in the Maintenance History dialog box. Usethis Todothis Write history to the Write the report as rows to this table on the server upon msdb.dbo.sysdbmaintplan_history which the maintenance plan was executed. The report table on the local server contains the steps executed by the maintenance plan, including database name, activity, date, result (success or failure), and any error information. It includes one row for each activity, per database, per execution date. Write history to the server Write the report as rows to the msdb.dbo.sysdbmaintplan_history table on a remote server. Windows NT Authentication is used to connect to the remote server. The report contains the steps executed by the maintenance plan, including database name, activity, date, result (success or failure), and any error information. It includes one row for each activity, per database, per execution date. (...) Change the remote server to which the report is written. Only computers running SQL Server can be selected. Limit rows in the table to Specify the maximum number of rows in the table that represent history for this plan only. If the number of history rows in the table for this plan exceeds this value, older rows for this plan (representing the earliest recorded history) are deleted. Setting this value can prevent the table from becoming too large and filling the msdb database (if auto-grow is not permitted). The default is

CONFIGURATION MANUAL

CONFIGURATION MANUAL RELAY PROTOCOL CONFIGURATION TYPE CONFIGURATION MANUAL Copyright 2010 Data 18.06.2013 Rev. 1 Pag. 1 of 15 1. ENG General connection information for the IEC 61850 board 3 2. ENG Steps to retrieve and connect

Dettagli

sdforexcontest2009 Tool

sdforexcontest2009 Tool sdforexcontest2009 Tool Guida all istallazione e rimozione. Per scaricare il tool del campionato occorre visitare il sito dell organizzatore http://www.sdstudiodainesi.com e selezionare il link ForexContest

Dettagli

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem.

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem. CRWM CRWM (Web Content Relationship Management) has the main features for managing customer relationships from the first contact to after sales. The main functions of the application include: managing

Dettagli

ECVUSBO MANUALE DEL PRODOTTO DEVICE MANUAL

ECVUSBO MANUALE DEL PRODOTTO DEVICE MANUAL ECVUSBO MANUALE DEL PRODOTTO DEVICE MANUAL INDICE TABLE OF CONTENTS 1. Introduzione... pag. 3 1. Introduction... pag. 3 2. Requisiti di sistema... pag. 3 1. System requirements... pag. 3 3. Installazione...

Dettagli

RenderCAD S.r.l. Formazione

RenderCAD S.r.l. Formazione Descrizione Il corso affronta le caratteristiche di Oracle9i e Oracle9i Release 2. In questo corso, rivolto ai database administrator (DBA) Oracle, vengono descritte in modo approfondito le attività di

Dettagli

Add workstations to domain. Adjust memory quotas for a process. Bypass traverse checking. Change the system time. Create a token object

Add workstations to domain. Adjust memory quotas for a process. Bypass traverse checking. Change the system time. Create a token object SeTcb Act as part of the operating system Consente ad un processo di assumere l identità di un qualsiasi utente ottenere così l accesso alle risorse per cui è autorizzato tale utente SeMachineAccount SeIncreaseQuota

Dettagli

STATO IMPLEMENTAZIONE ONVIF SU TELECAMERE MUNDUS SECURUS

STATO IMPLEMENTAZIONE ONVIF SU TELECAMERE MUNDUS SECURUS IMPLEMENTAZIONE ONVIF SU TELECAMERE MUNDUS SECURUS 1. Ambiente di sviluppo Sono stati analizzati diversi linguaggi e framework differenti utilizzabili per implementare i WebServices ONVIF. Il risultato

Dettagli

How to use the WPA2 encrypted connection

How to use the WPA2 encrypted connection How to use the WPA2 encrypted connection At every Alohawifi hotspot you can use the WPA2 Enterprise encrypted connection (the highest security standard for wireless networks nowadays available) simply

Dettagli

Guida utente User Manual made in Italy Rev0

Guida utente User Manual made in Italy Rev0 Guida utente User Manual Rev0 made in Italy Indice/Index Informazioni generali General Info... 3 Guida Rapida per messa in funzione Start Up procedure... 3 Login Login... 3 Significato dei tasti Botton

Dettagli

Posta elettronica per gli studenti Email for the students

Posta elettronica per gli studenti Email for the students http://www.uninettunouniverstiy.net Posta elettronica per gli studenti Email for the students Ver. 1.0 Ultimo aggiornamento (last update): 10/09/2008 13.47 Informazioni sul Documento / Information on the

Dettagli

Guida all installazione rapida

Guida all installazione rapida Italian 1. Guida all installazione rapida Requisiti del sistema Il PC deve essere attrezzato con quanto segue per configurare Thecus YES Box N2100: Unità CD-ROM o DVD-ROM Porta Ethernet collegata ad un

Dettagli

Aggiornamento dispositivo di firma digitale

Aggiornamento dispositivo di firma digitale Aggiornamento dispositivo di firma digitale Updating digital signature device Questo documento ha il compito di descrivere, passo per passo, il processo di aggiornamento manuale del dispositivo di firma

Dettagli

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico WELCOME This is a Step by Step Guide that will help you to register as an Exchange for study student to the University of Palermo. Please, read carefully this guide and prepare all required data and documents.

Dettagli

RenderCAD S.r.l. Formazione

RenderCAD S.r.l. Formazione Descrizione Il corso affronta le caratteristiche di Oracle9i e Oracle9i Release 2. In questo corso, rivolto ai database administrator (DBA) Oracle, vengono descritte in modo approfondito le principali

Dettagli

LabMecFit. versione beta. by S.Frasca Dipartimento di Fisica Università Sapienza Roma

LabMecFit. versione beta. by S.Frasca Dipartimento di Fisica Università Sapienza Roma LabMecFit versione beta by S.Frasca Dipartimento di Fisica Università Sapienza Roma LabMecFit è un programma che permette di elaborare i dati prodotti da DataStudio. I dati devono essere salvati da DataStudio

Dettagli

Utilizzare il NetBeans GUI Builder. Dott. Ing. M. Banci, PhD

Utilizzare il NetBeans GUI Builder. Dott. Ing. M. Banci, PhD Utilizzare il NetBeans GUI Builder Dott. Ing. M. Banci, PhD Lavorare con i Beans Queste slide ci guidano nel processo di creazione di un bean pattern nel progetto NetBeans 15 Giugno 2007 Esercitazione

Dettagli

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 Ingegneria del Software Testing Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 1 Definizione IEEE Software testing is the process of analyzing a software item to detect the differences between

Dettagli

Nuvola It Data Space Easy Tutorial per l Amministratore. Telecom Italia Business/Marketing Top Clients Marketing ICT services

Nuvola It Data Space Easy Tutorial per l Amministratore. Telecom Italia Business/Marketing Top Clients Marketing ICT services Easy Tutorial per l Amministratore Telecom Italia Business/Marketing Top Clients Marketing ICT services Contents Introduzione Profilo Ammistratore Portale di gestione: Team Portal Il cliente che sottoscrive

Dettagli

Architettura di MS SQL Server. SQL Server Architecture. Campi di Applicazione. OLTP (online transaction processing)

Architettura di MS SQL Server. SQL Server Architecture. Campi di Applicazione. OLTP (online transaction processing) Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Corso di Complementi di Informatica Architettura di MS SQL Server Prof. Pasquale Basile pabasile@unina.it

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ

DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ - 0MNSWK0082LUA - - ITALIANO - DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ Il produttore non accetta responsabilità per la perdita di dati, produttività, dispositivi o qualunque altro danno o costo associato (diretto

Dettagli

SQLSCHEDULER PER MS SQL SERVER EXPRESS

SQLSCHEDULER PER MS SQL SERVER EXPRESS KING Manuale Tecnico Documentazione ad uso esclusivo dell installatore della procedura SQLSCHEDULER PER MS SQL SERVER EXPRESS KING GESTIONALE - KING STUDIO - TURBODOC Aggiornato al 04/07/2011 DATALOG Soluzioni

Dettagli

MANUALE UTENTE MODULO ESPANSIONE TASTI MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE Descrizione Il modulo fornisce al telefono VOIspeed V-605 flessibilità e adattabilità, mediante l aggiunta di trenta tasti memoria facilmente

Dettagli

Guida alla configurazione Configuration Guide

Guida alla configurazione Configuration Guide Guida alla configurazione Configuration Guide Configurazione telecamere IP con DVR analogici, compatibili IP IP cameras configuration with analog DVR, IP compatible Menu principale: Fare clic con il pulsante

Dettagli

Portale Materiali Grafiche Tamburini. Grafiche Tamburini Materials Portal

Portale Materiali Grafiche Tamburini. Grafiche Tamburini Materials Portal Portale Materiali Grafiche Tamburini Documentazione utente italiano pag. 2 Grafiche Tamburini Materials Portal English user guide page 6 pag. 1 Introduzione Il Portale Materiali è il Sistema Web di Grafiche

Dettagli

Nuvola It Data Space Easy Reseller Tutorial per l Amministratore. Top Clients Marketing ICT services

Nuvola It Data Space Easy Reseller Tutorial per l Amministratore. Top Clients Marketing ICT services Tutorial per l Amministratore Telecom Italia Business/Marketing Top Clients Marketing ICT services Portale di gestione: Reseller Portal Il cliente che sottoscrive il profilo di servizio può utilizzare

Dettagli

You can visualize the free space percentage in Compact Flash memory from the MENU/INFO C.F. UTILITY-FREE SPACE page.

You can visualize the free space percentage in Compact Flash memory from the MENU/INFO C.F. UTILITY-FREE SPACE page. This release introduces some new features: -TUNE PITCH -FREE SPACE -TUNER -DRUMKIT EDITOR From the PARAM MIDI page, it is possible to modify the "TUNE PITCH" parameter, which allows you to tune up the

Dettagli

Corso: Configuring Managing and Maintaining Windows Server 2008-based Servers Codice PCSNET: MWS1-5 Cod. Vendor: 6419 Durata: 5

Corso: Configuring Managing and Maintaining Windows Server 2008-based Servers Codice PCSNET: MWS1-5 Cod. Vendor: 6419 Durata: 5 Corso: Configuring Managing and Maintaining Windows Server 2008-based Servers Codice PCSNET: MWS1-5 Cod. Vendor: 6419 Durata: 5 Obiettivi Questo corso combina i contenuti di tre corsi: Network Infrastructure

Dettagli

AGGIORNAMENTO MENSILE DI SICUREZZA MICROSOFT

AGGIORNAMENTO MENSILE DI SICUREZZA MICROSOFT AGGIORNAMENTO MENSILE DI SICUREZZA MICROSOFT SEGNALAZIONE DEL 16/12/2010 NR.: 15-2010 (LIVELLO DI RISCHIO: 3 SU 5) INTRODUZIONE Si segnala che Microsoft, nell'ambito del suo programma di aggiornamento

Dettagli

TITOLO dell evento: Amministrazione del dbms Oracle versioni 10g e 11g

TITOLO dell evento: Amministrazione del dbms Oracle versioni 10g e 11g Allegato A alla determinazione n. 40 del 11/06/2010 composto da 6 fogli TITOLO dell evento: Amministrazione del dbms Oracle versioni 10g e 11g CODICE dell evento: 737 1. PREMESSA: Il periodico rilascio

Dettagli

Esame 70-271 : Supporting Users Running the Microsoft Windows XP Operating Systems (corso Moc 2261)

Esame 70-271 : Supporting Users Running the Microsoft Windows XP Operating Systems (corso Moc 2261) Esame 70-271 : Supporting Users Running the Microsoft Windows XP Operating Systems (corso Moc 2261) Questo corso ha lo scopo di fornire ai professionisti senza esperienza specifica di lavoro con Microsoft

Dettagli

MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING, MANAGING AND MAINTAINING SERVERS

MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING, MANAGING AND MAINTAINING SERVERS MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING, MANAGING AND MAINTAINING SERVERS UN BUON MOTIVO PER [cod. E103] Questo corso combina i contenuti di tre corsi: Network Infrastructure Technology Specialist, Active

Dettagli

Mod. 1067 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE. Sch./Ref.1067/003

Mod. 1067 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE. Sch./Ref.1067/003 Mod. 1067 DS1067-019 LBT8388 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE Sch./Ref.1067/003 ITALIANO DESCRIZIONE GENERALE L interfaccia 1067/003 consente di collegare alla Centrale 1067/032 o 1067/042 (ver. 2.00

Dettagli

Debtags. Dare un senso a 20000 pacchetti. 16 settembre 2006 14 slides Enrico Zini enrico@debian.org

Debtags. Dare un senso a 20000 pacchetti. 16 settembre 2006 14 slides Enrico Zini enrico@debian.org Debtags Dare un senso a 20000 pacchetti. 16 settembre 2006 14 slides Enrico Zini (enrico@debian.org) 1/14 Fondazioni teoretiche Classificazione a Faccette (sfaccettature) Scoperte del cognitivismo (capacità

Dettagli

MS WINDOWS SERVER 2008 - AUTOMATING ADMINISTRATION WITH WINDOWS POWERSHELL

MS WINDOWS SERVER 2008 - AUTOMATING ADMINISTRATION WITH WINDOWS POWERSHELL MS WINDOWS SERVER 2008 - AUTOMATING ADMINISTRATION WITH WINDOWS POWERSHELL UN BUON MOTIVO PER [cod. E102] L obiettivo del Corso è fornire ai partecipanti la preparazione e le competenze necessarie per

Dettagli

Setup Tomcat. Installare Java SDK * (http://java.sun.com/j2se/1.4.2/download.html) ad es. in c:\programmi\j2sdk1.4.2_08

Setup Tomcat. Installare Java SDK * (http://java.sun.com/j2se/1.4.2/download.html) ad es. in c:\programmi\j2sdk1.4.2_08 Setup Tomcat Installare Java SDK * (http://java.sun.com/j2se/1.4.2/download.html) ad es. in c:\programmi\j2sdk1.4.2_08 Impostare la variabile d'ambiente JAVA_HOME (e.g. JAVA_HOME=c:\programmi\j2sdk1.4.2_08)

Dettagli

ECVCON MANUALE DI INSTALLAZIONE INSTALLATION MANUAL

ECVCON MANUALE DI INSTALLAZIONE INSTALLATION MANUAL ECVCON MANUALE DI INSTALLAZIONE INSTALLATION MANUAL INDICE ECVCON Introduzione... pag. 3 Caratteristiche... pag. 4 Messa in funzione... pag. 6 Inserimento della SIM... pag. 6 Connessione al PC per la prima

Dettagli

Guida rapida di installazione

Guida rapida di installazione Configurazione 1) Collegare il Router Hamlet HRDSL108 Wireless ADSL2+ come mostrato in figura:. Router ADSL2+ Wireless Super G 108 Mbit Guida rapida di installazione Informiamo che il prodotto è stato

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

MS SHAREPOINT 2003 - ADMINISTRATING SHAREPOINT SERVICES AND SHAREPOINT PORTAL SERVER 2003

MS SHAREPOINT 2003 - ADMINISTRATING SHAREPOINT SERVICES AND SHAREPOINT PORTAL SERVER 2003 MS SHAREPOINT 2003 - ADMINISTRATING SHAREPOINT SERVICES AND SHAREPOINT PORTAL SERVER 2003 [cod. E722] UN BUON MOTIVO PER L obiettivo del corso è fornire agli studenti le conoscenze e gli skill necessari

Dettagli

Per il progetto MESA 2015 andremo ad utilizzare Unity3D per la creazione di alcuni exergame da utilizzar ein ambito riabilitativo.

Per il progetto MESA 2015 andremo ad utilizzare Unity3D per la creazione di alcuni exergame da utilizzar ein ambito riabilitativo. STATE MACHINE Per il progetto MESA 2015 andremo ad utilizzare Unity3D per la creazione di alcuni exergame da utilizzar ein ambito riabilitativo. Per poter gestire in modo efficiente lo sviluppo di vari

Dettagli

MS WINDOWS SERVER 2008 - UPDATING YOUR NETWORK INFRASTRUCTURE AND ACTIVE DIRECTORY TECHNOLOGY SKILLS TO WINDOWS SERVER 2008

MS WINDOWS SERVER 2008 - UPDATING YOUR NETWORK INFRASTRUCTURE AND ACTIVE DIRECTORY TECHNOLOGY SKILLS TO WINDOWS SERVER 2008 MS WINDOWS SERVER 2008 - UPDATING YOUR NETWORK INFRASTRUCTURE AND ACTIVE DIRECTORY TECHNOLOGY SKILLS TO WINDOWS SERVER 2008 UN BUON MOTIVO PER [cod. E101] L obiettivo del Corso è fornire ai partecipanti

Dettagli

THETIS Water Management System for Settignano acqueduct (Firenze, Italy) Water Management System for Settignano aqueduct (Firenze, Italy)

THETIS Water Management System for Settignano acqueduct (Firenze, Italy) Water Management System for Settignano aqueduct (Firenze, Italy) THETIS for Settignano aqueduct (Firenze, Italy) YEAR: 2003 CUSTOMERS: S.E.I.C. Srl developed the Water Monitoring System for the distribution network of Settignano Municipality Aqueduct. THE PROJECT Il

Dettagli

MS WINDOWS VISTA - DEPLOYING AND MANAGING THE MICROSOFT DESKTOP OPTIMIZATION PACKS

MS WINDOWS VISTA - DEPLOYING AND MANAGING THE MICROSOFT DESKTOP OPTIMIZATION PACKS MS WINDOWS VISTA - DEPLOYING AND MANAGING THE MICROSOFT DESKTOP OPTIMIZATION PACKS UN BUON MOTIVO PER [cod. E405] L obiettivo del Corso è fornire ai partecipanti la preparazione e le competenze necessarie

Dettagli

Concetto di File! Metodi di Accesso! Struttura delle Directory! Montaggio di File-System! Condivisione di File! Protezione!

Concetto di File! Metodi di Accesso! Struttura delle Directory! Montaggio di File-System! Condivisione di File! Protezione! Concetto di File! Metodi di Accesso! Struttura delle Directory! Montaggio di File-System! Condivisione di File! Protezione! 10.2! Silberschatz, Galvin and Gagne 2005! Spazio di indirizzamento logico contiguo!

Dettagli

Printer Driver. Prima di procedere con l utilizzo del driver stampante, leggere il file Readme. Prima dell utilizzo del software 4-152-267-42(1)

Printer Driver. Prima di procedere con l utilizzo del driver stampante, leggere il file Readme. Prima dell utilizzo del software 4-152-267-42(1) 4-152-267-42(1) Printer Driver Guida per l installazione Questa guida descrive l installazione del driver stampante per Windows 7, Windows Vista, Windows XP e. Prima dell utilizzo del software Prima di

Dettagli

API e socket per lo sviluppo di applicazioni Web Based

API e socket per lo sviluppo di applicazioni Web Based API e socket per lo sviluppo di applicazioni Web Based Cosa sono le API? Consideriamo il problema di un programmatore che voglia sviluppare un applicativo che faccia uso dei servizi messi a disposizione

Dettagli

TNCguide OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella TNCguide

TNCguide OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella TNCguide Newsletter Application 4/2007 OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella APPLICABILITÀ: CONTROLLO NUMERICO itnc 530 DA VERSIONE SOFTWARE 340 49x-03 REQUISITI HARDWARE: MC 420

Dettagli

IrDA-USB. Infrared Adapter Series. Reference Manual

IrDA-USB. Infrared Adapter Series. Reference Manual IrDA-USB Infrared Adapter Series Reference Manual IrDA-USB Infrared adapter Series Introduction Thank you to purchasing the IrDA-USB wireless Infrared products for your computer. The IrDA-USB product enables

Dettagli

Nautilus Installazione Aggiornato a versione 2.4.1092

Nautilus Installazione Aggiornato a versione 2.4.1092 Nautilus Installazione Aggiornato a versione 2.4.1092 IMPORTANTE: NON INSERIRE LA CHIAVE USB DI LICENZA FINO A QUANDO RICHIESTO NOTA: se sul vostro computer è già installato Nautilus 2.4, è consigliabile

Dettagli

Progetto Michelangelo. Click4Care - ThinkHealth System. Paolo Rota Sperti Roma, 08 Novembre 2008. 2008 Pfizer Italy. Tutti i diritti riservati.

Progetto Michelangelo. Click4Care - ThinkHealth System. Paolo Rota Sperti Roma, 08 Novembre 2008. 2008 Pfizer Italy. Tutti i diritti riservati. Progetto Michelangelo Click4Care - ThinkHealth System Paolo Rota Sperti Roma, 08 Novembre 2008 2008 Pfizer Italy. Tutti i diritti riservati. 1 Storia Pfizer ha sviluppato negli ultimi anni know-how nel

Dettagli

13-03-2013. Introduzione al Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie. L idea del Semantic Web.

13-03-2013. Introduzione al Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie. L idea del Semantic Web. Corso di Ontologie e Semantic Web Linguaggi per la rappresentazione di ontologie Prof. Alfio Ferrara, Prof. Stefano Montanelli Definizioni di Semantic Web Rilievi critici Un esempio Tecnologie e linguaggi

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE CONOSCENZA Il Gruppo SCAI ha maturato una lunga esperienza nell ambito della gestione immobiliare. Il know-how acquisito nei differenti segmenti di mercato, ci ha permesso di diventare un riferimento importante

Dettagli

Procedura Installazione TO.M.M.YS. 2013 con SQL 2008

Procedura Installazione TO.M.M.YS. 2013 con SQL 2008 Questa procedura illustra passo passo gli step da compiere per Installare il programma TO.M.M.YS. versione 2010 con il supporto di Microsoft SQL 2008. Sommario Controlli da effettuare prima dell installazione

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

MANUALE DELL UTENTE DELLA SERIE HD PER IL BACKUP

MANUALE DELL UTENTE DELLA SERIE HD PER IL BACKUP MANUALE DELL UTENTE DELLA SERIE HD PER IL BACKUP GRAZIE per avere acquistato il dispositivo Clickfree Backup. Le presenti istruzioni sono state preparate per aiutare l utente ad utilizzare il prodotto,

Dettagli

Architettura Connettore Alfresco Share

Architettura Connettore Alfresco Share Direzione Sistemi Informativi Portale e Orientamento Allegato n. 2 al Capitolato Tecnico Indice Architettura Connettore Alfresco Share 1. Architettura del Connettore... 3 1.1 Componente ESB... 4 1.2 COMPONENTE

Dettagli

Numero di PC. Ideale per aziende con circa 50 PC (limite a 75 utenti/device). Standard Edition = 1 Server Premium Edition = 2 Servers

Numero di PC. Ideale per aziende con circa 50 PC (limite a 75 utenti/device). Standard Edition = 1 Server Premium Edition = 2 Servers 25 50 100 250 Numero di PC Ideale per aziende con circa 50 PC (limite a 75 utenti/device). Standard Edition = 1 Server Premium Edition = 2 Servers Ideale per aziende con circa 250 PC (supporto max 300

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

monitoraggio odorizzazione odorization monitor

monitoraggio odorizzazione odorization monitor monitoraggio odorizzazione odorization monitor EDOR monitoraggio odorizzazione Applicazione EDOR è il nuovo sensore per il monitoraggio del tasso di odorizzazione del gas naturale, utilizzato come stazione

Dettagli

bla bla Guard Manuale utente

bla bla Guard Manuale utente bla bla Guard Manuale utente Guard Guard: Manuale utente Data di pubblicazione martedì, 13. gennaio 2015 Version 1.2 Diritto d'autore 2006-2013 OPEN-XCHANGE Inc., Questo documento è proprietà intellettuale

Dettagli

SHAREPOINT INCOMING E-MAIL. Configurazione base

SHAREPOINT INCOMING E-MAIL. Configurazione base SHAREPOINT INCOMING E-MAIL Configurazione base Versione 1.0 14/11/2011 Green Team Società Cooperativa Via della Liberazione 6/c 40128 Bologna tel 051 199 351 50 fax 051 05 440 38 Documento redatto da:

Dettagli

4-441-095-52 (1) Network Camera

4-441-095-52 (1) Network Camera 4-441-095-52 (1) Network Camera Guida SNC easy IP setup Versione software 1.0 Prima di utilizzare l apparecchio, leggere attentamente le istruzioni e conservarle come riferimento futuro. 2012 Sony Corporation

Dettagli

Installazione di GFI MailArchiver

Installazione di GFI MailArchiver Installazione di GFI MailArchiver Requisiti di sistema di GFI MailArchiver Windows 2000/2003 Server oppure Advanced Server. Microsoft Exchange Server 2000/2003 (il prodotto è installato sulla macchina

Dettagli

PHP + MySQL. Programmazione lato server. Cosa vediamo. MySQL. MySQL: comandi utili. MySQL: accesso al server. web server.

PHP + MySQL. Programmazione lato server. Cosa vediamo. MySQL. MySQL: comandi utili. MySQL: accesso al server. web server. Cosa vediamo web server Programmazione lato server PHP + MySQL request response web client database server Cosa vediamo MySQL browser Apache PHP engine MySQL server MySQL is a very fast, robust, relational

Dettagli

IBM Software Demos WebSphere Software Development WSStudio

IBM Software Demos WebSphere Software Development WSStudio In this demonstration we will see the construction of a web based customer order query application that provides an introduction

Dettagli

Guida rapida alla configurazione della rete

Guida rapida alla configurazione della rete POWER REC NETWORK POWER REC NETWORK Guida rapida alla configurazione della rete Connessione alla rete mediante router Utilizzando un router, è possibile collegare il computer e i dispositivi DVR 1 ~ 3

Dettagli

Caratteristiche principali. la struttura open source (escluse alcune versioni intermedie) il suo basarsi su kernel Linux.

Caratteristiche principali. la struttura open source (escluse alcune versioni intermedie) il suo basarsi su kernel Linux. Android s.o. Androidè un sistema operativo per dispositivi mobili costituito da uno stack software che include: un sistema operativo di base, i middleware per le comunicazioni le applicazioni di base.

Dettagli

Archiviare messaggi da Microsoft Office 365

Archiviare messaggi da Microsoft Office 365 Archiviare messaggi da Microsoft Office 365 Nota: Questo tutorial si riferisce specificamente all'archiviazione da Microsoft Office 365. Si dà come presupposto che il lettore abbia già installato MailStore

Dettagli

Configurazione di Windows per comunicazioni OPC Server-Client

Configurazione di Windows per comunicazioni OPC Server-Client Configurazione di Windows per comunicazioni OPC Server-Client Come impostare il sistema e DCOM Windows per utilizzare la comunicazione OPC di WinCC RT Advanced / WinCC RT Flexible 1 1. Introduzione Utilizzando

Dettagli

Nuove funzionalità introdotte in Windows Server 8 (Beta)

Nuove funzionalità introdotte in Windows Server 8 (Beta) Nuove funzionalità introdotte in Windows Server 8 (Beta) Al momento della pubblicazione di questo articolo Windows Server 8 è ancora in versione beta quindi c è la possibilità che cambino ancora le carte

Dettagli

http://www-5.unipv.it/eduroam/

http://www-5.unipv.it/eduroam/ EduRoam - UniPv http://www-5.unipv.it/eduroam/ Page 1 of 1 30/01/2014 EduRoam è un servizio internazionale che permette l'accesso alla rete wireless agli utenti mobili (roaming users) in tutte le organizzazioni

Dettagli

GUIDA RAPIDA D'INSTALLAZIONE: QUICK INSTALLATION GUIDE: Gentile Cliente, La ringraziamo per la fiducia riposta nei nostri prodotti. La preghiamo di seguire le norme d'uso e manutenzione: al termine del

Dettagli

Installazione di Filenet Content Services 5.3 di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it)

Installazione di Filenet Content Services 5.3 di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Installazione di Filenet Content Services 5.3 di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) INTRODUZIONE Il presente documento ha il compito di illustrare i passi per l installazione di Filenet Cs verione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Didactic offer Incoming students 2014/2015 can take exams of courses scheduled in the a.y. 2014/2015 and offered by the Department

Dettagli

True CMS USER MANUAL

True CMS USER MANUAL DIGIVISION srl - Viale Piave 3-20129 MILANO Italy telefono ++39 02 7600 7932 - fax ++39 02 7601 6305 Ufficio vendite e-mail: vendite@digivision.it Supporto tecnico e-mail: lab@digivision.it True CMS USER

Dettagli

CAMBIO DATI PERSONALI - Italy

CAMBIO DATI PERSONALI - Italy CAMBIO DATI PERSONALI - Italy Istruzioni Per La Compilazione Del Modulo / Instructions: : Questo modulo è utilizzato per modificare i dati personali. ATTENZIONE! Si prega di compilare esclusivamente la

Dettagli

RenderCAD S.r.l. Formazione

RenderCAD S.r.l. Formazione Descrizione In questo corso viene descritto PL/SQL e vengono illustrati i vantaggi derivanti dall'uso di questo potente linguaggio di programmazione. Viene spiegato come creare blocchi di codice PL/SQL

Dettagli

Consulenza Informatica ======================================================================= Introduzione. Documentazione tecnica

Consulenza Informatica ======================================================================= Introduzione. Documentazione tecnica Introduzione Le novità che sono state introdotte nei terminal services di Windows Server 2008 sono davvero tante ed interessanti, sotto tutti i punti di vista. Chi già utilizza i Terminal Services di Windows

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Sommario. Esempio di Modellazione mediante DASM: Grid OGSA. Grid secondo OGSA. Definizione Grid per OGSA. Stati di un Job e Requisiti DASM

Sommario. Esempio di Modellazione mediante DASM: Grid OGSA. Grid secondo OGSA. Definizione Grid per OGSA. Stati di un Job e Requisiti DASM Sommario Esempio di Modellazione mediante DASM: Grid Definizione Grid per OGSA Funzionalità JEMS Stati di un Job e Requisiti DASM DASM per Grid 1 DASM per Grid 2 OGSA Grid secondo OGSA OGSA = Open Grid

Dettagli

Guida rapida all uso di Ontrack Web VeriFile

Guida rapida all uso di Ontrack Web VeriFile Guida rapida all uso di Ontrack Web VeriFile Grazie per aver scelto Kroll Ontrack per il recupero dei tuoi dati. Con Ontrack Web VeriFile puoi visualizzare rapidamente l elenco dei file recuperabili e

Dettagli

LabSoftView. Programming software for PIXSYS controllers ATR121-ATR141-ATR142-ATR236-ATR243-DRR245

LabSoftView. Programming software for PIXSYS controllers ATR121-ATR141-ATR142-ATR236-ATR243-DRR245 LabSoftView Programming software for PIXSYS controllers ATR121-ATR141-ATR142-ATR236-ATR243-DRR245 Summary / Sommario ENGLISH... 3 1 Introduction... 3 2 Installation and minimum requirements... 4 3 How

Dettagli

Open Database Connettivity (ODBC) Integrazione web-dbms. Open Database Connectivity (ODBC) Open Database Connectivity (ODBC)

Open Database Connettivity (ODBC) Integrazione web-dbms. Open Database Connectivity (ODBC) Open Database Connectivity (ODBC) The image cannot be displayed. Your computer may not have enough memory to open the image, or the image may have been corrupted. Restart your computer, and then open the file again. If the red x still

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori I

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori I Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Corso di Reti di Calcolatori I Roberto Canonico (roberto.canonico@unina.it) Giorgio Ventre (giorgio.ventre@unina.it) Virtual LAN: VLAN I lucidi presentati al corso

Dettagli

Università degli Studi di Genova

Università degli Studi di Genova Università degli Studi di Genova Facoltà di Ingegneria Informatica Corso: Sistemi transazionali e data mining Docente: Prof. Antonio Boccalatte Supervisore(i): Andrea Vargiu l.i.d.o. - DIST http://www.lido.dist.unige.it

Dettagli

Corso: C/Side Solution Development in Microsoft Dynamics NAV 2013 Codice PCSNET: MDYN-48 Cod. Vendor: 80437 Durata: 5

Corso: C/Side Solution Development in Microsoft Dynamics NAV 2013 Codice PCSNET: MDYN-48 Cod. Vendor: 80437 Durata: 5 Corso: C/Side Solution Development in Microsoft Dynamics NAV 2013 Codice PCSNET: MDYN-48 Cod. Vendor: 80437 Durata: 5 Obiettivi Spiegare i diversi tipi di tabelle e le loro caratteristiche. Presentare

Dettagli

Basi di dati (3) Ing. Integrazione di Impresa A.A. 2007/08

Basi di dati (3) Ing. Integrazione di Impresa A.A. 2007/08 Università di Modena e Reggio Emilia Panoramica Basi di dati (3) Ing. Integrazione di Impresa A.A. 2007/08 Docente: andrea.bulgarelli@gmail.com Argomento: struttura SQL Server (1.0)! Componenti! Edizioni!

Dettagli

Pubblicazioni COBIT 5

Pubblicazioni COBIT 5 Pubblicazioni COBIT 5 Marco Salvato CISA, CISM, CGEIT, CRISC, COBIT 5 Foundation, COBIT 5 Trainer 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 La famiglia COBIT 5 3 Aprile

Dettagli

Il BACKUP è disponibile in http://www.dbgroup.unimo.it/sia/esercizio_21_novembre_2013/esercizio_21_novembre_2013.bak

Il BACKUP è disponibile in http://www.dbgroup.unimo.it/sia/esercizio_21_novembre_2013/esercizio_21_novembre_2013.bak ESEMPIO DELLE VENDITE: MISURE ED AGGREGABILITA E l esempio discusso nelle dispense è Dispense : http://www.dbgroup.unimo.it/sia/sia_2014_progettazionediundw_misure.pdf esteso e dettagliato. Il BACKUP è

Dettagli

Corso Base. Lezione 6. Maurizio Cozzetto, Francesco Sarasini

Corso Base. Lezione 6. Maurizio Cozzetto, Francesco Sarasini Corso Base Lezione 6 Maurizio Cozzetto, Francesco Sarasini Database SQLite (1/2) Android provides full support for SQLite databases. Any databases you create will be accessible by name to any class in

Dettagli

SwitchboardConfigurator

SwitchboardConfigurator SwitchboardConfigurator Manuale installatore 03/11-01 PC 2 SwitchboardConfigurator Manuale installatore Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali 6 3.1 Menù

Dettagli

IBM Software Demos Lotus Domino Designer 6.5

IBM Software Demos Lotus Domino Designer 6.5 (0:02) Lotus Domino Designer enables developers to rapidly build, test, and deploy secure, standards based Lotus Notes and Domino collaborative applications. Included in Designer is a graphical help utility

Dettagli

By E.M. note sull'uso di GAMBAS

By E.M. note sull'uso di GAMBAS By E.M. note sull'uso di GAMBAS GAMBAS viene installato sotto Xubuntu nella directory: /usr/share/gambas2 link problema su uso dell'esempio SerialPort http://gambasrad.org/zforum/view_topic?topic_id=1057

Dettagli

URMET DOMUS Spa sito web : http://www.urmetdomus.it - e-mail : info@urmetdomus.it CCTV DIVISION

URMET DOMUS Spa sito web : http://www.urmetdomus.it - e-mail : info@urmetdomus.it CCTV DIVISION CCTV DIVISION GUIDA ALL USO E CONFIGURAZIONE DEL BLACKBERRY PER APPLICAZIONI DI TERZI PARTI CHE NON SONO SUPPORTATE DA BIS E BES BLACKBERRY USE AND CONFIGURATION MANUAL FOR THIRD PARTY APPLICATIONS NOT

Dettagli

http://technet.microsoft.com/itit/library/dd894353.aspx

http://technet.microsoft.com/itit/library/dd894353.aspx http://technet.microsoft.com/itit/library/dd894353.aspx Home Basic Home Premium Professional Enterprise / Ultimate Aero No Sì Sì Sì AppLocker No No No Sì Bitlocker No No No Sì Direct Access No No No

Dettagli

Single Sign-On su USG

Single Sign-On su USG NEXT-GEN USG Single Sign-On su USG Windows Server 2008 e superiori Client SSO ZyXEL, scaricabile da ftp://ftp.zyxel.com/sso_agent/software/sso%20agent_1.0.3.zip già installato sul server Struttura Active

Dettagli

Archiviare messaggi da Microsoft Exchange 2003

Archiviare messaggi da Microsoft Exchange 2003 Archiviare messaggi da Microsoft Exchange 2003 Nota: Questo tutorial si riferisce specificamente all'archiviazione da Microsoft Exchange 2003. Si dà come presupposto che il lettore abbia già installato

Dettagli

Installazione di GFI MailSecurity in modalità gateway

Installazione di GFI MailSecurity in modalità gateway Installazione di GFI MailSecurity in modalità gateway Introduzione Questo capitolo spiega la procedura per installare e configurare la modalità GFI MailSecurity SMTP gateway. In modalità SMTP gateway,

Dettagli

www.aylook.com -Fig.1-

www.aylook.com -Fig.1- 1. RAGGIUNGIBILITA DI AYLOOK DA REMOTO La raggiungibilità da remoto di Aylook è gestibile in modo efficace attraverso una normale connessione ADSL. Si presentano, però, almeno due casi: 1.1 Aylook che

Dettagli