CORSO DI SQL SERVER 7 Amministrazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO DI SQL SERVER 7 Amministrazione"

Transcript

1 CORSO DI SQL SERVER 7 Amministrazione Ing. Andrea Bulgarelli

2 INDICE L AMMINISTRAZIONE DI SQL SERVER...3 AVVIARE E FERMARE I SERVIZI DI SQL SERVER...3 LA GESTIONE DEI SERVER...4 Registrare ed eliminare un server o un gruppo...4 Altre azioni possibili con i server e i gruppi...5 Starting, Pausing, and Stopping SQL Server...5 Le proprietà del server...6 LA STRUTTURA DI SQL SERVER...7 INTERFACCE CLIENT...7 OLE DB...7 ODBC...7 Application...7 Driver...7 Data source...7 RDO...7 ADO...7 DB-Library...7 LA STRUTTURA DI COMUNICAZIONE...8 Net-Library e le utility correlate...8 ODS (Open Data Services)...9 LOGIN, USER, ROLE E GROUP...11 Creazione di un login...11 Comprendere i ruoli...11 Aggiungere uno user Server role, database role, login e user...13 PROCEDURE DI AMMINISTRAZIONE PRINCIPALI...14 AUTOMATING ADMINISTRATIVE TASKS...14 What is Automated Administration?...14 What are the Components of Automatic Administration?...14 SQLSERVERAGENT...15 Defining Jobs...15 DATABASE MAINTENANCE PLAN WIZARD...16 Update Data Optimization Information...17 Database Integrity Check...18 Specify the Database Backup Plan...18 Specify Backup Disk Directory...19 Maintenance History... 20

3 L AMMINISTRAZIONE DI SQL SERVER Microsoft SQL Server administration applications, and the accompanying services, are designed to assist the system administrator with all administrative tasks related to maintaining and monitoring server performance and activities. Molte delle attività che saranno qui descritte possono essere svolte mediante l Enterprise Manager (EM) di SQL Server. SQL Server Enterprise Manager is a graphical tool that allows for easy, enterprise-wide configuration and management of Microsoft SQL Server and SQL Server objects. SQL Server Enterprise Manager provides: A scheduling engine. Administrator alert capability. Drag-and-drop control operations across multiple servers. A built-in replication management interface. You can also use SQL Server Enterprise Manager to: Manage logins, permissions, and users. Create scripts. Manage devices and databases. Back up databases and transaction logs. Manage tables, views, stored procedures, triggers, indexes, rules, defaults, and user-defined data types. Avviare e fermare i servizi di SQL Server SQL Server può essere avviato automaticamente ogni volta che viene avviato Windows. Sotto Windows 9x è possibile avviare e fermare i servizi con il Server Service Manager, mentre sotto Windows NT è anche possibile gestire l avvio di SQL Server direttamente dal Pannello di Controllo/Services. In entrambi i modo è possibile effettuare l avvio automatico (alla partenza del Sistema Operativo) o quello manuale. I servizi principali sono i seguenti: MSSQLServer: il motore principale di SQL Server SQLServerAgent: il servizio per la gestione automatica di SQL Server. MSDTC: per il coordinamento delle transazioni distribuite You can pause SQL Server before stopping the server. Pausing SQL Server prevents new users from logging in and gives you time to send a message to current users asking them to complete their work and log out before you stop the server. If you stop SQL Server without pausing it, all server processes are terminated immediately. Stopping SQL Server prevents new connections and disconnects current users.

4 La gestione dei server Registrare ed eliminare un server o un gruppo Prima di poter utilizzare e amministrare un server locale o remoto SQL Server è necessario registrarlo. Per registrare un server utilizzando EM (Enterprise Manager) è necessario per prima cosa scegliere il gruppo al quale assegnare il server, e se non è presente, è necessario crearlo premendo il tasto destro del mouse in EM su SQL Server Group. Allo stesso modo si procede per registrare il server, e viene avviato un Wizard che chiede nell ordine: 1. il nome del server 2. l autentication mode 3. il gruppo al quale assegnare il server Figura 1: Wizard per la registrazione del server In modo analogo è possibile procedere per eliminare un server o un gruppo. Nella figura seguente è possibile vedere come con il tasto destro del mouse sia possibile effettuare tutte le azioni sui server e sui gruppi:

5 Figura 2: azioni che è possibile svolgere sui server registrati Altre azioni possibili con i server e i gruppi Tra le azioni possibili, quelle più importanti sono: eliminare il server connettere e disconnettere il server fermare (stop), mettere in pausa (pause) e riavviare il server (start). When you pause Microsoft SQL Server, users who are connected to the server can finish tasks, but new connections are not allowed. For example, you can pause SQL Server for a few minutes and send a shutdown message to connected users before shutting it down. You can also resume a SQL Server service. Starting, Pausing, and Stopping SQL Server Before you log in to Microsoft SQL Server, you need to know how to start, pause, and stop SQL Server. After you are logged in, you can perform various tasks such as administering the server or querying a database. Because SQL Server is integrated with the Microsoft Windows NT Service Control Manager, it can be started and stopped as a Windows NT service (MSSQLServer), either locally or remotely.

6 SQL Server can be started automatically as a service each time Windows NT starts. This option can be specified during installation by using SQL Server Setup, and after installation by using SQL Server Enterprise Manager or the Services application in Control Panel. You can log off from the Windows NT network without shutting down SQL Server. When you start SQL Server, you are starting the SQL Server service (MSSQLServer); SQL Server Agent runs as a service named SQLServerAgent. If the MSSQLServer and SQLServerAgent services are not configured to start automatically, you must start them manually. After you start the MSSQLServer service, users can establish new connections to the server. After you start the SQLServerAgent service, you can use SQL Server s scheduling features. You can pause SQL Server before stopping the server. Pausing SQL Server prevents new users from logging in and gives you time to send a message to current users asking them to complete their work and log out before you stop the server. If you stop SQL Server without pausing it, all server processes are terminated immediately. Stopping SQL Server prevents new connections and disconnects current users. Le proprietà del server Selezionando dal menu di Figura 2 la voce Properties è possibile modificare le impostazioni del server (che quindi, come detto in precedenza, può essere amministrato in remoto mediante EM).

7 LA STRUTTURA DI SQL SERVER Interfacce client OLE DB OLE DB is an API that allows COM applications to consume data from OLE DB data sources. OLE DB data sources include data stored in many different formats, not just SQL databases. An application uses an OLE DB provider to access an OLE DB data source. An OLE DB provider is a COM component that accepts calls to the OLE DB API and does whatever is necessary to process that request against the data source. Microsoft SQL Server version 7.0 introduces a native Microsoft OLE DB Provider for SQL Server that can be used by OLE DB applications to access the data in SQL Server. ODBC ODBC è un API per l accesso ai db che rappresenta uno standard industriale. E una delle interfacce più utilizzate per l accesso ai db ed è anche riconosciuta come standard. SQL Server dispone di una interfaccia ODBC nativa. ODBC architecture has four components that perform the following functions. Component Function Application Calls ODBC functions to communicate with an ODBC data source, submits SQL statements, and processes result sets. Driver Manager Manages communication between an application and all ODBC drivers used by the application. Driver Processes all ODBC function calls from the application, connects to a data source, passes SQL statements from the application to the data source, and returns results to the application. If necessary, the driver translates ODBC SQL from the application to native SQL used by the data source. Data source Contains all information a driver needs to access a specificinstanceofdatainadbms. RDO Remote Data Object. Interfaccia ad oggetti strettamente legata ad ODBC in quanto rende facilmente accessibili le funzionalità di ODBC. ADO ActiveX Data Object. Interfaccia ad oggetti a più alto livello basata su OLE DB DB-Library API specifica di SQL Server che mette a disposizione delle applicazioni tutte le macro e le funzioni necessarie per stabilire connessioni, formattare query, inviarle al server e restituire i risultati. E l interfaccia originaria di SQL Server.

8 La struttura di comunicazione Net-Library e le utility correlate Affinche due SQL Server (oppure un client e un SQL Server) siano in grado di comunicare tra loro è necessario che sia sul client che sul server siano installate le Net-Libraries 1. Esistono Net- Libraries per diversi protocolli, tra cui il TCP/IP, inoltre alcune Net-Libraries come le Named Pipe o Multiprotocol supportano diversi protocolli. Solitamente le Net-Liraries sono installate durante il setup di SQL Server, e possono essere gestite mediante le seguenti utility: SQL Server Network Utility: This application allows you to activate, deactivate, and reconfigure server Net-Libraries to listen for clients on their corresponding network protocols. Se si utilizza Windows 9x, è necessario limitarsi al TCP/IP o Multiprotocol. SQL Server Client Network Utility: questa applicazione consente di effettuare una nuova configurazione per connettersi con uno specifico server oppure modificare la Net-Libraries di default E ovvio che l utilizzo di un particolare protocollo di comunicazione per SQL Server è possibile solamente se questo è installato sotto Windows. Grazie a queste librerie è ora possibile la comunicazioni tra client e server. Microsoft SQL Server supports several methods of communicating between client applications and the server. When the application is on the same computer as SQL Server, Windows Interprocess Communication (IPC) components, such as local named pipes or shared memory, are used. When the application is on a separate client, a network IPC is used to communicate with SQL Server. Un IPC ha due componenti: Una API Un protocollo 1 A library of functions for managing network connections and routing. Each Net-Library allows SQL Server to use a particular network protocol. Le Net-Library sono le interface di rete di SQL Server

9 Figura 3: comunicazione in rete tra un client e un server In Figura 3 è riportato lo schema di comunicazione tra un client ed n server SQL. Il caso più tipico è quello di una applicazione che utilizza OLE DB (magari mediante interfaccia ADO). L OLE DB Application utilizza OLE DB Provider per SQL Server, il quale a sua volta per accedere all SQL Server in rete utilizza le Net-Library opportune. La comunicazione viene poi stabilita utilizzando l opportuno protocollo di rete e le Net-Library del server, fino ad arrivare all SQL Server. Durante le procedure di testing interne a Microsoft la Net-Library TCP/IP Socket è risultata essere la soluzione di rete più veloce. Il numero di porta predefinito per questo protocollo è il If SQL Server is running on a Microsoft Windows NT computer, the Named Pipes Net-Library is used for local communications. For local connections with no network card, Windows NT uses the file subsystem to implement a named pipe connection. Inoltre, per la comunicazione di rete, le Named Pipes ricorrono a meccanismo di IPC indipendenti dal protocollo, per cui è possible utilizzare un qualsiasi protocollo sottostante. Tuttavia, dal punto di vista delle prestazioni non risulta essere la migliore scelta, pertanto è consigliabile utilizzare TCP/IP, anche se non bisogna rimuovere Named Pipes perché viene utilizzata per le comunicazioni locali. ODS (Open Data Services) Si tratta di un interfaccia tra la Net-Library del server e il server stesso. Il suo scopo principale è quello di gestire la rete: Resta in attesa di nuove connessioni Annulla le connessioni non riuscite Accetta l annullamento dei comandi Coordina i servizi di threading di SQL Server

10 Restituisce al client i risultati e i messaggi Open Data Services functions as an interface between server Net-Libraries and server-based applications, such as Microsoft SQL Server and extended stored procedure DLLs. The client and server communicate through a proprietary data protocol known as tabular data stream (TDS), with Net-Libraries transporting TDS between the client and server. Open Data Services transforms the TDS protocol into an API, and provides a function library for packaging and unpackaging client requests and server responses through TDS.

11 LOGIN, USER, ROLE E GROUP Logins, users, roles e gruppi sono i concetti fondamentali per la gestione dei meccanismi di sicurezza si SQL Server. Infatti, gli utenti che si vogliono connettere a SQL Server devono possedere un login ID. A questo login ID sono assegnati dei permessi ai vari oggetti del database (table, view, stored procedure, ecc.). Il login può essere lo stesso login utilizzato dagli utenti per accedere ad SQL Server (e questo semplifica la gestione dei login da parte degli amministratori di sistema) oppure è un login specificato direttamente all interno di SQL Server. Creazione di un login Per la creazione di un login premere il tasto destro del mouse sulla cartella Security\Logins e selezionare New Login Impostare il login ID (name), la password, il database al quale deve accedere il login che si sta creando ed eventualmente il linguaggio di default. Può anche essere necessario associare un login ad uno o più server roles. Comprendere i ruoli I meccanismi di sicurezza di SQL Server 7 includono dei ruoli predefiniti con associati diversi tipi di diritti. In tal modo, se dobbiamo registrare degli utenti che svolgono particolari attività, è possibile associarli direttamente a specifici ruoli. I ruoli si suddividono in Server roles e in Database roles. Il primo tipo includono tutte le azioni a livello di server, e quindi esterni ai singoli database. Ogni utente che appartiene ad un server role può aggiungere altri utenti. Fixed server role sysadmin serveradmin setupadmin securityadmin processadmin dbcreator diskadmin Description Performs any activity in SQL Server. Configures server-wide settings. Adds/removes linked servers, and execute some system stored procedures, such as sp_serveroption. Manages server logins. Manages processes running in SQL Server. Creates and alters databases. Manages disk files. The permissions of the sysadmin fixed server role span all of the other fixed server roles. Non è possibile creare nuovi server role. Il secondo tipo di ruoli sono i database role. Questi sono definiti a livello di database e riguardano tutte le attività che uno user può effettuare. In particolare, sono specificati tutti i diritti di un utente sugli oggetti del database. Ogni membro di un determinato database role può aggiungere altri utenti al ruolo. I ruoli possono essere creati, ma ne esistono alcuni predefiniti, come i seguenti: Fixed database role Description db_owner Performs the activities of all database roles, as well as other maintenance and configuration

12 activities in the database. db_accessadmin Adds or removes Windows NT groups, Windows NT users, and SQL Server users in the database. db_datareader Sees all data from all user tables in the database. db_datawriter Adds, changes, or deletes data from all user tables in the database. db_ddladmin Adds, modifies, or drops objects in the database. db_securityadmin Manages roles and members of SQL Server database roles, and can manage statement and object permissions in the database. db_backupoperator Backs up the database. db_denydatareader Sees no data in the database. db_denydatawriter Changes no data in the database. The permissions of the db_owner fixed database role span all of the other fixed database roles. In aggiunta ai ruoli precedente, viene creato anche il ruolo public. The public role is a special database role to which every database user belongs. The public role: Captures all default permissions for users in a database. Cannot have users, groups, or roles assigned to it because they belong to the role by default. Is contained in every database, including master, msdb, tempdb, model, and all user databases. Cannot be dropped. Per creare un nuovo database role è sufficiente portarsi nella cartella roles del database, premere il tasto destro del mouse sulla cartella (o nella parte destra della finestra dell Enterprise Manager) e selezionare New database role. Compare una finestra nella quale è possibile specificare il nome del ruole e gli utenti associati al ruolo. Una volta creato il ruolo, selezionando Properties (sempre con il tasto destro del mouse) è possibile selezionare i diritti (grant) per quel ruolo mediante il pulsante Permissions. Aggiungere uno user Per aggiungere uno user si procede in modo analogo a quanto fatto per l aggiunta di un database role. Premendo il pulsante destro del mouse sulla cartella Users del database su cui si sta lavorando e selezionando New database user compare una finestra nella quale è possibile specificare il login (tra quelli non ancora associati al database), il nome dell utente (che può essere uguale al login) e i database role da associare all utente. Di default ogni nuovo utente è associato al ruolo Public. guest User The guest user account allows a login without a user account to access a database. A login assumes the identity of the guest user when all of the following conditions are met: The login has access to Microsoft SQL Server, but does not have access to the database through his or her own user account. The database contains a guest user account.

13 Permissions can be applied to the guest user as if it were any other user account. The guest user can be deleted and added to all databases except master and tempdb, where it must always exist. By default, a guest user account does not exist in newly created databases. For example, to add a guest user account to a database named Accounts, execute from SQL Server Query Analyzer: USE Accounts GO EXECUTE sp_grantdbaccess guest, guest Server role, database role, login e user Quando si crea uno user lo si associa ad un particolare login. I diritti dello user sono la somma dei diritti del login con quelli aggiuntivi dello user. In particolare, i diritti di uno user sono una combinazione dei diritti: associati al server role per quanto riguarda il login (uno user è associato ad un solo login mentre un login può essere associato a più server role) sono la somma dei diritti di tutti i database role associati allo user (infatti uno user può essere associato a più database role) a questi vanno aggiunti i diritti particolari che è possibile associare al singolo user (mediante il pulsante Permissions delle proprietà dell utente). Inoltre è possibile che uno user che non ha diritto di accesso ad un database (perché questo diritto non è stato impostato per il login associato) possa comunque accedere al database ed avere tutti i diritti associati al database role public se nel database è presente l utente guest. Per cambiare database è possibile utilizzare il comando USE da Query Analyzer.

14 PROCEDURE DI AMMINISTRAZIONE PRINCIPALI Automating Administrative Tasks What is Automated Administration? Automated administration is the programmed response to a predictable administrative responsibility or server event. Administrators, application writers, and analysts operating data warehouses can benefit from task automation. To automate administration: Establish which administrative responsibilities or server events occur regularly and can be administered programmatically. Define a set of jobs and alerts. Run the SQL Server Agent service. What are the Components of Automatic Administration? Jobs, operators, and alerts are the three main components of automatic administration. Jobs You can use jobs to define an administrative task that can be executed one or more times and monitored for success or failure each time it executes. Jobs can be: Executed on one local server or on multiple remote servers. Executed according to one or more schedules. Executed by one or more alerts. Made up of one or more job steps. Job steps can be executable programs, Windows NT commands, Transact-SQL statements, Microsoft ActiveX Script, or replication agents. Operators An operator is an individual responsible for the maintenance of one or more computers running SQL Server. In some enterprises, operator responsibilities are assigned to one individual. In larger enterprises with multiple servers, many individuals share operator responsibilities. Operators are notified in one or more ways: Pager (through ) net send You can choose to define an operator s alias as an alias assigned to a group of individuals. In this way, all members of that alias can be notified at the same time. Alerts An alert is a definition that matches one or more SQL Server events and a response, should those events occur. In general, an administrator cannot control the occurrence of events but can control the response to those events with alerts. Alerts can be defined to respond to SQL Server events by: Notifying one or more operators. Forwarding the event to another server.

15 Executing a job. SQLServerAgent SQLServerAgent is a Microsoft Windows NT service that executes jobs, monitors Microsoft SQL Server, and fires alerts. SQLServerAgent is the service that allows you to automate some administrative tasks. As such, you must start the SQLServerAgent service before your local or multiserver administrative tasks can run automatically. SQL Server Agent is also supported on Windows 95/98 platforms Defining Jobs The first step in implementing a job is to define it. The primary attributes of a job are: Name Category Owner Description Job steps Schedules Notifications Job Name Every job must have a name. Job names must be unique only if they originate from the same server. For example, if SQL Server is set up to run on a target server, a locally created job and a downloaded job from a master server can share the same name. A job name can be no more than 128 characters. Job Category Job categories allow you to organize your jobs for easy filtering and grouping. For example, you can organize jobs in to categories that correspond to company departments, such as payroll, human resources, or finance. During installation, SQL Server creates these local job categories within SQL Server Agent: [Uncategorized (Local)] Database Maintenance Full-Text Jobs from MSX REPL - Alert Response REPL - Checkup REPL - Distribution REPL - Distribution Cleanup REPL - History Cleanup REPL - LogReader REPL - Merge

16 REPL - Snapshot REPL - Subscription Cleanup Web Assistant By default, local jobs are assigned to the [Uncategorized (Local)] job category. There is also one default master server job category: [Uncategorized (Multi-Server)]. Multiserver categories exist only on a master server. When a multiserver job is downloaded, its category is changed to Jobs from MSX at the target server. Job Owner The job owner is the individual who creates a job or for whom the job is created. By default, SQL Server Agent populates the owner information with the SQL Server login ID of the job creator. Only members of the sysadmin role can give ownership of a job to another user or can alter the attributes of a job owned by another user. Job Description A job can be run by other users on both the local and remote computers running SQL Server. By writing a description at the time a job is created, the job owner can ensure that other users will understand quickly the purpose of the job. A job description must not exceed 512 characters. Job Steps A job step is an action that the job takes on a database or a server. Every job must have at least one job step. Job steps can be operating system commands, Transact-SQL statements, Microsoft ActiveX Script, or replication tasks. Database Maintenance Plan Wizard The Database Maintenance Plan Wizard can be used to help you set up the core maintenance tasks that are necessary to ensure that your database performs well, is regularly backed up in case of system failure, and is checked for inconsistencies. The Database Maintenance Plan Wizard creates a Microsoft SQL Server job that performs these maintenance tasks automatically at scheduled intervals. The maintenance tasks that can be scheduled to run automatically are: Reorganizing the data on the data and index pages by rebuilding indexes with a new fill factor. This ensures that database pages contain an equally distributed amount of data and free space, which allows future growth to be faster. Compressing data files by removing empty database pages. Updating index statistics to ensure the query optimizer has up-to-date information regarding the distribution of data values in the tables. This allows the query optimizer to make better judgements about the best way to access data because it has more information about the data stored in the database. Although index statistics are automatically updated by SQL Server periodically, this option can force the statistics to be updated immediately. Performing internal consistency checks of the data and data pages within the database to ensure that a system or software problem has not damaged data. Backing up the database and transaction log files. Database and log backups can be retained for a specified period. This allows you to create a history of backups to be used in the event that you need to restore the database to a time earlier than the last database backup.

17 The results generated by the maintenance tasks can be written as a report to a text file, HTML file, or the sysdbmaintplan_history tables in the msdb database. The report can also be ed to an operator. Update Data Optimization Information This table shows the options and their functions that are available in the Update Data Optimization Information dialog box. Reorganize data and index pages Cause the indexes on the tables in the database to be dropped and re-created with a new FILLFACTOR. The FILLFACTOR determines how much empty space to leave on each page in the index, thereby reserving a percentage of free space on each data page of the index to accommodate future expansion. As data is added to the table, the free space fills because the FILLFACTOR is not maintained. Reorganizing data and index pages can reestablish the free space. Reorganize pages with the original amount of free space Change free space per page percentage to Update statistics used by query optimizer. Cause the indexes on the tables in the database to be dropped and re-created with the original FILLFACTOR that was specified when the indexes were created. Cause the indexes on the tables in the database to be dropped and re-created with a new automatically calculated FILLFACTOR, thereby reserving the specified amount of free space on the index pages. The higher the percentage, the more free space is reserved on the index pages and the larger the index grows. Valid values are from 0 through 100. Cause the distribution statistics of each index created on user tables in the database to be resampled. The distribution statistics are used by Microsoft SQL Server to optimize navigation through tables during the processing of Transact-SQL statements. To build the distribution statistics automatically, SQL Server periodically samples a percentage of the data in the corresponding table for each index. This percentage is based on the number of rows in the table and the frequency of data modification. Use this option to perform an additional sampling using the specified percentage of data in the tables. Sample % of the database Generate distribution statistics by sampling the percentage of data in the tables. The higher the percentage, the more accurate the statistics, but the longer the sampling takes. If the specified value does not generate a sufficient sample, SQL Server determines an adequate sample size automatically. Valid values are from 1 through 100. Remove unused space from Remove any unused space from the database, thereby database files allowing the size of the data files to be reduced. When it grows beyond Remove unused space from the database only if the database exceeds the specified size (in MB).

18 Amount of free space to remain after shrink Determine the amount of unused space to remain in the database after the database is shrunk (the larger the percentage, the less the database can shrink). The value is based on the percentage of the actual data in the database. For example, a 100-MB database containing 60 MB of data and 40 MB of free space, with a free space percentage of 50 percent, would result in 60 MB of data and 30 MB of free space (because 50 percent of 60 MB is 30 MB). Only excess space in the database is eliminated. Valid values are from 0 through 100. Schedule Set the frequency that the data optimization tasks (scheduled using SQL Server Agent) are executed. The default is every Sunday at midnight. Change... Change the default schedule. Database Integrity Check This table shows the options and their functions that are available in the Database Integrity Check dialog box. Usethis Check database integrity Include indexes Attempt to repair any minor problems Exclude indexes Perform these tests before doing backups Schedule Change... Todothis Check the allocation and structural integrity of user and system tables, and indexes in the database, by running the DBCC CHECKDB Transact-SQL statement. This ensures that any integrity problems with the database are reported, thereby allowing them to be addressed later by a system administrator or database owner. Check the data and index pages in the database during the integrity tests. Attempt to correct any minor problems detected during the database integrity tests automatically. It is recommended that this option be selected. Check only the data pages in the database during integrity tests. This does not check indexes. This option executes faster than selecting Include indexes because fewer pages in the database are checked. Cause the database and/or internal data integrity tests to be executed before backing up the database or transaction log. If the integrity tests detect inconsistencies, any subsequent database or transaction log backup is not backed up. Set the frequency that the data integrity tasks (scheduled using SQL Server Agent) are executed. The default is every Sunday at midnight. Change the default schedule. Specify the Database Backup Plan This table shows the options and their functions available in the Specify the Database Backup Plan dialog box.

19 Usethis Todothis Back up the database as part of Cause the entire database to be backed up as part of the the maintenance plan maintenance tasks. Backing up the database is important in case of system or hardware failure (or user errors) that cause the database to be damaged in some way, thus requiring a backed-up copy to be restored. Verify the integrity of the Check that the backup set is complete and all volumes are backup on completion of the accessible by executing the RESTORE VERIFYONLY backup Transact-SQL statement. Tape Back up the database to the specified tape device. The tape device is attached to the computer containing the Microsoft SQL Server database that is being backed up. Disk Back up the database to the disk that is located on the computer containing the SQL Server database that is being backed up. See Specify Backup Disk Directory to specify the location of the database backup. Schedule Set the frequency that the database backup tasks (scheduled using SQL Server Agent) are executed. The default is every Sunday at midnight. Change... Change the default schedule. Specify Backup Disk Directory This table shows the options and their functions that are available in the Specify Backup Disk Directory dialog box. Usethis Todothis Use the default backup directory Back up the database to the \Mssql7\Backup disk directory located on the computer containing the Microsoft SQL Server database that is being backed up. Use this directory Back up the database to the specified disk directory located on the computer containing the SQL Server database that is being backed up. (...) Change the default disk directory used to back up the database. Only drives on the computer containing the SQL Server database that is being backed up can be selected. Create a subdirectory for each database Remove files older than Backup file extension Create a subdirectory under the specified disk directory containing the database backup for each database that is being backed up as part of the maintenance plan. Delete database backups automatically that are older than the specified period. A history of database backups should be maintained in the event that the database needs to be restored to a point in time earlier than the last performed backup. Retain as many backups as disk space allows and as far in the past as is necessary. Define the file name extension used for each file that contains the database backup. The default file extension is

20 BAK. Maintenance History This table shows the options and their functions that are available in the Maintenance History dialog box. Usethis Todothis Write history to the Write the report as rows to this table on the server upon msdb.dbo.sysdbmaintplan_history which the maintenance plan was executed. The report table on the local server contains the steps executed by the maintenance plan, including database name, activity, date, result (success or failure), and any error information. It includes one row for each activity, per database, per execution date. Write history to the server Write the report as rows to the msdb.dbo.sysdbmaintplan_history table on a remote server. Windows NT Authentication is used to connect to the remote server. The report contains the steps executed by the maintenance plan, including database name, activity, date, result (success or failure), and any error information. It includes one row for each activity, per database, per execution date. (...) Change the remote server to which the report is written. Only computers running SQL Server can be selected. Limit rows in the table to Specify the maximum number of rows in the table that represent history for this plan only. If the number of history rows in the table for this plan exceeds this value, older rows for this plan (representing the earliest recorded history) are deleted. Setting this value can prevent the table from becoming too large and filling the msdb database (if auto-grow is not permitted). The default is

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni:

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: premium access user guide powwownow per ogni occasione Making a Call Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: 1. Tell your fellow conference call participants what

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

SAP Solution Manager 7.1 sp4

SAP Solution Manager 7.1 sp4 SAP Solution Manager 7.1 sp4 Basic steps wizard configuration guide Table of Contents Post installation checks... 2 SPAM Level... 2 Missing objects... 2 Remote logon for SAP Support... 3 Documentazione...

Dettagli

Il compilatore Dev-C++

Il compilatore Dev-C++ Il compilatore Dev-C++ A cura del dott. Marco Cesati 1 Il compilatore Dev-C++ Compilatore per Windows: http://www.bloodshed.net/devcpp.html Installazione Configurazione Utilizzazione 2 1 Requisiti di sistema

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI... ambiente Windows INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...8 GESTIONE DELLE COPIE DI SICUREZZA...10 AGGIORNAMENTO

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless AP Router Portatile Wireless HNW150APBR www.hamletcom.com Indice del contenuto 1 Introduzione 8 Caratteristiche... 8 Requisiti dell apparato... 8 Utilizzo del presente documento... 9 Convenzioni di notazione...

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

PREREQUISITI WEBGATE400

PREREQUISITI WEBGATE400 PREREQUISITI WEBGATE400 V7 1 PREREQUISITI MINIMI TECNICI 1.1 Scopo del documento Il presente documento intende definire alcune linee guida per la configurazione minima del Server (System I) e del client

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

Remote Administrator v2.2

Remote Administrator v2.2 Remote Administrator v2.2 Radmin è il software più veloce per il controllo remoto. È ideale per l assistenza helpdesk e per la gestione dei network. Ultimo aggiornamento: 23 June 2005 Sito Web: www.radmin.com

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale Sheet nr.1 for the Italian tax authorities DOMANDA DI RIMBORSO PARZIALE-APPLICATION FOR PARTIAL REFUND * applicata sui canoni pagati da residenti dell'italia

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Guida all'implementazione Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

Integrare le MFC con Irrlicht. Sezione 1: Creazione del progetto. by Raffaele White tiger Mancuso

Integrare le MFC con Irrlicht. Sezione 1: Creazione del progetto. by Raffaele White tiger Mancuso Integrare le MFC con Irrlicht by Raffaele White tiger Mancuso In questo topic spiegherò come integrare irrlicht in un documento singolo MFC *(1). Io ho usato il visual c++ 6 ma la procedura dovrebbe essere

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER Price ExWorks Gallarate 60.000,00euro 95 needles, width of quilting 240cm, 64 rotative hooks, Pegasus software, year of production 1999

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

1. FileZilla: installazione

1. FileZilla: installazione 1. FileZilla: installazione Dopo aver scaricato e salvato (sezione Download >Software Open Source > Internet/Reti > FileZilla_3.0.4.1_win32- setup.exe) l installer del nostro client FTP sul proprio computer

Dettagli

Web of Science SM QUICK REFERENCE GUIDE IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? General Search

Web of Science SM QUICK REFERENCE GUIDE IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? General Search T TMTMTt QUICK REFERENCE GUIDE Web of Science SM IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? Consente di effettuare ricerche in oltre 12.000 riviste e 148.000 atti di convegni nel campo delle scienze, delle scienze

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

application note Chiller di processo Process chillers

application note Chiller di processo Process chillers Chiller di processo Process chillers ... 3... 7 L APPLICAZIONE Nei chiller di processo, le caratteristiche fondamentali del Chiller sono: - risposta immediata al cambiamento delle richieste del carico

Dettagli