BIBBIENA CITTÀ DELLA FOTOGRAFIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BIBBIENA CITTÀ DELLA FOTOGRAFIA"

Transcript

1 BIBBIENA CITTÀ DELLA FOTOGRAFIA Progetto del Centro Italiano della fotografia d'autore Il Centro Italiano della Fotografia d Autore è stato inaugurato il 28 maggio del 2005 su iniziativa del Comune di Bibbiena (AR) e della FIAF, Federazione Italiana Associazioni Fotografiche, la più grande associazione fotografica nazionale non professionale. In questi quasi 10 anni il CIFA si è reso promotore di attività nel campo dell archiviazione, catalogazione e conservazione di materiale fotografico con l acquisizione di importanti fondi originali, nel campo della raccolta bibliotecaria di settore, nel campo didattico e stagistico con numerosi workshop, seminari di studio, sperimentazioni didattiche e conferenze, nel campo editoriale con la pubblicazione di una specifica rivista e di numerosi volumi fotografici, e nel campo espositivo con l organizzazione e l allestimento di inedite mostre fotografiche nazionali di grande interesse. Oggi il Centro Italiano della Fotografia d Autore di Bibbiena costituisce un significativo punto di riferimento per la Fotografia nazionale, una struttura di produzione culturale stabile ed attiva, in grado di poter collaborare con tutte le più importanti istituzioni del Paese. IL PROGETTO DI SVILUPPO delle attività del CIFA per il futuro è sintetizzabile nei seguenti punti principali: Consolidamento dell'attività espositiva con attività sempre più qualificate. Il piano prevede almeno quattro grandi eventi all'anno (con inaugurazioni nei mesi di marzo, giugno, settembre e dicembre). La partecipazione dei Visitatori è molto estesa e non si limita alla sola giornata di inaugurazione. Il Centro è visitato ogni giorno (specie nel periodo estivo, quando viene allestita la mostra di maggior spessore fotografico e culturale); Potenziamento della divulgazione delle attività del Centro, sia per quanto riguarda la campagna pubblicitaria delle mostre realizzate, sia per quanto riguarda l'attività didattica. La divulgazione deve essere pensata a livello nazionale per raggiungere il maggior numero di persone interessate alla fotografia, ma anche per raggiungere i Centri Culturali e le Istituzioni che possono collaborare con il Centro sostenendone l'attività; Sviluppo dell'attività didattica con l'organizzazione di workshop, seminari, convegni e incontri. I workshop attualmente organizzati durano in media 3/4 giorni ed i partecipanti (15 persone per volta) sono residenti in paese per tutta la durata del corso. Al momento si organizzano circa 5 workshop l'anno con residenza nonché numerosi incontri e seminari di una giornata in occasione delle principali manifestazioni espositive. Questa attività è fondamentale per consolidare la vocazione didattica, formativa e culturale del Centro; Gestione e consolidamento dell'archivio con lo scopo di completare la catalogazione delle opere custodite presso il Centro (oltre fotografie d'autore), e di acquisire ulteriori fondi, in modo da renderli consultabili e disponibili per le scuole, le università, i critici e gli studiosi del settore. La trasposizione informatica dell'archivio del Centro intende porsi quale punto di riferimento per il mondo della Fotografia italiana. Ampliamento degli spazi del Centro. Il Centro, per quanto ampio, è carente di spazi che possano essere dedicati specificatamente alla didattica. Il giardino anteriore del Centro si presta in

2 modo appropriato alla realizzazione di una struttura polifunzionale. La struttura potrebbe essere realizzata in acciaio con tamponamenti in vetro; occuperebbe una superficie di circa sessanta metri quadrati. ed avrebbe una capienza di circa cinquanta posti. Lo spazio potrebbe essere destinato alle attività didattiche (al momento il Centro è sprovvisto di un'aula sufficiente ad accogliere i partecipanti ai laboratori con le attrezzature necessarie), ma potrebbe altresì ospitare la Biblioteca del Centro, rendendo disponibili alla consultazione i circa libri di fotografia attualmente custoditi dal CIFA, e nello stesso tempo potrebbe essere utilizzata, soprattutto nel periodo estivo, per serate culturali (presentazione libri, concerti all'aperto, rappresentazioni teatrali, ecc.), coffee shop, con un auspicabile coinvolgimento delle Associazioni Culturali del territorio. In questo modo il Centro svilupperebbe le sue capacità aggreganti proponendosi come Centro Culturale di tutta la vallata; Installazioni fotografiche all'aperto ideali per rinforzare l integrazione del Centro Italiano della Fotografia d Autore con Bibbiena e per arricchire alcuni punti strategici del Paese. L idea sarebbe quella di realizzare alcune installazioni fotografiche all'aperto, con il contributo di Grandi Autori della Fotografia italiana: spazi espositivi e spazi pubblici diventerebbero patrimonio della collettività e dei visitatori esterni, e servirebbero da incentivo per far proseguire il percorso di visita dei turisti dalle sale del Centro alle strade del paese; Realizzazione di una Scuola di Fotografia permanente, strutturata per operare con Docenti specializzati che propongano un percorso di studi finalizzato a costruire una professionalità collocabile nel mercato del lavoro e dell'arte. Questa parte del progetto è sicuramente ambiziosa ma avrebbe la potenzialità di creare un indotto di attività interessante per la rivitalizzazione del Centro Storico e anche del progetto complessivo di Bibbiena Città della Fotografia. Oltretutto in Italia, a differenza di quanto succede in altri Paesi europei, non esistono Scuole di livello universitario dedicate alla fotografia. PROGETTO GALLERIA ALL APERTO Nel contesto sopra esposto, data l intenzione del Comune di Bibbiena di bandire un concorso di idee per la riqualificazione del Centro Storico della cittadina, il Centro della Fotografia d Autore si propone come soggetto attivo proponendo una attività che si inserisca nel tessuto urbano realizzando la piena vocazione di Bibbiena a CITTA DELLA FOTOGRAFIA, come dimostrano l impegno della Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche (FIAF) che gestisce il Centro e i numerosi successi di pubblico e di critica riguardo le manifestazioni fotografiche fino ad ora svolte. La proposta che si intende presentare è relativa al progetto di installazioni fotografiche all'aperto GALLERIA ALL APERTO ideali per rinforzare l integrazione del Centro Italiano della Fotografia d Autore con la città di Bibbiena e per arricchire alcuni punti strategici del Paese con elementi che dovranno essere sia arredo urbano sia manifestazione di cultura fotografica, mediante l esposizione di immagini donate dai Grandi Autori della Fotografia Italiana. L idea è quella di realizzare installazioni fotografiche all'aperto, in punti nevralgici della città: spazi espositivi e spazi pubblici diventeranno patrimonio della collettività e dei visitatori esterni, serviranno da incentivo per far proseguire il percorso di visita dei turisti dalle sale del Centro alle strade del paese e viceversa. Data la soluzione innovativa che si propone questa potrebbe determinare un richiamo forte a livello nazionale, rinnovando completamente l immagine della cittadina toscana e offendo anche agli appassionati di fotografia una galleria in evoluzione, con immagini di grande effetto, in una cornice ambientale e paesistica che difficilmente può essere ottenuta in contesti meno dotati sia sotto il profilo culturale fotografico sia sotto quello turistico. Il progetto di riqualificazione del Centro Storico di Bibbiena dovrebbe quindi contenere l individuazione delle strutture idonee ad ospitare le immagini: semplici strutture metalliche a portale o a cornice, di dimensioni variabili in funzione dello spazio da occupare e delle caratteristiche architettoniche e urbanistiche dei luoghi scelti per l esposizione. Si pensa a circa 15 immagini di dimensioni variabili e con superfici comprese tra 1 e 10 mq. In alcuni casi infatti, sarà

3 possibile realizzare pannelli di grandi dimensioni (facciate degli edifici, voltoni, muri di sostegno, etc..), mentre quelli più piccolo potrebbero costituire l arredo di una passeggiata nel verde, lungo percorsi pedonali, nei parcheggi e nei luoghi nei quali sia possibile sostare per meglio godere delle installazioni. Il materiale per la stampa fotografica sarà in materiale vinilico ignifugo di grammatura non inferiore a 650 gr/mq. con garanzia di durata in esterno di almeno 5/7 anni. Il personale specializzato del CIFA, costituito da volontari che da anni si occupano di fotografia e di esposizioni, si rende disponibile per la scelta delle immagini e per l individuazione della migliore tipologia di materiale di stampa in base alla specifica installazione. La FIAF, e quindi il CIFA, offre la sua grande conoscenza del mondo della fotografia italiana in generale, ma anche dei singoli autori che hanno fatto la storia della Fotografia Italiana. Da molti anni la Federazione, infatti, pubblica un volume GRANDI AUTORI, dedicato agli artisti che rappresentano la migliore produzione fotografica del paese. A questi autori, nonché a molti altri che saranno individuati, la Federazione chiederà la donazione di una o più opere con il duplice scopo di arricchire l Archivio Fotografico che ha sede proprio al CIFA di Bibbiena e di permettere la realizzazione del progetto GALLERIA ALL APERTO, sopra illustrato. Proprio le immagini donate saranno esposte per le vie della Città: la realizzazione, la manutenzione, la pulizia, l eventuale sostituzione delle immagini potranno essere affidate a soggetti privati in cambio di uno spazio pubblicitario che evidenzi il ruolo di sostegno della cura della cosa comune (cosa del resto da tempo avviata nelle città più grandi con la gestione privata del verde interno alle rotonde). L'insieme di queste proposte, realizzate in stretta collaborazione tra il Comune di Bibbiena, la Federazione Italiana Associazioni Fotografiche ed eventuali soggetti terzi, concorrono a concretizzare l'idea di BIBBIENA CITTÀ DELLA FOTOGRAFIA, una vocazione già pienamente manifestata, un ruolo che la Città ha già ampiamente conquistato nell'opinione del mondo amatoriale e professionale della fotografia.

4 BIBBIENA CITTA DELLA FOTOGRAFIA SCHEDA TECNICA DEL PROGETTO INSTALLAZIONI FOTOGRAFICHE ALL APERTO Azioni preventive: Realizzazione di mappatura del Centro Storico nella quale individuare delle aree che potrebbero ospitare le installazioni: circa 15 siti idonei ad ospitare immagini di dimensioni variabili da 1 a 10 mq. Caratteristica e scelta delle opere da esporre: Fotografie storiche o contemporanee donate dai Grandi Autori della Fotografia alla Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche. La FIAF, attraverso il CIFA rende disponibili le donazioni alla riproduzione su materiale idoneo alla permanenza in esterno. Le opere saranno scelte dagli specialisti della FIAF in accordo con l Amministrazione Comunale di Bibbiena. Strutture per l allocamento delle opere Da realizzare a cura dell Amministrazione Comunale sulla base del progetto di recupero del Centro Storico. La FIAF si rende disponibile a partecipare alla scelta delle strutture, al loro posizionamento e a verificare la fattibilità della posa delle opere. Stampa e installazione delle opere La FIAF si occupa della preparazione dei file nelle dimensioni di stampa previste, in accordo con gli autori delle opere, individuando anche la tipologia di materiale e le dotazioni necessarie per l installazione (occhielli, rinforzi, asole). Il costo della stampa sul materiale individuato e il costo dell installazione potrà essere richiesto a privati. Un'ipotesi potrebbe essere quella di coinvolgere le Aziende del territorio nel sostenere la realizzazione e la manutenzione di una singola opera per un periodo di tempo da convenirsi. In cambio si può offrire: una targa applicata direttamente sull'installazione a testimonianza del contributo dell'azienda; la pubblicazione del marchio dell'azienda in tutti i documenti che verranno realizzati per veicolare il progetto e la fruizione da parte dei visitatori; la concessione di utilizzo dell'immagine/opera nelle comunicazioni dell Azienda. Il materiale per la stampa fotografica potrà essere in materiale vinilico ignifugo di grammatura non inferiore a 650 gr/mq. con garanzia di durata in esterno di almeno 5/7 anni (o materiale di pari performance, anche di tipo bifacciale). Avvio del progetto Non sarà necessario procedere alla contemporanea istallazione delle 15 opere previste per la città. Il processo può essere differito nel tempo inaugurando una nuova opera della galleria all aperto in concomitanza con gli eventi espositivi del CIFA (4 all anno). Il primo anno, per aumentare l impatto dell'operazione, si potrebbe ipotizzare la messa in opera in simultanea di quattro opere, dedicando a questo momento un evento specifico di grande richiamo. Costo di ogni installazione Sarà da definirsi una volta che siano state individuate le singole collocazioni e le esatte dimensioni delle opere. In prima approssimazione si può stimare un costo - Per la struttura di sostegno: , ,00 cadauna - Per la stampa delle immagini. 100,00-600,00 cadauna - Per l installazione. 200,00-400,00 cadauna - Per la manutenzione e i diritti di utilizzo privato. 200,00 l anno Allegati: Documentazione fotografica inerente alcune possibili localizzazioni. Si fa riferimento, inoltre, a installazioni che la Federazione ha già utilizzato per i progetti nazionali IMMAGINI DEL GUSTO del

5 2008 e PASSIONE ITALIA del Alcune di queste installazioni sono ancora presenti per le vie di Bibbiena e già costituiscono parte del paesaggio della cittadina, elemento di richiamo e di soddisfazione sia per gli abitanti sia per il turismo non solo collegato al mondo della fotografia.

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI Il Museo civico è, lo specchio della storia sociale, economica, culturale, religiosa ed artistica del territorio cuneese. Il suo patrimonio

Dettagli

RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO

RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO CONFERENZA STAMPA IL FUTURO DI QUARTO, A CHE PUNTO SIAMO 6 FEBBRAIO 2015, ORE 12:00, SALA GIUNTA NUOVA RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO UN DIALOGO INTER-ISTITUZIONALE APERTO ALLA

Dettagli

PROGETTI INTEGRATI CON TEMATISMO CULTURALE

PROGETTI INTEGRATI CON TEMATISMO CULTURALE PROGETTI INTEGRATI CON TEMATISMO CULTURALE - dal Complemento di Programmazione alla definizione dell idea forza e articolazione della strategia in linee di azione: uno schema metodologico 0. Premessa La

Dettagli

SINTESI DEL PROGETTO

SINTESI DEL PROGETTO Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Società di Cultura La Biennale di Venezia ALLEGATO I PROGETTO PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELL ARTE CONTEMPORANEA

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica Art. 1. È costituita l Associazione culturale denominata MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica.

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO 2015. Linee programmatiche

BILANCIO PREVENTIVO 2015. Linee programmatiche BILANCIO PREVENTIVO 2015 Linee programmatiche Il 2014 ha rappresentato, così come nelle intenzioni del Consiglio, un anno di forte rilancio delle attività della Fondazione e conseguentemente di ampliata

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 Statuto del Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 1 Art. 1 Denominazione e sede del museo Per iniziativa del Comune di Zavattarello è costituito il del

Dettagli

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ANTIQUARIUM PITINUM MERGENS Approvato con Delibera 1 Art.1 Costituzione dell Antiquarium Pitinum Mergens e sue finalità

Dettagli

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana Dipartimento Beni Culturali

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA

REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA 34 REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 15/I93197/2003 P.G. NELLA SEDUTA DEL 02/02/2004 Art. 1 Premessa Il presente regolamento

Dettagli

Primo Festival Internazionale del Mosaico Contemporaneo RavennaMosaico TERZA EDIZIONE Ravenna, 12 ottobre 23 novembre 2013

Primo Festival Internazionale del Mosaico Contemporaneo RavennaMosaico TERZA EDIZIONE Ravenna, 12 ottobre 23 novembre 2013 Primo Festival Internazionale del Mosaico Contemporaneo RavennaMosaico TERZA EDIZIONE Ravenna, 12 ottobre 23 novembre 2013 Ravenna, 13 novembre 2012 Ai soci in indirizzo Il Comune di Ravenna e l Associazione

Dettagli

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) DETERMINAZIONE SINDACALE N 16... del 24/01/2011 OGGETTO: Richiesta contributo per la Biblioteca Feliciana del Comune di Naro a carico del capitolo

Dettagli

Roma, Auditorium Parco della Musica, 20.21.22 maggio 2011

Roma, Auditorium Parco della Musica, 20.21.22 maggio 2011 Paesaggio, giardinaggio, design e architettura si incontrano per individuare e proporre soluzioni pratiche ed estetiche in linea con le più avanzate esigenze ecologiche. Roma, Auditorium Parco della Musica,

Dettagli

PIU 2015 ONE SMART CITY. Un progetto di rigenerazione urbana per l'inclusione sociale. Comune di Vinci Comune di Cerreto Guidi

PIU 2015 ONE SMART CITY. Un progetto di rigenerazione urbana per l'inclusione sociale. Comune di Vinci Comune di Cerreto Guidi PIU 2015 ONE SMART CITY Un progetto di rigenerazione urbana per l'inclusione sociale Comune di Vinci Comune di Cerreto Guidi FINANZIAMENTO COMPLESSIVO DEL PROGETTO! 5.950.000 euro di investimento complessivo!

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE DATI GENERALI Dati informativi - descrittivi Denominazione del museo o della

Dettagli

La nuova sede della Biblioteca Civica di Torino: una biblioteca per tutti, per informarsi, incontrarsi e comunicare

La nuova sede della Biblioteca Civica di Torino: una biblioteca per tutti, per informarsi, incontrarsi e comunicare La nuova sede della Biblioteca Civica di Torino: una biblioteca per tutti, per informarsi, incontrarsi e comunicare Napoli 24 giugno 2005 Oggi Torino sta cambiando Nell assetto produttivo sta uscendo dalla

Dettagli

Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron

Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron REGIONE PIEMONTE Città di Candelo Gemellata con La Roche sur Foron PROVINCIA DI BIELLA Ricetto - Uno dei borghi più belli d Italia Centro Documentazione Ricetti Ricetto di Candelo (BI) Piano di Programmazione:

Dettagli

Premio Oasi d Arte- Art s Oasis I edizione. Bando di concorso

Premio Oasi d Arte- Art s Oasis I edizione. Bando di concorso Premio Oasi d Arte- Art s Oasis I edizione Petrosino (TP) Piazza della Repubblica 91020 sito: www.artsoasis.it - www.comune.petrosino.tp.it E-mail: info@artsoasis.it Bando di concorso Art. 1 Finalità:

Dettagli

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012 COMUNE DI LONGOBARDI ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Con delibera di giunta n. 25 del 29 marzo 2012, il comune di Longobardi, di cui è sindaco Giacinto Mannarino, ha presentato istanza alla Regione,

Dettagli

Programma Integrato di Intervento ai sensi della LR 12 aprile 1999 n. 9 Ambito di intervento 3 Isola del Bosco - delle Corti RELAZIONE ECONOMICA

Programma Integrato di Intervento ai sensi della LR 12 aprile 1999 n. 9 Ambito di intervento 3 Isola del Bosco - delle Corti RELAZIONE ECONOMICA Programma Integrato di Intervento ai sensi della LR 12 aprile 1999 n. 9 Ambito di intervento 3 Isola del Bosco - delle Corti RELAZIONE ECONOMICA Programma Integrato di Intervento ai sensi della LR 12 aprile

Dettagli

EXPO 2015 S.p.A. Il Sito Espositivo. Maggio 2012

EXPO 2015 S.p.A. Il Sito Espositivo. Maggio 2012 EXPO 2015 S.p.A. Il Sito Espositivo Maggio 2012 Expo Milano 2015 Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita Expo Milano 2015 è un evento globale, culturale, educativo e scientifico che riunisce a Milano Paesi,

Dettagli

Solar FestiVoltaico Brescia 15.16 ottobre 2010

Solar FestiVoltaico Brescia 15.16 ottobre 2010 LA LOCATION, AMBIENTEPARCO A BRESCIA AmbienteParco è il primo parco a tema che si pone l obiettivo di diffondere conoscenze, stimolare curiosità, attirare attenzione sulla sostenibilità ambientale. 15.000

Dettagli

MASTER IN REPORTAGE DI VIAGGIO

MASTER IN REPORTAGE DI VIAGGIO MASTER IN REPORTAGE DI VIAGGIO Il Master in Reportage di viaggio nasce dalla collaborazione tra il Centro Studi CTS, la Società Geografica Italiana e il giornalista e fotografo Antonio Politano. L obiettivo

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA PROGRAMMA REGIONALE INVESTIMENTI 2009/2011 AZIONE C

REGIONE EMILIA-ROMAGNA PROGRAMMA REGIONALE INVESTIMENTI 2009/2011 AZIONE C ALLEGATO 2 REGIONE EMILIA-ROMAGNA PROGRAMMA REGIONALE INVESTIMENTI 2009/2011 AZIONE C SCHEDA DI CANDIDATURA DELL'INTERVENTO Ente proponente Consorzio del Parco del Trebbia Area protetta Parco Regionale

Dettagli

Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO

Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO Premessa Il MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE di Schilpario successivamente indicato solamente come MUSEO ETNOGRAFICO

Dettagli

IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015

IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015 IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015 CALL RISERVATA AI COMUNI ITALIANI E AI LORO TERRITORI PER LA PRESENZA NEL PADIGLIONE DELLA SOCIETA CIVILE IN EXPO MILANO 2015 1. PREMESSA L'assegnazione a Milano

Dettagli

Comune di Durazzo, INARCH Istituto Nazionale di Architettura Concorso internazionale per la Rivitalizzazione di Piazza della Libertà a

Comune di Durazzo, INARCH Istituto Nazionale di Architettura Concorso internazionale per la Rivitalizzazione di Piazza della Libertà a Comune di Durazzo, INARCH Istituto Nazionale di Architettura Concorso internazionale per la Rivitalizzazione di Piazza della Libertà a Durazzo/Revitalization Freedom square International Competition in

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO DI CAMAIORE

REGOLAMENTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO DI CAMAIORE Comune di Camaiore 12 REGOLAMENTO DEL CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO DI CAMAIORE Approvato con deliberazione del C.C. n 50 del 26.07.2005 Ripubblicato il Regolamento dal 26/08/2005 al 09/09/2005 REGOLAMENTO

Dettagli

08LUALAN RELAZIONE. 1. illustrazione sintetica della proposta progettuale

08LUALAN RELAZIONE. 1. illustrazione sintetica della proposta progettuale 08LUALAN RELAZIONE 1. illustrazione sintetica della proposta progettuale La principale caratteristica dell area oggetto di intervento è la forte presenza dell area boscata, è l essere quasi estranea rispetto

Dettagli

La mappa delle esigenze del territorio

La mappa delle esigenze del territorio La mappa delle esigenze del territorio Settembre - Ottobre 2014 Luoghi di aggregazione Valorizzando strutture già esistenti, serve la creazione di nuovi luoghi di socializzazione e integrazione, per favorire

Dettagli

possono l arte e la cultura contribuire alla crescita e allo sviluppo della città?

possono l arte e la cultura contribuire alla crescita e allo sviluppo della città? possono l arte e la cultura contribuire alla crescita e allo sviluppo della città? Fare dell arte un veicolo a disposizione dell aggregazione sociale. Creare contaminazioni tra mondi diversi, favorendo

Dettagli

PROGETTO GESTIONE BIBLIOTECA COMUNALE

PROGETTO GESTIONE BIBLIOTECA COMUNALE IL BORGO Società Cooperativa Via Quinzani, 9-26029 SONCINO CR Tel. e fax 0374 83675 E-mail: ilborgo@libero.it CF e P.I. 01137010193 PROGETTO GESTIONE BIBLIOTECA COMUNALE CCIAA Cremona n. 20508/1977 - iscritta

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA - Fondazione Allegato a) alla decisione n. 23/PR del 8.03.2006 REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA Art. 1 - Istituzione

Dettagli

SETTORE CULTURA, TURISMO, SPORT E TEMPO LIBERO PIANO PROVINCIALE 2003

SETTORE CULTURA, TURISMO, SPORT E TEMPO LIBERO PIANO PROVINCIALE 2003 SETTORE CULTURA, TURISMO, SPORT E TEMPO LIBERO PIANO PROVINCIALE 2003 INTERVENTI PER BIBLIOTECHE, ARCHIVI STORICI, MUSEI E BENI CULTURALI (L. R. 18/2000) ALLEGATO ALLA DELIBERA DI GIUNTA N. 173 DEL 23/04/2003

Dettagli

Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati

Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati Programma di riqualificazione degli immobili agricoli (P.R.I.A.) non utilizzati o sotto utilizzati Stato degli atti dopo il Febbraio 2010: Sono state presentate 90 proposte. L estensione complessiva delle

Dettagli

Itacaeventi.it vademecum per organizzare mostre itineranti

Itacaeventi.it vademecum per organizzare mostre itineranti mostra promossa da OGGI DEVO FERMARMI A CASA TUA l eucaristia, la grazia di un incontro imprevedibile Caravaggio L urlo e la luce VAN GOGH un grande fuoco nel cuore Itacaeventi.it vademecum per organizzare

Dettagli

2. RACCOLTE E LORO INCREMENTO

2. RACCOLTE E LORO INCREMENTO 2. Il secondo obiettivo di fondo è la creazione di una biblioteca intesa più come "accesso alla lettura" che come "luogo della lettura" (cfr. R. RIDI, La biblioteca come portale delle letture, relazione

Dettagli

EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015

EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015 EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015 3 a CALL INTERNAZIONALE DI IDEE PER LO SVILUPPO DEL PROGRAMMA CULTURALE DEL PADIGLIONE DELLA SOCIETA CIVILE IN EXPO MILANO 2015 1. PREMESSA L'assegnazione

Dettagli

Progetto di riqualificazione funzionale ed architettonica area muro paraonde Molo Generale Malta - Banchina Cortese del Porto di Vibo Marina per

Progetto di riqualificazione funzionale ed architettonica area muro paraonde Molo Generale Malta - Banchina Cortese del Porto di Vibo Marina per Progetto di riqualificazione funzionale ed architettonica area muro paraonde Molo Generale Malta - Banchina Cortese del Porto di Vibo Marina per escursionismo, turismo nautico e crocieristico Credere

Dettagli

Il bando è finalizzato alla selezione di giovani artisti visivi per la sezione Q esposizione.

Il bando è finalizzato alla selezione di giovani artisti visivi per la sezione Q esposizione. Il Comune di Padova - Ufficio Progetto Giovani - Assessorato alle Politiche Giovanili, in collaborazione con GAI Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani, organizza Quotidiana 16, rassegna

Dettagli

La più importante manifestazione dedicata all Orientamento, la Scuola, la Formazione, il Lavoro

La più importante manifestazione dedicata all Orientamento, la Scuola, la Formazione, il Lavoro XIX mostra convegno nazionale FIERA DI VERONA 26-28 novembre 2009 ore 9.00-18.30 ingresso libero La più importante manifestazione dedicata all Orientamento, la Scuola, la Formazione, il Lavoro SEZIONI

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

PREMIO INTERNAZIONALE BANCARELFIORE 2015

PREMIO INTERNAZIONALE BANCARELFIORE 2015 PREMIO INTERNAZIONALE BANCARELFIORE 2015 ART. 1 - Finalità ART. 2 - Tecniche ART. 3 - Giuria ART. 4 - Premi ART. 5 - Quota di iscrizione ART. 6 - Modalità di selezione ART. 7 - Modalità di iscrizione ART.

Dettagli

esporre promuovere incontrare definire

esporre promuovere incontrare definire esporre promuovere incontrare definire Varsavia 29 31 maggio 2014 luglio 2013 LA POLONIA La Polonia è la più grande economia dell'europa centro-orientale di cui produce circa il 40% del PIL. Protetta dalla

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI PROGETTO

DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI PROGETTO Modello 2 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO BARGO AI GIOVANI SOGGETTO PROPONENTE/TITOLARE Associazione di volontariato I GIULLARI EVENTUALI SOGGETTI PARTNER O ATS AREA DI INTERVENTO

Dettagli

SERVIZI OFFERTI L'Archivio Storico eroga i seguenti servizi:

SERVIZI OFFERTI L'Archivio Storico eroga i seguenti servizi: CARTA DEI SERVIZI DEL COMUNE DI SASSARI Settore Sviluppo Locale, Politiche Culturali e Marketing Turistico Macro categoria attività Archivio Storico Comunale Conservazione e tutela di tutti i documenti

Dettagli

LA «PROMENADE» DI CIRCONVALLAZIONE A MONTE

LA «PROMENADE» DI CIRCONVALLAZIONE A MONTE Proposta per la valorizzazione di Circonvallazione a Monte e la sua trasformazione in nuova «promenade» genovese, con l'eliminazione dei posti auto lato mare, l'allargamento del marciapiede esistente e

Dettagli

CONVENZIONE-QUADRO TRA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BERGAMO E COMUNE DI BERGAMO

CONVENZIONE-QUADRO TRA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BERGAMO E COMUNE DI BERGAMO CONVENZIONE-QUADRO TRA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BERGAMO E COMUNE DI BERGAMO Premesse L'Università degli Studi di Bergamo e il Comune di Bergamo intendono instaurare un rapporto non episodico di collaborazione,

Dettagli

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI

PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI PROGRAMMA UNIONE EUROPEA OPERATIVO REGIONE LAZIO FONDI EUROPEI COMUNE DI FONDI LETTERA AI CITTADINI Cari concittadini, il presente lavoro è redatto per approfondire la conoscenza degli interventi previsti

Dettagli

REGOLAMENTO MUSEO LABORATORIO DELLA MENTE ASL ROMA E REGIONE LAZIO. Maggio 2012

REGOLAMENTO MUSEO LABORATORIO DELLA MENTE ASL ROMA E REGIONE LAZIO. Maggio 2012 REGOLAMENTO MUSEO LABORATORIO DELLA MENTE ASL ROMA E REGIONE LAZIO Maggio 2012 Il museo denominato Museo Laboratorio della Mente (d ora in avanti MLM) con sede a Roma Piazza S. Maria della Pietà n.5, Padiglione

Dettagli

ALLEGATO 1 TRA PREMESSO E CONSIDERATO CHE

ALLEGATO 1 TRA PREMESSO E CONSIDERATO CHE ALLEGATO 1 Convenzione tra la Regione Toscana e il Comune di Campi Bisenzio - Biblioteca Comunale di Villa Montalvo per la realizzazione del progetto Centro regionale servizi per le biblioteche ragazzi

Dettagli

Ai soci in indirizzo, Ravenna, 10 febbraio 2015

Ai soci in indirizzo, Ravenna, 10 febbraio 2015 Comune di Ravenna Ai soci in indirizzo, Ravenna, 10 febbraio 2015 Il Comune di Ravenna e l Associazione Internazionale Mosaicisti Contemporanei propongono la quarta edizione del Primo Festival Internazionale

Dettagli

Concorso di Progettazione per la realizzazione della nuova biblioteca del Comune di Maranello

Concorso di Progettazione per la realizzazione della nuova biblioteca del Comune di Maranello Concorso di Progettazione per la realizzazione della nuova biblioteca del Comune di Maranello DEEPER UNDERGROUND RELAZIONE GENERALE Criteri Progettuali L idea progettuale di base, per la realizzazione

Dettagli

copertina COMUNE DI BARANZATE PROCESSI E OBIETTIVI ANNO 2014 CENTRO DI RESPONSABILITÀ Cultura Biblioteca RESPONSABILE Nicola Visalli

copertina COMUNE DI BARANZATE PROCESSI E OBIETTIVI ANNO 2014 CENTRO DI RESPONSABILITÀ Cultura Biblioteca RESPONSABILE Nicola Visalli copertina COMUNE DI BARANZATE PROCESSI E OBIETTIVI ANNO 04 CENTRO DI RESPONSABILITÀ Cultura Biblioteca RESPONSABILE Nicola Visalli n Servizio Tipo OBIETTIVO/PROCESSO I T biblioteca gestire la biblioteca

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto l articolo 4 della Legge Costituzionale n.185/2005 e l articolo 6 della Legge Qualificata n.186/2005; Promulghiamo

Dettagli

COMUNE DI POGGIBONSI Provincia di Siena

COMUNE DI POGGIBONSI Provincia di Siena COMUNE DI POGGIBONSI Provincia di Siena SCUOLA PRIMARIA in via aldo moro a poggibonsi DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE SETTORE LAVORI PUBBLICI E MANUTENZIONE RUP: Arch. Adriano Bartoli 1. DESCRIZIONE

Dettagli

Studio sul settore del commercio in sede fissa

Studio sul settore del commercio in sede fissa COMUNE DI MASSA (Provincia di Massa Carrara) Studio sul settore del commercio in sede fissa Valutazioni finalizzate alla predisposizione delle norme di pianificazione commerciale da inserire nel Regolamento

Dettagli

Vivere il museo 2013

Vivere il museo 2013 OBIETTIVI DEL PROGETTO: 1. ACQUARIO CIVICO (Sede 91334) Scheda progetto Vivere il museo 2013 apporre migliorie alle vasche espositive del percorso interno supportando il lavoro dei biologi acquaristi nella

Dettagli

GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV]

GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV] corso triennale GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV] Progetto: Flavia Pellegrini Comunicazione e informazione sono oggi presenze generalizzate e pervasive che caratterizzano ogni aspetto della quotidianità.

Dettagli

e trasformare, in cui trovano ospitalità ingegneri, designers, grafici, informatici, esperti di web e nuove tecnologie) oltre a spazi comuni per

e trasformare, in cui trovano ospitalità ingegneri, designers, grafici, informatici, esperti di web e nuove tecnologie) oltre a spazi comuni per SPAZIO GRISÙ è un luogo aperto, vivo e inclusivo, in cui accade sempre qualcosa. Un motore di sviluppo locale su base culturale e creativa. Una sfida da vincere, che parte anche in assenza di finanziamenti

Dettagli

Invio comunicazione La compagna continua

Invio comunicazione La compagna continua PIANO OPERATIVO COLLEGATO AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015 Previsto dall OdG approvato dall Assemblea del 26 maggio 2015 Interventi adottati con l approvazione del bilancio 2015 da parte dell Assemblea consortile

Dettagli

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI

ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI ALLEGATO A AL REGOLAMENTO COMUNALE PER GLI ACQUISTI IN ECONOMIA DI BENI E SERVIZI TIPOLOGIA DESCRIZIONE esemplificativa Limite importo per affid. diretto Limite importo per gara ufficiosa Col.1 Col.2 Col.3

Dettagli

PRIMO SIMPOSIO DI ARTE CONTEMPORANEA E LABORATORIO CEFALU CITTA' DEGLI ARTISTI' REGOLAMENTO

PRIMO SIMPOSIO DI ARTE CONTEMPORANEA E LABORATORIO CEFALU CITTA' DEGLI ARTISTI' REGOLAMENTO COMUNE di CEFALÙ PRIMO SIMPOSIO DI ARTE CONTEMPORANEA E LABORATORIO CEFALU CITTA' DEGLI ARTISTI' DESCRIZIONE REGOLAMENTO Il Comune di Cefalù indice il primo Simposio di arte (pittura, scultura, fotografia,

Dettagli

INTERNATIONAL CALL FOR IDEAS

INTERNATIONAL CALL FOR IDEAS INTERNATIONAL CALL FOR IDEAS per lo sviluppo del PROGRAMMA CULTURALE CHILDRENSHARE a cura di Fondazione Museo dei Bambini di Milano, MUBA, durante il semestre di EXPO MILANO 2015 presso la Rotonda di via

Dettagli

BANDO DI CONCORSO RENKONTIĜO INCONTRI TRA ARTE E TERRITORIO

BANDO DI CONCORSO RENKONTIĜO INCONTRI TRA ARTE E TERRITORIO BANDO DI CONCORSO RENKONTIĜO INCONTRI TRA ARTE E TERRITORIO L'Associazione culturale Area C Contemporary Cultures pubblica il presente bando per la partecipazione alla I^ edizione di Renkontiĝo Incontri

Dettagli

BANDO DI CONCORSO #CrossHeritage. Giovani artisti per le Residenze Sabaude

BANDO DI CONCORSO #CrossHeritage. Giovani artisti per le Residenze Sabaude BANDO DI CONCORSO #CrossHeritage. Giovani artisti per le Residenze Sabaude #CrossHeritage. Giovani artisti per le Residenze Sabaude è un progetto della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici

Dettagli

Main Partners. Patrocini

Main Partners. Patrocini Main Partners Patrocini Provincia di Firenze Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa European Confederation of Conservator and Restorers Organisations Ufficio Scolastico Regionale per

Dettagli

Le sezioni. Arte: più di 2000 dipinti e 17.000 disegni di oltre 200 artisti che documentano la ricerca artistica a partire dai primi decenni del 900.

Le sezioni. Arte: più di 2000 dipinti e 17.000 disegni di oltre 200 artisti che documentano la ricerca artistica a partire dai primi decenni del 900. Progetto Paradigna Lo CSAC Lo CSAC è un archivio dedicato alla comunicazione visiva che per ricchezza e articolazione non ha eguali al mondo in ambito accademico ed è il punto di partenza del Progetto

Dettagli

RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA STUDIO DI FATTIBILITA PER LA RISTRUTTURAZIONE E RIFUNZIONALIZZAZIONE DELLA SCUOLA MEDIA AZZARITA RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA L immobile oggetto dello studio di fattibilità è ubicato in Via Barisano

Dettagli

Nell ottica dei nuovi bisogni rilevati in una società in accelerata trasformazione e continuo mutamento, abbiamo riscontrato la necessità e la

Nell ottica dei nuovi bisogni rilevati in una società in accelerata trasformazione e continuo mutamento, abbiamo riscontrato la necessità e la A TUTTO SPORT! Azioni sportive per una comunità in movimento PREMESSA Lo sport è un veicolo per le relazioni e, allo stesso tempo, un promotore di impegno e identità attivi; un punto di partenza dal quale

Dettagli

Business. Mart Rovereto Casa d Arte Futurista Depero Galleria Civica di Trento. Mart Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto

Business. Mart Rovereto Casa d Arte Futurista Depero Galleria Civica di Trento. Mart Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto Business Mart Rovereto Casa d Arte Futurista Depero Galleria Civica di Trento Mart Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto Business Il Mart è un luogo molto articolato: dispone di numerosi

Dettagli

FOTOGRAFIE E ARCHITETTURE.

FOTOGRAFIE E ARCHITETTURE. Corso di aggiornamento professionale FOTOGRAFIE E ARCHITETTURE. Dispositivi visivi e rappresentazioni dello spazio a cura di: Antonio Di Cecco, Marco Introini, Peppe Maisto, Alessandra Chemollo, Davide

Dettagli

COMUNE DI MARANO PRINCIPATO (CS) CENTRO TURISTICO GIOVANILE GRUPPO PANDOSIA

COMUNE DI MARANO PRINCIPATO (CS) CENTRO TURISTICO GIOVANILE GRUPPO PANDOSIA PROMOSSO DA COMUNE DI MARANO PRINCIPATO (CS) CENTRO TURISTICO GIOVANILE GRUPPO PANDOSIA ORGANIZZATO DA ASSOCIAZIONE CULTURALE PANDOSIA EARTH IN COLLABORAZIONE CON PARTNER BANDO DI CONCORSO XXVIII PREMIO

Dettagli

Piano per la Pubblicità e le Pubbliche Affissioni

Piano per la Pubblicità e le Pubbliche Affissioni Piano per la Pubblicità e le Pubbliche Affissioni RELAZIONE INDICE Premessa Struttura del Piano Obiettivi del Piano Allegato A Premessa Il linguaggio pubblicitario e commerciale, se da una parte è da

Dettagli

Qualità della proposta punti 10 Ricadute occupazionali e capacità operative punti 10 Fattibilità punti 6 Sostenibilità gestionale punti 7

Qualità della proposta punti 10 Ricadute occupazionali e capacità operative punti 10 Fattibilità punti 6 Sostenibilità gestionale punti 7 Bando per la selezione di manifestazioni di interesse ad interventi per la fruibilità turistica e ricreativa in aree interessate da attività estrattive Articolo 1. Contenuto del bando ed obiettivi 1. Il

Dettagli

1 CULTURA E TERRITORIO Un bando per promuovere lo sviluppo culturale

1 CULTURA E TERRITORIO Un bando per promuovere lo sviluppo culturale 1 CULTURA E TERRITORIO Un bando per promuovere lo sviluppo culturale Piano di azione promuovere la razionalizzazione e il rinnovamento dell offerta culturale Valorizzare le attività culturali come fattore

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

RISPETTO DELLE REGOLE

RISPETTO DELLE REGOLE LOGISTICA 1. SI AD UN ACCORPAMENTO SOLO AMMINISTRATIVO IPSIA LOMBARDINI E AD UN ACCORPAMENTO GLOBALE DELL IPSIA GALVANI Si chiede di effettuare il solo accorpamento amministrativo con l IPSIA LOMBARDINI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA COMUNE DI BOLOGNA

PROTOCOLLO D INTESA TRA COMUNE DI BOLOGNA PROTOCOLLO D INTESA PER FAVORIRE E PROMUOVERE L'UTILIZZO DELLO STRUMENTO CONCORSUALE NELLA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO INNOVATIVO DI RIGENERAZIONE E AMMODERNAMENTO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA SCOLASTICA

Dettagli

Dall'11 Giugno al 4 Settembre presso il CIFA di Bibbiena.

Dall'11 Giugno al 4 Settembre presso il CIFA di Bibbiena. Tanti per Tutti. Viaggio nel Volontariato italiano - Visit Arezzo Musei Chiese Manifestazioni Itinerari S Dall'11 Giugno al 4 Settembre presso il CIFA di Bibbiena. Il primo lavoro di documentazione fotografica

Dettagli

INIZIATIVA COMUNITARIA URBAN

INIZIATIVA COMUNITARIA URBAN INIZIATIVA COMUNITARIA URBAN 1 IL PROGRAMMA URBAN DI PALERMO Area di intervento: Mandamenti Tribunale e Castellamare del centro storico Estensione: Popolazione: 112 ettari 11.000 ab. 2 1 Il contesto politico

Dettagli

ARTE BILANCE DESIGN. Museo della Bilancia. Anna Berton Luca Canattieri Bianca Capasso Direttore del Museo: Giulia Luppi

ARTE BILANCE DESIGN. Museo della Bilancia. Anna Berton Luca Canattieri Bianca Capasso Direttore del Museo: Giulia Luppi Museo della Bilancia ARTE BILANCE DESIGN UN NUOVO LINGUAGGIO DALLE IMPRESE PER LE BILANCE DA CUCINA Anna Berton Luca Canattieri Bianca Capasso Direttore del Museo: Giulia Luppi Obiettivi del progetto Realizzare

Dettagli

GUIDA - CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA CITTADELLA DEI GIOVANI DI AOSTA PER IL PERIODO 01.11.2009/31.10.2014

GUIDA - CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA CITTADELLA DEI GIOVANI DI AOSTA PER IL PERIODO 01.11.2009/31.10.2014 PROGETTO-GUIDA GUIDA - CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA CITTADELLA DEI GIOVANI DI AOSTA PER IL PERIODO 01.11.2009/31.10.2014 Il progetto descrive i termini generali con i quali si concede il

Dettagli

relatore: Pietro Petraroia Mercoledì 30 ottobre 2013 Palazzo Leone da Perego Via Gilardelli, 10 Legnano (MI)

relatore: Pietro Petraroia Mercoledì 30 ottobre 2013 Palazzo Leone da Perego Via Gilardelli, 10 Legnano (MI) relatore: Pietro Petraroia Mercoledì 30 ottobre 2013 Palazzo Leone da Perego Via Gilardelli, 10 Legnano (MI) Lavori in corso www.expocantiere.expo2015.org www.expo2015.org Come si fa un EXPO? FREQUENZA

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI

MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI MASTER IN MANAGEMENT DEI BENI MUSEALI E SUCCESSIVA GESTIONE DEL MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA DI VILLA CROCE Un innovativo progetto di alta formazione manageriale dedicato ai giovani per l ideazione di nuovi

Dettagli

Programma di attività in materia di promozione dei beni e delle attività culturali 2015-2017

Programma di attività in materia di promozione dei beni e delle attività culturali 2015-2017 Assessorato alla Cultura e al Turismo Programma di attività in materia di promozione dei beni e delle attività culturali 2015-2017 ALLEGATO CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE ISTANZE DI CONTRIBUTO Pagina 1 di

Dettagli

CASA DELLE CULTURE Relazione Tecnica

CASA DELLE CULTURE Relazione Tecnica CASA DELLE CULTURE Relazione Tecnica Premessa Il progetto della Casa delle Culture a Modena nasce dall esigenza delle Associazioni degli immigrati presenti nel territorio di usufruire di spazi per costituire

Dettagli

AGENDA 21 Locale SAN FILIPPO DEL MELA

AGENDA 21 Locale SAN FILIPPO DEL MELA AGENDA 21 Locale SAN FILIPPO DEL MELA Area tematica: AMBIENTE URBANO Indice documento 1 Area tematica ambiente urbano: individuazione delle sessioni di lavoro 3 Richiesta prime indagine a campione sul

Dettagli

Il progetto partecipa a

Il progetto partecipa a Il progetto partecipa a Fondazione Masaccio Con il patrocinio di 3D ArcheoLab La cultura non è proprietà di persone, di classi, di singoli paesi; è di tutti. Giulio Carlo Argan, 1986 Il progetto intende

Dettagli

PROGRAMMA N. 1: PER IL COMMERCIO, IL TURISMO, IL RILANCIO DEL CENTRO E DEI BORGHI

PROGRAMMA N. 1: PER IL COMMERCIO, IL TURISMO, IL RILANCIO DEL CENTRO E DEI BORGHI PROGRAMMA N. 1: PER IL COMMERCIO, IL TURISMO, IL RILANCIO DEL CENTRO E DEI BORGHI 7 8 PROGETTO 1.1: GLI INTERVENTI A FAVORE DELL ARTIGIANATO, DEL COMMERCIO, DEGLI ESERCIZI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2014-2016

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE 100452 del 29/01/2008 OGGETTO: MODIFICA PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI AFFISSIONALI E PUBBLICITARI

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE 100452 del 29/01/2008 OGGETTO: MODIFICA PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI AFFISSIONALI E PUBBLICITARI Regione Autonoma Valle d Aosta Région Autonome Vallée d Aoste AREA-02 Servizio: TRIBUTI Ufficio: TRIBUTI PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE 100452 del 29/01/2008 OGGETTO: MODIFICA PIANO GENERALE

Dettagli

CONVENZIONE SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PAESAGGISTICI DELLA BASILICATA LICEO ARTISTICO CARLO LEVI DI MATERA TRA TRIENNIO 2012-2015

CONVENZIONE SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PAESAGGISTICI DELLA BASILICATA LICEO ARTISTICO CARLO LEVI DI MATERA TRA TRIENNIO 2012-2015 LICEO ARTISTICO STATALE MATERA CONVENZIONE TRA SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PAESAGGISTICI DELLA BASILICATA E LICEO ARTISTICO CARLO LEVI DI MATERA TRIENNIO 2012-2015 Soprintendenza per i beni

Dettagli

BILANCIO PARTECIPATIVO. Prima fase di rendicontazione

BILANCIO PARTECIPATIVO. Prima fase di rendicontazione BILANCIO PARTECIPATIVO Prima fase di rendicontazione 1 Dopo la Giornata della Decisione del 12 aprile scorso in cui 1316 cittadini legnanesi hanno votato le migliori idee da realizzare grazie al Bilancio

Dettagli

Servizi bibliotecari di Ateneo: Carta dei servizi

Servizi bibliotecari di Ateneo: Carta dei servizi Servizi bibliotecari di Ateneo: Carta dei servizi La Carta dei servizi La Carta dei servizi precisa ciò che gli utenti possono attendersi dai Servizi bibliotecari dell Università di Bergamo e le attese

Dettagli

Il Museo Giovanni Alberto Agnelli e l'archivio Storico Antonella Bechi Piaggio

Il Museo Giovanni Alberto Agnelli e l'archivio Storico Antonella Bechi Piaggio Il Museo Giovanni Alberto Agnelli e l'archivio Storico Antonella Bechi Piaggio Un caso di successo e integrazione tra passione e rapporto col territorio Mariamargherita Scotti Fondazione Piaggio Breve

Dettagli

Il Progetto Scuola è sempre stato un punto importante nel programma del Comune.

Il Progetto Scuola è sempre stato un punto importante nel programma del Comune. SCUOLA CULTURA SPORT ASSOCIAZIONISMO VOLONTARIATO Il Progetto Scuola è sempre stato un punto importante nel programma del Comune. L Amministrazione intenderà: garantire spazi sicuri, curati e funzionali

Dettagli

Lo spazio dove le idee diventano valore

Lo spazio dove le idee diventano valore Lo spazio dove le idee diventano valore Lo spazio dove le idee diventano valore. Eventiquattro mette a disposizione gli spazi della sede milanese del Gruppo 24 ORE offrendo alle imprese la possibilità

Dettagli

Operazione b: REALIZZAZIONE DI INFRASTRUTTURE RICREATIVE CON SERVIZI DI PICCOLA RICETTIVITA

Operazione b: REALIZZAZIONE DI INFRASTRUTTURE RICREATIVE CON SERVIZI DI PICCOLA RICETTIVITA FEASR ALLEGATO A1 - Caratteristiche dell impresa e dell intervento PSR 2007-2013 Regione Piemonte GAL Escartons e Valli Valdesi Programma di Sviluppo locale Fare impresa, fare sistema nel territorio delle

Dettagli