Il rapporto fra offerta formativa ed occupazione in provincia di Savona: Una prima indagine sperimentale sui diplomati avviati al lavoro.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il rapporto fra offerta formativa ed occupazione in provincia di Savona: Una prima indagine sperimentale sui diplomati avviati al lavoro."

Transcript

1 Provincia di Savona. Settore Politiche del Lavoro e Sociali. Osservatorio del Mercato del Lavoro. Il rapporto fra offerta formativa ed occupazione in provincia di Savona: Una prima indagine sperimentale sui diplomati avviati al lavoro. 1

2 Le aree conoscitive del progetto Analisi delle informazioni relative all offerta Informativa di base e specialistica. Monitoraggio offerta formativa Analisi domanda ed offerta di lavoro Provinciale con particolare riferimento alla Fascia giovanile dell offerta di lavoro Indagine sui risultati della formazione Individuazione punti Critici offerta lavoro Individuazione fabbisogni Figure professsionali Una prima Sperimentazione sui Diplomati avviati al

3 I punti di debolezza Dell offerta di lavoro Della domanda Di lavoro

4 I punti di debolezza dell offerta di lavoro. Gap fra le esigenze della domanda (professionalità principalmente manuali) e le aspettative dell offerta (inserimento occupazionale di tipo impiegatizio connesso all elevato tasso di prosecuzione agli studi.

5 I punti di debolezza della domanda di lavoro. Struttura molecolare del sistema produttivo locale. Mancanza di un elevata domanda di figure professionali di tipo intellettuale Ricerca di flessibilità anche attraverso l applicazione di contratti a tempo determinato.

6 Una prima sperimentazione sui diplomati avviati al lavoro. Obiettivi: Metodologia: Steps espositivi: 6

7 Obiettivi: Analisi caratteristiche quanti-qualitative dei Giovani diplomati savonesi avviati al lavoro. 7

8 Metodologia: Indagine quantitativa sui dati rilevati presso I Centri per l Impiego provinciali. Universo indagato: giovani diplomati occupati Residenti in provincia di Savona in età anni. Periodo di riferimento: Anno

9 Steps espositivi: Dati di sintesi Le variabili delle analisi Le dimensioni conoscitive dell inserimento occupazionale 9

10 Dati di sintesi. Nel corso del 2002 sono stati effettuati avviamenti al lavoro di giovani diplomati in età anni, pari al 4,4% del totale. Il numero dei soggetti avviati è stato di 840 unità pari al 5,6% del totale degli avviati di cui 476 donne e 364 uomini. I diplomati attualmente occupati sono 346 di cui 192 donne e 154 uomini 10

11 Dati di sintesi. Confronto fra avviamenti ed avviati di giovani diplomati per sesso. Femmine Maschi avviamenti avviati 11

12 Le variabili delle analisi dell inserimento occupazionale. Le variabili Dell offerta Le variabili della domanda Il tipo di diploma Il sesso L età Le qualifiche di avviamento Il tipo di contratto applicato Il settore economico di inserimento Le dimensioni conoscitive dell inserimento occupazionale

13 Le variabili dell offerta: il tipo di diploma. maturità linguistica 14 maturità artistica 17 maturità magistrale 24 maturità liceale 52 maturità amministrativa 112 maturità tecnica professionale 127

14 Le variabili dell offerta. I diplomati per sesso. M 45% F 55% 14

15 Le variabili dell offerta. I diplomati per classi di età

16 Sintesi: le variabili dell offerta. Gli inserimenti occupazionali hanno interessato giovani diplomati in tutte le aree disciplinari, con particolare riferimento ai diplomati con maturità tecnico professionale ed amministrativa.

17 Le variabili della domanda: le prime dieci qualifiche di avviamento COMMESSO DI BANCO CAMERIERE PERSONALE DI EDUCATORE MAGAZZINIERE COMMESSO TECNICI INTERMEDI DI COMMESSO DI VENDITA OPERATORE GENERICO CONTABILE D'ORDINE

18 Le variabili della domanda: il tipo di contratto applicato. tempo indeterminato/parziale-20 tempo indeterminato/parziale+20 tempo indeterminato tempo determinato/parziale-20 tempo determinato/parziale+20 tempo determinato contratto formazione/parziale+20 contratto formazione apprendistato/parziale-20h apprendistato/parziale+20h apprendistato

19 Il tipo di settore economico di inserimento professionale. Trasporti marittimi Studi professionali servizi pubblico impiego Industria-Artigianato credito Commercio Alberghi- turismo agricoltura

20 Sintesi: le variabili della domanda La domanda ha interessato, sia pure con intensità diverse, plurime qualifiche professionali: il contabile d ordine e l operatore generico di produzione sono le più richieste. I tipi di contratto maggiormente applicati sono l apprendistato ed il tempo indeterminato. I settori economici di maggior inserimento occupazionale sono il commercio e l industria - l artigianato.

21 Le dimensioni conoscitive dell inserimento occupazionale. Il tipo di diploma Il sesso 21

22 e dimensioni dell analisi dell inserimento occupazionale: il tipo di diploma Tipo diploma di maturità Qualifiche vviamento Linguistica Artistica Settore Inseri mento Magistrale Liceale Ammini strativa Professionale

23 Diplomati maturità tecnico professionale per le prime dieci qualifiche e per settore. CUOCO COMMESSO SPECIALIZZATO COMMESSO DI BANCO BARISTA TECNICI INTERMEDI DI UFFICIO ELETTRICISTA COMMESSO DI VENDITA COMMESSO CONTABILE D'ORDINE OPERATORE GENERICO DI PRODUZIONE Industria-Artigianato Commercio Trasporti marittimi Alberghi- turismo agricoltura pubblico impiego servizi Studi professionali

24 Diplomati maturità tecnico professionale per le prime dieci qualifiche e per settore. CUOCO COMMESSO SPECIALIZZATO COMMESSO DI BANCO BARISTA TECNICI INTERMEDI DI UFFICIO ELETTRICISTA COMMESSO DI VENDITA COMMESSO CONTABILE D'ORDINE OPERATORE GENERICO DI PRODUZIONE Industria-Artigianato Commercio Trasporti marittimi Alberghi- turismo agricoltura pubblico impiego servizi Studi professionali

25 Diplomati maturità amministrativa per le prime dieci qualifiche e per settore. ADD. AMMINISTRAZIONE PERSONALE DI SEGRETERIA OPERATORE DI COMPUTER COMMESSO CONTABILE DI CONCETTO MAGAZZINIERE COMMESSO DI VENDITA OPERATORE GENERICO DI PRODUZIONE TECNICI INTERMEDI DI UFFICIO CONTABILE D'ORDINE Alberghi- turismo Studi professionali Industria-Artigianato Commercio Trasporti marittimi servizi credito pubblico impiego

26 Diplomati maturità liceale per le prime dieci qualifiche e per settore. ADD. AI SERVIZI DI PERSONALE DI SEGRETERIA MAGAZZINIERE LOGOPEDISTA EDUCATORE CONTABILE DI CONCETTO TECNICI INTERMEDI DI COMMESSO DI VENDITA OPERATORE GENERICO DI CONTABILE D'ORDINE Industria-Artigianato Studi professionali agricoltura Alberghi- turismo Commercio credito pubblico impiego servizi Trasporti marittimi

27 Diplomati maturità magistrale per le prime dieci qualifiche professionali e per settore. CUOCO COMMESSO CASSIERE CAMERIERE DI SALA AIUTO BARMAN MAESTRA D'ASILO CONTABILE D'ORDINE CAMERIERE EDUCATORE COMMESSO DI VENDITA 0 0,5 1 1,5 2 2,5 3 3,5 4 Alberghi- turismo Commercio Industria-Artigianato pubblico impiego servizi

28 Diplomati maturità artistica per le prime dieci qualifiche professionali e per settore. CASSIERE CAMERIERE AI PIANI CAMERIERE BARISTA ASSISTENTE DENTISTA ADD. ALLA PIEGATRICE TIPOGRAFICA OPERATORE GENERICO DI DECORATORE EDILE CONTABILE D'ORDINE COMMESSO DI VENDITA 0 0,2 0,4 0,6 0,8 1 1,2 1,4 1,6 1,8 2 agricoltura Alberghi- turismo Commercio Industria-Artigianato pubblico impiego Studi professionali

29 Diplomati maturità linguistica per le prime dieci qualifiche professionali e per settore RESPONSABILE SERVIZI PRENOTAZIONE COMMESSO SPECIALIZZATO COMMESSO DI BANCO CENTRALINISTA TELEFONICO CAMERIERE DI SALA TECNICI INTERMEDI DI UFFICIO COMMESSO DI VENDITA CONTABILE D'ORDINE 0 0,5 1 1,5 2 2,5 3 3,5 4 4,5 5 Alberghi- turismo Commercio credito Industria-Artigianato Trasporti marittimi

30 Le dimensioni conoscitive dell inserimento occupazionale per genere Sesso Qualifiche vviamento Maschi Femmine Settore Inseri mento

31 Le dimensioni conoscitive dell inserimento occupazionale per genere: maschi. CARRELLISTA DI CANTIERE CARPENTIERE COMMESSO DI BANCO AUTISTA TECNICI INTERMEDI DI UFFICIO ELETTRICISTA COMMESSO DI VENDITA MAGAZZINIERE CONTABILE D'ORDINE OPERATORE GENERICO DI PRODUZIONE Industria-Artigianato Commercio Trasporti marittimi agricoltura Alberghi- turismo credito pubblico impiego servizi Studi professionali

32 Le dimensioni conoscitive dell inserimento occupazionale per genere: femmine. COMMESSO SPECIALIZZATO EDUCATORE CONTABILE DI CONCETTO CAMERIERE P ERS ONALE DI S EGRETERIA OPERATORE GENERICO DI PRODUZIONE COMMESSO TECNICI INTERMEDI DI UFFICIO COMMESSO DI VENDITA CONTABILE D'ORDINE Alberghi- t urismo Commercio St udi prof essionali Industria-Artigianato se r v i z i credito Trasport i marit t imi pubblico impiego

33 La mappa dell inserimento occupazionale dei diplomati in età anni. Domanda di professionalità soddisfatta dalle competenze specialistiche acquisite nel percorso scolastico. Si tratta di una domanda di nicchia di tipo tradizionale in cui sussiste una coerenza fra titolo di studio conseguito ed inserimento occupazionale. correlazione fra titolo di Domanda di professionalità soddisfatta dalle competenze trasversali acquisite nel percorso scolastico. Si tratta di una domanda diffusa di tipo tradizionale in cui non esiste una diretta studio ed inserimento occupazionale.

Rizzieri Stefania Marzo 2007

Rizzieri Stefania Marzo 2007 Rizzieri Stefania Marzo 2007 1 Provincia di Savona. Settore Politiche del Lavoro e Sociali. Osservatorio del Mercato del Lavoro Obiettivi dell indagine Fornire alcune informazioni sulle performance occupazionali

Dettagli

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' immutate le proprie caratteristiche: prevalenza della. trentenni iscritti (30,56%),

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' immutate le proprie caratteristiche: prevalenza della. trentenni iscritti (30,56%), Marzo 2009 I flussi delle iscrizioni: Ancora in crescita il numero di coloro che si rivolgono ai tre centri per l impiego in cerca di occupazione. Lo stock di fine mese si attesta a 15.322 unità in crescita

Dettagli

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per FEBBRAIO 2009 I flussi delle iscrizioni: In aumento, nel mese di febbraio, il numero degli iscritti presso i tre centri per l impiego provinciali (14.975 unità). La variazione percentuale degli iscritti

Dettagli

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta!

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta! Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado Orientarsi in un mondo indeterminato vuol dire accettare il carattere paradossale della vita, fare delle scelte, consapevoli del loro

Dettagli

IL FENOMENO DELL APPRENDISTATO NELLA PROVINCIA DI MILANO

IL FENOMENO DELL APPRENDISTATO NELLA PROVINCIA DI MILANO SviluppoLavoroOrganizzazione IL FENOMENO DELL APPRENDISTATO NELLA PROVINCIA DI MILANO Analisi dei dati dei PIP al 30 ottobre 2009 Milano, 20 novembre 2009 Via S. Tomaso, 10, Milano 2 Nota metodologica

Dettagli

I percorsi post-diploma dei giovani pratesi.

I percorsi post-diploma dei giovani pratesi. Provincia di Prato I percorsi post-diploma dei giovani pratesi. Un analisi quantitativa attraverso i dati degli archivi amministrativi OSP e IDOL Paolo Sambo (Asel srl) Palazzo Vestri, 4 novembre 2011

Dettagli

Cuoco qualificato (13) CC2000. 3 D Licenza di scuola elementare e pluriennale esperienza professionale nel settore.

Cuoco qualificato (13) CC2000. 3 D Licenza di scuola elementare e pluriennale esperienza professionale nel settore. INFORMAZIONI Liste di chiamata per le assunzioni a tempo determinato Elenco dei profili professionali e relativi requisiti per l accesso REQUISITI PER L ACCESSO PROFILI PROFESSIONALI Qualifica di funzione

Dettagli

INCONTRO DI ORIENTAMENTO

INCONTRO DI ORIENTAMENTO Centro Territoriale per l Integrazione Treviso Centro Scuola capofila I.P.S.S.C.T. F. BESTA TREVISO INCONTRO DI ORIENTAMENTO Treviso, 28 novembre 2007 ORDINAMENTO SCOLASTICO Legge 17 maggio 1999, n. 144

Dettagli

PROSPETTIVE FUTURE PER SCELTE CONSAPEVOLI. La chiave per il tuo futuro

PROSPETTIVE FUTURE PER SCELTE CONSAPEVOLI. La chiave per il tuo futuro PROSPETTIVE FUTURE PER SCELTE CONSAPEVOLI La chiave per il tuo futuro IMPEGNO INFORMAZIONE CURIOSITA RESPONSABILITA PASSIONE RICERCA RESPONSABILITA PASSIONI DA COLTIVARE COLLOCAZIONE SUL TERRITORIO SCELTE

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA cosa è cambiato a partire dall anno scolastico 2010-2011

GUIDA ALLA RIFORMA cosa è cambiato a partire dall anno scolastico 2010-2011 GUIDA ALLA RIFORMA cosa è cambiato a partire dall anno scolastico 2010-2011 LA NUOVA SECONDARIA SUPERIORE I Licei Gli istituti tecnici Gli istituti professionali Offerta formativa più ricca per aumentare

Dettagli

Premessa Convenzione Veneto Lavoro - Università di Padova. Costruzione di LALLA

Premessa Convenzione Veneto Lavoro - Università di Padova. Costruzione di LALLA Convegno Dati e indicatori possibili sull inserimento lavorativo e professionale Relazione: L utilizzo del SILV (sistema informativo lavoro del Veneto) per l analisi degli esiti occupazionali dei laureati

Dettagli

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE

MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO REGIONALE Sintesi dei principali risultati VENETO La domanda di lavoro delle imprese nel II trimestre

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR

SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR MONITORAGGIO TRIMESTRALE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO PROVINCIALE Sintesi dei principali risultati SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR La domanda di lavoro delle imprese nel

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015

COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015 COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015 Lo ha comunicato il presidente Unioncamere Marche Graziano Di Battista, che ha presentato i dati marchigiani dell indagine Excelsior sulla domanda di professioni

Dettagli

C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I

C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I P O S S I BI L I A partire dall anno scolastico 2010/2011, la scuola secondaria di secondo grado avrà un nuovo assetto.

Dettagli

1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile

1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile 1. Ragioneria Indirizzo tradizionale, amministrativo e mercantile Fanno parte di questo gruppo i seguenti titoli: Ragioniere Ragioniere, indirizzo amministrativo- Aziende che assumono I settori coinvolti

Dettagli

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA In questa analisi vengono presi in esame i dati relativi alle comunicazioni obbligatorie pervenute al Sistema Informativo Lavoro

Dettagli

Inserimento professionale dei diplomati universitari

Inserimento professionale dei diplomati universitari 22 luglio 2003 Inserimento professionale dei diplomati universitari Indagine 2002 Nel corso degli ultimi anni l Istat ha rivisitato e notevolmente ampliato il patrimonio informativo sull istruzione e la

Dettagli

La scelta della scuola superiore: che impresa!

La scelta della scuola superiore: che impresa! La scelta della scuola superiore: che impresa! Francesca Pedron Osservatorio Provinciale Mercato del Lavoro Alcuni dei fattori più rilevanti nella scelta della scuola superiore sono: - Utilità della scuola

Dettagli

I.P.S.S.C.T. PROFILI PROFESSIONALI ED OBIETTIVI DELLA SCUOLA

I.P.S.S.C.T. PROFILI PROFESSIONALI ED OBIETTIVI DELLA SCUOLA I.P.S.S.C.T. PROFILI PROFESSIONALI ED OBIETTIVI DELLA SCUOLA L IPSSCT N. Miraglia offre un percorso formativo che risponde alla vocazione economica di un territorio sempre più interessato allo sviluppo

Dettagli

DOMANDA DI LAVORO E RETRIBUZIONI NELLE IMPRESE ITALIANE RAPPORTO 2010

DOMANDA DI LAVORO E RETRIBUZIONI NELLE IMPRESE ITALIANE RAPPORTO 2010 DOMANDA DI LAVORO E RETRIBUZIONI NELLE IMPRESE ITALIANE RAPPORTO 2010 I fabbisogni professionali e le strategie imprenditoriali per agganciare la ripresa Domenico Mauriello Centro Studi Unioncamere Milano,

Dettagli

Le prospettive di lavoro

Le prospettive di lavoro 12. Le prospettive di lavoro Alla conclusione del corso di studi 34 laureati di primo livello su 100 intendono cercare lavoro e altri 18 lavorano già o hanno comunque trovato un impiego; tra i laureati

Dettagli

I fabbisogni professionali in provincia di Treviso

I fabbisogni professionali in provincia di Treviso I fabbisogni professionali in provincia di Treviso Osservatorio economico e Sociale Camera di Commercio di Treviso 20 novembre 2007 Hanno collaborato alla verifica Adecco Man Power Obiettivo Lavoro Men

Dettagli

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE

5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5DOPO IL DIPLOMA DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ I DIPLOMATI E IL LAVORO LA FAMIGLIA DI ORIGINE 5.1 DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ 82 Sono più spesso le donne ad intraprendere gli studi universitari A partire

Dettagli

Relazione dell Assessore Paolo Magnanensi. Seminario Il Bilancio di Genere nella Provincia di Pistoia. Martedì 7 dicembre 2010

Relazione dell Assessore Paolo Magnanensi. Seminario Il Bilancio di Genere nella Provincia di Pistoia. Martedì 7 dicembre 2010 Assessorato politiche inerenti lo sviluppo sostenibile, l industria, l artigianato, l innovazione produttiva, l università, la scuola, l istruzione, la formazione professionale, coordinamento politiche

Dettagli

GLI ESITI OCCUPAZIONALI DEI CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

GLI ESITI OCCUPAZIONALI DEI CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE GLI ESITI OCCUPAZIONALI DEI CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE L Osservatorio del Mercato del Lavoro della Provincia di Piacenza ha condotto nei mesi scorsi un indagine sugli esiti occupazionali dei corsi

Dettagli

I PERCORSI POST-DIPLOMA DEI GIOVANI PRATESI. Rassegna stampa

I PERCORSI POST-DIPLOMA DEI GIOVANI PRATESI. Rassegna stampa I PERCORSI POST-DIPLOMA DEI GIOVANI PRATESI Rassegna stampa Novembre 2011 PROVINCIA DI PRATO Comunicato stampa Venerdì 4 novembre 2011 I giovani e il lavoro, i percorsi post diploma dei ragazzi

Dettagli

LE PREVISIONI DI ASSUNZIONE DI GIOVANI NEL NORDEST PER IL 2011

LE PREVISIONI DI ASSUNZIONE DI GIOVANI NEL NORDEST PER IL 2011 LE PREVISIONI DI ASSUNZIONE DI GIOVANI NEL NORDEST PER IL Caratteristiche ed evoluzione rispetto al 2010 ed al pre-crisi P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it

Dettagli

Rilevazione del Fabbisogno Formativo del territorio Provinciale 2011

Rilevazione del Fabbisogno Formativo del territorio Provinciale 2011 Provincia di Cosenza Assessorato alla Formazione Professionale e Mercato del Lavoro SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE (Dirigente Avv. Gaetano Pignanelli) Rilevazione del Fabbisogno Formativo del territorio

Dettagli

La scuola Laura Bassi: gli ultimi 50 anni

La scuola Laura Bassi: gli ultimi 50 anni La scuola Laura Bassi: gli ultimi 50 anni Il cambiamento dei nostri studenti QuickTime e un zzare quest'immagine. Bologna, novembre 2010 IL CAMBIAMENTO da ragazze maestre a giovani preparati per i bisogni

Dettagli

ALLEGATO A TRA. la Regione Liguria UNIVERSITÀ DI GENOVA ASSOCIAZIONI SINDACALI ASSOCIAZIONI DATORIALI. di seguito denominate Parti.

ALLEGATO A TRA. la Regione Liguria UNIVERSITÀ DI GENOVA ASSOCIAZIONI SINDACALI ASSOCIAZIONI DATORIALI. di seguito denominate Parti. ALLEGATO A Apprendistato 2013 2015 PERCORSI DI ALTA FORMAZIONE (art. 5 D. Lgs. 14 settembre 2011, n. 167 ) (art. 41 della Legge regionale 11 maggio 2009 n. 18) PROTOCOLLO DI INTESA TRA la Regione Liguria

Dettagli

Studenti e Lavoro Provincia di Lecco

Studenti e Lavoro Provincia di Lecco Studenti e Lavoro Provincia di Lecco Luglio 2010 - Settembre 2012 Osservatorio del Mercato del Lavoro della Provincia di Lecco Rapporto a cura di: Centro di Ricerca Interuniversitario per i Servizi di

Dettagli

L APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE E RICERCA. ai sensi dell art. 5 D. Lgs 167/2011. Prof. Renata Livraghi Università di Parma

L APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE E RICERCA. ai sensi dell art. 5 D. Lgs 167/2011. Prof. Renata Livraghi Università di Parma L APPRENDISTATO DI ALTA FORMAZIONE E RICERCA ai sensi dell art. 5 D. Lgs 167/2011 1 Cos è l apprendistato? E un contratto di lavoro a tempo indeterminato, finalizzato alla formazione e all occupazione

Dettagli

cinziadue@libero.it MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE DOCENTE DI SCUOLA PRIMARIA

cinziadue@libero.it MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE DOCENTE DI SCUOLA PRIMARIA F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CINZIA PUCELLO E-mail Nazionalità cinziadue@libero.it italiana Data di nascita 05/12/1964 NOME E INDIRIZZO DEL

Dettagli

Posti messi a concorso Profilo professionale/qualifica Numero Cat. Requisiti di accesso

Posti messi a concorso Profilo professionale/qualifica Numero Cat. Requisiti di accesso POSTI DA COPRIRE MEDIANTE CONCORSO PUBBLICO O SELEZIONE IN CONFORMITA AL PIANO PROGRAMMATICO DELLE ASSUNZIONI APPROVATO CON DELIBERAZIONI DI G.C. N.632 DEL 04.11.2002 Posti messi a concorso Dirigente Settore

Dettagli

GLI ESITI OCCUPAZIONALI DELLA FORMAZIONE AL LAVORO

GLI ESITI OCCUPAZIONALI DELLA FORMAZIONE AL LAVORO GLI ESITI OCCUPAZIONALI DELLA FORMAZIONE AL LAVORO L indagine sugli esiti occupazionali dei corsi di formazione ha preso in considerazione i corsi Nof del biennio 2002/2003 e i post-diploma del 2003, analizzando

Dettagli

Diplomati tecnici e professionali a Prato

Diplomati tecnici e professionali a Prato Provincia di Prato Diplomati tecnici e professionali a Prato Esiti occupazionali e propensione a proseguire gli studi dei giovani pratesi con diploma tecnico e professionale Paolo Sambo (F.I.L. srl) Prato,

Dettagli

- Istruzione: un dovere e un diritto - A scuola fino a 16 anni

- Istruzione: un dovere e un diritto - A scuola fino a 16 anni Indice L obbligo di istruzione - La scuola, oggi - Istruzione: un dovere e un diritto - A scuola fino a 16 anni - Dopo la terza media - Cosa scegliere? - L istruzione liceale - L istruzione tecnica - L

Dettagli

Provincia di Savona. Servizio Politiche del Lavoro e Sociali. Osservatorio del mercato del lavoro della Provincia di Savona.

Provincia di Savona. Servizio Politiche del Lavoro e Sociali. Osservatorio del mercato del lavoro della Provincia di Savona. RELAZIONE GENERALE SULLA SITUAZIONE DEL TERRITORIO PROVINCIALE. IL MERCATO DEL LAVORO NEL CORSO DEL SECONDO SEMESTRE 00. Sr/AA INDICE. Il mercato del lavoro nel corso del secondo semestre 00..Occupazione

Dettagli

VetrinaLavoro. Esempi annunci lavoro nel settore turistico

VetrinaLavoro. Esempi annunci lavoro nel settore turistico Esempi annunci lavoro nel settore turistico vembre 2015 Premessa Ad integrazione della Guida alla pubblicazione degli annunci sulla Vetrina Lavoro dell Agenzia regionale per il lavoro si propongono a titolo

Dettagli

PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014

PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014 PROGETTO EXCELSIOR ANNO 2014 Le previsioni occupazionali delle cooperative e delle imprese sociali nella Provincia di Bologna. Dati di consuntivo 2013 A cura di: Alessandro De Felice Ufficio Statistica

Dettagli

Il differenziale retributivo in Europa

Il differenziale retributivo in Europa Il differenziale retributivo in Europa Il differenziale retributivo di genere gender pay gap, misura la differenza relativa alle retribuzioni delle donne e degli uomini, ovvero il risultato delle discriminazioni

Dettagli

GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE

GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE GLI INDIRIZZI DELL ISTRUZIONE PROFESSIONALE Il secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione è costituito dai percorsi quinquennali dell istruzione secondaria superiore (licei, istituti

Dettagli

I nuovi Istituti Professionali

I nuovi Istituti Professionali I nuovi Istituti Professionali Regolamento recante norme concernenti il riordino degli Istituti professionali ai sensi dell articolo 64, comma 4, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla

Dettagli

4I LAUREATI E IL LAVORO

4I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO Meno disoccupati tra i laureati oltre i 35 anni La formazione universitaria resta un buon investimento e riduce il rischio di disoccupazione: la percentuale

Dettagli

La condizione dei diplomati in Provincia di Lecco a due anni dal diploma. Luglio 2008 Aprile 2010

La condizione dei diplomati in Provincia di Lecco a due anni dal diploma. Luglio 2008 Aprile 2010 La condizione dei diplomati in Provincia di Lecco a due anni dal diploma Luglio 2008 Aprile 2010 Maggio 2010 1 Il presente documento ed i dati rilevati sono di proprietà della Provincia di Lecco Impostazione,

Dettagli

Nome MAGGI ISA Indirizzo VIA PO 42 27010 LINAROLO (PV) Telefono 0382/486016 cell 366 2554736 Fax 0382/486010 E-mail Isa.maggi@tin.

Nome MAGGI ISA Indirizzo VIA PO 42 27010 LINAROLO (PV) Telefono 0382/486016 cell 366 2554736 Fax 0382/486010 E-mail Isa.maggi@tin. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MAGGI ISA Indirizzo VIA PO 42 27010 LINAROLO (PV) Telefono 0382/486016 cell 366 2554736 Fax 0382/486010 E-mail

Dettagli

Dopo il diploma: tra università e lavoro. Osservatorio del Mercato del Lavoro della Provincia di Lecco

Dopo il diploma: tra università e lavoro. Osservatorio del Mercato del Lavoro della Provincia di Lecco Dopo il diploma: tra università e lavoro Osservatorio del Mercato del Lavoro della Provincia di Lecco Rapporto a cura del CRISP, Centro di ricerca interuniversitario per i servizi di pubblica utilità.

Dettagli

LA RIFORMA della SCUOLA SUPERIORE

LA RIFORMA della SCUOLA SUPERIORE LA RIFORMA della SCUOLA SUPERIORE Fonti: www.istruzione.it www.venetolavoro.it/sopralamediaweb/web/index/home Il diritto-dovere all istruzione e alla formazione Il SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO si articola

Dettagli

Provincia di Imperia

Provincia di Imperia REGIONE LIGURIA Provincia di Imperia Assessorato alla Formazione Professionale, Sviluppo occupazionale e Servizi per l impiego Settore Politiche attive per il lavoro, Formazione professionale, Servizi

Dettagli

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 27 marzo 2006 La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 Ufficio della comunicazione Tel. + 39 06 4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. +

Dettagli

FAMIGLIE: L ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN PROVINCIA DI COMO

FAMIGLIE: L ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN PROVINCIA DI COMO Novembre 2011 UN CONTRIBUTO ALLA SCELTA DI STUDENTI E FAMIGLIE: L ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN PROVINCIA DI COMO Questo breve opuscolo vuole contribuire alla scelta che famiglie

Dettagli

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni (aggiornamento del 4 febbraio 2014) NOTA ALLA LETTURA La tabella sottostante riporta lo

Dettagli

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni (aggiornamento del 13 marzo 2014) NOTA ALLA LETTURA La tabella sottostante riporta lo

Dettagli

ACCORDO. tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. e Regione Lombardia

ACCORDO. tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. e Regione Lombardia ACCORDO tra Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e Regione Lombardia SPERIMENTAZIONE DI PERCORSI FORMATIVI IN APPRENDISTATO PER L ESPLETAMENTO

Dettagli

La formazione tecnica per il lavoro Come cambia e quanto è efficace

La formazione tecnica per il lavoro Come cambia e quanto è efficace La formazione tecnica per il lavoro Come cambia e quanto è efficace Istituito nel 1999 con la legge n. 144/99, il canale della formazione tecnica superiore ha vissuto un articolato processo di adeguamento

Dettagli

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni (aggiornamento del 5 febbraio 2015) NOTA ALLA LETTURA La tabella sottostante riporta lo

Dettagli

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: il prolungamento della gioventù, il ritardo nell accesso

Dettagli

Il settore della logistica e del trasporto merci a Piacenza

Il settore della logistica e del trasporto merci a Piacenza Il settore della logistica e del trasporto merci a Piacenza Nel Registro Imprese della Camera di Commercio di Piacenza nel 2010 erano registrate 1.238 imprese appartenenti al settore dei Trasporti e magazzinaggio

Dettagli

ORIENTAMENTO FORMATIVO INFORMATIVO. pg 1

ORIENTAMENTO FORMATIVO INFORMATIVO. pg 1 ORIENTAMENTO FORMATIVO INFORMATIVO pg 1 TIPOLOGIA DELLA SCUOLA MEDIA Aree disciplinari e diversi percorsi di studio Conoscenza di sé le proprie attitudini il proprio modo di porsi nei confronti dell impegno

Dettagli

Orientamento per i genitori e per gli alunni delle terze classi degli Istituti di Istruzione secondaria di primo grado

Orientamento per i genitori e per gli alunni delle terze classi degli Istituti di Istruzione secondaria di primo grado Centro per l Impiego di Casarano Orientamento per i genitori e per gli alunni delle terze classi degli Istituti di Istruzione secondaria di primo grado dr. Fernando Scozzi Responsabile del C.p.I. L interrogativo

Dettagli

Orientamento a.s. 2015-16

Orientamento a.s. 2015-16 Settore Finanze, economato, formazione, lavoro, programmazione scolastica e politiche sociali -Sportello Orientagiovani- Orientamento a.s. 2015-16 1 dalla strategia di Lisbona a Europa 2020 Obbligo istruzione

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI

PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI PER AFFRONTARE LA CRISI OCCUPAZIONALE DEI GIOVANI AGENZIA DEL LAVORO COMMISSIONE PROVINCIALE PER L IMPIEGO 1. LA CONDIZIONE GIOVANILE SUL MERCATO DEL LAVORO IN PROVINCIA DI TRENTO

Dettagli

REQUISITI PROFESSIONALI

REQUISITI PROFESSIONALI REQUISITI PROFESSIONALI per l'esercizio dell'attività di commercio o di somministrazione di generi alimentari d.lgs. 59/2010 art. 71 c. 6 RISOLUZIONI MINISTERIALI TITOLO DI STUDIO ABILITANTE RISOLUZIONI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015

COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015 COMUNICATO STAMPA N. 19 DEL 18 SETTEMBRE 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Lo ha comunicato il presidente Unioncamere Marche Graziano Di Battista, che ha presentato i dati marchigiani dell indagine

Dettagli

4I LAUREATI E IL LAVORO

4I LAUREATI E IL LAVORO 4I LAUREATI E IL LAVORO 4 I LAUREATI E IL LAVORO La laurea riduce la probabilità di rimanere disoccupati dopo i 35 anni L istruzione si rivela sempre un buon investimento a tutela della disoccupazione.

Dettagli

GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 30 NOVEMBRE

GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 30 NOVEMBRE GARANZIA GIOVANI RAPPORTO DI REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DALLA DATA DI AVVIO AL 3 NOVEMBRE 215 SOMMARIO Dall adesione alla presa in carico - Focus 1, 2 e 3 Distribuzione delle prese in carico per fascia

Dettagli

Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro

Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro www.fareapprendistato.it, 19 dicembre 2011 Un Repertorio delle professioni da cui ripartire per allineare domanda e offerta di lavoro di Francesca Fazio Uno dei principali problemi del mercato del lavoro

Dettagli

ORIENTAMENTO PERCHE ORIENTA LE TUE IDEE

ORIENTAMENTO PERCHE ORIENTA LE TUE IDEE ORIENTAMENTO PERCHE A cosa mi serve? per valutare e scegliere percorsi formativi e/o lavorativi per scegliere bene e in modo motivato e consapevole in base ai propri interessi e alle proprie aspettative

Dettagli

Domanda di partecipazione (va rivolta a tutti i richiedenti)

Domanda di partecipazione (va rivolta a tutti i richiedenti) INVESTIAMO PER IL VOSTRO FUTURO Giunta Regionale-Direzione Formazione Domanda di partecipazione (va rivolta a tutti i richiedenti) Richiesta di partecipazione e dati anagrafici...l... sottoscritto/a......

Dettagli

(Testo coordinato con le modifiche e le integrazioni di cui alla L.R. 20 febbraio 2014, n. 5) CAPO I Principi generali

(Testo coordinato con le modifiche e le integrazioni di cui alla L.R. 20 febbraio 2014, n. 5) CAPO I Principi generali Legge regionale 18 dicembre 2013, n. 53 Disciplina del Sistema Regionale dell Istruzione e Formazione Professionale. (BUR n. 24 del 16 dicembre 2013, supplemento straordinario n. 6 del 27 dicembre 2013)

Dettagli

Unione europea Fondo sociale europeo. Newsletter n 2 Novembre 2006 IL PERCORSO PER LA DEFINIZIONE DELL AGENDA LOCALE DELLE DONNE

Unione europea Fondo sociale europeo. Newsletter n 2 Novembre 2006 IL PERCORSO PER LA DEFINIZIONE DELL AGENDA LOCALE DELLE DONNE Newsletter n 2 Novembre 2006 IL PERCORSO PER LA DEFINIZIONE DELL AGENDA LOCALE DELLE DONNE Il percorso per la definizione dell Agenda Locale delle Donne Per redigere l Agenda Locale i Tavoli Territoriali

Dettagli

STATO DI FATTO E DINAMICHE

STATO DI FATTO E DINAMICHE STATO DI FATTO E DINAMICHE Veneto e Treviso. Unità locali del totale economia DINAMICA RECENTE DEL TOTALE ECONOMIA ( numero indice 2012=100 ) VARIAZIONE PER MACROSETTORE 2012 2014 TREVISO 100,5 100 99,5

Dettagli

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni (aggiornamento del 29 ottobre 2014) NOTA ALLA LETTURA La tabella sottostante riporta lo

Dettagli

Comunicato Stampa Mantova, 18 febbraio 2014 I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE PER IL PRIMO TRIMESTRE 2014

Comunicato Stampa Mantova, 18 febbraio 2014 I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE PER IL PRIMO TRIMESTRE 2014 Comunicato Stampa Mantova, 18 febbraio 2014 I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE PER IL PRIMO TRIMESTRE 2014 Il Servizio Informazione e Promozione Economica della Camera di Commercio di Mantova rende

Dettagli

Monitoraggio Statistico dell'inserimento occupazionale dei Laureati del Polo universitario vicentino

Monitoraggio Statistico dell'inserimento occupazionale dei Laureati del Polo universitario vicentino Monitoraggio Statistico dell'inserimento occupazionale dei Laureati del Polo universitario vicentino CONFERENZA STAMPA Vicenza, mercoledì 19 dicembre 2012 Dipartimento di Biomedicina Comparata e Alimentazione

Dettagli

28/3/2015 Alma Diploma: scheda

28/3/2015 Alma Diploma: scheda Anno di Indagine: ultimi 3 anni tipo di diploma : qualsiasi : qualsiasi Scuola : qualsiasi indirizzo del corso : qualsiasi diploma : qualsiasi Legenda: * dato non visualizzato perché riferito ad un collettivo

Dettagli

PROVINCIA DI TORINO Le attività di formazione professionale per cittadini migranti finanziate dalla Provincia di Torino nel 2007

PROVINCIA DI TORINO Le attività di formazione professionale per cittadini migranti finanziate dalla Provincia di Torino nel 2007 PROVINCIA DI TORINO Le attività di formazione professionale per cittadini migranti finanziate dalla Provincia di Torino nel 2007 Anche per il 2007 la Provincia di Torino, Servizio Formazione Professionale,

Dettagli

GLI STUDENTI TRENTINI E IL LORO FUTURO Trento, 6 marzo 2015

GLI STUDENTI TRENTINI E IL LORO FUTURO Trento, 6 marzo 2015 GLI STUDENTI TRENTINI E IL LORO FUTURO Trento, 6 marzo 2015 Nella scuola oggi e nella società domani ANTONIO SCHIZZEROTTO FBK-IRVAPP e Università di Trento Uno sguardo sull istruzione secondaria in Trentino

Dettagli

SCUOLA MEDIA STATALE G. PUECHER - ERBA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCELTE E PERCORSI DOPO LA TERZA MEDIA

SCUOLA MEDIA STATALE G. PUECHER - ERBA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCELTE E PERCORSI DOPO LA TERZA MEDIA SCUOLA MEDIA STATALE G. PUECHER - ERBA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCELTE E PERCORSI DOPO LA TERZA MEDIA 1 LA SCUOLA ITALIANA 10 ANNI DI DIRITTO-DOVERE DI FORMAZIONE: dalla SCUOLA PRIMARIA fino a 17 o 18

Dettagli

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni

PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni PROGETTO Pianificazione Operativa Territoriale Apprendistato: ricognizione sullo stato di attuazione nelle Regioni (aggiornamento del 26 febbraio 2014) NOTA ALLA LETTURA La tabella sottostante riporta

Dettagli

Avvio del Sistema Nazionale di Valutazione

Avvio del Sistema Nazionale di Valutazione Avvio del Sistema Nazionale di Valutazione Contributi di approfondimento Seminario residenziale per lo Staff regionale e i Nuclei provinciali Gianna Barbieri 3 4 marzo 2015 Salsomaggiore Terme, Parma Il

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 13 DEL 2 LUGLIO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 13 DEL 2 LUGLIO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 13 DEL 2 LUGLIO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Sono 8.660 le figure professionali che servono al sistema produttivo marchigiano e che le imprese hanno dichiarato di voler

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 24 aprile 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 L Istat ha ricostruito le serie storiche trimestrali e di media annua dal 1977 ad oggi, dei principali aggregati del mercato del lavoro,

Dettagli

L a riforma della Scuola Secondaria di secondo grado

L a riforma della Scuola Secondaria di secondo grado L a riforma della Scuola Secondaria di secondo grado Genova, 9-11 marzo 2010 Mery Serretti Regolamento autonomia Licei, Istituti Tecnici, Istituti Professionali fanno parte dell Istruzione Secondaria

Dettagli

IL LAVORO A CARAGLIO

IL LAVORO A CARAGLIO COMUNE DI CARAGLIO ASSESSORATO alle RISORSE GIOVANILI IL LAVORO A CARAGLIO RICERCA NEI SETTORI INDUSTRIA, COMMERCIO E ARTIGIANATO AGRICOLTURA SERVIZI ALLA PERSONA A cura di: Sandroni Pier Giorgio (resp.

Dettagli

Io lavoro qui. 2008_09. Prospettive di lavoro in Valtellina. Provincia di Sondrio. Società di Sviluppo Locale S.p.A.

Io lavoro qui. 2008_09. Prospettive di lavoro in Valtellina. Provincia di Sondrio. Società di Sviluppo Locale S.p.A. Io lavoro qui. Prospettive di lavoro in Valtellina Provincia di Sondrio Società di Sviluppo Locale S.p.A. 2008_09 Io lavoro qui. L intento del progetto è di creare un modello valtellinese di valorizzazione

Dettagli

Le assunzioni dei lavoratori per figura professionale e Centro per l impiego MONFALCONE

Le assunzioni dei lavoratori per figura professionale e Centro per l impiego MONFALCONE Le assunzioni dei lavoratori per figura professionale e Centro per l impiego MONFALCONE INTRODUZIONE Informare i giovani studenti sulle opportunità che una scelta mirata e consapevole del percorso universitario

Dettagli

Come orientarsi nel Mercato del Lavoro. Alcune indicazioni dall esperienza Passata. Il TERZIARIO a Treviso Valentina Cremona

Come orientarsi nel Mercato del Lavoro. Alcune indicazioni dall esperienza Passata. Il TERZIARIO a Treviso Valentina Cremona I fabbisogni professionali in provincia di Treviso Treviso, 20 novembre 2007 Come orientarsi nel Mercato del Lavoro. Alcune indicazioni dall esperienza Passata. Il TERZIARIO a Treviso Valentina Cremona

Dettagli

Indice delle tavole. Osservatorio sul Mercato del Lavoro della Città di Torino

Indice delle tavole. Osservatorio sul Mercato del Lavoro della Città di Torino AVVIAMENTI E CESSAZIONI DI CONTRATTI INTERINALI NELLE AZIENDE TORINESI (ANNO 2006) Fonte dati: nostre elaborazioni su dati archivi CPI 2006; estrazione dati SILP aprile 2008 Indice delle tavole 1. Avviamenti

Dettagli

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI 1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI 2. PRESENTAZIONE 3. SERVIZI FORNITI E AREE DI INTERVENTO 4. I PRINCIPI FONDAMENTALI 5. TUTELA E VERIFICA 6. DATI DELLA SEDE 1. CHE COS È LA CARTA DEI

Dettagli

Allegato 3_Analisi Questionari CNVSU per la valutazione della didattica_ A.A. 2011-12_per Riesame 2013

Allegato 3_Analisi Questionari CNVSU per la valutazione della didattica_ A.A. 2011-12_per Riesame 2013 Allegato 3_Analisi Questionari CNVSU per la valutazione della didattica_ A.A. 2011-12_per Riesame 2013 Questionari CNVSU di valutazione della didattica (forniti al CdS dal NVA) - Sito web del CdS---Valutazione

Dettagli

ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI

ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI COMPARTO LAVORI D'UFFICIO STUDI PROFESSIONALI AREA PROFESSIONALE Segreteria e area impiegatizia Impiegato d'ordine in genere Segretario Segretario cassa ed amm.ne Impiegato

Dettagli

All. 4 ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI

All. 4 ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI All. 4 ELENCO COMPARTI / AREE PROFESSIONALI COMPARTO LAVORI D'UFFICIO STUDI PROFESSIONALI Segreteria e area impiegatizia Addetto ai lavori di amministrazione e contabilità Addetto all'ufficio tecnico Studi

Dettagli

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE Un progetto per l autonomia l dei giovani: PERCHE I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: Il prolungamento della gioventù Il ritardo nell accesso

Dettagli

I SERVIZI AL LAVORO DEI CENTRI PER L IMPIEGO: PRESELEZIONE E INCONTRO DOMANDA - OFFERTA NEL PRIMO SEMESTRE 2011. (a cura di Donata Orlati)

I SERVIZI AL LAVORO DEI CENTRI PER L IMPIEGO: PRESELEZIONE E INCONTRO DOMANDA - OFFERTA NEL PRIMO SEMESTRE 2011. (a cura di Donata Orlati) I SERVIZI AL LAVORO DEI CENTRI PER L IMPIEGO: PRESELEZIONE E INCONTRO DOMANDA - OFFERTA NEL PRIMO SEMESTRE 2011 (a cura di Donata Orlati) I Centri per l Impiego provinciali, nell ambito dei servizi al

Dettagli

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing

L OFFERTA FORMATIVA. AMMINISTRAZIONE FINANZA MARKETING Articolazione Relazioni Internazionali per il Marketing L OFFERTA FORMATIVA La nostra offerta formativa, alla luce del Regolamento di Riordino dei Cicli approvato dal Consiglio dei Ministri il 4.2.2010, comprende: A. - Settore Economico: Amministrazione, Finanza

Dettagli

IL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO. a.s.2011/2012

IL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO. a.s.2011/2012 IL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO a.s.2011/2012 La Costituzione Italiana Art.10: "L' ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme di diritto internazionale generalmente riconosciute. La condizione

Dettagli

Rapporto di ricerca: L occupazione femminile e maschile nelle imprese altoatesine con oltre 100 dipendenti

Rapporto di ricerca: L occupazione femminile e maschile nelle imprese altoatesine con oltre 100 dipendenti Seminario finale del progetto FSE «Gender pay gap: buone prassi e modelli di sperimentazione (Progetto 2/240/2010) Rapporto di ricerca: L occupazione femminile e maschile nelle imprese altoatesine con

Dettagli

ISCRIZIONI A.S. 2016 2017 ALLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

ISCRIZIONI A.S. 2016 2017 ALLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO M. CALDERINI - G. TUCCIMEI Sede operativa: Via Telemaco Signorini 78, 00125 ROMA

Dettagli