Struttura Semplice Formazione del Personale Azienda ULSS 16 presetazione: Arianna Gionimi. Incontro 23 settembre 2015

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Struttura Semplice Formazione del Personale Azienda ULSS 16 presetazione: Arianna Gionimi. Incontro 23 settembre 2015"

Transcript

1 Struttura Semplice Formazione del Personale Azienda ULSS 16 presetazione: Arianna Gionimi Incontro 23 settembre 2015

2 RIORGANIZZAZIONE INDIVIDUAZIONE REFERENTI E ABILITATI

3 Struttura Semplice Formazione del Personale ULSS 16 Da aprile 2015 la struttura è accreditata come Provider ECM

4 Cambiamento della Cultura Formativa da una visione della formazione legata al singolo evento arricchimento dei singoli all interno delle organizzazioni, con l intenzione di promuovere aree tematiche strategiche per sviluppare e sostenere lo sviluppo dell intero Sistema Socio Sanitario

5 aree tematiche sostenere lo sviluppo sistema socio sanitario La regione veneto ha fornito le LINEE GUIDA (dgrv 1753/2014)

6 AREE TEMATICHE UMANIZZAZIONE DELLE CURE/RELAZIONE/COMUNICAZIONE SICUREZZA DEL PAZIENTE RISK MANAGEMENT SICUREZZA DEGLI OPERATORI NELL AMBIENTE DI LAVORO (T.U. 81/2008) CURE PALLIATIVE E TERAPIA DEL DOLORE (APPLICAZIONE LEGGE 38/2010) INTEGRAZIONE PROFESSIONALE TRA OSPEDALE E TERRITORIO, CON SVILUPPO PDTA (PRIORITARIAMENTE SU BPCO, SCOMPENSO CARDIACO, FIBRILLAZIONE ATRIALE, DIABETE) GESTIONE INTEGRATA DEL PAZIENTE ANZIANO, FRAGILE PLURIPATOLOGICO PROMOZIONE CORRETTI STILI DI VITA ADOZIONE DI LINEE GUIDA EBM SULL EVIDENZA DEI SISTEMI E DEI PROCESSI CLINICO-ASSISTENZIALI CULTURA DEL LAVORO IN TEAM MULTIPROFESSIONALE E ADOZIONE DI MODELLI DI LAVORO IN RETE (AD ESEMPIO NELL INFARTO MIOCARDICO ACUTO, ICTUS, POLITRAUMA, EMERGENZA PEDIATRICA, PARTO) VALORIZZAZIONE E MOTIVAZIONE DELLE RISORSE UMANE AFFIDATE

7 AREE STRATEGICHE AZIENDALI Le proposte delle U.O. sono valutate in ragione delle Strategie Aziendali COMITATO SCIENTIFICO

8 COMITATO SCIENTIFICO Direttore sanitario Coordinatore comitato scientifico Direttore Amministrativo Direttore Servizi Sociali e della funzione territoriale Dirigente Presidio DMO Dirigente Presidio DMO Dirigente Professioni Sanitarie Coordinatore distretti Direttore Dipartimento di Prevenzione Direttore DISM Direttore S.C. SERT Dirigente sociologo Struttura Formazione dott. Domenico Scibetta dott. DomenicoMarchese dott. Maurizio Zanon dott. Alessandro Pigatto dott.ssa Monica Briani dott.ssa Carla Destro dott.ssa Antonella Spanò dott. Gianmaria Gioga dott.ssa Ivana Simoncello prof. Paolo Santonastaso dott. Andrea Vendramin dott.ssa Arianna Gionimi

9 Sistema di gestione delle attività formative FASI DEL PROCESSO Rilevazione del Bisogno Formativo Pianificazione - Programmazione - Progettazione Analisi di Esiti ed Impatto

10 RILEVAZIONE VALUTAZIONE PROGETTAZIONE

11 Rilevazione del Bisogno Formativo nelle Unità Operative in coerenza con le disposizioni regionali Il questionario sarà compilato a cura dei Referenti ed inviato alla Struttura Formazione del Personale entro il 31 ottobre

12 Entro novembre 2015 Piano Formativo Aziendale 2016 Esito della collaborazione con le UO Il PFA deve essere validato dal Comitato Scientifico

13 Parole chiave PROGRAMMAZIONE e PIANIFICAZIONE

14 Valutazione del processo formativo

15 Piano Formativo Piano Formativo per AGENAS: da comunicare entro fine anno ad AGENAS Piano Formativo Aziendale comprende Piano Agenas e altra formazione accreditata o meno

16 Uno sguardo ai dati 2014 Piano Formativo Aziendale Eventi realizzati: 143 Eventi programmati: 53 Eventi non programmati: 90

17 Uno sguardo ai dati 2014 Piano Formativo Agenas Eventi programmati: 18 Eventi effettuati 15 Eventi non effettuati 3

18 Uno sguardo ai dati 2014 Formazione Interna accreditata ECM N presenze partecipazioni ai corsi: 5972 Ore di formazione organizzate: 1480 Crediti ECM erogati: 1344

19 Numero operatori che hanno frequentato corsi esterni 5% 26% 69% 773 Richiedenti Comparto 297 Richiedenti Dir. Medica 53 Richiedenti Dir. STPA

20 Numero eventi esterni a cui hanno partecipato i dipendenti 6% 40% 54% 1730 Corsi Comparto 1268 Corsi Dir. Medica 195 Corsi Dir. STPA

21 Dati primo semestre 2015 Eventi previsti dal PFA 78 Eventi erogati al 30/06 previsti nel PFA 24 non previsti nel PFA 45

22 Cosa cambia 1) La necessità di rilevare il Bisogno Formativo entro il 31/10 per poter proporlo al Comitato Scientifico per l approvazione 2) Dopo l approvazione le UO riceveranno comunicazione dei fondi a disposizione e del Project Manager che li seguirà 3) L impegno delle UO operative ad organizzare i corsi nell arco di tutti i mesi dell anno e non concentrati in un solo periodo

23 Priorità dei prossimi mesi Programmazione delle attività formative Raccolta dei bisogni formativi entro 31 ottobre Elaborazione PFA da parte SS Formazione entro mese novembre Confronto nel Comitato Scientifico entro 15 dicembre Delibera approvazione del piano entro 20 dicembre Comunicazione ai Referenti delle attività inserite a piano primi di gennaio 2016

24 Prospettive Accompagnare i processi di cambiamento Avviare una ricerca sui sistemi di valutazione e ricaduta della formazione

25 ORGANIGRAMMA Dipartimento Risorse Umane e Affari Generali S.C.Amministrazione del Personale Dott.ssa Camilla Boato DIRETTORE S.S. FORMAZIONE del Personale Arianna Gionimi RAPPRESENTANTE LEGALE Direttore Generale Atto di Delega: Arianna Gionimi AREA FORMAZIONE Arianna Gionimi AREA AMMINISTRATIVA Arianna Gionimi PROJECT MANAGER Roberta Minotti Area distretti, territorio e sociale AMMINISTRATIVO Stefania Prandin Referente PROJECT MANAGER Lorenza Petris Area prevenzione e veterinaria PROJECT MANAGER Giuseppe Secco Area emergenze e presidio Piove di Sacco PROJECT MANAGER Marzia Serafini Area presidio OSA, staff e direzioni, Colli e DISM AMMINISTRATIVO Antonella Cortese AMMINISTRATIVO Stefano Boccella

26 BUDGET ANNUO ANNO ,21 STRATEGICO ,10 U.O ,10

27

28 BISOGNI FORMATIVI AZIENDALI RILEVAZIONE Presentazione: Roberta Minotti S.S. Formazione del Personale

29 ANALISI DEI BISOGNI FORMATIVI PRIMA FASE DEL PROCESSO FORMATIVO Definizione del Piano Formativo Aziendale (P.F.A) Programmazione e Progettazione dei singoli eventi S.S. Formazione del Personale

30 SCHEDA RILEVAZIONE BISOGNO FORMATIVO ANNO 2016 Organigramma Aziendale D.G.R.V. n 1753/14 Sviluppo del DIPARTIMENTO Piano di Formazione Regionale STRUTTURA STRUTTURA COMPLESSA COMPLESSA su indirizzo PSSR STRUTTURA STRUTTURA STRUTTURA SEMPLICE SEMPLICE SEMPLICE + Bisogni Formativi specifici SERVIZIO SERVIZIO (max 2 proposte per b.f.) Criteri prescelti S.S. Formazione del Personale

31 Criteri prescelti ECM/NO ECM FORMAZIONE SUL CAMPO/RESIDENZIALE DURATA EVENTO N EDIZIONI PROFESSIONI APERTO AD ESTERNI N PARTECIPANTI PERIODO S.S. Formazione del Personale

32 Scheda Rilevazione Bisogno Formativo 2016 S.S. Formazione del Personale

33 E se. il mancato invio della Scheda di Rilevazione del Bisogno Formativo per anno 2016 compromette la possibilità di realizzare eventi formativi d altra parte si richiede una oculata e pesata scelta delle tematiche oggetto di formazione S.S. Formazione del Personale

34 La nuova Piattaforma Gestionale S.S. Formazione del Personale

35 La nuova Piattaforma Gestionale Nei prossimi mesi la Piattaforma attualmente in uso (Istruendo) verrà dismessa e sostituita dalla nuova Piattaforma GIADA. Non appena la medesima sarà pronta (deve essere adattata alle esigenze della nostra Azienda), si provvederà alla formazione di tutti gli Abilitati e Referenti S.S. Formazione del Personale

36 Il nuovo Portale della Formazione S.S. Formazione del Personale

37 Il nuovo Portale della Formazione Il Portale, già attivo, sarà utilizzato in futuro per: Erogazione di Formazione a Distanza Pubblicazione di materiale e documenti Comunicazioni relative ad eventi o altro S.S. Formazione del Personale

38 QUALITA E FORMAZIONE Presentazione: Marzia Serafini AZIENDA ULSS16 PADOVA PROVIDER n.53 ACCREDITAMENTO STANDARD Ispirato ai principi Legge 22/2002 Sistema Gestione Qualità ISO 9000/2008 Linee Guida per i Manuali di Accreditamento dei Provider, Accordo Stato-Regioni del 5 Novembre 2009 Dgr n.1753 del 29/09/2014

39 QUALITA E FORMAZIONE 1. Scrivi ciò che fai (Procedure e Istruzioni Operative) 2. Fai ciò che hai scritto (Modalità operative) 3. Registra ciò che hai fatto (Evidenze:Fogli firma, questionari, ecc) 4. Conserva ciò che hai registrato (Archiviazione 5 anni)

40 QUALITA E FORMAZIONE PROCEDURE PROVIDER Manuale Qualità Carta dei servizi/standard di prodotto Gestione processo Formazione interna Gestione processo Formazione Esterna Gestione Aule Gestione delle Non Conformità Gestione della documentazione Sviluppo delle competenze Gestione verifiche ispettive

41 QUALITA E FORMAZIONE PROGETTAZIONE Stesura Programma e Progetto secondo linee guida ECM, raccolta conflitto interesse, previsione economica, sede (aula secondo i requisiti Dlgs 81), tempi accreditamento ORGANIZZAZIONE Pubblicazione, iscrizioni (rispetto dei criteri accreditamento) EROGAZIONE Programma e Progetto(rispetto criteri accreditamento), compilazione documentazione ECM (Scheda dati, Prova apprendimento e Questionario Gradimento) VALUTAZIONE Competenze, Indicatori, Rendicontazione, Attestati

42 QUALITA E FORMAZIONE ISTRUZIONI OPERATIVE Gestione di eventi residenziali (RES) Gestione di eventi Formazione sul Campo (FSC) Dossier formativo individuale Gestione attività Formazione Esterna

ORGANIZZAZIONE DIPARTIMENTALE: MODELLI DI INTEGRAZIONE. LA PRESA IN CARICO DELLA PERSONA NEL DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE

ORGANIZZAZIONE DIPARTIMENTALE: MODELLI DI INTEGRAZIONE. LA PRESA IN CARICO DELLA PERSONA NEL DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE PROGRAMMA EVENTO FORMATIVO ORGANIZZAZIONE DIPARTIMENTALE: MODELLI DI INTEGRAZIONE. LA PRESA IN CARICO DELLA PERSONA NEL DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE Rappresentante Legale: ARIANNA GIONIMI Project Manager:

Dettagli

La gestione del comportamento aggressivo nei pazienti e lo stress degli operatori:analisi e strategie di gestione

La gestione del comportamento aggressivo nei pazienti e lo stress degli operatori:analisi e strategie di gestione PROGRAMMA EVENTO FORMATIVO La gestione del comportamento aggressivo nei pazienti e lo stress degli operatori:analisi e strategie di gestione Rappresentante Legale: ARIANNA GIONIMI Project Manager: GIUSEPPE

Dettagli

Dr. Lorenzo Maniaci Dirigente Area Interdipartimentale 7 Formazione e Comunicazione

Dr. Lorenzo Maniaci Dirigente Area Interdipartimentale 7 Formazione e Comunicazione Dr. Lorenzo Maniaci Dirigente Area Interdipartimentale 7 Formazione e Comunicazione Avvio del sistema: le scelte effettuate Accreditamento dei provider, per attuare quanto previsto dall Accordo Stato Regioni

Dettagli

La rete qualità e governo clinico dell'azienda USL di Bologna Dalla formazione ai progetti aziendali

La rete qualità e governo clinico dell'azienda USL di Bologna Dalla formazione ai progetti aziendali III Convention Nazionale GIMBE per le UU.OO. di Staff Dalla Formazione Continua alla Qualità dell'assistenza Sanitaria Bologna, 19 Novembre 2010 La rete qualità e governo clinico dell'azienda USL di Bologna

Dettagli

PREVENIRE È MEGLIO CHE CURARE? STRUMENTI DI PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELLA MALATTIA PSICHICA

PREVENIRE È MEGLIO CHE CURARE? STRUMENTI DI PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELLA MALATTIA PSICHICA PROGRAMMA EVENTO FORMATIVO PREVENIRE È MEGLIO CHE CURARE? STRUMENTI DI PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELLA MALATTIA PSICHICA Rappresentante Legale: ARIANNA GIONIMI Project Manager: ROBERTA MINOTTI Responsabile

Dettagli

QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DEI BISOGNI FORMATIVI

QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DEI BISOGNI FORMATIVI Pagina 1 di 6 QUESTIONARIO PER LA DEI Satagroup srl Provider ECM - MOD.101 1 Pagina 2 di 6 Questo questionario è uno degli strumenti per l analisi delle esigenze formative dei singoli professionisti che,

Dettagli

S.S. FORMAZIONE DEL PERSONALE AGENAS REGIONE VENETO PROVIDER N 53 PROGRAMMA DEL PROGETTO FORMATIVO DI FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC)

S.S. FORMAZIONE DEL PERSONALE AGENAS REGIONE VENETO PROVIDER N 53 PROGRAMMA DEL PROGETTO FORMATIVO DI FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) PROGRAMMA DEL PROGETTO FORMATIVO DI FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) L ORGANIZZAZIONE NEL SERVIZIO: ASPETTI RELAZIONALI E DINAMICHE NELLA COLLABORAZIONE DELLE DIVERSE FIGURE PROFESSIONALI PER MIGLIORARE I PROCESSI

Dettagli

LA PRESA IN CARICO DELLE PERSONE CON AUTISMO IN UN SISTEMA INTEGRATO DI CURA Seconda parte

LA PRESA IN CARICO DELLE PERSONE CON AUTISMO IN UN SISTEMA INTEGRATO DI CURA Seconda parte PROGRAMMA DELL EVENTO FORMATIVO LA PRESA IN CARICO DELLE PERSONE CON AUTISMO IN UN SISTEMA INTEGRATO DI CURA Seconda parte Rappresentante Legale: ARIANNA GIONIMI Project Manager: DONATA ZANELLA Scientifico:

Dettagli

Claudio Costa Tavola rotonda VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE. Sezione Controlli, Governo e Personale Area Sanità e Sociale - Regione del Veneto

Claudio Costa Tavola rotonda VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE. Sezione Controlli, Governo e Personale Area Sanità e Sociale - Regione del Veneto Claudio Costa Tavola rotonda VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE Area Sanità e Sociale - Regione del Veneto Area Sanità e Sociale - Regione del Veneto 2 Area Sanità e Sociale - Regione del Veneto 3 Medici

Dettagli

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SS.CC. IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE, IGIENE ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE, SANITA ANIMALE E IGIENE DEGLI ALLEVAMENTI

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SS.CC. IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE, IGIENE ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE, SANITA ANIMALE E IGIENE DEGLI ALLEVAMENTI DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SS.CC. IGIENE ALIMENTI E NUTRIZIONE, IGIENE ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE, SANITA ANIMALE E IGIENE DEGLI ALLEVAMENTI EVENTO FORMATIVO RESIDENZIALE IMPLEMENTAZIONE DEL SISTEMA

Dettagli

SCHEDA PROGETTAZIONE FORMAZIONE SUL CAMPO (TIPOLOGIA B) (Attività di ricerca)

SCHEDA PROGETTAZIONE FORMAZIONE SUL CAMPO (TIPOLOGIA B) (Attività di ricerca) (Attività di ricerca) Far pervenire al Servizio Valorizzazione Risorse umane la documentazione debitamente compilata 45 giorni prima l inizio del corso, in FORMATO FILE e cartaceo. Titolo del progetto

Dettagli

RUOLO DELLE SOSTANZE STUPEFACENTI NELLA SLATENTIZZAZIONE DEI DISTURBI DELLO SPETTRO PSICOTICO NEI GIOVANI E RELATIVO TRATTAMENTO FARMACOLOGICO MIRATO

RUOLO DELLE SOSTANZE STUPEFACENTI NELLA SLATENTIZZAZIONE DEI DISTURBI DELLO SPETTRO PSICOTICO NEI GIOVANI E RELATIVO TRATTAMENTO FARMACOLOGICO MIRATO PROGRAMMA EVENTO FORMATIVO RUOLO DELLE SOSTANZE STUPEFACENTI NELLA SLATENTIZZAZIONE DEI DISTURBI DELLO SPETTRO PSICOTICO NEI GIOVANI E RELATIVO TRATTAMENTO FARMACOLOGICO MIRATO Rappresentante Legale: ARIANNA

Dettagli

PADOVA. giornate formative PROGETTO REGIONE VENETO. 2, 14 Dicembre. 21 Dicembre. Hotel Grand Italia. Centro Medico Culturale G.

PADOVA. giornate formative PROGETTO REGIONE VENETO. 2, 14 Dicembre. 21 Dicembre. Hotel Grand Italia. Centro Medico Culturale G. PADOVA 2, 14 Dicembre Hotel Grand Italia 2015 giornate formative PROGETTO REGIONE VENETO 21 Dicembre Centro Medico Culturale G. Marani GLI INCONTRI L ultimo Patto per la Salute prevede l adozione di strumenti

Dettagli

IL SISTEMA DI EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA

IL SISTEMA DI EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA IL SISTEMA DI EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA Immagine piedoni Trento, 13 dicembre 2006 www.ecmtrento.it Gli attori del sistema provinciale ECM Deliberazione della Giunta provinciale n. 579/2002 e s.m

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

CURRICULUM VITAE. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARTINELLI LOREDANA Data di nascita 17.09.1951 Qualifica Dirigente medico Amministrazione ULSS n. Bussolengo VR Incarico attuale Responsabile Struttura complessa

Dettagli

MASTER universitario di II livello in FUNZIONI DIRETTIVE e GESTIONE dei SERVIZI SANITARI. Programma generale

MASTER universitario di II livello in FUNZIONI DIRETTIVE e GESTIONE dei SERVIZI SANITARI. Programma generale all.1 MASTER universitario di II livello in FUNZIONI DIRETTIVE e GESTIONE dei SERVIZI SANITARI Programma generale Il Master Universitario di II livello in Funzioni Direttive e Gestione dei Servizi Sanitari

Dettagli

Survey con televoter Le UU.OO. di Staff Formazione e Qualità nelle Aziende Sanitarie

Survey con televoter Le UU.OO. di Staff Formazione e Qualità nelle Aziende Sanitarie III Convention Nazionale per le UU.OO di Staff Dalla Formazione Continua alla Qualità dell'assistenza Sanitaria Bologna, 19 novembre 2010 Survey con televoter Le UU.OO. di Staff Formazione e Qualità nelle

Dettagli

PROCEDURA GESTIONE PROGETTO DI FORMAZIONE SUL CAMPO

PROCEDURA GESTIONE PROGETTO DI FORMAZIONE SUL CAMPO REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE REDAZIONE VERIFICA APPROVAZIONE GPROF RGQ DIR STATO DELLE REVISIONI Nr. Data Redazione Aggiornamento Verifica Approvazione Modifiche apportate 0 13/05/2005 RGQ GEPROF

Dettagli

Survey con televoter Le UU.OO. di Staff Formazione e Qualità nelle Aziende Sanitarie

Survey con televoter Le UU.OO. di Staff Formazione e Qualità nelle Aziende Sanitarie III Convention Nazionale per le UU.OO di Staff Dalla Formazione Continua alla Qualità dell'assistenza Sanitaria Bologna, 19 novembre 2010 Survey con televoter Le UU.OO. di Staff Formazione e Qualità nelle

Dettagli

DECENNALE FORMAZIONE ASS n. 4 Medio Friuli

DECENNALE FORMAZIONE ASS n. 4 Medio Friuli DECENNALE FORMAZIONE 2004-2014 ASS n. 4 Medio Friuli FORMAZIONE, SVILUPPO e SOSTENIBILITA Paola Ponton David Turello 10 anni e poi Udine, 28 ottobre 2014 1 L ospedale di rete: Anche le formiche nel loro

Dettagli

Esperienza professionale. Dal 1 febbraio 2015 al 31 dicembre 2019 CHIARA BOVO ITALIANA. Cadoneghe (PD) BVOCHR62L46G224A.

Esperienza professionale. Dal 1 febbraio 2015 al 31 dicembre 2019 CHIARA BOVO ITALIANA. Cadoneghe (PD) BVOCHR62L46G224A. Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome / Cognome CHIARA BOVO Cittadinanza ITALIANA Data di nascita 06.07.1962 Luogo di Residenza Cadoneghe (PD) E-mail mcq142002@yahoo.it C.F. BVOCHR62L46G224A

Dettagli

Azienda Policlinico Umberto I. Settore Formazione Provider Nazionale per la Formazione ECM n 545

Azienda Policlinico Umberto I. Settore Formazione Provider Nazionale per la Formazione ECM n 545 Azienda Policlinico Umberto I Settore Formazione Provider Nazionale per la Formazione ECM n 545 Roma, 17 giugno 2011 Azienda Policlinico Umberto I L Azienda Policlinico Umberto I, è volta alla programmazione

Dettagli

Il malato terminale nell Ospedale Generale: aspetti psicologici e relazionali che coinvolgono il paziente, i suoi parenti, gli operatori

Il malato terminale nell Ospedale Generale: aspetti psicologici e relazionali che coinvolgono il paziente, i suoi parenti, gli operatori REGIONE PUGLIA AZIENDA OSPEDALIERO - UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE Il malato terminale nell Ospedale Generale: aspetti

Dettagli

integrazione operativa in una ottica di sinergia strategica nella AUSL della Romagna.

integrazione operativa in una ottica di sinergia strategica nella AUSL della Romagna. PER OPERATORI DEL SERVIZIO PUBBLICO E DEL PRIVATO SOCIALE ACCREDITATO E Cesena 24 settembre 2015 11 febbraio 2016 Mission: Temi: Obiettivi: Target: Favorire cura ed ascolto nella riabilitazione per Progetti

Dettagli

IO.10 INDICE. II^ emissione. approvazione DIRETTORE. verifica RSGQ DIRETTIVO ISTRUZIONE OPERATIVA COME SI PROGETTA UN CORSO

IO.10 INDICE. II^ emissione. approvazione DIRETTORE. verifica RSGQ DIRETTIVO ISTRUZIONE OPERATIVA COME SI PROGETTA UN CORSO : 1 di 5 INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. TERMINOLOGIA ED ABBREVIAZIONI 4. RESPONSABILITÀ 5. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ 6. RIFERIMENTI 7. ARCHIVIAZIONE 8. ALLEGATI 9. APPARECCHIATURE 10. DISTRIBUZIONE

Dettagli

La Prevenzione del Rischio da Movimentazione dei Pazienti

La Prevenzione del Rischio da Movimentazione dei Pazienti Pagina 1 di 5 Indice 1 Scopo e campo d applicazione 2 2 Riferimenti 2 3 Definizioni e acronimi 2 4 Responsabilità 2 5 Modalità operative 2 6 Archiviazione 5 7 Allegati 5 PROPOSTO DA: Servizio di Prevenzione

Dettagli

Questionario Fabbisogno Formativo anno 2016

Questionario Fabbisogno Formativo anno 2016 Scheda A ( Modalità Formative) Questionario Fabbisogno Formativo anno 2016 Destinatario: Direttore dell U.O FIRMA Coordinatore dell U.O. FIRMA Data Compilare e restituire a: Ufficio Formazione - Dott.ssa

Dettagli

Delibera del Direttore Generale n del 30/12/2014. Oggetto: Piano di attività biennale per la gestione del rischio clinico,

Delibera del Direttore Generale n del 30/12/2014. Oggetto: Piano di attività biennale per la gestione del rischio clinico, Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 Delibera del

Dettagli

Il sottoscritto Dr Claudio Rasetto, consapevole della responsabilità penale cui può andare incontro in caso di dichiarazioni mendaci, ai sensi e per gli effetti dell art.76 del D.P.R. 445/2000, dichiara

Dettagli

DESCRIZIONE DEL PROGETTO E MOTIVAZIONI DELLA RILEVANZA FORMATIVA

DESCRIZIONE DEL PROGETTO E MOTIVAZIONI DELLA RILEVANZA FORMATIVA Provider n. 31 Titolo del Corso: MODELLI E METODI DI INSERIMENTO LAVORATIVO TIPOLOGIA Progetto di miglioramento ARCO TEMPORALE 10 ottobre 2016 31 dicembre 2016 DESCRIZIONE DEL PROGETTO E MOTIVAZIONI DELLA

Dettagli

DOSSIER FORMATIVO INDIVIDUALE ECM

DOSSIER FORMATIVO INDIVIDUALE ECM DOSSIER FORMATIVO INDIVIDUALE ECM Triennio formativo 2014-2016 Foglio 1 Modalità di compilazione In questa sezione si trovano tutte le indicazioni per la corretta compilazione del Dossier Formativo Individuale

Dettagli

E.C.M. : Il D O S S I E R FORMATIVO La sfida del futuro. Luigi Conte - Udine

E.C.M. : Il D O S S I E R FORMATIVO La sfida del futuro. Luigi Conte - Udine E.C.M. : Il D O S S I E R FORMATIVO La sfida del futuro Luigi Conte - Udine FORUM ECM : Roma 5 novembre 2013 La proposta del DOSSIER FORMATIVO Definizione nell Accordo Stato Regioni del 1/8/2007: strumento

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 101 DEL 28/01/2015

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 101 DEL 28/01/2015 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 101 DEL 28/01/2015 OGGETTO: approvazione Piano Formativo Aziendale 2015. IL COMMISSARIO

Dettagli

Dipartimento di Medicina Trasfusionale ed Ematologia Milano Nord. In collaborazione con le Associazioni Donatori di Sangue 10 CONVEGNO

Dipartimento di Medicina Trasfusionale ed Ematologia Milano Nord. In collaborazione con le Associazioni Donatori di Sangue 10 CONVEGNO Dipartimento di Medicina Trasfusionale ed Ematologia Milano Nord In collaborazione con le Associazioni Donatori di Sangue 10 CONVEGNO LA SICUREZZA TRASFUSIONALE 22 aprile 2015 13.30 19.00 AULA A FONDAZIONE

Dettagli

Corso di Formazione Manageriale in Sanità per Direttori Generali e Amministrativi delle aziende sanitarie e ospedaliere

Corso di Formazione Manageriale in Sanità per Direttori Generali e Amministrativi delle aziende sanitarie e ospedaliere Corso di Formazione Manageriale in Sanità per Direttori Generali e Amministrativi delle aziende sanitarie e ospedaliere 2016 In collaborazione con PA, Sanità, No Profit Il corso è organizzato secondo quanto

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE ATTI del DIRETTORE GENERALE dell anno 2016 Deliberazione n. 0000296 del 16/03/2016 - Atti U.O. Direzione Strategica Oggetto: UFFICIO QUALITA' E GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO, COMITATO VALUTAZIONE SINISTRI

Dettagli

Scheda Analisi Bisogni Formativi anno 2016

Scheda Analisi Bisogni Formativi anno 2016 AZIENDA SANITARIA LOCALE DI PESCARA Direttore Amm.vo Dipartimento di Prevenzione Uff. Formazione ed Aggiornamento Responsabile Prevenzione della corruzione e trasparenza Via Renato Paolini n. 47-65124

Dettagli

QUESTIONARIO RILEVAMENTO FABBISOGNI FORMATIVI DEI PROFESSIONISTI DELLA SALUTE

QUESTIONARIO RILEVAMENTO FABBISOGNI FORMATIVI DEI PROFESSIONISTI DELLA SALUTE Funzione Pubblica CGIL Federazione provinciale Cagliari PASSAPAROLA Società Cooperativa Sociale QUESTIONARIO RILEVAMENTO FABBISOGNI FORMATIVI DEI PROFESSIONISTI DELLA SALUTE La Funzione Pubblica CGIL di

Dettagli

Unità Operativa: Scheda Rilevazione Fabbisogni formativi Attività Anno 2015

Unità Operativa: Scheda Rilevazione Fabbisogni formativi Attività Anno 2015 Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 LA SCHEDA VA INVIATA DA PARTE DEL RESPONSABILE DELL UO AL DIRETTORE DELLA MACROSTRUTTURA DI RIFERIMENTO ED AI REFERENTI PER LA

Dettagli

I PATTI AZIENDALI NELLA PROGRAMMAZIONE REGIONALE

I PATTI AZIENDALI NELLA PROGRAMMAZIONE REGIONALE Venezia, 13 dicembre 2005 Workshop Medicina Convenzionata III edizione I PATTI AZIENDALI NELLA PROGRAMMAZIONE REGIONALE Dott.. ANGELO LINO DEL FAVERO Direttore generale ULSS n. 7 Pieve di Soligo Coordinatore

Dettagli

Gli strumenti della Clinical Governance

Gli strumenti della Clinical Governance Gli strumenti della Clinical Governance A.O.U.Maggiore della Carità Novara Presentazione progetti/interventi aziendali Torino, 30 giugno 2009 Agenzia Regionale per i Servizi Sanitari Assessorato Tutela

Dettagli

PIANO FORMATIVO AZIENDALE rev. 0 p. 1 di 5

PIANO FORMATIVO AZIENDALE rev. 0 p. 1 di 5 PIANO FORMATIVO AZIENDALE 2016 - rev. 0 p. 1 di 5 1.0 COS È Il PIANO FORMATIVO AZIENDALE (PFA) 2 E un documento programmatico di carattere generale nel quale si illustrano le motivazioni alla base delle

Dettagli

1ª Giornata delle buone prassi per l integrazione delle conoscenze e competenze del Ministero della Salute (Attuazione Legge 38/2010)

1ª Giornata delle buone prassi per l integrazione delle conoscenze e competenze del Ministero della Salute (Attuazione Legge 38/2010) 21 novembre 2013 1ª Giornata delle buone prassi per l integrazione delle conoscenze e competenze del Ministero della Salute (Attuazione Legge 38/2010) CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE 2013 AI SENSI DELLA LEGGE

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 690 del O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 690 del O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 690 del 5-10-2015 O G G E T T O Accreditamento Istituzionale, ai sensi dell'art. 16 c. 2 della L.R. n. 22/2002, alla

Dettagli

I Servizi Sanitari Regionali del nord-est

I Servizi Sanitari Regionali del nord-est Il valore salute Attualità e prospettive future di buona sanità in uno scenario europeo. Modelli socio sanitari del nord-est a confronto. I Servizi Sanitari Regionali del nord-est Dott. Paolo Bordon Direttore

Dettagli

Proposta Formativa Corsi di Aggiornamento Professionale/Formazione Permanente LA REVISIONE DEI PROCESSI DI CURA IN TERAPIA INTENSIVA

Proposta Formativa Corsi di Aggiornamento Professionale/Formazione Permanente LA REVISIONE DEI PROCESSI DI CURA IN TERAPIA INTENSIVA Scopo e campo d applicazione Lo scopo del corso è orientato allo sviluppo continuo professionale, attraverso l aggiornamento degli strumenti operativi attualmente in uso in Terapia Intensiva. Il corso

Dettagli

Griglia di osservazione per la valutazione dei requisiti minimi dell'evento formativo

Griglia di osservazione per la valutazione dei requisiti minimi dell'evento formativo Griglia di osservazione per la valutazione dei requisiti minimi dell'evento formativo Premessa Nell'ambito di una filosofia di collaborazione positiva tra Commissione Regionale e Provider, lo scopo della

Dettagli

Corso di formazione nell ambito del Piano di formazione anno 2014 della Scuola Superiore di Protezione Civile

Corso di formazione nell ambito del Piano di formazione anno 2014 della Scuola Superiore di Protezione Civile Corso di formazione nell ambito del Piano di formazione anno 2014 della Scuola Superiore di Protezione Civile Corso per formatori di formatori (Responsabili di eventi di formazione) (Codice: SPC4003/AI-BI

Dettagli

Direzione delle Professioni Sanitarie - Centrale Operativa Territoriale Cure Primarie

Direzione delle Professioni Sanitarie - Centrale Operativa Territoriale Cure Primarie PROGETTO/EVENTO FORMATIVO AZIENDALE TITOLO DEL CORSO L INTEGRAZIONE TRA I SERVIZI PER LA CONTINUITA ASSISTENZIALE DELLA PERSONA FRAGILE 1. INDICARE LA TIPOLOGIA DI CORSO Congresso/simposio/conferenza/seminario

Dettagli

METODO Relazioni, presentazione problemi/casi clinici, lavori di gruppo, role playing, confronto/dibattito.

METODO Relazioni, presentazione problemi/casi clinici, lavori di gruppo, role playing, confronto/dibattito. DIPARTIMENTI CURE PRIMARIE ED ATTIVITA DISTRETTUALI ED EMERGENZA LEVANTE S.C. ASSISTENZA ANZIANI E DISABILI S.C. CARDIOLOGIA EVENTO FORMATIVO RESIDENZIALE L INFERMIERE CASE MANAGER MOTIVAZIONE Nell ottica

Dettagli

PERCORSI DIAGNOSTICO- TERAPEUTICI DELLE MALATTIE CARDIO- RESPIRATORIE

PERCORSI DIAGNOSTICO- TERAPEUTICI DELLE MALATTIE CARDIO- RESPIRATORIE PERCORSI DIAGNOSTICO- TERAPEUTICI DELLE MALATTIE CARDIO- RESPIRATORIE Responsabili Scientifici Antonio Mafrici, MD Attilio Pietra, MD, FCCP Milano giovedì, 22 settembre 2016 HOTEL MICHELANGELO PIAZZA LUIGI

Dettagli

Strumenti per la programmazione integrata sociale e sanitaria

Strumenti per la programmazione integrata sociale e sanitaria Strumenti per la programmazione integrata sociale e sanitaria, Medicina Generale, Pianificazione e Sviluppo dei Servizi Sanitari Novembre 2008 PSSR e altri strumenti di programmazione regionali Piano Attuativo

Dettagli

Tipologie di formazione

Tipologie di formazione Tipologie di formazione FORMAZIONE RESIDENZIALE EFR Evento Formativo Regionale PFA Progetto formativo aziendale DURATA (ORE N PARTECIPANTI (per edizione N EDIZIONI PRIMA DATA FORMAZIONE RESIDENZIALE AREA

Dettagli

Progetto regionale Formazione formatori (progettisti e docenti)

Progetto regionale Formazione formatori (progettisti e docenti) Progetto regionale Formazione formatori (progettisti e docenti) Sviluppo e gestione dei processi di apprendimento nelle Aziende sanitarie dell Emilia-Romagna: un laboratorio di idee gennaio 2016 1 Presentazione

Dettagli

Azienda Ospedaliero Universitaria Sassari

Azienda Ospedaliero Universitaria Sassari Azienda Ospedaliero Universitaria Sassari Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 Deliberazione del Direttore Generale n. 608 del 29/11/2011 Oggetto: Corso in tema di Potenziamento della

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome AMOREVOLI FEDERICA Indirizzo Telefono 3397794562 Fax E-mail VIA GIUSEPPE MEDA 30, 20141 MILANO federicaam@libero.it

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 66 del 27 gennaio 2017 pag. 1/8

ALLEGATOA alla Dgr n. 66 del 27 gennaio 2017 pag. 1/8 giunta regionale 10^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 66 del 27 gennaio 2017 pag. 1/8 PROGETTI TERRITORIALI VENETO ADOZIONI (P.T.V.A)- annualità 2016/2017 1. Presentazione delle progettualità Soggetto

Dettagli

MODU PFA BLSD - RETRAINING. Indice. ELABORATO DA: Area Formazione e Aggiornamento provider ECM Settore Formazione Strategica

MODU PFA BLSD - RETRAINING. Indice. ELABORATO DA: Area Formazione e Aggiornamento provider ECM Settore Formazione Strategica Pagina 1 di 6 Indice 1 Scopo e campo d applicazione... 2 2 Riferimenti... 2 3 Definizioni e acronimi... 2 4 Responsabilità... 2 5 Modalità operative... 3 6 Archiviazione... 6 7 Allegati... 6 PROPOSTO DA:

Dettagli

Servizio Sanitario Regionale - Azienda USL Umbria n.1

Servizio Sanitario Regionale - Azienda USL Umbria n.1 Servizio Sanitario Regionale - Azienda USL Umbria n.1 Delibera del Direttore Generale n. 1065 del 03/12/2014 Oggetto: PIANO DI FORMAZIONE 2015 Proponente: STAFF Formazione del personale e Sviluppo Risorse

Dettagli

PARTE PRIMA Il contesto: i principali modelli organizzativi 1

PARTE PRIMA Il contesto: i principali modelli organizzativi 1 Indice Autori Introduzione XV XVII PARTE PRIMA Il contesto: i principali modelli organizzativi 1 CAPITOLO 1 Generalità sulle organizzazioni e principali teorie organizzative 3 Introduzione 3 L evoluzione

Dettagli

Articolazione, Descrizione, e obiettivi formativi generali:

Articolazione, Descrizione, e obiettivi formativi generali: Titolo del progetto: LA PREVENZIONE E IL TRATTAMENTO DELLE LESIONI DA DECUBITO: ALLA LUCE DELL EVIDENCE BASED NURSING Destinatari: Infermiere; Infermiere Pediatrico Partecipanti n 50 per edizione (non

Dettagli

Azienda USL Pescara IL FARMACISTA : UN RIFERIMENTO PER LA GOVERNANCE AZIENDALE

Azienda USL Pescara IL FARMACISTA : UN RIFERIMENTO PER LA GOVERNANCE AZIENDALE Azienda USL Pescara IL FARMACISTA : UN RIFERIMENTO PER LA GOVERNANCE AZIENDALE Le scelte dell Asl di Pescara 2 - INTEGRAZIONE E TRASVERSALITA Agevolare forme di forte integrazione organizzativa tra: Stessa

Dettagli

I Prossimi passi. Coordinatore dello Staff: Prof. Roberto Martini

I Prossimi passi. Coordinatore dello Staff: Prof. Roberto Martini I Prossimi passi Coordinatore dello Staff: Prof. Roberto Martini Si è costituito lo Staff Regionale di Supporto presso l USR Toscana che ha: elaborato un vademecum «Note sul Piano di formazione del personale»

Dettagli

VALUTAZIONE DELL DELL IMPATTO IMPATTO DELLA IMPATTO

VALUTAZIONE DELL DELL IMPATTO IMPATTO DELLA IMPATTO LA VALUTAZIONE DELL IMPATTO DELLA FORMAZIONE OSPEDALE EVANGELICO INTERNAZIONALE 1 - Titolo del corso SPERIMENTAZIONE DEGLI AUDIT CLINICI IN UNA REALTA INTERAZIENDALE Bisogno di riferimento Uniformare

Dettagli

Il Dirigente Scolastico

Il Dirigente Scolastico Prot. n. 3587 Oggetto : DELIBERA COMITATO DI VALUTAZIONE. Il Dirigente Scolastico Vista la Legge 107/15 art. 1 comma 126,127.128.129; Viste le determinazioni assunte dal Collegio dei docenti in data 08/02/2016;

Dettagli

Roma, 25 settembre 2012 CIRCOLARE N. 112 / 2012 Prot ATTIVITA FEDERCASA ENTI PUBBLICI ECONOMICI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI

Roma, 25 settembre 2012 CIRCOLARE N. 112 / 2012 Prot ATTIVITA FEDERCASA ENTI PUBBLICI ECONOMICI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI (25/09/12) Roma, 25 settembre 2012 CIRCOLARE N. 112 / 2012 Prot. 2462 AGLI ENTI ASSOCIATI AC/AS ATTIVITA FEDERCASA ENTI PUBBLICI ECONOMICI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI OGGETTO Accordo Stato-Regioni 21 dicembre

Dettagli

Distretto Sociosanitario 1 Ventimigliese PROTOCOLLO D'INTESA

Distretto Sociosanitario 1 Ventimigliese PROTOCOLLO D'INTESA Provincia di Imperia Distretto Sociosanitario 1 Ventimigliese Distretto Sociosanitario 2 Sanremese Distretto Sociosanitario 3 Imperiese PROTOCOLLO D'INTESA Per l istituzione del Registro Pubblico Provinciale

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO PER INFERMIERE CARE MANAGER DEL PAZIENTE COMPLESSO NELLE CURE PRIMARIE

PERCORSO FORMATIVO PER INFERMIERE CARE MANAGER DEL PAZIENTE COMPLESSO NELLE CURE PRIMARIE giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 1097 del 18 agosto 2015 pag. 1/5 PERCORSO FORMATIVO PER INFERMIERE CARE MANAGER DEL PAZIENTE COMPLESSO NELLE CURE PRIMARIE PREMESSA La formazione dell

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/8

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/8 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/8 PROGETTI TERRITORIALI VENETO ADOZIONI (P.T.V.A) 1. Presentazione delle progettualità Soggetto incaricato della presentazione Ciascuna Azienda

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N DEL 10/11/2015

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N DEL 10/11/2015 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 1257 DEL 10/11/2015 OGGETTO: Approvazione corso di aggiornamento dal titolo: Triage Pediatrico

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 648 del O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 648 del O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 648 del 20-8-2014 O G G E T T O Ricerca Sanitaria Finalizzata n. 322/2010 Creazione di una scheda sanitaria modulo

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI. Via Coppino, SASSARI C.F. - P. IVA

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI. Via Coppino, SASSARI C.F. - P. IVA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 336 DEL 29/04//2013 OGGETTO: Percorso Diagnostico-Terapeutico-Assitenziale

Dettagli

Il programma di Accreditation Canada nella Regione Veneto

Il programma di Accreditation Canada nella Regione Veneto Accreditamento e profili qualitativi nel S.S.N. Roma, 14 gennaio 2010 Auditorium Lungotevere Ripa, 1 in collaborazione con Il programma di Accreditation Canada nella Regione Veneto Cinzia Bon Agenzia Regionale

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 Deliberazione del Direttore Generale n. 274 del 22/05/2014 Il Direttore Generale dell.azienda U.L.S.S.

Dettagli

Joint Commission International

Joint Commission International La preparazione della Certificazione di un percorso di cura con la metodologia Joint Commission International 1 Indice Premessa...3 La scelta dei percorsi da Certificare...4 Il metodo...4 Il contenuto...5

Dettagli

La medicina del territorio oggi e domani confronto tra realtà del Triveneto 21 aprile 2012 OMCeO di Bolzano

La medicina del territorio oggi e domani confronto tra realtà del Triveneto 21 aprile 2012 OMCeO di Bolzano La medicina del territorio oggi e domani confronto tra realtà del Triveneto 21 aprile 2012 OMCeO di Bolzano Maurizio Scassola Medico di medicina generale Presidente OMCeO di Venezia L area politico-geografica

Dettagli

IL POLICLINICO TOR VERGATA. Tiziana Frittelli 25/02/2015

IL POLICLINICO TOR VERGATA. Tiziana Frittelli 25/02/2015 IL POLICLINICO TOR VERGATA Tiziana Frittelli 25/02/2015 Chi siamo La Fondazione PTV è stata costituita dalla Regione Lazio e dall Università di Roma-Tor Vergata in base alle previsioni del Protocollo d

Dettagli

Bando per il finanziamento di attività di Internazionalizzazione della Didattica Anno Accademico 2016/2017

Bando per il finanziamento di attività di Internazionalizzazione della Didattica Anno Accademico 2016/2017 Bando per il finanziamento di attività di Internazionalizzazione della Didattica Anno Accademico 2016/2017 L Università degli Studi di Padova, nell ambito della propria politica istituzionale finalizzata

Dettagli

COREports Report strategici per patologie, popolazioni, costi assistenziali e benchmark

COREports Report strategici per patologie, popolazioni, costi assistenziali e benchmark COREports Report strategici per patologie, popolazioni, costi assistenziali e benchmark Davide Bernardi Bologna, 14 giugno 2013 COREports Cosa offre Da anni il Cineca si occupa di elaborare all interno

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI. Collaboratore Amministrativo Professionale Esperto Responsabile UFTA Zona Bassa Val di Cecina 0586/614277

INFORMAZIONI PERSONALI. Collaboratore Amministrativo Professionale Esperto Responsabile UFTA Zona Bassa Val di Cecina 0586/614277 INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAGNETTA ROSANNA Data di nascita 26/03/1961 Qualifica Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Collaboratore Amministrativo Professionale Esperto Responsabile UFTA Zona

Dettagli

MODELLO ECM DELLA REGIONE TOSCANA

MODELLO ECM DELLA REGIONE TOSCANA MODELLO ECM DELLA REGIONE TOSCANA Fase 1 Quando il Ministero della Salute ha avviato il programma di accreditamento degli eventi formativi la Regione Toscana ha pensato di cogliere questa occasione per

Dettagli

La Medicina Omeopatica: stato dell Arte

La Medicina Omeopatica: stato dell Arte Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) N. CREDITI 8,5 (in corso di accreditamento) ANNO 2016 EVENTO FORMATIVO REGIONALE La Medicina Omeopatica: stato dell Arte Responsabile Scientifico Nicla CAMPOBASSO

Dettagli

Corso. La Rel e gli strumenti di Clinical Governance: PDTA, Audit Clinico, Indicatori

Corso. La Rel e gli strumenti di Clinical Governance: PDTA, Audit Clinico, Indicatori Corso La Rel e gli strumenti di Clinical Governance: PDTA, Audit Clinico, Indicatori Tipologia formativa: Corso ID evento: SDS 15047/AI Sede: Via Pola 12/14, Milano BREVE PREMESSA Nel maggio 2015 con la

Dettagli

Impronte nell anima aps e ConFido Viadana organizzazione no profit. promuovono:

Impronte nell anima aps e ConFido Viadana organizzazione no profit. promuovono: Impronte nell anima aps e ConFido Viadana organizzazione no profit promuovono: Organizzato da: APERTO A TUTTI SENZA OBBLIGO DI LAUREA DESTINATARI Corso Propedeutico per tutte le figure che desiderano formarsi

Dettagli

Protocollo d intesa: Osservatorio sulle situazioni di disagio nel territorio del comune di Civitella in val di chiana

Protocollo d intesa: Osservatorio sulle situazioni di disagio nel territorio del comune di Civitella in val di chiana ISTITUTO COMPRENSIVO DI CIVITELLA IN VAL DI CHIANA Civitella in val di chiana Protocollo d intesa: Osservatorio sulle situazioni di disagio nel territorio del comune di Civitella in val di chiana CONTRAENTI

Dettagli

FORMAZIONE MANAGERIALE

FORMAZIONE MANAGERIALE FORMAZIONE MANAGERIALE CORSO DI FORMAZIONE MANAGERIALE PER DIRIGENTI DI STRUTTURA COMPLESSA Edizioni 2017 Villa Nievo Bonin Longare Via Europa Unita, 22 Montecchio Precalcino (Vicenza) Direttore del corso

Dettagli

Curriculum vitae. Napoli MARZO Dott. Giuseppe Romano Via Teofilo Patini n Napoli (già Via S. G.dei Capri n 41 P.

Curriculum vitae. Napoli MARZO Dott. Giuseppe Romano Via Teofilo Patini n Napoli (già Via S. G.dei Capri n 41 P. Napoli MARZO 2013 1 DATI ANAGRAFICI Nome e Cognome Giuseppe Romano Luogo e data di nascita Brusciano (NA) 05/05/1955 Residenza Via Teofilo Patini, n 7-80128 Napoli (già Via S.G. Dei Capri n 41- P.co Pica

Dettagli

Risultati attività mappatura dei processi tecnico-amministrativi

Risultati attività mappatura dei processi tecnico-amministrativi Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto Risultati attività mappatura dei processi tecnico-amministrativi Venezia, Palazzo Franchetti 13 luglio 2007 Sulla scorta di quanto previsto dalla DGR 2846/06,

Dettagli

DOSSIER FORMATIVO : verso una ECM di qualità

DOSSIER FORMATIVO : verso una ECM di qualità Luigi Conte Fnomceo Commissione Nazionale ECM Sezione IV - G.d.L. : Dossier Formativo DOSSIER FORMATIVO : verso una ECM di qualità Il sottoscritto Conte Luigi A. ai sensi dell art. 3.3 sul Conflitto di

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N 5 OVEST VICENTINO Sede Legale: Via Trento, 4 36071 ARZIGNANO (VI) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE

Dettagli

Procedura di accreditamento e. aggiornamento dei cataloghi formativi a. Fondoprofessioni

Procedura di accreditamento e. aggiornamento dei cataloghi formativi a. Fondoprofessioni Procedura di accreditamento e aggiornamento dei cataloghi formativi a Fondoprofessioni 1 Premessa Fondoprofessioni intende favorire un tipo di formazione specializzata, flessibile e di qualità, incoraggiando

Dettagli

Documento di elaborazione del Piano di Formazione e della progettazione ed esecuzione degli eventi formativi

Documento di elaborazione del Piano di Formazione e della progettazione ed esecuzione degli eventi formativi U.O.C. FORMAZIONE PERMANENTE Documento di elaborazione del Piano di Formazione e della progettazione ed esecuzione degli eventi formativi ELABORAZIONE E GESTIONE DEL PIANO Avvio processo di rilevazione

Dettagli

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Delibera n. 1352 del 16/12/2015 REGIONE DEL VENETO UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 PIEVE DI SOLIGO DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE L`anno duemilaquindici, il giorno sedici del mese di Dicembre Il

Dettagli

è uno strumento per mettere a sistema il PUA distrettuale territoriale?

è uno strumento per mettere a sistema il PUA distrettuale territoriale? IL MANDATO DEL DISTRETTO E GLI STRUMENTI PROGRAMMATORI E GESTIONALI LA CENTRALE OPERATIVA TERRITORIALE è uno strumento per mettere a sistema il PUA distrettuale territoriale? il 2 agosto 2013 l Azienda

Dettagli

Data: 18 novembre 2016 Sede: Verona (VR) Centro Servizi Al Barana (Fondazione O.A.S.I.) Edizione n.: 1 Orari della giornata:

Data: 18 novembre 2016 Sede: Verona (VR) Centro Servizi Al Barana (Fondazione O.A.S.I.) Edizione n.: 1 Orari della giornata: organizza un corso di formazione Le relazioni con i familiari delle Persone anziane ospiti di strutture residenziali Data: 18 novembre 2016 Sede: Verona (VR) Centro Servizi Al Barana (Fondazione O.A.S.I.)

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail Ignazia Scibetta Nazionalità Italiana di nascita 05.07.1953 ESPERIENZA LAVORATIVA

Dettagli

DESTINATARI CREDITI DURATA SCADENZA ISCRIZIONI

DESTINATARI CREDITI DURATA SCADENZA ISCRIZIONI Corso ECM L'audit interno nell'ambito dei sistemi regionali di prevenzione in sicurezza degli alimenti e sanità pubblica veterinaria in base al Regolamento CE 882/2004 Responsabili Scientifici: Manlio

Dettagli

Gestione del rischio clinico, diminuzione dell errore e Patient Safety, Formazione e Operation Management nelle Aziende Sanitarie

Gestione del rischio clinico, diminuzione dell errore e Patient Safety, Formazione e Operation Management nelle Aziende Sanitarie F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome AMOREVOLI FEDERICA Indirizzo VIA GIUSEPPE MEDA 30, 20141 MILANO Telefono 3397794562 Fax E-mail federicaam@libero.it Nazionalità Italiana

Dettagli

Progetto di Miglioramento del Sistema Formativo Aziendale Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro, IST

Progetto di Miglioramento del Sistema Formativo Aziendale Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro, IST Progetto di Miglioramento del Sistema Formativo Aziendale Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro, IST Struttura Formazione e Aggiornamento - Centro ECM, IST Responsabile:Elisabetta Rovini L Istituto

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 737 del O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 737 del O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 737 del 29-9-2016 O G G E T T O Accreditamento Istituzionale, ai sensi dell'art. 16 c. 2 della LR 22/2002, alla struttura

Dettagli