COMPANIES ACTS, A PUBLIC COMPANY LIMITED BY SHARES

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMPANIES ACTS, 1963-2006 A PUBLIC COMPANY LIMITED BY SHARES"

Transcript

1 COMPANIES ACTS, A PUBLIC COMPANY LIMITED BY SHARES SOCIETÀ D INVESTIMENTO A CAPITALE VARIABILE FONDO A OMBRELLO A RESPONSABILITÀ LIMITATA DEI FONDI NATIXIS INTERNATIONAL FUNDS (DUBLIN) I PUBLIC LIMITED COMPANY STATUTO WILLIAM FRY Solicitors Fitzwilton House Wilton Place Dublin 2

2 INDICE I PARTE - PREMESSA INTERPRETAZIONE SPESE DI COSTITUZIONE...12 II PARTE - CAPITALE AZIONARIO E DIRITTI CAPITALE AZIONARIO ASSEGNAZIONE DI AZIONI AZIONI MODIFICA DEI DIRITTI RESPONSABILITÀ LIMITATA DEI DIVERSI FONDI TRUST NON AUTORIZZATI...16 III PARTE - AZIONI EMISSIONE DI AZIONI DI PARTECIPAZIONE PREZZO D OFFERTA/DI SOTTOSCRIZIONE PER AZIONE DI CIASCUNA CLASSE SOTTOSCRIZIONE MINIMA ONERI SOSPENSIONE DELL EMISSIONE LIMITAZIONI AGLI AZIONISTI/ALLE PERSONE QUALIFICATE...20 IV PARTE - DETERMINAZIONE DEL VALORE PATRIMONIALE NETTO VALORE PATRIMONIALE NETTO DELLE AZIONI ATTIVITÀ DELLA SOCIETÀ PASSIVITÀ IMPUTABILI A CIASCUN FONDO DISPOSIZIONI GENERALI IN MATERIA DI VALUTAZIONE...28 V PARTE - RIMBORSO DELLE AZIONI DI PARTECIPAZIONE RIMBORSO PREZZO DI RIMBORSO RIMBORSO COATTIVO...33 VI PARTE - SOSPENSIONE DEI RIMBORSI, DELLE VALUTAZIONI E DELLE CONTRATTAZIONI SOSPENSIONI TEMPORANEE/RINVII NOTIFICA DELLA SOSPENSIONE...35 VII PARTE - CONVERSIONI TRA CLASSI DEI FONDI CONVERSIONI TRA CLASSI...36 VIII PARTE - CERTIFICATI E CONFERMA DI PROPRIETÀ CONFERMA DI PROPRIETÀ/CERTIFICATI AZIONARI RESIDUO DI AZIONI E CERTIFICATI SOSTITUTIVI SOSTITUZIONE DI CERTIFICATI...37 IX PARTE - TRASFERIMENTO DI AZIONI PROCEDURA DI TRASFERIMENTO ACQUISTO DI AZIONI DI SOTTOSCRIZIONE ISCRIZIONE NEL REGISTRO RIFIUTO DI REGISTRAZIONE DI TRASFERIMENTI PROCEDURA DI RIFIUTO SOSPENSIONE DI TRASFERIMENTI CONSERVAZIONE DEGLI ATTI DI TRASFERIMENTO ASSENZA DI ONERI DI REGISTRAZIONE

3 X PARTE - TRASMISSIONE DI AZIONI DECESSO DI UN SOCIO TRASFERIMENTO/TRASMISSIONE CIRCOSTANZE PARTICOLARI DIRITTI PRIMA DELLA REGISTRAZIONE...40 XI PARTE - VARIAZIONI DEL CAPITALE AZIONARIO AUMENTI DI CAPITALE CONSOLIDAMENTO, SUDDIVISIONE E ANNULLAMENTO DEL CAPITALE RIDUZIONI DI CAPITALE...41 XII PARTE - ASSEMBLEE GENERALI ASSEMBLEA GENERALE ANNUALE ASSEMBLEE GENERALI STRAORDINARIE CONVOCAZIONE DELLE ASSEMBLEE GENERALI AVVISO DI CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEE GENERALI...41 XIII PARTE - DELIBERE DELLE ASSEMBLEE GENERALI ARGOMENTI DA DISCUTERE E DELIBERARE QUORUM DELLE ASSEMBLEE GENERALI PRESIDENTE DELLE ASSEMBLEE GENERALI DIRITTO DEI CONSIGLIERI E DEI REVISORI A PARTECIPARE ALLE ASSEMBLEE GENERALI AGGIORNAMENTO DI ASSEMBLEE GENERALI ADOZIONE DI DELIBERE DIRITTO DI RICHIEDERE UNA VOTAZIONE A SCRUTINIO SEGRETO VOTAZIONE A SCRUTINIO SEGRETO VOTAZIONE DEI SOCI VOTO PREPONDERANTE VOTAZIONE DEI CONTITOLARI VOTAZIONE DEI TITOLARI IN STATO D INCAPACITÀ TERMINE PER LA CONTESTAZIONE DI UNA VOTAZIONE NOMINA DI DELEGATO DEPOSITO DELLE DELEGHE EFFETTI DELLE DELEGHE EFFETTI DELLA REVOCA DELLA DELEGA O DELL AUTORIZZAZIONE RAPPRESENTANZA DI PERSONE GIURIDICHE DELIBERE IN FORMA SCRITTA...47 XIV PARTE - CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE NUMERO DEI CONSIGLIERI DEPOSITO DI AZIONI A GARANZIA EMOLUMENTI ORDINARI DEI CONSIGLIERI COMPENSO STRAORDINARIO AI CONSIGLIERI SPESE DEI CONSIGLIERI CONSIGLIERI SUPPLENTI...49 XV PARTE - XV PARTE - POTERI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE POTERI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE POTERE DI DELEGA NOMINA DI PROCURATORI PAGAMENTI E RICEVUTE OBIETTIVI D INVESTIMENTO POTERI D INDEBITAMENTO E GESTIONE EFFICIENTE DEL PORTAFOGLIO...51 XVI PARTE - NOMINA E REVOCA DEI CONSIGLIERI ELEGGIBILITÀ NOMINA DI CONSIGLIERI AGGIUNTIVI REVOCA DEI CONSIGLIERI

4 XVII PARTE - CARICHE E INTERESSI DEI CONSIGLIERI CARICHE DIRETTIVE INTERESSI DEI CONSIGLIERI LIMITAZIONE DEL DIRITTO DI VOTO DEI CONSIGLIERI...54 XVIII PARTE - LAVORI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CONVOCAZIONE E DISCIPLINA DELLE RIUNIONI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE QUORUM DELLE RIUNIONI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE VOTAZIONI ALLE RIUNIONI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE TELERIUNIONI NOMINA DEL PRESIDENTE DELIBERE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E ALTRI DOCUMENTI SCRITTI VALIDITÀ DELLE DELIBERE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE VERBALI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE...58 XIX PARTE - GESTIONE AMMINISTRATORE DEPOSITARIO...59 XX PARTE - SEGRETARIO NOMINA DEL SEGRETARIO AIUTOSEGRETARIO O SEGRETARIO FACENTE FUNZIONE...60 XXI PARTE - SIGILLO USO DEL SIGILLO SIGILLO DA UTILIZZARE ALL ESTERO FIRMA DEGLI ATTI SOTTO SIGILLO...60 XXII PARTE - DIVIDENDI E RISERVE DICHIARAZIONE DI DISTRIBUZIONE DI DIVIDENDI DIVIDENDI IN ACCONTO PROVENIENZA DEI DIVIDENDI QUIETANZE DIVIDENDI IN NATURA REINVESTIMENTO DEI DIVIDENDI PRIORITÀ IN MATERIA DI GODIMENTO DEI DIVIDENDI PAGAMENTO DI DIVIDENDI DIVIDENDI NON FRUTTIFERI PAGAMENTO AI TITOLARI A UNA DATA PARTICOLARE DIVIDENDI NON RECLAMATI PAGAMENTO PROVENIENTE DAL CONTO DI COMPENSAZIONE VALUTA DI PAGAMENTO E OPERAZIONI IN CAMBI RISERVE...64 XXIII PARTE - CAPITALIZZAZIONE DI UTILI O RISERVE UTILI E RISERVE DA DISTRIBUIRE UTILI E RISERVE DA NON DISTRIBUIRE ESECUZIONE DI EMISSIONI DI AZIONI A CAPITALIZZAZIONE...65 XXIV PARTE - AVVISI AVVISI IN FORMA SCRITTA NOTIFICA DI AVVISI NOTIFICA AI CONTITOLARI NOTIFICA IN CASO DI TRASFERIMENTO O TRASMISSIONE DI AZIONI FIRMA SUGLI AVVISI PRESUNZIONE DI RICEVIMENTO DI AVVISI DIRITTO A RICEVERE AVVISI

5 XXV PARTE - LIQUIDAZIONE RIPARTIZIONE IN CASO DI LIQUIDAZIONE RIPARTIZIONE IN NATURA...69 XXVI PARTE - VARIE DISTRUZIONE DI DOCUMENTI CONTABILITÀ CONTO DI COMPENSAZIONE TENUTA DI LIBRI CONTABILI APPROVAZIONE DEI BILANCI RELAZIONI REVISORI OPERAZIONI DELL AMMINISTRATORE E DI ALTRI INCARICATI RESTRIZIONI ALLE MODIFICHE DELLO STATUTO MANLEVA DISPOSIZIONI PREVALENTI ESCLUSIONE DI RESPONSABILITÀ DISPOSIZIONI SEPARATE...73 APPENDICE...74 BORSE VALORI E MERCATI REGOLAMENTATI

6 COMPANIES ACTS, A PUBLIC COMPANY LIMITED BY SHARES SOCIETÀ D INVESTIMENTO A CAPITALE VARIABILE FONDO A OMBRELLO STATUTO - di - NATIXIS INTERNATIONAL FUNDS (DUBLIN) I PUBLIC LIMITED COMPANY (approvato con delibera straordinaria del 29 giugno 2007 e modificato con delibera straordinaria del 24 settembre 2008 e del 12 giugno 2009) I PARTE - PREMESSA 1. Interpretazione La Società non è soggetta alle direttive che figurano nella Tabella A dell Appendice 1 al Companies Act irlandese del Nel presente Statuto i termini riportati qui di seguito sono da intendersi nelle seguenti accezioni: Amministratore : qualunque persona fisica o giuridica che sia stata designata e che al momento funga da Amministratore della Società o di ciascun Fondo. Il presente Statuto : lo Statuto della Società nella sua forma inizialmente approvata o di volta in volta modificata con Delibera straordinaria. Autorità di vigilanza finanziaria : l Irish Financial Services Regulatory Authority. Azione di partecipazione o Azione : azione senza valore nominale che rappresenta una quota del capitale della Società emessa ai sensi del presente Statuto e con i diritti previsti da quest ultimo. Azione di sottoscrizione : azione del valore di 1 dollaro statunitense che rappresenta una quota del capitale della Società definita Azione di sottoscrizione nel presente Statuto e sottoscritta da o per conto del Gestore ai fini della costituzione della Società. Azionista : intestatario di azioni di ciascuna classe della Società. 6

7 Borsa irlandese : The Irish Stock Exchange Limited. Companies Acts : i Companies Acts e tutte le disposizioni e altre prescrizioni di legge tese a modificare, ampliare o riemanare questi stessi in parte o in toto. Companies Act del 1940 : l United States Investment Company Act del 1940 e s.m.i. Companies Act del 1993 : l United States Securities Act del 1933 e s.m.i. Companies Act del 1963 : il Companies Act del Companies Act del 1983 : il Companies Act (e s.m.i) del Companies Act del 1990 : il Companies Act del Consiglio di amministrazione : il Consiglio di amministrazione della Società al momento o eventualmente i Consiglieri presenti a una riunione del Consiglio di amministrazione. Consiglio : il Consiglio di amministrazione della Società, nella composizione di volta in volta vigente, ivi compreso il comitato esecutivo debitamente autorizzato. Conti di compensazione : conti (uno per ciascun Fondo) detenuti a discrezione del Consiglio di amministrazione ai sensi dell articolo 126. Contratto di amministrazione : qualsiasi contratto al momento in vigore tra la Società e l Amministratore relativo alla nomina e agli obblighi di quest ultimo. Contratto di deposito : qualsiasi contratto al momento in vigore tra la Società e il Depositario relativo alla nomina e agli obblighi di quest ultimo e che gli conferisce la facoltà di nominare subdepositari. Contratto di gestione degli investimenti : qualsiasi contratto al momento in vigore tra la Società e il Gestore degli Investimenti relativo alla nomina e agli obblighi di quest ultimo. Data di riferimento : giorno e ora indicati dal Consiglio di amministrazione nel Prospetto del Fondo entro i quali un determinato evento deve verificarsi. Delibera ordinaria : delibera della Società approvata a maggioranza semplice dei voti espressi durante l assemblea generale. Delibera straordinaria : delibera straordinaria approvata dalla Società ai sensi della Sezione 141 del Companies Act del

8 Depositario : qualsiasi persona fisica o giuridica che sia stata designata e che al momento funga da Depositario e Fiduciario di tutte le attività della Società ai sensi del presente Statuto, secondo le disposizioni del Contratto di deposito, con facoltà di nominare subdepositari. Direttiva : la direttiva 85/611/CEE del Consiglio, del 20 dicembre 1985, concernente il coordinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative in materia di taluni organismi d investimento collettivo in valori mobiliari, modificata dalla direttiva 88/220/CEE del Consiglio del 22 marzo 1988, dalla direttiva 95/26/CE del Consiglio e del Parlamento europeo del 29 giugno 1995 e dalla direttiva 2001/108/CE del Consiglio e del Parlamento europeo del 21 gennaio 2002 e dalla direttiva 2001/107/CE del Consiglio e del Parlamento europeo del 21 gennaio 2002, se del caso, ed eventuali successive modificazioni. Dollari statunitensi o dollari USA : la valuta a corso legale degli Stati Uniti. Firmato : recante la firma o la rappresentazione di una firma apposta con l ausilio di mezzi meccanici. Fondi : i Fondi costituiti e detenuti ai sensi dell articolo 7 del presente Statuto che saranno tenuti separati tra loro e a cui saranno accreditate o addebitate tutte le attività e le passività, le entrate e le uscite di pertinenza di ciascuno di essi. Gestore degli Investimenti : qualunque persona fisica o giuridica che sia stata designata e che al momento funga da Gestore degli Investimenti della Società o di ciascun Fondo secondo le disposizioni del Contratto di gestione degli investimenti. Giorni liberi : riferito al periodo di notifica, escluso il giorno in cui viene data o si ritiene che sia stata data la notifica e il giorno per il quale è data o nel quale entra in vigore. Giorno di contrattazione : è da intendersi nella stessa accezione riportata nel Prospetto del Fondo o come qualsiasi altro giorno determinato di volta in volta dal Consiglio di amministrazione per ciascun Fondo, a condizione che vi siano almeno due Giorni di contrattazione al mese. Giorno lavorativo : in riferimento a ciascun Fondo o classe di Azioni, è inteso nella stessa accezione riportata nel Prospetto del Fondo. Investimento : qualsiasi investimento autorizzato ai sensi dell Atto costitutivo della Società e in conformità alle Regulations e al presente Statuto. Investimento minimo : importo della sottoscrizione minima iniziale per le Azioni di partecipazione o numero di Azioni di partecipazione della classe in questione stabilito di volta in volta dal Consiglio di amministrazione nel Prospetto di ciascun Fondo. 8

9 Investimento minimo aggiuntivo : importo della sottoscrizione minima da parte di ogni Socio per le Azioni di partecipazione supplementari della classe in questione stabilito di volta in volta dal Consiglio di amministrazione nel Prospetto di ciascun Fondo. Mercati regolamentati : borse e/o mercati regolamentati indicati nell Appendice al presente Statuto. OICVM : Organismi di investimento collettivo in valori mobiliari come indicato nella Direttiva. Oneri e Imposte : in riferimento a ciascun Fondo, tutte le imposte di bollo e di altro genere, tasse, oneri governativi, commissioni di intermediazione, bancarie, estere, commissioni e differenziali di cambio, spese di deposito e di subdeposito (relative ad acquisti e vendite), di trasferimento e di registrazione nonché altri oneri e imposte relative all acquisto originario o all incremento delle attività del Fondo in questione o alla creazione, emissione, vendita, conversione o riacquisto di azioni o alla vendita o all acquisto di Azioni di partecipazione o alla vendita o all acquisto di Investimenti o relative a certificati o altri titoli giunti a scadenza o rimborsabili in riferimento alla o prima della o in relazione alla o derivanti dalla o all atto della transazione o della negoziazione per cui tali oneri e imposte sono dovuti. Essi non comprendono, tuttavia, le commissioni corrisposte agli agenti per la vendita o l acquisto di Azioni di partecipazione o qualsivoglia commissione, tassa, onere o costo che potrebbe essere stato preso in considerazione in sede di valutazione del Valore patrimoniale netto delle Azioni di partecipazione del Fondo in questione. Ora di valutazione : ora(e) del Giorno di contrattazione stabilita(e) dal Consiglio di amministrazione per la valutazione delle attività e delle passività del Fondo. Organismo d investimento collettivo : (i) (ii) qualsiasi accordo avente come finalità o effetto di fornire le strutture che consentano alle persone fisiche beneficiarie di un trust di partecipare agli utili o ai redditi derivanti dall acquisizione, dal possesso, dalla gestione o dalla cessione di investimenti o di qualsiasi altro bene; e (qualsiasi altro strumento d investimento analogo a quello descritto al paragrafo (i) della presente definizione (inclusi, a mero titolo esemplificativo, qualunque società d investimento di tipo aperto, fondo d investimento o fonds commun de placement ) e in riferimento a uno qualsiasi di tali organismi d investimento collettivo, per quota si intende una qualsivoglia quota, azione o altra partecipazione (indipendentemente dalla sua definizione) analoga in tali organismi d investimento collettivo. 9

10 Partecipazione minima : Azioni di partecipazione di uno o più Fondi aventi un valore complessivo pari all importo minimo stabilito dal Consiglio di amministrazione. Per iscritto : qualsiasi scritto, stampa, litografia o fotografia o qualsiasi altro mezzo sostitutivo della scrittura o sia l uno che l altro. Periodo d offerta iniziale : periodo stabilito dal Consiglio di amministrazione per ogni classe di Azioni di partecipazione di ciascun Fondo durante il quale le Azioni di partecipazione sono dapprima offerte al Prezzo d offerta iniziale. Prezzo d offerta : somma del Prezzo di sottoscrizione e dell eventuale commissione d entrata applicata alle Azioni di partecipazione di un determinato Fondo. Prezzo di rimborso : prezzo al quale le Azioni di partecipazione di ciascun Fondo sono riacquistate o rimborsate, calcolato ai sensi dell articolo 21. Prezzo di sottoscrizione : prezzo al quale le Azioni di partecipazione di ciascuna classe possono essere sottoscritte in base al calcolo e alle disposizioni contenute nel presente Statuto. Prezzo(i) d offerta iniziale(i) : prezzo(i) di vendita o di sottoscrizione delle Azioni di partecipazione di ciascun Fondo durante il Periodo d offerta iniziale. Prospetto : qualsiasi prospetto o sua integrazione pubblicato di volta in volta dalla Società in relazione all acquisto o alla sottoscrizione di Azioni di partecipazione di ciascuna classe. Registro : il Registro dei soci da tenersi ai sensi della Sezione 116 del Companies Act del Regulations : le Regulations 2003 dell Irlanda (SI N. 211 del 2003) in merito alla legislazione delle Comunità europee (Organismi d investimento collettivo in valori mobiliari), modificate dalle Regulations 2003 dell Irlanda (SI N. 212 del 2003) in merito alla legislazione delle Comunità europee (Organismi d investimento collettivo in valori mobiliari) (e s.m.i), ed eventuali successive modificazioni e qualsiasi altra disposizione che può essere stabilita di volta in volta in conformità alle stesse dall Autorità di vigilanza finanziaria a cui può essere soggetta la Società. Revisori ; i revisori della Società al momento. Rimborso : indica il riacquisto; il rimborso sarà determinato di conseguenza. Sede : sede legale della Società. Segretario : qualunque persona designata dal Consiglio di amministrazione a svolgere le mansioni di Segretario della Società. 10

11 Sigillo : sigillo normalmente utilizzato dalla Società. Società : la Società il cui nome figura nel titolo del presente Statuto. Socio : persona al momento iscritta come titolare di Azioni di partecipazione nel Registro dei soci tenuto dalla Società o per conto di quest ultima. Soggetto statunitense : è da intendersi nella stessa accezione riportata nel Prospetto del Fondo nonché come qualsiasi entità costituita da o per conto di uno qualunque di tali soggetti al fine di investire nella Società. Ai fini della presente definizione, per residente si intende qualsiasi persona fisica residente negli Stati Uniti indipendentemente dalla quantità di tempo che vi trascorre. Stati Uniti o USA : è da intendersi nella stessa accezione riportata nel Prospetto del Fondo. Stato : Irlanda. Titolare qualificato : è da intendersi nell accezione riportata nel Prospetto del Fondo. Titolare : titolare di azioni. Valore patrimoniale netto o Valore patrimoniale netto di una classe di Azioni di partecipazione : importo definito ai sensi degli articoli del presente Statuto. Valuta di base : in riferimento a qualsiasi Classe di azioni, la valuta in cui sono emesse le azioni e che può essere modificata di volta in volta dal Consiglio di amministrazione. (c) (d) (e) Ai termini e alle espressioni contenuti nel presente Statuto cui non sia stata espressamente assegnata una diversa accezione si considera attribuito, ove il contesto non richieda altrimenti, lo stesso significato previsto dai Companies Acts, ad esclusione delle modifiche legislative non ancora in vigore al momento in cui il presente Statuto ha assunto valore vincolante per la Società. Il riferimento a singoli articoli è da intendersi come riferimento a singoli articoli del presente Statuto; qualsiasi riferimento in un articolo a un paragrafo o a un punto di un paragrafo è da intendersi come riferimento a un paragrafo o a un punto di un paragrafo dell articolo che contiene tale riferimento, a meno che dal contesto non si evinca il riferimento a un altra disposizione. I titoli e i sottotitoli che figurano nel presente Statuto sono stati inseriti esclusivamente per comodità di consultazione; di conseguenza, essi non vanno considerati parte integrante dello stesso e non dovranno influire in alcun modo sulla sua decodifica o interpretazione. 11

12 (f) (g) (h) (i) Nel presente Statuto, il genere maschile include il femminile e viceversa, il singolare include il plurale e viceversa, e i termini riferiti a persone fisiche comprendono anche imprese o società (che si tratti o meno di soggetti giuridici). Il riferimento a normative e a disposizioni di legge comprende il riferimento a qualsiasi norma successiva o modifica al momento in vigore. Salvo esplicita indicazione del contrario, l orario è da intendersi riferito all ora locale irlandese. Il termine valuta è riferito alla valuta in cui è denominato il Fondo in questione. 2. Spese di costituzione Tutti gli oneri e le spese relativi alla costituzione della Società (ivi comprese le spese di quotazione) nonché gli emolumenti dei suoi consulenti saranno a suo carico e verranno ammortizzati nell arco dei primi cinque esercizi finanziari o in un periodo diverso stabilito dal Consiglio di amministrazione. Tutti gli oneri e le spese relativi alla ricostituzione della Società (ivi comprese le spese di quotazione) e gli emolumenti dei suoi consulenti saranno a suo carico e verranno ammortizzati nell arco dei primi cinque esercizi finanziari (a decorrere dall esercizio finanziario 2000/2001) o in un periodo diverso stabilito dal Consiglio di amministrazione. Le spese di costituzione e ricostituzione dovute saranno ripartite tra i vari Fondi creati dalla Società durante tali periodi secondo i termini e le modalità ritenuti congrui ed equi dal Consiglio di amministrazione (previo consenso del Depositario), a condizione che ciascun Fondo sostenga le proprie spese di costituzione e di quotazione alla Borsa irlandese. Gli oneri e le spese relative a ciascun Fondo e a ognuna delle sue classi dovranno essere riportati nel Supplemento. 3. Capitale azionario II PARTE - CAPITALE AZIONARIO E DIRITTI (c) (d) Il capitale azionario iniziale della Società ammonta a dollari USA suddivisi in Azioni di sottoscrizione di un valore di 1 dollaro ciascuna e azioni senza valore nominale designate come azioni non classificate, ognuna delle quali comporta i diritti previsti nel presente Statuto. Le azioni non classificate possono essere emesse sotto forma di Azioni di partecipazione. Il numero di azioni in circolazione non sarà inferiore al numero previsto dalla legge (attualmente pari a sette) né superiore a Azioni di sottoscrizione e a azioni senza valore nominale. Il valore effettivo del capitale azionario versato della Società sarà sempre pari al valore delle attività della Società di qualsiasi genere al netto delle passività. Su richiesta di qualsiasi titolare, ma ferme restando le restrizioni previste dal presente Statuto, le Azioni di Partecipazione della Società potranno essere acquistate o rimborsate direttamente o indirettamente dalla Società a valere sulle proprie attività. 12

13 4. Assegnazione di Azioni (c) Il Consiglio di amministrazione ha la facoltà di emettere azioni non classificate che rappresentano quote del capitale della Società sotto forma di Azioni di partecipazione di un determinato Fondo e, se necessario, di una classe specifica di un Fondo. La Società è un fondo d investimento a ombrello e il Consiglio di amministrazione può suddividere le Azioni di partecipazione in diverse classi nelle valute che ritiene opportune e assegnare una o più classi a un Fondo distinto e separato. All atto o prima dell emissione di qualunque Azione di partecipazione, il Consiglio di amministrazione dovrà precisare la classe e il Fondo a cui essa è assegnata. Tutti gli importi dovuti per o in relazione alle Azioni di partecipazione (ivi compresi, a mero titolo esemplificativo, quelli di sottoscrizione e di riacquisto delle stesse) dovranno essere versati nella valuta in cui è denominata l Azione di partecipazione in questione o in una valuta diversa stabilita dal Consiglio di amministrazione in generale o in riferimento a una determinata classe di Azioni di partecipazione o nel caso specifico. In sede di approvazione dello Statuto o immediatamente dopo, i Fondi costituiti o la cui costituzione era inizialmente prevista sono/saranno i seguenti: (i) (ii) Loomis Sayles Multisector Income Fund (già IXIS Loomis Sayles Bond) Loomis Sayles Institutional High Income Fund (già IXIS Loomis Sayles High Yield) (iii) Loomis Sayles Global Opportunistic Bond Fund (già IXIS Loomis Sayles Global Opportunistic Bond) Altri fondi potranno essere costituiti previa autorizzazione dell Autorità di vigilanza finanziaria. (d) (e) (f) A sua totale discrezione il Consiglio di amministrazione può respingere qualsiasi richiesta di Azioni di partecipazione della Società o accettare, in parte o in toto, qualunque richiesta senza dover motivare la propria decisione. Il Consiglio di amministrazione è autorizzato in maniera generale a esercitare incondizionatamente tutti i poteri della Società per assegnare i titoli in questione ai sensi della Sezione 20 del Companies Act del Il numero massimo di titoli in questione che possono essere assegnati in virtù dei poteri conferiti in questa sede sarà pari al numero dei titoli in questione che rappresentano quote del capitale della Società autorizzati ma non emessi di volta in volta e al momento, a condizione però che qualsiasi azione riacquistata venga considerata come mai emessa ai fini del calcolo del numero massimo di azioni che possono essere emesse. Fatti salvi i diritti speciali precedentemente conferiti ai titolari delle azioni o classi di azioni esistenti, ciascuna azione della Società potrà essere emessa con i diritti privilegiati, differiti o di altro genere o con le restrizioni, in merito ai dividendi, al voto, alla restituzione del capitale o altro, stabiliti di volta in volta dal Consiglio di amministrazione. 13

14 (g) (h) Fatto salvo quanto precede, le Azioni di partecipazione della Società saranno a disposizione del Consiglio di amministrazione (ferme restando le disposizioni dei Companies Acts), il quale avrà la facoltà di assegnarle, vendere opzioni su di esse o cederle altrimenti a tali persone secondo i termini e le modalità e nei tempi che riterrà nell interesse della Società e dei Soci. Fatte salve le disposizioni dei Companies Acts e dell Autorità di vigilanza finanziaria, le Azioni di partecipazione di ciascun Fondo potranno essere acquistate tramite sottoscrizione o trasferimento a pagamento, o rimborsate, da un altro Fondo ai fini degli investimenti incrociati tra i singoli Fondi. 5. Azioni Azioni di partecipazione rimborsabili. (i) (ii) Le Azioni di partecipazione possono essere emesse solo sotto forma di azioni interamente liberate e senza valore nominale. Il valore effettivo del capitale azionario versato di ciascuna classe di Azioni di partecipazione della Società sarà sempre pari al Valore patrimoniale netto di tale classe di Azioni di partecipazione. (iii) I diritti e le restrizioni associati alle Azioni di partecipazione saranno i seguenti: A. I titolari di Azioni di partecipazione intere avranno diritto, in una votazione per alzata di mano, a un voto ciascuno e, in una votazione a scrutinio segreto, a un voto per Azione di partecipazione, B. nonché ai dividendi che il Consiglio di amministrazione comunicherà di volta in volta; C. in caso di liquidazione o scioglimento della Società, essi godranno dei diritti di cui all articolo 122. Azioni di sottoscrizione (i) (ii) Le Azioni di sottoscrizione saranno emesse esclusivamente al loro valore nominale pari a 1 dollaro USA ciascuna. Qualsiasi Azione di sottoscrizione che non sia in possesso del Gestore degli Investimenti o dei suoi rappresentanti dovrà essere requisita ai sensi dell articolo 31 del presente Statuto. (iii) I titolari di Azioni di sottoscrizione avranno diritto, in una votazione per alzata di mano, a un voto ciascuno e, in una votazione a scrutinio segreto, a un voto per Azione di sottoscrizione. (iv) I titolari di Azioni di sottoscrizione non avranno diritto ad alcun dividendo in relazione alle Azioni detenute. 14

15 6. Modifica dei diritti I diritti relativi a qualsiasi classe di azioni, indipendentemente dalla liquidazione o meno della Società, possono essere modificati o revocati con il consenso scritto dei titolari dei tre quarti delle azioni emesse di tale classe, o tramite delibera straordinaria approvata in occasione di un assemblea generale dei titolari delle azioni di tale classe appositamente convocata. Ognuna di queste assemblee sarà soggetta alle disposizioni del presente Statuto in merito alle assemblee generali, ma il quorum richiesto per ognuna di esse, salvo nel caso in cui la riunione sia aggiornata, sarà di due persone titolari delle azioni della classe in questione o in possesso della necessaria delega e, qualora la riunione sia aggiornata, di una persona titolare di azioni della classe in questione o in possesso della necessaria delega. Qualunque titolare di azioni della classe in questione presente all assemblea o rappresentato mediante delega può richiedere la votazione a scrutinio segreto. I diritti conferiti ai titolari di azioni di ciascuna classe emesse con diritti privilegiati o di altro genere non potranno essere ritenuti modificati dalla creazione o dall emissione di altre azioni considerate di pari grado (pari passu), salvo esplicita indicazione del contrario nelle condizioni di emissione delle azioni di tale classe. 7. Responsabilità limitata dei diversi Fondi Tutti gli importi dovuti diversi dall eventuale commissione d entrata ai sensi dell articolo 12 percepiti dalla Società per l assegnazione o l emissione di Azioni di partecipazione di ciascuna classe insieme a tutti gli Investimenti in cui tali importi sono investiti o reinvestiti e tutti i redditi, i proventi, gli utili e i ricavi ad essi relativi saranno depositati su un apposito conto e tenuti separati nel Fondo a cui appartiene tale classe da tutti gli altri averi della Società ai quali si applicano le seguenti disposizioni: (c) (d) per ogni singolo Fondo dovranno essere tenute scritture contabili e compilati bilanci separati nella valuta di base rispettiva; le attività di ciascun Fondo saranno di proprietà esclusiva dello stesso, dovranno essere tenute separate dalle attività degli altri Fondi nelle scritture contabili del Depositario, non potranno essere utilizzate (salvo quanto disposto dai Companies Acts) per far fronte direttamente o indirettamente alle passività o ai crediti fatti valere nei confronti di qualsiasi altro Fondo e non saranno disponibili per fini di questo genere. i ricavi relativi all emissione di ciascuna classe di Azioni di partecipazione saranno accreditati al Fondo in questione costituito per quella determinata classe di Azioni di partecipazione, le attività e le passività nonché le entrate e le uscite ad esso imputabili saranno addebitate/accreditate a tale Fondo secondo le disposizioni del presente Statuto. nel caso in cui un attività sia derivata da un altra, l attività derivata sarà imputata allo stesso Fondo di cui fanno parte le attività da cui essa è stata ricavata, e ad ogni rivalutazione di un attività l aumento o la diminuzione di valore sarà imputato al Fondo in questione. 15

16 (e) qualora un attività o una passività della Società non possa essere considerata imputabile a un determinato Fondo, il Consiglio di amministrazione potrà decidere, a sua discrezione, previa autorizzazione dei Revisori, come ripartire tale attività o passività tra i Fondi. Esso avrà inoltre la facoltà, in qualsiasi momento e di volta in volta previa autorizzazione dei Revisori, di modificare i criteri di ripartizione, fermo restando che l autorizzazione dei Revisori non è necessaria nei casi in cui l attività o la passività venga ripartita tra tutti i Fondi in misura proporzionale al Valore patrimoniale netto di ognuno di essi. 8. Trust non autorizzati Fatte salve le disposizioni di legge, nessuno sarà autorizzato dalla Società a detenere Azioni nell ambito di un trust. La Società non si impegna né sarà tenuta in alcun modo a riconoscere (neanche in presenza di una notifica in merito) un interesse beneficiario, potenziale, futuro o parziale in qualsiasi azione o (se non diversamente stabilito dal presente Statuto o dalla legge) qualunque altro diritto in relazione a qualsivoglia azione, ad eccezione del diritto incondizionato dell intestatario all azione nella sua interezza. Ciò non preclude alla Società la possibilità di richiedere a un Socio o a un cessionario di azioni di fornirle informazioni sul beneficiario economico di ciascuna di esse nel caso in cui ne abbia ragionevolmente bisogno. 9. Emissione di Azioni di partecipazione III PARTE - AZIONI Fatto salvo quanto segue, la Società, al ricevimento da parte sua o dei suoi agenti autorizzati di: (i) (ii) una richiesta irrevocabile di Azioni di partecipazione nella forma stabilita di volta in volta dal Consiglio di amministrazione; dichiarazioni in merito alla residenza del richiedente o altro, secondo quanto richiesto di volta in volta dal Consiglio di amministrazione; ha la facoltà di emettere Azioni di partecipazione di qualsiasi classe al Prezzo d offerta di ciascuna classe di Azioni di partecipazione fissato ai sensi dell articolo 10 del presente Statuto, o a condizione che sia pervenuta la richiesta di cui al precedente punto (i), può assegnare tale classe di Azioni di partecipazione in attesa di ricezione dei fondi disponibili e/o delle informazioni e delle dichiarazioni di cui al precedente punto (ii). Gli originali dei Moduli di richiesta inviati via fax dovranno essere spediti per posta e giungere a destinazione entro il numero di Giorni lavorativi dalla ricezione di tali richieste stabilito dal Consiglio di amministrazione. Il mancato inoltro dei suddetti originali entro i termini stabiliti può comportare, a discrezione dell Amministrazione, il rimborso coattivo delle Azioni in questione ai sensi del presente Statuto. Il pagamento delle Azioni di partecipazione sarà effettuato nella valuta, nei tempi, nei luoghi, secondo le modalità e alle persone che agiscono per conto della Società stabiliti di volta in volta dal Consiglio di amministrazione. 16

17 (c) (d) (e) (f) Se il pagamento in fondi disponibili in relazione a una sottoscrizione non è pervenuto alla Data di riferimento, l assegnazione di azioni potrà essere annullata. Nel caso in cui gli importi di sottoscrizione non siano disponibili per mancata copertura del conto, l assegnazione di azioni richiesta sarà annullata. In entrambi i casi e fermo restando l annullamento della richiesta, il Consiglio di amministrazione può addebitare al richiedente le spese sostenute da quest ultimo o dalla Società per qualunque perdita subita da qualsiasi Fondo per la mancata ricezione o la mancata copertura del conto. Per poter coprire tali spese il Consiglio di amministrazione ha inoltre il diritto di vendere, in parte o in toto, le Azioni di partecipazione della classe in questione o di qualsiasi altra classe della Società appartenenti al richiedente. L emissione o l assegnazione delle Azioni di partecipazione ai sensi del presente articolo avverrà il Giorno di contrattazione in cui è pervenuta la richiesta, a condizione che essa giunga, nel caso di una richiesta da inoltrare nel Periodo d offerta iniziale, prima che siano decorsi i termini, e, qualora si tratti di una richiesta presentata dopo il Periodo d offerta iniziale, non oltre la Data di riferimento relativa alla sua ricezione. Le richieste pervenute oltre la Data di riferimento saranno trattate come richieste di Azioni di partecipazione il Giorno di contrattazione successivo alla ricezione. A discrezione del Consiglio di amministrazione, la Società potrà dare seguito a qualsiasi richiesta di assegnazione di Azioni di partecipazione di qualunque classe disponendo il trasferimento al richiedente di Azioni di partecipazione interamente liberate di tale classe e la data di decorrenza del trasferimento sarà il Giorno di contrattazione in questione. In tal caso, il riferimento contenuto nel presente Statuto all assegnazione di Azioni di partecipazione sarà da intendersi, ove opportuno, come riferimento all ordine di trasferimento delle Azioni di partecipazione. Ai fini del presente Statuto: (i) (ii) le Azioni di partecipazione della classe in questione che sono state assegnate ma non emesse il Giorno di contrattazione saranno considerate in circolazione alla ricezione del relativo pagamento; le Azioni di partecipazione della classe in questione la cui assegnazione è stata annullata e i cui importi di sottoscrizione non sono stati restituiti al richiedente il Giorno di contrattazione o prima di quella data saranno considerate non emesse alla chiusura della giornata in cui la richiesta è stata annullata; e le Azioni di partecipazione della classe in questione che sono state riacquistate il Giorno di contrattazione ai sensi dell articolo 19 saranno considerate non più in circolazione alla chiusura del Giorno di contrattazione in cui sono state riacquistate. (g) Qualora l importo percepito in relazione alle Azioni di partecipazione richieste non sia un multiplo intero del Prezzo d offerta nel Prospetto del Fondo può essere disposto quanto segue: 17

18 (i) (ii) se l importo è uguale o maggiore di 0,0001 del Prezzo d offerta di un Azione di partecipazione, una frazione di quest ultima sarà assegnata al nuovo socio che figurerà come intestatario di tale frazione; e se l importo è minore di 0,0001 del Prezzo d offerta di un Azione di partecipazione, esso non sarà restituito al richiedente, ma sarà pagabile alla Società per indennizzarla delle spese amministrative sostenute. Il Consiglio di amministrazione può inoltre decidere di non restituire gli importi percepiti in relazione alle Azioni di partecipazione inferiori a un unità di ciascuna valuta di denominazione secondo quanto stabilito dal Consiglio stesso. I diritti e i vantaggi dei titolari delle Azioni di partecipazione ai sensi del presente Statuto sono riconosciuti ai titolari di frazioni di Azioni in misura proporzionale alle frazioni di Azioni detenute e, ove il contesto non richieda altrimenti e salvo indicazioni diverse qui riportate, il riferimento contenuto nel presente Statuto alle Azioni di partecipazione comprende anche le frazioni di Azioni di partecipazione. In deroga alle disposizioni del presente Statuto, i titolari di frazioni di Azioni di partecipazione non possono esercitare il diritto di voto in relazione a tali frazioni di Azioni di partecipazione. 10. Prezzo d offerta/di sottoscrizione per Azione di ciascuna classe Il(I) Prezzo(i) d offerta iniziale(i) per Azione a cui le Azioni di ciascuna classe sono assegnate e emesse durante il Periodo d offerta iniziale sarà fissato dal Consiglio di amministrazione. Fatto salvo quanto disposto al paragrafo (c), il Prezzo di sottoscrizione per Azione di ciascuna classe da emettere successivamente al Periodo d offerta iniziale sarà fissato come segue: (i) (ii) stabilendo il Valore patrimoniale netto di ciascuna classe di Azioni calcolato in base all Ora di valutazione del Giorno di contrattazione in cui la sottoscrizione deve essere effettuata ai sensi degli articoli del presente Statuto maggiorato di un importo ritenuto congruo dal Consiglio di amministrazione per coprire Oneri e Imposte; e dividendo l importo calcolato al precedente punto (i) per il numero di Azioni di tale classe del Fondo in circolazione o ritenute in circolazione all Ora di valutazione in questione; e (iii) arrotondando, se necessario, il risultato alla seconda, terza o quarta cifra decimale, a seconda di quanto ritenuto opportuno dal Consiglio di amministrazione, nella valuta di denominazione delle Azioni. (c) Le Azioni saranno emesse per gli Azionisti al loro Valore patrimoniale netto il Giorno di contrattazione in questione laddove essi abbiano richiesto il rimborso di un uguale numero di Azioni del medesimo Fondo quello stesso Giorno di contrattazione. 18

19 (d) Fermo restando quanto previsto nelle Regulations, ciascun Giorno di contrattazione il Consiglio di amministrazione potrà emettere Azioni di ogni classe il cui regolamento avverrà attraverso il conferimento al Depositario per conto della Società di ciascun Investimento e in relazione al quale si applicheranno le seguenti disposizioni: (i) (ii) nel caso di una persona che non sia già Azionista non sarà emessa alcuna Azione fin quando essa non avrà compilato e consegnato alla Società o a un suo agente debitamente autorizzato il Modulo di richiesta previsto nel presente Statuto e non prima che abbia soddisfatto tutti i requisiti posti dal Consiglio di amministrazione, da ciascun distributore e dall Amministratore in merito alla richiesta; la natura degli Investimenti trasferiti in un determinato Fondo è tale da farli rientrare nella categoria degli Investimenti di tale Fondo in base agli obiettivi e alle politiche d investimento nonché alle restrizioni agli investimenti del Fondo in questione; (iii) non sarà emessa alcuna Azione fino a quando gli Investimenti non saranno stati conferiti al Depositario o a uno dei subdepositari per la piena soddisfazione del Depositario e non prima che il Depositario sia convinto che le modalità di regolamento non siano tali da recare pregiudizio agli Azionisti esistenti del Fondo in questione; (iv) il Consiglio di amministrazione appura che le modalità dello scambio non siano tali da recare pregiudizio agli altri Azionisti, fermo restando che tale scambio sarà effettuato in modo tale (ivi compreso l accantonamento dei fondi necessari a coprire le spese che lo scambio comporta e le eventuali commissioni d entrata che avrebbero dovuto essere applicate nel caso di emissione per contanti) che le Azioni emesse non siano in numero superiore a quelle che sarebbero state emesse in caso di pagamento in contanti per un importo pari al valore degli Investimenti in questione calcolati in conformità ai principi definiti all articolo 16. Tale ammontare può essere maggiorato di un importo ritenuto congruo dal Consiglio di amministrazione per coprire gli Oneri e le Imposte che sarebbero stati sostenuti dal Fondo in questione per l acquisto in contanti degli Investimenti o diminuito di un importo ritenuto congruo dal Consiglio di amministrazione per coprire gli Oneri e le Imposte da versare alla classe del Fondo in questione per l acquisizione diretta degli Investimenti da parte del Fondo stesso. 11. Sottoscrizione minima Il Consiglio di amministrazione può rifiutarsi di emettere Azioni per soddisfare qualsiasi richiesta a meno che: (i) l importo del valore delle Azioni a cui si riferisce la richiesta sia uguale o maggiore dell Investimento minimo o del corrispettivo in un altra valuta o dell importo stabilito di volta in volta dal Consiglio di amministrazione per ciascuna classe di Azioni; oppure 19

20 (ii) l investimento minimo in classi di Azioni stabilito di volta in volta dal Consiglio di amministrazione in presenza di una richiesta di Azioni di due o più classi a condizione che l importo complessivo del valore delle Azioni a cui si riferisce la richiesta non sia inferiore alla Partecipazione minima; oppure 12. Oneri (iii) il richiedente sia già titolare delle Azioni e l importo del valore delle Azioni a cui si riferisce la richiesta sia uguale o maggiore dell Investimento minimo aggiuntivo o di un importo diverso stabilito dal Consiglio di amministrazione. A sua totale discrezione, il Consiglio di amministrazione può richiedere a qualsiasi persona a cui deve essere assegnata una classe di Azioni di versare alla Società, a suo esclusivo vantaggio, (e/o alla/e persona/e incaricata/e dal Consiglio di amministrazione di promuovere la sottoscrizione e la distribuzione di Azioni) una commissione d entrata a un tasso stabilito dallo stesso Consiglio di amministrazione in base all importo complessivo sottoscritto ma non superiore per ogni Azione da assegnare al 3% del Valore patrimoniale netto di tale Azione arrotondato per eccesso alla quarta cifra decimale nella valuta di denominazione di tali Azioni. Il Giorno di contrattazione il Consiglio di amministrazione ha la facoltà applicare ai richiedenti importi diversi per quanto riguarda la commissione d entrata da versare alla Società o a uno dei suoi agenti debitamente autorizzati o da prelevare su ciascuna classe di Azioni (entro il massimale sopraindicato). Il Prezzo d offerta sarà dato dalla somma del Prezzo di sottoscrizione e della commissione d entrata. 13. Sospensione dell emissione Non verrà assegnata né emessa nessuna Azione di nessuna classe nei periodi nei quali la determinazione del Valore patrimoniale netto di tale classe di Azioni è sospesa ai sensi del presente Statuto, eccezion fatta per quelle le cui richieste sono già state ricevute e accettate dalla Società o dal suo agente autorizzato. 14. Limitazioni agli Azionisti/alle Persone qualificate Nessuno può vendere Azioni a chiunque non sia un Titolare qualificato. Fermo restando quanto disposto in precedenza, il Consiglio di amministrazione avrà la facoltà (ma in nessun caso l obbligo) di imporre le restrizioni che riterrà necessarie al fine di garantire che nessuna Azione di nessuna classe sia acquisita o detenuta direttamente o in qualità di beneficiario da: (i) (ii) chiunque non sia un Titolare qualificato; oppure chiunque in circostanze (in grado o meno di influire direttamente o indirettamente su tali/e persona/e, isolatamente o in relazione a qualsiasi altra persona collegata, o qualunque altra circostanza ritenuta pertinente dal Consiglio di amministrazione) che, a giudizio del Consiglio di 20

21 amministrazione, possono far sì che la Società sia soggetta a imposizione fiscale o a un danno pecuniario a cui altrimenti la Società non sarebbe stat soggetta oppure che la Società debba registrarsi ai sensi dell Act del 1940 o della normativa successiva o registrare qualsiasi classe dei suoi titoli ai sensi dell Act del 1933 o della normativa successiva. (iii) Nessuno che non sia un Titolare qualificato potrà essere o rimanere registrato come titolare di Azioni; il Consiglio di amministrazione, in presenza di una richiesta relativa a qualunque classe di Azioni o (secondo quanto previsto nel presente Statuto) di una richiesta di trasferimento di qualunque classe di Azioni, o in qualsiasi altro momento e di volta in volta, può richiedere che gli sia fornita la prova di questa circostanza nella misura che a sua discrezione riterrà sufficiente, e in mancanza di una prova a suo giudizio pienamente soddisfacente, il riacquisto o il trasferimento di tali azioni ai sensi del presente Statuto. (iv) Un titolare di qualsiasi classe di Azioni che cessi di essere un Titolare qualificato dovrà immediatamente inoltrare alla Società un avviso di riacquisto relativo a tali azioni o trasferirle a un Titolare qualificato. (v) Qualora il Consiglio di amministrazione ritenga, a sua totale discrezione, che un titolare di una classe di Azioni non sia un Titolare qualificato (o che non rispondesse a tali requisiti mentre era registrato come titolare di tali azioni), potrà richiedere il riacquisto o il trasferimento di tali Azioni ai sensi dell articolo 19 del presente Statuto. IV PARTE - DETERMINAZIONE DEL VALORE PATRIMONIALE NETTO 15. Valore patrimoniale netto delle Azioni (c) (d) Il Valore patrimoniale netto di un Fondo sarà il valore di tutte le attività che lo compongono al netto di tutte le passività ad esso imputabili, conformemente alle Regulations. Il valore delle attività e passività di cui al precedente punto sarà determinato conformemente alle norme di valutazione riportate negli articoli da 16 a 18 incluso. Il Valore patrimoniale netto di un Fondo sarà espresso nella Valuta di base nella quale esso è denominato (convertito ove necessario al tasso di cambio ritenuto opportuno dal Consiglio di amministrazione). Il Valore patrimoniale netto di una classe di Azioni di un Fondo sarà calcolato come segue: (i) per ciascuna classe di Azioni si determina il coefficiente di assegnazione dividendo la cifra calcolata per ogni classe secondo il successivo punto A per quella calcolata secondo il successivo punto B; 21

22 A. si somma il Valore patrimoniale netto di ciascuna classe di Azioni, quale determinato all Ora di valutazione precedente, al valore dell attività degli azionisti (ossia, sottoscrizioni/rimborsi netti determinati all Ora di valutazione precedente) all Ora di valutazione corrente per ciascuna classe di Azioni; B. si somma il totale dei Valori patrimoniali netti di tutte le classi di Azioni, quale determinato all Ora di valutazione precedente, al valore dell attività degli Azionisti (ossia, sottoscrizioni/rimborsi netti determinati all Ora di valutazione precedente) all Ora di valutazione corrente per tutte le classi di Azioni; (ii) si assegnano a ciascuna classe di Azioni il reddito, le spese, gli utili e le perdite realizzati e non realizzati, maturati all Ora di valutazione corrente, laddove l importo da assegnare è calcolato moltiplicando il totale degli importi maturati per il coefficiente determinato al punto (i); (iii) si sommano le cifre di cui al punto (ii) assegnate a ciascuna classe di Azioni alle spese maturate, alle distribuzioni dichiarate e al valore dell attività degli azionisti (ossia sottoscrizioni/rimborsi netti) all Ora di valutazione corrente, imputabili esclusivamente a ciascuna classe specifica di Azioni. Le spese imputabili a una specifica classe di Azioni sono soltanto quelle che le competono. (iv) si sommano i risultati del punto (iii) ottenuti per ciascuna classe di Azioni al Valore patrimoniale netto risultante alla precedente Ora di Valutazione della rispettiva classe di Azioni; (e) (f) (g) I costi e le perdite/guadagni derivanti da contratti stipulati (fermo il disposto dell articolo 75 (d)) a scopo di copertura del rischio valutario a beneficio di una determinata classe di un Fondo (nei casi in cui la valuta della classe in questione sia diversa da quella di base del Fondo) sono imputabili esclusivamente alla classe interessata. Il Valore patrimoniale netto di una classe di Azioni di un Fondo sarà espresso nella valuta di base nella quale il Fondo è denominato (ma nel caso in cui la valuta della classe in questione sia diversa dalla valuta di base del Fondo, sarà espresso nella valuta in cui è denominata la classe in questione) (convertito, se necessario, al tasso di cambio ritenuto opportuno dagli Amministratori). Il Valore patrimoniale netto dell Azione di una classe sarà determinato dividendo il Valore patrimoniale netto di tale classe per il numero di Azioni che la costituiscono e sono ritenute essere in circolazione. 16. Attività della Società Le attività della Società s intendono comprendere, tra le altre: (i) tutte le liquidità in cassa, in deposito o a vista, compresi i relativi interessi maturati e tutti i crediti; 22

COMPANIES ACTS DAL 1963 AL 2009 PUBLIC LIMITED COMPANY

COMPANIES ACTS DAL 1963 AL 2009 PUBLIC LIMITED COMPANY COMPANIES ACTS DAL 1963 AL 2009 PUBLIC LIMITED COMPANY SOCIETÀ DI INVESTIMENTO A CAPITALE VARIABILE A COMPARTI MULTIPLI CON SEPARAZIONE DELLE PASSIVITÀ TRA I COMPARTI THE WORLD MARKETS UMBRELLA FUND PUBLIC

Dettagli

Per lo meno un mese prima della nomina della GS ManCo, gli Azionisti riceveranno ulteriori notificazioni ed informazioni relative a tale nomina.

Per lo meno un mese prima della nomina della GS ManCo, gli Azionisti riceveranno ulteriori notificazioni ed informazioni relative a tale nomina. Il presente documento è importante e richiede la Sua pronta attenzione. In caso di dubbio circa la procedura da seguire, La invitiamo a rivolgersi al Suo esperto degli investimenti, direttore di banca,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE GROUPAMA FP ACTIONS EMERGENTES TITOLO 1 ATTIVO E QUOTE

REGOLAMENTO DEL FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE GROUPAMA FP ACTIONS EMERGENTES TITOLO 1 ATTIVO E QUOTE REGOLAMENTO DEL FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE GROUPAMA FP ACTIONS EMERGENTES ********************* TITOLO 1 ATTIVO E QUOTE Articolo 1 QUOTE DI COMPROPRIETA I diritti dei comproprietari sono espressi

Dettagli

Circolare agli Azionisti di. Xmtch (IE) on FTSE MIB. Xmtch (IE) plc

Circolare agli Azionisti di. Xmtch (IE) on FTSE MIB. Xmtch (IE) plc Circolare agli Azionisti di Xmtch (IE) on FTSE MIB di Xmtch (IE) plc una società di investimento OICVM multicomparto con separazione patrimoniale fra i comparti costituita secondo la legge irlandese 24

Dettagli

ATLANTE TARGET ITALY FUND

ATLANTE TARGET ITALY FUND Gli Amministratori di Atlante Funds plc (la Società ) i cui nominativi sono riportati nella sezione del Prospetto informativo intitolata LA SOCIETÀ si assumono ogni responsabilità in ordine alle informazioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Articolo 1 - Oggetto 1.1. Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci in conformità all'articolo 7 dello statuto sociale. 1.2. Tale

Dettagli

OBBLIGAZIONE 144 CODICE ISIN IT0003445431 EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI STEP-UP 2003-2011 BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CAMBIANO Soc. Coop. A Resp. Lim.

OBBLIGAZIONE 144 CODICE ISIN IT0003445431 EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI STEP-UP 2003-2011 BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CAMBIANO Soc. Coop. A Resp. Lim. FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO PER LA RACCOLTA IN TITOLI DELLE BANCHE (REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI) OBBLIGAZIONE 144 CODICE ISIN IT0003445431

Dettagli

OBBLIGAZIONE 209 CODICE ISIN IT0003819247 EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI STEP-UP 2005-2015 BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CAMBIANO Soc. Coop. A Resp. Lim.

OBBLIGAZIONE 209 CODICE ISIN IT0003819247 EMISSIONE DI OBBLIGAZIONI STEP-UP 2005-2015 BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CAMBIANO Soc. Coop. A Resp. Lim. OGLIO INFORMATIVO ANALITICO PER LA RACCOLTA IN TITOLI DELLE BANCHE (REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI) OBBLIGAZIONE 209 CODICE ISIN IT0003819247

Dettagli

Comunicazione della Società : significa quanto descritto nell articolo 3.2.

Comunicazione della Società : significa quanto descritto nell articolo 3.2. REGOLAMENTO DEI SPONSOR WARRANT SPACE S.P.A. 1 DEFINIZIONI 1.1 Nel presente Regolamento i seguenti termini hanno il significato qui attribuito. I termini definiti al singolare si intendono definiti anche

Dettagli

Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali

Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali Art. 1 Scopo Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti da Soci, sia persone fisiche che giuridiche, in conformità all art. 4 dello Statuto

Dettagli

COMPANIES ACTS, 1963-2006 A PUBLIC COMPANY LIMITED BY SHARES

COMPANIES ACTS, 1963-2006 A PUBLIC COMPANY LIMITED BY SHARES COMPANIES ACTS, 1963-2006 A PUBLIC COMPANY LIMITED BY SHARES SOCIETÀ D INVESTIMENTO A CAPITALE VARIABILE FONDO A OMBRELLO A RESPONSABILITÀ LIMITATA DEI FONDI NATIXIS INTERNATIONAL FUNDS (DUBLIN) I PUBLIC

Dettagli

ITALCEMENTI S.P.A. PIANO DI STOCK OPTION PER AMMINISTRATORI - 2007 REGOLAMENTO

ITALCEMENTI S.P.A. PIANO DI STOCK OPTION PER AMMINISTRATORI - 2007 REGOLAMENTO ITALCEMENTI S.P.A. PIANO DI STOCK OPTION PER AMMINISTRATORI - 2007 REGOLAMENTO INDICE 1. PREMESSA 3 2. SCOPI DEL PIANO 3 3. OGGETTO DEL PIANO 3 4. GESTIONE DEL PIANO 4 5. PARTECIPAZIONE ELEGGIBILITÀ 4

Dettagli

Policy per la negoziazione e per il rimborso delle Azioni di propria emissione

Policy per la negoziazione e per il rimborso delle Azioni di propria emissione Azioni di propria emissione Marzo 2016 SOMMARIO Premessa... 5 Regole interne per la negoziazione di Azioni BPC... 5 Strategia di esecuzione... 5 Soggetti ammessi alla negoziazione... 6 Modalità di conferimento

Dettagli

Aderente al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo. Aderente all Ombudsman bancario. Rating. Not rated

Aderente al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo. Aderente all Ombudsman bancario. Rating. Not rated GLIO INFORMATIVO ANALITICO PER LA RACCOLTA IN TITOLI DELLE BANCHE (REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI) OBBLIGAZIONE 210 CODICE ISIN IT0003820336

Dettagli

1.1. Azioni di classe A e B del comparto CS Invest (Lux) SICAV Londinium Global Equities

1.1. Azioni di classe A e B del comparto CS Invest (Lux) SICAV Londinium Global Equities CS Invest (Lux) SICAV Sicav di diritto Lussemburghese con sede legale in 5, rue Jean Monnet, L-2180 Lussemburgo Informazioni di cui al provvedimento della Banca Italia del 14 aprile 2005 I paragrafi che

Dettagli

Estratto del patto parasociale ai sensi dell art. 122 del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 MONCLER S.P.A.

Estratto del patto parasociale ai sensi dell art. 122 del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 MONCLER S.P.A. Estratto del patto parasociale ai sensi dell art. 122 del d.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 MONCLER S.P.A. Premesse In data 16 dicembre 2013, Ruffini Partecipazioni S.r.l.( Ruffini Partecipazioni ), ECIP

Dettagli

Cerved Information Solutions S.p.A.

Cerved Information Solutions S.p.A. Cerved Information Solutions S.p.A. Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea degli Azionisti Unica convocazione: 27 aprile 2015 CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Gli aventi diritto di

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l..

CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l.. COPIA PER IL RICHIEDENTE CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l.. Il sottoscritto.............., codice fiscale., nato a......, il / /, domiciliato

Dettagli

Regolamento del Prestito Convertibile TE Wind S.A. 2013-2018. (il Regolamento )

Regolamento del Prestito Convertibile TE Wind S.A. 2013-2018. (il Regolamento ) Regolamento del Prestito Convertibile TE Wind S.A. 2013-2018 (il Regolamento ) 1. Importo e titoli 1.1 Il prestito obbligazionario denominato Convertibile TE Wind S.A. 2013-2018 di Euro 4.365.000,00 (quattromilioni

Dettagli

PIANO DI STOCK OPTIONS 2006-2009. come modificato Assemblea 13 aprile 2011. RECORDATI INDUSTRIA CHIMICA E FARMACEUTICA S.p.A. (la

PIANO DI STOCK OPTIONS 2006-2009. come modificato Assemblea 13 aprile 2011. RECORDATI INDUSTRIA CHIMICA E FARMACEUTICA S.p.A. (la PIANO DI STOCK OPTIONS 2006-2009 come modificato Assemblea 13 aprile 2011 1. PREMESSA Il presente piano (il Piano ), approvato dal Consiglio di Amministrazione della RECORDATI INDUSTRIA CHIMICA E FARMACEUTICA

Dettagli

(le SICAV ) Agli azionisti di db x-trackers Sonia Total Return Index ETF e db x-trackers II Sterling Cash ETF (i Fondi )

(le SICAV ) Agli azionisti di db x-trackers Sonia Total Return Index ETF e db x-trackers II Sterling Cash ETF (i Fondi ) db x-trackers Società di investimento a capitale variabile Sede Legale: 49, avenue J.F. Kennedy, L-1855 Lussemburgo R.C.S. Lussemburgo B.119-899 db x-trackers II Società di investimento a capitale variabile

Dettagli

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 www.granterre.it Art. 1 Il presente Regolamento

Dettagli

Articolo 7. (Patrimonio dello Stato S.p.a.) Articolo 8. (Società per il finanziamento delle infrastrutture)

Articolo 7. (Patrimonio dello Stato S.p.a.) Articolo 8. (Società per il finanziamento delle infrastrutture) SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 1425 DISEGNO DI LEGGE presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri (BERLUSCONI) e dal Ministro dell economia e delle finanze (TREMONTI) di concerto col

Dettagli

SCHEDA TECNICA DESCRIZIONE SEZIONI DI INVESTIMENTO

SCHEDA TECNICA DESCRIZIONE SEZIONI DI INVESTIMENTO SCHEDA TECNICA DESCRIZIONE SEZIONI DI INVESTIMENTO DURATA CONTRATTUALE LIMITI ASSUNTIVI QUESTIONARI PRESTAZIONE IN CASO DI VITA DELL ASSICURATO (capitale a scadenza) PRESTAZIONE IN CASO DI DECESSO DELL

Dettagli

Prospetto tradotto fedelmente dall ultimo prospetto ricevuto dalla Commissione di Vigilanza del Settore Finanziario del Lussemburgo.

Prospetto tradotto fedelmente dall ultimo prospetto ricevuto dalla Commissione di Vigilanza del Settore Finanziario del Lussemburgo. EXTRA FUND SICAV TOTAL RETURN OPPORTUNITY Prospetto Informativo Semplificato Luglio 2009 Prospetto tradotto fedelmente dall ultimo prospetto ricevuto dalla Commissione di Vigilanza del Settore Finanziario

Dettagli

Art. 1 Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti da soci persone fisiche in conformità all'art. 4 dello Statuto Sociale.

Art. 1 Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti da soci persone fisiche in conformità all'art. 4 dello Statuto Sociale. Art. 1 Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti da soci persone fisiche in conformità all'art. 4 dello Statuto Sociale. Tale raccolta, da impiegare esclusivamente per il conseguimento

Dettagli

Iscritta all albo delle banche Art.13 D.Lgs. 385/93 al n.3556.8 Albo delle cooperative a mutualità prevalente

Iscritta all albo delle banche Art.13 D.Lgs. 385/93 al n.3556.8 Albo delle cooperative a mutualità prevalente FOGLIO INFORMATIVO PER LA RACCOLTA IN TITOLI DELLE BANCHE (REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI) OBBLIGAZIONE 235 CODICE ISIN IT0003935365

Dettagli

Il presente Prospetto Semplificato è traduzione fedele dell ultimo Prospetto Semplificato approvato dalla competente autorità di vigilanza irlandese.

Il presente Prospetto Semplificato è traduzione fedele dell ultimo Prospetto Semplificato approvato dalla competente autorità di vigilanza irlandese. Il presente Prospetto Semplificato è traduzione fedele dell ultimo Prospetto Semplificato approvato dalla competente autorità di vigilanza irlandese. Gli Amministratori RUSSELL INVESTMENT COMPANY IV PUBLIC

Dettagli

Tutti i soci sono tenuti alla massima e più scrupolosa osservanza delle norme in esso contenute.

Tutti i soci sono tenuti alla massima e più scrupolosa osservanza delle norme in esso contenute. REGOLAMENTO DEI DEPOSITI DEI SOCI PREMESSA Il presente regolamento interno ha come scopo la disciplina dei conferimenti in denaro, a titolo di prestito, effettuati dai soci per il conseguimento dell oggetto

Dettagli

Tellco fondazione d investimento

Tellco fondazione d investimento Regolamento della Tellco fondazione d investimento valevoli dal 01.01.2011 Tellco fondazione d investimento Bahnhofstrasse 4 Casella postale 713 CH-6431 Svitto t + 41 41 819 70 30 f + 41 41 819 70 35 tellco.ch

Dettagli

THE EMERGING WORLD FUND

THE EMERGING WORLD FUND In caso di dubbi circa il contenuto del presente Supplemento, si invitano gli investitori a contattare il proprio agente di cambio, direttore di banca, consulente legale, commercialista od un altro consulente

Dettagli

PIANO DI STOCK OPTIONS 2010-2013

PIANO DI STOCK OPTIONS 2010-2013 PIANO DI STOCK OPTIONS 2010-2013 1. PREMESSA Il presente piano (il Piano ), sottoposto all Assemblea degli Azionisti della RECORDATI INDUSTRIA CHIMICA E FARMACEUTICA S.p.A. (la Società ) e approvato dalla

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO IVU 2012-2017 TASSO FISSO PARZIALMENTE CONVERTIBILE

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO IVU 2012-2017 TASSO FISSO PARZIALMENTE CONVERTIBILE REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO IVU 2012-2017 TASSO FISSO PARZIALMENTE CONVERTIBILE Art. 1 Importo e titoli Il prestito obbligazionario parzialmente convertibile IVU 2012-2017 Tasso Fisso Parzialmente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE. Art. 1) Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci (sia persone fisiche

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE. Art. 1) Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci (sia persone fisiche REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Art. 1) Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci (sia persone fisiche che giuridiche) in conformità all'art. 18 lettera 4 dello

Dettagli

Documento Informativo relativo alla sottoscrizione del contratto AZ INFINITY LIFE Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked

Documento Informativo relativo alla sottoscrizione del contratto AZ INFINITY LIFE Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked Documento Informativo relativo alla sottoscrizione del contratto AZ INFINITY LIFE Prodotto finanziario assicurativo di tipo Unit Linked Data di validità: 21 marzo 2012 1. IMPRESA DI ASSICURAZIONE AZ Life

Dettagli

OFFERTA PUBBLICA DI SOTTOSCRIZIONE DI. di massimi [] Certificates Codice ISIN [] (i Certificates )

OFFERTA PUBBLICA DI SOTTOSCRIZIONE DI. di massimi [] Certificates Codice ISIN [] (i Certificates ) OFFERTA PUBBLICA DI SOTTOSCRIZIONE DI [] di massimi [] Certificates Codice ISIN [] (i Certificates )...sottoscritto/a......cod.fisc....... domiciliato/a......c.a.p....... via......n.........(il Richiedente

Dettagli

Relazione sulla remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998; delibere inerenti e conseguenti.

Relazione sulla remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998; delibere inerenti e conseguenti. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI GRUPPO MUTUIONLINE S.P.A. SULLE PROPOSTE ALL'ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCATA IN PRIMA CONVOCAZIONE PER IL 23 APRILE 2013

Dettagli

In caso di adesioni all OPSC per quantitativi di azioni superiori alle azioni oggetto dell Offerta, si farà luogo al riparto secondo il metodo

In caso di adesioni all OPSC per quantitativi di azioni superiori alle azioni oggetto dell Offerta, si farà luogo al riparto secondo il metodo Proposta di autorizzazione all acquisto di azioni ordinarie proprie, ai sensi dell art. 2357 del codice civile, dell art. 132 del D.Lgs. 58/1998 e relative disposizioni di attuazione, con la modalità di

Dettagli

INFORMAZIONI SULLE CARATTERISTICHE DELL EMISSIONE Ammontare dell emissione

INFORMAZIONI SULLE CARATTERISTICHE DELL EMISSIONE Ammontare dell emissione FOGLIO INFORMATIVO ANALITICO PER LA RACCOLTA IN TITOLI DELLE BANCHE (REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI) OBBLIGAZIONE 127 CODICE ISIN IT0003373534

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Periodo di offerta in opzione: dal 12 ottobre 2015 al 30 ottobre 2015.

COMUNICATO STAMPA. Periodo di offerta in opzione: dal 12 ottobre 2015 al 30 ottobre 2015. COMUNICATO STAMPA COMPLETAMENTO DELL ACCORDO DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI CON L AUMENTO DI CAPITALE IN OPZIONE DI MASSIMI EURO 3 MILIONI E LA CONVERSIONE DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO Il Consiglio di

Dettagli

REGOLAMENTO PER I PRESTITI SOCIALI

REGOLAMENTO PER I PRESTITI SOCIALI COOPERATIVA EDIFICATRICE LAVORATORI TONOLLI SOCIETA' COOPERATIVA Sede in Via G. Rotondi, 41/A - 20037 PADERNO DUGNANO (MI) Cod. Fisc. 83002100150 - Partita IVA 00985970961 Lega 1104 REA 877488 Reg. Impr.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DI EDIZIONE S.R.L. Treviso 26 aprile 2012. Si trasmette per conto di Edizione S.R.L. l allegato comunicato stampa. Cordiali saluti.

COMUNICATO STAMPA DI EDIZIONE S.R.L. Treviso 26 aprile 2012. Si trasmette per conto di Edizione S.R.L. l allegato comunicato stampa. Cordiali saluti. EMITTENTE: OGGETTO: BENETTON GROUP S.P.A. COMUNICATO STAMPA DI EDIZIONE S.R.L. Treviso 26 aprile 2012 Si trasmette per conto di Edizione S.R.L. l allegato comunicato stampa. Cordiali saluti. Comunicato

Dettagli

Punto 3 all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria

Punto 3 all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria Punto 3 all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria Autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie. Delibere inerenti e conseguenti. 863 Relazione del Consiglio di Gestione sul punto

Dettagli

Art. 2 - Condizioni per il deposito di prestito sociale presso la Cooperativa

Art. 2 - Condizioni per il deposito di prestito sociale presso la Cooperativa REGOLAMENTO DEI PRESTITI SOCIALI Art. 1 - Definizione dei prestiti sociali 1. I depositi in denaro effettuati da soci esclusivamente per il conseguimento dell oggetto sociale con obbligo di rimborso per

Dettagli

RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO 1 SCOPI E FUNZIONAMENTO

RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO 1 SCOPI E FUNZIONAMENTO RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO 1 SCOPI E FUNZIONAMENTO ARTICOLO 1 In attuazione dell art. 4 dello Statuto Sociale ed ai sensi di quanto prescritto dalle leggi, dalle deliberazioni del Comitato

Dettagli

Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A. Documento informativo relativo al Piano di Stock Option 2010

Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A. Documento informativo relativo al Piano di Stock Option 2010 Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A. Documento informativo relativo al Piano di Stock Option 2010 Questo documento (il Documento Informativo ) è stato redatto in conformità a quanto previsto dall art. 84-bis

Dettagli

RISOLUZIONE N. 76/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito

RISOLUZIONE N. 76/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito RISOLUZIONE N. 76/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 novembre 2013 OGGETTO: Consulenza giuridica - Deducibilità dell imposta di bollo nel regime del risparmio gestito Con la richiesta di consulenza

Dettagli

CASSA DI RISPARMIO DI CENTO S.P.A.

CASSA DI RISPARMIO DI CENTO S.P.A. CASSA DI RISPARMIO DI CENTO S.P.A. Iscritta all albo delle Banche: 5099 Sede legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/b - 44042 CENTO (Fe) Capitale Sociale: Euro 67.498.955,88 Codice Fiscale, Partita

Dettagli

Articolo 1 Warrant azioni ordinarie Gabetti Property Solutions 2009 / 2013

Articolo 1 Warrant azioni ordinarie Gabetti Property Solutions 2009 / 2013 REGOLAMENTO DEI WARRANT AZIONI ORDINARIE GABETTI PROPERTY SOLUTIONS 2009/2013 Articolo 1 Warrant azioni ordinarie Gabetti Property Solutions 2009 / 2013 1.1 In data 12 maggio 2009 l Assemblea Straordinaria

Dettagli

Testo vigente. Testo proposto Articolo 5 Capitale sociale. Articolo 5

Testo vigente. Testo proposto Articolo 5 Capitale sociale. Articolo 5 1. Proposta di eliminazione del valore nominale espresso delle azioni ordinarie e di risparmio in circolazione. Conseguenti modifiche dello statuto sociale. Deliberazioni inerenti e conseguenti. Signori

Dettagli

REGOLAMENTO DEI WARRANT SAFE BAG 2013-2016. allegato "B" all'atto numero 5970 della Raccolta. Articolo 1. Warrant Safe Bag 2013 2016

REGOLAMENTO DEI WARRANT SAFE BAG 2013-2016. allegato B all'atto numero 5970 della Raccolta. Articolo 1. Warrant Safe Bag 2013 2016 REGOLAMENTO DEI WARRANT SAFE BAG 2013-2016 allegato "B" all'atto numero 5970 della Raccolta Articolo 1 Warrant Safe Bag 2013 2016 L Assemblea Straordinaria di Safe Bag S.p.A. (di seguito la Società o Safe

Dettagli

Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato. Il giorno, alle ore, nel Comune di

Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato. Il giorno, alle ore, nel Comune di Atto costitutivo dell associazione - organizzazione di volontariato Il giorno, alle ore, nel Comune di Via n. con la presente scrittura privata si sono riuniti i sig.ri (1): per costituire l organizzazione

Dettagli

CONSORZIO VCO ENERGIA

CONSORZIO VCO ENERGIA CONSORZIO VCO ENERGIA Patti e condizioni 1) DENOMINAZIONE È costituito un Consorzio con attività esterna denominato: VCO ENERGIA 2) SEDE Il Consorzio ha sede in Verbania, frazione Intra, via Ugo Sironi

Dettagli

NATIXIS INTERNATIONAL FUNDS (DUBLIN) I - LOOMIS SAYLES HIGH INCOME FUND

NATIXIS INTERNATIONAL FUNDS (DUBLIN) I - LOOMIS SAYLES HIGH INCOME FUND In caso di dubbi sul contenuto del presente Supplemento, si consiglia di consultare il proprio agente di cambio, consulente bancario, avvocato, contabile o altro consulente finanziario indipendente. Il

Dettagli

INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ

INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ INFORMATIVA SULLA FISCALITÀ Con la presente comunicazione si desidera fornire una breve sintesi del regime fiscale applicabile ai fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano, nonché del

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI. 22 aprile 2015 - Prima Convocazione ed occorrendo 23 aprile 2015 Seconda Convocazione

ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI. 22 aprile 2015 - Prima Convocazione ed occorrendo 23 aprile 2015 Seconda Convocazione Servizi Italia S.p.A. Sede legale: Via S. Pietro, 59/b 43019 Castellina di Soragna (PR) Capitale sociale: Euro 28.371.486,00 i.v. Numero Iscrizione Registro Imprese di Parma, C.F. 08531760158, Partita

Dettagli

Regolamento dei "Warrant azioni ordinarie Bio-On 2014-2017" (di seguito il Regolamento )

Regolamento dei Warrant azioni ordinarie Bio-On 2014-2017 (di seguito il Regolamento ) Regolamento dei "Warrant azioni ordinarie Bio-On 2014-2017" (di seguito il Regolamento ) GLOSSARIO Ai fini del presente Regolamento i termini indicati qui di seguito hanno il seguente significato: Azioni

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO PARTE ORDINARIA

ORDINE DEL GIORNO PARTE ORDINARIA Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti 17 aprile 2014 Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione sui punti all Ordine del Giorno ai sensi dell articolo 125-ter del D.Lgs. n. 58/98

Dettagli

Statuto BSI SA BANCHIERI SVIZZERI DAL 1873. Indice. I. Ragione sociale, sede e scopo della società 1. II. Capitale azionario, azioni 1

Statuto BSI SA BANCHIERI SVIZZERI DAL 1873. Indice. I. Ragione sociale, sede e scopo della società 1. II. Capitale azionario, azioni 1 BANCHIERI SVIZZERI DAL 1873 Statuto BSI SA 19 aprile 2012 Indice I. Ragione sociale, sede e scopo della società 1 II. Capitale azionario, azioni 1 III. Organi della società 2 IV. Conti annuali, riserve

Dettagli

Regolamento del fondo interno A.G. Italian Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó=

Regolamento del fondo interno A.G. Italian Equity Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó= = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= fí~äá~å=bèìáíó= A) Obiettivi e descrizione del fondo Il fondo persegue l obiettivo di incrementare il suo valore nel lungo termine, attraverso l investimento in

Dettagli

Regolamento dei Warrant Prima Vera S.p.A. Nel presente regolamento i seguenti termini hanno il significato ad essi qui attribuito:

Regolamento dei Warrant Prima Vera S.p.A. Nel presente regolamento i seguenti termini hanno il significato ad essi qui attribuito: Regolamento dei Warrant Prima Vera S.p.A. Art. 1 Definizioni Nel presente regolamento i seguenti termini hanno il significato ad essi qui attribuito: Assemblea di Emissione = L assemblea della Società

Dettagli

RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE - regolamento -

RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE - regolamento - RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE - regolamento - SCOPI E FUNZIONAMENTO DELLA SEZIONE Articolo 1 In attuazione dell Articolo 1 dello Statuto Sociale ed ai sensi di quanto prescritto dalle leggi, dalle deliberazioni

Dettagli

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione

Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione ALLEGATO 2 (SCHEMA TIPO) Statuto dell Organizzazione di Volontariato Associazione Art. 1 Costituzione e Sede E costituita ai sensi dell art. 36 e seguenti del C.C., l Organizzazione di Volontariato denominata,

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma. Capitale sociale Euro 151.991.896,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma. Capitale sociale Euro 151.991.896,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00154 Roma Capitale sociale Euro 151.991.896,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

REGOLAMENTO DEI WARRANT MICROSPORE S.p.A. 2013-2015

REGOLAMENTO DEI WARRANT MICROSPORE S.p.A. 2013-2015 REGOLAMENTO DEI WARRANT MICROSPORE S.p.A. 2013-2015 1. Definizioni Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: AIM Italia significa il

Dettagli

REGOLAMENTO WARRANT VALORE ITALIA HOLDING DI PARTECIPAZIONI S.p.A 2014-2015.

REGOLAMENTO WARRANT VALORE ITALIA HOLDING DI PARTECIPAZIONI S.p.A 2014-2015. REGOLAMENTO WARRANT VALORE ITALIA HOLDING DI PARTECIPAZIONI S.p.A 2014-2015. 1. Definizioni Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE OPEN GROUP - SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S.

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE OPEN GROUP - SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S. 1 REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE OPEN GROUP - SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S. con sede legale in Mura di Porta Galliera n. 1/2 A 40126 Bologna 051242557 e sede amministrativa:

Dettagli

7 Informazioni riguardanti gli strumenti finanziari oggetto dell Offerta Globale

7 Informazioni riguardanti gli strumenti finanziari oggetto dell Offerta Globale 7 Informazioni riguardanti gli strumenti finanziari oggetto dell Offerta Globale 7.1 Descrizione delle Azioni I titoli oggetto dell Offerta Globale sono n. 1.750.000 azioni ordinarie ASM, da nominali Euro

Dettagli

Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato:

Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: 1. Definizioni REGOLAMENTO DEI WARRANT PRIMI SUI MOTORI 2012-2015 Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: AIM Italia significa il

Dettagli

Assegnazione Destinatari del Piano Società Controllate Gruppo Piaggio

Assegnazione Destinatari del Piano Società Controllate Gruppo Piaggio Piano di assegnazione di diritti di opzione su azioni proprie riservato al top management del Gruppo Piaggio e autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie previa revoca delle deliberazioni

Dettagli

Contratto di capitalizzazione a premio unico con rivalutazione annua del capitale

Contratto di capitalizzazione a premio unico con rivalutazione annua del capitale Alleanza Assicurazioni S.p.A. appartenente al Gruppo Generali Contratto di capitalizzazione a premio unico con rivalutazione annua del capitale Condizioni Contrattuali Regolamento Gestione interna separata

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE ROMANDANDO - Associazione senza scopo di lucro

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE ROMANDANDO - Associazione senza scopo di lucro STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE ROMANDANDO - Associazione senza scopo di lucro ARTICOLO 1. E costituita l Associazione "ROMANDANDO Associazione senza scopo di lucro", in forma abbreviata: "ROMANDANDO". La durata

Dettagli

Sunshine Capital Investments S.p.A. Regolamento dei WARRANT

Sunshine Capital Investments S.p.A. Regolamento dei WARRANT (All 1) Sunshine Capital Investments S.p.A. Regolamento dei WARRANT 1 REGOLAMENTO DEI WARRANT SUNSHINE CAPITAL INVESTMENTS S.P.A. 2014-2016 1. Definizioni Ai fini del presente Regolamento i termini indicati

Dettagli

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma - Tel +390647021 http://www.bnl.it - Iscritta

Dettagli

Regolamento del prestito obbligazionario IT0003853014 BIM 1,50% 2005-2015 subordinato convertibile in azioni ordinarie

Regolamento del prestito obbligazionario IT0003853014 BIM 1,50% 2005-2015 subordinato convertibile in azioni ordinarie Regolamento del prestito obbligazionario IT0003853014 BIM 1,50% 2005-2015 subordinato convertibile in azioni ordinarie Art. 1. Importo, titoli e prezzo di emissione 1.1 Il prestito obbligazionario BIM

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL FONDO BANCOPOSTA LIQUIDITÀ EURO Collocatore Pagina 1 di 12 A) SCHEDA IDENTIFICATIVA funzionamento. Denominazione, tipologia e durata del

Dettagli

Avviso di posticipazione dell assemblea ordinaria e straordinaria

Avviso di posticipazione dell assemblea ordinaria e straordinaria DMAIL GROUP S.p.A. Sede legale e amministrativa: Via San Vittore n. 40 20123 MILANO (MI) - Capitale Sociale: 15.300.000,00 euro C.F. P.IVA e Registro delle Imprese: 12925460151 Sito internet: www.dmailgroup.it

Dettagli

TENDERCAPITAL Funds plc Modulo di Negoziazione Azioni (da compilare solo da azionisti esistenti)

TENDERCAPITAL Funds plc Modulo di Negoziazione Azioni (da compilare solo da azionisti esistenti) Tutti gli Azionisti che hanno compilato e sottoscritto un modulo di sottoscrizione per investire in Azioni di uno o più di Tendercapital US Turnaround, Tendercapital Bond Two Steps, Tendercapital Cash

Dettagli

ASCOPIAVE S.p.A. Signori azionisti,

ASCOPIAVE S.p.A. Signori azionisti, ASCOPIAVE S.p.A. Via Verizzo, 1030 Pieve di Soligo (TV) Capitale Sociale Euro 234.411.575,00 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA e Registro delle Imprese di Treviso n. 03916270261 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL

Dettagli

Regolamento WARRANT TISCALI S.P.A. 2009 2014. L assemblea straordinaria dell Emittente, in data 30 giugno 2009, ha deliberato tra l altro:

Regolamento WARRANT TISCALI S.P.A. 2009 2014. L assemblea straordinaria dell Emittente, in data 30 giugno 2009, ha deliberato tra l altro: Regolamento WARRANT TISCALI S.P.A. 2009 2014 Premesse L assemblea straordinaria dell Emittente, in data 30 giugno 2009, ha deliberato tra l altro: (a) di aumentare il capitale sociale dell Emittente in

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE ENTE NON COMMERCIALE SENZA FINI DI LUCRO DENOMINATA CIRCOLO DI CULTURA FOTOGRAFICA PHOTOLIFE

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE ENTE NON COMMERCIALE SENZA FINI DI LUCRO DENOMINATA CIRCOLO DI CULTURA FOTOGRAFICA PHOTOLIFE STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE ENTE NON COMMERCIALE SENZA FINI DI LUCRO DENOMINATA CIRCOLO DI CULTURA FOTOGRAFICA PHOTOLIFE Denominazione e scopi Art. 1 In data 10 agosto 2002 è costituito in Lucca,

Dettagli

Procedure AIM ITALIA per le Operazioni sul capitale

Procedure AIM ITALIA per le Operazioni sul capitale Procedure AIM ITALIA per le Operazioni sul capitale Le seguenti procedure sono costituite dal Principio Generale e dalle Linee Guida e Tabelle, che formano parte integrante delle Procedure stesse. Le seguenti

Dettagli

Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato:

Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: REGOLAMENTO DEI WARRANT CLABO 2015 2018 1. Definizioni Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: AIM Italia significa il sistema multilaterale

Dettagli

ASSOCIAZIONE ISTRUTTORI FORESTALI - AIFOR

ASSOCIAZIONE ISTRUTTORI FORESTALI - AIFOR ASSOCIAZIONE ISTRUTTORI FORESTALI - AIFOR TITOLO I - Disposizioni generali Art. 1) - Costituzione E costituita una Associazione denominata Associazione Istruttori Forestali, in sigla AIFOR. L Associazione

Dettagli

Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato:

Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: 1. Definizioni REGOLAMENTO DEI WARRANT PRIMI SUI MOTORI 2012-2016 Ai fini del presente Regolamento i termini in maiuscolo indicati qui di seguito hanno il seguente significato: AIM Italia significa il

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 26 (rivisto nella sostanza nei 1994) Fondi di previdenza

Principio contabile internazionale n. 26 (rivisto nella sostanza nei 1994) Fondi di previdenza Principio contabile internazionale n. 26 (rivisto nella sostanza nei 1994) Fondi di previdenza Ambito di applicazione 1. Il presente Principio deve essere applicato per la presentazione delle informazionifinanziarie

Dettagli

FRENDY ENERGY S.P.A.

FRENDY ENERGY S.P.A. FRENDY ENERGY S.P.A. Sede legale in Firenze, Via Fiume n. 11 Capitale sociale Euro 4.225.000,00 i.v. Codice fiscale ed iscrizione nel Registro delle Imprese di Firenze n. 05415440964 RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

Informazioni chiave per gli investitori

Informazioni chiave per gli investitori Informazioni chiave per gli investitori Il presente documento contiene le informazioni chiave per gli investitori in relazione a questo Fondo. Non si tratta di un documento promozionale. Le informazioni

Dettagli

Assemblea degli Azionisti 28 ottobre 2014(prima convocazione) ore 8.30 29 ottobre 2014 (seconda convocazione) ore 8.30

Assemblea degli Azionisti 28 ottobre 2014(prima convocazione) ore 8.30 29 ottobre 2014 (seconda convocazione) ore 8.30 Assemblea degli Azionisti 28 ottobre 2014(prima convocazione) ore 8.30 29 ottobre 2014 (seconda convocazione) ore 8.30 Relazioni degli Amministratori sui punti all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI D IPARTIMENTO PER GLI AFFARI REGIONALI, LE AUTONOMIE E LO SPORT

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI D IPARTIMENTO PER GLI AFFARI REGIONALI, LE AUTONOMIE E LO SPORT Ritenuto che risulta dimostrato l interesse pubblico concreto ed attuale alla revoca del provvedimento in esame; Decreta: Art. 1. Il decreto dirigenziale n. 3/CC/2013 regione Calabria del 30 gennaio 2013

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997)

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997) REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997) REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Art.1 Art.2 Art.3 Oggetto Il presente regolamento

Dettagli

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Procedure per le Operazioni sul capitale

AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale. Procedure per le Operazioni sul capitale AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale Procedure per le Operazioni sul capitale 6 ottobre 2014 3 marzo 2014 Procedure per le Operazioni sul capitale Le seguenti procedure sono costituite dal Principio

Dettagli

Regolamento del fondo interno A.G. Euro Blue Chips Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë=

Regolamento del fondo interno A.G. Euro Blue Chips Pagina 1 di 5. = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë= = oéöçä~ãéåíç= ÇÉä=ÑçåÇç= áåíéêåç=^kdk= bìêç=_äìé=`üáéë= A) Obiettivi e descrizione del fondo Il fondo persegue l obiettivo di incrementare il suo valore nel lungo termine, attraverso l investimento in

Dettagli

STATUTO DEL CENTRO DI FIRENZE PER LA MODA ITALIANA

STATUTO DEL CENTRO DI FIRENZE PER LA MODA ITALIANA STATUTO DEL CENTRO DI FIRENZE PER LA MODA ITALIANA ART. 1 DENOMINAZIONE SEDE 1. Il Centro di Firenze per la Moda Italiana, in forma abbreviata CENTRO MODA, costituito il 6 novembre 1954, è una Associazione

Dettagli

NATIXIS INTERNATIONAL FUNDS (DUBLIN) I - LOOMIS SAYLES HIGH INCOME FUND

NATIXIS INTERNATIONAL FUNDS (DUBLIN) I - LOOMIS SAYLES HIGH INCOME FUND In caso di dubbi sul contenuto del presente Supplemento, si consiglia di consultare il proprio agente di cambio, consulente bancario, avvocato, contabile o altro consulente finanziario indipendente. Il

Dettagli

Statuto. La società a responsabilità limitata denominata "Livorno Sport S.r.l.", è retta da questo Statuto.

Statuto. La società a responsabilità limitata denominata Livorno Sport S.r.l., è retta da questo Statuto. Statuto Art.1 La società a responsabilità limitata denominata "Livorno Sport S.r.l.", è retta da questo Statuto. Art 2 La Società ha sede legale in Livorno, presso il complesso sportivo "La Bastia", in

Dettagli

FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A.

FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A. FINANZA & FUTURO BANCA S.P.A. Sede sociale Piazza del Calendario n. 1 Milano con socio unico Iscritta all Albo delle Banche codice 3170 Appartenente al Gruppo Deutsche Bank Iscritto all Albo dei Gruppi

Dettagli

REGOLAMENTO FCI TOCQUEVILLE OLYMPE PATRIMOINE

REGOLAMENTO FCI TOCQUEVILLE OLYMPE PATRIMOINE Società di gestione : Tocqueville Finance S.A. Banca Depositaria : CM-CIC Securities REGOLAMENTO FCI TOCQUEVILLE OLYMPE PATRIMOINE ATTIVI E QUOTE Articolo 1 - Quote di comproprietà I diritti dei comproprietari

Dettagli

CONDIZIONI CONTRATTUALI

CONDIZIONI CONTRATTUALI CONDIZIONI CONTRATTUALI Contratto di capitalizzazione a premio unico e premi integrativi, con rivalutazione annuale del capitale assicurato (tariffa n 357) PARTE I - OGGETTO DEL CONTRATTO Articolo 1 -

Dettagli

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014

FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 FIDELITY FUNDS Supplemento del novembre 2014 al Prospetto del giugno 2014 Il presente supplemento è parte integrante del Prospetto di Fidelity Funds del giugno 2014 e comprendente il supplemento dell agosto

Dettagli