CERTIFICAZIONI DEL PRONTO SOCCORSO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CERTIFICAZIONI DEL PRONTO SOCCORSO"

Transcript

1 LA CERTIFICAZIONE: costruire consapevolezza di ruolo insieme al giovane professionista che lavora sul territorio e in ospedale CERTIFICAZIONI DEL MEDICO OSPEDALIERO E DI PRONTO SOCCORSO Dott. Matteo d Arienzo

2 CERTIFICATO???

3

4

5 DEFINIZIONE DI «CERTIFICATO» Atto scritto che dichiara conformi a verità atti di natura tecnica, di cui il certificato è destinato a provare l esistenza.

6 REQUISITI DEL CERTIFICATO 1) Chiarezza (no «medichese») 2) Veridicità

7 REQUISITI FORMALI DEL CERTIFICATO 1) Autore 2) Destinatario 3) Data Molto importante certificare la realtà obiettiva e che la soggettiva venga riportata come «riferita»

8 QUALI SONO I CERTIFICATI CHE INTERESSANO AL MEDICO OSPEDALIERO?

9 Tipi di certificati Certificati privati Certificati per lo stato civile Certificati attinenti alla polizia mortuaria Certificati di interesse sanitario Certificati di idoneità a varie attività Certificati per l assenza dal lavoro Certificati in materia assicurativa e previdenziale

10 CERTIFICATI PRIVATI - Certificato attestante lo stato di verginità o di deflorazione da esibire, secondo i casi, in sede penale, civile o canonica - Certificato per l esenzione dall obbligo di usare le cinture di sicurezza alla guida di autoveicoli

11 CERTIFICATI PER LO STATO CIVILE Certificato di assistenza al parto (ginecologo) Certificato di morte (medico necroscopo)

12 CERTIFICATI ATTINENTI ALLA POLIZIA MORTUARIA Certificato occorrente alla cremazione del Certificato occorrente alla cremazione del cadavere

13 CERTIFICATI DI INTERESSE SANITARIO - Certificato di vaccinazione - Certificato relativo all IVG - Ecc9

14 CERTIFICATI PER L ASSENZA DAL LAVORO Richiesti per l erogazione dell indennità economica di malattia da parte dell INPS ai lavoratori che si sono assentati dal lavoro a causa di malattia

15 I CERTIFICATI INPS

16 CERTIFICATI INPS?

17 LA LEGGE DICE CHE9 Dall' è pienamente operativa la disciplina dell'invio telematico dei certificati di malattia, anche per i medici di P.S.

18 IN REALTA 9

19 CERTIFICATI DI MALATTIA DEL MEDICO OSPEDALIERO 1) CERTIFICATO DI RICOVERO 2) CERTIFICATO DI DIMISSIONE PROTETTA 3) CERTIFICATO PER CICLI DI CURA RICORRENTI

20 CERTIFICATO DI RICOVERO OSPEDALIERO Sostituisce a tutti gli effetti la certificazione rilasciata dal medico curante Deve contenere: generalità dell interessato, data del rilascio, firma leggibile del medico, indicazione della diagnosi e prognosi La formulazione della prognosi è valida unicamente quando viene fatto esplicito riferimento all incapacità lavorativa.

21 CERTIFICATO DI DIMISSIONI PROTETTE Il lavoratore, non ancora completamente guarito, viene dimesso, ma nello stesso tempo è obbligato a seguire presso la struttura un programma di monitoraggio che prevede una serie di appuntamenti per esami clinici. La pausa tra un appuntamento e l altro viene definita periodo intermedio e non è indennizzato perché non equiparabile al ricovero. Per l indennizzabilità di detto periodo è necessario che dalla certificazione (della struttura ospedaliera o del medico curante) risulti non solo la patologia ma la relativa incapacità al lavoro.

22 CERTIFICATO DI DAY HOSPITAL L indennizzabilità del ricovero in DH potrà aver luogo previo riconoscimento della sussistenza di uno stato di effettiva incapacità lavorativa. La permanenza giornaliera nel luogo di cura, tenendo conto anche del tempo occorrente per rientrare nel luogo di lavoro, deve coprire in buona sostanza la durata (giornaliera) dell attività lavorativa. Anche nell ipotesi di permanenza inferiore, l indennità potrà competere quando venga debitamente accertata a livello medico la condizione di mancanza, nel lavoratore, di una residua capacità lavorativa nel corso della medesima giornata di effettuazione della terapia. Ai fini dell indennizzabilità di ulteriori giorni successivi al ricovero in day hospital, il lavoratore dovrà produrre altro certificato medico di continuazione, compilato in ogni sua parte.

23 CERTIFICATO PER CICLI DI CURA RICORRENTI Riguardano i lavoratori che si sottopongono a più riprese, per lunghi periodi, a terapie ambulatoriali, spesso di natura specialistica, comportanti incapacità al lavoro. Il medico potrà certificare i cicli di cura singolarmente (trattamento eseguito entro 30 giorni dal precedente) o con un unica certificazione che attesti la necessità di trattamenti ricorrenti comportanti incapacità lavorativa e che li qualifichi l uno ricaduta dell altro. Tale soluzione potrà essere consentita anche per i casi di lavoratori in trattamento emodialitico La certificazione dovrà essere inviata prima dell inizio della terapia, fornendo anche l indicazione dei giorni previsti per l esecuzione. A tale certificazione dovranno far seguito, sempre a cura degli interessati, periodiche (ad esempio mensili) dichiarazioni della struttura sanitaria, riportanti il calendario delle prestazioni effettivamente eseguite, le sole che danno titolo all indennità. Le suddette disposizioni vanno applicate anche alle giornate di Day Service Ambulatoriale (Dsa) e per l ospitalità diurna nei Centri di Salute Mentale (Csm) (Msg. Inps n. 3701/2008).

24 INFORTUNI SUL LAVORO

25 INAIL

26 INAIL: COS è? Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Esercita l assicurazione degli infortunie delle malattie professionalinel settore dell industria, dell artigianato e dell agricoltura Istituito con il regio decreto 23 marzo 1933 n. 264

27 INFORTUNIO SUL LAVORO Art. 2 del T.U. 1124/65 tutti i casi di infortunio avvenuti per causa violenta in occasione di lavoro da cui sia derivata la morte o una inabilità permanente al lavoro assoluta o parziale ovvero una inabilità temporanea assoluta che comporti l astensione dal lavoro per piùdi3giorni

28 CAUSA VIOLENTA??? Per configurarsi come causa violenta deve esserci l impiego improvviso e abnorme di energia, oppure lo sviluppo di energia superiore a quella richiesta da un normale atto di forza

29 «...la "causa violenta" puo' essere ravvisabile anche nello sforzo tipico dell'attivita' lavorativa svolta dall'interessato, purche' esso sia rivolto "a vincere una forza antagonista propria della prestazione di lavoro o del suo ambiente ed abbia determinato, con azione rapida ed intensa, una lesione» Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza n del

30

31

32

33 Se al termine del periodo di prognosi definito dall ospedale o dall INAIL, il Lavoratore non fosse ancora in condizione di riprendere il lavoro, potrà recarsi in una di queste strutture: Dal proprio Medico di Famiglia All INAIL All Ospedale

34 A guarigione avvenuta e/o alla scadenza dei giorni concessi: dall INAIL dall Ospedale dal proprio medico di famiglia Il Lavoratore, per poter riprendere il lavoro, dovrà recarsi da una di queste strutture per farsi rilasciare il certificato di CHIUSURA DELL INFORTUNIO.

35

36 CERTIFICAZIONE MEDICA INFORTUNIO LAVORATIVO

37 CERTIFICAZIONE MEDICA INFORTUNIO LAVORATIVO

38 CERTIFICAZIONE MEDICA INFORTUNIO LAVORATIVO

39 CERTIFICAZIONE MEDICA MALATTIA PROFESSIONALE

40 CERTIFICAZIONE MEDICA MALATTIA PROFESSIONALE

41 CERTIFICAZIONE MEDICA MALATTIA PROFESSIONALE

42

43

44 REFERTO ALL AUTORITA GIUDIZIARIA

45 CONDIZIONI PER L OBBLIGO DEL REFERTO 1) che l esercente una professione sanitaria abbia prestato la propria assistenza od opera 2) che si tratti di casi che possono presentare i caratteri di un delitto procedibile d ufficio 3) che non ricorrano le cause di esenzione dall obbligo di riferire all autorità giudiziaria

46 REATI PROCEDIBILI D UFFICIO Lesioni personali dolose lievi, gravi e gravissime (prognosi >20 giorni) Lesioni personali colpose gravi e gravissime (quando siano conseguenza di violazione delle norme di prevenzione degli infortuni sul lavoro o relative all'igiene del lavoro o che abbiano determinato una malattia professionale) Omicidio, istigazione al suicidio, rissa9

47 Casi in cui non ricorre l'obbligo del referto (art. 365 c.p.). 1) Quando la trasmissione del referto esporrebbe la persona assistita a procedimento penale. Es. se dalla ferita emerge che l'assistito è stato partecipe ad una rissa. In questo caso non ricorre l'obbligo del referto, tuttavia il sanitario conserva la facoltà di presentarlo. Se il sanitario che ha prestato l'assistenza è anche un pubblico ufficiale che è intervenuto nell'esercizio delle sue funzioni(es. il primario del pronto soccorso di un ospedale pubblico), è vero che questi non ha l'obbligo del referto, ma su di lui continua però a gravare l'obbligo di denuncia di cui agli artt. 331 e 332 c.p.p., per la rivestita qualità di pubblico ufficiale. 2) Quando c è necessità di salvare se medesimo o un prossimo congiunto da un grave e inevitabile nocumento nella libertà e nell onore

48 ALCUNI CASI PARTICOLARI9

49 Paziente coinvolto in una rissa con prognosi < 20gg

50 Paziente vittima di sfregio al viso, con prognosi < 20gg

51 Madre e figlia percossi dal marito/padre, che riferiscono ripetuti episodi negli anni

52 Infortunio sul lavoro con prognosi del medico di PS di 30 gg, allungata di altri 10gg dal medico di medicina generale

53 VIOLENZA SESSUALE

54 VIOLENZA SESSUALE PROCEDIBILE D UFFICIO SE... 1) se il fatto previsto dall art. 609bisc.p. è commesso nei confronti di persona che al momento del fatto non ha compiuto gli anni diciotto; 2) se il fatto è commesso da un pubblico ufficiale o da un incaricato di pubblico servizio nell'esercizio delle proprie funzioni; 3) se il fatto è connesso con un altro delitto per il quale si deve procedere d'ufficio;

55 VIOLENZA SESSUALE DI GRUPPO

56 CONCLUSIONI La certificazione è un atto medico estremamente importante e fa parte del lavoro quotidiano non solo del medico ospedaliero, ma di qualsiasi tipologia di medico. INFATTI TUTTI, MA PROPRIO TUTTI, POSSONO AVERE BISOGNO DI UN CERTIFICATO PRIMA O POI9

57 GRAZIE DELL ATTENZIONE

Segnalazioni obbligatorie all Autorità Giudiziaria

Segnalazioni obbligatorie all Autorità Giudiziaria Segnalazioni obbligatorie all Autorità Giudiziaria 1. Referto 2. Denuncia di reato REFERTO IL REFERTO E L ATTO SCRITTO CON IL QUALE L ESERCENTE UNA PROFESSIONE SANITARIA RIFERISCE ALL AUTORITA GIUDIZIARIA

Dettagli

Paolo Mascagni 21-06-14

Paolo Mascagni 21-06-14 Paolo Mascagni 21-06-14 EVENTI LESIVI DA CAUSA LAVORATIVA INFORTUNIO Evento avvenuto per causa violenta (concentrata nel tempo), in occasione di lavoro, da cui sia derivata la morte o un inabilità permanente

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE DI MALATTIA NEL PUBBLICO IMPIEGO

LA CERTIFICAZIONE DI MALATTIA NEL PUBBLICO IMPIEGO LA CERTIFICAZIONE DI MALATTIA NEL PUBBLICO IMPIEGO LA CERTIFICAZIONE MEDICA LA CERTIFICAZIONE RAPPRESENTA PER IL MEDICO UN DOVERE GIURIDICO- AMMINISTRATIVO CHE DISCENDE DAL CARATTERE PUBBLICISTICO DELLA

Dettagli

INAIL: Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL: Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Logo INAIL INAIL: Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Detiene le banche dati sugli infortuni sul lavoro e le malattie lavoro correlate Assicura i lavoratori contro gli

Dettagli

Ennio Savino Dirigente Medico INAIL

Ennio Savino Dirigente Medico INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO Ennio Savino Dirigente Medico INAIL Il medico di Medicina Generale rappresenta spesso il primo riferimento per il paziente vittima

Dettagli

Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000

Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000 Testo Unico Legge n. 1124 del 1965 Decreto Legislativo n. 38 del 2000 INCA PIEMONTE - 2010 1 L ASSICURAZIONE INAIL LA CAUSA VIOLENTA - L OCCASIONE DI LAVORO L INFORTUNIO IN ITINERE GLI OBBLIGHI DEL LAVORATORE

Dettagli

Adempimenti medico-legali negli infortuni e nelle malattie professionali

Adempimenti medico-legali negli infortuni e nelle malattie professionali SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE CORSO 2010/2013 SEDE DI REGGIO EMILIA Adempimenti medico-legali negli infortuni e nelle malattie professionali Dr. Gianni Gilioli Medico Competente

Dettagli

IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001. STUDIO CONSICUR dott. Luca Vincenzo Fanesi

IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001. STUDIO CONSICUR dott. Luca Vincenzo Fanesi L obbligo della denuncia infortunio e malattia professionale Il registro infortuni LA TUTELA ASSICURATIVA SUI LUOGHI DI LAVORO IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO IL D.Lgs. 81/2001 STUDIO CONSICUR dott. Luca

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

INAIL ATTIVITA L INAIL

INAIL ATTIVITA L INAIL COSA E L INAIL? INAIL ATTIVITA L INAIL Istituto Nazionale Assicurazioni Infortuni sul Lavoro è un ente pubblico non economico, erogatore di servizi a carattere nazionale, con personalità giuridica e autonomia

Dettagli

Obblighi del medico in caso di infortunio sul lavoro o di sospetta malattia professionale

Obblighi del medico in caso di infortunio sul lavoro o di sospetta malattia professionale Obblighi del medico in caso di infortunio sul lavoro o di sospetta malattia professionale Il documento che segue è diretto a orientare il medico nell assolvimento degli obblighi di legge ai quali deve

Dettagli

POLIZZA INFORTUNI AXIS n.937800214 RCT/O LLOYD S n. A2LIA01126G

POLIZZA INFORTUNI AXIS n.937800214 RCT/O LLOYD S n. A2LIA01126G NORME DA SEGUIRE IN CASO DI SINISTRO (indistintamente per tutte le categorie di tesserati) compilare in stampatello i moduli di denuncia in ogni parte ed inviare gli stessi a mezzo raccomandata postale

Dettagli

NOTE SU. obbligo di referto dell esercente la professione sanitaria. obbligo di denuncia del pubblico ufficiale dell incaricato di pubblico servizio

NOTE SU. obbligo di referto dell esercente la professione sanitaria. obbligo di denuncia del pubblico ufficiale dell incaricato di pubblico servizio NOTE SU obbligo di referto dell esercente la professione sanitaria obbligo di denuncia del pubblico ufficiale dell incaricato di pubblico servizio 1 È previsto dall art 365 codice penale quale delitto

Dettagli

ASSICURATO: Copia B - per l Assicurato - TIP. INAIL - 11/2007 SINTESI DELL ESAME OBIETTIVO DIAGNOSI ACCERTAMENTI GIÀ PRATICATI PRESCRIZIONI

ASSICURATO: Copia B - per l Assicurato - TIP. INAIL - 11/2007 SINTESI DELL ESAME OBIETTIVO DIAGNOSI ACCERTAMENTI GIÀ PRATICATI PRESCRIZIONI Mod. 1 SS CERTIFICAZIONE MEDICA DI INFORTUNIO LAVORATIVO PRIMO CONTINUATIVO DEFINITIVO RIAMMISSIONE IN TEMPORANEA Cognome Nome Sesso MF Nato a (Comune) Residente a (Comune) CAP Nazionalità Codice ISTAT

Dettagli

CERTIFICAZIONE MEDICA DI INFORTUNIO LAVORATIVO. Prov. Prov. in (Comune o Stato Estero) GG MM AAAA / / Lʼassicurato...

CERTIFICAZIONE MEDICA DI INFORTUNIO LAVORATIVO. Prov. Prov. in (Comune o Stato Estero) GG MM AAAA / / Lʼassicurato... Mod. 1 SS CERTIFICAZIONE MEDICA DI INFORTUNIO LAVORATIVO n PRIMO n CONTINUATIVO n DEFINITIVO n RIAMMISSIONE IN TEMPORANEA Cognome Nome Sesso MF Nato a (Comune) Domiciliato in (Comune) CAP Nazionalità Codice

Dettagli

OBBLIGHI DEI MEDICI NEI CASI DI INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE

OBBLIGHI DEI MEDICI NEI CASI DI INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE INAIL Direzione regionale Lombardia REGIONE LOMBARDIA Direzione Generale Sanità OBBLIGHI DEI MEDICI NEI CASI DI INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE A cura di Inail Direzione Regionale Lombardia e Regione

Dettagli

La certificazione e il referto ex art. 365 c.p.. Responsabilità del medico nella gestione delle malattie professionali.

La certificazione e il referto ex art. 365 c.p.. Responsabilità del medico nella gestione delle malattie professionali. La certificazione e il referto ex art. 365 c.p.. Responsabilità del medico nella gestione delle malattie professionali. Dr Salvatore Iannuzzi Dirigente medico di I livello, Centro Medico legale INAIL Catania

Dettagli

Segreteria Centrale Organo di Coordinamento FABI - Banca Monte dei Paschi di Siena. I malati oncologici

Segreteria Centrale Organo di Coordinamento FABI - Banca Monte dei Paschi di Siena. I malati oncologici Segreteria Centrale Organo di Coordinamento FABI - Banca Monte dei Paschi di Siena I malati oncologici Le patologie oncologiche, nelle varie fasi da quella iniziale a quella acuta ed infine a quella della

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE IN EMERGENZA URGENZA

LA CERTIFICAZIONE IN EMERGENZA URGENZA LA CERTIFICAZIONE IN EMERGENZA URGENZA Certificazioni con carattere di urgenza INAIL INPS MORTE (constatazione di decesso) Altri certificati (morso di animale, certificato di vaccinazione antitetanica)

Dettagli

INAIL Direzione Regionale Lombardia. Le prestazioni INAIL

INAIL Direzione Regionale Lombardia. Le prestazioni INAIL INAIL Direzione Regionale Lombardia Le prestazioni INAIL 1 LE PRESTAZIONI ASSICURATIVE A FRONTE DEL PAGAMENTO DEL PREMIO ASSICURATIVO QUANDO SI VERIFICA UN EVENTO INDENNIZZABILE L INAIL EROGA DUE TIPI

Dettagli

Medici e Pediatri di Famiglia

Medici e Pediatri di Famiglia Medici e Pediatri di Famiglia L assistenza del medico e del pediatra di famiglia Il Medico di Medicina Generale (MMG) ed il Pediatra di Famiglia (PdF) sono le figure di riferimento per ogni problema che

Dettagli

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale A cura di: - Inail Direzione Regionale Lombardia - Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità Documento realizzato nell ambito della

Dettagli

Atto scritto di informazione (denuncia) all Autorità giudiziaria

Atto scritto di informazione (denuncia) all Autorità giudiziaria Atto scritto di informazione (denuncia) all Autorità giudiziaria COMPITI GENERALI IL DOVERE DI INFORMARE L AUTORITA LE DENUNCE OBBLIGATORIE SANITARIE: comunicazione all Autorità competente (Sindaco, in

Dettagli

Delitti contro l attività giudiziaria

Delitti contro l attività giudiziaria Capitolo II Delitti contro l attività giudiziaria SOMMARIO: 2.1. Generalità. 2.2. Nozione di pubblico ufficiale. 2.3. Nozione di incaricato di pubblico servizio. 2.4. Nozione di esercente un servizio di

Dettagli

GLOSSARIO E DISPOSIZIONI OPERATIVE

GLOSSARIO E DISPOSIZIONI OPERATIVE GLOSSARIO E DISPOSIZIONI OPERATIVE GLOSSARIO ( Valide per tutti i piani sanitari relativamente alle forme di assistenza in essi previsti ) Franchigia/ scoperto Parte del danno indennizzabile, espressa

Dettagli

CERTIFICATI REFERTI DENUNCE: ASPETTI GENERALI E NORMATIVI

CERTIFICATI REFERTI DENUNCE: ASPETTI GENERALI E NORMATIVI CERTIFICATI REFERTI DENUNCE: ASPETTI GENERALI E NORMATIVI CERTIFICATO MEDICO testimonianza scritta, di indole tecnica, riguardante fatti di rilevanza giuridica, direttamente constatati dal medico nell'esercizio

Dettagli

dott. Daniel Segre I PRINCIPI GIURIDICI DELL AUTODIFESA

dott. Daniel Segre I PRINCIPI GIURIDICI DELL AUTODIFESA dott. Daniel Segre I PRINCIPI GIURIDICI DELL AUTODIFESA OBIETTIVI DEL CORSO MGA PARTE GIURIDICA Conoscere il quadro giuridico Riconoscere l ambito della legittima difesa Difendersi dalle leggi Evitare

Dettagli

Prot. n. 16568 del 21/03/2014. Oggetto: Invio modulistica INAIL

Prot. n. 16568 del 21/03/2014. Oggetto: Invio modulistica INAIL Prot. n. 16568 del 21032014 Ai Medici 118 Oggetto: Invio modulistica INAIL Direttore Centrale Operativa 118 Via Roma 56 53100 SIENA tel. 0577 536853 fax 0577 536118 e-mail: si118@usl7.toscana.it Il medico

Dettagli

Omissione di referto

Omissione di referto Omissione di referto Art. 365 c.p. Chiunque, avendo nell esercizio di una professione sanitaria prestata la propria assistenza o opera in casi che possono presentare i caratteri di un delitto per il quale

Dettagli

Nuove modalitàdi di presentazione delle domande di InvaliditàCivile e per il riconoscimento dei benefici delle leggi n. 104/1992 e n.

Nuove modalitàdi di presentazione delle domande di InvaliditàCivile e per il riconoscimento dei benefici delle leggi n. 104/1992 e n. Nuove modalitàdi di presentazione delle domande di InvaliditàCivile e per il riconoscimento dei benefici delle leggi n. 104/1992 e n. 68/1999 A decorrere dall 1.1.2010 le domande per il riconoscimento

Dettagli

Roma, 21/05/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 100

Roma, 21/05/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 100 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Organizzazione Ufficio Centrale di monitoraggio e coordinamento in materia di protezione dei dati personali e accesso alle banche

Dettagli

Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali

Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali Indicazioni operative per i RLS aziendali in caso di infortuni e malattie professionali Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, in base al D.Lgs 81/08 riceve le informazioni e la documentazione

Dettagli

CERTIFICAZIONE in ambito INAIL DOTT.ROBBI.MANGHI LA CERTIFICAZIONE IN MEDICINA GENERALE REGGIO EMILIA, 15 settembre 2011

CERTIFICAZIONE in ambito INAIL DOTT.ROBBI.MANGHI LA CERTIFICAZIONE IN MEDICINA GENERALE REGGIO EMILIA, 15 settembre 2011 CERTIFICAZIONE in ambito INAIL DOTT.ROBBI.MANGHI LA CERTIFICAZIONE IN MEDICINA GENERALE REGGIO EMILIA, 15 settembre 2011 INAIL Aree di intervento Oggetto dell Assicurazione (infortunio sul lavoro, infortunio

Dettagli

CERTIFICAZIONE MEDICA DI MALATTIA PROFESSIONALE

CERTIFICAZIONE MEDICA DI MALATTIA PROFESSIONALE Mod. 5 SS CERTIFICAZIONE MEDICA DI MALATTIA PROFESSIONALE PRIMO CONTINUATIVO DEFINITIVO RIAMMISSIONE IN TEMPORANEA Cognome Nome Sesso MF Nato a (Comune) Residente a (Comune) CAP Nazionalità Codice ISTAT

Dettagli

percorso uscite di emergenza

percorso uscite di emergenza 11 è obbligatorio l uso dei guanti protettivi è obbligatorio il casco protettivo sono obbligatorie le scarpe di sicurezza è obbligatoria la cintura di sicurezza è obbligatoria la protezione del corpo è

Dettagli

PROGETTO AMI DONNA 1

PROGETTO AMI DONNA 1 PROGETTO AMIDONNA 1 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE Oggetto dell assicurazione: A norma di quanto previsto dal presente contratto la Società accorda, per tutta la durata del rapporto contrattuale,

Dettagli

OBBLIGHI DEL MEDICO IN CASO DI MALATTIA PROFESSIONALE

OBBLIGHI DEL MEDICO IN CASO DI MALATTIA PROFESSIONALE Dipartimento di Sanità Pubblica Unità Operativa Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro Direttore Dott. Loris Fabbri OBBLIGHI DEL MEDICO IN CASO DI MALATTIA PROFESSIONALE A cura di: Dott. Simone

Dettagli

GENERALI Assicurazioni Generali S.p.A. Agenzia Generale di Roma Servizio Medici di Continuità Assistenziale ed Emergenza Sanitaria

GENERALI Assicurazioni Generali S.p.A. Agenzia Generale di Roma Servizio Medici di Continuità Assistenziale ed Emergenza Sanitaria GENERALI Assicurazioni Generali S.p.A. Agenzia Generale di Roma Servizio Medici di Continuità Assistenziale ed COMUNICAZIONE DI MALATTIA Per informazioni telefoniche rivolgersi ai numeri: Telefono: 06-4402037

Dettagli

Percorso di attivazione della procedura sanitaria

Percorso di attivazione della procedura sanitaria PROTOCOLLO OPERATIVO SPERIMENTALE PER ACCERTAMENTI SANITARI PER MINORI DA AFFIDARE A FAMIGLIE O A SERVIZI RESIDENZIALI (in temporanea sostituzione del protocollo regionale approvato con Delibera n 489

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015:

INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015: INFORTUNIO SUL LAVORO INAIL 2015: PROCEDURE, RETRIBUZIONE E PAGAMENTO dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, gennaio 2015 L infortunio sul lavoro INAIL 2015 è un incidente che avviene in occasione dell

Dettagli

Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate)

Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate) 09/2009 CARTA INFORMATIVA DEI SERVIZI DEI MEDICI IN GRUPPO Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate) IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE

Dettagli

Cos è l INAIL. (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro)

Cos è l INAIL. (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) Cos è l INAIL (Istituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) E l Istituto che in Italia gestisce l assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali. In Italia

Dettagli

INAIL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

INAIL ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LE MALATTIE PROFESSIONALI INPS 1) ASSICURAZIONE PER L INVALIDITA, LA VECCHIAIA E I SUPERSTITI 2) ASSICURAZIONE CONTRO LA TIBERCOLOSI 3) ASSICURAZIONE CONTRO LA DISOCCUPAZIONE INVOLONTARIA 4) PROVVEDIMENTI PER LA TUTELA FISICA ED

Dettagli

Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014

Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014 Giornata Formativa Rls Perugia Sala Conti Cgil 30 Settembre 2014 ECONOMICHE SANITARIE INTEGRATIVE Indennità per inabilità temporanea assoluta Rendita per inabilità permanente Assegno per assistenza personale

Dettagli

Vademecum in caso di infortunio sul lavoro

Vademecum in caso di infortunio sul lavoro Vademecum in caso di infortunio sul lavoro Questo documento vuole essere un ausilio a tutti i lavoratori si trovassero nella necessità di denunciare un infortunio, una malattia professionale, un danno

Dettagli

REGOLAMENTO. Concessione permessi retribuiti

REGOLAMENTO. Concessione permessi retribuiti REGOLAMENTO Concessione permessi retribuiti ART. 1 Oggetto Il presente regolamento, in conformità con quanto disposto dall art.21 del C.C.N.L. 01/09/1995 del Comparto Sanità e dagli artt.22 e 23 del C.C.N.L.

Dettagli

LE CERTIFICAZIONI. Sassari 19 Giugno 2007

LE CERTIFICAZIONI. Sassari 19 Giugno 2007 LE CERTIFICAZIONI Sassari 19 Giugno 2007 Il certificato medico è un'attestazione scritta finalizzata a provare la verità di fatti pertinenti alle specifiche competenze sanitarie e rilevabili direttamente

Dettagli

I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI

I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI I.N.A.I.L. L INFORTUNIO E LE MALATTIE PROFESSIONALI Premessa: La Costituzione Italiana garantisce a tutti i cittadini il diritto alla salute sul luogo di lavoro. Lo Stato stabilisce l obbligo di assicurare

Dettagli

Gli Infortuni sul lavoro

Gli Infortuni sul lavoro . Gli Infortuni sul lavoro Diminuiscono gli infortuni ma non per tutti! Gli infortuni, tra gli anni 80 e gli anni 90, si attestano attorno ad 1 milione di eventi l anno; gli infortuni mortali oscillano

Dettagli

INFORMAZIONI E PRO-MEMORIA PER I MEDICI CURANTI E PER I LAVORATORI

INFORMAZIONI E PRO-MEMORIA PER I MEDICI CURANTI E PER I LAVORATORI 04/2013 Certificazione di malattia e visite mediche di controllo INFORMAZIONI E PRO-MEMORIA PER I MEDICI CURANTI E PER I LAVORATORI COME OTTENERE IL CERTIFICATO DI MALATTIA Per ottenere il certificato

Dettagli

FONDO WILA. Lombardo Artigianato. vostra salute, la nostra specialità. Sintesi del nomenclatore

FONDO WILA. Lombardo Artigianato. vostra salute, la nostra specialità. Sintesi del nomenclatore FONDO WILA La Welfare vostra salute, Integrativo la nostra specialità Lombardo Artigianato Sintesi del nomenclatore Le coperture del piano sanitario e sociale Il fondo W.I.L.A. fornisce coperture sia sul

Dettagli

MORTE Euro 50.000,00

MORTE Euro 50.000,00 LOTTO 4 INFORTUNI MINORI ASILI NIDO DESCRIZIONE DEL RISCHIO MORTE Euro 50.000,00 INVALIDITA PERMANENTE Franchigia fissa del 5% Fino ai 40% liq. sul capitale di euro 100.000,00 dal 41% al 50% liq. sul capitale

Dettagli

Protocollo Operativo

Protocollo Operativo Rev. 1/6 EMISSIONE Redatto da: Dr.ssa Bartolomea Sgrò, Dr. Alessandro Aiello ( Resp. Uffic. Infer.) Emesso da: Dr.ssa Bartolomea Sgrò (Dirigente Medico di Direzione Sanitaria) Firma del Coordinatore Sanitario

Dettagli

POLIZZA MEDICI DI MEDICINA GENERALE

POLIZZA MEDICI DI MEDICINA GENERALE POLIZZA MEDICI DI MEDICINA GENERALE POLIZZA N. 81301025 Copertura rischi economici dei Medici di Medicina Generale Il Medico di Famiglia, quando si assenta per malattia ed infortunio dal servizio per più

Dettagli

L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (in seguito denominato, per brevità, INAIL) nella persona del

L Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (in seguito denominato, per brevità, INAIL) nella persona del CONVENZIONE TRA L INAIL E L INPS PER L EROGAZIONE DELLA INDENNITA PER INABILITA TEMPORANEA ASSOLUTA DA INFORTUNIO SUL LAVORO, DA MALATTIA PROFESSIONALE E DA MALATTIA COMUNE NEI CASI DI DUBBIA COMPETENZA

Dettagli

CODICE DI FATTURAZIONE ELETTRONICA UF4URW

CODICE DI FATTURAZIONE ELETTRONICA UF4URW Istituto Comprensivo Statale Giovanni Pascoli Via Puglie, 1-87076 Villapiana (CS) Tel.e fax:0981/505051 Mail:CSIC82300V@istruzione.it Pec:csic82300v@pec.istruzione.it Sito Web: www.comprensivovillapiana.it

Dettagli

POLIZZA LONG TERM CARE CIPAG / POSTE VITA RICHIESTA DI ACCERTAMENTO E LIQUIDAZIONE DELLA PERDITA DI AUTOSUFFICIENZA

POLIZZA LONG TERM CARE CIPAG / POSTE VITA RICHIESTA DI ACCERTAMENTO E LIQUIDAZIONE DELLA PERDITA DI AUTOSUFFICIENZA POLIZZA LONG TERM CARE CIPAG / POSTE VITA RICHIESTA DI ACCERTAMENTO E LIQUIDAZIONE DELLA PERDITA DI AUTOSUFFICIENZA Il presente modulo deve essere inviato a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento

Dettagli

MALATTIA E LAVORO. La certificazione medica e le prestazioni INPS Dott.ssa V. LOMBARDO

MALATTIA E LAVORO. La certificazione medica e le prestazioni INPS Dott.ssa V. LOMBARDO MALATTIA E LAVORO La certificazione medica e le prestazioni INPS Dott.ssa V. LOMBARDO SICUREZZA SOCIALE Rappresenta forme di intervento pubblico dirette al benessere dei cittadini. ASSISTENZA SOCIALE PREVIDENZA

Dettagli

Ecco i benefici a seconda della percentuale di invalidità: Meno di 33%: NON INVALIDO

Ecco i benefici a seconda della percentuale di invalidità: Meno di 33%: NON INVALIDO Invalidità civile le percentuali di invalidità Il requisito minimo è essere affetti da malattie e menomazioni permanenti e croniche, sia di natura fisica che psichica ed intellettiva che riducono la capacità

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DENOMINAZIONE NUMERO (identifica il modulo) DESCRIZIONE Certificazione Medica di Malattia Professionale Mod. 5 SS Certificato medico (primo, continuativo, definitivo, riammissione

Dettagli

IL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA NELLA REGIONE PIEMONTE.

IL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA NELLA REGIONE PIEMONTE. IL REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA NELLA REGIONE PIEMONTE. Dr Mario Spinelli Direttore S.C. Medicina Legale ASL n. 15 Cuneo NORMATIVA T.U delle Leggi Sanitarie n. 1265 del 27 luglio 1934 ( Tit. VI) D.

Dettagli

MATERNITÀ E CONGEDI. A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna)

MATERNITÀ E CONGEDI. A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna) MATERNITÀ E CONGEDI A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna) Astensione Obbligatoria o Congedo di Maternità La tutela accordata dalla legge alle lavoratrici madri

Dettagli

PROCEDURA PER LA SORVEGLIANZA DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE OCCUPAZIONALI

PROCEDURA PER LA SORVEGLIANZA DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE OCCUPAZIONALI ISTRUZIONE OPERATIVA N 1/2005 PROCEDURA PER LA SORVEGLIANZA DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE OCCUPAZIONALI RATIFICATO DALLA COMMISSIONE AZIENDALE PER LA SORVEGLIANZA E IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE

Dettagli

NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO NORMATIVA DI RIFERIMENTO: REGIO DECRETO L. n. 30/1898 ISTITUISCE L ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO (DA CUI SUCCESSIVAMENTE NASCE L INAIL) DPR 547/1955 NORME PER LA PREVENZIONE

Dettagli

FAQ Domande e Risposte

FAQ Domande e Risposte CERTIFICATI DI MALATTIA IN SEDE DI DIMISSIONE DA RICOVERO (DM 18/04/2012) FAQ Domande e Risposte Codice Documento: ******* Revisione del Documento: 01 Data revisione: 10-04-2014 Pagina 1 di 9 Cronologia

Dettagli

LAVORATORI PARASUBORDINATI

LAVORATORI PARASUBORDINATI LAVORATORI PARASUBORDINATI 1.1 INDENNITÀ UNA TANTUM A FINE CONTRATTO Anche per il 2013 è stata prevista una indennità una tantum. Per quanti termineranno il contratto nel 2013, i requisiti per l accesso

Dettagli

Al Signor Segretario generale. Oggetto: assenze per visite, terapie, prestazioni specialistiche ed esami diagnostici. Modalità di imputazione.

Al Signor Segretario generale. Oggetto: assenze per visite, terapie, prestazioni specialistiche ed esami diagnostici. Modalità di imputazione. Direzione generale - Servizio Risorse Umane Circolare prot. n. 10126 Venezia, 7 febbraio 2014 Alle Signore e ai Signori Dirigenti Alle Signore e ai Signori incaricati di Posizione Organizzativa e Alta

Dettagli

La tutela assicurativa Inail. dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino

La tutela assicurativa Inail. dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino La tutela assicurativa Inail dr.ssa Paola Patrignani resp. Processo prevenzione Inail di Pesaro Urbino 1 I.N.A.I.L. ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO persegue una pluralità

Dettagli

Garanzie Massimali (fino a) franchigia. 50% del costo, fino a 500,00 NO

Garanzie Massimali (fino a) franchigia. 50% del costo, fino a 500,00 NO Caratteristiche del prodotto Lastminute.com ed Elvia sono lieti di offrirvi una polizza a copertura delle Spese di Annullamento per il Vostro viaggio. Per consentirvi di verificare che il prodotto assicurativo

Dettagli

L AZIONE DI REGRESSO DELL INAIL COME STRUMENTO DI PREVENZIONE

L AZIONE DI REGRESSO DELL INAIL COME STRUMENTO DI PREVENZIONE L AZIONE DI REGRESSO DELL INAIL COME STRUMENTO DI PREVENZIONE ART. 10 L'assicurazione a norma del presente decreto esonera il datore di lavoro dalla responsabilità civile per gli infortuni sul lavoro.

Dettagli

I dati personali degli Utenti le strutture di RETE Reggio Emilia Terza Età sono registrati in forma cartacea nella Cartella Personale Utente e nel

I dati personali degli Utenti le strutture di RETE Reggio Emilia Terza Età sono registrati in forma cartacea nella Cartella Personale Utente e nel APPROVATO CON DELIBERAZIONE N.2002/67 DEL 3/12/2002 I dati personali degli Utenti le strutture di RETE Reggio Emilia Terza Età sono registrati in forma cartacea nella Cartella Personale Utente e nel raccoglitore

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO. Cos è. A chi è rivolta. Cosa offre. Limiti di età. Durata contrattuale. Pagamento del premio. Premio minimo

SCHEDA PRODOTTO. Cos è. A chi è rivolta. Cosa offre. Limiti di età. Durata contrattuale. Pagamento del premio. Premio minimo Cos è È una polizza con libera scelta dei capitali stipulabile per la copertura del rischio infortuni in forma completa, ossia per gli infortuni che l Assicurato subisca nello svolgimento delle attività

Dettagli

GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO

GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO GUIDA ALLA PRESTAZIONI INAIL ISTRUZIONI PER L'USO Questa guida descrive le prestazioni INAIL dirette al lavoratore che subisce un infortunio o contrae una malattia a causa dell'attività lavorativa. Il

Dettagli

PROGETTAZIONE AON S.p.A.

PROGETTAZIONE AON S.p.A. NORME DA SEGUIRE IN CASO DI INFORTUNIO CONVENZIONE CONI In caso di infortunio compilare il modulo di denuncia in ogni sua parte in stampatello ed inviare lo stesso a mezzo raccomandata postale con ricevuta

Dettagli

CIRCOLARE N. 20 OGGETTO: - PROCEDURA PER LA DENUNCIA DEGLI INFORTUNI IN AMBITO SCOLASTICO ED EXTRASCOLASTICO. -

CIRCOLARE N. 20 OGGETTO: - PROCEDURA PER LA DENUNCIA DEGLI INFORTUNI IN AMBITO SCOLASTICO ED EXTRASCOLASTICO. - REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE SICILIANA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA 3 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "SALVATORE TODARO" Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria

Dettagli

Guida per le future mamme ed i futuri papà dipendenti della ASL 4 Chiavarese

Guida per le future mamme ed i futuri papà dipendenti della ASL 4 Chiavarese REGIONE LIGURIA Azienda Sanitaria Locale 4 Guida per le future mamme ed i futuri papà dipendenti della ASL 4 Chiavarese Indice Premessa pag. 3 Parte Prima: i diritti dei genitori 1. Permessi per controlli

Dettagli

La formale istituzione dei CCA compete alle Direzioni delle Aziende USL regionali.

La formale istituzione dei CCA compete alle Direzioni delle Aziende USL regionali. INDICE 1. SCOPO 2. DEFINIZIONI 3. ABBREVIAZIONI 4. PROCEDURA 4.a PRENOTAZIONE ED ESAMI PRE- VISITA 4.b PRIMO ACCESSO 4.c ATTIVAZIONE DEL CENTRO DI CONSULENZA ALCOLOGICA 4.d PRIMO ACCERTAMENTO 4.e SECONDO

Dettagli

CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA FORENSE

CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA FORENSE CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA FORENSE NUOVO REGOLAMENTO PER L ACCERTAMENTO DELLA INABILITA E DELLA INVALIDITA (Testo modificato con Ministeriale del 20 maggio 2010 - G.U. n. 128 del 4 giugno

Dettagli

Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Ferrara

Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Ferrara Edizione Special e 2 Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Ferrara PRESENTAZIONE Del dott. Bruno Di Lascio Presidente dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della

Dettagli

Titolo XXIV Gravidanza e Puerperio

Titolo XXIV Gravidanza e Puerperio Titolo XXIV Gravidanza e Puerperio Le parti, visto la Legge n 53 dell 8 Marzo 2000, concernente i Congedi Parentali, hanno convenuto sull opportunità di aggiornare la disciplina contrattuale di tale Istituto

Dettagli

SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA

SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA Certificazioni di invalidità civile e handicap La certificazione di invalidità civile e la certificazione di handicap non sono la stessa cosa e danno diritto a benefici

Dettagli

ANFFAS Brescia Onlus SERVIZIO ACCOGLIENZA E INFORMAZIONE SAI?

ANFFAS Brescia Onlus SERVIZIO ACCOGLIENZA E INFORMAZIONE SAI? PERMESSI e CONGEDI PARENTALI (art. 33 L. 104/92) solo per genitori, parenti o affini di una persona riconosciuta in SITUAZIONE DI HANDICAP GRAVE (certificazione di gravità ex art. 3 c. 3 L104/92); solo

Dettagli

REGOLAMENTO ASSIDIM TITOLO 2 ASSISTENZE VITA IN CASO DI MORTE E INVALIDITA PERMANENTE MORTE CON INDENNITA SOSTITUTIVA PREAVVISO

REGOLAMENTO ASSIDIM TITOLO 2 ASSISTENZE VITA IN CASO DI MORTE E INVALIDITA PERMANENTE MORTE CON INDENNITA SOSTITUTIVA PREAVVISO MORTE REGOLAMENTO ASSIDIM TITOLO 2 ASSISTENZE VITA IN CASO DI MORTE E INVALIDITA PERMANENTE MORTE CON INDENNITA SOSTITUTIVA PREAVVISO Edizione aggiornata al 16/02/2015 le parti variate rispetto all edizione

Dettagli

Infermieri pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio? Luca Benci

Infermieri pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio? Luca Benci Infermieri pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio? Luca Benci Il pubblico ufficiale art. 357 cp Agli effetti della legge penale sono pubblici ufficiali coloro i quali esercitano una pubblica

Dettagli

Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI

Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI Dichiarazione 1 DICHIARAZIONE IN MATERIA DI DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI Il sottoscritto nato il a in qualità di legale rappresentante dello studio associato ovvero di titolare dello studio professionale/ditta

Dettagli

I DIRITTI A TUTELA DELLA GENITORIALITÀ

I DIRITTI A TUTELA DELLA GENITORIALITÀ I DIRITTI A TUTELA DELLA GENITORIALITÀ A cosa hanno diritto i lavoratori e le lavoratrici che diventano genitori 1 A chi è rivolta la brochure? Destinatari La presente brochure sui diritti a tutela della

Dettagli

Area del Personale Divisione Personale Tecnico Amministrativo e Bibliotecario

Area del Personale Divisione Personale Tecnico Amministrativo e Bibliotecario Area del Personale Divisione Personale Tecnico Amministrativo e Bibliotecario Disciplina in materia di assenze dal servizio per malattia. Artt. 34-35 del CCNL 2006-2009 I^ biennio economico 2006-2007 vigente

Dettagli

GENERALI Assicurazioni Generali S.p.A. Agenzia Generale di Roma Servizio Medici di Medicina Generale

GENERALI Assicurazioni Generali S.p.A. Agenzia Generale di Roma Servizio Medici di Medicina Generale GENERALI Assicurazioni Generali S.p.A. Agenzia Generale di Roma Servizio COMUNICAZIONE DI MALATTIA Per informazioni telefoniche rivolgersi ai numeri: Fax: 06-44232726 Telefono: 06-44248341 06-44233895

Dettagli

CIRCOLARE N.106/14-15

CIRCOLARE N.106/14-15 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO TIVOLI 1-TIVOLI CENTRO VIA DEL COLLEGIO 2-00019 TIVOLI (RM) TEL 0774-312194-314549

Dettagli

Ufficio Programmazione Risorse Umane. Circolari e Documenti vari sui Cotratti prestazione d'opera (ex art.2222)

Ufficio Programmazione Risorse Umane. Circolari e Documenti vari sui Cotratti prestazione d'opera (ex art.2222) Ufficio Programmazione Risorse Umane Circolari e Documenti vari sui Cotratti prestazione d'opera (ex art.2222) Ufficio Personale Siena, 26 SET. 2000 Ai Presidi di Facoltà Ai Direttori di Dipartimento Ai

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Semplificazione amministrativa. L autocertificazione: istruzioni per l uso

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Semplificazione amministrativa. L autocertificazione: istruzioni per l uso PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Semplificazione amministrativa L autocertificazione: istruzioni per l uso Cos è l autocertificazione? L autocertificazione è uno strumento di semplificazione amministrativa

Dettagli

SCHEDA PRODOTTO INFORTUNI- MALATTIA

SCHEDA PRODOTTO INFORTUNI- MALATTIA ASSICURATO/I REQUISITI DI ASSICURABILITA DURATA DELLA POLIZZA BENEFICIARIO DELLE GARANZIE Morte da Infortunio. SCHEDA PRODOTTO INFORTUNI- MALATTIA CF Vita protetta TC Modello 019.2015.VP tc La persona

Dettagli

La tutela dei diritti, la salvaguardia dell immagine

La tutela dei diritti, la salvaguardia dell immagine XXX CONGRESSO NAZIONALE A.N.D.O.S. La tutela dei diritti, la salvaguardia dell immagine Anna Faro Catania, 24 aprile 2012 CHE COS'E' L'INVALIDITA' CIVILE È una prestazione di natura assistenziale Art.

Dettagli

LA PREVENZIONE DEI TUMORI NELL ASL DI LECCO. LE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI. LECCO 21 DICEMBRE 2015 Servizio Medicina Legale Dr Daniele Coppola

LA PREVENZIONE DEI TUMORI NELL ASL DI LECCO. LE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI. LECCO 21 DICEMBRE 2015 Servizio Medicina Legale Dr Daniele Coppola LA PREVENZIONE DEI TUMORI NELL ASL DI LECCO. LE PRESTAZIONI ASSISTENZIALI LECCO 21 DICEMBRE 2015 Servizio Medicina Legale Dr Daniele Coppola Lo Stato assiste i pazienti oncologici attraverso il riconoscimento

Dettagli

Infortuni e Malattie Professionali: la Modulistica Sanitaria Inail

Infortuni e Malattie Professionali: la Modulistica Sanitaria Inail Infortuni e Malattie Professionali: Edizione 2010 Questa pubblicazione è stata realizzata dalla Sovrintendenza Medica Generale a cura di: Luciano BINDI Antonella MICCIO Silvia NALDINI Dario ORSINI La presente

Dettagli

PIANO SANITARIO Integrativo FASI Dirigenti

PIANO SANITARIO Integrativo FASI Dirigenti PIANO SANITARIO Integrativo FASI Dirigenti Milano 2013 1 PIANO SANITARIO Integrativo Dirigenti Riservato agli iscritti al FONDO DI ASSISTENZA SANITARIA F.A.S.I. Le prestazioni previste nel presente Piano

Dettagli

La Cartella Clinica: principi e regole giuridiche. Avv. Cosimo Maggiore

La Cartella Clinica: principi e regole giuridiche. Avv. Cosimo Maggiore La Cartella Clinica: principi e regole giuridiche Avv. Cosimo Maggiore DOCUMENTAZIONE SANITARIA _ Valore e Funzione Informative a fini clinici _ Valore Giuridico e Funzione probatoria. DEFINIZIONI _ DOCUMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DEGLI AUSILIARI DEL TRAFFICO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DEGLI AUSILIARI DEL TRAFFICO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DEGLI AUSILIARI DEL TRAFFICO Articolo 1 Servizio degli Ausiliari del traffico 1. Il servizio degli Ausiliari del Traffico è disciplinato dal presente regolamento nel rispetto

Dettagli

Modulo di Notifica Richiesta

Modulo di Notifica Richiesta Modulo di tifica Richiesta Riferimento tifica Richiesta: (Riservato all Ufficio) Dettagli della persona assicurata: me e cognome: Tipo di richiesta indennizzo: Data: Indirizzo: Numero di telefono: Email:

Dettagli

Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario

Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario MODELLO A Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA DI SELEZIONE DEI SOGGETTI A CUI AFFIDARE LE ATTIVITA DI INFORMAZIONE E ORIENTAMENTO PER LE

Dettagli