Il programma è articolato in due parti.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il programma è articolato in due parti."

Transcript

1 1

2 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: si vedrà come il presente modulo si colloca all interno del processo di formazione e, in particolare, all interno dell intero processo di gestione del personale. Si tratteranno alcuni concetti in merito all accesso al sistema per la gestione delle competenze fisse e le logiche di funzionamento del sistema relative all aggiornamento dei dati delle partite. Si vedranno inoltre le modalità di aggiornamento delle competenze relative al trattamento economico. Nella Seconda Parte: si vedranno altre funzionalità per l aggiornamento delle competenze e come tali attività sono collocate all interno delle logiche di lavorazione del sistema dei lotti nonché come visualizzare a sistema i dati inseriti. 2

3 Questo modulo riguarda la Gestione delle ritenute, detrazioni, assegni al nucleo e riduzioni sul sistema per la gestione delle competenze fisse. In particolare, si forniscono gli elementi per la gestione del trattamento previdenziale e fiscale, comprensivo degli assegni al nucleo familiare e delle ritenute. 3

4 Le funzionalità di aggiornamento dei dati del sistema, in merito alle competenze fisse, si collocano all interno del processo di gestione del personale nella fase di Gestione delle competenze. 4

5 All interno dell aggiornamento dei dati sul sistema della gestione delle competenze fisse verranno trattati i seguenti temi: Accesso Gestione lotti Gestione adempimenti Chiusura lotti Consultazione dati inseriti 5

6 Le funzionalità di aggiornamento dei dati, oggetto del modulo, sono fruite sul sistema per la gestione delle Competenze Fisse. 6

7 L accesso al Sistema per la gestione delle Competenze Fisse è controllato da un Sistema di Riconoscimento che individua l Operatore e la modalità con la quale è autorizzato a operare sul sistema. Esistono due modalità di autenticazione: Autenticazione debole: mediante inserimento delle credenziali (codice fiscale e password), per la sola consultazione dei dati Autenticazione forte: mediante Smart Card per aggiornamento e convalida dei dati ((*)Smart Card è un dispositivo contenente i certificati digitali per l'autenticazione che consente l'accesso telematico ai servizi offerti dalle Pubbliche Amministrazioni e per la firma dei documenti elettronici) A questo proposito, si ricorda che le funzioni di consultazione e aggiornamento consentiranno di visualizzare e modificare esclusivamente i dati dei dipendenti dell ufficio per i quali si è abilitati ad operare, il cosiddetto «cono di visibilità» dell utente. 7

8 L area stipendi rappresenta il punto di accesso alle funzionalità per l elaborazione dei dati necessari ad alimentare tutte le voci che caratterizzano il trattamento economico fisso e continuativo. 8

9 Selezionando la voce "Stipendi", presente nella pagina iniziale del sistema, se si è abilitati a più ruoli o Uffici responsabili, comparirà la schermata mostrata che consentirà di scegliere la modalità con cui effettuare l accesso. Diversamente si entrerà direttamente con il ruolo per il quale si è abilitati. 9

10 Il menù dell area stipendi è un menù variabile nelle sue componenti in base al ruolo dell utente connesso. E costituito da tre componendi principali: Funzionalità di consultazione Funzionalità di aggiornamento Sezione Convalide, attraverso la quale è possibile effettuare la gestione dei lotti. Si vedrà come effettuare le modifiche dei dati inseriti a sistema, relativi alla partita stipendiale, attraverso l approfondimento delle funzionalità presenti nella sezione Aggiornamento Partite. 10

11 Dopo aver selezionato la funzione "Aggiornamento partite", il sistema chiede di inserire il PIN della Smart Card per effettuare le operazioni di modifica dei dati presenti all interno della banca dati. L inserimento del PIN viene chiesto una sola volta. Il sistema chiede di inserire di nuovo il PIN solo se si è effettuato il logout. 11

12 Dopo aver inserito il codice PIN si viene indirizzati nella schermata mostrata. Per poter accedere alla funzione Variazioni è necessario selezionare le seguenti voci del menù: Competenze fisse/stipendi/variazioni. 12

13 Una volta identificata la partita sulla quale effettuare i controlli, occorre inserire, all interno della schermata mostrata, il numero di iscrizione, o il Codice Fiscale, o il cognome e/o il nome. Per partita stipendiale o iscrizione si intente il codice numerico univoco assegnato dal sistema in automatico al singolo dipendente. 13

14 Si visualizzerà quindi, il quadro riassuntivo delle informazioni relative alla partita stipendiale di interesse. Nella parte in alto della schermata è presente il menù contenente tutte le funzionalità di variazioni. Nella barra posta in basso della schermata, invece, sono presenti tutte le informazioni riguardanti l Operatore, il lotto, e la rata di lavorazione. 14

15 15

16 Le funzionalità di aggiornamento delle informazioni in banca dati vengono effettuate tramite la creazioni di contenitori di variazioni denominati lotti. Dopo aver effettuato l accesso con smart card e inserito il PIN della Smart Card il sistema procede automaticamente all apertura di un lotto, identificato da un numero, ed associato all utente. Il lotto può contenere una o più segnalazioni di aggiornamento denominate Movimenti. Per rendere effettive le variazioni effettuate è necessario chiudere sempre il lotto, confermandolo o annullandolo. Se non si effettua la chiusura del lotto e non si esce dal sistema, effettuando di nuovo l accesso verrà presentata la schermata di "Disallineamento in banca dati". In particolare nella schermata mostrata: Cliccando su sola consultazione non sarà possibile effettuare alcun aggiornamento in quanto si viene indirizzati alla sola fuznionalità di consultazione. Cliccando su connessione forzata verrà annullato il lotto non chiuso in precedenza e sarà possibile procedere con gli aggiornamenti. 16

17 L aggiornamento delle partite stipendiali deve essere completato entro l ultimo giorno utile della rata in lavorazione. È possibile annullare le variazioni segnalate di un lotto già convalidato purché non sia stata effettuata la chiusura della rata in lavorazione. In particolare, se entro questa data è stato effettuato un errore nella segnalazione di un lotto «già applicato» attraverso la funzione «annullamento lotto applicato» presente nella sezione «convalide» è possibile richiamare il lotto e annullarlo. Il sistema ripristinerà la situazione precedente all ultima segnalazione effettuata. Se, per lo stesso dipendente, esistono lotti successivi a quello che si intende annullare, occorrerà procedere a ritroso annullando il più recente fino ad arrivare a quello di interesse. Ciò vale se i lotti da annullare sono stati creati con modalità online, diversamente, se i lotti sono stati creati con lavorazioni centralizzate non si avrà la possibilità di annullare un precedente lotto. In tal caso si dovrà regolarizzare la situazione contabile effettuando una nuova segnalazione nel sistema. 17

18 Di seguito verrà spiegato il funzionamento delle maschere di aggiornamento del sistema che permette di modificare i dati presenti a sistema e di inserirne nuovi. 18

19 Si mostra, a titolo esemplificativo, la maschera relativa alle Riduzioni. La maschera è composta da 4 sezioni principali: Dati Partita: sono presenti i dati della partita stipendiale che sono stati inseriti nella schermata di ricerca e sulla quale si vogliono effettuare le variazioni. Inoltre, in questa sezione è presente anche la rata di lavorazione per la quale si sta operando a sistema. Dati esistenti: contiene tutti i dati già inseriti a sistema e relativi alla partita. In particolare, in questo caso, è presente una riduzione con decorrenza 22/12/ /06/2004. Variazioni confermate: la sezione viene popolata quando si inserisce e conferma una variazione. Variazioni: la sezione permette di inserire i dati. 19

20 Selezionando la riga presente in dati esistenti o variazioni confermate è possibile effettuare le variazioni dei dati. Ad esempio, selezionando la riga della riduzione che si intende variare, in automatico verrà valorizzata la sezione di variazione. 20

21 E quindi possibile modificare la variazione presente a sistema, compilando i campi e scegliendo dal menù a tendina la tipologia di variazione che si intende applicare. 21

22 L operazione di inserimento della variazione si conclude selezionando alternativamente: "Conferma": la variazione andrà automaticamente nella sezione Variazioni confermate "Cancella": si annulla l operazione 22

23 Solo dopo aver effettuate le operazioni descritte precedentemente, si attiverà il pulsante "Registra i banca dati", selezionando il quale si concluderà l operazione di aggiornamento. 23

24 24

25 Le slide presentano le note informative sulla Gestione dell assegno al nucleo familiare. 25

26 26

27 27

28 Per accedere alla funzione Assegno al nucleo familiare dell iscrizione selezionata, occorre seguire il seguente percorso: Aggiornamento partite/ Competenze fisse/stipendi/variazioni/ Detrazioni-Ass. Nucleo/Assegno al nucleo familiare. 28

29 Il sistema chiederà di inserire il periodo di riferimento dei dati che si vogliono modificare. 29

30 La schermata alla quale si accederà è composta da 4 parti. 30

31 Quindi, per inserire un nuovo assegno è necessario compilare tutti i dati presenti nella schermata «Variazioni» scegliendo dall elenco la configurazione del nucleo familiare. 31

32 Terminati gli inserimenti occorre selezionare: Conferma : se si vuole inserire la variazione Cancella : se non si vuole inserire la variazione In particolare, selezionando il tasto Conferma, quanto inserito nella sezione variazioni viene riepilogato nella sezione variazioni confermate. 32

33 In tal modo, si attiva il pulsante «registra in banca dati» e viene quindi registrata la variazione all interno del lotto. 33

34 Per poter revocare un Assegno al Nucleo Familiare, già attribuito ad una partita per un periodo definito, è necessario operare sul reddito familiare. Occorre selezionare l assegno presente nella sezione Dati esistenti della schermata e quindi, nel campo Reddito presente nella sezione Variazioni, inserire il valore ,00. 34

35 Si vedranno di seguito le funzionalità per l inserimento delle Detrazioni, con particolare riferimento agli aspetti tematici e alle funzionalità del sistema di gestione delle Competenze Fisse. 35

36 In particolare, verranno trattate le modalità di inserimento relative alle seguenti tipologie di detrazioni: Detrazioni per lavoro dipendente Ulteriori detrazioni. 36

37 Le detrazioni per lavoro dipendente sono un beneficio fiscale a favore dei dipendenti perché riducono l'irpef trattenuta in busta paga. Tali detrazioni vengono determinate in funzione del reddito complessivo e del numero di giorni effettivamente lavorati. Nel calcolo del numero di giorni sono escluse le assenze che riducono al 100% la retribuzione (aspettativa, ecc.) 37

38 Per inserire, modificare o annullare le detrazioni relative ai carichi familiari dell iscrizione selezionata, occorre seguire il seguente percorso: Aggiornamento partite/competenze fisse/stipendi/variazioni/detrazioni Ass.Nucleo/Detrazione per lavoro dipendente. Nella sezione Dati Esistenti della schermata sono presenti le detrazioni già inserite a sistema. In merito alla logica della maschera detrazioni per lavoro dipendente, per la funzione di detrazioni lavoro dipendente non è necessario indicare il tipo di operazione che si vuole effettuare (inserimento, revoca, cancellazione, etc.). 38

39 Il sistema, in base alla nuova segnalazione, scomporrà i periodi già presenti in banca dati con le nuove info. Nell esempio riportato si ipotizza la presenza in banca dati di un periodo con non diritto alle detrazioni dal 01/gen/2012 fino al 31/gen/2013. Se viene segnalato un periodo con "si" quindi con diritto alle detrazioni dal 01/mar/2012 al 31/dic/2012, il sistema automaticamente scomporrà il precedente periodo nel seguente modo: 01/gen/ /feb/2012 No diritto alle detrazioni 01/mar/ /dic/2012 Si diritto alle detrazioni 01/gen/ /gen/2013 No diritto alle detrazioni Rappresenta condizione necessaria la presenza dei dati in banca dati. 39

40 Per modificare le modalità di calcolo, occorre seguire il seguente percorso: Aggiornamento partite/competenze fisse/stipendi/variazioni/detrazioni Ass.Nucleo/Detrazione lavoro dipendente 40

41 41

42 Per accedere alla funzione Ulteriori Detrazioni dell iscrizione selezionata, occorre seguire il seguente percorso: Aggiornamento partite/competenze fisse/stipendi/variazioni/detrazioniass.nucleo/ulteriori detrazioni. Il sistema chiederà l inserimento dell anno di riferimento. 42

43 Occorre, a questo punto, scegliere il tipo di operazione che si vuole effettuare: inserimento, modifica o cessazione. 43

44 E necessario scegliere la tipologia di ulteriore detrazione dal menù a tendina. 44

45 Terminati gli inserimenti occorre confermare (premendo su Conferma ) o cancellare (premendo su Cancella ) e infine Registrazione in banca dati. Selezionando il tasto Conferma, la detrazione va nella sezione Variazioni confermate, si attiva quindi il pulsante Registra in banca dati e la variazione va nella sezione Dati esistenti. Selezionando il tasto Cancella si azzerano i dati inseriti. 45

46 Di seguito verrà trattata la gestione delle ritenute su sistema per la gestione delle competenze fisse. 46

47 L IRPEF è un imposta fondamentale del nostro sistema tributario ed è personale, diretta, progressiva colpisce il reddito complessivo percepito e viene calcolata in base agli scaglioni di reddito definiti dalla Legge Finanziaria. Il sistema della gestione delle competenze fisse calcola: l IRPEF mensile a tassazione corrente - trattenuta mensilmente a titolo d acconto sui compensi erogati. Viene evidenziata nel cedolino nella sezione "Dettaglio ritenute fiscali", dove sono riportate anche le aliquote applicate. l IRPEF a tassazione separata la cui aliquota è calcolata come media tra i redditi percepiti nel biennio precedente applicata sugli arretrati relativi ad anni precedenti. l'aliquota massima utilizzata per il calcolo dell IRPEF sugli arretrati relativi all anno corrente e sulla tredicesima mensilità. 47

48 In merito al sistema per la gestione delle Competenze Fisse, la funzione "Parametri fiscali" permette di indicare una serie di variabili utili alla corretta gestione fiscale del dipendente. In particolare permette di: segnalare, se è richiesta, l applicazione del conguaglio fiscale variare l aliquota media e l aliquota massima comunicare l istanza di versamento autonomo dell IRPEF in caso di incapienza in sede di conguaglio. 48

49 Le Ritenute extra-erariali sono le somme trattenute al lavoratore per essere versate a vari Enti Creditori (Associazioni Sindacali, INPDAP per concessioni di piccolo prestito o cessione del quinto, premi assicurativi, Contributi per Riscatti del servizio, Ricongiunzioni Legge 29/79 etc.). In particolare le tipologie di ritenute extraerariali gestibili attraverso il sistema sono: Debiti vari Prestiti Ritenute Onerose Ritenute di categoria Recupero e rimborso agli enti FIP (Fondo Integrativo Previdenziale). 49

50 Di seguito si vedrà come si inseriscono sul sistema le ritenute relative a Debiti vari. La funzione permette di inserire i debiti, siano essi trattenute a importo fisso che a percentuale (p.e. ritenute sindacali) e consente l inserimento e la cancellazione delle ritenute extraerariali che gravano sulla partita di spesa fissa. La logica di inserimento/modifica/cancellazione della schermata è la stessa, precedentemente vista, delle ritenute. 50

51 La funzione "Prestiti" permette di comunicare le ritenute relative ai prestiti, differenziandole per tipologia: Onerose (occorre inserire anche i dati del contratto) Cessioni. 51

52 E possibile gestire le ritenute di categoria selezionando una delle scelte che riguardano il seguente personale: Magistrati Cancellieri Onaosi Enam. Il sistema controlla se è possibile segnalare una ritenuta di categoria per la partita in lavorazione, non consentendo l inserimento di tali ritenute per categorie di personale per le quali non sono previste. 52

53 La funzione "Recupero rimborsi agli enti" consente l inserimento e la cancellazione per una partita di importi di rimborso o recupero ad un ente creditore per tardiva o errata comunicazione. La lista degli enti creditori deve essere inserita e validata attraverso la funzionalità "Aggiornamenti di Servizio". 53

54 Esistono due funzioni per la gestione del Fondo Integrativo Previdenziale: "Gestione Adesione" E necessario inserire le seguenti informazioni: selezione del FIP di appartenenza data adesione decorrenza iscrizione scadenza proveniente da altro Fip precedente opzione TFR (preimpostato) data opzione (preimpostato). Il sistema effettuerà i controlli di congruenza sui dati introdotti, provvedendo all invio di un diagnostico rilevante le eventuali situazioni di errore. 54

55 "Gestione ritenute associato al fondo" La funzione è attiva solamente se la matricola ha aderito ad un Fondo. In particolare è necessario inserire le seguenti informazioni: ritenuta decorrenza scadenza importo (solo per determinate tipologie di ritenute, ad esempio gli arretrati). La funzione effettuerà i controlli di congruenza sui dati introdotti, provvedendo all invio di un diagnostico rilevante le eventuali situazioni di errore. 55

56 56

57 57

58 Tutti i lavoratori devono essere iscritti ad una Cassa previdenziale. L'iscrizione alle Casse pensioni è obbligatoria per tutti i dipendenti a qualunque titolo assunti, anche se adibiti a servizi di carattere eccezionale o straordinario e anche nel caso in cui l'assunzione sia a tempo determinato o a titolo di supplenza o per attività non istituzionali (art. 4, legge 8 agosto 1991, n. 274). L obbligo d'iscrizione pertanto sussiste, qualunque sia la natura del rapporto di lavoro, anche al fine di provvedere al trattamento di quiescenza in favore dei dipendenti alla data di cessazione dal servizio. La contribuzione è a carico sia del lavoratore che dell Ente; la tipologia e la misura dei contributi dovuti è diversificata in base alle disposizioni normative 58

59 La funzione "Trattamento pensionistico" permette di variare il trattamento pensionistico associando uno dei regimi contributivi per il periodo di validità definito con le date di decorrenza e scadenza. Per raggiungere la funzione, occorre seguire il seguente percorso: Aggiornamento partite/ Competenze Fisse/Stipendi/ Variazioni/ Ruoli di variazione/ Trattamento pensionistico. 59

60 In merito alle casse previdenziali, il sistema: in sede di elaborazione delle rate mensili calcola l imponibile previdenziale e le ritenute contributive. La contribuzione viene applicata, con diverse modalità, sia sul trattamento fisso che sui compensi accessori. in occasione del conguaglio di fine anno, provvede ad acquisire le informazioni inerenti le somme accessorie liquidate dagli uffici di servizio e le relative ritenute applicate al fine dell elaborazione del conguaglio previdenziale e del rilascio del modello CUD gestisce i diversi regimi previdenziali inerenti la contribuzione prevista dalle norme vigenti a favore degli enti: INPS ex gestione INPDAP, INPGI, IPOST, ESENTI provvede a trattenere le ritenute previdenziali sui compensi dei dipendenti amministrati e ad effettuare, entro la fine del mese di riferimento, i versamenti di tutte le ritenute gestite centralmente, secondo le modalità concordate con ciascun Ente previdenziale gestisce l elaborazione delle dichiarazioni fiscali (CUD e 730). I versamenti delle ritenute previdenziali vengono effettuati, tramite la procedura dei pagamenti telematici, entro l ultimo giorno del mese di pagamento delle retribuzioni. 60

61 Si vedrà di seguito come il sistema gestisce la riduzione del trattamento fisso e continuativo, ossia: Le assenze Il part time 61

62 Il sistema consente di gestire tutte le riduzioni del trattamento economico causate da qualsiasi evento/istituto che diminuisca il tempo lavorato dal dipendente (assenze dal servizio malattia, sciopero, aspettativa, ecc.-, part-time, ecc.). Nella soluzione base i dati relativi a tali eventi/istituti possono essere trasmessi al sistema stipendiale secondo modalità a discrezione dell ente aderente (es.: data-entry manuale, instaurazione di dialogo con sistemi del personale già in dotazione presso l ente). Nella soluzione avanzata tale trasmissione avviene in modo automatico per mezzo della componente di Gestione presenze di NoiPA. Il sistema, in particolare, gestisce gli effetti economici dei periodi di assenza, anche oraria, di un dipendente in base alla percentuale di riduzione prevista e alle voci di stipendio interessate a tale riduzione. 62

63 La funzione Riduzione viene utilizzata per la segnalazione delle assenze dal servizio che comportano la riduzione del trattamento economico. E possibile accedere a tale funzione attraverso il seguente percorso: Aggiornamentopartite/Competenzefisse/Stipendi/Variazioni/Assenze/ Riduzioni. 63

64 Il sistema chiede di inserire la data a partire dalla quale si vuole effettuare la ricerca delle riduzioni preesistenti della partita. L inserimento delle assenze viene effettuato seguendo le logiche standard delle maschere di aggiornamento, viste precedentemente. 64

65 L istituto del tempo parziale consiste nella possibilità, per il personale appartenente a determinate categorie, di optare per un rapporto di lavoro caratterizzato da un orario di servizio ridotto rispetto a quello normale e da una retribuzione correlativamente ridotta. L istituto del tempo parziale può essere di tipo orizzontale, dove è prevista una riduzione dell orario di lavoro in tutti i giorni della settimana, e di tipo verticale, dove è previsto lo svolgimento dell attività lavorativa in alcuni giorni della settimana, del mese, o di determinati periodi dell anno. Il Sistema considera le segnalazioni del part-time in modo diverso rispetto alle assenze. In particolare: per ogni periodo di part-time che si vuole segnalare è richiesta la decorrenza, la scadenza e la percentuale di lavoro svolto, che prevede l indicazione di tre cifre intere e due cifre decimali può essere segnalata la percentuale di lavoro svolto del 100% per ripristinare il trattamento intero in caso di part-time verticale, per i periodi per i quali non spetta la retribuzione va segnalata la percentuale dello 0%. 65

66 La funzione Part-Time nel sistema per la gestione delle competenze fisse permette la gestione del part-time sia orizzontale che verticale. 66

67 Il sistema chiede di inserire l intervallo di tempo in cui si vuole effettuare la ricerca delle riduzioni preesistenti della partita. L inserimento delle assenze viene effettuato seguendo le logiche standard delle maschere di aggiornamento, viste precedentemente. 67

68 Si vedrà di seguito come si gestiscono gli arretrati sul sistema. 68

69 Il sistema gestisce gli arretrati a debito e a credito. Gli importi di arretrato possono essere inseriti come: arretrati una tantum direttamente in NoiPA variazioni stipendiali effettuate dall operatore lavorazioni centralizzate. 69

70 La funzione di inserimento manuale degli arretrati consente di registrare in banca dati eventuali somme una tantum già calcolate dall utente. Il programma chiede di inserire: la data di decorrenza e di scadenza a cui si riferiscono le differenze calcolate l importo lordo complessivo determinato il codice e il sottocodice dell assegno a cui si riferisce la somma calcolata. Il sistema, inoltre, calcola automaticamente le ritenute erariali sulla base dell anno di riferimento delle differenze segnalate e provvede inoltre ad effettuare automaticamente il versamento/recupero delle ritenute obbligatorie. 70

71 La funzione Inserimento manuale a debito/credito consente di registrare in banca dati eventuali somme una tantum. Per accedere a tale funzione occorre seguire il seguente percorso: Aggiornamento partite/ Competenze fisse/ Stipendi /Variazioni /Arretrati/ Inserimento manuale/ a debito oppure a credito. 71

72 La funzione Somme una tantum- somme imponibili consente la segnalazione di un arretrato a credito non soggetto a contributi previdenziali, ma soggetto alle ritenute erariali. Il sistema provvede a calcolare le ritenute fiscali a seconda dell anno di riferimento. Per accedere a tale funzione occorre seguire il percorso: Aggiornamento partite/ Competenze fisse/ Stipendi /Variazioni Arretrati/ Inserimento Somme una tantum /Somme imponibili. 72

73 La funzione Inserimento somme una tantum /Somme non imponibili consente la segnalazione di un arretrato con imponibile fiscale; deve essere utilizzata solo per le somme non soggette né a ritenute previdenziali né erariali. E possibile accedere a tale funzione seguendo il percorso: Aggiornamento partite/ Competenze fisse/ Stipendi /Variazioni Arretrati/ Inserimento somme una tantum /Somme non imponibili. 73

74 La funzione Gestione conguaglio per arretrati non applicati consente di intraprendere azioni su differenze arretrate calcolate dai programmi in seguito alle variazioni segnalate dagli Uffici Responsabili e su precedenti inserimenti manuali di arretrati. È possibile modificare il conguaglio dell arretrato, in relazione al totale dell importo, per i crediti e per l importo restante delle rate ancora da applicare in caso di debiti. La variazione di conguaglio per i crediti e/o i debiti totalmente applicati, non potrà essere effettuata. Per alcuni arretrati a credito (es. da applicazioni CCNL, conguagli fiscali) NoiPA procede ad emissioni speciali: effettua il pagamento di tali somme, registrate con tipo conguaglio prenotato per conguaglio a cedolino, per il personale in assenza di retribuzione. 74

75 La funzione Gestione conguaglio per arretrati non applicati, è raggiungibile seguendo il percorso: Aggiornamento partite/ Competenze fisse/ Stipendi /Variazioni/ Arretrati/ Gestione conguaglio per arretrati non applicati. La lista, mostrata nella schermata, permette la modifica della tipologia di conguaglio. 75

76 La funzione Gestione conguaglio per arretrati non applicabili è raggiungibile seguendo il percorso: Aggiornamento partite/ Competenze fisse/ Stipendi /Variazioni/ Arretrati/ Gestione conguaglio per arretrati non applicati. In caso di debiti l utente può decidere di modificare il tipo conguaglio sulle singole rate non applicate, richiedendo al sistema la visualizzazione del dettaglio delle rate. Selezionando "Nuova rateizzazione" il sistema effettuerà la simulazione del calcolo della nuova rateizzazione sull importo residuo e lo prospetterà in maschera. 76

77 Selezionando Dettaglio è possibile richiedere la gestione del dettaglio degli arretrati. 77

78 Selezionando "Nuova rateizzazione" il sistema effettuerà la simulazione del calcolo della nuova rateizzazione sull importo residuo e lo prospetterà in maschera. La schermata visualizzata è composta da due sezioni: Dati esistenti Variazioni realizzate 78

79 Selezionando Dettaglio dalla schermata mostrata si visualizzano le informazioni relative ai dettagli degli arretrati memorizzati nella banca dati con l indicazione del relativo tipo conguaglio precedentemente scelto dall utente. La visualizzazione comprende il dettaglio di tutte le rate riferite al debito; è comunque possibile modificare il tipo del conguaglio per le sole rate non ancora applicate. 79

80 La funzione Conferma pagamenti manuali per arretrati consente la conferma dell avvenuto pagamento per tutte le differenze per le quali è stato scelto di effettuare il pagamento tramite mandato manuale (tipo conguaglio uguale a Prenotato pagamento manuale ), registrando in Banca Dati gli estremi dell ordinativo manuale. Solo le somme confermate verranno prese in considerazione ai fini della compilazione del modello CUD. 80

81 Si vedranno di seguito quali sono le funzionalità per chiudere il lotto e quindi per trasmettere correttamente a sistema le modifiche dei dati inserite. 81

82 La funzione "Conferma lotto" è raggiungibile attraverso il seguente percorso: Aggiornamento partite/ Competenze fisse/ Stipendi /Variazioni/ Chiusura variazioni/conferma. 82

83 Confermando la chiusura del lotto, apparirà un ulteriore schermata che darà la possibilità di effettuare la stampa di tutte le variazioni del lotto che si sta per chiudere. 83

84 Si riporta, a titolo esemplificativo, la stampa del lotto per "Detrazioni per lavoro dipendente«. Nella prima parte della schermata è possibile visualizzare i dati del lotto. Nella parte centrale della schermata è possibile visualizzare i dati della partita sulla quale si è lavorato. Nella parte inferiore della schermata è possibile visualizzare i dati presenti già in banca dati e le variazioni effettuate. 84

85 Al termine di una lavorazione di aggiornamento con risultato a credito, e dopo aver confermato il lotto in Chiusura variazione, viene mostrata una schermata riepilogativa. Dalla sezione Crediti si visualizza una schermata di dettaglio. 85

86 Verificata l esattezza delle informazioni presenti nella schermata mostrata, è necessario nuovamente confermare il risultato in "Chiusura variazioni. 86

87 Successivamente alla conferma in "Chiusura variazioni dell esattezza delle precedenti informazioni, il sistema visualizzerà la schermata mostrata dove si potrà selezionare il tipo di conguaglio: se si seleziona Conguaglio a cedolino, le somme saranno corrisposte con il successivo cedolino di stipendio se si seleziona la voce Prenotato pagamento manuale l arretrato non viene applicato e può essere corrisposto manualmente se si seleziona Conguaglio sospeso l arretrato non viene applicato e può essere gestito con lavorazioni successive. Quando i calcoli verranno confermati, verrà presentata un ulteriore maschera di conferma dove dovranno essere indicati i codici di arretrato da utilizzare per la registrazione in banca dati e la tipologia di applicazione degli stessi. 87

88 Al termine di una lavorazione di aggiornamento con risultato a credito, e dopo aver confermato il lotto in Chiusura variazione della precedente schermata, appare la schermata riepilogativa mostrata. Selezionando la sezione Debiti si visualizza una schermata di dettaglio. Verificata l esattezza delle informazioni presenti in questa schermata, è necessario nuovamente confermare il risultato in "Chiusura variazioni. 88

89 Confermato in "Chiusura variazioni l esattezza delle precedenti informazioni, il sistema visualizzerà la schermata mostrata dove si potranno selezionare le modalità di recupero del debito: se si seleziona Standard, le somme saranno recuperate con il successivo cedolino di stipendio in rate mensili il cui importo viene determinato automaticamente se si seleziona In numero rate è possibile scegliere il numero delle rate per il recupero delle somme con il successivo cedolino di stipendio se si seleziona In rate di importo massimo è possibile scegliere l importo della rata mensile per il recupero delle somme con il successivo cedolino di stipendio se si seleziona Non recuperare l arretrato non viene recuperato e può essere gestito con lavorazioni successive. 89

90 Il sistema delle gestione delle competenze fisse permette di visualizzare i dati inseriti attraverso la sezione "Consultazione partite". 90

91 Tutte le variazioni inserite possono essere consultate utilizzando le funzioni presenti nel menù di "Consultazione partite" seguendo il percorso: Stipendi/Consultazione Partite. 91

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi -Aggiornamenti e Convalide. Versione 2.0 del 14/02/2013

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi -Aggiornamenti e Convalide. Versione 2.0 del 14/02/2013 Manuale NoiPA Gestione Stipendio: Area Stipendi -Aggiornamenti e Convalide Versione 2.0 del 14/02/2013 1 Indice 1 Gestione Stipendi... 4 1.1 Stipendi... 4 1.1.1 Aggiornamento Partite... 5 1.1.1.1 Competenze

Dettagli

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi - Aggiornamenti e Convalide - Enti in Bilancio. Versione 2.0 del 04/07/2013

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi - Aggiornamenti e Convalide - Enti in Bilancio. Versione 2.0 del 04/07/2013 Manuale NoiPA Gestione Stipendio: Area Stipendi - Aggiornamenti e Convalide - Enti in Bilancio Versione 2.0 del 04/07/2013 1 Indice Indice... 2 1 Gestione Stipendi... 5 1.1 Stipendi... 5 1.1.1 Aggiornamento

Dettagli

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi - Consultazioni- Enti in Bilancio. Versione 1.0 del 31/05/2013. Pagina 1 di 183

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi - Consultazioni- Enti in Bilancio. Versione 1.0 del 31/05/2013. Pagina 1 di 183 Manuale NoiPA Gestione Stipendio: Area Stipendi - Consultazioni- Enti in Bilancio Versione 1.0 del 31/05/2013 Pagina 1 di 183 Indice Indice... 2 2 Gestione Stipendio... 5 2.1 Stipendi... 5 2.2 Stipendi:

Dettagli

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi/Consultazioni. Versione 1.0 del 01/12/2012. Pagina 1 di 126

Manuale NoiPA. Gestione Stipendio: Area Stipendi/Consultazioni. Versione 1.0 del 01/12/2012. Pagina 1 di 126 Manuale NoiPA Gestione Stipendio: Area Stipendi/Consultazioni Versione 1.0 del 01/12/2012 Pagina 1 di 126 Indice 1 Gestione Stipendio... 4 1.1 Stipendi... 4 1.2 Stipendi: Gestione del Lotto... 5 1.2.1

Dettagli

Il programma è articolato in due parti:

Il programma è articolato in due parti: 1 Il programma è articolato in due parti: Nella Prima parte si esamina la gestione delle competenze accessorie: il processo per il pagamento, le relative fasi e gli attori coinvolti. Si vedrà, inoltre,

Dettagli

Il programma è articolato in due parti.

Il programma è articolato in due parti. 1 Il programma è articolato in due parti. La prima parte: illustra il sistema per la gestione dell anagrafica delle persone fisiche, con particolare riferimento all inserimento a sistema di una persona

Dettagli

Prot. n. 50 - Ufficio V

Prot. n. 50 - Ufficio V Prot. n. 50 - Ufficio V Data Roma, 23 febbraio 2015 Messaggio 023/2015 Destinatar Utenti NoiPA i Tipo Messaggio Area NoiPA Oggetto: Modello Certificazione unica 2015 Conguaglio contributivo e fiscale relativo

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE GENERALE, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE SERVIZI INFORMATIVI E DELL INNOVAZIONE Prot. n. 50 - Ufficio V Data Roma 19 febbraio

Dettagli

COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO. ProfessionistiScuola.it

COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO. ProfessionistiScuola.it COME SI LEGGE IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO Numero Partita = è il numero identificativo di Partita di Spesa Fissa del dipendente. È importante indicare tale numero identificativo ogni volta che si debba

Dettagli

Gli emolumenti del personale della scuola

Gli emolumenti del personale della scuola Gli emolumenti del personale della scuola Di salvatore buonandi La retribuzione complessiva dei dipendenti della scuola è costituita da indennità di varia natura, di cui alcune concorrono con lo stipendio

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze

Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE GENERALE, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE CENTRALE PER IL SISTEMA INFORMATIVO E DELL INNOVAZIONE Prot. n. 50 - Ufficio V

Dettagli

GESTIONE MODELLO 770

GESTIONE MODELLO 770 GESTIONE MODELLO 770 1 PREREQUISITI HARDWARE 1. Sistema Operativo Windows 95/98 2. Processore Pentium o superiore 3. 500 Mb disco fisso 4. 32 Mb di Ram 2 ANNO DICHIARAZIONE L anno dichiarazione consente

Dettagli

Agg.905S Contabilità. Manuale Utente. Assist. Clienti. A cura di: VERS. 13.11.2012 (T.M.)

Agg.905S Contabilità. Manuale Utente. Assist. Clienti. A cura di: VERS. 13.11.2012 (T.M.) Agg.905S Contabilità Manuale Utente A cura di: VERS. 13.11.2012 (T.M.) Assist. Clienti Sommario PAG.2 Sommario Contenuto dell aggiornamento:... 1 Contesto. Dal sole 24 ore... 1 Processo:... 5 Operazioni

Dettagli

MODELLO CUD 2011. Il programma per gestire il modello CUD 2011 è contenuto nella cartella Elaborazioni annuali, Gestione modello CUD :

MODELLO CUD 2011. Il programma per gestire il modello CUD 2011 è contenuto nella cartella Elaborazioni annuali, Gestione modello CUD : Modello CUD 2011 1 Il programma per gestire il modello CUD 2011 è contenuto nella cartella Elaborazioni annuali, Gestione modello CUD : Il programma per stampare il modello CUD 2011 è contenuto nella cartella

Dettagli

Denominazione 80078750587 ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE. Indirizzo di posta elettronica. Cognome 2 PRNCGS59A54E379V PERINI CADIGIA ESTER

Denominazione 80078750587 ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE. Indirizzo di posta elettronica. Cognome 2 PRNCGS59A54E379V PERINI CADIGIA ESTER CUD 2014 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL ART. 4, COMMI -ter e -quater, DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, n. 322, RELATIVA ALL ANNO 2013 AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA Codice fiscale

Dettagli

INPS PORTALE PRESTAZIONI ATIPICHE INTERNET

INPS PORTALE PRESTAZIONI ATIPICHE INTERNET INPS PORTALE PRESTAZIONI ATIPICHE INTERNET INPS Direzione Generale 29/01/2015 2 AGENDA Portale delle Prestazioni Atipiche Consultazione finanziamento mensile Utilizzo nuovi conti di tesoreria Domanda accesso

Dettagli

Il programma sulle "Modalità di pagamento dello stipendio" è articolato in due parti:

Il programma sulle Modalità di pagamento dello stipendio è articolato in due parti: 1 Il programma sulle "Modalità di pagamento dello stipendio" è articolato in due parti: nella prima parte viene descritta brevemente la modalità di accesso ai servizi NoiPA per poi porre l attenzione sulla

Dettagli

Guida alla consultazione del cedolino NoiPA

Guida alla consultazione del cedolino NoiPA Guida alla consultazione del cedolino NoiPA Il cedolino di stipendio è composto da una struttura standard che prevede tre pagine logiche, ovvero composte da una o più pagine fisiche a seconda della quantità

Dettagli

CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO

CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO DELLE R.U. ESTERNALIZZAZIONE DELLE PRESTAZIONI RELATIVE ALL ELABORAZIONE DELLE PAGHE E DEI CONSEGUENTI

Dettagli

Il modello di servizio del sistema per la gestione del personale

Il modello di servizio del sistema per la gestione del personale Il modello di servizio del sistema per la gestione del personale Roma, settembre 2012 DCSII P.za Dalmazia, 1 00198 ROMA Tel. 06 47 61 11 dcsii.dag@pec.mef.gov.it Indice Introduzione La struttura del sistema

Dettagli

1.1 ANAGRAFICA DITTA...1 1.2 ANAGRAFICA DIPENDENTE...2 1.3 CESSIONE DEL 5^...2 1.4 TRATTENUTA DEL PRESTITO...4 1.5 PARTICOLARITA...

1.1 ANAGRAFICA DITTA...1 1.2 ANAGRAFICA DIPENDENTE...2 1.3 CESSIONE DEL 5^...2 1.4 TRATTENUTA DEL PRESTITO...4 1.5 PARTICOLARITA... M:\Manuali\VARIE\GESTIONE PRESTITI.doc GESTIONE PRESTITI / CESSIONE 5^ 1.1 ANAGRAFICA DITTA...1 1.2 ANAGRAFICA DIPENDENTE...2 1.3 CESSIONE DEL 5^...2 1.4 TRATTENUTA DEL PRESTITO...4 1.5 PARTICOLARITA...6

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione 730-3 Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello

Dettagli

Il risultato della dichiarazione dei redditi

Il risultato della dichiarazione dei redditi Il risultato della dichiarazione dei redditi Capitolo 12 12.1 CONCETTI GENERALI 12.2 IRPEF : CALCOLO IMPOSTA LORDA 12.3 IRPEF : DALL IMPOSTA LORDA ALL IMPOSTA NETTA : LE DETRAZIONI 12.4 IRPEF : DALL IMPOSTA

Dettagli

PREVIDENZA COMPLEMENTARE IL FONDO PERSEO

PREVIDENZA COMPLEMENTARE IL FONDO PERSEO PREVIDENZA COMPLEMENTARE IL FONDO PERSEO PERSEO, il Fondo pensione complementare dei dipendenti delle Regioni, Autonomie locali e della Sanità Chi può aderire PERSEO può contare su una platea di potenziali

Dettagli

Travaso da CU a Mod. 770

Travaso da CU a Mod. 770 HELP DESK Nota Salvatempo L0013 MODULO Travaso da CU a Mod. 770 Quando serve Per effettuare il travaso delle Certificazioni Uniche e dei quadri ST-SV-SX - SY al Modello 770. Novità Il travaso dei quadri

Dettagli

Le novità in materia di trasmissione del Modello CUD 2013

Le novità in materia di trasmissione del Modello CUD 2013 CIRCOLARE A.F. N. 35 del 22 Febbraio 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Le novità in materia di trasmissione del Modello CUD 2013 Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che l Agenzia delle

Dettagli

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014

Modello 730 Istruzioni per la compilazione 2014 CASI DI ESONERO È esonerato dalla presentazione della dichiarazione il contribuente che possiede esclusivamente i redditi indicati nella prima colonna, se si sono verificate le condizioni descritte nella

Dettagli

INPS sede di Lucca 03/01/2011 Isola Sviluppo Software Versione 2010.01 PROGETTO

INPS sede di Lucca 03/01/2011 Isola Sviluppo Software Versione 2010.01 PROGETTO PROGETTO ACQUISIZIONE DOMANDE DI RECUPERO DELLE RITENUTE ERARIALI SOSPESE PER CALAMITA NATURALI Manuale per l acquisizione Versione 2010.01 Aggiornamento al: 3 gennaio 2011 A cura di: Paolo Novi Isola

Dettagli

Certificazione Unica (c.d. CU2015)

Certificazione Unica (c.d. CU2015) (c.d. CU2015) Indice degli argomenti Introduzione 1. Disposizioni normative 2. Prerequisiti tecnici 3. Impostazioni necessarie per operare in Gestionale 1 4. Stampa Certificazioni Unica Assis tenza tecni

Dettagli

Trattamento Economico del personale tecnico amministrativo e calcolo dello stipendio mensile

Trattamento Economico del personale tecnico amministrativo e calcolo dello stipendio mensile Strumento utile alla lettura del Cedolino Stipendi Trattamento Economico Fonti normative Le fonti normative che regolano il trattamento economico del personale in servizio presso le Università si differenziano

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet.

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. Prestazioni a sostegno del reddito Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. - ASpI Descrizione del servizio Premessa Questo servizio rende possibile l invio e l istruzione automatica

Dettagli

FAQ CUD 2006 1 \ 6. la gestione PDF. Gecom Paghe

FAQ CUD 2006 1 \ 6. la gestione PDF. Gecom Paghe 1 \ 6 Cos è TeamSystem la gestione PDF Gecom Paghe FAQ CUD 2006 2 \ 6 Per un dipendente licenziato e riassunto viene stampato un solo CUD con i dati dell ultima matricola Non sono stati inseriti i dati

Dettagli

Come leggere la busta paga

Come leggere la busta paga Come leggere la busta paga Indice Che cosa è pag. 3 A cosa serve pag. 4 La struttura della busta paga pag. 5 Intestazione (dati ditta dati anagrafici e contrattuali lavoratore) pag. 6 Corpo della Busta

Dettagli

LE INFORMAZIONI GENERALI SULLA CERTIFICAZIONE UNICA (CU)

LE INFORMAZIONI GENERALI SULLA CERTIFICAZIONE UNICA (CU) LE INFORMAZIONI GENERALI SULLA CERTIFICAZIONE UNICA (CU) GLI ASPETTI NORMATIVI Dal 2015 (in riferimento ai redditi erogati nel 2014) i sostituti d imposta devono utilizzare un nuovo modello per attestare

Dettagli

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014

ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 ELENCO MEMORIE PER CUD 2014 MEMORIE NUMERICHE 1 Redditi lavoro dipendente e assimilati (Cas. 1) 2 Assegni periodici corrisposti dal coniuge (Cas. 5) 3-18 Caselle da 11 a 26 19 Altri datori - Imponibile

Dettagli

SITO INTERNET E SERVIZI WEB

SITO INTERNET E SERVIZI WEB Aggiornato 13 luglio 2015 SITO INTERNET E SERVIZI WEB Il sito della Cassa Integrativa www.cassaintegrativafnm.it è stato aggiornato con l aggiunta del nuovo link Servizi web ed è stata modificata la gestione

Dettagli

Fondo di solidarietà Credito

Fondo di solidarietà Credito BANCA POPOLARE DI MILANO Documenti: conoscere per decidere Fondo di solidarietà Credito Il fondo eroga prestazioni a favore dei lavoratori di aziende facenti parte di gruppi creditizi o che applicano i

Dettagli

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE Come viene alimentata la posizione previdenziale? Il finanziamento è attuato mediante contribuzione a carico del lavoratore, del datore di lavoro e tramite

Dettagli

Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura. PAGHE Rel. 5.0.2.0. Data rilascio: 30 Settembre 2014

Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura. PAGHE Rel. 5.0.2.0. Data rilascio: 30 Settembre 2014 Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura PAGHE Rel. 5.0.2.0 Data rilascio: 30 Settembre 2014 Lo scopo che si prefigge questa guida è quello di documentare le implementazioni introdotte nella

Dettagli

Procedura Amministrativo-Contabile Amministrazione del Personale. Gestione contabile spese del personale

Procedura Amministrativo-Contabile Amministrazione del Personale. Gestione contabile spese del personale Procedura Amministrativo-Contabile Amministrazione del Personale Gestione contabile spese del personale PROCEDURA AMMINISTRATIVO-CONTABILE Vers. 0.0 Gestione contabile spese del personale Data 08/11/2010

Dettagli

Manuale NoiPA. Come accedere e logiche generale del Sistema. Versione 3.0 del 24/04/2013

Manuale NoiPA. Come accedere e logiche generale del Sistema. Versione 3.0 del 24/04/2013 Manuale NoiPA Come accedere e logiche generale del Sistema Versione 3.0 del 24/04/2013 1 Sommario 1. NoiPA: quali servizi... 3 2. NoiPA: Gli utenti del Sistema... 3 3. NoiPA: Come Accedere... 4 4. NoiPA:

Dettagli

Aprile 2010. Quota A - pagamento contributi 2010

Aprile 2010. Quota A - pagamento contributi 2010 Aprile 2010 Quota A - pagamento contributi 2010 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano ha avviato l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati in

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO TELEMATICO

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL MODELLO TELEMATICO Istruzioni per la compilazione della comunicazione telematica del reddito professionale e per il pagamento dei contributi a saldo REDDITI ANNO 2014 INDICE INTRODUZIONE 1. Chi deve compilare e inviare la

Dettagli

Guida alla Compilazione online di una Fattura PA

Guida alla Compilazione online di una Fattura PA 2015 Guida alla Compilazione online di una CONTENUTI Area Fatture PA... 3 Accesso area riservata... 4 Compila una nuova Fattura online... 5 Selezione del Fornitore o Cedente/Prestatore... 5 Compilazione

Dettagli

RILEVAZIONE RESIDUI ATTIVI, RESIDUI PASSIVI E GIACENZE

RILEVAZIONE RESIDUI ATTIVI, RESIDUI PASSIVI E GIACENZE GUIDA OPERATIVA RILEVAZIONE RESIDUI ATTIVI, RESIDUI PASSIVI E GIACENZE IDENTIFICATIVO SG1-CA-Guida Operativa-ResiduiAttiviPassiviGiacenze-1.0.doc VERSIONE Ed. 1 Rev. 0 / 30-04-2015 Uso Esterno Non Riservato

Dettagli

OGGETTO: Modello 770/2005 Semplificato Istruzioni per la compilazione.

OGGETTO: Modello 770/2005 Semplificato Istruzioni per la compilazione. DIREZIONE CENTRALE DELLE ENTRATE Roma, 4-7-2005 Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali e per loro tramite: - Alle Amministrazioni Statali - Agli Enti con Personale Iscritto alle Casse CPDEL,

Dettagli

Procedura Amministrativo-Contabile Amministrazione del Personale. Gestione contabile spese del personale

Procedura Amministrativo-Contabile Amministrazione del Personale. Gestione contabile spese del personale Procedura Amministrativo-Contabile Amministrazione del Personale Gestione contabile spese del personale 1. OBIETTIVO...4 2. REFERENTI DELLA PRODURA...4 3. AMBITO DI APPLICAZIONE...4 4. DEFINIZIONI ED ACRONIMI...5

Dettagli

Guida alla lettura della busta paga

Guida alla lettura della busta paga Guida alla lettura della busta paga La busta paga è un documento che deve essere obbligatoriamente consegnato dal datore di lavoro al lavoratore dipendente al fine di certificare la retribuzione e le ritenute

Dettagli

NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI

NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI NEWSLETTER N. 2/2014 NEWSLETTER LAVORO FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI ULTIME NOVITA FISCALI GESTIONE SEPARATA INPS: ALIQUOTE VE 2014 CIRCOLARE INPS N. 18 DEL FEBRRAIO 2014 DIFFERIMENTO AUTOLIQUIDAZIONE

Dettagli

Notizie Flash marzo 2011

Notizie Flash marzo 2011 Notizie Flash marzo 2011 Quota A - pagamento contributi 2011 Nel mese di aprile Equitalia Esatri S.p.A. di Milano avvia l attività di notifica degli avvisi di pagamento. I contributi possono essere versati

Dettagli

CIRCOLARE N 13 DEL 23 SET. 2013

CIRCOLARE N 13 DEL 23 SET. 2013 AREA RISORSE E SISTEMI Settore Personale e Sviluppo Organizzativo Unità Organizzativa Sitpendi e altri Compensi Unità Organizzativa Personale Tecnico ed Amministrativo e Dirigenti A tutto il Personale

Dettagli

Avvisi di addebito/cartelle di pagamento: domanda di emissione provvedimenti

Avvisi di addebito/cartelle di pagamento: domanda di emissione provvedimenti Avvisi di addebito/cartelle di pagamento: domanda di emissione provvedimenti MANUALE UTENTE Versione procedura 2.0 Avvisi di addebito/cartelle di Pagamento: domanda di emissione provvedimenti: versione

Dettagli

Guida al processo di compilazione on-line del 730 e del 730/1

Guida al processo di compilazione on-line del 730 e del 730/1 Direzione Centrale Sistemi Informativi e Innovazione Guida al processo di compilazione on-line del 730 e del 730/1 Premessa Compilazione 730-Web Chiusura 730-Web Ricalcolo (CUD e Entratel) Conguagli Aprile

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

ATTIVITÀ SOCIALI - SOGGIORNI CLIMATICI ENAM ON-LINE - MANUALE UTENTE

ATTIVITÀ SOCIALI - SOGGIORNI CLIMATICI ENAM ON-LINE - MANUALE UTENTE ATTIVITÀ SOCIALI - SOGGIORNI CLIMATICI ENAM ON-LINE - MANUALE UTENTE INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 ABBREVIAZIONI... 3 2. PREMESSA... 4 2.1 TIPOLOGIE DI UTENZA... 4 2.2

Dettagli

Conguagli di fine anno 2013

Conguagli di fine anno 2013 Guida Operativa ai Conguagli di fine anno 2013 Data rilascio: NOVEMBRE 2013 Lo scopo che si prefigge questa guida è quello di elencare una serie di azioni utili allo sviluppo controllato dei Conguagli

Dettagli

Manuale d uso per l utilizzo delle funzionalità di Acquisizione On-Line Domande di Rimborso Retribuzione per Donazione Sangue

Manuale d uso per l utilizzo delle funzionalità di Acquisizione On-Line Domande di Rimborso Retribuzione per Donazione Sangue INPS Istituto Nazionale Previdenza Sociale Manuale d uso per l utilizzo delle funzionalità di Acquisizione On-Line Domande di Rimborso Retribuzione per Donazione Sangue (19 Settembre 2011) (Donazione_sangue_Manuale_Utente(Vers_1_0).doc)

Dettagli

RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE DESTINAZIONE DEL TFR MATURANDO A PARTIRE DALL 01.01.2007 IN APPLICAZIONE DELL ART. 8 COMMA 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005 N. 252 Ogni lavoratore del settore

Dettagli

N E W S L E T T E R Area Risorse Umane

N E W S L E T T E R Area Risorse Umane N E W S L E T T E R Area Risorse Umane SPECIALE BUSTA PAGA CHIARA Numero 10-29 ottobre 2002 Questo numero speciale della N E W S L E T T E R tratta un tema molto tecnico e da addetti ai lavori, ma che

Dettagli

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva Il presente manuale ha lo scopo di guidare l utente nella gestione ed impostazione dell IVA, nel calcolo dell IVA, nella gestione

Dettagli

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet.

Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. Prestazioni a sostegno del reddito Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. - NASpI Vers. 1.0 28/04/2015 Descrizione del servizio Premessa Questo servizio rende possibile l invio

Dettagli

Assistenza Fiscale Sostituti D'Imposta. Comunicazione per la ricezione dei dati Mod.730-4. Passaggio dati Paghe-730-Paghe

Assistenza Fiscale Sostituti D'Imposta. Comunicazione per la ricezione dei dati Mod.730-4. Passaggio dati Paghe-730-Paghe UR1006105010 Assistenza Fiscale Sostituti D'Imposta Comunicazione per la ricezione dei dati Mod.730-4 Passaggio dati Paghe-730-Paghe Manuale Operativo Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati.

Dettagli

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE

COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE COMUNICAZIONE DATI CERTIFICAZIONI LAVORO DIPENDENTE, ASSIMILATI ED ASSISTENZA FISCALE la comunicazione richiede tutti i dati già presenti nelle certificazioni rilasciate ai dipendenti. In particolare i

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA 2015

CERTIFICAZIONE UNICA 2015 CERTIFICAZIONE UNICA 201 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI -ter e -quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 199, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 201 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO

Dettagli

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Modello 730/2012. Il 30 Aprile è la scadenza per chi ha scelto di presentare la dichiarazione al proprio sostituto di imposta Modello 730/2012: il 30 aprile 2012 è la

Dettagli

La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi

La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi La Certificazione CUD/2014 : le principali novità in sintesi a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale È stato approvato con provvedimento dell Agenzia delle Entrate del 15 gennaio 2014 Prot.5131-2014

Dettagli

AREA RISORSE UMANE (AREA 4)

AREA RISORSE UMANE (AREA 4) Ricezione e smistamento della posta email in ingresso Nr. 2997 SEGRETERIA AFFARI GENERALI AREA 4 (UOA 09) Monitoraggio, rielaborazione e comunicazione dati in possesso degli uffici dell'area Nr. 7 Supporto

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 28/02/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

Prot. N 3922/C2 Pisa, 15 dicembre 2014 Ufficio Pensioni. All Ufficio Relazioni con il Pubblico S E D E

Prot. N 3922/C2 Pisa, 15 dicembre 2014 Ufficio Pensioni. All Ufficio Relazioni con il Pubblico S E D E Ministero della Pubblica Istruzione, Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Ufficio XV Ambito Territoriale della Provincia di Pisa Via Pascoli, 8-56100 Pisa - Tel.050.927511 Fax 050.927577 E-Mail:

Dettagli

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva Il presente manuale ha lo scopo di guidare l utente nella gestione ed impostazione dell IVA, nel calcolo dell IVA, nella gestione

Dettagli

per docenti e dirigenti della Scuola trentina a carattere statale Sportello dipendente GUIDA AL SERVIZIO

per docenti e dirigenti della Scuola trentina a carattere statale Sportello dipendente GUIDA AL SERVIZIO per docenti e dirigenti della Scuola trentina a carattere statale Sportello dipendente GUIDA AL SERVIZIO CHE COS E / CHI PUÒ ACCEDERE Lo sportello del dipendente è lo strumento telematico per la consultazione

Dettagli

L'articolo 1 del Decreto Legge 66/2014 dispone che il sostituto d'imposta recupera il

L'articolo 1 del Decreto Legge 66/2014 dispone che il sostituto d'imposta recupera il Aggiornamento ARGO-Emolumenti V. 3.29.0 Bonus fiscale (D.L. 24 aprile 2014, n. 66, art.1) Il Decreto Legge ha riconosciuto un credito fiscale per i lavoratori dipendenti e assimilati di importo pari: 1.

Dettagli

SEMPLIFICATO. BOZZA INTERNET del 9/12/2013. Anno 2013. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n.

SEMPLIFICATO. BOZZA INTERNET del 9/12/2013. Anno 2013. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. BOZZA INTERNET del 9//0 SEMPLIFICATO 0 Anno 0 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. del D.Lgs. n. 9 del 00 Il D.Lgs. 0 giugno 00, n. 9, Codice in materia di protezione dei dati

Dettagli

Guida alla compilazione on-line delle domande di Dote Scuola A.S. 2013-2014 - per le Famiglie INDICE

Guida alla compilazione on-line delle domande di Dote Scuola A.S. 2013-2014 - per le Famiglie INDICE Guida alla compilazione on-line delle domande di Dote Scuola A.S. 2013-2014 - per le Famiglie INDICE Introduzione... 2 Riconoscimento del soggetto richiedente da parte del sistema... 2 Elenco dei servizi

Dettagli

Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura. PAGHE Rel. 5.0.2.1. Data rilascio: 27 Ottobre 2014

Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura. PAGHE Rel. 5.0.2.1. Data rilascio: 27 Ottobre 2014 Guida Operativa Implementazioni nuova Release Procedura PAGHE Rel. 5.0.2.1 Data rilascio: 27 Ottobre 2014 Lo scopo che si prefigge questa guida è quello di documentare le implementazioni introdotte nella

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA MASTER E CORSI UNIVERSITARI DI PERFEZIONAMENTO CERTIFICATI VERSIONE 2.0

GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA MASTER E CORSI UNIVERSITARI DI PERFEZIONAMENTO CERTIFICATI VERSIONE 2.0 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA MASTER E CORSI UNIVERSITARI DI PERFEZIONAMENTO CERTIFICATI VERSIONE 2.0 Pagina 2 INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 ABBREVIAZIONI...

Dettagli

Manuale NoiPA. Gestione Accessoria Enti Fuori Bilancio. Versione 3.0 del 16/03/2014. Pagina 1 di 85

Manuale NoiPA. Gestione Accessoria Enti Fuori Bilancio. Versione 3.0 del 16/03/2014. Pagina 1 di 85 Manuale NoiPA Gestione Accessoria Enti Fuori Bilancio Versione 3.0 del 16/03/2014 Pagina 1 di 85 Indice 1 Accesso al Sistema e regole di autenticazione... 4 2 Aspetti generali... 5 2.1 L uso del Manuale...

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DEL PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE DATI IDENTIFICATIVI Sono riportati il codice fiscale, il cognome e il nome o la denominazione del sostituto d'imposta o del CAF o del professionista abilitato

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2010. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003

SEMPLIFICATO. Anno 2010. Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 SEMPLIFICATO 0 Anno 00 Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dellʼart. del D.Lgs. n. 9 del 00 Il D.Lgs. 0 giugno 00, n. 9, Codice in materia di protezione dei dati personali, prevede

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP CREDITO: C1 - PRESTAZIONI CREDITIZIE DOMANDE WEB PRESTITI PLURIENNALI AGLI ISCRITTI: MANUALE UTENTE

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP CREDITO: C1 - PRESTAZIONI CREDITIZIE DOMANDE WEB PRESTITI PLURIENNALI AGLI ISCRITTI: MANUALE UTENTE SISTEMA INFORMATIVO INPDAP CREDITO: C1 - PRESTAZIONI CREDITIZIE DOMANDE WEB PRESTITI PLURIENNALI AGLI ISCRITTI: MANUALE UTENTE Domande web Prestiti Pluriennali agli Iscritti: Manuale Utente Pag. I INDICE

Dettagli

ERRORI E DIMENTICANZE

ERRORI E DIMENTICANZE ERRORI E DIMENTICANZE CORREZIONI DI ERRORI E DIMENTICANZE Introduzione Nella predisposizione della dichiarazione 730 è possibile che il contribuente abbia commesso errori o abbia dimenticato ad esempio

Dettagli

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del Manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale.

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del Manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale. GUIDA RAPIDA versione 25 febbraio 2010 SERVIIZIIO TELEMATIICO DOGANALE Avvertenze: Questa guida vuole costituire un piccolo aiuto per gli operatori che hanno già presentato richiesta di adesione al servizio

Dettagli

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO I contribuenti che possiedono redditi di lavoro dipendente,

Dettagli

Fondo di Sostegno alla Locazione

Fondo di Sostegno alla Locazione Software per la gestione del Fondo di Sostegno alla Locazione Manuale per un Utente comunale Capitolo 1 Accesso L accesso alla procedura per la gestione del Fondo di sostegno per la locazione è consentito

Dettagli

SEMPLIFICATO. Anno 2014. Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 d.lgs. n. 196/2003)

SEMPLIFICATO. Anno 2014. Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 d.lgs. n. 196/2003) SEMPLIFICATO 0 Anno 0 Informativa sul trattamento dei dati personali (art. d.lgs. n. 9/00) Con questa informativa l Agenzia delle Entrate spiega come utilizza i dati raccolti e quali sono i diritti riconosciuti

Dettagli

SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI:

SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI: SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI: PROCEDURA INTEGRATA GESTIONE CONDOMINIO RENT MANAGER SERVIZIO DI ASSISTENZA CLIENTI GESTIONE DELLA FISCALITA (770,UNICO, CERTIFICAZIONE COMPENSI, F24, DICHIARAZIONI 36/41%,

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP CREDITO: C1 - PRESTAZIONI CREDITIZIE DOMANDE WEB PICCOLI PRESTITI AGLI ISCRITTI: MANUALE UTENTE

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP CREDITO: C1 - PRESTAZIONI CREDITIZIE DOMANDE WEB PICCOLI PRESTITI AGLI ISCRITTI: MANUALE UTENTE SISTEMA INFORMATIVO INPDAP CREDITO: C1 - PRESTAZIONI CREDITIZIE DOMANDE WEB PICCOLI PRESTITI AGLI ISCRITTI: MANUALE UTENTE Domande web Piccoli Prestiti agli Iscritti: Manuale Utente Pag. I INDICE 1. INTRODUZIONE...

Dettagli

Contributi individuali. Versamenti volontari Riscatti di laurea

Contributi individuali. Versamenti volontari Riscatti di laurea Contributi individuali Versamenti volontari Riscatti di laurea Dott. Elvira Filiaggi Direzione Centrale Sistemi Informativi e tecnologie Dirigente Area contributi individuali continuativi e lavoro domestico

Dettagli

Dichiarazione Correttiva/Integrativa Unico PF da Modello 730

Dichiarazione Correttiva/Integrativa Unico PF da Modello 730 HELP DESK Nota Salvatempo 0042 MODULO Dichiarazione Correttiva/Integrativa Unico PF da Modello 730 Quando serve Per gestire la Dichiarazione Correttiva/Integrativa/Integrativa a favore, per l anno di imposta

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca MIUR.AOODGCASIS.REGISTRO UFFICIALE(U).0002966.01-09-2015 Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica

Dettagli

COLLEGAMENTO PENSIONI S7

COLLEGAMENTO PENSIONI S7 COLLEGAMENTO PENSIONI S7 Il programma permette di esportare l anagrafica, i servizi senza onere, i periodi retributivi, i servizi simultanei e le competenze accessorie corrisposte dalla scuola che si occupa

Dettagli

Prima della compilazione. Compilazione. Dopo la compilazione. Riapertura modello. FAQ 730 anno 2013

Prima della compilazione. Compilazione. Dopo la compilazione. Riapertura modello. FAQ 730 anno 2013 FAQ 730 anno 2013 Prima della compilazione 1. DATE DA RICORDARE 2. TIPO DICHIARAZIONE 3. RECUPERO DATI Compilazione 4. EXTRAPROFESSIONALE 5. FASIE/FISDE 6. FONDENERGIA 7. FOPDIRE 8. RECUPERO SSN ASSICURAZIONE

Dettagli

Modalità operative per effettuare la comunicazione dell utenza telematica

Modalità operative per effettuare la comunicazione dell utenza telematica Modalità operative per effettuare la comunicazione dell utenza telematica I sostituti d imposta possono scegliere di ricevere direttamente i modelli 730-4, se in possesso dell abilitazione al servizio

Dettagli

MANUALE UTENTE - ASSISTENZA DOMICILIARE - DOMANDA

MANUALE UTENTE - ASSISTENZA DOMICILIARE - DOMANDA MANUALE UTENTE - ASSISTENZA DOMICILIARE - DOMANDA INDICE pag. 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2 ABBREVIAZIONI... 3 2. PREMESSA... 4 2.1 TIPOLOGIE DI UTENZA... 4 2.2 AUTENTICAZIONE...

Dettagli

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA

CISL FP (A. Roncarolo) Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA Aspetti giuridici Struttura Le voci LA BUSTA PAGA 1 COS È LA BUSTA PAGA è un documento obbligatorio (Legge 5 gennaio 1953, n. 4) che indica la retribuzione, le ritenute fiscali e previdenziali che il lavoratore

Dettagli

NOVITA APRILE 2008 1.1. DETRAZIONI D IMPOSTA TFR DA 01 APRILE 2008... 3 1.2. DETRAZIONE PER CANONI DI LOCAZIONE... 7

NOVITA APRILE 2008 1.1. DETRAZIONI D IMPOSTA TFR DA 01 APRILE 2008... 3 1.2. DETRAZIONE PER CANONI DI LOCAZIONE... 7 NOVITA APRILE 2008 SOMMARIO 1. DETRAZIONI 3 1.1. DETRAZIONI D IMPOSTA TFR DA 01 APRILE 2008... 3 1.1.1 PREMESSA... 3 1.1.2 DECORRENZA... 3 1.1.3 CALCOLO DETRAZIONI... 3 1.1.4 ACCONTO TFR... 5 1.1.5 INDENNITA

Dettagli