DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D'IMPATTO. che accompagna il documento. Raccomandazione della Commissione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D'IMPATTO. che accompagna il documento. Raccomandazione della Commissione"

Transcript

1 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, SWD(2014) 233 final DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D'IMPATTO che accompagna il documento Raccomandazione della Commissione sui principi per la tutela dei consumatori e degli utenti dei servizi di gioco d'azzardo online e per la prevenzione dell'accesso dei minori ai giochi d'azzardo on-line {C(2014) 4630 final} {SWD(2014) 232 final} IT IT

2 Introduzione In Europa i servizi di gioco d'azzardo on-line sono ampiamente offerti, pubblicizzati e utilizzati. Il gioco d'azzardo on-line nell'ue rappresenta circa il 45% del mercato mondiale del gioco d'azzardo on-line. Nell'UE i servizi di gioco d'azzardo on-line rappresentano oltre il 12% della quota di mercato del gioco d'azzardo (ossia 10,54 miliardi di EUR (proventi lordi dei giochi [Gross Gaming Revenues GGR]) nel 2012). Detti servizi comprendono una serie di giochi di sorte, come scommesse sportive, poker, giochi da casinò e lotterie, con circa 6,8 milioni di consumatori che partecipano a uno o più giochi. Esistono tuttavia anche migliaia di siti internet di gioco d'azzardo non regolamentati, spesso esterni all'ue, ai quali i consumatori sono esposti e che possono comportare considerevoli rischi, quali la frode e il riciclaggio di denaro. Nonostante la rilevanza transfrontaliera del gioco d'azzardo on-line, a livello UE non esiste alcuna legislazione specifica che regolamenti il settore dei servizi di gioco d'azzardo. Nel contempo, la maggior parte degli Stati membri ha intrapreso riforme normative, in particolare per tenere conto di nuove forme di servizi di gioco d'azzardo che si svolgono principalmente on-line. Una consultazione pubblica tenuta nel 2011 ha individuato come prioritaria la tutela dei cittadini compresi i minori e dei consumatori riguardo al gioco d'azzardo on-line 1. Sulla base di tale risultato, la Commissione ha avviato un dialogo con gli Stati membri e con le imprese del settore su questioni inerenti ai consumatori di servizi di gioco d'azzardo on-line e alle comunicazioni commerciali relative al gioco d'azzardo. 1. Il problema Uno dei principali elementi alla base del problema è l'accessibilità del gioco d'azzardo online, che riguarda i servizi di gioco d'azzardo on-line che sono regolamentati negli Stati membri e quelli che sfuggono a qualsiasi controllo dell'ue (non regolamentati). La crescita del gioco d'azzardo on-line dipende anche dalla rapida evoluzione delle tecnologie, dall'aumento dell'accesso a internet e dalla comodità delle applicazioni mobili. Quando constatano una mancanza di offerta, offerte poco allettanti o importi bassi delle vincite sulle puntate, i giocatori on-line iniziano a ricercare opportunità di gioco alternative, che sono facilmente disponibili, spesso sotto forma di siti internet di gioco d'azzardo non regolamentati. I consumatori vi sono indirizzati dalla pubblicità, per la quale sia gli operatori di gioco d'azzardo commerciali sia quelli pubblici spendono ingenti somme di denaro. Le pratiche commerciali dannose sono molto diffuse. Tecniche di vendita aggressive e fuorvianti, nonché la loro ripetitività, si traducono in scelte disinformate e nel fatto che i minori si lascino attrarre dal gioco d'azzardo. La mancanza di informazioni chiare, dirette e di facile comprensione è una delle principali cause delle scelte disinformate da parte dell'utente. Le informazioni sul gioco 1 2

3 responsabile, sul trattamento dei dati personali e sulla tutela dei fondi dei giocatori in caso di insolvenza sono spesso nascoste in lunghi testi pieni di termini giuridici presenti sui siti di gioco d'azzardo, nonostante le disposizioni della direttiva relativa alle clausole abusive nei contratti. Se le informazioni non sono trasparenti e chiare, i consumatori non possono valutare adeguatamente i rischi né richiedere assistenza in caso di necessità. A causa dell'inadeguatezza dei controlli e dell'assistenza, essi rischiano di perdere la cognizione del tempo e/o del denaro mentre giocano, cosa che potrebbe portare a problemi legati al gioco d'azzardo, ivi compresi problemi di salute. Riguardo alla regolamentazione dell'offerta, i problemi individuati sono determinati da due questioni principali, ossia la mancanza di misure efficaci di tutela dei consumatori e la presenza minima, se non l'assenza, di misure relative alle comunicazioni commerciali. La legislazione esistente non è riuscita a fornire una soluzione efficace al riguardo. I livelli e le misure di tutela dei consumatori e di garanzia di comunicazioni commerciali responsabili non sono uniformi tra gli Stati membri. Nella maggior parte dei casi, gli Stati membri elaborano le rispettive politiche separatamente gli uni dagli altri e non esiste un approccio generale dell'ue che consenta di allinearle. La conseguenza è un'attività di vigilanza divergente e inadeguata da parte delle autorità di regolamentazione. Spesso non è chiaro in che modo gli Stati membri controllino i servizi di gioco d'azzardo per promuovere la responsabilità sociale e la gestione dei rischi. Infine, l'inutile duplicazione di disposizioni giuridiche nell'ue determina un onere amministrativo significativo per gli operatori regolamentati e ne compromette la competitività. I fattori descritti in precedenza determinano vari problemi. I singoli consumatori non possono avere una percezione realistica del gioco e dei rischi relativi alla salute, nonché degli eventuali danni economici derivanti da un gioco compulsivo o eccessivo. In mancanza di verifiche e controlli adeguati esiste il rischio che le persone possano sviluppare un tipo di patologia legata al gioco d'azzardo. Ad esempio, il gioco eccessivo dipende dalla disponibilità personale di tempo e di denaro, tuttavia, in mancanza di adeguate possibilità di controllo dei giocatori, l'ambiente on-line implica il rischio di spendere più tempo e denaro di quanto previsto. Riguardo alle comunicazioni commerciali, le immagini e i testi relativi al gioco d'azzardo possono creare percezioni errate del gioco d'azzardo e di ciò che può consentire di ottenere dal punto di vista finanziario e sociale, inducendo così le persone a giocare in modo irresponsabile. Oltre alle considerazioni sulla salute, i siti di gioco d'azzardo non regolamentati espongono i consumatori a rischi quali frodi e altre pratiche criminali. I minori sono a rischio a causa dell'inadeguatezza dei sistemi di verifica dell'età, della mancanza di consapevolezza riguardo al gioco d'azzardo e della disponibilità di giochi d'azzardo non regolamentati. È necessario migliorare la tutela dei consumatori. Le pratiche commerciali, la riduzione dei danni al minimo, la prevenzione dei problemi legati al gioco d'azzardo e il controllo del comportamento di gioco dovrebbero essere regolamentati in modo più rigoroso. 3

4 Il mercato del gioco d'azzardo on-line è altamente competitivo. Se la domanda dei consumatori non sarà soddisfatta nel contesto regolamentato dell'ue, i consumatori continueranno a rivolgersi ai siti non controllati. In mancanza di un intervento da parte dell'ue, con ogni probabilità gli Stati membri continueranno a occuparsi della questione separatamente gli uni dagli altri e i livelli e le misure di tutela resteranno non uniformi tra gli Stati membri. È improbabile che negli Stati membri l'esposizione dei cittadini dell'ue alle comunicazioni commerciali sul gioco d'azzardo possa diminuire e gli utenti dei servizi di gioco d'azzardo continueranno a ricercare opportunità di gioco on-line. 2. L'UE ha il diritto di intervenire? La tutela dei consumatori è un settore di competenze condivise tra l'ue e gli Stati membri. Ai sensi del trattato sul funzionamento dell'unione europea, l'intervento dell'ue è giustificato se normative nazionali divergenti e misure insufficienti o inefficaci creano un mercato interno frammentato per i consumatori e le imprese. L'intervento dell'ue è giustificato anche nel caso in cui senza tale intervento i cittadini dell'ue non sarebbero adeguatamente tutelati. A causa della natura stessa dell'ambiente on-line, della dimensione transfrontaliera del gioco d'azzardo on-line e del modo in cui il gioco d'azzardo on-line viene pubblicizzato, non è sufficiente intervenire a livello nazionale. L'intervento dell'ue è necessario per garantire un livello di tutela sufficiente e uniforme in tutta l'unione. 3. Gli obiettivi L'iniziativa ha lo scopo di contribuire a conseguire un livello adeguato e uniforme di tutela dei cittadini, dei consumatori e dei minori nei servizi di gioco d'azzardo on-line. In termini più concreti, gli obiettivi specifici sono intesi a: tutelare gli utenti di servizi di gioco d'azzardo on-line, tutelare i minori dal gioco d'azzardo, garantire pratiche commerciali più coerenti, sensibilizzare maggiormente le persone allo scopo di attenuare per quanto possibile gli effetti negativi sui consumatori dei siti di gioco d'azzardo non regolamentati nell'unione europea. Da un punto di vista operativo, gli obiettivi sono: 1. garantire informazioni trasparenti e comprensibili, e assistenza e controlli specifici del comportamento di gioco, 2. promuovere una maggiore responsabilità sociale nelle pratiche commerciali e garantire la presa di coscienza dei rischi intrinseci relativi alla salute associati al gioco d'azzardo, 3. disporre di misure più efficaci per garantire che i minori non abbiano accesso al gioco d'azzardo e ridurre per quanto possibile la loro esposizione al gioco d'azzardo, 4

5 4. mantenere gli utenti dei servizi di gioco d'azzardo on-line in un contesto regolamentato nell'ue. 4. Opzioni politiche Vengono prese in esame le seguenti opzioni politiche: rafforzare gli obblighi in materia di informazione e identificazione, in relazione ai dispositivi utilizzati e per quanto riguarda le comunicazioni commerciali attraverso i vari canali utilizzati; rafforzare i sistemi di registrazione per l'apertura di conti di gioco e disporre di procedure di verifica più solide per escludere i minori fin dall'inizio; rafforzare gli obblighi in materia di salvaguardia del benessere dei giocatori on-line e mantenere il gioco entro parametri ricreativi; agevolare l'autoesclusione dei giocatori a livello di Unione europea tramite una banca dati on-line attraverso la quale gli operatori stabiliti in uno o più Stati membri possono anche verificare i dati identificativi per impedire ai giocatori esclusi di accedere ai loro servizi; rafforzare la vigilanza da parte delle autorità di regolamentazione per garantire ai consumatori e ai cittadini un elevato livello di sicurezza e di protezione e sensibilizzare le persone sui rischi associati al gioco d'azzardo. La tabella sottostante illustra in che modo ciascuna opzione politica può conseguire gli obiettivi. Opzioni politiche Obiettivi Efficacia Fornire informazioni trasparenti e comprensibili, assistenza e controlli specifici a favore dei consumatori Opzione 1 Nessun cambiamento Opzione 2 Obblighi in materia di contenuti e identificazione Opzione 3 Sistemi di registrazione elettronica dei giocatori Opzione 4 Obblighi in materia di assistenza per i giocatori Opzione 4 bis Autoesclusione dei giocatori a livello di UE Opzione 5 Rafforzamento della vigilanza da parte delle autorità di regolamentazione attraverso sistemi di controllo in tempo reale Rendere le comunicazioni commerciali sul gioco d'azzardo socialmente responsabili e n/d n/d ++ 5

6 sensibilizzare maggiormente le persone sui rischi intrinseci associati al gioco d'azzardo Introdurre misure più efficaci per escludere i minori dal gioco d'azzardo e ridurre per quanto possibile la loro esposizione al gioco d'azzardo Mantenere gli utenti dei servizi di gioco d'azzardo online in un contesto regolamentato nell'ue n/d Ridurre la frammentarietà della situazione per gli operatori stabiliti nell'ue e titolari di una licenza in uno o più Stati membri Efficienza Accettabilità da parte degli Stati membri da parte del settore Gli strumenti politici presi in considerazione Gli strumenti presi in considerazione sono i seguenti: normativa dell'ue mediante una direttiva, l'autoregolamentazione del settore, lo scambio di informazioni approfondito tra le autorità di regolamentazione e una raccomandazione della Commissione. Sebbene una direttiva dell'ue offra le migliori possibilità di conseguire gli obiettivi, al momento non è possibile proporre una soluzione legislativa. Il motivo principale è la mancanza di sostegno a favore di tale scelta, come risulta evidente dalle risposte alla consultazione pubblica, dalla posizione della maggioranza degli Stati membri e dalle risoluzioni del Parlamento europeo. Anche uno scambio di informazioni approfondito tra le autorità di regolamentazione è da escludere, in quanto consentirebbe sì di affrontare le sfide comuni e di effettuare uno scambio di conoscenze, ma potrebbe non essere sufficiente per conseguire gli obiettivi. Lo scambio di informazioni generali tra le autorità di regolamentazione può continuare a essere favorito nel contesto del gruppo di esperti della Commissione. 6

7 Optare per l'autoregolamentazione del settore significherebbe affrontare il problema affidandosi unicamente a misure volontarie. Seguendo questo approccio, l'attuazione e la conformità sarebbero volontarie, anche se alcuni operatori potrebbero essere sottoposti a verifica in base a criteri da essi stessi fissati. L'autoregolamentazione del settore può essere complementare alle prescrizioni normative. Poiché gli Stati membri non hanno fiducia nelle iniziative del settore come soluzione di per sé, l'autoregolamentazione può essere solo complementare alla regolamentazione governativa. Una raccomandazione della Commissione agli Stati membri potrebbe fornire un quadro che consentirebbe a questi ultimi di procedere verso gli obiettivi politici. Incoraggerebbe gli Stati membri a intervenire a livello nazionale, lasciandoli liberi di scegliere i mezzi che ritengono più opportuni. Una clausola di riesame consentirebbe di valutare l'efficacia delle misure in essa proposte. Una raccomandazione della Commissione sembra essere lo strumento più accettabile, in quanto tiene conto delle forti riserve espresse dagli Stati membri e dal Parlamento europeo riguardo a una soluzione legislativa e risponde alle loro ripetute richieste di azione per tutelare i consumatori dai rischi associati al gioco d'azzardo e per tutelare i minori. 6. L'opzione prescelta In primo luogo, in questa fase l'opzione 3 (registrazione elettronica), l'opzione 4 bis (autoesclusione a livello di UE) e l'opzione 5 (controllo in tempo reale) non vengono ulteriormente prese in esame. Esse avrebbero contribuito in misura significativa al conseguimento degli obiettivi. In particolare, visto l'oggetto della presente valutazione d'impatto, ossia il gioco d'azzardo on-line, benché tali opzioni prendano in esame soluzioni on-line vantaggiose per i consumatori, gli operatori e le autorità di regolamentazione, esse sono scartate sulla base della non accettabilità indicata nella tabella precedente. In secondo luogo, in seguito all'analisi effettuata, per affrontare efficacemente i singoli problemi vengono prescelte le opzioni 2 e 4. Si ritiene che questa combinazione di opzioni sia la più fattibile per conseguire gli obiettivi specifici e operativi. Alla luce dei problemi individuati e degli obiettivi stabiliti, la raccomandazione si concentrerebbe sui consumatori e sui giocatori che usufruiscono di servizi di gioco d'azzardo on-line, cercando di migliorare la trasparenza, il sostegno ai giocatori e il controllo del comportamento di questi ultimi, nonché l'educazione e la sensibilizzazione sul gioco d'azzardo in generale. La raccomandazione avrebbe anche lo scopo di impedire ai minori di partecipare a giochi d'azzardo. Si concentrerebbe sulle comunicazioni commerciali tenendo conto della loro portata più ampia e sulla salute, comprese le considerazioni di carattere sociale, allo scopo di garantire che dette comunicazioni avvengano entro parametri socialmente responsabili a prescindere dai canali utilizzati. 7

8 7. Impatto Da un punto di vista economico, le modifiche comporteranno costi di conformità marginali per la maggior parte degli operatori. Nel contempo, esse consentiranno un approccio semplificato, contribuendo così a far fronte ai problemi degli operatori per quanto riguarda la conformità, principalmente per i costi delle licenze che coprono più giurisdizioni. Sarà introdotta una serie essenziale di disposizioni di base, che avrà un effetto di ricaduta più forte sui fornitori di comunicazioni commerciali. Da un punto di vista sociale, il pubblico beneficerà di una tutela più adeguata dai rischi associati al gioco d'azzardo, dell'esclusione dei minori, di una migliore tutela dei consumatori e di obblighi di responsabilità sociale più rigorosi per gli operatori di gioco d'azzardo on-line. Le ripercussioni amministrative dovrebbero essere minime. È possibile che gli Stati membri debbano modificare le normative e i requisiti per la concessione delle licenze e che le autorità di regolamentazione debbano adattare la loro organizzazione. Un approccio combinato può contribuire a ridurre gli oneri amministrativi inutili per le autorità di regolamentazione e per gli operatori. I costi di attuazione dovrebbero essere da bassi a moderatamente elevati, a seconda se, e in quale misura, gli Stati membri daranno seguito alla raccomandazione della Commissione. 8. Monitoraggio e valutazione La Commissione intende verificare periodicamente i progressi compiuti, in particolare attraverso il gruppo di esperti sui servizi di gioco d'azzardo. Nel breve periodo l'attenzione sarà rivolta a verificare in che misura gli Stati membri si sono attenuti alla raccomandazione. Si potrà discutere di tale aspetto in due riunioni di esperti, sulla base di indicatori da stabilire. Nel medio e nel lungo periodo la Commissione intende seguire i progressi compiuti dagli Stati membri, controllando il numero di persone che aprono conti di gioco, il numero di persone che non completano la registrazione, la percentuale di persone che richiede l'esclusione dai servizi di gioco d'azzardo, la percentuale di minori che si stima abbiano avuto accesso ai siti di gioco d'azzardo e i tipi di violazioni relative alle comunicazioni commerciali. La Commissione può anche organizzare seminari per verificare i miglioramenti introdotti dalle imprese del settore sulla base della raccomandazione, quali ad esempio la formazione del personale e i contatti con i centri di cura. La Commissione dovrebbe effettuare una valutazione dopo 24 mesi dalla data di adozione della raccomandazione. 8

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE. Documento che accompagna la

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE. Documento che accompagna la COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 4.12.2008 SEC(2008) 2954 C6-0469/08 DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE Documento che accompagna la proposta di REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO EUROPEO

Dettagli

SINTESI DELLA VALUTAZIONE DELL'IMPATTO

SINTESI DELLA VALUTAZIONE DELL'IMPATTO IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 30.4.2009 SEC(2009) 577 DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE che accompagna la Proposta di DIRETTIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

Dettagli

RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del XXX

RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del XXX COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, XXX C(2014) 4630/2 RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE del XXX sui principi per la tutela dei consumatori e degli utenti dei servizi di gioco d'azzardo online e per la prevenzione

Dettagli

DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D'IMPATTO. che accompagna il documento

DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D'IMPATTO. che accompagna il documento COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 3.7.2012 SWD(2012) 192 final C7-0180/12 DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D'IMPATTO che accompagna il documento DIRETTIVA DEL PARLAMENTO

Dettagli

Nuova strategia europea in materia di responsabilità sociale d'impresa - Posizione delle imprese a livello UE

Nuova strategia europea in materia di responsabilità sociale d'impresa - Posizione delle imprese a livello UE Nuova strategia europea in materia di responsabilità sociale d'impresa - Posizione delle imprese a livello UE Confindustria Relazioni Industriali, Sicurezza e Affari Sociali La nuova strategia è stata

Dettagli

IL COMMERCIO ELETTRONICO NELL UNIONE EUROPEA

IL COMMERCIO ELETTRONICO NELL UNIONE EUROPEA IL COMMERCIO ELETTRONICO NELL UNIONE EUROPEA Quale rilevanza assume nell Unione europea il commercio elettronico? I seguenti fattori contribuiscono a determinare la rilevanza che il commercio elettronico

Dettagli

BANCA CENTRALE EUROPEA

BANCA CENTRALE EUROPEA 19.2.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 47/1 III (Atti preparatori) BANCA CENTRALE EUROPEA PARERE DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA del 24 maggio 2012 in merito a una proposta di regolamento delegato

Dettagli

RACCOMANDAZIONI. (Testo rilevante ai fini del SEE) (2014/478/UE)

RACCOMANDAZIONI. (Testo rilevante ai fini del SEE) (2014/478/UE) L 214/38 RACCOMANDAZIONI RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE del 14 luglio 2014 sui principi per la tutela dei consumatori e degli utenti dei servizi di gioco d'azzardo on line e per la prevenzione dell'accesso

Dettagli

Racc. 14 luglio 2014, n. 2014/478/UE

Racc. 14 luglio 2014, n. 2014/478/UE Racc. 14 luglio 2014, n. 2014/478/UE (1). RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE sui principi per la tutela dei consumatori e degli utenti dei servizi di gioco d'azzardo on line e per la prevenzione dell'accesso

Dettagli

PROGETTO DI PARERE. IT Unita nella diversità IT. Parlamento europeo 2015/0278(COD) 10.5.2016. della commissione per la cultura e l'istruzione

PROGETTO DI PARERE. IT Unita nella diversità IT. Parlamento europeo 2015/0278(COD) 10.5.2016. della commissione per la cultura e l'istruzione Parlamento europeo 2014-2019 Commissione per la cultura e l'istruzione 2015/0278(COD) 10.5.2016 PROGETTO DI PARERE della commissione per la cultura e l'istruzione destinato alla commissione per il mercato

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DELLE RETI TRANSEUROPEE

IL FINANZIAMENTO DELLE RETI TRANSEUROPEE IL FINANZIAMENTO DELLE RETI TRANSEUROPEE Le reti transeuropee (RTE) sono in parte finanziate dall'unione europea e in parte dagli Stati membri. L'aiuto finanziario dell'unione funge da catalizzatore, poiché

Dettagli

Sintesi della valutazione di impatto

Sintesi della valutazione di impatto COMMISSIONE DELLE COMUNÀ EUROPEE Bruxelles, 8.12.2008 SEC(2008) 2957 DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE che accompagna la Proposta di DIRETTIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO relativa

Dettagli

LA PROPOSTA DI IV DIRETTIVA ANTIRICICLAGGIO

LA PROPOSTA DI IV DIRETTIVA ANTIRICICLAGGIO LA PROPOSTA DI IV DIRETTIVA ANTIRICICLAGGIO Avv. Claudia Petracca Milano, 7 maggio 2013 CONTESTO DELLA PROPOSTA La proposta di IV Dir. nasce con l obiettivo di: -RAFFORZARE il mercato interno mediante

Dettagli

COMUNICAZIONE AI MEMBRI

COMUNICAZIONE AI MEMBRI PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Commissione per le petizioni 27.2.2013 COMUNICAZIONE AI MEMBRI Oggetto: Petizione 142/2009, presentata da R.A.J., cittadino italiano, corredata di due firme, sull'intervento

Dettagli

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE,

LA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE, 101 Raccomandazione della Commissione 15 febbraio 2005, n. 2005/162/Ce, sul ruolo degli amministratori senza incarichi esecutivi o dei membri del consiglio di sorveglianza delle società quotate e sui comitati

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE DI IMPATTO

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE DI IMPATTO COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 28.10.2009 SEC(2009) 1455 C7-0271/09 DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE DI IMPATTO Documento di accompagnamento alla

Dettagli

9524/16 cip/tar/s 1 DG G 3 C

9524/16 cip/tar/s 1 DG G 3 C Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 26 maggio 2016 (OR. en) 9524/16 RISULTATI DEI LAVORI Origine: Destinatario: Segretariato generale del Consiglio delegazioni IND 111 RECH 207 TELECOM 99 MI 389 COMPET

Dettagli

DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE DI IMPATTO. che accompagna il documento

DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE DI IMPATTO. che accompagna il documento COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 5.7.2012 SWD(2012) 197 final DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE DI IMPATTO che accompagna il documento REGOLAMENTO DELEGATO DELLA

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE E AL COMITATO DELLE REGIONI

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE E AL COMITATO DELLE REGIONI COMMISSIONE EUROPEA Strasburgo, 23.10.2012 COM(2012) 596 final COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE E AL COMITATO DELLE REGIONI Verso un

Dettagli

RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del 12.3.2014. su un nuovo approccio al fallimento delle imprese e all insolvenza

RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del 12.3.2014. su un nuovo approccio al fallimento delle imprese e all insolvenza COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 12.3.2014 C(2014) 1500 final RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE del 12.3.2014 su un nuovo approccio al fallimento delle imprese e all insolvenza (Testo rilevante ai fini del

Dettagli

Onorevoli colleghi, signor ministro, permettetemi di ringraziarvi per l invito della Provincia di

Onorevoli colleghi, signor ministro, permettetemi di ringraziarvi per l invito della Provincia di 1 Onorevoli colleghi, signor ministro, permettetemi di ringraziarvi per l invito della Provincia di Milano a partecipare a questa GIORNATA INFORMATIVA dell Europa in provincia [?], e di congratularmi con

Dettagli

La Commissione pubblica un Libro verde sulle pensioni integrative nel mercato unico

La Commissione pubblica un Libro verde sulle pensioni integrative nel mercato unico IP/97/507 Bruxelles, 10 giugno 1997 La Commissione pubblica un Libro verde sulle pensioni integrative nel mercato unico La Commissione ha approvato oggi il testo del Libro verde sui regimi pensionistici

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE C 183/12 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 14.6.2014 Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 21 maggio 2014, sul piano di

Dettagli

RELAZIONE DEL GRUPPO AD ALTO LIVELLO SULLO SVILUPPO DI UNO SPAZIOUNICO EUROPEO DEI TRASPORTI SINTESI DELLE RACCOMANDAZIONI

RELAZIONE DEL GRUPPO AD ALTO LIVELLO SULLO SVILUPPO DI UNO SPAZIOUNICO EUROPEO DEI TRASPORTI SINTESI DELLE RACCOMANDAZIONI RELAZIONE DEL GRUPPO AD ALTO LIVELLO SULLO SVILUPPO DI UNO SPAZIOUNICO EUROPEO DEI TRASPORTI Giugno 2012 Gruppo ad alto livello presieduto dal professor B. T. Bayliss SINTESI DELLE RACCOMANDAZIONI Il gruppo

Dettagli

TESTO APPROVATO Indicazione del paese di origine nell'etichettatura per gli ingredienti carnei contenuti nei prodotti alimentari trasformati

TESTO APPROVATO Indicazione del paese di origine nell'etichettatura per gli ingredienti carnei contenuti nei prodotti alimentari trasformati TESTO APPROVATO Indicazione del paese di origine nell'etichettatura per gli ingredienti carnei contenuti nei prodotti alimentari trasformati 11.02.15 P8_TA-PROV(2015)0034 Indicazione del paese di origine

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 8.12.2008 COM(2008) 819 definitivo COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE Piano di azione per la donazione e il trapianto di organi (2009-2015): rafforzare la cooperazione

Dettagli

Raccomandazione di DECISIONE DEL CONSIGLIO

Raccomandazione di DECISIONE DEL CONSIGLIO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 13.11.2012 COM(2012) 655 final Raccomandazione di DECISIONE DEL CONSIGLIO che autorizza la Commissione europea a partecipare, per conto dell Unione europea, ai negoziati

Dettagli

(Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI PARLAMENTO EUROPEO

(Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI PARLAMENTO EUROPEO 3.4.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 94 E/1 I (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI PARLAMENTO EUROPEO Sistemi di garanzia assicurativa P7_TA(2011)0435 Risoluzione del Parlamento

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE LIBRO VERDE. sul diritto applicabile e sulla giurisdizione in materia di divorzio. (presentato dalla Commissione)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE LIBRO VERDE. sul diritto applicabile e sulla giurisdizione in materia di divorzio. (presentato dalla Commissione) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 14.3.2005 COM(2005) 82 definitivo LIBRO VERDE sul diritto applicabile e sulla giurisdizione in materia di divorzio (presentato dalla Commissione) {SEC(2005)

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 28.11.2006 COM(2006)759 definitivo 2004/0218 (COD) PARERE DELLA COMMISSIONE a norma dell'articolo 251, paragrafo 2, terzo comma, lettera c) del trattato CE,

Dettagli

Commissione giuridica. destinato alla commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori

Commissione giuridica. destinato alla commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Commissione giuridica 13.7.2011 2011/2084(INI) PARERE della commissione giuridica destinato alla commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori sul gioco

Dettagli

DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D'IMPATTO. che accompagna il documento

DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D'IMPATTO. che accompagna il documento COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 30.1.2014 SWD(2014) 29 final DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D'IMPATTO che accompagna il documento Proposta di REGOLAMENTO DEL

Dettagli

BANCA CENTRALE EUROPEA

BANCA CENTRALE EUROPEA 19.6.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 175/11 III (Atti preparatori) BANCA CENTRALE EUROPEA PARERE DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA del 25 aprile 2012 in merito alla proposta di regolamento del

Dettagli

Elementi per una futura Carta europea dei diritti dei consumatori di energia

Elementi per una futura Carta europea dei diritti dei consumatori di energia Elementi per una futura Carta europea dei diritti dei consumatori di energia La Commissione non intende fare della futura Carta europea dei diritti dei consumatori di energia un documento giuridico vincolante.

Dettagli

SINTESI DELLA VALUTAZIONE DELL IMPATTO

SINTESI DELLA VALUTAZIONE DELL IMPATTO IT IT IT COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 13.4.2011 SEC(2011) 410 definitivo DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE DELL IMPATTO Documento di accompagnamento della Proposta

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, RIUNITI IN SEDE DI CONSIGLIO, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, RIUNITI IN SEDE DI CONSIGLIO, I. INTRODUZIONE C 463/4 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 23.12.2014 Conclusioni del Consiglio e dei Rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, su un piano di lavoro per la cultura

Dettagli

LIBRO VERDE. Verso un mercato europeo integrato dei pagamenti tramite carte, internet e telefono mobile. I punti salienti

LIBRO VERDE. Verso un mercato europeo integrato dei pagamenti tramite carte, internet e telefono mobile. I punti salienti LIBRO VERDE Verso un mercato europeo integrato dei pagamenti tramite carte, internet e telefono mobile I punti salienti Nell ottica di migliorare i pagamenti elettronici (tramite carta di credito, internet

Dettagli

Norme comuni per un'imposta sulle transazioni finanziarie domande frequenti (Si veda anche IP/11/1085)

Norme comuni per un'imposta sulle transazioni finanziarie domande frequenti (Si veda anche IP/11/1085) MEMO/11/640 Bruxelles, 28 settembre 2011 Norme comuni per un'imposta sulle transazioni finanziarie domande frequenti (Si veda anche IP/11/1085) 1. Contesto generale Perché la Commissione ha proposto una

Dettagli

Orientamenti sui fondi separati

Orientamenti sui fondi separati EIOPA-BoS-14/169 IT Orientamenti sui fondi separati EIOPA Westhafen Tower, Westhafenplatz 1-60327 Frankfurt Germany - Tel. + 49 69-951119-20; Fax. + 49 69-951119-19; email: info@eiopa.europa.eu site: https://eiopa.europa.eu/

Dettagli

4. La violenza da parte di terzi e le molestie possono manifestarsi in molte forme. Possono ad esempio:

4. La violenza da parte di terzi e le molestie possono manifestarsi in molte forme. Possono ad esempio: DIALOGO SOCIALE EUROPEO LINEE GUIDA MULTISETTORIALI PROVVISORIE PER AFFRONTARE LA VIOLENZA DA PARTE DI TERZI E LE MOLESTIE SUL LAVORO EPSU, UNI europa, ETUCE, HOSPEEM, CEMR, EFEE, EuroCommerce, CoESS Bozza

Dettagli

PRESA DI POSIZIONE. di EurelPro. sul. Libro Verde della Commissione Europea Verso sistemi pensionistici adeguati, sostenibili e sicuri in Europa

PRESA DI POSIZIONE. di EurelPro. sul. Libro Verde della Commissione Europea Verso sistemi pensionistici adeguati, sostenibili e sicuri in Europa PRESA DI POSIZIONE di EurelPro sul Libro Verde della Commissione Europea Verso sistemi pensionistici adeguati, sostenibili e sicuri in Europa 09.11.2010 1 Descrizione di EurelPro EurelPro, l associazione

Dettagli

23.11.2011 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 306/33

23.11.2011 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 306/33 23.11.2011 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 306/33 REGOLAMENTO (UE) N. 1177/2011 DEL CONSIGLIO dell'8 novembre 2011 che modifica il regolamento (CE) n. 1467/97 per l accelerazione e il chiarimento

Dettagli

DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D IMPATTO PROPOSTA DI DIRETTIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D IMPATTO PROPOSTA DI DIRETTIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 9.7.2013 SWD(2013) 264 final C7-0215/13 DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D IMPATTO PROPOSTA DI DIRETTIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO

Dettagli

CONTRATTI DI PUBBLICO APPALTO

CONTRATTI DI PUBBLICO APPALTO CONTRATTI DI PUBBLICO APPALTO Gli enti pubblici stipulano contratti per garantire l'esecuzione di lavori e la prestazione di servizi. Questi contratti, stipulati con uno o più operatori per un dato prezzo,

Dettagli

DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D'IMPATTO. che accompagna il documento

DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D'IMPATTO. che accompagna il documento COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 26.7.2011 SEC(2011) 959 definitivo C7-0212/11 IT DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE D'IMPATTO che accompagna il documento Proposta

Dettagli

L AUMENTO DELL AUTOMAZIONE - come introdurre sul mercato i contatori intelligenti

L AUMENTO DELL AUTOMAZIONE - come introdurre sul mercato i contatori intelligenti L AUMENTO DELL AUTOMAZIONE - come introdurre sul mercato i contatori intelligenti INTRODUZIONE I contatori intelligenti sono strumenti per il monitoraggio in tempo reale dei consumi e per l invio automatico

Dettagli

DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE DELL'IMPATTO. Documento di accompagnamento alla.

DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE DELL'IMPATTO. Documento di accompagnamento alla. IT IT IT COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, xxx SEC(2010) xxx DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE SINTESI DELLA VALUTAZIONE DELL'IMPATTO Documento di accompagnamento alla Proposta di REGOLAMENTO

Dettagli

Il settimo programma d'azione per l'ambiente (2014-2020) e il consumo di suolo

Il settimo programma d'azione per l'ambiente (2014-2020) e il consumo di suolo Il settimo programma d'azione per l'ambiente (2014-2020) e il consumo di suolo Luca Marmo Commissione europea Direzione generale dell'ambiente Unità ENV.B.1 Agricoltura, foreste e suoli BU-5, 5/178 1049

Dettagli

Erasmus per tutti Domande ricorrenti (cfr. anche IP/11/1398)

Erasmus per tutti Domande ricorrenti (cfr. anche IP/11/1398) MEMO/11/818 Bruxelles, 23 novembre 2011 Erasmus per tutti Domande ricorrenti (cfr. anche IP/11/1398) Cos'è Erasmus per tutti? Erasmus per tutti è il nuovo programma proposto dalla Commissione europea nel

Dettagli

MANIFESTO S&D SULLA LOTTA ALLA POVERTÀ ENERGETICA

MANIFESTO S&D SULLA LOTTA ALLA POVERTÀ ENERGETICA MANIFESTO SULLA LOTTA ALLA POVERTÀ ENERGETICA 1 LOTTA ALLA POVERTÀ ENERGETICA Parte 1: Quadro dell'ue per la lotta alla povertà energetica 1.1 Chiediamo l'approvazione di una definizione ampia e comune

Dettagli

Piano d'azione sul Copyright e proposta di Regolamento sulla portabilità transfrontaliera dei servizi di contenuti online. Lente sull UE n.

Piano d'azione sul Copyright e proposta di Regolamento sulla portabilità transfrontaliera dei servizi di contenuti online. Lente sull UE n. Piano d'azione sul Copyright e proposta di Regolamento sulla portabilità transfrontaliera dei servizi di contenuti online Lente sull UE n. 40 Dicembre 2015 Premessa Il 9 dicembre scorso, la Commissione

Dettagli

PARLAMENTO EUROPEO. Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori PROGETTO DI RELAZIONE

PARLAMENTO EUROPEO. Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori PROGETTO DI RELAZIONE PARLAMENTO EUROPEO 2004 2009 Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori 2008/2173(INI) 20.11.2008 PROGETTO DI RELAZIONE sulla protezione dei consumatori, in particolare dei minori,

Dettagli

Mai più contratti stipulati telefonicamente, arrivano le tutele per i consumatori

Mai più contratti stipulati telefonicamente, arrivano le tutele per i consumatori SENATO DELLA REPUBBLICA COMUNICATO STAMPA Mai più contratti stipulati telefonicamente, arrivano le tutele per i consumatori La Commissione Industria del Senato approva la proposta del Senatore Elena Fissore:

Dettagli

MARKT/2094/01 IT Orig. EN COMMERCIO ELETTRONICO E SERVIZI FINANZIARI

MARKT/2094/01 IT Orig. EN COMMERCIO ELETTRONICO E SERVIZI FINANZIARI MARKT/2094/01 IT Orig. EN COMMERCIO ELETTRONICO E SERVIZI FINANZIARI Finalità del documento Il presente documento fa il punto della situazione in materia di commercio elettronico e servizi finanziari,

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO 20.9.2008 C 241/1 I (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 16 maggio

Dettagli

DECISIONI. (Il testo in lingua italiana è il solo facente fede) (Testo rilevante ai fini del SEE) (2010/12/UE)

DECISIONI. (Il testo in lingua italiana è il solo facente fede) (Testo rilevante ai fini del SEE) (2010/12/UE) L 6/8 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 9.1.2010 DECISIONI DECISIONE DELLA COMMISSIONE del 5 gennaio 2010 che esonera taluni servizi finanziari del settore postale in Italia dall applicazione della

Dettagli

LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA IN FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI): SMALL BUSINESS ACT

LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA IN FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI): SMALL BUSINESS ACT LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA IN FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI): SMALL BUSINESS ACT Che cosa è lo Small Business Act? Tenuto conto del contesto globale, caratterizzato da continui mutamenti

Dettagli

Esercizio della vigilanza nell MVU Le procedure comuni

Esercizio della vigilanza nell MVU Le procedure comuni Le procedure comuni! Nel regolamento sull MVU si parla della creazione di un meccanismo di vigilanza realmente integrato. Nella pratica ciò implica " che i processi chiave siano generalmente gli stessi

Dettagli

AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA

AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SUL FENOMENO DELLE MAFIE E SULLE ALTRE ASSOCIAZIONI CRIMINALI ANCHE STRANIERE AUDIZIONE DEL SOTTOSEGRETARIO ON. PIER PAOLO BARETTA ROMA 08 LUGLIO 2015 PALAZZO SAN

Dettagli

LA SALUTE: ASSICURARE LA MEDICINA E PROTEGGERE I CITTADINI

LA SALUTE: ASSICURARE LA MEDICINA E PROTEGGERE I CITTADINI ANIA ARI Assicurazione Ricerca Innovazione ANIA Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici LA SALUTE: ASSICURARE LA MEDICINA E PROTEGGERE I CITTADINI intervento di Aldo MINUCCI Presidente ANIA

Dettagli

DEI CONTI COMMISSIONE

DEI CONTI COMMISSIONE La misura degli investimenti nell ambito dell OCM del vino è stata concepita e attuata in maniera appropriata nel pieno rispetto del principio di economia? CORTE DEI CONTI Non è dimostrato che la misura

Dettagli

POLITICA AUDIOVISIVA E DEI MEDIA

POLITICA AUDIOVISIVA E DEI MEDIA POLITICA AUDIOVISIVA E DEI MEDIA La politica audiovisiva nell'ue è disciplinata principalmente dagli articoli 167 e 173 del trattato sul funzionamento dell'unione europea (TFUE). L'atto normativo fondamentale

Dettagli

STANDARD DI SORVEGLIANZA PER SISTEMI DI PAGAMENTO AL DETTAGLIO IN EURO Risposte ai commenti pervenuti nel quadro della procedura di consultazione

STANDARD DI SORVEGLIANZA PER SISTEMI DI PAGAMENTO AL DETTAGLIO IN EURO Risposte ai commenti pervenuti nel quadro della procedura di consultazione BANCA CENTRALE EUROPEA STANDARD DI SORVEGLIANZA PER SISTEMI DI PAGAMENTO AL DETTAGLIO IN EURO Risposte ai commenti pervenuti nel quadro della procedura di consultazione L 8 luglio 2002 l Eurosistema ha

Dettagli

Commissione per la cultura e l'istruzione. destinato alla commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori

Commissione per la cultura e l'istruzione. destinato alla commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Commissione per la cultura e l'istruzione 29.4.2013 2012/2322(INI) PARERE della commissione per la cultura e l'istruzione destinato alla commissione per il mercato interno

Dettagli

ORIZZONTE 2020. Il programma quadro di ricerca e innovazione dell'ue 2014-2020. Renzo Tomellini

ORIZZONTE 2020. Il programma quadro di ricerca e innovazione dell'ue 2014-2020. Renzo Tomellini ORIZZONTE 2020 Il programma quadro di ricerca e innovazione dell'ue 2014-2020 Renzo Tomellini Il quadro politico La strategia 'Europa 2020': indirizzata ad una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE. Documento di accompagnamento della

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE. Documento di accompagnamento della COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 19.12.2007 SEC(2007) 1724 C6-0022/08 DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE Documento di accompagnamento della PROPOSTA DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO

Dettagli

Bologna, 01 Giugno 2016

Bologna, 01 Giugno 2016 Via Toscana 19/a 40069 Zola Predosa (BO) Tel. +39 051 31 60 311 Fax +39 051 31 60 399 e-mail: info@improntaetica.org www.improntaetica.org Bologna, 01 Giugno 2016 Oggetto: Consultazione pubblica per l

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 333/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO (UE) N. 333/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO 5.4.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 103/15 REGOLAMENTO (UE) N. 333/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO dell 11 marzo 2014 che modifica il regolamento (CE) n. 443/2009 al fine di definire

Dettagli

Consulenza automatizzata, Discussion Paper ESAs: risposte ANASF (italiano)

Consulenza automatizzata, Discussion Paper ESAs: risposte ANASF (italiano) Consulenza automatizzata, Discussion Paper ESAs: risposte ANASF (italiano) D1. Siete d'accordo con la valutazione delle caratteristiche degli strumenti di consulenza finanziaria automatizzata presentati

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO. sulla trasparenza fiscale per combattere l'evasione e l'elusione fiscali

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO. sulla trasparenza fiscale per combattere l'evasione e l'elusione fiscali COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 18.3.2015 COM(2015) 136 final COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO sulla trasparenza fiscale per combattere l'evasione e l'elusione fiscali

Dettagli

GIOCHI ONLINE: DIVIETO PUBBLICITÀ RADIOTELEVISIVA. EVIDENZE PER L ESCLUSIONE DEL DIVIETO ASSOLUTO. PREMESSA

GIOCHI ONLINE: DIVIETO PUBBLICITÀ RADIOTELEVISIVA. EVIDENZE PER L ESCLUSIONE DEL DIVIETO ASSOLUTO. PREMESSA CAMERA DEI DEPUTATI VI COMMISSIONE FINANZE SEMINARIO ISTITUZIONALE Sulle tematiche relative al settore dei giochi pubblici Lunedì 23/11/2015 ore 17:30 Sala del Mappamondo GIOCHI ONLINE: DIVIETO PUBBLICITÀ

Dettagli

Risoluzione del Parlamento europeo del 14 marzo 2013 sulle partite truccate e la corruzione nello sport (2013/2567(RSP))

Risoluzione del Parlamento europeo del 14 marzo 2013 sulle partite truccate e la corruzione nello sport (2013/2567(RSP)) P7_TA-PROV(2013)0098 Partite truccate e corruzione nello sport Risoluzione del Parlamento europeo del 14 marzo 2013 sulle partite truccate e la corruzione nello sport (2013/2567(RSP)) Il Parlamento europeo,

Dettagli

Libro verde sui servizi finanziari al dettaglio: prodotti migliori, maggiore scelta e maggiori opportunità per consumatori e imprese

Libro verde sui servizi finanziari al dettaglio: prodotti migliori, maggiore scelta e maggiori opportunità per consumatori e imprese SONDAGGIO UNIONE EUROPEA Libro verde sui servizi finanziari al dettaglio: prodotti migliori, maggiore scelta e maggiori opportunità per consumatori e imprese Introduzione Il Libro Verde cerca i punti di

Dettagli

DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE. Sintesi della VALUTAZIONE D IMPATTO. che accompagna il documento RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE

DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE. Sintesi della VALUTAZIONE D IMPATTO. che accompagna il documento RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 18.7.2011 SEC(2011) 907 definitivo DOCUMENTO DI LAVORO DEI SERVIZI DELLA COMMISSIONE Sintesi della VALUTAZIONE D IMPATTO che accompagna il documento RACCOMANDAZIONE DELLA

Dettagli

Apertura e neutralità della rete Internet in Europa

Apertura e neutralità della rete Internet in Europa C 153 E/128 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 31.5.2013 24. sottolinea l'importanza di una corretta attuazione degli accordi UE-USA sull'estradizione e la mutua assistenza giudiziaria e degli strumenti

Dettagli

POSIZIONE DEL COPA E DELLA COGECA SUI SISTEMI DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITÀ NELL AMBITO DELLA CATENA ALIMENTARE

POSIZIONE DEL COPA E DELLA COGECA SUI SISTEMI DI ASSICURAZIONE DELLA QUALITÀ NELL AMBITO DELLA CATENA ALIMENTARE Comitato delle Organizzazioni Professionali Agricole dell'ue Confederazione Generale delle Cooperative Agricole dell UE PR(06)249F1 6 dicembre 2006 P(06)222F1 POSIZIONE DEL COPA E DELLA COGECA SUI SISTEMI

Dettagli

BANCA CENTRALE EUROPEA

BANCA CENTRALE EUROPEA 22.2.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 51/3 III (Atti preparatori) BANCA CENTRALE EUROPEA PARERE DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA del 19 novembre 2013 in merito a una proposta di direttiva del

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 30.4.2009 COM(2009) 204 definitivo COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO E AL CONSIGLIO RELATIVA AI PRODOTTI DI INVESTIMENTO AL DETTAGLIO

Dettagli

Principi per la vigilanza sugli stabilimenti esteri delle banche

Principi per la vigilanza sugli stabilimenti esteri delle banche Principi per la vigilanza sugli stabilimenti esteri delle banche (Maggio 1983) I. Introduzione Il presente documento 1 delinea alcuni principi ai quali il Comitato ritiene dovrebbe essere informata la

Dettagli

EIOPA12/237. Programma di lavoro pluriennale dell'eiopa 20122014

EIOPA12/237. Programma di lavoro pluriennale dell'eiopa 20122014 1 EIOPA12/237 Programma di lavoro pluriennale dell'eiopa 20122014 2 Indice 1. Introduzione... 3 2. Funzioni di regolamentazione... 3 3. Compiti di vigilanza... 5 4. Protezione dei consumatori e innovazione

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 531/2012 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO (UE) N. 531/2012 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO L 172/10 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 30.6.2012 REGOLAMENTO (UE) N. 531/2012 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 13 giugno 2012 relativo al roaming sulle reti pubbliche di comunicazioni

Dettagli

Proposta di DIRETTIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO. relativa alla fatturazione elettronica negli appalti pubblici

Proposta di DIRETTIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO. relativa alla fatturazione elettronica negli appalti pubblici COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 26.6.2013 COM(2013) 449 final 2013/0213 (COD) Proposta di DIRETTIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO relativa alla fatturazione elettronica negli appalti pubblici (Testo

Dettagli

Anno europeo dei cittadini (2013) La cittadinanza europea a livello locale e regionale

Anno europeo dei cittadini (2013) La cittadinanza europea a livello locale e regionale Nota informativa Anno europeo dei cittadini (2013) La cittadinanza europea a livello locale e regionale Il presente documento offre una prima introduzione all'anno europeo dei cittadini 2013, di cui esamina

Dettagli

DOCUMENTO DI LAVORO DELLA COMMISSIONE. collegato alla COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE

DOCUMENTO DI LAVORO DELLA COMMISSIONE. collegato alla COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE Bruxelles, 22.07.2009 SEC(2009) 1053 DOCUMENTO DI LAVORO DELLA COMMISSIONE collegato alla COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE Il futuro quadro normativo di concorrenza applicabile al settore automobilistico

Dettagli

Newsletter: Maggio Luglio 2014

Newsletter: Maggio Luglio 2014 Newsletter: Maggio Luglio 2014 ORDINE EUROPEO DI INDAGINE PENALE Direttiva 2014/41/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 3 aprile 2014 relativa all ordine europeo di indagine penale, pubblicata

Dettagli

Studio Battista - sb Investments & Trusts Consultancy. DESCRIZIONE DEI SERVIZI - Organizzazione del capitale individuale

Studio Battista - sb Investments & Trusts Consultancy. DESCRIZIONE DEI SERVIZI - Organizzazione del capitale individuale Studio Battista - sb Investments & Trusts Consultancy DESCRIZIONE DEI SERVIZI - Organizzazione del capitale individuale DESCRIZIONE Ad sb Investments, il cliente può ricevere consulenza in materia di investimenti

Dettagli

RACCOMANDAZIONI COMMISSIONE

RACCOMANDAZIONI COMMISSIONE 28.12.2007 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 344/65 RACCOMANDAZIONI COMMISSIONE RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE del 17 dicembre 2007 relativa ai mercati rilevanti di prodotti e servizi del settore

Dettagli

CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA. Bruxelles, 14 maggio 2014 (15.05) (OR. en) 9516/1/14 REV 1 EDUC 137 SOC 336

CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA. Bruxelles, 14 maggio 2014 (15.05) (OR. en) 9516/1/14 REV 1 EDUC 137 SOC 336 CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA Bruxelles, 14 maggio 2014 (15.05) (OR. en) 9516/1/14 REV 1 EDUC 137 SOC 336 NOTA RIVEDUTA del: Comitato dei rappresentanti permanenti (parte prima) al: Consiglio n. doc. prec.:

Dettagli

CODICE ETICO A L L E G A T O 2. Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo

CODICE ETICO A L L E G A T O 2. Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo A L L E G A T O 2 CODICE ETICO 24 PR E M ESSA L'etica è l'insieme delle norme di condotta pubblica e privata che, secondo la propria natura e volontà, una persona o un gruppo di persone scelgono e seguono

Dettagli

Modernizzare l organizzazione del lavoro. - Un atteggiamento positivo nei confronti dei cambiamenti. Comunicazione della Commissione

Modernizzare l organizzazione del lavoro. - Un atteggiamento positivo nei confronti dei cambiamenti. Comunicazione della Commissione Modernizzare l organizzazione del lavoro - Un atteggiamento positivo nei confronti dei cambiamenti Comunicazione della Commissione 1. Introduzione 1.1 Obiettivo della comunicazione L'obiettivo della comunicazione

Dettagli

Gazzetta ufficiale delle Comunità europee COMMISSIONE

Gazzetta ufficiale delle Comunità europee COMMISSIONE L 69/25 COMMISSIONE RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE del 1 o marzo 2001 sull'informativa precontrattuale fornita ai consumatori dagli istituti di credito che offrono mutui per la casa d'abitazione [notificata

Dettagli

LIBRO VERDE. Sul gioco d'azzardo on-line nel mercato interno. SEC(2011) 321 definitivo

LIBRO VERDE. Sul gioco d'azzardo on-line nel mercato interno. SEC(2011) 321 definitivo IT IT IT COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 24.3.2011 COM(2011) 128 definitivo LIBRO VERDE Sul gioco d'azzardo on-line nel mercato interno SEC(2011) 321 definitivo IT IT INDICE LIBRO VERDE Sul gioco d'azzardo

Dettagli

COMUNICAZIONE AI MEMBRI

COMUNICAZIONE AI MEMBRI PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Commissione per le petizioni 8.10.2010 COMUNICAZIONE AI MEMBRI Oggetto: Petizione 192/2010, presentata da Klaus P. Schacht, cittadino tedesco, a nome di 50 imprese di gioco

Dettagli

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE (A.I.R.)

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE (A.I.R.) ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE (A.I.R.) (all. A alla Direttiva P.C.M. 16 gennaio 2013) Titolo: Decreto-legge recante: Disposizioni urgenti in materia di contabilità e di concorso all equilibrio

Dettagli

Audizione sugli Atti di Governo

Audizione sugli Atti di Governo CAMERA DEI DEPUTATI 11ª Commissione (Commissione Lavoro pubblico e privato) Audizione sugli Atti di Governo Schema di Decreto Legislativo recante disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle

Dettagli

Gazzetta ufficiale delle Comunità europee. (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità)

Gazzetta ufficiale delle Comunità europee. (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) L 83/1 I (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) REGOLAMENTO (CE) N. 659/1999 DEL CONSIGLIO del 22 marzo 1999 recante modalità di applicazione dell articolo 93 del trattato

Dettagli

Sistemi di garanzia degli assicurati: situazione attuale, orientamenti di lavoro (Documento di discussione)

Sistemi di garanzia degli assicurati: situazione attuale, orientamenti di lavoro (Documento di discussione) COMMISSIONE EUROPEA DG Mercato interno ISTITUZIONI FINANZIARIE Assicurazioni MARKT/2517/02 IT Orig. EN Sistemi di garanzia degli assicurati: situazione attuale, orientamenti di lavoro (Documento di discussione)

Dettagli

Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 2

Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 2 Lucidi prima parte 2.1.1.1 ~ 2.2.1.3 Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 2 Pag. 8 Quale è lo scopo principale della norma UNI EN ISO 9001:2000/2008? A. Garantire il controllo della

Dettagli

Ing.%Giovanni%Carboni% %3%ottobre%2013%% 1%

Ing.%Giovanni%Carboni% %3%ottobre%2013%% 1% STORIA%E%ATTUALITÀ%DEL%GIOCO%A%DISTANZA%ITALIANO% Abstract( La presente scheda fornisce una sintesi della storia del gioco a distanza con vincita in denaro in Italia,interminidinormativaedidimensionietrenddelmercato.

Dettagli