Con il server fra le nuvole: infrastrutture, piattaforme e servizi condivisi nei nuovi modelli di gestione dei servizi bibliotecari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Con il server fra le nuvole: infrastrutture, piattaforme e servizi condivisi nei nuovi modelli di gestione dei servizi bibliotecari"

Transcript

1 Con il server fra le nuvole: infrastrutture, piattaforme e servizi condivisi nei nuovi modelli di gestione dei servizi bibliotecari Trieste, marzo 2012 ICTP The Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics Via Grignano, 9 Agenda Giovedì 29 marzo I Sessione 14: Registrazione dei partecipanti 14:45 15:00 Lucio Visintin (ICTP)-Liliana Bernardis (Presidente ITALE) Saluti e apertura lavori 15:00-15:30 Liliana Bernardis (Università degli studi di Udine) Perché ALMA 15:30-16:15 Fabrizio Di Fuccia (Università degli studi di Siena) Alla ricerca del server perduto: parliamo un po di cloud computing 16: Coffee-break :15 Liliana Bernardis-Fabrizio Di Fuccia Report HAIFA 17: Discussione Venerdì 30 marzo II Sessione Jo Rademaker Library services in a new perspective: Unifying Resource Management

2 Coffee break Barbara Rad-El (Ex Libris Senior Librarian) Getting to know Alma the new generation Unified Resource Management solution for 21st century libraries Domande e approfondimenti Pausa pranzo Venerdì 30 marzo III Sessione :45 Liliana Morotti (General Manager Ex Libris Italy) Laura Salmi (Sales Account Manager and Marketing Support) L offerta di Ex Libris in pillole. Per uno sguardo ravvicinato ad alcune delle soluzioni più interessanti Aleph+: l esperienza del cloud computing per ottimizzare le risorse e i servizi MetaLib+: l evoluzione del servizio e il valore aggiunto di Primo Central bxrecommender e bx Hot Articles : Il contributo della comunità scientifica per una esperienza di ricerca arricchita Primo e ScholarRank: la differenza c è e si vede Discussione Ore Chiusura lavori

3 LOGO Ente Con il server fra le nuvole: infrastrutture, piattaforme e servizi condivisi nei nuovi modelli di gestione dei servizi bibliotecari Perché ALMA Trieste, 29 marzo 2012 Immagine sede evento Liliana BERNARDIS Università degli studi di Udine 1

4 Agenda Il significato del nome Che cos è? Le premesse Le finalità I concetti chiave Come si presenta? Siamo pronti ad adottarlo? 2

5 Il significato del nome ALMA (annunciato formalmente da Ex Libris nel gennaio 2011) non è un acronimo. E un nome scelto perché ha una connotazione positiva in molte lingue In latino l aggettivo almus significa «che nutre», «che dà vita»; in spagnolo e portoghese alma indica l anima Il termine alma mater è diventato, come sappiamo, parte del motto dell Università di Bologna (alma mater studiorum), con allusione al nutrimento "spirituale" degli studi universitari. Da lì l espressione è poi passata ad indicare, soprattutto in ambito anglofono, l'università in generale. 3

6 Che cos è La soluzione di tipo cloud computing (I) ALMA è una piattaforma di servizi e costituisce un sistema gestionale ibrido finalizzato a bilanciare condivisione globale (di dati, di risorse, di flussi di lavoro) con esigenze locali Il modello attraverso il quale questi servizi sono messi a disposizione e possono essere usati da un utilizzatore (consumer) è quello noto come SaaS (Software as a Service); nella definizione che ne dà V. Pasqui : «gli utenti usano applicazioni che sono installate ed eseguite su una infrastruttura di tipo cloud computing, senza alcun controllo su di essa o sulle applicazioni tranne alcune funzioni di configurazione e si avvalgono di un browser web» 4

7 Che cos è La soluzione di tipo cloud computing (II) Il cloud ha tre dimensioni diverse (IaaS, PaaS, SaaS) con tre differenti tipologie di audience IaaS si rivolge prevalentemente a sistemisti ed architetti di infrastruttura PaaS si rivolge a sviluppatori ed architetti di soluzioni SaaS si rivolge ad utenti finali Quindi quando si parla di cloud è fondamentale individuare la dimensione alla quale ci si riferisce che si riflette anche nel modo in cui Data center pubblici o privati declinano queste dimensioni 23/04/12 Con il server fra le nuvole 5

8 Che cos è La soluzione di tipo cloud computing (III) Il modello SaaS, che rappresenta solo una delle modalità con cui servizi di cloud computing vengono messi a disposizione e possono essere sfruttati dagli utilizzatori, non è e non va confuso con i tradizionali modelli di hosting (dove le applicazioni girano su una piattaforma esterna gestita da una terza parte) Le proprietà che caratterizzano una soluzione SaaS come in generale una soluzione di cloud computing sono l elasticità (allocazione e rilascio delle risorse in base ai carichi di lavoro) la condivisione (uso condiviso della stessa istanza da parte di più utenti) il controllo e la misurazione del consumo delle risorse. 6

9 Che cos è Le modalità in cui i servizi sono resi disponibili (IV) Le modalità secondo le quali i servizi di cloud sono organizzati ci consente di parlare di public cloud o di private cloud. In mezzo si collocano alcune varianti, una delle quali è la community cloud. Si può parlare di community cloud quando i servizi,che pure sono messi a disposizione attraverso Internet e utilizzati attraverso un browser web o interfacce programmatiche (web services) sono realizzati, governati, gestiti ed erogati da un gruppo di organizzazioni appartenenti ad una determinata comunità. Riassumendo: Alma si presenta come un cloud service di tipo SaaS e si colloca nel solco dei Library Management System di nuova generazione (Ex Libris URM) 7

10 Le premesse (I) La presentazione di URM (Unified Resource Management) come nuovo prototipo gestionale per tutti i tipi di risorse bibliografiche è stata fatta da parte di Ex Libris nell estate del 2008 ad ELUNA (Ex Libris Users of North America) nell ambito della conferenza annuale. Come primo step URM doveva sostituire Verde, il prodotto di gestione delle risorse elettroniche. URM è stato progettato e disegnato per sostituire i due gestionali (Aleph e Voyager), così come DigiTool, Verde e le funzioni di back-end di SFX e MetaLib. E inclusa anche la funzione di archiviazione/conservazione di Rosetta 8

11 Le premesse (II) Lo sviluppo è stato articolato: URM Electronic URM Digital (basato sul lavoro effettuato per Rosetta) URD2 Unified Resource Discovery and Delivery: l interfaccia utente (Primo) URM: mappatura di SFX Admin, Aleph, Voyager, DigiTool Data Services: Primo Central, Central Knowledgebases (SFX, MetaLib, Verde, bx) ALMA sfrutta la struttura URM 9

12 Le premesse (III) Development partners ed Early adopters Le istituzioni che hanno lavorato e stanno lavorando come development partners sono 4: Boston College, Princeton University Library, Purdue University Libraries e la Katholieke Universiteit Leuven che include il LIBIS Library Network Sono circa 60 (n. aggiornato al novembre 2011) le istituzioni che si sono impegnate ad adottare ALMA, tramite varie forme di collaborazione nelle varie parti del mondo. Tra le istituzioni considerate early adopters vi sono diverse Università europee (tra cui la Libera Università di Bolzano) All IGeLU Conference di Haifa la general release è stata annunciata per gli inizi del

13 Le finalità(i) 11

14 Le finalità(ii) CONSOLIDARE Gestione unificata di tutte le risorse attraverso l unificazione dei sistemi e degli strumenti usati per gestire risorse a stampa, elettroniche e digitali OTTIMIZZARE I flussi di lavoro sia attraverso servizi di cooperazione e condivisione di dati sia attraverso un infrastruttura basata sul cloud computing ESTENDERE Il range dei servizi, sia interni che esterni anche attraverso l integrazione di altri sistemi Si parte dal cloud ma lo scopo finale è utilizzare l infrastruttura cloud per potenziare la collaborazione e razionalizzare i flussi di lavoro 12

15 I concetti chiave (I) Ciò che contraddistingue ALMA dagli ILS di utilizzo corrente è: un ambiente di gestione unificata per tutti i tipi di risorse (a stampa, elettroniche, digitali e digitalizzate, ecc.) la gestione dell intero ciclo di vita tutti i tipi di risorse, indipendentemente dal formato o dalla collocazione la gestione cooperativa dei metadati un paradigma evoluto di gestione delle varie attività a supporto dello staff 13

16 I concetti chiave (II) una struttura di «smart fulfillment» in grado di verificare tutte le opzioni disponibili e di presentare all utente la soluzione migliore, adeguata ai diritti del richiedente la capacità di supportare nuovi servizi derivanti dalla necessità di servire alle finalità istituzionali delle istituzioni (Università) in cui le biblioteche si collocano la flessibilità con cui, grazie ai web services e ad interfacce «open» può essere integrato con altri sistemi, personalizzato e arricchito anche da sviluppi locali da condividere nell ambito della Ex Libris EL Commons Website 14

17 Il modello tradizionale MMS Il nuovo modello ILS Bib (xxx01) Item (xxx50) Auth (xxx20) Communit y zone Library zone SERVER LOCALE Inventory (Holdings, Items) 15

18 MMS Il sistema di gestione dei metadati (MMS) è diviso in due parti la Library Zone la Community Zone La Library Zone è composta di cataloghi locali (sia bibliografici che authority) gestiti da singole istituzioni o da consorzi. La Community Zone consiste di un catalogo centralizzato di dati bibliografici e di authority a cui un intera comunità può accedere e gestire (es. quando una biblioteca integra un record nel catalogo centralizzato, tutte le biblioteche legate a quel record ne beneficiano immediatamente) Il modello di gestione dei metadati va distinto dal modello di selezione e acquisizione, così come da quello della conservazione e della circolazione 16

19 Come si presenta (I) Interfaccia web l autenticazione dell utente avviene dal browser (Mozilla Firefox) Tipologie di user record differenziate l attività di utenti e membri dello staff si basa sul ruolo (a livello di library, institution, consortium) Menu Acquisitions Resource Management Fulfillment Digital Inventory General configuration 17

20 Come si presenta (II) I tool di analisi e di utilizzo dei dati (Analytics business intelligence tool) sono molto interessanti e consentono di generare grafici, viste, report, ALMA non ha un OPAC e ha bisogno di un discovery tool (può essere Primo o anche un altro strumento). Primo è integrato in ALMA (una modifica fatta in ALMA, per es nella circolazione, viene subito vista in Primo) 18

21 Siamo pronti ad adottarlo? I vantaggi (I) Riduzione dei costi (non ci sono investimenti iniziali, si paga una quota di sottoscrizione che varia anche sulla base del numero delle istituzioni) Flessibilità e agilità negli aggiornamenti (nessun impatto sull attività quotidiana, nessun aggiornamento di server o client, nessuna migrazione di dati) Economie di scala (si evitano le duplicazioni di dati) attraverso la condivisione e la gestione centralizzata Semplificazione gestionale: si passa da n. prodotti distinti (es. ALEPH, SFX, MetaLib, DigiTool) a una piattaforma unificata e un Discovery tool 19

22 Siamo pronti ad adottarlo? I vantaggi (II) Automazione di molti flussi di lavoro che attualmente richiedono intervento manuale; conoscendo gli step che sono necessari per completare il ciclo di vita di una funzione (ad es. l ordine) il sistema può svolgere molti compiti autonomamente e consentire ai membri dello staff di concentrarsi sui compiti che richiedono di assumere delle decisioni Strumenti di analisi avanzata per guidare i processi decisionali e monitorare i processi Implementazione di standard di comunicazione aperti (OpenUrl, SRU, z39, EDI, NCIP, SIP2) 20

23 Siamo pronti ad adottarlo? I dubbi A chi appartengono i nostri dati? Qual è la legislazione di riferimento? Abbiamo un contesto cooperativo ed un esperienza pregressa sufficiente per sfruttare appieno tutte le possibilità del Metadata Management System? Per integrarsi con sistemi e sviluppi locali (colloquio SBN, workflow ALEPH- ACNP) quali costi bisogna affrontare? Il problema delle nostre biblioteche non è solo quello di offrire più efficienza riducendo i costi ma di ampliare e arricchire le nostre collezioni riducendo gli investimenti. Possono questi nuovi modelli di ILS aiutarci a perseguire questo obiettivo? 21

24 LOGO Ente Con il server fra le nuvole: infrastrutture, piattaforme e servizi condivisi nei nuovi modelli di gestione dei servizi bibliotecari GRAZIE! Immagine sede evento 22

25 LOGO Ente Con il server fra le nuvole infrastrutture, piattaforme e servizi condivisi nei nuovi modelli di gestione dei servizi bibliotecari Alla ricerca del server perduto: parliamo un po di cloud computing Fabrizio Di Fuccia Università di Siena Trieste, marzo 2012 Immagine sede evento 1

26 Cloud che confusione! Cloud è un termine ormai di moda Molti produttori di software/hardware utilizzano il termine in modo improprio Spesso viene riferito a servizi che niente hanno a che fare con il concetto di cloud computing Tutti questi servizi hanno un minimo comun denominatore: non vengono forniti da una collocazione geografica precisa ma si attestano sulla rete e sono fruibili in modo semplice anche da dispositivi mobili Esempi 2

27 Cloud che confusione! 3

28 Cloud, quello vero modelli principali Private cloud Infrastruttura informatica dedicata per lo più alle esigenze di una singola istituzione Public cloud Infrastruttura di proprietà di un fornitore di servizi Il fornitore di servizi offre capacità elaborativa e di stoccaggio a utenti, aziende e amministrazioni, condividendoli tra di essi Il fornitore di servizi adotta strategie di salvaguardia delle entità elaborative e di stoccaggio I servizi vengono offerti agli utenti tramite rete internet 4

29 Cloud, quello vero modelli intermedi Hybrid cloud Soluzione che prevede l erogazione di servizi da parte di infrastrutture private accanto a servizi acquisiti da cloud pubbliche Community cloud Infrastruttura di erogazione di servizi condivisa da diverse organizzazzioni e a beneficio di una specifica comunità di utenti 5

30 Cloud, cosa lo ha reso possibile? un po di storia All inizio era il GRID L avvento dei sistemi di emulazione e dei sistemi partizionati La virtualizzazione Il perfezionamento delle tecnologie di storage condiviso Oracle e le sue certificazioni Diffusione delle piattaforme mobile 6

31 Cloud, cosa lo ha reso possibile? gli ambienti virtuali La virtualizzazione consiste nell introduzione di un layer operativo che slega il sistema operativo che offre il servizio dall hardware fisico Il layer operativo agisce autonomamente ed è in grado di gestire un numero di macchine virtuali dipendente unicamente dalle capacità di calcolo dei processori fisici e dall insieme dello storage disponibile L insieme dei processori fisici costituiscono il pool di calcolo, risorsa estendibile e dinamica 7

32 8

33 Ambienti virtuali (alcune) caratteristiche Le risorse vengono suddivise dinamicamente tra le varie macchine virtuali Scalabilità dell hardware Sistema di snapshot e snapclone Layer di rete configurabile Monitoring/Alerting dell intero sistema in tempo reale 9

34 Modelli servizi Cloud: IaaS - PaaS - SaaS 10

35 Modelli cloud services IaaS (Infrastructre as a service) Viene offerto spazio cloud per l installazione di uno o più sistemi operativi che offrono un servizio (piattaforme) Vantaggi: non devo occuparmi dell hardware PaaS (Platform as a service) Viene offerto una piattaforma (esempio: base dati, demone web, engine php) SaaS (Software as a sevice) Viene offerto l utilizzo di un software Tutti i modelli condividono la caratteristica di uso via rete internet 11

36 SaaS: di cosa non devo più occuparmi? Obsolescenza hardware Costi per Manutenzione/assistenza Personale dedicato Elettricità sale macchine/condizionamento Aggiornamenti/Backup Funzionamento dell applicativo Programmazione procedure 12

37 SaaS di cosa invece devo (pre)occuparmi Posizionamento geografico e accessibilità dei dati privacy Possibilità di reversibilità della scelta Livelli di servizio offerti dal provider Esistenza di una struttura di assistenza e un sistema di ticketing efficienti Struttura e affidabilità di rete 13

38 Cloud pubbliche e reti, qualche riflessione 14

39 Cloud pubbliche e reti, qualche riflessione In un modello NAT 1-1 o ip pubblico (Università di Modena) non si perde l identità della singola postazione In un modello NAT X-1 la nuvola non è in grado di distinguere chi fa cosa, a meno che non si concordi con il provider una configurazione/mantenimento dei firewall Servizi che richiedono una quantità elevata di banda probabilmente non verranno (mai?) forniti su cloud (DAM) 15

40 Conclusioni Il cloud computing è un fenomeno col quale probabilmente avremo a che fare sempre di più nei prossimi anni Esternalizzare i propri dati non è come averli a portata di mano Ciascuno faccia i suoi conti: è essenziale una scelta consapevole! Grazie dell attenzione! 16

41 LOGO Ente Con il server fra le nuvole: infrastrutture, piattaforme e servizi condivisi nei nuovi modelli di gestione dei servizi bibliotecari HAIFA REPORT Trieste, 29 marzo 2012 Immagine sede evento Liliana BERNARDIS Università degli studi di Udine Fabrizio DI FUCCIA Università degli studi di Siena 24/04/12 Report Haifa 1

42 Agenda I contenuti del System Seminar Il futuro di ALEPH500 La versione 21 di ALEPH500-Hardware e DB ORACLE supportato La versione 21 di ALEPH500-Le nuove funzionalità L opinione di Peter 24/04/12 Report Haifa 2

43 I contenuti del System Seminar Il System Seminar è stato caratterizzato, per ciascun prodotto, da varie presentazioni pensate per tipologie diverse di utenti (System Librarians, Sviluppatori, Tutti i partecipanti). Percorso Aleph Percorso Voyager Percorso SFX, bx e Verde Percorso MetaLib Percorso Primo Percorso DigiTool & Cross Product Percorso Rosetta Di tutto ciò vi riportiamo gli aspetti che riteniamo di interesse comune per l attuale contesto ITALE rinviando alla sessione di chiusura di questo convegno la presentazione di soluzioni anche commercialmente nuove. 24/04/12 Report Haifa 3

44 Il futuro di ALEPH500 Il prodotto continuerà ad essere supportato e aggiornato A gennaio 2012 è uscita la versione 21(major release) Sono state programmate anche la versione 22 (dicembre 2012) e la 23 24/04/12 Report Haifa 4

45 Hardware supportato e certificazione ORACLE Sun: Solaris 10, basato su SPARC o processori x86 Linux: Red Hat Enterprise Linux AS/ES 5 64-bit basato su Intel o processori AMD 64-bit IBM RS/6000-AIX 6.1 Per queste piattaforme Ex Libris ha ottenuto la certificazione Oracle 11.2 La versione 21 racchiude oltre 50 nuovi sviluppi che implementano richieste arrivate dai vari Aleph Users Group. Qui di seguito una lista non esaustiva ma esemplificativa della tipologia di sviluppi che le nuove versioni presentano 24/04/12 Report Haifa 5

46 OPAC Nella tessera utente (Area personale dell OPAC web) è stata aggiunta una linea (Lista storico delle prenotazioni) in analogia alla Lista storico prestiti La registrazione di una nuova prenotazione è subordinata ad una richiesta di conferma (un form presenta tutti i dettagli della copia richiesta e consente di rieditare la richiesta cambiando eventuali dettagli) Se dallo scaffale elettronico viene effettuata una richiesta di prenotazione, nella lista dei documenti sono evidenziate sia le richieste andate a buon fine che quelle respinte (con indicazione del motivo del rifiuto) Esiste una nuova opzione per far girare uno script esterno all interno di una pagina html usando speciali tag e sintassi (server-side scripting support) 24/04/12 Report Haifa 6

47 CATALOGAZIONE Una nuova fix/expand record routine (fix_doc_notes) consente la traduzione automatica di campi di note bibliografiche (invoca una nuova tab che contiene traduzione di frasi) 24/04/12 Report Haifa 7

48 CIRCOLAZIONE (I) Nella gestione delle prenotazioni e delle fotocopie c è una nuova opzione che consente di rifiutare una richiesta (l utente può con una lettera essere informato della ragione del rifiuto) E stata aggiunta una nuova tavola (tab_service_hour) in base alla quale si possono definire i limiti orari dei servizi di prenotazione e di richiesta fotocopie (in quali ore del giorno possono essere registrate richieste di prestito e richieste di fotocopie) Nella tab16 (colonna 13) è possibile limitare il numero di prenotazioni che un utente può effettuare nello stesso lasso di tempo E possibile inoltre far sì che una prenotazione venga annullata quando il prestito del relativo volume viene restituito alla biblioteca (oltre che quando il volume richiesto viene prestato all utente) 24/04/12 Report Haifa 8

49 Esempio di tab_service_hour! !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! H ##### ## ## ECO ######## P ##### ## ## ECO ######## Le due linee significano che tutte le richieste di prenotazione, per qualsiasi copy status e per tutte le sublibrary con ritiro presso la sublibrary di Economia possono essere effettuate di Lunedì dalle 7 alle 18 Le richieste di fotocopie per qualsiasi copy status e per tutte le sublibrary con ritiro presso la sublibrary di Economia possono essere effettuate di Lunedì dalle 6 alle /04/12 Report Haifa 9

50 CIRCOLAZIONE (II) La sessione dei prestiti è stata fornita di nuovi strumenti di controllo (check routine) verifiche sui limiti di budget di un utente che per es. fanno sì che operazioni ILL in contanti vengano impedite sulla base di controlli effettuati sul saldo dei prestiti opzioni per far sì che nel conteggio del numero massimo di prenotazioni/fotocopie consentite siano inclusi i prestiti che originariamente erano delle richieste (fino alla ver. 20 se un utente prende in prestito un volume sul quale ha effettuato una prenotazione, il numero totale delle richieste di prenotazione diminuisce) 24/04/12 Report Haifa 10

51 ACQUISIZIONI E PERIODICI E stata aggiunta una nuova tavola nel nodo Controllo-Gruppi del modulo Acquisizioni/Periodici che consente di visualizzare tutte le copie che condividono gli stessi dati numerici, cronologici e lo stesso n. d ordine e una nuova opzione di ordinamento (basata su dati numerici, cronologici, n. ordine) Nella lista delle copie (fascicoli è possibile selezionare linee multiple per la stampa di etichette Una nuova funzionalità consente di aggiornare automaticamente a «chiuso» lo status di monografie e ordini in continuazione quando l arrivo è completo, indipendentemente da informazioni sulla fattura o lo status di pagamento 24/04/12 Report Haifa 11

52 ILL e COURSE RESERVE ILL Al dettaglio delle richieste in uscita (borrowing request) sono state aggiunte le informazioni sull utente E consentita inoltre la registrazione di copie multiple per operazioni che riguardano grandi quantità di dati COURSE RESERVE Alla doc list è stato aggiunto un pulsante (Item filters) che consente di collegare il corso ai record che soddisfano determinati criteri (anno/volume, ecc.) 24/04/12 Report Haifa 12

53 Modifiche ai servizi batch Sono state riviste con l aggiunta di nuovi parametri: p-cir-8 (rinnovi) p-cash-02 (report transazioni di cassa) p-acq-06 b (rinnovo ordini per periodici dove l importo dell impegno per il nuovo ordine viene basato sulla fattura pagata dell ultimo anno e non sull impegno) p-serial-44 (stampe solleciti per fascicoli) 24/04/12 Report Haifa 13

54 Prestazioni (I) In generale è stato effettuato un importante lavoro per migliorare le prestazioni del sistema: ue-01 (indicizzazione word è stata divisa in 10 processi separati e quindi gira più velocemente p-manage-01 (è stato aggiunto un nuovo parametro di servizio: ricostruisci il dizionario delle parole) in altri servizi si può scegliere di far eseguire fino a 10 processi in parallelo (p-manage-62; p-ret-01, p-serilas-44) È stato sviluppato un nuovo service avanzato di recupero dati (p-ret-admin- 03) 24/04/12 Report Haifa 14

55 Prestazioni (II) Nella tab100 è presente un nuovo switch che consente di controllare la validità degli indirizzi delle nuove La visualizzazione di liste da GUI è stata migliorata ottimizzando il trasferimento di dati tra PC e server Possono essere configurati programmi esterni nella tab_expand 24/04/12 Report Haifa 15

56 Funzionalità disponibili già dalla versione 20 Rep_ver E possibile settare il file cir.ini in modo che ci sia un alert sonoro quando un volume prenotato viene restituito (nella directory AL500\Alephcom Sound va posto un file sonoro) RC [Release candidate] 2024 E possibile settare il file cir.ini in modo che quando un utente restituisce un volume vengono visualizzati nel pannello di destra i dati dell utente (senza che si debba richiamare il record utente) RC [Release candidate] 2042 E possibile configurare una routine di controllo per un utente che prende in prestito due copie identiche. E una funzionalità molto simile a quella che già esiste per le prenotazioni. Due copie sono considerate uguali in base ad una serie di parametri fissati nella tab100. Il blocco interviene quando l utente che ha già in prestito una delle due copie tenta di ottenere anche l altra 24/04/12 Report Haifa 16

57 L opinione di Peter 24/04/12 Report Haifa 17

58 PDS su Aleph 20, Metalib 4.2.2, può dialogare con Ezproxy (versione 5.1 o superiore) utilizzandolo come sistema SSO Dati del PDS possono essere sincronizzati tra prodotti via Xservice o Oracle SFX: nuovi script di backup (COLD e HOT) SFX 4.1.1: backup single instance (utile nel caso sia necessario ripristinare solo una parte del DB Valido solo nel caso in cui la revision sia identica! SFX 4: nuovo design del database che minimizza la quantità di dati da scaricare dal server ExL e non duplica le info del knowledgebase SFX 4: aumentato il limite di linee presenti in tabelle statistiche online a 200k 24/04/12 Report Haifa 18

59 DGT (3.3): Silos replicabili DGT: Finestra copyright disattivabile e icon copyright non intrusiva DGT: possibilità di abilitare il download degli oggetti semplici dal Resource Discovery e dal viewer per gli utenti finali MTL: maggiore integrazione con Primo Condivisione del PDS Push via XML dei quickset Push via XML dei profili MTL: strategia di backup Ora_cold ogni settimana Ora_hot nei giorni nei quali ora_cold non gira Prd_software ogni due mesi e dopo un SP Ora_software ogni due mesi e dopo un SP Ora_archive giornalmente 24/04/12 Report Haifa 19

60 Aleph: HOW TO upgrade oracle DB alla 11.2 (Stoller) Export-import Clone-upgrade Backup-upgrade Aleph: Il parallelismo dei processi, due parole sulle prestazioni 24/04/12 Report Haifa 20

61 LOGO Ente Con il server fra le nuvole: infrastrutture, piattaforme e servizi condivisi nei nuovi modelli di gestione dei servizi bibliotecari GRAZIE! Immagine sede evento 24/04/12 Report Haifa 21

Con il server fra le nuvole: infrastrutture, piattaforme e servizi condivisi nei nuovi modelli di gestione dei servizi bibliotecari.

Con il server fra le nuvole: infrastrutture, piattaforme e servizi condivisi nei nuovi modelli di gestione dei servizi bibliotecari. LOGO Ente Con il server fra le nuvole: infrastrutture, piattaforme e servizi condivisi nei nuovi modelli di gestione dei servizi bibliotecari Perché ALMA Trieste, 29 marzo 2012 Immagine sede evento Liliana

Dettagli

Cloud Computing: alcuni punti fermi per non smarrirsi fra le nuvole

Cloud Computing: alcuni punti fermi per non smarrirsi fra le nuvole Cloud Computing: alcuni punti fermi per non smarrirsi fra le nuvole Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it L ICT come Commodity L emergere del Cloud Computing e i nuovi modelli di delivery Trend n.

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Dopo anni di innovazioni nel settore dell Information Technology, è in atto una profonda trasformazione.

Dettagli

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Luca Zanetta Uniontrasporti I venti dell'innovazione - Imprese a banda larga Varese, 9 luglio 2014 1 / 22 Sommario Cos è il cloud computing

Dettagli

Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing. Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ. Alessandro Graziani, Avvocato alessandrograziani@iuslaw.

Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing. Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ. Alessandro Graziani, Avvocato alessandrograziani@iuslaw. Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ 2 3 Il Cloud Computing si definisce consuetamente secondo due distinte accezioni: 1. un di carattere tecnologico 2. l altra

Dettagli

Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano

Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano Quale Roadmap per il Cloud Computing? Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano stefano.mainetti@fondazione.polimi.it La definizione classica del Cloud Computing 4 modelli di deployment Cloud private

Dettagli

LE STAMPE IN ALEPH500 (versione 20.02)

LE STAMPE IN ALEPH500 (versione 20.02) Università degli Studi di Siena Servizio Automazione Biblioteche Sistema Bibliotecario di Ateneo LE STAMPE IN ALEPH500 (versione 20.02) MANUALE a cura di: Marta Zorat Fausta Cosci data di creazione: 20

Dettagli

IL PRIVATE CLOUD DELLA FRIENDS' POWER

IL PRIVATE CLOUD DELLA FRIENDS' POWER IL PRIVATE CLOUD DELLA FRIENDS' POWER Evoluzione al Cloud Computing Condivisione dei lavori Integrazione con Android & iphone Cos è il Cloud: le forme e i vantaggi Durante la rivoluzione industriale, le

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

Una rassegna dei sistemi operativi per il Cloud Computing

Una rassegna dei sistemi operativi per il Cloud Computing Alma Mater Studiorum Università di Bologna SCUOLA DI SCIENZE Corso di Laurea in Informatica Una rassegna dei sistemi operativi per il Cloud Computing Tesi di Laurea in Reti di Calcolatori Relatore: Chiar.mo

Dettagli

CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY. Prima parte: Panoramica sugli attori

CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY. Prima parte: Panoramica sugli attori ANALISI 11 marzo 2012 CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY Nella newsletter N 4 abbiamo già parlato di Cloud Computing, introducendone

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

Gartner Group definisce il Cloud

Gartner Group definisce il Cloud Cloud Computing Gartner Group definisce il Cloud o Cloud Computing is a style of computing in which elastic and scalable information technology - enabled capabilities are delivered as a Service. Gartner

Dettagli

I nuovi modelli di delivery dell IT: un quadro di riferimento

I nuovi modelli di delivery dell IT: un quadro di riferimento I nuovi modelli di delivery dell IT: un quadro di riferimento Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano stefano.mainetti@polimi.it Milano, 25 Ottobre 2010 Cloud Computing: il punto d arrivo Trend

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3 Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3 Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

w w w. n e w s o f t s r l. i t Soluzione Proposta

w w w. n e w s o f t s r l. i t Soluzione Proposta w w w. n e w s o f t s r l. i t Soluzione Proposta Sommario 1. PREMESSA...3 2. NSPAY...4 2.1 FUNZIONI NSPAY... 5 2.1.1 Gestione degli addebiti... 5 2.1.2 Inibizione di un uso fraudolento... 5 2.1.3 Gestione

Dettagli

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Caratteristiche principali La flessibilità e la scalabilità della

Dettagli

C Cloud computing Cloud storage. Prof. Maurizio Naldi

C Cloud computing Cloud storage. Prof. Maurizio Naldi C Cloud computing Cloud storage Prof. Maurizio Naldi Cos è il Cloud Computing? Con cloud computing si indica un insieme di tecnologie che permettono, tipicamente sotto forma di un servizio, di memorizzare/

Dettagli

IT ARCHITECTURE: COME PREPARARSI AL CLOUD

IT ARCHITECTURE: COME PREPARARSI AL CLOUD IT ARCHITECTURE: COME PREPARARSI AL CLOUD Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it L ICT come Commodity L emergere del Cloud Computing e i nuovi modelli di delivery Trend n. 1 - ICT Commoditization

Dettagli

SEWEB PRIVATE CLOUD SERVICE SISTEMA CLOUD AZIENDALE

SEWEB PRIVATE CLOUD SERVICE SISTEMA CLOUD AZIENDALE SEWEB PRIVATE CLOUD SERVICE SISTEMA CLOUD AZIENDALE Sommario TIPOLOGIE DI CLOUD... 4 PRIVATE CLOUD... 4 COMMUNITY CLOUD... 4 PUBLIC CLOUD... 4 HYBRID CLOUD... 4 CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO OFFERTO...

Dettagli

IL CLOUD COMPUTING DALLE PMI ALLE ENTERPRISE. Salvatore Giannetto Presidente Salvix S.r.l

IL CLOUD COMPUTING DALLE PMI ALLE ENTERPRISE. Salvatore Giannetto Presidente Salvix S.r.l IL CLOUD COMPUTING Salvatore Giannetto Presidente Salvix S.r.l Agenda. - Introduzione generale : il cloud computing Presentazione e definizione del cloud computing, che cos è il cloud computing, cosa serve

Dettagli

Sistemi gestionali as a Service:

Sistemi gestionali as a Service: Sistemi gestionali as a Service: Una reale opportunità per le imprese? Andrea Gaschi School of Management Politecnico di Milano Agenda Un introduzione ai sistemi gestionali La situazione in Italia Le spinte

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE PMI PER L ACCESSO AI SERVIZI DIGITALI IN MODALITA CLOUD COMPUTING

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE PMI PER L ACCESSO AI SERVIZI DIGITALI IN MODALITA CLOUD COMPUTING BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE PMI PER L ACCESSO AI SERVIZI DIGITALI IN MODALITA CLOUD COMPUTING Programma Operativo Regionale (P.O.R.) parte FESR, Regione del Veneto, Programmazione 2007-2013

Dettagli

Introduzione al Cloud Computing

Introduzione al Cloud Computing Risparmiare ed innovare attraverso le nuove soluzioni ICT e Cloud Introduzione al Cloud Computing Leopoldo Onorato Onorato Informatica Srl Mantova, 15/05/2014 1 Sommario degli argomenti Definizione di

Dettagli

CLOUD COMPUTING. Che cos è il Cloud

CLOUD COMPUTING. Che cos è il Cloud CLOUD COMPUTING Che cos è il Cloud Durante la rivoluzione industriale, le imprese che si affacciavano per la prima volta alla produzione dovevano costruirsi in casa l energia che, generata da grandi macchine

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.7 Cloud

Dettagli

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Forum Banche e PA 2012 Roma, 23 24 Febbraio 2012 Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Monica Pellegrino Research Analyst, ABI Lab Roma, 23 Febbraio 2012-1- Agenda L evoluzione

Dettagli

CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità

CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it Milano, 7 Giugno 2012 Cloud Computing: una naturale evoluzione delle ICT Trend n. 1 - ICT Industrialization

Dettagli

Sperimentazione Aleph 20.0 presso l installazione Bicocca-Insubria

Sperimentazione Aleph 20.0 presso l installazione Bicocca-Insubria Sperimentazione Aleph 20.0 presso l installazione Bicocca-Insubria 1 Riferimenti del documento Titolo Autore Versione documento 0.1 Sperimentazione Aleph 20 presso l installazione Bicocca- Insubria Annalisa

Dettagli

CREARE UN AMBIENTE SMART STORAGE CLOUD CON IBM SMARTCLOUD STORAGE ACCESS

CREARE UN AMBIENTE SMART STORAGE CLOUD CON IBM SMARTCLOUD STORAGE ACCESS CREARE UN AMBIENTE SMART STORAGE CLOUD CON IBM SMARTCLOUD STORAGE ACCESS GENNAIO 2013 Molte organizzazioni ritengono che la propria grande rete di storage funzioni a compartimenti stagni o che sia dedicata

Dettagli

CA AppLogic Cloud Platform per applicazioni enterprise

CA AppLogic Cloud Platform per applicazioni enterprise SCHEDA PRODOTTO: CA AppLogic CA AppLogic Cloud Platform per applicazioni enterprise agility made possible CA AppLogic è una piattaforma di cloud computing chiavi in mano che consente ai clienti enterprise

Dettagli

Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni

Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni Raffaello Balocco School of Management Politecnico di Milano 26 Giugno 2012 Il mercato del cloud mondiale: una crescita inarrestabile According to IDC Public

Dettagli

Hitachi Systems CBT S.p.A.

Hitachi Systems CBT S.p.A. Hitachi Systems CBT S.p.A. EasyCloud : Cloud Business Transformation LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DEL RINNOVAMENTO AZIENDALE Accompagniamo aziende di ogni dimensione e settore nella trasformazione strategica

Dettagli

Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA. http://www.liveboxcloud.com

Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA. http://www.liveboxcloud.com 2015 Manuale LiveBox WEB AMMINISTRATORE DI SISTEMA http://www.liveboxcloud.com LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi

Dettagli

Interstudio L INGEGNERE NELLE NUVOLE. App, WEB App e Cloud. ing. Sauro Agostini. Architectural & Engineering Software. venerdì 11 ottobre 13

Interstudio L INGEGNERE NELLE NUVOLE. App, WEB App e Cloud. ing. Sauro Agostini. Architectural & Engineering Software. venerdì 11 ottobre 13 Architectural & Engineering Software L INGEGNERE NELLE NUVOLE App, WEB App e Cloud ing. Sauro Agostini Mitterand 1981 Reagan Battaglin Alice IBM PC 5150 Alonso C ERA UNA VOLTA IL DOS Non è una rivoluzione,

Dettagli

Caratteristiche e funzionalità del cloud computing. Marco Barbi Flavio Bonfatti Laboratorio Softech ICT Università di Modena e Reggio Emilia

Caratteristiche e funzionalità del cloud computing. Marco Barbi Flavio Bonfatti Laboratorio Softech ICT Università di Modena e Reggio Emilia Caratteristiche e funzionalità del cloud computing Marco Barbi Flavio Bonfatti Laboratorio Softech ICT Università di Modena e Reggio Emilia Sommario Premesse: definizioni Prima del cloud computing: evoluzione

Dettagli

Craig E. Johnson IBM ^ i5 Product Marketing Manager per Linux

Craig E. Johnson IBM ^ i5 Product Marketing Manager per Linux Linux per IBM ^ i5 Craig E. Johnson IBM ^ i5 Product Marketing Manager per Linux Pagina 2 Indice 2 IBM ^ 4 Distribuzioni Linux 6 Perché IBM ^ i5 per Linux 8 Linux e il Logical Partitioning 12 Flessibilità

Dettagli

principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni

principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni COS È? principalmente un programma per la gestione di bibliografie: dalla raccolta dei riferimenti alla formattazione delle citazioni un programma gratuito: la versione base offre 300 MB di spazio disco

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Istruzioni di installazione di IBM SPSS Modeler Server 15per Windows

Istruzioni di installazione di IBM SPSS Modeler Server 15per Windows Istruzioni di installazione di IBM SPSS Modeler Server 15per Windows IBM SPSS Modeler Server può essere installato e configurato per l esecuzione in modalità di analisi distribuita insieme ad altre installazioni

Dettagli

Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (licenza di rete)

Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (licenza di rete) Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (licenza di rete) Le seguenti istruzioni sono relative all installazione di IBM SPSS Modeler Client versione 14.2 con licenza di rete. Questo documento è stato

Dettagli

Manuale utente. ver 1.0 del 31/10/2011

Manuale utente. ver 1.0 del 31/10/2011 Manuale utente ver 1.0 del 31/10/2011 Sommario 1. Il Servizio... 2 2. Requisiti minimi... 2 3. L architettura... 2 4. Creazione del profilo... 3 5. Aggiunta di un nuovo dispositivo... 3 5.1. Installazione

Dettagli

Cloud Service Broker

Cloud Service Broker Cloud Service Broker La nostra missione Easycloud.it è un Cloud Service Broker fondato nel 2012, che ha partnership commerciali con i principali operatori del settore. La nostra missione: aiutare le imprese

Dettagli

IT Cloud Service. Semplice - accessibile - sicuro - economico

IT Cloud Service. Semplice - accessibile - sicuro - economico IT Cloud Service Semplice - accessibile - sicuro - economico IT Cloud Service - Cos è IT Cloud Service è una soluzione flessibile per la sincronizzazione dei file e la loro condivisione. Sia che si utilizzi

Dettagli

CLOUD COMPUTING. Un viaggio tra le nuvole. Giuseppe De Pascale Senior System Engineer

CLOUD COMPUTING. Un viaggio tra le nuvole. Giuseppe De Pascale Senior System Engineer CLOUD COMPUTING Un viaggio tra le nuvole Giuseppe De Pascale Senior System Engineer Agenda Cloud computing definizioni e terminologia Principali servizi Cloud Organizzazione dell infrastruttura di Cloud

Dettagli

Contributi in conto capitale CCIAA Cuneo per l area di information and communication technology Bando anno 2014

Contributi in conto capitale CCIAA Cuneo per l area di information and communication technology Bando anno 2014 PAGINA 19 Contributi in conto capitale CCIAA Cuneo per l area di information and communication technology Bando anno 2014 Informiamo le aziende che la Camera di Commercio di Cuneo, in collaborazione con

Dettagli

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014 Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino Roma, 27 marzo 2014 Informatica Trentina: società di sistema Società a capitale interamente pubblico per la diffusione di servizi ICT al comparto pubblico

Dettagli

Cloud Computing Stato dell arte, Opportunità e rischi

Cloud Computing Stato dell arte, Opportunità e rischi La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso l'impiego

Dettagli

Virtualizzazione e Cloud Computing

Virtualizzazione e Cloud Computing Virtualizzazione e Cloud Computing 12 marzo 2015 Claudio Bizzarri claudio@bizzarri.net Ordine degli Ingegneri di Pistoia La virtualizzazione Macchine reali e macchine virtuali Vantaggi della virtualizzazione

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far

Dettagli

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 2014 Cloud Computing 2014: mercato, adozione, scenario competitivo Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 INDICE INDICE DELLE FIGURE 2 INDICE DELLE TABELLE

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.8

Dettagli

IL DISCOVERY TOOL SUMMON L ESPERIENZA DELL UNIVERSITÀ DI PALERMO

IL DISCOVERY TOOL SUMMON L ESPERIENZA DELL UNIVERSITÀ DI PALERMO IL DISCOVERY TOOL SUMMON L ESPERIENZA DELL UNIVERSITÀ DI PALERMO Seminario primaverile CIBER Roma, 7 giugno 2011 Università degli Studi di Palermo Sistema bibliotecario Settore Biblioteca digitale PERCHÉ

Dettagli

PREMESSA. B2B vs B2C PERCHÉ B QUADRO?

PREMESSA. B2B vs B2C PERCHÉ B QUADRO? PREMESSA PERCHÉ B QUADRO? Se per alcuni aspetti c è una convergenza delle soluzioni di e-commerce B2B e B2C - come ad esempio l esperienza di utilizzo e la fruizione da dispositivi mobile - le finalità

Dettagli

www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software

www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software WEB-BASED MANAGEMENT SOFTWARE C-Light è l applicazione per la gestione locale (intranet) e remota (internet) di ogni impianto d automazione integrabile

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING I N F I N I T Y Z U C C H E T T I Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere MARKETING SALES SUPPORT CMS KNOWLEDGE BASE E COMMERCE B2B E COMMERCE B2C AD HOC INFINITY ACQUISIZIONE PROTOCOLLAZIONE

Dettagli

Effective Email & Collaboration Ottenere il massimo da Lotus Notes e Domino

Effective Email & Collaboration Ottenere il massimo da Lotus Notes e Domino Effective Email & Collaboration Ottenere il massimo da Lotus Notes e Domino SurfTech: la competenza al servizio dell innovazione SurfTech nasce nel Febbraio 2008, dall iniziativa di tre professionisti

Dettagli

Cloud Road Map Easycloud.it

Cloud Road Map Easycloud.it Cloud Road Map Pag. 1 è un Cloud Service Broker(CSB) fondata nel 2012 da Alessandro Greco. Ha sede presso il Parco Scientifico Tecnologico ComoNExT, situato in Via Cavour 2, a Lomazzo (Como). La missione

Dettagli

Solution For Electronic Data Interchange. EDIJSuite. La soluzione per l interscambio dei dati in formato elettronico

Solution For Electronic Data Interchange. EDIJSuite. La soluzione per l interscambio dei dati in formato elettronico Solution For Electronic Data Interchange EDIJSuite La soluzione per l interscambio dei dati in formato elettronico Release 1.4 del 20.12.2013 - ST COMPANY SRL EDIJSuite La soluzione per l interscambio

Dettagli

Informazioni generali sul corso

Informazioni generali sul corso abaroni@yahoo.com Informazioni generali sul corso Introduzione a BusinessObjects Enterprise XI - Release 2 Chi sono. Io? Adolfo Baroni E-mail: abaroni@yahoo.com 2 Pagina 1 Obiettivi del corso hamministrazione

Dettagli

Fondazione per la Ricerca sulla Migrazione e sulla Integrazione delle Tecnologie Ente Morale riconosciuto con Status Consultivo dell ECOSOC delle Nazioni Unite AREA STRATEGIA E TECNOLOGIE IL CLOUD COMPUTING

Dettagli

soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra.

soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra. soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra. FASTCLOUD È un dato di fatto che le soluzioni IT tradizionali richiedono investimenti

Dettagli

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno In questi ultimi anni gli investimenti

Dettagli

File Sharing & LiveBox WHITE PAPER. http://www.liveboxcloud.com

File Sharing & LiveBox WHITE PAPER. http://www.liveboxcloud.com File Sharing & LiveBox WHITE PAPER http://www.liveboxcloud.com 1. File Sharing: Definizione Per File Sync and Share (FSS), s intende un software in grado di archiviare i propri contenuti all interno di

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Progetto per l unificazione del Sistema Bibliotecario Provinciale Vicentino. e adesione al Polo Regionale Veneto

Progetto per l unificazione del Sistema Bibliotecario Provinciale Vicentino. e adesione al Polo Regionale Veneto Progetto per l unificazione del Sistema Bibliotecario Provinciale Vicentino Sommario 1 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 2 2 SOLUZIONE PROPOSTA... 2 2.1 Assessment... 3 2.2 Articolazione del progetto... 5 2.3

Dettagli

Intesa Spa Ottobre 2015

Intesa Spa Ottobre 2015 Intesa Spa Ottobre 2015 INDICE DEI CONTENUTI 3 INDUSTRY TREND & DYNAMIC 6 ESIGENZE DI BUSINESS 7 OVERVIEW DELLA SOLUZIONE 8 TECHNICAL FEATURES - intesabox 9 BENEFICI DELLA SOLUZIONE 10 VALUE PROPOSITION

Dettagli

Sicurezza dei dati e dell informazione all epoca del cloud: gli aspetti pratici

Sicurezza dei dati e dell informazione all epoca del cloud: gli aspetti pratici Sicurezza dei dati e dell informazione all epoca del cloud: gli aspetti pratici Avv. Daniele Vecchi Studio Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners Il Cloud Computing «Cloud computing: modello per

Dettagli

Allegato. Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia. per l ENTE UCL Asta del Serio

Allegato. Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia. per l ENTE UCL Asta del Serio Allegato Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia per l ENTE UCL Asta del Serio Contesto Il percorso condotto da Regione Lombardia (RL) per la razionalizzazione dei CED degli ENTI si inserisce

Dettagli

Approfondimenti tecnici su framework v6.3

Approfondimenti tecnici su framework v6.3 Sito http://www.icu.fitb.eu/ pagina 1 I.C.U. "I See You" Sito...1 Cosa è...3 Cosa fa...3 Alcune funzionalità Base:...3 Alcune funzionalità Avanzate:...3 Personalizzazioni...3 Elenco Moduli base...4 Elenco

Dettagli

IBM iseries Soluzioni integrate per xseries

IBM iseries Soluzioni integrate per xseries Soluzioni innovative per l integrazione dei server Intel IBM iseries Soluzioni integrate per xseries La famiglia iseries, il cui modello più recente è l _` i5, offre due soluzioni che forniscono alternative

Dettagli

I sistemi IBM _` iseries offrono soluzioni innovative per semplificare il vostro business. Sistemi IBM _` iseries

I sistemi IBM _` iseries offrono soluzioni innovative per semplificare il vostro business. Sistemi IBM _` iseries I sistemi IBM _` iseries offrono soluzioni innovative per semplificare il vostro business Sistemi IBM _` iseries Caratteristiche principali Fornisce modalità più veloci, estremamente affidabili e sicure

Dettagli

SERVER E VIRTUALIZZAZIONE. Windows Server 2012. Guida alle edizioni

SERVER E VIRTUALIZZAZIONE. Windows Server 2012. Guida alle edizioni SERVER E VIRTUALIZZAZIONE Windows Server 2012 Guida alle edizioni 1 1 Informazioni sul copyright 2012 Microsoft Corporation. Tutti i diritti sono riservati. Il presente documento viene fornito così come

Dettagli

Allegato Tecnico Database As A Service

Allegato Tecnico Database As A Service Allegato Tecnico Database As A Service Nota di lettura 1 Descrizione del servizio 1.1 Definizioni e acronimi 1.2 Oracle DATABASE AS A SERVICE 1.3 Attivazione del servizio Configurazione Network Configurazione

Dettagli

Presupposti tecnici e aspetti procedurali dell'interoperabilità tra ILL-SBN e Aleph500

Presupposti tecnici e aspetti procedurali dell'interoperabilità tra ILL-SBN e Aleph500 Presupposti tecnici e aspetti procedurali dell'interoperabilità tra ILL-SBN e Aleph500 Immagine sede evento Liliana Bernardis Roma, 12 maggio 2014 Le origini della collaborazione Roma, 18 settembre 2007

Dettagli

CA Server Automation. Panoramica. I vantaggi. agility made possible

CA Server Automation. Panoramica. I vantaggi. agility made possible PRODUCT SHEET: CA Server Automation CA Server Automation agility made possible CA Server Automation è una soluzione integrata che automatizza il provisioning, l'applicazione di patch e la configurazione

Dettagli

La piattaforma Oracle10g per la Continuita Operativa

La piattaforma Oracle10g per la Continuita Operativa La piattaforma Oracle10g per la Continuita Operativa Roma, 10 maggio 2006 Alfredo Valenza Principal Sales Consultant - Oracle Italia alfredo.valenza@oracle.com Cause di un disastro 3% 18% 18% 4% 14% 4%

Dettagli

Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia

Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia Roma, 5 ottobre 2010 ing. Giovanni Peruggini Banca d Italia - Area Risorse Informatiche e Rilevazioni Statistiche La Banca d Italia Banca Centrale della

Dettagli

intranet solutions www.goinfoteam.it THE INTEGRATION OF INFORMATION, DESIGN AND TECHNOLOGY

intranet solutions www.goinfoteam.it THE INTEGRATION OF INFORMATION, DESIGN AND TECHNOLOGY solutions THE INTEGRATION OF INFORMATION, DESIGN AND TECHNOLOGY www.goinfoteam.it Lo scopo del progetto è quello di dotare l azienda di una piattaforma di collaborazione che sia flessibile e personalizzabile.

Dettagli

Istruzioni di installazione di IBM SPSS Modeler Text AnalyticsServer per UNIX

Istruzioni di installazione di IBM SPSS Modeler Text AnalyticsServer per UNIX Istruzioni di installazione di IBM SPSS Modeler Text AnalyticsServer per UNIX IBM SPSS Modeler Text Analytics Server può essere installato e configurato per essere eseguito su un computer su cui è in esecuzione

Dettagli

SMB Cloud InsightsTM

SMB Cloud InsightsTM 2015 SMB Cloud InsightsTM ITALIA DEFINIZIONI Definizione di PMI Definiamo le PMI abbreviazione che fa riferimento alle piccole e medie imprese come le aziende da uno a 250 dipendenti. Solo in Germania

Dettagli

Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (utente singolo)

Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (utente singolo) Installazione di IBM SPSS Modeler 14.2 Client (utente singolo) Le seguenti istruzioni sono relative all installazione di IBM SPSS Modeler Client versione 14.2 con licenza per utente singolo. Una licenza

Dettagli

L evoluzione dei data center verso il cloud

L evoluzione dei data center verso il cloud DICEMBRE 2012 Nonostante la virtualizzazione abbia dato il via a una fase di investimenti nell ottica del consolidamento e della razionalizzazione dei data center, oggi molte imprese si trovano a metà

Dettagli

Web LIMS. web solutions per i laboratori di analisi

Web LIMS. web solutions per i laboratori di analisi Web LIMS web solutions per i laboratori di analisi I MO LA SOLUZIONE Web LIMS LIMS è l acronimo di Laboratory Information Management System, ovvero il sistema informativo gestionale dedicato ai laboratori

Dettagli

Compilare e gestire bibliografie: i software gratuiti. a cura di Laura Perillo Sistema Bibliotecario di Ateneo Agg. ottobre 2014

Compilare e gestire bibliografie: i software gratuiti. a cura di Laura Perillo Sistema Bibliotecario di Ateneo Agg. ottobre 2014 Compilare e gestire bibliografie: i software gratuiti a cura di Laura Perillo Sistema Bibliotecario di Ateneo Agg. ottobre 2014 I software per la gestione di bibliografie Chiamati reference managers o

Dettagli

Condividi, Sincronizza e Collabora

Condividi, Sincronizza e Collabora Condividi, Sincronizza e Collabora Progettato per le Aziende Migliora la redditività del team Riduce i tempi di elaborazione Riduce i costi uomo/progetto 2 EagleBox Secure File Sync & Sharing EagleBox

Dettagli

Perchè il cloud fa risparmiare

Perchè il cloud fa risparmiare 1 Perchè il cloud fa risparmiare Tecnologia e servizi per superare la crisi 2 L Europa Nella strategia Europa 2020 dedicata alla competitività, l UE sottolinea l importanza di una crescita definita intelligente

Dettagli

Strumenti E learning. Presentazione tecnica

Strumenti E learning. Presentazione tecnica Strumenti E learning Presentazione tecnica Luglio 2008 Grazie all esperienza del proprio management e alla propria struttura tecnologica, InterAteneo è riuscito a creare un sistema di integrazione, tra

Dettagli

Stock&Store la soluzione software per le gestione del punto vendita nei settori Retail, Ristorazione e Fashion.

Stock&Store la soluzione software per le gestione del punto vendita nei settori Retail, Ristorazione e Fashion. Stock&Store la soluzione software per le gestione del punto vendita nei settori Retail, Ristorazione e Fashion. Stock&Store è la soluzione informatica integrata per la gestione del punto vendita, sia esso

Dettagli

anthericacms Il sistema professionale per la gestione dei contenuti del tuo sito web Versione 2.0

anthericacms Il sistema professionale per la gestione dei contenuti del tuo sito web Versione 2.0 anthericacms Il sistema professionale per la gestione dei contenuti del tuo sito web Versione 2.0 Email: info@antherica.com Web: www.antherica.com Tel: +39 0522 436912 Fax: +39 0522 445638 Indice 1. Introduzione

Dettagli

IBM Tivoli Storage Manager for Virtual Environments

IBM Tivoli Storage Manager for Virtual Environments Scheda tecnica IBM Storage Manager for Virtual Environments Backup senza interruzioni e ripristino immediato: un processo più semplice e lineare Caratteristiche principali Semplificare la gestione del

Dettagli

La piattaforma per la gestione elettronica documentale integrata

La piattaforma per la gestione elettronica documentale integrata Tutti noi prendiamo decisioni, facciamo valutazioni, pianifichiamo strategie basandoci sulle informazioni in nostro possesso. Il tempo è una risorsa preziosa, ottimizzarlo rappresenta un obiettivo prioritario.

Dettagli