Come velocizzare la propria memoria RAM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Come velocizzare la propria memoria RAM"

Transcript

1 Come velocizzare la propria memoria RAM É ufficiale: le memorie DDR 400 sono ormai uno standard a tutti gli effetti. Da quando il comitato Jedec ha preso la sua decisione, i produttori di RAM e schede madri hanno alcue linee guida sull'integrazione. Le memorie DDR400, alias RAM PC3200, sono state perseguitate da problematiche di compatibilità e da un'imbarazzante assenza di miglioramenti delle prestazioni. Senza la presenza di uno standard ufficiale, trovare un perfetto equilibrio tra RAM e motherboard era come giocare una mano di poker con gli occhi bendati. Purtroppo non è facile far funzionare a dovere le DDR 400. Il limite dei 400 MHz della tecnologia DDR 1 sarà scavalcato con l'introduzione dello standard DDR 2, che porterà una progettazione completamente nuova, cambiamenti al layout delle schede e un minor voltaggio del segnale, con possibilità di frequenze di funzionamento fino a 667 MHz. Ma non aspettatevi questa nuova tecnologia prima di fine Fino ad allora, potete ottimizzare le impostazioni del vostro BIOS per sfruttare a fondo o stabilizzare le vostre DDR 400. Anche se il vostro sistema non arriva alla frequenza di bus di 400 MHz, potete comunque smanettare sui parametri di temporizzazione per massimizzare le performance anche a minori velocità di clock. Spesso il solo ridurre la CAS latency o il RAS to CAS delay velocizza il sistema più che incrementare la frequenza del bus. Questo articolo spiega i concetti e le tecnologie del timing delle memorie e fornisce qualche consiglio sul tweaking. Le informazioni che vi forniamo si applicano anche ad altri standard quali DDR333 e DDR266, permettendovi l'ottimizzazione di qualsiasi sistema. I moduli più ottimizzabili Potreste partire con moduli di memoria che superano il limite dello standard DDR400 e offrono impostazioni molto alte per velocità di clock e timing. Moduli di questo tipo sono disponibili da Corsair, Geil, Kingston, Mushkin, insieme ad altri denominati PC3500 o PC3700. Sebbene non esistano standard con queste definizioni, i nomi stanno a indicare quanto sia possibile overcloccare i moduli. Le RAM DDR danno il meglio di loro se installate su una motherboard dual channel, ossia che somma l'ampiezza di banda di due moduli DDR. Parliamo delle mobo con chipset Nvidia nforce 2 per CPU AMD, o Intel 7205 (e, in futuro, 865 e 875) per i processori Intel. Quindi per le massime prestazioni è d'obbligo avere sempre due moduli RAM. Alcuni produttori, come Corsair e Geil, mettono in commercio confezioni con coppie di memorie specifiche per sistemi dual channel. Il BIOS spesso mette un freno ai timing delle memorie per mantenere il sistema stabile, ed è proprio in questo campo che possiamo ottimizzare al meglio.

2 Ottimizzare la RAM La tentazione inerente a moduli RAM più veloci è, sui sistemi più vecchi, di incrementare il clock del bus di memoria. Per esempio, potreste installare memorie DDR400 su una motherboard con chipset VIA KT333 o KT400 per CPU AMD. Sebbene ufficialmente i suddetti chipset non supportino i valori non standard per le RAM, potete trovare nel BIOS opzioni per incrementare la velocità di clock dai livelli delle DDR333 a quelli delle DDR400. Se però il sistema, con le memorie impostate a 400 MHz, diventa instabile, dimenticatevi la regolazione fine. Il clock delle memorie si muove in parallelo con il clock del front side bus, quindi può essere solo regolato solo con grandi incrementi, come per esempio da DDR333 a DDR400. La regolazione avviene giocando con il clock del front side bus; 3/3 corrisponde a un uso di DDR333 con front side bus a 333 MHz, mentre 4/3 sta a significare l'uso delle frequenze delle DDR400. Nei sistemi AMD non è conveniente differenziare le frequenze di FSB e memorie, per esempio impostando il bus di memoria a 400 MHz e il FSB a 333 MHz potrebbe perfino rallentare il sistema. Otterreste migliori risultati ottimizzando i parametri di timing nel BIOS. Timing: importanti quanto la frequenza del Bus Le impostazioni di timing hanno un impatto sulle prestazioni delle RAM del tutto similare a quello della frequenza di Bus. Del resto, il bus dei dati può capitalizzare l'ampia banda solo se i dati vengono letti dai moduli di memoria e resi disponibili a una velocità adeguata. Quando, poi, i dati sono recuperati da svariate zone di memoria, il flusso di dati viene rallentato da tutta una serie di procesi. I timing delle memorie definiscono i tempi di esecuzione dei singoli step coinvolti nell'accesso alle RAM. Ottimizzare questi settaggi può far guadagnare fino al 10% in termini di prestazioni. Inoltre, l'ottimizzazione dei timing può essere più proficua che quella del FSB. Delle DDR 333 con buoni timing superano certamente in prestazioni delle DDR 400 alle quali sono stati incrementati i tempi di risposta in favore di un clock più alto. La prima cosa da fare per smanettare sulle memorie è disattivare la configurazione automatica delle RAM. Quando questa funzione è attiva la mainboard legge il chip SPD (Serial Presence Detect) sul modulo di memoria per reperire informazioni sui timing e la velocità di clock e regolare le impostazioni di conseguenza. Queste informazioni sono determinate dal produttore con criteri di sicurezza, allo scopo di garantire la stabilità sul maggior numero di sistemi possibili. Con una configurazione manuale potete personalizzare le impostazioni per il vostro sistema. Nella maggior parte dei casi, i moduli RAM rimangono stabili anche quando si va oltre le specifiche del produttore. Non datevi comunque la pena di overcloccare moduli di memoria economici. I produttori "generici" sono noti per tagliare i costi dei loro moduli, gli sfortunati acquirenti che provano l'overclock potrebbero trovarsi a sperimentare prestazioni inferiori e crash di sistema.

3 I parametri che contano I timing più importanti delle RAM sono la latenza CAS (CL), il delay RAS to CAS (trcd) e il tempo di precarica (trp). Molti moduli di memoria riportano specifiche del genere: PC o PC Le prime cifre di questi numeri all'apparenza indecifrabili descrivono il tipo di memoria, le ultime tre i sopracitati timing. Altri produttori indicano semplicemente la latenza CAS con le sigle CL 2.0 o CL 3.0. Nonostante questo sia un parametro importante, non elencare le altre caratteristiche va a detrimento del compratore, siccome ognuna di esse ha un impatto sulle prestazioni del sistema. Per vedere da voi quanto sia importante questo impatto, date un'occhiata ai benchmark di codifica MPEG 4. Alla fine dell'articolo troverete una breve prospettiva sui più importanti parametri di timing e brevi spiegazioni e trucchi su come impostarli al meglio. Se ritenete che le informazioni che vi forniamo non siano sufficienti, troverete anche un elenco di siti di produttori di RAM dove reperire ulteriori approfondimenti (Vedi "Produttori di RAM"). Per comprendere al meglio i parametri di timing, dovreste sapere tutto riguardo all'accesso alla memoria. Le tabelle "Timing delle RAM" vi forniranno una panoramica sui vari step. Un processo di lettura inizia quando il controller nel chipset della motherboard seleziona il modulo di memoria che contiene i dati. Il controller poi si rivolge direttamente al chip specifico nel modulo. Le celle del chip sono disposte in una matrice alla quale ci si riferisce usando uno schema a righe e colonne. Ogni intersezione rappresenta un bit di memoria. I risultati sono per clock delle RAM (PC2700 = DDR333; PC2100 = DDR266), latenza CAS (CL), RAS to CAS delay, RAS precharge time e row active time.

4 Enter the Matrix Il controller delle memorie per prima cosa invia la riga dell'indirizzo della cella alla quale si riferisce alla logica del modulo. Dopo un certo periodo di tempo, trcd (RAS to CAS delay), il modulo rende disponibili i contenuti della riga come archivio temporaneo. Nei moderni chip RAM questo processo richiede da due a tre cicli di clock. Possono capitare anche frazioni, come per esempio 2,5 cicli di clock (CL 2.5), siccome le RAM DDR possono mandare segnali dati e di controllo due volte per ciclo di clock (sia con segnale di clock in salita che in discesa). Una volta che l'archivio temporaneo è popolata dai contenuti della riga, la controller invia un segnale CAS (column address strobe) che trasmette l'indirizzo della colonna della cella di memoria. L'invio dei dati così individuati al registro di output richiede un tempo tcl, equivalente alla latenza CAS. Nel BIOS è possibile impostare il numero di cicli di clock per i timing trcd and tcl. Più bassi sono questi valori, maggiori sono le performance. Un'impostazione di CL di 2.0 o anche di 1.5 è possibile solo per i moduli più veloci. Se si leggono dati adiacenti nella stessa riga di memoria, l'unico fattore che determina la velocità di accesso è il timing CL, siccome il controller conosce già l'indirizzo della riga e non ha bisogna di ricercarla ancora. Quando il controller deve invece rivolgersi a diverse righe nella RAM, impiega un tras (row active time) prima di potersi spostare da una riga all'altra. Il tempo tras è incrementato dal tempo trp (RAS precharge time), che è necessario per caricare i circuiti a un livello di voltaggio più alto. In altre parole, anche i moduli di memoria rapidi necessitano di almeno sette cicli di clock per l'intero processo. I moderni chip di memoria DDR sono suddivisi in quattro segmenti (banchi) ognuno dei quali rappresenta una zona di memoria separata. Il bank interleaving permette di indirizzare simultaneamente zone in differenti banchi, aumentando quindi la quantità di dati trasmessi. Mentre dei dati vengono letti da un banco di memoria, è possibile indirizzare una nuova zona in un altro banco. Dal BIOS è possibile specificare quanti banchi possono essere indirizzati contemporaneamente. L'impostazione più veloce è quattro. Prestazioni massime con 1 Gb di RAM o più Un altro importante criterio per le performance è la quantità di RAM installata. Le applicazioni di foto ritocco e di manipolazione video ricevono una grande spinta da un aumento di memoria. I risultati del benchmark Content Creation Winstone provano che i sistemi con Windows 2000 e XP non decollano sul serio se non hanno almeno 1 Gb o più di RAM. 512 Mb è il minimo per avere un sistema veloce con XP. I tempidi Windows 98 e Me, in cui 512 Mb erano il massimo che si poteva desiderare, sono un ricordo lontano! Il massimo quantitativo di RAM dipende solamente dalla scheda madre e dal suo chipset. Per maggiori informazioni, consultate la tabella seguente. Nei sistemi x86, comunque, il massimo di memoria consentita è 3,5 Gb. La CPU non può indirizzare un quantitativo maggiore di memoria. L'eventuale eccesso capacità viene impiegato per la gestione del sistema PCI. Dovreste installare il minor numero possibile di moduli RAM. Un numero inferiore di chip negli stessi moduli porta a prestazioni migliori e maggiore stabilità. I moduli normalmente hanno da otto a sedici chip. Il numero di moduli di memoria in uso ha effetti diretti sul command rate, ossia il numero di cicli di clock che necessitano al controller della memoria per attivare i moduli e i chip. Con tutti i banchi di memoria pieni, per garantire stabilità al sistema è generalmente necessario aumentare questo valore da uno a due. Sfortunatamente questo porta anche a un decremente delle prestazioni fino al tre per cento.

5 Produttori di RAM Produttore Corsair Crucial Dataram Geil Infineon Kingmax Kingston Micron Mushkin Samsung Transcend Twinmos Sito Web Timing delle memorie Memory Timings Ottimizzare i parametri di timing velocizza i processi di accesso alla RAM. Il controller di memoria per prima cosa determina l'indirizzo di riga della cella interessata. L'indirizzo di colonna viene comunicato dopo un tempo trcd. Il trasferimento dei dati al registro di output impiega un tempo tcl. Il processo può ripartire un'altra volta dopo un'attesa di tras più trp.

6 Supporto alle memorie dei vari chipset Chipset Tipo di memoria 1) Max. Memoria AMD ALI M1647 DDR266 2) 3072 MByte Nvidia Nforce DDR266 3) 1536 MByte Nvidia Nforce 2 DDR400 3) 3072 MByte SIS 735 DDR MByte SIS 745 DDR MByte SIS 746 DDR MByte SIS 746FX DDR MByte VIA KT266A DDR MByte VIA KT333 DDR MByte 4) VIA KT400 DDR MByte 4) VIA KT400A DDR400 3) 4092 MByte 4) Intel ALI M1671 DDR MByte ALI M1681 DDR MByte Intel 7205 DDR333 3) 4092 MByte 4) Intel 845E DDR MByte Intel 845PE DDR MByte Intel 865P DDR MByte 4) Intel 865PE DDR400 3) 4092 MByte 4) Intel 875P DDR400 3) 4092 MByte 4) SIS 645 DDR MByte SIS 648 DDR MByte SIS 648FX DDR MByte SIS 655 DDR333 3) 4092 MByte 4) VIA P4X266A DDR MByte 4) VIA P4X333 DDR MByte 4) VIA P4X400 DDR MByte 4) VIA P4T400 DDR MByte 4) 1) Il tipo più veloce di DDR RAM supportato; DDR266 = PC2100; DDR333 = PC2700; DDR400 = PC3200 2) Con C1 stepping DDR333 3) Interfaccia di memoria Dual-channel 4) 3576 MB disponibili

7 Come ottimizzare la RAM dal BIOS I BIOS delle schede madri presentano numerose voci dove ottimizzare la vostra memoria. Spiegheremo brevemente le opzioni, troverete i valori normalmente disponibili tra parentesi, quelli consigliati sottolineati. Vi riportiamo anche degli esempi di come determinate voci potrebbero chiamarsi in differenti versioni di BIOS; notate anche che non tutti i menu di BIOS offrono tutte queste opzioni. Automatic Configuration (On/ Off) (DRAM Auto, Timing Selectable, Timing Configuring) Se volete configurare manualmente i vostri timing di memoria dovete disattivare la configurazione automatica della RAM. Bank Interleaving (Off/ 2/ 4) (Bank Interleave) I chip di memoria DDR RAM constano di quattro banchi. Poter indirizzare contemporaneamente i quattro banchi con l'interleaving massimizzerà le vostre performance. Burst Length (4/ 8) La voce Burst length specifica la quantità di blocchi di dati inviati per ciclo di trasmissione. Idealmente, una trasmissione riempirà una riga di memoria nella cache L2 che si trova nei moderni processori Pentium 4 e AMD, ossia 64 bit (otto pacchetti di dati). CAS Latency tcl (1.5/ 2.0/ 2.5/ 3.0) (CAS Latency Time, CAS Timing Delay) Il numero di cicli di clock che passa dall'indirizzamento della colonna all'arrivo dei dati nel registro di output. Il produttore della memoria elenca le migliori impostazioni possibili come punteggi CL Command Rate CMD (1/ 2) (Command Rate, MA 1T/2T Select) Il numero di cicli di clock necessari per l'indirizzamento della zona richiesta nel modulo di memoria e nel chip. Se avete tutti i banchi di memoria impegnati, dovreste impostarlo a 2, con conseguente perdita in termini di prestazioni. RAS Precharge Time trp (2/ 3) (RAS Precharge, Precharge to active) Il numero di cicli di clock necessari per precaricare i circuiti in modo da poter determinare la riga. RAS to CAS Delay trcd (2/ 3/ 4/ 5) (RAS to CAS Delay, Active to CMD) Il numero di cicli di clock che passano dalla determinazione dell'indirizzo della colonna all'invio dello stesso. Impostare questa voce a due può incrementare le prestazioni fino al quattro percento. Row Active Time tras (5/ 6/ 7) (Active to Precharge Delay, Precharge Wait State, Row Active Delay, Row Precharge Delay) Il ritardo che deriva dall'indirizzamento consecutivo di due righe diverse all'interno dello stesso chip. Memory Clock (100/ 133/ 166/ 200 MHz) (DRAM Clock) Specifica la velocità di clock del bus di memoria. Questa frequenza normalmente è relativa al clock del front side bus. La tecnologia DDR (double data rate), raddoppia il data rate indicato dall'effettiva velocità del bus.

Architettura Single Channel

Architettura Single Channel LA RAM 1 Architettura Single Channel CPU ChipSet NothBridge RAM FSB 64 Bits Memory Bus 64 Bits Il Memory Bus ed il Front Side Bus possono (ma non necessariamente devono) avere la stessa velocità. 2 Architettura

Dettagli

Legge di Moore (transistor/chip) dal 1970

Legge di Moore (transistor/chip) dal 1970 Testo di riferimento: appunti Le memorie dinamiche 01.c Classificazione Organizzazione Legge di Moore (transistor/chip) dal 1970 1 Scala logaritmica x2 ogni 18 mesi x1000 ogni 15 anni Legge di Moore (memorie

Dettagli

DEFINIZIONE 1/2 memoria ad accesso casuale RAM

DEFINIZIONE 1/2 memoria ad accesso casuale RAM CORSO BASE DI TECNICO RIPARATORE HARDWARE RAM Docente: Dott. Ing. Antonio Pagano DEFINIZIONE 1/2 In informatica la memoria ad accesso casuale, acronimo RAM (del corrispondente termine inglese Random-Access

Dettagli

Componenti di base di un computer

Componenti di base di un computer Componenti di base di un computer Architettura Von Neumann, 1952 Unità di INPUT UNITA CENTRALE DI ELABORAZIONE (CPU) MEMORIA CENTRALE Unità di OUTPUT MEMORIE DI MASSA PERIFERICHE DI INPUT/OUTPUT (I/O)

Dettagli

Workstation tower HP Z230

Workstation tower HP Z230 Workstation tower HP Z3 La massima affidabilità a un prezzo conveniente Progettata per carichi di lavoro pesanti 4x7x365. La conveniente workstation Tower Z3 HP è in grado di gestire esigenti carichi di

Dettagli

Architettura del Personal Computer AUGUSTO GROSSI

Architettura del Personal Computer AUGUSTO GROSSI Il CASE o CABINET è il contenitore in cui vengono montati la scheda scheda madre, uno o più dischi rigidi, la scheda video, la scheda audio e tutti gli altri dispositivi hardware necessari per il funzionamento.

Dettagli

Informatica 1. 6 Sistemi operativi e software. ing. Luigi Puzone

Informatica 1. 6 Sistemi operativi e software. ing. Luigi Puzone Informatica 1 6 Sistemi operativi e software ing. Luigi Puzone Windows caratteristiche principali: Windows è un Sistema Operativo Con Interfaccia Grafica Multiutente Multitasking Multithreading Multiprocessing

Dettagli

Architettura dei sistemi x86 Interfacce I/O

Architettura dei sistemi x86 Interfacce I/O I.I.S. Benvenuto Cellini Corso di formazione tecnica Architettura dei sistemi x86 Interfacce I/O Prof. Alessandro Pinto v.2009 Bus ISA (Industry Standard Architecture ) (1981 metà anni 90) Bus di interconnessione

Dettagli

Parte IV Architettura della CPU Central Processing Unit

Parte IV Architettura della CPU Central Processing Unit Parte IV Architettura della CPU Central Processing Unit IV.1 Struttura della CPU All interno di un processore si identificano in genere due parti principali: l unità di controllo e il data path (percorso

Dettagli

Laboratorio di Informatica

Laboratorio di Informatica per chimica industriale e chimica applicata e ambientale LEZIONE 4 La CPU e l esecuzione dei programmi 1 Nelle lezioni precedenti abbiamo detto che Un computer è costituito da 3 principali componenti:

Dettagli

Architettura del computer (C.Busso)

Architettura del computer (C.Busso) Architettura del computer (C.Busso) Il computer nacque quando fu possibile costruire circuiti abbastanza complessi in logica programmata da una parte e, dall altra, pensare, ( questo è dovuto a Von Neumann)

Dettagli

Esame di INFORMATICA

Esame di INFORMATICA Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Lezione 4 MACCHINA DI VON NEUMANN Anni 40 i dati e i programmi che descrivono come elaborare i dati possono essere codificati nello

Dettagli

Le Memorie interne: RAM, ROM, cache. Appunti per la cl. IV sez. D a cura del prof. Ing. Mario Catalano

Le Memorie interne: RAM, ROM, cache. Appunti per la cl. IV sez. D a cura del prof. Ing. Mario Catalano Le Memorie interne: RAM, ROM, cache Appunti per la cl. IV sez. D a cura del prof. Ing. Mario Catalano 1 Le memorie Cosa vorremmo : una memoria veloce abbastanza grande da contenere tutti i dati e i programmi

Dettagli

Sistemi Operativi e informatica 1

Sistemi Operativi e informatica 1 1 Dip. Scienze dell Informatica Università degli Studi di Milano, Italia marchi@dsi.unimi.it a.a. 2011/12 1 c 2010-2012 M.Monga R.Paleari M.. Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 2.5

Dettagli

Architettura hardware

Architettura hardware Architettura dell elaboratore Architettura hardware la parte che si può prendere a calci Sistema composto da un numero elevato di componenti, in cui ogni componente svolge una sua funzione elaborazione

Dettagli

Questione di memoria

Questione di memoria open focus memorie RAM Inizia il corso per imparare ad assemblare un PC Questione di memoria La principale causa di instabilità in un personal computer è rappresentata dalla RAM. Un aiuto nella diagnostica

Dettagli

La Memoria d Uso. La Memoria d Uso

La Memoria d Uso. La Memoria d Uso Fondamenti dell Informatica A.A. 2000-2001 La Memoria d Uso Prof. Vincenzo Auletta 1 Fondamenti dell Informatica A.A. 2000-2001 Memorie di Massa Processore CU e ALU Memorie di massa esterne La Memoria

Dettagli

C. P. U. MEMORIA CENTRALE

C. P. U. MEMORIA CENTRALE C. P. U. INGRESSO MEMORIA CENTRALE USCITA UNITA DI MEMORIA DI MASSA La macchina di Von Neumann Negli anni 40 lo scienziato ungherese Von Neumann realizzò il primo calcolatore digitale con programma memorizzato

Dettagli

L organizzazione interna della memoria e del banco di registri prevedono generalmente che le uscite di 2 o più componenti

L organizzazione interna della memoria e del banco di registri prevedono generalmente che le uscite di 2 o più componenti Banco di registri e memoria Corso ACSO prof. Cristina SILVANO Politecnico di Milano Componenti di memoria e circuiti di pilotaggio L organizzazione interna della memoria e del banco di registri prevedono

Dettagli

Workstation tower HP Z440

Workstation tower HP Z440 Workstation tower HP Z44 Eseguite più rapidamente il lavoro Eseguite tutte le vostre attività più rapidamente. Ottenete le massime prestazioni di calcolo con una workstation personale a processore singolo

Dettagli

03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu

03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu 03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu 1 Anatomia del computer Dott.ssa Ramona Congiu 2 L Unità centrale 3 Anatomia del computer 4 La scheda madre All interno del computer

Dettagli

CORSEO TECNICO RIPARATORE HARDWARE TEST DI VERIFICA FINALE

CORSEO TECNICO RIPARATORE HARDWARE TEST DI VERIFICA FINALE CORSEO TECNICO RIPARATORE HARDWARE TEST DI VERIFICA FINALE 1. Descrivi brevemente la differenza tra hardware e software: Hardware: Insieme delle sue componenti elettroniche e meccaniche; Software: Insieme

Dettagli

la ROM del BIOS contiene anche il POST, il primo programma che viene eseguito dopo l'accensione.

la ROM del BIOS contiene anche il POST, il primo programma che viene eseguito dopo l'accensione. CORSO BASE DI TECNICO RIPARATORE HARDWARE IL BIOS Docente: Dott. Ing. Antonio Pagano DEFINIZIONE Basic Input-Output System o BIOS è un insieme di routine software, generalmente scritte su ROM, FLASH o

Dettagli

Punto di partenza ideale come sistema di archiviazione professionale MAXDATA PLATINUM 600 IR

Punto di partenza ideale come sistema di archiviazione professionale MAXDATA PLATINUM 600 IR Punto di partenza ideale come sistema di archiviazione professionale MAXDATA PLATINUM 600 IR MAXDATA PLATINUM 600 IR: Punto di partenza ideale come sistema di archiviazione professionale Caratteristiche

Dettagli

Organizzazione della memoria

Organizzazione della memoria Memorizzazione dati La fase di codifica permette di esprimere qualsiasi informazione (numeri, testo, immagini, ecc) come stringhe di bit: Es: di immagine 00001001100110010010001100110010011001010010100010

Dettagli

DIMENSIONI E PRESTAZIONI

DIMENSIONI E PRESTAZIONI DIMENSIONI E PRESTAZIONI Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09 Le unità di misura Le due unità di misura fondamentali dell hardware sono: i Byte per le dimensioni della memoria gli Hertz (Hz) per le prestazioni

Dettagli

La qualità di una memoria dipende da vari parametri: Modo di accesso: tecnica utilizzata per accedere al dato (casuale, sequenziale)

La qualità di una memoria dipende da vari parametri: Modo di accesso: tecnica utilizzata per accedere al dato (casuale, sequenziale) Tipologie di memoria: Elettroniche Magnetiche Ottiche La qualità di una memoria dipende da vari parametri: Modo di accesso: tecnica utilizzata per accedere al dato (casuale, sequenziale) Tempo di accesso:

Dettagli

Workstation tower HP Z820

Workstation tower HP Z820 Workstation tower HP Z820 Grazie alla nuova generazione con processori Intel Xeon, supporto di un massimo di 6 core di elaborazione. Creato per elaborazione e visualizzazione di fascia alta. La workstation

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI Questa guida vuole essere uno strumento di facile consultazione, per verificare se si utilizza su PC l interfaccia USB 2.0 e non USB 1.1 che non sono compatibili con molto dispositivi. In un computer sono

Dettagli

PC HP 280 G1 Minitower

PC HP 280 G1 Minitower Personal Computer : PC HP 8 G Minitower PC HP 8 G Minitower Affronta il tuo lavoro di tutti i giorni con un PC desktop dal prezzo accessibile: HP 8 G PC. Tutta la potenza di elaborazione di cui hai bisogno

Dettagli

Computer 2000e di L.G.B. Radano

Computer 2000e di L.G.B. Radano . 230,00 iva esclusa Prodotto: NETBOOK ASUS EEEPC EPC1001PX-BK03X Codice: I24NB1674 Eventuali Ulteriori informazioni: Tipologia: Netbook; Dimensioni schermo: 10 "; Tipo processore: Atom; Sistema operativo:

Dettagli

La macchina di Von Neumann. Central Processing Unit (CPU) Elementi base. Architettura computer. Bus di sistema MEMORIA CENTRALE PERIFERICHE A B INTR

La macchina di Von Neumann. Central Processing Unit (CPU) Elementi base. Architettura computer. Bus di sistema MEMORIA CENTRALE PERIFERICHE A B INTR Architettura di un computer La macchina di Von Neumann Architettura organizzata secondo il modello della macchina di von Neumann definita nei tardi anni 40 all Institute for Advanced Study di Princeton.

Dettagli

SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI

SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI Prof. Andrea Borghesan venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: martedì, 12.00-13.00. Dip. Di Matematica Modalità esame: scritto + tesina facoltativa 1

Dettagli

Le memorie. Generalità E applicazioni

Le memorie. Generalità E applicazioni Le memorie Generalità E applicazioni Caratteristiche generali Tempo di risposta Capacità Alimentazione Dissipazione di potenza Numero di pin Costo per bit Modalità di accesso Per poter scrivere un dato

Dettagli

Guida all ottimizzazione del bios

Guida all ottimizzazione del bios Presenta Guida all ottimizzazione del bios Realizzata da Dino Fratelli e Roberto Ciferni 1. Un po' di teoria Premessa La prima versione di questa guida è stata inviata, in formato stampabile pdf, ai soli

Dettagli

Il processore. Il processore. Il processore. Il processore. Architettura dell elaboratore

Il processore. Il processore. Il processore. Il processore. Architettura dell elaboratore Il processore Architettura dell elaboratore Il processore La esegue istruzioni in linguaggio macchina In modo sequenziale e ciclico (ciclo macchina o ciclo ) Effettuando operazioni di lettura delle istruzioni

Dettagli

Consorzio Sol.Co. Catania Reti di Imprese Sociali Siciliane Jump.it. Regione Siciliana. Soc. Coop.

Consorzio Sol.Co. Catania Reti di Imprese Sociali Siciliane Jump.it. Regione Siciliana. Soc. Coop. Soc. Coop. Chi Siamo Siamo una giovane Società Cooperativa che it intende far diminuire i i i costi delle dll chiamate telefoniche delle vostre aziende; Vediamo come: Cosa proponiamo Tramite la nuova tecnologia

Dettagli

Hardware interno. Docenti: Dott. Stefano Bordoni Dott. Francesco Guerra. Facoltà di Economia, Università di Modena e Reggio Emilia

Hardware interno. Docenti: Dott. Stefano Bordoni Dott. Francesco Guerra. Facoltà di Economia, Università di Modena e Reggio Emilia Hardware interno Docenti: Dott. Stefano Bordoni Dott. Francesco Guerra Facoltà di Economia, Università di Modena e Reggio Emilia Hardware A prima vista... Alimentazione PC e Monitor Lettore DVD Porte Ps/2

Dettagli

Architettura di un sistema di elaborazione N.1

Architettura di un sistema di elaborazione N.1 Architettura di un sistema di elaborazione N.1 Le memorie (Unità 3) La memoria è la parte del computer destinata a conservare informazioni per un certo periodo di tempo. La memorizzazione di informazioni

Dettagli

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID 1. Guida all installazione degli Hard Disk SATA... 2 1.1 Installazione di Hard disk Serial ATA (SATA)... 2 2. Guida alla configurazione

Dettagli

- HARDWARE MONITOR - BOOT DEVICE PRIORITY

- HARDWARE MONITOR - BOOT DEVICE PRIORITY BIOS,ossia BASIC Input Output System, è il software memorizzato nella memoria non volatile della scheda madre.esso gestisce il caricamento del sistema, i voltaggi della CPU, i timing delle memorie e dei

Dettagli

MICROSERVER Codice: 704941-421 0,00

MICROSERVER Codice: 704941-421 0,00 NB4 SRL VIA DELLA MADONNINA 4 20881 BERNAREGGIO (MB) Tel: +390396884207 Fax: +390396884248 e-mail: info@nb4.it MICROSERVER Codice: 704941-421 0,00 Proliant Microserver HP - Ultra Micro Tower - L'azienda

Dettagli

Architettura di un sistema di elaborazione dei dati

Architettura di un sistema di elaborazione dei dati Architettura di un sistema di elaborazione dei dati Questo modelio è stato proposto nei tardi anni 40 dall Institute for Advanced Study di Princeton e prende il nome di modello Von Neumann. E` costituito

Dettagli

ARCHITETTURA DEL CALCOLATORE

ARCHITETTURA DEL CALCOLATORE Orologio di sistema (Clock) UNITÀ UNITÀ DI DI INGRESSO Schema a blocchi di un calcolatore REGISTRI CONTROLLO BUS DEL SISTEMA MEMORIA DI DI MASSA Hard Hard Disk Disk MEMORIA CENTRALE Ram Ram ALU CPU UNITÀ

Dettagli

Clocking. Architetture dei Calcolatori (Lettere. Elementi di Memoria. Periodo del Ciclo di Clock. scritti

Clocking. Architetture dei Calcolatori (Lettere. Elementi di Memoria. Periodo del Ciclo di Clock. scritti Clocking Architetture dei Calcolatori (Lettere A-I) Tecnologie per la Memoria e Gerarchie di Memoria Prof. Francesco Lo Presti Il segnale di Clock definisce quando i segnali possono essere letti e quando

Dettagli

Prestazioni adattabili all ambiente del business

Prestazioni adattabili all ambiente del business Informazioni sulla tecnologia Prestazioni intelligenti Prestazioni adattabili all ambiente del business Il processore Intel Xeon sequenza 5500 varia in modo intelligente prestazioni e consumo energetico

Dettagli

HDD contro Kingston SSDNow V+ 200 Serie 240GB: Test comparativo...1

HDD contro Kingston SSDNow V+ 200 Serie 240GB: Test comparativo...1 HDD contro Kingston SSDNow V+ 200 Serie 240GB: Test comparativo Indice HDD contro Kingston SSDNow V+ 200 Serie 240GB: Test comparativo...1 HDD contro SSD: Test comparativo...3 Punti essenziali...3 Test...3

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni LEZIONE 2 (HARDWARE) a.a. 2011/2012 Francesco Fontanella Tre concetti Fondamentali Algoritmo; Automa (o anche macchina); Calcolo; 2 Calcolatore MACCHINA

Dettagli

Struttura del calcolatore

Struttura del calcolatore Struttura del calcolatore Proprietà: Flessibilità: la stessa macchina può essere utilizzata per compiti differenti, nessuno dei quali è predefinito al momento della costruzione Velocità di elaborazione

Dettagli

In ogni caso, se di Vs interesse, a fine Agosto sarà ns cura formularvi offerta con eventuali Netbook ancora disponibili.

In ogni caso, se di Vs interesse, a fine Agosto sarà ns cura formularvi offerta con eventuali Netbook ancora disponibili. A:ISTITUTO E. FERMI MANTOVA Da: AGLIETTA MARIO Data: 01/07/13 Ogg.: OFFERTA NETBOOK E NOTEBOOK C.A. DSGA Pag.:6 Prot.407/AM In riferimento alla Vs. gradita richiesta e alla difficoltà di reperire sul mercato

Dettagli

Componenti principali di un computer

Componenti principali di un computer Componenti principali di un computer Unità centrale Processore Controller Memoria principale (centrale) Bus Stampante Terminale Periferiche di input/output Memorie di massa (secondarie) 1 COMPONENTI DI

Dettagli

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014 Corso: Informatica+ Andrea Cremonini Lezione del 20/10/2014 1 Cosa è un computer? Un elaboratore di dati e immagini Uno smartphone Il decoder di Sky Una console di gioco siamo circondati! andrea.cremon

Dettagli

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID 1. Guida all installazione degli Hard Disk SATA...2 1.1 Installazione di Hard disk Serial ATA (SATA)...2 2. Guida alla configurazione

Dettagli

CONCETTI BASE dell'informatica Cose che non si possono non sapere!

CONCETTI BASE dell'informatica Cose che non si possono non sapere! CONCETTI BASE dell'informatica Cose che non si possono non sapere! Pablo Genova I. I. S. Angelo Omodeo Mortara A. S. 2015 2016 COS'E' UN COMPUTER? È una macchina elettronica programmabile costituita da

Dettagli

Manuale riferito alla versione 1.2.0

Manuale riferito alla versione 1.2.0 Manuale riferito alla versione 1.2.0 1 INDICE Pag. 1 INSTALLAZIONE DI XSTREAMING 3 1.1 AZIONI PRELIMINARI 3 1.1.1 OTTENERE UN FILE DI LICENZA 3 1.2 INSTALLAZIONE 3 1.3 VERSIONI 3 1.4 CONFIGURAZIONE HARDWARE

Dettagli

Alla ricerca del record: progetto 5 GHz. Pubblicato: 07/01/2004. Da: Frank Völkel Bert Töpelt. Traduzione: Andrea Ferrario.

Alla ricerca del record: progetto 5 GHz. Pubblicato: 07/01/2004. Da: Frank Völkel Bert Töpelt. Traduzione: Andrea Ferrario. Progetto 5 GHz: CPU a -192 gradi con l'azoto liquido Alla ricerca del record: progetto 5 GHz Info Articolo Progetto 5 GHz: CPU a - 192 gradi con l'azoto liquido Pubblicato: 07/01/2004 Da: Frank Völkel

Dettagli

STRUTTURE DEI SISTEMI DI CALCOLO

STRUTTURE DEI SISTEMI DI CALCOLO STRUTTURE DEI SISTEMI DI CALCOLO 2.1 Strutture dei sistemi di calcolo Funzionamento Struttura dell I/O Struttura della memoria Gerarchia delle memorie Protezione Hardware Architettura di un generico sistema

Dettagli

SERVER FUJITSU PRIMERGY TX1330 M1

SERVER FUJITSU PRIMERGY TX1330 M1 T33SCIN - SERVER FUJITSU PRIMERGY TX33 M SERVER FUJITSU PRIMERGY TX33 M FUJITSU TECHNOLOGY SOLUTIONS PRIMERGY TX33 M Cabinet Floorstand, chipset Intel C22, slots per RAM [DDR3 RAM ECC a 6 MHz (fino a 32

Dettagli

L HARDWARE parte 1 ICTECFOP@GMAIL.COM

L HARDWARE parte 1 ICTECFOP@GMAIL.COM L HARDWARE parte 1 COMPUTER E CORPO UMANO INPUT E OUTPUT, PERIFERICHE UNITA DI SISTEMA: ELENCO COMPONENTI COMPONENTI NEL DETTAGLIO: SCHEDA MADRE (SOCKET, SLOT) CPU MEMORIA RAM MEMORIE DI MASSA USB E FIREWIRE

Dettagli

Informatica di base: esame scritto del 2 febbraio 2004 Docente: Prof. Viviana Patti

Informatica di base: esame scritto del 2 febbraio 2004 Docente: Prof. Viviana Patti Informatica di base: esame scritto del 2 febbraio 2004 Docente: Prof. Viviana Patti 22 domande, 7 pagine Cognome e nome Matricola Turno di Laboratorio Domande con risposta multipla 1 Quanti byte occupa

Dettagli

POWEREDGE T20 E3-1225V3/4G(1X4)/1TB/290W/ 1YNBD

POWEREDGE T20 E3-1225V3/4G(1X4)/1TB/290W/ 1YNBD POWEREDGE T20 E3-1225V3/4G(1X4)/1TB/290W/ 1YNBD :20-3708 Dell T20, il server conpatto ad alte prestazoni. Produttività superiore Il server racchiude un'ampia capacità di storage interno e prestazioni elevate

Dettagli

L evoluzione delle CPU

L evoluzione delle CPU L evoluzione delle CPU La storia del computer è legata alla storia di Intel, che con la sua linea di processori economicamente accessibili ha permesso lo sviluppo e l ampia diffusione dei PC. Altri produttori,

Dettagli

Lezione 5 Architettura degli elaboratori. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it

Lezione 5 Architettura degli elaboratori. Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Lezione5 Architetturadeglielaboratori MauroPiccolo piccolo@di.unito.it Esecutore Unelaboratoreelettronico`eunaesecutore generalpurpose (ossia confinalitagenericheenonpredeterminate). Lecomponentiprincipali,cheanalizzeremonelseguito,sono:

Dettagli

IL BIOS (Basic Input Output System)

IL BIOS (Basic Input Output System) IL BIOS (Basic Input Output System) Il BIOS (Basic Input Output System) è un insieme di routine software (programmi di controllo scritti in assembly), generalmente scritti su memorie Rom (read only memory),

Dettagli

REGOLAMENTO ASTA ON LINE PRATICA N 46/2014 (ASTA ON-LINE) ACQUISTO DI 30 PC

REGOLAMENTO ASTA ON LINE PRATICA N 46/2014 (ASTA ON-LINE) ACQUISTO DI 30 PC REGOLAMENTO ASTA ON LINE PRATICA N 46/2014 (ASTA ON-LINE) Data di pubblicazione dell asta: 19/03/2014 Inizio asta: 26/03/2014 ore 11.30 Chiusura asta: 26/03/2014 ore 12.00 ACQUISTO DI 30 PC Oggetto della

Dettagli

Informatica di Base - 6 c.f.u.

Informatica di Base - 6 c.f.u. Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Informatica di Base - 6 c.f.u. Anno Accademico 2007/2008 Docente: ing. Salvatore Sorce Architettura dei calcolatori I parte Introduzione,

Dettagli

Le Memorie. Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16

Le Memorie. Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16 Le Memorie Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16 Memorie Memoria Principale (centrale) Si accede direttamente dalla CPU non permanente Memoria Secondaria (di massa) Si accede tramite il sottosistema di input/output

Dettagli

Legge di Moore (dal 1965 ) 1

Legge di Moore (dal 1965 ) 1 Testo di riferimento: appunti Le memorie dinamiche 01.c Classificazione Organizzazione Legge di Moore (dal 1965 ) 1 x2 ogni 18 mesi Scala logaritmica x1000 ogni 15 anni Legge di Moore per la cella DRAM?

Dettagli

Fondamenti di informatica: un po di storia

Fondamenti di informatica: un po di storia Fondamenti di informatica: un po di storia L idea di utilizzare dispositivi meccanici per effettuare in modo automatico calcoli risale al 600 (Pascal, Leibniz) Nell ottocento vengono realizzati i primi

Dettagli

Database MySQL: 10 trucchi per migliorarne le performance

Database MySQL: 10 trucchi per migliorarne le performance Database MySQL: 10 trucchi per migliorarne le performance Scopriamo i segreti che molti amministratori professionisti di database usano per migliorare le performance Contenuti a cura di HostingTalk #e-commerce

Dettagli

ACQUISTARE LA WORKSTATION PERFETTA

ACQUISTARE LA WORKSTATION PERFETTA ACQUISTARE LA WORKSTATION PERFETTA UNA GUIDA ALL ACQUISTO PER OTTENERE IL MASSIME PRESTAZIONE E AFFIDABILITÀ CON IL CAD/CAM SOMMARIO Considerazioni sulle prestazioni... 2 1. CPU... 3 2. GPU... 3 3. RAM...

Dettagli

Concetti fondamentali della Tecnologia Dell informazione Parte prima

Concetti fondamentali della Tecnologia Dell informazione Parte prima Concetti fondamentali della Tecnologia Dell informazione Parte prima 1 Concetti di base della tecnologia dell Informazione Nel corso degli ultimi anni la diffusione dell Information and Communication Technology

Dettagli

Cosa c è dentro un computer?

Cosa c è dentro un computer? Lez. 13 Cosa c è dentro un computer? Apriamo la scatola magica 13/11/09 Dentro il computer La scheda madre È la base di tutta la componentistica Si fissa sul case del pc, un po come la pasta per la pizza

Dettagli

Introduzione all uso del Personal Computer

Introduzione all uso del Personal Computer Introduzione all uso del Personal Computer Cenni di storia dei calcolatori Il Personal Computer: Processo di avvio del computer Sistemi Operativi Il computer, invece, è composto da piccoli rettangoli

Dettagli

Il sistema di elaborazione

Il sistema di elaborazione Il sistema di elaborazione Stefano Brocchi stefano.brocchi@unifi.it Stefano Brocchi Il sistema di elaborazione 1 / 37 Informatica Il termine informatica deriva dalle parole informazione e automatica Stefano

Dettagli

Il Processore: i registri

Il Processore: i registri Il Processore: i registri Il processore contiene al suo interno un certo numero di registri (unità di memoria estremamente veloci) Le dimensioni di un registro sono di pochi byte (4, 8) I registri contengono

Dettagli

Microprocessori, Microcontrollori e DSP (Digital Signal Processors)

Microprocessori, Microcontrollori e DSP (Digital Signal Processors) Microprocessori, Microcontrollori e DSP (Digital Signal Processors) Il microprocessore è un dispositivo integrato digitale che può essere programmato con una serie di istruzioni per effettuare una specifica

Dettagli

Memoria Secondaria o di Massa

Memoria Secondaria o di Massa .. Pacman ha una velocità che dipende dal processore...quindi cambiando computer va più velocemente..sarà poi vero? Memoria Secondaria o di Massa dischi fissi (hard disk), floppy disk, nastri magnetici,

Dettagli

Risoluzione ideale dei monitor a cristalli liquidi

Risoluzione ideale dei monitor a cristalli liquidi A cura di Gianluca Marcoccia Per i vostri quesiti tecnici scrivete a: pcposta@mondadori.it SI PRECISA CHE A QUESTO INDIRIZZO VANNO IN- DIRIZZATI ESCLUSIVAMENTE QUESITI TECNICI RELATIVI A PROBLEMI HARDWARE

Dettagli

Esempio di Motherboard (Scheda Madre)

Esempio di Motherboard (Scheda Madre) 1:ISA slot 2:PCI slot 3:AGP slot 4:ATX power connector 5:Chipset 6:CPU socket 7:RAM slot 8:IDE connector 9:Floppy disk connector 10:Batteria 11:BIOS chip Esempio di Motherboard (Scheda Madre) La memoria

Dettagli

Modulo 1 Le memorie. Si possono raggruppare i sistemi di elaborazione nelle seguenti categorie in base alle possibilità di utilizzazione:

Modulo 1 Le memorie. Si possono raggruppare i sistemi di elaborazione nelle seguenti categorie in base alle possibilità di utilizzazione: Modulo 1 Le memorie Le Memorie 4 ETA Capitolo 1 Struttura di un elaboratore Un elaboratore elettronico è un sistema capace di elaborare dei dati in ingresso seguendo opportune istruzioni e li elabora fornendo

Dettagli

PRINCIPALI CARATERISTICHE

PRINCIPALI CARATERISTICHE Scegliere e acquistare le schede madri (o motherboard) più adatte al vostro PC è un'azione decisiva per far sì che tutto il vostro sistema sia perfettamente rispondente alle vostre esigenze. Prima di effettuare

Dettagli

Light controller PRO Manuale utente Cod. 112955/112956

Light controller PRO Manuale utente Cod. 112955/112956 Centralina di controllo di luci programmabile per applicazioni RC! 2. Introduzione Light controller è una scheda elettronica per sistemi RC programmabile che controlla fino a sei canali indipendenti ed

Dettagli

Test della Configurazione ASIO Multimedia

Test della Configurazione ASIO Multimedia Test della Configurazione ASIO Multimedia - 1 - Manuale operativo a cura di Ernst Nathorst-Böös, Ludvig Carlson, Anders Nordmark, Roger Wiklander Controllo qualità: Cristina Bachmann, Heike Horntrich,

Dettagli

Calcolo numerico e programmazione Architettura dei calcolatori

Calcolo numerico e programmazione Architettura dei calcolatori Calcolo numerico e programmazione Architettura dei calcolatori Tullio Facchinetti 30 marzo 2012 08:57 http://robot.unipv.it/toolleeo Il calcolatore tre funzionalità essenziali:

Dettagli

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale MODULO 1 1.1 Il personal computer ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale 1.1 Il personal computer Il PC Hardware e software Classificazioni del software Relazione tra

Dettagli

Memory TREE. Luigi Zeni DII-SUN Fondamenti di Elettronica Digitale

Memory TREE. Luigi Zeni DII-SUN Fondamenti di Elettronica Digitale Memory TREE Mercato delle memorie non-volatili Organizzazione della memoria Row Address 1 2 M Row D e c o d e r M 2 rows 1 Bitline One Storage Cell Cell Array Wordline Row Decoder 2 M 1 2 N Sense Amplifiers

Dettagli

Note di rilascio Controllo di accesso e software di gestione di sicurezza

Note di rilascio Controllo di accesso e software di gestione di sicurezza Controllo di accesso e software di gestione di sicurezza DN1984-1111 / Versione 5.01 Copyright 2011 Tyco International srl e le relative rispettive aziende dei. Tutti i diritti riservati. Tutte le specifiche

Dettagli

1.4a: Hardware (Processore)

1.4a: Hardware (Processore) 1.4a: Hardware (Processore) 2 23 nov 2011 Bibliografia Curtin, Foley, Sen, Morin Informatica di base, Mc Graw Hill Ediz. Fino alla III : cap. 3.8, 3.9 IV ediz.: cap. 2.6, 2.7 Questi lucidi 23 nov 2011

Dettagli

Appendice A SPECIFICHE TECNICHE APPENDICE A SPECIFICHE TECNICHE A-1

Appendice A SPECIFICHE TECNICHE APPENDICE A SPECIFICHE TECNICHE A-1 APPENDICE A SPECIFICHE TECNICHE A-1 MANUALE UTENTE Processore e Core Logic Processore Intel Penium 4 @ 1.7~2.4GHz Intel Net-Burst Architecture Units 478-in FCPGA package L2 Cache 256KB (Williamate, 0.18um)

Dettagli

appendice A specifiche tecniche SPECIFICHE TECNICHE

appendice A specifiche tecniche SPECIFICHE TECNICHE A P P E N D I C E A SPECIFICHE TECNICHE A - 1 Processore Core Logic Processore e Core Logic Intel P4 (Prescott) 2.8 ~ 3.6 GHz, FC-mPGA4 Type, 1 MB L2, con tecnologia Hyper Threading Mobile Intel P4 (Prescott)

Dettagli

Il tuo stile, ovunque. Massima praticit e confort in formato HD Design elegante ed originale

Il tuo stile, ovunque. Massima praticit e confort in formato HD Design elegante ed originale ASUS Eee PC Seashell 1201K Il tuo stile, ovunque. Massima praticit e confort in formato HD Design elegante ed originale Apparentemente creato dalla natura stessa, Eee PC Seashell trae la sua ispirazione

Dettagli

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID 1. Guida all installazione degli Hard Disk SATA... 2 1.1 Installazione di Hard disk Serial ATA (SATA)... 2 2. Guida alla configurazione

Dettagli

Calcolatore: Elaborare: Input: Output: John von Neumann: Device: Embedded: Sistemi programmabili:

Calcolatore: Elaborare: Input: Output: John von Neumann: Device: Embedded: Sistemi programmabili: Autore: Maria Chiara Cavaliere Informatica di base Lezione 1 del 21/3/2016 Il corso di Informatica di base si baserà sulla spiegazione di tre moduli: -Architettura Hardware; -Sistema operativo; Parte teorica

Dettagli

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID 1. Guida all installazione degli Hard Disk SATA... 2 1.1 Installazione di Hard disk Serial ATA (SATA)... 2 1.2 Creare un dischetto

Dettagli

La memoria centrale (RAM)

La memoria centrale (RAM) La memoria centrale (RAM) Mantiene al proprio interno i dati e le istruzioni dei programmi in esecuzione Memoria ad accesso casuale Tecnologia elettronica: Veloce ma volatile e costosa Due eccezioni R.O.M.

Dettagli

OpenSim BasilicataLive

OpenSim BasilicataLive OpenSim BasilicataLive Specifiche tecniche e funzionalità Versione 1.2 Sommario 1. Open Sim: requisiti hardware/software lato client... 3 3. BasilicataLive: caratteristiche funzionali... 4 4. Problemi

Dettagli

Zoccolo (slot o socket) per il processore. Slot per le memorie RAM. Slot per le schede di espansione con bus ISA (superato),

Zoccolo (slot o socket) per il processore. Slot per le memorie RAM. Slot per le schede di espansione con bus ISA (superato), DENTRO IL COMPUTER Nei lucidi che seguono esamineremo i principali componenti di un PC. La maggior parte dei PC ha una struttura modulare: sono permesse numerose configurazioni utilizzando componenti di

Dettagli

Architettura dei computer

Architettura dei computer Architettura dei computer In un computer possiamo distinguere quattro unità funzionali: il processore (CPU) la memoria principale (RAM) la memoria secondaria i dispositivi di input/output Il processore

Dettagli

Introduzione. Il principio di localizzazione... 2 Organizzazioni delle memorie cache... 4 Gestione delle scritture in una cache...

Introduzione. Il principio di localizzazione... 2 Organizzazioni delle memorie cache... 4 Gestione delle scritture in una cache... Appunti di Calcolatori Elettronici Concetti generali sulla memoria cache Introduzione... 1 Il principio di localizzazione... 2 Organizzazioni delle memorie cache... 4 Gestione delle scritture in una cache...

Dettagli