RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE ILLUSTRATIVA"

Transcript

1 PROGRAMMA INNOVATIVO IN AMBITO URBANO CONTRATTI DI QUARTIERE II (INTERVENTO ERP) RELAZIONE ILLUSTRATIVA PREMESSA La Regione Puglia con Deliberazione di G.R. n 99/00 ha localizzato nel Comune di Maglie il finanziamento di.95.8,0 ex Legge /00, per la Demolizione e Ricostruzione degli Edifici in Maglie alla via Bottazzi, via C. Palma, via Pisino, via A. De Ferraris. Tutti inseriti nel Contratto di QUARTIERE II di Alloggi E.R.P. da parte degli I.A.C.P. di Lecce. Il Commissario dello I.A.C.P. di Lecce, con Delibera n dell /0/006 e n 6 del 07/0.006, ha dato incarico ai sottoscritti Arch. Raffaele GUIDO e Ing. Paolo MELE per la redazione del Progetto Definitivo ed Esecutivo all intervento di E.R.P. previsto nel Programma Innovativo Urbano sopra indicato. Il Progetto Definitivo è stato trasmesso all IACP di Lecce in data Con nota del prot. n 00 il Dirigente del Settore Tecnico di Maglie, ha chiesto la consegna del Progetto Esecutivo. Successivamente si sono svolti vari incontri per definire in coerenza con il prezziario regionale delle opere pubbliche, in merito agli aumenti dei costi di costruzione, rideterminando in parte il programma costruttivo, rimodulando la superficie utile degli alloggi ed il numero degli stessi, passando da 6+6 = a 6+6 = + (edifici B (6+) e B). Gli interventi pubblici previsti nel Contratto di Quartiere si riferiscono essenzialmente a: E.R.P. : Demolizioni, ricostruzioni e ristrutturazione di Edilizia residenziale pubblicasperimentale; U.P.: Opere di Urbanizzazione Primaria; U.S.: Opere di Urbanizzazione Secondaria;

2 Gli interventi previsti nell ambito dell Edilizia Residenziale Pubblica sono i seguenti: ) Demolizione di edifici residenziali pubblici Per quanto riguarda la demolizione di edifici residenziali pubblici, si tratta del polo residenziale di E.R.P., in cui si prevede la demolizione di n corpi di fabbrica di edilizia residenziale pubblica, per complessivi 8 alloggi (n nuclei familiari, per una superficie di.69,70 mq. e di un volume pari a.86,66 mc., tutta la proprietà è dell Istituto Autonomo Case Popolari della Provincia di Lecce.

3 I fabbricati soggetti a demolizione sono denominati A, B, C, D, E, F, G, H, I, L, M, N e O per complessivi 8 alloggi (n nuclei familiari) per una superficie di.6,70 mq. e di un volume pari a.86,66 mc. come si evince dalla tabella successiva. La proprietà di questi edifici è dello Istituto Case Popolari della Provincia di Lecce. TABELLA A ELENCO DEGLI EDIFICI DA DEMOLIRE EDIFICI da Numero Numero Piani DEMOLIRE Appartamenti Fuori Terra Superficie mq. Volume mc. Edificio A 6,68 565,88 Edificio B,7 78,0 Edificio C,66 9, Edificio D 6 65,56 858,9 Edificio E 6 65,56 858,9 Edificio F 6 59,6 57, Edificio G 9,6 669,76 Edificio H 9,6 669,76 Edificio I 9,6 669,76 Edificio L 9,6 669,76 Edificio M 8,56 8,96 Edificio N 50, 05,68 Edificio O 6 0,68 06,8 TOTALI 8 6,70 86,66 Realizzazione degli edifici residenziali pubblici Il programma oltre alla demolizione degli edifici di cui alla Tab. A, prevede la nuova realizzazione di due edifici residenziali pubblici per complessivi alloggi (6 + 6) +, costituito da quattro Piani Fori Terra, per una superficie complessiva, per le Tipologie b di mq..,00 e mq..00,00 per le b, mentre la cubatura massima prevista è rispettivamente di mc..900,00 per la b, mentre per la b, la cubatura prevista è pari a mc..96,00.

4 La sperimentazione è prevista nei due fabbricati di nuova costruzione, con la realizzazione di impianti fotovoltaici da installare sulle terrazze di copertura, per la produzione di Energia Elettrica. Il programma indicato prevede il seguente Piano Finanziario Tabella B. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO COSTRUTTIVO Dal protocollo d intesa stipulato tra il Comune di Maglie e l Istituto Autonomo Case Popolari della Provincia di Lecce relativo al Programma Innovativo in ambito Urbano, denominato Contratto di QUARTIERE II in data 9 marzo 00, si evince che l intervento a cura dell IACP consiste nella demolizione degli edifici esistenti (pari a mc..86,66 come si evince dalla Tabella A.) e nella nuova costruzione (sulle aree risultanti delle demolizioni degli edifici preesistenti in via Pisino) di due nuovi corpi di fabbrica, costituiti da complessivi n + alloggi. Il progetto è stato redatto in base alla normativa tecnica riguardante l edilizia pubblica e della normativa speciale stabilita dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con il Disciplinare tecnico allegato, che prevalgono sulle norme dei Regolamenti Edilizi Comunali. L altezza utile degli alloggi è di mt.,70 e la superficie utile prevalente degli alloggi è compresa tra 8,00 e 8,65 mq. Caratteristiche dell area L area oggetto dell intervento, di proprietà comunale, consiste in due lotti individuati e perimetrati nel Piano di Zona Quartiere La Madonnina Tav. 08 in cui sono stati previsti gli edifici b. e b. entrambi prospicienti via Pisino. Verifica dei parametri urbanistici Nella Tav. 08 del Capitolato di Quartiere, sono stati riportati i seguenti dati dimensionali relativi ai due lotti di intervento b. e b. :

5 DATI DIMENSIONALI Superficie mq. Altezza mt. Volume mc NUOVI INSEDIAMENTI b. Edificio residenziale E.R.P (p.int. + piani f.t.).00,00.900,00 (mq 5 Sup.cop.) (mt.,00 per piano) (mc.975 per piano) b. Edificio residenziale E.R.P.,00.96,00 (mq.58 Sup.cop.) (mt.,00 per piano) (mc.07 per piano) (p.int. + piani f.t.) Come è verificabile dagli elaborati di progetto, i dati dimensionali, relativi ai due lotti b. e b., sono i seguenti: NUOVI INSEDIAMENTI Superficie mq. DATI DIMENSIONALI Altezza mt. Volume mc b. Edificio residenziale E.R.P 77,6<.00 (mq.96,5<mq.5) (p.int. + piani f.t.),00.8,78<.900,00 (mt.,00 per piano) (mc.589,5<mc.975) b. Edificio residenziale E.R.P.,68<. (mq.0,67<mq.58 ) (p.int. + piani f.t.),00.78,0<.96,00 (mt.,00 per piano) (mc.9,0<mc.07) Caratteristiche degli edifici L edificio b., situato tra via Pisino e via Palma è costituito da un solo blocco scala, due alloggi per piano, quattro piani fuori terra, per complessivi 8 alloggi avente i seguenti EDIFICIO b. dati dimensionali: PIANO SCALA TERRA C PRIMO C SECONDO C TERZO C TOTALE INTERRATO E VANO SCALA TOTALE COMPLESSIVO ALLOGGI 8 NUMERO NUMERO VANI SERVIZI 8 6 S.U.A. mq. S.N.R. 76,95 8,65 8,65 8,65 8,65 8,65 58,0 58,0 606, 6,6 6,6 0,7 0,7 0,7 0,7 7,7 (*) 7,7 (*) 70, (*) C 8, , 5,9 (*) eventuale realizzazione piano con ribasso d asta e /o con offerta migliorativa in sede di gara d appalto L edificio b., situato in via Pisino, è costituito da due blocchi scala, con due alloggi per piano, quattro piani fuori terra, per complessivi n 6 alloggi, avente i seguenti dati dimensionali: 5

6 PIANO SCALA A TERRA B A EDIFICIO b. PRIMO B A SECONDO B A TERZO B TOTALE INTERRATO E VANO SCALA ALLOGGI NUMERO NUMERO VANI SERVIZI 6 50 S.U.A. mq. S.N.R. 6,7 5,96 5,96 8,0 68,80 5,96 5,96 5,87 68,80 5,96 5,96 5,87 68,80 5,96 5,96 5,87 97,98,7,7,7,00 6,06 6,6 6,6 6,89 6,06 6,6 6,6 6,89 6,06 6,6 6,6 6,89 9,8 AB TOTALE COMPLESSIVO 8, ,98 76, Dati dimensionali L intervento costruttivo, che prevede, come detto, la realizzazione di n alloggi di E.R.P., avrà le seguenti caratteristiche dimensionali: Superficie utile complessiva: mq..60,57 Superficie non residenziale complessiva: mq. 69, S.c. = S.u. + 60% S.n.r.: mq..0,09 Superficie coperta complessiva (mq. 96,5+0,67): mq. 507,8 Altezza: mt.,00 Volume complessivo: (mc..8,78+.78,0): mc ,8. Parcheggi privati posti auto I parcheggi privati sono stati dimensionati in base alla legge n / 89, sono previsti comuni ai piani interrati dei singoli edifici collegati alla viabilità esterna mediante uno spazio scoperto di manovra ed una rampa anch essa scoperta. Superamento ed eliminazione delle barriere architettoniche In base a quanto previsto dal D.M. LL.PP. giugno 989 n 6 (art. comma.) l intervento di edilizia residenziale sovvenzionata prevede la realizzazione al piano terra 6

7 dell edificio b. (scala C app.to ) ed al piano terra dell edificio b. (scala B app.to ) di due alloggi accessibili ai fini del superamento ed eliminazione delle barriere architettoniche. E stato inoltre garantito il requisito dell accessibilità e visitabilità (edifici con oltre tre piani fuori terra) nonché dell adattabilità, mediante previsione di spazi esterni e parti comuni agevoli e di sufficienti dimensioni, come pure mediante l installazione di idonei ascensori che per dimensioni e caratteristiche rispondono ai requisiti suddetti. Caratteristiche costruttive Entrambi gli edifici b. e b. avranno le seguenti caratteristiche costruttive: Fondazioni, pilastri e travi in cemento armato; Solai laterocementizi dello spessore di cm. 0+5; Murature di tamponamento dello spessore complessivo di cm. 5 ed interposto materiale coibente, con blocchi di laterizio dello spessore di cm.5+0 pannello polistirene (a cappotto); Tramezzi in fette di tufo dello spessore di cm.0; Intonaco interno civile a tre strati ed esterno tipo cappotto (sperimentale); Pittura interna agli alloggi con prodotti ecologici traspiranti; Pavimenti interni in ceramica monocottura cm. 0x0; Rivestimento delle pareti dei servizi igienici in ceramica cm.0x0 per un altezza di mt.,0; Battiscopa in ceramica; Infissi interni in legno tamburato o medio density; Infissi esterni in monoblocco di alluminio colorato a taglio termico provvisti di avvolgibili in PVC (sperimentazione); Apparecchi igienicosanitario in porcellana. I pavimenti del piano terra ed i solai terminali, saranno coibentati con massetto cellulare dello spessore di cm. 0, mentre i solai intermedi con medesimo massetto ma dello spessore di cm. 5. Tutte le strutture in c.a. sono state calcolate secondo le norme antisismiche previste dalle norme vigenti. Impianti tecnologici I fabbricati avranno la seguente dotazione impiantistica: 7

8 Impianto di riscaldamento autonomo a pavimento per ogni alloggio con potenzialità della caldaia murale inferiore a Kcal, alimentata con gas metano servito dalla rete cittadina (sperimentazione); Impianto di ascensore del tipo idraulico per disabili, a servizio di tutti i piani abitabili e del piano interrato; Impianto di autoclave per ogni fabbricato ubicato in un apposito vano tecnico al piano interrato; Impianto elettrico degli alloggi e delle parti comuni realizzato secondo la vigente normativa ed alimentato parzialmente dall impianto fotovoltaico (sperimentazione); Impianto produzione acqua sanitaria con pannelli solari (sperimentazione). I due complessi edilizi saranno allacciati alle reti cittadine esistenti del gas metano, acquedotto, fognatura, elettrica e telefonica. Sperimentazione E prevista in entrambi i corpi di fabbrica dell intervento E.R.P., la realizzazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica da installarsi sulle terrazze di copertura degli edifici. ) Sono stati altresì previsti l impiego di materiali di bioedilizia ecocompatibili (quali intonaco esterno a cappotto con pannellatura in fibra di legno e manto impermeabile in copertura); ) Infissi esterni in alluminio a taglio termico monoblocco con caratteristiche basso emissive, vetrocamera, ecc.; ) Impianto fotovoltaico per produzione di energia elettrica; ) Impianto solare centralizzato per produzione di acqua sanitaria; 5) Impianto termico a pannelli radianti e calda ietta pressurizzata. Sostenibilità ambientale benessere dell abitare Nell impiego dei materiali è stato privilegiato l impiego di quelli non nocivi sia per gli operatori dei processi produttivi, sia per gli utenti finali. Infatti il calcestruzzo di cemento, il tufo, il laterizio, la lana di roccia, il cemento cellulare, la ceramica, ecc., sono tutti materiali privi di sostanze tossiche per l uomo, inoltre non comportano eccessivo dispendio energetico in fase di produzione, si producono a partire da materie 8

9 prime di derivazione naturale, comportano una ridotta e semplice manutenzione nel tempo ed al termine del ciclo della loro vita sono riciclabili al 00% senza pericolo per l uomo. Piano di qualità Al fine di migliorare la qualità media dell intervento, con conseguente maggiore curabilità dell opera e diminuzione dei costi di manutenzione, nel progetto sono stati adottati specifici materiali ed accorgimenti tecnologici che hanno comportato l incremento del costo di costruzione. N.B. per quanto riguarda la realizzazione dell edificio B, è stato messo in evidenza nelle tavole di progetto, nonché richiamato precedentemente nella pagina 5 della presente relazione, che lo stesso (piano composto da n alloggi) potrà essere eventualmente costruito con il ribasso d asta e/o con offerte migliorative in sede di gara d appalto. Nell elenco prezzi è stato operato un abbattimento dei costi nelle categorie di lavoro in percentuale (da a ), tenuto conto anche dell'incidenza quantitativa delle singole categorie dei lavori rispetto all'importo complessivo degli stessi. In particolare viene specificato che la demolizione dei tre fabbricati esistenti, propedeutico alla cantierabilità dell intervento in oggetto, sarà eseguita dall impresa privata partner del contratto di quartiere e che tale onere sarà previsto nella convenzione da stipulare tra la stessa impresa, il Comune di Maglie e l IACP. 9

10 Quantificazione delle risorse finanziarie Per quanto concerne la quantificazione delle risorse finanziarie, si riporta il seguente quadro economico: QUADRO TECNICO ECONOMICO A LAVORI A Lavori costruzioni alloggi.56.89,0 A Sperimentazione 85.69, Importo totale lavori soggetti a ribasso.0.980, A Oneri per la sicurezza Sommano 5.09, , , ,00 B SOMME A DISPOSIZIONE B IVA su A+A+B 08.5, B IVA su A 8.569, Importo totale IVA 57., B Spese tecniche generali su A+A.0,66 B Spese tecniche generali su A 7.8,5 Importo totale Spese tecniche gener. e sperim. B5 Imprevisti 9.5,9 SOMMANO B.,9., , ,5 IMPORTO INTERVENTO A+B FINANZIAMENTO E.R.P ,5 TOTALE FINANZIAMENTO.65.75,5 0

11 ALLEGATO DELL EDIFICIO DA DEMOLIRE PLANIMETRIA GENERALE E FOTO

12

13

14 Elenco degli elaborati Il presente progetto esecutivo si compone dei seguenti elaborati: Tav. N A. bb Relazione Tecnica Illustrativa Tav. N A.. b Stralcio p.di f. vigente, stralcio catastale, b stralcio aerofotogrametrico, stralcio contrato di quartiere, planimetria dell'intervento, verifica dati dimensionali Scala: Varie Tav. N A.. b Progetto: planimetria degli interventi con lo schema delle reti di Scala: :00 b distribuzione dei servizi Tav. N B. b Progetto Pianta piano interrato Tav. N B. b Progetto Pianta piano terra Tav. N B. b Progetto Piante piano Tav. N B. b bis Progetto Pianta piano Tav. N B. b Progetto Pianta piano copertura Tav. N B.5 b Progetto Prospetto anteriore Tav. N B.6 b Progetto Prospetto posteriore Tav. N B.7 b Progetto Prospetti lato nord e lato sud Tav. N B.8 b Progetto Sezione AA Tav. N B.9 b Progetto Sezione BB e CC Tav. N B.0 b Progetto Pianta piano interrato Tav. N B. b Progetto Pianta piano terra Tav. N B. b Progetto Piante piano Tav. N B. b Progetto Pianta piano Tav. N B. b Progetto Pianta piano copertura Tav. N B.5 b Progetto Prospetto anteriore Tav. N B.6 b Progetto Prospetto posteriore Tav. N B.7 b Progetto Prospetti lato nord e lato sud Tav. N B.8 b Progetto Sezione AA Tav. N B.9 b Progetto Sezioni BB e CC Tav. N b Tav. N b Tav. N b Tav. N b Tav. N b Tav. N b Tav. N Scala: Varie B. b Progetto Soluz.tecn. adottate al fine di garant. Accessibilità dell edificio (DPR /07/996 n.50) Particolare costruttivo bagni disabili Progetto Abaco degli infissi B. b Progetto Particolare costruttivo infissi esterni tagli termico Scala: : B. b Progetto Particolare costruttivo infissi esterni Scala: :0 B. b Progetto Particolare costruttivo infissi interni Scala: :0 B.5 b Progetto Particolari costruttivi Scala: Varie C.0 b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala C: Relazione sui materiali Relazione di calcolo B.0 b Scala: :0

15 Tav. N C.0 b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala C: fili fissi e fondazioni Tav. N C.0 b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala C: tabella pilastri Tav. N C.0 b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala C: carpenteria impalcato Tav. N C.05 b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala C: carpenteria,, impalcato Tav. N C.06 b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala C: carpenteria 5 impalcato Tav. N C.07 b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala A/B: Relazione sui materiali Relazione di calcolo Tav. N C.08 b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala A: fili fissi e fondazioni Tav. N C.09 b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala A: tabella pilastri Tav. N C.0 b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala A: carpenteria impalcato Tav. N C. b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala A: carpenteria,, impalcato Tav. N C. b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala A: carpenteria 5 impalcato Tav. N C. b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala B: fili fissi e fondazioni Tav. N C. b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala B: tabella pilastri Tav. N C.5 b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala B: carpenteria impalcato Tav. N C.6 b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala B: carpenteria,, impalcato Tav. N C.7 b Progetto Calcoli strutture in c.a. scala B: carpenteria 5 impalcato Tav. N C.8 bb Progetto Calcoli strutture in c.a.: carpenteria 6 impalcato Tav. N C.9 bb Progetto Calcoli strutture in c.a.: particolari costruttivi vano scala Tav. N C.0 bb Progetto Calcoli strutture in c.a.: particolari costruttivi armatura pareti ascensore Tav. N D.0 bb Progetto Impianto idricofognante: relazione tecnica Tav. N D.0 b Progetto Impianto idricofognante: piano boxauto, piano terra, piano Scala: :00,,, piano copertura Tav. N D.0 b Progetto Impianto idricofognante: piano boxauto, piano terra, piano Scala: :00,,, piano copertura Tav. N D.0 bb Progetto Impianto idricofognante: particolari costruttivi Tav. N E.0 bb Progetto Impianto elettrico: relazione tecnica Tav. N E.0 bb Progetto Impianto elettrico: piano boxauto Tav. N E.0 b Progetto Impianto elettrico: piano terra 5 Scala: Varie

16 Tav. N E.0 b Progetto Impianto elettrico: piano, Tav. N E.05 b Progetto Impianto elettrico: piano Tav. N E.06 b Progetto Impianto elettrico: piano copertura Tav. N E.07 b Progetto Impianto elettrico: messa a terra e quadri elettrici Scala: :00 Tav. N E.08 b Progetto Impianto elettrico: piano boxauto Tav. N E.09 b Progetto Impianto elettrico: piano terra Tav. N E.0 b Progetto Impianto elettrico: piano,, Tav. N E. b Progetto Impianto elettrico: piano copertura Tav. N E. b Progetto Impianto elettrico: messa a terra e quadri elettrici Scala: :00 Tav. N F.0 bb Progetto Impianto termico: relazione tecnica Tav. N F.0 b Progetto Impianto termico: piano terra, piano,,, piano copertura Scala: :00 Tav. N F.0 b Progetto Impianto termico: piano terra, piano,,, piano copertura Scala: :00 Tav. N F.0 bb Progetto Impianto termico: schema impianto termico appartamento tipo Scala: :00 particolare costruttivo pannelli radianti a pavimento Tav. N F.05 bb Progetto Impianto termico: schema impianto a metano Scala: :00 Tav. N G.0d b Progetto Impianto fotovoltaico: relazione tecnica b Tav. N G.0d b Progetto Impianto pannelli solari: relazione tecnica b bis Tav. N G.0 b Progetto Impianto fotovoltaico: particolare costruttivo schema impianto Scala: :00 Tav. N G.0 b bis Progetto Impianto pannelli solari: particolare costruttivo schema impianto Scala: :00 Tav. N G.0 b Progetto Impianto fotovoltaico: particolare costruttivo schema impianto Scala: :00 Tav. N G.0 b bis Progetto Impianto pannelli solari: particolare costruttivo schema Scala: :00 impianto Tav. N H.0 bb Progetto Computo metrico Tav. N H.0 bb Progetto elenco prezzi allegato analisi dei prezzi Tav. N H.0 bb Progetto capitolato speciale d appalto Tav. N H.0 bb Progetto schema di contratto d appalto Tav. N H.05 bb Progetto Elenco prezzi della sicurezza Tav. N H.06 bb Progetto Computo della sicurezza 6

17 All. N I.0 b Progetto Certificazione energetica: piano terra, piano,, All. N I.0 b Progetto Certificazione energetica: piano terra All. N I.0 b Progetto Certificazione energetica: piano,, All. N G bb Progetto Relazione tecnica geotecnica e relazione geologica Lecce, lì 0 ottobre 009 I PROGETTISTI Arch. Raffaele GUIDO Ing. Paolo MELE 7

RELAZIONE TECNICA GENERALE

RELAZIONE TECNICA GENERALE COMUNE DI GUAGNANO (LE) ADEGUAMENTO DI UN IMMOBILE DI VIA BIRAGO NELLA FRAZIONE DI VILLA BALDASSARRI PER LA REALIZZAZIONE DI UN CENTRO SOCIO- EDUCATIVO E RIABILITATIVO PER DIVERSAMENTE ABILI RELAZIONE

Dettagli

INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO DIREZIONE REGIONALE PER IL LAZIO Consulenza Tecnica per l Edilizia Regionale ROMA Via Giorgio Ghisi, 22 - interno 7 sc. L p.2

Dettagli

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la costruzione di un edificio residenziale, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, composto da n.. alloggi, da realizzare nella zona di, in via, denominata. Ditta: Soc...a r.l.,

Dettagli

DESCRIZIONE DEL SITO TIPO D INTERVENTO

DESCRIZIONE DEL SITO TIPO D INTERVENTO DESCRIZIONE DEL SITO TIPO D INTERVENTO Il complesso immobiliare, oggetto di richiesta di variante, è ubicato in Comune di CAVOUR, Via Gioberti - Piazza San Martino n 2, ed è costituito da un area si sui

Dettagli

ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA

ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA Ubicazione dell edificio: Anno di costruzione: Proprietà dell edificio: Destinazione d uso: Quartiere La Madonnina - via Pisino - 73024 MAGLIE (LECCE) Edificio via

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Oggetto: Progetto di demolizione e ricostruzione di immobile da adibire ad uffici comunali in via Solferino.

RELAZIONE TECNICA. Oggetto: Progetto di demolizione e ricostruzione di immobile da adibire ad uffici comunali in via Solferino. RELAZIONE TECNICA Oggetto: Progetto di demolizione e ricostruzione di immobile da adibire ad uffici comunali in via Solferino. PREMESSA L Amministrazione Comunale di Peschici, nell intento di procedere

Dettagli

REALIZZAZIONE NUOVO FABBRICATO BIFAMILIARE. ALLEGATO 1 Relazione tecnica

REALIZZAZIONE NUOVO FABBRICATO BIFAMILIARE. ALLEGATO 1 Relazione tecnica Cosio Valtellino, 05.06.2008 REALIZZAZIONE NUOVO FABBRICATO BIFAMILIARE ALLEGATO 1 Relazione tecnica COMMITTENTI: Sigg DEL NERO DAVIDE DEL NERO LAURA PROGETTO: geom. RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA *************

Dettagli

ELABORATI DEI PROGETTI DEFINITIVO ED ESECUTIVO

ELABORATI DEI PROGETTI DEFINITIVO ED ESECUTIVO PROGETTO DI NUOVA COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO PER COMPLESSIVI N. 10 ALLOGGI SITI IN SAN LAZZARO DI SAVENA VIA DEL SEMINARIO Lotto 1334/I ELABORATI DEI PROGETTI DEFINITIVO ED ESECUTIVO A PROGETTO ARCHITETTONICO

Dettagli

RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA STUDIO DI FATTIBILITA PER LA RISTRUTTURAZIONE E RIFUNZIONALIZZAZIONE DELLA SCUOLA MEDIA AZZARITA RELAZIONE TECNICO- ILLUSTRATIVA L immobile oggetto dello studio di fattibilità è ubicato in Via Barisano

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SUI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA CASA EX-NORBIATO PRESSO LA DISCARICA DI PONTE SAN NICOLO

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SUI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA CASA EX-NORBIATO PRESSO LA DISCARICA DI PONTE SAN NICOLO RELAZIONE ILLUSTRATIVA SUI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA CASA EX-NORBIATO PRESSO LA DISCARICA DI PONTE SAN NICOLO I lavori indicati in questa relazione riguardano la ristrutturazione di un fabbricato

Dettagli

PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO Ai sensi del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81 Titolo IV - Cantieri temporanei o mobili - Capo I - art.

PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO Ai sensi del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81 Titolo IV - Cantieri temporanei o mobili - Capo I - art. PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO Ai sensi del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81 Titolo IV - Cantieri temporanei o mobili - Capo I - art. 100 LAVORI DI RECUPERO ALLOGGI DI E.R.P. IN S.PANCRAZIO SAL. (BR)

Dettagli

ELENCO ELABORATI DI PROGETTO

ELENCO ELABORATI DI PROGETTO ELENCO ELABORATI DI PROGETTO Oggetto: Progetto Esecutivo opere di ristrutturazione e completamento dell'edificio residenziale A (Ex Iside), B (casa Bertolla) e parti comuni, ad uso di edilizia residenziale

Dettagli

CARTELLA 1 - RELAZIONI GENERALI CARTELLA 2 - CAPITOLATI SPECIALI D'APPALTO CARTELLA 3 - ELENCHI PREZZI UNITARI CARTELLA 4 - COMPUTI METRICI

CARTELLA 1 - RELAZIONI GENERALI CARTELLA 2 - CAPITOLATI SPECIALI D'APPALTO CARTELLA 3 - ELENCHI PREZZI UNITARI CARTELLA 4 - COMPUTI METRICI ELABORATO Titolo cala form. ome file progre fae CARTELLA 1 - RELAZIONI GENERALI RELAZIONI 001 0 0 X X E L 0 3 0 3 OPERE DI CARATTERE GENERALE A5 00XXEL0303.ZIP A+V DI GARA 002 0 0 X X R G 0 1 0 3 OPERE

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DELLA PROPOSTA DI PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI TRE EDIFICI SPERIMENTALI AD USO RESIDENZIALE A

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DELLA PROPOSTA DI PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI TRE EDIFICI SPERIMENTALI AD USO RESIDENZIALE A RELAZIONE ILLUSTRATIVA DELLA PROPOSTA DI PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI TRE EDIFICI SPERIMENTALI AD USO RESIDENZIALE A DIVERSA PRESTAZIONE ENERGETICA Dicembre 2007 1/4 PROPOSTA DI PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA Premessa Il presente Progetto ESECUTIVO, immediatamente cantierabile e redatto ai sensi del D.Lgs. 163/2006 e del D.P.R. n.207/2010, è stato redatto dall Ufficio Tecnico

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 3 REPARTO INFRASTRUTTURE Ufficio Lavori Sezione Gestione Alloggi RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE di BERGAMO Via PINETTI n. 23 Ex Caserma Zanchi ALLOGGIO EBG0012 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA

Dettagli

INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO DIREZIONE REGIONALE PER IL LAZIO Consulenza Tecnica per l Edilizia Regionale ROMA Viale Dei Quattro Venti 98 interno 18 piano

Dettagli

Studio Tecnico Barbero Associati

Studio Tecnico Barbero Associati Dott. Arch. Luigi Barbero Dott. Ing. Arch. Giuseppe Barbero Spett.le Comune di Valenza OGGETTO: Relazione tecnico-illustrativa dell area a Valenza, SUE C25 del PRGC. L area SUE C25, oggetto del presente

Dettagli

Progettare e costruire Housing Sociale ad alta efficienza energetica

Progettare e costruire Housing Sociale ad alta efficienza energetica Arch. Vincenzo Esposito - Direttore Generale Casa S.p.A. Progettare e costruire Housing Sociale ad alta efficienza energetica Roma 14 dicembre 2010 Consumi in generale 2 in dettaglio 3 4 5 6 E quindi necessario

Dettagli

Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita

Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita Progetto di un edificio da destinare ad officina di riparazione autovetture con annesso salone di esposizione e vendita Sessione anno 1990 Prima prova scritto-grafica A confine con una strada di un centro

Dettagli

LAVORI DI RECUPERO ALLOGGI E.R.P. SITI IN CISTERNINO (BR) LOTTI 4-5, VIA LIGURIA. Fondi F.S.C. 2007/2013-300.000,00

LAVORI DI RECUPERO ALLOGGI E.R.P. SITI IN CISTERNINO (BR) LOTTI 4-5, VIA LIGURIA. Fondi F.S.C. 2007/2013-300.000,00 PROGRAMMA INTEGRATO DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE (P.I.R.P) LAVORI DI RECUPERO ALLOGGI E.R.P. SITI IN CISTERNINO (BR) LOTTI 4-5, VIA LIGURIA Fondi F.S.C. 2007/2013-300.000,00 0 GENERALITA DATI E

Dettagli

COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro- Urbino RELAZIONE TECNICA E DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro- Urbino RELAZIONE TECNICA E DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro- Urbino RELAZIONE TECNICA E DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA RICHIEDENTE : FEF di Fulvio Urani & C. S.A.S. p.i. 02538370417 PROPRIETÀ : Farmacia F.lli ERCOLANI p.i. 01398040418

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE. Il Responsabile del Servizio con Determina n.188 del 31/12/2009 incaricava il sottoscritto ingegnere per :

RELAZIONE TECNICA GENERALE. Il Responsabile del Servizio con Determina n.188 del 31/12/2009 incaricava il sottoscritto ingegnere per : RELAZIONE TECNICA GENERALE PREMESSE Il Responsabile del Servizio con Determina n.188 del 31/12/2009 incaricava il sottoscritto ingegnere per : a) Redazione del progetto esecutivo ed il coordinamento della

Dettagli

Elenco degli elaborati

Elenco degli elaborati Ex Vasca Navale Ristrutturazione ed ampliamento Progetto definitivo Elenco degli elaborati DOCUMENTI GENERALI CSA Capitolato speciale d appalto CPA Capitolato tecnico prestazionale di appalto EP Elenco

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 32 DEL 31 MARZO 2015 O G G E T T O

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 32 DEL 31 MARZO 2015 O G G E T T O DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 32 DEL 31 MARZO 2015 O G G E T T O P.I.R.P. INTERVENTI DI EDILIZIA SPERIMENTALE SOVVENZIONATA APPROVAZIONE PROGETTO ESECUTIVO. L anno duemilaquindici il giorno trentuno

Dettagli

TRIBUNALE DI BERGAMO UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI RAPPORTO DI STIMA. N. Gen. Rep. 00053/2013. Promossa da: UNICREDIT S.p.a.

TRIBUNALE DI BERGAMO UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI RAPPORTO DI STIMA. N. Gen. Rep. 00053/2013. Promossa da: UNICREDIT S.p.a. TRIBUNALE DI BERGAMO UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI RAPPORTO DI STIMA N. Gen. Rep. 00053/2013 Giudice Dr. LAURA IRENE GIRALDI Promossa da: UNICREDIT S.p.a. Tecnico incaricato: Geom. GIORGIO MAJ iscritto

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI. della Provincia di Lecce. Ripristino ed adeguamento di n. 14 alloggi. di ERP in Poggiardo L. n.

ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI. della Provincia di Lecce. Ripristino ed adeguamento di n. 14 alloggi. di ERP in Poggiardo L. n. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI della Provincia di Lecce Ripristino ed adeguamento di n. 14 alloggi di ERP in Poggiardo L. n. 457/78 V biennio RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA PREMESSA Con deliberazione

Dettagli

REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO

REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO MODIFICA AL PROGRAMMA DI EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE AI SENSI ART. 51 L. 865/71 AREA EX-CASERMETTE APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 94 DEL 18/12/2009 RELAZIONE

Dettagli

La Rampa Progetto villa singola in classe A Noceto (Pr)

La Rampa Progetto villa singola in classe A Noceto (Pr) La Rampa Progetto villa singola in classe A Noceto (Pr) Albinia Tre srl via Roma 12/2 25049 ISEO (Bs) tel. 030-981959 - fax 030-9868498 www.pelli.it - www.larampa.net email: albiniatre@pelli.it Inserimento

Dettagli

sette delle più belle zone di espansione Comune di Parma, appartamenti belli e vivibili

sette delle più belle zone di espansione Comune di Parma, appartamenti belli e vivibili Gli appartamenti del progetto Parma Social House sono realizzati in sette delle più belle zone di espansione del Comune di Parma, disposte nella fascia sud della città, la più ricercata. Il filo conduttore

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE

RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE Committente: AUTOSTORE S.R.L. Via Fonderia n. 47/A Treviso Compilatore: Ing. Bonaldo Simone Via Riva IV Novembre n. 38 Cittadella (PD) Data

Dettagli

I N G E G N E R E Via Albere, 10 Tel. 045-8102891 37138 - Verona Fax 045-8198337 E-mail enrico.firpo@libero.it Cell. 335-5437806 PERIZIA DI STIMA

I N G E G N E R E Via Albere, 10 Tel. 045-8102891 37138 - Verona Fax 045-8198337 E-mail enrico.firpo@libero.it Cell. 335-5437806 PERIZIA DI STIMA Enrico Firpo I N G E G N E R E Via Albere, 10 Tel. 045-8102891 37138 - Verona Fax 045-8198337 E-mail enrico.firpo@libero.it Cell. 335-5437806 PERIZIA DI STIMA IMMOBILI IN PERIZIA: RESIDENZA TURISTICA ALBERGHIERA

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale ORIGINALE COMUNE DI MONTERIGGIONI PROVINCIA DI SIENA Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale DELIBERAZIONE N. 177 DEL 22/12/2015 OGGETTO: REALIZZAZIONE CENTRO CIVICO LOC. SAN MARTINO APPROVAZIONE

Dettagli

EDIFICIO C. Residenziale Baroni" 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana/Via Mar Caspio. Elaborato grafico

EDIFICIO C. Residenziale Baroni 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana/Via Mar Caspio. Elaborato grafico ABITCOOP - COOPERATIVA DI ABITAZIONE DELLA PROVINCIA DI MODENA - Società Cooperativa via Nonantolana, 520 41122 Modena tel. 059 381411 fax 059 331408 registro imprese di Mo, c.f. e p. iva 00671780369 albo

Dettagli

STUDIO DI FATTIBILITA

STUDIO DI FATTIBILITA COMUNE DI CASTELLANZA MANUTENZIONE STRAORDINARIA EDIFICI EDILIZA RESIDENZIALE PUBBLICA anno 2015 Redatto da: f.to Geom. Elisa Bissola Scheda 1 1) DENOMINAZIONE DELL OPERA CENTRO DI RESPONSABILITA Area

Dettagli

Unione Europea R E P U B B L I C A I T A L I A N A

Unione Europea R E P U B B L I C A I T A L I A N A D.A. n. 682 Unione Europea R E P U B B L I C A I T A L I A N A Regione Siciliana Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità Dipartimento Regionale delle Infrastrutture della Mobilità e

Dettagli

COMUNE DI GALATINA Provincia di Lecce DIREZIONE LAVORI PUBBLICI Tel. 0836/633250 Fax 0836/633270 * C.F. 80008170757 P.I.

COMUNE DI GALATINA Provincia di Lecce DIREZIONE LAVORI PUBBLICI Tel. 0836/633250 Fax 0836/633270 * C.F. 80008170757 P.I. RISTRUTTURAZIONE ED ADEGUAMENTO STRUTTURA DELL ASILO NIDO COMUNALE DI VIA PAVIA PER CASERMA DEI CARABINIERI S T U D I O D I F A T T I B I L I T A (art. 128 comma 6 d.l.g.s 163/2006) SVILUPPO DEGLI STUDI

Dettagli

Documento programmatico per la progettazione di tre aree funzionali nel capoluogo

Documento programmatico per la progettazione di tre aree funzionali nel capoluogo Documento programmatico per la progettazione di tre aree funzionali nel capoluogo Le opere oggetto del presente incarico saranno realizzate in tre distinti interventi funzionali nel capoluogo con la possibilità

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 3 REPARTO INFRASTRUTTURE Ufficio Lavori Sezione Gestione Alloggi RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI BRESCIA VIA CUCCA, 16 PALAZINA DEMANIALE ALLOGGIO EBS0034 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI BOLOGNA ESECUZIONI IMMOBILIARI * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA

TRIBUNALE ORDINARIO DI BOLOGNA ESECUZIONI IMMOBILIARI * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA GEOMETRA MONTALTI GIANFRANCO Via Fioravanti n. 21 40129 BOLOGNA Tel. 051 364384 - Fax 051 364384 E-mail: gianfranco.montalti@collegiogeometri.bo.it TRIBUNALE ORDINARIO DI BOLOGNA ESECUZIONI IMMOBILIARI

Dettagli

Costruzioni sostenibili

Costruzioni sostenibili Ing. Dimitri Celli - Casa S.p.A. Costruzioni sostenibili Roma, 25 gennaio 2011 Consumi in generale 2 in dettaglio 3 4 5 6 E quindi necessario costruire/recuperare secondo canoni di efficienza energetica

Dettagli

COMUNE DI CASTEL ROZZONE (BG) PALESTRA COMUNALE DI VIA TASSO. LAVORI DI RIFACIMENTO COPERTURA CONTENENTE AMIANTO RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI CASTEL ROZZONE (BG) PALESTRA COMUNALE DI VIA TASSO. LAVORI DI RIFACIMENTO COPERTURA CONTENENTE AMIANTO RELAZIONE TECNICA architetto Bruno Nessi COMUNE DI CASTEL ROZZONE (BG) PALESTRA COMUNALE DI VIA TASSO. LAVORI DI RIFACIMENTO COPERTURA CONTENENTE AMIANTO RELAZIONE TECNICA La palestra oggetto di intervento è stata realizzata

Dettagli

Archivio: E:\FILIPPI\PROGETTI & CANTIERI\INTERVENTI IN CORSO\RECUPERO ALLOGGI\MASSA\VA PALLAVICINI 2\RELAZIONE.doc

Archivio: E:\FILIPPI\PROGETTI & CANTIERI\INTERVENTI IN CORSO\RECUPERO ALLOGGI\MASSA\VA PALLAVICINI 2\RELAZIONE.doc EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA MASSA CARRARA S.p.A. Via Roma 30-54033 CARRARA - Tel. 0187 42742 - Fax 0585 75567 - Casella postale 182 www.erp.ms.it - C. F. e P. Iva 01095200455 - Iscrizione C.C.I.A.A.

Dettagli

Residenziale Baroni" EDIFICIO B 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana. Elaborato grafico

Residenziale Baroni EDIFICIO B 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana. Elaborato grafico ABITCOOP - COOPERATIVA DI ABITAZIONE DELLA PROVINCIA DI MODENA - Società Cooperativa via Nonantolana, 520 41122 Modena tel. 059 381411 fax 059 331408 registro imprese di Mo, c.f. e p. iva 00671780369 albo

Dettagli

Comune di Limbiate Provincia di Milano

Comune di Limbiate Provincia di Milano Comune di Limbiate Provincia di Milano Prot.n Limbiate 29 ottobre 2009 Oggetto: accordo quadro di sviluppo territoriale per la casa per la Provincia di Milano ristrutturazione immobile comunale di via

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN LOCALE DI BAR-RISTORO Via Monte Generoso n. 71 - VARESE PROGETTO DEFINITIVO

REALIZZAZIONE DI UN LOCALE DI BAR-RISTORO Via Monte Generoso n. 71 - VARESE PROGETTO DEFINITIVO UFFICIO SPECIALE PER L EDILIZIA COMUNE DI VARESE UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA VARESE COMO REALIZZAZIONE DI UN LOCALE DI BAR-RISTORO Via Monte Generoso n. 71 - VARESE PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE

Dettagli

COMUNE DI BUCCINO Provincia di Salerno

COMUNE DI BUCCINO Provincia di Salerno Pagina1 SCHEDA UNITA IMMOBILIARE Pianta stato di fatto Localizzazione Comune: BUCCINO c.a.p : 84021 Provincia: Salerno Zona: Centro storico denominazione stradale: Via S.Elia n civico: s.n.c. Superficie

Dettagli

RILIEVO DI MASSIMA DEGLI IMMOBILI

RILIEVO DI MASSIMA DEGLI IMMOBILI COMUNE DI CISLIANO Provincia di Milano OGGETTO: Ampliamento scuola primaria di Cisliano - CUP J81E15001290004 PROGETTO PRELIMINARE PER APPALTO INTEGRATO COMPLESSO ai sensi dell art. 53 comma 2 lett. C)

Dettagli

L'appartamento è collocato sul lato di Via Madonna delle Grazie, lontano dalla confusione della

L'appartamento è collocato sul lato di Via Madonna delle Grazie, lontano dalla confusione della Vendesi appartamento ad ingresso, autonomo primo piano più mansarda, in più cost b - primo piano mq 97,54 + balconi mq 21,12 - mansarda mq 77 + veranda mq 19,58 - box auto privato mq 22,94 in locale seminterrato.

Dettagli

COMUNE DI BUCCINO Provincia di Salerno

COMUNE DI BUCCINO Provincia di Salerno Pagina1 SCHEDA UNITA IMMOBILIARE Pianta stato di fatto Localizzazione Comune: BUCCINO c.a.p : 84021 Provincia: Salerno Zona: Centro storico denominazione stradale: Via Roma/Q. Di Vona n civico: s.n.c Superficie

Dettagli

4 ) D E S C R I Z I O N E D E L B E N E I M M O B I L I A R E

4 ) D E S C R I Z I O N E D E L B E N E I M M O B I L I A R E 4 ) D E S C R I Z I O N E D E L B E N E I M M O B I L I A R E Il complesso immobiliare oggetto di stima è ubicato in un comparto artigianale/industriale posto nella periferia sud/est dell abitato di Gossolengo

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA PREMESSA Lo scrivente Ufficio Lavori Pubblici è stato incaricato dall Amministrazione Comunale della progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva dei lavori di ristrutturazione

Dettagli

COMUNE DI POMARANCE Prov. di Pisa SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO. P.za S. Anna n 1 56045 - Pomarance (PI) - Tel.0588/ 62311 Fax 0588/64400

COMUNE DI POMARANCE Prov. di Pisa SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO. P.za S. Anna n 1 56045 - Pomarance (PI) - Tel.0588/ 62311 Fax 0588/64400 COMUNE DI POMARANCE Prov. di Pisa SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO P.za S. Anna n 1 56045 - Pomarance (PI) - Tel.0588/ 62311 Fax 0588/64400 RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA OGGETTO: Recupero e ristrutturazione

Dettagli

Esperienza imprenditoriale di edilizia residenziale ad alta prestazione energetica: Residenza Arcadia Alba (CN)

Esperienza imprenditoriale di edilizia residenziale ad alta prestazione energetica: Residenza Arcadia Alba (CN) Esperienza imprenditoriale di edilizia residenziale ad alta prestazione energetica: Residenza Arcadia Alba (CN) Residenza Arcadia Alba (CN) caratteristiche del fabbricato Edificio di 5-6 piani fuori terra

Dettagli

DOMANDA DI ADOZIONE E APPROVAZIONE P.U.A. Beni Stabili Spa Sede legale: Via Piemonte,38-00187 Roma tel. +39.06.36222.1-06.36222.745 www.benistabili.

DOMANDA DI ADOZIONE E APPROVAZIONE P.U.A. Beni Stabili Spa Sede legale: Via Piemonte,38-00187 Roma tel. +39.06.36222.1-06.36222.745 www.benistabili. COMMITTENTE: Beni Stabili Spa Sede legale: Via Piemonte,38-00187 Roma tel. +39.06.36222.1-06.36222.745 www.benistabili.it PROGETTO: ELABORAZIONE DOMANDA DI ADOZIONE E APPROVAZIONE P.U.A. 338 OGGETTO TITOLO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE

RELAZIONE TECNICA GENERALE PROGETTO ESECUTIVO PER LA REALIZZAZIONE DI 1.144 CASSETTONI LUNGO IL MURO DI CINTA AD OVEST DELLA ZONA DI AMPLIAMENTO DEL CIMITERO COMUNALE. RELAZIONE TECNICA GENERALE 1 - PREMESSE L Amministrazione Comunale

Dettagli

lo Statuto Speciale per la Regione Autonoma della Sardegna e le relative norme di attuazione;

lo Statuto Speciale per la Regione Autonoma della Sardegna e le relative norme di attuazione; DETERMINAZIONE N 917/56 DEL 09.01.2008 OGGETTO: Legge 05.08.1978, n. 457- articolo 4, lettera g) - Definizione dei massimali di costo per gli interventi di edilizia residenziale pubblica. Aggiornamento

Dettagli

UNA RESIDENZA COMODA E TRANQUILLA CON GIARDINO

UNA RESIDENZA COMODA E TRANQUILLA CON GIARDINO UNA RESIDENZA COMODA E TRANQUILLA CON GIARDINO Prime impressioni e sensazioni: Spazio, luminosità e gradevolezza dei materiali. Ubicazione: Indirizzo Località/Borgata/Zona Comune e Provincia Regione Destinazione

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Allegato A 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Trento, 97 UDINE (UD) 1 Allegato

Dettagli

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE A due passi dal centro storico, immobili in fase di realizzazione con finiture di pregio. Possibilità di scegliere materiali e disposizione interna. Pannelli

Dettagli

COMUNE DI: SCAFA RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI: SCAFA RELAZIONE TECNICA COMUNE DI: SCAFA PROVINCIA DI: PESCARA OGGETTO: Piano Scuole Abruzzo il Futuro in Sicurezza edificio scolastico c.so I Maggio Scuola Elementare. Intervento indicato al n.132 dell allegato al D.C.D. n.

Dettagli

VARIANTE DI MINIMA ENTITÀ ALLA STRUMENTAZIONE URBANISTICA VIGENTE PER L ELIMINAZIONE DI ALCUNI ERRORI MATERIALI NOVEMBRE 2013

VARIANTE DI MINIMA ENTITÀ ALLA STRUMENTAZIONE URBANISTICA VIGENTE PER L ELIMINAZIONE DI ALCUNI ERRORI MATERIALI NOVEMBRE 2013 COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA Provincia di Lucca VARIANTE DI MINIMA ENTITÀ ALLA STRUMENTAZIONE URBANISTICA VIGENTE PER L ELIMINAZIONE DI ALCUNI ERRORI MATERIALI NOVEMBRE 03 NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

Dettagli

DICHIARAZIONE E CALCOLO PER LA PREDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO COMMISURATO AL COSTO DI COSTRUZIONE RELATIVO A NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI (E SIMILI)

DICHIARAZIONE E CALCOLO PER LA PREDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO COMMISURATO AL COSTO DI COSTRUZIONE RELATIVO A NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI (E SIMILI) MODELLO A Stresa, lì. Prot. N.. Spett.le Sportello Unico Edilizia Privata Comune di Stresa OGGETTO: DICHIARAZIONE E CALCOLO PER LA PREDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO COMMISURATO AL COSTO DI COSTRUZIONE RELATIVO

Dettagli

DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE)

DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE) DIREZIONE DEL GENIO MILITARE PER LA MARINA LA SPEZIA RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI CHIAVARI (GE) Via Parma, 14 ALLOGGIO ASI MGE0071 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 2. UBICAZIONE

Dettagli

Al Responsabile dello Sportello Unico dell Edilizia del Comune di Alfonsine

Al Responsabile dello Sportello Unico dell Edilizia del Comune di Alfonsine Riservato al protocollo Al Responsabile dello Sportello Unico dell Edilizia del Comune di Alfonsine ALLEGATA ALLA : SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA (art. 20 e 21 L.R. 31/2002) RICHIESTA DEL CERTIFICATO DI CONFORMITA

Dettagli

La stima sintetica del valore di costo

La stima sintetica del valore di costo Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo La stima sintetica del valore di costo La stima sintetica del valore di costo La stima sintetica fornisce una previsione del

Dettagli

Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo

Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo 1. L area disciplinata dal presente Piano Particolareggiato è quella perimetrata nella cartografia del R.U. vigente nel Comune di Colle VE ed identificata

Dettagli

EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO. Capitolato delle opere

EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO. Capitolato delle opere EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO Capitolato delle opere Premessa Il complesso e costituito da tre edifici a destinazione residenziale, di 2 piani fuori terra e da un piano interrato adibito

Dettagli

FOGLIO PARTICELLA SUP. CATASTALE (mq) 18 410 3.080,00 18 434 45.083,00 18 436 21.370,00

FOGLIO PARTICELLA SUP. CATASTALE (mq) 18 410 3.080,00 18 434 45.083,00 18 436 21.370,00 AREA ASSOGGETTATA A PEC L area interessata dall intervento è posta nel Comune di Quattordio, in provincia di Alessandria, fuori dal centro storico principale. Attualmente la zona interessata dall intervento

Dettagli

STIMA DEI COSTI DI INTERVENTO

STIMA DEI COSTI DI INTERVENTO STIMA DEI COSTI DI INTERVENTO A) OPERE EDILI E STRUTTURALI DESCRIZIONE INTERVENTO COSTO PREVISTO ( ) A.1. Autorimessa interrata Demolizione basso fabbricato lato via Moretta e fabbricato d'angolo fra via

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fax 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Tullio, 24 - UDINE (UD) 1 Indice 1. OGGETTO

Dettagli

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE A due passi dal centro storico, immobili in fase di realizzazione con finiture di pregio. Possibilità di scegliere materiali e disposizione interna. Pannelli

Dettagli

STUDIO ANGELO E DAVIDE DE FRANCESCO

STUDIO ANGELO E DAVIDE DE FRANCESCO STUDIO ANGELO E DAVIDE DE FRANCESCO A R C H I T E T T I I N L O A N O Comune di Loano PROGETTO RELATIVO AD INTERVENTI DI DEMOLIZIONE, RICOSTRUZIONE E AMPLIAMENTO DEL COMPLESSO UBICATO IN VIA AURELIA A

Dettagli

RESIDENZA MARAINI. Edificazione n. 4 appartamenti. Lugano - Mapp.2437. Via Maraini Sommaruga

RESIDENZA MARAINI. Edificazione n. 4 appartamenti. Lugano - Mapp.2437. Via Maraini Sommaruga RESIDENZA MARAINI Edificazione n. 4 appartamenti Lugano - Mapp.2437 Via Maraini Sommaruga INQUADRAMENTO Residenza MARAINI a LUGANO LOCALIZZAZIONE SEDIME LUGANO Via Maraini Sommaruga Mapp. 2437 Residenza

Dettagli

SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. DI VIA MILANO n.227 (comparto ARE 6) che sottoscrivono la proposta di convenzione:

SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. DI VIA MILANO n.227 (comparto ARE 6) che sottoscrivono la proposta di convenzione: INDICE SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. PAG. 1 INTERVENTI PREVISTI PAG. 1 PROIEZIONE COSTI COMPLESSIVI AI FINI DELL ATTUAZIONE DEL P.I.I. A CURA DEL SOGGETTO ATTUATORE PAG. 2 QUANTIFICAZIONE DELLE CONVENIENZE

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE. Residenze in LAINATE via Rho. pag. 1

CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE. Residenze in LAINATE via Rho. pag. 1 CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE Residenze in LAINATE via Rho pag. 1 STRUTTURE - La struttura portante del fabbricato è costituita da un intelaiatura di travi e pilastri in cemento armato gettati

Dettagli

Provincia di Venezia Comune di Chioggia 545_Parcheggio Marco Polo Viale Marco Polo DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA

Provincia di Venezia Comune di Chioggia 545_Parcheggio Marco Polo Viale Marco Polo DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA Provincia di Venezia Comune di Chioggia 545_Parcheggio Marco Polo Viale Marco Polo DUE DILIGENCE SCHEDA DESCRITTIVA Anagrafica COMPLESSO Codice bene Denominazione bene Comune Provincia Indirizzo Quartiere

Dettagli

Bouganville. complesso residenziale. CastelMaggiore Via Angelelli

Bouganville. complesso residenziale. CastelMaggiore Via Angelelli Bouganville complesso residenziale CastelMaggiore Via Angelelli ABITARE IN UNA RESIDENZA AD ELEVATA TECNOLOGIA L area su cui sorge l intervento fa parte di un nuovo comparto denominato I GIARDINI DEL NAVILE

Dettagli

Su relazione del Dirigente del 7 Settore Dott. Ing. Giovanni SPAGNUOLO e proposta dell Assessore OO.PP. prof. Antonio PRENCIPE

Su relazione del Dirigente del 7 Settore Dott. Ing. Giovanni SPAGNUOLO e proposta dell Assessore OO.PP. prof. Antonio PRENCIPE OGGETTO: Progetto per la realizzazione di un nuovo locale da adibire ad aula e dell alloggio custode presso la scuola elementare IV Circolo Didattico Maria Teresa di Calcutta Approvazione progetto esecutivo

Dettagli

ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI

ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI ABACO TIPOLOGIA INTERVENTI EDILIZI L'eventuale presenza di vincoli normativi può comportare modifiche al titolo edilizio di base specificato nel seguente Abaco. Nel caso si rimanda alla specifica normativa

Dettagli

1992 DM 26/08/92 Norme di prevenzione incendi per l edilizia scolastica Legge 11/01/96 n. 23 Norme per l edilizia scolastica

1992 DM 26/08/92 Norme di prevenzione incendi per l edilizia scolastica Legge 11/01/96 n. 23 Norme per l edilizia scolastica 1. Premessa La presente relazione è parte integrante del progetto preliminare dei Lavori di adeguamento per la divisione del plesso scolastico di via Segni in due parti: scuola per l'infanzia al piano

Dettagli

RELAZIONE GENERALE. Premessa

RELAZIONE GENERALE. Premessa RELAZIONE GENERALE Premessa L Istituzione Scolastica Gennaro Pardo e per essa il Dirigente Scolastico nella qualità di Responsabile Unico del Procedimento, con Decreto di affidamento di incarico n. 1242/C5C

Dettagli

Rilevazioni consumi. L Agenda. SCHEDE DI RILEAVAZIONE Scheda Istituto Scheda aula Come articolare la scheda. Uno schema aperto SCUOLE

Rilevazioni consumi. L Agenda. SCHEDE DI RILEAVAZIONE Scheda Istituto Scheda aula Come articolare la scheda. Uno schema aperto SCUOLE L Agenda SCUOLE Rilevazioni SCHEDE DI RILEAVAZIONE Scheda Istituto Scheda aula Come articolare la scheda. Uno schema aperto Ing. Antonio Smaldore ACLI Anni Verdi Regionale schede rilevazioni P.I. Gino

Dettagli

COMUNE DI ASCOLI PICENO

COMUNE DI ASCOLI PICENO COMUNE DI ASCOLI PICENO SETTORE PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE URBANISTICA PROVINCIA DI ASCOLI PICENO COMUNE DI ASCOLI PICENO ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTUAZIONE DI UN INTERVENTO URBANISTICO DI RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

Lo stato attuale dei luoghi è illustrato nelle tavole dedicate e nella documentazione fotografica.

Lo stato attuale dei luoghi è illustrato nelle tavole dedicate e nella documentazione fotografica. RELAZIONE TECNICA Nel corso dei diversi sopralluoghi tecnici effettuati si sono riscontrate innumerevoli problematiche legate allo stato di conservazione degli edifici nel loro complesso e in particolar

Dettagli

dott. LUIGI A. CANALE I N G E G N E R E Schio (Vi) - via Veneto n. 2/c tel. 0445.500.148 fax 0445.577.628 canale@ordine.ingegneri.vi.

dott. LUIGI A. CANALE I N G E G N E R E Schio (Vi) - via Veneto n. 2/c tel. 0445.500.148 fax 0445.577.628 canale@ordine.ingegneri.vi. dott. LUIGI A. CANALE I N G E G N E R E Schio (Vi) - via Veneto n. 2/c tel. 0445.500.148 fax 0445.577.628 canale@ordine.ingegneri.vi.it Comune di xxx Provincia di xxx C O L L A U D O S T A T I C O SCUOLA

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ART. 1 GENERALITA Il comparto edificabile Cver01 può essere utilizzato in conformità a quando previsto nel R.U. nonché delle norme di cui agli articoli seguenti. ART. 2 NORME

Dettagli

Allegato D2) COMUNE DI CREMONA. SCHEDA TECNICA IMMOBILE A DESTINAZIONE RESIDENZIALE posto in Comune di Cremona via Agazzina n. 6

Allegato D2) COMUNE DI CREMONA. SCHEDA TECNICA IMMOBILE A DESTINAZIONE RESIDENZIALE posto in Comune di Cremona via Agazzina n. 6 COMUNE DI CREMONA SCHEDA TECNICA IMMOBILE A DESTINAZIONE RESIDENZIALE posto in Comune di Cremona via Agazzina n. 6 DESCRIZIONE DEL BENE Ubicazione L edificio oggetto di stima è posto nel Comune di Cremona,

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 3 REPARTO INFRASTRUTTURE Ufficio Lavori Sezione Gestione Alloggi RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA COMUNE DI PAVIA VIA RIVIERA 20 ALLOGGIO EPV0030 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 2. UBICAZIONE

Dettagli

MODELLO PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

MODELLO PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE CITTÀ DI FOLIGNO AREA GOVERNO DEL TERRITORIO E BENI CULTURALI Servizio Sportello Unico Edilizia Servizio Edilizia Via dei Molini, 20/a Corso Cavour, 89 MODELLO PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI MANZANO UFFICIO LAVORI PUBBLICI

REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI MANZANO UFFICIO LAVORI PUBBLICI REGIONE AUTONOMA FRIULI-VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI MANZANO UFFICIO LAVORI PUBBLICI PROGETTO O.P. N^ 7/011 OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA MARCIAPIEDI E SISTEMAZIONI VIARIE PROGETTO

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 ESTRATTO DEL CAPITOLATO LAVORI DEMOLIZIONI Demolizione edificio esistente SCAVI E RINTERRI Scavo di sbancamento

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA PREMESSA... 3 DESCRIZIONE DELLO STATO DI FATTO... 3 DESCRIZIONE DEL PROGETTO... 4 OPERE CIVILI... 6 NORME DI RIFERIMENTO... 8 NORME RELATIVE ALLA SICUREZZA ED ALLA PREVENZIONE INCENDI... 8 NORME RELATIVE

Dettagli

LAVORI DI RECUPERO EDILIZIO E ADEGUAMENTO NORMATIVO PIANO TERRA EDIFICIO VIA MURONI, 25 CIG 1338687F71 RELAZIONE TECNICA - PROGETTO ESECUTIVO

LAVORI DI RECUPERO EDILIZIO E ADEGUAMENTO NORMATIVO PIANO TERRA EDIFICIO VIA MURONI, 25 CIG 1338687F71 RELAZIONE TECNICA - PROGETTO ESECUTIVO LAVORI DI RECUPERO EDILIZIO E ADEGUAMENTO NORMATIVO PIANO TERRA EDIFICIO VIA MURONI, 25 CIG 1338687F71 RELAZIONE TECNICA - PROGETTO ESECUTIVO Premessa Il progetto è stato redatto seguendo le esigenze della

Dettagli

ELENCO ELABORATI PER GARA D APPALTO

ELENCO ELABORATI PER GARA D APPALTO 01 Maggio 23 Ottobre 20 Pagina 1 di 21 S O M M A R I O 0. IDENTIFICAZIONE DEGLI ELABORATI PROGETTUALI... 2 1. ELENCO ELABORATI... 3 1.1. ELABORATI DESCRITTIVI GENERALI... 3 1.2. OPERE EDILI... 4 1.2.1.

Dettagli

COMUNE DI SENIGALLIA

COMUNE DI SENIGALLIA COMUNE DI SENIGALLIA PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI EDIFICI RESIDENZIALI NEL COMPARTO 17R DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE SITO IN CESANO DI SENIGALLIA DITTA: EDRA IMMOBILIARE S.r.l. Via Cimabue, n 7 - SENIGALLIA

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Urbanistica Rigenerazione Urbana DIRETTORE CARLETTI arch. RUGGERO Numero di registro Data dell'atto 723 14/05/2015 Oggetto : Approvazione in linea tecnica

Dettagli

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA COMUNE DI MONTESE Provincia di Modena Via Panoramica, 60-41055 Montese Sportello Unico Tel. 059 971112 fax 059 971125 C.F. 00273460360 SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA Da presentare entro 15 giorni dalla Comunicazione

Dettagli

Attestato Certificazione Energetica (A.P.E.) - D.M. 26/6/09 e s.m.ii. CHECK LIST per gli edifici esistenti

Attestato Certificazione Energetica (A.P.E.) - D.M. 26/6/09 e s.m.ii. CHECK LIST per gli edifici esistenti 1 Attestato Certificazione Energetica (A.P.E.) - D.M. 26/6/09 e s.m.ii. CHECK LIST per gli edifici esistenti 1 - DATI GENERALI UBICAZIONE: ANNO DI COSTRUZIONE:... PROPRIETARI: RESIDENZA:.... C.F.:......DATI

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 ESTRATTO DEL CAPITOLATO LAVORI SCAVI E RINTERRI Scavo di sbancamento a sezione aperta per alloggio strutture di

Dettagli