Convenzione interbancaria per i problemi dell automazione Comitato interministeriale per la programmazione economica Currency information system CLUP

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Convenzione interbancaria per i problemi dell automazione Comitato interministeriale per la programmazione economica Currency information system CLUP"

Transcript

1 SIGLARIO

2 422

3 SIGLARIO ABI ABS ACH ACI AEC AEM Aifi AIM AIMA Anas ANCE ANFIA ANIA Aran ASA ASEAN ASL ASP Assifact Assilea Assofin ATIC ATM BACH BaFin BAPV BBAN BBVA BCBS BCC BCE BCN BEI Associazione bancaria italiana Asset-backed securities Automated clearing house Automobil club italiano Accordi europei di cambio Azienda elettrica milanese Associazione italiana del private equity e venture capital Alternative Investment Market Azienda di Stato per gli interventi nel mercato agricolo Ente nazionale per le strade Associazione nazionale costruttori edili Associazione nazionale fra industrie automobilistiche Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni Archivio sanzioni amministrative Association of South East Asian Nations Azienda sanitaria locale Archivio sanzioni penali Associazione italiana per il factoring Associazione italiana per il leasing Associazione italiana del credito al consumo e immobiliare Associazione tesorieri istituzioni creditizie Automated teller machine Bank for the Accounts of Companies Harmonized Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht Banca Antoniana Popolare Veneta Basic bank account number Banco Bilbao Vizcaya Argentaria Basel Committee on Banking Supervision Banca di credito cooperativo Banca centrale europea Banche centrali nazionali Banca europea degli investimenti 423

4 BI BIC BI-Comp BI-Rel BIRS BISP BLS BNL BOT BPI BPL BRI BTP BTP i BVI CAAF CAI Carter CBI CCBM CCCA CCT CD CDO CDP CDS CE CEBS CEE CEF CEIOPS Cesame CESR CGIL CICR CIF CIG CIGS Banca d Italia Bank identifier code Banca d Italia - Compensazione Banca d Italia - Regolamento lordo Banca internazionale per la ricostruzione e lo sviluppo Base informativa sul sistema dei pagamenti Bureau of Labor Statistics Banca Nazionale del Lavoro Buoni ordinari del Tesoro Banca Popolare Italiana Banca Popolare di Lodi Banca dei regolamenti internazionali Buoni del Tesoro poliennali Buoni del Tesoro poliennali indicizzati sulla base dell indice armonizzato dei prezzi al consumo Bundesverband Deutscher Investment Gesellschaften Centro autorizzato di assistenza fiscale Centrale di allarme interbancaria Carte revocate Corporate banking interbancario Correspondent Central Banking Model Casse comunali di credito agrario Certificati di credito del Tesoro Certificati di deposito Collateralized debt obligation Cassa depositi e prestiti spa Credit default swap Comunità europea Committee of European Banking Supervisors Comunità economica europea Comitato economico e finanziario Committee of European Insurance and Occupational Pension Supervisors Clearing and Settlement Advisory and Monitoring Expert Group Committee of European Securities Regulators Confederazione Generale Italiana del Lavoro Comitato interministeriale per il credito e il risparmio Cost, insurance, freight Cassa integrazione guadagni Cassa integrazione guadagni straordinaria 424

5 CIPA Convenzione interbancaria per i problemi dell automazione CIPE Comitato interministeriale per la programmazione economica CIS Currency information system CLUP Costo del lavoro per unità di prodotto CLS Continuous Linked Settlement CMS Counterfeit Monitoring System CNEL Consiglio nazionale dell economia e del lavoro CNIPA Centro nazionale per l informatica nella pubblica Amministrazione Cogeban Convenzione per la gestione del marchio Bancomat Confindustria Confederazione generale dell industria italiana Consiglio Ecofin Consiglio Economia e finanza Consob Commissione nazionale per le società e la borsa Covip Commissione di vigilanza sui fondi pensione CPSS Committee on Payment and Settlement Systems Crediop Consorzio di credito per le opere pubbliche CRESME Centro ricerche economiche e sociologiche di mercato nell edilizia CRT Credit risk transfer CSP Centro studi Promotor CTE Certificati del Tesoro in ecu CTO Certificati del Tesoro con opzione CTZ Certificati del Tesoro zero coupon DAC Development Assistance Committee DCS Domestic currency swap DDL Disegno di legge DD.LL. Decreti legge DD.MM. Decreti ministeriali DL Decreto legge D.lgs. Decreto legislativo DM Decreto ministeriale DPCM Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri DPEF Documento di programmazione economico finanziaria DPR Decreto del Presidente della Repubblica DSP Diritti speciali di prelievo DVP Delivery versus payment EACH European Association of Central Counterparty Clearing Houses EBA Euro Banking Association EBC European Banking Committee ECAI External Credit Assessment Institutions ECC Exceptional Circumstances Clause 425

6 ECN ECP ECSDA ECU EDP EFAMA EFTA EIMA ELA e-mid Enasarco Enel ENI ENPACL ENPAF ENPAIA ENPALS ENPAM ENPAV Eonia EPC ERMS ESAF ESC ETF Euribor EuroMOT Eurostat FAS FCM FCS FEOGA FITD FMI FOB Foi FOMC European Competition Network Euro commercial paper European Central Securities Depositories Association European currency unit Electronic data processing European Fund and Asset Management Association European Free Trade Association Ente per gli interventi sul mercato agricolo Emergency Liquidity Assistance Mercato interbancario dei depositi Ente nazionale assistenza agenti rappresentanti commercio Ente nazionale energia elettrica Ente nazionale idrocarburi Ente nazionale di previdenza e assistenza consulenti del lavoro Ente nazionale di previdenza e assistenza farmacisti Ente nazionale di previdenza e assistenza per gli impiegati dell agricoltura Ente nazionale di previdenza e assistenza per i lavoratori dello spettacolo Ente nazionale di previdenza e assistenza medici Ente nazionale di previdenza e assistenza veterinari Euro overnight index average European Payments Council Eurosystem Reserve Management Services Enhanced Structural Adjustment Facility European Securities Committee Exchange-traded fund Euro interbank offered rate Mercato telematico delle euro obbligazioni Istituto statistico delle Comunità europee Fondo per le aree sottoutilizzate Fondi comuni monetari Foreign currency swap Fondo europeo di orientamento e di garanzia agricola Fondo interbancario di tutela dei depositi Fondo monetario internazionale Free on board Indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati Federal Open Market Committee 426

7 FPLD FS FSAP FSF FSSA GAFI GATS GATT GPL GRTN G7 G8 G10 G20 HHI HIPC HVB IAIS IAS IAS/IFRS IASB IBAN IBF ICI ICI ICMA Idem Ifac IFM IFO IFRS ILO Imel INA INAIL INE INPDAI INPDAP Fondo pensioni lavoratori dipendenti Ferrovie dello Stato Società di trasporti e servizi per azioni Financial Sector Assessment Program Financial Stability Forum Financial System Stability Assessment Gruppo di azione finanziaria internazionale General Agreement on Trade in Services General Agreement on Tariffs and Trade Gas di petrolio liquefatti Gestore della rete di trasmissione nazionale Gruppo dei Sette Gruppo degli Otto Gruppo dei Dieci Gruppo dei Venti Herfindahl-Hirschman index Heavily indebted poor countries Bayerische Hypo - und Vereinsbank International Association of Insurance Supervisors International Accounting Standards International Accounting Standards/International Financial Reporting Standards International Accounting Standards Board International bank account number International banking facilities Imposta comunale sugli immobili Investment Company Institute International Capital Market Association Italian Derivatives Market International Federation of Accountants Istituzioni finanziarie monetarie Institut für Wirtschaftsforschung International Financial Reporting Standards International Labour Office Istituti di moneta elettronica Istituto nazionale delle assicurazioni Istituto nazionale per l assicurazione contro gli infortuni sul lavoro Instituto Nacional de Estadistica Istituto nazionale di previdenza dirigenti aziende industriali Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell Amministrazione pubblica 427

8 INPGI INPS INSEE Iosco IPCA IRAP Ire Ires IRFIS IRI Irpef ISAE ISC Isfol ISIN ISMA ISO Istat Isvap Isveimer IVA KWh LIBOR LIFFE LIFO MAP Mav MEF Mercosur Mib MiFID MOF MOT MTA MTEP MTO MTF MTS Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani Istituto nazionale della previdenza sociale Institut National de la Statistique et des Études Économiques International Organization of Securities Commissions Indice dei prezzi al consumo armonizzato Imposta regionale sulle attività produttive Imposta sul reddito Imposta sul reddito delle società Istituto regionale per il finanziamento delle industrie siciliane Istituto per la ricostruzione industriale Imposta sul reddito delle persone fisiche Istituto di studi e analisi economica Indicatore sintetico di costo Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori International securities identification number International Securities Market Association International Organization for Standardization Istituto nazionale di statistica Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo Istituto per lo sviluppo economico dell Italia meridionale Imposta sul valore aggiunto Kilowattora London Interbank Offered Rate London International Financial Futures Exchange Last in first out Ministero delle Attività produttive Pagamento mediante avviso Ministero dell Economia e delle finanze Mercado Común del Cono Sur Indice azionario della borsa valori di Milano Markets in Financial Instruments Directive Multi option facilities Mercato obbligazionario telematico Mercato telematico azionario Milioni di tonnellate equivalenti petrolio Mercato telematico delle opzioni Multilateral Trading Facilities Mercato telematico dei titoli di Stato 428

9 NACE/CLIO NACE Nairu NASDAQ NATO Nic NIEs NIF NSIS OCSE OICR OICVM OIS OMC ONLUS ONU OPA OPAS OPEC OPS OPV ORLT ORP OROS OTC PAC PIL PIN PIRPS PMI PNS POS PPA PRA PRGF Procar PSPWG PTF Nomenclatura generale delle attività economiche nelle Comunità europee classificazione Input/Output Nomenclatura generale delle attività economiche nelle Comunità europee Non accelerating inflation rate of unemployment National Association of Securities Dealers Automated Quotes North Atlantic Treaty Organisation Indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività Newly industrialized Asian economies Note issuance facilities Nuovo sistema informativo sanitario Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico Organismi di investimento collettivo del risparmio Organismi di investimento collettivo in valori mobiliari Overnight indexed swap Organizzazione mondiale del commercio Organizzazioni non lucrative di utilità sociale Organizzazione delle nazioni unite Offerta pubblica di acquisto Offerta pubblica di acquisto e scambio Organization of the Petroleum Exporting Countries Offerta pubblica di scambio Offerta pubblica di vendita Operazioni di rifinanziamento a più lungo termine Operazioni di rifinanziamento principale Indagine su occupazione, retribuzioni e oneri sociali Over-the-counter Politica agricola comunitaria Prodotto interno lordo Personal identification number Prominently important retail payment system Piccole e medie imprese Paris Net Settlement Point of sale Parità dei poteri di acquisto Pubblico registro automobilistico Poverty Reduction and Growth Facility Procedura carte Payment Systems Policy Working Group Produttività totale dei fattori 429

10 PVP PVS QCS RD RDL Riba RID RNI ROA ROB ROE ROI ROSC RPI RPP RRG RSO RSS Rtc RTGS Sace SAR SDDS SEBC SEC SEPA SGA SGR SIA Sicav SIDIEF SIFIM SIM Sinfonia Siope SIPA SIPS Payment versus payment Paesi in via di sviluppo Quadro comunitario di sostegno Regio decreto Regio decreto legge Ricevuta bancaria elettronica Rapporti interbancari diretti Rete nazionale interbancaria Return on assets Riserva obbligatoria Return on equity Return on investment Report on the Observance of Standards and Codes Raggruppamenti principali di industrie Relazione previsionale e programmatica Riscontro e rettifica giornaliera Regioni a statuto ordinario Regioni a statuto speciale Relazione trimestrale sulla stima del fabbisogno di cassa Real time gross settlement system Istituto per i servizi assicurativi per il commercio estero Nucleo di supporto per l analisi delle disfunzioni e la revisione organizzativa Special data dissemination standard Sistema europeo di banche centrali Sistema europeo dei conti Single euro payments area Società per la gestione di attività - SGA spa Società di gestione del risparmio Società interbancaria per l automazione Società d investimento a capitale variabile Società italiana di iniziative edilizie e fondiarie Servizi di intermediazione finanziaria indirettamente misurati Società di intermediazione mobiliare Sistema informativo fondi comuni d investimento aperti Sistema informativo delle operazioni degli enti pubblici Sistema informatizzato dei pagamenti della pubblica Amministrazione Sistema interbancario di pagamenti tramite SIA 430

11 SIPS Siria SITC Siveas SME Snam SPC SPV SSN SSP STP STEP Svimez SWIFT TAEG TAR TARGET TARN Tarsu TAV TEP TFR TIC TMT TOSAP TQP TUB TUF TUIR UAEL Ucimu UE UEM UIC UMTS UNCTAD UNRAE VaR Sistemically important payment system Sistema informativo per la rilevazione delle attività Standard International Trade Classification Sistema nazionale di verifica e controllo sull assistenza sanitaria Sistema monetario europeo Società nazionale metanodotti Sistema pubblico di connettività Special purpose vehicle Servizio sanitario nazionale Single shared platform Straight through processing Short-Term European Paper Associazione per lo sviluppo dell industria nel Mezzogiorno Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunications Tasso annuo effettivo globale Tribunale amministrativo regionale Trans-European Automated Real-Time Gross Settlement Express Transfer System Targeted Amount Redemption Note Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani Treno ad alta velocità Tonnellate equivalenti petrolio Trattamento di fine rapporto Tecnologie dell informazione e della comunicazione Technology, media and telecommunication Tassa per l occupazione di spazi e aree pubbliche Trattamento di quiescenza del personale Testo unico bancario Testo unico della finanza Testo unico delle imposte sui redditi Unità di attività economica locale Associazione costruttori italiani macchine utensili, robot e automazione Unione europea Unione economica e monetaria Ufficio italiano dei cambi Universal Mobile Telecommunication System United Nations Conference on Trade and Development Unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri Value at risk 431

S I G L A R I O ABE Associazione bancaria europea ABI Associazione bancaria italiana ACH Automated clearing house ACI Automobil club italiano AEC Accordi europei di cambio Agensud Agenzia per la promozione

Dettagli

Gli Enti Bilaterali in Italia Rapporto Nazionale 2014

Gli Enti Bilaterali in Italia Rapporto Nazionale 2014 Pag.775 Pag.777 ACRONIMI Aa. Vv. Autori Vari AGENAS Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali AGO Assicurazione Generale Obbligatoria AIFA Agenzia Italiana del Farmaco ANCL Associazione Nazionale

Dettagli

Enhanced Structural Adjustment Facility (ESAF) Strumento di finanziamento a tasso agevolato (vedi appendice III).

Enhanced Structural Adjustment Facility (ESAF) Strumento di finanziamento a tasso agevolato (vedi appendice III). GLOSSARIO Articolo IV dello Statuto del FMI La sezione 3(b) dell articolo IV dello Statuto impegna i paesi membri a sottoporsi alla sorveglianza del FMI attraverso consultazioni bilaterali periodiche -

Dettagli

I pagamenti al dettaglio: Il quadro europeo e i servizi offerti dalla Banca d Italia

I pagamenti al dettaglio: Il quadro europeo e i servizi offerti dalla Banca d Italia 1 I pagamenti al dettaglio: Il quadro europeo e i servizi offerti dalla Banca d Italia 24 gennaio 2014 Servizio Sistema dei pagamenti Marco Piccinini - 1 - 2 Sommario Il Sistema dei pagamenti: definizione,

Dettagli

Relazione Annuale - Appendice. Roma, 31 maggio 2007. anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO. esercizio CXIII

Relazione Annuale - Appendice. Roma, 31 maggio 2007. anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO. esercizio CXIII Relazione Annuale - Roma, 31 maggio 2007 anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO esercizio CXIII Relazione Annuale - Presentata all Assemblea Ordinaria dei Partecipanti anno 2006 - centotredicesimo esercizio

Dettagli

SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro.

SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro. SEPA: impatti sulle aziende, benefici e rischi dell area unica dei pagamenti in euro. Milano, 6 febbraio 2009 SEPA Credit Transfer: BIC, IBAN e Allineamento Elettronico Archivi IBAN Servizi di Amministrazione

Dettagli

21 Ottobre 2014. Gli attori della finanza Andrea Nascè

21 Ottobre 2014. Gli attori della finanza Andrea Nascè 21 Ottobre 2014 Gli attori della finanza Andrea Nascè Argomenti Classificazione degli attori e mappa ideale degli attori Focus su: 1. L investimento ad opera dei 2. Il finanziamento ad opera delle IMPRESE

Dettagli

Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario, strumenti finanziari, operatività bancaria e costruzione del portafoglio

Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario, strumenti finanziari, operatività bancaria e costruzione del portafoglio Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario Nozioni di Matematica Finanziaria 51 Analisi si scenario 103 Piani di ammortamento Rendite Regimi di capitalizzazione semplice e composta Tassi equivalenti

Dettagli

LE OBBLIGAZIONI NELLA STAMPA FINANZIARIA

LE OBBLIGAZIONI NELLA STAMPA FINANZIARIA LE OBBLIGAZIONI NELLA STAMPA FINANZIARIA 1 Tabella quantitativi trattati (prima pagina del Sole 24 Ore) 19.01 16.01 Azioni: numero 643.314.169 574.051.164 Azioni: valore 1.727.230.318 1.801.108.021 Titoli

Dettagli

MALTA. Sviluppo e Crescita: in pole position per fondi UCITS e fondi alternativi. Palazzo Mezzanotte, Milano Joseph Camilleri - Valletta Fund Services

MALTA. Sviluppo e Crescita: in pole position per fondi UCITS e fondi alternativi. Palazzo Mezzanotte, Milano Joseph Camilleri - Valletta Fund Services MALTA Sviluppo e Crescita: in pole position per fondi UCITS e fondi alternativi Palazzo Mezzanotte, Milano Joseph Camilleri - Valletta Fund Services giovedí 10 aprile 2014 Agenda Sezione 1 I servizi finanziari

Dettagli

Capitolo 1 Il sistema finanziario e il sistema reale 3. Capitolo 2 I saldi finanziari settoriali e l intermediazione finanziaria 29

Capitolo 1 Il sistema finanziario e il sistema reale 3. Capitolo 2 I saldi finanziari settoriali e l intermediazione finanziaria 29 00.romaneNadotti:Layout 1 25-09-2009 15:15 Pagina vi Gli Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore In questo volume... Il sito xiii xiv xvi xvii xxiii PARTE I Concetti fondamentali Capitolo 1 Il sistema

Dettagli

RISERVE TECNICHE DEL PORTAFOGLIO DIRETTO ITALIANO AL LORDO DELLE QUOTE A CARICO DEI RIASSICURATORI (importi in lire)

RISERVE TECNICHE DEL PORTAFOGLIO DIRETTO ITALIANO AL LORDO DELLE QUOTE A CARICO DEI RIASSICURATORI (importi in lire) RISERVE TECNICHE DEL PORTAFOGLIO DIRETTO ITALIANO AL LORDO DELLE QUOTE A CARICO DEI RIASSICURATORI (importi in lire) RISERVE TECNICHE Totale riserve tecniche di cui all art. 32 L. 22/10/1986 n. 742 Quote

Dettagli

Il sistema dei pagamenti e le altre reti di compensazione. Giuseppe G. Santorsola 1

Il sistema dei pagamenti e le altre reti di compensazione. Giuseppe G. Santorsola 1 Il sistema dei pagamenti e le altre reti di compensazione Giuseppe G. Santorsola 1 TIPOLOGIE DI SISTEMI DI COMPENSAZIONE E REGOLAMENTO a) Sistema dei conti correnti di corrispondenza: compensazione e regolamento

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI

FOGLIO INFORMATIVO REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI BANCA CARIGE S.P.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia 16123 Genova Via Cassa di Risparmio 15 FOGLIO INFORMATIVO REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI

Dettagli

C A U S E E D E F F E T T I S U L L A E C O N O M I A R E A L E E S U L S I S T E M A F I N A N Z I A R I O

C A U S E E D E F F E T T I S U L L A E C O N O M I A R E A L E E S U L S I S T E M A F I N A N Z I A R I O LA GRANDE CRISI 1 C A U S E E D E F F E T T I S U L L A E C O N O M I A R E A L E E S U L S I S T E M A F I N A N Z I A R I O LA GRANDE CRISI 2 Parte I LE ORIGINI LA FILIERA DEI CONSUMI LA FINANZIARIZZAZIONE

Dettagli

Il recepimento in Italia della direttiva UCITS IV e la nuova disciplina della gestione collettiva del risparmio

Il recepimento in Italia della direttiva UCITS IV e la nuova disciplina della gestione collettiva del risparmio FINANCIAL INSTITUTIONS ENERGY INFRASTRUCTURE, MINING AND COMMODITIES TRANSPORT TECHNOLOGY AND INNOVATION PHARMACEUTICALS AND LIFE SCIENCES Il recepimento in Italia della direttiva UCITS IV e la nuova disciplina

Dettagli

La gestione time sensitive della liquidità intraday

La gestione time sensitive della liquidità intraday La gestione time sensitive della liquidità intraday Emanuele Renati 1 Roma, Roma, 13 giugno 2005 2005 Il rischio di liquidità Si intende per rischio di liquidità la possibilità che la banca non riesca

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

Indice Generale PARTE PRIMA STRUTTURA DEI MERCATI FINANZIARI E MODALITÀ OPERATIVE. Introduzione... Pag. 7 Piano della trattazione...

Indice Generale PARTE PRIMA STRUTTURA DEI MERCATI FINANZIARI E MODALITÀ OPERATIVE. Introduzione... Pag. 7 Piano della trattazione... Indice Generale PARTE PRIMA STRUTTURA DEI MERCATI FINANZIARI E MODALITÀ OPERATIVE Introduzione... Pag. 7 Piano della trattazione...» 9 Sezione I Struttura e organizzazione dei mercati degli strumenti finanziari

Dettagli

Innovazione e Creazione di Valore nei Servizi Banca Impresa P.A.

Innovazione e Creazione di Valore nei Servizi Banca Impresa P.A. Innovazione e Creazione di Valore nei Servizi Banca Impresa P.A. Arnaldo Cis, Direttore Commerciale Istituto Centrale delle Banche Popolari Roma, 02 dicembre 2010 Il Gruppo ICBPI oggi G O V E R N A N C

Dettagli

TAS Group. Company Profile 2014

TAS Group. Company Profile 2014 TAS Group Company Profile 2014 Empower your business TAS Group è il partner strategico per l innovazione nei sistemi di pagamento, le carte e i mercati finanziari 30 anni di esperienza Più di 500 esperti

Dettagli

INDICE-SOMMARIO II. L OFFERTA DI MERCATO. I FINANCIAL PRODUCTS E L APPELLO AL PUBBLICO RISPARMIO. MODI E FINALITÀ DELLA PUBBLICA VIGILANZA

INDICE-SOMMARIO II. L OFFERTA DI MERCATO. I FINANCIAL PRODUCTS E L APPELLO AL PUBBLICO RISPARMIO. MODI E FINALITÀ DELLA PUBBLICA VIGILANZA I. L INVESTIMENTO FINANZIARIO. LA MATERIA E LE SUE REGOLE. IL DIRITTO DEI MERCATI MOBILIARI 1. Lo scenario di insieme e l oggetto di studio. Un primo passo da orientare nella giusta direzione... 1 2. Che

Dettagli

Relazioni fra gli organi di controllo in ambito finanziario

Relazioni fra gli organi di controllo in ambito finanziario UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA BIENNALE PERCORSO AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO CORSO CORPORATE GOVERNANCE E CONTROLLO INTERNO PERIODO: II SEMESTRE DOCENTI: LUIGI MIGLIAVACCA,

Dettagli

Incontro con le classi seconde Istituto Professionale Mazzini - Da Vinci Savona

Incontro con le classi seconde Istituto Professionale Mazzini - Da Vinci Savona Incontro con le classi seconde Istituto Professionale Mazzini - Da Vinci Savona Banca d Italia d di Genova, 21 dicembre 2012 Maria Teresa D Annunzio Sede di Genova Nucleo per le attività di vigilanza Di

Dettagli

TASSI D INTERESSE SULLE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO

TASSI D INTERESSE SULLE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO TASSI D INTERESSE SULLE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO - CREDITO AL CONSUMO => Tassi fissi, espressi con due indicatori (per ogni operazione vengono indicati entrambi) -TAN (Tasso Annuo Nominale): quanto

Dettagli

Gli intermediari finanziari Il credito è il diritto del creditore che ha effettuato una prestazione attuale di ottenere una controprestazione futura

Gli intermediari finanziari Il credito è il diritto del creditore che ha effettuato una prestazione attuale di ottenere una controprestazione futura Luca Sartirana indice Gli intermediari finanziari Attività bancaria Funzioni della banca Normativa Il SEBC Autorità creditizie nazionali La vigilanza della Banca d Italia Il sistema TARGET Gli intermediari

Dettagli

ICT e sicurezza delle transazioni a servizio dell evoluzione dei sistemi di supporto alla gestione del circolante

ICT e sicurezza delle transazioni a servizio dell evoluzione dei sistemi di supporto alla gestione del circolante ICT e sicurezza delle transazioni a servizio dell evoluzione dei sistemi di supporto alla gestione del circolante Claudio Mauro Direttore RA Computer S.p.A. SIA Milano, 4 Dicembre 2012 SIA Verso il futuro:

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

IL SISTEMA FINANZIARIO. Giuseppe G. Santorsola 1

IL SISTEMA FINANZIARIO. Giuseppe G. Santorsola 1 IL SISTEMA FINANZIARIO 1 Premessa Lo studio del sistema finanziario si fonda sull analisi dei suoi elementi costitutivi. La struttura finanziaria dell economia individua l insieme dei circuiti di risorse

Dettagli

POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI

POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI Versione 0.0 delibera del Consiglio di Amministrazione del 05/05/2011 Versione 1.0 delibera del Consiglio di Amministrazione del 04/08/2011 Versione

Dettagli

Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1

Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1 00_caparrelli 20-01-2004 13:10 Pagina VII Prefazione XIII Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1 Capitolo 1 I prodotti del mercato monetario 3 1.1 Introduzione al mercato monetario

Dettagli

Telecom Italia. Verso la SEPA. CeTIF 2006. Ernesto Simonetta GRUPPO TELECOM ITALIA

Telecom Italia. Verso la SEPA. CeTIF 2006. Ernesto Simonetta GRUPPO TELECOM ITALIA 2006 Milano, Giovedì 26 Ottobre 2006 Università Cattolica del Sacro Cuore Telecom Italia Verso la SEPA Agenda 1. Gruppo Telecom Italia: accentramento della tesoreria 2. Verso la SEPA 1 Il Gruppo Telecom

Dettagli

ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA

ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA AREA FINANZA DISPENSE FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Custodia dei Titoli ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA CUSTODIA TITOLI: Contratto bancario

Dettagli

Capitolo Primo Introduzione al sistema finanziario

Capitolo Primo Introduzione al sistema finanziario Capitolo Primo Introduzione al sistema finanziario 1. Il sistema finanziario Il sistema finanziario può essere definito come un complesso integrato di istituzioni, mercati finanziari e strumenti finanziari

Dettagli

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa Indice 3 PREFAZIONE 5 INTRODUZIONE - Tendenze evolutive del rapporto banca-impresa 5 I.1 Premessa 6 I.2 Le recenti riforme dell ordinamento bancario 9 I.2.1 Le direttive del Comitato di Basilea 12 I.2.2

Dettagli

I BISOGNI FINANZIARI DELLA DOMANDA

I BISOGNI FINANZIARI DELLA DOMANDA I BISOGNI FINANZIARI DELLA DOMANDA 1 Riferimenti bibliografici Capitolo 12 e capitolo 15 (parti iniziali) 2 I BISOGNI FINANZIARI DEGLI OPERATORI finanziamento investimento consulenza Gestione rischi Il

Dettagli

Indice. Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore. Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1

Indice. Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore. Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1 Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore XV XVII XXI Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1 Capitolo 1 La moneta e i bisogni di pagamento 3 Eugenio Pavarani 1.1 Il sistema dei pagamenti 3 1.2 La moneta

Dettagli

Istituto di Statistica Banca Centrale: una collaborazione multiforme nell interesse della collettività

Istituto di Statistica Banca Centrale: una collaborazione multiforme nell interesse della collettività IX Conferenza Nazionale di Statistica - Roma,, 15-16 16 dicembre 2008 Istituto di Statistica Banca Centrale: una collaborazione multiforme nell interesse della collettività Grazia Marchese Schema dell

Dettagli

INDICE. Capitolo 1 INTRODUZIONE pag. 1.1. Intermediazione finanziaria e investimento... 1 1.2. Gliintermediarifinanziari... 2

INDICE. Capitolo 1 INTRODUZIONE pag. 1.1. Intermediazione finanziaria e investimento... 1 1.2. Gliintermediarifinanziari... 2 INDICE Capitolo 1 INTRODUZIONE 1.1. Intermediazione finanziaria e investimento................... 1 1.2. Gliintermediarifinanziari... 2 Capitolo 2 L ANALISI MACROECONOMICA 2.1. IlbilanciodelloStato...

Dettagli

Metodologia di pricing e Regole interne per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla BCC

Metodologia di pricing e Regole interne per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla BCC Metodologia di pricing e Regole interne per la emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla BCC (assunte in attesa delle definitive Linee Guida Interassociative per l applicazione delle

Dettagli

La regolamentazione del mercato mobiliare 1

La regolamentazione del mercato mobiliare 1 La regolamentazione del mercato mobiliare 1 TUIF d. lgs n 58 del 1998 Nasce accorpando tutte le leggi in materia di intermediazione finanziaria Ha recepito la direttiva 1993/22/CE sui servizi d investimento

Dettagli

Indice Introduzione all economia del mercato mobiliare Il lessico dei mercati mobiliari

Indice Introduzione all economia del mercato mobiliare Il lessico dei mercati mobiliari Indice Pag. 1. Introduzione all economia del mercato mobiliare 1 Antonio Fasano 1.1 Il sistema finanziario e il mercato mobiliare 1 1.1.1 Gli strumenti finanziari 2 1.1.2 Gli intermediari finanziari 4

Dettagli

AGGIORNAMENTO NORMATIVO N. 30/2014. del 29 agosto 2014

AGGIORNAMENTO NORMATIVO N. 30/2014. del 29 agosto 2014 AGGIORNAMENTO NORMATIVO N. 30/2014 del 29 agosto 2014 1) OICVM: pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea la Direttiva 2014/91/UE di modifica della Direttiva 2009/65/CE 2) CRD IV: pubblicato

Dettagli

LISTA PERIODICI CORRENTI 2011

LISTA PERIODICI CORRENTI 2011 LISTA PERIODICI CORRENTI 2011 A Acque e terre - bimestrale di politica internazionale Affari Esteri trimestrale dell Associazione italiana per gli studi in politica estera (AISPE) American economic journal

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI 1005

Dettagli

Politica di Valutazione e Pricing - Regole Interne per la Negoziazione/Emissione dei Prestiti Obbligazionari emessi da Banca Etica S.c.p.a.

Politica di Valutazione e Pricing - Regole Interne per la Negoziazione/Emissione dei Prestiti Obbligazionari emessi da Banca Etica S.c.p.a. Politica di Valutazione e Pricing - Regole Interne per la Negoziazione/Emissione dei Prestiti Obbligazionari emessi da Banca Etica S.c.p.a. Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1. Capitolo 1 La moneta e i bisogni di pagamento 3

Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1. Capitolo 1 La moneta e i bisogni di pagamento 3 Indice Prefazione Gli Autori XI XV Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1 Capitolo 1 La moneta e i bisogni di pagamento 3 di Eugenio Pavarani 1.1 Il sistema dei pagamenti 3 1.2 La moneta 6 1.3 Le esigenze

Dettagli

IL SISTEMA FINANZIARIO

IL SISTEMA FINANZIARIO IL SISTEMA FINANZIARIO 1 Premessa Lo studio del sistema finanziario si fonda sull analisi dei suoi elementi costitutivi. La struttura finanziaria dell economia individua l insieme dei circuiti di risorse

Dettagli

Relazione al Parlamento e al Governo. Roma, giugno 2011

Relazione al Parlamento e al Governo. Roma, giugno 2011 Relazione al Parlamento e al Governo Roma, giugno 2011 anno 2010 Relazione al Parlamento e al Governo Roma, giugno 2011 Banca d Italia, 2011 Indirizzo Via Nazionale, 91 00184 Roma - Italia Telefono +39

Dettagli

Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse

Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse Milano 12 marzo Fondazione Ambrosianeum Via delle Ore 3 Un Azienda ha la necessità di finanziare la sua attività caratteristica per un importo

Dettagli

Le banche LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO

Le banche LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO Banche Intermediari creditizi non bancari Intermediari della securities industry Assicurazioni LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO Fonte Banca d Italia, Relazione

Dettagli

INDICE. Presentazione... Premessa...

INDICE. Presentazione... Premessa... INDICE Presentazione... Premessa... pag. VII XV CAPITOLO I INTRODUZIONE 1. Contratti «derivati»: termine nuovo o nuovo significato di un termine noto?... 1 2. I rischi presenti nell attività finanziaria...

Dettagli

Piano delle attività in materia di automazione interbancaria e sistema dei pagamenti per il periodo 1.1.2008-30.6.2009

Piano delle attività in materia di automazione interbancaria e sistema dei pagamenti per il periodo 1.1.2008-30.6.2009 CONVENZIONE INTERBANCARIA PER I PROBLEMI DELL AUTOMAZIONE (CIPA) Piano delle attività in materia di automazione interbancaria e sistema dei pagamenti per il periodo 1.1.2008-30.6.2009 Giugno 2008 PREMESSA

Dettagli

Banca Popolare di Vicenza

Banca Popolare di Vicenza Banca Popolare di Vicenza Strumenti di pagamento e finanza nei Paesi Asean Donatella Oliboni Responsabile Ufficio di Rappresentanza BPVI di Hong Kong Presidente di The Hong Kong Foreign Financial Institutions

Dettagli

LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING

LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING Giuseppe G. Santorsola Università Parthenope - Napoli 1 SOMMARIO La finanza mobiliare Il corporate finance Il merchant banking La finanza strutturata

Dettagli

NEWSLETTER n. 40 novembre 2015 SOMMARIO

NEWSLETTER n. 40 novembre 2015 SOMMARIO NEWSLETTER n. 40 novembre 2015 SOMMARIO 1. NOVITÀ NORMATIVE... 3 1.1. BANCA D'ITALIA - Requisito di Copertura della Liquidità e Indice di Leva Finanziaria... 3 1.2. CONSOB Comunicazione sulla prestazione

Dettagli

Evoluzione dei sistemi di pagamento on line delle imposte, tasse e contributi

Evoluzione dei sistemi di pagamento on line delle imposte, tasse e contributi Evoluzione dei sistemi di pagamento on line delle imposte, tasse e contributi Paolo Savini Agenzia delle Entrate imposte, tasse e contributi contesto di riferimento Nel 1998 è stato introdotto il sistema

Dettagli

ASSOCONSULENZA. Associazione Italiana Consulenti d Investimento

ASSOCONSULENZA. Associazione Italiana Consulenti d Investimento ASSOCONSULENZA Associazione Italiana Consulenti d Investimento Formazione Mediatore Creditizio Proprio nel momento in cui il mondo finanziario occidentale è in ginocchio per gli effetti della crisi dei

Dettagli

C.V. NICOLA LAVALLE INFORMAZIONI PERSONALI. Nicola Lavalle. Indirizzo Via Palagianello, 7 00133 Roma (RM) Mobile +39 327 6617740

C.V. NICOLA LAVALLE INFORMAZIONI PERSONALI. Nicola Lavalle. Indirizzo Via Palagianello, 7 00133 Roma (RM) Mobile +39 327 6617740 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nicola Lavalle Indirizzo Via Palagianello, 7 00133 Roma (RM) Mobile +39 327 6617740 Telefono +39 06 69304857 Fax +39 06 69304857 E-Mail personale E-Mail Aziendale Nazionalità

Dettagli

Il nuovo sistema di raccolta delle informazioni sulle transazioni con l estero (direct reporting)

Il nuovo sistema di raccolta delle informazioni sulle transazioni con l estero (direct reporting) XBRL 2008 e la Comunicazione Finanziaria d Impresa Roma, Palazzo Altieri 21/22 gennaio 2008 Il nuovo sistema di raccolta delle informazioni sulle transazioni con l estero (direct reporting) Relatore: Francesco

Dettagli

per BNP PARIBAS ITALIA Il Gruppo a livello mondiale Pag. 1 La presenza in Italia Pag. 2 II 4 poli funzionali Pag. 3

per BNP PARIBAS ITALIA Il Gruppo a livello mondiale Pag. 1 La presenza in Italia Pag. 2 II 4 poli funzionali Pag. 3 BNP PARIBAS ITALIA Il Gruppo a livello mondiale Pag. 1 La presenza in Italia Pag. 2 II 4 poli funzionali Pag. 3 Milano, 7 febbraio 2006 1 IL GRUPPO A LIVELLO MONDIALE Prima banca francese per totale attivo

Dettagli

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO TERZO STRUTTURA DELLA BORSA VALORI ITALIANA Sommario: 1. I comparti della Borsa valori italiana. - 2. Il sistema telematico. - 3. MTA. - 4. Il mercato Expandi. - 5. Idem. - 6. IL sedex. - 7. Il

Dettagli

Codice ABI. Filiale 5104-5 INFORMAZIONI SU COSTI E ONERI CONNESSI ALLA PRESTAZIONE DEI SERVIZI DI INVESTIMENTO

Codice ABI. Filiale 5104-5 INFORMAZIONI SU COSTI E ONERI CONNESSI ALLA PRESTAZIONE DEI SERVIZI DI INVESTIMENTO Codice ABI Filiale 5104-5 INFORMAZIONI SU COSTI E ONERI CONNESSI ALLA PRESTAZIONE DEI SERVIZI DI INVESTIMENTO Cognome e nome / Ragione Sociale di nascita / Sede Legale / N C.C.I.A.A. Codice Fiscale / Partita

Dettagli

Le certificazioni internazionali: il processo di standardizzazione ISO20022

Le certificazioni internazionali: il processo di standardizzazione ISO20022 Le certificazioni internazionali: il processo di standardizzazione ISO20022 Liliana Fratini Passi Responsabile Segreteria Tecnica ACBI ASSOCIAZIONE PER IL CORPORATE BANKING INTERBANCARIO - ACBI X CONVENTION

Dettagli

Modelli di economicità

Modelli di economicità Modelli di economicità Intermediari orientati alla formazione di un margine di interesse Intermediari orientati alla formazione di un margine da plusvalenze Intermediari orientati alla formazione di un

Dettagli

Le principali istituzioni. economiche internazionali

Le principali istituzioni. economiche internazionali Le principali istituzioni economiche internazionali Quali sono? Fondo Monetario Internazionale Banca Mondiale Organizzazione Mondiale del Commercio Le prime due sono nate dalla conferenza di Bretton Woods

Dettagli

Prefazione Gli Autori. Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1. Capitolo 1 La moneta e i bisogni di pagamento 3 di Eugenio Pavarani

Prefazione Gli Autori. Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1. Capitolo 1 La moneta e i bisogni di pagamento 3 di Eugenio Pavarani v-xvi/00/munari 1-09-2005 9:35 Pagina v Prefazione Gli Autori xi xv Parte 1 Gli strumenti di pagamento 1 Capitolo 1 La moneta e i bisogni di pagamento 3 di Eugenio Pavarani 1.1 Il sistema dei pagamenti

Dettagli

Zurich Life Insurance Italia

Zurich Life Insurance Italia Zurich Life Insurance Italia Documento sui soggetti che partecipano all operazione Il presente documento integra il contenuto del prospetto informativo relativo all offerta pubblica di adesione al fondo

Dettagli

Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio

Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio 1 Mercati e strumenti finanziari gestiti Dal 1998 Borsa Italiana SpA regolamenta, sviluppa e gestisce i mercati italiani azionari (MTA e Mercato Expandi), il mercato degli strumenti derivati (IDEM), il

Dettagli

Pioneer Fondi Italia, UniCredit Soluzione Fondi e Pioneer Liquidità Euro. Aggiornamento dei dati periodici al 30/12/2011 I.P.

Pioneer Fondi Italia, UniCredit Soluzione Fondi e Pioneer Liquidità Euro. Aggiornamento dei dati periodici al 30/12/2011 I.P. Pioneer Fondi Italia, UniCredit Soluzione Fondi e Pioneer Liquidità Aggiornamento dei dati periodici al 30/12/2011 I.P. Indice Guida alla lettura... 1 Pioneer Fondi Italia Obbligazionari Pioneer Governativo

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO STRUTTURATO. DEXIA-CREDIOP S.p.A. Fino ad Euro 100.000.000 Eurotimer - due 15.04.2013" Cod.

REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO STRUTTURATO. DEXIA-CREDIOP S.p.A. Fino ad Euro 100.000.000 Eurotimer - due 15.04.2013 Cod. REGOLAMENTO DEL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO STRUTTURATO DEXIA-CREDIOP S.p.A. Fino ad Euro 100.000.000 Eurotimer - due 15.04.2013" 1. Denominazione del prestito Cod. ISIN IT0003825939 DEXIA-CREDIOP S.p.A.

Dettagli

Policy di valutazione pricing delle obbligazioni emesse dalla Banca di Cascina Credito Cooperativo **********

Policy di valutazione pricing delle obbligazioni emesse dalla Banca di Cascina Credito Cooperativo ********** Policy di valutazione pricing delle obbligazioni emesse dalla Banca di Cascina Credito Cooperativo ********** Delibera CDA del 26 settembre 2011 1 INDICE 1. PREMESSA...3 1.1 CARATTERISTICHE DELLE METODOLOGIE

Dettagli

Incassi e pagamenti SEPA via EBA e internazionali via SWIFT

Incassi e pagamenti SEPA via EBA e internazionali via SWIFT Incassi e pagamenti SEPA via EBA e internazionali via SWIFT Università di Bergamo, 19 marzo 2014 Flavio Caricasole Responsabile Estero Commerciale e Sistemi di Pagamento flavio.caricasole@ubibanca.it PSD

Dettagli

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) RACCOLTA NETTA 801,6 856,3 4.889,1 Risparmio gestito 507,8 537,0 2.876,0 Fondi

Dettagli

Metodologia di valutazione e di pricing e Regole Interne per l emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento

Metodologia di valutazione e di pricing e Regole Interne per l emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento Metodologia di valutazione e di pricing e Regole Interne per l emissione/negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Cassa Rurale di Trento 2014 PREMESSA Il presente documento definisce ed illustra

Dettagli

SCADENZIARIO TRIBUTARIO Memorandum Gennaio 2012

SCADENZIARIO TRIBUTARIO Memorandum Gennaio 2012 SCADENZIARIO TRIBUTARIO Memorandum Gennaio 2012 2 Lunedì CALAMITÀ ED EVENTI ECCEZIONALI - Imposte e tasse - Termini di adempimento Sintesi delle disposizioni relative alla sospensione dei termini a favore

Dettagli

Legislazione bancaria e finanziaria 7 aprile 2014. Francesca Mattassoglio

Legislazione bancaria e finanziaria 7 aprile 2014. Francesca Mattassoglio Legislazione bancaria e finanziaria 7 aprile 2014 Francesca Mattassoglio La crisi economico finanziaria La crisi bancaria del 2007 - il contesto socio economico in cui matura; - la scintilla mutui americani

Dettagli

Policy di valutazione e pricing delle obbligazioni

Policy di valutazione e pricing delle obbligazioni Banca Area Pratese Credito Cooperativo Società Cooperativa Policy di valutazione e pricing delle obbligazioni Aggiornata con delibera CdA del 13/04/2015 1 INDICE 1. PEMESSA.3 1.1 CARATTERISTICHE DELLE

Dettagli

Il Contributo della Previdenza alla Crescita Economica del Paese

Il Contributo della Previdenza alla Crescita Economica del Paese Il Contributo della Previdenza alla Crescita Economica del Paese Michele Boccia Responsabile Istituzionali Italia Eurizon Capital Sgr Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Strumenti finanziari e scelte di investimento. Roma, 8 maggio 2009

Strumenti finanziari e scelte di investimento. Roma, 8 maggio 2009 Strumenti finanziari e scelte di investimento Roma, 8 maggio 2009 IL MERCATO DEI CAPITALI Il MERCATO DEI CAPITALI è il luogo ideale dove si incontrano domanda e offerta di strumenti finanziari. Lo scopo

Dettagli

Servizi BIt SYSTEMS per MiFID #$ % &

Servizi BIt SYSTEMS per MiFID #$ % & Servizi BIt SYSTEMS per MiFID!" #$ % & &'$$ ( 14 giugno 2007 1. INTRODUZIONE Dal 1 novembre 2007, tutti gli intermediari finanziari dovranno applicare e rispettare la nuova direttiva 2004/39/CE sui mercati

Dettagli

Obiettivi del corso. Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari

Obiettivi del corso. Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari Obiettivi del corso Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari Studiare l articolazione e l organizzazione dei mercati in cui questi strumenti vengono negoziati Principali

Dettagli

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro)

Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Tav.1 - Distribuzione di prodotti finanziari e servizi di investimento delle imprese aderenti ad Assoreti (in milioni di euro) Gennaio 2012 Da inizio anno RACCOLTA NETTA 1.013,2 791,3 1.804,5 Risparmio

Dettagli

Bilancio di esercizio 2014

Bilancio di esercizio 2014 Bilancio di esercizio 2014 Prospetti dei dati SIOPE: - incassi - pagamenti - indicatori aggregati Allegato J della deliberazione di Consiglio n. 5 del 27 aprile 2015 Proposto da: Area Risorse finanziarie

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 1615-51-2015

Informazione Regolamentata n. 1615-51-2015 Informazione Regolamentata n. 1615-51-2015 Data/Ora Ricezione 29 Settembre 2015 18:31:54 MTA Societa' : FINECOBANK Identificativo Informazione Regolamentata : 63637 Nome utilizzatore : FINECOBANKN05 -

Dettagli

1.4 Le autorità di vigilanza 11 2. 13 2.3 Costi di transazione e liquidità 19 3. 2.5 La redistribuzione dei rischi 28

1.4 Le autorità di vigilanza 11 2. 13 2.3 Costi di transazione e liquidità 19 3. 2.5 La redistribuzione dei rischi 28 Indice Introduzione 1 3 2 1.4 Le autorità di vigilanza 11 2 13 2.3 Costi di transazione e liquidità 19 3 2.5 La redistribuzione dei rischi 28 33 3.1 Le origini della regolamentazione 34 3.3 La disciplina

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

Il sistema creditizio e le banche. Classe V A

Il sistema creditizio e le banche. Classe V A Il sistema creditizio e le banche Classe V A Il credito è il diritto del creditore, che ha effettuato una prestazione attuale, di ottenere una controprestazione futura. CREDITO INDIRETTO: Trasferimento

Dettagli

SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35

SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35 1 SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35 2 BRRD: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO (UE) N. 2015/63

Dettagli

Fee Only Corporate Finance

Fee Only Corporate Finance Master 2007 Fee Only Corporate Finance Corso di 9 giornate: 16-17-18 maggio 6-7-8-19-20-21 giugno Formazione operativa per la consulenza finanziaria indipendente alle imprese www.consultique.com Master

Dettagli

BANCA D ITALIA BOLLETTINO DI VIGILANZA PROVVEDIMENTI DI CARATTERE GENERALE EMANATI DALLE AUTORITA CREDITIZIE

BANCA D ITALIA BOLLETTINO DI VIGILANZA PROVVEDIMENTI DI CARATTERE GENERALE EMANATI DALLE AUTORITA CREDITIZIE NUMERO BOLLETTINO DI VIGILANZA PROVVEDIMENTI DI CARATTERE GENERALE EMANATI DALLE AUTORITA CREDITIZIE I - REGOLAMENTI E ISTRUZIONI DELLA PAGINE N 1 GENNAIO 1998 1. Attività connesse esercitabili dalle banche

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

ABCD. Università degli Studi di Palermo. IAS : normativa di riferimento e contenuti innovativi

ABCD. Università degli Studi di Palermo. IAS : normativa di riferimento e contenuti innovativi Università degli Studi di Palermo Corso di Economia degli Intermediari finanziari Prof. Francesco Faraci IAS : normativa di riferimento e contenuti innovativi Raffaele Mazzeo 24 novembre 2003 Alcuni luoghi

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea ORIENTAMENTI

Gazzetta ufficiale dell'unione europea ORIENTAMENTI 6.9.2014 L 267/9 ORIENTAMENTI INDIRIZZO DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA del 3 giugno 2014 che modifica l'indirizzo BCE/2013/23 sulle statistiche di finanza pubblica (BCE/2014/21) (2014/647/UE) IL COMATO ESECUTIVO

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO CONFORME ALLA CIRCOLARE n. 5/12 DELL'OAM PER MEDIATORI CREDITIZI

PERCORSO FORMATIVO CONFORME ALLA CIRCOLARE n. 5/12 DELL'OAM PER MEDIATORI CREDITIZI PERCORSO FORMATIVO CONFORME ALLA CIRCOLARE n. 5/12 DELL'OAM PER MEDIATORI CREDITIZI IL SISTEMA FINANZIARIO E L'INTERMEDIAZIONE DEL CREDITO I soggetti operanti nell intermediazione creditizia: gli intermediari

Dettagli

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE

PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE PROSPETTO SEMPLIFICATO INFORMAZIONI SPECIFICHE La parte Informazioni Specifiche del Prospetto Semplificato, da consegnare obbligatoriamente all Investitore prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare

Dettagli

Indice. Prefazione, di Piergaetano Marchetti. Introduzione

Indice. Prefazione, di Piergaetano Marchetti. Introduzione Prefazione, di Piergaetano Marchetti Introduzione XI XV 1. Le fonti del diritto dei mercati e degli intermediari Ànanziari, di Paolo Sfameni 1 1.1. Introduzione 1 1.1.1. Le fonti comunitarie 3 1.1.2. L

Dettagli