Andamento delle attività commerciali e della ristorazione nella Città di Torino

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Andamento delle attività commerciali e della ristorazione nella Città di Torino"

Transcript

1

2 Andamento delle attività commerciali e della ristorazione nella Città di Torino L INDAGINE, BASATA SU DATI CAMERA DI COMMERCIO DI TORINO INFOCAMERE, BANCA DATI ULISSE, PRENDE IN CONSIDERAZIONE IL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA TORINESE AGGREGATO NEI SEGUENTI RAGGRUPPAMENTI BASATI SULLA CLASSIFICAZIONE ATECO ISTAT 2007 Codici ATECO 2007 compresi in Raggruppamenti merceologici ciascun raggruppamento Alimentari in esercizi despecializzati Alimentari in esercizi specializzati 47.2 (escuso il 47.26) Tabacchi Carburanti per autotrazione 47.3 Computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici 47.4 e Tessili, arredamento, mobili, e altri prodotti per la casa 47.5 Articoli culturali e ricreativi 47.6 Abbigliamento, calzature, accessori, e articoli per la cura della persona 47.71, e Fiori e piante e animali domestici Prodotti farmaceutici e medicali e Orologi e articoli di gioielleria Altri prodotti Prodotti usati 47.79

3 L indagine esamina l andamento delle localizzazioni attive delle imprese del commercio al dettaglio in sede fissa e della ristorazione nei diversi ambiti della città di Torino identificati dai Codici di Avviamento Postale nel periodo CAP Ambiti - principali vie Centro: corso Galileo Ferraris, corso Matteotti, corso Vinzaglio Centro: via Garibaldi, via Milano, Corso Palestro Centro: via Maria Vittoria, via Lagrange, via Carlo Alberto, P.za Vittorio Veneto Centro: corso S.Maurizio, via Vanchiglia, San Salvario: corso Marconi San Salvario; corso Dante, corso Bramante, corso Spezia Nizza Millefonti: Piazza Bengasi, Basse Lingotto San Secondo: corso Re Umberto, corso De Nicola Crocetta: corso Duca degli Abruzzi, corso Mediterraneo, corso Einaudi, corso De Gasperi Crimea Borgo po Madonna del Pilone Barriera Casale Cavoretto - Corso Moncalieri Piazza d Armi, corso Sebastopoli, corso Unione Sovietica Mirafiori Sud Santa Rita - Città Giardino Mirafiori Nord: p.zza Pitagora corso Tazzoli Cit Turin Cenisia San Paolo Pozzo Strada : via Monginevro Borgata Lesna: via Mazzarello, via De Sanctis Campidoglio: corso Svizzera, corso Tassoni Spina Tre: corso Umbria, corso Regina Margherita, via San Donato Parella Est Parella Ovest: via Bernardino Telesio, via Asinari, p.za Massaua Madonna di Campagna Barriera di Lanzo Basse di Stura Ceronda: corso Toscana, corso Potenza Vallette -Lucento Aurora Porta Palazzo Vanchiglia Corso Belgio Regio Parco -Maddalena Barriera di Milano- Monte Bianco Barca Bertolla -Falchera

4

5 IL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA NELLA CITTA DI TORINO: numero localizzazioni 31/12/ /12/ /12/ /12/ /12/ /12/2016

6 150 Variazioni annuali A Torino nel periodo , 50 si è registrata una contrazione nel numero di localizzazioni del commercio al dettaglio in sede fissa pari a -163 punti vendita n.esercizi

7

8 Zona CAP Al 31/12/2012 Centro: corso Galileo Ferraris, corso Matteotti, corso Vinzaglio Centro: via Garibaldi, via Milano, Corso Palestro Centro: via Maria Vittoria, via Lagrange, via Carlo Alberto, P.za Vittorio Veneto Corso S.Maurizio, via Vanchiglia, San Salvario: corso Marconi San Salvario; corso Dante, corso Bramante, corso Spezia Nizza Millefonti: Piazza Bengasi, Basse Lingotto San Secondo: corso Re Umberto, corso De Nicola Variazioni offerta commercio al dettaglio in sede fissa Torino città Crocetta: corso Duca degli Abruzzi, corso Mediterraneo, corso Einaudi, corso De Gasperi Crimea Borgo po Madonna del Pilone Barriera Casale Cavoretto - Corso Moncalieri Piazza d Armi, corso Sebastopoli, corso Unione Sovietica Mirafiori Sud Santa Rita - Città Giardino Mirafiori Nord: p.zza Pitagora corso Tazzoli Cit Turin Cenisia San Paolo Pozzo Strada : via Monginevro Borgata Lesna: via Mazzarello, via De Sanctis Campidoglio: corso Svizzera, corso Tassoni Spina Tre: corso Umbria, corso Regina Margherita, via San Donato Parella Est Parella Ovest: via Bernardino Telesio, via Asinari, p.za Massaua Madonna di Campagna Barriera di Lanzo Basse di Stura Ceronda: corso Toscana, corso Potenza Vallette -Lucento Aurora Porta Palazzo Vanchiglia Corso Belgio Regio Parco -Maddalena Barriera di Milano- Monte Bianco Barca Bertolla -Falchera Totale

9 I settori del commercio al dettaglio in sede fissa a Torino città

10 L alimentare La crescita degli esercizi alimentari specializzati, la tenuta con qualche difficoltà di quelli despecializzati

11 ALIMENTARI IN ESERCIZI SPECIALIZZATI (+201 ESERCIZI NEGLI ULTIMI 4 ANNI) Localizzazioni al 31/12/2012: 1.342

12 ALIMENTARI IN ESERCIZI DESPECIALIZZATI (-21 ESERCIZI NEI 4 ANNI) Localizzazioni al 31/12/2012: 1.518

13 Il non alimentare La crisi dell abbigliamento e dei prodotti culturali, ricreativi e sportivi

14 ABBIGLIAMENTO, CALZATURE, ACCESSORI ECC. (-103 ESERCIZI NEI 4 ANNI) Localizzazioni al 31/12/2012: 3.146

15 ARTICOLI CULTURALI, RICREATIVI, SPORTIVI (-63 ESERCIZI NEI 4 ANNI) LOCALIZZAZIONI al 31/12/2012: 1.254

16 LA RISTORAZIONE RISTORAZIONE IN TORINO CITTA numero numero localizzazioni attività /12/ /12/ /12/ /12/ /12/ /12/2016

17 Variazioni annuali A Torino nel periodo , si è registrato un aumento di localizzazioni nella ristorazione pari a +586 unità n.esercizi

18 70 60 variazioni offerta ristorazione

19 Zona CAP al 31/12/2012 Centro: corso Galileo Ferraris, corso Matteotti, corso Vinzaglio Centro: via Garibaldi, via Milano, Corso Palestro Centro: via Maria Vittoria, via Lagrange, via Carlo Alberto, P.za Vittorio Veneto Corso S.Maurizio, via Vanchiglia, San Salvario: corso Marconi San Salvario; corso Dante, corso Bramante, corso Spezia Nizza Millefonti: Piazza Bengasi, Basse Lingotto San Secondo: corso Re Umberto, corso De Nicola Crocetta: corso Duca degli Abruzzi, corso Mediterraneo, corso Einaudi, corso De Gasperi Crimea Borgo po Madonna del Pilone Barriera Casale Cavoretto - Corso Moncalieri Piazza d Armi, corso Sebastopoli, corso Unione Sovietica Mirafiori Sud Santa Rita - Città Giardino Mirafiori Nord: p.zza Pitagora corso Tazzoli Cit Turin Cenisia San Paolo Pozzo Strada : via Monginevro Borgata Lesna: via Mazzarello, via De Sanctis Campidoglio: corso Svizzera, corso Tassoni Spina Tre: corso Umbria, corso Regina Margherita, via San Donato Parella Est Parella Ovest: via Bernardino Telesio, via Asinari, p.za Massaua Madonna di Campagna Barriera di Lanzo Basse di Stura Ceronda: corso Toscana, corso Potenza Vallette -Lucento Aurora Porta Palazzo Vanchiglia Corso Belgio Regio Parco -Maddalena Barriera di Milano- Monte Bianco Barca Bertolla -Falchera Totale Variazioni offerta ristorazione a Torino città

20 I settori dei servizi delle attività di ristorazione a Torino città

21 BAR, CAFFETTERIE (-113 ESERCIZI NEI 4 ANNI) LOCALIZZAZIONI AL 31/12/2012: 4.098

22 RISTORAZIONE CON SOMMINISTRAZIONE (+516 ESERCIZI NEI 4 ANNI) LOCALIZZAZIONI al 31/12/2012: 2.165

23 CIBI DA ASPORTO (+198 ESERCIZI NEI 4 ANNI) LOCALIZZAZIONI al 31/12/2012: 856

24 Commercio al dettaglio in sede fissa a Torino città variazioni 1 quadrimestre 2017 dati provvisori SETTORI VARIAZIONI UNITA' LOCALI Abbigliamento calzature ecc 4 Alimentari in esercizi despecializzati 15 Alimentari in esercizi specializzati 22 Altri prodotti 17 Articoli culturali e ricreativi 19 Carburanti per autotrazione -1 Computer, periferiche ecc -10 Fiori piante e animali domestici 2 Orologi e articoli di gioielleria 1 prodotti farmaceutici e medicali 4 Prodotti usati 7 Tabacchi 2 Tessili ecc 12 Totale complessivo 94

25 Ristorazione a Torino città variazioni 1 quadrimestre 2017 dati provvisori SETTORI VARIAZIONI UNITA' LOCALI Bar caffetterie 4 Catering e banqueting 2 Cibi da asporto 74 Gelaterie e pasticcerie 30 Ristorazione ambulante -59 Ristorazione con somministrazione 123 Totale complessivo 174

Torino in zone. Lungostura. Via Gottardo. C.so. Novara. Consolata. Lungo Dora. Via della. Firenze. S.Teresa. Via Po. Moncalieri. Via Ormea.

Torino in zone. Lungostura. Via Gottardo. C.so. Novara. Consolata. Lungo Dora. Via della. Firenze. S.Teresa. Via Po. Moncalieri. Via Ormea. Torino in zone D irettissima Torino Aeroporto Regina Margherita 21 2 2 13 14 23 15 16 05 06 17 18 19 07 08 10 02 09 11 12 Francia Trapani Via Tirreno Tazzoli Agnelli 01 20 Potenza Ferrucci Unione Sovietica

Dettagli

Cordiali saluti. Agli associati. Torino, 14 Marzo 2014 Prot.: NEWS: 44_14

Cordiali saluti. Agli associati. Torino, 14 Marzo 2014 Prot.: NEWS: 44_14 Torino, 14 Marzo 2014 Prot.: NEWS: 44_14 Agli associati È uscito il nuovo Borsino Immobiliare Furbatto 2014 che vi inviamo in allegato. Torino è stata suddivisa in 24 zone e per ciascuna troverete la rilevazione

Dettagli

Indagine sull andamento delle attività commerciali nella Città di Torino. Anno 2012 e primi due quadrimestri Con la collaborazione della

Indagine sull andamento delle attività commerciali nella Città di Torino. Anno 2012 e primi due quadrimestri Con la collaborazione della Indagine sull andamento delle attività commerciali nella Città di Torino Anno 2012 e primi due quadrimestri 2013 Con la collaborazione della 1 Obiettivi dell indagine Questa indagine nasce dalla considerazione

Dettagli

Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2

Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2 Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2 CENTRO STORICO 3.000 4.350 2.150 2.950 1.450 1.800 2.700 4.550 1.200 2.700 2.000 3.400 CROCETTA 2.650 4.200 1.950 2.750 1.400 1.800

Dettagli

Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2

Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2 Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2 CENTRO STORICO 2.700 4.350 2.000 2.800 1.300 1.800 2.700 5.500 1.200 2.700 2.000 3.400 CROCETTA 2.500 4.000 2.000 2.600 1.500 1.900

Dettagli

Come leggere il Borsino

Come leggere il Borsino Come leggere il Borsino Criteri di rilevazione e metodologie di consultazione ROBERTO FURBATTO CESARE FURBATTO Anche per questa edizione del Borsino 2015, la rilevazione dei prezzi degli immobili è effettuata

Dettagli

IL BORSINO IMMOBILIARE. dal 1929 CONSULTABILE SUL SITO

IL BORSINO IMMOBILIARE. dal 1929 CONSULTABILE SUL SITO IL BORSINO IMMOBILIARE 2017 dal 1929 CONSULTABILE SUL SITO WWW.FURBATTO.IT Come leggere il Borsino Criteri di rilevazione e metodologie di consultazione ROBERTO FURBATTO CESARE FURBATTO a BORSINO 2017

Dettagli

Le elaborazioni sono basate su dati Camera di commercio di Torino InfoCamere, banca dati Ulisse.

Le elaborazioni sono basate su dati Camera di commercio di Torino InfoCamere, banca dati Ulisse. Nota metodologica La base dati è costituita dalle imprese attive in provincia di Torino presso l anagrafe camerale tenuta ed dalla CCIAA di Torino e la cui attività primaria o prevalente sia commercio

Dettagli

VARIANTE N. 160 AL P.R.G. (AI SENSI DELL'ART. 17, COMMA 7 DELLA L.U.R.)

VARIANTE N. 160 AL P.R.G. (AI SENSI DELL'ART. 17, COMMA 7 DELLA L.U.R.) DIVISIONE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA COORDINAMENTO PIANIFICAZIONE URBANISTICA SETTORE STRUMENTAZIONE URBANISTICA VIA MEUCCI N 4 Giovanni Michele Graneri, Mercato in piazza San Carlo, 1752. (Torino,

Dettagli

NUMERI UTILI. TORINO Numeri utili CARABINIERI PRONTO INTERVENTO 112 SOCCORSO PUBBLICO DI EMERGENZA 113 VIGILI DEL FUOCO 115 GUARDIA DI FINANZA 117

NUMERI UTILI. TORINO Numeri utili CARABINIERI PRONTO INTERVENTO 112 SOCCORSO PUBBLICO DI EMERGENZA 113 VIGILI DEL FUOCO 115 GUARDIA DI FINANZA 117 NUMERI UTILI 72 ASL TORINO Numeri utili NUMERI UTILI CARABINIERI PRONTO INTERVENTO 112 SOCCORSO PUBBLICO DI EMERGENZA 113 VIGILI DEL FUOCO 115 GUARDIA DI FINANZA 117 SOCCORSO SANITARIO URGENTE 118 Azienda

Dettagli

IL BORSINO IMMOBILIARE 2016. dal 1929. dal 1929 CONSULTABILE SUL SITO WWW.FURBATTO.IT

IL BORSINO IMMOBILIARE 2016. dal 1929. dal 1929 CONSULTABILE SUL SITO WWW.FURBATTO.IT IMMOBILIARE 2016 dal 1929 dal 1929 CONSULTABILE SUL SITO WWW.FURBATTO.IT Come leggere il Borsino Torino in zone Criteri di rilevazione e metodologie di consultazione ROBERTO FURBATTO CESARE FURBATTO Ecco

Dettagli

ALL. A ELENCO ATTIVITA PREVALENTI D IMPRESA AMMISSIBILI A CO-FINANZIAMENTO REGIONALE CODICI ATECO 2002

ALL. A ELENCO ATTIVITA PREVALENTI D IMPRESA AMMISSIBILI A CO-FINANZIAMENTO REGIONALE CODICI ATECO 2002 ALL. A ELENCO ATTIVITA PREVALENTI D IMPRESA AMMISSIBILI A CO-FINANZIAMENTO REGIONALE CODICI ATECO 2002 CODICE SEZIONE G G -50.1 G -50.10 G -50.10.0 G -50.3 G -50.30 G -50.30.0 G -50.5 G -50.50 G -50.50.0

Dettagli

ELENCO VIARIO PERCORSI OLIMPICI

ELENCO VIARIO PERCORSI OLIMPICI ELENCO VIARIO PERCORSI OLIMPICI VIA/CORSO TRATTO CONSIDERATO TIPO KM SOVRAPPOSIZIONE CON TORCIA Accademia Albertina (via) Da Corso Vittorio a Corso Regina Percorso Olimpico protetto 1,6 km / Agnelli Giovanni

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE - TORINO

MERCATO IMMOBILIARE - TORINO MERCATO IMMOBILIARE - TORINO Nel 2007 le quotazioni immobiliari di Torino sono cresciute del 2.7% anche se, nel secondo semestre del 2007 si è registrata stabilità. 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005

Dettagli

ELENCO MEDICI PEDIATRI A.S.L. TO 1. Distretto Circoscrizione 1: CENTRO - CROCETTA

ELENCO MEDICI PEDIATRI A.S.L. TO 1. Distretto Circoscrizione 1: CENTRO - CROCETTA ELENCO MEDICI PEDIATRI A.S.L. TO 1 Distretto Circoscrizione 1: CENTRO - CROCETTA COGNOME E NOME COD.REG. ASS. INDIRIZZO AMBULATORIO TELEFONO GIORNO DALLE ALLE NOTE LUNEDI 14:00 18:00 MARTEDI 14:00 18:00

Dettagli

ELENCO MEDICI PEDIATRI A.S.L. TO 1. Distretto Circoscrizione 1: CENTRO - CROCETTA

ELENCO MEDICI PEDIATRI A.S.L. TO 1. Distretto Circoscrizione 1: CENTRO - CROCETTA ELENCO MEDICI PEDIATRI A.S.L. TO 1 Distretto Circoscrizione 1: CENTRO - CROCETTA COGNOME E NOME COD.REG. ASS. INDIRIZZO AMBULATORIO TELEFONO GIORNO DALLE ALLE NOTE LUNEDI 14:00 18:00 MARTEDI 14:00 18:00

Dettagli

Do you want to reach everyone from Italy that travels abroad?

Do you want to reach everyone from Italy that travels abroad? #THECITY# Do you want to reach everyone from Italy that travels abroad? Our unique media can help! Contact: c.arndt@imm-france.com More than 2 million readers per month #DOANDSEE# #EATING# #CAFES# #BARSANDNIGHTLIFE#

Dettagli

ASSOCIAZIONE INDIRIZZO TELEFONO GIORNO DA_ AM C.SO TURATI 19 BIS C.SO TURATI 19 BIS C.SO TURATI 19 BIS C.SO TURATI 19 BIS C.

ASSOCIAZIONE INDIRIZZO TELEFONO GIORNO DA_ AM C.SO TURATI 19 BIS C.SO TURATI 19 BIS C.SO TURATI 19 BIS C.SO TURATI 19 BIS C. ELENCO PEDIATRI DI LIBERA SCELTA ASL TO1 COGNOME NOME CODICE MEDICO DISTRETTO CIRCOSCRIZIONE 1: CENTRO - CROCETTA AVALLE BOSCO CESARI FERRERO CARLO MARIO ARMANDO ROBERTO 10083P 10083P 10083P 10083P 10083P

Dettagli

IL PUNTO DI VISTA DEL GESTORE DEL SERVIZIO

IL PUNTO DI VISTA DEL GESTORE DEL SERVIZIO 19 MARZO 2013 DALLA RACCOLTA AL RICICLO DEI RIFIUTI DA IMBALLAGGIO: L ESPERIENZA DEI CONSORZI DI FILIERA IN ITALIA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEGLI IMBALLAGGI: IL PUNTO DI VISTA DEL GESTORE DEL SERVIZIO

Dettagli

L'evoluzione congiunturale dell'economia provinciale

L'evoluzione congiunturale dell'economia provinciale L'evoluzione congiunturale dell'economia provinciale Sovracampionamento dell'indagine congiunturale per la provincia di Forlì Cesena Risultati del 3 trimestre 2012 e previsioni per il 4 trimestre 2012

Dettagli

Il commercio nella provincia di Roma. 2 semestre 2013

Il commercio nella provincia di Roma. 2 semestre 2013 Il commercio nella provincia di Roma 2 semestre 2013 Il commercio nella provincia di Roma 2 semestre 2013 A cura di: Lo studio è stato realizzato dal Servizio Statistica, all interno della Posizione Organizzativa

Dettagli

SETTORE AFFARI GENERALI E CANTIERI DI LAVORO

SETTORE AFFARI GENERALI E CANTIERI DI LAVORO DIVISIONE LAVORO, ORIENTAMENTO, FORMAZIONE SETTORE AFFARI GENERALI E CANTIERI DI LAVORO I Cantieri di Lavoro, istituiti con L.R. 55/84, fin dall inizio indirizzati alle fasce più deboli del mercato del

Dettagli

Torino. Top 5. Museo Nazionale Del Cinema. Basilica Di Superga. Palazzo Reale. Parco del Valentino. Visite alle cantine delle...

Torino. Top 5. Museo Nazionale Del Cinema. Basilica Di Superga. Palazzo Reale. Parco del Valentino. Visite alle cantine delle... da: ZM_Photo/Shutterstock.com Torino Torino, prima capitale d'italia, è un luogo inondato di storia e arte. Senza dimenticare che si tratta di una città amante del buon cibo, ma ancor di più del buon bere!

Dettagli

Ente/Società Località e tipologia d intervento dal al IRETI

Ente/Società Località e tipologia d intervento dal al IRETI DIREZIONE INFRASTRUTTURE E MOBILITA SERVIZIO SUOLO E PARCHEGGI - Ufficio Coordinamento Interventi e Ripristini Interventi coordinati nella riunione Re.Ca. di Mercoledì 10/08/2016 Ente/Società Località

Dettagli

Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2

Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2 ADERENTE 2 Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2 NTN I SEM 15 () 798,76 signorili - civili civili - CENTRO STORICO 2.950 4.000 2.350 2.900 1.850 2.350 2.800 4.100 1.800 2.800

Dettagli

ELENCO FARMACIE - novembre 2009

ELENCO FARMACIE - novembre 2009 ELENCO FARMACIE - novembre 2009 15 DESCRIZIONE INDIRIZZO CAP COMUNE TELEFONO ANTICA FARMACIA BOSIO VIA GARIBALDI, 26 10122 TORINO 011/5217508 FARMACIA COASSOLESE SNC VIA CAPOLUOGO, 200 10070 COASSOLO TORINESE

Dettagli

Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2

Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2 Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2 CENTRO STORICO QUADRILATERO ROMANO SAN SALVARIO NORD 3.000 4.000 2.600 3.000 2.000 2.500 3.000 4.000 1.900 2.900 1.800 3.400 2.900 3.300

Dettagli

(*) La lettera p indica parte. Ad esempio p dell Ateco 2002 è confluita parte nella e parte nella

(*) La lettera p indica parte. Ad esempio p dell Ateco 2002 è confluita parte nella e parte nella ALLEGATO A TAVOLA DI RACCORDO TRA ATECO 2007 E ATECO 2002 (*) La lettera p indica parte. Ad esempio 01.11.1p dell Ateco 2002 è confluita parte nella 01.11.1 e parte nella 01.12.0 dell Ateco 2007 ATECO

Dettagli

Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2

Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2 Torino CENTRO. Valori rispetto alla zona e al tipo di immobile. /m 2 civili - CENTRO STORICO QUADRILATERO ROMANO SAN SALVARIO NORD 3.000 4.000 2.600 3.000 2.000 2.500 3.000 4.000 1.900 2.900 1.800 3.400

Dettagli

COMUNE DI COMO SERVIZIO STATISTICA SISTEMA STATISTICO NAZIONALE INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE

COMUNE DI COMO SERVIZIO STATISTICA SISTEMA STATISTICO NAZIONALE INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE COMUNE DI COMO SERVIZIO STATISTICA SISTEMA STATISTICO NAZIONALE INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE Anticipazione provvisoria OTTOBRE 2016 L Ufficio Statistica del Comune di

Dettagli

COMUNE DI COMO SERVIZIO STATISTICA SISTEMA STATISTICO NAZIONALE INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE

COMUNE DI COMO SERVIZIO STATISTICA SISTEMA STATISTICO NAZIONALE INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE COMUNE DI COMO SERVIZIO STATISTICA SISTEMA STATISTICO NAZIONALE INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE Anticipazione provvisoria SETTEMBRE 2012 L Ufficio Statistica del Comune

Dettagli

COMUNE DI COMO SERVIZIO STATISTICA SISTEMA STATISTICO NAZIONALE INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE

COMUNE DI COMO SERVIZIO STATISTICA SISTEMA STATISTICO NAZIONALE INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE COMUNE DI COMO SERVIZIO STATISTICA SISTEMA STATISTICO NAZIONALE INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE Anticipazione provvisoria MARZO 2016 L Ufficio Statistica del Comune di

Dettagli

COMUNE DI COMO SERVIZIO STATISTICA SISTEMA STATISTICO NAZIONALE INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE

COMUNE DI COMO SERVIZIO STATISTICA SISTEMA STATISTICO NAZIONALE INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE COMUNE DI COMO SERVIZIO STATISTICA SISTEMA STATISTICO NAZIONALE INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE Anticipazione provvisoria GIUGNO 2016 L Ufficio Statistica del Comune di

Dettagli

IL COMMERCIO NELL AREA METROPOLITANA DI BOLOGNA - ANNO

IL COMMERCIO NELL AREA METROPOLITANA DI BOLOGNA - ANNO IL COMMERCIO NELL AREA METROPOLITANA DI BOLOGNA - ANNO 215 - - il commercio al dettaglio in sede fissa- STOCK: sono 14.17 gli esercizi al dettaglio in sede fissa al 31.12.215, con una superficie di vendita

Dettagli

Commercio all ingrosso di cereali, sementi e alimenti per il bestiame (mangimi) Commercio all ingrosso di cereali e legumi secchi

Commercio all ingrosso di cereali, sementi e alimenti per il bestiame (mangimi) Commercio all ingrosso di cereali e legumi secchi SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Ateco 2002 derivata dalla Nace Rev. 1.1 CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI, SOTTOSEZIONI, DIVISIONI, GRUPPI, CLASSI E CATEGORIE G 50 COMMERCIO ALL

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 31 Agosto 2015 Giugno 2015 COMMERCIO AL DETTAGLIO A giugno 2015 l indice destagionalizzato del valore delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi)

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 26 giugno 2012 Aprile 2012 Ad aprile 2012 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) ha segnato una diminuzione

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 25 giugno 2013 Aprile 2013 Ad aprile 2013 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) diminuisce dello 0,1% rispetto

Dettagli

RECUPERO FARMACI VALIDI NON SCADUTI PROVINCIA DI TORINO

RECUPERO FARMACI VALIDI NON SCADUTI PROVINCIA DI TORINO FARMACIE RINO TELEFONO CAP INDIRIZZO CITTÀ PROV Farmacia Comunale 42 011 543287 10121 via XX Settembre, 5 Torino Farmacia Solferino 011 546946 10121 via S. Teresa, 21 Torino Farmacia Ferrero 011 4369595

Dettagli

46 COMMERCIO ALL'INGROSSO (ESCLUSO QUELLO DI AUTOVEICOLI E DI MOTOCICLI)

46 COMMERCIO ALL'INGROSSO (ESCLUSO QUELLO DI AUTOVEICOLI E DI MOTOCICLI) Codice Ateco 2007 Struttura Ateco 2007 Descrizione G COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI 46 COMMERCIO ALL'INGROSSO (ESCLUSO QUELLO DI AUTOVEICOLI E DI MOTOCICLI)

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 26 settembre 2012 Luglio 2012 A luglio 2012 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) ha segnato una diminuzione

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 24 giugno 2011 Aprile 2011 Ad aprile 2011 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) è aumentato, rispetto a marzo

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 24 settembre 2015 Luglio 2015 COMMERCIO AL DETTAGLIO A luglio 2015 l indice destagionalizzato del valore delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei

Dettagli

APPENDICE. LE MAPPE SULL AREA TORINESE:

APPENDICE. LE MAPPE SULL AREA TORINESE: APPENDICE. LE MAPPE SULL AREA TORINESE: NOTA METODOLOGICA E LEGENDE Il Rapporto di quest anno ha voluto esplorare la dimensione spaziale dei fenomeni socio-economici presi in esame, avvalendosi ampiamente

Dettagli

DIREZIONE GENERALE /013 Direzione Servizi Tributari Catasto e Suolo Pubblico Servizio IMU-ICI CT 0/B CITTÀ DI TORINO

DIREZIONE GENERALE /013 Direzione Servizi Tributari Catasto e Suolo Pubblico Servizio IMU-ICI CT 0/B CITTÀ DI TORINO DIREZIONE GENERALE 2013 05481/013 Direzione Servizi Tributari Catasto e Suolo Pubblico Servizio IMU-ICI CT 0/B CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 12 novembre 2013 Convocata la Giunta,

Dettagli

Indice generale 1,8 0,9

Indice generale 1,8 0,9 COMUNE DI COMO SERVIZIO STATISTICA SISTEMA STATISTICO NAZIONALE INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA NAZIONALE Anticipazione provvisoria APRILE 2017 L Ufficio Statistica del Comune di

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 20 dicembre 2012 Ottobre 2012 Ad ottobre 2012 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) ha segnato una diminuzione

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 22 Aprile 2015 Febbraio 2015 A febbraio 2015 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) diminuisce dello 0,2% rispetto

Dettagli

Andamento delle vendite per forma distributiva e tipologia di esercizio

Andamento delle vendite per forma distributiva e tipologia di esercizio 25 ottobre 2012 Agosto 2012 Ad agosto 2012 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) ha segnato una variazione

Dettagli

Città di. Comune di. Comune di Cantù. Figino S. Mariano

Città di. Comune di. Comune di Cantù. Figino S. Mariano Distretto dell Attrattività Brianza Shopping Experience Bando pubblico a favore delle imprese dei settori commercio e turismo del territorio distrettuale Città di Comune Città di Città di Meda Cantù Cabiate

Dettagli

Questa sezione raccoglie dati sull andamento delle vendite negli esercizi del commercio al dettaglio

Questa sezione raccoglie dati sull andamento delle vendite negli esercizi del commercio al dettaglio 18 commercio interno e prezzi Introduzione Questa sezione raccoglie dati sull andamento delle vendite negli esercizi del commercio al dettaglio e nella grande distribuzione organizzata e sulla consistenza

Dettagli

SERVIZIO PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA

SERVIZIO PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA Area Istruzione, Formazione Professionale, Lavoro e Solidarietà Sociale SERVIZIO PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA MOBILITA' DEGLI STUDENTI DI TORINO VERSO LE SCUOLE SUPERIORI STATALI DEI DISTRETTI SCOLASTICI

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 28 Agosto 2013 Giugno 2013 A giugno 2013 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) diminuisce dello 0,2% rispetto

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 25 Novembre 2014 Settembre 2014 A settembre 2014 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) segna una lieve diminuzione

Dettagli

L Umbria nel contesto nazionale

L Umbria nel contesto nazionale La distribuzione commerciale in Umbria L Umbria nel contesto nazionale Perugia, 17 luglio 2013 Enza Galluzzo Fonti dei dati L Osservatorio Nazionale del Commercio (ONC) costituisce da anni una fonte importante

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 22 Gennaio 2015 Novembre 2014 A Novembre 2014 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) aumenta dello 0,1% rispetto

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 23 Maggio 2014 Marzo 2014 A marzo 2014 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) registra una diminuzione rispetto

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 28 Agosto 2014 Giugno 2014 A giugno 2014 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) resta invariato rispetto al

Dettagli

Commercio al dettaglio in provincia di Brescia e in Lombardia. Variazioni medie annue

Commercio al dettaglio in provincia di Brescia e in Lombardia. Variazioni medie annue 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 LA DINAMICA DEL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN PROVINCIA DI BRESCIA Fonte: indagine congiunturale Unioncamere Lombardia. Elaborazioni a cura dell Ufficio Studi e

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 24 febbraio 2012 Dicembre 2011 A dicembre 2011 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) ha segnato una diminuzione

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 26 Marzo 2014 Gennaio 2014 A gennaio 2014 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) registra una variazione nulla

Dettagli

Il commercio al dettaglio in provincia di Brescia

Il commercio al dettaglio in provincia di Brescia Il commercio al dettaglio in provincia di Brescia In collaborazione con Ascom Confcommercio Brescia e Confesercenti della Lombardia orientale. Rapporto elaborato a cura dell Ufficio Studi e Statistica

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 25 Ottobre 2013 Agosto 2013 Ad agosto 2013 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) resta invariato rispetto al

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 24 aprile 2013 Febbraio 2013 A febbraio 2013 l indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) diminuisce dello 0,2% rispetto

Dettagli

COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico e Aziende Servizi Statistici

COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico e Aziende Servizi Statistici COMUNE DI TERNI Direzione Sviluppo Economico e Aziende Servizi Statistici Corso del Popolo 30 05100 Terni Tel +39 0744.549.742-3-5 statistica@comune.tr.it INDICE PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ

Dettagli

FARMACIE APERTE DAL 18 AL 31 LUGLIO 2011

FARMACIE APERTE DAL 18 AL 31 LUGLIO 2011 FARMACIE 117 118 FARMACIE APERTE DAL 18 AL 31 LUGLIO 2011 RAGIONE SOCIALE SABATI DI INDIRIZZO TELEFONO CIRC APERTURA ALGOSTINO DEMICHELIS P.zza Vittorio Veneto 10 011.81 78 007 C 1 23/07/11 ANEDDA C.so

Dettagli

La congiuntura delle imprese del commercio al dettaglio in provincia di Pisa

La congiuntura delle imprese del commercio al dettaglio in provincia di Pisa La congiuntura delle imprese del commercio al dettaglio in provincia di Pisa Consuntivo I trimestre 2011 aspettative II trimestre 2011 Pisa, 19 luglio 2011. L indagine congiunturale condotta sulle aziende

Dettagli

Natimortalità delle imprese In provincia di Torino (dati 2016)

Natimortalità delle imprese In provincia di Torino (dati 2016) Natimortalità delle imprese In provincia di Torino (dati 2016) Il tessuto imprenditoriale in sintesi 223.307 sedi di imprese registrate il 48% in Torino città Torino è la 4 a provincia italiana in graduatoria

Dettagli

AREA RISORSE UMANE, COMUNICAZIONE E SERVIZI AL CITTADINO Ufficio Statistica e Toponomastica CITTA DI TRIESTE

AREA RISORSE UMANE, COMUNICAZIONE E SERVIZI AL CITTADINO Ufficio Statistica e Toponomastica CITTA DI TRIESTE Trieste, 29 aprile 2016 AREA RISORSE UMANE, COMUNICAZIONE E SERVIZI AL CITTADINO Ufficio Statistica e Toponomastica CITTA DI TRIESTE INDICI PROVVISORI DEI PREZZI AL CONSUMO APRILE 2016 Nel mese di APRILE

Dettagli

Capitolo 16. Commercio interno

Capitolo 16. Commercio interno Capitolo 16 Commercio interno 16. Commercio interno Per saperne di più... ISTAT. Banche dati e sistemi informativi. Roma. http://www.istat.it. ISTAT. I consumi delle famiglie: anno 8. Roma, 1. (Annuari

Dettagli

Indice del valore delle vendite del commercio fisso al dettaglio Dicembre 2008

Indice del valore delle vendite del commercio fisso al dettaglio Dicembre 2008 25 febbraio 2009 Indice del valore delle vendite del commercio fisso al dettaglio Dicembre 2008 L Istituto nazionale di statistica comunica che nel mese di dicembre 2008 l'indice generale del valore delle

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 03 Febbraio 2017 ore 11.00

COMUNICATO STAMPA 03 Febbraio 2017 ore 11.00 COMUNE DI REGGIO CALABRIA SERVIZIO STATISTICA www.reggiocal.it/statistica ANTICIPAZIONE DELLA VARIAZIONE DEGLI INDICI DEI PREZZI AL CONSUMO CITTA DI REGGIO CALABRIA MESE DI GENNAIO 2017 (dati provvisori)

Dettagli

AREA RISORSE UMANE, COMUNICAZIONE E SERVIZI AL CITTADINO Ufficio Statistica e Toponomastica CITTA DI TRIESTE

AREA RISORSE UMANE, COMUNICAZIONE E SERVIZI AL CITTADINO Ufficio Statistica e Toponomastica CITTA DI TRIESTE Trieste, 31 maggio 2016 AREA RISORSE UMANE, COMUNICAZIONE E SERVIZI AL CITTADINO Ufficio Statistica e Toponomastica CITTA DI TRIESTE INDICI PROVVISORI DEI PREZZI AL CONSUMO MAGGIO 2016 Nel mese di MAGGIO

Dettagli

Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2009-2010

Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2009-2010 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2009-2010

Dettagli

PROGETTO RETE FORTE 2012 SCHEMI DI EVOLUZIONE DELLA RETE TRANVIARIA

PROGETTO RETE FORTE 2012 SCHEMI DI EVOLUZIONE DELLA RETE TRANVIARIA PROGTTO RT FORT 2012 SCHMI DI VOLUZION DLLA RT TRANVIARIA Revisione 2.4 31 lug. 2013 Revisione 2.5 27 feb. 2014 PROGTTO RT FORT 2012 SCHMI DI VOLUZION DLLA RT TRANVIARIA Versione 0.0 18 novembre 2009 Revisione

Dettagli

S E T T E M B R E 201 1

S E T T E M B R E 201 1 Ufficio Statistica Sistema Statistico Nazionale INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ NAZIONALE ANTICIPAZIONE PROVVISORIA S E T T E M B R E 201 1 A Palermo l indice dei prezzi al consumo

Dettagli

Commercio interno in Friuli Venezia Giulia

Commercio interno in Friuli Venezia Giulia centro stam Commercio interno in Friuli Venezia Giulia REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Assessore regionale alla programmazione, risorse economiche e finanziarie, patrimonio e servizi generali Direzione

Dettagli

INDICATORI MERCATO IMMOBILIARE - ITALIA

INDICATORI MERCATO IMMOBILIARE - ITALIA INDICATORI MERCATO IMMOBILIARE - ITALIA (sintesi con i punti salienti del mercato immobiliare nazionale) PREZZI: -2,5% nei primi sei mesi del 2015 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 I sem 2015-6,3% -4,2%

Dettagli

CITTA DI CATANZARO SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI E STATISTICA

CITTA DI CATANZARO SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI E STATISTICA CITTA DI CATANZARO SETTORE SERVIZI DEMOGRAFICI E STATISTICA Anticipazione del mese di SETTEMBRE 2016 Indice Prezzi al consumo per l intera collettività Catanzaro La Commissione di controllo per la rilevazione

Dettagli

PROVINCIA DI FORLI'-CESENA

PROVINCIA DI FORLI'-CESENA INDAGINE CONGIUNTURALE DELL'ECONOMIA PROVINCIALE Sovracampionamento dell'indagine congiunturale PROVINCIA DI FORLI'-CESENA Tavole statistiche Imprese fino a 500 dipendenti Risultati del I trimestre 2016

Dettagli

N O V E M B R E 201 1

N O V E M B R E 201 1 Ufficio Statistica Sistema Statistico Nazionale INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ NAZIONALE ANTICIPAZIONE PROVVISORIA N O V E M B R E 201 1 A Palermo l indice dei prezzi al consumo

Dettagli

COMUNE DI PARMA Ufficio Statistica

COMUNE DI PARMA Ufficio Statistica COMUNE DI PARMA Ufficio Statistica ANTICIPAZIONE PROVVISORIA DELL INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITA (NIC) DELLA CITTA DI PARMA GENNAIO 2016 In seguito alle rilevazioni condotte dagli

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO

COMMERCIO AL DETTAGLIO 26 maggio 2016 Marzo 2016 COMMERCIO AL DETTAGLIO A marzo 2016 le vendite al dettaglio registrano variazioni congiunturali negative dello 0,6% in valore e dello 0,8% in volume. Le vendite di prodotti alimentari

Dettagli

Divisione Edilizia Pubblica e Periferie. Settore Bandi e Assegnazioni. Hanno collaborato: Gianni Loiacono. Eduardo D amato.

Divisione Edilizia Pubblica e Periferie. Settore Bandi e Assegnazioni. Hanno collaborato: Gianni Loiacono. Eduardo D amato. Divisione Edilizia Pubblica e Periferie Settore Bandi e Assegnazioni Ufficio Osservatorio per la Condizione Abitativa Redazione di Adriano Sorba Eduardo D amato Raccolta dati mercato immobiliare a cura

Dettagli

NIC FEBBRAIO 2017 VARIAZIONI INDICI PER DIVISIONE DI SPESA

NIC FEBBRAIO 2017 VARIAZIONI INDICI PER DIVISIONE DI SPESA NIC FEBBRAIO 2017 A seguito della rilevazione effettuata dall' l'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività nazionale (NIC) presenta una variazione tendenziale pari a + 1,7 % ed una variazione

Dettagli

Ufficio Statistica Sistema Statistico Nazionale INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ NAZIONALE ANTICIPAZIONE PROVVISORIA

Ufficio Statistica Sistema Statistico Nazionale INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ NAZIONALE ANTICIPAZIONE PROVVISORIA Ufficio Statistica Sistema Statistico Nazionale INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO PER L INTERA COLLETTIVITÀ NAZIONALE ANTICIPAZIONE PROVVISORIA A G O S T O 201 2 A Palermo l indice dei prezzi al consumo per

Dettagli

INDICE GENERALE (SENZA TABACCHI) DEI PREZZI AL CONSUMO - (Base 1995=100) GENOVA SAVONA LA SPEZIA ITALIA

INDICE GENERALE (SENZA TABACCHI) DEI PREZZI AL CONSUMO - (Base 1995=100) GENOVA SAVONA LA SPEZIA ITALIA 13 COMMERCIO INTERNO INDICE GENERALE (SENZA TABACCHI) DEI PREZZI AL CONSUMO - (Base 1995=100) 135,0 130,0 125,0 120,0 115,0 110,0 105,0 Fonte: Istat 100,0 1996 1997 1998 2002 2003 GENOVA SAVONA LA SPEZIA

Dettagli

8. COMMERCIO E SERVIZI

8. COMMERCIO E SERVIZI 8. COMMERCIO E SERVIZI 8.1 Struttura e dinamica dei servizi Nel corso del 2009 è stata adottata una nuova classificazione delle attività economiche (ATECO 2007) che entra ancora più nel dettaglio dei vari

Dettagli

La attività del commercio al dettaglio in Toscana Rapporto Firenze, maggio 2017

La attività del commercio al dettaglio in Toscana Rapporto Firenze, maggio 2017 La attività del commercio al dettaglio in Toscana Rapporto 2016 Firenze, maggio 2017 Il contesto di riferimento 1 Per la Toscana, il 2016 ha rappresentato il terzo anno consecutivo di crescita. La serie

Dettagli

Torino da: Marit & Toomas Hinnosaar

Torino da: Marit & Toomas Hinnosaar Torino da: Marit & Toomas Hinnosaar A Torino si mangia bene e si beve ancor meglio. Sotto le arcate del centro si trovano innumerevoli bar che servono vino, grandiose caffetterie continentali e strade

Dettagli

La congiuntura delle imprese del commercio al dettaglio in provincia di Pisa

La congiuntura delle imprese del commercio al dettaglio in provincia di Pisa La congiuntura delle imprese del commercio al dettaglio in provincia di Pisa Consuntivo I trimestre 2014 aspettative II trimestre 2014 Pisa, 8 settembre 2014. Prosegue, nei primi tre mesi del 2014, la

Dettagli

Il commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per l ufficio: un profilo statistico

Il commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per l ufficio: un profilo statistico FEDERAZIONE NAZIONALE CARTOLAI Il commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per l ufficio: un profilo statistico Ufficio Studi Confcommercio Febbraio 2013 INDICE 1. Struttura e caratteristiche

Dettagli

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 12 Informativa. OGGETTO: Attività Produttive. Commercio su area pubblica.

Dettagli

Analisi demografica ventennale Residenze Sabaude UNESCO

Analisi demografica ventennale Residenze Sabaude UNESCO Analisi demografica ventennale Residenze Sabaude UNESCO A cura di Silvana Fantini Servizio Statistica e Toponomastica Ufficio Pubblicazioni Città di Torino La Città di Torino ha subito negli ultimi venti

Dettagli

COMUNE DI PIACENZA Ufficio Statistica e Censimenti. Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività nella città di Piacenza

COMUNE DI PIACENZA Ufficio Statistica e Censimenti. Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività nella città di Piacenza COMUNE DI PIACENZA Ufficio Statistica e Censimenti Viale Beverora, 57 29100 Piacenza Tel.0523/492591 Fax.0523/327676 e-mail: u.statistica@comune.piacenza.it Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività

Dettagli

Capitolo 2 TOPONOMASTICA

Capitolo 2 TOPONOMASTICA Capitolo 2 TOPONOMASTICA SERVIZIO STATISTICA E TOPONOMASTICA UFFICIO TOPONOMASTICA Grafico - Territorio del Comune di Torino suddiviso nelle dieci circoscrizioni 50 Tavola 2.1 Denominazione delle Circoscrizioni

Dettagli

COMUNE DI PIACENZA Ufficio Statistica e Censimenti. Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività nella città di Piacenza

COMUNE DI PIACENZA Ufficio Statistica e Censimenti. Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività nella città di Piacenza COMUNE DI PIACENZA Ufficio Statistica e Censimenti Viale Beverora, 57 29100 Piacenza Tel.0523/492591 Fax.0523/327676 e-mail: u.statistica@comune.piacenza.it Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività

Dettagli

COMUNE DI PIACENZA Ufficio Statistica e Censimenti. Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività nella città di Piacenza

COMUNE DI PIACENZA Ufficio Statistica e Censimenti. Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività nella città di Piacenza COMUNE DI PIACENZA Ufficio Statistica e Censimenti Viale Beverora, 57 29100 Piacenza Tel.0523/492591 Fax.0523/327676 e-mail: u.statistica@comune.piacenza.it Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività

Dettagli

COMUNE DI PIACENZA Ufficio Statistica e Censimenti. Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività nella città di Piacenza

COMUNE DI PIACENZA Ufficio Statistica e Censimenti. Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività nella città di Piacenza COMUNE DI PIACENZA Ufficio Statistica e Censimenti Viale Beverora, 57 29100 Piacenza Tel.0523/492591 Fax.0523/327676 e-mail: u.statistica@comune.piacenza.it Indici dei prezzi al consumo per l intera collettività

Dettagli