CIO View. Deflazione nell Eurozona. Perché la caduta dei prezzi sarà un fenomeno temporaneo. Deutsche Asset & Wealth Management

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CIO View. Deflazione nell Eurozona. Perché la caduta dei prezzi sarà un fenomeno temporaneo. Deutsche Asset & Wealth Management"

Transcript

1 Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205 CIO View Deflazione nell Eurozona Perché la caduta dei prezzi sarà un fenomeno temporaneo

2 Nove posizioni Nove posizioni I principali fattori economici di questo mese Eurozona in temporanea deflazione nel 205. Grecia foriera di rischi per la crescita dell Eurozona. L economia USA conferma la sua solida traiettoria di crescita.,2%* Eurozone 3,2%* USA *Variazione media su base annua; Stime Deutsche AWM al 02/03/205 *Crescita dell Eurozona nel 205; Stime Deutsche AWM al 02/03/205 *Crescita USA nel 205; Stime Deutsche AWM al 02/03/205 Graduale aumento dei prezzi del petrolio nel secondo semestre dell anno. Rafforzamento del dollaro grazie alla sostenuta crescita statunitense. Il dollaro forte alimenta la domanda di titoli di Stato americani.,9 %* Stima sul prezzo del petrolio (WTI, media 205); Stime Deutsche AWM al 0/2/205 Stime Deutsche AWM al 02/03/205 *Obiettivo di rendimento per i Treasury USA decennali a fine 205; Stime Deutsche AWM al 02/03/205 Gli acquisti di obbligazioni della Banca centrale europea spingono al ribasso i rendimenti obbligazionari. 0,35 %* Il contesto di bassi tassi di interesse continua a favorire i mercati azionari. Strategia di allocazione degli asset del nostro portafoglio modello bilanciato: Materie prime.0%,0% 0.0% 0,0% 43.0% 43,0% Strumenti alternativi Mercato azionario *Obiettivo di rendimento per i Bund decennali a fine 205; Stime Deutsche AWM al 02/03/205 Reddito fisso 46.0% 46,0% I termini rilevanti sono definiti nel glossario. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime o gli obiettivi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Fonte: Deutsche Asset & Wealth Management Investment GmbH, dati al 22 Gennaio CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205

3 Nove posizioni Lettera agli investitori L Eurozona è in deflazione. E allora? Per il 205 ci aspettiamo una lieve diminuzione dei prezzi nell Eurozona. Pur segnalando una situazione di debolezza, questo calo fornirà anche stimoli positivi. L inizio di un nuovo anno è sempre un momento speciale per me. Nei primi mesi incontro numerosi colleghi, partner di distribuzione e clienti, ai quali illustro le nostre valutazioni sullo scenario attuale e sui possibili sviluppi economici e politici. Con loro discuto delle strategie di investimento che derivano da queste valutazioni, guardando al di là dei singoli strumenti di investimento. So bene che i clienti sentono altre argomentazioni da altre persone. Naturalmente i successi che abbiamo ottenuto in passato sostengono la nostra causa, per esempio siamo stati tra i primi a puntare sui titoli azionari, senza lasciarci sfuggire i frutti del rally obbligazionario. Tuttavia un consulente per gli investimenti non può creare business basandosi, oggi, su queste valutazioni ormai datate: anno dopo anno è necessario convincere i clienti che il nostro giudizio attuale si fonda su solide basi. L argomento che attualmente preoccupa più di ogni altro gli investitori è anche il nostro tema chiave: i bassi tassi di interesse e la deflazione. Non stiamo prendendo alla leggera i timori di deflazione: all inizio di febbraio abbiamo dovuto aggiustare alcune stime per la fine del 205, anzitutto a causa dei minori livelli di inflazione e tassi di interesse all inizio dell anno. Quando abbiamo elaborato le stime nel mese di novembre avevamo già sul nostro radar la diminuzione dei prezzi del petrolio e la possibilità di un programma di allentamento quantitativo (QE) della Banca centrale europea (BCE), ma poi i prezzi del petrolio e i rendimenti governativi sono scesi oltre ogni ragionevole previsione su entrambe le sponde dell Atlantico. In una situazione surreale, la razionalità può dipendere dai punti di vista. Abbiamo quindi modificato le nostre stime, riducendo l inflazione attesa per l Eurozona da 0,9% a -0,2% e il rendimento previsto a fine 205 per i rendimenti dei Bund da 0,95% 2 a 0,35%. In questo momento, ciò che rende tanto difficili le analisi economiche è la sfida di comprendere le motivazioni reali che animano molti dei principali attori economici: stanno agendo razionalmente alla luce di fattori noti, oppure si lasciano guidare da questioni ignote? È ancora nell interesse dell Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (OPEC) mantenere il petrolio sui 50 dollari al barile? La BCE è certa di poter accedere a un numero di titoli governativi sufficiente per rispettare la quota di QE pianificata, pari a 60 miliardi di euro mensili? E nei negoziati con la Grecia, le tattiche sono realmente passate in secondo piano rispetto all orgoglio e alle incomprensioni? Sebbene la questione greca non sembri avere un grande impatto sui mercati azionari o sull euro, i timori di deflazione che abbiamo menzionato sono probabilmente destinati a perdurare. Nel nostro spieghiamo perché non ravvisiamo pericoli rilevanti su questo fronte, se non un temporaneo shock dell offerta con effetti positivi. Asoka Wöhrmann, Chief Investment Officer e Membro del Comitato esecutivo di Deutsche AWM Rally obbligazionario: In ambito finanziario con il termine Rally si intende un forte aumento dei prezzi dopo un periodo di stasi. 2 I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205 3

4 Nove posizioni Deflazione non significa depressione A causa della Grande Depressione degli anni 30 del secolo scorso, la diminuzione dei prezzi è vista come una minaccia. Ma è sbagliato, perché esiste anche la deflazione buona. Nell Eurozona i prezzi stanno scendendo e la preoccupazione aumenta. Il motivo risale agli anni 30 del Novecento, quando un crollo della domanda fece precipitare i prezzi, innescando una crisi economica globale. Ma il 986 ha dimostrato che deflazione e crisi non vanno necessariamente di pari passo: in quell anno il calo dei prezzi del petrolio fu uno dei fattori determinanti per una deflazione temporanea e benigna in Germania. Anche oggi la diminuzione dei prezzi è dovuta al crollo delle quotazioni petrolifere. Per il 205 ci aspettiamo che i prezzi al consumo scendano in media dello 0,2% nell intera Eurozona, mentre i tassi di inflazione bassi, ma ancora positivi, di Stati Uniti, Giappone e Cina dimostrano che non si tratta di un fenomeno globale. Le divergenze tra i livelli di inflazione nazionali nell Eurozona rivelano l incidenza di altri fattori, indipendenti dal prezzo del petrolio. Nei Paesi periferici, i cambiamenti strutturali creano pressioni sui salari, spingendo i prezzi ulteriormente al ribasso. Questo calo generalizzato dei prezzi, come conseguenza di processi di aggiustamento temporanei, si può quindi considerare una deflazione buona, che consente alle economie di diventare più competitive, e quindi di esercitare una maggiore attrattiva come luoghi di investimento. Questo, a sua volta, contribuisce ad accrescere la produttività, con la possibilità di aumentare i salari nel lungo periodo. D altro canto, l esempio della Grecia ci ricorda che una temporanea deflazione può causare anche tensioni politiche in grado di tenere a freno la crescita e i futuri rialzi dei prezzi. Deflazioni differenti Un altro sguardo alla storia rivela che la deflazione buona può durare per decenni. Negli Stati Uniti c è stata deflazione tra il 870 e il 94, ma mentre i prezzi scendevano, gli investimenti e le innovazioni continuavano comunque a spingere la produttività, e con essa il PIL nominale. A tutto vantaggio dei mercati azionari. Ma la deflazione può essere anche cattiva, come dimostra il periodo del primo dopoguerra, quando i flussi finanziari dovevano finanziare non solo gli investimenti e gli scambi commerciali, ma anche i debiti e le riparazioni di guerra. Il risultato fu una crescita minima della produttività e della produzione economica. Questa situazione, associata all erezione di barriere commerciali, portò a una crisi del credito che continuò per molti anni dopo il 929, e diede origine a un crollo della domanda e quindi del PIL nominale. Ne seguì una fase di depressione economica. È possibile distinguere la deflazione positiva da quella negativa in base all aumento, ovvero alla diminuzione, del PIL nominale. Un PIL in crescita consente alle aziende di ampliare i ricavi, tuttavia osservando i passati periodi di deflazione positiva si può notare che in quelle fasi il PIL nominale subiva pesanti oscillazioni. Questi alti e bassi economici dipendono dalle rigidità dei prezzi delle merci e dei salari. Ecco perché anche quando è positiva, la deflazione non è vista come un fenomeno rassicurante. Quindi è difficile che al giorno d oggi la deflazione buona riscuota consensi. Banche centrali flessibili È stato solo con il graduale abbandono del gold standard, dopo la seconda Guerra Mondiale, che le banche centrali hanno ottenuto l effettiva libertà di reagire alle recessioni e alle crisi tagliando i tassi di interesse e ampliando la massa monetaria. Oltre a creare un quadro di persistente inflazione negli ultimi 65 anni, questo ha notevolmente contribuito a ridurre le oscillazioni del PIL reale e nominale, portando tuttavia a una situazione in cui la consapevolezza del rischio è diminuita e il debito del settore privato è aumentato. Il risultato è stata la crisi finanziaria del Con il ricorso al QE, ovvero acquistando prevalentemente titoli obbligazionari, il Federal Reserve Board statunitense (la Fed) ha sostenuto con forza l espansione della base monetaria USA dal 2008 al 204, non solo evitando una crisi deflazionistica, ma contribuendo anche alla ripresa dell economia statunitense. Nel 203 la Bank of Japan (BoJ) ha lanciato il suo QE, e adesso è il turno della BCE. La base monetaria globale si sta quindi ulteriormente espandendo. Questi sono chiari segnali che la deflazione, sia essa buona o cattiva, non sarà tollerata all infinito. Stime di Deutsche Asset & Wealth Management Investment GmbH, dati al 02 Marzo 205. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. 4 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205

5 Nove posizioni Inflazione e andamento del PIL negli Stati Uniti (Indice: anno 870 = 00) I Guerra mondiale II Guerra mondiale Deflazione buona Deflazione Inflazione moderata Disinflazione cattiva Inflazione elevata Crisi finanziaria e timori di deflazione tra il 2007 e il 2009 QE Deflazione buona e cattiva Nonostante la deflazione, tra il 870 e il 94 si verificò un aumento del prodotto nazionale lordo statunitense. Per dare un nome a questo fenomeno, gli economisti hanno coniato il termine deflazione buona. Per contro, se insieme ai prezzi diminuisce anche il prodotto interno lordo si crea una situazione di depressione economica, come accadde dopo il 929. Ma anche durante i periodi di deflazione buona la crescita ha subito ampie oscillazioni, ed è per questo che le banche centrali non intendono tollerare prolungate fasi di deflazione. Indice dei prezzi al consumo Pil nominale Fonte: Robert Shiller, Yale University; MeasuringWorth; Federal Reserve Board; dati a febbraio 205 Indice S&P 500 sviluppo reale e nominale Punti Durante la crisi del '29, in meno di tre anni, l indice S&P 500 ha perso più dell 80% del suo valore I Guerra mondiale II Guerra mondiale Crisi finanziaria e timori di deflazione tra il 2007 e il 2009 Inflazione elevata QE Attualmente il rischio di una deflazione pericolosa, ovvero di una forte spirale di prezzi e salari al ribasso, è assai limitato. Eurozona (inflazione in percentuale) I prezzi del petrolio in calo, il quadro geopolitico incerto e la debolezza del mercato del lavoro frenano l inflazione. -0,2 % (205*) *variazione percentuale su base annua Stime Deutsche AWM al 02/03/205 Deflazione buona Deflazione cattiva Inflazione moderata Disinflazione Da un intervista rilasciata da Jens Weidmann, Presidente della Bundesbank, al quotidiano Börsenzeitung il 5 febbraio Indice S&P 500* Indice S&P 500 (dati reali al netto dell'inflazione al livello di prezzi del 870)* *I dati fino al 957 sono calcolati retrospettivamente da Robert Shiller Fonte: Robert Shiller, Yale University; Federal Reserve Board; Standard & Poor's; dati a febbraio 205 In economia la disinflazione è una riduzione dell'inflazione a seguito di un decremento del tasso di inflazione. Di conseguenza la crescita dei prezzi rallenta: per esempio, se il tasso di inflazione passa dal 6% al 2% la disinflazione è pari al 4% e i prezzi dei beni crescono di meno. La disinflazione non va confusa con la deflazione che indica invece una diminuzione dei prezzi al di sotto dello zero: per esempio -%. Le cause della deflazione vanno imputate ad una diminuzione dell'offerta di moneta o ad una contrazione del ciclo economico e conseguente recessione. La disinflazione ha effetti positivi sull'economia di un paese: permette di rendere più competitivi i prodotti nazionali all'estero favorendo le esportazioni e migliorando la bilancia commerciale. I momenti chiave In un periodo di deflazione cattiva, come quello che fece seguito al 929, le aziende sono messe alle strette dal crollo di ricavi e profitti, e le loro azioni precipitano in Borsa. Nei periodi di elevata inflazione, come negli anni 70 del 900, gli aumenti dei tassi di interesse pongono un freno alle quotazioni azionarie. Attualmente siamo in una fase di inflazione molto bassa, o deflazione. Le politiche espansive delle banche centrali hanno contribuito a moderare l inflazione. La storia dimostra che i titoli azionari solitamente escono vincenti da queste fasi. USA (inflazione in percentuale) Il mercato del lavoro sta mostrando una crescita positiva, ma la forza del dollaro e il basso prezzo del petrolio impediscono l aumento dell inflazione.,5 % (Dic. 205*) * variazione percentuale su base annua Stime Deutsche AWM al 02/03/205 I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non è possibile investire direttamente in un indice. Non ci sono garanzie che le stime o gli obiettivi vengano raggiunti. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e analisi o modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205 5

6 Nove posizioni Le nostre previsioni La causa principale delle modifiche apportate alle nostre stime per il 205 è il prezzo incredibilmente basso del petrolio. I bassi livelli di inflazione e tassi di interesse sostengono i mercati azionari, tuttavia non si possono escludere implicazioni negative per la crescita economica. Asoka Wöhrmann, Chief Investment Officer Dati economici Crescita del prodotto interno lordo in percentuale (anno su anno) Inflazione in percentuale (anno su anno) 204 (F) 205 (F) Stati Uniti 2,3 3,2 204 (F) 205 (F) Eurozona 0,7,2 Regno Unito 3,0 2,3 Giappone 0,2,2 0,5-0,2,5,5 2,0 2,0 Cina 7,4 6,8 Mondo 3,3 3,4 Eurozona Stati Uniti Cina Mondo (Crescita del PIL in percentuale) 3,3% 3,4% (204F) (205F),6 0,5 Regno Unito 2,3,0 Giappone Fonte Deutsche Asset & Wealth Management. Dati al 3 Febbraio 205. Le stime di Deutsche Asset & Wealth Management Investment GmbH relative a 204 e 205 sono aggiornate al 3 febbraio 205. La riduzione delle nostre stime di crescita del PIL globale durante il 205, dal 3,8% di novembre all attuale 3,4%, è dovuta sostanzialmente all indebolimento dei dati provenienti da alcuni Paesi asiatici, dal Regno Unito e dalla Russia. Fonte Deutsche Asset & Wealth Management. Dati al 3 Febbraio 205. Attualmente ci aspettiamo che nel 205 i prezzi del petrolio risultino mediamente inferiori di oltre il 40% ai livelli del 204. Questo è il motivo principale della revisione delle nostre stime di inflazione. La lettera F indica una stima ( Forecast ). Le nostre stime relative a 204 e 205 sono aggiornate al 3 febbraio 205. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime o gli obiettivi vengano raggiunti. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e analisi o modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito. 6 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205

7 Mercati dei capitali Mercato azionario (valore dell indice in punti) Attuale*** Dic. 205 (F) (%)** Materie Prime in dollari U.S. Nove posizioni Attuale* Dic. 205 (F) (%)** Stati Uniti (S&P 500 Index) Europa (STOXX Europe 600 Index) Eurozona (EURO STOXX 50 Index) Germania (DAX) Regno Unito (FTSE 00 Index) Giappone (MSCI Japan Index) Indice MSCI Emerging Markets (in USD) Indice MSCI AC Asia ex Japan (in USD) Indice MSCI EM Latin America (in USD) United States Indice (S&P 500) (Attuale***) (Dic. 205F) Dopo la revisione al ribasso delle stime sui tassi di interesse, abbiamo aumentato i multipli prezzo/utili (P/E) attesi per diversi indici. Negli Stati Uniti, questo compenserà l impatto negativo del rafforzamento del dollaro e del calo del petrolio. Rendimenti mercati di capitali (titoli sovrani) in percentuale Attuale* Dic. 205 (F) Stati Uniti, 2 anni 0,63,00 Stati Uniti, 0 anni 2,,90 Stati Uniti, 30 anni 2,7 2,30 Germania, 2 anni 0,22-0,20 Germania, 0 anni 0,37 0,35 Regno Unito, 0 anni,77,80 Giappone, 2 anni 0,03 0,00 Giappone, 0 anni 0,39 0,35 Stati Uniti, 0 anni 2,% (Attuale*) (Dic. 205F),90 % Oltre a ridurre le nostre stime di rendimento per i Bund, rispetto a novembre abbiamo abbassato anche le stime per i Titoli di Stato USA. La stima relativa al rendimento dei titoli decennali statunitensi a fine 205 è scesa dal 2,6 all,9%. La lettera F indica una stima ( Forecast ). Le stime di Deutsche Asset & Wealth Management Investment GmbH relative a 204 e 205 sono aggiornate al 3 febbraio 205. * Fonte: Bloomberg Finance LP, dati al 20 febbraio 205. ** Il simbolo del triangolino rappresenta la variazione percentuale. Il rendimento complessivo atteso include gli interessi, i dividendi e le plusvalenze, ove applicabili. ***Fonte: Bloomberg Finance LP, dati al febbraio 205. Indice total return (dividendi inclusi) Greggio (WTI) Oro,204,250 4 Argento Rame (LME) 5,704 6,700 7 Alluminio (LME),785,800 Greggio (WTI) (Attuale*) (Dic. 205F) LME = London Metal Exchange, WTI = West Texas Intermediate In base alle nostre stime attuali, a fine anno il petrolio si attesterà a 65 dollari al barile per il WTI, mentre a novembre prevedevamo un prezzo di 84 dollari al barile. Tasso di benchmark in percentuale Attuale* Dic. 205 (F) Stati Uniti (tasso fondi federali) 0-0,25 0,50-0,75 Eurozona (tasso refi) 0,05 0,05 Regno Unito (tasso repo) 0,50 0,75 Giappone (tasso call overnight) 0,0 0,0 Stati Uniti (tasso fondi federali) 0 0,25% (Attuale*) (Dic. 205F) È tuttora probabile che il primo rialzo dei tassi USA si verifichi nel terzo trimestre del 205, mentre il rischio maggiore è che la data sia posticipata, piuttosto che anticipata. Valute 0,50 0,75% Attuale* Dic. 205 (F) (%)** EUR vs. USD,4,05 8 USD vs. JPY 9, EUR vs. CHF,07,0 3 GBP vs. USD,54,45 6 USD vs. CNY 6,26 6,05 3 EUR vs. USD,4,05 (Attuale*) (Dic. 205F) Il dollaro USA si è rafforzato molto più velocemente di quanto non avessimo previsto, anche a causa degli investitori che hanno abbandonato le obbligazioni dell Eurozona con rendimenti negativi. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime o gli obiettivi vengano raggiunti. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e analisi o modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento l importo originariamente investito.

8 Nove posizioni Il semaforo degli investimenti La nostra view tattica e strategica Eurozona (azioni) La continua sovraperformance delle azioni dell Eurozona dovrà essere supportata dalla crescita degli utili, probabilmente alimentata dalla debolezza dell euro e da una svolta ciclica. La stagione degli utili in corso invia segnali incoraggianti, soprattutto per quanto riguarda i settori finanziario e automotive. Regno Unito (azioni) Confermiamo il nostro sottopeso sulle azioni del Regno Unito, dovuto soprattutto a un elevata esposizione verso il settore energia e minerario in periodi di debolezza dei mercati delle materie prime. Le prossime elezioni generali di maggio rappresentano un ulteriore fonte di rischio. A differenza di quanto accade per le azioni dell Eurozona, l euro più debole non sostiene i mercati azionari britannici. Attualmente preferiamo pertanto i titoli dell Eurozona a quelli del Regno Unito. Mercati emergenti (azioni) L ampliamento dello sconto aggregato prezzo/utili rispetto alle azioni USA cela prospettive di crescita nettamente divergenti tra i diversi Paesi. L Asia escluso il Giappone rimane la nostra regione preferita, mentre i bassi prezzi delle materie prime ci inducono a confermare il sottopeso su EMEA e America Latina. In Cina potrebbero essere necessari ulteriori stimoli economici. Tecnologia informatica (azioni) Con il crescente utilizzo di tecnologie di rete come il cloud computing e l Internet delle cose, molte aziende stanno reinvestendo nelle proprie infrastrutture informatiche. Molte società tecnologiche presentano inoltre solidi bilanci, dividendi elevati e valutazioni moderate. Materiali (azioni) 2/203 02/205 2/203 02/205 2/203 02/205 2/203 02/205 2/203 02/205 Il calo della crescita cinese e il contestuale aumento dell offerta globale di materie prime rappresentano la nostra principale fonte di preoccupazione per questo settore. Rispetto alle società estrattrici di metalli di base preferiamo ancora i titoli del settore chimico. UK Gilts (0 anni) 2/203 02/205 Sui Gilt abbiamo posizioni lunghe, in quanto riteniamo che il recente sell-off 2 sia stato eccessivo. Attualmente i mercati si aspettano che la Bank of England attui il primo rialzo dei tassi nel primo semestre del 206, inoltre la domanda di titoli governativi rimane sostenuta, e riteniamo improbabile che i rendimenti dei G4 possano salire di molto. Seguiremo con attenzione i fattori tecnici (attualmente sfavorevoli al nostro posizionamento) e le mosse del Governatore Carney, che sta cercando di risollevare le aspettative di inflazione. Stagione dei risultati societari che può determinare segnali incoraggianti o meno per gli investitori 2 (sell-off:vendita di una grande quantità di azioni il cui valore potrebbe crollare a seguito della suddetta vendita). Titoli azionari* Stati Uniti Europa Eurozona Germania Regno Unito Giappone Mercati Emergenti Asia ex Giappone America Latina Beni di prima necessità Salute Telecomunicazioni Utility Beni voluttuari Energia Finanziari Industriali Informatica Materiali Small and mid cap Aree geografiche Settori Capitalizzazione Paesi periferici dell Eurozona (obbligazioni) La nostra esposizione verso i titoli sovrani periferici dell Eurozona è stata ridotta a neutrale a fronte delle incertezze che circondano l estensione del pacchetto di aiuti alla Grecia. Da quando abbiamo apportato questa modifica, i progressi sul fronte dei negoziati greci hanno tuttavia determinato una riduzione degli spread periferici. Nel breve periodo non ci aspettiamo ulteriori contrazioni significative. 2/203 02/205 Asia credit Questo segmento offre ancora uno spiraglio positivo nel quadro di incertezza che caratterizza i mercati emergenti. Nel breve termine i titoli di credito asiatici risentiranno probabilmente di un generale aumento dell avversione al rischio, e anche il settore immobiliare cinese è fonte di preoccupazione, ma i rendimenti sono ancora interessanti e probabilmente i mercati scontano già alcuni possibili rischi. Nel complesso, il calo dei prezzi del petrolio risulta positivo per questa regione. -3 mesi * Fonte: Deutsche Asset & Wealth Management Investment GmbH. Dati al 0 Febbraio /203 02/205 I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito. Fino a dicembre 205

9 -3 mesi Fino a dicembre 205 Nove posizioni Fixed income** U.S. Treasuries (2 anni) U.S. Treasuries (0 anni) U.S. Treasuries (30 anni) U.K. Gilts (0 anni) Periferici Eurozona Bund Tedeschi (2 anni) Bund Tedeschi (0 anni) Obbligazioni Governative Giapponesi (2 anni) Obbligazioni Governative Giapponesi (0 anni) U.S. investment grade U.S. high yield EUR investment grade EUR high yield Asia credit Titoli di Credito Mercati Emergenti Covered bond U.S. municipal bonds*** U.S. mortgage-backed securities EUR vs. USD USD vs. JPY EUR vs. GBP EUR vs. JPY GBP vs. USD Titoli sovrani mercati emergenti Strumenti Alternativi** Infrastrutture Materie Prime Real estate (quotati) Real estate (non quotati) Hedge fund EUR vs USD Tassi Titoli Corporate Titoli Cartolarizzati speciali Valute Mercati emergenti ** Fonte: Deutsche Asset & Wealth Management Investment GmbH. Dati al 20 Febbraio 205. *** Municipal Bonds: sono obbligazioni emesse da enti ed amministrazioni locali con lo scopo di reperire fondi da utilizzare sul territorio di competenza per finanziare progetti, opere infrastrutturali e altri obiettivi di interesse pubblico. 2/203 02/205 Continuiamo ad aspettarci un ulteriore indebolimento dell euro rispetto al dollaro USA, dovuto in parte alle politiche monetarie divergenti. In particolare, il desiderio degli investitori di abbandonare le obbligazioni sovrane dell Eurozona con rendimenti negativi è destinato a indebolire l euro. Probabilmente la debolezza dell euro non sarà un fenomeno di breve periodo, date le crescenti aspettative di un apprezzamento ciclico a lungo termine del dollaro USA. Materie prime Il mercato sembra focalizzato in particolare sul calo del petrolio, ma anche i prezzi di altre materie prime sono nettamente diminuiti. Alla base di questo fenomeno potrebbe esserci un cambiamento nella natura stessa della crescita cinese, non più incentrata sull industria pesante. I problemi del settore edilizio cinese incidono anche sulla domanda di commodity come il rame. Le economie che esportano materie prime possono risultare penalizzate rispetto a quelle che le consumano. La view tattica (-3 mesi) Indici azionari: view positiva view neutrale view negativa Reddito fisso e tassi di cambio: Si prevedono buone performance per il comparto del reddito fisso o i tassi di cambio Si prevede un trend laterale Si prevede una flessione dei prezzi nel comparto del reddito fisso o nei tassi di cambio I semafori precedenti sono riportati nei piccoli grafici. Un semaforo cerchiato indica la presenza di un commento sull argomento. View strategica fino a dicembre 205 Indici azionari, tassi di cambio e investimenti alternativi: Le frecce indicano se ci aspettiamo un trend rialzista ( ), un trend laterale ( ) o un trend ribassista ( ) per l indice azionario, il tasso di cambio o l asset class alternativa indicati. Reddito fisso: Per i titoli sovrani, indica un aumento dei rendimenti, rendimenti invariati e una diminuzione dei rendimenti. Per le obbligazioni societarie, i titoli cartolarizzati/speciali e le obbligazioni dei mercati emergenti le frecce indicano, rispettivamente, lo spread rettificato per le opzioni (option-adjusted) rispetto ai titoli sovrani per ciascuna regione. indica un atteso ampliamento dello spread, un trend laterale dello spread e una contrazione dello spread. I colori delle frecce segnalano le opportunità di rendimento a disposizione degli investitori long-only. potenziale di rendimento positivo per gli investitori long-only opportunità di rendimento limitate e rischio di ribasso elevato rischio di ribasso per gli investitori long-only Per ulteriori informazioni si rimanda al glossario. 2/203 02/205 I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito.

10 Nove posizioni Europa, Medio Oriente e Africa La nostra strategia di allocazione degli asset in un portafoglio bilanciato Classi d investimento tradizionali Il segmento core del nostro portafoglio bilanciato include asset liquidi tradizionali quali azioni, titoli a reddito fisso e materie prime. Il grafico illustra la nostra attuale strategia di allocazione degli asset per un portafoglio bilanciato, comprese le asset class alternative. 2 Materie Prime,0 % 0,0% 3,5 % 8,5 % 9,5 % 4,5 % 43,0% Azionari 8,0 % 35,0 % Strumenti Alternativi Mercati azionari Nonostante gli elevati rischi geopolitici e di altra natura che caratterizzano lo scenario attuale, l interesse per le azioni non è destinato a scemare. Nel corso del 205 sono possibili ulteriori rialzi dei prezzi, sebbene con prospettive di volatilità nel breve periodo. Nel contesto dei bassi rendimenti offerti dagli investimenti a reddito fisso, i dividendi di alcuni titoli risultano particolarmente interessanti. Gli investitori potrebbero favorire le azioni europee rispetto a quelle statunitensi, che presentano valutazioni relativamente elevate. Nel segmento dei mercati azionari emergenti tendiamo a preferire le piazze asiatiche. Reddito fisso Con l avvio del QE nell Eurozona i rendimenti dei Paesi centrali rimarranno con ogni probabilità a livelli estremamente bassi, anche se l interesse per i Paesi periferici potrebbe temporaneamente ridursi per le conseguenze della crisi greca. I rendimenti dei Treasury USA sono aumentati di recente, e sebbene risultino assai inferiori ai livelli solitamente associati a una vivace crescita del Pil, difficilmente evidenzieranno ulteriori rialzi. I rendimenti assai bassi offerti dai titoli governativi incoraggeranno la ricerca di rendimento, ovviamente focalizzata sul segmento high yield e sugli strumenti a reddito fisso dei mercati emergenti. Nei mercati emergenti la selezione dei singoli titoli si conferma fondamentale. Materie prime Un rapido aumento dei prezzi del petrolio appare improbabile, in quanto sarà necessario del tempo prima che il calo degli investimenti arrivi a incidere sensibilmente sui livelli di produzione. Per il secondo semestre dell anno riteniamo tuttavia probabile un modesto rincaro del petrolio. L oro potrebbe mettere a segno limitati rally di breve durata nei periodi di incertezza dei mercati finanziari, ma in linea generale seguirà un andamento laterale. La forza del dollaro USA creerà condizioni avverse per i prezzi del petrolio e dell oro. Nel complesso i prezzi delle materie prime appaiono da tempo depressi, a causa di una domanda frenata dal rallentamento della crescita economica cinese, tuttavia nel corso dell anno potremmo assistere a una svolta. Questa strategia di allocazione degli asset potrebbe non essere idonea a tutti gli investitori. 0 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205 Fixed income Azionari Mercati sviluppati 35,0 % Mercati Emergenti 8,0 % Fixed income Titoli di credito 4,5 % Titoli sovrani 9,5 % Mercati Emergenti 8,5 % Titoli Monetari Materie Prime Materie Prime Strumenti Alternativi 46,0% suggested weight 3,5 %,0 % Strumenti Alternativi 0,0 % Fonte: Regional Investment Committee (RIC), Deutsche Asset & Wealth Management Investment GmbH, Deutsche Bank (Suisse) SA, dati al 9 febbraio 205. Questa strategia di allocazione degli asset potrebbe non essere idonea a tutti gli investitori. 2 Gli investimenti alternativi sono trattati separatamente a pagina 2. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito. Investimenti denominati in valuta estera sono soggetti a variazioni del tasso di cambio, le quali potranno determinare diminuzioni del valore, prezzo o rendimento dello strumento finanziario.

11 Nove posizioni Stéphane Junod, Chief Investment Officer for Wealth Management, Europe, Middle East and Africa (EMEA) Long o short, Stéphane Junod? Sei valutazioni di mercato secondo il nostro Chief Investment Officer for Wealth Management per la regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa). Il 205 sarà l anno della gestione attiva? LONG Quest anno abbiamo già assistito a numerosi eventi dirompenti - la Grecia, l Ucraina e l inatteso dietrofront della Banca nazionale svizzera (SNB). In alcuni casi le questioni sono ancora irrisolte, e senza dubbio nei prossimi mesi dovremo affrontare anche diverse incognite sconosciute. In questo scenario, seguire semplicemente il mercato potrebbe non è essere sufficiente: probabilmente sarà necessario un approccio d investimento più attivo. La ricerca di rendimento si confermerà un tema di chiave? LONG Con i rendimenti governativi dei Paesi centrali fermi a livelli molto bassi, la ricerca di rendimento è inevitabile, e ovviamente si concentrerà sul segmento high yield. L anno scorso gli spread high yield USA hanno evidenziato una correlazione negativa con i prezzi del petrolio, sottolineata dal loro recente rally dopo che il petrolio ha toccato i minimi. Se il rimbalzo delle quotazioni petrolifere dovesse continuare, gli spread potrebbero contrarsi di ulteriori punti base (pb) rispetto ai livelli attuali. I titoli azionari dei Paesi sviluppati possono prosperare nonostante la volatilità dei mercati? LONG Le azioni USA hanno già dimostrato la propria capacità di resistere all aumento della volatilità dei mercati all inizio del 205, inoltre riteniamo possibili ulteriori guadagni. Le azioni europee si trovano ad affrontare rischi più evidenti, tuttavia presentano valutazioni più interessanti e saranno avvantaggiate dalle condizioni favorevoli create dall indebolimento dell euro. Sui mercati emergenti è necessario essere selettivi? LONG Da tempo sosteniamo il tema delle riforme in Asia, che associato agli interessanti fondamentali macroeconomici continuerà a creare opportunità di investimento. Tuttavia siamo più cauti su altri mercati, per esempio in America Latina o Russia, dove i bassi prezzi del petrolio aggravano i rischi esistenti. Le altre valute principali possono guadagnare nuovamente terreno rispetto al dollaro USA? SHORT La forza del dollaro USA rappresenta un trend ciclico di lungo periodo. La debolezza dell euro sarà consolidata dall impatto del QE della BCE: secondo le attese il cambio EUR/USD dovrebbe raggiungere quota,05 entro la fine del 205. Lo yen potrebbe realizzare temporanei guadagni durante i periodi di avversione al rischio, ma il trend di indebolimento sarà confermato a livello generale. Vi aspettate un netto rimbalzo dei prezzi del petrolio? SHORT Il calo del petrolio non ha determinato un immediata riduzione della produzione di shale oil negli Stati Uniti. I produttori potrebbero avere adottato una copertura per tutelarsi nei confronti della diminuzione dei prezzi, o forse sono riusciti a mantenere la produzione focalizzando i propri sforzi su aree geografiche più produttive. Nel secondo semestre del 205 il calo della produzione potrebbe iniziare a rafforzare alcuni movimenti al rialzo dei prezzi del petrolio, ma probabilmente sarà un fenomeno di modesta entità. LONG Indica una risposta affermativa SHORT Indica una risposta negativa I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito. CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205

12 Nove posizioni La nostra view sulle asset class non tradizionali Portafogli di strumenti alternativi Considerate le caratteristiche peculiari degli investimenti alternativi liquidi e illiquidi, operiamo una distinzione tra le due categorie. Investimenti alternativi illiquidi Fondi hedge illiquidi Infrastrutture 20,0% 20,0% 30,0% 30,0% Private equity Real estate Investimenti alternativi liquidi Investimenti alternativi illiquidi 2 Equity long/short L aumento della volatilità sui mercati azionari favorirà i gestori che operano con una bassa esposizione netta e quelli che cercano di beneficiare dall inversione delle valutazioni settoriali relative, dopo le dislocazioni determinate dall inatteso calo dei tassi di interesse a lungo termine. Macro/CTA I gestori macro dovrebbero trarre vantaggio da fattori quali le oscillazioni dei tassi di cambio (FX) innescate dalla divergenza tra le politiche monetarie delle banche centrali, le diverse valutazioni sui futuri aumenti dei tassi nominali USA e le operazioni a valore comparato in ambito azionario. I CTA potrebbero beneficiare della crescente divergenza tra le diverse asset class. Titoli di credito A livello di settori e singole società, le strategie basate sulle valutazioni relative tra debito garantito e non garantito potrebbero rivelarsi promettenti. Vi saranno selezionate opportunità per le strategie a lungo termine nel credito strutturato. Strategie macro-direzionali/valore comparato L ampliamento degli spread sulle operazioni annunciate di recente, dopo la rottura di alcuni accordi nel 204, può creare interessanti opportunità dove i fondamentali sottostanti rimangono invariati. Anche il consolidamento del settore energetico merita attenzione. Investimenti alternativi liquidi Strategie macro-direzionali/valore comparto Credito 35,0% 30,0% 2,5% 22,5% Equity long/short Macro/CTA 2 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205 Private equity I segmenti del mercato statunitense a bassa e media capitalizzazione offrono ancora opportunità, nonostante gli elevati livelli di riserve di capitale richiamabili. In Europa il numero di grandi operazioni di private equity è aumentato nel 204, ma la perdurante debolezza dell economia potrebbe iniziare a incidere su questo trend. Real estate I rendimenti iniziali attesi rimarranno interessanti rispetto ai rendimenti dei titoli sovrani. I mercati immobiliari USA saranno avvantaggiati dalla crescita del PIL, e la forza del dollaro limiterà il rischio di inflazione. Suggeriamo di posizionare i portafogli europei in modo da sfruttare i potenziali effetti del QE. Infrastrutture I vincoli di bilancio cui sono soggetti molti governi indicano che il finanziamento degli investimenti si sposterà verso fonti private. Gli investitori hanno a disposizione una gamma di opzioni adatte a diversi profili rischio/rendimento e ad altre necessità di investimento. Hedge fund illiquidi Per le strategie a più lungo termine sono ancora presenti opportunità interessanti, soprattutto per quanto riguarda l attivismo degli investitori, alcuni elementi del credito strutturato, gli asset collegati ad assicurazioni, i titoli secondari, l arbitraggio sui requisiti patrimoniali e i prestiti diretti. Fonte: Deutsche Asset & Wealth Management Investment GmbH, Deutsche Bank AG Filiale London, dati al 8 febbraio 205. Tale strategia di allocazione degli asset potrebbe non essere idonea a tutti gli investitori. Nel nostro portafoglio modello bilanciato, gli investimenti alternativi si attestano attualmente al 0% (cfr. ). Questi portafogli potrebbero non essere idonei a tutti gli investitori. 2 Gli investimenti illiquidi possono essere difficilmente acquistabili o alienabili. Tali prodotti sono caratterizzati da elevata volatilità e non può essere assicurato che gli obiettivi di investimento siano conseguiti. La capacità del prodotto di rispondere alle condizioni di mercato può risultare ridotta e gli investitori potrebbero sperimentare oscillazioni di prezzo avverse al momento della liquidazione. Gli investimenti illiquidi non garantiscono la restituzione del capitale a scadenza. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati.

13 Nove posizioni Long o short, Tim Gascoigne? La view del nostro responsabile Liquid Alternatives-Hedge Funds Le strategie trend-following hanno realizzato ottimi risultati nel secondo semestre del 204. Questo trend può continuare? LONG Storicamente, queste strategie evidenziano un andamento positivo in contesti di minore correlazione tra i rendimenti delle diverse asset class. La fine dell allentamento quantitativo negli Stati Uniti e il percorso verso la normalizzazione dei tassi di interesse USA forse segneranno il ritorno a un simile contesto. L anno scorso le strategie event-driven liquide hanno sovraperformato, come previsto da alcuni osservatori? SHORT Nel 204 i rendimenti event-driven sono stati trascinati al ribasso da una serie di operazioni non portate a compimento, in particolare nel settore farmaceutico. D altro canto, questi casi di rottura degli accordi hanno comportato un ampliamento degli spread su alcune operazioni annunciate di recente, creando un numero sempre più elevato di interessanti opportunità. Nel corso del 205 dovrebbero emergere opportunità nei settori energia, farmaceutici e telecomunicazioni. L arbitraggio sulla volatilità si confermerà un area in crescita? LONG La volatilità di tutte le maggiori asset class si è ridotta a seguito dell intervento delle banche centrali, che ha creato opportunità a buon mercato per queste tipologie di investimento. D altro canto, con il progressivo ridimensionamento dell intervento della Fed statunitense la volatilità si sta riportando su livelli più normali per i mercati azionari, obbligazionari e valutari. Questo trend continuerà a determinare un flusso di rendimenti positivi non correlati per gli investitori con queste tipologie di allocazioni, che dovranno tuttavia considerare anche strategie in grado di proteggere dai rischi di coda. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito. Le strategie discrezionali macro hanno aperto il 205 in positivo. Questo trend è destinato a proseguire? LONG Le divergenze di politica monetaria tra Stati Uniti ed Eurozona hanno favorito le strategie FX basate sul rafforzamento del dollaro. Con il ciclo dei tassi di interesse statunitense giunto probabilmente a una svolta, il trading dei gestori si basa sui diversi scenari relativi all effettiva entità e velocità dell aumento dei tassi USA. Per quanto riguarda le operazioni a valore comparato in ambito azionario, le aree di interesse per il 205 saranno le preferenze regionali e le large cap rispetto alle small cap. La performance degli hedge fund potrebbe risultare nuovamente sottotono? SHORT Per il 205 siamo positivi sulle strategie azionarie market neutral 2, macro discrezionali, azionarie long/short e event-driven. La nostra view prevede un aumento della volatilità che interesserà la maggior parte delle asset class, e riteniamo che gli hedge fund siano in grado di generare performance in questo contesto. Ma sui mercati azionari e del credito non sarà sufficiente fare affidamento sulla direzione dei mercati. Prevediamo che i rendimenti deriveranno in prevalenza dalla generazione di alpha o dalla selezione dei singoli titoli. LONG Indica una risposta affermativa SHORT Indica una risposta negativa Rischio di coda: (tail risk) è tipicamente identificato come un evento raro che colpisce in maniera violenta i mercati ed è accompagnato da crisi di liquidità e flight to quality con mercati che realizzano perdite ben superiori rispetto a quanto prevedibile in base a modelli tradizionali di gestione del rischio. 2 Con Strategie MARKET NEUTRAL ci si riferisce a quei metodi elaborati al fine di generare performance in tutte le condizioni di mercato. La maggior implicazione è che, a prescindere dalla direzionalità del mercato (rialzista, ribassista o laterale). Le offerte e le vendite di investimenti alternativi sono soggette a requisiti normativi, e tali investimenti potrebbero essere riservati esclusivamente ad investitori qualificati. Gli investimenti alternativi possono essere speculativi e comportare rischi significativi di illiquidità, maggiori perdite potenziali e mancanza di trasparenza. CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205 3

14 Glossario Definizioni dei principali termini utilizzati nel CIO View Il termine Abenomics si riferisce alle politiche economiche volute dal primo ministro giapponese Shinzo Abe. L Abenomics si basa su tre frecce : lo stimolo fiscale, l allentamento monetario e le riforme strutturali. Allentamento quantitativo è l immissione di nuova moneta nel sistema da parte di una banca centrale. Alpha è il rendimento in eccesso rispetto al rendimento di un benchmark. L arbitraggio sulla volatilità mira a sfruttare le differenze nel prezzo del rischio di un derivato e del suo asset sottostante. Asset Allocation letteralmente, allocazione di attività (finanziarie). È l attività di gestione che si occupa di selezionare, sfruttando il principio della diversificazione, la migliore combinazione di diversi strumenti finanziari, relativamente ai vari mercati ed alle diverse tipologie di titoli, per realizzare un portafoglio d investimento. Gli strumenti finanziari utilizzati sono: la liquidità, gli strumenti di mercato monetario, gli strumenti obbligazionari, gli strumenti azionari; siano essi singoli titoli o fondi comuni d investimento. Il modello più noto si basa sul concetto di costruire un portafoglio che fornisca il più alto rendimento a parità di livello di rischio dato, chiamato portafoglio efficiente, una volta incorporate le preferenze degli investitori anche in termini di orizzonte temporale. Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN) è un organizzazione politica ed economica costituita da 0 Paesi situati nel sud-est dell Asia. Banca centrale europea (BCE) è la banca centrale dell Unione europea. Gestisce la politica monetaria dell Eurozona, composta dai 8 Stati membri dell Unione europea. Banca dei Regolamenti Internazionali (BRI): la Banca dei regolamenti internazionali (BRI), con sede a Basilea, ha come azionisti 56 banche centrali, tra cui la Banca d Italia. La BRI promuove la cooperazione monetaria e finanziaria tra le banche centrali, fornisce servizi di gestione delle riserve in valuta a numerose banche centrali e svolge attività di ricerca economica emonetaria,producendo altresi statistiche bancario e finanziario internazionale. Banca nazionale svizzera (SNB) è la banca centrale svizzera; amministra la politica monetaria della Svizzera. La Bank of England (BoE) è la banca centrale inglese. La Bank of Japan (BoJ) è la banca centrale giapponese. Benchmark costituisce il parametro oggettivo di riferimento del fondo e/o SICAV. Il benchmark è espresso da un indice, o da una combinazione di indici, relativi ai mercati finanziari nazionali ed internazionali che qualificano la tipologia degli investimenti che sono effettuati dal fondo. Tali indici sono elaborati da terze parti indipendenti rispetto alle società di gestione e di promozione e, sono valutati, sulla base di criteri oggettivi e controllabili. Ciascuno rappresenta le caratteristiche tipiche del mercato di riferimento, soprattutto in relazione alla sua volatilità. Il benchmark consente quindi di evidenziare in forma sintetica anche le caratteristiche di rischiosità del fondo in ragione di quelle dei mercati nei quali investe. Qualora il benchmark sia composto da più indici, combinazioni diverse dei medesimi indici possono presentare differenti gradi di rischiosità. Il benchmark permette quindi un identificazione trasparente della natura dei diversi fondi e ne consente la classificazione attraverso parametri oggettivi di volatilità. Bond termine inglese per indicare strumenti di natura obbligazionaria. Bottom Up strategia di investimento che privilegia l analisi basata sullo studio delle situazioni economiche, patrimoniali e finanziarie, presenti e prospettiche, degli emittenti e sull esame dei rispettivi settori di attività di appartenenza. Bund: termine comunemente utilizzato per indicare le obbligazioni emesse dal governo federale tedesco con scadenza a 0 anni. Capitalizzazione con riferimento ad una società, rappresenta il prodotto tra il numero di azioni in circolazione e il loro prezzo unitario; con riferimento ad un mercato rappresenta il valore complessivo - ai prezzi di mercato - di tutti i titoli quotati. Il Market Volatility Index (VIX) del Chicago Board Options Exchange (CBOE) misura le aspettative di mercato sulla volatilità dell S&P 500 nei successivi 30 giorni. Cigno nero è un espressione che indica un evento inatteso e altamente improbabile con conseguenze economiche di vasta portata. Cloud computing comprende tecnologie e servizi che offrono l uso dinamico e flessibile delle infrastrutture informatiche di terze parti. Commissione europea (Commissione UE) è l organo esecutivo dell Unione europea (UE), di cui rappresenta gli interessi Commodity insieme di beni e merci, quali attività dell agricoltura o dell allevamento oppure minerali e metalli e altre sostanze fisiche, sulle quali gli investitori possono operare mediante strumenti derivati 4 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205

15 Commodity trading advisor (CTA) è un soggetto individuale o un organizzazione che fornisce consulenza e servizi relativi alla negoziazione di contratti future, opzioni su materie prime e/o swap. Correlazione è una misura del grado di relazione lineare tra due variabili nel tempo; può variare tra + (perfetta correlazione diretta) e -,0 (perfetta correlazione inversa). Country Allocation suddivisione del portafoglio del fondo comune d investimento e/o SICAV in base alle aree geografiche di riferimento degli investimenti operati Crisi della bilancia dei pagamenti sono spesso essere causate da un eccessivo deflusso di capitali rimpatriati da investitori stranieri. L indice DAX misura la performance dei 30 titoli tedeschi a maggiore capitalizzazione quotati alla Borsa di Francoforte. Deflazione: descrive una situazione di sostenuto calo del livello generale dei prezzi di un economia. La deviazione standard, spesso impiegata per rappresentare la volatilità di un investimento, rappresenta l ampiezza delle variazioni dei rendimenti di investimento rispetto al rendimento medio in un certo periodo di tempo. Differenziale (spread) indica il rendimento in eccesso offerto da vari settori obbligazionari rispetto a strumenti finanziari con scadenze simili. Quando lo spread si allarga, la differenza di rendimento tra le obbligazioni dei due settori oggetto di comparazione aumenta, mentre quando lo spread si restringe avviene il contrario. Duration rappresenta la durata finanziaria di un obbligazione o di un titolo di Stato, ed è calcolabile con un algoritmo di matematica finanziaria. È espressione della sensibilità del prezzo rispetto al rendimento ed è funzione del valore e della frequenza della cedola, della vita residua di un titolo, del suo rendimento. In sintesi, la duration è tanto più alta quanto più lontana è la cadenza del titolo e tanto più lontani sono i flussi cedolari. EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) è una denominazione regionale impiegata per scopi politici, di marketing e commerciali. Equity termine inglese per indicare strumenti di natura azionaria. Equity Market Neutral strategia di investimento che è insensibile al rendimento del mercato e si basa sull acquisto (la vendita allo scoperto) di titoli destinati sottovalutati (sopravvalutati). Equity tier Ratio è il rapporto tra il patrimonio di un società e le sue attività ponderate per il rischio. Rappresenta una misura standard internazionale della solvibilità finanziaria di una banca. Un ETF (Exchange-traded fund) è un titolo che replica un indice o un asset quale un fondo indicizzato, ma viene scambiato come un azione su una borsa valori. EUR/USD è un abbreviazione utilizzata per indicare il tasso di cambio tra dollaro USA ed euro. Eurozona è l unione economica e monetaria di 8 stati membri dell Unione europea che hanno adottato l euro come moneta comune e unica valuta in corso legale. Fed Funds tasso di interesse di riferimento per il mercato statunitense. Tecnicamente può essere definito come il tasso d interesse a breve termine sul mercato statunitense dei fondi federali, in cui si scambiano le riserve in eccesso detenute dagli istituti bancari presso la banca centrale. La Fed, attraverso il Fomc (comitato di politica monetaria), interviene fissando un tasso-obiettivo per questo tipo di operazioni. Federal Reserve Board statunitense (Fed) è il consiglio dei governatori della Federal Reserve, incaricato di attuare la politica monetaria degli Stati Uniti. Fixed Income espressione utilizzata in ambito finanziario per identificare quella classe di titoli che offrono un tasso d interesse costante nel tempo fino alla relativa scadenza. Flight to quality significa letteralmente «volo verso la qualità». È un espressione che si usa quando gli investitori, percependo forti tensioni sui mercati, vendono i titoli rischiosi (azioni o bond con bassi rating) e comprano attività ritenute sicuri (per esempio i Bund tedeschi o i T-Bond Usa). Accade nei periodi di maggior turbolenza sui mercati finanziari. Fondo multi-asset può integrare nelle proprie decisioni di investimento diverse asset class quali azioni, obbligazioni e liquidità, ottenendo un maggior grado di diversificazione e flessibilità. Fracking tecnica attraverso la quale gli Stati Uniti estraggono gas non convenzionale (metano) e il petrolio, ricavabili da scisti bituminosi e rocce formatesi per sedimentazione in seguito alla decomposizione di materiale organico, largamente presenti nel sottosuolo di molti stati americani ed europei. Fund picking politica di gestione (attiva) che prevede di far ottenere al fondo risultati megliori rispetto al suo benchmark di riferimento. I Paesi del G4, il gruppo dei quattro maggiori Paesi sviluppati mondiali: Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti. CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205 5

16 GBP/USD: abbreviazione di tasso di cambio tra sterlina britannica e dollaro USA. Gold Standard o sistema aureo: è un sistema monetario di cambi fissi determinati dalla parità di ciascuna moneta rispetto all oro. In questo sistema, ogni divisa si può convertire in un predeterminato ammontare d oro presso la Banca Centrale. Government Bond termine inglese per indicare i Titoli di Stato. Questi ultimi sono titoli obbligazionari emessi dallo Stato in seguito all assunzione di prestiti mediante pubblica sottoscrizione allo scopo di far fronte alle proprie necessità di spesa. Greater China termine utilizzato in volte a definire paesi di lingua cinese combinati, tra cui la Cina continentale, Hong Kong, Macao e Taiwan e talvolta Singapore. Growth stile di gestione specializzato nella selezione di titoli di aziende in forte espansione ed orientato a valutare: le potenzialità di crescita delle variabili reddituali dei titoli (fatturato, utili, ecc.), la differenza fra le proprie aspettative e quelle di mercato e la sostenibilità di questa crescita nel medio lungo termine. Hard Currency i titoli Hard Currency sono quei titoli che si ritiene avranno delle quotazioni stabili oppure tenderanno a rafforzarsi nei confronti di altre valute Hedge Fund fondo d investimento aperto altamente speculativo, caratterizzato da un elevato profilo di rischio/rendimento. È detto anche alternative fund ed ha una struttura giuridica molto specifica. La notorietà di questi fondi è legata all impiego di strumenti derivati di copertura dai rischi (hedging in inglese significa copertura). High Yield strumento caratterizzato da un rendimento elevato, ma a fronte di livelli di rischio altrettanto alti. Ciò si riflette di conseguenza nei livelli più bassi assegnati dalle agenzie di rating. I titoli High Yield hanno rating inferiore a Baa3 (Moody s), BBB- (S&P) oppure rating equivalente assegnato da altra agenzia indipendente. Incognite note è una citazione di Donald Rumsfeld, ex Segretario della Difesa statunitense, che descrive una situazione in cui si è consapevoli di un rischio senza conoscerne i particolari. Indice Barclays U.S. Convertibles misura la performance delle obbligazioni convertibili statunitensi. Indice Bloomberg JP Morgan Asia Dollar misura la performance delle coppie di valute più attive sui mercati asiatici, con valutazione rispetto al dollaro Usa. Indice DAX misura la performance dei 30 titoli tedeschi a maggiore capitalizzazione quotati alla Borsa di Francoforte. L indice EURO STOXX 50 misura la performance dei titoli bluechip dell Eurozona. Indice FTSE 00 indice azionario che segue l andamento di un paniere delle 00 società più capitalizzate quotate al London Stock Exchange. L indice MSCI AC World Financials rappresenta i titoli ad alta e media capitalizzazione di 45 Paesi sviluppati ed emergenti. Tutti i titoli compresi nell indice sono classificati nel settore finanziario secondo il Global Industry Classification Standard (GICS). L indice MSCI Asia ex Japan misura la performance dei titoli asiatici non giapponesi. L indice MSCI Emerging Markets misura la performance dei titoli di selezionati mercati emergenti. L indice Msci Em Latin America calcolato in dollari e convertito in euro garantisce un ampia diversificazione su circa 30 società di 6 Paesi dell America centrale e meridionale, selezionate per l elevata liquidità e capitalizzazione corretta per il flottante. L indice MSCI Europe Banks rappresenta i titoli ad alta e media capitalizzazione di 3 Paesi sviluppati europei. Tutti i tioli compresi nell indice sono classificati nel settore bancario secondo il Global Industry Classification Standard (GICS). Indice MSCI Indonesia misura la performance dei titoli indonesiani. L indice MSCI Japan misura la performance dei titoli giapponesi. Indice MSCI Malaysia misura la performance dei titoli malesi. Indice MSCI Philippines misura la performance dei titoli filippini. Indice MSCI Thailand misura la performance dei titoli tailandesi. Indice MSCI World misura la performance dei titoli di selezionati mercati sviluppati del mondo, compresi gli Stati Uniti. Indice S&P 500 indice realizzato da Standard & Poor s nel 957 che segue l andamento di un paniere azionario formato dalle 500 aziende statunitensi a maggiore capitalizzazione. Indice S&P 500 Consumer Discretionary misura la performance delle società incluse nell indice S&P 500 classificate come appartenenti al settore dei beni voluttuari GICS. Indice S&P 500 Consumer Staples misura la performance delle società che producono beni di consumo primari incluse nell indice S&P CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205

17 Indice S&P North American Cyclical misura la performance dei titoli negoziati negli Stati Uniti nell ambito del settore industriale GICS, che include produttori di automobili e componenti, beni durevoli per la casa e prodotti chimici, e il sottosettore dell acciaio. L indice S&P North American Cyclicals Price misura la performance dei titoli negoziati negli Stati Uniti nell ambito del settore industriale GICS, che include produttori di automobili e componenti, beni durevoli per la casa e prodotti chimici, e il sottosettore dell acciaio. Indice STOXX Europe 600 misura la performance di 600 società di 8 paesi della regione Europa. Internet delle cose è un termine usato per descrivere il crescente livello di interconnessione di molti prodotti via Internet. Investimenti alternativi liquidi sono strumenti che offrono esposizione a strategie di hedge fund attraverso veicoli di investimento liquidi accessibili a un ampia gamma di tipologie di clienti. Investment Grade indica strumenti di investimento ritenuti affidabili dagli operatori istituzionali. Si tratta di titoli emessi da società con bilanci in ordine e con favorevoli prospettive di business. Tutto questo viene solitamente riflesso nel rating di agenzie specializzate. Un J-REIT è un fondo di investimento immobiliare (Real Estate Investment Trust, REIT) giapponese, ovvero un titolo venduto come un azione sulla maggior parte delle borse valori che investe direttamente nel settore immobiliare attraverso immobili o mutui ipotecari. JPY/USD Abbreviazione di tasso di cambio tra yen giapponese e dollaro USA. Large Cap titoli a grande capitalizzazione di mercato. Liquidità facilità con cui uno strumento finanziario si trasforma prontamente in moneta senza perdita di valore. Load termine inglese per indicare un fondo che prevede commissioni di sottoscrizione/entrata. Mark Carney è l attuale governatore della Bank of England. Meccanismo unico di risoluzione (SRM) attua la direttiva dell Unione europea sul risanamento e la risoluzione delle banche negli Stati membri. Tale direttiva rappresenta il quadro normativo per il risanamento e la risoluzione degli istituti di credito e delle società di investimento che rischiano di fallire. Meccanismo unico di supervisione (SSM) assegna alla Banca centrale europea (BCE) un ruolo di vigilanza per monitorare la stabilità finanziaria delle banche con sede negli Stati membri dell UE. Mercati emergenti (EM) sono quei Paesi le cui economie non hanno ancora raggiunto il pieno sviluppo in termini di efficienza di mercato, liquidità e altri fattori. Mid Cap titoli a media capitalizzazione di mercato. Operazioni di rifinanziamento a lungo termine mirate (TLTRO), operazioni attraverso la quale la BCE concede finanziamenti alle banche dell Eurozona. Organismi di investimento collettivo in valori mobiliari (OICVM) sono il risultato di una serie di direttive UE finalizzate a consentire ai piani di investimento collettivo di operare liberamente in tutta l Unione europea facendo riferimento a un un unica autorizzazione rilasciata da uno Stato membro. L Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (OPEC) è un organizzazione internazionale la cui missione consiste nel coordinare le politiche dei Paesi produttori di petrolio. Paesi del G4, il gruppo dei quattro maggiori Paesi sviluppati mondiali: Germania, Giappone, Regno Unito, Stati Uniti Il Paesi periferici (talvolta definiti semplicemente periferia) sono quegli Stati che risultano meno sviluppati rispetto ai principali Paesi di una specifica regione. Partite correnti includono i flussi internazionali di beni e servizi, il reddito da lavoro dipendente, il reddito da investimenti e i trasferimenti correnti da una nazione verso i Paesi stranieri. Il saldo di parte corrente è un elemento della bilancia dei pagamenti. Patrimonio (Netto) rappresenta il totale delle attività mobiliari (valorizzate al prezzo di mercato) nelle quali ha investito il fondo, comprensivo di ratei, cedole/dividendi, e liquidità, al netto delle passività. Performance termine inglese che indica il risultato di un fondo, vale a dire il rendimento offerto, in un determinato arco di tempo. La performance si ottiene calcolando la variazione per centuale della quotazione del fondo in un certo periodo, tenuto conto degli eventuali dividendi distribuiti. Le performance sono generalmente espresse al netto della commissione di gestione, ma al lordo delle spese di sottoscrizione o di quelle richieste al momento del riscatto. Podemos è un partito spagnolo dell ala politica di sinistra. Fondato all inizio del 204, attualmente è rappresentato esclusivamente al Parlamento europeo. Politica d investimento indicazione degli obiettivi di investimento (tipologia di attività mobiliari, settore, area geografica, livello di rischiosità, orizzonte temporale considerato) del fondo comune d investimento e SICAV ai quali il gestore del fondo si attiene. CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205 7

18 Prodotto interno lordo (PIL) è il valore di tutti i beni e servizi prodotti dall economia di un Paese. Prodotto nazionale lordo (PNL) è una statistica economica che misura quanto è stato prodotto dai cittadini di un Paese. Si ottiene aggiungendo al prodotto interno lordo (PIL) il reddito. Percepito da soggetti residenti nel Paese per investimenti all estero, mentre sono esclusi i redditi percepiti nel Paese da soggetti residenti all estero. Profilo di rischio indica il profilo dell investitore in base a quale livello di oscillazione del rendimento, in positivo come in negativo, è disposto a tollerare. Assieme all orizzonte temporale ed al rendimento atteso, è una variabile fondamentale per determinare il prodotto corretto e/o la giusta asset allocation per l investitore. Punto base equivale a /00 di un punto percentuale. Quantitative easing (QE) è un programma di acquisto di titoli su vasta scala adottato dalle banche centrali; oltre ai titoli di Stato, può interessare anche altri asset quali i titoli garantiti da attivi. Rapporto, o multiplo, prezzo/patrimonio netto (P/B) è il rapporto tra il valore di mercato di un titolo e il relativo valore di libro. Rapporto, o multiplo, prezzo/utili (P/E) è il rapporto tra il prezzo corrente di un titolo e il relativo utile per azione. Return on equity, o redditività del capitale proprio, indica il risultato netto in percentuale del patrimonio netto. Rischio di coda è il rischio che si verifichi un evento altamente improbabile. Sector Allocation suddivisione del portafoglio del fondo comune d investimento e SICAV azionari in base ai settori finanziari di riferimento dei titoli azionari in cui investono. Shale Oil: L olio di scisto o petrolio di scisto, in inglese (shale oil) è un petrolio non convenzionale prodotto dai frammenti di rocce di scisto bituminoso mediante i processi di pirolisi, idrogenazione o dissoluzione termica. Small Cap titoli a bassa capitalizzazione, generalmente appartenenti a piccole e medie imprese. Sovraperformare: si usa in finanza per indicare un azione il cui ritorno atteso, o già ottenuto, è migliore della performance di azioni simili, o del settore di appartenza o dell intero mercato. Sovrappeso indica che l investimento ha una ponderazione superiore, rispetto al benchmark, in un determinato settore o titolo. Sottopeso indica che l investimento ha una ponderazione inferiore. Stock Picking attività di un gestore di un fondo volta ad analizzare e valutare un paniere di titoli sulla base della loro prospet tivà di crescita. Strategia di investimento basata su algoritmi seleziona i titoli in base all analisi quantitativa. Il gestore del fondo crea modelli computerizzati per stabilire se un investimento è interessante. La strategia trend-following è una strategia di investimento finalizzata a sfruttare trend tecnici di lunga durata sui mercati dei capitali. Strategie di investimento Equity Long/Short assumono posizioni azionarie lunghe e corte a seconda delle percezioni dei gestori circa la possibilità che il mercato sia rialzista o ribassista. Strategie di investimento Event-driven si prefiggono di sfruttare le inefficienze di prezzo che possono verificarsi prima o dopo eventi societari quali fusioni, conference call sui risultati, fallimenti, fusioni, acquisizioni o spin-off. Strategie di investimento Macro mirano a prevedere i trend economici più rilevanti a livello mondiale, basandosi su tali stime per investire in un ampia gamma di mercati. Strategie di investimento Relative-value cercano di trarre vantaggio dalle differenze di prezzo tra gli strumenti finanziari attraverso operazioni simultanee di acquisto e vendita di diversi titoli, consentendo quindi agli investitori di trarre un potenziale vantaggio dal valore relativo. Strategie FX: strategia d investimento relative al Forex, Foreign Exchange Market, ovvero il mercato internazionale dei cambi. Strategie Marco-Direzionali strategia che mira ad investire il portafoglio in strumenti e categorie d investimento che sono in grado di generare i rendimenti desiderati in relazione allo specifico contesto macroeconomico e di mercato. Attraverso tale strategia pesi ed esposizioni alle diverse asset class possono cambiare notevolmente nelle diverse fasi del ciclo economico. Strumento europeo per la stabilità finanziaria (SESF) era uno strumento veicolo istituito dai Paesi dell euro per assicurare la stabilità finanziaria dell Eurozona. Creato come meccanismo temporaneo per la risoluzione delle crisi, è stato sostituito dal meccanismo di salvataggio permanente, il Meccanismo europeo di stabilità (MES). Uno swap sull inflazione è un derivato utilizzato per trasferire il rischio di inflazione da una controparte all altra attraverso lo scambio dei flussi di cassa. 8 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205

19 Syriza è un partito greco dell ala politica di sinistra, considerato scettico nei confronti dell Unione europea. Il partito rigetta le richieste straniere di riforme strutturali. Tapering la graduale riduzione, da parte della Fed, del proprio programma di acquisto di titoli di Stato e titoli garantiti da ipoteca Tasso di inflazione inerziale con questo termine si definisce la tendenza di fondo dei prezzi ad un lieve aumento costante nel tempo. Tasso di interesse call overnight: tasso di interesse medio al quale una selezione di banche si concede reciprocamente prestiti per un periodo di giorno. Tasso Refi è il tasso di interesse di riferimento della Banca centrale europea (Bce), chiamato altresì tasso per le operazioni di rifinanziamento. Il tasso refi rappresenta il valore indicizzato che le banche sono tenute a pagare quando prendono in prestito del danaro dalla Bce. Il tasso di interesse della Bce costituisce anche uno strumento di intervento sui valori dei tassi di mercato in quanto può condizionare altre variabili, come il tasso interbancario. Tasso repo: tasso di interesse a cui la Banca Centrale Europea remunera i prestiti ricevuti delle banche commerciali. Tasso sui Fed Funds è il tasso di interesse, stabilito dalla Fed, al quale le banche si prestano denaro tra loro, solitamente su base overnight. Titoli ciclici /pro ciclici titoli la cui domanda è influenzata dal ciclo economico. Titoli Fondamentali titoli la cui analisi è volta ad attribuire ad ogni titolo il suo giusto valore sulla base di criteri economici legati alle caratteristiche e all attività dell impresa. Titoli non ciclici o titoli difensivi titoli la cui domanda precinde dall andamento economico. Trend: termine che identifica la tendenza di un bene di investimento. Ad esempio in un grafico è la linea che rappresenta l andamento di un prezzo di un attività finanziaria. Questa linea può essere ascendente o discendente a seconda dell andamento del bene di investimento considerato. Unione fiscale rappresenta l integrazione delle politiche fiscali di diverse nazioni. Le decisioni relative all esazione e all impiego delle imposte sono assunte da istituzioni comuni. Value stile di gestione specializzato nella selezione di azioni sottovalutate rispetto al potenziale, in particolare di quei titoli quei titoli che esprimono i multipli di borsa (price earning, ecc.) più convenienti. Volatilità misura la dispersione dei rendimenti per un dato titolo o indice di mercato, pertanto indica il range di oscillazione ed è impiegata come indicatore di rischio. West Texas Intermediate (WTI) è un diffuso benchmark dei prezzi del greggio. (pagine 8-9): commento sulla nostra view tattica e strategica View Tattica: Il focus della nostra view tattica sul reddito fisso riguarda i trend dei prezzi obbligazionari, non i rendimenti. View Strategica: Il focus della nostra view strategica sulle obbligazioni societarie riguarda i rendimenti, non i trend dei prezzi obbligazionari. Per le obbligazioni societarie e obbligazioni cartolarizzate/ speciali, le frecce indicano il rispettivo spread rettificato per le opzioni (option-adjusted). Per le obbligazioni non denominate in euro la figura mostra lo spread rispetto ai Treasury USA, mentre per le obbligazioni denominate in euro indica lo spread rispetto ai Bund tedeschi. Per i titoli sovrani dei mercati emergenti, la figura mostra lo spread rispetto ai Treasury USA. L andamento dello spread e del rendimento influenza il valore dell obbligazione. Gli investitori che mirano a trarre vantaggio solo dall andamento dello spread devono effettuare una copertura contro le variazioni dei tassi di interesse. Troika è composta da Fondo monetario internazionale (FMI), Banca centrale europea (BCE) e Commissione europea. L Unione europea (UE) è l unione politica ed economica di 28 stati membri situati prevalentemente in Europa. CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205 9

20 Disclaimer Avvertenze legali Messaggio pubblicitario con finalità promozionali. Il presente documento è stato redatto da Deutsche Asset & Wealth Management esclusivamente a scopo informativo e non costituisce in alcun modo consulenza in materia di investimenti o ricerca in materia di investimenti e non è collegato con, e non costituisce la base di, qualunque contratto o impegno; lo stesso è stato predisposto senza considerare gli obiettivi di investimento, la situazione finanziaria o le competenze di specifici investitori. Le informazioni contenute in questo documento non costituiscono consulenza in materia di investimenti, né produzione o diffusione di ricerca, ma costituiscono una mera descrizione dei mercati e si basano su dichiarazioni derivanti da fonti della società di gestione appartenente a Deutsche Asset & Wealth Management o pubblicamente disponibili, ritenute affidabili. Non è possibile garantire l accuratezza, la correttezza o la completezza di tali dichiarazioni per le quali la società di gestione appartenente a Deutsche Asset & Wealth Management non è da ritenersi responsabile. Tutte le opinioni date e qui rappresentate riflettono le valutazioni della società di gestione appartenente a Deutsche Asset & Wealth Management aggiornate alla data di produzione presente documento. Le opinioni espresse in queste valutazioni possono essere soggette a cambiamenti senza preavviso. Tutte le dichiarazioni derivano dalla valutazione della società di gestione appartenente a Deutsche Asset & Wealth Management sull attuale situazione legale e fiscale. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. I rendimenti sono esposti al lordo degli oneri fiscali. I costi individuali quali le commissioni e le altre spese non sono state incluse e inciderebbero negativamente se lo fossero. Prima dell adesione leggere attentamente il prospetto e il documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (Key Investor Information Document - cd. KIID) e/o la documentazione d offerta vigente disponibile presso Deutsche Bank AG, Deutsche Asset & Wealth Management Investment GmbH (Mainzer Landstrasse 78-90, Francoforte sul Meno, Germania), presso DWS Investment S.A. (2, Boulevard Konrad Adenauer, 5 Luxembourg), presso Deutsche Bank AG - Milan Branch (Via Filippo Turati 25/27, 202 Milano), presso i Soggetti incaricati del collocamento e i Soggetti Incaricati dei Pagamenti, nonché sul sito Deutsche Bank AG - Milan Branch, Febbraio 205 Deutsche Asset and Wealth Management é la divisione che racchiude in sè tutte le attività di asset management e wealth management di Deutsche Bank AG e delle società controllate. In Italia Deutsche Asset & Wealth Management fornisce prodotti e servizi alla propria clientela tramite le diverse società secondo quanto di volta in volta rappresentato nella specifica documentazione informativa e contrattuale. Maggiori informazioni sui prodotti e servizi offerti sono disponibili sul sito Questo documento non costituisce sollecitazione, né può essere consegnato o impiegato per finalità di sollecitazione. Responsabile del contenuto: Deutsche Asset & Wealth Management Investment GmbH, 6062 Francoforte 20 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10 Alternative Spot Dic 2013 L outlook di Hedge Invest per il 2014 Scenario macroeconomico: la visione per il 2014 EUROZONA Prevediamo ancora pressioni al ribasso sulla crescita a breve termine, a causa di

Dettagli

CIO View. Politiche delle banche centrali. Ognuno per la sua strada. Deutsche Asset & Wealth Management

CIO View. Politiche delle banche centrali. Ognuno per la sua strada. Deutsche Asset & Wealth Management Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre 2014 CIO View Politiche delle banche centrali Ognuno per la sua strada Nove posizioni Le nostre previsioni Nel 2015 la

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

CIO View. Scenario economico globale. L instabilità dei mercati emergenti. Deutsche Asset & Wealth Management

CIO View. Scenario economico globale. L instabilità dei mercati emergenti. Deutsche Asset & Wealth Management Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Ottobre 2015 CIO View Scenario economico globale L instabilità dei mercati emergenti Nove posizioni Le nostre previsioni Probabile

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

L OPINIONE DEI COMPETITOR

L OPINIONE DEI COMPETITOR L OPINIONE DEI COMPETITOR 11 A cura della Direzione Studi. L Opinione dei Competitor Sintesi e Indicazioni Tattiche SINTESI MACRO E ASSET ALLOCATION Pictet - AGGIORNATO A SETTEMBRE QUADRO MACRO: Timori

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

Investment Insight. Il segmento High Yield in Europa nel 2016. Dal team European High Yield di AXA IM Dicembre 2015

Investment Insight. Il segmento High Yield in Europa nel 2016. Dal team European High Yield di AXA IM Dicembre 2015 Investment Insight Dal team European High Yield di AXA IM Dicembre 2015 Il segmento High Yield in Europa nel 2016 I mercati continuano ad essere nervosi a fine 2015, a causa di una serie di eventi risk-off.

Dettagli

CIO View. Vivere sotto zero. Quando i tassi di interesse sono negativi. Deutsche Asset & Wealth Management

CIO View. Vivere sotto zero. Quando i tassi di interesse sono negativi. Deutsche Asset & Wealth Management Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Aprile 2015 CIO View Vivere sotto zero Quando i tassi di interesse sono negativi Nove posizioni I principali fattori economici

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 8 agosto 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

AGORA VALORE PROTETTO

AGORA VALORE PROTETTO Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA VALORE PROTETTO FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 Marzo 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Febbraio 2015. CIO View. Grecia. Lottare con la complessità

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Febbraio 2015. CIO View. Grecia. Lottare con la complessità Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Febbraio 2015 CIO View Grecia Lottare con la complessità 1 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Febbraio 2015 Nove

Dettagli

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti - Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR; Luca Mezzomo - Responsabile

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 2012 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo No. 5 - Settembre 2013 2 I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo Con il mercato obbligazionario

Dettagli

Outlook dei mercati. III Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo.

Outlook dei mercati. III Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo. ARCA FOCUS Outlook dei mercati III Trimestre 2015 1 Indice Outlook di lungo periodo Mercati Azionari 3 Outlook di lungo periodo Mercati Obbligazionari 4 Outlook di medio periodo Opportunità e rischi 5

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 1 Gennaio 214 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

Outlook dei mercati. I Trimestre 2015 ARCA FOCUS

Outlook dei mercati. I Trimestre 2015 ARCA FOCUS ARCA FOCUS Outlook dei mercati I Trimestre 2015 Ad uso esclusivo dei Soggetti Collocatori, vietata la diffusione alla clientela. Il presente documento ha semplice scopo informativo. 1 Indice Outlook di

Dettagli

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente Cosa ci dobbiamo aspettare dai mercati obbligazionari nel 2015? Intervista a Paul Read (Co-Head di Invesco Fixed Interest Henley Gestore di Invesco Euro Corporate Bond, Invesco Pan European High Income

Dettagli

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI Economie divergenti

Dettagli

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere.

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. 30 Novembre 2015 Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. Tutto è iniziato lo scorso novembre con la riunione dell OPEC (Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio), durante la quale è

Dettagli

Aggiornamento sui mercati obbligazionari

Aggiornamento sui mercati obbligazionari Aggiornamento sui mercati obbligazionari A cura di: Pietro Calati 20 Marzo 2015 Il quadro d insieme rimane ancora costruttivo Nello scorso aggiornamento di metà novembre dell anno passato i segnali per

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

Fonditalia Core MERCATO CARATTERISTICHE. Azionario. Obbligazionario. Valute. Strategia del prodotto

Fonditalia Core MERCATO CARATTERISTICHE. Azionario. Obbligazionario. Valute. Strategia del prodotto 29 Settembre 2015 Fonditalia Core MERCATO Azionario Da metà aprile gli indici azionari hanno corretto al ribasso dopo il rialzo di inizio anno (prima a causa dell acuirsi della crisi greca, poi per via

Dettagli

FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE

FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE ZENIT MC BREVE TERMINE ZENIT MC OBBLIGAZIONARIO ZENIT MC PIANETA ITALIA ZENIT MC EVOLUZIONE ZENIT MC PARSEC ZENIT MC MEGATREND RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014

Dettagli

Allianz Flexible Bond Strategy

Allianz Flexible Bond Strategy Allianz Flexible Bond Strategy In un mondo che cambia rapidamente è importante essere flessibili Ottobre 2012 Documento con finalità promozionali destinato al cliente al dettaglio e al potenziale cliente

Dettagli

Schroder ISF EURO Short Term Bond

Schroder ISF EURO Short Term Bond Pagina 1 Indice Review su mercato e fondo pag. 2 Il mercato Il fondo Cosa ci aspettiamo dal mercato e dal fondo pag. 3 Uno sguardo al mercato Le scelte strategiche I risultati di pag. 4 Descrizione del

Dettagli

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo.

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo. ARCA FOCUS Outlook dei mercati IV Trimestre 2015 1 Indice Outlook di lungo periodo Mercati Azionari 3 Outlook di lungo periodo Mercati Obbligazionari 4 Outlook di medio periodo Opportunità e rischi 5 Outlook

Dettagli

Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi

Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi No. 8 - Luglio 2014 N. 86 Luglio Dicembre 2014 2013 2 Come negli scorsi anni, anche nel 2014 le politiche monetarie delle principali

Dettagli

Global Asset Allocation

Global Asset Allocation Global Asset Allocation L impatto dell incremento dei rendimenti obbligazionari sul ciclo economico e sulla nostra view Aprile 0 Punti chiave PROSPETTIVE Giordano Lombardo Group CIO, Pioneer Investments

Dettagli

Asset Allocation Mensile

Asset Allocation Mensile Asset Allocation Mensile Febbraio 2015 CLIMA DI MERCATO IN SINTESI QE della BCE al momento giusto, economia in miglioramento La crescita USA non è così debole da ritardare il rialzo dei tassi della Fed

Dettagli

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti:

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: MARKET OUTLOOK 2016 Cosa ci lascia in eredità il 2015 L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: - La fine della politica dei tassi zero in USA - L avvio del QE in Europa

Dettagli

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati Analisi mensile dei principali eventi e previsioni sui mercati globali 22 ottobre 2014 Analisi dei Mercati Crediamo che i mercati stiano reagendo in modo esagerato considerato lo stato di salute dei fondamentali.

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 10 febbraio 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Il programma di Quantitative Easing finalmente

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 CASSA DI PREVIDENZA - FONDO PENSIONE PER I DIPENDENTI DELLA RAI E DELLE ALTRE SOCIETÀ DEL GRUPPO RAI - CRAIPI Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 SETTEMBRE 2012 Studio Olivieri

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 12 maggio 2016 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 Scenario macroeconomico Dopo la revisione al ribasso apportata alle stime

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 13 gennaio 2015 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION

Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION Zurich Investments Life S.p.A. Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE (Dati aggiornati al 31.12.2009) Alla gestione delle risorse provvede la Zurich Investments

Dettagli

Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità

Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità Logo azienda Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità Nicola Carcano, Chief Investment Officer, MVC & Partners e Docente presso l Università

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Dopo aver ritardato per diverso

Dopo aver ritardato per diverso Fondi obbligazionari absolute return per generare performance positive anche con tassi al rialzo L'analisi dei fondi Fixed income alternativi ha messo in evidenza l'elevata allocazione nei bond americani,

Dettagli

LE MOSSE GIUSTE PER UNA STRATEGIA VINCENTE

LE MOSSE GIUSTE PER UNA STRATEGIA VINCENTE LE MOSSE GIUSTE PER UNA STRATEGIA VINCENTE Sulla SCACCHIERA DEGLI INVESTIMENTI, i titoli obbligazionari e quelli azionari sono il re e la regina; sono le Asset Class nobili, gli investimenti per eccellenza

Dettagli

NEL 2012, RENDIMENTO, QUALITÀ E DIVERSIFICAZIONE SARANNO LA CHIAVE DEGLI INVESTIMENTI IN UN QUADRO ECONOMICO MONDIALE IN PROGRESSO MA ANCORA DEBOLE

NEL 2012, RENDIMENTO, QUALITÀ E DIVERSIFICAZIONE SARANNO LA CHIAVE DEGLI INVESTIMENTI IN UN QUADRO ECONOMICO MONDIALE IN PROGRESSO MA ANCORA DEBOLE Comunicato stampa Bank of America Merrill Lynch Financial Centre 2 King Edward Street London EC1A 1HQ Per ulteriori informazioni: Ana Iris Reece Gonzalez Donatella Cifarelli Brunswick tel: 02 9288 6200

Dettagli

Fondo AcomeA ETF attivo

Fondo AcomeA ETF attivo Articolo pubblicato su Borsa Italiana il 28 giugno 2012 http://www.borsaitaliana.it/speciali/trading/inside-markets/23/etf-fondoacomeaetfattivo.htm Fondo AcomeA ETF attivo Il fondo AcomeA ETF Attivo è

Dettagli

Market Focus. Outlook. Un 2015 trainato dagli USA, aspettando l Europa

Market Focus. Outlook. Un 2015 trainato dagli USA, aspettando l Europa Market Focus Outlook 2015 Un 2015 trainato dagli USA, aspettando l Europa Indice Outlook 2015 05 Scenario 10 Asset Allocation 13 Azioni 19 Obbligazioni 25 Materie Prime 27 Real Estate e Alternativi 28

Dettagli

La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave

La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave Active Marzo Management 2015 La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave Mauro Vittorangeli CIO Conviction Fixed Income e Senior Portfolio Manager Le politiche monetarie

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 4 settembre 2015 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato No. 10 giugno 2015 N. 10 giugno 2015 2 Le principali Banche Centrali hanno aumentato complessivamente di oltre 6.000 miliardi

Dettagli

maggio 2015 ( i mercati azionari e in generale, trasversalmente, le asset class più rischiose - comprese quindi le 1/5

maggio 2015 ( i mercati azionari e in generale, trasversalmente, le asset class più rischiose - comprese quindi le 1/5 maggio 2015 Mantenere la rotta in mezzo alla volatilità Nonostante il paracadute della Bce nelle ultime settimane sui mercati è tornato il nervosismo. A medio termine lo scenario resta favorevole alle

Dettagli

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015 Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2015 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE 1.09 POLITICA FINANZIARIA

Dettagli

ILR con. Posizione. attuale.

ILR con. Posizione. attuale. ILR con il gestore G. Spinola del 16/04/15 Trend vs. Msci World Dal lancio ( 15/02/93 ) al 16/04/15. Posizione attuale. 63% %* in Azioni (profilo di rischio teoricoo del portafoglio mediamente in lineaa

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi del Rischio Pag.9 - Disclaimer 2 Analisi Macro Quadro

Dettagli

View. Fideuram Investimenti. 12 ottobre 2015

View. Fideuram Investimenti. 12 ottobre 2015 12 ottobre 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 Scenario macroeconomico Confermiamo di non aver apportato revisioni significative

Dettagli

Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema

Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema Sulla base delle informazioni disponibili al 20 novembre 2004, gli esperti dell Eurosistema hanno elaborato le proiezioni

Dettagli

Europa: oggi l Ifo e la seconda stima sul Pil in Germania. Stati Uniti: oggi le vendite delle case nuove e la fiducia dei consumatori.

Europa: oggi l Ifo e la seconda stima sul Pil in Germania. Stati Uniti: oggi le vendite delle case nuove e la fiducia dei consumatori. Morning Call 25 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Quotazione del Brent: andamento dal 2008 I temi del giorno Lunedì nero per le borse; oggi Shanghai perde ancora oltre il 7,0% ma i listini europei tentano

Dettagli

ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie. Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds

ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie. Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds 1 Sintesi Gli attuali squilibri Le prospettive Le strategie nelle varie asset class 2 Gli

Dettagli

Schroders. Economia e Mercati. Outlook macroeconomico e scelte di asset allocation Primo trimestre 2013

Schroders. Economia e Mercati. Outlook macroeconomico e scelte di asset allocation Primo trimestre 2013 Schroders Economia e Mercati Outlook macroeconomico e scelte di asset allocation Primo trimestre 2013 Introduzione Il rally dei mercati azionari che è iniziato nel terzo trimestre ha proseguito la sua

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap Small Cap Piccole imprese grandi opportunità. A sei anni dall inizio della crisi finanziaria internazionale, l economia mondiale sembra recuperare, pur in presenza di previsioni di crescita moderata. In

Dettagli

GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI. 06 Maggio 2016

GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI. 06 Maggio 2016 GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI 06 Maggio 2016 PANORAMICA MACRO Principali Lunedì +/- Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì indici / currency 02/05/2016 03/05/2016-04/05/2016-05/05/2016-06/05/2016

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 9 settembre 2012 A cura dell Ufficio Ricerca

Dettagli

Previsioni di Mercato Raiffeisen

Previsioni di Mercato Raiffeisen Previsioni di Mercato Raiffeisen di Raiffeisen Capital Management per Cassa Raiffeisen di Brunico Aprile 2015 Quo vadis, FED? Ancora una volta un trimestre è stato fortemente influenzato dalle banche centrali.

Dettagli

Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari

Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari Alessandro Pozzi Responsabile Distribuzione Retail & Wholesale Eurizon Capital Scenario di riferimento Crescita Moderata Politiche monetarie Tassi

Dettagli

L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015

L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015 COMUNICATO STAMPA L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015 Le azioni mantengono la fiducia degli investitori

Dettagli

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 A chi si rivolge Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Più Ottobre 2020 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento

Dettagli

Portafogli Modello Giugno 2014

Portafogli Modello Giugno 2014 Portafogli Modello Giugno 2014 Investment Advisory 10 Giugno 2014 Milano Indice Commento Generale (p. 3) Portafoglio Obbligazionario (p. 4) Portafoglio Bilanciato (p. 6) Portafoglio Azionario (p. 8) Ranking

Dettagli

Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico"

Portafoglio Invesco a cedola Profilo dinamico Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico" Questo documento è riservato per i Clienti Professionali/Investitori Qualificati e/o Soggetti Collocatori in Italia e non per i clienti finali. È vietata

Dettagli

ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE Il Fondo Pensione aperto Zurich Contribution è stato, come noto, istituito dal Consiglio di Amministrazione di Minerva Vita S.p.A. (oggi Zurich

Dettagli

info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 A chi si rivolge Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 info Prodotto Eurizon Cedola Attiva Più Luglio 2019 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento del

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Risk Management UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Prof. Filippo Stefanini A.A. Corso 60012 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Edile Equazione di Fisher Siano r il tasso reale, n il tasso nominale ed

Dettagli

scenario 2009 piccole e medie imprese macroeconomia e mercati Vicini a voi.

scenario 2009 piccole e medie imprese macroeconomia e mercati Vicini a voi. scenario 2009 macroeconomia e mercati AGGIORNAMENTO 1 semestre piccole e medie imprese Vicini a voi. Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon

Dettagli

1 MESE IN 10 IMMAGINI

1 MESE IN 10 IMMAGINI 1 MESE IN 10 IMMAGINI Con 1 mese in 10 immagini SYZ Wealth Management presenta una panoramica mensile dell attività economica mondiale. Visto che un immagine può valere più di mille parole, selezioniamo

Dettagli

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 A chi si rivolge

info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 A chi si rivolge Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 info Prodotto Eurizon Soluzione Cedola Maggio 2020 è un Fondo comune di diritto italiano, gestito da Eurizon Capital SGR, che mira ad ottimizzare il rendimento del

Dettagli

C come cedola! Allianz Global Investors. III trimestre 2015

C come cedola! Allianz Global Investors. III trimestre 2015 Allianz Global Investors C come cedola! III trimestre Nello scenario di mercato attuale, caratterizzato da crescita economica contenuta, rendimenti nominali bassi e deflazione, l investitore ricerca sempre

Dettagli

Il futuro ha bisogno di più Anima.

Il futuro ha bisogno di più Anima. Il futuro ha bisogno di una nuova visione. Più attenta all essenza. Più responsabile e rigorosa. Più aperta e positiva. Per questo i migliori consulenti, le migliori banche e reti di promotori finanziari

Dettagli

FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO DI DIRITTO ITALIANO CATEGORIA:

FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO DI DIRITTO ITALIANO CATEGORIA: Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA INCOME FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE

Dettagli

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto Zurich Investments Life S.p.A. ZED OMNIFUND fondo pensione aperto INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE (Dati aggiornati al 31.12.2014) Alla gestione delle risorse provvede la Zurich Investments Life

Dettagli

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto Zurich Life Insurance Italia S.p.A. ZED OMNIFUND fondo pensione aperto INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE (Dati aggiornati al 31.12.2013) Alla gestione delle risorse provvede la Zurich Life Insurance

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 8 Luglio 2014 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico La pesante flessione del PIL degli USA nel primo trimestre

Dettagli

View. Fideuram Investimenti. 9 giugno 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari

View. Fideuram Investimenti. 9 giugno 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari 9 giugno 2015 View Fideuram Investimenti Scenario macroeconomico Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 I dati diffusi nelle ultime settimane mostrano che

Dettagli

Fondo CMIG Multi-Assets Global (MAG) Newsletter 31.10.2008

Fondo CMIG Multi-Assets Global (MAG) Newsletter 31.10.2008 Fondo CMIG Multi-Assets Global (MAG) Newsletter 31.10.2008 Rendimento dal lancio -14,48 % Rendimento Annuo -7,71 % Valore quota Data di lancio 4,276 01.09.2008 (01.09.2008-31.10.2008) Rendimento a 1 mese

Dettagli

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi l indice dell attività nazionale elaborato dalla Fed di Chicago.

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi l indice dell attività nazionale elaborato dalla Fed di Chicago. Morning Call 24 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Indice di Borsa di Shanghai: andamento I temi del giorno Proseguono le tensioni sui mercati: questa mattina Shanghai segna un -8,7% e il Nikkei segue con

Dettagli

Investire in bond: quando il gioco si fa duro

Investire in bond: quando il gioco si fa duro Investire in bond: quando il gioco si fa duro No. 3 - Maggio 2013 Investire in bond: quando il gioco si fa duro Dopo la corsa agli elevati rendimenti generalizzati degli ultimi anni, il mercato obbligazionario

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO DICEMBRE 2009 Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO Prospettive e Determinanti del Prezzo del Petrolio Bruno Chiarini Recessione e petrolio Occorre ricordare che l economia italiana

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 6 giugno 2011 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi Macro: Cina & India Pag.8 - Analisi del Rischio Pag.11

Dettagli

SCENARIO 2015 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 3 TRIMESTRE

SCENARIO 2015 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 3 TRIMESTRE SCENARIO 2015 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 3 TRIMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR Paolo Guida, Responsabile

Dettagli

SULLE ALI DELLA DISCONNESSIONE: ATTO II

SULLE ALI DELLA DISCONNESSIONE: ATTO II SULLE ALI DELLA DISCONNESSIONE: ATTO II Dopo il grande rush che ha visto i principali mercati raggiungere e superare i precedenti massimi storici, è iniziata l attesa fase di correzione degli indici. Ad

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

Asset Allocation Mensile

Asset Allocation Mensile Riservato agli investitori professionali Asset Allocation Mensile Aprile 2016 ASSET ALLOCATION IN SINTESI Joost van Leenders, CFA, Chief economist, Multi Asset Solutions joost.vanleenders@bnpparibas.com

Dettagli