ADvisor GUIDEBOOK / 9. equity & multi asset. target income

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ADvisor GUIDEBOOK / 9. equity & multi asset. target income"

Transcript

1 //////////////// ADvisor GUIDEBOOK / 9 equity & multi asset target income ////////////////

2 Scopri AdvisorProfessional, la prima community interamente dedicata ai promotori finanziari. Approfittane anche tu e unisciti ai tuoi oltre colleghi già iscritti. Leggi gli aggiornamenti dei gestori e scopri i prossimi appuntamenti della collana editoriale.

3 9 ADvisor GUIDEBOOK equity & multi asset target income testi a cura della Redazione di ADVISOR

4 / s o m m a r i o / ADVISOR GUIDEBOOK Allegato ad ADVISOR, newsmagazine della consulenza finanziaria n. 10 ottobre 2014 (registrato presso il Tribunale di Milano n. 523 del 24/09/03) Realizzazione: a cura della redazione ADVISOR Direttore responsabile: Francesco D Arco Coordinatore editoriale: Marcella Persola Graphic Designer: Luca Baraggia Progetto grafico: studioepis Creative Partner Ri-Tratto di C. Tagliabue è stato realizzato dall artista Stefano Epis Proprietario ed editore: Open Financial Communication Srl Via Francesco Sforza, Milano Non vendibile

5 tassi ai minimi. rendimenti aiminimi? 1 / p a g i n a 10 azioni, azioni, azioni 2 / p a g i n a 18 il meglio del vecchio continente 3 / p a g i n a 26 il multi-asset diventa globale 4 / p a g i n a 32 quando l'income e' real 5 / p a g i n a 42

6 aspettando la pianificazione Finanzia / di Francesco D Arco 4 Da un lato abbiamo la crisi, che mese dopo mese cambia volto e genera nuova incertezza sui mercati finanziari. Dall'altra abbiamo le singole aziende che, invece, spesso riescono a generare utili e a distribuire dividendi ancora interessanti. In mezzo ci sono i risparmiatori che sembrano ormai disinteressati alle tematiche del rendimento e del rischio, ma chiedono piuttosto risposte concrete ad esigenze concrete quali ad esempio l'università dei figli, l'acquisto di una nuova casa e, perché no, una vacanza. Ma l'esigenza che sembra lentamente affiorare nelle menti degli italiani è quella relativa alla copertura dei bisogni quotidiani una volta conclusa l'età lavorativa. Forse, come molti osservatori

7 /////////////////////////////////////////////// I N T R O D U Z I O N E / ria sostengono ormai da anni, ancora non è chiara l'entità del gap previdenziale che gli italiani dovranno coprire, ma di certo i risparmiatori ora sono consapevoli che se vogliono soddisfare un bisogno "extra", avere un cuscinetto per ogni tipo di imprevisto o, più semplicemente, mantenere inalterato il proprio tenore di vita una volta conclusa l'attività lavorativa, devono affidarsi a strumenti alternativi alla semplice pensione. Finalmente si è diffusa tra gli italiani la cultura della pianificazione finanziaria? No, è ancora presto per parlare di una tale consapevolezza. Quella che però si è diffusa tra i risparmiatori è la consapevolezza che poter contare su fonti di reddito alternative al semplice stipendio può essere utile e saggio da un punto di vista finanziario. Un primo passo importante verso la logica della pianificazione finanziaria. E un primo passo che è stato possibile realizzare anche grazie alla diffusione di fondi comuni che hanno iniziato a parlare non solo di income, ovvero di reddito, ma anche di target, cioé di obiettivi, che a livello finanziario si traducono, ovviamente, in performance e promesse di cedole periodiche, ma che per gli italiani si traducono in liquidità da utilizzare per soddisfare quegli extra, quei bisogni imprevisti o quelle necessità quotidiane che non sempre stipendio e pensione riescono a coprire. Più volte questi concetti (income e target) sono finiti nella nostra collana ADVISOR GUIDEBOOK per parlare di fixed income e/o di multi asset. Più raramente vengono associati al mondo equity che, per definizione, è considerata una delle asset class più volatili e per questo meno incline a fornire cedole e/o a soddisfare obiettivi concreti. Eppure concetti come income e target oggi sono entrati di diritto anche nel mondo azionario e i fondi che utilizzano logiche da "multi-asset" per gestire portafogli "equity" sono ormai molti. Come fanno? Non resta che approfondire il tema in questo nono numero della linea "EQUITY- MULTI ASSET" chiamato, non a caso, "TARGET INCOME" 5

8 obiettivi chiari e trasparenti / di Cinzia Tagliabue, a.d. Pioneer Investments Italia 6 Alcuni cambiamenti importanti, non soltanto relativi ai mercati finanziari, ma anche a trend demografici e socio-economici ci accompagneranno per molti anni ancora. La crisi europea ha infatti inferto un duro colpo a molte certezze che sembravano incrollabili e il processo di recupero per ritornare ad una crescita sana e sostenibile è tuttora in corso. Sullo sfondo, poi, incombe un trend che vede la popolazione mondiale in continuo invecchiamento, modificando inesorabilmente la proporzione tra persone in età lavorativa e pensionati. Anche l aspettativa di vita si è allungata e con essa la necessità di assistenza

9 ////////////////////////////////////////////////// p r e f a z i o n E / sanitaria e sociale in età pensionabile. Aspetti che non solo incidono sulla programmazione dell individuo e della famiglia, ma anche, in modo tangibile, sul debito pubblico dei singoli paesi. È un dato di fatto che andando avanti bisognerà sempre di più ricorrere a forme di reddito aggiuntivo per integrare il sistema di welfare pubblico, ma l esigenza di reddito può avere anche altre motivazioni e interessare tutte le fasce di popolazione, indipendentemente dall età. Per questo il nostro suggerimento è di pianificare, scegliere prodotti in grado di rispettare obiettivi chiari e trasparenti ed essere disposti a considerare nuove tipologie di investimento per trovare possibilità di rendimento che oggi, sui mercati tradizionalmente più sicuri, sono sempre più rare. Pioneer Investments è partita da questi presupposti e dall analisi dei bisogni dei clienti per costruire una gamma di prodotti completa, non solo esplorando il tradizionale ambito dei mercati a reddito fisso, ma anche altre asset class che offrono opportunità più interessanti nel contesto attuale. Tutti i nostri fondi della categoria Target Income sono disegnati, infatti, per generare un reddito periodico la cui entità è predefinita annualmente. Nuovi trend demografici e socio-economici, uniti alla persistente crisi, spingono i risparmiatori verso la pianificazione e la ricerca di reddito Questo perché crediamo che sia determinante avere un approccio trasparente per permettere agli investitori di allineare le esigenze di risparmio a quelle di spesa. Inoltre, le vaste competenze maturate su diversi mercati e nella gestione dei rischi ci hanno permesso di indirizzare i nostri investimenti verso le fonti di rendimento più promettenti, in un processo di innovazione finanziaria che permette di sfruttare le potenzialità di strumenti diversi rispetto al solito governativo euro senza aggiungere livelli di volatilità sproporzionata rispetto al profilo tipico dei nostri clienti 7

10 g e s t i t o )

11

12 tassi ai minimi. rendimenti aiminimi? Gli annunci delle banche centrali statunitense ed europea a cavallo delle ferie estive sono stati esaustivi e soprattutto hanno delineato lo scenario che ci attende nel prossimo futuro. Ha iniziato la Fed con il governatore Janet Yellen che ha spiegato come l economia USA sia migliorata nel corso del secondo trimestre, così come il mercato del lavoro, mentre il tasso di inflazione si mantiene ancora al di sotto di quel 2% preso come target ideale; per questi motivi la politica monetaria continuerà a essere accomodante, con l intento di migliorare quegli indicatori economici che potrebbero permettere di concludere il terzo Quantitative Easing (QE) e procedere poi gradualmente verso una prima fase di rialzo dei tassi di interesse. Tassi che, in ogni caso, rimarranno fermi all interno del consolidato corridoio 0-0,25% per un certo periodo di tempo dopo la fine del programma di acquisti di titoli. Da questa parte dell Oceano Atlantico ci ha pensato poi Mario Draghi a rincarare la dose, confermando che quella dell Eurozona è una ripresa moderata e diseguale, su cui pesano bassa inflazione e dinamiche sommesse del credito; spingendo il tasso di riferimento sull euro al minimo storico dello 0,05%, ha nei fatti confermato che i tassi rimarranno bassi ancora a lungo, visto anche il contesto di ridotta inflazione. Draghi ha avvertito anche che a Eurotower sono unanimemente determinati ad avvalersi, se necessario, di altri strumenti non convenzionali per evitare che la bassa inflazione si protragga troppo. Tassi di interesse ai minimi e inflazione a zero - per ora - ma che prima o poi tornerà, volente o nolente, ad alzarsi. Un mix micidiale per gli investitori, specialmente per quelli abituati a investire esclusivamente in obbligazioni con l obiettivo di estrarre una rendita, e che si trovano già 10

13 //////////////////////////////////////////////////// c a p i t o l o / 1 adesso a fare i conti con rendimenti nominali ai minimi termini, e reali spesso e volentieri negativi. Insomma, lo scenario economico rimane complicato, il rischio - anche se non imminente - di un aumento dei tassi lo rende ancora più fosco e gli spazi di manovra si sono fatti decisamente ristretti. Altre incognite si delineano poi all orizzonte, rendendo sempre più precario l ambiente economico in cui viviamo. Il fardello del debito pubblico nelle economie dei Paesi sviluppati continua a rappresentare un problema grave, e non solamente in Italia. Lo stock complessivo di debito ha toccato nel 2013 nuovi mas- Gli investitori abituati ai bond devono fare i conti con rendimenti nominali in forte riduzione Economie sviluppate: debito vs pil Economie sviluppate Debito in % rispetto al PIL 99% 106% Miliardi di dollari % 78% 73% Totale generale del debito pubblico Fonte: BIS Quarterly Review a marzo 2014 per il totale generale del debito pubblico. IMF World Economic Outlook, aprile 2014 per il debito in % rispetto al PIL 11

14 Si presenta un nuovo rischio: il progressivo invecchiamento della popolazione, con un aumento degli ultra-65enni e un calo delle persone in età lavorativa

15 tassi ai minimi. rendimenti ai minimi? / c a p i t o l o / 1 simi salendo al 106% del Pil aggregato. Questi Paesi sono ora di fronte alla sfida di ridurre il proprio indebitamento a livelli più sostenibili e ciò potrebbe implicare la necessità di un passaggio di ruolo preminente dal settore pubblico a quello privato di comparti come ad esempio il welfare. Un secondo rischio che si presenta è il progressivo invecchiamento della popolazione, con un aumento degli ultra-65enni e un calo delle persone in età lavorativa: si pensi che nel 1980 ve ne erano circa 10 per ogni over 65 (allora erano 266 milioni nel mondo), nel 2050 saranno solo quattro, calcolano all Onu. 106% rapporto debito/pil paesi sviluppati andamento demografico mondiale Gli anziani sono supportati da meno lavoratori Numero di persone in età lavorativa per ogni persona in età pensionabile 9,8 266 milioni persone 65enni o più anziane 8,3 570 milioni 973 milioni 5, milioni 4,0 Persone in età lavorativa per ogni persona in età pensionabile per paese Australia Francia Germania Italia Giappone Spagna Regno Unito USA Fonte: United Nations, Profiles of Ageing edizione 2013 Fonte: OECD, Pensions at a Glance, edizione

16 Finora, in Italia, il capitale personale dei risparmiatori è ancora sottoutilizzato secondo le statistiche Ocse E la popolazione in età pensionabile sarà di 1,5 miliardi di persone. Con gli inevitabili problemi a livello di sistemi pensionistici, anche alla luce dell aumento della longevità: a livello mondiale l aspettativa di vita, calcolano sempre all Onu, è passata dai 49 anni del 1960 ai 76 stimati del 2050, ma in Nord America è di 84 anni, in Oceania di 82 e in Europa di 81. Insomma, con una prospettiva di vita più lunga e un progressivo disimpegno del welfare statale, occorre che a integrare i flussi di reddito sia necessariamente il capitale personale investito. E che finora, almeno in Italia, è sottoutilizzato, secondo le sta- aspettative di vita a livello mondiale - età media Anni Nord America Europa Asia America Latina e Caraibi Africa Oceania Fonte: United Nations, Population Division, Department of Economics and Social Affairs, World Population Prospects: The 2012 Revision. I dati sono la speranza di vita alla nascita (entrambi i sessi combinati). Previsioni a tassi di fertilità media. 14

17 tassi ai minimi. rendimenti ai minimi? / c a p i t o l o / 1 tistiche Ocse. Una simulazione effettuata da Pioneer Investments mostra come un capitale di 1 milione e in presenza di un tasso di inflazione del 2% si azzera in 25 anni, ipotizzando prelievi di euro annui e un rendimento del 2%, si dimezza se il rendimento sale al 3,5% a parità delle altre condizioni, rimane stabile in presenza di un ritorno almeno del 5% annuo. Anche perché occorre considerare come, nella maggior parte delle situazioni, il capitale sia necessario per un periodo superiore a 25 anni, anche per la diminuzione del reddito reale disponibile nel corso dell ultimo decennio. fonti di reddito degli over 65 0% 20% 40% 60% 80% 100% Francia Italia Spagna Germania Regno Unito Giappone Australia USA Messico Cile Transfers Lavoro Capitale Fonte: OECD, Pensions at a Glance, Note: I redditi da lavoro comprende sia gli utili (reddito da lavoro dipendente) e reddito da lavoro autonomo. Redditi da capitale comprende le pensioni private nonché i proventi da rendimenti sui risparmi non pensionistici. 15

18 1 / tassi ai minimi. rendimenti ai minimi? Insomma, il reddito rimane l obiettivo principale cui si deve tendere per poter mantenere il proprio tenore di vita senza intaccare troppo il capitale di partenza. Ma in presenza di questi tassi obbligazionari ai minimi storici, come ci si deve comportare? E verso quali asset class ci si può indirizzare per ottenere rendimenti con misure di rischio accettabili? Le vie da percorrere per raggiungere i propri obiettivi sono numerose, ma 4 sembrano quelle che offrono le prospettive più interessanti: il mercato azionario globale e quello europeo, la gestione multi asset e quella real asset. simulazione andamento ricchezza portafoglio over Ricchezza portafoglio ($) Si ipotizzano prelievi annui di dollari* Anni Fonte: Pioneer Investments. I calcoli mostrano ogni anno il valore del portafoglio sulla base di una distribuzione del reddito fisso e una rivalutazione del capitale pari a zero. *La simulazione prevede che i prelievi annui vengano aggiustati annualmente ad un tasso di inflazione del 2%. Nota: sono presi in considerazione gli over

19 Finalmente il dividendo è tornato a essere nuovamente un importante contributore della performance complessiva dell'azionario europeo

20 azioni, azioni, azioni Per l investitore tipo, che solitamente alloca gran parte del portafoglio in obbligazioni fidandosi poco dell azionario e temendone la volatilità, lo scenario che si prospetta è complicato. Deve affrontare una situazione fatta di tassi di interesse bassi e, quindi, una fisiologica carenza dei rendimenti obbligazionari. Per riuscire a spuntare ritorni reali sull investimento, il bivio cui si trova davanti è aumentare la duration del portafoglio, allungando cioè le scadenze Azioni globali, un mercato in crescita set 09 set 10 set 11 set 12 set 13 set 14 Fonte: Pioneer Investments, Bloomberg. Indice MSCI World Total Return in euro. Dati settimanali aggiornati al 19/9/

21 //////////////////////////////////////////////////// c a p i t o l o / 2 degli investimenti, oppure ridurre la qualità dei bond in portafoglio, assumendo quindi più rischio dato che ci si espone sul debito di società con un merito di credito più basso e a più elevata probabilità di default. Un dilemma che non sembra avere soluzione e che, a prescindere dalla scelta, ha uno sbocco obbligato: un aumento della volatilità del portafoglio. Che tuttavia, ormai da qualche anno, si registra anche nel comparto obbligazionario, una volta considerato privo di rischio. Una possibile soluzione è la decisione di esporsi all asset class azionaria in modo mirato: vale a dire non acquistando indici di Borsa, ma piuttosto selezionando settori e titoli che meno risentono della volatilità tipica dell equity. La strategia consiste nel puntare su titoli con buoni dividendi, costanti e in crescita nel tempo. A livello internazionale ormai viene riconosciuta un importanza crescente alla remunerazione degli investitori, con un contributo del dividendo storicamente pari a circa il 50% del rendimento totale di lungo periodo. Senza contare che l andamento delle cedole è in genere abbastanza stabile e che le società più generose hanno una volatilità inferiore a quella del mercato. Non si tratta però di scegliere semplicemente le azioni con la cedola più ele- L andamento delle cedole è in genere abbastanza stabile e le società più generose hanno una volatilità inferiore a quella del mercato 19

22 2 / azioni, azioni, azioni vata, quanto puntare sulle società i cui manager nel corso degli anni sono stati in grado di portare avanti solide politiche di distribuzione dei dividendi incrementando, nel contempo, il ritorno complessivo dell investimento azionario. La crisi finanziaria globale ha dimostrato come, non necessariamente, le società ad alto dividendo dispongono di flussi di cassa adeguati a sostenerne l erogazione, pertanto è d obbligo monitorarne i bilanci, provvedendo a sostituire quei titoli non in grado di mantenere adeguati livelli di redditività. Un compito che non può non essere demandato a professionisti del settore, alla luce delle capacità e delle risorse neces- Rischio duration nelle obbligazioni 0% -2% -4% -6% -8% -10% 2 anni 5 anni 10 anni 30 anni -0,3% -0,7% 0,4% -1,4% -1,7% -2,9% -4,4% -6,0% -3,8% -12% -14% -12,0% -12,1% -16% -18% -15,1% USA Germania Regno Unito Fonte: MSCI World. Dati al 30 giugno

23 Appare inevitabile diversificare sia dal punto di vista geografico sia valutario, con l obiettivo di migliorare il profilo di rischio-rendimento 21

24 La Ucits III consente di utilizzare strumenti derivati per potenziare i dividendi derivanti dal portafoglio azionario sarie per acquisire adeguate informazioni, produrre ricerche e analisi, interpretare correttamente i fondamentali e le prospettive delle società. Puntare su un fondo che adotti questo approccio significa avere una diversificazione ampia a livello di titoli - che una strategia fai da te non consente - ma soprattutto cercare le aziende più propense storicamente a remunerare gli azionisti e con buone possibilità di continuare a farlo. Inoltre, mentre in precedenza gli investitori si concentravano su prodotti domestici per non doversi preoccupare del rischio di cambio, ora appare inevitabile diversificare sia dal punto di vista geografico sia valutario, con l obiettivo di migliorare il profilo di rischio-rendimento. La legislazione europea "Ucits III", poi, consente di utilizzare strumenti derivati per potenziare i dividendi derivanti dal portafoglio azionario. La metodologia, nota anche come covered call consiste nel vendere opzioni call sui titoli del portafoglio, in genere quelli con minore potenziale di rialzo: in questo modo, l importo ottenuto, il premio, aumenta il reddito per gli investitori. Inoltre, vendendo opzioni solo su titoli in portafoglio, le posizioni sono sempre coperte e non viene impiegata la leva finanziaria: non si fanno cioè scommesse azzardate vendendo ciò 22

25 azioni, azioni, azioni / c a p i t o l o / 2 che non si possiede. L approccio può portare ad aumentare il flusso dei dividendi, risultando ottimale con mercati volatili oppure piatti. Solamente nelle fasi di deciso rialzo è meno efficace. La strategia, che risulta adatta a investitori interessati all'azionario, ma con un approccio più difensivo, è replicabile nel tempo su tutti i mercati. Inoltre la componente derivata salvaguarda i rendimenti nelle fasi di alta volatilità e riduce il rischio rispetto ai prodotti azionari tradizionali, in quanto una parte del rialzo potenziale dei titoli in portafoglio viene scambiato con un reddito certo, vale a dire il premio fonti di reddito a confronto 100% 90% Società 80% Industria Componenti di rendimento 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% Paese Settore 0% Anni Fonte: MSCI and Bernstein Analysis. Dati a gennaio

26 case history - pioneer funds Global Equity Target Income Un obiettivo di reddito del 7% per il 2014, dopo il +17% di total return messo a segno l anno scorso. È il target del Global Equity Target Income, fondo azionario di Pioneer Investments con un approccio prudente che unisce un portafoglio di azioni ad alto dividendo alla strategia in opzioni cosiddetta covered call con l obiettivo, da una parte, di offrire un income (cioè una rendita) costituita da un flusso cedolare importante e, dall altra, di consentire a chi vuole approcciare il mercato azionario di farlo con uno strumento a bassa volatilità. Le azioni a dividendo elevato, infatti, per natura, tendono ad avere movimenti meno ampi rispetto al mercato azionario nel suo complesso e a godere di andamenti più lineari e stabili nel tempo. Gli stessi dividendi, inoltre, sono poco volatili in termini assoluti, rendendo quindi più persistente il contributo alla performance del portafoglio. Nelle intenzioni del management circa i due terzi del rendimento del fondo dovrebbero provenire proprio dal flusso cedolare mentre la parte rimanente dalla strategia covered call, costruita con global equity target income vs MERCATO OBBLIGAZIONARIO 16% 14% 12% 10% Reddito (%) 8% 6% 4% 2% 0% AAA BBB BB B C Pioneer Funds - Global Equity Target Income* Fonte: Pioneer Investments, dati al 31 dicembre Income generato dal comparto Pioneer Funds - Global Equity Target Income rispetto al mercato obbligazionario, rappresentato nelle diverse categorie di merito di credito presenti all'interno dell'indice BofA ML US Corporates. * Obiettivo di reddito previsto nel 2014 per i comparto Pioneer Funds - Global Equity Target Income. Tale obiettivo può essere disatteso per eccesso o per difetto e non deve essere interpretato come una garanzia. 24

27 azioni, azioni, azioni / c a p i t o l o / 2 opzioni dal team che si occupa di derivati. L operazione viene eseguita con terze parti a cadenza regolare e permette, da una parte, di monetizzare immediatamente il premio e, dall altra, di raggiungere con costanza l obiettivo di rendimento. Questo è il terzo step della strategia del fondo che prevede, inizialmente, uno screening quantitativo sull intero universo azionario, con l obiettivo di una prima selezione di titoli che staccano un dividendo alto e potenzialmente in grado di aumentarlo, e successivamente una approfondita analisi sulle migliori azioni che entreranno nel portafoglio. Non va dimenticato comunque che, dato che la strategia viene implementata su titoli azionari, anche il risultato prodotto rimane soggetto ai movimenti e alla volatilità dei mercati finanziari. Si tratta però di una soluzione rivolta principalmente a quegli investitori che preferiscono un approccio prudente nei confronti dell investimento azionario: oggi più che mai i rendimenti dei listini azionari mondiali sono difficilmente prevedibili, quindi, per chi è alla ricerca di risultati più stabili e affidabili, tali strategie, concepite per beneficiare dei vantaggi di un esposizione azionaria e di una gestione attiva in termini di rendimento atteso, rappresentano un'interessante opportunità. Senza contare che la disponibilità sia di classi a distribuzione sia ad accumulo consente di soddisfare numerose esigenze, dall investitore che preferisce una cedola periodica a quello che invece sceglie di far lavorare l intero capitale reinvestendo automaticamente i dividendi del fondo. strategia fondo vs trend di crescita Trend di forte crescita Trend senza crescita Trend di forte perdita Pioneer Funds - Global Equity Target Income Elevato potenziale di generazione di reddito Trend mercato azionario Strategia Fonte: Pioneer Investments. Grafico puramente illustrativo. 25

28 il meglio del vecchio continente Storicamente le società europee sono più munifiche nel restituire l utile di competenza ai propri azionisti sotto forma di dividendi. Fino a pochi anni fa, infatti, le norme fiscali statunitensi erano particolarmente penalizzanti per quanto riguarda questa forma di remunerazione e, quindi, chi voleva puntare a dividendi costanti ed elevati non poteva che virare sull equity del Vecchio Continente. Negli ultimi anni, tuttavia, la fiscalità statunitense ha reso meno onerosi l erogazione di dividendi e sul palcoscenico mondiale si sono affacciate anche molte società dei Paesi emergenti, tuttavia il comparto azionario europeo mantiene ancora, a ragione, la propria fama di generosità in termini di dividend yield. Del resto l approccio di puntare sui titoli ad alto dividendo è sicuramente conservativo nell ambito dell investimento azionario. Puntare su un fondo che adotti questo approccio significa avere una diversificazione ampia a livello di titoli, ma Le aziende europee sono storicamente più propense a remunerare gli azionisti soprattutto cercare le aziende più propense storicamente a ripagare gli azionisti. Società che in genere hanno già business consolidati (quelle più giovani reinvestono tutti gli introiti per poter crescere) con flussi di cassa elevati e buone possibilità di mantenerli tali. D'altronde, secondo molte correnti di pensiero, i dividendi forniscono il segnale più importante di quella che è la disciplina finanziaria che una società dovrebbe adottare. Uno dei maestri di questa metodologia è Warren Buffett. L'investitore di maggior successo del nostro tempo, definito non a caso l oracolo di Omaha dal nome della città in cui vive, guarda infatti con grande attenzione ai dividendi delle società in cui investe (anche se la sua Berkshi- 26

29 //////////////////////////////////////////////////// c a p i t o l o / 3 re Hathaways non ha mai distribuito cedole): questo perché, come ha spiegato in una famosa lettera agli azionisti, la distribuzione del capitale è fondamentale per l attività e la gestione degli investimenti e permette di reinvestire i proventi in nuove aziende ottenendo un effetto moltiplicativo sul proprio capitale. In questo senso un fondo di investimento rappresenta l opzione più interessante rispetto a una strategia fai da te sia perché è possibile accedervi anche con un capitale esiguo sia per la non necessità di fare lunghe e impegnative ricerche sui fondamentali delle società. asset class a confronto 5 Equities Corp Bonds Government Bonds Money Markets 4 Rendimento (%) European div yield US div yield A corp bond yield AA corp bond yield German 10y Bund US 10y bond yield German 3m FIBOR US 3m rates Yield attuale (%) Media 10 anni (%) Fonte: Thomson Datastream, IBES. Dati a luglio

30 dividendi non fermarsi alla valutazione degli alti dividendi. Meglio valutarne la sostenibilità nel tempo L evoluzione dei business, delle strategie aziendali, delle regolamentazioni e dei trend di crescita e di profitto delle società rende necessario, infatti, un monitoraggio attento e costante sia dei titoli in portafoglio sia delle possibili new entry. Guardare semplicemente agli alti dividendi è riduttivo, in quanto occorre che le cedole erogate siano sostenibili nel tempo, poi perché vanno valutate possibili alternative più redditizie. Senza contare che in un fondo che non sia a distribuzione i dividendi vengono reinvestiti, aggiungendo così alla performance l effetto compound dato dal reimpiego dei flussi di denaro: proprio come insegna Buffett. Se poi al flusso cedolare si abbina una strategia costruita con strumenti derivati (la cosiddetta metodologia covered call ) in grado di contribuire fino ad 1/3 dell'importo complessivo incassato dal fondo, il raggiungimento dell'obiettivo di reddito diventa ancora più alla portata dell'investitore. Certo, l investimento in capitale di rischio comporta senz altro più incognite rispetto all acquisto di un bond, tuttavia gli ultimi anni hanno dimostrato come ormai anche il comparto obbligazionario sia tutt altro che sicuro e privo di rischi, senza contare che ai livelli attuali i rendimenti nominali di molte emissioni sono ai minimi termini e quelli reali addirittura negativi. 28

31 il meglio del vecchio continente / c a p i t o l o / 3 E che, infine, lo scenario che abbiamo dinanzi è quello di un aumento dei tassi di interesse (seppure non nel breve termine) e quindi di una perdita in conto capitale del valore dell obbligazione, che in ogni caso a scadenza verrà rimborsata al valore nominale. Viceversa, dopo la crisi iniziata nel 2008 che ha obbligato a ridurre i dividendi, molte società hanno via via risanato i propri bilanci e accumulato liquidità, che stanno ora tornando a restituire agli azionisti. Tanto che il dividendo è tornato a essere nuovamente un importante contributore della performance complessiva dell azionario europeo andamento dividendi europei MSCI Europe - Price and Income Contribution to Total Returns 25% 20% 15% 10% 5% 0% -5% Contributo della componente income Contributo della componente prezzo Fonte: MSCI, Global Financial Data, Morgan Stanley Research dicembre Nota: Contributo della componente income e della componente di variazione di prezzo di mercato alla crescita annua lorda dell'indice MSCI Europe. 29

32 case history - Pioneer funds european equity target income Dai 40 ai 70 titoli accuratamente selezionati tra quelli dell indice Msci Europe, con l obiettivo di ottenere, nel 2014, un flusso di reddito del 7 per cento. È il target del fondo European Equity Target Income di Pioneer Investments, che ha già distribuito il 7,3% nel 2012 (contro un 6,1% stimato dal management) e il 7,5% l anno successivo (a fronte di un target del 7%). Un traguardo da raggiungere con una strategia basata su tre step successivi. Innanzitutto uno screening quantitativo per identificare i titoli che soddisfino i criteri prescelti del fondo, ovvero azioni che pagano un dividendo sostenibile elevato rispetto a quello di mercato ma che siano in grado di continuare a pagarlo anche in futuro, possibilmente accrescendolo. Poi una approfondita analisi fondamentale delle società sottostanti, con l obiettivo di selezionare i titoli che effettivamente saranno inseriti in portafoglio. Infine, una strategia in derivati - metodologia covered call - che consiste nel vendere a terze parti opzioni call sui titoli del portafoglio: operando regolarmente in questo modo, il premio incassato accresce il reddito per gli trend distribuzione 8% 7% 6,10% 7,30% 7,00% 7,50% 6% 5% 4% 3% 2% 1% 0% Obiettivo distribuzione 2012 Distribuzione effettiva 2012 Obiettivo distribuzione 2013 Distribuzione effettiva 2013 Fonte: Pioneer Investments, dati al 31 dicembre

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Le due facce dell investimento

Le due facce dell investimento Schroders Educational Rischio & Rendimento Le due facce dell investimento Per essere buoni investitori non basta essere buoni risparmiatori. La sfida del rendimento è tutta un altra storia. È un cammino

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 IL RISCHIO 1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 2.1 La volatilità storica... 4 2.2 Altri metodi di calcolo... 5 3 LA CORRELAZIONE..6 4 IL VALUE AT RISK....8 4.1 I metodi analitici... 9 4.2 La

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Consulenza Finanziaria Indipendente

Consulenza Finanziaria Indipendente Consulenza Finanziaria Indipendente Investire per il lungo periodo GROUP Via Traversa Pistoiese 83-59100 Prato Tel: +39 0574 613447 email: info@kcapitalgroup.com www.kcapitalgroup.com L industria del risparmio

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Adottare una prospettiva di più lungo periodo

Adottare una prospettiva di più lungo periodo Adottare una prospettiva di più lungo periodo Discorso di Jaime Caruana, Direttore generale della Banca dei Regolamenti Internazionali in occasione dell Assemblea generale ordinaria della Banca tenuta

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità Cristiana Brocchetti Milano, 17 dicembre 2012 1 Tradizionale o Alternativo? Due le principali aree che caratterizzano le tipologie di investimento: Tradizionali

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Tipologie di strumenti finanziari

Tipologie di strumenti finanziari Tipologie di strumenti finanziari PRINCIPALI TIPOLOGIE DI STRUMENTI FINANZIARI: Azioni Obbligazioni ETF Opzioni 1 Azioni: definizione L azione è un titolo nominativo rappresentativo di una quota della

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

Principi di stewardship degli investitori istituzionali

Principi di stewardship degli investitori istituzionali Corso di diritto commerciale avanzato a/ a/a2014 20152015 Fabio Bonomo (fabio.bonomo@enel.com fabio.bonomo@enel.com) 1 Indice Principi di stewardship degli investitori istituzionali La disciplina dei proxy

Dettagli

Il nostro processo d investimento

Il nostro processo d investimento Il nostro processo d investimento www.moneyfarm.com Sommario Le convinzioni alla base della nostra strategia d investimento 2 Asset Allocation 3 La scelta di strumenti a basso costo gestionale 3 L approccio

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

FONTEDIR. Selezione Gestori Finanziari. Milano, luglio 2007. Institutional Sales Manager

FONTEDIR. Selezione Gestori Finanziari. Milano, luglio 2007. Institutional Sales Manager FONTEDIR Selezione Gestori Finanziari Monica Basso Milano, luglio 2007 Institutional Sales Manager Agenda Struttura e esperienza del mercato dei Fondi pensione Filosofia e Processo di investimento Sistema

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione

COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Indagine conoscitiva sulla gestione del risparmio da parte dei Fondi pensione e Casse professionali, con riferimento agli investimenti mobiliari e immobiliari,

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Stima della pensione complementare (Progetto Esemplificativo Standardizzato)

Stima della pensione complementare (Progetto Esemplificativo Standardizzato) (Progetto Esemplificativo Standardizzato) Il presente progetto esemplificativo contiene una stima della pensione complementare predisposta per consentirti una valutazione sintetica e prospettica del programma

Dettagli

ab Asset management research Ottobre 2012 L evoluzione dell Asset Manager

ab Asset management research Ottobre 2012 L evoluzione dell Asset Manager ab Asset management research Ottobre 2012 L evoluzione dell Asset Manager Soluzioni orientate ai risultati Obiettivo raggiunto L esperienza trentennale di UBS Global Asset Management nella gestione dei

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli