REGNO UNITO DATI MACROECONOMICI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGNO UNITO DATI MACROECONOMICI"

Transcript

1 REGNO UNITO DATI MACROECONOMICI Reddito pro-capite euro Tasso di inflazione % 0,3 Tasso di disoccupazione % 5,7 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 0,8 Previsione di crescita del PIL per il 2015 % 2,5 Totale import Miliardi di euro 62,09 Totale export Miliardi di euro 58,1 Saldo bilancia commerciale Miliardi di euro -3,99 Totale importazioni dall Italia Miliardi di euro 20,9 Totale esportazioni verso l Italia Miliardi di euro 10,07 Saldo interscambio Italia Miliardi di euro -10,83 Investimenti esteri verso il paese Miliardi di euro 43,58 Investimenti del paese all estero Miliardi di euro 32,6 Investimenti italiani nel paese Miliardi di euro 0,96 Investimenti del paese in Italia Miliardi di euro 32,6 Fonti: Tradingeconomics; PWC; gov.uk; Istat. I dati sugli investimenti sono aggiornati al 2012.

2 Business Atlas Europa Regno Unito Londra CARATTERISTICHE DEL PAESE Fuso orario: (rispetto all Italia): -1 Superficie: kmq Popolazione: Comunità italiana 1 : Capitale: Londra ( ) Città principali: Birmingham ( ), Leeds ( ), Glasgow ( ), Sheffield ( ), Manchester (502,900), Edimburgo ( ). Moneta: Sterlina (GBP) Tasso di cambio 2 : 1 euro = 0,806 GBP Lingua: inglese, gallese, scozzese, scozzese gaelico, irlandese Religioni principali: Cristiani (71,6%); Musulmani (2,7%); Induisti (1%); altro (1,6%); atei/religione non dichiarata (23,1%). Ordinamento dello Stato: Monarchia costituzionale ereditaria. Il sovrano è Capo dello Stato, del sistema giudiziario, delle forze armate e delle chiese anglicana e scozzese. L ordinamento si basa su atti parlamentari (tra cui il Parliament Act del 1911 e lo Statuto di Westminster del 1931), su documenti storici (tra cui la Magna Carta del 1215 e il Bill of Rights del 1689) e sulla Common Law. La funzione esecutiva, normalmente conferita alla Corona, di fatto viene esercitata da un gabinetto presieduto dal Premier, nominato dal sovrano nella persona del leader del partito di maggioranza. Il Governo è responsabile del suo operato di fronte al Parlamento. Il sistema legislativo è prerogativa di un Parlamento bicamerale: la Camera dei Lord, composta da 826 membri (detti Peers) e la Camera dei Comuni composta da 650 membri (Members of Parliament: MPs) eletti a suffragio universale per una durata di cinque anni. La Camera dei Lord è la massima corte d appello e impiega solo giudici e giuristi professionisti. Suddivisione amministrativa: il Regno Unito, costituito dalla Gran Bretagna (Inghilterra, Galles, Scozia) e dall Irlanda del Nord, è suddiviso in contee, regioni e distretti; l Inghilterra presenta 326 distretti e 55 unità amministrative; il Galles 22 distretti unitari (ripartizioni delle 8 contee locali); la Scozia 32 (ripartizioni delle 12 regioni locali); l Irlanda del Nord è suddiviso in 26 distretti. QUADRO DELL ECONOMIA Quadro macroeconomico 3 Il Regno Unito è la terza potenza economica in Europa dopo la Germania e la Francia. Nel 2014 l economia è cresciuta dello 0,8%. Il settore principale dell economia britannica rimane quello dei servizi specilamente nel settore bancario e assicurativo, in crescita dell 1,3% rispetto al periodo pre-crisi (primi tre mesi del 2008). Tra i settori in rapida ascesa troviamo le energie rinnovabili, in particolare eolico (le coste scozzesi sono le più ventose d Europa) e energia marina. L obiettivo della politica governativa è di arrivare entro il 2020 al 15% di produzione energetica da rinnovabili. Nel 2014 si è registrata una diminuzione della disoccupazione che si assesta al 5,7%. Principali settori produttivi 4 Il settore primario pesa per lo 0,7%: l agricoltura (intensiva e molto meccanizzata) e l allevamento soddisfano il 60% del fabbisogno interno, impiegando l 1,4% della forza lavoro. Il settore secondario costituisce il 20,5% del PIL, occupando il 18,2% della forza lavoro. Le principali industrie sono attive nella produzione di: macchine utensili, attrezzature per l automazione, settore navale, aeronautico, ferroviario della comunicazione ed elettronico. Il Paese è ricco di risorse minerarie, soprattutto gas naturale, petrolio, carbone, zinco, piombo, argento e oro. Le risorse di oro, argento, petrolio e gas naturale sono proprietà della Corona e possono essere concesse in licenza. Il settore terziario, il più importante per il Regno Unito, costituisce il 78,9% del PIL e impiega circa l 80,4% della forza lavoro. 1 Fonte: Censimento AIRE, dicembre Tasso di cambio medio Fonte: Economic Review, February 2014, Office of National Statistics, Fonte: The world Factbook Cia, su dati 2012; OECD, 2012

3 Infrastrutture e trasporti I principali porti britannici sono Londra, Liverpool, Dover, Felixstowe, Portsmouth, Tees & Hartlepool e Grimsby. Nelle isole Shetland e Orcadi hanno sede porti a servizio dell industria petrolifera. Sono, inoltre, presenti circa km di canali e fiumi navigabili, tra questi il canale di Manchester e il canale di Caledonia nella Scozia settentrionale, che consente collegamenti tra l Oceano Atlantico e il Mare del Nord. La rete ferroviaria è completamente privatizzata e si sviluppa su circa km (di cui circa il 30% elettrificato) con oltre stazioni e terminali per le merci. La rete dei trasporti urbani è molto sviluppata: la metropolitana di Londra, la più antica al mondo, si estende per 402 km (e continua ad espandersi con la costruzione di nuove linee) suddivisa su 11 linee con 270 stazioni. Il 9 gennaio 2013 ha celebrato i 150 anni dalla sua apertura, e attualmente nella maggior parte delle fermate si può usufruire della connessione wi-fi. La rete stradale si sviluppa su km di cui costituiti da autostrade a gestione pubblica (esenti dal pedaggio) Commercio estero 6 Totale import: (mld/euro) 62,09 Totale export: (mld/euro) 58,1 Principali prodotti importati: (%) macchinari e equipaggiamento da trasporto (35); prodotti manifatturieri (26); minerali fossili, lubrificanti e materiali inerenti, (13,5), prodotti chimici (11). Principali prodotti esportati: (%) macchinari e accessori per veicoli (40); prodotti manufatturieri (23,5); prodotti chimici (15); minerali fossili, lubrificanti e materiali (11) Principali partner commerciali 7 : Paesi Clienti: (%) USA (14), Germania (10), Francia (7), Olanda (7), Belgio e Lussemburgo (5,5), Irlanda (4,5) Paesi Fornitori: (%) USA (29), Germania (15), Francia (8), Olanda (7). Interscambio con l Italia 8 Saldo commerciale: mld/euro -10,83 Principali prodotti importati dall Italia: (mld/ euro) Macchinari ed apparecchi n.c.a. (2,9); mezzi di trasporto (2,7); prodotti alimentari, bevande e tabacco (2,67). Principali prodotti esportati in Italia: (mld/euro) Mezzi di trasporto (1,86); articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (1,13); Macchinari ed apparecchi n.c.a. (1,03). Investimenti esteri (principali Paesi) 9 Paesi di provenienza: (%) USA e Canada (44); Olanda (16,1); Francia (7,7); Germania (6,4); Lussemburgo (6). 6 Fonte: TradingEconomics.com (dati gennaio 2015) 7 Fonte: Observatory of Economic Complexity, Profiles United Kingdom 8 Fonte: Istat 9 Fonte: UKTI inward investment report (online viewing) 10 Fonte: 2014 UK attractiveness survey 11 Fonte: Regno Unito, Info Mercati Esteri, su dati 2013 Business Atlas Regno Unito Paesi di destinazione: (%) USA (19,1); Olanda (13); Lussemburgo (12,5); Francia (4,9). Investimenti esteri (principali Settori) 10 Il Regno Unito si posiziona al primo posto tra i paesi europei per la capacità di attrazione di IDE, ed è passato dall ottavo al quinto posto nella classifica mondiale dei paesi che attraggono maggiori IDE all estero. Gli investimenti nella regione inglese, escludendo Londra, sono diminuiti del 20% nel 2013 rispetto ai dati Verso il Paese: (%) servizi finanziari (45); settore minerario (9); ICT (8); petrolio, farmaci e prodotti chimici (6). Italiani verso il Paese 11 : manifatturiero (prodotti alimentari); articoli di abbigliamento, prodotti farmaceutici e prodotti di metallo; aparecchiature elettriche e apparecchiature non elettrice per uso domestico; autoveicoli, rimorchi e semirimorchi. In Italia dal Paese: Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici; macchinari e apparecchiature; autoveicoli, rimorchi e semirimorchi. ASPETTI NORMATIVI E LEGISLATIVI Regolamentazione degli scambi Sdoganamento e documenti di importazione: conformi alle normative UE. Classificazione doganale delle merci: Nomenclatura Combinata. Restrizione alle importazioni: presenti per alcune tipologie di prodotti; si consiglia di consultare defra.gov.uk (per piante, semi, pesticide, insetti); www. defra.gov.uk (per animali e prodotti ittici); uk/foodindustry (per i prodotti alimentari). Importazioni temporanee: applicato il sistema dei carnet ATA su materiali pubblicitari, merci importate temporaneamente a scopo espositivo, attrezzature usate a scopi educativi, scientifici o culturali, etc. Nel caso in cui si voglia che le merci importate temporaneamente restino all interno dell UE, si deve motivare la decisione, compilare la dichiarazione e pagare l IVA dovuta. Infine nel caso in cui si voglia distruggere le merci importate temporaneamente, bisogna contattare il National Carnet Unit per l approvazione. Anche in questo caso bisogna pagare le tasse dovute. Per maggiori informazioni, è possibile consultare il sito Attività di investimento ed insediamenti produttivi nel paese Normativa per gli investimenti stranieri: la legislazione in vigore è particolarmente flessibile e ci sono possibilità di ottenere sgravi fiscali fino al 100% per investimenti in alcuni settori (es. energia rinnovabile). Legislazione societaria: la tipologia societaria più utilizzata dai capitali stranieri è la società a responsabilità limitata (Private Limited Company). Le società private non sono autorizzate ad emettere azioni per sottoscrizione pubblica. La società pubblica (Public Limited Company nel Regno Unito, equivalente alla Spa italiana), invece non ne-

4 Business Atlas Europa cessariamente deve essere quotata sul mercato azionario. Ogni società privata deve avere la parole limited dopo il nome. Tutte le società devono avere un capitale sociale; una società straniera azionista di una società inglese potrà nominare dei rappresentanti per la partecipazione alle assemblee generali della società stessa. La società avrà un numero di registro inserito nel Registrar of Companies con informazioni sui membri, direttori, segretari, ed ipoteche contratte. Per le filliali di società straniere non si pone la necessità di costruire un entità legale separata e non ci sono dei requisiti formali per il suo stabilimento (gli affari sono condotti tramite rappresentanti locali). I documenti di una filiale di una società estera dovranno essere registrati presso il Registro delle Società dopo un mese dalla costituzione. Le joint venture non sono ritenute entità legali separate dal diritto inglese. Generalmente, sono costituite nel Regno Unito sotto forma di società a responsabilità limitata oppure partnership. Il sole trader, lavoratore individuale, è soggetto ai requisiti di registrazione comune a tutte le forme d organizzazione d affari. Brevetti e proprietà intellettuale La legislazione si basa su principi di Common Law ed atti legislativi, quali il Copyright Designs and Patents Act (1998), il Trade Marks Act (1994), il Patents Act (1977), il Registered Designs Act (1949); altri principi di Common Law conferiscono tutela giuridica ai segreti industriali ed alle informazioni confidenziali. Sistema fiscale 12 Il Regno Unito ha un regime di bassa pressione fiscale per incoraggiare le attività commerciali (imposta sul reddito delle società tra le più basse in Europa). Anno fiscale: 1 aprile 31 marzo Imposta sui redditi delle persone fisiche (GBP) 13 Basic Rate 0 > % Higher Rate > % Additional Rate > % Tassazione sulle attività di impresa 14 : per profitti annuali inferiori o pari a GBP (small profits rate) l imposta è del 20%; per quelli superiori a GBP viene applicata un imposta del 21%. Infine alle aziende che ricavano profitti dall estrazione del di petrolio o che detengono diritti sul petrolio nel Regno Unito viene applicata una tassa del 19% per importi uguali o inferiori a GBP (small profits rate) mentre, per importi superiori a GBP (main rate) viene applicata un imposta del 30%. Imposta sul valore aggiunto (VAT) 15 : 20%. Alcuni beni e servizi sono tassati al 5% come energia per le case e i seggioli per auto per bambini. Alcune merci sono esenti dal VAT (i.e. alimenti anche per animali - e bevande, semi, sport e attività fisiche, l istruzione, eventi culturali, servizi per la salute, abbigliamento per bambini). NOTIZIE PER L OPERATORE Rischio Paese 16 : NC Condizioni di assicurabilità SACE 17 : apertura senza condizioni Sistema bancario La Banca d Inghilterra è la banca centrale per il Regno Unito. A seguito della crisi finanziaria alcune banche sono state nazionalizzate totalmente come Northern Rock o parzialmente nel caso della Royal Bank of Scotland. I principali istituti bancari sono Barclays Bank, Royal Bank of Scotland e HSBC. Il London Stock Exchange, la borsa londinese fondata nel 1801, è la principale in Europa e la terza più importante al mondo. È composta da Main Market, Alternative Investment Market (AIM), Professional Securities Market e Specialist Fund Market, per un totale di aziende solide e di successo provenienti da oltre 60 paesi. Sharemark funziona come asta online per la raccolta fondi per aziende di piccole e medie dimensioni, consentendo il matching tra domanda e offerta. Inoltre, altra fonte di capitale sono le venture capital. La maggior parte delle venture sono private ma vi sono anche venture capital pubbliche come Enterprise Capital Funds e Regional Venture Capital Funds. Il mercato del capitale di rischio del Regno Unito è il più sviluppato dell Europa ed è il secondo a livello mondiale dopo quello degli USA. TASSI BANCARI TIPOLOGIA VALORE Tasso di interesse 0,5% Principali finanziamenti e linee di credito Le aziende possono ottenere capitali tramite il London Stock Exchange, Sharemark, venture capital e agenzie di promozione chiamate Business Angel, regolate dall istituto governativo, il Financial Services Authority (FSA). I business angel (detto anche angel investor) sono individui o gruppi che investono tra GBP e Il sistema bancario britannico offre prestiti, mutui e linee di credito ad aziende che intendono stabilirsi nel Regno Unito. Inoltre, le nuove attività possono ottenere finanziamenti dall UE oppure da organizzazioni governative britanniche, i cui finanziamenti variano in base al settore e all area di localizzazione dell azienda. Nel caso in cui l azienda non sia in grado di fornire le garanzie richieste per ottenere un finanziamento, la via alternativa potrebbe essere il programma governativo Enterprise Finance Guarantee (EFG). L EFG, che ha preso il posto del Small Firms Loan Guarantee Scheme (SFLGS), offre alle 12 Fonte: HM Revenue & Customs: 13 Fonte: HMRevenues & Customs (dati 2013) 14 Fonte: Corporation tax rates and reliefs. 15 Fonte: VAT rates for goods and services, GOV.UK 16 Fonte: OCSE. Categoria OCSE (o categoria di rischio) indica il grado di rischiosità (da 0 a 7, dove 0 =rischio minore e 7=rischio massimo), ovvero la probabilità che si verifichi un default. Con NC si identificano Paesi OCSE e/o area Euro ad alto reddito per i quali non è prevista l assegnazione di una categoria di rischio. 17 Fonte:

5 aziende un capitale tra GBP e da restituire in un periodo di 10 anni. Il fondo è disponibile solo per le imprese con fatturati non superiori a mln/gbp 25. ATTIVITÀ SIMEST Agevolazione dei crediti all esportazione Dlgs. 143/98 già Legge 227/77 Ossola Acquisizione, a condizioni di mercato, di quote di capitale sociale di imprese aventi sede all interno della UE (Decreto MISE 23/11/2008) Servizi di assistenza tecnica e consulenza professionale Per ulteriori informazioni si vedano le pagg Parchi industriali e zone franche Zone franche presenti a Birmingham Airport, Humberside, Liverpool, Southampton, Prestwick Airport, Port of Tilbury e Port of Sheerness. Principali agevolazioni accordate: esenzione da dazi, IVA e da altre accise con la condizione che i beni non siano originari dell UE e non vengano immessi sul mercato comunitario. Accordi con l Italia Legge , n.329 per evitare la doppia imposizione in materia fiscale. Costo dei fattori produttivi MANODOPERA (valori medi annuali lordi in euro) 18 CATEGORIA Media Operaio Impiegato Dirigente Organizzazione sindacale Il Trade Union Congress (TUC) rappresenta la maggior parte delle organizzazioni sindacali nel Paese (58), per un totale di circa 6,5 milioni di lavoratori. PRODOTTI PETROLIFERI (in /litro) 19 Valore medio Benzina 1,42 Diesel 1,07 GPL 0,83 ACQUA AD USO INDUSTRIALE (valore al m³ periodo 2014/15) 20 Contatore dell acqua (mm) Quota fissa ( ) 15 81, , , , , , ,56 > ,13 Business Atlas Regno Unito VALORE IMMOBILI (AFFITTO ANNUALE /m²) 21 Cittá Retail Ufficio Industriale London 6.120, ,33 Manchester Birmingham Leeds Cardiff Edinburgh Glasgow INFORMAZIONI UTILI Indirizzi Utili NEL PAESE RETE DIPLOMATICO CONSOLARE 22 Ambasciata d Italia 14, Three Kings Yard, W1K 4EH tel fax Consolati Generali Edimburgo 32 Melville Street, EH3 7HA, Scozia tel. +44 (0) /03695 fax: +44 (0) Londra Harp House Farringdon Street London EC4A 4BL tel fax ALTRI UFFICI DI PROMOZIONE ITALIANI Istituto Italiano di Cultura 39 Belgrave Square, Londra SW1X 8NX tel fax: Ufficio ICE Waterloo Place, Londra SW1Y 4AR tel fax Fonte: Office for National Statistics (Annual Survey of Hours and Earnings, 2014). 19 Fonte: elaborazione dati su OECD/IEA 20 Fonte: elaborazione dati su Business and non-household metered charges for 2014/15. Le tariffe dell acqua ad uso industriale sono calcolate al m³ esenti dall IVA. La tariffa standard è di 1,635 al m³ più una quota fissa correlata al contattore dell acqua espresso in (mm) 21 Fonte: elaborazione dati su Cushman &Wakefield Research Pubblication, q Fonte: Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (www.esteri.it). 23 Fonte: Agenzia ICE

6 Ufficio ENIT 24 1 Princes Street, Londra W1B 2AY tel fax Business Atlas Europa ISTITUTI DI CREDITO ITALIANI BNL c/o BNP Paribas 10 Harewood Avenue, Londra tel. +44 (0) Banca d Italia 2 Royal Exchange, London EC3V 3DG tel /2/3; Intesa San Paolo (Filiale Estera HUB di Londra) Sede Centrale: 90, Queen Street Londra, EC4N 1SA tel fax: Banca IMI SpA London Branch Indirizzo postale: 90, Queen Street Londra, EC4N 1SA tel Banca Monte dei Paschi di Siena: 6th Floor, Capital House, 85 King William Street, Londra EC4N 7BL tel fax Banco Popolare: 1-5 Moorgate, Londra EC2R 6JH tel fax Intesa Sanpaolo: 90 Queen Street, Londra EC4N 1SA - tel www. intesasanpaolo.co.uk. Mediobanca: 33 Grosvenor Street, Londra SW1X 7HY tel fax Unicredit Bank: Moor House 120 London Wall, Londra EC2Y 5ET tel IN ITALIA RETE DIPLOMATICO-CONSOLARE Ambasciata Via XX Settembre 80, Roma Fax Consolato Generale Milano: Via S Paolo 7, tel fax ISTITUTI DI CREDITO Royal Bank of Scotland Milano via Turati, 9, Roma Via Po, 25/a HSBC Milano via dei Clerici, 14, Milano, Italia tel Roma Via Barberini 95, tel Barclays Bank Milano Via della Moscova, 18, Banca Woolwich (Gruppo Barclays) Milano Via della Moscova 18, Formalità doganali e documenti di viaggio Per l ingresso nel Paese è necessario il passaporto o la carta d identità. Vi sono delle limitazioni alla movimentazione di valuta in contanti per valori superiori a euro per i flussi dall Italia; nessuna limitazione è invece prevista per i flussi di valuta in contanti in uscita. Per quanto riguarda gli oggetti, è previsto l obbligo di dichiarazione di trasporto se il valore è pari o superiore a euro Corrente elettrica: 220V, 50 Hz Giorni lavorativi ed orari Uffici: lun-ven Negozi: lun-sab dom Banche: lun-ven Festività 1, 2, 3 gennaio; festività Pasquali; primo e ultimo lunedì di maggio (rispettivamente Early May Bank Holiday e Spring Bank Holiday); ultimo lunedì di agosto (Summer Bank Holiday); 25, 26 dicembre (Boxing Day). Assistenza medica: L ente responsabile della salute pubblica è il National Health Service (NHS) che fornisce un servizio generale di assistenza di tipo universalistico. Numero emergenze: 999. MEZZI DI TRASPORTO Compagnia aerea di bandiera: British Airways Altre compagnie che effettuano collegamenti con l Italia: Ryanair, Thomson Airways, Easy Jet, Jet2, Alitalia, Meridiana, Thomas Cook, Monarch, Swiss, KLM, Air France, AirOne. Trasferimenti da e per l aeroporto: Londra-Heathrow: in metropolitana (Piccadilly Line), Heathrow Express da London Paddington da euro 21,2/solo andata (ogni 15 minuti); Heathrow Connect da London Paddington attraversando West London euro 10,7/solo andata, ogni 30 minuti; National Express coach. Londra-Gatwick: con Gatwick Express da London Victoria euro 21,3 (ogni 15 minuti); National Express Coach; Easybus (prezzi variabili). 24 Fonte: ENIT

7 Londra-Stansted: con Stansted Express per Liverpool Street euro 23,5/solo andata (ogni 15 minuti); Terravision bus euro 10,6 solo andata per London Victoria o Liverpool Street; Easybus da euro 2,3/solo andata. Londra-Luton: con Thameslink Rail Service; Easybus da euro 2,3/solo andata. London City Airport: con DLR (Docklands Light Railway). Business Atlas Regno Unito SITI DI INTERESSE Governo Britannico: Ministero del Commercio e dell Industria: Registro delle società: Business Link: The Italian Chamber of Commerce and Industry for the United Kingdom Londra ANNO DI FONDAZIONE: 1886 ANNO DI RICONOSCIMENTO: 1956 PRESIDENTE: Leonardo Simonelli Santi SEGRETARIO GENERALE: Helen Girgenti INDIRIZZO: 1 Princes Street, W1B 2AY TELEFONO: FAX: WEB: ORARIO: NUMERO DEI SOCI: 521 QUOTA ASSOCIATIVA: (IVA esclusa + GBP 100 una tantum) ordinari (persone fisiche): GBP 75; ordinari (aziende) GBP 110; sostenitori: GBP 300; benefattori: GBP 600 NEWSLETTER: Partnership (trimestrale); E-newsletter (mensile); èitalia (rivista). PUBBLICAZIONI: Fifth Survey of Italian Investments in the UK; Annual Conference Proceedings/Atti Conferenza Annuale. ACCORDI DI COLLABORAZIONE: Universitá: Bocconi, Cá Foscari, University College London, Lancaster University e IULM; Promos Milano; CEIP Piemonte; Si. Camera; UK Trade and Investment; BIS e London & Partners; Club di Londra; Fiera Milano; Verona Fiere; Padova Fiere; Expo Venice; Arezzo Fiere e Congressi; Fiere Parma; Fiere Bologna; FIAIP Toscana; Welcome Italia; Vinoteca; Partridges of London; CCIAA: Grosseto, Milano, Perugia, Verona, Trieste, Brescia, Arezzo, Torino, Agrigento, Firenze, Terni; Regione Calabria; Regione Lazio Ufficio Regionale di Edimburgo Indirizzo: 30 Melville Street, Edinburgh EH3 7HA Telefono: +44 (0) Ufficio Regionale di Glasgow Indirizzo: Queens House, 19 St. Vincent Place, Glasgow G12DT Telefono: +44 (0) (0) Ufficio Regionale di Manchester Indirizzo: Gregs Building, 1 Booth Street, Manchester M2 4DU Telefono: +44 (0) Fax: +44 (0) interno 1003

REGNO UNITO Dati macroeconomici 2013

REGNO UNITO Dati macroeconomici 2013 REGNO UNITO Dati macroeconomici 2013 Reddito Procapite Euro 28.205 Tasso di inflazione % 1,8 Tasso disoccupazione % 7,2 Tasso di variazione del PIL % 2,7 Previsione di crescita PIL 2014 % 2,4 Totale import

Dettagli

BUSINESS ATLAS 2016 REGNO UNITO. Scheda paese. a cura di. The Italian Chamber of Commerce and Industry for the United Kingdom (Londra)

BUSINESS ATLAS 2016 REGNO UNITO. Scheda paese. a cura di. The Italian Chamber of Commerce and Industry for the United Kingdom (Londra) BUSINESS ATLAS 2016 Scheda paese REGNO UNITO a cura di The Italian Chamber of Commerce and Industry for the United Kingdom (Londra) Dati macroeconomici anno 2015 Reddito Procapite 42.251 Tasso di inflazione

Dettagli

MALTA DATI MACROECONOMICI

MALTA DATI MACROECONOMICI MALTA DATI MACROECONOMICI Reddito pro-capite euro 16.484 Tasso di inflazione % 1,38 Tasso di disoccupazione % 5,8 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 3,8% Previsione di crescita del PIL per il

Dettagli

OLANDA DATI MARCOECONOMICI

OLANDA DATI MARCOECONOMICI OLANDA DATI MARCOECONOMICI Reddito pro-capite euro 40.187 Tasso di inflazione % 0,4 Tasso di disoccupazione % 6,6 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 1,5 Previsione di crescita del PIL per il

Dettagli

Agenda. > Focus Paese. > Le zone economiche speciali. > Il ruolo dell Ufficio di Rappresentanza

Agenda. > Focus Paese. > Le zone economiche speciali. > Il ruolo dell Ufficio di Rappresentanza 1 Agenda > Focus Paese > Le zone economiche speciali > Il ruolo dell Ufficio di Rappresentanza 2 Perché investire in India? Crescita economica > 7,4% nell anno fiscale 09-10; 6,7% nel 08-09; previsioni

Dettagli

DATI MACROECONOMICI. Reddito pro-capite euro 33.337,6

DATI MACROECONOMICI. Reddito pro-capite euro 33.337,6 BELGIO DATI MACROECONOMICI Reddito pro-capite euro 33.337,6 Tasso di inflazione % 0,7 Tasso di disoccupazione % 8,5 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 1,4 Previsione di crescita del PIL per il

Dettagli

Scheda Paese REGNO UNITO

Scheda Paese REGNO UNITO Scheda Paese REGNO UNITO Dati macroeconomici 20122 Reddito Procapite Tasso di inflazione Tasso disoccupazione Tasso di variazione del PIL Previsione di crescita PIL 2013 Totale import Totale export Saldo

Dettagli

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Opportunita di Business negli Emirati Arabi Uniti Visione

Dettagli

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno Bojan Stevanovic, M.B.A. Console Consigliere Commerciale Consolato Generale della Repubblica di Serbia Milano Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

ITALIAN CHAMBER OF COMMERCE AND INDUSTRY IN THE UK London, Manchester, Glasgow & Edinburgh

ITALIAN CHAMBER OF COMMERCE AND INDUSTRY IN THE UK London, Manchester, Glasgow & Edinburgh ITALIAN CHAMBER OF COMMERCE RELATORI XXXVII CONFERENZA ANNUALE PRESIDENTE ONORARIO DELLA CONFERENZA Ambasciatore d Italia Presidente della Camera S.E. Pasquale Terracciano Leonardo Simonelli Santi PRESIDENTE

Dettagli

Quadro legislativo, normativa societaria e free zones

Quadro legislativo, normativa societaria e free zones Quadro legislativo, normativa societaria e free zones SEZIONE I. Normativa Societaria Le forme societarie riconosciute negli EAU Le filiali e gli uffici di rappresentanza Le licenze necessarie SEZIONE

Dettagli

Fiera del Levante. La comunicazione in una strategia di Marketing territoriale. Bari, Fiera del Levante, 12 settembre 2002

Fiera del Levante. La comunicazione in una strategia di Marketing territoriale. Bari, Fiera del Levante, 12 settembre 2002 Fiera del Levante La comunicazione in una strategia di Marketing territoriale Bari, Fiera del Levante, 12 settembre 2002 L agenzia E tra le prime 10 del mercato secondo la classifica Assorel, la seconda

Dettagli

LA TASSAZIONE DELLE IMPRESE STRANIERE

LA TASSAZIONE DELLE IMPRESE STRANIERE LA TASSAZIONE DELLE IMPRESE STRANIERE Le principali imposte e tasse che gravano sulle imprese straniere sono: La Corporate Income Tax - CIT; La Value Added Tax - VAT, corrispondente all IVA italiana);

Dettagli

Le aree di Innovazione per la crescita

Le aree di Innovazione per la crescita Le aree di Innovazione per la crescita I Sistemi nazionali di Innovazione vengono caratterizzati dal grado di specializzazione tecnologica dei diversi settori produttivi: la capacità di sviluppare innovazione

Dettagli

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Nel corso dell ultimo anno, il sistema economico ceco ha dimostrato, nonostante il rallentamento economico globale ed europeo, di poter

Dettagli

XXXVI CONFERENZA ANNUALE

XXXVI CONFERENZA ANNUALE XXXVI CONFERENZA ANNUALE Edizione Speciale in occasione della Presidenza italiana del Consiglio dell Unione Europea. 2014: The Future of Europe Church House, Westminster London Friday, 21 novembre 2014

Dettagli

Perché investire in Irlanda? La FIBI può aiutare le aziende a sviluppare attività sui mercati internazionali avendo come base l Irlanda

Perché investire in Irlanda? La FIBI può aiutare le aziende a sviluppare attività sui mercati internazionali avendo come base l Irlanda Perché investire in Irlanda? La FIBI può aiutare le aziende a sviluppare attività sui mercati internazionali avendo come base l Irlanda Benvenuti in Irlanda L Irlanda è il primo paese in Europa per possibilità

Dettagli

FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013

FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013 ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013 A cura dell Ufficio Studi Euler Hermes Italia FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY Istituto nazionale per il Commercio Estero Nota Congiunturale URUGUAY Maggio 2011 L'economia uruguaiana, nel 2010, ha registrato una significativa crescita del PIL dell 8,5% rispetto al 2009 e, nel primo

Dettagli

Investments in Infrastructure

Investments in Infrastructure XXXII Conferenza Annuale The Path to Recovery: Concerted Structural Changes and Investments in Infrastructure venerdì 15 ottobre 2010 Glaziers Hall, London SE1 INFORMAZIONI GENERALI Sedi Ambasciata d Italia

Dettagli

Dott.ssa Jelena Spasic Consulente per gli IDE Dott.ssa Jelena Aković - Legale

Dott.ssa Jelena Spasic Consulente per gli IDE Dott.ssa Jelena Aković - Legale Dott.ssa Jelena Spasic Consulente per gli IDE Dott.ssa Jelena Aković - Legale Dati principali sul paese Cos è SIEPA? Motivi per investire in Serbia Accordi di libero scambio Fondi disponibili per gli investimenti

Dettagli

Percorsi di internazionalizzazione: strategie, conoscenze e competenze

Percorsi di internazionalizzazione: strategie, conoscenze e competenze Percorsi di internazionalizzazione: strategie, conoscenze e competenze venerdì 12 settembre 2008 Con il Patrocinio di In partnership con L internazionalizzazione in Trentino Presidente Dr Enrico Zobele

Dettagli

Bosnia Erzegovina Bari 25 ottobre 2013

Bosnia Erzegovina Bari 25 ottobre 2013 Bosnia Erzegovina Bari 25 ottobre 2013 Bosnia Erzegovina area totale: 51.129 kmq confini: Croazia: 932 km Serbia: 312 km Montenegro: 215 km costa: 24 km capitale: Sarajevo (400.000 ab.) popolazione: 3,8

Dettagli

LONDRA 2009 FEDERALBERGHI GIOVANI ALBERGATORI 5 MEETING INTERNAZIONALE

LONDRA 2009 FEDERALBERGHI GIOVANI ALBERGATORI 5 MEETING INTERNAZIONALE LONDRA 2009 FEDERALBERGHI GIOVANI ALBERGATORI 5 MEETING INTERNAZIONALE Londra, 28-29 Settembre 2009 28 Settembre 2009 h. 14:00 Istituto Italiano di Cultura (39 Belgrave Square Londra SW1X 8NX tel: 020

Dettagli

DATI MACROECONOMICI. Investimenti del paese all estero Miliardi di euro 3,1. Investimenti italiani nel paese Miliardi di euro 3,42

DATI MACROECONOMICI. Investimenti del paese all estero Miliardi di euro 3,1. Investimenti italiani nel paese Miliardi di euro 3,42 SLOVACCHIA DATI MACROECONOMICI Reddito pro-capite euro 13.589 Tasso di inflazione % 1,50 Tasso di disoccupazione % 14,20 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 2,94 Previsione di crescita del PIL

Dettagli

The Role of Government, Business and Financial Institutions in Creating New Jobs for the Next Generation. venerdì 14 ottobre 2011

The Role of Government, Business and Financial Institutions in Creating New Jobs for the Next Generation. venerdì 14 ottobre 2011 XXXIII Conferenza Annuale The Global Employment Challenge: The Role of Government, Business and Financial Institutions in Creating New Jobs for the Next Generation venerdì 14 ottobre 2011 The Savoy, London

Dettagli

Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia

Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia La farmaceutica è un patrimonio manifatturiero che il Paese non può perdere La farmaceutica e il suo indotto 174 fabbriche 62.300 addetti

Dettagli

Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino.

Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino. Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino. Specializzazione produttiva o SP., competitività internazionale e crescita economica o SP.,

Dettagli

IL MONDO DEI FONDI LUSSEMBURGHESI Operazioni vincenti e nuovi trend

IL MONDO DEI FONDI LUSSEMBURGHESI Operazioni vincenti e nuovi trend Lugano, 20 Gennaio 2015 IL MONDO DEI FONDI LUSSEMBURGHESI Operazioni vincenti e nuovi trend Avv. Oriana Magnano 1 Lugano, 20 Gennaio 2015 IL LUSSEMBURGO UNA SITUAZIONE STRATEGICA 2 Introduzione UNA POSIZIONE

Dettagli

CUBA Congiuntura Economica

CUBA Congiuntura Economica CUBA Congiuntura Economica Durante il 2011 l economia cubana ha avviato graduali riforme del sistema economico. Il tasso annuale di crescita del prodotto interno lordo dovrebbe attestarsi al 2.7% nel 2011.

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it

CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it SCHEDA PAESE BRASILE IL BRASILE IN BREVE Storia e geografia Ordinamento interno Economia Produzioni STORIA e GEOGRAFIA Storia Il Brasile è stato scoperto

Dettagli

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Perche investire a Hong Kong Analisi dei dati di import/export di Hong

Dettagli

LA SCELTA DELLA FORMA DELL INVESTIMENTO

LA SCELTA DELLA FORMA DELL INVESTIMENTO LA SCELTA DELLA FORMA DELL INVESTIMENTO Le forme di investimento in Cina La normativa cinese sugli investimenti stranieri consente agli investitori stranieri di realizzare diversi tipi di societa. Una

Dettagli

Scenari macroeconomici e prospettive di crescita

Scenari macroeconomici e prospettive di crescita Scenari macroeconomici e prospettive di crescita Luca Paolazzi Direttore Centro Studi Confindustria Lo scenario economico globale presenta condizioni favorevoli. Ma l incertezza è il maggior ostacolo a

Dettagli

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013 MATCHING Brasile San Paolo, 24-25 giugno 2013 LE INFORMAZIONI GENERALI I settori* coinvolti sono : Agricolo, agroalimentare (food & beverage), agroindustriale Edilizia e impiantistica: materiali e prodotti

Dettagli

LE DIVERSE STRATEGIE DI PENETRAZIONE NEI MERCATI ESTERI PER IL SETTORE ORAFO

LE DIVERSE STRATEGIE DI PENETRAZIONE NEI MERCATI ESTERI PER IL SETTORE ORAFO LE DIVERSE STRATEGIE DI PENETRAZIONE NEI MERCATI ESTERI PER IL SETTORE ORAFO a cura degli Avv.ti Eleonora Cerin e Silvia Dalle Nogare e del Dott. Bellin del Settore Promozione e Consulenza Estero CCIAA-VI

Dettagli

EMIRATI ARABI UNITI. Vicenza, 2 ottobre 2007. Dove sono:

EMIRATI ARABI UNITI. Vicenza, 2 ottobre 2007. Dove sono: EMIRATI ARABI UNITI Vicenza, 2 ottobre 2007 Dove sono: 1 Chi sono: Forma istituzionale: Confederazione di 7 Emirati costituita il 2 dicembre 1971 Abu Dhabi Dubai Sharjah Ajman Ras al Khaimah Fujairah Umm

Dettagli

Armenia. Scheda paese. Dati Geografici. Popolazione. Collocazione. Superficie. Clima. Ambiente naturale

Armenia. Scheda paese. Dati Geografici. Popolazione. Collocazione. Superficie. Clima. Ambiente naturale Scheda paese Armenia Dati Geografici Collocazione Superficie Asia, Medio Oriente. L Armenia si trova nella parte meridionale dell altopiano caucasico, in posizione chiave tra l oriente e l occidente. Confina

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

AUTUNNO 2015: ESPORTARE DI PIÙ E MEGLIO OPPORTUNITÀ SVIZZERA

AUTUNNO 2015: ESPORTARE DI PIÙ E MEGLIO OPPORTUNITÀ SVIZZERA AUTUNNO 2015: ESPORTARE DI PIÙ E MEGLIO OPPORTUNITÀ SVIZZERA Perché scegliere il mercato svizzero? Primo fruitore pro-capite al Mondo di Made in Italy La Svizzera è per le esportazioni italiane uno dei

Dettagli

L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita

L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita GUALTIERO TAMBURINI ASSEMBLEA ANNUALE FEDERIMMOBILIARE ROMA, 18 GENNAIO 2012 Il quadro macroeconomico PIL ed occupazione (variazioni %

Dettagli

Domanda e offerta logistica nell area milanese

Domanda e offerta logistica nell area milanese Mobility Conference 2008: Sviluppo delle infrastrutture e mobilità sostenibile SESSIONE: Sviluppo del territorio ed efficienza della catena logistica: quali soluzioni per il trasporto delle merci a Milano?

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Legislazione societaria: tipi di società

Legislazione societaria: tipi di società Legislazione societaria: tipi di società La creazione di un'impresa in Bosnia-Erzegovina è disciplinata da: Legge sulle imprese della FBiH Legge sulle imprese della RS Legge sull acquisizione di società

Dettagli

Agenda. > Tutela dei diritti di proprietà individuale. > Joint Venture/WOFE. > Comprare e vendere in Cina

Agenda. > Tutela dei diritti di proprietà individuale. > Joint Venture/WOFE. > Comprare e vendere in Cina 1 Agenda > Tutela dei diritti di proprietà individuale > Joint Venture/WOFE > Comprare e vendere in Cina > Servizi offerti dall Ufficio di Rappresentanza 2 3 Tutela dei diritti di proprietà individuale

Dettagli

Dalla lettura dei dati pubblicati lo scorso primo

Dalla lettura dei dati pubblicati lo scorso primo LE ESPORTAZIONI ITALIANE A LIVELLO TERRITORIALE Nel corso dei primi nove mesi del 2015, l 80% delle regioni italiane ha conosciuto incrementi su base tendenziale delle proprie esportazioni. % 150 130 110

Dettagli

Utili consigli per chi è interessato a conoscere e ad investire in Corea del Sud

Utili consigli per chi è interessato a conoscere e ad investire in Corea del Sud Utili consigli per chi è interessato a conoscere e ad investire in Corea del Sud Un leader nella CRESCITA SOSTENIBILE UN RUOLO INTERNAZIONALE Seoul ha ospitato a novembre 2010 il Summit G20 dei Capi di

Dettagli

Overview Vantaggi del paese Romania:

Overview Vantaggi del paese Romania: Overview Vantaggi del paese Romania: Mercato e posizione geografica Risorse umane e del territorio Politici ed economici (membro NATO ed UE; fondi strutturali, fiscalità, costo del lavoro, ecc.) Rapporti

Dettagli

DATI MACROECONOMICI. Reddito pro-capite euro 10.875

DATI MACROECONOMICI. Reddito pro-capite euro 10.875 THAILANDIA DATI MACROECONOMICI Reddito pro-capite euro 10.875 Tasso di inflazione % 2,5 Tasso di disoccupazione % 0,7 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 1,7 Previsione di crescita del PIL per

Dettagli

c ntr t o r ll l a l ta t d al l G o G ve v rn r o I t I a t li l ano

c ntr t o r ll l a l ta t d al l G o G ve v rn r o I t I a t li l ano Strumenti agevolati a supporto dello sviluppo industriale italiano in Tunisia Stefano ZOLETTO Studio Progetti d Impresa S.r.l. 1 SIMEST- L.100/90 E la finanziaria di sviluppo e promozione delle imprese

Dettagli

Le Free Zone di Dubai

Le Free Zone di Dubai Le Free Zone di Dubai Quali sono i vantaggi offerti dalle free zone Quello di Dubai fu il primo emirato a introdurre il modello delle free zone, mettendo a disposizione delle aziende estere concessioni

Dettagli

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 2010 3 TRIMESTRE

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 2010 3 TRIMESTRE NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 3 TRIMESTRE Camera di Commercio di Modena Via Ganaceto, 134 41100 Modena Tel. 059 208423 http://www.mo.camcom.it Natalità

Dettagli

INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES

INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES INDONESIA: UNA OPPORTUNITA NUOVA INDONESIA NEW MARKET OPPORTUNITIES 1 Asia Crescita: 2011: 7,8 % 2012: 7,7 % Entro 2050: Pil: $148.000 Miliardi (45% dell output globale) Reddito pro-capite: $38.000 (superiore

Dettagli

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane PREMESSA L economia italiana attraversa una fase di acuta recessione. Conseguentemente, le attività industriali produttive, eccetto quelle

Dettagli

VIAGGIO A. Come arrivare. Cosa vedere NELLA CAPITALE INGLESE

VIAGGIO A. Come arrivare. Cosa vedere NELLA CAPITALE INGLESE VIAGGIO A Come arrivare Cosa vedere NELLA CAPITALE INGLESE Visitaci su: www.englishclass.altervista.org 1) COME ARRIVARE A LONDRA? Londra ha 5 aeroporti Heathrow Gatwick Stansted Luton City Airport Per

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Quaderni Statistici e Informativi ISSN 1974-6822 Quaderno dei Prezzi N 8 - Dicembre 2009 Quaderni Statistici e Informativi La collana Quaderni

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 3 Marzo 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI. ("Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 )

SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI. (Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 ) DECRETO SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI ("Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 ) Contenuto del decreto Art. 1 Con il presente decreto

Dettagli

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro...

Situazione economica internazionale... 2. Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4. Regional Competitiveness Index... 6. Mercato del Lavoro... Indice Situazione economica internazionale... 2 Situazione economica Lazio... 4 PIL... 4 Regional Competitiveness Index... 6 Mercato del Lavoro... 7 Cassa Integrazione Guadagni... 10 Il credito alle imprese...

Dettagli

IL PROGETTO BIELORUSSIA

IL PROGETTO BIELORUSSIA IL PROGETTO BIELORUSSIA PRESENTAZIONE Lanza & Thompson nasce dall esperienza maturata da alcuni professionisti in società internazionali specializzate in assistenza alle imprese per servizi globali (fiscali,

Dettagli

Modelli INTRASTAT: casi pratici. Torino Martedì,, 09 novembre 2010 a cura di Marco Politano

Modelli INTRASTAT: casi pratici. Torino Martedì,, 09 novembre 2010 a cura di Marco Politano Modelli INTRASTAT: casi pratici Torino Martedì,, 09 novembre 2010 a cura di Marco Politano Modelli Intrastat Elenco riepilogativo delle cessioni intracomunitarie di beni e dei servizi resi,, così suddiviso:

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ Se confrontata con i principali paesi europei, l Italia si colloca nella fascia bassa, per quanto riguarda la presenza di imprese estere sul proprio territorio.

Dettagli

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Strumenti finanziari

progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Strumenti finanziari progredire con gli strumenti finanziari ESIF Il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale Gli strumenti finanziari co-finanziati dai Fondi Strutturali e di Investimento Europei permettono di investire, in modo

Dettagli

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ).

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ). Sostegno dei processi di internazionalizzazione delle Piccole e medie imprese del Lazio in forma aggregata Bando: L.R. n. 5 del 2008 Disciplina degli interventi regionali a sostegno Dell internazionalizzazione

Dettagli

SERVIZI FINANZIARI 1. Orientamento ai finanziamenti per l internazionalizzazione 2. Consulenza finanziaria Simest 3. Consulenza Assicurativa SACE

SERVIZI FINANZIARI 1. Orientamento ai finanziamenti per l internazionalizzazione 2. Consulenza finanziaria Simest 3. Consulenza Assicurativa SACE CARTA SERVIZI 1 INDICE SERVIZI COMMERCIALI 1. Dati sui mercati esteri 2. Ricerca operatori e partner produttivi e assistenza per l organizzazione di incontri commerciali 3. Supporto operativo 4. Informazioni

Dettagli

Montenegro, una piattaforma off shore sull altra sponda dell Adriatico

Montenegro, una piattaforma off shore sull altra sponda dell Adriatico Europa orientale Montenegro, una piattaforma off shore sull altra sponda dell Adriatico di Alex Gilardini - Studio legale Ottolenghi-Catalano-Gilardini-Pilone, Torino e Fulvio Argonauta - Studio legale

Dettagli

Modelli di innovazione a confronto Italia vs. Europa. Francesco Daveri Università di Parma

Modelli di innovazione a confronto Italia vs. Europa. Francesco Daveri Università di Parma Modelli di innovazione a confronto Italia vs. Europa Francesco Daveri Università di Parma Perché il modello di innovazione italiano è ad un bivio Lezioni da due modelli di innovazione stranieri Schema

Dettagli

Quadro generale Libia

Quadro generale Libia LIBIA Real estate Quadro generale Libia La Libia si estende per un area di circa 1.775.000 kmq quadrati. Ha delle ricche riserve petrolifere e depositi di acqua e gas naturali. Ha una popolazione di poco

Dettagli

Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali

Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria 52 Simposio AFI -1 giugno 2012 La farmaceutica è la prima industria hi-tech per

Dettagli

Gran Bretagna Italia Rapporto Passeggeri 2009 Operatori, Infrastrutture & Profili Passeggeri

Gran Bretagna Italia Rapporto Passeggeri 2009 Operatori, Infrastrutture & Profili Passeggeri Gran Bretagna Italia Rapporto Passeggeri 2009 Operatori, Infrastrutture & Profili Passeggeri INDICE Introduzione P. 1 1 Il Mercato 2003-08 P. 5 20 2 Il profilo dei passeggeri: visitatori britannici in

Dettagli

VADO A LONDRA! Tutto quello che devi sapere per trasferirti

VADO A LONDRA! Tutto quello che devi sapere per trasferirti VADO A LONDRA! Tutto quello che devi sapere per trasferirti di Michela Locatelli Questo ebook è una guida pratica al trasferimento a Londra. Non è una guida turistica nè un racconto. E' un insieme di consigli

Dettagli

Emirati Arabi Uniti. Informazioni Generali Superficie 83.600 Km2. Capitale Abu Dhabi (670.125 abitanti)

Emirati Arabi Uniti. Informazioni Generali Superficie 83.600 Km2. Capitale Abu Dhabi (670.125 abitanti) Emirati Arabi Uniti Informazioni Generali Superficie 83.600 Km2 Capitale Abu Dhabi (670.125 abitanti) Altre città principali Dubai (772.104 ab.) Sharjah (382.722 ab.) Ras al Khaimah (110.470 ab.) Ajman

Dettagli

Karos Consulting COMPANY PROFILE KAROS CONSULTING

Karos Consulting COMPANY PROFILE KAROS CONSULTING Karos Consulting COMPANY PROFILE Karos Consulting Karos Consulting è la società del Gruppo Mater Holding completamente dedicata agli imprenditori Italiani. Da diversi anni aiuta le aziende, in molte parti

Dettagli

DANIMARCA DATI MACROECONOMICI

DANIMARCA DATI MACROECONOMICI DANIMARCA DATI MACROECONOMICI Reddito pro-capite euro 31.268 Tasso di inflazione % 0,5 Tasso di disoccupazione % 4,9 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 0,98 Previsione di crescita del PIL per

Dettagli

Gli aspetti fiscali e societari nelle varie strategie di internazionalizzazione sul mercato turco

Gli aspetti fiscali e societari nelle varie strategie di internazionalizzazione sul mercato turco di internazionalizzazione sul mercato turco International Accounting and Tax Consultancy FORUM UNICREDIT INTERNATIONAL TURCHIA 20 Giugno 2014 Palazzo Ciacchi Via Cattaneo, 34 PESARO Giacomo Luccisano g.luccisano@diacron.eu

Dettagli

Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina. Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones. Forum d Area America Latina

Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina. Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones. Forum d Area America Latina Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones Forum d Area America Latina Dove siamo? Superficie: 756.626 km² (cui si aggiungono 1.250.000

Dettagli

LA REVOCA DELLA FIRMA DIGITALE PER LE PERSONE NON FISICHE

LA REVOCA DELLA FIRMA DIGITALE PER LE PERSONE NON FISICHE INDICE: Convegno Top Legal Milano 27 Giugno 2013 h 16,30 : LUSSEMBURGO OLTRE IL SEGRETO BANCARIO 2 Ultimi sviluppi sulla procedura del Brevetto Unitario Europeo 3 La revoca della firma digitale per le

Dettagli

L Umbria tra terziarizzazione e presenza manifatturiera. Elisabetta Tondini

L Umbria tra terziarizzazione e presenza manifatturiera. Elisabetta Tondini L Umbria tra terziarizzazione e presenza manifatturiera Elisabetta Tondini Procede anche in Umbria il processo di terziarizzazione. Dai dati strutturali alcuni segnali di cambiamento Il percorso Sul rapporto

Dettagli

Presentazione Ecuador. Forum d Area America Latina. Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina

Presentazione Ecuador. Forum d Area America Latina. Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina Presentazione Ecuador Simona De Filippis Forum d Area America Latina Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina POSIZIONE GEOGRAFICA DATI GENERALI SUPERFICIE: 256.370 kmq LINGUA UFFICIALE: Spagnolo

Dettagli

Agenda. > Indicatori economici tedeschi. > Il sistema bancario tedesco. > I servizi offerti da UBI Banca International Monaco di Baviera

Agenda. > Indicatori economici tedeschi. > Il sistema bancario tedesco. > I servizi offerti da UBI Banca International Monaco di Baviera 1 2 Agenda > Indicatori economici tedeschi > Il sistema bancario tedesco > I servizi offerti da UBI Banca International Monaco di Baviera 3 Indicatori economici tedeschi 4 3 2 1 0-1 -2-3 -4-5 -6 2006 2007

Dettagli

Seminario di approccio al Mercato Emiratino Taranto, 13 Gennaio 2009

Seminario di approccio al Mercato Emiratino Taranto, 13 Gennaio 2009 Seminario di approccio al Mercato Emiratino Taranto, 13 Gennaio 2009 Cittadella delle Imprese Camera di Commercio di Taranto Ore 16,30 18,30 Programma Saluto del Presidente della Camera di Commercio di

Dettagli

Gli aspetti fiscali dei diversi strumenti/canali di finanziamento

Gli aspetti fiscali dei diversi strumenti/canali di finanziamento FINANZIARE IN MODO EQUILIBRATO LA CRESCITA Gli aspetti fiscali dei diversi strumenti/canali di finanziamento slide 1 FINANZIAMENTO CREDITO BANCARIO FINANZIAMENTO SOCI LEASING CAMBIALI FINANZIARIE PRESTITI

Dettagli

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6 35 3 Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie (anno 29; % sul totale mondo) 28,3 25 2 15 16,4 18,2 24,1 22, 1 5 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3, Regno Unito 5,6 8,7 Francia Germania Giappone

Dettagli

SCHEDA Stato Illinois. Profilo Economico Commerciale

SCHEDA Stato Illinois. Profilo Economico Commerciale ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE della Provincia di Varese SCHEDA Stato Illinois Profilo Economico Commerciale Introduzione (aggiornato con i dati disponibili a marzo 2012) Fonte ICE L Illinois è

Dettagli

L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare

L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria Milano, 16 Gennaio 2015 Per informazioni:

Dettagli

IMPOSTA SUI REDDITI SOCIETARI

IMPOSTA SUI REDDITI SOCIETARI IMPOSTA SUI REDDITI SOCIETARI Con questa imposta viene tassato l utile contabile dopo la sua trasformazione ai fini fiscali. La percentuale fiscale per l Esercizio 2014 è pari al 10%. Riporto della perdita

Dettagli

Capitolo 14. Industria

Capitolo 14. Industria Capitolo 14 Industria 14. Industria Questo capitolo raccoglie informazioni sul settore dell industria in senso stretto, escluse cioè le costruzioni per le quali si rinvia all apposito capitolo. Un primo

Dettagli

MALTA. Sviluppo e Crescita: in pole position per fondi UCITS e fondi alternativi. Palazzo Mezzanotte, Milano Joseph Camilleri - Valletta Fund Services

MALTA. Sviluppo e Crescita: in pole position per fondi UCITS e fondi alternativi. Palazzo Mezzanotte, Milano Joseph Camilleri - Valletta Fund Services MALTA Sviluppo e Crescita: in pole position per fondi UCITS e fondi alternativi Palazzo Mezzanotte, Milano Joseph Camilleri - Valletta Fund Services giovedí 10 aprile 2014 Agenda Sezione 1 I servizi finanziari

Dettagli

REPUBBLICA CECA DATI MACROECONOMICI

REPUBBLICA CECA DATI MACROECONOMICI REPUBBLICA CECA DATI MACROECONOMICI Reddito pro-capite euro 14.745 Tasso di inflazione % 0,4 Tasso di disoccupazione % 5,8 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 2 Previsione di crescita del PIL

Dettagli

Sommario. Torino, 7 giugno 2011. Filiera Automotive.2. Entrata in vigore della modifica alla Direttiva 2003/96/CE. 3. Effetti prodotti Criticità.

Sommario. Torino, 7 giugno 2011. Filiera Automotive.2. Entrata in vigore della modifica alla Direttiva 2003/96/CE. 3. Effetti prodotti Criticità. Torino, 7 giugno 2011 Proposta di direttiva recante modifica alla Direttiva 2003/96/CE sulla tassazione dei prodotti energetici che ristruttura il quadro comunitario per la tassazione dei prodotti energetici

Dettagli

Relazione Annuale - Appendice. Roma, 31 maggio 2007. anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO. esercizio CXIII

Relazione Annuale - Appendice. Roma, 31 maggio 2007. anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO. esercizio CXIII Relazione Annuale - Roma, 31 maggio 2007 anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO esercizio CXIII Relazione Annuale - Presentata all Assemblea Ordinaria dei Partecipanti anno 2006 - centotredicesimo esercizio

Dettagli

Indice dei prezzi alla produzione e all importazione

Indice dei prezzi alla produzione e all importazione 05 Prezzi 983-1100 Indice dei prezzi alla produzione e all importazione Neuchâtel, 2011 Che cos è l indice dei prezzi alla produzione e all importazione? L indice dei prezzi alla produzione (IPP) misura

Dettagli

REPUBLIC OF TURKEY PRIME MINISTRY

REPUBLIC OF TURKEY PRIME MINISTRY REPUBLIC OF TURKEY PRIME MINISTRY Investment Support and Promotion Agency of Turkey ISPAT Raffaella Iaselli Italy Representative 22 settembre 2009 L Agenzia L Agenzia ISPAT La Turchia considera gli Investimenti

Dettagli

LA CRISI FINANZIARIA NEL MONDO E L ITALIA

LA CRISI FINANZIARIA NEL MONDO E L ITALIA LA CRISI FINANZIARIA NEL MONDO E L ITALIA Un Paese forte in un contesto di deterioramento economico globale FONDAZIONE EDISON (Febbraio 2009) LA TURBOLENZA ECONOMICO- FINANZIARIA È PARTITA DAGLI STATI

Dettagli

Approfondimenti: Provincia di Cuneo

Approfondimenti: Provincia di Cuneo Approfondimenti: Provincia di Cuneo Premessa Contesto e attività/1 Nel generale contesto di crisi che ha continuato a caratterizzare il sistema economico italiano nel 2013 i dati relativi al Piemonte hanno

Dettagli

Effetti quantitativi. Effetti generali sui sistemi fiscali. Effetti su singole imposte (I) 1. Pressione fiscale totale OCSE 1990-2003: 35,1 37,4

Effetti quantitativi. Effetti generali sui sistemi fiscali. Effetti su singole imposte (I) 1. Pressione fiscale totale OCSE 1990-2003: 35,1 37,4 Globalizzazione ed effetti sulla tassazione internazionale Luigi Bernardi Contenuto del seminario 1. Globalizzazione e competizione fiscale internazionale: aspetti macroeconomici 2. Competizione fiscale

Dettagli