WHITE PAPER UN NUOVO SOA MATURITY MODEL

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "WHITE PAPER UN NUOVO SOA MATURITY MODEL"

Transcript

1 WHITE PAPER UN NUOVO SOA MATURITY MODEL

2 Per promuovere una capillare adozione del nuovo SOA Maturity Model, è autorizzato a copiare, distribuire e utilizzare (e anche a creare opere derivative correlate) i SOA Material a beneficio Suo e della Sua azienda, ferme restando le limitazioni di cui al presente documento. Per "SOA Material" si intendono tutte le immagini, le icone, i modelli, i libri bianchi e altri materiali forniti in relazione al nuovo SOA Maturity Model, inclusi i testi e le didascalie associati. Non dovrà eliminare alcuna nota inerente diritti d'autore o altri diritti di proprietà riservata contenuta nei SOA Material o in qualsiasi altro materiale a Lei fornito. Cov2

3 TABLE OF CONTENTS > Forward 2 > 1.0 Introduction and Motivation 3 > 2.0 What is SOA (Service-Oriented Architecture)? 5 > 3.0 The SOA Maturity Model SOA Maturity Level 1 Initial Services SOA Maturity Level 2 Architectural Services SOA Maturity Level 3 Business and Colaborative Services SOA Maturity Level 4 Measured Business Services SOA Maturity Level 5 Optimized Business Services 22 > 4.0 Conclusion 24 1

4 PREMESSA Il presente libro bianco e il modello da esso rappresentato sono stati realizzati al fine di coadiuvare le organizzazioni nella ricerca di un'agilità di business attraverso la SOA (Service Oriented Architecture). Il SOA Maturity Model illustrato nel presente documento è stato specificamente sviluppato per facilitare i manager che stentano a comunicare il valore aziendale della propria visione SOA e per consentire loro di parametrizzare l'adozione della SOA all'interno dell'organizzazione. Siamo ansiosi di ricevere il Suo riscontro e il Suo commento al presente modello, mentre continueremo a estenderne il contenuto, condividendo i successi della SOA. Buon divertimento! 2

5 1.0 INTRODUZIONE E MOTIVAZIONE In qualsiasi ambiente in cui venga messo in discussione il valore strategico dell'it e in cui tutte le organizzazioni informatiche e di sviluppo software siano spinte a ridurre i costi, rischia di svilirsi anche il dibattito sul valore aziendale strategico della tecnologia. Molta attenzione è stata dedicata ai metodi di riduzione dei costi, come, ad esempio, delocalizzazione e offshoring, mentre meno un accento meno forte è stato posto sul valore di business della nuova tecnologia. L'obbiettivo del presente documento è quello di dimostrare come un nuovo approccio alla progettazione e all'implementazione dell'information technology, nello specifico della SOA, possa costituire la base su cui le organizzazioni commerciali e tecnologiche operano di concerto per il miglioramento dell'efficienza su diversi filoni, tra cui la riduzione dei costi e la semplificazione dell'implementazione dei nuovi modelli operativi. Nello specifico, il presente documento presenta: > Un quadro di discussione che consente a un'organizzazione di comprendere quello che dovrebbe essere il cammino verso l'adozione di una SOA. > Una descrizione articolata dei benefici aziendali di una riuscita migrazione verso la SOA, suddivisa in diversi livelli di maturity di implementazione SOA. > Un significativo vocabolario e contesto intorno quale un'organizzazione potrà puntare all'allineamento tra IT e Business. > La base su cui l'organizzazione potrà sviluppare l'itinerario verso la vera agilità di business grazie a una riuscita adozione della SOA La SOA è un approccio alla progettazione e all'implementazione di sistemi informativi attraverso cui il sistema viene creato da componenti che implementano funzioni operative separate. Tali componenti, chiamati Servizi, possono essere distribuiti nell'ambito di regioni geografiche e imprese ed essere riconfigurati, secondo necessità, in nuovi processi aziendali. 1 Carr, Nicholas G., Does IT Matter?, Harvard Business School Press,

6 Quando si parla di nuova tecnologia si è sempre circondati da scetticismo. Allora, cos'è che rende la SOA diversa rispetto agli altri approcci del passato? Ecco i fattori principali: > La SOA si basa sugli standard del World Wide Web che conducono a economiche implementazioni su scala globale, con un ampio supporto da parte dei vendor. > I Servizi sono loosely-coupled e assicurano una flessibilità molto maggiore rispetto alle vecchie tecnologie per quanto riguarda il riutilizzo e il riabbinamento dei servizi necessari a creare nuove funzioni operative all'interno e all'esterno delle imprese. > Le migliori pratiche SOA creano progettazioni che integrano i processi aziendali-e migliorano la capacità di delocalizzare ed estendere i processi ai business partner. > La SOA include sistemi e processi legacy (esistenti) in modo da salvaguardare e persino incrementare l'utilità degli investimenti in essere. L'abbinamento di questi fattori fa della SOA un approccio che offre una strategia vincente per tutti i soggetti interessati, poiché: > L'organizzazione finanziaria ottiene risparmi. > L'organizzazione commerciale ottiene un miglioramento e un'espansione dei modelli di business (come illustrato dagli esempi forniti più avanti). > L'organizzazione IT ottiene successo nel supportare la propria clientela, conseguire gli obiettivi di servizio, e disponendo della flessibilità necessaria a rispondere alle domande future grazie a una maggiore agilità. > La corporate governance ottiene un migliore allineamento tra IT e business. Con le aziende che tentano di capire come ottenere i benefici della SOA, come giustificare gli investimenti necessari, da dove iniziare, e a quale visione puntare, si rende necessaria una guida. La soluzione proposta nel presente documento è l'introduzione di un SOA Maturity Model (SOA MM) per illustrare l'impatto sempre più positivo che l'adozione della SOA può avere dal punto di vista del business. Il SOA MM prende spunto da tre fattori chiave: > I successi ottenuti dal Capability Maturity Model (CMM) e dal recente CMM Integration (CMMI SM ) del Software Engineering Institute (SEI) nel fornire un quadro comune per la definizione la valutazione del miglioramento dei processi nelle aree software e in altri ambiti di progettazione. 2 Software Engineering Institute, Capability Maturity Model Integration, 3 Heffner, Randy, Your Paths to Service-Oriented Architecture, Forrester Research, Dec

7 > Documenti quali quello di Randy Heffner del Forrester Research che illustrano i vari percorsi di successo intrapresi dalle aziende che hanno introdotto la SOA. > Il successo della nostra clientela nell'implementazione dei progetti SOA. Inserendo la SOA in un contesto analogo al Capability Maturity Model, possiamo illustrare gli obiettivi, le caratteristiche e i presupposti fondamentali ai fini del successo della SOA, procedendo attraverso i seguenti livelli successivi: New Cost Business Business Business Functionality Reduction Responsiveness Transformation Optimization Il SOA MM include gli obbiettivi, la definizione del campo di applicazione e i benefici di business per ciascun livello, gli standard industriali più importanti, le pratiche principali e i fattori critici di successo, dal punto di vista tecnologico e organizzativo. Il SOA MM fornisce pertanto una guida utile per stabilire una visione della SOA e un punto di riferimento per misurare i progressi compiuti. Forrester Research ha riscontrato come le aziende adottino l'approccio alla SOA secondo percorsi diversi, ciascuna con benefici aziendali, capacità e requisiti di infrastruttura tecnologica diversi. Per talune aziende, l'aspetto più importante è rappresentato dall'attenzione nei confronti dell'integrazione interna e del workflow, mentre per altre l'aspetto più rilevante è costituito dall'integrazione con i partner. Perseguendo i percorsi specifici appropriati alle proprie esigenze, le aziende possono correlare i percorsi al modello di maturity, in modo da verificare le esigenze organizzative, tecnologie e gli obbiettivi, nella scalata dei livelli di SOA maturity. 2.0 CHE COSA È LA SOA (SERVICE ORIENTED ARCHITECTURE)? La SOA è un'evoluzione del computing distribuito studiata per consentire l'interazione tra componenti software, chiamati Servizi, all'interno di una rete. Gli applicativi vengono creati da un abbinamento dei suddetti servizi e, soprattutto, questi ultimi possono essere condivisi tra molteplici applicativi. Ad esempio, un applicativo di gestione risorse umane potrebbe essere creata a partire dai seguenti servizi: > Un Employee Administration Service per la gestione di assunzioni, modifiche di livello ed estinzione dei rapporti. 5

8 > Un Salary and Review Administration Service per la gestione degli stipendi e la valutazione dell'efficienza dei dipendenti secondo standard aziendali. > Un Benefits Administration Service per avviare ed estinguere i benefit e per elaborare le iscrizioni annuali. > Un IT Security and Provisioning Service per la gestione delle aggiunte e delle eliminazioni dei diritti di accesso ai dipendenti, in funzione del loro ruolo e del loro livello. > Un Payroll Service erogato in modo protetto via Internet da un fornitore esterno. > Un HR Department Portal Service che fornisce un'interfaccia utente basato su Web browser per i membri del dipartimento HR, e presenta le funzioni dei servizi di cui sopra. > Un Business Process Management Service per la gestione dei processi di approvazione e notifica. Con la SOA, le organizzazioni possono riutilizzare in misura molto maggiore gli asset esistenti e rispondere in tempi più rapidi alle richieste di modifica. Tali vantaggi sono attribuiti a diversi elementi critici della SOA: > I servizi riflettono logiche attività di business. Ciascun servizio svolge, di norma, molteplici operazioni per una specifica funzione aziendale, come ad esempio, il Payroll Service, che esegue operazioni tra cui rilascio di assegni, compilazione di modulistica fiscale, e rapporti periodici sulla tenuta dei libri paga. Da sottolineare è il fatto che tali servizi, spesso definiti course-grained, riflettono concetti di processo di business, non le funzionalità delle API fine-grained, definite dai tradizionali applicativi software pacchettizzati. > I nuovi servizi possono essere aggiunti o creati componendo i servizi esistenti senza incidere sull'implementazione di questi ultimi. Quindi, nell'esempio precedente, si potrebbe aggiungere un componente Employee Self-Service che faccia uso dei servizi esistenti, filtrando dati e operazioni in modo da utilizzare quelli appropriati alle utenze self-service. In questo modo, si rende possibile un approccio di tipo incrementale all'implementazione dei servizi. 4 Care must be taken with respect to security and service level agreements (SLA) when adding new consumers to existing services 6

9 > I servizi possono trovarsi su sistemi eterogenei all'interno di reti e aree geografiche in modo da garantire indipendenza dalle piattaforme e trasparenza di ubicazione. Non è necessario che ogni servizio sia implementato utilizzando la stessa tecnologia software o hardware, o che si trovi sulla stessa rete o ubicazione. Il Service Salary and Review Administration potrebbe essere implementato in ambiente COBOL o su server Linux/mainframe in un'ubicazione, mentre il Service IT Security and Provisioning potrebbe essere implementato in ambiente Microsoft.NET su server Windows in una ubicazione diversa. > I servizi comunicano attraverso protocolli standard garantendo ampia interoperabilità. Il più delle volte, soprattutto per la connessione di sistemi eterogenei, i protocolli si basano su standard World Wide Web. I Web services sono l'implementazione di servizi che utilizzano tali standard. Amazon ed ebay sono esempi importanti di multinazionali che hanno reso i propri applicativi chiave accessibili via Internet Web services. > I sistemi applicativi legacy possono essere integrati come servizi sfruttando gli investimenti in essere. La tecnologia SOA fornisce meccanismi ai sistemi front-end (o wrap ) in uso dietro un'interfaccia di servizi, senza alcuna modifica del sistema in uso. Inoltre, i tradizionali vendor ERP espongono con sempre maggiore insistenza le funzionalità dei propri applicativi sotto forma di Web services. > I Servizi hanno un'interfaccia e sono orientati ai messaggi. Le funzionalità offerte dai servizi sono definite da metadati che descrivono l'interfaccia al servizio e alle sue operazioni. Le informazioni vengono trasmesse sotto forma di messaggi da e verso i servizi. Nella definizione dell'interfaccia e dei messaggi, l'attenzione è rivolta al cosa faccia un servizio piuttosto che al come. Il come è interno all'implementazione del servizio. Gli applicativi SOA sono generalmente progettati per essere event-driven, rispondendo ai messaggi non appena essi arrivano. L'implementazione della SOA si basa sulla competenza, sulla metodologia e sull'infrastruttura SOA, per supportare l'applicativo SOA in modo affidabile, scalabile e protetto. Tra gli elementi fondamentali di questo nuovo approccio figurano: > Metodologie di analisi, progettazione e implementazione per coadiuvare project manager, sviluppatori e personale IT in una progettazione, assemblaggio e riutilizzo rapidi dei componenti SOA. 5 Chappell, David, Enterprise Service Bus, O Reilly,

10 > Tool di modellizzazione, configurazione, collaudo e implementazione per specificare e creare i servizi e quindi definire i processi di business che orchestrano i servizi di livello inferiore in servizi aziendali coarse grained. > Enterprise Service Bus (ESB) per assicurare comunicazioni e trasformazioni di dati affidabili, scalabili e distribuiti tra i servizi, e per fornire adapter alla tecnologia legacy e alle implementazioni dei diversi vendor. > Repository e Registro di Servizi e Policy per assicurare un luogo comune dove organizzare, comprendere e gestire le informazioni, incluso un catalogo dei servizi disponibili, definizioni delle relative interfacce e policy che governano l'impiego di tali servizi. > Tool di provisioning e gestione delle infrastrutture per assicurare la visibilità dei processi di business (BVP, Business Process Visibility) su un'infrastrutture SOA ampiamente distribuita. > Runtime Governance per definire e controllare le policy aziendali e di sicurezza e per garantire il rispetto delle norme a tutti i livelli software, in modo da riflettere i processi aziendali sottostanti. 3.0 IL SOA MATURITY MODEL L'introduzione della SOA può fornire alle organizzazioni tecnologiche e commerciali un impulso ai fini del conseguimento degli obiettivi comuni dell'azienda. Il SOA Maturity Model può indicare gli obiettivi e costituire un ausilio per comprendere in che modo la SOA possa incidere sempre più positivamente sull'impresa. La Figura 1 illustra i cinque livelli del SOA Maturity insieme all'impatto aziendale chiave, partendo dal meno al più maturo: Initial Services, Architected Services, Business Services e Collaborative Services (due diversi tipologie al livello 3), Measured Business Services, e Optimized Business Services. Sono altresì illustrati, a titolo di riferimento i corrispondenti livelli CMMI SM. 6 In very short summary: CMMI SM Performed means that needed functions are performed, CMMI SM Defined means that standard processes are defined, CMMI SM Managed means that the standard processes are implemented and managed, CMMI SM Quantitatively Managed means that the results of the processes are measured against goals, CMMI SM Optimizing means that there is a continuous improvement process implemented based on the measurements. 8

11 La Tabella 1 illustra gli attributi chiave di ciascun livello di maturity, ovvero impatto aziendale, campo di applicazione, fattori critici di successo e standard attinenti. In linea con l'approccio adottato dal SEI per il Capability Maturity Model, nella Tabella 2 vengono specificati pratiche e obiettivi chiave per ciascun livello di SOA maturity. Il conseguimento di tali obiettivi e l'implementazione di tali pratiche costituiscono il termine di misurazione atto a valutare il raggiungimento di un livello di maturity. Ogni livello di maturity ha come presupposto gli obiettivi e le pratiche dei livelli inferiori. Accade spesso che determinati obiettivi siano conseguiti, alcune pratiche implementate e alcune tecnologie utilizzate a livelli inferiori rispetto a quelli indicati nelle Tabelle 1 e 2. Tale fenomeno è da considerarsi prevedibile e dovrà essere incoraggiato in funzione delle priorità dell'impresa. I capitoli successivi prenderanno in esame ciascuno dei livelli di SOA maturity. 9

12 Tabella 1-SOA Maturity Model Maturity Level Principale beneficio di business Campo di applicazione Successo tecnologico Cruciale Technology Success Factors Fattori cruciali di successo umano e organizzativo Standard attinenti prescelti 1. Initial Services Nuove funzionalità Sperimentazione R&S, Progetti pilota, sito Web, Portale, Integrazione personalizzata, piccolo numero di servizi Standard, Integrazione legacy Sviluppatori apprendono capacità di sviluppo dei servizi Sponsorizzazione Developer Manager XML, XSLT, WSDL, SOAP, J2EE,.NET 2. Architected Services Riduzione e controllo dei costi IT Molteplici applicativi integrati Supporto per eterogeneità e sistemi distribuiti, Messaggistica affidabile, Mediazione, facilità di implementazione, Integrazione Database, Versioning, Sicurezza interna, gestione prestazioni Gruppo architettura assicura leadership, Centro di competenza SOA Sponsorizzazione CIO UDDI, WS- ReliableMessagi ng, WS-Policy, WS- Addressing, XQuery, WS- Security, SAML 3.a. Business Services Reattività di business - modifica rapida ed efficace dei processi di business Processi di business all'interno dell'unità operativa o dell'impresa Riutilizzo, facilità di modifica, disponibilità, regole dei processi di business, processi eventdriven, applicativi compositi Collaborazione tra IT e commerciale all'interno delle organizzazioni, WS-BPEL 3.b. Collaborative Services Reattività di business - collaborazione con partner aziendali e commerciali Servizi disponibili e partner esterni, Interaziendale Servizi Esterni, sicurezza interaziendale, traduzione protocolli interaziendali, transazioni di lunga durata SOA per l'intero ciclo di vita Governance, Impegno esecutivo, capacità di progettazione event-driven Sponsorizzazione Business Unit Manager RosettaNet, ebxml, WS- Trust 4. Measured Business Services Trasformazione del business da reattivo a real-time, Rispetto dei parametri prestazionali Unità operativa o impresa, Interaziendale Monitoraggio attività di business, Elaborazione flusso di eventi, Elaborazione eventi complessi, Event-driven dashboard e allarmi Continue valutazione dei processi di business e relative risposte Sponsorizzazione CFO 5. Optimized Business Services Ottimizzazione del business - reazione e risposta in automatico Unità operativa o impresa,interaziendale Automazione event-driven per l'ottimizzazione Cultura del continuo miglioramento Sponsorizzazione CEO 10

13 Tabella 2-SOA Maturity Model Obbiettivi e Pratiche chiave Maturity Level 1. Initial Services 2. Architected Services 3.a. Business Services 3.b. Collaborative Services 4. Measured Business Services 5. Optimized Business Services Obbiettivi principali 1. Apprendere la tecnologia SOA in ricerca e sviluppo ed eseguire progetti pilota. 2. Applicare la tecnologia SOA alle immediate esigenze dell'organizzazione. 3. Definire una quota iniziale di ROI per i progetti e applicarla ai progetti iniziali. 1. Istituzionalizzare l'impiego della SOA. 2. Porre in essere una leadership architetturale per la SOA. 3. Dimostrare i risultati dell'utilizzo degli standard tecnologici. 4. Prevedere l'uso delle informazioni SOA per l'ottimizzazione del business. 1. Creare una continua collaborazione tra organizzazioni di business e tecnologica per la governance SOA. 2. Supportare interi processi di business tramite SOA. 3. Dimostrare i risultati del riutilizzo dei servizi e la reattività ai cambiamenti. 1. Creare una continua collaborazione tra organizzazioni di business e tecnologica per la governance SOA. 2. Estendere i processi di business SOA alle organizzazioni esterne 3. Dimostrare i risultati dell'uso dei servizi a fini collaborativi. 1. Istituire la trasformazione da processi di business reattivi a processi di business in tempo reale. 2. Definire e soddisfare parametri prestazionali business-oriented. 1. Garantire una leadership di livello enterprise per il business e la governance della SOA. 2. Dimostrare i risultati del continuo miglioramento supportato dalla SOA. Pratiche principali 1. Creare le definizioni dei servizi. 2. Integrare la SOA in metodologia di sviluppo progetti. 3. Quantificare costi, tempi, e benefici di business dei progetti pilota. 1. Specificare gli standard tecnologici per la SOA. 2. Integrare la SOA in un processo di sviluppo su scala aziendale. 3. Fornire un centro di competenza e formazione SOA su scala aziendale. 4. Utilizzare l'integrazione incrementale. 1. Specificare le policy per l'uso della SOA nella creazione o nella modifica dei processi di business. 2. Sfruttare le funzionalità event-oriented e di mediazione delle tecnologie SOA, soprattutto per quanto riguarda il miglioramento o l'estensione dei processi di business. 1. Specificare le policy per l'uso della SOA in collaborazione con i partner aziendali e commerciali 2. Implementare la sicurezza interaziendale. 1. Raccogliere e analizzare parametri prestazionali in tempo reale orientati ai processi di business. 2. Implementare una continua valutazione e riprogettazione dei processi di business. 1. Implementare processi di business autocorregenti. 11

14 3.1 SOA MATURITY LIVELLO 1 INITIAL SERVICES Il SOA Maturity Livello 1 è costituito dagli Initial Services (vedi Tabelle 1 e 2), che rappresentano la fase iniziale di apprendimento e progettazione dell'adozione SOA. In questa fase, i progetti vengono generalmente realizzati per soddisfare l'esigenza specifica di implementare le funzionalità, collaudando, contestualmente, specifiche tecnologie e un approccio alla SOA. Questo livello di maturity prevede inoltre iniziali attività di ricerca e sviluppo volte a collaudare le tecnologie SOA in ambiente di laboratorio. Generalmente, l'introduzione iniziale della SOA è guidata dall'organizzazione preposta allo sviluppo applicativo (spesso nel quadro di un progetto di integrazione applicativa). Vengono apprese nuove capacità di sviluppo ed effettuati tentativi iniziali di quantificazione del ritorno sull'investimento. E' questo il livello in cui vengono introdotti gli standard SOA più elementari definiti dal W3C, come XML per la definizione dei formati dei messaggi, WSDL per la definizione delle interfacce dei servizi e SOAP per l'invocazione dei servizi. Un tipico esempio di progetto di Initial Services illustrato in Figura 2 consiste nel collegare il portale web della forza vendite di un'azienda direttamente a un sistema legacy di previsione vendite operante su mainframe e a un nuovo applicativo CRM esposto come Web service. In questo esempio, potrebbe essere utilizzata la seguente componente infrastrutturale SOA: > Un Servizio di integrazione a mainframe come Shadow RTE di DataDirect, che assicura l'accesso Web service basato su standard a un sistema legacy di previsione vendite ospitato all'interno di un CICS su un mainframe IBM che esegue z/os. > Una piattaforma di sviluppo altamente produttiva ottimizzata per la creazione di applicativi aziendali service-oriented, come Progress OpenEdge, volta a sviluppare e ospitare nuova logica applicativa CRM accessibile sotto forma di Web services. 7 World Wide Web Consortium, Web Services Activity, 12

15 I principali vantaggi offerti da questo progetto iniziale consistono nel garantire la necessaria funzionalità di business, consentendo, allo stesso tempo, di apprendere il modo in cui sviluppare e implementare un applicativo SOA elementare. Tale implementazione utilizzerebbe il protocollo SOAP tra il server portale e i servizi di supporto, nonché per il servizio di Sales Forecasting e Tracking, ottenendo le informazioni dall'applicativo CRM. Tuttavia, anche un applicativo iniziale elementare potrebbe giovarsi dell'utilizzo di alcuni componenti supplementari dell'infrastruttura SOA. Oltre alle conoscenze maturate grazie all'impiego precoce delle tecnologie, la ragione più importante per l'introduzione di queste avanzate tecnologie nei progetti iniziali è quella di porre in essere una tecnologia scalabile in modo tale che, non appena la SOA integri altre funzioni di business, le opportune basi risultino già in essere. Ad esempio, la Figura 3 illustra lo stesso esempio con l'aggiunta di: > Un Servizio di Runtime Governance, come quello di Actional, che assicura il meccanismo di monitoraggio e controllo necessario ad applicare policy di servizi e sicurezza in tutte le fasi di un processo di business, nell'ambito di elementi eterogenei dell'infrastruttura SOA. 13

16 > Un Enterprise Service Bus (ESB) come quello di Sonic, che assicura un modello di interazione standard per i componenti SOA, inclusi Web services e database relazionali, sotto forma di infrastruttura distribuita, scalabile e facile da implementare. L'ESB fornisce un elevato numero di adapter, grazie ai quali i servizi implementati con tecnologie eterogenee sono in grado di interscambiare messaggi, consentendo, ad esempio, a un applicativo.net di comunicare con un applicativo J2EE al livello di servizi. > Un Registro dei servizi che supporta lo standard UDDI, assicura l'archiviazione centralizzata delle definizioni dei servizi nell'ambito dei progetti iniziali, e garantisce un unico punto di riferimento grazie al quale gli sviluppatori dei servizi possono ottenere le definizioni degli stessi. 14

17 3.2 SOA MATURITY LIVELLO 2 ARCHITECTED SERVICES Il Livello 2 di SOA Maturity è costituito dagli Architected Services (vedi Tabelle 1 e 2). E' a questo livello che gli standard vengono fissati per quanto riguarda la governance tecnica dell'implementazione SOA, generalmente sotto la guida dell'organizzazione preposta all'architettura. Il principale vantaggio offerto da questo livello consiste nella riduzione dei costi di sviluppo e implementazione, grazie all'utilizzo dell'infrastruttura e dei componenti standard SOA, rispetto all'impiego di vecchie tecnologie, o a costi accumulati attraverso molteplici singoli progetti obsoleti. Tali vantaggi risultano più evidenti negli ambienti eterogenei tipici di gran parte delle imprese. Sulla base dell'apprendimento e del feedback ottenuto grazie agli Initial Service al Livello 1 di Maturity, si definiscono gli standard architetturali e le tecnologie di implementazione standard. Ad esempio, si definiscono gli standard relativi a: > I protocolli aziendali SOA da utilizzare, da scegliere tra gli standard industriali, in particolare quelli definiti da W3C, OASIS e WS-I. > Piattaforme di implementazione da utilizzare. > Policy di riutilizzo, runtime governance, compliance e sicurezza. > Processo di analisi tecnica per la definizione dei nuovi servizi e il riutilizzo di quelli esistenti. La Figura 4 illustra un esempio di implementazione SOA al Livello 2 di Maturity in un caso di trading finanziario. Il Livello 2 di Maturity prevede l'impiego dei componenti chiave già illustrati nella Figura 3, incluso il servizio runtime governance e l'enterprise Service Bus, oltre agli aspetti chiave supplementari di questo esempio: > Un Repository che estende il Registro dei Servizi fornendo l'archiviazione per gli artefatti SOA e le informazioni sulle policy. Il supporto per l'intero ciclo di vita (lifecycle support) come controlli degli accessi, versioning e tool di implementazione costituisce un'altra importante caratteristica da prendere in considerazione in questa sede. L'impiego di un repository dotato di supporto di sviluppo e runtime è parte integrante del Livello 2 di Maturity-Architected Services. > Un servizio Runtime Governance modificato che identifica servizi e dependency, assicurando un'opportuna base per l'identificazione, la diagnosi e la soluzione automatica degli errori a livello di sistema e applicativo. 8 OASIS, OASIS Committees by Category: Web Services and SOA, 9 WS-I, Web Services Interoperability Organization, 15

18 > Un Servizio Message Transformation che consente l'integrazione dei servizi con differenze nei contenuti o nei formati previsti dei messaggi. Ciò avviene spesso tramite l'invocazione delle trasformazioni XLST applicate a un messaggio XML. In questo esempio, assistiamo a una funzione di mediazione sotto il controllo dell'esb. > Un Servizio Single Sign-On che supporta l'autenticazione e l'autorizzazione degli utenti all'interno dell'organizzazione. Tale servizio, generalmente fornito da un vendor, può basarsi sullo standard OASIS SAML per lo scambio delle informazioni di autenticazione e autorizzazione. 3.3 SOA MATURITY LIVELLO 3 BUSINESS SERVICES E COLLABORATIVE SERVICES L'interesse del SOA Maturity Livello 3 è concentrato sulla collaborazione tra organizzazioni tecnologiche e aziendali, per fare in modo che l'impiego della SOA garantisca un'evidente reattività di business. Il valore chiave della SOA è il legame tra processi aziendali e processi digitali, come illustrato in Figura The Big Strategic Impact Of Organic Business And Service-Oriented Architecture, Forrester Research, Inc., June

19 Figura 5-La fonte di energia della SOA (adattata rispetto a Forrester Research) Il SOA Maturity Livello 3 è definito con due percorsi complementari al conseguimento dei suddetti obiettivi: uno, Business Services, orientato al miglioramento dei processi operativi interni e uno, Collaborative Services, orientato al miglioramento dei processi collaborativi con i partner esterni, (vedi Tabella 1 e Tabella 2). Ovviamente, per ricavare il massimo vantaggio dalla SOA, possono essere applicati entrambi, ma il Livello 3 di Maturity può essere conseguito anche attraverso uno dei due percorsi, dal momento che entrambi garantiscono il miglioramento della reattività di business da parte dell'azienda. La Figura 6 illustra un esempio di implementazione SOA al Livello 3 di Maturity per il trading finanziario. La chiave per questi Business Services è rappresentata da: > Business Process Management (BPM)-la gestione di processi di lunga durata che coinvolgono messaggi sequenziali tra servizi. La gestione può avvenire, ad esempio, tramite Sonic Orchestration Server, che è in grado di gestire lo stato di ciascun processo insieme ai risultati intermedi. 17

20 Nella Figura 7, prosegue l'evoluzione dei Business Services con l'aggiunta di: > Netto miglioramento dei processi di business. Uno dei principali vantaggi offerti dalla SOA è la sua capacità di rendere possibili le modifiche dei processi di business attraverso la riconfigurazione dei servizi. In questo esempio, un nuovo Compliance Service necessario ai fini del rispetto delle normative viene inserito nel flusso di messaggi tra l'order Management Service e il Trading Service, senza alcuna modifica alle implementazioni dei servizi esistenti. > Riutilizzo dei servizi. In questo esempio, il riutilizzo viene illustrato attraverso un applicativo multi-channel (ad esempio, l'accesso viene fornito allo stesso applicativo attraverso diversi metodi di comunicazione al cliente), in cui l'order Management Service viene condiviso sia dal Call Center Service sia dall'online Service. L'interesse alternativo nel Livello 3 di Maturity è rappresentato dai Collaborative Services, con l'accento posto sul collegamento ai partner esterni. La Figura 8 illustra un esempio in cui la società di trading si è espansa in una nuova azienda di transazioni Forex offerte via Internet. 18

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

La prossima ondata di innovazione aziendale introdotta da Open Network Environment

La prossima ondata di innovazione aziendale introdotta da Open Network Environment Panoramica della soluzione La prossima ondata di innovazione aziendale introdotta da Open Network Environment Panoramica La crescente importanza dei ruoli assunti da tecnologie come cloud, mobilità, social

Dettagli

OGGETTO DELLA FORNITURA...4

OGGETTO DELLA FORNITURA...4 Gara d appalto per la fornitura di licenze software e servizi per la realizzazione del progetto di Identity and Access Management in Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. CAPITOLATO TECNICO Indice 1 GENERALITÀ...3

Dettagli

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente.

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. esperienza + innovazione affidabilità Da IBM, una soluzione completamente nuova: ACG Vision4,

Dettagli

Sistemi informativi secondo prospettive combinate

Sistemi informativi secondo prospettive combinate Sistemi informativi secondo prospettive combinate direz acquisti direz produz. direz vendite processo acquisti produzione vendite INTEGRAZIONE TRA PROSPETTIVE Informazioni e attività sono condivise da

Dettagli

Elenco dei manuali. Elenco dei manuali dell'utente di MEGA

Elenco dei manuali. Elenco dei manuali dell'utente di MEGA Elenco dei manuali Elenco dei manuali dell'utente di MEGA MEGA 2009 SP5 R7 1ª edizione (luglio 2012) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono

Dettagli

SISTEMA E-LEARNING INeOUT

SISTEMA E-LEARNING INeOUT SISTEMA E-LEARNING INeOUT AMBIENTE OPERATIVO 1 Premesse metodologiche La complessità di un sistema informatico dipende dall aumento esponenziale degli stati possibili della sua architettura. Se è vero

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

Quando SOA incontra l'enterprise 2.0 Alcune linee guida

Quando SOA incontra l'enterprise 2.0 Alcune linee guida Quando SOA incontra l'enterprise 2.0 Alcune linee guida Agenda SOA e Enterprise 2.0 Definizione di SOA Reference Model e Reference Architecture Architettura di integrazione SOA 10 Best Practices per l'introduzione

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo on-line Standard tecnici del sistema informativo per l invio telematico del Prospetto Informativo Documento: UNIPI.StandardTecnici Revisione

Dettagli

Presentazione di Cedac Software

Presentazione di Cedac Software Agenda Presentazione di Cedac Software SOA ed ESB Analisi di un caso studio Esempi Q&A Presentazione di Cedac Software 1 2 Presentazione di Cedac Software S.r.l. Divisione Software Azienda nata nel 1994

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server

Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server Caso di successo Microsoft Virtualizzazione Gruppo Arvedi Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server Informazioni generali Settore Education Il Cliente Le

Dettagli

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno In questi ultimi anni gli investimenti

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Brochure DATA CENTER. www.novell.com. Novell Cloud Manager. Costruite e gestite ambienti cloud privati. (Finalmente è arrivato il cloud)

Brochure DATA CENTER. www.novell.com. Novell Cloud Manager. Costruite e gestite ambienti cloud privati. (Finalmente è arrivato il cloud) Brochure DATA CENTER Novell Cloud Manager Costruite e gestite ambienti cloud privati (Finalmente è arrivato il cloud) Novell Cloud Manager: il modo più semplice per creare e gestire ambienti cloud WorkloadIQ

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA Service Oriented Architecture Ormai tutti, nel mondo dell IT, conoscono i principi di SOA e i benefici che si possono ottenere

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

Addition, tutto in un unica soluzione

Addition, tutto in un unica soluzione Addition, tutto in un unica soluzione Addition è un applicativo Web progettato e costruito per adattarsi alle esigenze delle imprese. Non prevede un organizzazione in moduli, mette a disposizione delle

Dettagli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli I sistemi informativi Il processo

Dettagli

Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia

Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia Cloud Computing: la prospettiva della Banca d Italia Roma, 5 ottobre 2010 ing. Giovanni Peruggini Banca d Italia - Area Risorse Informatiche e Rilevazioni Statistiche La Banca d Italia Banca Centrale della

Dettagli

Il modello di ottimizzazione SAM

Il modello di ottimizzazione SAM Il modello di ottimizzazione control, optimize, grow Il modello di ottimizzazione Il modello di ottimizzazione è allineato con il modello di ottimizzazione dell infrastruttura e fornisce un framework per

Dettagli

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido

Sfrutta appieno le potenzialità del software SAP in modo semplice e rapido Starter Package è una versione realizzata su misura per le Piccole Imprese, che garantisce una implementazione più rapida ad un prezzo ridotto. E ideale per le aziende che cercano ben più di un semplice

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY. Prima parte: Panoramica sugli attori

CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY. Prima parte: Panoramica sugli attori ANALISI 11 marzo 2012 CLOUD COMPUTING REFERENCE ARCHITECTURE: LE INDICAZIONI DEL NATIONAL INSTITUTE OF STANDARDS AND TECHNOLOGY Nella newsletter N 4 abbiamo già parlato di Cloud Computing, introducendone

Dettagli

All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI ABILITATORI

All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI ABILITATORI 1 Lo scenario: i soggetti che operano su Internet All INTERNO DELLA RETE DEL VALORE DI INTERNET E POSSIBILE INDIVIDUARE 2 GRUPPI PRINCIPALI UTILIZZATORI FINALI E-market player Digitalizzatori di processi

Dettagli

SMART MANAGEMENT. LA GESTIONE DEL CLIENTE NELLE UTILITY: normative, tecnologie supporto IT

SMART MANAGEMENT. LA GESTIONE DEL CLIENTE NELLE UTILITY: normative, tecnologie supporto IT SMART MANAGEMENT LA GESTIONE DEL CLIENTE NELLE UTILITY: normative, tecnologie supporto IT Questa survey ha l obiettivo di mettere a confronto le aziende distributrici di energia e gas per individuare le

Dettagli

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server La nuova generazione di soluzioni per le piccole imprese Vantaggi per le piccole imprese Progettato per le piccole imprese e commercializzato

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

L'impatto della flessibilità sull'infrastruttura tecnologica. Luca Amato IT Architect, Global Technology Services, IBM Italia

L'impatto della flessibilità sull'infrastruttura tecnologica. Luca Amato IT Architect, Global Technology Services, IBM Italia L'impatto della flessibilità sull'infrastruttura tecnologica Luca Amato IT Architect, Global Technology Services, IBM Italia La mia infrastruttura... Supporterà la SOA? Sarà ottimizzata dalla SOA? Che

Dettagli

Elenco dei manuali. Elenco dei manuali dell'utente di MEGA

Elenco dei manuali. Elenco dei manuali dell'utente di MEGA Elenco dei manuali Elenco dei manuali dell'utente di MEGA MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono

Dettagli

Intelligent Government Cloud

Intelligent Government Cloud Intelligent Government Cloud Evolvere il modello ibrido Mauro Capo Managing Director Le aspettative del cittadino digital-to-be Ecosistema di Provider Pro-sumers Collaborazioni SMART Accesso ubiquo Comunità

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

Elenco dei manuali. Elenco dei manuali dell'utente di MEGA

Elenco dei manuali. Elenco dei manuali dell'utente di MEGA Elenco dei manuali Elenco dei manuali dell'utente di MEGA MEGA 2009 R6 1ª edizione (Novembre 2011) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono

Dettagli

Stefano Bucci Technology Director Sales Consulting. Roma, 23 Maggio 2007

Stefano Bucci Technology Director Sales Consulting. Roma, 23 Maggio 2007 L Information Technology a supporto delle ALI: Come coniugare un modello di crescita sostenibile con le irrinuciabili caratteristiche di integrazione, sicurezza ed elevata disponibilità di un Centro Servizi

Dettagli

Share The Vision 2010. La vostra missione, il nostro obiettivo

Share The Vision 2010. La vostra missione, il nostro obiettivo La vostra missione, il nostro obiettivo Obiettivo L'obiettivo di SOFTECH è assistere le aziende manifatturiere nel raggiungimento del successo soddisfacendone le esigenze di globalizzazione, time-to-market

Dettagli

La ISA nasce nel 1994. Servizi DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994. Servizi DIGITAL SOLUTION ISA ICT Value Consulting La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi

Dettagli

Zerouno Executive Dinner

Zerouno Executive Dinner Zerouno Executive Dinner Business e IT per la competitività Annamaria Di Ruscio diruscio@netconsulting.it Milano,18 novembre 2010 Cambia il ruolo dell azienda e dell IT 18 novembre 2010 Slide 1 La New

Dettagli

Your business to the next level

Your business to the next level Your business to the next level 1 2 Your business to the next level Soluzioni B2B per le costruzioni e il Real Estate New way of working 3 01 02 03 04 BIM Cloud Multi-Platform SaaS La rivoluzione digitale

Dettagli

SISTEMA UNICO E CENTRALIZZATO

SISTEMA UNICO E CENTRALIZZATO SISTEMA UNICO E CENTRALIZZATO DIS-DYNAMICS INSURANCE SYSTEM DIS-DYNAMICS INSURANCE SYSTEM è una soluzione completa per le Compagnie ed i Gruppi assicurativi italiani ed internazionali. Grazie alla gestione

Dettagli

Il nostro approccio differenziato al mercato dell'intelligent Workload Management

Il nostro approccio differenziato al mercato dell'intelligent Workload Management Il nostro approccio differenziato al mercato dell'intelligent Workload Management Il mercato 1 Il panorama IT è in costante evoluzione È necessario tenere sotto controllo i rischi e le sfide della gestione

Dettagli

IBM Software Demos The Front-End to SOA

IBM Software Demos The Front-End to SOA Oggi, imprese piccole e grandi utilizzano software basato sull'architettura SOA (Service-Oriented Architecture), per promuovere l'innovazione, ottimizzare i processi aziendali e migliorare l'efficienza.

Dettagli

Veloce, economico e sicuro: rendete più agile il vostro lavoro, diminuite il TCO e migliorate la vostra sicurezza grazie alla soluzione di job

Veloce, economico e sicuro: rendete più agile il vostro lavoro, diminuite il TCO e migliorate la vostra sicurezza grazie alla soluzione di job Veloce, economico e sicuro: rendete più agile il vostro lavoro, diminuite il TCO e migliorate la vostra sicurezza grazie alla soluzione di job scheduling senza agente White paper preparato per BMC Software

Dettagli

SOLUZIONE PER L'IDENTIFICAZIONE UNIVOCA DEI DISPOSITIVI DI PTC

SOLUZIONE PER L'IDENTIFICAZIONE UNIVOCA DEI DISPOSITIVI DI PTC SOLUZIONE PER L'IDENTIFICAZIONE UNIVOCA DEI DISPOSITIVI DI PTC Soluzione per l'identificazione univoca dei dispositivi di PTC Conformità senza complessità La soluzione per l'identificazione univoca dei

Dettagli

Principio 1 Organizzazione orientata al cliente. Principio 2 Leadership. Principio 3 - Coinvolgimento del personale

Principio 1 Organizzazione orientata al cliente. Principio 2 Leadership. Principio 3 - Coinvolgimento del personale Gli otto princìpi di gestione per la qualità possono fornire ai vertici aziendali una guida per migliorare le prestazioni della propria organizzazione. Questi princìpi, che nascono da esperienze collettive

Dettagli

MASSIMIZZARE IL RITORNO SULL'INVESTIMENTO NELL'INTEGRAZIONE GRAZIE A UN AMBIENTE APPLICATIVO IBRIDO

MASSIMIZZARE IL RITORNO SULL'INVESTIMENTO NELL'INTEGRAZIONE GRAZIE A UN AMBIENTE APPLICATIVO IBRIDO NOTA SULLA RICERCA marzo 2014 MASSIMIZZARE IL RITORNO SULL'INVESTIMENTO NELL'INTEGRAZIONE GRAZIE A UN AMBIENTE APPLICATIVO IBRIDO I PROFITTI Sebbene l'adozione di applicazioni Software as-a-service (SaaS)

Dettagli

EMC Documentum Soluzioni per il settore assicurativo

EMC Documentum Soluzioni per il settore assicurativo Funzionalità EMC Documentum per il settore assicurativo La famiglia di prodotti EMC Documentum consente alle compagnie assicurative di gestire tutti i tipi di contenuto per l intera organizzazione. Un

Dettagli

come posso migliorare le prestazioni degli SLA al cliente riducendo i costi?

come posso migliorare le prestazioni degli SLA al cliente riducendo i costi? SOLUTION BRIEF CA Business Service Insight for Service Level Management come posso migliorare le prestazioni degli SLA al cliente riducendo i costi? agility made possible Automatizzando la gestione dei

Dettagli

Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi

Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi Soluzioni per la gestione di risorse e servizi A supporto dei vostri obiettivi di business Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi Utilizzate

Dettagli

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B Fornire ai partecipanti elementi di Marketing, applicati alla realtà Business to Business. MARKETING B2B Il corso si rivolge a tutti coloro che si occupano di vendite

Dettagli

Sme.UP Web Application

Sme.UP Web Application Sme.UP Web Application Web Application Web.UP Una interfaccia web per i vostri dati gestionali Il modulo applicativo Web.UP fornisce al progettista di siti Internet una serie di potenti strumenti per l'integrazione

Dettagli

IT ARCHITECTURE: COME PREPARARSI AL CLOUD

IT ARCHITECTURE: COME PREPARARSI AL CLOUD IT ARCHITECTURE: COME PREPARARSI AL CLOUD Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it L ICT come Commodity L emergere del Cloud Computing e i nuovi modelli di delivery Trend n. 1 - ICT Commoditization

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing. Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ. Alessandro Graziani, Avvocato alessandrograziani@iuslaw.

Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing. Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ. Alessandro Graziani, Avvocato alessandrograziani@iuslaw. Apps4Law: Riflessioni sul Cloud Computing Roma 21 marzo 2013 Sala Seminari UNIRIZ 2 3 Il Cloud Computing si definisce consuetamente secondo due distinte accezioni: 1. un di carattere tecnologico 2. l altra

Dettagli

Il Cloud e la SOA. Impatto sulle organizzazioni ICT. 16 Ottobre 2009. Francesco Polimeni Presales Consultant HP Software

Il Cloud e la SOA. Impatto sulle organizzazioni ICT. 16 Ottobre 2009. Francesco Polimeni Presales Consultant HP Software Il Cloud e la SOA Impatto sulle organizzazioni ICT 16 Ottobre 2009 Francesco Polimeni Presales Consultant HP Software Il contesto del Cloud Definizioni La Cloud (R)evolution Il Cloud è il mezzo attraverso

Dettagli

OLAP (On Line Analytical Processing)

OLAP (On Line Analytical Processing) OLAP (On Line Analytical Processing) Con il termine OLAP si intende la possibilità di effettuare analisi dei dati su strutture multidimensionali in maniera rapida, flessibile ed efficiente, attraverso

Dettagli

Sistemi Informativi Distribuiti

Sistemi Informativi Distribuiti Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale Corso di Sistemi Informativi Modulo II A. A. 2013-2014 SISTEMI INFORMATIVI MODULO II Sistemi Informativi Distribuiti 1 Sistemi informativi distribuiti

Dettagli

I nuovi modelli di delivery dell IT: un quadro di riferimento

I nuovi modelli di delivery dell IT: un quadro di riferimento I nuovi modelli di delivery dell IT: un quadro di riferimento Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano stefano.mainetti@polimi.it Milano, 25 Ottobre 2010 Cloud Computing: il punto d arrivo Trend

Dettagli

WebRatio. Per il settore Servizi Finanziari. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8

WebRatio. Per il settore Servizi Finanziari. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 WebRatio Per il settore Servizi Finanziari Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 Il divario tra Business e IT nel settore Servizi Finanziari Il settore dei servizi finanziari è

Dettagli

http://indesk.innove.it

http://indesk.innove.it http://indesk.innove.it INDESK. Un nuovo service management. Un approccio completamente nuovo alla gestione di sistemi di information technology (IT) su larga scala e integrabile ai sistemi legacy ha portato

Dettagli

Efficienza operativa nel settore pubblico. 10 suggerimenti per ridurre i costi

Efficienza operativa nel settore pubblico. 10 suggerimenti per ridurre i costi Efficienza operativa nel settore pubblico 10 suggerimenti per ridurre i costi 2 di 8 Presentazione La necessità impellente di ridurre i costi e la crescente pressione esercitata dalle normative di conformità,

Dettagli

Addition X DataNet S.r.l. www.xdatanet.com www.xdatanet.com

Addition X DataNet S.r.l. www.xdatanet.com www.xdatanet.com Addition è un applicativo Web che sfrutta le potenzialità offerte da IBM Lotus Domino per gestire documenti e processi aziendali in modo collaborativo, integrato e sicuro. www.xdatanet.com Personalizzazione,

Dettagli

Le 5 ragioni principali

Le 5 ragioni principali Le 5 ragioni principali per passare ad HP BladeSystem Marzo 2015 Dati sul valore per le aziende La ricerca di IDC rivela che le organizzazioni che eseguono la migrazione ad HP BladeSystem (server blade

Dettagli

GOVERNANCE DEGLI ACCESSI E DELLE IDENTITÀ BASATA SUL BUSINESS: PERCHÉ QUESTO NUOVO APPROCCIO È IMPORTANTE

GOVERNANCE DEGLI ACCESSI E DELLE IDENTITÀ BASATA SUL BUSINESS: PERCHÉ QUESTO NUOVO APPROCCIO È IMPORTANTE GOVERNANCE DEGLI ACCESSI E DELLE IDENTITÀ BASATA SUL BUSINESS: PERCHÉ QUESTO NUOVO APPROCCIO È IMPORTANTE ABSTRACT Per anni i responsabili della sicurezza delle informazioni e delle LOB hanno intuito che

Dettagli

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT)

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) CONSIP S.p.A. Allegato 6 Capitolato tecnico Capitolato relativo all affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) Capitolato Tecnico

Dettagli

DIGITAL TRANSFORMATION. Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO

DIGITAL TRANSFORMATION. Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO DIGITAL TRANSFORMATION Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO AL VOSTRO FIANCO NELLA DIGITAL TRANSFORMATION Le nuove tecnologie, tra cui il cloud computing, i social

Dettagli

Annuncio software IBM per Europa, Medio Oriente e Africa ZP09-0108, 5 maggio 2009

Annuncio software IBM per Europa, Medio Oriente e Africa ZP09-0108, 5 maggio 2009 ZP09-0108, 5 maggio 2009 I prodotti aggiuntivi IBM Tivoli Storage Manager 6.1 offrono una protezione dei dati e una gestione dello spazio migliorate per ambienti Microsoft Windows Indice 1 In sintesi 2

Dettagli

Conservazione Sostitutiva. Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza.

Conservazione Sostitutiva. Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza. Conservazione Sostitutiva Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza. Paperless office Recenti ricerche hanno stimato che ogni euro investito nella migrazione di sistemi tradizionali verso tecnologie

Dettagli

Accelerare la transizione verso il cloud

Accelerare la transizione verso il cloud White paper tecnico Accelerare la transizione verso il cloud HP Converged Cloud Architecture Sommario Computing rivoluzionario per l'impresa... 2 Aggiornate la vostra strategia IT per includere i servizi

Dettagli

Il Customer Relationship Management

Il Customer Relationship Management Il Customer Relationship Management In sintesi In sintesi il Customer Relationship Management può essere definito come una disciplina finalizzata a migliorare l'efficacia elle interazioni con i propri

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

MAX DOLGICER BUSINESS INTEGRATION ANDARE OLTRE L APPLICATION INTEGRATION E LA SOA ROMA 10-12 OTTOBRE 2007 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

MAX DOLGICER BUSINESS INTEGRATION ANDARE OLTRE L APPLICATION INTEGRATION E LA SOA ROMA 10-12 OTTOBRE 2007 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA MAX DOLGICER BUSINESS INTEGRATION ANDARE OLTRE L APPLICATION INTEGRATION E LA SOA ROMA 10-12 OTTOBRE 2007 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it

Dettagli

GEFRAN: riduzione dei tempi di inattività con Business Continuity

GEFRAN: riduzione dei tempi di inattività con Business Continuity GEFRAN S.p.a. Utilizzata con concessione dell autore. GEFRAN: riduzione dei tempi di inattività con Business Continuity Partner Nome dell azienda GEFRAN S.p.a Settore Industria-Elettronica Servizi e/o

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli

Le nuove soluzioni in risposta alle esigenze delle imprese

Le nuove soluzioni in risposta alle esigenze delle imprese Le nuove soluzioni in risposta alle esigenze delle imprese Giuseppe Troncone Partner, Business Consulting Service Financial Services Sector Leader IBM Italia Il Modello competitivo del mercato Corporate

Dettagli

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force.

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Sicuritalia S.p.A. Utilizzata con concessione dell autore. SAP Customer Success Story Sicurezza e servizi fiduciari Sicuritalia S.p.A Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Partner Nome

Dettagli

Zerouno IBM IT Maintenance

Zerouno IBM IT Maintenance Zerouno IBM IT Maintenance Affidabilità e flessibilità dei servizi per supportare l innovazione d impresa Riccardo Zanchi Partner NetConsulting Roma, 30 novembre 2010 Il mercato dell ICT in Italia (2008-2010P)

Dettagli

Sicurezza nei Web Services: Migrazione dell autenticazone di Web Services da ticket di sessione a WS-Security con token SAML

Sicurezza nei Web Services: Migrazione dell autenticazone di Web Services da ticket di sessione a WS-Security con token SAML Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Sicurezza nei Web Services: Migrazione dell autenticazone di Web Services da ticket di sessione a WS-Security

Dettagli

E.S.B. Enterprise Service Bus ALLEGATO C11

E.S.B. Enterprise Service Bus ALLEGATO C11 E.S.B. Enterprise Service Bus ALLEGATO C11 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

SOLUZIONE Web.Orders online

SOLUZIONE Web.Orders online SOLUZIONE Web.Orders online Gennaio 2005 1 INDICE SOLUZIONE Web.Orders online Introduzione Pag. 3 Obiettivi generali Pag. 4 Modulo di gestione sistema Pag. 5 Modulo di navigazione prodotti Pag. 7 Modulo

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E

Dettagli

Investing f or Growth

Investing f or Growth Investing for Growth Open Business Solution Software integrato e modulare per la gestione aziendale, OB One permette di soddisfare in maniera semplice ed intuitiva tutte le esigenze contabili, amministrative

Dettagli

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta: opportunità e sfide in un momento di crisi Mariano Corso School of Management Politecnico di Milano Milano, 23 ottobre 2009 Ricerca ALCUNI

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano!

Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano! 2013 Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano! Nel mondo economico dei nostri tempi, la maggior parte delle organizzazioni spende migliaia (se non milioni) di euro per

Dettagli

Costruire il futuro il valore delle scelte tecnologiche

Costruire il futuro il valore delle scelte tecnologiche Franco Lenzi Costruire il futuro il valore delle scelte tecnologiche 7 e 8 maggio 2010, Venezia, Hotel Hilton Molino Stucky 1 La strategia tecnologica Gli obiettivi espressi dalle scelta di strategia e

Dettagli

Sommario. L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner

Sommario. L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner 1 Sommario L'Azienda I Servizi Le Soluzioni I Partner 2 L azienda 3 Profilo La Società Essematica nasce nel 1987 da un team di specialisti e ricercatori informatici che, aggregando le esperienze maturate

Dettagli

Transforming for Results

Transforming for Results Transforming for Results Il nuovo paradigma per un efficace gestione del Capitale Umano 26 settembre 2013 Why deloitte? This is you This is you, Aligned This is you, Transformed Deloitte Business-Driven

Dettagli

RIMUOVERE I LIMITI DELL'ARCHITETTURA TELCO MOBILE CON TELCO-OVER-CLOUD (TOC)

RIMUOVERE I LIMITI DELL'ARCHITETTURA TELCO MOBILE CON TELCO-OVER-CLOUD (TOC) RIMUOVERE I LIMITI DELL'ARCHITETTURA TELCO MOBILE CON TELCO-OVER-CLOUD (TOC) L'architettura Telco Mobile è formata da un grande numero di dispositivi fisici costosi, ciascuno segregato nella propria area.

Dettagli

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight

Ferrovie dello Stato Italiane Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight CUSTOMER SUCCESS STORY April 2014 Garantisce l Efficienza dei Servizi IT in Outsourcing con CA Business Service Insight PROFILO DEL CLIENTE: Azienda: S.p.A. Settore: logistica e trasporti Fatturato: 8,2

Dettagli

1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO

1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO 1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO Quello che generalmente viene chiamato sistema di automazione d edificio si compone di diverse parti molto eterogenee tra loro che concorrono, su diversi livelli

Dettagli

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso l'impiego

Dettagli

SERVER E VIRTUALIZZAZIONE. Windows Server 2012. Guida alle edizioni

SERVER E VIRTUALIZZAZIONE. Windows Server 2012. Guida alle edizioni SERVER E VIRTUALIZZAZIONE Windows Server 2012 Guida alle edizioni 1 1 Informazioni sul copyright 2012 Microsoft Corporation. Tutti i diritti sono riservati. Il presente documento viene fornito così come

Dettagli

RELAZIONE E COMUNICAZIONE. Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a:

RELAZIONE E COMUNICAZIONE. Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a: RELAZIONE E COMUNICAZIONE Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a: Microsoft Office System 2007 Windows Vista Microsoft Exchange Server 2007 è ancora più potente ed efficace, grazie

Dettagli

PROFILO AZIENDALE NET STUDIO 2015

PROFILO AZIENDALE NET STUDIO 2015 PROFILO AZIENDALE NET STUDIO 2015 NET STUDIO 2015 Net Studio è un azienda che ha sede in Toscana ma opera in tutta Italia e in altri paesi Europei per realizzare attività di Consulenza, System Integration,

Dettagli

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE Lucia Picardi Responsabile Marketing Servizi Digitali Chi siamo 2 Poste Italiane: da un insieme di asset/infrastrutture

Dettagli