WHITE PAPER UN NUOVO SOA MATURITY MODEL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "WHITE PAPER UN NUOVO SOA MATURITY MODEL"

Transcript

1 WHITE PAPER UN NUOVO SOA MATURITY MODEL

2 Per promuovere una capillare adozione del nuovo SOA Maturity Model, è autorizzato a copiare, distribuire e utilizzare (e anche a creare opere derivative correlate) i SOA Material a beneficio Suo e della Sua azienda, ferme restando le limitazioni di cui al presente documento. Per "SOA Material" si intendono tutte le immagini, le icone, i modelli, i libri bianchi e altri materiali forniti in relazione al nuovo SOA Maturity Model, inclusi i testi e le didascalie associati. Non dovrà eliminare alcuna nota inerente diritti d'autore o altri diritti di proprietà riservata contenuta nei SOA Material o in qualsiasi altro materiale a Lei fornito. Cov2

3 TABLE OF CONTENTS > Forward 2 > 1.0 Introduction and Motivation 3 > 2.0 What is SOA (Service-Oriented Architecture)? 5 > 3.0 The SOA Maturity Model SOA Maturity Level 1 Initial Services SOA Maturity Level 2 Architectural Services SOA Maturity Level 3 Business and Colaborative Services SOA Maturity Level 4 Measured Business Services SOA Maturity Level 5 Optimized Business Services 22 > 4.0 Conclusion 24 1

4 PREMESSA Il presente libro bianco e il modello da esso rappresentato sono stati realizzati al fine di coadiuvare le organizzazioni nella ricerca di un'agilità di business attraverso la SOA (Service Oriented Architecture). Il SOA Maturity Model illustrato nel presente documento è stato specificamente sviluppato per facilitare i manager che stentano a comunicare il valore aziendale della propria visione SOA e per consentire loro di parametrizzare l'adozione della SOA all'interno dell'organizzazione. Siamo ansiosi di ricevere il Suo riscontro e il Suo commento al presente modello, mentre continueremo a estenderne il contenuto, condividendo i successi della SOA. Buon divertimento! 2

5 1.0 INTRODUZIONE E MOTIVAZIONE In qualsiasi ambiente in cui venga messo in discussione il valore strategico dell'it e in cui tutte le organizzazioni informatiche e di sviluppo software siano spinte a ridurre i costi, rischia di svilirsi anche il dibattito sul valore aziendale strategico della tecnologia. Molta attenzione è stata dedicata ai metodi di riduzione dei costi, come, ad esempio, delocalizzazione e offshoring, mentre meno un accento meno forte è stato posto sul valore di business della nuova tecnologia. L'obbiettivo del presente documento è quello di dimostrare come un nuovo approccio alla progettazione e all'implementazione dell'information technology, nello specifico della SOA, possa costituire la base su cui le organizzazioni commerciali e tecnologiche operano di concerto per il miglioramento dell'efficienza su diversi filoni, tra cui la riduzione dei costi e la semplificazione dell'implementazione dei nuovi modelli operativi. Nello specifico, il presente documento presenta: > Un quadro di discussione che consente a un'organizzazione di comprendere quello che dovrebbe essere il cammino verso l'adozione di una SOA. > Una descrizione articolata dei benefici aziendali di una riuscita migrazione verso la SOA, suddivisa in diversi livelli di maturity di implementazione SOA. > Un significativo vocabolario e contesto intorno quale un'organizzazione potrà puntare all'allineamento tra IT e Business. > La base su cui l'organizzazione potrà sviluppare l'itinerario verso la vera agilità di business grazie a una riuscita adozione della SOA La SOA è un approccio alla progettazione e all'implementazione di sistemi informativi attraverso cui il sistema viene creato da componenti che implementano funzioni operative separate. Tali componenti, chiamati Servizi, possono essere distribuiti nell'ambito di regioni geografiche e imprese ed essere riconfigurati, secondo necessità, in nuovi processi aziendali. 1 Carr, Nicholas G., Does IT Matter?, Harvard Business School Press,

6 Quando si parla di nuova tecnologia si è sempre circondati da scetticismo. Allora, cos'è che rende la SOA diversa rispetto agli altri approcci del passato? Ecco i fattori principali: > La SOA si basa sugli standard del World Wide Web che conducono a economiche implementazioni su scala globale, con un ampio supporto da parte dei vendor. > I Servizi sono loosely-coupled e assicurano una flessibilità molto maggiore rispetto alle vecchie tecnologie per quanto riguarda il riutilizzo e il riabbinamento dei servizi necessari a creare nuove funzioni operative all'interno e all'esterno delle imprese. > Le migliori pratiche SOA creano progettazioni che integrano i processi aziendali-e migliorano la capacità di delocalizzare ed estendere i processi ai business partner. > La SOA include sistemi e processi legacy (esistenti) in modo da salvaguardare e persino incrementare l'utilità degli investimenti in essere. L'abbinamento di questi fattori fa della SOA un approccio che offre una strategia vincente per tutti i soggetti interessati, poiché: > L'organizzazione finanziaria ottiene risparmi. > L'organizzazione commerciale ottiene un miglioramento e un'espansione dei modelli di business (come illustrato dagli esempi forniti più avanti). > L'organizzazione IT ottiene successo nel supportare la propria clientela, conseguire gli obiettivi di servizio, e disponendo della flessibilità necessaria a rispondere alle domande future grazie a una maggiore agilità. > La corporate governance ottiene un migliore allineamento tra IT e business. Con le aziende che tentano di capire come ottenere i benefici della SOA, come giustificare gli investimenti necessari, da dove iniziare, e a quale visione puntare, si rende necessaria una guida. La soluzione proposta nel presente documento è l'introduzione di un SOA Maturity Model (SOA MM) per illustrare l'impatto sempre più positivo che l'adozione della SOA può avere dal punto di vista del business. Il SOA MM prende spunto da tre fattori chiave: > I successi ottenuti dal Capability Maturity Model (CMM) e dal recente CMM Integration (CMMI SM ) del Software Engineering Institute (SEI) nel fornire un quadro comune per la definizione la valutazione del miglioramento dei processi nelle aree software e in altri ambiti di progettazione. 2 Software Engineering Institute, Capability Maturity Model Integration, 3 Heffner, Randy, Your Paths to Service-Oriented Architecture, Forrester Research, Dec

7 > Documenti quali quello di Randy Heffner del Forrester Research che illustrano i vari percorsi di successo intrapresi dalle aziende che hanno introdotto la SOA. > Il successo della nostra clientela nell'implementazione dei progetti SOA. Inserendo la SOA in un contesto analogo al Capability Maturity Model, possiamo illustrare gli obiettivi, le caratteristiche e i presupposti fondamentali ai fini del successo della SOA, procedendo attraverso i seguenti livelli successivi: New Cost Business Business Business Functionality Reduction Responsiveness Transformation Optimization Il SOA MM include gli obbiettivi, la definizione del campo di applicazione e i benefici di business per ciascun livello, gli standard industriali più importanti, le pratiche principali e i fattori critici di successo, dal punto di vista tecnologico e organizzativo. Il SOA MM fornisce pertanto una guida utile per stabilire una visione della SOA e un punto di riferimento per misurare i progressi compiuti. Forrester Research ha riscontrato come le aziende adottino l'approccio alla SOA secondo percorsi diversi, ciascuna con benefici aziendali, capacità e requisiti di infrastruttura tecnologica diversi. Per talune aziende, l'aspetto più importante è rappresentato dall'attenzione nei confronti dell'integrazione interna e del workflow, mentre per altre l'aspetto più rilevante è costituito dall'integrazione con i partner. Perseguendo i percorsi specifici appropriati alle proprie esigenze, le aziende possono correlare i percorsi al modello di maturity, in modo da verificare le esigenze organizzative, tecnologie e gli obbiettivi, nella scalata dei livelli di SOA maturity. 2.0 CHE COSA È LA SOA (SERVICE ORIENTED ARCHITECTURE)? La SOA è un'evoluzione del computing distribuito studiata per consentire l'interazione tra componenti software, chiamati Servizi, all'interno di una rete. Gli applicativi vengono creati da un abbinamento dei suddetti servizi e, soprattutto, questi ultimi possono essere condivisi tra molteplici applicativi. Ad esempio, un applicativo di gestione risorse umane potrebbe essere creata a partire dai seguenti servizi: > Un Employee Administration Service per la gestione di assunzioni, modifiche di livello ed estinzione dei rapporti. 5

8 > Un Salary and Review Administration Service per la gestione degli stipendi e la valutazione dell'efficienza dei dipendenti secondo standard aziendali. > Un Benefits Administration Service per avviare ed estinguere i benefit e per elaborare le iscrizioni annuali. > Un IT Security and Provisioning Service per la gestione delle aggiunte e delle eliminazioni dei diritti di accesso ai dipendenti, in funzione del loro ruolo e del loro livello. > Un Payroll Service erogato in modo protetto via Internet da un fornitore esterno. > Un HR Department Portal Service che fornisce un'interfaccia utente basato su Web browser per i membri del dipartimento HR, e presenta le funzioni dei servizi di cui sopra. > Un Business Process Management Service per la gestione dei processi di approvazione e notifica. Con la SOA, le organizzazioni possono riutilizzare in misura molto maggiore gli asset esistenti e rispondere in tempi più rapidi alle richieste di modifica. Tali vantaggi sono attribuiti a diversi elementi critici della SOA: > I servizi riflettono logiche attività di business. Ciascun servizio svolge, di norma, molteplici operazioni per una specifica funzione aziendale, come ad esempio, il Payroll Service, che esegue operazioni tra cui rilascio di assegni, compilazione di modulistica fiscale, e rapporti periodici sulla tenuta dei libri paga. Da sottolineare è il fatto che tali servizi, spesso definiti course-grained, riflettono concetti di processo di business, non le funzionalità delle API fine-grained, definite dai tradizionali applicativi software pacchettizzati. > I nuovi servizi possono essere aggiunti o creati componendo i servizi esistenti senza incidere sull'implementazione di questi ultimi. Quindi, nell'esempio precedente, si potrebbe aggiungere un componente Employee Self-Service che faccia uso dei servizi esistenti, filtrando dati e operazioni in modo da utilizzare quelli appropriati alle utenze self-service. In questo modo, si rende possibile un approccio di tipo incrementale all'implementazione dei servizi. 4 Care must be taken with respect to security and service level agreements (SLA) when adding new consumers to existing services 6

9 > I servizi possono trovarsi su sistemi eterogenei all'interno di reti e aree geografiche in modo da garantire indipendenza dalle piattaforme e trasparenza di ubicazione. Non è necessario che ogni servizio sia implementato utilizzando la stessa tecnologia software o hardware, o che si trovi sulla stessa rete o ubicazione. Il Service Salary and Review Administration potrebbe essere implementato in ambiente COBOL o su server Linux/mainframe in un'ubicazione, mentre il Service IT Security and Provisioning potrebbe essere implementato in ambiente Microsoft.NET su server Windows in una ubicazione diversa. > I servizi comunicano attraverso protocolli standard garantendo ampia interoperabilità. Il più delle volte, soprattutto per la connessione di sistemi eterogenei, i protocolli si basano su standard World Wide Web. I Web services sono l'implementazione di servizi che utilizzano tali standard. Amazon ed ebay sono esempi importanti di multinazionali che hanno reso i propri applicativi chiave accessibili via Internet Web services. > I sistemi applicativi legacy possono essere integrati come servizi sfruttando gli investimenti in essere. La tecnologia SOA fornisce meccanismi ai sistemi front-end (o wrap ) in uso dietro un'interfaccia di servizi, senza alcuna modifica del sistema in uso. Inoltre, i tradizionali vendor ERP espongono con sempre maggiore insistenza le funzionalità dei propri applicativi sotto forma di Web services. > I Servizi hanno un'interfaccia e sono orientati ai messaggi. Le funzionalità offerte dai servizi sono definite da metadati che descrivono l'interfaccia al servizio e alle sue operazioni. Le informazioni vengono trasmesse sotto forma di messaggi da e verso i servizi. Nella definizione dell'interfaccia e dei messaggi, l'attenzione è rivolta al cosa faccia un servizio piuttosto che al come. Il come è interno all'implementazione del servizio. Gli applicativi SOA sono generalmente progettati per essere event-driven, rispondendo ai messaggi non appena essi arrivano. L'implementazione della SOA si basa sulla competenza, sulla metodologia e sull'infrastruttura SOA, per supportare l'applicativo SOA in modo affidabile, scalabile e protetto. Tra gli elementi fondamentali di questo nuovo approccio figurano: > Metodologie di analisi, progettazione e implementazione per coadiuvare project manager, sviluppatori e personale IT in una progettazione, assemblaggio e riutilizzo rapidi dei componenti SOA. 5 Chappell, David, Enterprise Service Bus, O Reilly,

10 > Tool di modellizzazione, configurazione, collaudo e implementazione per specificare e creare i servizi e quindi definire i processi di business che orchestrano i servizi di livello inferiore in servizi aziendali coarse grained. > Enterprise Service Bus (ESB) per assicurare comunicazioni e trasformazioni di dati affidabili, scalabili e distribuiti tra i servizi, e per fornire adapter alla tecnologia legacy e alle implementazioni dei diversi vendor. > Repository e Registro di Servizi e Policy per assicurare un luogo comune dove organizzare, comprendere e gestire le informazioni, incluso un catalogo dei servizi disponibili, definizioni delle relative interfacce e policy che governano l'impiego di tali servizi. > Tool di provisioning e gestione delle infrastrutture per assicurare la visibilità dei processi di business (BVP, Business Process Visibility) su un'infrastrutture SOA ampiamente distribuita. > Runtime Governance per definire e controllare le policy aziendali e di sicurezza e per garantire il rispetto delle norme a tutti i livelli software, in modo da riflettere i processi aziendali sottostanti. 3.0 IL SOA MATURITY MODEL L'introduzione della SOA può fornire alle organizzazioni tecnologiche e commerciali un impulso ai fini del conseguimento degli obiettivi comuni dell'azienda. Il SOA Maturity Model può indicare gli obiettivi e costituire un ausilio per comprendere in che modo la SOA possa incidere sempre più positivamente sull'impresa. La Figura 1 illustra i cinque livelli del SOA Maturity insieme all'impatto aziendale chiave, partendo dal meno al più maturo: Initial Services, Architected Services, Business Services e Collaborative Services (due diversi tipologie al livello 3), Measured Business Services, e Optimized Business Services. Sono altresì illustrati, a titolo di riferimento i corrispondenti livelli CMMI SM. 6 In very short summary: CMMI SM Performed means that needed functions are performed, CMMI SM Defined means that standard processes are defined, CMMI SM Managed means that the standard processes are implemented and managed, CMMI SM Quantitatively Managed means that the results of the processes are measured against goals, CMMI SM Optimizing means that there is a continuous improvement process implemented based on the measurements. 8

11 La Tabella 1 illustra gli attributi chiave di ciascun livello di maturity, ovvero impatto aziendale, campo di applicazione, fattori critici di successo e standard attinenti. In linea con l'approccio adottato dal SEI per il Capability Maturity Model, nella Tabella 2 vengono specificati pratiche e obiettivi chiave per ciascun livello di SOA maturity. Il conseguimento di tali obiettivi e l'implementazione di tali pratiche costituiscono il termine di misurazione atto a valutare il raggiungimento di un livello di maturity. Ogni livello di maturity ha come presupposto gli obiettivi e le pratiche dei livelli inferiori. Accade spesso che determinati obiettivi siano conseguiti, alcune pratiche implementate e alcune tecnologie utilizzate a livelli inferiori rispetto a quelli indicati nelle Tabelle 1 e 2. Tale fenomeno è da considerarsi prevedibile e dovrà essere incoraggiato in funzione delle priorità dell'impresa. I capitoli successivi prenderanno in esame ciascuno dei livelli di SOA maturity. 9

12 Tabella 1-SOA Maturity Model Maturity Level Principale beneficio di business Campo di applicazione Successo tecnologico Cruciale Technology Success Factors Fattori cruciali di successo umano e organizzativo Standard attinenti prescelti 1. Initial Services Nuove funzionalità Sperimentazione R&S, Progetti pilota, sito Web, Portale, Integrazione personalizzata, piccolo numero di servizi Standard, Integrazione legacy Sviluppatori apprendono capacità di sviluppo dei servizi Sponsorizzazione Developer Manager XML, XSLT, WSDL, SOAP, J2EE,.NET 2. Architected Services Riduzione e controllo dei costi IT Molteplici applicativi integrati Supporto per eterogeneità e sistemi distribuiti, Messaggistica affidabile, Mediazione, facilità di implementazione, Integrazione Database, Versioning, Sicurezza interna, gestione prestazioni Gruppo architettura assicura leadership, Centro di competenza SOA Sponsorizzazione CIO UDDI, WS- ReliableMessagi ng, WS-Policy, WS- Addressing, XQuery, WS- Security, SAML 3.a. Business Services Reattività di business - modifica rapida ed efficace dei processi di business Processi di business all'interno dell'unità operativa o dell'impresa Riutilizzo, facilità di modifica, disponibilità, regole dei processi di business, processi eventdriven, applicativi compositi Collaborazione tra IT e commerciale all'interno delle organizzazioni, WS-BPEL 3.b. Collaborative Services Reattività di business - collaborazione con partner aziendali e commerciali Servizi disponibili e partner esterni, Interaziendale Servizi Esterni, sicurezza interaziendale, traduzione protocolli interaziendali, transazioni di lunga durata SOA per l'intero ciclo di vita Governance, Impegno esecutivo, capacità di progettazione event-driven Sponsorizzazione Business Unit Manager RosettaNet, ebxml, WS- Trust 4. Measured Business Services Trasformazione del business da reattivo a real-time, Rispetto dei parametri prestazionali Unità operativa o impresa, Interaziendale Monitoraggio attività di business, Elaborazione flusso di eventi, Elaborazione eventi complessi, Event-driven dashboard e allarmi Continue valutazione dei processi di business e relative risposte Sponsorizzazione CFO 5. Optimized Business Services Ottimizzazione del business - reazione e risposta in automatico Unità operativa o impresa,interaziendale Automazione event-driven per l'ottimizzazione Cultura del continuo miglioramento Sponsorizzazione CEO 10

13 Tabella 2-SOA Maturity Model Obbiettivi e Pratiche chiave Maturity Level 1. Initial Services 2. Architected Services 3.a. Business Services 3.b. Collaborative Services 4. Measured Business Services 5. Optimized Business Services Obbiettivi principali 1. Apprendere la tecnologia SOA in ricerca e sviluppo ed eseguire progetti pilota. 2. Applicare la tecnologia SOA alle immediate esigenze dell'organizzazione. 3. Definire una quota iniziale di ROI per i progetti e applicarla ai progetti iniziali. 1. Istituzionalizzare l'impiego della SOA. 2. Porre in essere una leadership architetturale per la SOA. 3. Dimostrare i risultati dell'utilizzo degli standard tecnologici. 4. Prevedere l'uso delle informazioni SOA per l'ottimizzazione del business. 1. Creare una continua collaborazione tra organizzazioni di business e tecnologica per la governance SOA. 2. Supportare interi processi di business tramite SOA. 3. Dimostrare i risultati del riutilizzo dei servizi e la reattività ai cambiamenti. 1. Creare una continua collaborazione tra organizzazioni di business e tecnologica per la governance SOA. 2. Estendere i processi di business SOA alle organizzazioni esterne 3. Dimostrare i risultati dell'uso dei servizi a fini collaborativi. 1. Istituire la trasformazione da processi di business reattivi a processi di business in tempo reale. 2. Definire e soddisfare parametri prestazionali business-oriented. 1. Garantire una leadership di livello enterprise per il business e la governance della SOA. 2. Dimostrare i risultati del continuo miglioramento supportato dalla SOA. Pratiche principali 1. Creare le definizioni dei servizi. 2. Integrare la SOA in metodologia di sviluppo progetti. 3. Quantificare costi, tempi, e benefici di business dei progetti pilota. 1. Specificare gli standard tecnologici per la SOA. 2. Integrare la SOA in un processo di sviluppo su scala aziendale. 3. Fornire un centro di competenza e formazione SOA su scala aziendale. 4. Utilizzare l'integrazione incrementale. 1. Specificare le policy per l'uso della SOA nella creazione o nella modifica dei processi di business. 2. Sfruttare le funzionalità event-oriented e di mediazione delle tecnologie SOA, soprattutto per quanto riguarda il miglioramento o l'estensione dei processi di business. 1. Specificare le policy per l'uso della SOA in collaborazione con i partner aziendali e commerciali 2. Implementare la sicurezza interaziendale. 1. Raccogliere e analizzare parametri prestazionali in tempo reale orientati ai processi di business. 2. Implementare una continua valutazione e riprogettazione dei processi di business. 1. Implementare processi di business autocorregenti. 11

14 3.1 SOA MATURITY LIVELLO 1 INITIAL SERVICES Il SOA Maturity Livello 1 è costituito dagli Initial Services (vedi Tabelle 1 e 2), che rappresentano la fase iniziale di apprendimento e progettazione dell'adozione SOA. In questa fase, i progetti vengono generalmente realizzati per soddisfare l'esigenza specifica di implementare le funzionalità, collaudando, contestualmente, specifiche tecnologie e un approccio alla SOA. Questo livello di maturity prevede inoltre iniziali attività di ricerca e sviluppo volte a collaudare le tecnologie SOA in ambiente di laboratorio. Generalmente, l'introduzione iniziale della SOA è guidata dall'organizzazione preposta allo sviluppo applicativo (spesso nel quadro di un progetto di integrazione applicativa). Vengono apprese nuove capacità di sviluppo ed effettuati tentativi iniziali di quantificazione del ritorno sull'investimento. E' questo il livello in cui vengono introdotti gli standard SOA più elementari definiti dal W3C, come XML per la definizione dei formati dei messaggi, WSDL per la definizione delle interfacce dei servizi e SOAP per l'invocazione dei servizi. Un tipico esempio di progetto di Initial Services illustrato in Figura 2 consiste nel collegare il portale web della forza vendite di un'azienda direttamente a un sistema legacy di previsione vendite operante su mainframe e a un nuovo applicativo CRM esposto come Web service. In questo esempio, potrebbe essere utilizzata la seguente componente infrastrutturale SOA: > Un Servizio di integrazione a mainframe come Shadow RTE di DataDirect, che assicura l'accesso Web service basato su standard a un sistema legacy di previsione vendite ospitato all'interno di un CICS su un mainframe IBM che esegue z/os. > Una piattaforma di sviluppo altamente produttiva ottimizzata per la creazione di applicativi aziendali service-oriented, come Progress OpenEdge, volta a sviluppare e ospitare nuova logica applicativa CRM accessibile sotto forma di Web services. 7 World Wide Web Consortium, Web Services Activity, 12

15 I principali vantaggi offerti da questo progetto iniziale consistono nel garantire la necessaria funzionalità di business, consentendo, allo stesso tempo, di apprendere il modo in cui sviluppare e implementare un applicativo SOA elementare. Tale implementazione utilizzerebbe il protocollo SOAP tra il server portale e i servizi di supporto, nonché per il servizio di Sales Forecasting e Tracking, ottenendo le informazioni dall'applicativo CRM. Tuttavia, anche un applicativo iniziale elementare potrebbe giovarsi dell'utilizzo di alcuni componenti supplementari dell'infrastruttura SOA. Oltre alle conoscenze maturate grazie all'impiego precoce delle tecnologie, la ragione più importante per l'introduzione di queste avanzate tecnologie nei progetti iniziali è quella di porre in essere una tecnologia scalabile in modo tale che, non appena la SOA integri altre funzioni di business, le opportune basi risultino già in essere. Ad esempio, la Figura 3 illustra lo stesso esempio con l'aggiunta di: > Un Servizio di Runtime Governance, come quello di Actional, che assicura il meccanismo di monitoraggio e controllo necessario ad applicare policy di servizi e sicurezza in tutte le fasi di un processo di business, nell'ambito di elementi eterogenei dell'infrastruttura SOA. 13

16 > Un Enterprise Service Bus (ESB) come quello di Sonic, che assicura un modello di interazione standard per i componenti SOA, inclusi Web services e database relazionali, sotto forma di infrastruttura distribuita, scalabile e facile da implementare. L'ESB fornisce un elevato numero di adapter, grazie ai quali i servizi implementati con tecnologie eterogenee sono in grado di interscambiare messaggi, consentendo, ad esempio, a un applicativo.net di comunicare con un applicativo J2EE al livello di servizi. > Un Registro dei servizi che supporta lo standard UDDI, assicura l'archiviazione centralizzata delle definizioni dei servizi nell'ambito dei progetti iniziali, e garantisce un unico punto di riferimento grazie al quale gli sviluppatori dei servizi possono ottenere le definizioni degli stessi. 14

17 3.2 SOA MATURITY LIVELLO 2 ARCHITECTED SERVICES Il Livello 2 di SOA Maturity è costituito dagli Architected Services (vedi Tabelle 1 e 2). E' a questo livello che gli standard vengono fissati per quanto riguarda la governance tecnica dell'implementazione SOA, generalmente sotto la guida dell'organizzazione preposta all'architettura. Il principale vantaggio offerto da questo livello consiste nella riduzione dei costi di sviluppo e implementazione, grazie all'utilizzo dell'infrastruttura e dei componenti standard SOA, rispetto all'impiego di vecchie tecnologie, o a costi accumulati attraverso molteplici singoli progetti obsoleti. Tali vantaggi risultano più evidenti negli ambienti eterogenei tipici di gran parte delle imprese. Sulla base dell'apprendimento e del feedback ottenuto grazie agli Initial Service al Livello 1 di Maturity, si definiscono gli standard architetturali e le tecnologie di implementazione standard. Ad esempio, si definiscono gli standard relativi a: > I protocolli aziendali SOA da utilizzare, da scegliere tra gli standard industriali, in particolare quelli definiti da W3C, OASIS e WS-I. > Piattaforme di implementazione da utilizzare. > Policy di riutilizzo, runtime governance, compliance e sicurezza. > Processo di analisi tecnica per la definizione dei nuovi servizi e il riutilizzo di quelli esistenti. La Figura 4 illustra un esempio di implementazione SOA al Livello 2 di Maturity in un caso di trading finanziario. Il Livello 2 di Maturity prevede l'impiego dei componenti chiave già illustrati nella Figura 3, incluso il servizio runtime governance e l'enterprise Service Bus, oltre agli aspetti chiave supplementari di questo esempio: > Un Repository che estende il Registro dei Servizi fornendo l'archiviazione per gli artefatti SOA e le informazioni sulle policy. Il supporto per l'intero ciclo di vita (lifecycle support) come controlli degli accessi, versioning e tool di implementazione costituisce un'altra importante caratteristica da prendere in considerazione in questa sede. L'impiego di un repository dotato di supporto di sviluppo e runtime è parte integrante del Livello 2 di Maturity-Architected Services. > Un servizio Runtime Governance modificato che identifica servizi e dependency, assicurando un'opportuna base per l'identificazione, la diagnosi e la soluzione automatica degli errori a livello di sistema e applicativo. 8 OASIS, OASIS Committees by Category: Web Services and SOA, 9 WS-I, Web Services Interoperability Organization, 15

18 > Un Servizio Message Transformation che consente l'integrazione dei servizi con differenze nei contenuti o nei formati previsti dei messaggi. Ciò avviene spesso tramite l'invocazione delle trasformazioni XLST applicate a un messaggio XML. In questo esempio, assistiamo a una funzione di mediazione sotto il controllo dell'esb. > Un Servizio Single Sign-On che supporta l'autenticazione e l'autorizzazione degli utenti all'interno dell'organizzazione. Tale servizio, generalmente fornito da un vendor, può basarsi sullo standard OASIS SAML per lo scambio delle informazioni di autenticazione e autorizzazione. 3.3 SOA MATURITY LIVELLO 3 BUSINESS SERVICES E COLLABORATIVE SERVICES L'interesse del SOA Maturity Livello 3 è concentrato sulla collaborazione tra organizzazioni tecnologiche e aziendali, per fare in modo che l'impiego della SOA garantisca un'evidente reattività di business. Il valore chiave della SOA è il legame tra processi aziendali e processi digitali, come illustrato in Figura The Big Strategic Impact Of Organic Business And Service-Oriented Architecture, Forrester Research, Inc., June

19 Figura 5-La fonte di energia della SOA (adattata rispetto a Forrester Research) Il SOA Maturity Livello 3 è definito con due percorsi complementari al conseguimento dei suddetti obiettivi: uno, Business Services, orientato al miglioramento dei processi operativi interni e uno, Collaborative Services, orientato al miglioramento dei processi collaborativi con i partner esterni, (vedi Tabella 1 e Tabella 2). Ovviamente, per ricavare il massimo vantaggio dalla SOA, possono essere applicati entrambi, ma il Livello 3 di Maturity può essere conseguito anche attraverso uno dei due percorsi, dal momento che entrambi garantiscono il miglioramento della reattività di business da parte dell'azienda. La Figura 6 illustra un esempio di implementazione SOA al Livello 3 di Maturity per il trading finanziario. La chiave per questi Business Services è rappresentata da: > Business Process Management (BPM)-la gestione di processi di lunga durata che coinvolgono messaggi sequenziali tra servizi. La gestione può avvenire, ad esempio, tramite Sonic Orchestration Server, che è in grado di gestire lo stato di ciascun processo insieme ai risultati intermedi. 17

20 Nella Figura 7, prosegue l'evoluzione dei Business Services con l'aggiunta di: > Netto miglioramento dei processi di business. Uno dei principali vantaggi offerti dalla SOA è la sua capacità di rendere possibili le modifiche dei processi di business attraverso la riconfigurazione dei servizi. In questo esempio, un nuovo Compliance Service necessario ai fini del rispetto delle normative viene inserito nel flusso di messaggi tra l'order Management Service e il Trading Service, senza alcuna modifica alle implementazioni dei servizi esistenti. > Riutilizzo dei servizi. In questo esempio, il riutilizzo viene illustrato attraverso un applicativo multi-channel (ad esempio, l'accesso viene fornito allo stesso applicativo attraverso diversi metodi di comunicazione al cliente), in cui l'order Management Service viene condiviso sia dal Call Center Service sia dall'online Service. L'interesse alternativo nel Livello 3 di Maturity è rappresentato dai Collaborative Services, con l'accento posto sul collegamento ai partner esterni. La Figura 8 illustra un esempio in cui la società di trading si è espansa in una nuova azienda di transazioni Forex offerte via Internet. 18

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

agility made possible

agility made possible SOLUTION BRIEF CA IT Asset Manager Come gestire il ciclo di vita degli asset, massimizzare il valore degli investimenti IT e ottenere una vista a portfolio di tutti gli asset? agility made possible contribuisce

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL)

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Corso di Sistemi Distribuiti Stefano

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

EMC Documentum xcp for Business Process Management

EMC Documentum xcp for Business Process Management Analisi dettagliata Abstract Oggi le aziende devono affrontare una sfida comune: ottimizzare i processi di business e la loro efficienza operativa. Per vincere questa sfida, EMC Documentum xcelerated Composition

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Metadati e Modellazione. standard P_META

Metadati e Modellazione. standard P_META Metadati e Modellazione Lo standard Parte I ing. Laurent Boch, ing. Roberto Del Pero Rai Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Torino 1. Introduzione 1.1 Scopo dell articolo Questo articolo prosegue

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Il ciclo di vita del software

Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Definisce un modello per il software, dalla sua concezione iniziale fino al suo sviluppo completo, al suo rilascio, alla sua successiva evoluzione,

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu

COME FRODE. la possibilità propri dati. brevissimo. Reply www.reply.eu FRAUD MANAGEMENT. COME IDENTIFICARE E COMB BATTERE FRODI PRIMA CHE ACCADANO LE Con una visione sia sui processi di business, sia sui sistemi, Reply è pronta ad offrire soluzioni innovative di Fraud Management,

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Focus, impegno e lealtà: queste sono le caratteristiche che contraddistinguono Emaze Networks.

Focus, impegno e lealtà: queste sono le caratteristiche che contraddistinguono Emaze Networks. Company Backgrounder : i pilastri su cui si fonda Focus, impegno e lealtà: queste sono le caratteristiche che contraddistinguono Emaze Networks. Focalizzati per essere il partner di riferimento delle grandi

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Europa Nell'ottobre 2014, Autodesk

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1

Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1 White paper Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1 Di Mark Bowker, analista senior Ottobre 2013 Il presente white paper di ESG è stato commissionato da Citrix ed è distribuito

Dettagli

CA RC/Update for DB2 for z/os

CA RC/Update for DB2 for z/os SCHEDA PRODOTTO CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os (CA RC/Update) è uno strumento di gestione di dati e oggetti DB2 che consente agli amministratori

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT

Executive Master in. Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT Executive Master in Governance dei Progetti e dei Servizi IT GPSIT OBIETTIVI Il Master ha l obiettivo di formare executive e professional nella governance dei progetti e dei servizi IT, integrando quelle

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi Analisi per tutti Considerazioni principali Soddisfare le esigenze di una vasta gamma di utenti con analisi semplici e avanzate Coinvolgere le persone giuste nei processi decisionali Consentire l'analisi

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli