Una strategia di legislatura per l innovazione sui servizi abilitata dall ICT (allegato A) Glossario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una strategia di legislatura per l innovazione sui servizi abilitata dall ICT (allegato A) Glossario"

Transcript

1 Una strategia di legislatura per l innovazione sui servizi abilitata dall ICT (allegato A) Glossario Di seguito si propone una presentazione dei termini tecnici e di nuove terminologie con una loro possibile descrizione di primo livello. L obiettivo è di aiutare un lettore non di area ad orientarsi. Molti dei termini usati, proprio perché legati ad un campo in forte evoluzione e in un contesto di innovazione, più che con definizioni possono essere spiegati con stadi raggiunti dal dibattito. I termini sono presentati secondo il loro ordine di sviluppo e utilizzo nel documento; per ogni termine, infatti, si è valorizzata la sua collocazione in questo documento, e quindi la sua contestualizzazione entro il modello di innovazione dei servizi che si sta proponendo

2 Termine descrizione Contesto Ambito ICT Information Communication Technology Tecnologie della/per la informazione e comunicazione Si riferisce alle trasformazioni dei sistemi di gestione delle conoscenze e di comunicazione per effetto dell'introduzione e dello sviluppo del calcolo automatico. La fase attuale è caratterizzata da multicanalità, convergenza dei mezzi (TV - Phone - PC..) e il sempre maggior peso delle informazioni che si scambiano. TasLab Trentino as a Laboratory - Il Trentino come Laboratorio - Modello organizzativo tripolare di collaborazione fra Sistema pubblico - Impresa - ricerca - volto alla realizzazione dello schema di vision "etrentino" Lessico specialistico entrato nell uso comune Acronimo relativo ad un modello di riferimento territoriale per l innovazione da istanziarsi a livello locale etrentino esociety Grazie alla funzione abilitante dell'ict (e) si propone una visione integrata del Trentino come socialità, territorio, sistema delle infrastrutture, e know how innovativo Il termine entrato in uso ormai da più di un decennio copre un ambito di significato in forte movimento. Complessivamente si riferisce alle trasformazioni sociali in senso ampio(economia, socialità, formazione, informazione, ) derivate dall'utilizzo sempre più veloce e pervasivo dell'ict. In ambito europeo (e anche nazionale) si parla oggi di Società dell'informazione secondo le linee di sviluppo del piano i2020 (dove i sta per informazione, innovazione, investimenti in R&S e inclusione). In questo documento fa riferimento alla "Gestione abilitata dall'ict delle persone e dei loro rapporti sociali" Termine nuovo relativo allo schema proposto per prendere visione del modello di sviluppo dell'innovazione dei servizi abilitata dall'ict. Lessico specialistico - rimodulato localmente - descrive il primo dei due cluster che caratterizzano l'area Innovazione nei servizi nel modello etrentino

3 eterritory IPR - Intellectual property right In questo contesto si riferisce alla gestione intelligente abilitata dall'ict dalle potenzialità offerte dal territorio e dalle sue infrastrutture (ambiente, turismo, mobilità, energia sicurezza ) in questo cluster si colloca lo sviluppo della sensoristica ambientale. Sotto questa etichetta "i diritti di proprietà intellettuale" troviamo una serie di strumenti sviluppati e, negli ultimi anni, in forte movimento, per tutelare e garantire i diritti della persona, azienda o ente che ha investito per giungere ad una soluzione innovativa e commercializzabile. Il contesto in ambito ICT risulta oggi particolarmente in ridefinizione per l'effetto di nuove modalità di cooperazione fra soggetti pubblici, privati e mondo della ricerca (Cfr. PPP, pre-commercial procurement...cc.) Termine nuovo - descrive il secondo dei due cluster che caratterizzano l'area Innovazione nei servizi nel modello etrentino Lessico specialistico - Nel documento se ne parla nell'ambito della presentazione degli elementi necessari per garantire lo sviluppo della rete TasLab - TL4 Infrastruttura organizzativa per lo sfruttamento dei risultati. European Technological Platforms (ETPs) Trentino Technology Platforms (TTPs) Piattaforme tecnologiche europee contrariamente all'assonanza del termine si tratta di modelli organizzativi più che tecnologici. Sono strumenti ad ampio raggio che riuniscono le parti interessate dal processo di crescita, competitività e sostenibilità degli standard economici e sociali Europei, (guidati dall'impresa) per aiutare i territori a raggiungere gli obiettivi di sviluppo stabiliti negli accordi e documenti programmatici europei. Piattaforme tecnologiche Trentine - sul modello delle EPTs individuano un numero limitato di ambiti di convergenza fra le azioni dei tre attori del tripolo (sistema pubblico - ricerca - Impresa) Lessico specialistico - utilizzato per spiegare l'area Innovazione tecnologica nel modello etrentino Termine nuovo, locale, modellato sul lessico specialistico internazionale - utilizzato per spiegare l'area Innovazione tecnologica nel modello etrentino Open innovation Modalità di azione (orig. USA) fra impresa e ricerca che sottolinea come nel sistema attuale di diffusione della conoscenza sia necessario trovare nuove modalità di circolazione dei saperi che superi la tradizionale prassi di "segretezza aziendale" (es. contratti di licenza, joint venture, spin-off ) (Cfr. Nokia Open Innovation lab) internazionale - Utilizzato come modello di riferimento per la collaborazione su specifiche piattaforme nel modello TsLab

4 Testbed - Testbet Trentino TBT Rete sociale o Social Network igovernment Sistemi di back-end Letteralmente "un letto/giaciglio/luogo per effettuare test" si tratta dell'organizzazione di infrastrutture tecnologiche (di reti, telecomunicazioni, tecnologie abilitanti, etc.) che permettono la sperimentazione di servizi innovativi su larga scala, coinvolgendo un ampio numero di utenti finali, al fine di valutare l impatto dell innovazione in contesti che simulano condizioni di vita reale. In Trentino, (Testbed Trentino - TBT) gli 800 KM disponibili di fibra ottica e l accesso in roaming alla rete wireless, rappresentano infrastrutture di partenza che possono essere proposte per testare innovazioni relative a servizi del futuro che hanno necessità di infrastrutture che il Trentino ha già. Il concetto è da intendersi "orizzontalmente" come costruzione sociale che si realizza per effetto delle interazioni entro un gruppo qualsiasi di persone e/o entro gruppi collegati fra loro per motivi o evenienze diverse (lavoro, famiglia, tempo libero, cultura ). In questo documento si introducono varie istanzi azioni di reti sociali fra cui, in particolare, la rete sociale mirata alla facilitazione della realizzazione del modello del TasLab, come Rete sociale che coinvolge i principali attori dell'innovazione sul territorio (Impresa, ricerca, utenti finali) Con igovernment ci si riferisce solitamente all'azione esercitata dal settore pubblico tramite le sue articolazioni strutturali per realizzare gli obiettivi di governo individuati in ambito di rappresentanza politica. La i sta per innovazione e quindi in questo senso le ICT rappresentano una parte notevole degli strumenti abilitanti questa innovazione della Governance. In ambito sistemistico si definiscono così i sistemi per realizzare le attività della PA (ma anche di una azienda) necessarie al suo funzionamento interno per esempio: organizzazione, processi, archivi, dematerializzazione, interoperabilità, knowledge management, reti sociali interne, ecc. Con un lessico organizzativo queste stesse azioni sono definite di solito attività di back-office internazionale - nel documento rappresenta una fase di sviluppo strategica del TasLab internazionale - nel documento rappresenta una fase di sviluppo strategica del TasLab Lessico specialistico - nel documento descrive il primo dei 4 settori esociety nell'area Innovazione nei servizi nel modello etrentino Lessico specialistico - nel documento è utilizzato per spiegare specifiche attività che afferiscono al settore igovernment del cluster esociety

5 Sistemi di front-end OGD - Open Government Data Open Linked Data Ultimo Miglio VoIP Wireless In ambito sistemistico si definiscono così i sistemi per rendere possibile uno spazio di interazione fra la PA (ma anche di una azienda) e i cittadini (ma anche dei clienti) per esempio: sportelli, sportelli virtuali, servizi on line, multicanalità, ecc. Con un lessico organizzativo queste stesse azioni sono definite di solito attività di front-office letteralmente i dati per la una governance trasparente, partecipata e collaborativa. (Open government : governo trasparente, partecipato, in collaborazione con i cittadini) Fa riferimento al dibattito e allo sviluppo di conoscenze e sperimentazioni avviate (US - UK - anche in Italia in Piemonte ) sul tema della messa a disposizione tramite internet da parte delle pubbliche amministrazioni di dati (statistici, geografici,..) in modo da promuoverne l'analisi e l'utilizzo libero da parte degli utenti con ricadute in termini di trasparenza, conoscenze, sviluppo di nuove imprese di servizi, ecc.. Approccio alla questione degli Open Data proposto da Tim Bernes-Lee et al. che fa riferimento alla necessità di pubblicare dati strutturati e connessi sul web in modo tale da permettere un loro riuso su basi semantiche tipiche del web 3.0 grazie all'esistenza di metadati Si riferisce ai modelli per risolvere la problematica tecnica, economica e culturale di portare la rete (di solito a banda larga - larghissima) dalle dorsali o dai ripetitori fino alle case dei cittadini/sedi delle imprese. Voice over Internet Protocol l utilizzo di internet in sostituzione della rete telefonica Letteralmente senza fili/cavi - modalità di trasferimento delle informazioni che utilizza l'etere e non i cavidotti. Lessico specialistico - nel documento è utilizzato per spiegare specifiche attività che afferiscono al settore igovernment del cluster esociety Lessico specialistico - proposto in questo documento come spazio di innovazione del settore igovernment - come ambito di sviluppo di piattaforme tecnologiche nell area Innovazione tecnologica, - come Infrastruttura abilitante avanzata nell area Infrastrutture Lessico specialistico - proposto in questo documento come spazio di innovazione del settore igovernment - nell area delle Infrastrutture abilitanti (Human-computer e social interaction) internazionale - in questo documento la tematica è abilitanti (Reti servizi di base) abilitanti (Reti servizi di base) abilitanti (Reti servizi di base)

6 ADSL Ambienti intelligenti - ambient assistant living Wireless Sensor Network - tecnologia WSN Cloud computing Dematerializzazione GeoData Future Internet Acronimo per Asymmetrical Digital Subscriber Line: tecnologie di traffico di dati sugli stessi cavi usati per la telefonia vocale; l'asimmetria fa riferimento ad una diversa potenza in entrata dati rispetto a quella di uscita dati in modo da rendere più efficienti i cavidotti Si riferisce allo studio e sviluppo di ambienti fisici esterni ed interni capaci di interagire tramite sensori all'azione umana (tipiche le abitazioni domotiche, o il controllo del flusso del traffico tramite sensori sui carichi) Sistemi di nodi di raccolta di informazioni dall'ambiente (sensori) che sono integrate fra loro senza l'uso di connessioni fisiche ma via etere. letteralmente una "nuvola per il calcolo" fa riferimento allo sviluppo tecnologico tecnologie informatiche che permettono l'utilizzo di risorse per il calcolo (memoria, processori ) indipendentemente dalla loro collocazione fisica Il processo il cui obiettivo di eliminare la carta nelle relazione fra gli uffici e verso i cittadini sottintende una serie di questioni fisiche, organizzative, legali, archivistiche, informatiche, culturali Dati geografici. Il termine fa riferimento allo sviluppo di modalità di rilevazione sofisticate di coordinate geografiche da utilizzare come base per la rappresentazione geografica. L'accezione si riferisce genericamente all'evoluzione di internet come web semantico 3.0. In ambiente EU e,in particolare in questo documento, si riferisce direttamente ad una iniziativa sponsorizzata dall'ue (FII) intrapresa da 16 compagnie leader ICT in Europa per spingere lo sviluppo europeo ICT verso un approccio olistico dell'ict (Nokia, telecom, Siemens, Sap Engineering, BT...) in una ottica di Public - Private Partnership. Individua 4 pilastri (cfr. qui sotto) abilitanti (Reti servizi di base) abilitanti (Centri di calcolo di grande potenza) abilitanti (Centri di calcolo di grande potenza) abilitanti (Centri di calcolo di grande potenza) abilitanti (Dematerializzazione) abilitanti (Geodata) internazionale - in questo documento funge da riferimento base per la visione di prospettiva per l'evoluzione delle infrastrutture e delle piattaforme tecnologiche per l'innovazione dei servizi abilitata dall'ict, si può dire che l'etrentino si realizza declinando a livello locale il dibattito europeo sul Future Internet

7 Internet of Things Internet of Services Internet by and for People Internet of Content and knowledge SOA Service-oriented architecture Internet delle cose sistemi pervasivi di raccolta dati spesso basati su sensori o altre componenti elettroniche in grado di raccogliere cambiamenti nell'ambiente (applicazioni nel risparmio energetico, sanità, traffico ) Internet dei servizi - Come si trasformano gli aspetti dei servizi per effetto delle nuove possibilità dello sviluppo di internet - (cfr. SOA) Internet per le persone - Come rendere disponibile internet ovunque e a tutti, utilizzando i contributi forniti, tipicamente spontaneamente, da tutti. Internet dei contenuti e dei saperi - Come rendere accessibile i contenuti della rete potendo agire anche su contenuti molto sofisticati quali ad esempio immagini 3D o altre forme di rappresentazioni complesse. La locuzione inglese di Service-Oriented Architecture (SOA) indica un'architettura software adatta a supportare l'uso di servizi Web per garantire l'interoperabilità tra diversi sistemi così da consentire l'utilizzo delle singole applicazioni come componenti del processo di business e soddisfare le richieste degli utenti in modo integrato e trasparente. Si tratta di un paradigma per l'organizzazione e l'utilizzazione delle risorse distribuite che possono essere sotto il controllo di domini di proprietà differenti. Fornisce un mezzo uniforme per offrire, scoprire, interagire ed usare le capacità di produrre i propri obiettivi in modo che i risultati siano misurabili e consistenti. Si tratta di modelli di uso e business che si sviluppano con in modo rizomatico (sull'esempio dello sviluppo dei modelli di scambio di file da pari a pari, o applicazioni guidate dagli utenti tipo ebay). internazionale - in questo documento la tematica è avanzate (Sistemi immersi pervasivi) internazionale - in questo documento la tematica è avanzate (Human computer e social interaction) internazionale - in questo documento la tematica è avanzate (Human computer e social interaction) internazionale - in questo documento la tematica è avanzate (Human computer e social interaction) avanzate Gestione dei processi.

8 Enterprise SOA SOA federato knowledge - intensive Business service Digital-divide Social Computing PLE - Personal Learning Envirionment Creative Commons In relazione a quando definito nella riga superiore, si tratta di modalità organizzative specifiche per realizzare SOA - di un passaggio che intermedio che ha come punto di riferimento le esigenze di una sola impresa principale. In relazione a quando definito nelle righe superiori, si tratta di modalità organizzative specifiche per realizzare SOA che si apre alle esigenze di più imprese con modalità federate. Si riferisce a servizi orientati al mercato con una forte componente di utilizzo di conoscenze professionali approfondite. divario digitale si riferisce al rischio di creare maggiore o nuova esclusione sociale per il non accesso alla comunicazione in rete per ragioni sia tecnologiche che culturali E' chiamata così un'area disciplinare in ambito "computer science" che si occupa dell'interazione fra il comportamento sociale ed i sistemi informatici. Questo ambito di sviluppo dello studio delle applicazioni è l'elemento caratterizzante la fase web 2.0 dello sviluppo di internet, cioè l'ampio sviluppo in termini di servizi ma sopratutto di utenti di strumenti disponibili in rete per scambiare pensieri (come i blog) le immagini, (per es. flikr) video (per esempio you tube), conversazioni- chat (messanger, skype...). Piattaforme, ambienti finalizzati alla formazione che grazie a software e WEB possono proporre obiettivi, strumenti e percorsi fortemente personalizzati. Strumenti di licenza per la condivisione delle conoscenze disponibili sul web con strutturazione dei contenuti e accessi in modalità web 2.0. Quando si parla di Creative Commons di solito ci si riferisce esplicitamente a modalità di sviluppo e gestione delle IPR legate alle conscenze di tipo condiviso. avanzate Gestione dei processi. avanzate Gestione dei processi. Lessico specialistico Lessico specialistico in questo documento è collegato alla definizione della infrastruttura abilitante di integrazione Human-Computer e social Interaction con funzioni integrative - (Human-computer e social interaction) Lessico specialistico in questo documento se ne parla a proposito del settore eschooling nel cluster esociety delle aree di innovazione dei servizi individuate dal modello etrentino. Lessico specialistico in questo documento se ne parla a proposito del settore eschooling nel cluster esociety delle aree di innovazione dei servizi individuate dal modello etrentino.

9 T-learning SCORM - Shareable Content Object Reference Model Smart Cities - Smart Region Apprendimento utilizzando la televisione come canale - un ambito di sviluppo Modello di Riferimento per gli Oggetti di Contenuto Condivisibili. E' tecnicamente un "modello virtuale" (referente model), cioè una raccolta di specifiche tecniche che consente lo scambio di contenuti digitali in maniera indipendente dalla piattaforma. letteralmente Città o territori intelligenti si riferisce alle modificazioni dell uso gestione, programmazione del territorio (distanze, comunicazioni, ambiente) per effetto della pervasività di sistemi ICT. Smart Grid Sistemi per la gestione intelligente dell energia (distribuzione, produzione, consumi). In Europa una forte motivazione previene dagli obiettvi 2020 (20% riduzione- 20% emissione-20% rinnovabile). Lessico specialistico in questo documento se ne parla a proposito del settore eschooling nel cluster esociety delle aree di innovazione dei servizi individuate dal modello etrentino. Lessico specialistico in questo documento se ne parla a proposito del settore eschooling nel cluster esociety delle aree di innovazione individuate dal modello etrentino. affrontata nel contesto eterritory, uno dei due cluster che descrivono le aree di innovazione dei servizi - Mobilità - nel documento se parla anche come una specifica iniziativa da sviluppare come prima macroattività di utilizzo delle infrastrutture del Trentino per "testbed" di soluzioni innovative. affrontata nel contesto eterritory, uno dei due cluster che descrivono le aree di innovazione dei servizi - eenergy Homeland Security Preparedness resilience & letteralmente "la sicurezza dell'ambiente natale". Si tratta di un ambito di studio e sviluppo di soluzioni relativamente nuovo (or. USA e UK) oggi anche in Italia cfr. ordine degli ing. di Torino. Ambito di applicazione recente è la difesa da attacchi dolosi verso persone o cose per eventuali azioni terroristiche, ma in quest'area si collega qualsiasi sviluppo di strumenti in grado di garantire la sicurezza del territorio anche da danni provocati non solo da malintenzionati anche da agenti naturali. Letteralmente Prontezza e resistenza. Si riferiscono nell'ambito del concetto spiegato qui sopra, allo studio delle applicazioni e sistemi per rispondere in modo veloce e adeguato agli attacchi/disastri, da un lato e alla capacità di opporre resistenza agli attacchi/disastri stessi affrontata nel contesto eterritory, uno dei due cluster che descrivono le aree di innovazione dei servizi affrontata nel contesto eterritory, uno dei due cluster che descrivono le aree di innovazione dei servizi

10 Prevention awareness & Letteralmente Prevenzione e Consapevolezza. Intuitivamente si riferiscono nell'ambito del concetto spiegato qui sopra, allo studio delle applicazioni e sistemi per prevenire e rendere consapevoli eventuali attacchi/disastri affrontata nel contesto eterritory, uno dei due cluster che descrivono le aree di innovazione dei servizi technology pull assegnare un tag (taggatura) "Attrazione tecnologica" da comprendere in rapporto alla coppia opposta "spinta tecnologica" - prospettiva che vede come motore della spinta dello sviluppo la domanda di servizi ICT piuttosto che l'offerta di ICT da parte del mercato. Si tratta di una visione centrata sull'utente. Processo attraverso il quale viene assegnato un "riconoscitore" letteralmente una "etichetta" (parola, sistema di metadati) ad un oggetto nella rete internet in modo tale da poterlo ritrovare tramite motori di ricerca Lessico specialistico in questo documento citato come uno degli effetti che possono sortire dalla realizzazione del modello Taslab Lessico specialistico bootstrapping Processo per cui un fenomeno parte ed alla fine del processo, si auto sostiene, indipendentemente dal processo che lo ha attivato Lessico specialistico peer-to-peer letteralmente da pari a pari fa riferimento, in ambito informatico, alla modalità di collaborazione a rete tipiche del web dove le strutture di scambio non sono gerarchiche ma sono costituita da una rete di nodi allo stesso livello. Lessico specialistico in questo documento se ne parla a proposito della realizzazione di progetto Open Data Government e in particolare in relazione alla modalità di creazione di rilevanza semantica per opera degli utenti.

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli

LE 10 TECNOLOGIE STRATEGICHE PER IL 2008

LE 10 TECNOLOGIE STRATEGICHE PER IL 2008 http://www.sinedi.com ARTICOLO 18 DICEMBRE 2007 LE 10 TECNOLOGIE STRATEGICHE PER IL 2008 Come ogni anno, Gartner, la società americana di ricerche e d informazione sulle tecnologie, ha identificato dieci

Dettagli

Figure Professionali «Smart City» Smart People ESPERTO ICT. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Figure Professionali «Smart City» Smart People ESPERTO ICT. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Figure Professionali «Smart City» Smart People GREEN JOBS Formazione e Orientamento DESCRIZIONE ATTIVITA Il concetto di Smart City sta assumendo rilevanza sempre crescente e diverse città, anche in Italia,

Dettagli

Le attività sviluppate nell ambito dell attuazione del programma WI-PIE sono:

Le attività sviluppate nell ambito dell attuazione del programma WI-PIE sono: REGIONE PIEMONTE BU36 05/09/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n. 41-6244 Indirizzi per la realizzazione di attivita' ad elevato contenuto innovativo in materia di sviluppo sperimentale

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso RETELIT

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso RETELIT Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso RETELIT Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.9 Innovare la comunicazione aziendale

Dettagli

COMMISSIONE TRAIETTORIE DI SVILUPPO PER LE FILIERE TECNOLOGICHE E PIATTAFORME TECNOLOGICHE DI SERVIZIO

COMMISSIONE TRAIETTORIE DI SVILUPPO PER LE FILIERE TECNOLOGICHE E PIATTAFORME TECNOLOGICHE DI SERVIZIO COMMISSIONE TRAIETTORIE DI SVILUPPO PER LE FILIERE TECNOLOGICHE E PIATTAFORME TECNOLOGICHE DI SERVIZIO A CURA DEL COORDINATORE DR. MICHELE VIANELLO DIRETTORE GENERALE VEGA- PST DI VENEZIA CONSIGLIERE APSTI

Dettagli

Linee guida in materia di formazione per la esociety

Linee guida in materia di formazione per la esociety Allegato parte integrante Linee guida formazione esociety ALLEGATO ALLA DELIBERA N. DEL 14 LUGLIO 2006 Linee guida in materia di formazione per la esociety La Società dell informazione deve garantire,

Dettagli

Bergamo Smart City. Sustainable Community

Bergamo Smart City. Sustainable Community Bergamo Smart City & Sustainable Community 1 Evoluzione delle Smart Cities nei secoli SVILUPPO SOSTENIBILE Lo sviluppo sostenibile è un processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle risorse,

Dettagli

L Agenda digitale del Piemonte. 2 febbraio 2015

L Agenda digitale del Piemonte. 2 febbraio 2015 L Agenda digitale del Piemonte 2 febbraio 2015 I punti di partenza La Digital Agenda europea è una delle sette iniziative faro della strategia Europa 2020 Nella politica di coesione 2014-2020 il miglior

Dettagli

ICT e Smart Cities. ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016. Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless

ICT e Smart Cities. ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016. Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless ICT e Smart Cities ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016 Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless Di cosa vi parlo Le smart city, definizioni, opportunità, Nuovi

Dettagli

SCUOLA DIGITALE. Giuseppe Marucci Ispettore Tecnico MIUR- Roma

SCUOLA DIGITALE. Giuseppe Marucci Ispettore Tecnico MIUR- Roma SCUOLA DIGITALE Giuseppe Marucci Ispettore Tecnico MIUR- Roma Smart communities Alfabetizzazione informatica E-commerce Agenda digitale italiana E-government, Investimenti Sicurezza Infrastrutture Ricerca

Dettagli

Agenda Digitale Marche ed e-commerce: competenze, progetti ed opportunità nella nuova programmazione

Agenda Digitale Marche ed e-commerce: competenze, progetti ed opportunità nella nuova programmazione Agenda Digitale Marche ed e-commerce: competenze, progetti ed opportunità nella nuova programmazione L Agenda Digitale Marche Ancona, 13/01/2016 D.ssa Serena Carota PF Sistemi Informativi e Telematici

Dettagli

Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 51 Associazioni di Categoria (fra soci effettivi e soci aggregati) 62 Sezioni Territoriali (presso le Unioni Provinciali di Confindustria) Oltre 1 milione

Dettagli

Tavoli tematici. Contributo. Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono (+39) 095 8182326 Giovanni.trombetta@selex-es.com www.selex-es.

Tavoli tematici. Contributo. Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono (+39) 095 8182326 Giovanni.trombetta@selex-es.com www.selex-es. VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020 Tavoli tematici Contributo 1 1. Dati proponente contributo Nome Giovanni Cognome Trombetta Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono

Dettagli

PNSD PER IL PTOF. A cura dell AD Prof.ssa Rosanna Leone

PNSD PER IL PTOF. A cura dell AD Prof.ssa Rosanna Leone Liceo Scientifico ad opzione IGCSE Via S. Colomba, 52 BENEVENTO 0824.362718 0824.360947- mail:bnps010006@istruzione.it sito: www.liceorummo.gov.it pec: bnps010006@pec.istruzione.it CF:80002060624 Codice

Dettagli

Gli OpenData e i Comuni

Gli OpenData e i Comuni Gli OpenData e i Comuni Osservatorio egovernment 2014-15 Milano, 13 marzo 2015 Agenda Significatività statistica del campione di Comuni analizzato Cosa sono gli OpenData - Dimensione del fenomeno Le Linee

Dettagli

Piattaforma Italiana per il Future Internet

Piattaforma Italiana per il Future Internet Piattaforma Italiana per il Future Internet L innovazione ICT come opportunità di crescita economica e sociale In risposta alla recente crisi economica e a sfide preesistenti quali la globalizzazione,

Dettagli

Programmi europei: opportunità per Regioni ed Enti Locali

Programmi europei: opportunità per Regioni ed Enti Locali Programmi europei: opportunità per Regioni ed Enti Locali ForumPA - Roma, 22 Maggio 2007 Flavia Marzano flavia.marzano2@unibo.it Roma, 22 Maggio 2007 Flavia Marzano 1 Ricerca europea? Arrivare al 3% del

Dettagli

PROFILO DI GRUPPO 2015

PROFILO DI GRUPPO 2015 PROFILO DI GRUPPO 2015 IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. 8% del mercato italiano circa 7.400 DIPENDENTI oltre 1.000 large accounts su tutti i mercati System Integration & Application Maintenance

Dettagli

FORUM PA 2015 LA PA DIGITALE ROMA 26 MAGGIO 14.30.15.30

FORUM PA 2015 LA PA DIGITALE ROMA 26 MAGGIO 14.30.15.30 PROGRAMMAZIONE 2014-2020 DEI FONDI SIE PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE GOVERNANCE E CAPACITA ISTITUZIONALE FORUM PA 2015 LA PA DIGITALE ROMA 26 MAGGIO 14.30.15.30 Il PON Governance e capacità istituzionale

Dettagli

Alcune domande: La banda larga: serve proprio?

Alcune domande: La banda larga: serve proprio? Alcune domande: A chi serve la banda larga? Per fare cosa? Quanta banda serve? le infrastrutture a banda larga nella Bassa Padovana sono sufficienti? Esiste un digital divide nel territorio? Quanti comuni

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

I nostri clienti possono utilizzare servizi come: Connettività Internet xdsl Connettività Internet Wireless Linee telefoniche su rete dati

I nostri clienti possono utilizzare servizi come: Connettività Internet xdsl Connettività Internet Wireless Linee telefoniche su rete dati SSERV IIZ II E SSOLUZ IION II D II CONNETT IIV IITA VOCE E DAT II Le soluzioni di Internet Comunication del gruppo S.T. permettono al cliente la realizzazione di infrastrutture voce-dati adeguate alle

Dettagli

Softlab S.p.A. Company Profile

Softlab S.p.A. Company Profile Softlab S.p.A. Company Profile Softlab Softlab è una tech-company specializzata nella progettazione, produzione e sviluppo evolutivo di tecnologie, sistemi, soluzioni e outsourcing nell ambito dell Information

Dettagli

Relazione finale fase di Assessment e pianificazione

Relazione finale fase di Assessment e pianificazione Una strategia di Legislatura per l innovazione sui servizi abilitata dall Information & Communication Technologies (ICT) Relazione finale fase di Assessment e pianificazione Aree di innovazione di servizio,

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD DIREZIONE DIDATTICA LORENZINI CASERTA Sede centrale: Viale Cappiello, 23 81100 CASERTA (CE) Tel./fax 0823443641 Cod. Fiscale 93082920617 Codice Meccanografico Scuola CEEE100002 E-mail: ceee100002@istruzione.it

Dettagli

Lepida@Unife: Rete e Servizi

Lepida@Unife: Rete e Servizi Direzione Generale Centrale Organizzazione, Personale,Sistemi Informativi e Telematica Lepida@Unife: Rete e Servizi Polo Scientifico e Tecnologico, Università di Ferrara 22 gennaio 2007 Regione Emilia-Romagna/

Dettagli

Security. Security. Security. Data Center & Cloud Services. Security. Internet of Things. Internet of Things Internet of Things Security

Security. Security. Security. Data Center & Cloud Services. Security. Internet of Things. Internet of Things Internet of Things Security managing complexity Azienda Akhela è un azienda innovativa in rapida crescita che è diventata un attore importante e riconosciuto nel mercato IT italiano e che si sta affacciando con successo nel mercato

Dettagli

Smart Cities & Communities Ricerca e Tecnologie. Domenico Talia, ICAR CNR, Cosenza, Italy

Smart Cities & Communities Ricerca e Tecnologie. Domenico Talia, ICAR CNR, Cosenza, Italy Smart Cities & Communities Ricerca e Tecnologie Domenico Talia, ICAR CNR, Cosenza, Italy Sommario Le città parlano (se le sappiamo ascoltare) Dai dati alla conoscenza I percorsi dei cittadini ci dicono

Dettagli

Progetto SMARD. Smart maintenance and remote diagnostics for manufacturing plants and smart-objects

Progetto SMARD. Smart maintenance and remote diagnostics for manufacturing plants and smart-objects Bando piattaforma Fabbrica Intelligente Regione Piemonte Progetto SMARD Smart maintenance and remote diagnostics for manufacturing plants and smart-objects 10-12-15 1 Temi di riferimento: Processi di produzione:

Dettagli

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta: opportunità e sfide in un momento di crisi Mariano Corso School of Management Politecnico di Milano Milano, 23 ottobre 2009 Ricerca ALCUNI

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I.

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I. PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I. ALLEGATO 2 al Bando Progetti innovativi di Creatività Digitale ideati

Dettagli

CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO

CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO Nell ambito del processo di rinnovamento aziendale avviato negli ultimi anni, si inserisce un sempre maggiore impegno nella Ricerca & Sviluppo (R&S) sia come motore

Dettagli

Torino Social Innovation.

Torino Social Innovation. Torino Social Innovation. Un programma di lavoro per la città e la giovane imprenditorialità. Le città e le comunità urbane sono al centro di un acceso dibattito politico-istituzionale europeo, che le

Dettagli

Oggetto: generazione web 2015/2016 Formazione insegnanti. Calendarizzazione attività

Oggetto: generazione web 2015/2016 Formazione insegnanti. Calendarizzazione attività MEDA, 10/09/2015 PROT. N. 9280 Alla c.a. Dirigenti scolastici Loro Sede Oggetto: generazione web 2015/2016 Formazione insegnanti. Calendarizzazione attività A seguire, si elencano i moduli formativi programmati

Dettagli

Banda Larga: il nostro ponte

Banda Larga: il nostro ponte Banda Larga: il nostro ponte Antonello Pellegrino Agenzia Laore - Direttore Servizio Affari generali e sistemi informativi Cagliari, 4 giugno 2010 1 Banda larga tra Pubblica Amministrazione, Impresa, Cittadino

Dettagli

Evento Smart Cities and Communities -Milano 5 aprile 2016

Evento Smart Cities and Communities -Milano 5 aprile 2016 Evento Smart Cities and Communities -Milano 5 aprile 2016 Esperienze di successo e prospettive future Olivia Postorino AdG POR FESR 2007-2013 Un contesto in evoluzione : il ruolo delle Smart Cities Un

Dettagli

FORUM PA 2014 «La scuola e la didattica nell era digitale» Stefano Mattevi Telecom Italia

FORUM PA 2014 «La scuola e la didattica nell era digitale» Stefano Mattevi Telecom Italia FORUM PA 2014 «La scuola e la didattica nell era digitale» Stefano Mattevi Telecom Italia Il difficile accesso degli studenti italiani alla didattica digitale Fonte: Unione Europea, «Survey of Schools:

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.7 Cloud

Dettagli

sistemapiemonte Una rete per il piccolo commercio locale sistemapiemonte.it

sistemapiemonte Una rete per il piccolo commercio locale sistemapiemonte.it sistemapiemonte Una rete per il piccolo commercio locale sistemapiemonte.it BACKGROUND La definizione di una metodologia di studio e l analisi di buone pratiche sull utilizzo delle ICT in ambito regionale

Dettagli

Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae. Mauro Annunziato ENEA Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities

Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae. Mauro Annunziato ENEA Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae Mauro Annunziato ENEA Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities RES NOVAE Obiettivo Sviluppare e dimostrare una soluzione integrata

Dettagli

Smart City. Bari Smart City. Avv. Marco Lacarra Assessore ai LL.PP. Delegato a Smart City

Smart City. Bari Smart City. Avv. Marco Lacarra Assessore ai LL.PP. Delegato a Smart City Smart Bari: a Mediterranean,sustainable, dynamic inclusive and creative city for our sons PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P. Bari Smart City Avv. Marco Lacarra Assessore ai LL.PP. Delegato a Smart City

Dettagli

CONGRESSO NAZIONALE AICA 2014 Dai Bit agli Atomi: Rilancio della Manifattura e Nuove Competenze Digitali. Milano, 13 Novembre 2014

CONGRESSO NAZIONALE AICA 2014 Dai Bit agli Atomi: Rilancio della Manifattura e Nuove Competenze Digitali. Milano, 13 Novembre 2014 CONGRESSO NAZIONALE AICA 2014 Dai Bit agli Atomi: Rilancio della Manifattura e Nuove Competenze Digitali Milano, 13 Novembre 2014 Gentilissimi tutti e Gentilissimo Dott. Lamborghini, mi spiace molto non

Dettagli

L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA

L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Programma Strategico Regionale per la Ricerca, l Innovazione ed il Trasferimento Tecnologico per la IX legislatura 2011-2013 L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Cinzia Felci Direttore Programmazione Economica Ricerca

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.8

Dettagli

Catalogo Corsi on demand

Catalogo Corsi on demand Pag. 1 Concetti di base Evoluzione delle reti di telecomunicazione: infrastrutture, apparati e qualita' del servizio Architettura TCP/IP: struttura, protocolli di comunicazione e qualita' del servizio

Dettagli

Banda larga per dare soluzione al Digital Divide e innovare il Paese

Banda larga per dare soluzione al Digital Divide e innovare il Paese Banda larga per dare soluzione al Digital Divide e innovare il Paese 14/02/2011 Fondamenti di informatica - Prof. Gregorio Cosentino 1 Servizio universale Acqua potabile Energia elettrica Telefono Servizio

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in PROGRAMMA STRATEGICO TRIENNALE 2011-2013 Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli

Dettagli

Fondo Crescita Sostenibile

Fondo Crescita Sostenibile Fondo Crescita Sostenibile AGENDA DIGITALE (G.U. n.282 del 04/12/2014) e INDUSTRIA SOSTENIBILE (G.U. n.283 del 05/12/2014) Il Ministero dello Sviluppo Economico ha reso operativi due interventi del Fondo

Dettagli

DISTRETTI FAMIGLIA E STANDARD FAMILY AUDIT

DISTRETTI FAMIGLIA E STANDARD FAMILY AUDIT ACCORDO VOLONTARIO DI OBIETTIVO PER FAVORIRE LA CRESCITA DI HEALTH & WELL BEING TERRITORIAL LAB TRENTO LABORATORIO TERRITORIALE PER LO SVILUPPO DI SERVIZI DI HEALTH & WELL BEING TRA Associazione Trento

Dettagli

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA SYNERGIA 2000 La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag.

per DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA SYNERGIA 2000 La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA La società e le sue attività Pag. 1 La storia Pag. 3 I servizi offerti Pag. 4 Scheda di sintesi Pag. 6 Milano, ottobre 2004 1 La società e le sue attività Presente

Dettagli

Assemblea Annuale. «Smart City» e Polo Tecnologico a Cremona

Assemblea Annuale. «Smart City» e Polo Tecnologico a Cremona ANCE CREMONA Assemblea Annuale «Smart City» e Polo Tecnologico a Cremona Maurizio Manzi Assessore alle Risorse, all Innovazione e alla Digitalizzazione Comune di Cremona Cremona, 9 Ottobre 2015 Page 1

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

Il Presidente della Regione Toscana e il Presidente di ANCI Toscana, Ricordate:

Il Presidente della Regione Toscana e il Presidente di ANCI Toscana, Ricordate: ALLEGATO A Protocollo di intesa tra Regione Toscana e ANCI Toscana finalizzato al supporto delle politiche e delle iniziative per l innovazione nel territorio toscano. Il Presidente della Regione Toscana

Dettagli

Accenture Innovation Center for Broadband

Accenture Innovation Center for Broadband Accenture Innovation Center for Broadband Il nostro centro - dedicato alla convergenza e alla multicanalità nelle telecomunicazioni - ti aiuta a sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie broadband.

Dettagli

PREMESSA. Piano Animatore Digitale per PTOF 2016/2019

PREMESSA. Piano Animatore Digitale per PTOF 2016/2019 La Scuola che cambia Proposta progettuale dell Animatore Digitale Ins. Francesca Cocchi Dirigente Scolastico Rosella Puzzuoli Allegato al POF TRIENNALE 2016/2019 PREMESSA Il Piano Nazionale per la Scuola

Dettagli

Le criticità nella gestione dei dati sensibili

Le criticità nella gestione dei dati sensibili Le criticità nella gestione dei dati sensibili Ing.Giovanni Gentili Resp. Agenda digitale dell Umbria Regione Umbria Questo lavoro è pubblicato sotto licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia (CC

Dettagli

Smart City: Città Ideale 2.0

Smart City: Città Ideale 2.0 Smart City: Città Ideale 2.0 Smart City è uno spazio urbano ben diretto, che affronta le sfide della globalizzazione e della crisi economica con lo sviluppo sostenibile, con attenzione alla coesione sociale,

Dettagli

I Villaggi Digitali per i cittadini e per le imprese

I Villaggi Digitali per i cittadini e per le imprese Agenda Digitale Toscana I Villaggi Digitali per i cittadini e per le imprese Laura Castellani ICT e crescita Nell Agenda Digitale Europea la Commissione ha indicato ai Paesi membri obiettivi per il 2020

Dettagli

Scegli ora il tuo futuro

Scegli ora il tuo futuro Scegli ora il tuo futuro About us 1000 le Pec gestite 250o ore di assistenza tecnica specialistica annue 2000 sono i Clienti che si sono rivolti alla qualità e professionalità Moltiplika. 250 siti web

Dettagli

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco.

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. > LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. Perché investire in innovazione 2 Perché scegliere MediaNET 4 A chi si rivolge MediaNET 6 I numeri 7 Soluzioni e servizi 8 L identità MediaNET

Dettagli

Success story. FIRST CLASS Formazione Medica Continua (http://fad.fclass.it)

Success story. FIRST CLASS Formazione Medica Continua (http://fad.fclass.it) FORMAZIONE A DISTANZA ebrain, è una soluzione scalabile, personalizzabile, modulare che permette di coprire una vasta gamma di applicazioni diverse: Best Practice Network, knowledge management e business

Dettagli

CONTENUTO DEI MODULI DIDATTICI EPICT

CONTENUTO DEI MODULI DIDATTICI EPICT Certificazione Pedagogica Europea per le Tic EUROPEAN PEDAGOGICAL ICT LICENCE CONTENUTO DEI MODULI DIDATTICI EPICT www.epict.it www.epict.org Indice MODULO A... 3 MODULO B... 4 MODULO C... 5 MODULO H...

Dettagli

La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia

La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia Il 2006 ha registrato alcuni segnali positivi di ripresa, sia dell'economia italiana che dell Information

Dettagli

Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba.

Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba. Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba.it Dipartimento di Informatica Università di Bari Centro di Competenza ICT:

Dettagli

Welfare e ICT: strumenti e opportunità

Welfare e ICT: strumenti e opportunità 15 Novembre 2013 Welfare e ICT: strumenti e opportunità Barbara Pralio Welfare: le esigenze Riduzione spese per il welfare Aumento esigenze di protezione sociale Necessità di ragionare su opportunità di

Dettagli

Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa. Application Monitoring Broadband Report Analysis

Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa. Application Monitoring Broadband Report Analysis Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa Application Monitoring Broadband Report Analysis Le necessità tipiche del servizio di telefonia Maggiore sicurezza

Dettagli

La strategia e i progetti nel settore delle Smart Cities and Communities

La strategia e i progetti nel settore delle Smart Cities and Communities La strategia e i progetti nel settore delle Smart Cities and Communities Domenico Laforenza Coordinatore Comitato Ordinatore del Dipartimento Ingegneria ICT e Tecnologie per l Energia e i Trasporti Direttore

Dettagli

SMART CITY PER CRESCERE

SMART CITY PER CRESCERE Centrostudi.Net SMART CITY PER CRESCERE Il modello Unindustria per l integrazione funzionale delle aree urbane del Lazio Viterbo, 9 luglio 2013 SMART CITY PER CRESCERE La Smart City è una città intelligente,

Dettagli

Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit. opportunità di innovazione Andrea Costa

Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit. opportunità di innovazione Andrea Costa Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit opportunità di innovazione Andrea Costa Le sfide di Europa 2020 3 direttrici Smart Growth Sviluppo di un economia basata su innovazione e conoscenza. Sviluppo

Dettagli

Casi di studio e progetti sull'innovazione informatica dei servizi logistici Rete Alta Tecnologia dell Emilia-Romagna Piattaforma ICT & Design

Casi di studio e progetti sull'innovazione informatica dei servizi logistici Rete Alta Tecnologia dell Emilia-Romagna Piattaforma ICT & Design Casi di studio e progetti sull'innovazione informatica dei servizi logistici Rete Alta Tecnologia dell Emilia-Romagna Piattaforma ICT & Design Lucia Mazzoni, ASTER IL SISTEMA REGIONALE DELLA RICERCA Università

Dettagli

UNIDATA S.P.A. Per la Pubblica Amministrazione. Compatibile con. giovedì 23 febbraio 12

UNIDATA S.P.A. Per la Pubblica Amministrazione. Compatibile con. giovedì 23 febbraio 12 Compatibile con UNIDATA S.P.A. Per la Pubblica Amministrazione CHI È UNIDATA Operatore di Telecomunicazioni e Information Technology con molti anni di esperienza, a vocazione regionale, con proprie infrastrutture

Dettagli

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Indice: 1 Social Learning 2 Social Learning per E.T.I.CA. 3 RiusaLO 4 Percorsi integrati 5 Community 6 Best, la Banca dati delle Esperienze Trasferibili 7 Social

Dettagli

TELECOM ITALIA@ICT TRADE. Claudio Contini Telecom Italia Digital Solutions Ferrara 13 maggio 2014

TELECOM ITALIA@ICT TRADE. Claudio Contini Telecom Italia Digital Solutions Ferrara 13 maggio 2014 TELECOM ITALIA@ICT TRADE Claudio Contini Telecom Italia Digital Solutions Ferrara 13 maggio 2014 Il Gruppo Telecom Italia oggi Ricavi 23.407 M.ni di Dipendenti 65.623 Unità Investimenti Industriali 4.400

Dettagli

Il Progetto Italia Digitale Tecnologie e Servizi: un rapporto in continua evoluzione. 18 Maggio 2010 - Palazzo Mezzanotte, Piazza Affari - Milano

Il Progetto Italia Digitale Tecnologie e Servizi: un rapporto in continua evoluzione. 18 Maggio 2010 - Palazzo Mezzanotte, Piazza Affari - Milano Il Progetto Italia Digitale Tecnologie e Servizi: un rapporto in continua evoluzione 18 Maggio 2010 - Palazzo Mezzanotte, Piazza Affari - Milano 1 Italia Digitale oggi: Le Famiglie La penetrazione della

Dettagli

Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni Biacco Sabrina ENTERPRISE RESOURCE PLANNING Gli ERP sono delle soluzioni applicative in grado di coordinare l'insieme delle attività aziendali automatizzando

Dettagli

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Forum Banche e PA 2012 Roma, 23 24 Febbraio 2012 Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Monica Pellegrino Research Analyst, ABI Lab Roma, 23 Febbraio 2012-1- Agenda L evoluzione

Dettagli

Ageing at home. Esperienze idee soluzioni. nella Regione Marche

Ageing at home. Esperienze idee soluzioni. nella Regione Marche Ageing at home Esperienze idee soluzioni nella Regione Marche Alcune caratteristiche della Regione La Regione Marche è caratterizzata: da un alto tasso di invecchiamento della popolazione da elevate aspettative

Dettagli

La Misura delle Smart Communities e il Piano Nazionale. Irene Bengo Dipartimento di Ingegneria Gestionale Politecnico di Milano

La Misura delle Smart Communities e il Piano Nazionale. Irene Bengo Dipartimento di Ingegneria Gestionale Politecnico di Milano La Misura delle Smart Communities e il Piano Nazionale Irene Bengo Politecnico di Milano Strategia: Smart Community 2 SMART CITY Convergenza tecnologia innovazione sociale (benessere) Articolazione sul

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 1053 Seduta del 05/12/2013

DELIBERAZIONE N X / 1053 Seduta del 05/12/2013 DELIBERAZIONE N X / 1053 Seduta del 05/12/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

White paper. APRE TOSCANA (http://www.apretoscana.org)

White paper. APRE TOSCANA (http://www.apretoscana.org) White paper APRE TOSCANA (http://www.apretoscana.org) APRE è un ente privato di ricerca non profit sostenuto da oltre cento Soci Sostenitori e Ordinari provenienti da Università e Organizzazioni private

Dettagli

FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES

FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES Nel Semestre di Presidenza del Consorzio ELIS FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES Executive Summary Sistema integrato di iniziative formative di innovazione per la famiglia professionale ICT Febbraio 2011

Dettagli

Programma di attività Linee Guida

Programma di attività Linee Guida Programma di attività Linee Guida SEZIONE INFORMATION TECHNOLOGY Augusto Coriglioni Il Lazio e Roma : Il nostro contesto Nel Lazio Industria significa in larga misura Manifatturiero; a Roma, Servizi; Complementarietà

Dettagli

L innovazione tecnologica nel territorio toscano. Prato, 24 Maggio 2011 Ing. Laura Castellani

L innovazione tecnologica nel territorio toscano. Prato, 24 Maggio 2011 Ing. Laura Castellani L innovazione tecnologica nel territorio toscano Prato, 24 Maggio 2011 Ing. Laura Castellani Innovazione: : cogliere e indirizzare le nuove opportunità E-Business Politiche per le imprese E-Society Politiche

Dettagli

REPORT GRUPPO DI LAVORO III

REPORT GRUPPO DI LAVORO III REPORT GRUPPO DI LAVORO III Piattaforma web Network per la RCS per la gestione dei flussi informativi ed organizzazione Centrale di produzione coordinata e permanente delle pillole informative del SSR

Dettagli

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Luca Zanetta Uniontrasporti I venti dell'innovazione - Imprese a banda larga Varese, 9 luglio 2014 1 / 22 Sommario Cos è il cloud computing

Dettagli

Mobile & wireless. Fatturazione Elettronica

Mobile & wireless. Fatturazione Elettronica Mobile & wireless Con applicazioni Mobile & Wireless si intendono le applicazioni a supporto dei processi aziendali che si basano su: rete cellulare, qualsiasi sia il terminale utilizzato (telefono cellulare,

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Evoluzione del CST 1. Introduzione Il prossimo 30 settembre 2008 termina il progetto di esercizio sperimentale dei servizi e, quindi, il Centro Servizi

Dettagli

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA REALTÀ CORRENTE INNOVATION & CHANGE OGGI IL CLIMA GENERALE È CARATTERIZZATO DA CONTINUI

Dettagli

AGENDA DIGITALE: COSA I COMUNI SI ATTENDONO DALLA SUA ATTUAZIONE E COME I COMUNI POSSONO CONTRIBUIRE ALLA SUA ATTUAZIONE

AGENDA DIGITALE: COSA I COMUNI SI ATTENDONO DALLA SUA ATTUAZIONE E COME I COMUNI POSSONO CONTRIBUIRE ALLA SUA ATTUAZIONE AGENDA DIGITALE: COSA I COMUNI SI ATTENDONO DALLA SUA ATTUAZIONE E COME I COMUNI POSSONO CONTRIBUIRE ALLA SUA ATTUAZIONE Milano, 19 dicembre 2012 1 Premessa L agenda digitale italiana, con le prime misure

Dettagli

E-GOV PIANO EDITORIALE 2011

E-GOV PIANO EDITORIALE 2011 E-GOV PIANO EDITORIALE 2011 E-GOV è il bimestrale Maggioli di cultura e tecnologie per l innovazione dedicato a tutti gli innovatori: manager pubblici e privati, ricercatori e analisti, consulenti, formatori,

Dettagli

Milano Sharing City. SETTORE INNOVAZIONE ECONOMICA, SMART CITY E UNIVERSITA Pag. 1

Milano Sharing City. SETTORE INNOVAZIONE ECONOMICA, SMART CITY E UNIVERSITA Pag. 1 Milano Sharing City Le sfide globali contemporanee possono, se ben gestite, determinare lo sviluppo di importanti processi di innovazione in grado di portare benessere e crescita economica diffusa. In

Dettagli

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia Tabella 6: della Società dell Informazione, Asse I - Infrastruttura a banda larga 1. Completamento della copertura a banda larga degli Enti pubblici e dei siti strategici per l erogazione di servizi di

Dettagli

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation.

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation. Collaboration, content, people, innovation. The Need for a Learning Content Management System In un mercato in continua evoluzione, dominato da un crescente bisogno di efficienza, il capitale intellettuale

Dettagli

Attenzione! il valore della Rimodulazione è superiore alla cifra di Negoziazione

Attenzione! il valore della Rimodulazione è superiore alla cifra di Negoziazione Riepilogo Dipartimento ICT Dipartimento ICT nel 2005 diretta nel terzi fondi diretta Reti in Tecnologia Wireless 434.890 79.788 712.457 94.953 578.280 351.500 94.000 Internet di prossima generazione 639.484

Dettagli

Iniziative Consip a supporto della Agenda digitale italiana

Iniziative Consip a supporto della Agenda digitale italiana 1 Iniziative Consip a supporto della Agenda digitale italiana Incontro con le Pubbliche Amministrazioni Centrali Roma 21-09-2015 2 Perimetro potenziale di spesa ICT per il quinquennio 2014-18 La stima

Dettagli

Presentazione azienda. L ICT per la tua azienda

Presentazione azienda. L ICT per la tua azienda Presentazione azienda L ICT per la tua azienda Trinity S.r.l. è una azienda del settore ICT nata a Roma ed operante a Latina e in tutto il Lazio. Si compone di un pool di esperti nel settore dell Information

Dettagli

Regione Umbria. Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni. www.umbriageo.regione.umbria.

Regione Umbria. Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni. www.umbriageo.regione.umbria. DIREZIONE AMBIENTE TERRITORIO E INFRASTRUTTURE Servizio Informatico/Informativo: geografico ambientale e territoriale Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni

Dettagli

Corso sull'amministrazione Digitale: dal CAD al decreto Trasparenza

Corso sull'amministrazione Digitale: dal CAD al decreto Trasparenza Corso sull'amministrazione Digitale: dal CAD al decreto Trasparenza edizione 2013-2014 Presso il CIRSFID, Via Galliera 3, Bologna Il programma di seminari qui proposto è rivolto primariamente alle pubbliche

Dettagli