1 Oggetto del documento Definizioni, Acronimi ed Abbreviazioni Riferimenti Architettura generale Anagrafe operatori...

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 Oggetto del documento... 2 2 Definizioni, Acronimi ed Abbreviazioni... 2 3 Riferimenti... 2 4 Architettura generale... 2 4.1 Anagrafe operatori..."

Transcript

1 1 Oggetto del documento Definizioni, Acronimi ed Abbreviazioni Riferimenti Architettura generale Anagrafe operatori Anagrafe assistiti Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) Il Registry (indice documenti) L Access Gateway Il Repository dei documenti Funzionalità Flussi disponibili Flusso di autenticazione web services Flusso di sottomissione Flusso di interrogazione Flusso di retrieve Flusso di integrazione anagrafica Flusso gestione delle notifiche Flusso di integrazione CUP Flusso di integrazione Specifiche messaggistica Messaggio di richiesta token Saml Messaggio di risposta al messaggio di richiesta token Messaggio chiamata Proxy-ws con token Saml firmato Messaggio risposta proxy-ws Client Legacy... 19

2 1 Oggetto del documento L obiettivo del presente documento è la descrizione tecnico-funzionale delle tecnologie di sicurezza utilizzate per la protezione e la tutela dell accesso ai dati e ai servizi del progetto reti MMG della Regione Abruzzo e la modalità di integrazione con gli stessi. Sarà fornita la descrizione delle interfacce esposte per l accesso al sistema di archiviazione e di consultazione del FSE attraverso il modulo di Access Gateway, Anagrafe operatori e Anagrafe Assistiti. 2 Definizioni, Acronimi ed Abbreviazioni Acronimi Sigla Esteso SSO Single sign on WS Web services MMG Medici di Medicina Generale DN Distinguished name OU Organizational Unit CN Common Name FSE Fascicolo Sanitario Elettronico MMG Medici di Medicina Generale PLS Pediatri di Libera Scelta aka Also Known As HL7 Health Level 7 D-MIM Domain Message Information Model IHE Integrating HealthCare Enterprise SOA Service Oriented Architecture FSE Fascicolo Sanitario Elettronico 3 Riferimenti Client_legacy_integration.pdf IHE_ITI_TF_5.0_Vol2_FT_ doc Specifiche Tecniche Anagrafe Assistiti.doc Piano di test modulo Anagrafica Assititi.doc Specifiche Tecniche Modulo CUP.pdf Affinity Domain ReteMMG.pdf 4 Architettura generale Di seguito il Component Diagram relativo all infrastruttura del progetto reti MMG della Regione Abruzzo:

3 Dedalus FSE Mobile Client SSO Viewer Pronto Soccorso Service Provider ESB SAML, WS-Sec, WS-Trust, WS-Rest. POP3 Figura 1 - Architettura generale 4.1 Anagrafe operatori Il modulo Anagrafe Operatori è un insieme di software che permettono la creazione di un SSO utilizzabile sia in contesti di architetture SOA che in architetture rivolte ai Moduli Web. La gestione dell accesso ai servizi costituisce un punto nevralgico di ogni architettura, il modulo Anagrafe Operatori rappresenta un supporto che permette agli applicativi di svincolarsi dalle logiche di autenticazione e profilazione degli utenti. Il modulo Anagrafe Operatori come accennato in precedenza può essere utilizzato in architetture Web Oriented in cui l utente è una persona fisica. In questo caso le applicazioni che sono costituite da un front-end web e l utente fruisce della risorsa protetta dal SSO attraverso l uso di un comune browser web. Il modulo Anagrafe Operatori può essere anche utilizzato in un architettura SOA, l utente fruisce dei servizi attraverso un applicativo chiamante. I servizi sono esposti attraverso l uso di Web Services protetti dal SSO che sono invocati dall applicativo chiamante. 4.2 Anagrafe assistiti Per assicurare l univocità di identificazione degli assistiti all interno del domino operativo (i.e. la rete MMG/PLS), quindi garantire la corretta attribuzione delle informazioni anagrafiche e di posizione assistenziale (informazioni su medico curante, esenzioni, ) viene proposto un modello di collaborazione fra sistemi anagrafici di tipo gerarchico, in cui il modulo MAC (Modulo Anagrafe Centrale) svolga il ruolo di Anagrafe Sanitaria Master per l intero sistema informativo della Rete dei Medici a livello Regionale. L ownership delle informazioni identificative ed anagrafiche sarà comunque detenuta dall Anagrafe Regionale: il modulo fornito (MAC) - oggetto di questo progetto sarà quindi mantenuto in

4 sincrono con l Anagrafe Regionale attraverso il servizio SIAR fungendone da cache ed operando come interfaccia di collaborazione verso la rete MMG. Il modello di collaborazione fra anagrafiche adottato (modello gerarchico) prevede tutti i sistemi periferici (Cartelle Ambulatoriali MMG/PLS,etc) si comportino in termini di identificazione anagrafica come slave : tutte le informazioni anagrafiche ed identificative sono quindi derivate dal sistema MAC. Data la peculiarità del processo assistenziale territoriale gestito dai Medici di Medicina Generale e delle caratteristiche della infrastruttura informativa e di comunicazione utilizzata a supporto di quest ultimo, è stato scelto deciso di utilizzare un modello di interazione fra MAC e sistemi periferici così strutturato: per le comunicazioni da MAC verso i sistemi periferici si prevede una interazione di tipo asincrono attraverso un meccanismo di polling (gestione di code) - per le notifiche di variazioni anagrafiche o di riconduzione di posizioni duplicate; i meccanismi di collaborazione fra sistemi periferici e MAC (consultazione anagrafe, notifica aggiornamenti dati) saranno invece realizzati attraverso servizi sincroni. Ogni servizio è realizzato tramite servizi conformi allo standard HL7 V3, dove necessario, localizzato nel Realm Italiano. Dal punto di vista funzionale, il medesimo database del sistema MAC è utilizzato oltre che dall interfaccia applicativa di cooperazione descritta nei paragrafi seguenti, anche un front-end web per la consultazione delle informazioni gestite dal sistema 4.3 Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) All interno del progetto rete MMG il Fascicolo Sanitario Elettronico viene definito come un indice di oggetti informativi sanitari firmati digitalmente e creati nella storia dei suoi contatti dell assistito con i diversi attori del Sistema Sanitario Nazionale. Esso è accessibile dal cittadino e dagli operatori sanitari giuridicamente autorizzati in qualunque luogo ed in qualunque momento nel rispetto della regolamentazione nazionale e regionale e della tutela della privacy. Il Fascicolo Sanitario Elettronico deve permettere la gestione dei dati clinici sia da un punto di vista tecnico/informatico, sia dal punto di vista logico sanitario. Esso è uno strumento informativo condiviso e accessibile da tutti coloro che ne hanno il diritto, strutturato come una raccolta cronologica di eventi e informazioni longitudinale alla storia clinica del paziente. In base a questa definizione il tavolo di progettazione condivisa individua quindi nel Fascicolo Sanitario Elettronico un entità concettuale costituita dall'aggregazione logico-funzionale dei tre componenti rappresentati dall Access Gateway, dal Registry e dal Repository Il Registry (indice documenti) Il componente Registry è l indice del Fascicolo Sanitario Elettronico. Contiene l insieme dei metadati dei documenti memorizzati sui Repository e permette di recuperare questi ultimi, conformemente ai diritti di accesso dell utente richiedente, è centralizzato a livello regionale. Il Registry presenta le seguenti principali funzionalità: 1. recupero delle informazioni sui documenti (metadati) 2. creazione e modifica dello stato di un documento (modifica dei metadati) a fronte di una notifica dell Access Gateway"

5 4.3.2 L Access Gateway Il componente AccessGateway nella architettura IBSE è stato inizialmente concepito per realizzare le funzionalità necessarie a supportare comunicazioni sicure tra sistemi clinici e componenti interne del FSE, e tra queste ultime (in particolare, tra registry e repository). Può essere implementato sia a livello di ASL/AO sia a livello regionale. L Access gateway presenta le seguenti principali funzionalità: gestione delle comunicazioni tra le componenti interne al FSE gestione della criptazione a livello di messaggio. gestione degli aspetti di sicurezza e controllo degli accessi, mediante verifica e autorizzazione degli utenti (con il supporto dei sistemi anagrafici sanitari e delle Certification Authority) all accesso alle risorse del sistema. Pertanto, implementa primariamente le fasi di autenticazione forte (basata sull uso di CIE/CNS) identificazione forte (basata sull uso di CIE/CNS) autorizzazione gestione del tracciamento degli accessi Ulteriori componenti che non fanno parte del FSE, ma che sono di supporto alle funzionalità dell Access Gateway nel controllo degli accessi sono: Database a supporto alla sicurezza per la gestione di politiche e diritti di accesso 1, correlazioni tra medici e assistiti. Essi possono essere realizzati centralmente a livello regionale, distribuiti a livello di ASL/AO, oppure a livello di entrambi. Anagrafi operatori ed assistiti per la gestione degli utenti del sistema (operatori ed assistiti). Ciascuna tipologia di anagrafe può essere realizzata centralmente o a livello di ASL/AO. In tale contesto (i.e. in IBSE) l Access Gateway funge da facilitatore nell accesso ai componenti Registry e Repository, rendendo l infrastruttura trasparente dalle specifiche di implementazione del repository (qualora il sistema sia già presente sul territorio) Il Repository dei documenti Contiene documenti informatici[1] firmati digitalmente[2], la cui memorizzazione avviene secondo le modalità previste dal d.lgs.196/2003 (in particolare art. 22, comma 6). E normalmente distribuito a livello aziendale (ASL/AO), che ne è responsabile ai fini del trattamento, poiché i documenti risiedono nelle strutture sanitarie in cui sono stati creati. Il Repository presenta le seguenti principali funzionalità: 1. recupero di un documento a partire da un suo riferimento 2. memorizzazione di un documento [1] Tali documenti sono strutturati secondo lo standard internazionale HL7/CDA2, esplicitamente progettato per la rappresentazione di documenti clinici. 1 Si veda il documento DIT Matrice degli accessi (IBSE-RMMG-matrice-accessi-v01.00-BOZZA01.pdf)

6 [2] In base agli artt 20 comma 2 e 21 comma 2 del d.lgs n. 82 del 7/03/2005 Codice dell amministrazione digitale. Inoltre, in questo modo, per questi documenti si garantisce integrità e non ripudio. 5 Funzionalità Nell architettura prevista dal progetto tutti i servizi esposti verso gli attori attraverso l uso di architetture SOA dovranno essere protetti con l uso di WS-Security e SAML Assertion. Lo scambio di messaggi tra i componenti del sistema, cioè gli attori che partecipano al processo interattivo, identificabili dai componenti fisici come i client (Applicativi di Cartella, ADT, etc.) o dai componenti logici come quelli che espongono i servizi applicativi (Registry, Repository, CUP, Anagrafe regionale, etc), sarà filtrato da un componente proxy che realizza le funzionalità dei componenti logici definiti Access Gateway(AG) e Anagrafe Operatori. Tale proxy espone i servizi erogati dagli attori del progetto rete MMG in modo configurabile effettuando le funzionalità di filtro e controllo descritte in precedenza. 5.1 Flussi disponibili Il modulo proxy espone le interfacce per la gestione e mette a disposizione una serie di funzioni classificabili nelle seguenti categorie : Flusso di autenticazione Flusso di sottomissione Flusso di interrogazione Flusso di retrieve Flusso di integrazione anagrafica Flusso gestione delle notifiche Flusso di integrazione CUP Flusso di autenticazione web services Un applicativo che intende fruire di un servizio esposto deve necessariamente effettuare una chiamata verso il modulo di autenticazione. Il modulo valida le credenziali fornite dall applicativo chiamante sull anagrafe operatori verificando se l utente che intende fruire del servizio sia effettivamente censito ed autorizzato ad effettuare l operazione richiesta. Di seguito un schema riassuntivo di questa architettura:

7 Figura 2: Schema Architettura Modulo Autenticazione Web Services L applicativo di cartella prima di effettuare la chiamata SOAP verso il Web Service che vuole invocare, richiede l autenticazione dell operatore al modulo di autenticazione. Il componente Identity Provider del modulo di autenticazione, verifica sul Server OpenLDAP la validità delle credenziali inserite nel messaggio di richiesta(username e password). In caso di successo restituisce una asserzione SAML firmata con chiave privata. Tale asserzione viene quindi veicolata tramite il SOAP header ed usata dal Proxy Web Services per verificare l abilitazione dell operatore ad accedere al servizio invocato. L operazione di verifica avviene utilizzando i seguenti passi: prima viene verificata la firma della SAML Assertion,con la chiave pubblica per controllare l autenticità delle identità e del profilo (ruoli) trasmessi; quindi verifica che almeno uno dei ruoli associati all utente sia abilitato all invocazione del servizio. Se tutti i controlli sopraelencati vanno a buon fine il modulo instrada la chiamata verso il WS che eroga il servizio. Nel caso in cui i controlli non abbiano esito positivo, ossia l utente non risulta validato sull anagrafe operatori o il suo ruolo non permette di invocare il servizio e/ dell operazione richiesta, viene restituito all applicativo chiamante un messaggio di errore. L applicativo chiamante utilizza nelle successive chiamate il token Saml firmato fino alla scadenza dello stesso. Le policy di accesso relative alle singole operazioni (sottomissioni di documenti, interrogazioni, etc.) è oggetto di altri documenti descriventi il sistema nel suo complesso. Le funzioni di autenticazione sono le seguenti : RequestSecurityToken Tale metodo viene esposto dal modulo Identity provider che effettua il controllo delle credenziali sull Anagrafe Operatori. Le funzionalità esposte sono conformi ai seguenti standard: WS-Security

8 SAML Flusso di sottomissione Le funzioni di sottomissione sono le seguenti : DocumentRepository_ProvideAndRegisterDocumentSetB Per questa funzionalità fare riferimento alla documentazione IHE relativa al profilo XDS-B Rif.: IHE_ITI_TF_5.0_Vol2_FT_ doc Rif.: Affinity Domain ReteMMG.pdf Flusso di interrogazione Le funzioni di interrogazione sono le seguenti : RegistryStoredQuery Per questa funzionalità fare riferimento alla documentazione IHE relativa al profilo XDS-B Rif.: IHE_ITI_TF_5.0_Vol2_FT_ doc Rif.: Affinity Domain ReteMMG.pdf Flusso di retrieve Le funzioni di retrieve sono le seguenti: DocumentRepository_RetrieveDocumentSet Per questa funzionalità fare riferimento alla documentazione IHE relativa al profilo XDS-B Rif.: IHE_ITI_TF_5.0_Vol2_FT_ doc Rif.: Affinity Domain ReteMMG.pdf Flusso di integrazione anagrafica Le funzionalità di integrazione sono le seguenti per maggiori dettagli fare riferimento al documento di specifiche tecniche: SIA Servizio Identificazione Assistiti; STAA Servizio Trasmissione Aggiornamenti; SRDPR - Servizio Riconduzione Paziente; SNVA - Servizio notifica variazione anagrafica. Rif.: Specifiche Tecniche Anagrafe Assistiti.doc Rif.: Piano di test modulo Anagrafica Assititi.doc Flusso gestione delle notifiche Un applicativo client pubblica un referto, il Registry utilizzando il profilo IHE-NAV inoltra una mail al medico dell assistito per il quale è stato prodotto il referto. L applicativo di cartella può così procedere con lo scaricamento del documento dal Repository e l acquisizione in cartella. Rif.: IHE_ITI_TF_5.0_Vol2_FT_ doc

9 5.1.7 Flusso di integrazione CUP E prevista dalle specifiche di progetto l integrazione degli applicativi di cartella con il sistema regionale di SovraCup. Per questo scopo è stato realizzato un componente che espone le seguenti funzionalità: SRPECUP - Servizio Ricerca Prestazioni Erogabili CUP; SIPCUP - Servizio Inserimento Prenotazione CUP; SRLPA - Servizio Recupero Lista Prenotazioni per Assistito; SAPCUP - Servizio Annullamento Prenotazione CUP. Rif.: Specifiche Tecniche Modulo CUP.pdf 5.2 Flusso di integrazione L applicativo che si integra con l architettura deve eseguire le seguenti operazioni per effettuare l inserimento di un referto CDA2 nel Fascicolo Sanitario Elettronico: I. Autenticazione sul sistema e ricezione del token SAML. (RequestSecurityToken 2 ) II. Utilizzare il Token SAML ricevuto per effettuare le successive chiamate al proxy dei servizi, tali chiamate possono devono essere effettuate verso: a. Il modulo di anagrafe assistiti (invocazione del servizio SIA 3 )Dal messaggio HL7 tornato viene recuperato l identificativo dell assistito che sarà utilizzato nei flussi successivi. b. Il Repository per effettuare la sottomissione di un referto CDA2 e dei relativi metadati previsti dal framework IHE (DocumentRepository_ProvideAndRegisterDocumentSetB).Per la sottomissione è del referto è necessario utilizzare l identificativo regionale ottenuto con l interrogazione anagrafica. Il referto deve essere trasmesso in formato CDA2 come previsto dalle specifiche del TSE Per la firma digitale e la gestione dei fogli di trasformazione dei documenti CDA da inviare si faccia riferimento a quanto definito da CNIPA. c. Il Registry per effettuare la ricerca dei documenti che soddisfano una specifici criteri di ricerca. 5.3 Specifiche messaggistica Messaggio di richiesta token Saml Il messaggio comprende oltre alle intestazioni di WS-Security un tag UsernameToken contenente le credenziali dell operatore che vuole autenticarsi ed ottenere il Token firmato. Il Body contiene la richiesta di un token SAML, RequestSecurityToken. <?xml version='1.0' encoding='utf-8'?> <soapenv:envelope xmlns:soapenv="http://schemas.xmlsoap.org/soap/envelope/" xmlns:wsa="http://www.w3.org/2005/08/addressing"> <soapenv:header> <wsse:security xmlns:wsse="http://docs.oasis-open.org/wss/2004/01/oasis wss- 2 Integrazione_AnagrafeOperatori_AG.doc 3 D Specifiche Tecniche Anagrafe Assistiti Completo_ _vdef.doc

10 wssecurity-secext-1.0.xsd" soapenv:mustunderstand="1"> <wsu:timestamp xmlns:wsu="http://docs.oasis-open.org/wss/2004/01/oasis wsswssecurity-utility-1.0.xsd" wsu:id="timestamp "> <wsu:created> t15:16:06.938z</wsu:created> <wsu:expires> t15:21:06.938z</wsu:expires> </wsu:timestamp> <wsse:usernametoken xmlns:wsu="http://docs.oasis-open.org/wss/2004/01/oasis wsswssecurity-utility-1.0.xsd" wsu:id="usernametoken "> <wsse:username>ccrttl55m08d472i</wsse:username> <wsse:password Type="http://docs.oasis-open.org/wss/2004/01/oasis wss-usernametoken-profile-1.0#PasswordText" > </wsse:Password> </wsse:usernametoken> </wsse:security> <wsa:to>http://localhost:8082/idp-ws/services/basicsamlissuer</wsa:to> <wsa:messageid>urn:uuid:8a2238b7aa83b35dca </wsa:messageid> <wsa:action>http://schemas.xmlsoap.org/ws/2005/02/trust/rst/issue</wsa:action> </soapenv:header> <soapenv:body> <wst:requestsecuritytoken xmlns:wst="http://schemas.xmlsoap.org/ws/2005/02/trust"> <wst:requesttype>http://schemas.xmlsoap.org/ws/2005/02/trust/issue</wst:requesttype > <wst:tokentype>http://docs.oasis-open.org/wss/oasis-wss-saml-token-profile- 1.1#SAMLV1.1</wst:TokenType> <wsp:appliesto xmlns:wsp="http://schemas.xmlsoap.org/ws/2004/09/policy"> <wsa:endpointreference> <wsa:address/> </wsa:endpointreference> </wsp:appliesto> <wst:keytype>http://schemas.xmlsoap.org/ws/2005/02/trust/publickey</wst:keytype> <wst:keysize>256</wst:keysize> </wst:requestsecuritytoken> </soapenv:body> </soapenv:envelope> Messaggio di risposta al messaggio di richiesta token Il messaggio contiene nel SOAP body l asserzione SAML firmata dal modulo server IDP che il client utilizza per effettuare le chiamate verso i servizi.

11 <?xml version='1.0' encoding='utf-8'?> <soapenv:envelope xmlns:soapenv="http://schemas.xmlsoap.org/soap/envelope/" xmlns:xenc="http://www.w3.org/2001/04/xmlenc#" xmlns:wsa="http://www.w3.org/2005/08/addressing"> <soapenv:header> <wsse:security xmlns:wsse="http://docs.oasis-open.org/wss/2004/01/oasis wss-wssecurity-secext-1.0.xsd" soapenv:mustunderstand="1"> <wsu:timestamp xmlns:wsu="http://docs.oasis-open.org/wss/2004/01/oasis wss-wssecurity-utility-1.0.xsd" wsu:id="timestamp "> <wsu:created> t15:16:03.067z</wsu:created> <wsu:expires> t15:21:03.067z</wsu:expires> </wsu:timestamp> </wsse:security> <wsa:action>http://schemas.xmlsoap.org/ws/2005/02/trust/rstr/issue</wsa:action> <wsa:relatesto>urn:uuid:8a2238b7aa83b35dca </wsa:relatesto> </soapenv:header> <soapenv:body> <wst:requestsecuritytokenresponse xmlns:wst="http://schemas.xmlsoap.org/ws/2005/02/trust"> <wst:tokentype>http://docs.oasis-open.org/wss/oasis-wss-saml-token-profile- 1.1#SAMLV1.1</wst:TokenType> <wst:requestedattachedreference> <wsse:securitytokenreference xmlns:wsse="http://docs.oasisopen.org/wss/2004/01/oasis wss-wssecurity-secext-1.0.xsd"> <wsse:reference URI="#_a4f71af ec164694edef4361d4" ValueType="http://docs.oasis-open.org/wss/oasis-wss-saml-token-profile-1.1#SAMLV1.1" /> </wsse:securitytokenreference> </wst:requestedattachedreference> <wst:requestedunattachedreference> <wsse:securitytokenreference xmlns:wsse="http://docs.oasisopen.org/wss/2004/01/oasis wss-wssecurity-secext-1.0.xsd"> <wsse:reference URI="_a4f71af ec164694edef4361d4" ValueType="http://docs.oasis-open.org/wss/oasis-wss-saml-token-profile-1.1#SAMLV1.1" /> </wsse:securitytokenreference> </wst:requestedunattachedreference> <wst:lifetime> <wsu:created xmlns:wsu="http://docs.oasis-open.org/wss/2004/01/oasis wss-wssecurity-utility-1.0.xsd"> T15:16:03.046Z</wsu:Created> <wsu:expires xmlns:wsu="http://docs.oasis-open.org/wss/2004/01/oasis wss-wssecurity-utility-1.0.xsd"> T15:21:03.046Z</wsu:Expires> </wst:lifetime> <wst:requestedsecuritytoken> <Assertion xmlns="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion" xmlns:samlp="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:protocol" xmlns:saml="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion" xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/xmlschema-instance" xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xmlschema"

12 AssertionID="_a4f71af ec164694edef4361d4" IssueInstant=" T15:16:03.058Z" CN=DedalusCA, OU=Sviluppo, O=Dedalus S.p.A., L=Firenze, ST=Firenze, C=IT" MajorVersion="1" MinorVersion="1"> <Conditions NotBefore=" T15:16:03.058Z" NotOnOrAfter=" T16:16:03.058Z" /> <AuthenticationStatement AuthenticationInstant=" T15:16:03.048Z" AuthenticationMethod="urn:oasis:names:tc:SAML:1.0:am:unspecified"> <Subject> <NameIdentifier>VVRTTL55M07D472I</NameIdentifier> <SubjectConfirmation> <ConfirmationMethod>urn:oasis:names:tc:SAML:1.0:cm:holder-ofkey</ConfirmationMethod> <KeyInfo xmlns="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#"> <xenc:encryptedkey xmlns:ds="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#" Id="EncKeyIdurn:uuid:2FE4F707E339CD75D "> <xenc:encryptionmethod Algorithm="http://www.w3.org/2001/04/xmlenc#rsa-1_5" /> <ds:keyinfo> <wsse:securitytokenreference xmlns:wsse="http://docs.oasis-open.org/wss/2004/01/oasis wss-wssecuritysecext-1.0.xsd"> <wsse:keyidentifier EncodingType="http://docs.oasisopen.org/wss/2004/01/oasis wss-soap-message-security-1.0#Base64Binary" ValueType="http://docs.oasis-open.org/wss/oasis-wss-soap-message-security- 1.1#ThumbprintSHA1">pfF7kNK/csb7tO/sRH4ZVqkHThE=</wsse:KeyIdentifier> </wsse:securitytokenreference> </ds:keyinfo> <xenc:cipherdata> <xenc:ciphervalue>ljwgs2spo7feagn+mwamvacsn916pfbvkvyfm7nwqgjbedn7yky fcuqvgtqiybialliumh1calik4doymf90bxiq8srl5mr4e9k+afosdfteaq/i1gfpjeood2leax oo5yrbbzxbixj3+9ncdvsuzmjulay5umretmwk4htf6ds=</xenc:ciphervalue> </xenc:cipherdata> </xenc:encryptedkey> </KeyInfo> </SubjectConfirmation> </Subject> </AuthenticationStatement> <AttributeStatement> <Subject> <NameIdentifier>VVRTTL55M07D472I</NameIdentifier> <SubjectConfirmation> <ConfirmationMethod>urn:oasis:names:tc:SAML:1.0:cm:holder-ofkey</ConfirmationMethod> <KeyInfo xmlns="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#"> <xenc:encryptedkey xmlns:ds="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#" Id="EncKeyIdurn:uuid:2FE4F707E339CD75D "> <xenc:encryptionmethod

13 Algorithm="http://www.w3.org/2001/04/xmlenc#rsa-1_5" /> <ds:keyinfo> <wsse:securitytokenreference xmlns:wsse="http://docs.oasis-open.org/wss/2004/01/oasis wss-wssecuritysecext-1.0.xsd"> <wsse:keyidentifier EncodingType="http://docs.oasisopen.org/wss/2004/01/oasis wss-soap-message-security-1.0#Base64Binary" ValueType="http://docs.oasis-open.org/wss/oasis-wss-soap-message-security- 1.1#ThumbprintSHA1">pfF7kNK/csb7tO/sRH4ZVqkHThE=</wsse:KeyIdentifier> </wsse:securitytokenreference> </ds:keyinfo> <xenc:cipherdata> <xenc:ciphervalue>ljwgs2spo7feagn+mwamvacsn916pfbvkvyfm7nwqgjbedn7yky fcuqvgtqiybialliumh1calik4doymf90bxiq8srl5mr4e9k+afosdfteaq/i1gfpjeood2leax oo5yrbbzxbixj3+9ncdvsuzmjulay5umretmwk4htf6ds=</xenc:ciphervalue> </xenc:cipherdata> </xenc:encryptedkey> </KeyInfo> </SubjectConfirmation> </Subject> <Attribute AttributeName="role" AttributeNamespace="urn:dedasso:attribute"> <AttributeValue>ME</AttributeValue> </Attribute> </AttributeStatement> <ds:signature xmlns:ds="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#"> <ds:signedinfo> <ds:canonicalizationmethod Algorithm="http://www.w3.org/2001/10/xmlexc-c14n#" /> <ds:signaturemethod Algorithm="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#rsa-sha1" /> <ds:reference URI="#_a4f71af ec164694edef4361d4"> <ds:transforms> <ds:transform Algorithm="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#enveloped-signature" /> <ds:transform Algorithm="http://www.w3.org/2001/10/xml-excc14n#"> <ec:inclusivenamespaces xmlns:ec="http://www.w3.org/2001/10/xml-exc-c14n#" PrefixList="code ds kind rw saml samlp typens #default xsd xsi" /> </ds:transform> </ds:transforms> <ds:digestmethod Algorithm="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#sha1" /> <ds:digestvalue>oood1x8j7v2wb4zo3uqcb94vt2y=</ds:digestvalue> </ds:reference> </ds:signedinfo> <ds:signaturevalue>dawfelfslucp1qozzax3/54mnjhifmucwulyx8fglfrrbhdahpledl

14 YCa8c3iHKzY/RbMbhIty/ziFPwdv6KCXLY2EVYg4a1v1PiVqrpQxKd0XmyCr6H1KAZOSD 6KGREAbIFR94J2u5ygTRiF3kEHoA3j3ZTja+61DiqEhA9RXA=</ds:SignatureValue> <ds:keyinfo> <ds:x509data> <ds:x509certificate>miidjzccavigawibagideaahma0gcsqgsib3dqebbauamigum QswCQYDVQQGEwJJVDEQMA4GA1UECBMHRmlyZW56ZTEQMA4GA1UEBxMHRmly ZW56ZTEXMBUGA1UEChMORGVkYWx1cyBTLnAuQS4xETAPBgNVBAsTCFN2aWx1c HBvMRIwEAYDVQQDEwlEZWRhbHVzQ0ExITAfBgkqhkiG9w0BCQEWEmRlZGFsdXND QUBkZWRhLmNvbTAeFw0wODA4MDQxNDQzMTRaFw0wOTA4MDQxNDQzMTRaMGA xczajbgnvbaytaklumrawdgydvqqiewdgaxjlbnplmrcwfqydvqqkew5ezwrhbh VzIFMucC5BLjERMA8GA1UECxMIU3ZpbHVwcG8xEzARBgNVBAMTClRlc3RTZXJ2ZXIw gz8wdqyjkozihvcnaqebbqadgy0amigjaogbajbylbhcb/if54pwarr1rx/p30sd51 PeWu9SsY/Z/96HdnJFOYBl7Na/4VZ6404zBuMSl/el+GbWLcodJZMEcSF9c7bu+fhc7OW UbdEEoLlnuEbYmYy3Y2XE935e1/CJu+OJovX3fHzdbEtwJ8piF2HkBIgH6wYYM7AsCMp/ 76A1AgMBAAGjggEgMIIBHDAJBgNVHRMEAjAAMCwGCWCGSAGG+EIBDQQfFh1P cgvuu1nmiedlbmvyyxrlzcbdzxj0awzpy2f0ztadbgnvhq4efgquvyvywdkvmpst Z9lZRFzAXFQH LckwgcEGA1UdIwSBuTCBtoAU2QbXrQbbTpVrMswHI4MUq8KHPJyhgZqkgZcwgZQxCz AJBgNVBAYT AklUMRAwDgYDVQQIEwdGaXJlbnplMRAwDgYDVQQHEwdGaXJlbnplMRcwFQYDVQQ KEw5EZWRhbHVz IFMucC5BLjERMA8GA1UECxMIU3ZpbHVwcG8xEjAQBgNVBAMTCURlZGFsdXNDQTEh MB8GCSqGSIb3 DQEJARYSZGVkYWx1c0NBQGRlZGEuY29tggEAMA0GCSqGSIb3DQEBBAUAA4GBAC PB5DlNlCaQB5h3 Smscyg4boO4MiQANMK5H6S+zWh72B8Ly/iYy1Rtg8VqKkbR44y2shYoD1Oooax4qFg1L uo1gsla8 o1j+uf8urb2ca5p8jsteqi4jqab7vxailgjgtv3x6dykvhwcvvegtc4mjcvu1xfzzs04zt p7xkqf +odh </ds:x509certificate> </ds:x509data> </ds:keyinfo> </ds:signature> </Assertion> </wst:requestedsecuritytoken> </wst:requestsecuritytokenresponse> </soapenv:body>

15 5.3.3 Messaggio chiamata Proxy-ws con token Saml firmato Il messaggio verso il modulo proxy è costituito nel body da una normale chiamata al servizio applicativo che si desidera invocare. Nell header deve essere inserito il token SAML ottenuto dalla chiamata effettuata all identity provider. Di seguito un esempio di header SOAP: <soapenv:header> <wsse:security xmlns:wsse="http://docs.oasis-open.org/wss/2004/01/oasis wss-wssecurity-secext-1.0.xsd" soapenv:mustunderstand="true"> <Assertion xmlns="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion" xmlns:samlp="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:protocol" xmlns:saml="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion" xmlns:axis2ns1="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion" xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/xmlschema-instance" xmlns:xsd="http://www.w3.org/2001/xmlschema" AssertionID="_a4f71af ec164694edef4361d4" IssueInstant=" T15:16:03.058Z" CN=DedalusCA, OU=Sviluppo, O=Dedalus S.p.A., L=Firenze, ST=Firenze, C=IT" MajorVersion="1" MinorVersion="1"> <Conditions xmlns:axis2ns2="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion" NotBefore=" T15:16:03.058Z" NotOnOrAfter=" T16:16:03.058Z" /> <AuthenticationStatement xmlns:axis2ns3="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion" AuthenticationInstant=" T15:16:03.048Z" AuthenticationMethod="urn:oasis:names:tc:SAML:1.0:am:unspecified"> <Subject xmlns:axis2ns4="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion"> <NameIdentifier xmlns:axis2ns5="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion">vvrttl55m07d472i</nameid entifier> <SubjectConfirmation xmlns:axis2ns6="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion"> <ConfirmationMethod xmlns:axis2ns7="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion">urn:oasis:names:tc:saml:1.0:c m:holder-of-key</confirmationmethod> <KeyInfo xmlns="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#" xmlns:axis2ns8="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#"> <xenc:encryptedkey xmlns:xenc="http://www.w3.org/2001/04/xmlenc#" xmlns:ds="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#" Id="EncKeyIdurn:uuid:2FE4F707E339CD75D "> <xenc:encryptionmethod Algorithm="http://www.w3.org/2001/04/xmlenc#rsa-1_5" /> <ds:keyinfo> <wsse:securitytokenreference> <wsse:keyidentifier EncodingType="http://docs.oasisopen.org/wss/2004/01/oasis wss-soap-message-security-1.0#Base64Binary" ValueType="http://docs.oasis-open.org/wss/oasis-wss-soap-message-security- 1.1#ThumbprintSHA1">pfF7kNK/csb7tO/sRH4ZVqkHThE=</wsse:KeyIdentifier> </wsse:securitytokenreference> </ds:keyinfo> <xenc:cipherdata>

16 <xenc:ciphervalue>ljwgs2spo7feagn+mwamvacsn916pfbvkvyfm7nwqgjbedn7yky fcuqvgtqiybialliumh1calik4doymf90bxiq8srl5mr4e9k+afosdfteaq/i1gfpjeood2leax oo5yrbbzxbixj3+9ncdvsuzmjulay5umretmwk4htf6ds=</xenc:ciphervalue> </xenc:cipherdata> </xenc:encryptedkey> </KeyInfo> </SubjectConfirmation> </Subject> </AuthenticationStatement> <AttributeStatement xmlns:axis2ns9="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion"> <Subject xmlns:axis2ns10="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion"> <NameIdentifier xmlns:axis2ns11="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion">vvrttl55m07d472i</namei dentifier> <SubjectConfirmation xmlns:axis2ns12="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion"> <ConfirmationMethod xmlns:axis2ns13="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion">urn:oasis:names:tc:saml:1.0: cm:holder-of-key</confirmationmethod> <KeyInfo xmlns="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#" xmlns:axis2ns14="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#"> <xenc:encryptedkey xmlns:xenc="http://www.w3.org/2001/04/xmlenc#" xmlns:ds="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#" Id="EncKeyIdurn:uuid:2FE4F707E339CD75D "> <xenc:encryptionmethod Algorithm="http://www.w3.org/2001/04/xmlenc#rsa-1_5" /> <ds:keyinfo> <wsse:securitytokenreference> <wsse:keyidentifier EncodingType="http://docs.oasisopen.org/wss/2004/01/oasis wss-soap-message-security-1.0#Base64Binary" ValueType="http://docs.oasis-open.org/wss/oasis-wss-soap-message-security- 1.1#ThumbprintSHA1">pfF7kNK/csb7tO/sRH4ZVqkHThE=</wsse:KeyIdentifier> </wsse:securitytokenreference> </ds:keyinfo> <xenc:cipherdata> <xenc:ciphervalue>ljwgs2spo7feagn+mwamvacsn916pfbvkvyfm7nwqgjbedn7yky fcuqvgtqiybialliumh1calik4doymf90bxiq8srl5mr4e9k+afosdfteaq/i1gfpjeood2leax oo5yrbbzxbixj3+9ncdvsuzmjulay5umretmwk4htf6ds=</xenc:ciphervalue> </xenc:cipherdata> </xenc:encryptedkey> </KeyInfo> </SubjectConfirmation> </Subject> <Attribute xmlns:axis2ns15="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion" AttributeName="role" AttributeNamespace="urn:deda-sso:attribute"> <AttributeValue xmlns:axis2ns16="urn:oasis:names:tc:saml:1.0:assertion">me</attributevalue> </Attribute> </AttributeStatement>

17 <ds:signature xmlns:ds="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#"> <ds:signedinfo> <ds:canonicalizationmethod Algorithm="http://www.w3.org/2001/10/xml-excc14n#" /> <ds:signaturemethod Algorithm="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#rsasha1" /> <ds:reference URI="#_a4f71af ec164694edef4361d4"> <ds:transforms> <ds:transform Algorithm="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#enveloped-signature" /> <ds:transform Algorithm="http://www.w3.org/2001/10/xml-exc-c14n#"> <ec:inclusivenamespaces xmlns:ec="http://www.w3.org/2001/10/xmlexc-c14n#" PrefixList="code ds kind rw saml samlp typens #default xsd xsi" /> </ds:transform> </ds:transforms> <ds:digestmethod Algorithm="http://www.w3.org/2000/09/xmldsig#sha1" /> <ds:digestvalue>oood1x8j7v2wb4zo3uqcb94vt2y=</ds:digestvalue> </ds:reference> </ds:signedinfo> <ds:signaturevalue>dawfelfslucp1qozzax3/54mnjhifmucwulyx8fglfrrbhdahpledl YCa8c3iHKzY/RbMbhIty/ziFPwdv6KCXLY2EVYg4a1v1PiVqrpQxKd0XmyCr6H1KAZOSD 6KGREAbIFR94J2u5ygTRiF3kEHoA3j3ZTja+61DiqEhA9RXA=</ds:SignatureValue> <ds:keyinfo> <ds:x509data> <ds:x509certificate>miidjzccavigawibagideaahma0gcsqgsib3dqebbauamigum QswCQYDVQQGEwJJVDEQMA4GA1UECBMHRmlyZW56ZTEQMA4GA1UEBxMHRmly ZW56ZTEXMBUGA1UEChMORGVkYWx1cyBTLnAuQS4xETAPBgNVBAsTCFN2aWx1c HBvMRIwEAYDVQQDEwlEZWRhbHVzQ0ExITAfBgkqhkiG9w0BCQEWEmRlZGFsdXND QUBkZWRhLmNvbTAeFw0wODA4MDQxNDQzMTRaFw0wOTA4MDQxNDQzMTRaMGA xczajbgnvbaytaklumrawdgydvqqiewdgaxjlbnplmrcwfqydvqqkew5ezwrhbh VzIFMucC5BLjERMA8GA1UECxMIU3ZpbHVwcG8xEzARBgNVBAMTClRlc3RTZXJ2ZXIw gz8wdqyjkozihvcnaqebbqadgy0amigjaogbajbylbhcb/if54pwarr1rx/p30sd51 PeWu9SsY/Z/96HdnJFOYBl7Na/4VZ6404zBuMSl/el+GbWLcodJZMEcSF9c7bu+fhc7OW UbdEEoLlnuEbYmYy3Y2XE935e1/CJu+OJovX3fHzdbEtwJ8piF2HkBIgH6wYYM7AsCMp/ 76A1AgMBAAGjggEgMIIBHDAJBgNVHRMEAjAAMCwGCWCGSAGG+EIBDQQfFh1PcG VuU1NMIEdlbmVyYXRlZCBDZXJ0aWZpY2F0ZTAdBgNVHQ4EFgQUVYvYwDkvMPStZ9l ZRFzAXFQHLckwgcEGA1UdIwSBuTCBtoAU2QbXrQbbTpVrMswHI4MUq8KHPJyhgZqkg ZcwgZQxCzAJBgNVBAYTAklUMRAwDgYDVQQIEwdGaXJlbnplMRAwDgYDVQQHEwdG axjlbnplmrcwfqydvqqkew5ezwrhbhvzifmucc5bljerma8ga1uecxmiu3zpbhvw cg8xejaqbgnvbamtcurlzgfsdxndqtehmb8gcsqgsib3dqejaryszgvkywx1c0 NBQGRlZGEuY29tggEAMA0GCSqGSIb3DQEBBAUAA4GBACPB5DlNlCaQB5h3Smscyg 4boO4MiQANMK5H6S+zWh72B8Ly/iYy1Rtg8VqKkbR44y2shYoD1Oooax4qFg1LuO1GS La8o1J+UF8urb2cA5P8JsTeqi4JQAB7VXaiLgjGtv3x6dyKVhWcVvEgTC4MjCVU1xFZzS0 4ZTp7xKqf+odh</ds:X509Certificate> </ds:x509data> </ds:keyinfo> </ds:signature> </Assertion> </wsse:security>

18 <wsa:to>http://localhost:9999/soap/documentrepository_provideandregisterdocuments etb</wsa:to> <wsa:messageid>urn:uuid:8a2238b7aa83b35dca </wsa:messageid> <wsa:action>documentrepository_provideandregisterdocumentsetb</wsa:action> </soapenv:header> Messaggio risposta proxy-ws In caso di risposta con esito positivo il modulo proxy risponde con il messaggio proprio del servizio invocato così come nel caso di errori che potremmo definire nativi che sono tornati dagli applicativi dopo i controlli effettuati dal modulo Access Gateway. In caso di errori durante la fase di trattamento del messaggio da parte del modulo proxy questo ritorna il seguente formato di errore: <soapenv:fault xmlns:soapenv="http://schemas.xmlsoap.org/soap/envelope/"> <faultcode>axis2ns3:203</faultcode> <faultstring>org.apache.synapse.synapseexception: ruoli 'ME' non abilitati per operazione 'READ', documento 'registrystoredquery' e confidentiality code 'NA' (urn:ihe:iti:2007:registrystoredquery).</faultstring> <detail/> </soapenv:fault> Di seguito uno schema degli errori: Cod. Descrizione Errore 201 INVALID_DATE Data dell'asserzione SAML non valida 202 INCOMPATIBLE_ROLES Ruolo utente e/o operazione invocata non censito.(profile.xml) 203 ABILITAZIONE_MEDIATOR L operazione invocata non è consentita 204 REPOSITORY_RETRIEVE_MEDIATOR Repository non trovato N/A 205 OUT_FILTER Errore generico N/A filtraggio risultati 206 ROLE_MEDIATOR Errore generico AG N/A 101 DOCUMENT_TYPE_MEDIATOR Non è possibile stabilire N/A il tipo di documento 102 OPERATION_MEDIATOR Non è possibile stabile N/A il tipo di operazione 104 ROLE_RETRIEVER_COD_FISC_UTENTE Non è possibile estrarre N/A il CF dell utente 105 ROLE_RETRIEVER_COD_FISC_MMG Non è possibile estrarre N/A il CF del MMG 106 ARIT_SERVICES_NOT_STARTED Il client non è avviato correttamente 108 CUSTOM_CLASS_MEDIATOR Errore generico Access Gateway Comportamento Far effettuare nuovamente la login. N/A N/A Avviare nuovamente il Client Tentare nuovamente l invocazione

19 6 Client Legacy Sul fronte territoriale, l architettura proposta si apre all integrazione con il software applicativo installato sulla Postazione di Lavoro (PdL) dell attore MMG/PLS. Il flusso operativo, che chiameremo di pubblicazione, prevede che il MMG/PLS sia dotato di un software di cartella clinica provvisto dei componenti di Add-On e Plug-In, anch essi installati sulla PdL, che gli permettano, rispettivamente: la redazione dei documenti (PS, SSI, prescrizioni farmaceutiche e diagnostiche, ecc.) nel formato HL7 CDA2 e la trasmissione di questi al FSE (cfr. Figura 3). Il flusso operativo di consultazione consentirà la ricezione delle notifiche di disponibilità di documenti, il loro reperimento e l interrogazione del Registry. Client MMG/PLS PlugIn Back End Add-On Repository FSE: Prescrizioni Farmaceutiche e Diagnostiche Cartella clinica Informatizzata MMG/PLS Figura 3 Architettura della PdL

20

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE Pag. 1 di 14 INDICE 1. Glossario... 3 2. il servizio SPCoop - Ricezione... 5 3. Il web-service RicezioneFatture... 8 3.1 Operazione RiceviFatture... 9 3.1.1

Dettagli

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO

MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO MODALITÀ DI QUALIFICAZIONE DELLA PORTA DI DOMINIO Versione 1.1 INDICE 1. PREFAZIONE 3 1.1 Autori 3 1.2 Modifiche Documento 3 1.3 Riferimenti 4 1.4 Acronimi e Definizioni 4 2. OBIETTIVI E CONTESTO DI RIFERIMENTO

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

Infrastrutture tecnologiche abilitanti della Regione Marche

Infrastrutture tecnologiche abilitanti della Regione Marche Infrastrutture tecnologiche abilitanti della Regione Marche II contenuto del presente documento costituisce materiale riservato e soggetto a copyright. 1 di 39 REDATTO DA < Amici Cinzia > Firma Data 18/01/2011

Dettagli

Ultimo aggiornamento sett13

Ultimo aggiornamento sett13 Ultimo aggiornamento sett13 INDICE 1. Invio singolo SMS tramite richiesta POST/GET HTTP...3 1.1 - Messaggi singoli concatenati...4 2. Invio multiplo SMS tramite richiesta POST/GET HTTP...4 2.1 - Messaggi

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina 2014 Next MMG Semplicità per il mondo della medicina Documento che illustra le principali caratteristiche di Next MMG EvoluS Srl Corso Unione Sovietica 612/15B 10135 Torino tel: 011.1966 5793/4 info@evolu-s.it

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

OsSC Corso Formazione Normativa e processo

OsSC Corso Formazione Normativa e processo OsSC Corso Formazione Normativa e processo Paola Aita, Antonio Galluccio, Raffaella Maione Febbraio Aprile 2014 Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa presentazione sono

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE SETTEMBRE 2013 DATASIEL S.p.A Pag. 2/23 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 1.1. Scopo...3 1.2. Servizio Assistenza Utenti...3 2. UTILIZZO DEL PROGRAMMA...4 2.1. Ricevere

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO REGIONE BASILICATA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA INTEGRATO SERB ECM DELLA REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06)

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria MANUALE D USO 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2.... 4 3. INVIO CERTIFICATO DI MALATTIA... 4 3.1 SELEZIONE...

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria -

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - ART. 1 - Oggetto: Il presente Regolamento disciplina i casi e

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1 SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013 Versione 1.1 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 DEFINIZIONI 4 2. MODALITÀ DI EMISSIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA DA BOLLO DIGITALE Allineato alla versione 1.7 delle Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC Versione 1.0 - febbraio 2015 STATO DEL DOCUMENTO revisione data note

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Informazioni sul documento Redatto da Ruben Pandolfi Responsabile del Manuale Operativo Approvato da Claudio Corbetta Amministratore Delegato

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Programma Servizi Centralizzati s.r.l.

Programma Servizi Centralizzati s.r.l. Via Privata Maria Teresa, 11-20123 Milano Partita IVA 09986990159 Casella di Posta Certificata pecplus.it N.B. si consiglia di cambiare la password iniziale assegnata dal sistema alla creazione della casella

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

INDICE 1. DESCRIZIONE DEL CONTESTO ------------------------------------------------------------------- 4

INDICE 1. DESCRIZIONE DEL CONTESTO ------------------------------------------------------------------- 4 Appendice 1: Allegato Tecnico Servizio di consulenza specialistica e dei servizi di sviluppo, manutenzione ed evoluzione dei sistemi di Business Process Management (BPM) e di Business Intelligence (BI)

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4 Banche Dati del Portale della Trasparenza Manuale del sistema di gestione Versione 2.4 Sommario Introduzione e definizioni principali... 3 Albero dei contenuti del sistema Banche Dati Trasparenza... 3

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Guida al primo accesso sul SIAN

Guida al primo accesso sul SIAN Guida al primo accesso sul SIAN Il presente documento illustra le modalità operative per il primo accesso al sian e l attivazione dell utenza per poter fruire dei servizi presenti nella parte privata del

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

GUIDA ALLA GESTIONE DEI TICKET REV. 1. guida_gestione_tck_rev1.doc - 1 di 9

GUIDA ALLA GESTIONE DEI TICKET REV. 1. guida_gestione_tck_rev1.doc - 1 di 9 GUIDA ALLA GESTIONE DEI TICKET REV. 1 guida_gestione_tck_rev1.doc - 1 di 9 INTRODUZIONE Dopo aver utilizzato internamente per alcuni anni il nostro software di Ticketing, abbiamo deciso di metterlo a disposizione

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Il trattamento dei dati personali e l utilizzo degli strumenti informatici in ambito lavorativo

Il trattamento dei dati personali e l utilizzo degli strumenti informatici in ambito lavorativo Il trattamento dei dati personali e l utilizzo degli strumenti informatici in ambito lavorativo Argomenti 1) Trattamento dei dati personali. Cenno ai principi generali per il trattamento e la protezione

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Sommario INTRODUZIONE... 3 IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO... 3 OBBLIGO DEL DEPOSITO

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

Business Process Modeling and Notation e WebML

Business Process Modeling and Notation e WebML Business Process Modeling and Notation e WebML 24 Introduzione I Web Service e BPMN sono standard de facto per l interoperabilità in rete a servizio delle imprese moderne I Web Service sono utilizzati

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2013 Progetto Istanze On Line ESAMI DI STATO ACQUISIZIONE MODELLO ES-1 ON-LINE 18 Febbraio 2013 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 COMPILAZIONE DEL MODULO

Dettagli