Fruibilità dell Informazione Ambientale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fruibilità dell Informazione Ambientale"

Transcript

1 Fruibilità dell Informazione Ambientale Nicoletta Sannio, Mariano Casula Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato della Difesa Ambiente, Sevizio S.A.V.I Abstract Il Sistema Informativo Regionale Ambientale (SIRA) della Regione Sardegna è stato realizzato in coerenza con gli standard della rete nazionale SINAnet promossa dall ISPRA, ponendo tra gli obiettivi l integrazione con i sistemi nazionali di scambio e condivisione di dati ambientali. Il SIRA è strutturato su tre distinti livelli: utente, livello applicativo e dei servizi (tramite web service), livello dati. Il sistema si caratterizza per la condivisione di un unica base comune di conoscenza ambientale nella quale le informazioni ambientali sono condivise a prescindere dalle competenze amministrative. L interfaccia web del SIRA consente di visualizzare e di accedere a singoli applicativi relativi a moduli comuni, a moduli specializzati (distinti per area tematica) ed alla gestione dei vocabolari di controllo. Attualmente il SIRA è nella sua fase conclusiva e verrà rilasciato a breve per quanto riguarda il suo utilizzo da parte degli utenti. E stato già bandito il secondo stralcio funzionale del SIRA che prevede, oltre al completamento/aggiornamento dei moduli già esistenti, la realizzazione di nuovi moduli applicativi dedicati a tematiche ambientali specifiche ed alla gestione di procedimenti amministrativi. Descrizione del progetto S.I.R.A. Il Sistema Informativo Regionale Ambientale della Regione Sardegna, è stato realizzato nell ambito del Programma operativo relativo alla Misura 1.7 Azione b) del POR Sardegna , che è finalizzata all aggiornamento, all adeguamento tecnologico e funzionale del Sistema informativo Regionale Ambientale. Il Sistema è stato realizzato da un raggruppamento temporaneo di imprese a seguito di un bando di gara espletato dal Servizio S.A.V.I. dell Assessorato della difesa dell ambiente della Regione Sardegna. Il progetto S.I.R.A. trova la sua collocazione nell ambito del progetto nazionale SINA ed è stato quindi realizzato in conformità agli standard della rete SINAnet, ovvero ponendo tra gli obiettivi l integrazione con i sistemi nazionali di scambio o condivisione di dati ambientali (partecipazione alla rete nazionale SINAnet). I Servizi che vengono messi a disposizione dal SIRA Sardegna sono sia di carattere specifico, attraverso la realizzazione di moduli applicativi specializzati, dedicati alle diverse aree tematiche, sia di carattere trasversale, attraverso moduli che forniscono un notevole ausilio nei processi decisionali propri della Pubblica amministrazione. Il SIRA vede come propri utenti primari gli Enti e le Pubbliche amministrazioni, i quali trovano nel sistema uno strumento fondamentale tramite il quale svolgere le proprie attività connesse alle diverse tematiche ambientali e disporre di un sistema informativo che fornisca gli strumenti in grado di gestire la complessità analitica e decisionale. 1

2 Con tale Sistema la PA può inoltre disporre di uno strumento che consente di attuare un monitoraggio continuo sull efficacia delle decisioni in materia ambientale. L accesso degli Enti e delle pubbliche amministrazioni al SIRA avviene mediante un portale intranet al quale possono accedere gli utenti abilitati nelle aree di propria competenza. Oltre agli Enti ed alle Pubbliche Amministrazioni, avranno accesso al SIRA anche i cittadini e le imprese, mediante il Portale internet SardegnaAmbiente, attraverso il quale verranno colmati gli obblighi informativi verso i cittadini. Il secondo stralcio del SIRA, di imminente realizzazione, prevede il completamento dell intero sistema e la possibilità per le imprese di utilizzare il SIRA per predisporre on-line documenti o richieste di autorizzazione. Gli obiettivi principali della realizzazione del SIRA Sardegna riguardano l esigenza di integrare ed utilizzare efficacemente le banche dati ed il patrimonio informativo esistente presso i diversi Servizi Regionali e presso altri Enti, al fine di giungere alla condivisione del patrimonio stesso. In questo modo si avrà la possibilità di fornire alla Pubblica Amministrazione servizi indispensabili per la propria attività, tra i quali mettere a disposizione uno strumento di supporto ai processi decisionali, ad esempio nelle procedure di VIA, valutazione d incidenza, VAS, pianificazione a scala regionale, piani di azione locale, certificazioni, ecc. Un altro obiettivo fondamentale che è stato possibile raggiungere mediante la realizzazione del progetto è stato quello di creare una comune base di conoscenza ambientale regionale nella quale far confluire le basi dati di carattere ambientale esistenti presso i diversi Enti e Pubbliche Amministrazioni e garantire i flussi dati che ne possono permettere l aggiornamento, garantendo altresì la qualità della comune base di conoscenza e al contempo creare le condizioni per una efficace integrazione delle informazioni ambientali prodotte dalle diverse fonti e dagli esistenti sistemi di monitoraggio ambientale. Infine, è da ritenere fondamentale anche la possibilità di assicurare maggiore efficienza e, secondo i principi dell e-goverment, maggiore trasparenza nella gestione dei procedimenti amministrativi. Architettura del SIRA Sardegna L architettura logica che è stata presa a riferimento per il SIRA è quella che comunemente viene definita SOA (Service Oriented Architecture), la quale prevede la composizione secondo tre distinti livelli logici: 1. livello utente, che rappresenta l interfaccia di accesso alle applicazioni tramite web browser (portali SardegnaAmbiente e portale intranet di accesso), con le diverse funzionalità di accesso al sistema di servizi; 2

3 2. livello applicativo e dei servizi (web services), comprendente sia i servizi applicativi specializzati (moduli applicativi dedicati alle diverse aree tematiche ed il modulo dedicato alla gestione dei procedimenti amministrativi ambientali - GPA), sia i servizi di base che il sistema mette a disposizione delle applicazioni utente (Modulo Comune). 3. livello dati che raccoglie le diverse tipologie e forme di organizzazione dei dati facenti parte della comune base di conoscenza del SIRA e delle diverse applicazioni specializzate (Modulo GMIA). Nel suo livello applicativo il SIRA si compone di diversi servizi (Moduli applicativi) specializzati: 1. Il Modulo di gestione misure da reti di monitoraggio automatico. Questo modulo consente la consultazione, il controllo e l elaborazione dei dati derivanti da reti di monitoraggio della qualità dell aria, dei parametri idro-meteo-pluviometrici, qualità di acque superficiali e sotterranee, monitoraggio delle radiazioni elettromagnetiche. 2. Il Modulo Aria, clima ed emissioni in atmosfera, che comprende i diversi catasti delle sorgenti di emissioni in atmosfera, siano esse di carattere puntuale, areale o lineare. 3. Il Modulo Acque interne, sotterranee e marino costiere, comprendente diversi catasti, tra i quali quelli relativi agli scarichi idrici, agli impianti di depurazione, pozzi, piezometri, sorgenti e captazioni idriche. 4. Il Modulo Territorio, suolo e siti contaminati, comprendente il Catasto siti contaminati, 5. Il Modulo Rifiuti e flussi di materiali, che contiene al suo interno il Catasto degli Impianti di Gestione Rifiuti, il Catasto Apparecchi contenenti PCB, i moduli dedicati alla consultazione ed alla bonifica delle dichiarazioni MUD 6. il Modulo dell Area tematica Agenti Fisici, comprensivo dei Catasti delle infrastrutture di Radiocomunicazione e delle infrastrutture di distribuzione dell energia Le Fonti dati del SIRA Le fonti dati che contribuiscono ad arricchire il data base del SIRA sono rappresentate in larga parte dai soggetti che a regime saranno i veri e propri utenti del sistema stesso, ossia in primo luogo gli Enti interni alla Regione Sardegna e gli altri enti quali la Camera di Commercio (Catasto imprese), le Province (cui competono ad esempio le autorizzazioni per gli scarichi idrici, le emissioni in atmosfera, ecc.), l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Sardegna (ARPAS) che ha le competenze in merito all attività di controllo e monitoraggio, il SITR (Sistema informativo territoriale della Regione Sardegna) il quale, grazie all interfacciamento con il SIRA, fornisce a quest ultimo tutte le funzionalità cartografiche (carta degli usi del suolo, ortofoto, carta tecnica regionale, carta geologica, ecc.). Tale interfacciamento permette agli utenti del SIRA, associando i tematismi cartografici messi a disposizione dal SITR con le funzionalità proprie del SIRA (funzioni ponte ArcGIS) e soprattutto con le funzionalità del modulo 3

4 Cartografico del SIRA, di svolgere diverse elaborazioni che potranno essere messe a disposizione di altri utenti. Il DB del SIRA, attraverso il Modulo Comune, consente l acquisizione delle diverse tipologie e forme di organizzazione dei dati che implementano la Comune base di conoscenza ambientale del Sistema. Il Modello dei Dati è organizzato secondo gli standard SINAnet in tre sezioni, denominate rispettivamente: 1. Realtà di Riferimento, 2. Realtà Ambientale, 3. Realtà di Governo. La Realtà di Riferimento (RKB) è la sezione che definisce i contesti, gli ambiti, le matrici in cui si manifestano fatti, fenomeni e problemi ambientali. La Realtà Ambientale (EKB) è la sezione cui appartengono fatti e fenomeni ambientali, bersaglio diretto delle politiche, delle strategie e delle azioni esercitate da Enti e soggetti competenti, appartenenti alla Realtà di Governo. La Realtà di Governo (GKB) è la sezione composta da Enti ed organismi che hanno competenza e svolgono funzioni di rilievo nei confronti della realtà ambientale. Modello concettuale All interno del modello concettuale alla base del SIRA (figura 1) è di fondamentale importanza il concetto di OST, ossia di Oggetti e Strutture Territoriali, che rappresentano quelle entità o oggetti che si posizionano sul territorio, proiettando su di esso determinate impronte e forme geometriche e che sono interessate da fatti e fenomeni di rilevanza ambientale (FIA) e da Disposizioni, interventi ed azioni (DIA). L organizzazione degli oggetti sottoforma di OST e le relazioni con cui sono legati alle FIA ed alle DIA, permette di fornire al sistema un tessuto unitario di riferimento per le informazioni ambientali ed allo stesso tempo fornisce al Sistema una grande flessibilità ed adattabilità rispetto alle nuove esigenze. Per quanto riguarda l architettura tecnologica che sta alla base del Sistema del SIRA è importante sottolineare che gli applicativi si basano su un Data base Management System ORACLE, mentre per quanto riguarda le piattaforme applicative, esse possono essere distinte in due parti: quelle di tipo Open Source, apportano al sistema caratteristiche di flessibilità tecnologica e consentono notevoli possibilità di un futuro sviluppo, mentre quelle di tipo proprietario sono riferite ad applicativi altamente specifici, tra cui ArcGIS Server. I servizi del SIRA non richiedono l installazione di particolari applicativi, in quanto i servizi e le funzionalità vengono messe a disposizione via web. Per quanto riguarda l interfaccia del SIRA, la home page principale (figura 2) consente di visualizzare e di accedere ai singoli applicativi software relativi ai moduli comuni (modulo di ricerca dei soggetti, modulo cartografico, modulo dedicato agli indicatori), ai moduli 4

5 specializzati del SIRA, suddivisi per area tematica, ed alla gestione dei vocabolari di controllo. Per quanto riguarda la ricerca di un soggetto o di un oggetto inserito nel SIRA e quindi per poter anche svolgere qualsiasi altra operazione che li coinvolga (inserimento di un atto, di una procedura amministrativa, ecc.), queste possono essere effettuate o attraverso una ricerca in mappa oppure attraverso una ricerca testuale. Accedendo ad una qualsiasi delle sezioni tematiche del SIRA, in relazione ad un qualsiasi Oggetto e Struttura Territoriale (OST), comparirà un interfaccia strutturata sempre allo stesso modo, ossia con una finestra suddivisa in due parti (figura 3): nella parte a sinistra è visualizzata una struttura ad albero, ossia il Contesto degli OST in esame, nel quale vengono riportati i dati della Sede Legale di appartenenza dell OST, i dati dell Unità Locale di appartenenza ed infine, i dati descrittivi propri dell OST. Nella parte destra sono visualizzate le relazioni che coinvolgono l OST selezionato con i diversi soggetti/oggetti del sistema, organizzate attraverso diverse sezioni: - dati correnti che riguardano la caratterizzazione corrente dell OST, il suo attuale stato operativo ed i report attuali; - dati storici dell OST e cioè l elenco delle caratterizzazioni storicizzate dei dati tecnici dell'elemento selezionato, con indicazione della fonte di provenienza del dato; - Relazioni tra l elemento selezionato e altri soggetti/oggetti del sistema; - Atti e Disposizioni Amministrative (ADA), ossia un elenco cronologico di atti, comunicazioni, disposizioni collegate all'elemento selezionato; - Dichiarazioni, ossia l elenco cronologico delle comunicazioni di interesse ambientale (CIA) collegate all'elemento selezionato; - Procedimenti della Pubblica Amministrazione (Procedimenti PA). Funzionalità cartografiche Le funzionalità cartografiche del SIRA comprendono strumenti di ricerca, riferite agli OST catalogati nel sistema, i quali operano in modalità alfanumerica e cartografica e possono essere utilizzati mediante web browser. Il web browser non richiede un installazione locale di componenti e licenze particolari, pertanto consente di rendere disponibili a numerosi utenti alcune utili elaborazioni di geoprocessing. Tra queste il geoprocessing di base: per ciascun oggetto (OST) è possibile individuare una posizione sul territorio ed inserire, modificare, cancellare la geometria dell oggetto, nonché visualizzarla in qualsiasi momento. I dati vengono memorizzati nel sistema come elementi della "caratterizzazione" dell'oggetto (OST) e come tali sono disponibili nella pagina della caratterizzazione dell Oggetto (OST). Altre funzionalità sono invece quelle offerte dal geoprocessing avanzato: per meglio contestualizzare l oggetto (OST) corrente, rispetto agli altri oggetti presenti nel sistema, il modulo cartografico integrato negli applicativi consente all operatore di effettuare anche 5

6 alcune operazioni di geoprocessing più avanzato, come ad esempio l osservazione dell oggetto e delle sue relazioni rispetto al contesto presente al suo intorno. Tali funzionalità consentono di navigare nelle mappe e di effettuare elaborazioni cartografiche avanzate, per quanto sia possibile in un ambiente webbrowser. In generale questo componente del modulo cartografico, fornito con tecnologia webgis, ha lo scopo di divulgare quelle funzionalità minime di elaborazione cartografica che possano risultare di utilità comune. Le funzionalità relative al geoprocessing analitico sfruttano il client ArcGIS Desktop e le sue estensioni (3DAnalist). Con ArcGIS Desktop si ha la possibilità di effettuare elaborazioni sofisticate accedendo ai dati cartografici del geodatabase del SIRA, offrendo la possibilità di impostare filtri, creare mappe personalizzate, utilizzare tutte le funzionalità tipiche dei client cartografici desktop. Le estensioni del prodotto 3DAnalist ne estendono le funzionalità, permettendo di accedere al repertorio e di caricare tutti i dati che servono, forniti direttamente in base all utente collegato. Con questo client l utente ha a disposizione tutte le funzioni disponibili nella suite ArcGis Desktop. Per ciascun oggetto (OST) è possibile individuare una posizione sul territorio ed inserire, modificare, cancellare la geometria dell oggetto (editing della geometria), nonché visualizzarla in qualsiasi momento. I dati vengono memorizzati nel sistema come elementi della "caratterizzazione" dell'oggetto (OST) e come tali sono disponibili nella pagina della caratterizzazione dell Oggetto (OST), ossia contestualmente alle informazioni alfanumeriche. Tra le funzionalità offerte dal Modulo Cartografico del SIRA vi è la possibilità di accedere ai layer catalogati e messi a disposizione dal Servizio informativo territoriale Regionale (SITR), attraverso i Web Map Services allo scopo predisposti dal SITR. Per consultare i dati geografici attraverso il SIRA esistono diverse modalità: il canale primario di accesso è rappresentato dall applicativo WebGIS proprio del SIRA, per accedere al quale occorre una procedura di profilazione degli utenti che, in relazione alle proprie competenze, potranno accedere a diversi livelli; gli altri canali di accesso sono rappresentati dallo strumento ArcGIS Desktop, dal portale Sardegna Ambiente e dai Servizi WMS (Web Map Services). Si rileva che quanto sopra esposto è relativo al primo stralcio funzionale del Progetto SIRA, al quale farà seguito un ulteriore sviluppo del sistema attraverso il secondo stralcio funzionale. Il secondo stralcio comprenderà la realizzazione di nuovi moduli software e di servizi necessari al completamento del progetto di implementazione del SIRA. Il progetto comprende anche i sistemi operazionali che rappresentano le principali fonti di aggiornamento del SIRA: il modulo per la gestione dei procedimenti ambientali e l interfacciamento con i sistemi di gestione delle attività tecniche dell ARPAS Sardegna. Il progetto prevede, inoltre, la realizzazione di alcuni Osservatori intesi come strumenti per 6

7 gestire ed orientare la lettura dei dati di particolare interesse per la Governance dell ambiente (ad esempio Osservatorio delle coste, Osservatorio delle Biodiversità). Riferimenti Autori Nicoletta Sannio, Responsabile del settore Sistemi Informativi Ambientali dell Assessorato della Difesa dell Ambiente, Regione Sardegna Mariano Casula, funzionario presso il settore Sistemi Informativi Ambientali dell Assessorato della Difesa dell Ambiente, Regione Sardegna 7

Tecnologie abilitanti per la GeoBusiness Intelligence e gli open data: la suite di prodotti StatPortal

Tecnologie abilitanti per la GeoBusiness Intelligence e gli open data: la suite di prodotti StatPortal 13/06/2013 Alessandro Greco Tecnologie abilitanti per la GeoBusiness Intelligence e gli open data: la suite di prodotti La suite Professional Open Open Cosa è: piattaforma interamente open source che affianca

Dettagli

Paolo Dilda Dipartimento di Architettura e Pianificazione Laboratorio Analisi Dati e Cartografia

Paolo Dilda Dipartimento di Architettura e Pianificazione Laboratorio Analisi Dati e Cartografia Informazioni geografiche per il governo del territorio. L uso di software open source per la gestione della cartografia comunale: l esperienza dei comuni della Provincia di Lecco Dipartimento di Architettura

Dettagli

La visualizzazione del layer informativo in un webgis open source: un sistema di gestione tensoriale del dato ambientale per p.mapper.

La visualizzazione del layer informativo in un webgis open source: un sistema di gestione tensoriale del dato ambientale per p.mapper. La visualizzazione del layer informativo in un webgis open source: un sistema di gestione tensoriale del dato ambientale per p.mapper. M. Comelli IFAC-CNR (Istituto di Fisica Applicata Nello Carrara del

Dettagli

Il Geoportale dei Progetti Sismologici DPC-INGV 2012-2013

Il Geoportale dei Progetti Sismologici DPC-INGV 2012-2013 Il Geoportale dei Progetti Sismologici DPC-INGV 2012-2013 AUTORI Maurizio Pignone - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia - maurizio.pignone@ingv.it Pierluigi Cara - Dipartimento della Protezione

Dettagli

OT-online. online: Soluzione Web per la Georeferenziazione dei Soggetti Ambientali PROVINCIA DI VERCELLI. Oriana Benazzi

OT-online. online: Soluzione Web per la Georeferenziazione dei Soggetti Ambientali PROVINCIA DI VERCELLI. Oriana Benazzi OT-online online: Soluzione Web per la Georeferenziazione dei Soggetti Ambientali Oriana Benazzi Settore Tutela Ambientale COS E OT-online Soluzione software per la consultazione e la georeferenziazione

Dettagli

Moka Web La nuova architettura Moka

Moka Web La nuova architettura Moka Web La nuova architettura Moka Moka Web La nuova architettura Moka Cosa era il vecchio Moka Alla fine degli anni 90 la Regione Emilia-Romagna decise di realizzare uno strumento che rendesse facilmente

Dettagli

I Sistemi Informativi Territoriali

I Sistemi Informativi Territoriali I Sistemi Informativi Territoriali Dal Desktop al Web Nuove strategie di condivisione dell Informazione Geografica Palazzo Riccio di Morana INTEA Srl Informatica Territorio e Ambiente I Sistemi Informativi

Dettagli

SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO STUDIO DI FATTIBILITA

SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO STUDIO DI FATTIBILITA COMUNE DI VENEZIA Ministero delle Infrastrutture DIREZIONE SVILUPPO DEL TERRITORIO ED EDILIZIA SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE ED

Dettagli

Forum PA. della Regione Sardegna (S.I.R.A.) ASSESSORATO DELLA DIFESA DELL AMBIENTE. informativi ambientali(s.a.v.i.)

Forum PA. della Regione Sardegna (S.I.R.A.) ASSESSORATO DELLA DIFESA DELL AMBIENTE. informativi ambientali(s.a.v.i.) Forum PA Il Sistema Informativo Regionale Ambientale della Regione Sardegna (S.I.R.A.) a cura di: ASSESSORATO DELLA DIFESA DELL AMBIENTE Servizio io sostenibilità ambientale e valutazione impatti e sistemi

Dettagli

GEODATABASE E SISTEMA DI GESTIONE DEI DATI TERRITORIALI

GEODATABASE E SISTEMA DI GESTIONE DEI DATI TERRITORIALI I Servizi geografici del Portale Informativo Multicanale della Regione Molise I Sistemi Informativi per la Vigilanza Ambientale e la Gestione del Territorio sono stati realizzati all interno dell Accordo

Dettagli

Relazione introduttiva Febbraio 2006

Relazione introduttiva Febbraio 2006 Amministrazione Provincia di Rieti Febbraio 2006 1 Progetto Sistema Informativo Territoriale Amministrazione Provincia di Rieti Premessa L aumento della qualità e quantità dei servizi che ha caratterizzato

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE SUOLI E TERRENI: BANCA DATI INTEGRATA NEL S.I. REGIONALE E WEBGIS DI CONSULTAZIONE

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE SUOLI E TERRENI: BANCA DATI INTEGRATA NEL S.I. REGIONALE E WEBGIS DI CONSULTAZIONE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE SUOLI E TERRENI: BANCA DATI INTEGRATA NEL S.I. REGIONALE E WEBGIS DI CONSULTAZIONE Cecilia SAVIO (*), Mario PEROSINO (*), Mariagrazia GABBIA (**), Sergio GALLO (**) (*)

Dettagli

Il sito web della Autorità di Bacino della Basilicata

Il sito web della Autorità di Bacino della Basilicata Premio per la P ubblica A mministrazione lucana che comunica e condivide M I G L I O R E P R O G E T T O I N T E R N E T Bando del Consiglio Regionale della Basilicata Il sito web della Autorità di Bacino

Dettagli

I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo

I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo I servizi di accesso e di gestione dell informazione geografica della Regione Abruzzo Filippo DEL GUZZO (*), Valentina VALLERIANI (*), Alessandro CACCHIONE (*) (*) Regione Abruzzo, Struttura Speciale di

Dettagli

GUIDA OPERATIVA AI SERVIZI WEBGIS MEDIANTE ARCGIS

GUIDA OPERATIVA AI SERVIZI WEBGIS MEDIANTE ARCGIS GUIDA OPERATIVA AI SERVIZI WEBGIS MEDIANTE ARCGIS Data 28/02/2012 A- I Servizi WebGIS 1 Introduzione I Servizi WebGIS I servizi di webmapping o WebGIS sono sistemi informativi geografici (GIS) pubblicati

Dettagli

ALLEGATO 5.1 IL SITO WEB SUI CEM DI ARPA EMILIA-ROMAGNA

ALLEGATO 5.1 IL SITO WEB SUI CEM DI ARPA EMILIA-ROMAGNA ALLEGATO 5.1 IL SITO WEB SUI CEM DI ARPA EMILIA-ROMAGNA Il sito di Arpa è il mezzo più utilizzato dall agenzia per rendere disponibile al pubblico le informazioni sui cem Attualmente il sito sui Cem (www.arpa.emr.it/cem)

Dettagli

Prot: Del: Allegato Capitolato Tecnico. Sistema GAIA. Sistema informativo di governo dell Ambiente e flussi informativi ambientali verso gli utenti

Prot: Del: Allegato Capitolato Tecnico. Sistema GAIA. Sistema informativo di governo dell Ambiente e flussi informativi ambientali verso gli utenti REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO TERRITORIO ED AMBIENTE Via Ugo La Malfa, 169 Palermo Prot: Del: Allegato Capitolato Tecnico Sistema GAIA Sistema informativo di governo dell Ambiente e

Dettagli

Il Catasto dei rifiuti

Il Catasto dei rifiuti Il Catasto dei rifiuti Il Catasto dei rifiuti Rosanna Andolina, Cristina Mazzetti Normativa Nel nostro Paese così come a livello comunitario, la contabilità dei rifiuti è reputata strategica per una corretta

Dettagli

WEBGIS 1.0. Guida per l utente

WEBGIS 1.0. Guida per l utente WEBGIS 1.0 Guida per l utente SOMMARIO 1 INTRODUZIONE...3 2 FUNZIONALITA...4 2.1 Strumenti WebGIS... 4 2.1.1 Mappa... 5 2.1.2 Inquadramento mappa... 6 2.1.3 Toolbar... 7 2.1.4 Scala... 9 2.1.5 Legenda...

Dettagli

1 Contesto...3 2 La soluzione...4

1 Contesto...3 2 La soluzione...4 Indice 1 Contesto...3 2 La soluzione...4 2.1 CARATTERISTICHE FUNZIONALI... 5 2.2 PANNELLO DI AMMINISTRAZIONE... 9 2.3 TECNOLOGIA...11 2.4 ARCHITETTURA APPLICATIVA...12 businessup 2 di 12 1 Contesto Sempre

Dettagli

4 Il WebGIS del Progetto IFFI

4 Il WebGIS del Progetto IFFI 4 Il WebGIS del Progetto IFFI A. Trigila, C. Iadanza Conoscere le frane, la loro ubicazione e pericolosità, rappresenta un attività indispensabile per la realizzazione di nuove reti infrastrutturali (autostrade,

Dettagli

WebGis Comune di Novara

WebGis Comune di Novara 1 / 12 Progetto GeoCivit@s 2 / 12 Premesse Con il presente documento si descrive sinteticamente la nuova applicazione personalizzata per la pubblicazione dei dati geografici. Tale documento contiene una

Dettagli

Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano.

Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano. Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano. Giovanni Di Trapani(*), Franco Guzzetti (**) e Paolo Viskanic (***) *) Comunità Montana Valtellina di Tirano, Via Maurizio Quadrio 11, I-23037

Dettagli

Il Geoportale della Provincia di Napoli (GPN): Geoportal e Metadati INSPIRE

Il Geoportale della Provincia di Napoli (GPN): Geoportal e Metadati INSPIRE Il Geoportale della Provincia di Napoli (GPN): Geoportal e Metadati INSPIRE Rocco Mari, Pietro d Amico,Paola Napolitano, Giuseppe Palma, Fortunato Sgariglia, Marco Soravia Provincia di Napoli - Direzione

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Febbraio 2007

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Febbraio 2007 SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Il team di progetto Assessorato degli Enti Locali Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale

Dettagli

I servizi geografici del portale Umbri@geo: esempi di applicazioni client

I servizi geografici del portale Umbri@geo: esempi di applicazioni client I servizi geografici del portale Umbri@geo: esempi di applicazioni client Autori: A. Brunozzi, A. Ciarapica Regione Umbria Direzione programmazione, innovazione e competitività dell Umbria, Servizio Informatico/Informativo:

Dettagli

CATASTO SITI CONTAMINATI ARPA EMILIA-ROMAGNA

CATASTO SITI CONTAMINATI ARPA EMILIA-ROMAGNA CATASTO SITI CONTAMINATI ARPA EMILIA-ROMAGNA Indice 1. Introduzione 1 2. Descrizione del catasto 2 2.1 Sezione A: Anagrafica 4 2.2 Sezione B: Tecnica 7 2.3 Sezione C: Procedurale 10 2.4 Sezione D: Interventi

Dettagli

STATO DELL ARTE DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE IDRAULICA

STATO DELL ARTE DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE IDRAULICA SEMINARIO NAZIONALE La tutela della risorsa idrica in montagna Applicazione della direttiva acque negli ambienti alpini italiani STATO DELL ARTE DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE IDRAULICA Tolmezzo,

Dettagli

Il sito web della Autorità di Bacino della Basilicata

Il sito web della Autorità di Bacino della Basilicata Il sito web della Autorità di Bacino della Basilicata GUIDA alla CONSULTAZIONE www.adb.basilicata.it a cura della Segreteria Tecnica Operativa Autorità di Bacino della Basilicata ottobre 2007 Home page

Dettagli

Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico

Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico Il progetto si pone l obiettivo di rilanciare la manutenzione diffusa del territorio montano attraverso l analisi delle basi informatiche

Dettagli

CON LA CARTA DEI SERVIZI, I NOSTRI UTENTI SONO SEMPRE AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTENZIONI.

CON LA CARTA DEI SERVIZI, I NOSTRI UTENTI SONO SEMPRE AL CENTRO DELLE NOSTRE ATTENZIONI. CARTA DEI SERVIZI La qualità del servizio nei confronti dell Utente e la soddisfazione per l utilizzo delle soluzioni sono obiettivi strategici per Sistemi. Le soluzioni software Sistemi, siano esse installate

Dettagli

:: RNDT. repertorio nazionale dei dati territoriali. 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1

:: RNDT. repertorio nazionale dei dati territoriali. 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1 :: RNDT repertorio nazionale dei dati territoriali 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1 I dati territoriali della Pubblica Amministrazione 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 2 Codice dell Amministrazione Digitale

Dettagli

Sistema Antincendio Regione Abruzzo. Maurizio Facca

Sistema Antincendio Regione Abruzzo. Maurizio Facca Sistema Antincendio Regione Abruzzo Maurizio Facca WEB Architettura Architettura SOA (Service Oriented Architecture) Applicazione web multi-livello. Terminali e Database disconnessi Cartografie di terze

Dettagli

Descrizione generale. Architettura del sistema

Descrizione generale. Architettura del sistema Descrizione generale Sister.Net nasce dall esigenza di avere un sistema generale di Cooperazione Applicativa tra Enti nel settore dell Informazione Geografica che consenta la realizzazione progressiva

Dettagli

Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT

Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT Brescia, Webinar11 Formez Novembre PA - 27 2010 Novembre 2013 1 Gli Open Data della Regione del Veneto: da INSPIRE a RNDT Massimo Foccardi (*), Delio Brentan (*), Monica Cestaro (**) (*) Regione del Veneto

Dettagli

Il Portale del Servizio Geologico d Italia d come strumento di diffusione delle banche dati geologiche e geotematiche

Il Portale del Servizio Geologico d Italia d come strumento di diffusione delle banche dati geologiche e geotematiche 2 Riunione Gruppo GIT 4-5 giugno 2007 - Bevagna (PG) Il Portale del Servizio Geologico d Italia d come strumento di diffusione delle banche dati geologiche e geotematiche Autori: L. Battaglini, V. Campo,

Dettagli

I Sistemi Informativi Geografici nella gestione dei dati ambientali

I Sistemi Informativi Geografici nella gestione dei dati ambientali I Sistemi Informativi Geografici nella gestione dei dati ambientali Valentina Beltrame valentina.beltrame@provincia.bologna.it Cos è informazione ambientale In materia di accesso all informazione ambientale

Dettagli

GIS e dati - Breve Introduzione

GIS e dati - Breve Introduzione 44th Annual Conference of the Italian Operational Research Society (AIRO 2014) Como 2-5 September 2014 Polo Territoriale di Como Laboratorio di Geomatica GIS e dati - Breve Introduzione Marco Negretti

Dettagli

Newsletter SITAD. Aprile 2005 num. 3. Sommario. No Risk. SITAD su SistemaPiemonte pag. 4. La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag.

Newsletter SITAD. Aprile 2005 num. 3. Sommario. No Risk. SITAD su SistemaPiemonte pag. 4. La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag. Newsletter SITAD Aprile 2005 num. 3 Sommario No Risk Il progetto pag. 2 I servizi sviluppati pag. 2 SITAD su SistemaPiemonte pag. 4 La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag. 5 SITAD si candida

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

WebGis - Piano Comprensoriale di Protezione Civile

WebGis - Piano Comprensoriale di Protezione Civile "S@ve - Protezione dell'ambiente per la gestione ed il controllo del territorio, valutazione e gestione emergenze per il comprensorio del Vallo di Diano" I PRODOTTI: WebGis - Piano Comprensoriale di Protezione

Dettagli

Una soluzione WEB-GIS per la pubblicazione di dati statistici della Regione Sardegna

Una soluzione WEB-GIS per la pubblicazione di dati statistici della Regione Sardegna Una soluzione WEB-GIS per la pubblicazione di dati statistici della Regione Sardegna Sergio Loddo, Luca Devola GFOSS - Cagliari, 27 febbraio 2009 Indice 1. Presentazione 2. Progetto 3. Architettura, metodologia

Dettagli

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc.

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Risultati attesi 1 / Deliverables 2 Fase 1 - Infrastrutture di base La fase 1 prevede lo svolgimento delle seguenti

Dettagli

Geoportale Provincia di Brescia Report degli accessi e delle attività

Geoportale Provincia di Brescia Report degli accessi e delle attività Geoportale Provincia di Brescia Report degli accessi e delle attività L esame delle attività registrate nel mese di settembre scorso mette in evidenza l utilizzo del Geoportale mediamente da parte di circa

Dettagli

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli

Politecnico di Milano, Diap, Laboratorio Analisi Dati e Cartografia

Politecnico di Milano, Diap, Laboratorio Analisi Dati e Cartografia Politecnico di Milano, Diap, Informazioni geografiche per il governo del territorio. L uso di software open source per la gestione della cartografia comunale: l esperienza dei comuni della Provincia di

Dettagli

VII Meeting degli utenti italiani di Grass

VII Meeting degli utenti italiani di Grass VII Meeting degli utenti italiani di Grass Genova 23-24 Febbraio 2006 Sistema Informativo Territoriale della Regione Liguria e i Sistemi Open Source: possibili convergenze ed esigenze ANNA CERRATO REGIONE

Dettagli

Accreditamento e certificazione del sistema qualità di ARPA Umbria

Accreditamento e certificazione del sistema qualità di ARPA Umbria Accreditamento e certificazione del sistema qualità di ARPA Umbria Accreditamento e certificazione del sistema qualità di ARPA Umbria Nadia Geranio, Leonardo Merlini, Olga Moretti Il primo obiettivo di

Dettagli

GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico

GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico GEOPORTALE Arpa Piemonte Sistema Informativo Ambientale Geografico Guida all'accesso ai Map Service WMS e WMTS con Q-GIS (v. 2.0) Versione 01 novembre 2013 Redazione Arpa Piemonte - Sistema Informativo

Dettagli

ORDINE REGIONALE GEOLOGI SARDEGNA PROGRAMMA

ORDINE REGIONALE GEOLOGI SARDEGNA PROGRAMMA ORDINE REGIONALE GEOLOGI SARDEGNA PROGRAMMA CORSO E-LEARNING dal titolo GEOGIS Il GIS per i Geologi A.) CORSO E-LEARNING dal titolo GEOGIS Il GIS per i Geologi Il Corso GEOGIS, utilizza la piattaforma

Dettagli

GUIDA AL MODELLO GIS DEL CISA

GUIDA AL MODELLO GIS DEL CISA GUIDA AL MODELLO GIS DEL CISA Il presente rapporto è contenuto in formato elettronico nel Cd-rom allegato, insieme ai tematismi elaborati per la ricerca, che rappresentano la distribuzione spaziale dei

Dettagli

Un approccio innovativo basato su tecnologie Open Source. White Paper

Un approccio innovativo basato su tecnologie Open Source. White Paper Soluzioni software di CRM "Customer Relationship Management" Gestione delle relazioni con i clienti, delle trattative commerciali e delle iniziative di marketing, Gestione delle attività di supporto post-vendita

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Progetto SITR - IDT

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Progetto SITR - IDT DELLA SARDEGNA Progetto SITR - IDT Obiettivi del progetto SITR Scopo dell iniziativa è: realizzare un ambiente nel quale gli attori possano cooperare tra loro ed interagire con la tecnologia alfine di

Dettagli

Maria Logorelli - ISPRA

Maria Logorelli - ISPRA Catasto nazionale delle sorgenti fisse e mobili dei campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici: sviluppi normativi in attuazione dell art.4, comma 1, lettera c della Legge Quadro n. 36/2001 Maria Logorelli

Dettagli

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Autore: Laura Manconi Creatore: Formez PA, Progetto Performance PA

Dettagli

Il servizio di incontro tra domanda ed offerta di lavoro E-labor. Primo servizio del Portale del SIL. A cura di Grazia Strano

Il servizio di incontro tra domanda ed offerta di lavoro E-labor. Primo servizio del Portale del SIL. A cura di Grazia Strano Il servizio di incontro tra domanda ed offerta di lavoro E-labor Primo servizio del Portale del SIL A cura di Grazia Strano Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Generale delle Reti

Dettagli

Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente

Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente Community_IRDATfvg_ManualeUtente_Vers._1.1 1 INDICE 2. La Comunità virtuale IRDAT fvg...3 3. I servizi della Comunità...3 4. La struttura della Comunità...4 5.

Dettagli

LA RESTITUZIONE DEI DATI AMBIENTALI: DALLA VERSIONE INTEGRALE ALLA CONSULTAZIONE TELEMATICA

LA RESTITUZIONE DEI DATI AMBIENTALI: DALLA VERSIONE INTEGRALE ALLA CONSULTAZIONE TELEMATICA LA RESTITUZIONE DEI DATI AMBIENTALI: DALLA VERSIONE INTEGRALE ALLA CONSULTAZIONE TELEMATICA Ing. Sergio Marino Direttore Generale ARPA Sicilia Ogni Ente Pubblico deve garantire il diritto d accesso, la

Dettagli

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN PORTALE WEB NELL AMBITO DELLA MISURA 2.6. DEL POI ENERGIA FESR 2007 2013

Dettagli

GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE. MEDIANTE Autocad Map 3D

GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE. MEDIANTE Autocad Map 3D GUIDA ALL ACCESSO DEI WEB SERVICE MEDIANTE Autocad Map 3D Data 28/02/2012 I Servizi WebGIS 1. Introduzione I Servizi WebGIS Il software cartografico AutoCAD Map 3D è un applicazione per la pianificazione

Dettagli

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource I servizi OGC Forestello Luca - Niccoli Tommaso - Sistema Informativo Ambientale AT01 http://webgis.arpa.piemonte.it

Dettagli

MapFileMaker: UN APPLICATIVO PER L INTEROPERABILITÀ TRA GIS PROPRIETARIO E OPEN SOURCE

MapFileMaker: UN APPLICATIVO PER L INTEROPERABILITÀ TRA GIS PROPRIETARIO E OPEN SOURCE MapFileMaker: UN APPLICATIVO PER L INTEROPERABILITÀ TRA GIS PROPRIETARIO E OPEN SOURCE Piero DE BONIS (*), Grazia FATTORUSO (*), Pasquale REGINA (*), Carlo TEBANO (*) (*) ENEA - Centro Ricerche Portici,

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PORTALE CARTOGRAFICO

PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PORTALE CARTOGRAFICO PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL PORTALE CARTOGRAFICO WebGis Rir Il prodotto, costituito da un modulo GISWEB accessibile da rete internet e realizzato con il software ESRI/ArcGIS server, consente di localizzare

Dettagli

Progetto SIT Sistema Informativo Territoriale

Progetto SIT Sistema Informativo Territoriale Progetto SIT Sistema Informativo Territoriale I dati del Sistema Informativo Territoriale sono consultabili all' indirizzo http://sit.rup.cr.it tramite l'interfaccia web-based della Rete Unitaria della

Dettagli

CMDBuild Significato di una soluzione open source per la gestione del CMDB

CMDBuild Significato di una soluzione open source per la gestione del CMDB ITIL e PMBOK Service management and project management a confronto CMDBuild Significato di una soluzione open source per la gestione del CMDB Firenze 1 luglio 2009 Il sistema CMDBuild è una applicazione

Dettagli

WebGIS Costa Toscana: stato di avanzamento e sviluppi futuri

WebGIS Costa Toscana: stato di avanzamento e sviluppi futuri Provincia di LIVORNO Unità di Servizio 2.1 Difesa e Protezione del Territorio Unità Organizzativa Risorse marine e Georisorse WebGIS Costa : stato di avanzamento e sviluppi futuri Enrica Mori* Giovanni

Dettagli

Presentazione e dimostrazione di utilizzo

Presentazione e dimostrazione di utilizzo L AMBIENTE OPEN SOURCE A SUPPORTO DELLE BEST PRACTICE DI ITIL un progetto open source per la gestione dei processi ICT Presentazione e dimostrazione di utilizzo Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.it MILANO,

Dettagli

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il Sistema Informativo Territoriale (SIT) del Comune di Castelfiorentino è il punto d'accesso per i servizi e alle informazioni

Dettagli

idw INTELLIGENT DATA WAREHOUSE

idw INTELLIGENT DATA WAREHOUSE idw INTELLIGENT DATA WAREHOUSE NOTE CARATTERISTICHE Il modulo idw Amministrazione Finanza e Controllo si occupa di effettuare analisi sugli andamenti dell azienda. In questo caso sono reperite informazioni

Dettagli

CATASTO DEGLI IMPIANTI RADIOELETTRICI PER TELECOMUNICAZIONI: UN NUOVO APPROCCIO PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI

CATASTO DEGLI IMPIANTI RADIOELETTRICI PER TELECOMUNICAZIONI: UN NUOVO APPROCCIO PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI CATASTO DEGLI IMPIANTI RADIOELETTRICI PER TELECOMUNICAZIONI: UN NUOVO APPROCCIO PER LA COMUNICAZIONE DEI DATI A. Bampo, M. Battistutta, S. Caschi, L. Fragiacomo, C. Montefusco, M. Moretuzzo, M. Telesca,

Dettagli

VGI-DSS per la gestione delle emergenze e delle manutenzioni in ambito urbano

VGI-DSS per la gestione delle emergenze e delle manutenzioni in ambito urbano VGI-DSS per la gestione delle emergenze e delle manutenzioni in ambito urbano Luigi De Rosa. ENEA, luigi.derosa@enea.it Parole chiave: VGI; Emergenze urbane; smart city; sicurezza ABSTRACT Obiettivo di

Dettagli

Il Progetto SITR. L architettura applicativa

Il Progetto SITR. L architettura applicativa Il Progetto SITR Il progetto prevede la realizzazione di un Sistema Informativo Territoriale e di una Infrastruttura dei Dati Territoriali unica, scalabile e federata (SITR IDT) costituiti da risorse tecnologiche

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Evoluzione del CST 1. Introduzione Il prossimo 30 settembre 2008 termina il progetto di esercizio sperimentale dei servizi e, quindi, il Centro Servizi

Dettagli

UNIVERSITA degli STUDI di ROMA TOR VERGATA. Media Partner In convenzione con Partner Tecnologico MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO

UNIVERSITA degli STUDI di ROMA TOR VERGATA. Media Partner In convenzione con Partner Tecnologico MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO Media Partner In convenzione con Partner Tecnologico MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO Geoinformazione e Sistemi di Informazione Geografica a supporto dei processi di Gestione Sostenibile del Territorio

Dettagli

Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna

Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna 1 Il Servizio informativo e cartografico regionale della Sardegna L informazione territoriale regionale, i servizi, le attività e i progetti in corso o conclusi nel 2008. 2 Introduzione La Regione Autonoma

Dettagli

integrazione, modifica

integrazione, modifica ODS è un applicazione software per il caricamento e la gestione della Banca dati a supporto della gestione delle Opere di difesa del suolo. Il software permette di accedere ai dati anagrafici delle Opere

Dettagli

Workshop PTA azione 5 WebGis Soluzione WebGis Regione Lombardia

Workshop PTA azione 5 WebGis Soluzione WebGis Regione Lombardia Workshop PTA azione 5 WebGis Soluzione WebGis Regione Lombardia Paolo Milani, Lombardia Informatica S.p.A. Stefano Gelmi, Lombardia Informatica S.p.A. La Salle (AO), 8 maggio 2012 Sommario Dati (rif. Gelmi)

Dettagli

Azione 1 CAPITOLATO TECNICO

Azione 1 CAPITOLATO TECNICO Azione 1 Conversione della CTR scala 1:5000, ed. 1998 e successivi aggiornamenti, qualora disponibili, in database topografico CAPITOLATO TECNICO 1 PREMESSA La Regione Campania nell ambito del complessivo

Dettagli

Moka. Ing. Giovanni Ciardi Servizio Sistemi Informativi Geografici. Moka: come cambiera la diffusione dei dati e servizi della Regione Emilia-Romagna

Moka. Ing. Giovanni Ciardi Servizio Sistemi Informativi Geografici. Moka: come cambiera la diffusione dei dati e servizi della Regione Emilia-Romagna Moka Ing. Giovanni Ciardi Servizio Sistemi Informativi Geografici Moka: come cambiera la diffusione dei dati e servizi della Regione Emilia-Romagna Cos è Moka? Moka è CMS (Content Management System) GIS.

Dettagli

MANUALE D USO DEL SOFTWARE APPLICATIVO ADB-TOOLBOX (VERSIONE 1.7 E SUPERIORI) UTILIZZO DEI SERVIZI WMS-WFS-WCS E DEL CATALOGO CSW

MANUALE D USO DEL SOFTWARE APPLICATIVO ADB-TOOLBOX (VERSIONE 1.7 E SUPERIORI) UTILIZZO DEI SERVIZI WMS-WFS-WCS E DEL CATALOGO CSW Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE D USO DEL SOFTWARE APPLICATIVO ADB-TOOLBOX (VERSIONE 1.7 E UTILIZZO DEI SERVIZI WMS-WFS-WCS E DEL CATALOGO CSW Titolo Autore Oggetto

Dettagli

2 Riunione Nazionale GIT Bevagna (PG) 4-6 giugno 2007. http://labgis.gm.ingv.it/website/labgis

2 Riunione Nazionale GIT Bevagna (PG) 4-6 giugno 2007. http://labgis.gm.ingv.it/website/labgis Database geografici e report di eventi sismici 2 Riunione Nazionale GIT Bevagna (PG) 4-6 giugno 2007 Maurizio Pignone http://labgis.gm.ingv.it/website/labgis Premessa Progetto CESIS LABGIS INGV Grottaminarda

Dettagli

Utilizzo dei geoservizi in QGIS

Utilizzo dei geoservizi in QGIS Introduzione a QGIS, software free & Open Source per la gestione di dati territoriali Genova, 27 marzo 2013 Cosa si intende per geoservizio? Un geoservizio permette la consultazione, l elaborazione e la

Dettagli

OGGETTO: Offerta per l integrazione Contenuti Festival del Lavoro sito Cdlpa.it

OGGETTO: Offerta per l integrazione Contenuti Festival del Lavoro sito Cdlpa.it Palermo, 30/01/2015 Spettabile CDL PALERMO c.a. Consigliere Alessi OGGETTO: Offerta per l integrazione Contenuti Festival del Lavoro sito Cdlpa.it Siamo lieti di presentarvi, nell offerta in oggetto, la

Dettagli

4.4 Applicativo di gestione catasto e generazione C.D.U.

4.4 Applicativo di gestione catasto e generazione C.D.U. Pagine JSP o PHP o ancora WebService in logica j2ee a seconda delle necessità, e della complessità delle operazioni. Il livello di interfaccia/presentazione è invece rappresentato dal web browser (con

Dettagli

STATO delle ATTIVITA del GRUPPO di LAVORO per L INFORMATIZZAZIONE dei PRODOTTI in AMBIENTE GIS

STATO delle ATTIVITA del GRUPPO di LAVORO per L INFORMATIZZAZIONE dei PRODOTTI in AMBIENTE GIS STATO delle ATTIVITA del GRUPPO di LAVORO per L INFORMATIZZAZIONE dei PRODOTTI in AMBIENTE GIS Pierluigi CARA, Maurizio PIGNONE Convegno finale Progetti S Bologna, 4-5 giugno 2015 1 premessa L Allegato

Dettagli

Cataloghi per i dati aperti

Cataloghi per i dati aperti Cataloghi per i dati aperti Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica, organismo

Dettagli

I N F I N I T Y P R O J E C T ACCESSI WEB

I N F I N I T Y P R O J E C T ACCESSI WEB I N F I N I T Y P R O J E C T ACCESSI WEB ACCESSI WEB Accessi web è la soluzione Zucchetti che unisce le funzionalità del controllo accessi con la praticità e la comodità dei sistemi web. Visualizzabile

Dettagli

Il SIT della Provincia di Bologna

Il SIT della Provincia di Bologna Il profilo giuridico del dato ambientale Il SIT della Provincia di Bologna Marco Mondini Progetti e Applicazioni di Area Vasta e SIT Sommario Il SIT provinciale Organizzazione Tecnologie I servizi trasversali

Dettagli

INFIN. Una suite con caratteristiche uniche

INFIN. Una suite con caratteristiche uniche I N F I N I T Y P R O J E C T HR Una suite con caratteristiche uniche INFIN Web based Base dati unica Service Oriented Architecture Workflow Employee Self Services Business Intelligence HR Zucchetti è

Dettagli

Prima Lezione: Costruire una mappa

Prima Lezione: Costruire una mappa Prima Lezione: Costruire una mappa I tipi di informazione geografica disponibili Navigazione nella mappa Coordinate e scala Vista panoramica Introduzione ai GIS GIS significa Sistema Informativo Geografico

Dettagli

CONTENT MANAGEMENT SYSTEM

CONTENT MANAGEMENT SYSTEM CONTENT MANAGEMENT SYSTEM P-2 PARLARE IN MULTICANALE Creare un portale complesso e ricco di informazioni continuamente aggiornate, disponibile su più canali (web, mobile, iphone, ipad) richiede competenze

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI UFFICIO DEL PIANO EX ART. 12 L.R. 9/86 NODO PROVINCIALE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE LE INIZIATIVE DELLA PROVINCIA DI TRAPANI NEL CAMPO DEI SISTEMI INFORMATIVI

Dettagli

Progetto Turismo Pisa. Sommario dei risultati

Progetto Turismo Pisa. Sommario dei risultati 2012 Progetto Turismo Pisa Sommario dei risultati 0 Studio realizzato per il Comune di Pisa da KddLab ISTI-CNR Pisa Sommario 1 Progetto Turismo Pisa: Sintesi dei risultati... 1 1.1 L Osservatorio Turistico

Dettagli

Funzionalità della piattaforma GIS

Funzionalità della piattaforma GIS Funzionalità della piattaforma GIS 1. Introduzione I GIS sono strumenti evoluti per l archiviazione, la gestione e l analisi di dati spaziali di natura eterogenea; servono per creare un modello rappresentativo

Dettagli

Al fine di pubblicare le informazioni di un condominio sul WEB è necessario che l amministratore proceda con le seguenti fasi:

Al fine di pubblicare le informazioni di un condominio sul WEB è necessario che l amministratore proceda con le seguenti fasi: CONDOMINI SUL WEB Cosa si intende per condomini sul Web? Dalla versione 1.45 del programma Metodo Condomini l amministratore ha la possibilità di rendere fruibili via WEB ai condòmini (proprietari e conduttori)

Dettagli

Dall opac a BiblioEst: i servizi di Front office del Polo TSA

Dall opac a BiblioEst: i servizi di Front office del Polo TSA Dall opac a BiblioEst: i servizi di Front office del Polo TSA paola poli Abstract Perché affiancare all Opac già in uso un altro strumento di ricerca? In questo intervento vengono illustrate le ragioni

Dettagli

Pubblicazione della Banca Dati CARG sul Web

Pubblicazione della Banca Dati CARG sul Web Pubblicazione della Banca Dati CARG sul Web Uno strumento divulgativo a disposizione della comunità scientifica e dei professionisti AOSTA, 13 maggio 2014 Relatore: Flavio Vallet, Pubblicazione della Banca

Dettagli

EFFICIENZA E RIDUZIONE DEI COSTTI

EFFICIENZA E RIDUZIONE DEI COSTTI SCHEDA PRODOTTO TiOne Technology srl Via F. Rosselli, 27 Tel. 081-0108029 Startup innovativa Qualiano (NA), 80019 Fax 081-0107180 www.t1srl.it www.docincloud.it email: info@docincloud.it DocinCloud è la

Dettagli

P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L

P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L L O D E L T E R R I T O R I O I N D I C E 5 S O

Dettagli