CURRICULUM VITAE di Raffaele Ciaraldi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CURRICULUM VITAE di Raffaele Ciaraldi"

Transcript

1 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Ciaraldi Raffaele Data di nascita 16/03/1960 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Salerno Incarico attuale Direttore Sistemi Informativi Responsabile Toponomatica Responsabile Trasparenza Responsabile Sitema Videcontrollo Cittadino R.U.P Riuso Nazionale S.I.M.E.L. v 2.0 R.U.P Riuso Nazionale S.C.A.C.C.O (Sistema Cooperazione Applicativa Catasto Comune) Numero telefonico dell ufficio Fax Server Dematerializzato dell ufficio istituzionale (Posta Certificata) ISTRUZIONE E FORMAZIONE Titolo di studio Altri titoli di studio e Professionali Laurea in Ingegneria Elettronica Master in Telecomunicazioni Certificazione P.M.I (Project Management Institute) Conoscenze linguistiche Inglese: Livello C/2 (ottimo livello di comprensione, conversazione e di scrittura) ESPERIENZE PROFESSIONALI Date Ente Qualifiche e Obiettivi Gennaio 2004 ad oggi Comune di Salerno Dirigente Direttore Servizio Sistemi Informativi Direttore Tecnico Centro Servizi Territoriali Sistemi SUD (Maggio 2007 Agosto 2014) Riorganizzazione interna finalizzata alla creazione di una Direzione Sistemi Informativi Ho avviato un processo di riorganizzazione interno finalizzato a consolidare la Direzione Sistemi Informativi le cui professionalità interne ed esterne potessero costituire il CORE TEAM per il controllo e la realizzazione di tutte le attività progettuali. E stato attuato un modello metodologico derivante dalle aziende private di I.T, mia estrazione di provenienza, affinché i percorsi formativi (training on the job) e le fasi progettuali previste dalla riorganizzazione, consolidassero le risorse umane coinvolte sin dall inizio nelle attività di progettazione, realizzazione e test delle aree oggetto Pag. 1

2 di intervento. Ciò è stato concettualmente realizzato per tre aree: Applicativa, Supporto Sistemistico e Progettazione Infrastrutture Progettazione e realizzazione del sistema S.I.M.E.L (Sistema Informativo Multicanale Enti Locali) e della sua evoluzione strutturale S.I.M.E.L. 2 e Obiettivi Il sistema S.I.M.E.L. è stato presentato a finanziamento dell allora C.N.I.P.A, oggi A.G.I.D., nella prima fase di attuazione del sistema E-GOV Nazionale. Gli assunti iniziali, progettati antecedentemente alla nomina del sottoscritto, sono stati completamente ridisegnati in favore di una soluzione integrata in filosofia E.R.P (Enterprise Resource Planning). Di conseguenza gli applicativi verticali dipartimentalizzati, pensati per l interfacciamento, sono stati dismessi e migrati verso l unica piattaforma legacy prevista. Il progetto S.I.M.E.L., sottoposto alla verifica del C.N.I.P.A, è andato in esercizio a gennaio del 2006 e ha superato positivamente le fasi di monitoraggio previste dal Ministero dell Innovazione Tecnologica che ha verificato l effettiva consistenza dei servizi erogati e la fruibilità su Internet. S.I.M.E.L è stato il primo progetto Nazionale a prevedere una filosofia di centralizzazione e integrazione nativa ed è diventato modello applicativo di riferimento per la Pubblica Amministrazione Locale grazie alla realizzazione di una Banca Dati Unica (BDU) e di un sistema di work-flow management integrato con le funzionalità applicative. Tale strategia ha comportato la disponibilità di scrivanie elettroniche che guidano ogni utente nelle fasi da eseguire in modalità automatica proponendo il passo successivo. In tal modo l innovativo sistema traccia il work in progress nonché i tempi e gli owner delle singole attività. La centralizzazione dei dati e l architettura web/based hanno infine consentito l attuazione della Cooperazione Applicativa fra Enti prevista dal C.A.D- in modalità di dominio di cooperazione applicativa o di infranet. Salerno è l unico Ente a livello Nazionale ad aver attivato ambedue le possibilità e a disporre di una componente centralizzata software che possa integrarsi/nterfacciarsi attraverso servizi WEB in modalità S.O.A E stata prevista la copertura funzionale di tutti i servizi/settori della P.A. Locale, con l integrazione di front/end e back/end prevedendo anche la progettazione dell anagrafe edilizia propedeutica alla realizzazione di successive fasi che sono state presentate a cofinanziamento. Grazie a queste caratteristiche, S.I.M.E.L. si è aggiudicato, con Decreto dell allora CNIPA del 18/12/08, il Bando Nazionale del Riuso in cofinanziamento per un progetto del valore complessivo di ,00 ed è stato adottato già da oltre 40 Enti/Comuni. SIMEL 2 Nel corso del 2013 si è avuto lo startup del nuovo processo di informatizzazione del Comune di Salerno. L esperienza del Sistema Informativo Multicanale per gli Enti Locali (SIMEL) si è evoluto, passando alla versione 2.0. Analogamente a SIMEL, la sua evoluzione, SIMEL 2, è stata certificata dall AGID che ha provveduto a iscrivere al Catalogo Nazionale del Riuso il progetto in sostituzione del precedente. Il sistema nasce dalla progettazione di SCACCO, che doveva prevedere una modalità di gestione di un Sistema Informativo Comunale più perfomante e basato su sistemi di sviluppo di tipo OPEN. Il nuovo sistema è stato adottato dagli uffici dell Ente, sia per informatizzare le aree della macchina amministrativa ancora non coinvolte nel processo di informatizzazione, sia per rendere ancora più efficiente ed efficace l azione amministrativa. Il sistema è stato installato su nuove piattaforme tecnologiche che, oltre a migliorare le prestazioni in termini di capacità elaborativa e di spazio di memorizzazione, consentono anche di rispondere agli obblighi normativi che impongono la continuità operativa in caso di calamità naturali o di eventi che possano determinarne l inutilizzo. Pertanto è stata progettata una complessa architettura software in grado di scalare le applicazioni su CLUSTER APPLICATIVI e CLUSTER di Data Base assicurando il FAULT TOLLERANCE e il bilanciamento di carico (LOAD BALANCING) per supportare la criticità tipica di un Ente Locale che accede ai servizi in modo massivo in un arco temporale ridotto (orario 10-13). Progetto S.C.A.C.C.O (Sistema Cooperazione Applicativa Cooperazione Applicativa Catasto Comune (Programma Elisa) Dipartimento Affari Regionali Nazionale Gli obiettivi già realizzati con S.I.M.E.L. hanno determinato la possibilità di realizzare il progetto Pag. 2

3 e Obiettivi SCACCO - Sistema di Cooperazione Applicativa Catasto Comuni che si è aggiudicato anche il finanziamento del Bando per il Programma Elisa, all interno del quale il Comune di Salerno è capofila tecnologico e soggetto attuatore di un progetto di Information Technology che ha coinvolto circa duecento Enti Locali appartenenti alla Regione Campania, alla Lombardia, alla Basilicata. 90 per un bacino di utenza di circa persone. Migliorare il flusso dei dati e delle informazioni in materia di catasto e fiscalità tra Enti locali e Amministrazioni centrali, snellire le procedure, ridurre i tempi di attesa e semplificare gli adempimenti per i cittadini e le imprese, questi sono gli obiettivi di S.C.A.C.C.O. Il Progetto si inquadra nell ambito della gestione digitale integrata dei servizi locali in materia fiscale e catastale mediante modelli di cooperazione applicativa e interscambio con l Agenzia del territorio che siano integrabili con i Sistemi Informativi Comunali degli Enti aggregati. Il progetto garantirà, agli enti locali, una maggiore efficienza ed efficacia nelle attività di quantificazione, riscossione e gestione dei tributi locali, assicurando una migliore capacità di governo, pianificazione e controllo del Territorio per raggiungere l obiettivo generale dell equità fiscale. Progettazione e Realizzazione di una rete di Videosorveglianza La progettazione del Sistema di Videocontrollo Cittadino iniziata nel 2011 e ancora oggi in evoluzione, ha comportato una filosofia architetturale che non vincolasse il progetto ad alcun BRAND specifico di Videocamera o CODEC proprietari. L idea progettuale ha riguardato l insieme delle tre componenti (software, connettività e stazioni di videoripresa), integrate in una struttura distribuita. Particolarmente complessa è stata la fase di progettazione e realizzazione della infrastruttura di supporto che ha visto nascere la realizzazione di una Rete in Fibra dell Ente (MAN Metropolitan Area Network) in tecnologia (WDM-Wavelenght Division Multiplexing) per aumentare la disponibilità di banda disponibile. Al momento il sistema è composto da 200 unità di ripresa e poggia su una rete di serventi che esegue in modo ottimizzato l analisi dei flussi e l identificazione di eventi pre-programmati. E stata infine progettata una apposita SAN (Storage Area Network), scalabile, su cui memorizzare i flussi di videoripresa in modalità centralizzata. Il sistema è stato reso fruibile alle forze di Polizia di Stato e all Arma dei Carabinieri. L architettura distribuita consente di ampliare il numero delle postazioni di ripresa ottimizzando costi e tempi. L architettura software del sistema è unica nel suo genere e anche nel settore Sicurezza siamo il riferimento di altre Pubbliche Amministrazioni che intendono adottarla. Progettazione e realizzazione delle Rete Infrastrutturale Multiservizi dell Ente e della sicurezza fisica e logica Progettazione e realizzazione di un architettura tecnologica razionalizzata in un centro stella per l erogazione dei servizi di connettività, dei servizi applicativi e di memorizzazione dati e per le funzionalità di supporto, quali posta elettronica e produttività interna. La rete è in tecnologia I.P- MPLS. E asservita a circa 3000 apparati I.P ed è una delle l infrastrutture SPC (Servizio di Pubblica Connettività) più significativa nel territorio Nazionale. La sicurezza prevede DMZ esterna e interna, FIREWALL e APPLIANCE web filtering, devirus e spamming di posta in modalità FAULT TOLLERANCE e LOAD BALANCING. L accesso alla rete mondiale Internet si avvale della intermediazione di PROXY ad ulteriore sicurezza- anch esso implementato in alta affidabilità pertanto ridondato. La rete multiservizi è asservita alla tecnologia in fibra ottica (WDM) e integra la Rete wireless oltre ad avvalersi di una APN istituzionale per l accesso a reti mobili Nazionali. Le strutture di front end (web server) sono fisicamente separate da quelle di back end (cluster applicativi, DB e SAN) e protette dalle già citate DMZ. L infrastruttura prevede inoltre il collegamento via INFRANET SPC con altri Enti Pubblici e la disponibilità di una Porta di Dominio per una seconda opzione di Cooperazione Applicativa prevista dal C.A.D Realizzazione e Progettazione Dematerializzazione Quanto previsto nell ultimo triennio relativamente agli obblighi di DEMATERIALIZZAZIONE, è stato progettato e implementato con l ausilio di un provider certificato di PEC e l implementazione di Firma Digitale. La conservazione Digitale dei documenti è stata prevista utilizzando l attuale infrastruttura tecnologica e SAN, nonché le componenti del Sistema Documentale di SIMEL2. Il Protocollo Informatico in Cooperazione Istituzionale trova anch esso copertura con il già citato Pag. 3

4 progetto. Realizzazione e Progettazione del WI-FI Cittadino Il progetto di copertura WI-FI del territorio comunale è stato realizzato per garantire la connettività gratuita su aree pubbliche e per sopperire al digital divide delle aree non raggiunte dalla larga banda per la connettività casalinga. Palazzo di Città è la sede centrale del sistema tecnologico realizzato. La copertura WI-FI è ottenuta utilizzando tre Antenne (ponti radio), dislocate in punti strategici (Monte Tubenna, Masso della Signora e Zona Industriale), che propagano il segnale digitale da e verso Palazzo di Città. Sono stati peraltro implementati ulteriori canali digitali per realizzare LINK col fine di garantire una maggiore fruibilità del servizio in caso di danni causati dal maltempo. Le antenne locali (ACCESS POINT), dislocate nei punti di interesse, propagano il segnale captato dai ponti radio verso gli apparati utilizzati dagli utenti (Notebook, smartphone). Grazie a questo servizio, i cittadini possono accedere alla rete Internet, La navigazione è protetta e sicura perché filtrata da sistemi di controllo del Comune di Salerno. Da un punto di vista strettamente tecnologico, si è realizzata una rete wireless che utilizza appieno l infrastruttura Multiservizi dell Ente e dispone di banda sufficiente ad asservire svariate migliaia di connessioni simultanee. E stato implementato un complesso sistema di monitoraggio delle connessioni, dei Ponti Radio nonché degli apparati che consentono l accesso alla Rete Captive Portal. Questi provvedono anche alle funzionalità di registrazione nuovi utenti nonché a interfacciarsi con le strutture di centro messaggi sms di cui ho dotato l ente sin dal lontano Il Progetto rappresenta il primo esperimento in Italia di integrazione della tecnologia senza fili con il Sistema Pubblico di connettività. Gli apparati mobili raggiunti dal servizio nelle aree coperte, fruiranno della tecnologia handover che assicura il mantenimento della connessione durante il transito da una antenna alla successiva. Progettazione e realizzazione di progetti cofinanziati a seguito di partecipazione ad evidenze pubbliche del C.N.I.P.A o della Regione Campania. Tutti le componenti applicative progettate dal sottoscritto, sono state finanziate attraverso partecipazione a bandi pubblici da Enti Nazionali (AGID e DAR) e Regione Campania. Ho provveduto personalmente alla stesura dei progetti e dei relativi capitolati, in modo autonomo, supportato dalle risorse del CORE TEAM interno. Ciò vale anche per la partecipazione alle citate evidenze pubbliche per ammissione a finanziamenti. Responsabile Unico del procedimento RUP di significative evidenze pubbliche per l acquisizione delle componenti Hardware Software e Telecomunicazioni. Approfondita conoscenza delle procedure Amministrative previste dalla vigente normativa e delle modalità di attuazione gare e appalti in modalità elettronica (Portale CONSIP e MEPA). Date Da gennaio 2007 ad agosto 2014 Società Centro Servizi Territoriali Sistemi SUD Qualifica Presidente/Direttore Tecnico In ottemperanza alle disposizioni Nazionali sancite dal Codice Digitale per le Pubbliche Amministrazioni, concernenti la creazione di aggregazioni di Amministrazioni Comunali da far confluire nei Centri di Servizi Territoriali, il Comune di Salerno ha assunto il ruolo di Ente Capofila Tecnologico per il C.S.T. Sistemi SUD. Ciò è avvenuto quale conseguenza dell aggiudicazione della selezione Nazionale avvenuta attraverso Bando Pubblico, in cui il progetto redatto dal sottoscritto, è risultato primo nella graduatoria della Regione di appartenenza. Per la delicata fase di start-up e consolidamento, mi è stato affidato il ruolo di Presidente/Direttore Tecnico per la progettazione dell architettura tecnologica e applicativa dei servizi da asservire agli Enti Soci (rete comunicazione dati,, applicativi base e avanzati) e delle strutture di supporto (posta elettronica posta certificata, firma digitale, disaster recovery,). Pag. 4

5 E ad oggi l unico CST Nazionale che si avvale di una struttura centralizzata integrata in un unico Centro Stella attestato sulla rete del Comune Capoluogo via Servizio Pubblica connettività la rete del Comune Capoluogo. Le componenti applicative sono state implementate attraverso il Riuso del Modello Salerno con il sistema S.I.M.E.L. In tal modo, la Intranet del Comune di Salerno è stata estesa all intero C.S.T., con conseguenti economie di scala e razionalizzazione delle attività di manutenzione e gestione dell architettura tecnologica. Attuando tale strategia, il Centro fruisce ancora oggi del considerevole livello tecnologico creato e ampliato con i fondi Regionali e Nazionali resi disponibili per le attività di partenza. Date Da luglio 2001 a dicembre 2003 Società Tosinvest Sanità S.P.A (oltre 2000 dipendenti) Qualifica Direttore Sistemi Informativi Creazione di un complesso C.U.P, Centro Unico di Prenotazioni al servizio di strutture riabilitative e per acuti, mediante la soluzione applicativa SAP R3, per l implementazione del verticale HEALTHCARE. A tal fine, si è dato vita al Competence Center Nazionale per la localizzazione del prodotto ed è stata realizzata tutta l architettura tecnologica per la gestione di 4500 utenti. Date Da maggio 1998 a giugno 2001 Società Ferrari Maserati - Ernst & Young S.p.A. Qualifica Team Leader Nell ambito del progetto olandese Baan ERP che prevedeva lo sviluppo dell intero sistema produttivo da replicare in altre aziende del gruppo FIAT, il sottoscritto ha ricoperto la mansione di Team Leader del settore logistico (programmi di acquisti e vendite generati dai fabbisogni produttivi), disegnando l architettura funzionale dei Processi. Sono state inoltre sviluppate le componenti software per il settore GES, Gestione Sportiva F1 ed è stato ricoperto il ruolo di Capo Progetto, responsabile della base tecnologica, per trasferire il know how del modello logistico distributivo disegnato a Maranello (Fiat Argentina e Fiat Brasile) Date Da luglio 1995 ad aprile 1998 Società BBS (Baan Business System) Italia Qualifica Direttore Tecnico In relazione al Progetto KUWAIT PETROLEUM si è provveduto all implementazione logistica lubrificanti (stoccaggio, gestione imposte, distribuzione e vendita), in ambiente UNIX/SUN SOLARIS, BaanERP. Date Da marzo 1993 a giugno 1995 Società I.B.M. S.p.A area E.M.E.A. Qualifica Sistemista di supporto large account Date Da gennaio 1988 a febbraio 1993 Società Data General Corporation S.p.A (Roma e Milano) Qualifica Sistemista delle piattaforme Nova ed Eclipse e Responsabile del Supporto Sistemistico Pre-sales Date Da gennaio 1982 a dicembre 1987 Società C.I.T.E.C. S.p.A - software house (Roma e Bruxelles) Qualifica Programmatore e Analista - Ministero della Difesa, Ufficio M.I.R.F.A. e I.F.: realizzazione a Roma e Bruxelles (sede Pag. 5

6 NATO) di un progetto per la gestione e il controllo di una rete di comunicazione radiofrequenze - a vista e satellitare - instradata in un sistema informativo di controllo. - Ministero Poste e Telecomunicazioni: progetto per lo sviluppo di un sistema per l archiviazione documenti (Data General ambiente Nova). PROFESSIONALI TECNOLOGICHE INFORMATICHE Progettazione di Reti WAN/LAN complesse, ad elevato traffico, basate su tecnologia FRAME RELAY e ATM e della più recente I.P MPLS. Approfondita conoscenza delle componenti attive e passive e delle tipologie di distribuzione/centralizzazione per assicurare l alta affidabilità trasmissiva e di connettività fisica. Integrazione delle Reti WIRED con reti WIRELESS geografiche attraverso trasporto del segnale Digitale generato e ricevuto da LINK di Ponti Radio per la creazione di une Rete Multiservizi Territoriale. Progettazione di reti di trasporto connettività INTERNET per la creazione di WI FI territoriali Progettazione di sistemi di comunicazione OTTICA WDM (Wavelenght Division Multiplexing) per modulare più canali su stessa fibra ottica, utilizzando portanti di differenti lunghezze d onda per ogni canale. Utilizzo modulazione d intensità o ampiezza per singola portante Profonda conoscenza dei sistemi di Perfomance Test e Stress Test della rete di comunicazione e degli strumenti di monitoraggio degli apparati attivi Progettazione CLUSTER Applicativi e CLUSTER di Data Base (Engine) per implementazione architettura distribuita Progettazione infrastruttura dati e di Storage Area Network (SAN) distribuite Profonda conoscenza delle metodologie per la gestione di piattaforme WEB BASED asservite all erogazione di servizi integrati con le piattaforme di Back end. Architettura SOA (Service Oriented Architecture) Approfondita conoscenza dell infrastruttura Nazionale S.P.C (Servizio Pubblica Connettività) Approfondita conoscenza delle metodologie e dei sistemi di sicurezza INFORMATICA sia FISICA che LOGICA in Alta Affidabilità ridondata e bilanciata PROFESSIONALI TECNOLOGICHE INFORMATICHE Internet/extranet/intranet/infranet : integrazione con il sistema aziendale distribuito Sistemi di QMS relativi a manutenzione preventiva/evolutiva e di supporto del Sistema Informativo legacy. Sistemi basati su architettura INTEL Sistemi operativi LINUX-UNIX Vari linguaggi di programmazione Database DBII, INFORMIX, ORACLE anche in modalità RAC (Real Application Cluster) Mainframe IBM (serie 433xx,37xx), AS400, Data General Corporation e HP-COMPAQ GS 160 e 320 e tutte le piattaforme basate su processori CISC e RISC Approfondita conoscenza delle tecniche di Project Management pianificazione, gestione, analisi rischi Approfondita conoscenza dei processi applicativi di un Sistema Informativo Comunale e Centrale Pag. 6

7 PROFESSIONALI TECNOLOGICHE INFORMATICHE Perfetta conoscenza dei processi applicativi di produzione (manufacturing, distribution,drp) e dei sistemi di pianificazione e gestione Piattaforme applicative ERP SAP e Baan per i moduli Metodologia Target Baan e ASAP SAP per implementazione progetti Approfondita conoscenza degli strumenti e delle tecniche per la modellazione dei processi Approfondita conoscenza dei processi logistici, manifatturieri e di controllo amministrazione / finanza Approfondita conoscenza dei processi della sanità Italiana e dei sistemi dipartimentali di supporto, quali la Diagnostica per immagini e il Centro Unico di Prenotazione ORGANIZZATIVE E GESTIONALI Capacità di perseguire obiettivi e di lavorare anche in tavoli Internazionali Dirigere strutture complesse Pubbliche o Private Leadership Capacità di gestione,valutazione e incentivazione delle Risorse Umane Conduzione di TEAM complessi anche in ambito Internazionale Perfetta padronanza nella gestione di primari fornitori Nazionali e Internazionali di beni e servizi Stesura autonoma di Capitolati Tecnici Complessi Approfondita conoscenza dei processi Amministrativi (norme e procedimenti) di una Pubblica Amministrazione Locale e Centrale e di Aggregazione di Enti Locali previsti dal Codice dell Amministrazione Digitale denominati Centri Servizi Territoriali e A.L.I RICONOSCIMENTI NAZIONALI "Premio egovernment: i campioni del riuso" per il progetto Scacco, SMAU Milano 2014 Premio egovernment: i campioni del riuso" per il progetto Scacco, SMAU Napoli 2014 Premio E-Town di Google Italia, edizione 2011 Premio PA per la trasparenza dei siti web della P.A. - Ministero della Funzione Pubblica, ed Premio per la qualità della sezione Albo Pretorio e Policy del sito web istituzionale - Ministero della Funzione Pubblica, ed Pag. 7

Master in Telecomunicazioni Certificazione P.M.I (Project Management Institute) Gennaio 2004 ad oggi. Comune di Salerno

Master in Telecomunicazioni Certificazione P.M.I (Project Management Institute) Gennaio 2004 ad oggi. Comune di Salerno CURRICULUM VITAE di Raffaele Ciaraldi INFORMAZIONI PERSONALI Nome Ciaraldi Raffaele Data di nascita 16/03/1960 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Salerno Incarico attuale Direttore Sistemi Informativi

Dettagli

I SERVIZI DI DATA VENDING DI BORSA ITALIANA. Milano 3 Ottobre 2005. Training & Congress Center - Palazzo Mezzanotte

I SERVIZI DI DATA VENDING DI BORSA ITALIANA. Milano 3 Ottobre 2005. Training & Congress Center - Palazzo Mezzanotte I SERVIZI DI DATA VENDING DI BORSA ITALIANA Milano Training & Congress Center - Palazzo Mezzanotte La soluzione ASP di BIt Systems Titolo capitolo I Servizi di Data Vending di Borsa Italiana Offre soluzioni

Dettagli

Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali. Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011

Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali. Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011 Gli enti intermedi come motore o strumento della diffusione dei servizi e innovazione per le realtà locali Raffaele Gareri Padova 9 Maggio 2011 Il contesto Il 49% del Pil dell UE è frutto dei servizi innovativi

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale più dei soggetti aggregati o aggregandi Cofinanziamenti provenienti da enti esterni all aggregazione costituita o costituenda e diversi dal finanziamento comma 893 TOTALE Il Progetto si inquadra nell ambito

Dettagli

UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE UN SALTO DI QUALITA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Snellimento organizzativo, egovernment, servizi ai cittadini: il rinnovamento della PA trova slancio nelle tecnologie e soluzioni per la gestione dei

Dettagli

La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia

La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia Il 2006 ha registrato alcuni segnali positivi di ripresa, sia dell'economia italiana che dell Information

Dettagli

Agenda Digitale. Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line

Agenda Digitale. Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line Agenda Digitale Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line Dott. Nicola A. Coluzzi Ufficio Società dell'informazione

Dettagli

P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6

P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6 Comune di Sospirolo P r o v i n c i a d i B e l l u n o l o c. Ca p o l u o g o, n. 1 0 5 3 2 0 3 7 S o s p i r o l o P. I. 0 0 1 6 4 1 1 0 2 5 6 PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione

Dettagli

Pubblico e privato nelle strategie di e-government

Pubblico e privato nelle strategie di e-government Ruolo degli Enti Locali nel Piano di e-government La strategia del Comune per l e-government Gli strumenti attuativi della strategia Il necessario apporto del privato Ruolo degli Enti Locali nel Piano

Dettagli

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA 1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA La Regione Siciliana ha intrapreso nell'ultimo decennio un percorso di modernizzazione che ha come frontiera la creazione della Società dell Informazione, ovvero

Dettagli

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE

EGOVERNMENT ED EGOVERNANCE Prot. 13/2011 del 25/01/2011 Pag. 0 di 11 ADMINISTRA COMUNE DI NAPOLI Il progetto Administra nasce dall esigenza del Comune di Napoli di disporre di un unica infrastruttura tecnologica permanente di servizi

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Allegato. Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia. per l ENTE UCL Asta del Serio

Allegato. Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia. per l ENTE UCL Asta del Serio Allegato Servizio Hosting Virtual DataCenter di Regione Lombardia per l ENTE UCL Asta del Serio Contesto Il percorso condotto da Regione Lombardia (RL) per la razionalizzazione dei CED degli ENTI si inserisce

Dettagli

BLU CRM Srl - Via Piave, 26 20016 Pero (MI) Blu.Energy Suite Sistema Distribuzione Gas

BLU CRM Srl - Via Piave, 26 20016 Pero (MI) Blu.Energy Suite Sistema Distribuzione Gas Blu.Energy Suite Sistema Distribuzione Gas Suite distribuzione Gas Sistema informativo per la gestione di attività inerenti alla gestione del servizio di distribuzione del Gas Letture Contatori Contratti

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO PER LA CONDUZIONE

Dettagli

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE Flavia Marzano marzano@cibernet.it 10/05/2004 ARPA Club Forum PA 2004 Contenuti Cenni normativi Sistema di gestione documentale:

Dettagli

ELATOS WEB SOFTWARE GESTIONALE ASP

ELATOS WEB SOFTWARE GESTIONALE ASP ELATOS WEB SOFTWARE GESTIONALE ASP L OUTSOURCING È uno degli strumenti manageriali, di carattere tattico e strategico, che hanno conosciuto maggiore espansione nel corso dell ultimo decennio e che continuerà

Dettagli

A passo sicuro nel mondo IT

A passo sicuro nel mondo IT A passo sicuro nel mondo IT A passo sicuro nel mondo IT Le scelte effettuate, le esperienze acquisite e la capacità di applicarle nella realizzazione dei progetti hanno fatto sì che, nel corso degli anni,

Dettagli

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in PROGRAMMA STRATEGICO TRIENNALE 2011-2013 Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery COMUNE DI PALOMONTE Provincia di Salerno Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC. Giugno 2013

Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC. Giugno 2013 Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC Giugno 2013 Sommario 1 PREMESSA... 3 2 COMPONENTE TECNOLOGICA DEL SERVIZIO... 3 3 COMPONENTE APPLICATIVA DEL SERVIZIO... 5 3.1 Infrastruttura tecnologica,

Dettagli

Modulo Piattaforma Concorsi Interattivi

Modulo Piattaforma Concorsi Interattivi Modulo Piattaforma Concorsi Interattivi 1 Che cosa è Message Activator Message Activator è una piattaforma software che permette la comunicazione diretta alla Customer Base utilizzando una molteplicità

Dettagli

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA L azienda pag. 1 Gli asset strategici pag. 2 L offerta pag. 3 Il management Pradac Informatica pag. 5 Scheda di sintesi pag. 6 Contact: Pradac Informatica Via delle

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Relazione Attività Di Progetto Uno degli obiettivi del progetto CST Area di TARANTO è stato quello di garantire la diffusione dei servizi innovativi

Dettagli

Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi

Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi Dott.ssa Maria Pia Giovannini Responsabile dell Ufficio Sistemi per l efficienza della gestione delle risorse umane e finanziarie e

Dettagli

L infrastruttura di rete

L infrastruttura di rete L infrastruttura di rete La Community regionale Net-SIRV 14 dicembre 2009 Massimo Tormena Responsabile Ufficio Centro Tecnico e coordinamento reti Cos è OVER network Infrastruttura E una infrastruttura

Dettagli

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE Lucia Picardi Responsabile Marketing Servizi Digitali Chi siamo 2 Poste Italiane: da un insieme di asset/infrastrutture

Dettagli

Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011

Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011 Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011 0 La metodologia Rilevanza per l impresal Innovatività Benefici di business Candidature 81 Imprese e PA finaliste 16 Imprese e PA vincitrici 6 1 Le categorie

Dettagli

Architetture dei WIS. Definizione di WIS. Benefici dei WIS. Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012

Architetture dei WIS. Definizione di WIS. Benefici dei WIS. Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Architetture dei WIS Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Definizione di WIS Un WIS può essere definito come un insieme di applicazioni in grado di reperire, cooperare e fornire informazioni utilizzando

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.8

Dettagli

ICT Information &Communication Technology

ICT Information &Communication Technology ICT Information &Communication Technology www.tilak.it Profile Tilak Srl, azienda specializzata in soluzioni in ambito Communication Technology opera nell ambito dei servizi di consulenza, formazione e

Dettagli

Dirigente - Ufficio sistemi di rete ed innovazioni tecnologiche

Dirigente - Ufficio sistemi di rete ed innovazioni tecnologiche INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 10/10/1970 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio BALDONI FRANCESCO II Fascia MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Dirigente - Ufficio

Dettagli

Corporate profile Via A. Carrante 1/F - 70124 BARI tel. 080.21 49 681 - fax 080.21 40 682 www.mastergroupict.com info@mastergroupict.

Corporate profile Via A. Carrante 1/F - 70124 BARI tel. 080.21 49 681 - fax 080.21 40 682 www.mastergroupict.com info@mastergroupict. Corporate profile Chi siamo MasterGroup ICT è un Azienda globale di Formazione e Consulenza ICT che supporta l evoluzione delle competenze individuali e l innovazione delle organizzazioni. Si propone al

Dettagli

III SETTORE UFFICIO SISTEMI INFORMATICI

III SETTORE UFFICIO SISTEMI INFORMATICI III SETTORE UFFICIO SISTEMI INFORMATICI PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Approvato con deliberazione della Giunta comunale n del 16 febbraio 2015 PIANO DI INFORMATIZZAZIONE 1. Presupposti. Il Piano di Informatizzazione

Dettagli

Knowledge Box Spring 2011. Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA

Knowledge Box Spring 2011. Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA Knowledge Box Spring 2011 Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA Maria Pia Giovannini DigitPA Responsabile Ufficio Sistemi per l efficienza della gestione delle risorse

Dettagli

Più sicurezza ICT per migliorare i servizi ai cittadini: il caso del Comune di Milano

Più sicurezza ICT per migliorare i servizi ai cittadini: il caso del Comune di Milano DSSI, Direzione Specialistica Sistemi Informativi Più sicurezza ICT per migliorare i servizi ai cittadini: il caso del Comune di Milano 21 maggio 2007 Forum PA - ROMA Alessandro Musumeci Direttore Centrale

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO PER LA GESTIONE

Dettagli

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007

REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY PROFILO AZIENDALE 2007 REPLY Company Profile 2007 1 CARATTERI IDENTIFICATIVI DEL GRUPPO Reply è una società di Consulenza, System Integration e Application Management, leader nella progettazione

Dettagli

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente.

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. esperienza + innovazione affidabilità Da IBM, una soluzione completamente nuova: ACG Vision4,

Dettagli

I N F I N I T Y P R O J E C T SAFETY SOLUTION

I N F I N I T Y P R O J E C T SAFETY SOLUTION I N F I N I T Y P R O J E C T SAFETY SOLUTION SAFETY SOLUTION I VANTAGGI GI Base dati unica ed integrata La base dati unica a tutti gli applicativi della suite HR Zucchetti è una caratteristica che nessun

Dettagli

la Società Chi è Tecnoservice

la Società Chi è Tecnoservice brochure 09/04/2009 11.16 Pagina 1 brochure 09/04/2009 11.16 Pagina 2 la Società Chi è Tecnoservice Nata dall incontro di esperienze decennali in diversi campi dell informatica e della comunicazione TsInformatica

Dettagli

IL CSI PIEMONTE PER LA CONTINUITÀ DEI VOSTRI SERVIZI

IL CSI PIEMONTE PER LA CONTINUITÀ DEI VOSTRI SERVIZI IL CSI PIEMONTE PER LA CONTINUITÀ DEI VOSTRI SERVIZI LA CONTINUITÀ OPERATIVA È UN DOVERE La Pubblica Amministrazione è tenuta ad assicurare la continuità dei propri servizi per garantire il corretto svolgimento

Dettagli

luca.galandra@comune.pv.it

luca.galandra@comune.pv.it CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome GALANDRA LUCA Telefono Ufficio 0382399373 E-mail Data di nascita 30-08-1970 luca.galandra@comune.pv.it ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) Nome e indirizzo datore

Dettagli

I N F I N I T Y P R O J E C T ACCESSI WEB

I N F I N I T Y P R O J E C T ACCESSI WEB I N F I N I T Y P R O J E C T ACCESSI WEB ACCESSI WEB Accessi web è la soluzione Zucchetti che unisce le funzionalità del controllo accessi con la praticità e la comodità dei sistemi web. Visualizzabile

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE.

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. Articolo 1 Oggetto dell appalto 1. L appalto ha per oggetto la progettazione,

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 1 Architettura delle reti di telecomunicazioni e contesto infrastrutturale regionale 1 Indice Architettura delle reti di Telecomunicazioni Banda Larga nella

Dettagli

ACI Informatica. Roma,18 maggio 2012 MODELLI PER UNA CRESCITA - 29 OTTOBRE 07

ACI Informatica. Roma,18 maggio 2012 MODELLI PER UNA CRESCITA - 29 OTTOBRE 07 ACI Informatica Roma,18 maggio 2012 MODELLI PER UNA CRESCITA - 29 OTTOBRE 07 1 L Automobile Club d Italia ACI Informatica (ACI.it) supporto di ACI verso PA Centrale ACI Delegazioni Cittadini PA Locale

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PRESENZE WEB

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PRESENZE WEB I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PRESENZE WEB PRESENZE WEB Presenze Web è la soluzione ideale per l azienda che vuole automatizzare i processi di rilevazione, controllo e gestione dei dati di presenza

Dettagli

Sistema ERP Dynamics AX

Sistema ERP Dynamics AX Equitalia S.p.A. Servizi di implementazione e manutenzione del nuovo Sistema Informativo Corporate Sistema ERP Dynamics AX Allegato 6 Figure professionali Sommario 1. Caratteri generali... 3 2. Account

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di VERGIATE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di VERGIATE PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di VERGIATE (ex art.24 DL 90/2014) SOMMARIO 1. Cronologia revisioni 2. Inquadramento e obiettivi del piano 3. Architettura di riferimento 4. Piano attuativo 4.1. Individuazione

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma)

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Appalto per l Affidamento del Servizio di MANUTENZIONE, MONITORAGGIO E CONDUZIONE DEI SERVIZI DI SERVER FARM dell Azienda Sanitaria Locale Roma H compresa la realizzazione di due progetti IT finalizzati

Dettagli

Lavoriamo al vostro fianco in un ruolo di primo piano nel settore telecomunicazioni

Lavoriamo al vostro fianco in un ruolo di primo piano nel settore telecomunicazioni 2 Lavoriamo al vostro fianco in un ruolo di primo piano nel settore telecomunicazioni 3 4 Un unico interlocutore Le nostre competenze, associate ad un modello di sviluppo d impresa efficiente e collaudato

Dettagli

Il CSST regionale a supporto dello sviluppo dei Centri Servizi Territoriali Veneti/A.L.I.

Il CSST regionale a supporto dello sviluppo dei Centri Servizi Territoriali Veneti/A.L.I. Il CSST regionale a supporto dello sviluppo dei Centri Servizi Territoriali Veneti/A.L.I. Villa Cordellina Montecchio Maggiore Vicenza - 21 gennaio 2008 A cura di Bruno Salomoni Segreteria Regionale Affari

Dettagli

MobiMESH. Wireless Mesh a banda larga. Ing. Stefano Napoli Product Manager

MobiMESH. Wireless Mesh a banda larga. Ing. Stefano Napoli Product Manager MobiMESH Wireless Mesh a banda larga Ing. Stefano Napoli Product Manager Un paradigma di networking Architettura di rete MobiMESH Rete Cablata: integrata nel routing Backbone: infrastruttura wireless multihop

Dettagli

PloneGov.org Open source collaboration for the public sector

PloneGov.org Open source collaboration for the public sector PloneGov.org Open source collaboration for the public sector Assessora Fortunata Dini Navacchio, 04 Dicembre 2008 Quadro normativo Obiettivi strategici Conferenza di Lisbona del 2000 Il passaggio ad un

Dettagli

I N F I N I T Y P R O J E C T PRESENZE WEB

I N F I N I T Y P R O J E C T PRESENZE WEB I N F I N I T Y P R O J E C T PRESENZE WEB PRESENZE WEB Presenze Web èlasoluzione ideale per l azienda che vuole automatizzare i processi di rilevazione, controllo e gestione dei dati di presenza del personale.

Dettagli

Eclipse Day 2010 in Rome

Eclipse Day 2010 in Rome Le infrastrutture open source per la cooperazione applicativa nella pubblica amministrazione: l'esperienza in Regione del Veneto Dirigente del Servizio Progettazione e Sviluppo Direzione Sistema Informatico

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome SICCARDI GIULIO Indirizzo viale Bottaro 1/6 16125 Genova Telefono 010 2514694 / 3351288235 E-mail gsiccardi@gmail.com

Dettagli

1.2.1 - REALIZZAZIONE LAN

1.2.1 - REALIZZAZIONE LAN 1 - CODICE PROGETTO 1.2.1 - REALIZZAZIONE LAN 2 - TIPOLOGIA DI INTERVENTO/AREA FUNZIONALE DEL PPL Il progetto è riconducibile a quella che il Piano Provinciale del Lavoro definisce quale Area 1: organizzazione

Dettagli

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina

Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina COMUNE DI FIRENZE Area Comunicazione Contact Center Integrato Multicanale dell Area territoriale fiorentina Forum P.A. - Roma, 08 maggio 2006 I PERCORSI DI CAMBIAMENTO E INNOVAZIONE NEL COMUNE DI FIRENZE

Dettagli

SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE

SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE EGIDIO PICERNO POTENZA 9 LUGLIO 2010 Interoperabiltà è la capacità di due o più sistemi informativi di scambiarsi informazioni e di attivare, a suddetto

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II

Dettagli

C U R R I C U L U M V I T A E

C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome D ALESSANDRO MICHELE Data di nascita 11/01/1980 Qualifica Incarico attuale Dirigente Direttore dell Ufficio Tecnico Musicale Telefono

Dettagli

Piattaforma Concorsi Interattivi

Piattaforma Concorsi Interattivi Piattaforma Concorsi Interattivi 1 Che cosa è WinWin Activator WinWin Activator è una piattaforma software che permette di creare, gestire e rendicontare concorsi a premio utilizzando internet, il servizio

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

Hitachi Systems CBT S.p.A.

Hitachi Systems CBT S.p.A. Hitachi Systems CBT S.p.A. EasyCloud : Cloud Business Transformation LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DEL RINNOVAMENTO AZIENDALE Accompagniamo aziende di ogni dimensione e settore nella trasformazione strategica

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PAGHE PROJECT

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PAGHE PROJECT I N F I N I T Y Z U C C H E T T I PAGHE PROJECT PAGHE PROJECT Paghe Project è la soluzione della suite HR Zucchetti per l amministrazione del personale in aziende pubbliche e private di qualsiasi settore

Dettagli

COMUNE di PORTOGRUARO - PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011

COMUNE di PORTOGRUARO - PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011 SEZIONE A Sistema informativo comunale, rete e sicurezza Nell ambito del sistema informativo, degli applicativi in uso, della rete e del sistema di sicurezza va mantenuta e migliorata l efficienza intervenendo

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I ACCESSI WEB

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I ACCESSI WEB I N F I N I T Y Z U C C H E T T I ACCESSI WEB ACCESSI WEB Accessi web è la soluzione Zucchetti che unisce le funzionalità del controllo accessi con la praticità e la comodità dei sistemi web. Visualizzabile

Dettagli

soluzioni Sviluppo Progetti Informatici Server Based Computing

soluzioni Sviluppo Progetti Informatici Server Based Computing azienda Projest nasce nel 1999 per iniziativa di un gruppo di professionisti con esperienza decennale quali responsabili di funzioni operative in aziende medio-grandi e con solide competenze nell approccio

Dettagli

Davide D Amico CURRICULUM SCIENTIFICO DIDATTICO E PROFESSIONALE

Davide D Amico CURRICULUM SCIENTIFICO DIDATTICO E PROFESSIONALE Davide D Amico CURRICULUM SCIENTIFICO DIDATTICO E PROFESSIONALE Dati personali Nome e cognome: Davide D Amico Data di nascita: 03 Luglio 1974 Nazionalità : italiana Titoli di studio e culturali Master

Dettagli

- Appendice 1 al Capitolato tecnico - SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI

- Appendice 1 al Capitolato tecnico - SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI - Appendice 1 al Capitolato tecnico - SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI Appendice 1 - Pagina 1 di 11 Indice SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI... 1 1. SCOPO... 3 2. DESCRIZIONE INFRASTRUTTURA SINTEL E NECA...

Dettagli

DeltaDator S.p.A. Piccola e media impresa Banche e Assicurazioni Pubblica Amministrazione

DeltaDator S.p.A. Piccola e media impresa Banche e Assicurazioni Pubblica Amministrazione DeltaDator S.p.A. DeltaDator S.p.A., la più importante realtà nel mercato IT (Information Technology) del Trentino Alto Adige, si è costituita nel dicembre del 2001. DeltaDator è il risultato della fusione

Dettagli

Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) CUReP

Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) CUReP Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) un caso d uso Centro Integrato di Prenotazione della Regione Campania CUReP DIT WorkShop Cup on line interregionale

Dettagli

Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server

Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server Caso di successo Microsoft Virtualizzazione Gruppo Arvedi Il Gruppo Arvedi sceglie tecnologie Microsoft per la virtualizzazione dei sistemi server Informazioni generali Settore Education Il Cliente Le

Dettagli

Company profile 2014

Company profile 2014 Company profile 2014 Chi siamo Digimetrica è una società specializzata in: Sicurezza informatica Networking e gestione di infrastrutture informatiche Outsourcing di soluzioni internet e cloud computing

Dettagli

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014 Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino Roma, 27 marzo 2014 Informatica Trentina: società di sistema Società a capitale interamente pubblico per la diffusione di servizi ICT al comparto pubblico

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Tommasomoro Rosa Maria Direzione Partecipate. Rtommasomoro@comune.genova.it

CURRICULUM VITAE. Tommasomoro Rosa Maria Direzione Partecipate. Rtommasomoro@comune.genova.it CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Struttura di appartenenza Tommasomoro Rosa Maria Direzione Partecipate Indirizzo Via Paolo Anfossi 40/5 Telefono 010 716284 Cellulare 335 5699224 E-mail Rtommasomoro@comune.genova.it

Dettagli

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata COD. PROD. D.6.3 1 Indice Considerazioni sulla virtualizzazione... 3 Vantaggi della virtualizzazione:... 3 Piattaforma di virtualizzazione...

Dettagli

Sistema di protocollo informatico e gestione documentale

Sistema di protocollo informatico e gestione documentale Sistema di protocollo informatico e gestione documentale Roma, 8 aprile 2002 Roberto Bettacchi Direttore Business Unit P.A. r.bettacchi@agora.it Scenario di riferimento I DIECI OBIETTIVI DEL GOVERNO PER

Dettagli

De.Mo. Consulting S.r.l.

De.Mo. Consulting S.r.l. Presentazione della società De.Mo. Consulting S.r.l. P.IVA 01505730661 Iscr. Reg. Imprese dell Aquila n.4396/2000 Chi siamo De.Mo. Consulting S.r.l. è una società di formazione e consulenza per il miglioramento

Dettagli

Mobile & wireless. Fatturazione Elettronica

Mobile & wireless. Fatturazione Elettronica Mobile & wireless Con applicazioni Mobile & Wireless si intendono le applicazioni a supporto dei processi aziendali che si basano su: rete cellulare, qualsiasi sia il terminale utilizzato (telefono cellulare,

Dettagli

ANALISI DELL INFRASTRUTTURA IT

ANALISI DELL INFRASTRUTTURA IT ITAS ANALISI DELL INFRASTRUTTURA IT Criticità di sicurezza Trento Hacking Team S.r.l. http://www.hackingteam.it Via della Moscova, 13 info@hackingteam.it 20121 MILANO (MI) - Italy Tel. +39.02.29060603

Dettagli

AVVISI PROFILI RICERCATI/CRITERI DI SELEZIONE ESITI 2015

AVVISI PROFILI RICERCATI/CRITERI DI SELEZIONE ESITI 2015 05 PROFILO ICT (RIF. 0/05) BENI E SERVIZI (RIF. 0/05) ANALISTA MERCATO BENI MOBILI (RIF. 03/05) ANALISTA MARKETING (RIF. 04/05) DESCRIZIONE La posizione ha la responsabilità di assicurare l acquisizione

Dettagli

ELEMENTI DI PROGETTAZIONE SOFTWARE

ELEMENTI DI PROGETTAZIONE SOFTWARE ELEMENTI DI PROGETTAZIONE SOFTWARE Massimiliano Redolfi Architetture Architetture logiche e fisiche Stand Alone tipico applicativo anni 1980 nessun problema di concorrenza spesso nessuna scomposizione

Dettagli

Internet e la Banca. Relatore Andrea Falleni, Responsabile Prodotti e Soluzioni BST Banking Solutions & Technologies Gruppo AIVE

Internet e la Banca. Relatore Andrea Falleni, Responsabile Prodotti e Soluzioni BST Banking Solutions & Technologies Gruppo AIVE Internet e la Banca Relatore Andrea Falleni, Responsabile Prodotti e Soluzioni BST Gruppo AIVE 1 Scenario Le BANCHE in Italia, al contrario delle concorrenti europee, hanno proposto, sul mercato dei nuovi

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.1 Gestire

Dettagli

L approccio industriale Cloud per la PA e le imprese

L approccio industriale Cloud per la PA e le imprese L approccio industriale Cloud per la PA e le imprese Giornata di Studio egovernment e Cloud computing: alte prestazioni con maggiore efficienza Roma, 5 Ottobre 2010 CNEL Andrea Costa TELECOM ITALIA INCONTRA

Dettagli

UNA RELEASE ROBUSTA E COLLAUDATA IN CONTESTI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI EVOLUZIONE DELLA PIATTAFORMA ASSICURATIVA ALL IN ONE

UNA RELEASE ROBUSTA E COLLAUDATA IN CONTESTI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI EVOLUZIONE DELLA PIATTAFORMA ASSICURATIVA ALL IN ONE L offerta di Value+, in origine focalizzata sulla gestione dei Rami Vita e dei Fondi Pensione attraverso il sistema invita, diffuso in Italia e all estero, si è arricchita nel corso degli anni estendendosi

Dettagli

IBM i5/os: un sistema progettato per essere sicuro e flessibile

IBM i5/os: un sistema progettato per essere sicuro e flessibile IBM i5/os garantisce la continua operatività della vostra azienda IBM i5/os: un sistema progettato per essere sicuro e flessibile Caratteristiche principali Introduzione del software HASM (High Availability

Dettagli

Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia Svizzera 2007-2013 PROGETTO STRATEGIO PTA

Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia Svizzera 2007-2013 PROGETTO STRATEGIO PTA Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia Svizzera 2007-2013 PROGETTO STRATEGIO PTA PIATTAFORMA TECNOLOGICA ALPINA: UNO STRUMENTO TRANSFRONTALIERO PER LA CONDIVISIONE DI INFRASTRUTTURE

Dettagli

LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER

LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER MANAGED OPERATIONS LA RETE INTEGRATA DEI DATA CENTER I Data Center di Engineering, grazie alle migliori infrastrutture e tecnologie, garantiscono i più elevati standard di sicurezza, affidabilità ed efficienza.

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

Il sostegno delle istituzioni ai processi di innovazione e di sviluppo del territorio. Alberto Daprà Milano, 26 Maggio 2009

Il sostegno delle istituzioni ai processi di innovazione e di sviluppo del territorio. Alberto Daprà Milano, 26 Maggio 2009 Il sostegno delle istituzioni ai processi di innovazione e di sviluppo del territorio Alberto Daprà Milano, 26 Maggio 2009 Contenuti Lombardia: un territorio fertile per l innovazione Il sostegno delle

Dettagli

sviluppo della Società dell Informazione

sviluppo della Società dell Informazione Le attività della Regione Abruzzo per il supporto alle Smart Community Domenico Longhi Bologna 16 ottobre 2013 Sviluppo della Società dell Informazione La Regione Abruzzo si èdotata di strumenti normativi,

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE 2015

PRESENTAZIONE AZIENDALE 2015 PRESENTAZIONE AZIENDALE 2015 setapp.eu Via di Grotte Portella, 28 00044 Frascati (RM) PEC setappsrl@legalmail.it info@setapp.eu +39 06.94.21.533 SETAPP S.R.L. - Sede Legale Via di Grotte Portella 28 -

Dettagli