ASIA Associazione Servizi Infermieristici Ausiliari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASIA Associazione Servizi Infermieristici Ausiliari"

Transcript

1 ASIA e GSA Soc. Coop, da molti anni sono impegnate nel campo dell assistenza alla persona. Oggi, ASIA e GSA combinano tutte le proprie conoscenze nel campo dell assistenza domiciliare e attivano un innovativo sistema, grazie al quale è possibile prenotare direttamente in farmacia i servizi di assistenza domiciliare, attraverso di una figura di riferimento e di fiducia comprovata, come quella del farmacista. Il servizio ASIA GSA nasce con lo scopo di semplificare ed agevolare la richiesta e la prenotazione dei servizi di assistenza domiciliare. Come funziona: Da sempre il riferimento per le famiglie italiane nell ambito della salute, insieme al medico di base, è il farmacista; ed è attorno a questa figura che si sviluppa l intero progetto ASIA-GSA. CRITERI ORGANIZZATIVI Chi necessita di questo tipo di assistenza può semplicemente affidarsi al farmacista, il quale provvederà a mettere in moto l intero sistema ASIA-GSA, ossia avvierà la procedura di prenotazione inviando online la richiesta di uno specifico servizio tramite un semplice e veloce CLICK e consegnando al cliente la copia stampata della prenotazione con numero di identificazione e costo complessivo del servizio richiesto e relativa ricevuta di pagamento. L utente finale dovrà solamente attendere una telefonata di conferma dal nostro Call Center per accordarsi riguardo la tempistica e alla modalità di realizzo della prestazione richiesta, effettuata la stessa, il nostro operatore rilascerà relativa nota contabile già quietanzata. Tutte le prestazioni sono regolarmente fatturate e detraibili. L efficienza nel coordinamento, nella gestione e nell organizzazione delle prestazioni sono garantite dalla Centrale Operativa dell ATI. La proposta base dei servizi comprende: medicazioni, iniezioni, flebo, prelievi di sangue, pulizia, posizionamento e cambio catetere, bagno ed igiene personale, assistenza alla deambulazione, assistenza al pasto e vigilanza notturna a domicilio o in ospedale e comunque tutte le attività inerenti il listino allegato.

2 L offerta può essere comunque ampliata, modificata, e personalizzata per rispondere in modo mirato e flessibile, a seconda della caratteristiche ed esigenze reali del paziente e della famiglia. SINTESI SCHEMATICA DELL ORGANIZZAZIONE ADOTTATA L ATI procederà all espletamento dell assistenza domiciliare seguendo il seguente iter: RICHIESTA UTENTE FARMACIA DI RIFERIMENTO CALL CENTER E SISTEMA INFORMATICO ASIA GSA Inoltro richiesta EROGAZIONE SERVIZIO INDIVIDUAZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE E ASSEGNAZIONE INCARICO CONTATTO UTENTE Sede Legale Via di Affogalasino Roma n Tel. Roma

3 TARIFFARIO : Assistenza con OSS Assistenza (8 ore continuative) con OSS Assistenza con OSS Assistenza (10 ore continuative) con OSS Assistenza con Infermiere Assistenza (8 ore continuative )con Infermiere Assistenza con Infermiere Assistenza (10 ore continuative ) con Infermiere Assistenza (8 ore continuative ) Badante Assistenza (10 ore continuative) Badante Assistenza con Puericultrice Assistenza (8 ore continuative) Puericultrice Corrispettivo per visita Medica Specialista 17,00/ ora diurna 120,00/ giorno 22,00/ ora notturno 170,00/ notturno 21,00/ ora diurna 160,00/ giorno 25,00/ ora notturno 190,00/ notturno 112,00/ giorno 150,00/notturno 21,00/ora diurna 160,00/giorno 150,00/visita Per le assistenze superiori a 7 giorni continuativi, gli importi giornalieri (8 ore continuative) e/o notturni (10 ore continuative) saranno concordati ed eventualmente rivisitati con la scontistica prevista dalla ATI. A completamento del sopra esposto Tariffario, la scrivente ATI propone un ulteriore prezzario prestazionale per l assistenza Domiciliare solvente.

4 CODICE PRESTAZIONE LISTINO PREZZI AG 001 prelievo a domicilio 36,00 iniezioni effettuate dalle h 8,30 alle ore 12,30 e dalle ore 15,30 alle ore 19,30 (dopo una serie di AG 002 sei) 10,00 AG 003 iniezioni effettuate dalle h 8,30 alle ore 12,30 e dalle ore 15,30 alle ore 19,30 (le prime sei) 15,00 AG 004 iniezioni con richiesta urgente dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19,30 20,00 AG 005 somministrazione di flebo ed inserimento ago cannula 49,00 AG 006 flebo con assistenza infermieristica 50,00 AG 007 flebo con assistenza medica 76,00 AG 008 collegamento flebo alla via venosa attraverso ago cannula già posizionato con auto rimozione 35,00 AG 009 collegamento flebo alla via venosa e distacco al termine con riaccesso al domicilio 39,00 AG 010 somministrazione dei medicinali prescritti per via endovenosa, in bolo, con siringa 35,00 AG 011 somministrazione dei medicinali prescritti per via enterale 11,00 AG 012 somministrazione dei medicinali prescritti per via parentale 11,00 AG 013 somministrazione dei medicinali prescritti per via topica 11,00 AG 014 somministrazione dei medicinali prescritti per via inalatoria 16,00 AG 015 somministrazione dei medicinali prescritti per altra via 11,00 AG 016 prelievo venoso del sangue o raccolta di liquidi/feci e presentazione documentazione al laboratorio e consegna dei campioni 28,00 AG 017 prelievo venoso come sopra e consegna al domicilio delle risposte degli esami di laboratorio 39,00 AG 018 assistenza ordinaria di paziente portatore di catetere vescicale 22,00 AG 019 raccolta di un campione di urine 16,00 AG 020 raccolta sterile di un campione di urine mediante cateterismo 43,00 AG 021 controllo ed assistenza delle stomie delle vie urinarie 21,00 AG 022 raccolta sterile e non sterile di escreti o secreti 16,00 AG 023 assistenza ordinaria di paziente portatore di catetere vescicale 30,00 AG 024 raccolta sterile di sangue o di urina per emocoltura per uricoltura cateterismo estemporaneo o prelievo venoso sterile 45,00 AG 025 instillazioni o irrigazioni vescicali 40,00 AG 026 messa in sito di assorbenti / pannoloni 15,00 AG 027 posizionamento di un catetere vesciale a permanenza 75,00 AG 028 rimozione di un catetere vesciale a permanenza 35,00 AG 029 gestione dei presidi utilizzati per facilitare la funzione di eliminazione ( es. controllo, sostituzione e rimozione sacche di raccolta di diuresi) 20,00 AG 030 partecipazione al piano di rieducazione vescicale 30,00 AG 031 estrazione di fecalomi 22,00

5 CODICE PRESTAZIONE LISTINO PREZZI AG 032 clistere 40,00 AG 033 controllo ed assistenza corrente a stomie delle vie intestinali 30,00 AG 034 lavaggio rettale goccia a goccia 30,00 AG 035 disinfezione ambientale in caso di pericolo di diffusione di malattie a trasmissione orofecale 40,00 AG 036 messa in opera e cambio dei mezzi di protezione del letto, degli indumenti, della pelle e delle mucose in caso di incontinenza o di diarrea 25,00 AG 037 trasporto assistito di un paziente con automezzo 120,00 / 330,00 AG 038 trasporto assistito di un paziente con aeromobile o elicottero 268,00 / 420,00 AG 039 aiuto nella dembulazione senza fare ricorso a tecniche di rieducazione 16,00 AG 040 pianificazione ed esecuzione di esercizi fisici semplici 19,00 AG 041 far alzare il paziente e porlo in una posizione corretta, tale da evitare posizioni viziate, senza fare ricorso alle tecniche di rieducazione 15,00 AG 042 ablazione di un gesso o di altra immobilizzazione 16,00 AG 043 bendaggio semplice 16,00 AG 044 posa di un cerotto alla tubercolina o effettuazine di altri test 16,00 AG 045 manipolazione e controllo dei drenaggi 21,00 AG 046 medicazione semplice 21,00 AG 047 manipolazione di un drenaggio toracico 32,00 AG 048 misurazione di uno o più dei seguenti parametri vitali e valori : temperatura, polso arterioso, pressione arteriosa, atti respiratori, diuresi, peso corporeo) 18,00 AG 049 misurazione dei valori di cui sopra, fino a due misurazioni contemporaneamente 25,00 AG 050 misurazione dei valori di cui sopra, superiori alle due contemporaneamente 35,00 AG 051 frizioni, impacchi, massaggi 27,00 AG 052 prevenzione e cura delle lesioni da pressione 30,00 AG 053 controllo delle lesioni cutanee dovute a fattori chimici/fisici 16,00 AG 054 controllo di igiene ambientale presso le collettività e le case 53,00 AG 055 attività di disinfestazione e/o disinfezione ambienti di vita collettiva/familiare 40,00 AG 056 cure igieniche con bagno completo a letto 42,00 AG 057 cure igieniche con bagno nella vasca 42,00 AG 058 cure igieniche con doccia 40,00 AG 059 bagni terapeuti e medicali 40,00 AG 060 igiene dalla zona genitale nella donna e nell'uomo 25,00 AG 061 toilette di una parte del corpo 22,00

6 CODICE PRESTAZIONE LISTINO PREZZI AG 062 assistenza e sorveglianza di ulcere cutanee croniche 30,00 AG 063 cure igieniche di apparecchi correttivi e protesi 16,00 AG 064 posizionamento di materassino antidecubito con paziente allettato 30,00 AG 065 materassino antidecubito al giorno 21,00 AG 066 materassino refrigerante/riscaldante al giorno 27,00 AG 067 stimolazione delle respirazione generica, cioè non nell'ambito di un programma di riabilitazione 25,00 AG 068 controllo dell'espettorato 20,00 AG 070 manutenzione di una cannula di un tracheotomizzato 30,00 AG 071 ventilazione manuale strumentale o mediante maschera e controllo dell'adattamento di un paziente ad un ventilatore 40,00 AG 072 pulizia e ripristino di un ventilatore e del relativo materiale d'uso 30,00 AG 073 addestramento all'uso di presidi che possono facilitare l'alimentazione 28,00 AG 074 preparazione e somministrazione di alimenti speciali da far assumere a mezzo sonda gastrica o pompa enterale (anche nel bambino) 35,00 AG 075 aiuto ad assumere cibo e bevande 16,00 AG 076 aiuto ad assumere cibo con sistemi appropriati ad un handicap 30,00 AG 077 supplemento visita specialistica notturna 53,00 AG 078 supplemento visita specialistica domenica e festivi 53,00 AG 079 supplemento visita in urgenza (notturno, domenica e festivi) 50,00 AG 080 assistenza diretta per ORA 26,00 PACCHETTI ASSISTENZIALI ( per assistenze prolungate min. 6 giorni) PACCHETTO A) PACCHETTO B) PACCHETTO C) PACCHETTO D) PACCHETTO E) cure igieniche, medicazioni delle paghe da decubito, somministrazione dei farmaci orali, intramuscolari, per via endovenosa (flebo) e ritorno a domicilio al termine della terapia e.v., controllo dei parametri vitali. Eventuali prelievi ematici. posizionamento e gestione di cateteri vescicali o Conveen (nell'uomo) - costo ad accesso 120,00 cure igieniche o medicazioni delle piaghe da decubito, somministrazione dei farmaci orali, intramuscolari, per via endovenosa (flebo) e ritorno al domicilio al termine della terapia e.v., controllo dei parametri vitali - costo ad accesso 100,00 cure igieniche o medicazioni delle piaghe da decubito, somministrazione dei farmaci orali, intramuscolari, per via endovenosa (flebo), controllo dei parametri vitali - costo ad accesso 75,00 cure igieniche, somminstrazione dei farmaci orali, intramuscolari, per via endovenosa (flebo) - costo ad accesso 55,00 somministrazione dei farmaci orali, intramuscolari, per via endovenosa (flebo), controllo dei parametri vitali - costo ad accesso 45,00

Prestazioni erogabili in regime libero professionale

Prestazioni erogabili in regime libero professionale Prestazioni erogabili in regime libero professionale PARTE PRIMA Prestazioni singole di tipo tecnico 01 PRESTAZIONI COMUNI A TUTTE LE ATTIVITÀ ASSISTENZIALI 001 T Assistenza diretta 002 T Valutazione dei

Dettagli

ELENCO PRESTAZIONI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

ELENCO PRESTAZIONI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA ALLEGATO B ELENCO PRESTAZIONI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Medico Specialista ( es. geriatria- medicina interna o discipline equipollenti) 1. Prima visita domiciliare e stesura della

Dettagli

05. Prestazioni relative alla necessità di muoversi e mantenere una posizione corretta

05. Prestazioni relative alla necessità di muoversi e mantenere una posizione corretta NOMENCLAORE ARIFFARI0 2002 PRESAZIONI DI ASSISENZA INFERMIERISICA La revisione del Nomenclatore tariffario delle prestazioni infermieristiche è stata realizzata in un periodo ricco di significativi cambiamenti

Dettagli

MANSIONARIO DELL INFERMIERE PROFESSIONALE

MANSIONARIO DELL INFERMIERE PROFESSIONALE MANSIONARIO DELL INFERMIERE PROFESSIONALE Modifiche al R.D. 2 maggio 1940, numero 1310, sulle mansioni degli infermieri professionali e infermieri generici. TITOLO I - Mansioni dell infermiere professionale

Dettagli

FEDERAZIONE NAZIONALE COLLEGI IPASVI NOMENCLATORE TARIFFARIO NAZIONALE

FEDERAZIONE NAZIONALE COLLEGI IPASVI NOMENCLATORE TARIFFARIO NAZIONALE FEDERAZIONE NAZIONALE COLLEGI IPASVI NOMENCLATORE TARIFFARIO NAZIONALE Indice Premessa Voci e tariffe. Struttura del tariffario Parte prima Prestazioni singole di tipo tecnico 1. Prestazioni comuni a tutte

Dettagli

COLLEGIO IPASVI PROVINCIA DI UDINE

COLLEGIO IPASVI PROVINCIA DI UDINE COLLEGIO IPASVI PROVINCIA DI UDINE NOMENCLATORE TARIFFARIO 2007 DELIBERA N.9 DEL 28 MAGGIO 2007 Conforme al decreto legge 04 luglio 2006, n 223 convertito, con modificazioni, dall art. 1 della legge 04

Dettagli

REGOLAMENTO VALIDO PER L ANNO 2014 PER FORMULA: A CASA MIA ASSISTENZA DOMICILIARE E OSPEDALIERA AD INTEGRAZIONE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

REGOLAMENTO VALIDO PER L ANNO 2014 PER FORMULA: A CASA MIA ASSISTENZA DOMICILIARE E OSPEDALIERA AD INTEGRAZIONE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE MUTUA OSPEDALIERA ARTIGIANI SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Viale Milano 5-21100 Varese Tel. 0332/256111 - Email moa@asarva.org - Fax 0332/256351 REGOLAMENTO VALIDO PER L ANNO 2014 PER FORMULA: A CASA MIA ASSISTENZA

Dettagli

Associazione CNOS/FAP Regione Abruzzo Viale Don Bosco nr. 6 - L Aquila

Associazione CNOS/FAP Regione Abruzzo Viale Don Bosco nr. 6 - L Aquila Associazione CNOS/FAP Regione Abruzzo Viale Don Bosco nr. 6 - L Aquila AVVISO di SELEZIONE PER SOLI TITOLI PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI INSEGNAMENTO NELL AMBITO DEI CORSI PER IL CONSEGUIMENTO DELLA

Dettagli

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto 1 Fwa Assistenza a Domicilio Allegato al Regolamento applicativo

Dettagli

OSS E OSS COMPLEMENTARE: Analisi dell'evoluzione del profilo professionale delle figure di supporto

OSS E OSS COMPLEMENTARE: Analisi dell'evoluzione del profilo professionale delle figure di supporto OSS E OSS COMPLEMENTARE: Analisi dell'evoluzione del profilo professionale delle figure di supporto Tiziana De Donno TORINO 12 febbraio 2010 Tiziana De Donno Cisl 1 Nascita dell OSS: perché? Tiziana De

Dettagli

Allegato B DESCRIZIONE SINTETICA DEL PROFILO PROFESSIONALE

Allegato B DESCRIZIONE SINTETICA DEL PROFILO PROFESSIONALE Allegato B DESCRIZIONE SINTETICA DEL PROFILO PROFESSIONALE L Operatore socio-sanitario con formazione complementare in assistenza sanitaria, oltre a svolgere tutte le attività tipiche dell Operatore Socio

Dettagli

esperti in assistenza a domicilio

esperti in assistenza a domicilio esperti in assistenza a domicilio Il nostro gruppo, forte da oltre un decennio sul territorio nazionale nell ambito dell home care, studia progetti che si adeguino ai bisogni e alla necessità delle famiglie

Dettagli

CECCHETTO - SALVATORI e Associati

CECCHETTO - SALVATORI e Associati Progetto1:Layout 1 3-06-2010 12:15 Pagina 1 Studio Infermieristico Associato CECCHETTO - SALVATORI e Associati ASSISTENZA INFERMIERISTICA FORMAZIONE CONSULENZA Carta dei Servizi Progetto1:Layout 1 3-06-2010

Dettagli

MODALITA DI SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI DI TIROCINIO per l a.a. 2007-2008

MODALITA DI SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI DI TIROCINIO per l a.a. 2007-2008 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE AMEDEO AVOGADRO FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA PRESIDENTE PROF. GIAN CARLO AVANZI SEDE DI NOVARA Via Solaroli 17-28100

Dettagli

Mansionario OSS Allegato 1

Mansionario OSS Allegato 1 Mansionario OSS Allegato 1 Settore di competenza 1 Orientamento dell agire professionale ai clienti, alle persone nel loro contesto relazionale, sociale e culturale Settore di competenza 2 Igiene e sicurezza

Dettagli

COMUNE DI GENONI PROVINCIA DI ORISTANO

COMUNE DI GENONI PROVINCIA DI ORISTANO COMUNE DI GENONI PROVINCIA DI ORISTANO PROGETTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE RIVOLTO AD ANZIANI, PORTATORI DI HANDICAP E FAMIGLIE MULTI PROBLEMATICHE Il servizio di assistenza domiciliare consiste nel

Dettagli

PROFILO FORMATIVO OSS (Operatore Socio Sanitario) Delibera 5101 del 18/07/2007 - Introduzione del Profilo e ambiti di attività.

PROFILO FORMATIVO OSS (Operatore Socio Sanitario) Delibera 5101 del 18/07/2007 - Introduzione del Profilo e ambiti di attività. PROFILO FORMATIVO OSS (Operatore Socio Sanitario) Delibera 5101 del 18/07/2007 - Introduzione del Profilo e ambiti di attività. Pagina 1 PROFILO PROFESSIONALE E AMBITO DI ATTIVITÀ L Operatore Socio sanitario

Dettagli

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA S. Spirito Fondazione Montel PERGINE VALSUGANA PROVINCIA DI TRENTO

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA S. Spirito Fondazione Montel PERGINE VALSUGANA PROVINCIA DI TRENTO Parte integrante e sostanziale della deliberazione n. 61 di data 30 dicembre 2013 AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA PERGINE VALSUGANA PROVINCIA DI TRENTO ALLEGATO 4 SERVIZI DOMICILIARI E ALBERGHIERI

Dettagli

16 2001, 20 (BUR 75/2001) LA FIGURA PROFESSIONALE DELL OPERATORE SOCIO-SANITARIO

16 2001, 20 (BUR 75/2001) LA FIGURA PROFESSIONALE DELL OPERATORE SOCIO-SANITARIO LA FIGURA PROFESSIONALE DELL OPERATORE SOCIO-SANITARIO Art. 1 - Figura professionale e profilo. 1. È individuata la figura professionale dell operatore socio-sanitario. 2. L operatore socio-sanitario è

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA (ADI) AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA (ADI) AGLI ANZIANI COMUNE DI VILLABATE PROV. DI PALERMO ALLEGATO ALLA DELIBERA COMMISSARIALE N. DEL REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA (ADI) AGLI ANZIANI (Legge 9.5.1986 n.22; Decreto Presidenziale

Dettagli

I traumi addominali sono la terza causa di morte per trauma nei paesi industrializzati Vengono suddivisi in traumi chiusi e traumi aperti L anatomia

I traumi addominali sono la terza causa di morte per trauma nei paesi industrializzati Vengono suddivisi in traumi chiusi e traumi aperti L anatomia Trauma addominale: ruolo dell infermiere nel Trauma Team Dott.ssa Maria Lombardi Coordinatrice attività infermieristiche Dipartimento Area Critica A.O.U. S. Govanni di Dio E Ruggi d Aragona SALERNO 1 Note

Dettagli

PROFILO FORMATIVO ASA (Ausiliario Socio Assistenziale) Delibera 7693 del 24/07/2008 - Introduzione del Profilo e ambiti di attività.

PROFILO FORMATIVO ASA (Ausiliario Socio Assistenziale) Delibera 7693 del 24/07/2008 - Introduzione del Profilo e ambiti di attività. PROFILO FORMATIVO ASA (Ausiliario Socio Assistenziale) Delibera 7693 del 24/07/2008 - Introduzione del Profilo e ambiti di attività. L Ausiliario Socio Assistenziale è un operatore di interesse socio-assistenziale

Dettagli

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto

SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO. servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO. Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO servizi d integrazione sanitaria FWA ASSISTENZA A DOMICILIO Allegato al Regolamento applicativo dello Statuto FWA ASSISTENZA A DOMICILIO FORMA DI ASSISTENZA BASE Contributo associativo

Dettagli

Figura Professionale codice FP233 INFERMIERE / A PROFESSIONALE

Figura Professionale codice FP233 INFERMIERE / A PROFESSIONALE settore Comparto descrizione SANITÀ E ASSISTENZA SOCIALE SANITÀ E ASSISTENZA SOCIALE Persona che garantisce l assistenza infermieristica preventiva, curativa, palliativa e riabilitativa, di natura tecnica,

Dettagli

Tutti gli associati a Mutua Nuova Sanità posseggono la TESSERA AZZURRA sulla quale viene applicato ogni anno il bollino di convalida.

Tutti gli associati a Mutua Nuova Sanità posseggono la TESSERA AZZURRA sulla quale viene applicato ogni anno il bollino di convalida. SERVIZI BASE ( estesi gratuitamente al nucleo famigliare) CONVENZIONI SPECIALISTICHE ED OSPEDALIERE Tutti gli associati a Mutua Nuova Sanità posseggono la TESSERA AZZURRA sulla quale viene applicato ogni

Dettagli

ASL N. 1 DI SASSARI AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

ASL N. 1 DI SASSARI AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI ASL N. 1 DI SASSARI AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI CONVENZIONE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI ASSISTENZIALI SPECIALISTICHE NELL AMBITO DELLE CURE DOMICILIARI INTEGRATE DI TERZO LIVELLO A

Dettagli

processo di sterilizzazione, competenza infermieristica competenza OSS L interrogativo della Responsabilità

processo di sterilizzazione, competenza infermieristica competenza OSS L interrogativo della Responsabilità processo di sterilizzazione, competenza infermieristica competenza OSS L interrogativo della Responsabilità 1 Le norme che costituiscono la professione infermieristica L.42/99 delle professioni sanitarie

Dettagli

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Allegato A) MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Attività di ospedalizzazione presso il domicilio Si definisce attività di ospedalizzazione

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEI LIVELLI DI RISCHIO DI ESPOSIZIONE AD AGENTI BIOLOGICI, IN RELAZIONE ALLE DIVERSE MANOVRE INVASIVE

CLASSIFICAZIONE DEI LIVELLI DI RISCHIO DI ESPOSIZIONE AD AGENTI BIOLOGICI, IN RELAZIONE ALLE DIVERSE MANOVRE INVASIVE Pagina 1 di 1 Emissione: 10.11.2000 PROCEDURA N. 69 Aggiornamento: 27.9.2001 CLASSIFICAZIONE DEI LIVELLI DI RISCHIO DI ESPOSIZIONE AD AGENTI BIOLOGICI, IN RELAZIONE ALLE DIVERSE MANOVRE INVASIVE Destinatari

Dettagli

Oggetto: Ottimizzazione del modello regionale di assistenza sanitaria domiciliare e relative tariffe LA GIUNTA REGIONALE

Oggetto: Ottimizzazione del modello regionale di assistenza sanitaria domiciliare e relative tariffe LA GIUNTA REGIONALE Oggetto: Ottimizzazione del modello regionale di assistenza sanitaria domiciliare e relative tariffe LA GIUNTA REGIONALE Su proposta dell Assessore alla Sanità e del Presidente della Regione Lazio; VISTA

Dettagli

RILEVAZIONE SETTIMANALE TIROCINIO A.S.A.

RILEVAZIONE SETTIMANALE TIROCINIO A.S.A. RILEVAZIONE SETTIMANALE A.S.A. SCHEDA DI RILEVAZIONE SETTIMANALE ATTIVITA' DI STAGE C.F.P. ID Progetto Nominativo corsista Azienda ospitante Reparto Periodo dal al Denom. AUSILARIO/A SOCIO-ASSISTENZIALE

Dettagli

SCHEDA DI INSERIMENTO

SCHEDA DI INSERIMENTO Dipartimento Sviluppo e Sussidiarietà A.S.S.I. Servizio Controllo del stema Socio-sanitario U.O. Accreditamento, Qualità e Appropriatezza del Servizi SCHEDA DI INSERIMENTO CERTIFICAZIONE DEL MEDICO CURANTE

Dettagli

Corso di O.S.S. Operatore Socio sanitario. web: scuolasi.it INFO 800 03 51 41. Premessa:

Corso di O.S.S. Operatore Socio sanitario. web: scuolasi.it INFO 800 03 51 41. Premessa: Corso di O.S.S. Operatore Socio sanitario Premessa: Il corso di OSS - Operatore Socio sanitario -, riguarda tutti coloro che vogliono sviluppare abilità finalizzate all'assistenza socio sanitaria di persone

Dettagli

Obiettivi di tirocinio clinico 1 Anno

Obiettivi di tirocinio clinico 1 Anno Università di Pisa Corso di Laurea in Infermieristica Presidente Francesco Giunta Obiettivi di tirocinio clinico 1 Anno 1 semestre Prestazioni Atti tecnici Obiettivi 1 Presa visione della -lettura degli

Dettagli

Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara Direzione dell Assistenza Infermieristica, Tecnica, Sanitaria e della Riabilitazione

Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara Direzione dell Assistenza Infermieristica, Tecnica, Sanitaria e della Riabilitazione Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara Direzione dell Assistenza Infermieristica, Tecnica, Sanitaria e della Riabilitazione Scheda di Valutazione dell Operatore Socio Sanitario Dipartimento Unità

Dettagli

Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.)" 400 ore. Operatore Socio Sanitario 400 ore

Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.) 400 ore. Operatore Socio Sanitario 400 ore Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.)" 400 ore Titolo Destinatari Obiettivi e Finalità Operatore Socio Sanitario 400 ore Il corso è rivolto a tutti gli interessati all ottenimento della qualifica

Dettagli

CASA DI RIPOSO LASCITO ING. G. DESTEFANIS FRONT

CASA DI RIPOSO LASCITO ING. G. DESTEFANIS FRONT CASA DI RIPOSO LASCITO ING. G. DESTEFANIS FRONT Via Destefanis n. 68 10070 FRONT TO IN ORIGINALE FIRMATO DETERMINAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 18 DEL 19.07.2013 Oggetto: AFFIDAMENTO INCARICO

Dettagli

Università Politecnica delle Marche

Università Politecnica delle Marche Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona Revisione n. 7 del 20 GIUGNO 2013 CONTRATTO DI TIROCINIO Studenti I anno - II semestre A.A. 2013 2014 Elaborato da: Coordinatori

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DIURNO ROVERELLA

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DIURNO ROVERELLA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DIURNO ROVERELLA Via Ancona, 290 Cesena Telefono 0547 334935 Approvato con Delibera n. 10 del 03/03/2010 Finalità del servizio ART. 1: L ASP, all interno della sede della

Dettagli

Aspetti normativi, deontologici e di responsabilità nel nuovo paradigma della professione infermieristica: dalla teoria alla prassi

Aspetti normativi, deontologici e di responsabilità nel nuovo paradigma della professione infermieristica: dalla teoria alla prassi Aspetti normativi, deontologici e di responsabilità nel nuovo paradigma della professione infermieristica: dalla teoria alla prassi Guido, i vorrei che tu e Lapo e io : ruolo, competenze e responsabilità

Dettagli

ORE TIROCINIO 450 ORE ESERCITAZIONI:

ORE TIROCINIO 450 ORE ESERCITAZIONI: ALLEGATO 1 Programma CORSO OSS 1000 ore Il programma analitico è suddiviso in moduli ed unità didattiche secondo le UC di riferimento; ore di aula complessive 450. Per i soggetti che intendono erogare

Dettagli

A.D.I. S. FRANCESCO ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

A.D.I. S. FRANCESCO ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA A.D.I. S. FRANCESCO ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Carta dei Servizi L Istituto Suore Cappuccine di M. Rubatto, perseguendo nel tempo il proprio carisma, ha voluto iniziare questa nuova attività sociosanitaria

Dettagli

CONTRATTO DI TIROCINIO Studenti II Anno A.A. 2013 2014 Elaborato da: Coordinatori e Tutori del Corso di Laurea in Infermieristica

CONTRATTO DI TIROCINIO Studenti II Anno A.A. 2013 2014 Elaborato da: Coordinatori e Tutori del Corso di Laurea in Infermieristica Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona CONTRATTO DI TIROCINIO Studenti II Anno A.A. 2013 2014 Elaborato da: Coordinatori e Tutori del Corso di Laurea in Infermieristica

Dettagli

Il team riabilitativo. www.ilfisiatra.it 1

Il team riabilitativo. www.ilfisiatra.it 1 Il team riabilitativo www.ilfisiatra.it 1 TEAM Riabilitativo Fisiatra Fisioterapista Altri medici Infermiere Bioingegnere Psicologo Paziente Terapista occupazionale Logopedista Assistente sociale Educatore

Dettagli

Corso di Collaboratrice Sanitaria (CS CRS) Croce Rossa Svizzera

Corso di Collaboratrice Sanitaria (CS CRS) Croce Rossa Svizzera Corso di Collaboratrice Sanitaria (CS CRS) Croce Rossa Svizzera Introduzione La Collaboratrice Sanitaria (CS) CRS è una persona che svolge la propria attività, dopo aver seguito una formazione riconosciuta

Dettagli

La Nutrizione Enterale Domiciliare

La Nutrizione Enterale Domiciliare Dipartimento Malattie Digestive e Metaboliche U.O. Aziendale di Gastroenterologia e Dietetica Clinica U.O.S. Dietetica Clinica La Nutrizione Enterale Domiciliare Informazioni utili per il paziente e la

Dettagli

Art. 4 Modifica dell articolo 8 della legge regionale 16 agosto 2001, n. 20

Art. 4 Modifica dell articolo 8 della legge regionale 16 agosto 2001, n. 20 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE DEL VENETO - 13-8-2002 - N. 78 21 LEGGE REGIONALE 9 agosto 2002, n. 17 Modifiche alla legge regionale La figura professionale dell operatore socio-sanitario. Il Consiglio

Dettagli

Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.)" 1000 ore. Operatore Socio Sanitario 1000 ore

Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.) 1000 ore. Operatore Socio Sanitario 1000 ore Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.)" 1000 ore Titolo Destinatari Obiettivi e Finalità Operatore Socio Sanitario 1000 ore Il corso è rivolto a tutti gli interessati all ottenimento della qualifica

Dettagli

Il corso per Operatore Socio-Sanitario Sanitario (OSS) LA VALUTAZIONE FINALE DEGLI STUDENTI

Il corso per Operatore Socio-Sanitario Sanitario (OSS) LA VALUTAZIONE FINALE DEGLI STUDENTI Il corso per Operatore Socio-Sanitario Sanitario (OSS) LA VALUTAZIONE FINALE DEGLI STUDENTI Conoscere Le funzioni attribuite agli esperti quali componenti della Commissione per la valutazione finale del

Dettagli

Guida all utilizzo della PEG

Guida all utilizzo della PEG Guida all utilizzo della PEG INDICE INTRODUZIONE PAG. 3 COSA E LA PEG E A COSA SERVE PAG. 4 MATERIALE NECESSARIO PAG. 5 COME PROCEDERE PER L ALIMENTAZIONE PAG. 6 PREPARAZIONE DELLA NUTRIZIONE PAG. 7 AL

Dettagli

ACCORDO SULL INDENNITA PER ASSISTENZA DOMICILIARE (art.26 CCNL 19.04.04)

ACCORDO SULL INDENNITA PER ASSISTENZA DOMICILIARE (art.26 CCNL 19.04.04) ACCORDO SULL INDENNITA PER ASSISTENZA DOMICILIARE (art.26 CCNL 19.04.04) L art. 26 del CCNL 19.04.2004 prevede al fine di favorire il processo di deospedalizzazione e garantire le dimissioni protette dei

Dettagli

IL PROGETTO: 1.1 Informazioni generali: Titolo del Progetto: PROGETTO SCUDO Servizio cure domiciliari per malati oncologici terminali ;

IL PROGETTO: 1.1 Informazioni generali: Titolo del Progetto: PROGETTO SCUDO Servizio cure domiciliari per malati oncologici terminali ; Il PROGETTO SCUDO VALDICHIANA è un iniziativa delle Sezioni CALCIT della Valdichiana, dei Medici di Medicina Generale facenti parte della Cooperativa Etruria Medica, della USL8 e dei Comuni di Cortona,

Dettagli

qwertyuiopasdfghjklzxcvb nmqwertyuiopasdfghjklzx cvbnmqwertyuiopasdfghj klzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopa

qwertyuiopasdfghjklzxcvb nmqwertyuiopasdfghjklzx cvbnmqwertyuiopasdfghj klzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopa qwertyuiopasdfghjklzxcvb nmqwertyuiopasdfghjklzx cvbnmqwertyuiopasdfghj klzxcvbnmqwertyuiopasdf Servizio Intervento Assistenza A Domicilio ghjklzxcvbnmqwertyuiopa Helping Home, copyright 2015 sdfghjklzxcvbnmqwertyui

Dettagli

OPERATORE SOCIO SANITARIO DENOMINAZIONE ALTRE DENOMINAZIONI SETTORE DESCRIZIONE

OPERATORE SOCIO SANITARIO DENOMINAZIONE ALTRE DENOMINAZIONI SETTORE DESCRIZIONE OPERATORE SOCIO SANITARIO DENOMINAZIONE ALTRE DENOMINAZIONI SETTORE DESCRIZIONE BREVE DESCRIZIONE PREREQUISITI Operatore socio-sanitario Sanitario, sociale, socio-sanitario Finalità: L attività dell operatore

Dettagli

OBIETTIVI, AZIONI, OPPORTUNITA. Firenze 5 ottobre 2011. Ministero della Salute - CCM Area Sostegno a progetti strategici di interesse nazionale

OBIETTIVI, AZIONI, OPPORTUNITA. Firenze 5 ottobre 2011. Ministero della Salute - CCM Area Sostegno a progetti strategici di interesse nazionale Il monitoraggio della qualità dell assistenza in RSA: validazione di un set integrato e multidimensionale di indicatori quality ed equity oriented ad elevata fattibilità di rilevazione e trasferibilità

Dettagli

INDICAZIONI PER LA COLLABORAZIONE TRA OPERATORI/OPERATRICI SOCIO-ASSISTENZIALI ED INFERMIERI PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE

INDICAZIONI PER LA COLLABORAZIONE TRA OPERATORI/OPERATRICI SOCIO-ASSISTENZIALI ED INFERMIERI PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE INDICAZIONI PER LA COLLABORAZIONE TRA OPERATORI/OPERATRICI SOCIO-ASSISTENZIALI ED INFERMIERI AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL Ressort für Familie, Gesundheit und Sozialwesen PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO

Dettagli

Università degli Studi di Sassari Clinica Ortopedica

Università degli Studi di Sassari Clinica Ortopedica Università degli Studi di Sassari Clinica Ortopedica 33-34 vertebre 7 cervicali 12 dorsali 5 lombari 5 sacrali 4/5 coccigee Corpo: di forma cilindrica Archi vertebrali : circoscrivono il foro vertebrale,

Dettagli

- Apparato Cardiovascolare: cateteri venosi centrali / accessi vascolari a medio e a lungo termine, terapia anticoagulante;

- Apparato Cardiovascolare: cateteri venosi centrali / accessi vascolari a medio e a lungo termine, terapia anticoagulante; Allegato B Progetto formativo di educazione ai pazienti portatori di malattie croniche, rare o con percorsi di particolare complessità e ai rispettivi assistenti relativo alle eseguite a domicilio Il razionale

Dettagli

4 25-7-2008 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 33

4 25-7-2008 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 33 4 25-7-2008 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA - PARTE I n. 33 ASSESSORATO DELLA SANITA DECRETO 2 luglio 2008. Nuova caratterizzazione dell assistenza territoriale domiciliare e degli interventi

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA CONCESSIONE DI PRESIDI (PROTESI ED AUSILI) ex DM n. 332 del 27/8/1999

REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA CONCESSIONE DI PRESIDI (PROTESI ED AUSILI) ex DM n. 332 del 27/8/1999 Allegato alla Deliberazione Azienda USL 2 Lucca n. 505 del 08/08/2007 REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA CONCESSIONE DI PRESIDI (PROTESI ED AUSILI) ex DM n. 332 del 27/8/1999 PREMESSA Il presente regolamento

Dettagli

Insegnamento: INFERMIERISTICA CLINICA I Crediti Formativi (CFU) 4 Moduli Infermieristica in Medicina Interna Infermieristica in chirurgia generale

Insegnamento: INFERMIERISTICA CLINICA I Crediti Formativi (CFU) 4 Moduli Infermieristica in Medicina Interna Infermieristica in chirurgia generale Insegnamento: INFERMIERISTICA CLINICA I Crediti Formativi (CFU) 4 Moduli Infermieristica in Medicina Interna Infermieristica in chirurgia generale Sigla: 515014 Tipo esame: scritto Valutazione esame: voto

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE C O M U N E D I N E R V I A N O (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE P R E M E S S A Il presente Regolamento del Servizio di Assistenza Domiciliare si ispira

Dettagli

Il paziente oncologico tra ospedale e domicilio

Il paziente oncologico tra ospedale e domicilio Il paziente oncologico tra ospedale e domicilio L intervento infermieristico sul territorio Dati Fondazione F.A.R.O. o.n.l.u.s. Nell anno 2005 sono stati seguiti a domicilio 850 Pazienti P.S. =>40 Età

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE, EDUCATIVA, SOCIALE, RIABILITATIVA E INFERMIERISTICA PER L AZIENDA U.S.

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE, EDUCATIVA, SOCIALE, RIABILITATIVA E INFERMIERISTICA PER L AZIENDA U.S. CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE, EDUCATIVA, SOCIALE, RIABILITATIVA E INFERMIERISTICA PER L AZIENDA U.S.L. DI RIMINI ART. 1 OGGETTO DELLA GARA E CARATTERISTICHE

Dettagli

Fare click sulla voce che identifica la tipologia del rifiuto per proseguire con la FASE 3.

Fare click sulla voce che identifica la tipologia del rifiuto per proseguire con la FASE 3. FASE 2. identificare il processo che ha prodotto il rifiuto. L identificazione della tipologia del rifiuto permette di identificare le successive due cifre del codice: 01 02 rifiuti legati alle attività

Dettagli

Poletti Massimo. 03 Settembre 1961

Poletti Massimo. 03 Settembre 1961 CURRICULUM VITAE Informazioni Personali Nome Poletti Massimo Data di nascita 03 Settembre 1961 Codice fiscale Qualifica Amministrazione PLT MSM 61P03 D921 M Incarico attuale Assegnatario di posizione organizzativa

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

CONTRATTO DI TIROCINIO

CONTRATTO DI TIROCINIO Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona Ultima revisione 27.01.2014 CONTRATTO DI TIROCINIO Studenti I anno - I semestre A.A. 2013 2014 Elaborato da: Direttori Attività

Dettagli

MASTER IN AREA CRITICA Assistenza infermieristica in TIN

MASTER IN AREA CRITICA Assistenza infermieristica in TIN I Facoltà di Medicina e Chirurgia MASTER IN AREA CRITICA Assistenza infermieristica in TIN DOTT.SSA Francesca Plaja Unità di degenza del neonato Lettino Culla termica Isola neonatale Culla termica Isola

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

www.unionecomuni.re.it - info@unionecomuni.re.it www.parcoappennino.it

www.unionecomuni.re.it - info@unionecomuni.re.it www.parcoappennino.it LINEE GUIDA PRESTAZIONI SOCIO ASSISTENZIALI DOMICILIARI Note di carattere generale: 1. Ogni operatore dovrà essere dotato di ausili, conservati in spazi appositi e separati; 2. ogni operatore deve indossare

Dettagli

PUBBLICA ASSISTENZA PIANORO REGOLAMENTO SANITARIO

PUBBLICA ASSISTENZA PIANORO REGOLAMENTO SANITARIO PUBBLICA ASSISTENZA PIANORO ASSOCIAZIONE VOLONTARIA REGOLAMENTO SANITARIO Articolo 1 - DIRETTORE SANITARIO Il Direttore Sanitario è l'unico responsabile di fronte alla legge per quanto riguarda i presidi

Dettagli

Contratto Formativo. di Tirocinio Clinico

Contratto Formativo. di Tirocinio Clinico UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE ROMA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA A. GEMELLI CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA Anno Accademico 2012/2013 1 CORSO Contratto Formativo di Clinico Studente: 1 1. Conoscenza

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO PER L'UTENTE E PER CHI LO ASSISTE

OPUSCOLO INFORMATIVO PER L'UTENTE E PER CHI LO ASSISTE OPUSCOLO INFORMATIVO PER L'UTENTE E PER CHI LO ASSISTE GUIDA PRATICA PER LA GESTIONE DELLA PERSONA IN NUTRIZIONE ENTERALE A DOMICILIO SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA DOMICILIARE AZIENDA USL 12 VERSILIA

Dettagli

Servizio di Assistenza. Domiciliare. Una mano tesa alla famiglia

Servizio di Assistenza. Domiciliare. Una mano tesa alla famiglia Servizio di Assistenza Domiciliare Una mano tesa alla famiglia Carta del Servizio 1 SOMMARIO Perché una Carta del Servizio?... 3 Presentazione del servizio... 3 Organizzazione del servizio... 4 Tariffe...

Dettagli

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il distretto sanitario di Cividale si presenta A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il Distretto è una struttura dell Azienda per i servizi sanitari territoriali

Dettagli

Ruolo e responsabilità degli infermieri nell'inserimento degli operatori di supporto nelle equipe assistenziali 7 8 ottobre 2013

Ruolo e responsabilità degli infermieri nell'inserimento degli operatori di supporto nelle equipe assistenziali 7 8 ottobre 2013 Collegio IPASVI Brescia Ruolo e responsabilità degli infermieri nell'inserimento degli operatori di supporto nelle equipe assistenziali 7 8 ottobre 2013 755 posti letto accreditati 560 posti letto utilizzati

Dettagli

PROGETTO GESTIONALE TRIENNIO 2011-2013 OPERA PIA CEPPI DI BAIROLS

PROGETTO GESTIONALE TRIENNIO 2011-2013 OPERA PIA CEPPI DI BAIROLS 1 PROGETTO GESTIONALE TRIENNIO 2011-2013 2 S O M M A R I O 1. Introduzione 2. Destinatari 3. Presa in carico 4. Metodo 5. Rilevazione dei bisogni 6. Verifica e valutazione 7. Continuità progettuale 8.

Dettagli

TARIFFA: Osservazioni generali:

TARIFFA: Osservazioni generali: TARIFFA: Osservazioni generali: 1 Nell'ambito della prescrizione medica, delle disposizioni legali e delle sue competenze professionali, il fisioterapista è libero nella scelta dei metodi di trattamento.

Dettagli

PROGETTO GESTIONALE DEL SERVIZIO N 1

PROGETTO GESTIONALE DEL SERVIZIO N 1 CASA DELL'ANZIANO G. VADA VIA G. MARCONI 22 VERZUOLO tel. 0175 85444 fax 0175 750958 e-mail CASA.RIPOSO@COMUNE.VERZUOLO.CN.IT PROGETTO GESTIONALE DEL SERVIZIO N 1 Periodo di riferimento Anno 2011 2013

Dettagli

PUNTO SERVICE Cooperativa Sociale a r.l. CARTA DEI SERVIZI

PUNTO SERVICE Cooperativa Sociale a r.l. CARTA DEI SERVIZI PUNTO SERVICE Cooperativa Sociale a r.l. CARTA DEI SERVIZI ACCREDITAMENTO REGIONALE con decreto N. 8402 del 27/09/2012 1 INDICE PREMESSA SEZIONE I... 6 PRESENTAZIONE DELLA COOPERATIVA Chi siamo...6 Settori

Dettagli

INTEGRAZIONE DELLA FIGURA OSS E INFERMIERE. Dott.ssa Flavia Fattore Unità Operativa Medicina Macerata

INTEGRAZIONE DELLA FIGURA OSS E INFERMIERE. Dott.ssa Flavia Fattore Unità Operativa Medicina Macerata INTEGRAZIONE DELLA FIGURA OSS E INFERMIERE Dott.ssa Flavia Fattore Unità Operativa Medicina Macerata L infermiere Dal D.M. 14 Settembre 1994 n, 739: Art. 1: l infermiere è responsabile dell assistenza

Dettagli

Opere Pie d Onigo Pederobba (TV)

Opere Pie d Onigo Pederobba (TV) Opere Pie d Onigo Pederobba (TV) IL PROTOCOLLO E uno strumento assistenziale che guida l agire nell attività assistenziale e clinica delle professioni sanitarie e socio sanitarie. Si potrebbe anche definire,

Dettagli

Preparazione del paziente in sala

Preparazione del paziente in sala 6. Th Turin Cardiovascular Nursing Convention Sostituzione della valvola aortica per via transapicale (TA TAVI) TransApical Transcatheter Aortic Valve Implantation Preparazione del paziente in sala Bonetti

Dettagli

I SERVIZI STANDARD EROGATI IN TUTTE LE RESIDENZE. Inoltre nelle Residenze per anziani non autosufficienti :

I SERVIZI STANDARD EROGATI IN TUTTE LE RESIDENZE. Inoltre nelle Residenze per anziani non autosufficienti : Gli spazi e i servizi standard 18 I SERVIZI STANDARD EROGATI IN TUTTE LE RESIDENZE Assistenza alla sona 24 h su 24 Assistenza medica diurna (secondo necessità) Assistenza infermieristica diurna Assistenza

Dettagli

Nome completo del Corso d insegnamento. Docente titolare del Corso d insegnamento Lingua d insegnamento. Conoscenze e abilità da conseguire

Nome completo del Corso d insegnamento. Docente titolare del Corso d insegnamento Lingua d insegnamento. Conoscenze e abilità da conseguire C.I. Fisiopatologia Applicata All infermieristica Infermieristica Clinica (CFU2) D. Calatozzo, F. Frisone Italiano Lo studente al termine del corso sarà in grado di identificare e definire i bisogni di

Dettagli

DOMANDA DI RICOVERO per U.O. di CURE SUBACUTE

DOMANDA DI RICOVERO per U.O. di CURE SUBACUTE Se non può rientrare al domicilio compilare gli item qui a fianco COGNOME: Per inoltrare a Casa di Cura Ambrosiana: FAX 02.4587.6860 DOMANDA DI RICOVERO per U.O. di CURE SUBACUTE Nato il: A: NOME: Residente

Dettagli

Pre r m e es e s s a s : O i b et e tivo v :

Pre r m e es e s s a s : O i b et e tivo v : Corso Lesione da Pressione Ottobre-Dicembre 2012 Regione Toscana Azienda USL n.3 Pistoia Assistenza Infermieristica nella Prevenzione e trattamento delle LDP Premessa: La prevenzione e il trattamento delle

Dettagli

COMUNE DI REVERE PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

COMUNE DI REVERE PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI REVERE PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Approvato con delibera della Giunta Comunale n. 51 del 25/05/2002 INDICE Art. 1 - oggetto pag. 2 Art. 2 - finalità

Dettagli

5 - IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

5 - IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE 1 5 - IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PRESENTAZIONE E OBIETTIVI Il Servizio di Assistenza Domiciliare (S.A.D.) è un servizio di aiuto a carattere professionale realizzato presso il domicilio delle

Dettagli

Pianificazione interventi Specialistici: sostituzione tracheocannula, emogasanalisi, prelievo ematico, sostituzione PEG

Pianificazione interventi Specialistici: sostituzione tracheocannula, emogasanalisi, prelievo ematico, sostituzione PEG Pianificazione interventi Specialistici: sostituzione tracheocannula, emogasanalisi, prelievo ematico, sostituzione PEG Dott. A. Iuliano U.O.S. Pneumologia Subintensiva SISTEMA SANITARIO Organizzazione

Dettagli

L OSS: analisi del profilo e delle aree di integrazione con le altre. mv - 2010-2011

L OSS: analisi del profilo e delle aree di integrazione con le altre. mv - 2010-2011 L OSS: analisi del profilo e delle aree di integrazione con le altre figure mv - 2010-2011 è l operatore che, al termine di specifica formazione professionale consegue un attestato di qualifica ed è abilitato

Dettagli

Contratto con l'utente per l'erogazione del servizio di assistenza domiciliare socio-sanitaria AS.S.In.Condomini

Contratto con l'utente per l'erogazione del servizio di assistenza domiciliare socio-sanitaria AS.S.In.Condomini Generalità Il/la Sottoscritto/a Nato/a a Provincia ( ) Il / / / Residente nel condominio di Via Cap. Città Telefono Cellulare A rappresentanza di un nucleo familiare di persone n n di posizione assegnata

Dettagli

4. SCHEDA DI INSERIMENTO OPERATORE SOCIO SANITARIO

4. SCHEDA DI INSERIMENTO OPERATORE SOCIO SANITARIO 4. SCHEDA DI INSERIMENTO OPERATORE SOCIO SANITARIO SEDE: LEGNAGO BOVOLONE ZEVIO NOGARA UNITÀ OPERATIVA/SERVIZIO: DIRETTORE: COORDINATORE INFERMIERISTICO: COGNOME QUALIFICA: INFERMIERE NOME DATA INIZIO

Dettagli

L assistenza al malato e all anziano in casa

L assistenza al malato e all anziano in casa L assistenza al malato e all anziano in casa Prima edizione 2014 PRENDIAMOCENE CURA CON CROCE ROSSA ITALIANA DESIO e NUCLEO BRIANTEO - ASSOCIAZIONE REGIONALE LOMBARDIA INFERMIERE/I L AMORE PER I PROPRI

Dettagli

L infermiere case-manager: l esperienza dell Unità Spinare Unipolare dell A.O. Niguarda di Milano

L infermiere case-manager: l esperienza dell Unità Spinare Unipolare dell A.O. Niguarda di Milano L infermiere case-manager: l esperienza dell Unità Spinare Unipolare dell A.O. Niguarda di Milano Noemi Ziglioli, Coordinatore Infermieristico USU Niguarda, Milano Giovanna Bollini, Direttore DITRA A.O.

Dettagli

L Infermiere e l OSS: Valorizzazione delle Competenze per l integrazione Dott. Francesco Germini Dirigente Sanitario Area Infermieristica e Ostetrica

L Infermiere e l OSS: Valorizzazione delle Competenze per l integrazione Dott. Francesco Germini Dirigente Sanitario Area Infermieristica e Ostetrica L Infermiere e l OSS: Valorizzazione delle Competenze per l integrazione Dott. Francesco Germini Dirigente Sanitario Area Infermieristica e Ostetrica ASL Taranto La figura dell OSS Nasce dall accordo sancito

Dettagli

ASSESSORADU DE SU TRABALLU, FORMATZIONE PROFESSIONALE, COOPERATZIONE E SEGURÀNTZIA SOTZIALE

ASSESSORADU DE SU TRABALLU, FORMATZIONE PROFESSIONALE, COOPERATZIONE E SEGURÀNTZIA SOTZIALE ASSESSORADU DE SU TRABALLU, FORMATZIONE PROFESSIONALE, COOPERATZIONE E SEGURÀNTZIA SOTZIALE ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE Catalogo delle Agenzie formative

Dettagli

Gestione infermieristica delle terapie antiblastiche. Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale Mammella S.Orsola-Malpighi Bologna

Gestione infermieristica delle terapie antiblastiche. Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale Mammella S.Orsola-Malpighi Bologna Gestione infermieristica delle terapie antiblastiche Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale Mammella S.Orsola-Malpighi Bologna L infermiere che gestisce la chemioterapia deve conoscere: - Farmaci

Dettagli

6. STRUMENTI PER QUALIFICARE IL LAVORO DI CURA A DOMICILIO. Orientamento nella rete dei servizi

6. STRUMENTI PER QUALIFICARE IL LAVORO DI CURA A DOMICILIO. Orientamento nella rete dei servizi 6. STRUMENTI PER QUALIFICARE IL LAVORO DI CURA A DOMICILIO Orientamento nella rete dei servizi 1 opuscolo 6.indd 1 13-03-2004 16:15:43 Realizzazione a cura della Regione Emilia-Romagna - Direzione Generale

Dettagli