TUTORIAL IBM RATIONAL PERFORMANCE TESTER 8.2.1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TUTORIAL IBM RATIONAL PERFORMANCE TESTER 8.2.1"

Transcript

1 TUTORIAL IBM RATIONAL PERFORMANCE TESTER Versione documento : 0.1 Data : 23/10/2012 Autore : Pietro Cornelio Software usato per la redazione del documento : LibreOffice Pag. 1/23

2 INTRODUZIONE IBM Rational Performance Tester è uno strumento software basato sul potente IDE Eclipse di IBM versione Il tool abbreviato in RPT permette di effettuare sofisticati e completi test prestazionali di applicazioni e servizi web, permettendo di verificare le prestazioni e conseguentemente la scalabilità di un sistema/progetto informatico web based e/o J2EE Application Server. RPT permette di effettuare test dei carichi di lavoro del server evidenziano nelle applicazioni da monitorare come esse gestiranno i carichi di lavoro (richieste anche da centinaia di utenti), prima di inviare il sistema/progetto web in produzione. La particolarità dello strumento è l'elevata configurabilità e la capacità di identificare la presenza e la causa di eventuali colli di bottiglia del sistema in esame. Grazie a un'interfaccia grafica molto potente, RPT permette di costruire test di verifica e di carico riducendo notevolmente la complessità dei test nella loro formulazione di base (che normalmente richiedono la scrittura di codice in linguaggi di programmazione con altri tool) ma senza banalizzare la configurazione del test che comunque richiede una buona preparazione tecnica nei specifici test che si desidera implementare. RPT possiede inoltre strumenti di analisi delle cause determinanti dei problemi di un sistema web, identificandone e diagnosticandone le possibili cause. Mentre la sezione di reporting in tempo reale è molto curata e consente l'identificazione immediata dei problemi di prestazioni, offrendo una vista grafica e tabellare dei risultati dei test. Fig. 1: Schermata di avvio di Rational Performance Tester Pag. 2/23

3 TEST#1: VERIFICA DI WEB SERVICES Prima di capire come effettuare un test di servizi web è assolutamente necessario fare qualche richiamo sulla tecnologia/architettura dei web services e di come quest'ultimi vengono implementati. Secondo la definizione data dal World Wide Web Consortium (W3C), un Web Service è un sistema informatico progettato per supportare l'interoperabilità tra diversi elaboratori; caratteristica fondamentale di un Web Service è quella di offrire un'interfaccia informatica - descritta in un file con formato automaticamente elaborabile, come ad esempio il WSDL [Web Services Description Language] - grazie alla quale interfaccia altri sistemi possono interagire con il Web Service stesso attivando le operazioni (metodi) descritte nell'interfaccia tramite appositi "messaggi" operativi inclusi in una "busta" di trasporto, la più famosa è SOAP. I messaggi vengono comunemente trasportati tramite il protocollo HTTP e formattati secondo lo standard XML. Fig. 2: Pila protocollare dei Web Services Grazie all'utilizzo di standard basati sul linguaggio XML, tramite un'architettura basata sui Web Service definita comunemente col termine SOA che sta per Service Oriented Architecture, applicazioni software anche diverse tra di loro come architettura che hanno la necessità di comunicare attraverso Internet e altre reti, spesso scritte in diversi linguaggi di programmazione e implementate su piattaforme hardware/software diverse, possono quindi essere parlarsi tramite delle interfacce le quali permettono alle applicazioni di cui sopra di "esporre" pubblicamente e mediante l'utilizzo di funzioni (o metodi) i "servizi" che offrono e che permettono lo scambio di informazioni bidirezionalmente e l'effettuazione di operazioni complesse, come ad esempio quelle di leggere e scrivere in basi di dati sfruttando ad esempio un protocollo semplice come l'http che permette di trasportare informazioni ovunque e attraverso reti e sistemi eterogenei. NOTA : anche se esistono molteplici definizioni di SOA, solo il gruppo OASIS (Organizzazione per lo sviluppo di standard sull'informazione strutturata) ha prodotto una definizione formale applicabile profondamente sia alla tecnologia che ai domini aziendali. Pag. 3/23

4 CREAZIONE DEL TEST Creare un nuovo progetto di test dal menu File come da figura seguente : Selezionare Progetto test delle prestazioni (anche se andrebbe scelto Progetto di test di servizio preferiamo scegliere l'altra voce per fare in modo che si crei una struttura di cartelle organica e più funzionale ai fini di test e report. Scegliendo Progetto di test di servizio la struttura di cartelle non viene creata essendo il test dei web service più semplice. Poi dare al progetto un nome. Vedi figura... Pag. 4/23

5 Comparirà la seguente finestra che invita ad avviare una sessione di registrazione relativa a un test di servizi. Selezionare Test di servizi e dopo cliccare il bottone avanti.: Aprire la gerarchia di cartelle del progetto Test_WebServices_Pietro1 sul bottone (+) e selezionare la cartella Test. In questo modo saremo sicuri che il nostro test sarà memorizzato nella cartella Test della struttura. Dare un nome parlante al test che descriva il servizio che si va a testare. Per semplicità in questa guida useremo Test_WS1. Cliccare il bottone avanti... Pag. 5/23

6 Selezionare Generic Service Client. Cliccare il bottone Fine. Comparirà la seguente finestra : A questo punto bisogna caricare il file WSDL in formato XML, il file descrive l'interfaccia pubblica di un Web Service e di come essa interagisce con uno specifico servizio applicativo. Di seguito un richiamo : Pag. 6/23

7 1. cosa può essere utilizzato, cioè "operazioni" messe a disposizione dal servizio; 2. come utilizzarlo, cioè il protocollo di comunicazione da utilizzare per accedere al servizio; 3. il formato dei messaggi accettati in input e restituiti in output dal servizio ed i dati correlati ovvero i "vincoli" (bindings) del servizio; 4. dove utilizzare il servizio, il cosiddetto endpoint del servizio che solitamente corrisponde all'indirizzo - in formato URI - che rende disponibile il Web Service. Qualche dettaglio utile : Le operazioni supportate dal Web Service ed i messaggi che è possibile scambiare sono descritti in maniera astratta e quindi non collegati ad uno specifico protocollo di rete e ad uno specifico formato. Il WSDL è solitamente utilizzato in combinazione con SOAP e XML Schema per rendere disponibili i Web Services su reti aziendali o su internet: un programma client (come ad esempio Generic Service Client oppure il migliore software Open Source soapui) può, infatti, "leggere" il documento WSDL relativo ad un Web Service, per determinare quali siano le funzioni messe a disposizione sul server e attraverso il protocollo SOAP utilizza una o più delle funzioni elencate dal WSDL. Nota : la versione 1.1 di WSDL non è stata adottata come standard dal World Wide Web Consortium (W3C). Mentre la 2.0 è pienamente conforme dal W3C Come si vede in figura precedente si hanno a disposizione molteplici metodi di caricamento. Noi sceglieremo Dal file system e selezioneremo GPAIntegrationService.wsdl (o altro file wsdl) relativo al servizio web che desideriamo testare... NOTA : se il file wsdl è stato già precedentemente caricato in un'altro test, esso sarà già presente nello spazio di lavoro di RPT e quindi RPT chiederà se vogliamo sostituirlo o copiarlo. Possiamo scegliere di sovrascriverlo, però se abbiamo fatto delle modifiche ai parametri del file precedentemente memorizzato nello spazio di lavoro queste modifiche andranno perdute. Si possono cancellare i file wsdl caricati nello spazio di lavoro col consueto tasto destro sul file nell'area finestra Librerie richieste. Pag. 7/23

8 Dopo il caricamento del file WSDL comparirà la seguente schermata dove è possibile modificare i parametri del servizio nell'area a destra: Nota : Cliccare sul nome del servizio, nel nostro caso InsertSegnalazioneAutomatica per far comparire a destra la struttura della richiesta e i metodi (funzioni) da richiamare. Nella sezione relativa al trasporto possiamo effettuare delle modifiche importanti come il cambiamento dell'url del servizio, il protocollo, l'intestazione, etc. e scegliere quali richieste usare per il test: Pag. 8/23

9 Cliccando sul bottone Richiama possiamo richiamare il servizio e verificarne l'esito della risposta da parte del server, dopo comparirà una schermata come segue con il tab Visualizza risposta attivo: Pag. 9/23

10 A questo punto bisogna cliccare sul bottone Viola di Arresta sessione di registrazione per memorizzare il test in RPT. Generazione test completata come di seguito... Nota: compariranno altri 2 file nella cartella Test. : il file.wsdl e quello relativo al processo di test di RPT. In particolare il file.wsdl può essere aperto (doppio clic su di esso) per un'agevole modifica grafica/visuale dei parametri funzionali del web services e dei suoi metodi (funzioni) oppure se vogliamo aggiungere porte, binding, etc. O addirittura possiamo creare un'altro servizio con tutti i parametri necessari. Vedremo di seguito la particolarità di questa sezione grafica molto potente per creare o modificare al volo un web services. Vedi figura seguente... Pag. 10/23

11 CREAZIONE DEL TEST DI CARICO Cliccare sul nome del progetto, poi tasto destro Nuovo Elemento di test... : Scegliere Pianificazione prestazioni come in figura seguente : Pag. 11/23

12 Selezionare la cartella Pianificazioni nel progetto e dare un nome al test come figura seguente : Cliccare il bottone Avanti... Comparirà la finestra seguente nella quale si possono introdurre alcuni parametri importanti per simulare opportunamente il carico di prestazioni che si desidera inviare al server web. Preferiamo però lasciare tutto di default per poi cambiare questi parametri successivamente nella maschera apposita dove avremo maggiore controllo. Cliccare sul bottone Fine. Verrà chiesto se aprire l'editor, rispondiamo di NO. Pag. 12/23

13 Ora facciamo doppio clic col mouse sulla voce Test_carico1 o altro nome che si è dato al test di carico. Comparirà la finestra come da figura seguente con a sinistra i dettagli degli elementi di pianificazione, dove possiamo aggiungere o modificare ogni parametro funzionale di carico. Passiamo ora a introdurre/modificare i parametri iniziali di carico. Cliccare sulla prima riga del Tab Caricamento Utente e poi bottone modifica... Pag. 13/23

14 Numero di utenti: rappresenta il numero totale di utenti che devono essere attivi nella fase di test in uno specifico gruppo (se lo si è creato); Durata fase: si hanno 2 scelte importanti con check box a mutua esclusione : 1. Esegui per un periodo di tempo specificato 2. Esegui la fase fino al completamento di tutti i lavori (solo l'ultima fase) Frequenza di modifica : rappresenta se il numero di utenti devono essere attivi tutti contemporaneamente oppure avere un tempo di ingresso degli utenti in modo sequenziale e progressivo con un tempo di ingresso settabile in secondi, minuti, etc. Se non si stanno utilizzando più fasi di test, ma una sola fase utilizzare la scelta 1 e immettere la quantità di tempo (in minuti o secondi) nella quale il test deve essere eseguito tassativamente. Naturalmente se si è scelto un tempo di durata fase di 15 minuti e abbiamo pre-configurato 20 utenti con una Frequenza di modifica di un utente ogni 1 minuto ci troveremo nella condizione di non arrivare al numero massimo di utenti (nel nostro discorso settati a 20) in quanto in 15 minuti avremo raggiunto una carico di 15 utenti. Quindi è da tenere in considerazione Durata Fase con Frequenza di modifica Mentre se avessimo fatto la scelta 2, con una Frequenza di modifica di un utente ogni 1 minuto ci troveremo nella condizione congrua di test in quanto i 20 utenti saranno spalmati in progressione su 20 minuti. Se gli utenti non si trovano in un loop infinito, potrebbero completare questa fase prima del tempo assegnato. Per evitare questa situazione, immettere gli utenti in un loop infinito. Esegui la fase fino al completamento di tutti i lavori (solo l'ultima fase) selezionare questa opzione quando una pianificazione ha solo una fase e si desidera eseguire tutto il lavoro pianificato fino al completamento (Si avrà lo stesso funzionamento della pianificazione dei precedenti rilasci). Tempo di sistemazione: un sistema potrebbe reagire ad una modifica repentina nella popolazione di utenti. L'impostazione di un tempo di sistemazione, che inizia quando il numero di destinazione di utenti viene raggiunto, consente al sistema di sistemarsi in uno stato stabile così che possa riflettere accuratamente la popolazione utenti. La fase ha inizio quando il tempo di sistemazione termina. Continua con altre serie di fasi: selezionare questa opzione per creare una serie aggiuntiva di fasi. Nota: la durata fase inizia dopo che è stato raggiunto il numero di utenti per la fase corrente e quando il tempo di sistemazione scade. I gruppi utenti permettono di creare gruppi di utenti che possono eseguire test diversi tra loro, ad esempio il gruppo 1 esegue un test di carico con 5 utenti configurati in un certo modo e secondo dei test particolari precedentemente pre-registrati, mentre il gruppo 2 esegue un test di carico ad esempio di 30 utenti con un test completamente diverso. Per aggiungere un test di prestazione automatico procedere in questo modo, selezionare il gruppo nel quale si vuol inserire un test. Cliccare sul bottone Aggiungi e poi sulla voce Test Pag. 14/23

15 Nella schermata successiva posizionarsi sulla struttura di cartelle del progetto, nella cartella Test selezionare il test che abbiamo configurato alle pagine precedenti. AVVIARE IL TEST Cliccare sul bottone Esegui, comparirà una finestra di dialogo gallegiante con una barra di progressione... Pag. 15/23

16 VISUALIZZAZIONE DEI RISULTATI Alla fine verrà visualizzata una finestra come segue (notare il campo in verde Completo ): In basso ci sono una serie di tab: Generale (quello visualizzato), Riepilogo, Risultati del tempo di risposta, etc. nei quali è possibile visualizzare i dati dei risultati scaturiti dal test e relativi grafici. Per una immediata visualizzazione di un sintetico resoconto dei risultati è possibile farlo cliccando col tasto destro del mouse sul grafico principale nel tab Generale e scegliere la voce Visualizza log di test Pag. 16/23

17 Verrà visualizzata la schermata riepilogativa come in figura seguente dove è possibile verificare l'esito del test con molta chiarezza e visualizzare le varie sezioni di risultati Elenco verdict. Il diagramma a torta di colore verde evidenzia la perfetta riuscita del test. IMPORTANTE : VISUALIZZARE I DETTAGLI DEI MESSAGGI DEL WEB SERVICES Facendo doppio clic sul nome del test come in figura seguente Si aprirà la finestra come quella seguente, dove possiamo visualizzare ed esplorare i messaggi (nel tab in basso Dati transazioni semplici ) in modo gerarchico iniziando da Richiesta servizio web alla Risposta da WSDL. Semplicemente cliccando una sola volta sulle voci nell'albero di struttura del test. Pag. 17/23

18 Visualizzazione del messaggio SOAP di richiesta servizio web (messaggio iniziale) Visualizzazione del messaggio SOAP di risposta WSDL (contenuto del messaggio) Pag. 18/23

19 CREAZIONE DEL REPORT FINALE DEL TEST La creazione di un report è davvero semplice. Tasto destro del mouse nell'area di grafico e scegliere la voce di menu Crea riepilogo esecutivo... come da figura seguente... Comparirà la seguente finestra dove selezioneremo tutto con l'omonimo tasto... Cliccare il bottone avanti ed eventualmente modificare il percorso (path) dove sarà creato il report. Pag. 19/23

20 NOTA OPERATIVA SULLE PROSPETTIVE (VISTE GRAFICHE): LE VISTE GRAFICHE CON LE VARIE FINESTRE DI CONFIGURAZIONI SONO CHIAMATE PROSPETTIVE. LE PROSPETTIVE CONFIGURATE DAL CLIENTE POSSONO ESSERE PERSONALIZZATE E REGISTRATE CON NOMI PER UN FACILE RICHIAMO. IMPORTANTE: PUÒ CAPITARE ALLE VOLTE DI PERDERE/CHIUDERE QUALCHE FINESTRA DI ISPEZIONE O DI CONTROLLO. PER RITORNARE ALLA PROSPETTIVA DI BASE (DEFAULT) BASTA SEMPLICEMENTE SCEGLIERE LA VOCE DI MENU REIMPOSTA PROSPETTIVA SOTTO IL MENU FINESTRA PER RITORNARE A UNA CONFIGURAZIONE PULITA. VEDI FIGURA SEGUENTE : Pag. 20/23

21 CREAZIONE O MODIFICA AL VOLO DI UN WEB SERVICES PRECONFIGURATO fare doppio clic sul nome su GPAIntegrationService.wsdl sotto la cartella test, si aprirà una finestra come sopra. In basso a sinistra c'è la finestra delle proprietà del servizio (in caso non dovesse comparire cliccare col mouse al centro della finestra nello spazio bianco in modo da deselezionare altri oggetti inevvertitamente selezionati). La finestra delle proprietà è la seguente : Come si vede c'è il campo dello Spazio dei nomi di destinazione, cliccare sul bottone avanzate per poter comodamente modificare le dichiarazioni dello spazio dei nomi oppure aggiungerne altre... Pag. 21/23

22 Analizziamo ora in dettaglio cosa possiamo fare graficamente. Cliccando sulla parte relativa al servizio possiamo aggiungere una porta configurando binding e protocollo... Oppure creare un nuovo binding o impostare quello esistente : Possiamo aggiungere una nuova operazione (tasto destro del mouse sulla riga di operazione InsertSegnalazioneAutomatica nel nostro specifico esempio). Oppure se selezioniamo la riga relativa al messaggio Input oppure di Output possiamo aggiungere una parte, un malfunzionamento, Impostare il tipo, impostare elemento e naturalmente aggiungere un'operazione. Lo strumento grafico di editing è molto potente perchè permette di modificare al volo qualsiasi parametro e funzionalità del web service senza ricaricare uno specifico file wsdl. Pag. 22/23

23 Mentre se volessimo visualizzare i dettagli dell'operazione (messaggio) di Input, basta semplicemente posizionare il cursore del mouse (senza cliccare) sulla freccia blu rivolta a destra per visualizzare i dettagli come da figura seguente : Se vogliamo modificare o aggiungere qualche elemento basta cliccare una volta sulla freccia blu per entrare nell'editor grafico. Nell'ambiente di editing grafico possiamo aggiungere altri valori come ad esempio riferimenti, attributi, etc. cliccando col tasto destro del mouse sul campo padre. Vedi figura seguente. To be continued... Pag. 23/23

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

HORIZON SQL PREVENTIVO

HORIZON SQL PREVENTIVO 1/7 HORIZON SQL PREVENTIVO Preventivo... 1 Modalità di composizione del testo... 4 Dettaglia ogni singola prestazione... 4 Dettaglia ogni singola prestazione raggruppando gli allegati... 4 Raggruppa per

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA

PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA La Scheda Valutazione Anziano FRAgile al momento dell inserimento è abbinata al paziente. E possibile modificarla o inserirne una nuova per quest ultimo. Verrà considerata

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico. Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma

Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico. Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma 1 Il Momento Legislativo Istruzioni stampa Messaggi e Ricevute relative

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/ Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive https://nonconf.unife.it/ Registrazione della Non Conformità (NC) Accesso di tipo 1 Addetto Registrazione della Non Conformità

Dettagli

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa di Ilaria Lorenzo e Alessandra Palma Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa Code::Blocks

Dettagli

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento -

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Nota preliminare La presente guida, da considerarsi quale mera indicazione di massima fornita a titolo esemplificativo,

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Procedura Import tracciato ministeriale

Procedura Import tracciato ministeriale Progetto SINTESI Dominio Provinciale Modulo Applicativo:COB Procedura Import tracciato ministeriale 1 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 LETTURA DEL FILE... 4 3 IMPORT DEI FILE... 10 4 VERIFICA DELLE BOZZE E

Dettagli

Guida alla gestione dei File in Aulaweb 2.0

Guida alla gestione dei File in Aulaweb 2.0 Guida alla gestione dei File in Aulaweb 2.0 Università degli Studi di Genova Versione 1 Come gestire i file in Moodle 2 Nella precedente versione di Aulaweb, basata sul software Moodle 1.9, tutti i file

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO Pagamento contributo telematico, versione 2.2 del 30/1/2015, SABE SOFT pag. 1 PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI

PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI PROCEDURA CAMBIO ANNO SCOLASTICO IN AREA ALUNNI GENERAZIONE ARCHIVI Per generazione archivi si intende il riportare nel nuovo anno scolastico tutta una serie di informazioni necessarie a preparare il lavoro

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

Guida ai servizi online della Provincia di Milano

Guida ai servizi online della Provincia di Milano Guida ai servizi online della Provincia di Milano - 1 - Il servizio CPI On line consente a tutti gli iscritti ai Centri per l impiego della Provincia di Milano di visualizzare, modificare e stampare alcune

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Selezionare Account di posta e cliccare su avanti

Selezionare Account di posta e cliccare su avanti Per configurare una casella di posta elettronica certificata su Mozilla Thunderbird e' necessario aprire il programma di posta cliccare su >STRUMENTI >IMPOSTAZIONI ACCOUNT >AGGIUNGI ACCOUNT Selezionare

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO Con questa esercitazione guidata imparerai a realizzare una macro. Una macro è costituita da una serie di istruzioni pre-registrate che possono essere

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua in MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 40 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3. Accreditamento

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE MANUALE SOFTWARE ISTRUZIONI PER L UTENTE PAGINA 2 Indice Capitolo 1: Come muoversi all interno del programma 3 1.1 Inserimento di un nuovo sms 4 1.2 Rubrica 4 1.3 Ricarica credito 5 PAGINA 3 Capitolo 1:

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli