MASSIMIZZARE IL ROI DEI PROGETTI DI TEST AUTOMATION WHITE PAPER GENNAIO 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MASSIMIZZARE IL ROI DEI PROGETTI DI TEST AUTOMATION WHITE PAPER GENNAIO 2011"

Transcript

1 MASSIMIZZARE IL ROI DEI PROGETTI DI TEST AUTOMATION WHITE PAPER GENNAIO

2 Sommario Executive Summary Costi e risparmi tra "NON QUALITÁ" e "QUALITÁ" Il più comune TEST AUTOMATION "Misundestanding" Breve Tassonomia Tecnologica Strumenti per il Test Funzionale Strumenti per il Test di Performance e Carico Strumenti per il Test Unitario Strumenti per il Vulnerability Assessment Strumenti per l analisi statica del codice Strumenti di analisi runtime Strumenti per la gestione della qualità Automazione dei test : quali sono i costi da affrontare? Costo del software Costo dell'hardware Costo del personale ed addestramento Costo di scripting (o codifica) dei casi di test I Benefici dell Automazione del Test Automazione dei test : quali sono i benefici tangibili? Velocità e precisione Profondità Riutilizzo Gestibilità Proattività Ripetibilità e disponibilità Automazione dei test : quali sono i benefici intangibili? Formalizzazione del processo di test Customer Retention ed Immagine Aziendale Incremento della professionalità dei tester Alcune cause di fallimento e suggerimenti per evitarli Assenza di una metodologia Assenza di un approccio progettuale Serializzazione tra Sviluppo e Test Focalizzazione sul test della GUI

3 3.5 Scarsa modularizzazione degli script di test automation Utilizzo di risorse inadeguate Best Practices per il mantenimento della suite di Test Il Calcolo del ROI Come valutare se un'applicazione può essere candidata per l'automazione...? Tabella esempio per il calcolo del ROI Conclusione Il Centro di Competenza PALM La Metodologia PALM Modalità di Erogazione Primeur: Profilo della Società

4 Executive Summary La costante attenzione delle imprese finalizzata ad evitare gli sprechi ed al puntuale monitoraggio della redditività degli investimenti ICT, ha nuovamente "rispolverato" il ROI (Return Of Investment)come importante unità di misura, su cui basare la valutazione di fattibilità di ogni progetto. Il ROI è entrato a far parte del lessico aziendale e la sua valorizzazione, è spesso richiesta ed utilizzata dal management, per confrontare tra loro offerte similari di prodotti e servizi o per decidere se intraprendere o meno un iniziativa progettuale. Ma se la formula per il calcolo del ROI (valore attuale netto di o beneficio derivato da Investimenti / Costo iniziale) può sembrare una semplice equazione, la difficoltà consiste nel determinare il valore dei benefici intangibili derivanti dall iniziativa (per esempio, gli aspetti di razionalizzazione/ottimizzazione, miglioramento dell immagine aziendale, mancata competitività ecc.). Spesso l investimento richiesto non produce direttamente entrate misurabili, o, in altri casi, i cost-driver individuati per il calcolo, risultano scarsamente impiegabili per assenza di dati storici reali, percepiti unicamente come sensazione difficilmente trasformabile in un numero.l automazione del test, rientra proprio in questa categoria di iniziative ICT, dove gli aspetti d indeterminazione dei benefici conseguibili (anche se immaginabili) spesso non consentono una precisa valorizzazione del ritorno dell investimento, rallentando il management nel processo decisionale, pur riconoscendone i vantaggi ottenibili. Allo scopo di fornire un ulteriore ausilio nelle valutazioni di fattibilità, il seguito del documento vuole riassumere ed evidenziare, quali sono i vantaggi derivanti dall automazione del processo di test delle applicazioni software, in termini più ampi del solo calcolo del ROI, cercando di analizzarne il reale valore. Prelevando le informazioni dall esperienza diretta di Primeur e dai numerosi studi effettuati al riguardo da IBM e da analisti del settore, si è cercato di produrre un documento di sintesi che evidenzi i benefici ottenibili da tali soluzioni, senza sottovalutare le reali problematiche tecnicoorganizzative di adozione e manutenzione dei prodotti di test automatico, che costituiscono il maggior ostacolo e motivo d insuccesso di progetti di questo tipo. 4

5 1 Costi e risparmi tra "NON QUALITÁ" e "QUALITÁ" Che la "prova", il "test" o il "collaudo" (si scelga il termine più appropriato alla propria organizzazione), costituisca una grossa fetta dello spesa relativa allo sviluppo di qualsiasi tipologia di software, è una verità ormai universalmente riconosciuta; così come è assodato che il test sia un male altrettanto universalmente necessario, per il raggiungimento di standard qualitativi che consentano di proporre competitivamente prodotti e soluzioni sul mercato. Studi dell Istituto Nazionale del Commercio USA hanno valutato intorno ai 60 miliardi di dollari, il costo della difettosità del software per le aziende americane nell ultimo anno. Gli stessi studi hanno stimato che una gestione più strutturata del processo di test, con un potenziamento delle infrastrutture dedicate a tale scopo, permetterebbe, con una migliore e preventiva individuazione dei "bachi", un risparmio di circa un terzo della cifra di soldi persi, citata in precedenza. In questa categorie di infrastrutture rientrano le tecnologie per la gestione e l automazione dei test. In particolare, con le attuali tendenze di mercato che vedono l accentuarsi dei modelli di sviluppo in outsourcing ed offshoring, un accurato processo di test, diviene per il committente l unico mezzo di controllo ed ownership della qualità dei servizi messi in produzione. 1.1 Il più comune TEST AUTOMATION "Misunderstanding" Che cosa s intende con l'automazione dei test? L'automazione dei test si ottiene mediante l'uso di strumenti dedicati per registrare ed automatizzare l esecuzione delle transazioni di business e le operazioni di sistema, allo scopo di verificare l aderenza di un applicazione ai requisiti funzionali e non funzionali richiesti, la correttezza architetturale, la scalabilità e le prestazioni. Gran parte degli strumenti di test automation sono dotati di editor, linguaggi di programmazione (es: Visual Basic, Java, ecc.) e relativi compilatori oppure basano il loro funzionamento su scripting language standard (Javascript) o proprietari. Questo significa, e forse questo è il fraintendimento più comune, che non sono solo strumenti di registrazione di macro e successiva riproduzione, ma altresì ambienti di programmazione pienamente funzionanti e come tali devono essere trattati. L utilizzo di tali tecnologie per la semplice registrazione e riproduzione dei programmi in modalità point-and-click è la maggior causa di fallimento delle iniziative di testing factory. Per l adozione di strumenti di test automation occorre avvalersi quindi di risorse con adeguate competenze di programmazione per la registrazione, la personalizzazione ed il mantenimento dei casi di test automatizzati. 5

6 1.2 Breve Tassonomia Tecnologica I prodotti di Test Automation sono tipicamente dedicati a verificare che le applicazioni testate rispettino i requisiti espressi relativi a: funzionalità, prestazioni, sicurezza, affidabilità, ecc. Un altra classe di strumenti che ha uno scopo analogo ma un differente approccio è rappresentato dagli strumenti per l analisi della qualità delle applicazioni (statica o runtime). I primi operano una scansione del codice sorgente per verificare se sono state seguite le linee guida di scrittura, se sono presenti errori di progettazione o punti di vulnerabilità ad attacchi informatici. I secondi permettono l analisi delle applicazioni in esecuzione fornendo un vero e proprio laboratorio per l esecuzione controllata delle applicazioni. La suite Rational di IBM è la più completa sul mercato della qualità applicativa, offre all utilizzatore una vasta gamma di moduli e funzionalità in grado di coprire tutti gli aspetti necessari all esecuzione e gestione del test, permettendo di esercitare qualsiasi tipo di verifica sul software applicativo e sull infrastruttura sistemistica di base Strumenti per il Test Funzionale Questa tipologia di strumento è in grado di registrare le interazioni tra utente finale ed applicazione testata, registrando le azioni intraprese dall utente sugli oggetti presenti nella GUI dell applicazione, dei dati trasmessi e delle interfacce generate dall applicazione. Tali interazioni vengono registrate su uno script (tipicamente in linguaggio di programmazione standard come Java o Visual Basic) che può essere ritoccato da sviluppatori ed eseguito per riprodurre automaticamente l intera sequenza di azioni verificando puntualmente i risultati forniti dall applicazione. Tali strumenti vengono generalmente impiegati per le funzionalità dell intera applicazione (ad esempio test di accettazione/regressione). Figura 1 - Rational Functional Tester: registrazione automatica di un test case 6

7 1.2.2 Strumenti per il Test di Performance e Carico Consistono un ambiente per la registrazione/definizione dello script di test, un ambiente per la definizione del carico di lavoro ed un ambiente per l esecuzione dei test e la raccolta dei dati sulle prestazioni dell applicazione. La funzionalità su cui testare le performance deve essere accuratamente scelta tenendo conto dell architettura dell applicazione e dell infrastruttura che la supporta. Per la generazione del carico di lavoro vengono utilizzati appositi agenti in grado di simulare da un unica postazione fisica l attività di molti utenti concorrenti. I tempi di risposta (endto-end) dell applicazione vengono misurati per ogni singola sessione. É inoltre possibile analizzare le performance di tutta l infrastruttura fisica (banda di rete, memoria utilizzata, I/O) o applicativa (tempi di risposta dei singoli metodi/funzionalità) permettendo di risalire alle cause di eventuali malfunzionamenti o di tempi di risposta non adeguati. Figura 2 - Rational Performance Tester: risultati di una sessione di stress test Strumenti per il Test Unitario Si tratta di strumenti utilizzati dai programmatori per testare le singole parti (unità) del codice sorgente che compone l applicazione sviluppata. Nel caso di linguaggi di sviluppo object oriented l unità è rappresentata dal metodo dell oggetto sviluppato. Tali strumenti consentono una verifica puntuale molto approfondita del codice sorgente e sono molto utili quando si adottano metodiche di sviluppo Agili (ad esempio Test Driven Development o Continuous Integration di estreme Programming). Tali metodiche prevedono che lo sviluppo dei test unitari vada di pari passo con lo sviluppo del codice sorgente e che ogni modifica effettuata venga prontamente verificata ai vari livelli di integrazione. Purtroppo il tempo di introduzione di tali strumenti su code base estese (ad esempio nel caso di applicazioni già in produzione a cui bisogna fare manutenzione evolutiva e/o correttiva) risulta molto alto e richiede un introduzione graduale. 7

8 Figura 3 JUnit: risultati del test Strumenti per il Vulnerability Assessment Questi strumenti effettuano test automatici di intrusione sull applicazione identificando le possibili vulnerabilità a cui l applicazione è soggetta. L identificazione delle vulnerabilità viene effettuata attraverso la simulazione una serie di attacchi seguendo le tecniche di hacking più sofisticate e registrando quali dei tentativi effettuati vengono respinti e quali no. Al termine della sessione tali strumenti producono un report che riporta un indicatore del grado di sicurezza dell applicazione e l elenco delle vulnerabilità individuate con i possibili rimedi. Figura 4 - Vulnerability report prodotto con Rational Appscan 8

9 1.2.5 Strumenti per l analisi statica del codice Questi strumenti per lo più destinati ai programmatori, consentono mediante l analisi del codice sorgente una valutazione preventiva della qualità del codice sviluppato secondo metriche standard internazionali e/o secondo regole di codifica specificamente definite. Oltre alle verifiche sulla qualità e sulla complessità del codice sviluppato, tali analisi si possono concentrare sul corretto utilizzo delle risorse operative utilizzate (ad esempio un determinato stream di I/O viene aperto ma in determinate situazioni non viene chiuso) e sulla vulnerabilità del codice sviluppato a possibili attacchi (ad esempio SQL Injection). Figura 5 - Rational Software Analyzer: configurazione delle regole Strumenti di analisi runtime Sono strumenti che consentono di strumentare l applicazione che viene eseguita per verificare il corretto comportamento dell applicazione in tutte le situazioni. Attraverso questi strumenti è possibile verificare la corretta strutturazione dei programmi (ad esempio per programmi multithread) identificando colli di bottiglia, trovare eventuali risorse non correttamente gestite (ad esempio memoria allocata ma non rilasciata), nonché di rilevare durante l esecuzione dei test, la percentuale di "copertura del codice" (quali sono i cammini di programma eseguiti e quali no). 9

10 Figura 6 - Applicazione Java profilata tramite TPTP Strumenti per la gestione della qualità Questi strumenti forniscono un set completo di funzioni per il governo della qualità delle applicazioni. Sono solitamente dotati di un repository nel quale vengono memorizzate tutte le informazioni necessarie alla gestione della qualità (i piani di test, i casi di test ed i loro agganci con gli script che li automatizzano, le suite di test ed i risultati delle esecuzioni delle varie sessioni di test). A partire da queste informazioni è possibile ottenere un ampia reportistica documentativa e statistica in forma testuale o di dashboard (indicatori rappresentati graficamente). Operano inoltre come coordinatori centralizzati del workflow delle varie attività di test e possono essere integrati con gli altri tool per la gestione del ciclo di vita delle applicazioni (per esempio prodotti di Change Management, Requirement Management, Service Desk, ecc.) ed in particolare con gli strumenti di test automation per coordinare l esecuzione delle suite di test nei diversi ambienti. 10

11 Figura 7 - Rational Quality Manager: dashboard dei test di prodotto 1.3 Automazione dei test : quali sono i costi da affrontare? Ci sono fondamentalmente quattro diverse categorie di costi connessi con l'automazione di test Costo del software Genericamente parlando il costo delle licenze software varia ovviamente per ogni singolo produttore e dalla singola situazione di vendita contingente. I valori riportati nel seguito servono unicamente a fornire un ordine di grandezza medio dell investimento. Per il collaudo funzionale il costo del software in media ammonta a qualche migliaio dollari per utente, mentre il costo di uno strumento di verifica delle prestazioni può oscillare da qualche decina di migliaia di dollari (se si utilizza ad esempio la sola simulazione virtuale di poche centinaia di utenti via web http) a cifre molto più considerevoli all aumentare del numero di utenti virtuali e dei protocolli utilizzati. Esistono numerose tecniche per simulare un carico di lavoro molto superiore al numero di utenti utilizzati che in genere si basano sulla riduzione del tempo tra una operazione e la successiva da parte di un utente virtuale. Tali tecniche consentono un risparmio considerevole dei costi di licenza. 11

12 1.3.2 Costo dell'hardware Il costo dell'hardware necessario a supportare i test è generalmente contenuto. Nel caso di test funzionali sarà necessario predisporre un ambiente di sviluppo dei test (che comprenda una postazione di lavoro per ogni test engineer) ed un computer per ogni ambiente di esecuzione dell applicazione da testare specifico in cui si intende eseguire i test (in presenza di una specifica configurazione di hardware, versione di sistema operativo, database, librerie software, etc). Per evitare il proliferare di ambienti di esecuzione è utile prendere in considerazione l uso di macchine virtuali ospitate da uno stesso computer fisico. Il costo dell hardware per il controllo prestazionale (load e stress test) può essere molto superiore. In genere, quando si parla di qualsiasi tipo di test multi-utente, i produttori di strumenti basano la capacità in termini di utenti virtuali. Un utente virtuale è un processo o un thread che può emulare una sessione di accesso. Il test prestazionale richiede in genere una macchina master centrale che opera come schedulatore e coordinatore dell esecuzione delle sessioni di test su le macchine satelliti dove sono installati appositi agenti che simulano gli utenti virtuali. Ogni utente virtuale consuma le risorse del computer satellite. Un singolo utente virtuale può consumare da 300KB a 1 MB di RAM durante l esecuzione. Inoltre, la CPU di un desktop può supportare dai 100 ai 250 utenti virtuali contemporanei. Va da se quindi che il costo dell hardware per il performance test è in stretta dipendenza dal numero di utenti contemporanei che occorre simulare. Per ridurre sensibilmente questa tipologia di investimenti, IBM offre la possibilità di utilizzare l intera infrastruttura necessaria al test automatico, mettendo a disposizione la suite Rational in cloudcomputing. In questo caso si può parlare (in svariate forme) di noleggio dell intero ambiente di Testing Factory senza ulteriori oneri aggiuntivi Costo del personale ed addestramento L impianto della testing factory automatizzata ed il suo mantenimento nel tempo, necessita di personale dedicato e preparato. Per il test funzionale gli skill richiesti possono essere ricondotti a quelli necessari per lo sviluppo applicativo (coordinatori, analisti/programmatori, tester). Per lo sviluppo degli script di test occorre un esperienza di almeno 2 anni di programmazione applicativa. Mediamente una risorsa diviene autosufficiente nel giro di 3-6 mesi a seconda della complessità intrinseca delle applicazioni da testare. Una scarsa conoscenza delle tecniche di sviluppo degli script di test comporta una scarsa qualità degli script sviluppati con la conseguenza di avere degli script scarsamente automatici e dei costi di manutenzione degli stessi script che aumentano a dismisura. Per contro una conoscenza approfondita degli strumenti di test e delle best practices consente lo sviluppo di script che minimizzano i costi di manutenzione anche nel caso di modifiche radicali alle interfacce delle applicazioni (situazione tipica nei cambi di versione dell applicazione). Le competenze necessarie ad effettuare correttamente i test di performance vertono maggiormente sugli aspetti architetturali e sistemistici. Per queste tipologie di test è necessario disporre di una competenza approfondita dell applicazione e dell ambiente che la ospita in modo da individuare le funzionalità da invocare, la crescita del carico di lavoro, l interpretazione dei dati relativi ai tempi di risposta o all occupazione delle risorse di sistema o applicative, l individuazione delle cause di eventuali malfunzionamenti o ritardi. 12

13 1.3.4 Costo di scripting (o codifica) dei casi di test Dal punto di vista funzionale è rappresentato dal tempo di registrazione dei casi di test e dal tempo di adattamento ed estensione degli stessi (codifica dello script). Il tempo di customizzazione degli script è sicuramente più oneroso dell esecuzione del test manuale, ma diventa vantaggioso già dopo poche ri-esecuzioni dello stesso. Gli script sviluppati devono poi essere mantenuti nel tempo e seguire il variare delle applicazioni. Primeur ha messo a punto una propria metodologia e strumentazione per limitare al massimo i costi di manutenzione ed i tempi di esecuzione dei test di regressione. Per ridurre i costi di manutenzione degli script di test funzionali è necessario seguire un insieme di pratiche che minimizzino le dipendenze di tali test dal look and feel delle applicazioni attraverso l identificazione diretta degli oggetti presenti nell interfaccia applicativa. Per ridurre i tempi di esecuzione dei test di regressione, a partire dal change set (insieme di moduli che sono stati modificati per il nuovo rilascio) vengono identificati tutti i test case su cui tali modifiche possono avere impatto e si costruisce una suite di test specifica che contiene tutti e soli i test necessari. In questo modo vengono limitati al minimo i tempi di esecuzione dei test e nel contempo vengono eseguiti tutti i test che insistono su tali moduli e che possono quindi rilevare eventuali malfunzionamenti. 13

14 2 I Benefici dell Automazione del Test 2.1 Automazione dei test : quali sono i benefici tangibili? Di seguito vengono elencati i principali e reali vantaggi ottenibili nell automazione del processo di test Velocità e precisione L automazione rende il test più accurato del controllo manuale. L esecuzione delle sessioni di collaudo può arrivare ad essere anche 50 più veloce dell esecuzione manuale, robotizzando l intera attività di inserimenti, cancellazioni, aggiornamenti e visualizzazioni. Una Suite di test comprende generalmente migliaia di casi di test che sollecitano l applicazione con richieste che riportano valori ammissibili, valori limite e valori non ammessi e verificando per ogni richiesta il corretto funzionamento dell applicazione. Gli strumenti automatici risultano inoltre notevolmente più precisi e rigorosi dell attività umana (in media 3 errori ogni 1000 battute), non si stancano ed annoiano mai, non prendono scorciatoie o fanno assunzioni di ciò che funziona Profondità Gli strumenti di automazione consentono di accedere e controllare oggetti, dati, protocolli di comunicazione e sistemi operativi che un tester manuale non sempre è in grado di fare. Questo permette una maggiore profondità ed ampiezza dei test Riutilizzo Una volta sviluppati i test case, i benefici a lungo termine sono derivati attraverso il riutilizzo degli stessi, in modo particolare nei test di regressione che spesso vengono trascurati: si tende a concentrarsi sulla verifica del funzionamento della nuova funzionalità, tralasciando di controllare che ciò che è stato programmato in precedenza continui a funzionare. Le applicazioni sono in continuo cambiamento e la loro complessità si incrementa di volta in volta nel tempo, conseguentemente il numero dei test da eseguire è sempre in aumento. I test engineer possono aggiungere casi di test alla suite e ripetere gli stessi controlli, senza spreco di tempo migliaia di volte nella stessa unità di tempo Gestibilità La capacità di gestire l intero ambiente di test, i suoi oggetti e risultati attraverso tool dedicati, porta ad una razionalizzazione dell intero processo e aumenta il livello di maturità dell azienda (cfr CMMI). 14

15 2.1.5 Proattività Più volte si è ribadito di quanto danno porti la scoperta di una difettosità in ambiente di produzione. L automazione del test aiuta sensibilmente ad individuare i problemi in modo precoce, durante le fasi di sviluppo, riducendo i rischi di fallimento in produzione ed i relativi costi di rispristino Ripetibilità e disponibilità Una suite di automazione fornisce un processo ripetibile per verificarne sia le funzionalità che la scalabilità delle applicazioni, e le batterie di test possono essere eseguite in qualsiasi momento del giorno o della notte senza la necessità del presidio umano. 2.2 Automazione dei test : quali sono i benefici intangibili? Formalizzazione del processo di test Il flusso d informazioni e la precisa esplicitazione dei requisiti, necessaria al processo di automazione, rafforza la strutturazione del processo stesso tra i vari dipartimenti aziendali, rendendone più agevole il controllo ed evidenziandone eventuali carenze ed inefficienze Customer Retention ed Immagine Aziendale Quando i sito web non funziona correttamente od è poco performante, i clienti possono abbondare il fornitore dei servizi per la concorrenza. Qual è il costo per l'azienda di tale scenario? Oppure, una transazione di home banking è stata malevolmente intercettata perché non correttamente protetta dalle intrusioni sulla rete? Quale danno per l immagine? L esecuzione sistematica dei test aiuta a garantire un servizio di qualità per il clienti sia interni che esterni Incremento della professionalità dei tester L eliminazione delle attività ripetitive, svolte dagli addetti all esecuzione dei test, che devono eseguire manualmente gli stessi casi più e più volte conduce ad un progressivo aumento della professionalità individuale. L utilizzo di tool vicini all ambiente di programmazione, rende l attività più interessante e stimolante, aumentando il coinvolgimento ed il grado di responsabilità e professionalità dei singoli. 15

16 3 Alcune cause di fallimento e suggerimenti per evitarli Prendendo spunto dall esperienza maturata internamente nei laboratori Primeur e nell implementazione di infrastrutture di test automation presso i clienti, di seguito sono elencate le criticità principali che potrebbero comportare di fallimento del progetto ed al tempo stesso alcune regole di base per superarle, in modo che l iniziativa possa essere di successo. 3.1 Assenza di una metodologia Occorre attuare una metodologia strutturata di automazione dei test. Implementare cioè un approccio pragmatico ai test che sia controllabile, ripetibile, misurabile, migliorabile, automatizzato e basato sul rischio. Controllabile: scomposizione del progetto in fasi modulari, con compiti definiti, risorse assegnate e scadenze concrete. Ripetibile: in modo che altri possano facilmente portare avanti il processo che è stato definito. Misurabile: in modo tale che l effort sia quantificabile e comparabile con i risultati ottenuti (numero di difetti riscontrati in ogni fase, trend dei livelli di gravità dei differenti, livelli di performance, ecc.). Migliorabile: tanti più difetti riesco a riscontrare nel ciclo di collaudo tanti meno occorrerà gestirne in fase di produzione. Automatizzato: l automazione coma già detto in precedenza, riduce il rischio di errori e trova la sua massima redditività d impiego nei test di regressione e di carico. Basato sul rischio: effettuando cioè un analisi approfondita delle funzionalità dell applicazioni focalizzandosi sulle specifiche necessità di test di quelle più critiche ed utilizzate. 3.2 Assenza di un approccio progettuale Spesso l'automazione dei test non è trattata come un vero e proprio progetto con relativi obiettivi, pianificazione, risorse e time-to-market adeguati. L attività viene piuttosto interpretata come l impiego di una comodity per un utilizzo strettamente tattico. La tecnologia viene vista come un semplice registratore ed esecutore di Macro. Si tratta di un approccio totalmente errato. Occorre trattare l'automazione dei test come si farebbe con un progetto di sviluppo gestendone in modo corretto i costrain di tempi e risorse disponibili commisurati agli obiettivi da raggiungere. 3.3 Serializzazione tra Sviluppo e Test Spesso l esecuzione dei collaudi avviene unicamente al completamento della codifica dell intera applicazione ed anche la progettazione dei casi di test, è solitamente poco correlata ai requisiti raccolti durante le varie fasi di analisi (funzionale e tecnica) e dall evoluzioni che durante lo sviluppo, gli stessi hanno subito in virtù di revisioni, affinamenti ed introduzione di altre richieste. 16

17 Questo metodo di sviluppo a cascata (Waterfall) che detta che la fase di test deve avvenire a valle del system design, dell analisi di dettaglio ed a completamento dell intera codifica, è un approccio che ha funzionato bene quando i sistemi informativi erano totalmente mainframe (single tier). Con le odierne infrastrutture distribuite, multi-tier, per loro natura complesse ed i nuovi paradigmi di sviluppo iterativo, occorre modificare questo tipo di approccio, traguardando l impiego di metodologie di Agile Testing. Inizio Rilascio Sviluppo, Test & Verifiche Sviluppo, Test & Verifiche Sviluppo, Test & Verifiche Il test e collaudo va anticipato alla fase di very early development dedicando l effort necessario al test design, alla pianificazione dei collaudi, l esecuzione e la tracciatura dei risultati con i requisiti di progetto. L automazione ben si adatta a cicli di sviluppo iterativo rendendo la ripetitività delle prove altamente performante ed abbassando notevolmente i costi di verifica. 3.4 Focalizzazione sul test della GUI Con le odierne architettura eterogenee, non è più sufficiente dichiarare che l'applicazione non funziona correttamente o non scala, basandosi unicamente sul test pilotato dall interfaccia utente. Il personale tecnico ha bisogno di sviluppare una adeguata strategia, supportata da strumenti tecnologici moderni, che consentano di determinare dove esattamente si verificato il problema e mantenendo il controllo e la tracciatura del test, attraverso tutti gli strati infrastrutturali (sistemi operativi, rete, middleware, application server, erp, web, ecc.) implicati nel funzionamento dell applicazione. Ciò richiede un approccio basato su componenti in cui l architettura dell'applicazione è scomposta in componenti più piccoli. I dati vengono rintracciati e verificati dal primo livello-tier fino all ultimo attraversato. 3.5 Scarsa modularizzazione degli script di test automation Come si è detto nelle pagine precedenti, i tools di automazione sono da consideransi veri e propri ambienti di programmazione il cui utilizzo è quello di codificare programmi aventi lo scopo di robotizzare l esecuzione e la verifica dei casi di test. 17

18 Occorre quindi applicare nello sviluppo degli script gli stessi accorgimenti se regole applicabili ad una corretta programmazione: Evitare di scrivere script troppo lunghi, nidificati e complessi, ma piuttosto scomporli in librerie di funzioni elementari, modulari e richiamabili in differenti sessioni di prova. Evitare la registrazione di navigazioni ridondanti. Utilizzare una naming convention parlante, che renda fruibile l ambiente anche dai meno esperti e faciliti la manutenzione. 3.6 Utilizzo di risorse inadeguate L impiego di qualsiasi strumentazione porta maggiori benefici, quanto più la si conosce e ne si domina l intera potenzialità. I tool di automazione non sono particolarmente complessi da utilizzare ma al tempo stesso, per rendere proficuo l investimento, devono essere sfruttate a pieno le loro potenzialità. E necessario perciò dotarsi di personale con skill adeguati, supportati da un corretto addestramento ed affiancamento da parte di personale esperto. Si tenga in considerazione che l autonomia operativa si raggiunge in un paio di settimane mentre per la vera e propria expertise occorrono almeno tre-sei mesi di utilizzo intensivo sul campo. 3.7 Best Practices per il mantenimento della suite di Test Spesso succede che dopo aver inizialmente investito nella creazione di suite per l'automazione (magari legata ad uno sviluppo strategico importante), il cliente non mantiene aggiornata la suite per collaudare le future versioni dell applicazione (nuove build). Perché spendere tempo e denaro per lo sviluppo di una solida suite di automazione test e quindi non supporto e mantenerla? Perché l investimento iniziale possa essere remunerativo, le suite di test devono essere mantenute seguendo di pari passo l evoluzione di ogni nuova build e rilascio di un'applicazione. Occorre programmare questo tipo di manutenzione e dedicare una struttura organizzativa centralizzata interna all azienda (od appaltata ad un fornitore esterno) che possa prendere in carico di analizzare gli impatti sull environment di test, dell evolversi delle applicazioni ed effettui le eventuali modifiche al parco di test script. Il lavoro di manutenzione degli script di test richiede in genere il 20% del tempo impiegato originariamente, nella creazione degli stessi. Primeur è in grado di offrire un servizio di outsourcing per questo tipo di esigenza consentendo al cliente un efficientamento dell assegnazione delle risorse interne unitamente alla salvaguardia dell investimento. 18

19 4 Il Calcolo del ROI 4.1 Come valutare se un'applicazione può essere candidata per l'automazione...? Fermo restando il fatto che non tutto il test può o deve essere robotizzato, in caso di risposta affermativa a una di queste domande, l'applicazione in oggetto è un buon candidato per l'automazione, commisurato al ritorno d investimento ottenibile. L applicazione deve operare su configurazioni hardware/software differenti? L applicazione prevede di avere almeno 5 nuovi rilasci? Lo sviluppo dell applicazione è dato in outsourcing od offshoring ed il onorare un contratto basato su SLA (Service Level Agreement)? L applicazione prevede più di 5 utenti contemporanei e/o concorrenti? fornitore deve Ci sono task ripetitivi che vengono eseguiti per mantenere l applicazione (per esempio caricamento dei dati, configurazione, ecc.)? 4.2 Tabella esempio per il calcolo del ROI La tabella riportata di seguito, ha lo scopo di fornire una piccola guida per la raccolta dei dati più significativi, necessari ad una veloce valutazione circa la convenienza dell automazione del test di un applicazione, rispetto ad un esecuzione totalmente manuale. 19

20 Voci Costo orario della risorsa Effort per la progettazione di 1 Test Case Effort per la progettazione di (*)100 Test Case Effort per l automazione dei Test Case Effort per esecuzione ed analisi di ogni singolo Test Case Effort per esecuzione totale sulla 1 release dell applicazione N. di release applicative previste Effort per esecuzione totale sulle release successive Numero Manutenzioni Correttive/Evolutive Previste (su base annua) Effort per esecuzione totale Manutenzioni N. Piattaforme operative Effort per esecuzione Piattaforme Operative TOTALE Risorsa x Test Manuale Totale Costi Test Manuale Risorse x Test Automatico Totale Costi Automazione 4.3 Conclusione Il rendimento dell investimento nell automazione di test è abbastanza ovvio. Se utilizzate correttamente, le suite di automazione si riveleranno molto più efficienti ed efficaci del test manuale per scovare difettosità funzionali e risultato forse l unico ausilio, per verificare la scalabilità, il carico ed eventuali problemi prestazionali. Le sessioni di test possono essere eseguite durante la notte, nei weekend e festivi, in modo totalmente non presidiato. E possibile proattivamente emulare il maggior numero di utenti effettuando qualunque mix di operazioni necessarie. Pertanto, il ROI, (=benefici tangili+intangibili / costo iniziale) del test automatizzato garantisce un ritorno enorme, a patto che le insidie e le criticità elencate nelle pagine precedenti vengano affrontate e superate. 20

Novità di Visual Studio 2008

Novità di Visual Studio 2008 Guida al prodotto Novità di Visual Studio 2008 Introduzione al sistema di sviluppo di Visual Studio Visual Studio Team System 2008 Visual Studio Team System 2008 Team Foundation Server Visual Studio Team

Dettagli

serena.com IL SUCCESSO DIPENDE DAI PROCESSI Velocizzateli con Serena TeamTrack

serena.com IL SUCCESSO DIPENDE DAI PROCESSI Velocizzateli con Serena TeamTrack serena.com IL SUCCESSO DIPENDE DAI PROCESSI Velocizzateli con Serena TeamTrack SERENA TEAMTRACK Serena TeamTrack è un sistema per la gestione dei processi e dei problemi basato sul Web, sicuro e altamente

Dettagli

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente.

Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. Il tuo business si evolve. Fai evolvere il tuo gestionale. Costruiamo i motori di un pianeta più intelligente. esperienza + innovazione affidabilità Da IBM, una soluzione completamente nuova: ACG Vision4,

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 MODELLO DI OFFERTA TECNICA Allegato 2 Modello di offerta tecnica Pagina 1 di 23 Premessa Nella redazione dell Offerta tecnica il concorrente deve seguire lo schema del modello proposto in questo

Dettagli

Architetture per le applicazioni web-based. Mario Cannataro

Architetture per le applicazioni web-based. Mario Cannataro Architetture per le applicazioni web-based Mario Cannataro 1 Sommario Internet e le applicazioni web-based Caratteristiche delle applicazioni web-based Soluzioni per l architettura three-tier Livello utente

Dettagli

ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP.

ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP. INTERVISTA 13 settembre 2012 ANALISI DI UN CASO DI EVOLUZIONE NELL ADOZIONE DELLA SOLUZIONE PROJECT AND PORTFOLIO MANAGEMENT DI HP. Intervista ad Ermanno Pappalardo, Lead Solution Consultant HP Software

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

Blue Bay Tech Srl. www.bluebaytech.it info@bluebaytech.it COMPANY OVERVIEW

Blue Bay Tech Srl. www.bluebaytech.it info@bluebaytech.it COMPANY OVERVIEW Blue Bay Tech Srl www.bluebaytech.it info@bluebaytech.it COMPANY OVERVIEW La società L'azienda BLUE BAY TECH Srl nasce nel 2011 dall incontro di professionisti da anni impegnati nel mondo ICT dei servizi

Dettagli

WebRatio. L altra strada per il BPM. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8

WebRatio. L altra strada per il BPM. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 WebRatio L altra strada per il BPM Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 Il BPM Il BPM (Business Process Management) non è solo una tecnologia, ma più a grandi linee una disciplina

Dettagli

Var Group Approccio concreto e duraturo Vicinanza al Cliente Professionalità e metodologie certificate In anticipo sui tempi Soluzioni flessibili

Var Group Approccio concreto e duraturo Vicinanza al Cliente Professionalità e metodologie certificate In anticipo sui tempi Soluzioni flessibili Var Group, attraverso la sua società di servizi, fornisce supporto alle Aziende con le sue risorse e competenze nelle aree: Consulenza, Sistemi informativi, Soluzioni applicative, Servizi per le Infrastrutture,

Dettagli

Linee guida per la gestione del rischio nei progetti di sviluppo e manutenzione dei sistemi

Linee guida per la gestione del rischio nei progetti di sviluppo e manutenzione dei sistemi Linee guida per la gestione del rischio nei progetti di sviluppo e manutenzione dei sistemi Quaderno N. 25 Ercole Colonese ercole@colonese.it Roma, 17 dicembre 2007 Argomenti trattati Valutazione del rischio

Dettagli

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc.

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc. AS/400 STAMPANTI SERVER WINDOWS WORKSTATIONS MATERIALI DI CONSUMO SERVER LINUX CORSI DI FORMAZIONE CHI SIAMO Solution Line è una società di consulenza composta da professionisti di pluriennale esperienza,

Dettagli

Test e collaudo del software Continuous Integration and Testing

Test e collaudo del software Continuous Integration and Testing Test e collaudo del software Continuous Integration and Testing Relatore Felice Del Mauro Roma, Cosa è la Continuous Integration A software development practice where members of a team integrate their

Dettagli

Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi

Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi Soluzioni per la gestione di risorse e servizi A supporto dei vostri obiettivi di business Ottimizzate i processi IT, massimizzate il ROA (return on assets) e migliorate il livello dei servizi Utilizzate

Dettagli

Noi siamo quello che facciamo ripetutamente. Perciò l'eccellenza non è un'azione, ma un'abitudine. Aristotele. Qualità del Software

Noi siamo quello che facciamo ripetutamente. Perciò l'eccellenza non è un'azione, ma un'abitudine. Aristotele. Qualità del Software Noi siamo quello che facciamo ripetutamente. Perciò l'eccellenza non è un'azione, ma un'abitudine. Aristotele Qualità del Software Quality Assurance per tutte le esigenze Web Site Testing Mobile Application

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Domenico Ercolani Come gestire la sicurezza delle applicazioni web

Domenico Ercolani Come gestire la sicurezza delle applicazioni web Domenico Ercolani Come gestire la sicurezza delle applicazioni web Agenda Concetti generali di sicurezza applicativa La soluzione IBM La spesa per la sicurezza non è bilanciata Sicurezza Spesa Buffer Overflow

Dettagli

UML e (R)UP (an overview)

UML e (R)UP (an overview) Lo sviluppo di sistemi OO UML e (R)UP (an overview) http://www.rational.com http://www.omg.org 1 Riassumento UML E un insieme di notazioni diagrammatiche che, utilizzate congiuntamente, consentono di descrivere/modellare

Dettagli

ALLEGATO TECNICO SUL MODELLO DI SICUREZZA IN INTERNET IL PRODOTTO VORTAL

ALLEGATO TECNICO SUL MODELLO DI SICUREZZA IN INTERNET IL PRODOTTO VORTAL ALLEGATO TECNICO SUL MODELLO DI SICUREZZA IN INTERNET IL PRODOTTO VORTAL 1 Introduzione Il mondo del Web ha assunto negli ultimi anni una forza dirompente su tutti i fronti della comunicazione e della

Dettagli

Servizi e soluzioni in outsourcing, elaborazione dati, data entry per le PMI

Servizi e soluzioni in outsourcing, elaborazione dati, data entry per le PMI Siamo ancora in tempo Questo è l anno in cui lo scenario competitivo nel quale si muovono le PMI italiane è difficile come non mai in passato. L affiancamento di un Partner qualificato qual è implica per

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 8 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici IT

Dettagli

ELATOS WEB SOFTWARE GESTIONALE ASP

ELATOS WEB SOFTWARE GESTIONALE ASP ELATOS WEB SOFTWARE GESTIONALE ASP L OUTSOURCING È uno degli strumenti manageriali, di carattere tattico e strategico, che hanno conosciuto maggiore espansione nel corso dell ultimo decennio e che continuerà

Dettagli

Il ROI del consolidamento dei Server

Il ROI del consolidamento dei Server Il ROI del consolidamento dei Server Sul lungo periodo, un attività di consolidamento dei server è in grado di far scendere i costi IT in modo significativo. Con meno server, le aziende saranno in grado

Dettagli

ALLEGATO 8.1 DESCRIZIONE PROFILI PROFESSIONALI

ALLEGATO 8.1 DESCRIZIONE PROFILI PROFESSIONALI PROCEDURA DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, ANALISI, SVILUPPO, MANUTENZIONE ADEGUATIVA, CORRETTIVA ED EVOLUTIVA DI SISTEMI INFORMATIVI SU PIATTAFORMA IBM WEBSPHERE BPM (EX LOMBARDI)

Dettagli

Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni Biacco Sabrina ENTERPRISE RESOURCE PLANNING Gli ERP sono delle soluzioni applicative in grado di coordinare l'insieme delle attività aziendali automatizzando

Dettagli

Gestire il laboratorio in maniera semplice

Gestire il laboratorio in maniera semplice Gestire il laboratorio in maniera semplice Guida al LIMS Software as a Service Eusoft White Paper Introduzione La tecnologia oggi offre alle organizzazioni grandi possibilità di innovazione e trasformazione

Dettagli

Introduzione ai software gestionali. Corso Gestione dei flussi di informazione

Introduzione ai software gestionali. Corso Gestione dei flussi di informazione Introduzione ai software gestionali Corso Gestione dei flussi di informazione 1 Integrazione informativa nelle aziende Problemi: frammentazione della base informativa aziendale crescente complessità organizzative

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3 Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ARREDO3 Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Var Group Approccio concreto e duraturo Vicinanza al Cliente Professionalità e metodologie certificate In anticipo sui tempi Soluzioni flessibili

Var Group Approccio concreto e duraturo Vicinanza al Cliente Professionalità e metodologie certificate In anticipo sui tempi Soluzioni flessibili Var Group, attraverso la sua società di servizi, fornisce supporto alle Aziende con le sue risorse e competenze nelle aree: Consulenza, Sistemi informativi, Soluzioni applicative, Servizi per le Infrastrutture,

Dettagli

Company profile 2014

Company profile 2014 Company profile 2014 Chi siamo Digimetrica è una società specializzata in: Sicurezza informatica Networking e gestione di infrastrutture informatiche Outsourcing di soluzioni internet e cloud computing

Dettagli

Software Servizi Progetti. per la Pubblica Amministrazione e le Aziende

Software Servizi Progetti. per la Pubblica Amministrazione e le Aziende Software Servizi Progetti per la Pubblica Amministrazione e le Aziende SOLUZIONI AD ELEVATO VALORE AGGIUNTO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E LE AZIENDE Maggioli Informatica unitamente ai suoi marchi Cedaf,

Dettagli

Portafoglio Silk: soluzioni leggere per test, sviluppo e gestione

Portafoglio Silk: soluzioni leggere per test, sviluppo e gestione Portafoglio : soluzioni leggere per test, sviluppo e gestione Leggere Includono solo le funzionalità effettivamente necessarie Convenienti Gratuite e con licenze flessibili Potenti Soluzioni software intuitive

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows *

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Guida GESTIONE SISTEMI www.novell.com Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft Windows Indice: 2..... Benvenuti

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Misurare il successo Guida alla valutazione dei service desk per le medie imprese:

Misurare il successo Guida alla valutazione dei service desk per le medie imprese: WHITE PAPER SULLE BEST PRACTICE Misurare il successo Guida alla valutazione dei service desk per le medie imprese: Come scegliere la soluzione ottimale per il service desk e migliorare il ROI Sommario

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

TREND MICRO DEEP SECURITY

TREND MICRO DEEP SECURITY TREND MICRO DEEP SECURITY Protezione Server Integrata Semplice Agentless Compatibilità Totale Retroattiva Scopri tutti i nostri servizi su www.clouditalia.com Il nostro obiettivo è la vostra competitività.

Dettagli

TECHNOLOGY SOLUTIONS

TECHNOLOGY SOLUTIONS TECHNOLOGY SOLUTIONS DA PIÙ DI 25 ANNI OL3 GARANTISCE AFFIDABILITÀ E INNOVAZIONE AI CLIENTI CHE HANNO SCELTO DI AFFIDARSI AD UN PARTNER TECNOLOGICO PER LA GESTIONE E LA CRESCITA DEL COMPARTO ICT DELLA

Dettagli

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione I sistemi gestionali e le Piccole Medie Imprese A cura di Fabrizio Amarilli Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione Articoli Sono noti

Dettagli

Innovazione. Tecnologia. Know How

Innovazione. Tecnologia. Know How > Presentazione FLAG Consulting S.r.L. Innovazione. Tecnologia. Know How SOMMARIO 01. Profilo aziendale 02. Gestione Documentale 03. Enterprise Document Platform 01. Profilo aziendale Il partner ideale

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

SAVA: LA TECNOLOGIA PORTA IL CLIENTE IN AZIENDA

SAVA: LA TECNOLOGIA PORTA IL CLIENTE IN AZIENDA SAVA: LA TECNOLOGIA PORTA IL CLIENTE IN AZIENDA Per supportare SAVA nello sviluppo di un offerta finanziaria sempre più multicanale ed in linea con le esigenze del singolo cliente, Blue Reply ha creato

Dettagli

Hitachi Systems CBT S.p.A.

Hitachi Systems CBT S.p.A. Hitachi Systems CBT S.p.A. EasyWare UN UNICA SOLUZIONE MODULARE PER GESTIRE HARDWARE, SOFTWARE E SERVIZI EasyWare è una soluzione flessibile e personalizzata per la gestione in outsourcing delle tecnologie

Dettagli

DigitPA - P@norama sulle tecnologie innovative

DigitPA - P@norama sulle tecnologie innovative DigitPA - P@norama sulle tecnologie innovative La Sicurezza Applicativa Stato dell arte ed iniziative in corso in SOGEI RELATORE: Francesco GERBINO 17 gennaio 2011 Agenda Presentazione della Società La

Dettagli

GRUPPO PARTNERS ASSOCIATES IT GLOBAL INDUSTRY

GRUPPO PARTNERS ASSOCIATES IT GLOBAL INDUSTRY PROFILE 2015 GRUPPO PARTNERS ASSOCIATES IT GLOBAL INDUSTRY PA GROUP> Leader nel settore IT. Dal 1998 fornisce prodotti e soluzioni best in class nei diversi settori di competenza: Finanza, Industria, PA,

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

Strumenti di Migrazione, Testing Applicativo e Infrastrutturale

Strumenti di Migrazione, Testing Applicativo e Infrastrutturale Strumenti di Migrazione, Testing Applicativo e Infrastrutturale Domenico Fortunato Oracle System and Application Management (SAM) Specialist domenico.fortunato@oracle.com Application

Dettagli

Business white paper. Sette best practice per creare applicazioni che rispondano alle esigenze aziendali

Business white paper. Sette best practice per creare applicazioni che rispondano alle esigenze aziendali Business white paper Sette best practice per creare applicazioni che rispondano alle esigenze aziendali Indice 3 Sommario esecutivo 3 Introduzione 3 Best practice a livello aziendale 5 Best practice a

Dettagli

MICROSOFT DYNAMICS: SOLUZIONI GESTIONALI PER L AZIENDA

MICROSOFT DYNAMICS: SOLUZIONI GESTIONALI PER L AZIENDA MICROSOFT DYNAMICS: SOLUZIONI GESTIONALI PER L AZIENDA Microsoft Dynamics: soluzioni gestionali per l azienda Le soluzioni software per il business cercano, sempre più, di offrire funzionalità avanzate

Dettagli

La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia

La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia Il 2006 ha registrato alcuni segnali positivi di ripresa, sia dell'economia italiana che dell Information

Dettagli

soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra.

soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra. soluzioni e servizi per fare grande una media impresa Soluzioni di Cloud Computing per imprese con i piedi per terra. FASTCLOUD È un dato di fatto che le soluzioni IT tradizionali richiedono investimenti

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Pieces of Technology at your service. dottesttm

Pieces of Technology at your service. dottesttm Pieces of Technology at your service dottesttm DOTNET - AUTOMATIZZAZIONE DELL ANALISI STATICA, CODE REVIEW, TEST UNIT dottest è una soluzione di test di sviluppo integrato per automatizzare una vasta gamma

Dettagli

CARATTERISTICA / MODULO

CARATTERISTICA / MODULO NextWare Doc è il prodotto che consente di amministrare semplicemente tutte le p roblematiche inerenti la gestione dei documenti; è rivolto sia la settore privato che alla Pubblica Amministrazione, e copre

Dettagli

Corporate profile Via A. Carrante 1/F - 70124 BARI tel. 080.21 49 681 - fax 080.21 40 682 www.mastergroupict.com info@mastergroupict.

Corporate profile Via A. Carrante 1/F - 70124 BARI tel. 080.21 49 681 - fax 080.21 40 682 www.mastergroupict.com info@mastergroupict. Corporate profile Chi siamo MasterGroup ICT è un Azienda globale di Formazione e Consulenza ICT che supporta l evoluzione delle competenze individuali e l innovazione delle organizzazioni. Si propone al

Dettagli

Metodologie e strumenti per il collaudo di applicazioni Web

Metodologie e strumenti per il collaudo di applicazioni Web Università degli studi Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Metodologie e strumenti per il collaudo di applicazioni Web Candidato: Luca De Francesco Relatore Chiar.mo Prof. Salvatore Tucci Correlatore Ing.

Dettagli

Dimensions CM contro Subversion Benchmark delle prestazioni

Dimensions CM contro Subversion Benchmark delle prestazioni Descrizione sintetica della soluzione Dimensions CM contro Subversion Benchmark delle prestazioni Serena Dimensions CM è la soluzione di gestione del ciclo di vita delle applicazioni end-to-end, leader

Dettagli

TXT e-solutions. Passion for Quality. Marzo 2014

TXT e-solutions. Passion for Quality. Marzo 2014 TXT e-solutions Passion for Quality Marzo 2014 TXT e-solutions S.p.A. Fornitore Internazionale di prodotti e soluzioni software dedicati a Grandi Clienti Un azienda solida, con budget raggiunti e bilanci

Dettagli

Introdurre i dati di produzione nel testing prestazionale

Introdurre i dati di produzione nel testing prestazionale Business white paper Introdurre i dati di produzione nel testing prestazionale Il valore del testing continuativo delle prestazioni applicative Le problematiche più comuni nei test prestazionali Nel corso

Dettagli

Indice REGIONE BASILICATA

Indice REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E Via Vincenzo Verrastro n 4 fax 0971/668954 REGI ONE BASI UFFICIO S. I. LICA R. S. TA Piano dei Test Id Sistema APPROVAZIONI Redatto da:

Dettagli

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture

SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA. Service Oriented Architecture SOA è solo tecnologia? Consigli utili su come approcciare un progetto SOA Service Oriented Architecture Ormai tutti, nel mondo dell IT, conoscono i principi di SOA e i benefici che si possono ottenere

Dettagli

L esperienza d integrazione in SSC

L esperienza d integrazione in SSC Roma, 10 dicembre 2010 Centro Congressi Cavour L esperienza d integrazione in SSC Approcci multimodello nelle pratiche aziendali Il presente documento contiene informazioni e dati di S.S.C. s.r.l., pertanto

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

WebRatio. Per il settore Servizi Finanziari. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8

WebRatio. Per il settore Servizi Finanziari. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 WebRatio Per il settore Servizi Finanziari Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 Il divario tra Business e IT nel settore Servizi Finanziari Il settore dei servizi finanziari è

Dettagli

OT BPM introduce ed automatizza i meccanismi relativi alla gestione del ciclo di vita dei dati e dei documenti.

OT BPM introduce ed automatizza i meccanismi relativi alla gestione del ciclo di vita dei dati e dei documenti. Ottimizzare, Automatizzare e Monitorare i processi aziendali... Migliorare la produttività e la redditività riducendo l investimento Affrontare le sfide del mercato con gli strumenti giusti OT BPM è un

Dettagli

STRATEGIC Management Partners

STRATEGIC Management Partners STRATEGIC Management Partners Strategic Report Creare un vantaggio competitivo nella relazione IT e business Gianluca Quarto Sintesi 2 E un dato di fatto che i sistemi informatici rappresentano uno strumento

Dettagli

ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE

ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE Allegato 1.4 Cicli di vita del software Pagina 1 di 16 Indice 1 CICLI DI VITA... 3 1.1 Ciclo di Sviluppo... 3 1.2 Ciclo di Manutenzione... 5 2 LE FASI PROGETTUALI...

Dettagli

Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa. Application Monitoring Broadband Report Analysis

Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa. Application Monitoring Broadband Report Analysis Tecniche e Strategie per misurare e migliorare le performance del servizio di telefonia fissa Application Monitoring Broadband Report Analysis Le necessità tipiche del servizio di telefonia Maggiore sicurezza

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Luca Zanetta Uniontrasporti I venti dell'innovazione - Imprese a banda larga Varese, 9 luglio 2014 1 / 22 Sommario Cos è il cloud computing

Dettagli

Il Provvedimento del Garante

Il Provvedimento del Garante Il Provvedimento del Garante Il provvedimento del Garante per la Protezione dei dati personali relativo agli Amministratori di Sistema (AdS) Misure e accorgimenti prescritti ai titolari dei trattamenti

Dettagli

Gestire La Tecnologia Che Promuove i Business Service SAP

Gestire La Tecnologia Che Promuove i Business Service SAP TECHNICAL WHITE PAPER Gestire La Tecnologia Che Promuove i Business Service SAP Gestione delle applicazioni enterprise Sommario EXECUTIVE SUMMARY... 1 INTRODUZIONE... 2 LE SFIDE DELL AMBIENTE SAP... 2

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ELETECNO ST

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ELETECNO ST Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso ELETECNO ST Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione

Dettagli

SPIKE APPLICATION SECURITY: SICUREZZA DIRETTAMENTE ALL INTERNO DEL CICLO DI VITA DEL SOFTWARE

SPIKE APPLICATION SECURITY: SICUREZZA DIRETTAMENTE ALL INTERNO DEL CICLO DI VITA DEL SOFTWARE SPIKE APPLICATION SECURITY: SICUREZZA DIRETTAMENTE ALL INTERNO DEL CICLO DI VITA DEL SOFTWARE La sicurezza delle applicazioni web si sposta a un livello più complesso man mano che il Web 2.0 prende piede.

Dettagli

IBM Rational AppScan: gestire la sicurezza delle applicazioni e la conformità normativa

IBM Rational AppScan: gestire la sicurezza delle applicazioni e la conformità normativa IBM Software Sicurezza Rational IBM Rational AppScan: gestire la sicurezza delle applicazioni e la conformità normativa Identificare, classificare in ordine di priorità, monitorare e correggere le vulnerabilità

Dettagli

UNA RELEASE ROBUSTA E COLLAUDATA IN CONTESTI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI EVOLUZIONE DELLA PIATTAFORMA ASSICURATIVA ALL IN ONE

UNA RELEASE ROBUSTA E COLLAUDATA IN CONTESTI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI EVOLUZIONE DELLA PIATTAFORMA ASSICURATIVA ALL IN ONE L offerta di Value+, in origine focalizzata sulla gestione dei Rami Vita e dei Fondi Pensione attraverso il sistema invita, diffuso in Italia e all estero, si è arricchita nel corso degli anni estendendosi

Dettagli

Introduzione di nuove logiche di

Introduzione di nuove logiche di Introduzione di nuove logiche di Romano Brida Venezia Mestre, 6 Ottobre 01 1 Obiettivi del documento Presentare l'approccio NTT DATA al Performance & Quality Management lungo il ciclo di vita del software

Dettagli

Il software HP LoadRunner visto da vicino

Il software HP LoadRunner visto da vicino White paper tecnico Il software HP LoadRunner visto da vicino Sommario Dimensionamento del sistema 2 Limiti dei test manuali 2 Una nuova soluzione per i test delle performance: il software HP LoadRunner

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Roma 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO INSTALLAZIONI IMPIANTI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze

SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze Caso di successo Microsoft Integration SACE BT SACE BT realizza su tecnologia Microsoft la piattaforma di gestione delle polizze Informazioni generali Settore Istituzioni finanziarie Il Cliente Il Gruppo

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

enclose CRM Engineering Cloud Services IL CRM AS A SERVICE DI ENGINEERING runs on Microsoft Dynamics CRM

enclose CRM Engineering Cloud Services IL CRM AS A SERVICE DI ENGINEERING runs on Microsoft Dynamics CRM enclose Engineering Cloud Services CRM runs on Microsoft Dynamics CRM IL CRM AS A SERVICE DI ENGINEERING EncloseCRM EncloseCRM è la proposta Software as a Service di Engineering per offrire al mercato

Dettagli

Business Case - RES e Banca Popolare di Sondrio BANCA POPOLARE DI SONDRIO, LA QUALITY ASSURANCE DIVENTA FATTORE CULTURALE

Business Case - RES e Banca Popolare di Sondrio BANCA POPOLARE DI SONDRIO, LA QUALITY ASSURANCE DIVENTA FATTORE CULTURALE BANCA POPOLARE DI SONDRIO, LA QUALITY ASSURANCE DIVENTA FATTORE CULTURALE Business Case - RES e Banca Popolare di Sondrio Con l obiettivo duplice di comprimere i costi, ottimizzando l uso delle risorse

Dettagli

SCELTA DEL TEST DA ESEGUIRE

SCELTA DEL TEST DA ESEGUIRE SCELTA DEL TEST DA ESEGUIRE Tenete il passo dei cicli di rilascio sempre più veloci. Scoprite l automazione con il tocco umano. ESECUZIONE DI UN TEST 26032015 Test funzionali Con Borland, tutti i membri

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far

Dettagli

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT)

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) CONSIP S.p.A. Allegato 6 Capitolato tecnico Capitolato relativo all affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) Capitolato Tecnico

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

DEFINIO REPLY BACKTESTING

DEFINIO REPLY BACKTESTING DEFINIO REPLY BACKTESTING La piattaforma Definio Reply può essere utilizzata come strumento di supporto per l implementazione del processo di Backtesting, inteso come metodologia per misurare il carattere

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Direzione Centrale Sistemi Informativi

Direzione Centrale Sistemi Informativi Direzione Centrale Sistemi Informativi Missione Contribuire, in coerenza con le strategie e gli obiettivi aziendali, alla definizione della strategia ICT del Gruppo, con proposta al Chief Operating Officer

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli