TElecommunication Research

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TElecommunication Research"

Transcript

1 INIZIATIVA TERIT TElecommunication Research in ITaly Promossa da: CNR e CNIT 1

2 Origine dell iniziativa TERIT Promossa congiuntamente da: Dipartimento Tecnologie dell Informazione e delle Comunicazioni (ICT) del CNR Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni (CNIT) nell ambito della convenzione tra CNR e CNIT, in collaborazione con alcune delle più grandi aziende nazionali del settore delle telecomunicazioni. 2

3 Perchè TERIT in SINTESI In sintesi: L iniziativa TERIT rappresenta un grande sforzo, originato da una approfondita riflessione della comunità scientifica di telecomunicazioni e condiviso dai primari soggetti industriali, per la creazione di un programma di ricerca e sviluppo tecnologico di ampio respiro, strutturato e compartecipato, in settori-guida per l innovazione infrastrutturale, dove gli interessi dei singoli attori convergano per il raggiungimento di risultati, non altrimenti realizzabili, per una infrastruttura di telecomunicazioni di nuova generazione nel nostro Paese. 3

4 Verso l Internet l del futuro! (1/2) Contesto unificante della ricerca e sviluppo L Internet attualmente usata non era mai stata progettata per essere un elemento critico dell infrastruttura economica Europea, ma di fatto lo è diventata in quasi tutti i paesi economicamente sviluppati. Alla luce di ciò, ci sono molte domande oggi su come Internet evolverà in futuro, dato che è scontato che dovrà evolversi e che il cambiamento sarà alquanto rivoluzionario. Il progresso tecnologico in molte aree continuerà a guidare l utilizzo di Internet, ma, parallelamente, condurrà fatalmente Internet a scontrarsi con i suoi limiti (gestione della mobilità,, numero di apparati connessi, tipo di rete, banda disponibile, potenza di calcolo e di memoria, quantità di dati, sicurezza.etc.etc ) Internet è un pezzo cruciale delle infrastrutture di comunicazione e, nella società del futuro, la sua fruizione dovrà essere vissuta dall utente alla stessa stregua dell erogazione della corrente elettrica, del gas, dell acqua.. 4

5 Verso l Internet l del futuro! (2/2) Contesto unificante della ricerca e sviluppo Nuove frontiere si apriranno con l utilizzo di Internet, ad es. in campo medico, educativo, nelle pubbliche amministrazioni, nella vita sociale in genere. L internet del futuro dovrà integrare reti wireless ad alta velocità con reti cablate, e fornire un ambiente in grado di soddisfare ogni richieste dell utente. E un settore vitale nello sviluppo della società, e la sua futura evoluzione è trasversale a moltissimi settori scientifici. L Italia deve puntare su questa tematica per riconquistare terreno nell uso dell ICT. 5

6 Internet del futuro Sistemi e Tecnologie Servizi e Applicazioni 6

7 SETTORI GUIDA DI RICERCA & INNOVAZIONE PER L INTERNET DEL FUTURO 1) Reti wireless terrestri 2) Sistemi via satellite 3) Reti ottiche 4) Servizi multimediali interattivi 5) Infomobilità 6) Emergenze e monitoraggio ambientale 7) Sicurezza nelle reti ICT 8) Architetture distribuite per accesso multi-utente utente 7

8 SETTORI GUIDA DI RICERCA & INNOVAZIONE MATRICE IMPATTO TECNOLOGIE/APPLICAZIONI Sistemi e Tecnologie Reti wireless terrestri Sistemi via satellite Reti ottiche Servizi e Applicazioni Servizi multimediali interattivi Infomobilità (ITS) Emergenze e Monitoraggio ambientale Sicurezza delle reti ICT Applicazioni multi-utenza di risorse distribuite XXX XXX XXX XXX XXX XXX XXX X XXX XXX XXX XX XXX XXX Internet del futuro X = impatto debole XX = impatto medio XXX = forte impatto 8

9 SISTEMI E TECNOLOGIE Reti wireless terrestri Sistemi via satellite Reti ottiche Per ognuno dei 3 settori tematici sono indicate le problematiche aperte e proposte alcune linee di ricerca di grande impatto scientifico per il Paese. 9

10 RETI WIRELESS TERRESTRI 10

11 Scenario di riferimento Rete di sensori Terminale multimediale cognitivo Gateway rete di sensorirete cellulare 4G Gateway rete di sensori- WiMAX Rete Cellulare 4G WiMAX WiFi Rete Cellulare LTE (Long Term Evolution) 11

12 Valore del settore Contribuire allo sviluppo di un economica e realistica architettura di rete wireless a larga banda per il supporto di servizi multimediali con diversa qualità di servizio e livello di mobilità. Facilitare la diffusione e fruizione di nuovi servizi a larga banda a tutti i livelli della società: eliminare il digital divide! Capacità di soddisfare le esigenze dell operatore in termini di flessibilità, costi e capacità di banda richieste. Capacità di soddisfare le esigenze di end user caratterizzati da profili modificati da nuovi stili di vita emergenti legati alla mobilità, alla globalizzazione ed una richiesta di offerta sempre più customizzata Capacità di sviluppare soluzioni tecnologiche e sistemistiche ad hoc che indirizzino in modo ottimale diverse aree applicative (reti di sensori, reti locali, reti di accesso mobile, nomadico e fisso etc.) Capacità di sviluppare soluzioni tecnologiche e sistemistiche per applicazioni di sicurezza. 12

13 Problematiche aperte Strategia Nuove architetture di rete e definizione di un nuovo modello di riferimento per le reti e i servizi Linee di ricerca Propagazione in ambito urbano (indoor/outdoor) Uso efficiente dello spettro e della potenza disponibile: Tecniche SDR/cognitive per reti di sensori e ad-hoc. Interazione fra reti wireless e reti fisse: Reti broadcast (WiMAX), a corto raggio (WiFi e sue evoluzioni), reti di sensori e reti ad-hoc (ZigBee, UWB). Nano-tecnologie per reti di sensori Architettura delle reti wireless riconfigurabili, cognitive e sicure Radiolocalizzazione (in ambito wireless terrestre) Benefici riduzione dell inquinamento elettromagnetico per migliorare la qualità della vita aumento della capacità della rete maggiore durata delle batterie nei terminali mobili raccolta e pre-elaborazione dei dati per usi diversi: protezione civile, monitoraggio anziani e ammalati, controllo ambientale, domotica, etc sviluppo di nuove applicazioni multi-servizio e multi-tecnologia miglioramento delle comunicazioni inter-veicolari miglioramento della sicurezza in particolari settori operativi. 13

14 RETI WIRELESS: TEMATICHE SELEZIONATE Nodi mobili per reti in ambito urbano Reti Core e Back-Haul Interoperabilità di reti eterogenee Sistemi wireless multifunzione riconfigurabili per Public Safety 14

15 Nodi mobili per reti in ambito urbano Obiettivo: Sviluppare una rete wireless basata su nodi mobili, e non su infrastrutture fisse, per la raccolta (verso una centrale) e la propagazione (da una centrale) di informazioni (ad es. emergenza, supporto alla mobilità, informazioni ambientali). Tematiche: Sicurezza dell accesso e delle informazione Localizzazione dei nodi Modellazione e simulazione di sistemi Tecnologie di base per canali di accesso multi standard Tempi di viaggio ed algoritmi di propagazione Algoritmi di routing delle informazioni verso Rete sensoristica mobile Dispositivi personali di segnalazione/sistemi on-board Sostenibilità e risultati attesi: Algoritmi e modelli (con simulazione) per la propagazione dei dati tra nodi mobili test bench della ad-hoc network su diversi media in modalità seamless flotta di veicoli per la realizzazione della rete mobile centrale di terra per la gestione delle emergenze sistema di acquisizione delle informazioni ambientali per singolo nodo della rete Sistemi personali di sicurezza wireless sistema di informativa a bordo per la gestione delle emergenze linee guida per la realizzazione di uno standard per applicazioni mobili 15

16 Reti Core e Back-Haul Obiettivo : Sviluppare soluzioni di massima efficienza e flessibilità per le reti wireless di nuova generazione in grado di soddisfare le future esigenze degli operatori Tematiche: architetture di processori regionali per centrali di nuova generazione basate su soluzioni multi-core e su tecniche di virtualizzazione evolute; tecniche innovative di elaborazione numerica per codifica e modulazione del segnale finalizzate allo sviluppo di sistemi radio digitali a microonde di nuova generazione caratterizzati dall'utilizzo di avanzate tecnologie d integrazione (circuiti integrati a microonde multifunzione), elevate prestazioni, alta capacità e basso costo. Sostenibilità e risultati attesi: - soluzioni di processamento di massima efficienza e flessibilità sia per le nuove applicazioni che quelle esistenti - componentistica ad alta scala d integrazione con elevati livelli di ripetibilità e affidabilità, ridotto costo ed elevate prestazioni funzionali ; - sistemi radio dotati di elevata flessibilità operativa in grado di garantire l interoperabilità integrata di reti eterogenee, sia per tecnologia che per tipologie di traffico presente (SDH, PDH e Packet Data). 16

17 Interoperabilità di reti eterogenee Obiettivo: utilizzare la rete più adatta ai requisiti di servizio in modo semplice, efficiente e sicuro in modalità trasparente per l utente. Interoperabilità fra reti eterogenee. Coerenza con la vision della piattaforma europea emobility. Ridistribuzione di carichi e prestazioni in vista di situazioni critiche. Tematiche: Architetture infrastrutturate (reti cellulari) e non (reti ad hoc) Tecniche innovative di modellizzazione e simulazione per la pianificazione delle reti innovative Riconfigurabilità a livello di nodo e di terminale (SDR e Cognitive Radio) Meccanismi di protezione e sicurezza Impiego universale della tecnologia a pacchetto (IP) Controllo della qualità del servizio Multimodalità e multimedialità Radiolocalizzazione Sostenibilità e risultati attesi: - Uso efficiente dello spettro radio per aumentare la capacità Efficienza energetica con nuove tecniche di controllo di potenza e dell interferenza Reti di sensori con pre-elaborazione delle informazioni - Semplicità di utilizzo delle reti da parte dell utente con una più facile penetrazione nella società e riduzione del digital divide 17

18 Sistema wireless multi-funzione riconfigurabile per applicazioni di sicurezza Obiettivo: Sviluppare e realizzare un sistema radio con capacità cognitive per la gestione dello spettro in tecnologia Software Defined Radio (SDR) con Waveforms in grado di soddisfare lo scenario operativo della public safety e di dimostrare l efficacia e la portabilità del concetto Tematiche: OFDM uplink backhaul waveform per la gestione efficiente di frequenze occupate Broadband waveform basata su OFDM (WIMAX) con soluzioni di smart antenna che implementino una configurazione MIMO Studi di applicazioni cross layer per reti wireless Studio dell approccio cognitivo ed autonomico per la gestione delle risorse Interoperabilità e fornitura di accesso a reti Narrow Band e Short Range (PAN) Studio, sviluppo, e selezione di tecnologie ed architetture orientate alla Network Centric Operation ed alla Service Oriented Architecture Sostenibilità e risultati attesi: Sistema integrato in tecnologia Software Defined Radio (SDR) Engine cognitivo-autonomico per la gestione policy based della operativita SDR waveforms con caratteristiche di compatibilità PHY con lo standard WiMAX ed interoperabilità tra reti wireless Waveform(s) con integrazione di funzioni di spectrum management e cross layer Studio di interoperabilità e fornitura di accesso a reti Narrow Band e Short Range (PAN) 18

19 Sistemi via satellite 19

20 Scenario di riferimento Piattaforma di Navigazione Rete Satellitare Gateway Servizi: Rilevazione valore sensori, Elaborazione, Misure, Controllo a distanza Gateway Rete Aeronautica Stazione Mobile Gateway Rete cablata Rete di Sensori Servizi: Monitoraggio e Analisi dei disturbi (interferenze, cammini multipli, ecc ), Caratterizzazione scenari operativi Servizi: Telemedicina, Teledidattica, Teleaddestramento 20

21 Valore del settore Il settore delle reti via satellite ha cambiato connotazione: non più solo rete satellitare a sé stante, ma rete integrata con altre reti, al fine di fornire backup o per raggiungere aree geograficamente irraggiungibili da strutture terrestri. Inoltre, il progetto Galileo, finanziato dall ESA, e dalla Commissione Europea per fornire servizi satellitari, ad uso civile, di navigazione, di posizionamento e di sincronizzazione, sta diventando realtà e svincola l Europa dal sistema americano GPS, meno tecnologicamente avanzato. Le comunicazioni satellitari sono ritenute anche dalla Commissione Europea un elemento di punta delle comunicazioni, promovendone attività di R&D. La cablatura, le reti radio e l'uso dei satelliti consentiranno uno sviluppo dei servizi multimediali, delle reti civiche, del telelavoro, e favoriranno l'internazionalizzazione di tutto il sistema dei servizi. Il paese deve investire nella creatività, creando le premesse affinché tutti gli operatori e i lavoratori siano in grado di utilizzare tutte le infrastrutture per offrire e ricevere servizi e prodotti. 21

22 Problematiche aperte Strategia Il satellite come sistema di una rete globale eterogenea e integrata nelle funzioni di comunicazione e posizionamento, trasparente all utente. Linee di ricerca Integrazione di sistemi dedicati al trasporto dell informazione con sistemi dedicati all acquisizione dei dati di posizione dell utente Sviluppo di applicazioni per il sistema GALILEO Sviluppo di federazioni di sistemi satellitari Sviluppo di servizi di telecomunicazioni con specifiche qualità di servizio e/o requisiti di urgenza e integrità dell informazione (disastri ambientali, telemedicina,...) Propagazione in banda V e W Riduzione dell interferenza Satelliti MIMO Satelliti come agenti di interconnessione fra reti mobili Benefici Impiego in situazioni di emergenza (disastri naturali) in zone difficilmente accessibili con requisiti stringenti di installazione e configurazione rapida di un infrastruttura di TLC Ottimizzazione dell integrazione tra vari sistemi di comunicazione attraverso opportuni algoritmi di accesso e gestione delle risorse 22

23 RETI VIA SATELLITE: TEMATICHE SELEZIONATE Integrazione tra comunicazione e navigazione Sistemi adattativi di comunicazione satellitare 23

24 Integrazione tra rete di comunicazione e navigazione Obiettivo: Progettazione di una rete satellitare di comunicazione e navigazione avanzata che utilizzi l informazione sui dati di posizione dell utente e/o dei nodi delle stazioni terrestri anche al fine di ottimizzare l integrazione tra vari sistemi di comunicazione. Tematiche: Progettazione di architetture per reti eterogenee Sviluppo di nuovi protocolli di trasporto Ottimizzazione dell utilizzo della banda di canale Sicurezza nella trasmissione dei dati Gestione della mobilità radio e IP Selezione/commutazione dinamica ed intelligente delle interfacce di rete con funzionalità di cognitive radio e/o piattaforme middleware Mapping della qualità del servizio Sostenibilità e risultati attesi: - Intelligente integrazione di navigazione e comunicazione, sia in termini di servizi che di sistema con gestione della qualità - Impatto sociale notevole, sopratutto in situazioni di crisi 24

25 Sistemi adattativi di comunicazione satellitare multi transponder e multi standard Obiettivo: Progettazione di una rete satellitare di comunicazione innovativa, basata sull uso estensivo di tecnologie SDR e Open Source per la gestione della rete, per permettere l utilizzo flessibile dei trasponditori presenti sull orbita geostazionaria, adattandosi alle caratteristiche di modulazione e di accesso previste. Tematiche: Progettazione di architetture per reti satellitari adattative con tecnologie SDR per la parte di trasmissione, di accesso e gestione di rete Sviluppo di forme d onda esistenti e di nuove forme d onda ottimizzate. Ottimizzazione dei costi di gestione di reti eterogenee Possibilità di utilizzare la banda satellitare disponibile in modo opportunistico Uso dinamico delle risorse Interoperabilità con le reti di terra ed integrabilità delle funzioni satellitari negli apparati dei radio sistemi terrestri Capacità dei sistemi di introdurre via SW i nuovi standard di comunicazione (dal MAC al protocollo IPv6) Sostenibilità e risultati attesi: - Massimo utilizzo delle risorse satellitari esistenti - Evoluzione verso i nuovi sistemi - Integrazione con i sistemi di comunicazione terrestri - Minimizzazione de costi a terra e dei costi di gestione e manutenzione. - Flessibilità delle prestazioni e utilizzo ottimizzato nelle situazioni di crisi ed emergenza 25

26 RETI OTTICHE 26

27 Scenario di riferimento 27

28 Valore del settore Gli interventi degli enti regolatori, in tutto il mondo, spingono verso una chiara distinzione fra fornitori di servizi e gestori delle reti, ponendo forti vincoli, anche tecnici, per garantire un accesso equo alla rete ed una sana concorrenza sui servizi. Nel quadro d insieme giocano un ruolo di primaria importanza gli enti di standardizzazione (ITU-T, ETSI, IETF, IEEE, Fora specialistici) perché dalla rapidità e dalla chiarezza con la quale operatori e costruttori si accordano su nuove soluzioni di rete dipendono la convenienza e il successo delle tecnologie emergenti. 28

29 Problematiche aperte Strategia Impiego pervasivo della fotonica in tutti i segmenti di rete, sia per le dorsali di trasporto che per la rete di accesso, al fine di elevare di ordini di grandezza la capacità delle reti di telecomunicazione per la nuova Internet. Linee di ricerca Ethernet ottica a 100 Gigabit/sec a basso costo Sottosistemi fotonici per router della rete di trasporto Architetture modulari di nodo fotonico per la gestione di traffico Sistemi di controllo basati su evoluzioni del paradigma GMPLS Interconnessioni ottiche tra chip di un apparato Fotonica digitale per l elaborazione numerica dei segnali ottici Cablature ottiche per Home Networking Benefici Colmare (e andare oltre) il gap tecnologico nell interconnessione e accesso a banda ultra-larga rispetto ad altri paesi industrializzati Portare l Italia in una posizione di leadership mondiale in un settore strategico come le reti basate su commutazione ottica Impadronirsi della fotonica digitale come tecnologia strategica per il 21mo secolo 29

30 RETI OTTICHE: TEMATICHE SELEZIONATE Sistemi e soluzioni di accesso e trasporto per reti multiservizio Architetture per Next Generation Network 2 Tecnologie ottiche di elaborazione 30

31 Sistemi e soluzioni di accesso e trasporto per reti multiservizio Obiettivi: sviluppare sistemi e infrastrutture di accesso e trasporto, di elevata capacità e di basso costo di apparato e di gestione, per le future reti multi-servizio. Portare l Italia in una posizione di leadership mondiale in un settore strategico come le reti basate su commutazione ottica. Tematiche: Nodi e soluzioni per reti di trasporto: cross-connect ottici e ADM ottici riconfigurabili; sistemi di aggregazione di traffico eterogeneo (sia basati su tecnologia a circuito che a pacchetto) per la convergenza di reti e servizi. Reti ottiche di accesso di prossima generazione: GPON e evoluzione verso le WDM-PON Sistemi di gestione per le reti ottiche di prossima generazione e re-design degli strati di controllo e gestione che tengano conto del paradigma GMPLS/ASON Sistemi di commutazione fotonica basati sul circuito, sul pacchetto, e su optical burst switching Soluzioni di reti tutto ottiche e trasparenti Sistemi di trasmissione ad altissima capacità e di trasporto basate sulla tecnologia Ethernet Sistemi di pianificazione di nodi ottici ad elevata capacità. Sostenibilità e risultati attesi aumentare la banda disponibile all utente finale, incrementando il numero complessivo di utenti serviti a basso costo fornire agli operatori soluzioni efficienti, flessibili ed affidabili per la diffusione di nuovi servizi ad elevato valore aggiunto in reti eterogenee realizzare nodi ed elementi di rete in grado di supportare capacità sempre più elevate in modo flessibile, garantendo la QoS richiesta dalla specifica applicazione 31

32 Architetture per Next Generation Network 2 Obiettivo: Definizione dell architettura e sperimentazione della Next Generation Network 2 Tematiche: Valutazioni tecnico-economiche, su tutti i segmenti di rete (end-to-end) Identificazione e sperimentazione delle soluzioni ottimali per le reti ottiche del futuro Sostenibilità e risultati attesi: Architetture di rete Ultra Broadband per NGN2 Realizzazione di un prototipo di rete ottica che preveda: Dorsale per alta capacità (40 G), ultra long distance, con nodi ottici trasparenti Utilizzo di soluzioni Packet Transport Piano di controllo end-to-end, per fornitura di connettività on-demand, su richiesta dell applicazione Cablaggio ottico verticale (anche per Home Networking) con capacità di 100 Mbts simmetrici Soluzioni di accesso FTTX 32

33 Tecnologie ottiche di elaborazione Obiettivo: Nuove tecniche di elaborazione ottica nei diversi segmenti di rete Tematiche: Nuove tecniche di elaborazione ottica e loro impiego nei diversi segmenti di rete Ingegneria del traffico multilivello e robustezza ai guasti Piattaforme di servizio che consentano agli utenti di programmare le proprie modalità di fruizione del servizio Sviluppo di un dimostratore sperimentale per la dimostrazione di soluzioni di rete modulari Sostenibilità e risultati attesi: Modularità per commutazione a circuito, a burst, a pacchetto Modularità per la realizzazione di nodi interni e di frontiera Privilegio per soluzioni tutto-ottiche e trasparenti Portare l Italia in una posizione di leadership mondiale in un settore strategico come le reti basate su commutazione ottica 33

34 SERVIZI E APPLICAZIONI Servizi multimediali interattivi Infomobilità (ITS) Emergenze e monitoraggio ambientale Sicurezza nelle reti ICT Applicazioni multiutenza di risorse distribuite Per ognuno dei 5 settori tematici sono indicate le problematiche aperte e proposte alcune linee di ricerca di grande impatto scientifico per il Paese. 34

35 Servizi Multimediali Interattivi 35

36 Scenario di riferimento Entertainment (p.es. parchi giochi, musei, home-cinema, scambio in temporeale di contenuti multimediali autoprodotti, home-made-tv) Domotica (p.es. assistenza in ambito ospedaliero, assistenza a casa per anziani e disabili) Sicurezza (p.es. sorveglianza cognitiva di edifici, aree sensibili, ambiti pubblici) Supporto a sistemi di trasporto intelligenti Telemisure su reti e sistemi di telecomunicazioni Reti di sensori ed attuatori per acquisizione di misure e comandi distribuiti Tele-monitoraggio di indici di qualità e di fenomeni spazio-tempo variabili in sistemi ambientali e di distribuzione servizi Settore turistico e dei beni culturali 36

37 Valore del settore Grazie alle nuove reti di telecomunicazioni, stanno mutando profondamente le modalità di fruizione dei servizi multimediali: da un lato nascono nuovi modi di cercare e fruire contenuti informativi e di intrattenimento, dall altro nuovi modi di produrli, intermediarli e metterli a disposizione del pubblico. In particolare si assiste all emergere di modelli fortemente personalizzati e interattivi tramite sia la TV digitale già diffusa capillarmente in Europa, sia le nuove Internet TV, Web TV e mobile-tv, in fase di forte sviluppo grazie alle nuove reti a larga banda, sia fisse sia radiomobili. La diffusione di banda larga e ultra larga (si arriva a 50 Mb/s per utente) permette anche nuove possibilità di produzione, oltre che di fruizione, di user generated contents (Blog / Videoblog / Podcasting ) e la disponibilità di contenuti di nicchia (la cosiddetta long tail ). Insieme a questa pluralità di canali di fruizione, si assisterà ad una forte mutazione della tv lineare, cioè del palinsesto programmato, verso la nonlinearità, grazie alla diffusione dei contenuti on demand, del timeshifting, e del placeshifting (la possibilità di accedere sul proprio cellulare, o da una qualsiasi TV o PC, e in qualunque momento, alle registrazioni che stanno nella nostra casa tramite connessioni remote via Internet o mobile). L abitudine all utilizzo di una TV semplice, ma che offre spazi di personalizzazione e interattività sempre maggiori, può contribuire significativamente a diminuire il Digital Divide, abituando in modo graduale anche le persone meno tecnologiche all utilizzo dei nuovi canali di informazione e di intrattenimento, primo fra tutti Internet. 37

38 Problematiche aperte Strategia Sviluppare nodi di rete evoluti che utilizzino: a) tecniche di diffusione dei contenuti multimediali adatte a reti senza garanzia di qualità del servizio, scalabili sul numero di utenti e senza strutture prefissate; b) tecniche per adattare le modalità di comunicazione a partire dall analisi delle informazioni semantiche e di contesto, elaborate sulla base di dati multisensoriali acquisiti localmente. Linee di ricerca Sviluppo di piattaforme per la distribuzione e la fruizione di contenuti adattabili all utente Approcci peer-to-peer per la distribuzione dei contenuti (anche di tipo streaming (real-time) Utilizzo delle moderne tecniche di codifica audio-video (codifica scalabile, DSC,.) Sviluppo di nodi di rete cognitivi che sfruttino informazioni semantiche e di contesto, acquisite localmente, per ottimizzare la fruibilità dei servizi e dei loro contenuti da parte dell utente. Adattamento e risposte pro-attive dei servizi forniti dai nodi di rete alle variazioni di informazione contestuale (stato e necessità degli utenti). Nodi di rete con intelligenza autonomica (Autonomic Network). Sviluppo di interfacce semplici, ergonomiche ed indipendenti dal terminale che l utente utilizzando. Sviluppo di servizi multimediali fruibili in mobilità, senza interruzione di servizio. Definizione di contenuti in grado di adattarsi al dispositivo dove saranno utilizzati (context aware) Benefici Scalabilità rispetto al numero degli utenti Facilità di accesso Bassi costi di accesso, utilizzo, e gestione. 38

39 SERVIZI MULTIMEDIALI INTERATTIVI: TEMATICHE SELEZIONATE Piattaforme multimediali Sistemi intelligento Reti All-IP 39

40 Piattaforme Multimediali Obiettivo: Creare servizi per la piena interattività e fruizione dei contenuti digitali su reti eterogenee, incluso la TV digitale mobile Tematiche: Tecnologie e sistemi flessibili per la gestione della proprietà intellettuale Sicurezza & Riservatezza Strumenti interattivi di produzione multimediale Codifica multirisoluzione Rappresentazione di contenuti multimediali Analisi multimediale Motori di ricerca multimediali Interfacce utente naturali e multimodali Personalizzazione Sostenibilità e risultati attesi: Ideazione, sviluppo e sperimentazione di una piattaforma multimediale al servizio dell Internet del futuro. 40

41 Sistemi intelligenti per servizi del futuro Obiettivi: accesso ubiquo a servizi sempre più complessi con accesso trasparente, e sviluppo di tecniche di intelligenza d ambiente in modo da renderlo in grado di percepire e predire le peculiarità, le caratteristiche e le esigenze degli utenti. Tematiche: Sviluppare ambienti Context Aware che sfruttino informazioni di contesto acquisite localmente per ottimizzare la fruibilità dei servizi e dei loro contenuti da parte dell utente. Sviluppare servizi forniti sulla rete tali da adattarsi e rispondere proattivamente alle variazioni di informazione contestuale. Modularità dei servizi Auto-adattamento (Autonomic Communication) Semantic web ed ingegneria ontologica Sostenibilità e risultati attesi: Creazione di servizi che richiedono un middleware di supporto altamente specializzato per estendersi attraverso infrastrutture di calcolo e di rete eterogenee, e per attraversare confini geografici. Ambienti applicativi diversificati: domotica, entertainement, sicurezza, etc. 41

42 Reti multi-servizio di convergenza: evoluzione verso reti All-IP Obiettivi : sviluppare sistemi e soluzioni di reti multi-servizio per la convergenza delle reti, dei servizi e dei terminali, in grado di evolvere gradualmente verso il paradigm All-IP. Tematiche: - Evoluzione verso piattaforme Web 2.0 in grado di supportare applicazioni (blog, pod casting, vod casting), che consentano la condivisione di dati, contenuti ed informazioni (files sharing), tra diverse piattaforme sia SW che HW. - reti di convergenza per il supporto di nuovi servizi mobili e dati (e.g. High speed Internet, video on demand, IpTV, HDTV, Ethernet VPL/VPN, IMS/Fixed-Mobile convergence, etc..) Sostenibilità e risultati attesi: Soddisfare le esigenze dei servizi mediante piattaforme programmabili, componibili, decentralizzate, con ricche interfacce utente, garantendo adeguati livelli in termini di qualità di servizio e affidabilità. 42

43 Infomobilità (ITS-IntelligentIntelligent Transportation Systems) 43

44 Scenario di riferimento Ottimizzazione dello scenario traffico mediante l utilizzo di tecnologie ICT (tecnologie wireless, reti di sensori, sistemi di navigazione, reti satellitari, radar,..etc. ) Integrazione tra acquisizione e comunicazione (es. RFID attivi) Casa/Ufficio BAN VAN PAN/LAN 3G, 4G Intra/Inter-veicolo 44

45 Valore del settore L infomobilità (nello specifico gli ITS), è considerata, non da oggi, un area di potenziale forte sviluppo in relazione alla crescita dei bisogni di mobilità. Nella realtà il consuntivo si è rivelato inferiore alle previsioni; esistono tuttavia oggi segnali di maggiore sviluppo, in forte crescita reale (ad es. nel campo delle navigazione guidata) e di previsioni ottimistiche. Sono in corso accordi e alleanze significative fra costruttori di veicoli e di sistemi telematici (ad es. tra Gruppo Chrysler e Hughes-Telematics). L insieme dei bisogni principali beneficiari di soluzioni di infomobilità sono (in sintesi): maggiore efficienza/efficacia nella mobilità di veicoli, persone e merci. crescente soddisfacimento dei requisiti di protezione e sicurezza nei confronti di persone e merci in fase preventiva e di efficacia di interventi di emergenza in fase operativa. mobilità ecologica, legata alla fluidificazione del traffico e alla riduzione di emissioni nocive e rumori. nascita e sviluppo di nuova imprenditoria, in termini di prodotti e servizi e conseguenti nuove professionalità 45

46 Problematiche aperte Strategia Aumentare la sicurezza dei trasporti per persone e merci in tutte le sue modalità, e sviluppare nuove applicazioni per ogni categoria di utenza. Linee di ricerca Controllo traffico in condizioni critiche Controllo traffico merci Navigazione Guida per i diversamente abili Controllo degli accessi e della posizione dei veicoli Monitoraggio delle infrastrutture Internet a bordo (treno,auto,..) TV digitale in mobilità (vari standard) Benefici Ampliamento delle possibilità di mobilità per i diversamente abili Aumento della sicurezza dei trasporti e dei cittadini Settore turistico 46

TElecommunication Research

TElecommunication Research INIZIATIVA TERIT TElecommunication Research in ITaly Promossa da: CNR e CNIT 1 Panoramica tecnico-scientifica Contesto unificante: Internet del futuro Settori-guida di ricerca & innovazione Tematiche selezionate

Dettagli

FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES

FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES Nel Semestre di Presidenza del Consorzio ELIS FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES Executive Summary Sistema integrato di iniziative formative di innovazione per la famiglia professionale ICT Febbraio 2011

Dettagli

Work package 1.4. Task. Documento. Versione 1.2. Data 04/12/2009. Autore/i

Work package 1.4. Task. Documento. Versione 1.2. Data 04/12/2009. Autore/i Next Generation Network: standard ITU-T ed ETSI ed aspetti di interconnessione e convergenza dei servizi (executive summary e raccomandazioni per future attività) Work package 1.4 Task Documento All Executive

Dettagli

Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba.

Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba. Il Digital Business Ecosystem per migliorare la qualità della vita in una Smart City Giuseppe VISAGGIO giuseppe.visaggio@uniba.it Dipartimento di Informatica Università di Bari Centro di Competenza ICT:

Dettagli

Introduzione. Introduzione

Introduzione. Introduzione Introduzione L uomo sin dalla preistoria ha sempre cercato, per necessità e per comodità, di comunicare con altri individui; con l andare del tempo questa esigenza è cresciuta sempre più, si è passati

Dettagli

Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente

Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente Presented by Paolo Bellofiore Telespazio Roma, 24 marzo 2011 CNR Piazzale A. Moro 7 Tecnologie satellitari Soluzione

Dettagli

Perché le reti di calcolatori. Terminologia e classificazione delle reti. Reti aziendali Reti domestiche Reti Mobili

Perché le reti di calcolatori. Terminologia e classificazione delle reti. Reti aziendali Reti domestiche Reti Mobili Perché le reti di calcolatori Reti aziendali Reti domestiche Reti Mobili Terminologia e classificazione delle reti Tecnologia di trasmissione Scala della rete 2 Diffusione della tecnologia digitale Distribuzione,

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale MACRO DESCRIZIONE DEL PROGETTO In Italia l utilizzo integrato di tecnologie informatiche e telematiche nel mondo dei trasporti ha consentito, nel corso degli ultimi anni, di sviluppare sistemi per il monitoraggio

Dettagli

MobiMESH. Wireless Mesh a banda larga. Ing. Stefano Napoli Product Manager

MobiMESH. Wireless Mesh a banda larga. Ing. Stefano Napoli Product Manager MobiMESH Wireless Mesh a banda larga Ing. Stefano Napoli Product Manager Un paradigma di networking Architettura di rete MobiMESH Rete Cablata: integrata nel routing Backbone: infrastruttura wireless multihop

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO PRIMA INDUSTRIES Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.8

Dettagli

Per una buona pratica nella gestione di progetti di connettività wireless in aree svantaggiate

Per una buona pratica nella gestione di progetti di connettività wireless in aree svantaggiate CARTA DI FIRENZE Per una buona pratica nella gestione di progetti di connettività wireless in aree svantaggiate Firenze, Palazzo Medici Sala Luca Giordano Giovedì 9 novembre 2006 CARTA DI FIRENZE per una

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

ICT Information &Communication Technology

ICT Information &Communication Technology ICT Information &Communication Technology www.tilak.it Profile Tilak Srl, azienda specializzata in soluzioni in ambito Communication Technology opera nell ambito dei servizi di consulenza, formazione e

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

DIMETRA IP Compact. una soluzione tetra completa e compatta

DIMETRA IP Compact. una soluzione tetra completa e compatta DIMETRA IP Compact una soluzione tetra completa e compatta MOTOROLA IL VOSTRO PARTNER TECNOLOGICO PRONTO E AFFIDABILE Un eredità straordinaria Le soluzioni TETRA di Motorola si avvalgono di oltre 75 anni

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 1 Architettura delle reti di telecomunicazioni e contesto infrastrutturale regionale 1 Indice Architettura delle reti di Telecomunicazioni Banda Larga nella

Dettagli

Università e trasferimento tecnologico

Università e trasferimento tecnologico UNIVERSITÀ DI BOLOGNA CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI RICERCA INDUSTRIALE INFORMATION AND COMMUNICATION TECHNOLOGIES (CIRI-ICT) Prof. Marco Chiani Direttore Responsabili scientifici: Prof. F. Callegati,

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI LIMES Linea informatica di Migrazione, Emergenza e Sicurezza. Presentazione al G-Award 2012

MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI LIMES Linea informatica di Migrazione, Emergenza e Sicurezza. Presentazione al G-Award 2012 MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI LIMES Linea informatica di Migrazione, Emergenza e Sicurezza Presentazione al G-Award 2012 Responsabile del progetto: Francesco Lazzaro Capo dell Ufficio DGAI IV Sviluppo

Dettagli

I nuovi scenari nel mercato italiano delle tecnologie e delle applicazioni wireless

I nuovi scenari nel mercato italiano delle tecnologie e delle applicazioni wireless I nuovi scenari nel mercato italiano delle tecnologie e delle applicazioni wireless 5 Italian Wireless Business Forum Milano, 11 e 12 Aprile 2006 Stefano Longhini, Managing Partner, Communications Industry

Dettagli

CLOUD COMPUTING. Che cos è il Cloud

CLOUD COMPUTING. Che cos è il Cloud CLOUD COMPUTING Che cos è il Cloud Durante la rivoluzione industriale, le imprese che si affacciavano per la prima volta alla produzione dovevano costruirsi in casa l energia che, generata da grandi macchine

Dettagli

Attenzione! il valore della Rimodulazione è superiore alla cifra di Negoziazione

Attenzione! il valore della Rimodulazione è superiore alla cifra di Negoziazione Riepilogo Dipartimento ICT Dipartimento ICT nel 2005 diretta nel terzi fondi diretta Reti in Tecnologia Wireless 434.890 79.788 712.457 94.953 578.280 351.500 94.000 Internet di prossima generazione 639.484

Dettagli

Catalogo Corsi on demand

Catalogo Corsi on demand Pag. 1 Concetti di base Evoluzione delle reti di telecomunicazione: infrastrutture, apparati e qualita' del servizio Architettura TCP/IP: struttura, protocolli di comunicazione e qualita' del servizio

Dettagli

Guido Salerno Aletta. Direttore Generale Fondazione Ugo Bordoni

Guido Salerno Aletta. Direttore Generale Fondazione Ugo Bordoni Dalla televisione digitale di prima generazione alla Ip-TV Guido Salerno Aletta Direttore Generale Fondazione Ugo Bordoni Il passaggio al digitale nella telefonia mobile e nella televisione inizia dal

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 1 e contesto infrastrutturale regionale 1 2 Modello della rete Architettura delle reti ditelecomunicazioni 3 4 Principali segmenti di rete Rete di accesso

Dettagli

Il Centro Regionale Information Communication Technology CeRICT scrl. Dott. Sergio Betti Direttore Generale CeRICT

Il Centro Regionale Information Communication Technology CeRICT scrl. Dott. Sergio Betti Direttore Generale CeRICT Il Centro Regionale Information Communication Technology CeRICT scrl Dott. Sergio Betti Direttore Generale CeRICT Storia CeRICT Il CeRICT nato nel 2002 come Progetto per la realizzazione di un centro di

Dettagli

b.dataline INTERCONNETTI LE SEDI DELLA TUA AZIENDA

b.dataline INTERCONNETTI LE SEDI DELLA TUA AZIENDA b.dataline INTERCONNETTI LE SEDI DELLA TUA AZIENDA DESCRIZIONE DEL SERVIZIO CARATTERISTICHE TECNICHE 2015 PAGINA 2 DI 10 DATA PRIVATE NETWORK INTRODUZIONE GENERALE Brennercom Data Private Network costituisce

Dettagli

Smart City, Smart Meter, Smart Zone, Smart Energy, Smart Grid, Smart

Smart City, Smart Meter, Smart Zone, Smart Energy, Smart Grid, Smart Smart cities: l efficienza dei servizi attraverso la gestione della nuova informazione Gianni Minetti President, CEO Smart City, Smart Meter, Smart Zone, Smart Energy, Smart Grid, Smart Smart Memoria,

Dettagli

l evoluzione del sistema elettrico verso le reti attive Massimo Gallanti RSE

l evoluzione del sistema elettrico verso le reti attive Massimo Gallanti RSE Smart Grids: definizione, applicazione e modelli: l evoluzione del sistema elettrico verso le reti attive Massimo Gallanti RSE Perché le Smart Grids Gli obiettivi i della politica energetica europea come

Dettagli

PROGETTO SIMOB STRUTTURA E OBIETTIVI 1. SCHEDA PROGETTO

PROGETTO SIMOB STRUTTURA E OBIETTIVI 1. SCHEDA PROGETTO PROGETTO SIMOB STRUTTURA E OBIETTIVI 1. SCHEDA PROGETTO Progetto: SIMOB - Sistema Integrato per l infomobilità Finanziatore: Regione Toscana Asse di finanziamento: APQ Competitività dei territori e delle

Dettagli

La Nostra esperienza in progetti e realizzazioni innovative nel territorio.

La Nostra esperienza in progetti e realizzazioni innovative nel territorio. La Nostra esperienza in progetti e realizzazioni innovative nel territorio. Dalle infrastrutture digitali alla banda ultra larga alle basi delle Smart Cities. Picnit 2013 Prato, 7 novembre 2013 Estracom

Dettagli

BANDA LARGA. Lepida, R3 e WiMAX per lo sviluppo del territorio Parma 17 ottobre 2005

BANDA LARGA. Lepida, R3 e WiMAX per lo sviluppo del territorio Parma 17 ottobre 2005 BANDA LARGA Lepida, R3 e WiMAX per lo sviluppo del territorio Parma 17 ottobre 2005 SELEX Communications SELEX Communications S.p.A., società del gruppo Finmeccanica, con oltre 100 anni di esperienza è

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA

1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA 1. P.T.I. PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA La Regione Siciliana ha intrapreso nell'ultimo decennio un percorso di modernizzazione che ha come frontiera la creazione della Società dell Informazione, ovvero

Dettagli

domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia

domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia FACCIAMO SOLO CIO IN CUI SIAMO BRAVI: LA DOMOTICA MISSION Fin dal suo esordio, il marchio Easydom ha fatto della domotica il suo

Dettagli

Rete a Larga Banda GRANDE MANTOVA Il progetto GRANDE MANTOVA Obbiettivi : affrontare insieme problematiche comuni per il bene del territorio e dei cittadini Temi : viabilità e mobilità, sicurezza, piani

Dettagli

Security. Security. Security. Data Center & Cloud Services. Security. Internet of Things. Internet of Things Internet of Things Security

Security. Security. Security. Data Center & Cloud Services. Security. Internet of Things. Internet of Things Internet of Things Security managing complexity Azienda Akhela è un azienda innovativa in rapida crescita che è diventata un attore importante e riconosciuto nel mercato IT italiano e che si sta affacciando con successo nel mercato

Dettagli

Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici. Maggio 2012

Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici. Maggio 2012 Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici Maggio 2012 Lo scenario complessivo Mobilità, energia, ambiente Energia La mobilità fortemente legata ai combustibili fossili

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far

Dettagli

Documento di consultazione per l indagine conoscitiva sulla Televisione 2.0 nell era della convergenza.

Documento di consultazione per l indagine conoscitiva sulla Televisione 2.0 nell era della convergenza. Allegato B alla delibera n. 93/13/CONS Documento di consultazione per l indagine conoscitiva sulla Televisione 2.0 nell era della convergenza. Premessa In Italia, con il recente switch-off della televisione

Dettagli

Architetture dei WIS. Definizione di WIS. Benefici dei WIS. Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012

Architetture dei WIS. Definizione di WIS. Benefici dei WIS. Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Architetture dei WIS Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Definizione di WIS Un WIS può essere definito come un insieme di applicazioni in grado di reperire, cooperare e fornire informazioni utilizzando

Dettagli

INNOVATION CASE. Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale

INNOVATION CASE. Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale Sistema di controllo del traffico in una galleria autostradale INNOVARE: COSA? L IDEA Ovunque nel mondo si assiste ad un aumento della densità del traffico veicolare. Il fenomeno porta con sé un enorme

Dettagli

UNA RETE SENZA FILI. C O N L E A Z I E N D E V E R S O N U O V E I M P R E S E

UNA RETE SENZA FILI. C O N L E A Z I E N D E V E R S O N U O V E I M P R E S E UNA RETE SENZA FILI. C O N L E A Z I E N D E V E R S O N U O V E I M P R E S E LA MOBILITÀ WLAN La mobilità aziendale non è più una frontiera tecnologica, ma una concreta necessità per competere ed essere

Dettagli

Centro Servizi e Sala Controllo

Centro Servizi e Sala Controllo Progetto SNIFF (Sensor Network Infrastructure For Factors) INFRASTRUTTURA DI SENSORI PER IL RILEVAMENTO DI INQUINANTI NELL ARIA PON RC1 [PON01_02422] Settore Ambiente e Sicurezza Comune di Crotone 1 Napoli,

Dettagli

Open City Platform OCP

Open City Platform OCP Open City Platform OCP Come rendere intelligente la città (un passo per volta)? Una piattaforma cloud aperta robusta, scalabile e flessibile per accelerare l attivazione digitale dei servizi della PA INFN

Dettagli

Efficienza energetica Monitoraggio impianti di produzione energia da fonti rinnovabili Home & Building automation

Efficienza energetica Monitoraggio impianti di produzione energia da fonti rinnovabili Home & Building automation Efficienza energetica Monitoraggio impianti di produzione energia da fonti rinnovabili Home & Building automation MONITORAGGIO IMPIANTI PROD. ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI FAMIGLIA ESOLAR MONITORAGGIO IMPIANTI

Dettagli

Sistemi firewall. sicurezza reti. ICT Information & Communication Technology

Sistemi firewall. sicurezza reti. ICT Information & Communication Technology Sistemi firewall sicurezza reti Firewall sicurezza In informatica, nell ambito delle reti di computer, un firewall è un componente passivo di difesa perimetrale di una rete informatica, che può anche svolgere

Dettagli

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco.

> LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. > LA TECNOLOGIA Per noi è una professione. Per voi sarà un gioco. Perché investire in innovazione 2 Perché scegliere MediaNET 4 A chi si rivolge MediaNET 6 I numeri 7 Soluzioni e servizi 8 L identità MediaNET

Dettagli

Distribuzione elettrica e generazione distribuita: automazione e controllo

Distribuzione elettrica e generazione distribuita: automazione e controllo Torna al programma Distribuzione elettrica e generazione distribuita: automazione e controllo Tecnologie e sistemi di comunicazione per il controllo di generatori distribuiti e reti L. Capetta Definizione

Dettagli

EnergyMed come costruire una città metropolitana intelligente

EnergyMed come costruire una città metropolitana intelligente EnergyMed come costruire una città metropolitana intelligente Napoli, 10 Aprile 2015 GLI UOMINI GIUNGONO INSIEME NELLE CITTA ALLO SCOPO DI VIVERE: RIMANGONO INSIEME PER VIVERE BENE (Aristotele 340 a.c.)

Dettagli

Specialista della rete - Un team di specialisti della rete

Specialista della rete - Un team di specialisti della rete Allied Telesis - creare qualità sociale Allied Telesis è da sempre impegnata nella realizzazione di un azienda prospera, dove le persone possano avere un accesso facile e sicuro alle informazioni, ovunque

Dettagli

Banda larga e ultralarga: lo scenario

Banda larga e ultralarga: lo scenario Banda larga e ultralarga: lo scenario Il digitale per lo sviluppo della mia impresa Ancona, 4 luglio 2013 L importanza della banda larga per lo sviluppo economico L Agenda Digitale Europea: obiettivi e

Dettagli

Sistema sperimentale di monitoraggio e comunicazione per il miglioramento della sicurezza stradale in contesto montano

Sistema sperimentale di monitoraggio e comunicazione per il miglioramento della sicurezza stradale in contesto montano Sistema sperimentale di monitoraggio e comunicazione per il miglioramento della sicurezza stradale in contesto montano Seconda versione 3 dicembre 2012 Partner del progetto Fondazione per l Università

Dettagli

Internet del Futuro: opportunità per l innovazione

Internet del Futuro: opportunità per l innovazione Internet del Futuro: opportunità per l innovazione Luigi Alfredo Grieco, PhD Politecnico di Bari a.grieco@poliba.it Forum PA 2012 Agenda Digitale Italiana Ricerca e Innovazione 18 Maggio 2012 Indice ICT

Dettagli

Videosorveglianza digitale di alta qualità in ogni angolo

Videosorveglianza digitale di alta qualità in ogni angolo Videosorveglianza digitale di alta qualità in ogni angolo Dopo l 11 settembre l esigenza relativa a progetti di videosorveglianza digitale in qualunque tipo di organizzazione e installazione è aumentata

Dettagli

Regione Piemonte: prospettive per lo sviluppo di ecosistemi digitali di business

Regione Piemonte: prospettive per lo sviluppo di ecosistemi digitali di business Regione Piemonte: prospettive per lo sviluppo Abstract Il presente documento intende illustrare la strategia e l approccio adottati da CSP nell ambito del progetto DIADI 2000 (progetto 2003-2006), iniziativa

Dettagli

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc.

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc. AS/400 STAMPANTI SERVER WINDOWS WORKSTATIONS MATERIALI DI CONSUMO SERVER LINUX CORSI DI FORMAZIONE CHI SIAMO Solution Line è una società di consulenza composta da professionisti di pluriennale esperienza,

Dettagli

Implementazione rete LTE

Implementazione rete LTE Implementazione rete LTE Milano, 11 dicembre 2013 Riccardo Zanini Agenda LTE: caratteristiche e prestazioni Stazioni radio base: installazione ed integrazione Strategia e sviluppo della rete Agenda LTE:

Dettagli

Reti di Calcolatori. Lezione 2

Reti di Calcolatori. Lezione 2 Reti di Calcolatori Lezione 2 Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come: UN INSIEME INTERCONNESSO DI CALCOLATORI AUTONOMI Tipi di Rete Le reti vengono classificate

Dettagli

La soluzione web per Georeferenziare

La soluzione web per Georeferenziare La soluzione web per Georeferenziare contenuti e flussi di lavoro Georeferenzia qualsiasi contenuto Ideale per ogni tipo di workflow Semplifica gli iter aziendali Potenzialità ed applicazioni illimitate

Dettagli

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA L azienda pag. 1 Gli asset strategici pag. 2 L offerta pag. 3 Il management Pradac Informatica pag. 5 Scheda di sintesi pag. 6 Contact: Pradac Informatica Via delle

Dettagli

La classificazione delle reti

La classificazione delle reti La classificazione delle reti Introduzione Con il termine rete si intende un sistema che permette la condivisione di informazioni e risorse (sia hardware che software) tra diversi calcolatori. Il sistema

Dettagli

Corporate profile Via A. Carrante 1/F - 70124 BARI tel. 080.21 49 681 - fax 080.21 40 682 www.mastergroupict.com info@mastergroupict.

Corporate profile Via A. Carrante 1/F - 70124 BARI tel. 080.21 49 681 - fax 080.21 40 682 www.mastergroupict.com info@mastergroupict. Corporate profile Chi siamo MasterGroup ICT è un Azienda globale di Formazione e Consulenza ICT che supporta l evoluzione delle competenze individuali e l innovazione delle organizzazioni. Si propone al

Dettagli

Piattaforma di telecontrollo e telemetria per torri di Telecomunicazioni

Piattaforma di telecontrollo e telemetria per torri di Telecomunicazioni Piattaforma di telecontrollo e telemetria per torri di Telecomunicazioni PROFILO AZIENDALE "Tecnorad Italia realizza i Sistemi di Telecomunicazione che, avvicinando tra loro le Persone, le Aziende e le

Dettagli

Il nostro obiettivo è connettervi al mondo COMUNICARE OVUNQUE

Il nostro obiettivo è connettervi al mondo COMUNICARE OVUNQUE Il nostro obiettivo è connettervi al mondo COMUNICARE OVUNQUE [ ] Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia. Arthur Charles Clarke Digitaria nel mondo Specializzata in telecomunicazioni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 SECONDO BIENNIO Disciplina: INFORMATICA La disciplina Informatica concorre a far conseguire allo

Dettagli

10 argomenti a favore dell over IP

10 argomenti a favore dell over IP Quello che i fornitori di telecamere analogiche non dicono 10 argomenti a favore dell over IP Le telecamere di rete non sono certo una novità, infatti il primo modello è stato lanciato nel 1996. Nei primi

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government Il progetto P.E.O.P.L.E. Dimensioni del progetto Presentato da 55 enti con quasi 7,4 milioni di abitanti, circa il 13% della popolazione nazionale. P.E.O.P.L.E. si basa su un budget iniziale complessivo

Dettagli

Offerta Televisiva. Generalità

Offerta Televisiva. Generalità Offerta Televisiva Generalità Quadro Generale Cambiamenti a livello delle filiera televisiva Accanto alla tradizionale modalità di diffusione terrestre (satellitare, TV via cavo,...) l offerta di contenuti

Dettagli

LA DOMOTICA. Paolo Lucchini. 20 Marzo 2012 Associazione Industriali di Udine 1

LA DOMOTICA. Paolo Lucchini. 20 Marzo 2012 Associazione Industriali di Udine 1 LA DOMOTICA Paolo Lucchini 20 Marzo 2012 Associazione Industriali di Udine 1 Significato di Domotica Definizione La domotica è la scienza interdisciplinare che si occupa dello studio delle tecnologie atte

Dettagli

SMART BUILDING SMART BUILDING

SMART BUILDING SMART BUILDING Page 1 SMART CITIES SMART BUILDING SMART BUILDING Gli edifici civili e industriali sono sempre più dotati di comfort: condizionatori, sistemi per il controllo di luci, finestre, porte, automatismi, centrali

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23 Martedì 26-05-2015 1 Confronto tra switch

Dettagli

MobiMESH. Presentazione tecnico-commerciale. Ing. Stefano Napoli Product Manager

MobiMESH. Presentazione tecnico-commerciale. Ing. Stefano Napoli Product Manager MobiMESH Presentazione tecnico-commerciale Ing. Stefano Napoli Product Manager Un paradigma di networking Architettura di rete MobiMESH Rete Cablata: integrata nel routing Backbone: infrastruttura wireless

Dettagli

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO ISOLE WI-FI HOT SPOT

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO ISOLE WI-FI HOT SPOT INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO ISOLE WI-FI HOT SPOT INDICE 1. PREMESSA 4 2. ARCHITETTURA RETI MESH 5 3. DISPOSITIVI

Dettagli

Internet e il World Wide Web. Informatica Generale -- Rossano Gaeta 30

Internet e il World Wide Web. Informatica Generale -- Rossano Gaeta 30 Internet e il World Wide Web 30 Tecnologia delle Telecomunicazioni Uso di dispositivi e sistemi elettromagnetici per effettuare la comunicazione a lunghe distanze (telefoni, televisione, radio, etc) Comunicazione

Dettagli

La piattaforma I-BUS Autostrade//Tech. Torino 16/11/2011

La piattaforma I-BUS Autostrade//Tech. Torino 16/11/2011 La piattaforma I-BUS Autostrade//Tech Torino 16/11/2011 Agenda Presentazione Autostrade // Tech Autostrade // Tech: Il ruolo nella mobilità I Bus turistici e la mobilità urbana Prospettive a livello nazionale

Dettagli

Politecnico di Milano. Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Reti Radiomobili. Prof. Antonio Capone

Politecnico di Milano. Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Reti Radiomobili. Prof. Antonio Capone Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione Reti Radiomobili Prof. Antonio Capone Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione 1 - Introduzione al corso Reti Radiomobili

Dettagli

TECNOLOGIE REALTIME DATA INTEGRATION

TECNOLOGIE REALTIME DATA INTEGRATION TECNOLOGIE REALTIME DATA INTEGRATION I sistemi ICT a supporto dell automazione di fabbrica sono attualmente uno dei settori di R&S più attivi e dinamici, sia per la definizione di nuove architetture e

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

La t ecnologia WSN La piattaforma NI WSN Ambiente di programmazione Real Time (NI LabVIEW):

La t ecnologia WSN La piattaforma NI WSN Ambiente di programmazione Real Time (NI LabVIEW): La programmazione grafica di Reti di Sensori Wireless (Wireless Sensor Networks - WSN) in ambito industriale Massimiliano Banfi - Systems Engineers Manager - National Instruments Italy La t ecnologia WSN

Dettagli

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net

L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta 23 ottobre 2009. www.osservatori.net L'evoluzione dei Sistemi Informativi e i nuovi modelli di offerta: opportunità e sfide in un momento di crisi Mariano Corso School of Management Politecnico di Milano Milano, 23 ottobre 2009 Ricerca ALCUNI

Dettagli

Un linguaggio comune per la domotica

Un linguaggio comune per la domotica Un linguaggio comune per la domotica La trasmissione e la corretta comprensione dʼinformazioni e comandi è indispensabile per il funzionamento ottimale degli impianti domotici Sono ormai di larga diffusione

Dettagli

ALCATEL-LUCENT. Strategie e architetture. Networking 2013

ALCATEL-LUCENT. Strategie e architetture. Networking 2013 ALCATEL-LUCENT Strategie e architetture Il portfolio per le infrastrutture di rete di Alcatel-Lucent copre esigenze di rete dalla PMI sino alla grande azienda e ambienti fissi e mobili e comprende piattaforme

Dettagli

Il Servizio Telesoftware, dal Televideo Analogico ai Canali Digitali Terrestri

Il Servizio Telesoftware, dal Televideo Analogico ai Canali Digitali Terrestri Il Servizio Telesoftware, dal Televideo Analogico ai Canali Digitali Terrestri Gino Alberico, Mauro Rossini, Luca Vignaroli Rai - Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Torino Massimiliano Farrace Rai

Dettagli

Ing. Fabio Nussio STA

Ing. Fabio Nussio STA Il progetto HEAVEN, suoi risultati e sviluppi della catena Traffico-Ambiente a Roma Ing. Fabio Nussio STA La S.T.A. S.p.A. ha partecipato in qualità di co-ordinatore e in collaborazione con il Dip. X del

Dettagli

Cloud Computing Stato dell arte, Opportunità e rischi

Cloud Computing Stato dell arte, Opportunità e rischi La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso l'impiego

Dettagli

Smart & Green Technologies. Antonio Iossa R&D, Scouting

Smart & Green Technologies. Antonio Iossa R&D, Scouting Smart & Green Technologies Antonio Iossa R&D, Scouting SMART? GREEN? Le dimensioni della Smart City Fonte: http://www.smart-cities.eu Le dimensioni della Smart City Fonte: ForumPA C. Forghieri SCCI Smart

Dettagli

Il progetto Enel per la mobilità elettrica L Emilia Romagna come modello per l Europa

Il progetto Enel per la mobilità elettrica L Emilia Romagna come modello per l Europa Il progetto Enel per la mobilità elettrica L Emilia Romagna come modello per l Europa Fulvia Fazio, Sviluppo Smart Grids Italia Bologna 4 maggio 2012 Lo scenario complessivo Mobilità, energia, ambiente

Dettagli

I t r a m a s F G T M E M B E R O F F G T E C N O P O L O G R O U P

I t r a m a s F G T M E M B E R O F F G T E C N O P O L O G R O U P 1 2 RISPARMIO ENERGETICO E SICUREZZA DEL CITTADINO SISTEMI A LED Abbattimento di oltre il 50% del consumo energetico e riduzione costi di manutenzione sino al 70% GESTIONE INTELLIGENTE DELLE RETI DI ILLUMINAZIONE

Dettagli

Corso di Applicazioni Telematiche

Corso di Applicazioni Telematiche Corso di Applicazioni Telematiche Lezione n.1 Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Obiettivi del corso Supporti didattici Modalità d esame Panoramica

Dettagli

A Palazzo Madama la sicurezza è di casa

A Palazzo Madama la sicurezza è di casa A Palazzo Madama la sicurezza è di casa di Giovanni Contardi, Responsabile Security & Safety del Senato della Repubblica e Fabio Garzia, Docente di Sistemi di Sicurezza Anticrimine nel corso di laurea

Dettagli

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA

ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA ICT (Information and Communication Technology): ELEMENTI DI TECNOLOGIA Obiettivo Richiamare quello che non si può non sapere Fare alcune precisazioni terminologiche IL COMPUTER La struttura, i componenti

Dettagli

WAVECOMM S.r.l. Partner tecnologico per l'innovazione. Profilo. Mission

WAVECOMM S.r.l. Partner tecnologico per l'innovazione. Profilo. Mission WAVECOMM S.r.l. Partner tecnologico per l'innovazione Profilo Wavecomm S.r.l. è una azienda specializzata nella progettazione e realizzazione di sistemi elettronici avanzati, focalizzata nei settori dell'elettronica

Dettagli

Servizi Avanzati in Ambiente Distribuito NESSI - Grid

Servizi Avanzati in Ambiente Distribuito NESSI - Grid Università degli Studi di Messina Facoltà di Ingegneria Servizi Avanzati in Ambiente Distribuito NESSI - Grid Autore: ing. Giulio De Meo Indice degli argomenti Piattaforme Tecnologiche Europee NESSI Grid

Dettagli

Il WiMAX e le reti wireless integrate

Il WiMAX e le reti wireless integrate Il WiMAX e le reti wireless integrate Andrea Roglio Convegno Wireless, WiMAX, Radio Digitale e tecnologie senza fili per il superamento del divario digitale Sasso Marconi, 12 giugno 2008 20/06/2008 20/06/2008

Dettagli

Centralino telefonico OfficeServ 7200

Centralino telefonico OfficeServ 7200 Centralino telefonico OfficeServ 7200 Samsung OfficeServ 7200 costituisce un unica soluzione per tutte le esigenze di comunicazione di aziende di medie dimensioni. OfficeServ 7200 è un sistema telefonico

Dettagli

Mobile & wireless. Fatturazione Elettronica

Mobile & wireless. Fatturazione Elettronica Mobile & wireless Con applicazioni Mobile & Wireless si intendono le applicazioni a supporto dei processi aziendali che si basano su: rete cellulare, qualsiasi sia il terminale utilizzato (telefono cellulare,

Dettagli

Il software: natura e qualità

Il software: natura e qualità Sommario Il software: natura e qualità Leggere Cap. 2 Ghezzi et al. Natura e peculiarità del software Classificazione delle qualità del software Qualità del prodotto e del processo Qualità interne ed esterne

Dettagli

I servizi Metro Ethernet

I servizi Metro Ethernet I servizi Metro Ethernet Attualmente i servizi Metro Ethernet stanno guadagnando una fetta di mercato sempre più considerevole, grazie ai loro attraenti benefits quali la facilità di utilizzo, economicità

Dettagli