Cooperativa Servizi Sanitari Soc. Coop. -Onlus

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cooperativa Servizi Sanitari Soc. Coop. -Onlus"

Transcript

1 Cooperativa Servizi Sanitari Soc. Coop. -Onlus

2 Presentazione La Cooperativa Servizi Sanitari (C.S.S.) è una Cooperativa di tipo A avente quale scopo quello di perseguire l interesse generale della Comunità, la promozione umana e l integrazione dei cittadini. La sua Mission è quella di coniugare i principi di democrazia e partecipazione interna con l impegno nella realizzazione di strategie per la promozione e lo sviluppo della Comunità, agendo sull area della prevenzione, assistenza, riabilitazione e sull area dell inserimento sociale e lavorativo. La C.S.S. è un soggetto imprenditoriale, senza scopo di lucro. La sua matrice culturale affonda le sue radici nella tradizione cooperativistica italiana che le attribuisce un ruolo di strumento per l affermazione di strategie di economia partecipata con lo scopo di perseguire l interesse generale della Comunità con particolare riferimento a categorie a rischio di emarginazione (o già emarginate) attraverso la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi. 2

3 I Servizi Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) a carattere infermieristico e fisioterapico; Assistenza Domiciliare Integrata a carattere sociale; Telesoccorso e Teleassistenza; Assistenza Domiciliare alle persone disabili; Supporto scolastico ai diversamente abili; Attività di prevenzione del disagio giovanile (L: 285/96); Gestione Residenze per anziani; Gestione Comunità per minori; Assistenza privata a carattere socio-sanitario; Consulenza, progettazione e realizzazione di servizi socio-assistenziali e sanitari per enti pubblici e privati; Formazione Professionale; Assistenza infermieristica a minori portatori di handicap presso le scuole; Gestione di centri socio-educativi per portatori di handicap; Assistenza Domiciliare ai malati di Alzheimer; Gestione Banca del Tempo. 3

4 Le Risorse Umane Dirigenti Quadri Intermedi Amministrativi Infermieri Fisioterapisti Medici Pedagogisti Psicologi Assistenti di Base Maestre di arti espressive Assistenti Sociali Animatori di comunità Assistenti alle persone Disabili OSS, OSA Logopedisti Terapisti occupazionali Musico - terapeuti 4

5 Le Sedi Sede Legale: Via L. Testa, 15 Isernia Tel: Fax: Sito Internet: Sedi Operative: Campobasso: Via G. Mazzini, 80 Tel: Fax: Monteroduni(IS) (c/o Residenza dei Saggi) Loc. Selvotta S.S. 85 Tel/fax Sito Internet: rds.coopcss.it 5

6 Il Fatturato Euro Anno 2010: , ,00 Anno 2011: , ,00 Anno 2012: ,00 Anno 2013: , ,00 Anno 2014: , , , , , , ,00 0,

7 Il Sistema Informatico La C.S.S. si è dotata di un sistema informatico che utilizza software appositamente sviluppati per i vari servizi e collegamenti Internet per connettere in rete le proprie sedi. In tale sistema, dotato di Password e profili di accesso per proteggere la privacy degli utenti, sono archiviati tutti i dati relativi molteplici attività svolte. Ciò consente di avere a disposizione, in tempo reale, i dati relativi alle varie gestioni e di fornire agli Enti committenti le informazioni necessarie, sia ai fini della valutazione degli interventi che per attività di promozione dei servizi prestati. Software utilizzati: - Sistema gestionale windows; - Applicativi del sistema Open Office; - Software specifici per servizio gestito; - Software di contabilità per la gestione della COA e della COGE. 7

8 Formazione e Aggiornamento Continuo Lo sviluppo della persona e la competitività delle imprese sono strettamente legati alla loro capacità di promuovere e avviare processi di innovazione, capacità che si raggiunge solo attraverso percorsi formativi volti all'aggiornamento e alla qualificazione professionale. È questo l'obiettivo della formazione continua dei lavoratori. Il sistema di formazione continua rivolto alle persone occupate è teso all'aggiornamento e alla crescita delle conoscenze e competenze professionali, strettamente connessi all'innovazione organizzativa e tecnologica del sistema produttivo e ai cambiamenti del mercato del lavoro. E per questo che per la C.S.S. investire nella formazione del proprio personale è imprescindibile fondamento per le politiche del Costumer Care. Per ogni nuovo servizio appaltato la C.S.S. prevede una formazione di ingresso ai nuovi assunti finalizzata al conseguimento di professionalità aggiuntive a quelle possedute in virtù dei titoli e delle esigenze di formazione di volta in volta emergenti. La formazione professionale continua si realizza invece grazie all aggiornamento, ad attività formative aventi ad oggetto la partecipazione ai corsi di formazione (anche tramite formazione a distanza on-line), alla partecipazione a seminari, convegni, giornate di studio, tavole rotonde, conferenze e workshop. 8

9 I Principi del Total Quality Management hanno orientato la C.S.S. a sviluppare un proprio Manuale della Qualità tenendo conto dei punti fondamentali del regolamento EU n. 305/2011. Secondo la normativa ISO 9001, la C.S.S. si è certificata con il Sistema di Qualità relativamente: all erogazione dei servizi di assistenza domiciliare integrata (servizi di assistenza infermieristica, prestazioni sanitarie di fisioterapia e logopedia, servizi socio-assistenziali), per soggetti temporaneamente o permanentemente non autosufficienti, alla gestione di residenze per anziani; alla gestione di comunità per minori. Il Sistema di Qualità 9

10 IL CURRICULUM 10

11 Il Curriculum Giugno 1995: Gestione del reparto di Neurochirurgia con relative sale operatorie del reparto di riabilitazione della Neuromed di Pozzilli(IS) con l impiego di 26 Infermieri e 5 fisioterapisti.(servizio cessato) Agosto 1996: Servizio di Assistenza Domiciliare alle persone anziane per il Comune di Guardiaregia (CB). (Servizio cessato) Giugno 1997: Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata con la ASREM di Isernia. (A.D.I., A.D.P.,Assistenza Sociosanitaria all interno di Hospice, Trasporto Dializzati)(Servizio attivo a tutt oggi) Marzo 1997: Servizio: Un modello integrato Pubblico-Privato nel processo riabilitativo delle tossicodipendenze, in collaborazione con il Ser.t. di Isernia e finanziato dalla Regione Molise. Vengono impiegati 2 Infermieri, una maestra di arti grafiche ed un operatore con un passato di tossicodipendenza da reinserire nel mondo lavorativo(art. 5 L. 381/91).(Servizio cessato) 11

12 Il Curriculum Giugno 1997: Gestione, per conto della Lega delle Cooperative, della Rete Molisana di Assistenza con la messa in rete di servizi alle persone in modo integrato, organico e capillare su tutto il territorio molisano. (Servizio cessato) Dicembre 1997: Partecipazione, in qualità di membro permanente, di una Commissione Istituzionale Provinciale per le politiche giovanili Prevenzione del disagio giovanile.(servizio cessato) Gennaio 1998: Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata con la ASL n. 4 Basso Molise.(Servizio cessato) Maggio 1998: Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata con la ASL n. 1 Alto Molise(Agnone).(Servizio cessato) Ottobre 1998: Servizio di Assistenza Domiciliare alle persone anziane per il Comune di Castel S. Vincenzo (IS). (Servizio cessato) 12

13 Il Curriculum Gennaio 1999: Servizio di Telesoccorso e Teleassistenza per il Comune di Cantalupo(IS). (Servizio cessato) Aprile 1999: Fornitura di prestazioni riabilitative presso il centro diurno per disabili di Isernia gestito dall Associazione di Volontariato AFASEV.(Servizio cessato) Agosto 1999: Finanziamento da parte della Regone Molise del Progetto Centro Polivalente: dal bambino alla famiglia servizi flessibili per bisogni differenziati L. 285/97 presentato dalla C.S.S. per conto della Comunità Montana di Isernia.(servizio cessato) Agosto 1999: Servizio di Telesoccorso e Teleassistenza per il Comune di Foggia.(Servizio cessato) 13

14 Il Curriculum Novembre 1999: Convenzione con l Istituto Comprensivo di scuola materna, elementare e media Galileo Galilei di Monteroduni (IS) per la realizzazione di progetti per attività ludico-educative di danza e riciclaggio. (Servizio cessato) Dicembre 1999: Gestione di un Sistema di interventi a rete per l infanzia e l adolescenza centri ed attività di aggregazione per la Comunità Montana Molise Centrale di Campobasso, finanziato dalla Regione Molise.(Servizio cessato) Febbraio 2000: Convenzione con la Direzione Didattica Statale 1 Circolo di Isernia per la realizzazione di un progetto educativo finalizzato alla riscoperta del piacere della lettura, dell autoconoscenza e della conoscenza, attraverso attività di stimolazione sensoriale, percezione ritmica, drammatizzazione, giochi di ruolo, costruzione di lettura individuale e collettiva, rappresentazioni grafiche, ecc. (Servizio cessato) 14

15 Il Curriculum Marzo 2000: Servizio di Assistenza Domiciliare alle persone anziane per il Comune di Filignano (IS). (Servizio cessato) Marzo 2000: Organizzazione della manifestazione Carneval miez alla chiazz in collaborazione con il Comune di Isernia, la Comunità Centro Pentria e la Camera di Commercio di Isernia.(Servizio cessato) Giugno 2000: Servizio di Assistenza Domiciliare alle persone anziane per il Comune di Monacilioni (CB) in ATI con la Piccola Cooperativa Alba.(Servizi cessato) Luglio 2000: Gestione del Centro Sociale per Anziani per il Comune di Monacilioni (CB) in ATI con la Piccola Cooperativa Alba.(Servizio cessato) 15

16 Il Curriculum Agosto 2000: Realizzazione di un programma estivo di animazione ludica e motoria per i bambini del Comune di Monteroduni(IS). (Servizio cessato) Agosto 2000: Servizio di Telesoccorso e Teleassistenza con la Provincia di Isernia.(Servizio cessato) Settembre 2000: Servizio di assistenza ai portatori di handicap nelle scuole di S. Giovanni Rotondo (FG). (Servizio cessato) Ottobre 2000: Servizio di Assistenza Domiciliare alle persone disabili per il Comune di Isernia.(Servizio cessato) Gennaio 2001: Servizio di Telesoccorso e Teleaasistenza per il Comune di Roccamandolfi(IS). (Servizio cessato) 16

17 Il Curriculum Settembre 2001: Servizio di Assistenza Domiciliare alle persone anziane per il Comune di Pettoranello del Molise (IS). (Servizio cessato) Ottobre 2001: Servizio di Telesoccorso e Teleassistenza per il Comune di Colli al Volturno(IS).(Servizio cessato) Gennaio 2002: Servizio di Assistenza Domiciliare socio-assistenziale territoriale nei Comuni del territorio della ASL 1 Alto Molise Agnone.(Servizio attivo a tutt oggi) Gennaio 2002: Servizio di Assistenza Domiciliare alle persone anziane per il Comune di Poggio Sannita (IS). (Servizio cessato) 17

18 Il Curriculum Gennaio 2002: Gestione di un Centro Sociale per disabili per il Comune di Foggia.(Servizio cessato) Aprile 2002: Servizio di Telesoccorso e Teleassistenza per il Comune di Capracotta(IS). (Servizio cessato) Aprile 2002: Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) per conto della ASL n. 3 Molise Centrale (servizio attivo a tutt oggi) Giugno 2002: Servizio di Telesoccorso e Teleassistenza per il Comune di Pettoranello(IS). (Servizio cessato) Giugno 2002: Servizio di Telesoccorso e Teleassistenza per il Comune di S. Angelo del Pesco(IS). (Servizi cessato) Agosto 2002: Gestione della Residenza Protetta per anziani (in ATI con la Cooperativa Sirio di Isernia) di Poggio Sannita(IS). (Servizio cessato) 18

19 Il Curriculum Novembre 2002: Servizio di Telesoccorso e Teleassistenza per il Comune di Rionero Sannitico(IS). (Servizio cessato) Novembre 2002: Gestione dell Emergenza Sisma del 31/10/2001 per conto della ASL nr. 3 Molise Centrale: Gestione tendopoli nei comuni del cratere.(servizio cessato) Febbraio 2003: Servizio di trasporto utenti dializzati per conto della ASL Pentria n. 2.(Servizio attivo a tutt oggi) Maggio 2004: Servizio di Assistenza Domiciliare alle persone disabili per il Comune di Campobasso. (Servizio cessato) Maggio 2004: Gestione del Centro Socio Educativo Peter Pan per le persone disabili per conto del Comune di Campobasso.(Servizi cessato) Maggio 2004: Realizzazione del depliant informativo per l emergenza estate anziani 2004 in collaborazione con la ASL n. 3 di Campobasso, la Questura di Campobasso ed il Comune di Campobasso.(Servizio cessato) 19

20 Il Curriculum Giugno 2004: Servizio di trasporto a persone disabili per il Comune di Ripalimosani(CB).(Servizio cessato) Giugno 2004: Servizio di Assistenza Domiciliare alle persone anziane per il Comune di Capracotta (IS). (Servizio cessato) Giugno 2004: Gestione di un Centro Sociale diurno per persone anziane per il Comune di Capracotta (IS). (Servizio cessato) Giugno 2004: Gestione di servizi socio-educativi per l infanzia (L. 285/97) per la Provincia di Isernia. (Servizio cessato) Giugno 2004: Gestione di servizi plurimi Piano Sociale di Zona A4 (Avellino): Servizio di Assistenza Domiciliare per anziani e disabili, servizi complementari al SAD, gestione di centri polifunzionali, tutoraggio e gruppi di auto aiuto, organizzazione e gestione di campi estivi. (Servizi cessati) 20

21 Il Curriculum Luglio 2004: Nell ambito del servizio di Telesoccorso e Teleassistenza per il Comune di Foggia si è sviluppato un servizio sperimentale con l implementazione di una Banca del Tempo del Volontariato attraverso la raccolta e monitoraggio delle richieste dell utenza, la valutazione delle competenze delle risorse a disposizione e lo sviluppo di un piano di risposta alle esigenze dell utenza.(servizio cessato) Ottobre 2004: Servizio di Assistenza Domiciliare alle persone anziane per il Comune di Macchia Valfortore (CB). (Servizio cessato) Dicembre 2004: Servizio di Telesoccorso e Teleassistenza per il Comune di Pietrastorina e Marcogliano (AV). (Servizio cessato) Gennaio 2005: Gestione di servizi plurimi Piano sociale di zona A4 (Monforte Irpino Avellino): gestione di centri polifunzionali, tutoraggio, gruppi di lavoro, gruppi di auto aiuto.(servizio cessato) Marzo 2005: Gestione di servizi sociali per il Comune di Isernia per la gestione di Servizi Sociali.(Servizio cessato) 21

22 Il Curriculum Giugno 2005: Servizio di Assistenza Domiciliare alle persone anziane e disabili per il Comune di Monteroni di Lecce (LE).(Servizio cessato) Agosto 2006: Servizi a favore del cittadino bisognoso per il Comune di Bojano(CB).(Servizio cessato) Ottobre 2005: Servizio di Assistenza Domiciliare alle persone anziane per il Comune di Campobasso. (Servizio cessato) Ottobre 2005: Servizio di assistenza scolastica ad alunni portatori di handicap non autosufficienti per il Comune di Bojano(CB).(Servizio cessato) Gennaio 2006: Servizio di Assistenza Domiciliare ai malati di Alzheimer su tutto il territorio della Regione Molise. (Servizio attivo a tutt oggi) 22

23 Il Curriculum Febbraio 2006: Servizio di Assistenza Domiciliare a carattere Socio-Assistenziale a persone affette da Malattia di Alzheimer per conto della ASREM Molise(servizio cessato) Febbraio 2006: Servizio O.D.O. (oggi A.D.O.) per conto della ASREM di Isernia.(servizio attivo a tutt oggi) Aprile 2006: Assistenza Domiciliare ad anziani e disabili (Piano di Zona Comune Capofila Campi Salentina Lecce).(Servizio cessato) Giugno 2006: Gestione con la Comunità montana Centro Pentria e Progest del Progetto Madreperla con l attivazione del servizio di Telesoccorso e Teleassistenza per i Comuni della Comunità montana Centro Pentria.(Servizio cessato) Luglio 2006: Servizio di Assistenza Domiciliare alle persone con handicap grave per il Comune di Squinzano (LE). (Servizio cessato) 23

24 Il Curriculum Luglio 2006: Gestione del Campus estivo per il Comune di Riccia (CB) per i ragazzi di età compresa fra i 3 e 13 anni.(servizio cessato) Luglio 2006: Gestione di servizi socio-assistenziali plurimi per il Comune di Recanati: Assistenza Domiciliare ai diversamente abili, Assistenza Domiciliare a nuclei familiari multiproblematici con presenza di minori, Assistenza Domiciliare a disabili psichiatrici, Assistenza Domiciliare ad anziani autosufficienti e non, Gestione di un Centro Diurno per malati di Alzheimer, Gestione di un Centro Diurno per disabili gravi, Assistenza per l autonomia e la comunicazione in ambito scolastico o domiciliare ad alunni diversamente abili o multiproblematici, Gestione di un Asilo nido relativamente all assistenza educativa e pulizia locali, Servizio di sollievo a favore di disabili psichiatrici e delle loro famiglie, Gestione della casa di riposo e centro residenziale Villa Teresa.(Servizi cessati) Agosto 2006: Servizio di Assistenza Domiciliare ad anziani e disabili per conto del Comune di Foggia. (Servizio cessato) 24

25 Il Curriculum Maggio 2007: Gestione di un Centro Diurno per disabili gravi presso il Comune di Foggia.(Servizio cessato) Maggio 2007: GestionedelservizioADAeSAD(pianodizonadiBojano CB).(Serviziocessato) Giugno 2007: Servizio di Assistenza Scolastica Integrata ai soggetti diversamente abili per il Comune di Fasano. (Servizio cessato) Settembre 2007: Per conto del Consorzio di Libere Imprese di Campobasso, sono state sviluppate le seguenti attività inerenti al progetto VOLO.BANCA (acronimo di Volontariato e Banca): progettazione software, formazione del personale, monitoraggio e gestione delle banche dati.(servizio cessato) Settembre 2007: Co-progettazione con la Provincia di Lecce di servizi socio-educativi e didattici per interventi extrascolastici a favore di studenti diversamente abili delle scuole superiori.(servizio cessato) 25

26 Il Curriculum Agosto 2008: Gestione del Centro Residenziale per anziani nel Comune di Capracotta(IS). (Servizio cessato) Agosto 2008: Servizio di Assistenza Domiciliare alle persone anziane e disabili, segretariato sociale, servizio sociale professionale ed intervento educativo domiciliare a favore di minori nell ambito sociale territoriale di Larino(CB).(Servizio cessato) Agosto 2008: Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata a valenza sociale a favore di soggetti non autosufficienti o con ridotta autosufficienza temporanea nel Piano Sociale di Zona Tutti i colori del sole Comune capofila: Campi Salentina(LE). (Servizio cessato) Agosto 2008: Gestione della Comunità per minori S. Michele sito in S. Maria del Molise (IS) successivamente trasferito nel Comune di Ripalimosani(CB) con il nome La Tavolozza.(Servizio attivo a tutt oggi) 26

27 Il Curriculum Dicembre 2009: Servizio di Assistenza Domiciliare a carattere Socio-Assistenziale (S.A.D.) per conto dell Ambito del Comune di Isernia.(Servizio attivo a tutt oggi) Febbraio 2010: Gestione di servizi a carattere Socio-Sanitario con personale sia infermieristico che OSS presso tre U.D.T. (Unità di Degenze Territoriali Ospedali di Comunità) per conto della ASL di Foggia presso le sedi di S. Nicandro Garganico, Viste e Vico del Gargano.(Servizio cessato) Luglio 2010: Servizio di Assistenza Domiciliare a carattere Socio-Assistenziale (S.A.D.) per conto dell Ambito Sociale di Troia.(servizio cessato) Marzo 2011: Gestione della Residenza per anziani La casa dei nonni d Italia sita a Ripabottoni (CB). (Servizio cessato) Settembre 2011: Gestione del Centro Diurno socio-educativo e riabilitativo per diversamente abili nel Comune di Lecce. (Servizio cessato) 27

28 Il Curriculum Dicembre 2011: Gestione della Casa Famiglia per minori stranieri non accompagnati per conto del Comune di Campolieto (CB).(Servizio cessato) Febbraio 2012: Fornitura di personale infermieristico, fisioterapico ed ausiliario presso l Hospice di Larino (CB). (Servizio attivo a tutt oggi) Ottobre 2013: Gestione de la Residenza dei Saggi, struttura protetta per anziani e non sita nel Comune di Monteroduni (IS). La struttura è di proprietà della C.S.S.(Servizio attivo a tutt oggi). Gennaio 2015: Progetto P.I.P.P.I. (Programma di Intervento per la Prevenzione dell Istituzionalizzazione) nell ambito territoriale sociale di Campobasso.(Servizio attivo a tutt oggi) Maggio 2015: Gestione di Servizi S.A.D. e A.D.I. nell Ambito Territoriale di Cerignola(FG).(servizio attivo a tutt oggi) 28

29 La Formazione 29

30 La Formazione Aprile 1996: Partecipazione al Forum della Cooperazione Sociale (Campobasso). Maggio 1996: Partecipazione al Convegno Ripartire dalle Città metodi e strumenti per lo sviluppo sociale urbano e la lotta all esclusione.(napoli) Ottobre 1996: Partecipazione al VII Congresso Nazionale per la Qualità e l Assistenza Sanitaria a tema la qualità professionale nell Assitenza Infermieristica Assistenza Domiciliare integrata (Sorrento) Aprile 1997: Invio in comando di n. 2 Operatori soci c/o l Ospedale Casa Sollievo delle Sofferenze a S. Giovanni Rotondo (FG) per la partecipazione al Corso di aggiornamento in oncologia e cure palliative domiciliari 30

31 La Formazione Maggio 1997: Invio in comando di n. 4 Operatori c/o l Ospedale di Vasto per un corso teorico-pratico sulla gestione delle stomie. Ottobre 1998: Partecipazione alla giornata di studio Le politiche per la solidarietà sociale: ruolo dell Ente locale e della Cooperazione Sociale. Finalità. Strategie e servizi.(campobasso) Ottobre 1998: Partecipazione alla giornata-studio La nutrizione enterale ed orale.(agnone IS) Ottobre 1998: Convenzione con il CSDCI per lo svolgimento di stage in azienda nell ambito del progetto per il sostegno dell occupazione e lo sviluppo di iniziative imprenditoriali di donne svantaggiate. Dicembre 1999: Convenzione con lo IAL Nazionale per lo svolgimento di stage di formazione professionale e tirocinio in azienda. 31

32 La Formazione Gennaio 2009: Convenzione con Sviluppo Lavoro S.r.l. per attività didattica svolta nell ambito del progetto P.O.M Asse 3 del Fondo Sociale Europeo e P.O.M per la Creazione di impresa per sevizi di Teleassistenza. Febbraio 2000: Convenzione con Sviluppo Lavoro S.r.l. per stage applicativo in azienda nell ambito del progetto P.O.M Asse 3 del Fondo Sociale Europeo e P.O.M Maggio 2000: Partecipazione la Terzo Convegno Nazionale dei Ludobus italiani dal titolo: Mezzogiorno di gioco, cultura ludica e ludobus tra centro e periferie.(bari) Ottobre 2000: Partecipazione alla mostra-convegno MOSAN Eurosalute 2000.(Milano) Novembre 2000: Partecipazione ad Ability: salone delle tecnologie del volontariato, aziende, progetti ed associazione al servizio sociale.(torino) 32

33 La Formazione Novembre 2002: Partecipazione al I Congresso di Assistenza Domiciliare Integrata.(Livorno) Giugno 2003: Partecipazione al corso di formazione La gestione infermieristica dei pazienti in NPD.(Campobasso) Novembre 2003: Partecipazione al corso di formazione La comunicazione interpersonale.(qualisan Napoli) Settembre 2004: Accordo per lo svolgimento di tirocini formativi con l Università La Cattolica.(Roma) Aprile 2005: Partecipazione al II Congresso di Assistenza Domiciliare.(Napoli) Novembre 2005: Organizzazione e gestione del corso di formazione per OSA (Operatori Socio Sanitiari) con la Progestsrl eloialabruzzo. 33

34 La Formazione Gennaio 2006: Corso di formazione per operatori socio assistenziali per l assistenza ai malati di Alzheimer con lo IAL Abruzzo. Aprile 2008: Accordo di programma con la UNSPI di Bojano (CB) per la progettazione e l organizzazione di eventi formativi. Dicembre 2008: Partecipazione al Convegno Etica: capitale umano e benessere organizzato dalla USPI. Corso di formazione Comunicazione per curare. Dicembre 2008: Accreditamento presso l Università del Molise quale sede di svolgimento di formazione sul campo (stage) per assistenti sociali. Maggio 2013: Corso di Traumatologia dello sport e ricondizionamento dell atleta infortunato.(isernia) 34

35 La Formazione Settembre 2013: Corso di Posturale Metodo Mezieres 1 Livello.(Isernia) Marzo 2014: Tirocini formativi all estero in ambito socio-assistenziale (Lifelong Learning Programme): programma settoriale Leonardo da Vinci Misura PLM FOSSE (72 borse di mobilità all estero per under 35 in campo socio-sanitario della durata di 13 settimane a Malta, in Spagna, Portogallo, Regno Unito e Francia). Giugno 2014: Corso di formazione per Clown Terapeuti. Ottobre 2014: Partecipazione al convegno organizzato dalla LILT sulla Tumori: oggi guarire è possibile?.(isernia) Ottobre 2014: Partecipazione al convegno organizzato dalla FADOI titolato Dalla tradizione alla innovazione. (PeschediIsernia IS) 35

36 I Convegni 36

37 I Convegni Marzo 1996: La C.S.S., in data 5 marzo 1996, organizza, con il patrocinio della ASL n. 2 Pentria ed in collaborazione con la ditta farmaceutica Colplast, un convegno a tema: Le ulcere da decubito nel contesto dell Assistenza Domiciliare Integrata. Per l occasione, alcuni soci della C.S.S. intervengono anche in qualità di relatori. Ottobre 1997: La C.S.S. organizza presso il Ser.T di Isernia una mostra dal titolo Persiane Aperte, nella quale sono esposti i lavori eseguiti dagli utenti del Ser.T coinvolti nel progetto Un modello pubblico-privato nel processo riabilitativo delle tossicodipendenze. 37

38 I Convegni Aprile 2003: La C.S.S. organizza il I Convegno Interregionale di Assistenza Domiciliare Integrata(Regioni: Molise, Abruzzo e Puglia): presenti 34 relatori ed il Dott. LUCIANO ONDER nella veste di moderatore.(termoli CB) Febbraio 2004: La C.S.S. organizza il II Convegno Interregionale di Assistenza Domiciliare Integrata(Regioni: Molise, Abruzzo epuglia)in collaborazioneconla ASLn. 3CentroMolise. Presenti 26 relatori.(campobasso) 38

39 I Progetti 39

40 Progetto Mai più soli E un progetto rivolto ai malati di Alzheimer presentato ufficialmente in collaborazione con l A.I.M.A. Molise il 20 maggio E voltoa: Garantire la multidimensionalità e l approccio globale ed integrato in tutte le fasi della malattia; Costruire una rete assistenziale specifica per i pazienti; Valorizzare e sostenere il ruolo delle famiglie nel percorso di cura; Dare centralità al malato ed ai suoi peculiari bisogni; Dotare il territorio di una rete integrata di servizi mirati (ADI, centri diurni, residenze e letti di sollievo). 40

41 Iniziativa Comunitaria EQUAL: Parco Sociale delle Opportunità L obiettivo è quello di creare un ambiente protetto in cui integrare politiche sociali, politiche per l impresa e politiche per l occupazione, al fine di sviluppare e rafforzare l imprenditorialità sociale nella creazione di valore pubblico e nello sviluppo economico del territorio. Il PROGETTO ha come riferimento la Provincia di Isernia e risponde a dettami dell Iniziativa Comunitaria EQUAL per favorire l occupazione di soggetti che manifestano situazioni di disagio in una prospettiva di crescita del territorio e rafforzamento dell economia sociale.(ottobre 2004) 41

42 Progetto: CAREER DEVELOPMENT Il progetto di Career Development si pone come un momento centrale della C.S.S. per la valorizzazione e lo sviluppo delle competenze e della professionalità all interno dell impresa. E destinato a 13 persone tra dirigenti e quadri della CSS ed ha avuto inizio il 20 maggio La finalità del progetto si identifica con lo sviluppo della cultura della responsabilizzazione e della crescita professionale da un punto di vista sia gerarchico che soggettivo basato sulla motivazione, esperienza, attese ed aspettative della persona. 42

43 Progetto: Un gesto può servire Il Progetto Un gesto può servire è a valere sul bando nazionale per l impiego di Volontari del Servizio Civile, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 39 del 23/5/2006, ai sensi della legge6 marzo2001,n. 64. il progetto ha il fine di ottimizzare i servizi della C.S.S. e di inserire sedici volontari del servizio civile all interno del tessuto aziendale. 43

44 Progetto: ANTEO Il progetto Anteo è a valere sul Bando Nazionale per l impiego di volontari del Servizio Civile, supplemento straordinario 2007, ai sensi della legge 6 marzo 2001 n. 64. Il progetto ha il fine di analizzare le risultanze del progetto sperimentale Alzheimer condotto dalla C.S.S. per conto della Regione Molise. 44

45 Il sottoscritto QUINTILIANO CHIACCHIARI nato a Isernia il 04/03/65 ed ivi residente in Via R. Iorio 27, in qualità di PRESIDENTE della Cooperativa Servizi Sanitari, Soc. Coop. Onlus, con sede ad Isernia in Via Libero Testa 15, P. IVA: , consapevole delle sanzioni penali previste dall art. 76 del DPR 445/2000 per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate, dichiara, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR medesimo che tutte le informazioni contenute nel presente documento sono veritiere. Ultimo Aggiornamento: 5 agosto 2015

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RCT/RCO Parma, ottobre 2013 2 INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Ragione sociale Pedemontana Sociale - Azienda Territoriale per i Servizi alla

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

COMUNICAZIONE UNICA REGIONALE ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI, CONSORZI E ORGANISMI ANALOGHI (AI SENSI DELL'ART. 27 DELLA L.R. N.

COMUNICAZIONE UNICA REGIONALE ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI, CONSORZI E ORGANISMI ANALOGHI (AI SENSI DELL'ART. 27 DELLA L.R. N. COMUNICAZIONE UNICA REGIONALE ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI, CONSORZI E ORGANISMI ANALOGHI (AI SENSI DELL'ART. 27 DELLA L.R. N. 1/2008) Nome Cognome in qualità di legale rappresentante pro tempore

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

GLOSSARIO DELLE FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE

GLOSSARIO DELLE FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE GLOSSARIO DELLE FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE 1. GENERALITÁ Il Glossario delle Funzioni l settore sociale descrive i servizi associati alle Funzioni l settore sociale, definiti ed identificati sulla base

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale Da riportare su carta intestata Mod. 1 sez A Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ENTI DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO 14 PER

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia

Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia 1.1 Universo di partenza dell indagine In questa prima parte del lavoro sono state analizzate le associazioni censite e classificate nell intera

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave

CARTA DEI SERVIZI. Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave CARTA DEI SERVIZI Per la gestione del Servizio di Assistenza alla persona e Trasporto di soggetti portatori di handicap grave Provincia Reg. le di Catania 1 1. Premessa La presente Carta dei Servizi rappresenta

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

L ECC la sua sperimentazione in Italia. Creare una base comune per il lavoro di cura

L ECC la sua sperimentazione in Italia. Creare una base comune per il lavoro di cura L ECC la sua sperimentazione in Italia Evert-Jan Hoogerwerf (AIAS Bologna onlus) Referente dell ECC per Italia Membro del CD dell ECC Creare una base comune per il lavoro di cura Piano di lavoro 1. Comprensione

Dettagli

Approvato con. D.C.C. n.17/2008

Approvato con. D.C.C. n.17/2008 Approvato con. D.C.C. n.17/2008 REGOLAMENTO UNICO PER L ACCESSO AL SISTEMA INTEGRATO DI INTERVENTI E SERVIZI SOCIO -ASSISTENZIALI E PER LA COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI E DELLE PRESTAZIONI

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

BILANCIO SOCIALE COOPERATIVA SOCIALE ITAL ENFERM LOMBARDIA ONLUS 31/12/2013

BILANCIO SOCIALE COOPERATIVA SOCIALE ITAL ENFERM LOMBARDIA ONLUS 31/12/2013 2013 BILANCIO SOCIALE COOPERATIVA SOCIALE ITAL ENFERM LOMBARDIA ONLUS 31/12/2013 1. Premessa 1.1 Lettera agli stakeholder 1.2 Metodologia 2. Identità dell organizzazione 2.1 Informazioni generali 2.2 Attività

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio

BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti Erogatori di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio BUONI DI SERVIZIO Procedura di richiesta di inserimento nell Elenco dei Soggetti di Servizi attraverso lo Strumento Buoni di Servizio Aprile 2011 INDICE 1. ACCESSO ALLA PROCEDURA... 1 2. INSERIMENTO DATI...

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo residenza Via Senatore di Giovanni 5 961 00 Siracusa Indirizzo studio VIALE SANTA PANAGIA, 141/C

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 martedì, 17 gennaio, 2012 http://www.lombardiasociale.it/2012/01/17/disegnato-il-percorso-di-riforma-delladi-per-il-2012/ L'analisi del Contesto E

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI Ufficio del Piano di Zona Sociale dell' Ambito Territoriale A 1 COMUNE DI ARIANO IRPINO Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI erogato nei Comuni dell ambito territoriale

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari LA PROGRAMMAZIONE REGIONALE IN TEMA DI CURE DOMICILIARI E ANALISI DEL DECRETO COMMISSARIALE N. 1/2013 Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari Annalisa

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME)

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) MOD. A DOMANDA TIPO Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) Il sottoscritto (cognome e nome)..., nato a..., prov...., il... codice fiscale..., partita I.V.A.... e residente a..., prov....,

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006)

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Art.1 (Oggetto e finalità) 1. La Regione con la presente legge, in armonia

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI CORATO 2) Codice di accreditamento: NZ01262 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA:

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: BILANCIO E PROPOSTE Edizioni Erickson Presentano il Rapporto: Attilio Oliva Vittorio Nozza Andrea Gavosto Intervengono: Valentina Aprea Maria Letizia

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA

COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA COMUNE DI MULAZZO PROVINCIA DI MASSA CARRARA REGOLAMENTO COMUNALE per la disciplina della concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l attribuzione di vantaggi economici 1 CAPO

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento...

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... Bando Ambiente 2015 Sommario Lettera d invito... 3 SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... 4 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

Schema di disegno di legge recante norme relative alle persone non autosufficienti, alle politiche sociali e alla famiglia

Schema di disegno di legge recante norme relative alle persone non autosufficienti, alle politiche sociali e alla famiglia Schema di disegno di legge recante norme relative alle persone non autosufficienti, alle politiche sociali e alla famiglia Art. 1 (Delega al Governo in materia di protezione sociale e cura delle persone

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli