DC COOLING Alternative cooling solutions

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DC COOLING Alternative cooling solutions"

Transcript

1 Norma interna di riferimento, per le condizioni di trasporto di materiali DC COOLING SRL da elencare in offerta, conferma d ordine e fattura Per evitare e chiarire malintesi in merito alle responsabilità tra venditore e compratore è stato deciso di usare termini chiari e ben definiti, utilizzati nel commercio internazionale, secondo le norme INCOTERM Pertanto nei nostri documenti, in particolare nelle condizioni di fornitura, apparirà la sigla così come sotto mostrato. E importante che appaia il termine Incorterms 2000 perché vincola il contratto di spedizione alle norme INCOTERMS. Con gli Incoterms, sono immediatamente chiare quali sono le competenze di ognuno che partecipa allo scambio; in particolare, sono messi in evidenza aspetti relativi a: 1. chi tocca pagare il trasporto nel tratto principale; 2. come e dove avviene la consegna della merce; 3. dove e quando avviene il passaggio dei rischi; 4. chi paga per tutte le altre operazioni; la classificazione dei termini di resa, in gruppi, segue un andamento che deriva dal cumulo di obbligazioni che gravano sul venditore. GRUPPO E EXW, INCOTERMS 2000 (FRANCO FABBRICA ) Questa tipologia di resa comporta la messa a disposizione della merce, facilmente identificabile e tenuta ben distinta da altra merce presente in magazzino, da parte del venditore, nei suoi locali. La documentazione necessaria per l'adempimento di questo tipo di clausola prevede solo la fattura di vendita, emessa dal venditore e nei casi in cui sia richiesto egli deve anche produrre certificati tecnici della merce. Eventualmente, un particolare tipo di imballaggio deve essere richiesto dal compratore altrimenti il venditore assolverà il suo compito semplicemente utilizzando il suo imballaggio standard. Per quanto concerne i documenti del trasporto non deve mai essere rilasciata dal venditore. Il compito spetta al compratore dato che è lui a stipulare il contratto col vettore per il trasporto, dandogli documenti e istruzioni e provvedendo all'aspetto fiscale, agli adempimenti doganali (certificati di origine, visti consolari, etc ). Mettere a disposizione la merce nei propri locali; Emissione della fattura di vendita; Emissione di speciali certificati tecnici quando richiesto; Provvedere a particolari tipi di imballaggio quando richiesto. Deve occuparsi del trasporto, stipulando il contratto col vettore, impartendogli precise istruzioni; Deve provvedere agli aspetti fiscali, agli adempimenti doganali, alla documentazione ministeriale. GRUPPO F A questo gruppo di termini di resa fanno capo quelle clausole che richiedono al venditore di consegnare la merce secondo le istruzioni del compratore; prevedono che il trasporto nel tratto principale sia pagato dal compratore, che assieme a quest'onere si assume anche i relativi rischi a partire dal luogo e dal momento in cui le merci vengono consegnate al vettore dal lui designato. Distinguiamo:

2 FCA: Free carrier (named place)/ Franco Vettore (luogo convenuto); FAS: Free Alongside Ship (named port of shipment)/ Franco Luogo Bordo (porto d'imbarco convenuto); FOB: Free on Board (named port of shipment) / Franco a Bordo (porto d'imbarco convenuto). FCA, INCOTERM 2000 (FREE CARRIER/FRANCO VETTORE) Questo incoterm può essere utilizzato per ogni tipo di trasporto. Il venditore adempie la sua obbligazione di consegna, affidando la merce al vettore o ad altra persona designata dal compratore. Proprio l'individuazione del luogo di consegna della merce rappresenta il punto critico nell'adozione di tale clausola. Deve fornire la merce in conformità del contratto di vendita, con la fattura commerciale ed ogni altro documento eventualmente richiesto o previsto e sempre un documento comprovante l'avvenuta consegna della merce; Deve ottenere a proprio rischio e spese, la licenza di esportazione o altri documenti per l'esportazione della merce; Deve consegnare la merce al vettore o ad altra persona designata dal compratore, nei termini e le modalità stabiliti dal contratto: può effettuare la consegna in due modi diversi, a seconda del luogo concordato. (Luogo di consegna: locali del venditore, al caricamento sul mezzo del compratore. Altri casi: alla presa in consegna del vettore della merce caricata sul mezzo di trasporto del venditore); A carico del venditore restano gli oneri e i rischi del caricamento, dello stivaggio, del centraggio del carico, del fissaggio e del rizzaggio. Inoltre, a lui spetta approvare o meno il mezzo di trasporto procurato dal compratore. Paga il prezzo della merce ed il trasporto nel tratto principale; egli, infatti, stipula il contratto di trasporto a partire dal luogo convenuto, anche se talvolta quest'onere può essere addossato al venditore; deve inoltre, comunicare al venditore il modo e le condizioni di trasporto; Quando occorre, deve provvedere alla licenza di importazione o ad ottenere altri documenti necessari per l'importazione; Deve prendere in consegna la merce quando essa viene consegnata e pagare le spese relative alle ispezioni effettuate prima della spedizione; Deve sopportare i rischi di perdita o danni alla merce dal momento in cui è stata consegnata o dalla data concordata per la consegna nel caso in cui ometta di designare il vettore o altra persona incaricata e deve altresì fare fronte a tutte le spese relative alla merce dal momento in cui essa è stata consegnata. FOB, INCOTERMS 2000 (FREE ON BOARD/FRANCO A BORDO) Questo termine di resa può essere utilizzato solo per il trasporto marittimo o per via fluviale. La murata della nave diventa il confine dove si realizza il passaggio dei rischi e delle spese dal venditore al compratore, ma costoro possono accordarsi in maniera differente ed allora sarebbe opportuno scegliere la clausola FCA. In ogni caso, la consegna si intende effettuata quando il venditore deposita la merce oltre la murata della nave, nel porto di imbarco convenuto e da questo momento tutti i rischi e le spese passano in capo al compratore. Consegnare la merce a bordo della nave, secondo le modalità d'uso del porto, sdoganata all'esportazione;

3 Assistere il compratore nell'ottenere il documento di trasporto per merce a bordo; Pagare i costi di caricamento secondo gli usi di porto, se non sono inclusi nel nolo; Fornire la documentazione che certifichi l'avvenuta consegna della merce ed ottenere la licenza per l'esportazione. Nominare il vettore; Concludere il contratto di trasporto; Pagare i costi di caricamento se non sono inclusi nel nolo; Pagare i costi di scaricamento. FOA, INCOTERMS 2000 (FOB AIRPORT/FRANCO AEROPORTO) Questo termine di resa può essere utilizzato solo per il trasporto AEREO. Il portellone dell aereo diventa il confine dove si realizza il passaggio dei rischi e delle spese dal venditore al compratore, ma costoro possono accordarsi in maniera differente ed allora sarebbe opportuno scegliere la clausola FCA. In ogni caso, la consegna si intende effettuata quando il venditore deposita la merce nella stiva dell aereo, nell aeroporto di imbarco convenuto e da questo momento tutti i rischi e le spese passano in capo al compratore. Consegnare la merce a bordo dell aereo, secondo le modalità d'uso del porto, sdoganata all'esportazione; Assistere il compratore nell'ottenere il documento di trasporto per merce a bordo; Pagare i costi di caricamento secondo gli usi dell aeroporto, se non sono inclusi nel nolo; Fornire la documentazione che certifichi l'avvenuta consegna della merce ed ottenere la licenza per l'esportazione. Nominare il vettore; Concludere il contratto di trasporto; Pagare i costi di caricamento se non sono inclusi nel nolo; Pagare i costi di scaricamento. GRUPPO C A questo gruppo fanno capo i termini che richiedono che sia il venditore a stipulare il contratto di trasporto sulla base delle condizioni usuali ed a proprie spese. Egli sceglie vettore e genere di nave su cui caricherà e stiverà a sue spese le merci. Invece, la merce andrà "disistivata" e scaricata dal compratore. Per questo motivo è consuetudine indicare dopo la sigla del termine di resa prescelto, una località che si configuri come il punto fino a cui il venditore deve sostenere le spese di trasporto. Nei termini CIF e CIP sono a carico del venditore anche le spese relative alle polizze assicurative. CFR, INCOTERMS 2000 (COST AND FREIGHT/COSTO E NOLO) Nel "costo e nolo", il venditore assume il controllo e la gestione del trasporto ed effettua la consegna quando la merce supera la murata della nave nel porto d'imbarco. Il venditore deve sopportare tutte le spese necessarie per trasportare la merce fino al porto di destinazione convenuto, ma occorre prestare molta attenzione al fatto che sin dalla consegna i rischi di perdita o di danni alla merce, come pure le spese addizionali causate da fatti accaduti dopo questo momento si trasferiscono dal venditore al compratore. Questo termine di resa si applica esclusivamente per trasporti effettuati via mare.

4 Concludere un contratto di trasporto e pagare il nolo fino al porto di destinazione; Consegnare la merce, sdoganata all'esportazione, a bordo della nave in partenza; Sostenere i costi di caricamento; Sostenere i costi di scaricamento, se sono inclusi nel nolo marittimo; Fornire i documenti di trasporto commerciale. Accettare la consegna della merce messagli a disposizione in nave quando i documenti commerciali e di trasporto gli sono stati presentati; Ricevere la merce dal vettore marittimo al porto di destinazione; Sostenere i costi di scaricamento se non sono inclusi nel nolo marittimo pagato dal venditore. CPT, INCOTERMS 2000 (CARRIAGE PAID TO/TRASPORTO PAGATO FINO A ) Nel "trasporto pagato fino a ", il venditore effettua la consegna col rimettere la merce al vettore da lui stesso designato ma deve sostenere le spese necessarie perché la merce sia trasportata al luogo di destinazione convenuto. Ciò comporta che il compratore sopporta i rischi e ogni altra spesa dovuta per fatti accaduti alla merce dopo che questa sia stata consegnata. Questo Incoterm può essere usato per tutte le tipologie di trasporto. CIF, INCOTERMS 2000 (COST, INSURANCE AND FREIGHT/COSTO, ASSICURAZIONE E NOLO) Con questo termine di resa, il venditore effettua la consegna quando la merce supera la murata della nave nel porto di imbarco. Egli sopporta tutte le spese necessarie per trasportare la merce fino al porto di destinazione convenuto, ma sin dalla consegna i rischi per perdite o danni sono in testa al compratore. Inoltre, il compratore deve provvedere alla polizza di assicurazione marittima a favore del compratore per i rischi derivanti dal trasporto. Copertura che può essere minima. Questo incoterm è utilizzato solo per il traffico marittimo e per vie navigabili interne. CIP, INCOTERMS 2000 (CARRIAGE AND INSURANCE PAID TO/TRASPORTO E ASSICURAZIONE PAGATI FINO A ) Con questo incoterm, il venditore effettua la consegna col rimettere la merce al vettore da lui stesso designato ma deve sopportare le spese necessarie perché la merce sia trasportata al luogo di destinazione convenuto. Il compratore, quindi, sopporta i rischi e ogni altra spesa dovuta per fatti accaduti alla merce dopo che questa sia stata consegnata. Il venditore deve anche provvedere a fornire una copertura assicurativa nei confronti del compratore. Questo incoterm può essere usato per ogni tipo di trasporto e in caso di trasporto intermodale il rischio si trasferisce quando la merce è stata consegnata al primo vettore. Concludere un contratto di trasporto e pagare il nolo fino al luogo di destinazione convenuto; Consegnare la merce sdoganata all'esportazione al vettore, o al primo vettore in un trasporto intermodale; Fornire i documenti di trasporto e commerciali; Nel caso di scelta degli incoterms CIF e CIP, il venditore ha anche l'obbligo di assicurare la merce.

5 Accettare la consegna della merce messagli a disposizione dal venditore presso il primo vettore e quando i documenti gli sono stati presentati; Ricevere la merce dal vettore al luogo di destinazione convenuto. GRUPPO D Utilizzando questi termini, il venditore è responsabile dell'arrivo della merce al luogo o punto di destinazione convenuto, alla frontiera o nel Paese di importazione. Il venditore deve sopportare tutti i rischi e le spese per il trasporto delle merci a destinazione e non ha l'obbligo di consegnare la merce adempiendo agli obblighi doganali d'importazione. Questo gruppo rappresenta la serie più impegnativa delle obbligazioni del venditore che acquistando pieno controllo delle merci, con gli oneri del trasferimento si assume anche quelli dei rischi. DAF, INCOTERMS 2000 (DELIVERED AT FRONTIER/RESO FRONTIERA) Nel "reso frontiera" il venditore effettua la consegna col mettere la merce a disposizione del compratore, sdoganata all'esportazione, ma non sdoganata all'importazione, non scaricata dal mezzo che ve l'ha trasportata, nel luogo e nel punto convenuto alla frontiera, ma prima della frontiera doganale del paese confinante. Questo incoterm può essere usato per qualsiasi tipo di trasporto. Consegnare la merce sdoganata alla esportazione nel punto del confine politico tra due paesi (che viene prima di quello doganale); Fornire la documentazione necessaria al compratore per prendere in consegna la merce alla frontiera, quale un documento di trasporto e/o di transito (se la frontiera convenuta si raggiunge attraversando altre frontiere di altri paesi), la nota di pegno di un magazzino o deposito presso cui si trova la merce, ecc; Assistere il compratore (o provvedere direttamente) al rilascio di un documento di trasporto diretto per il trasporto della merce dal paese di spedizione al luogo di destinazione finale; Sopportare tutti i rischi fino alla frontiera. Prendere in consegna la merce al confine o al punto di confine convenuto; Curare a sue spese e rischi l'eventuale inoltro al luogo di destinazione finale (onward-carriage); Sdoganare la merce nel paese di importazione. DES, INCOTERMS 2000 (DELIVERED EX SHIP/RESO EX SHIP) Nel termine di resa "ex ship", il venditore effettua la consegna col mettere la merce, non sdoganata all'importazione, a disposizione del compratore a bordo della nave nel porto di destinazione convenuto. Il venditore deve sopportare tutte le spese ed i rischi relativi al trasporto della merce fino al porto di destinazione convenuto, prima dello scaricamento. Questo termine di resa va utilizzato esclusivamente quando la merce deve essere consegnata sulla nave nel porto di destinazione dopo un trasporto marittimo o dopo un trasporto fluviale o con un trasporto intermodale e si preferisce usarlo nei contratti di vendita di commodities piuttosto che per prodotti finiti in singole partite. OBBLIGAZIONI PER IL VENDITORE Consegnare la merce sdoganata all'esportazione a bordo della nave al porto di destinazione (scelto dal venditore);

6 dalla banchina, quali polizza di carico, od ordini di consegna. Svincolare la merce e prenderla in consegna dalla nave al porto di destinazione (non appena è messa a sua disposizione); Sostenere i costi e i rischi di scaricamento; Sdoganare la merce all'importazione. DEQ, INCOTERMS 2000 (DELIVERED EX QUAY/RESO IN BANCHINA) Nel "reso banchina" il venditore effettua la consegna col mettere la merce, non sdoganata all'importazione, a disposizione del compratore sulla banchina nel porto di destinazione convenuto. Il venditore deve sopportare tutte le spese ed i rischi inerenti al trasporto della merce fino al porto di destinazione e al relativo scaricamento sulla banchina (molo). Lo sdoganamento all'importazione e il pagamento delle formalità, diritti e tasse spettano al compratore. Questo termine di resa si utilizza solo quando la merce deve essere consegnata, scaricata dalla nave, sulla banchina nel porto di destinazione dopo che essa sia stata trasportata via mare, o per via navigabile interna o per trasporto intermodale. Consegnare la merce sdoganata all'esportazione sulla banchina al porto di destinazione; dalla banchina, quali polizza di carico od ordini di consegna. Svincolare la merce e prenderla in consegna dalla banchina al porto di destinazione (non appena messa a sua disposizione). DDU, INCOTERMS 2000 (DELIVERY DUTY UNPAID/RESO NON SDOGANATO) Col termine " reso non sdoganato" il venditore effettua la consegna col mettere la merce a disposizione del compratore, non sdoganata all'importazione e non scaricata dal mezzo con cui vi è stata trasportata, nel luogo di destinazione convenuto, ad eccezione di tutte le incombenze doganali (spese, rischi per le formalità doganali, pagamento dei dazi, altri oneri) da sostenere, ove necessario, per l'importazione del Paese di destinazione. Tali compiti spettano al compratore. Questo incoterm può essere usato per tutti i modi di trasporto. Consegnare la merce sdoganata all'esportazione nel luogo convenuto del paese di destinazione; dal luogo convenuto quali ordini di consegna, fede di deposito o documenti di trasporto (quando necessari). Svincolare e prendere in consegna la merce dal luogo convenuto del paese di importazione (destinazione); Sdoganare la merce all'importazione. DDP, INCOTERMS 2000 (DELIVERED DUTY PAID/RESO SDOGANATO) Con questo termine, il venditore effettua la consegna col mettere la merce a disposizione del compratore, sdoganata all'importazione e non scaricata dal mezzo con cui vi è stata trasportata, nel

7 luogo di destinazione convenuto. Il venditore deve sopportare le spese e i rischi relativi al trasporto della merce in detto luogo, comprese tutte le formalità doganali da adempiere, quando necessario, nel paese di destinazione. Il venditore che usa questo termine di resa, assume il livello massimo di obbligazioni e farebbe bene ad usarlo solo se può ottenere direttamente o indirettamente la licenza di importazione. Questo termine di resa può essere usato per tutti i modi di trasporto. Consegnare la merce sdoganata all'esportazione e all'importazione nel luogo convenuto del paese di destinazione; dal luogo convenuto, quali: ordini di consegna, fede di deposito o documenti di trasporto (quando necessari). In funzione di quanto sopra, per il mercato interno nazionale, si usano le seguenti sigle: EX WORKS, INCOTERMS come Franco Fabbrica CPT, INCOTERMS 2000 come Trasporto pagato fino a Destino CPT, INCOTERMS ADDEBITO come Trasporto pagato dal venditore fino a destino con addebito in fattura DDP, INCOTERMS 2000 come Franco destino

Cfr (1) Termine internazionale: Cost and freight. Termine italiano: Costo e nolo.

Cfr (1) Termine internazionale: Cost and freight. Termine italiano: Costo e nolo. Cfr (1) Termine internazionale: Cost and freight. Termine italiano: Costo e nolo. il venditore deve sopportare tutte le spese necessarie per trasportare la merce fino al porto di destinazione convenuto.

Dettagli

I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS)

I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS) I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS) Stefano Linares, Linares Associates PLLC - questo testo è inteso esclusivamente per uso personale e non per una distribuzione commerciale. Eventuali copie dovranno

Dettagli

Area di specializzazione in tecnico del commercio estero. A cura di: Gloria Feltrin

Area di specializzazione in tecnico del commercio estero. A cura di: Gloria Feltrin Area di specializzazione in tecnico del commercio estero A cura di: Gloria Feltrin Il trasporto internazionale Trasporti Prima funzione aziendale marginale Oggi ruolo sempre più importante e decisivo anello

Dettagli

FCA. FRANCOVETTORE (...luogo convenuto)

FCA. FRANCOVETTORE (...luogo convenuto) 2raccolta provinciale degli usi 21-07-2005 10:15 Pagina 349 FCA FRANCOVETTORE (...luogo convenuto) Nel Franco Vettore il venditore effettua la consegna col rimettere la merce, sdoganata all esportazione,

Dettagli

Il passaggio del rischio nella vendita, le clausole INCOTERMS

Il passaggio del rischio nella vendita, le clausole INCOTERMS Milano, 18 giugno 2007 Il passaggio del rischio nella vendita, le clausole INCOTERMS In un contratto di compravendita, una delle principali obbligazioni del venditore è quella di consegnare la cosa al

Dettagli

Logistica integrata. Logistica Internazionale Tariffe doganali, prezzo e incoterms

Logistica integrata. Logistica Internazionale Tariffe doganali, prezzo e incoterms Logistica integrata Logistica Internazionale Tariffe doganali, prezzo e incoterms Tra le fonti: Chopra & Meindl, Supply chain management strategy, planning, and operation Il prezzo di vendita Costi Generali

Dettagli

INCOTERMS 2010 TAVOLA SINOTTICO-COMPARATIVA PREDISPOSTA DA ICC ITALIA

INCOTERMS 2010 TAVOLA SINOTTICO-COMPARATIVA PREDISPOSTA DA ICC ITALIA INCOERMS 2010 AVOLA SINOICO-COMPARAIVA PREDISPOSA DA ICC IALIA AVVERENZE I. Nella presente avola, in cui sono rappresentate schematicamente le condizioni di resa delle merci secondo le 11 Regole degli

Dettagli

SOMMARIO. 1. Le assicurazioni trasporti

SOMMARIO. 1. Le assicurazioni trasporti SOMMARIO 1. Le assicurazioni trasporti 1.1. Introduzione... 4 1.2. I principi fondamentali delle Assicurazioni... 5 1.2.1 Il rischio: definizione, esistenza, cessazione... 5 1.2.2 Il rischio putativo...

Dettagli

I TERMINI DI RESA NELLA VENDITA INTERNAZIONALE

I TERMINI DI RESA NELLA VENDITA INTERNAZIONALE menti (diversi dal documento comprovante la consegna vendita), o dei messaggi elettronici equivalenti, transito della merce, emessi o trasmessi nel paese d imbarco e/o di origine. RISCHI: esportazione

Dettagli

GLI INCOTERMS CONDIZIONI DI CONSEGNA NEI CONTRATTI DI COMPRAVENDITA. Silvia Ceraolo IL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA ART. 1470

GLI INCOTERMS CONDIZIONI DI CONSEGNA NEI CONTRATTI DI COMPRAVENDITA. Silvia Ceraolo IL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA ART. 1470 GLI INCOTERMS CONDIZIONI DI CONSEGNA NEI CONTRATTI DI COMPRAVENDITA Silvia Ceraolo IL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA ART. 1470 La vendita è il contratto che ha per oggetto il trasferimento della proprietà

Dettagli

Leoncini & Associati Srl BROKER DI ASSICURAZIONI

Leoncini & Associati Srl BROKER DI ASSICURAZIONI TRASPORTI - Incoterms In ogni azienda di produzione vi è la necessità di trasferire i beni prodotti nei luoghi in cui avverrà la distribuzione per il consumo, oppure presso altra sede per una successiva

Dettagli

GLOSSARIO UTILE PER L ATTIVITA COMMERCIALE

GLOSSARIO UTILE PER L ATTIVITA COMMERCIALE GLOSSARIO UTILE PER L ATTIVITA COMMERCIALE Norme e regolamenti Contratti Diritto e Giurisdizione Termini di consegna Termini di pagamento, finanziamenti, assicurazioni Documentazione Confezionamento NORME

Dettagli

1. LA LOGISTICA AZIENDALE

1. LA LOGISTICA AZIENDALE 1. LA LOGISTICA AZIENDALE 1.1. Definizione pag. 3 1.2. L evoluzione: da disciplina militare ad attività aziendale pag. 4 1.3. Il valore strategico della logistica nei piani dell azienda e la sua trasversalità

Dettagli

INCOTERMS Regole internazionali per la interpretazione dei termini commerciali

INCOTERMS Regole internazionali per la interpretazione dei termini commerciali Appendice 5 INCOTERMS Regole internazionali per la interpretazione dei termini commerciali PREFAZIONE La chiarezza e la precisione delle clausole contrattuali costituiscono una premessa fondamentale per

Dettagli

COMAR Scarl. Sommario. COstruzioni Mose ARsenale Scarl IMBALLAGGIO E SPEDIZIONE DELLE FORNITURE. pag. 2 di 14

COMAR Scarl. Sommario. COstruzioni Mose ARsenale Scarl IMBALLAGGIO E SPEDIZIONE DELLE FORNITURE. pag. 2 di 14 pag. 2 di 14 Sommario 1. TERMINI DI CONSEGNA INCOTERMS 2000... 3 1.1. Free Carrier, (FCA)... 3 1.2. Delivered Duty Unpaid (D.D.U.)... 3 1.3. Delivered Duty Paid (D.D.P.)... 3 1.4. Costi che sono a carico

Dettagli

Alessandro Fichera 2001 http://web.tiscalinet.it/fichera

Alessandro Fichera 2001 http://web.tiscalinet.it/fichera Il trasporto è il mezzo di collegamento più importante tra gli operatori economici. In ottica di globalizzazione questo assume un aspetto fondamentale per la movimentazione delle merci. Il trasporto deve

Dettagli

Corso Intensivo su: Incoterms e CONTRATTI di TRASPORTO MERCI Milano 27 marzo 2013

Corso Intensivo su: Incoterms e CONTRATTI di TRASPORTO MERCI Milano 27 marzo 2013 Corso Intensivo su: Incoterms e CONTRATTI di TRASPORTO MERCI Milano 27 marzo 2013 Tutto sulle Terminologie e le Specifiche Contrattuali vigenti per il Trasporto Nazionale ed Internazionale per Chi Vende

Dettagli

Tavola IV DEFINIZIONE DEI TERMINI COMMERCIALI ITALIANI SECONDO LA CAMERA DI COMMERCIO INTERNAZIONALE (INCOTERMS) INTRODUZIONE

Tavola IV DEFINIZIONE DEI TERMINI COMMERCIALI ITALIANI SECONDO LA CAMERA DI COMMERCIO INTERNAZIONALE (INCOTERMS) INTRODUZIONE Tavola IV DEFINIZIONE DEI TERMINI COMMERCIALI ITALIANI SECONDO LA CAMERA DI COMMERCIO INTERNAZIONALE (INCOTERMS) INTRODUZIONE 1. Scopo ed oggetto degli Incoterms Scopo degli Incoterms è fornire una serie

Dettagli

TECNICA DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE. A.A. 2012-2013 Dott.ssa Tiziana Russo Spena. Dispensa n.1

TECNICA DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE. A.A. 2012-2013 Dott.ssa Tiziana Russo Spena. Dispensa n.1 TECNICA DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE A.A. 2012-2013 Dott.ssa Tiziana Russo Spena Dispensa n.1 I Pagamenti Internazionali I Termini di Consegna della Merce Il trasporto internazionale e di documenti di

Dettagli

LA RESA FRANCO FABBRICA

LA RESA FRANCO FABBRICA LA RESA FRANCO FABBRICA L illusione di poter vendere le proprie merci in ambito internazionale riducendo al minimo gli adempimenti a proprio carico si materializza con la stipulazione di contratti di fornitura

Dettagli

A destinazione in piena sicurezza/

A destinazione in piena sicurezza/ Assicurazioni trasporti A destinazione in piena sicurezza/ I flussi di merci a livello globale sono in continua crescita, mentre i tempi di trasporto e di consegna si riducono sempre di più. Per la vostra

Dettagli

Il presente lavoro è stato realizzato dal Dott. Domenico Del Sorbo Export Credit Risk Manager

Il presente lavoro è stato realizzato dal Dott. Domenico Del Sorbo Export Credit Risk Manager Il presente lavoro è stato realizzato dal Dott. Domenico Del Sorbo Export Credit Risk Manager Copyright 2006 ASPIN Azienda Speciale Internazionalizzazione della Camera di Commercio di Frosinone Viale Roma,

Dettagli

INCOTERMS 2010 TAVOLA SINOTTICO-COMPARATIVA PREDISPOSTA DA ICC ITALIA

INCOTERMS 2010 TAVOLA SINOTTICO-COMPARATIVA PREDISPOSTA DA ICC ITALIA INCOERMS 2010 AVOLA SINOICO-COMPARAIVA PREDISPOSA DA ICC IALIA AVVERENZE I. Nella presente avola, in cui sono rappresentate schematicamente le condizioni di resa delle merci secondo le 11 Regole degli

Dettagli

Condizioni di resa della merce e regolamento del prezzo nei contratti mercantili

Condizioni di resa della merce e regolamento del prezzo nei contratti mercantili PAGAMENTI INTERNAZIONALI Condizioni di resa della merce e regolamento del prezzo nei contratti mercantili Dott. Sergio Omobono Urbino, 17 novembre 2010 La fattura pro forma La fattura proforma e' un documento

Dettagli

I NUOVI INCOTERMS 2010 Dott. Antonio Di Meo

I NUOVI INCOTERMS 2010 Dott. Antonio Di Meo I NUOVI INCOTERMS 2010 Dott. Antonio Di Meo www.studiodimeo.com I nuovi Incoterms 2010 1 COSA SONO GLI INCOTERMS Sono regole internazionali per l interpretazione dei termini commerciali di consegna delle

Dettagli

1. La trattativa internazionale e alcune sue varianti

1. La trattativa internazionale e alcune sue varianti SOMMARIO Profilo autore... Presentazione... V VI 1. La trattativa internazionale e alcune sue varianti 1.1. Introduzione... 3 1.2. Proprietà e possesso delle merci... 3 1.3. Alcuni rischi dell esportatore...

Dettagli

IL TRASPORTO INTERNAZIONALE

IL TRASPORTO INTERNAZIONALE IL TRASPORTO INTERNAZIONALE Nei confronti del trasporto esiste da parte di molti operatori un diffuso pregiudizio ossia quello di considerarlo come una trafila di adempimenti burocratici da delegare al

Dettagli

IL TRASPORTO INTERNAZIONALE

IL TRASPORTO INTERNAZIONALE IL TRASPORTO INTERNAZIONALE Nei confronti del trasporto esiste da parte di molti operatori un diffuso pregiudizio ossia quello di considerarlo come una trafila di adempimenti burocratici da delegare al

Dettagli

ASSICURAZIONE DELLE MERCI

ASSICURAZIONE DELLE MERCI Università degli Studi di Bergamo lezione 9 ASSICURAZIONE DELLE MERCI i n t r o d u z i o n e definizione polizze a viaggio singolo in abbonamento calcolo del valore assicurabile accertamento del danno

Dettagli

DISPENSA MANAGEMENT. Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Dispensa GUIDA ALL EXPORT

DISPENSA MANAGEMENT. Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Dispensa GUIDA ALL EXPORT DISPENSA MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Dispensa GUIDA ALL EXPORT ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA INDICE INDICE...2 COME SCEGLIERE UN PAESE

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE ROSATO, VELO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE ROSATO, VELO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI ROSATO, VELO Agevolazioni in materia di tariffe doganali in favore delle esportazioni operate

Dettagli

INDICE - SOMMARIO PRESENTAZIONE... V

INDICE - SOMMARIO PRESENTAZIONE... V INDICE - SOMMARIO PRESENTAZIONE... V CAPITOLO I I CONTRATTI INTERNAZIONALI IN GENERALE 1.1 Premessa... 1 1.2 La redazione dei contratti internazionali ed i problemi che essa comporta... 2 1.3 La determinazione

Dettagli

Il trasporto delle merci e gli Incoterms 2010 quali funzioni strategiche dell internazionalizzazione A cura di Maurizio Favaro*

Il trasporto delle merci e gli Incoterms 2010 quali funzioni strategiche dell internazionalizzazione A cura di Maurizio Favaro* Il trasporto delle merci e gli Incoterms 2010 quali funzioni strategiche dell internazionalizzazione A cura di * * Componente del Gruppo di lavoro Incoterms della Commissione Diritto e Pratica del Commercio

Dettagli

CORSO DI DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE

CORSO DI DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE CORSO DI DIRITTO DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE VII LEZIONE I Trasporti Internazionali Via Mare e Gli Incoterms Docente: Dr. Gianni ANGELUCCI 1 IFORMAZIONE INTRODUTTIVA Le presenti Lezioni, per il loro contenuto,

Dettagli

Copertura garantita. Transit Time

Copertura garantita. Transit Time 1 2 3 Copertura garantita Transit Time 4 5 Spedilog Attraverso i suoi migliori Partner Internazionali garantisce e serve i principali porti mondiali: nei cinque continenti abbiamo basi di riferimento che

Dettagli

Il Credito documentario:

Il Credito documentario: Il Credito documentario: non solo una garanzia per l'esportatore ma anche una tutela per l'importatore Milano, 4 febbraio 2010 Banca Popolare di Milano Direzione Affari Internazionali Credito Documentario

Dettagli

LINEE GUIDA PER ESPORTARE IN RUSSIA

LINEE GUIDA PER ESPORTARE IN RUSSIA LINEE GUIDA PER ESPORTARE IN RUSSIA Per tutte le esportazioni dall Italia alla Russia, i documenti accompagnatori richiesti sono: AWB (lettera di vettura), Fattura (originale + 1 copia) in lingua inglese,

Dettagli

IL TRASPORTO INTERNAZIONALE

IL TRASPORTO INTERNAZIONALE IL TRASPORTO INTERNAZIONALE Nei confronti del trasporto esiste da parte di molti operatori un diffuso pregiudizio ossia quello di considerarlo come una trafila di adempimenti burocratici da delegare al

Dettagli

COD - CASH ON DELIVERY

COD - CASH ON DELIVERY COD - CASH ON DELIVERY Il pagamento contestuale o «cash on delivery» (COD) si ha quando il regolamento del prezzo della fornitura avviene contestualmente alla consegna della merce. In questo caso si incaricherà

Dettagli

Linee guida per esportare in Russia

Linee guida per esportare in Russia Linee guida per esportare in Russia Il documento include i requisiti per: 1. Spedizioni Commerciali (per vendita) 2. Spedizioni Inter-Company 3. Spedizioni Non Commerciali (campioni non destinati alla

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

Modalità di pagamento. 16121 Genova 20156 MILANO Tel. +39-010-57299.11 Tel. +39-02 3347681 Fax +39-010-541.453 Fax +39-02 33476831

Modalità di pagamento. 16121 Genova 20156 MILANO Tel. +39-010-57299.11 Tel. +39-02 3347681 Fax +39-010-541.453 Fax +39-02 33476831 Modalità di pagamento Iscotrans S.p.a. Iscotrans S.p.a. Via alla Porta degli Archi, 3 Via Triboniano,103 16121 Genova 20156 MILANO Tel. +39-010-57299.11 Tel. +39-02 3347681 Fax +39-010-541.453 Fax +39-02

Dettagli

Il contratto di compravendita internazionale. De Beni Ylenia & Pietropoli Sara Classe 5BB RIM

Il contratto di compravendita internazionale. De Beni Ylenia & Pietropoli Sara Classe 5BB RIM Il contratto di compravendita internazionale De Beni Ylenia & Pietropoli Sara Classe 5BB RIM Cos è? Il contratto di compravendita internazionale è un accordo tra 2 parti (appartenenti a due Paesi diversi

Dettagli

Capitolo 4 - LEASING. Sommario

Capitolo 4 - LEASING. Sommario Capitolo 4 - LEASING Sommario Sezione I Leasing mobiliare Definizione Art. 1 Scelta del fornitore 2 Forma del contratto 3 Ordinazione del bene 4 Consegna del bene 5 Legittimazione attiva dell utilizzatore

Dettagli

IMPRESE E SERVIZIO ESTERO: PROBLEMI E SOLUZIONI

IMPRESE E SERVIZIO ESTERO: PROBLEMI E SOLUZIONI IMPRESE E SERVIZIO ESTERO: PROBLEMI E SOLUZIONI A cura della Cassa di Risparmio di Volterra S p A, Direzione Generale (versione 2015) Materiale formativo aziendale vietata la riproduzione e la diffusione

Dettagli

LE REGOLE INCOTERMS : TUTTE LE NOVITA DELLA VERSIONE 2010 Parma 10 febbraio 2011

LE REGOLE INCOTERMS : TUTTE LE NOVITA DELLA VERSIONE 2010 Parma 10 febbraio 2011 LE REGOLE INCOTERMS : TUTTE LE NOVITA DELLA VERSIONE 2010 Parma 10 febbraio 2011 1 I CONTRATTI IL CONTRATTO DI COMPRAVENDITA CODICE CIVILE ART. 1476 LA PRINCIPALE OBBLIGAZIONE DEL VENDITORE E QUELLA DI

Dettagli

Proposta formativa. I Moduli. Argomento. 1) L organizzazione dell ufficio estero 4 ore. 2) Incoterms 2010 4 ore. 3) Il trasporto internazionale 4 ore

Proposta formativa. I Moduli. Argomento. 1) L organizzazione dell ufficio estero 4 ore. 2) Incoterms 2010 4 ore. 3) Il trasporto internazionale 4 ore Proposta formativa I Moduli Argomento Ore 1) L organizzazione dell ufficio estero 4 ore 2) Incoterms 2010 4 ore 3) Il trasporto internazionale 4 ore 4) I pagamenti internazionali 4 ore 5) La bolletta doganale

Dettagli

ALTRI USI TITOLO VII

ALTRI USI TITOLO VII ALTRI USI TITOLO VII Capitolo 1 Prestazioni varie d'opera e di servizi Art. 105 Portiere condominiale Le spese relative alla gestione dell abitazione del portiere (es. energia elettrica, riscaldamento,...)

Dettagli

Accordo concernente i servizi aerei tra la Svizzera e l Italia

Accordo concernente i servizi aerei tra la Svizzera e l Italia Traduzione 1 Accordo concernente i servizi aerei tra la Svizzera e l Italia 0.748.127.194.541 Conchiuso a Roma il 4 giugno 1956 Approvato dall Assemblea federale il 4 marzo 1957 2 Entrato in vigore il

Dettagli

Roma, 05 agosto 2008 QUESITO

Roma, 05 agosto 2008 QUESITO RISOLUZIONE N. 346/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 05 agosto 2008 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge 27 luglio 2000, n. 212 ALFA ITALIA S.p.A. Articolo 19 del

Dettagli

Progetto Riduzione Costi D Acquisto: Categoria di Spesa Trasporti - Logistica

Progetto Riduzione Costi D Acquisto: Categoria di Spesa Trasporti - Logistica Progetto Riduzione Costi D Acquisto: Categoria di Spesa Trasporti - Logistica www.lewitt.it /info@lewitt.it Modena, 28 marzo 2012 L IMPATTO DI UN PROGETTO DI RIDUZIONE COSTI (1) Perché è importante un

Dettagli

Gestione Servizi Doganali

Gestione Servizi Doganali Gestione Servizi Doganali GESTIONE SERVIZI DOGANALI Background La gestione delle attività dogali di import/export o transito richiede da sempre figure specializzate all interno delle aziende in grado di

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 TRASPORTI Processo Trasporto intermodale, logistica integrata e distribuzione Sequenza di processo

Dettagli

A P P E N D I C E 93

A P P E N D I C E 93 APPENDICE 93 94 I - PARAMETRI DI RIFERIMENTO PER LA MEDIAZIONE IN USO NELLA PROVINCIA DI GORIZIA 95 96 PARAMETRI DI RIFERIMENTO PER LA MEDIAZIONE IN USO NELLA PROVINCIA DI GORIZIA (C = compratore, V =

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA SATI S.r.l. 1. OGGETTO Le presenti condizioni generali di vendita regolano e disciplinano in via esclusiva i rapporti commerciali di compravendita tra SATI S.r.l. e i propri

Dettagli

MODULO 1 VERIFICA GUIDATA DI FINE UNITA 1

MODULO 1 VERIFICA GUIDATA DI FINE UNITA 1 Modulo 1 unità 1 erifica guidata di fine unità pag. 1 di 5 MODULO 1 ERIICA GUIDATA DI INE UNITA 1 Il contratto di vendita 1. Segna con una crocetta la risposta esatta. 1. Nel contratto di vendita il compratore

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Disposizioni di carattere generale 1. Il rapporto giuridico fra venditore (di seguito anche fornitore, Elektrisola Atesina o E.A. Srl) e compratore (in seguito Cliente) in

Dettagli

TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL

TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL Il trasporto: normativa e caratteristiche mezzi Criteri di scelta, rischi e termini di resa I TRASPORTI DA COSTO A OPPORTUNITA Gestire le attività

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Le presenti condizioni generali di vendita hanno per oggetto l'acquisto di prodotti sul sito Internet e indirizzi derivati di proprietà di: Raggio Veneziano s.n.c di Urbani

Dettagli

Intervento Gian Pietro Alberti, amministratore di Seaway srl, Milano

Intervento Gian Pietro Alberti, amministratore di Seaway srl, Milano Intervento Gian Pietro Alberti, amministratore di Seaway srl, Milano Trasporto merci: la best practice per la tutela dai rischi I cambiamenti del mercato impongono tutele rigorose. Focus su coperture assicurative

Dettagli

GEFCO LOGISTICA D AUTORE LE STRADE DEL SUCCESSO PER IL FASHION IN RUSSIA

GEFCO LOGISTICA D AUTORE LE STRADE DEL SUCCESSO PER IL FASHION IN RUSSIA GEFCO LOGISTICA D AUTORE LE STRADE DEL SUCCESSO PER IL FASHION IN RUSSIA 18/11/ 2015 > GRUPPO GEFCO 2 GEFCO, UNO DEI PRINCIPALI PROTAGONISTI DELLA LOGISTICA E DEL TRASPORTO 1949 anno di fondazione 4.1

Dettagli

Redatto da Euroconsul s.r.l.. Tutti i diritti sono riservati

Redatto da Euroconsul s.r.l.. Tutti i diritti sono riservati L assiicuraziione Trasportii Tecnica Redatto da Euroconsul s.r.l.. Tutti i diritti sono riservati INTRODUZIONE Cenni storici. La nascita di questa forma assicurativa si può far risalire all epoca Romana,

Dettagli

INDICE QUESITI TRATTATI NEL TEMPO DA CREDIMPEX Italia

INDICE QUESITI TRATTATI NEL TEMPO DA CREDIMPEX Italia INDICE QUESITI TRATTATI NEL TEMPO DA CREDIMPEX Italia Notiziario 2 N. 1 Utilizzo nell'ultimo giorno di validità di un credito documentario con clausola circa e spedizioni parziali ammesse N. 2 Alcuni casi

Dettagli

Vendita e distribuzione: aspetti legali. TIS Techno. Ripartizione innovazione, ricerca, sviluppo e cooperative. Innovation South Tyrol

Vendita e distribuzione: aspetti legali. TIS Techno. Ripartizione innovazione, ricerca, sviluppo e cooperative. Innovation South Tyrol Vendita e distribuzione: aspetti legali K TIS Techno Innovation South Tyrol Ripartizione innovazione, ricerca, sviluppo e cooperative LA VOSTRA AZIENDA EICONTRATTI Vendita e distribuzione: aspetti legali

Dettagli

Gli Incoterms e la compravendita delle merci. quando e come. Matteo Berlingieri Assiteca SpA. Mercoledì 8 maggio 2013

Gli Incoterms e la compravendita delle merci. quando e come. Matteo Berlingieri Assiteca SpA. Mercoledì 8 maggio 2013 Gli Incoterms e la compravendita delle merci. Incoterms e assicurazioni: quando e come. Matteo Berlingieri Assiteca SpA Mercoledì 8 maggio 2013 3 Incoterms vs Assicurazioni: quando e come 4 Incoterms

Dettagli

Condizioni generali di vendita (CGV) del Cham Paper Group e delle sue società affiliate

Condizioni generali di vendita (CGV) del Cham Paper Group e delle sue società affiliate Condizioni generali di vendita (CGV) del Cham Paper Group e delle sue società affiliate 1. Campo d applicazione Salvo diversi accordi tra le parti, le presenti Condizioni generali di vendita (di seguito

Dettagli

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA INTERO CONTRATTO Le presenti Condizioni Generali di vendita ed i termini e le obbligazioni in esse contenute sono le uniche e sole obbligazioni vincolanti

Dettagli

RISOLUZIONE N. 107/E. Roma, 3 agosto 2004

RISOLUZIONE N. 107/E. Roma, 3 agosto 2004 RISOLUZIONE N. 107/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 3 agosto 2004 Oggetto: Trattamento ai fini Iva delle prestazioni di concessione in uso di vagoni ferroviari per l esecuzione di trasporti

Dettagli

IATA - AHM 810 Annex A - Ed. January 2008 (estratto)

IATA - AHM 810 Annex A - Ed. January 2008 (estratto) ALLEGATO E IATA - AHM 810 Annex A - Ed. January 2008 (estratto) Sezione 1 - RAPPRESENTANZA, AMMINISTRAZIONE E SUPERVISIONE 1.1. Generalità 1.1.2 Relazionarsi con le autorità aeroportuali. 1.1.3 Segnalare

Dettagli

Cap. 2) USI MARITTIMI

Cap. 2) USI MARITTIMI Allegato alla delibera n. 95 del 29/09/2011 TESTO DEFINITIVO DELLA REVISIONE DEL TITOLO VII ALTRI USI REDATTO DALLA COMMISSIONE REVISIONE USI NOMINATA CON DELIBERA DELLA GIUNTA CAMERALE N.36 DEL 01 APRILE

Dettagli

LINEE GUIDA PER ESPORTARE IN BRASILE

LINEE GUIDA PER ESPORTARE IN BRASILE Il Brasile è il quinto Paese più grande al mondo e il principale partner commerciale dell Italia tra i Paesi dell America Latina H O N D URA S N I C ARA G U A Il Brasile è un Paese in continua crescita

Dettagli

PROFILI OPERATIVI DELLE OPERAZIONI CON L'ESTERO LA COMPRAVENDITA INTERNAZIONALE

PROFILI OPERATIVI DELLE OPERAZIONI CON L'ESTERO LA COMPRAVENDITA INTERNAZIONALE PROFILI OPERATIVI DELLE OPERAZIONI CON L'ESTERO LA COMPRAVENDITA INTERNAZIONALE UNIONCAMERE UNIONE ITALIANA DELLE CAMERE DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA A cura di ICC Italia Camera di

Dettagli

SCAMBI INTRACOMUNITARI IL SISTEMA INTRASTAT

SCAMBI INTRACOMUNITARI IL SISTEMA INTRASTAT SCAMBI INTRACOMUNITARI IL SISTEMA INTRASTAT Dal 1 gennaio 1993, con l apertura del Mercato Unico Europeo sono state eliminate le barriere fisiche tra i 12 Stati membri della CEE: Belgio, Danimarca, Francia,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Disposizioni generali Le presenti Condizioni, oggetto di discussione e negoziazione tra le Parti riguardo ciascuna clausola, ove non derogate da condizioni particolari

Dettagli

PREMESSA ANDREA TOSCANO

PREMESSA ANDREA TOSCANO PREMESSA Creare un manuale sui trasporti che possa permettere al lettore di poter avere un quadro preciso di riferimento, non è cosa facile poiché gli argomenti devono necessariamente essere trattati sia

Dettagli

ESPORTAZIONI. I beni ceduti all estero in virtù di contratti di appalto costituiscono esportazioni.

ESPORTAZIONI. I beni ceduti all estero in virtù di contratti di appalto costituiscono esportazioni. ESPORTAZIONI Frequentemente viene confusa l operazione triangolare con le cessioni a soggetti non residenti. Tenuto conto che la normativa IVA non è sempre allineata con la normativa doganale e i termini

Dettagli

Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI. Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme

Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI. Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI A. DISPOSIZIONI GENERALI E DEFINIZIONI Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme a) Le norme uniformi relative agli incassi, revisione 1995, pubbl.

Dettagli

PROGRAMMA DI DETTAGLIO

PROGRAMMA DI DETTAGLIO PROGRAMMA DI DETTAGLIO 1 Contesto: Obiettivo specifico del corso per Spedizionieri è la formazione di una figura professionale in possesso delle competenze necessarie per operare nel settore dei Trasporti,

Dettagli

Incoterms 2000 INCOTERMS

Incoterms 2000 INCOTERMS Incoterms 2000 Incoterms 2000 provides Preambles explaining the function of each Incoterm. These are reproduced in full for visitors to this site. For example, the Preamble to FAS FREE ALONGSIDE SHIP states

Dettagli

Circolare n. 7/D. e p.c. Roma, 18 febbraio 2004. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle dogane. Agli Uffici Tecnici di Finanza

Circolare n. 7/D. e p.c. Roma, 18 febbraio 2004. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle dogane. Agli Uffici Tecnici di Finanza Roma, 18 febbraio 2004 Circolare n. 7/D Protocollo: 7652 Rif.: Allegati: Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle dogane Agli Uffici Tecnici di Finanza Alle Direzioni Circoscrizionali dell Agenzia delle

Dettagli

PROFILI OPERATIVI DELLE OPERAZIONI CON L'ESTERO LA COMPRAVENDITA INTERNAZIONALE

PROFILI OPERATIVI DELLE OPERAZIONI CON L'ESTERO LA COMPRAVENDITA INTERNAZIONALE PROFILI OPERATIVI DELLE OPERAZIONI CON L'ESTERO LA COMPRAVENDITA INTERNAZIONALE PARTE I: PROBLEMI E RISCHI DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE 1 - Operazioni con l estero: diversità rispetto alle operazioni interne

Dettagli

LA FISCALITÀ DELL E - COMMERCE

LA FISCALITÀ DELL E - COMMERCE LA FISCALITÀ DELL E - COMMERCE LA FISCALITÀ DELL E-COMMERCE Cosa tratteremo: Intendiamoci sui termini Imposte dirette IVA INTENDIAMOCI SUI TERMINI Il commercio elettronico è un attività commerciale che

Dettagli

Accordo Provvisorio concernente le aviolinee tra la Svizzera e la Grecia

Accordo Provvisorio concernente le aviolinee tra la Svizzera e la Grecia Traduzione 1 Accordo Provvisorio concernente le aviolinee tra la Svizzera e la Grecia 0.748.127.193.72 Conchiuso il 26 maggio 1948 Approvato dall Assemblea federale il 26 aprile 1951 2 Entrata in vigore

Dettagli

marzo 2012 Le rimanenze di magazzino aspetti di Revisione

marzo 2012 Le rimanenze di magazzino aspetti di Revisione marzo 2012 Le rimanenze di magazzino aspetti di Revisione Indice Obiettivo della Revisione Attività del revisore Il rischio di revisione e le componenti del rischio Obiettivo della revisione delle rimanenze

Dettagli

USI NEGOZIALI IN MATERIA DI LEASING

USI NEGOZIALI IN MATERIA DI LEASING Capitolo 3 USI NEGOZIALI IN MATERIA DI LEASING Sommario Sezione 1^ - Leasing mobiliare Definizione Art. 1 Scelta del fornitore e del bene» 2 Forma del contratto» 3 Ordine al fornitore» 4 Consegna» 5 Versamento

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON-LINE DI INTERNOITALIANO

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON-LINE DI INTERNOITALIANO CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA ON-LINE DI INTERNOITALIANO 1.Disposizioni generali Le presenti condizioni generali di vendita (di seguito, "Condizioni Generali") si applicano a tutte le vendite di prodotti

Dettagli

Circolare n. 4/2013 del 16 luglio 2013. L entrata della Croazia nell Unione Europea e la prova delle cessioni intracomunitarie

Circolare n. 4/2013 del 16 luglio 2013. L entrata della Croazia nell Unione Europea e la prova delle cessioni intracomunitarie Circolare n. 4/2013 del 16 luglio 2013 L entrata della Croazia nell Unione Europea e la prova delle cessioni intracomunitarie Con la presente circolare informativa si intende trattare l ingresso della

Dettagli

Questionario di Assicurazione per raccolta informazioni della AZIENDA INDUSTRIALE o COMMERCIALE nel Trasporto Terrestre Marittimo Aereo di Merci

Questionario di Assicurazione per raccolta informazioni della AZIENDA INDUSTRIALE o COMMERCIALE nel Trasporto Terrestre Marittimo Aereo di Merci Questionario di Assicurazione per raccolta informazioni della AZIENDA INDUSTRIALE o COMMERCIALE nel Trasporto Terrestre Marittimo Aereo di Merci La sottoscrizione del presente Questionario non impegna

Dettagli

FISCALITÀ INTERNAZIONALE. n. 1 2012. Aspetti ed elementi contrattuali Aspetti fiscali Imposte e tasse Doganale Societario Giurisprudenza Varie Quesiti

FISCALITÀ INTERNAZIONALE. n. 1 2012. Aspetti ed elementi contrattuali Aspetti fiscali Imposte e tasse Doganale Societario Giurisprudenza Varie Quesiti FISCALITÀ n. 1 2012 INTERNAZIONALE Aspetti ed elementi contrattuali Aspetti fiscali Imposte e tasse Doganale Societario Giurisprudenza Varie Quesiti FISCALITÀ INTERNAZIONALE Fiscalità Internazionale Rivista

Dettagli

La disciplina doganale e IVA dei costi di trasporto

La disciplina doganale e IVA dei costi di trasporto La disciplina doganale e IVA dei costi di trasporto La determinazione del valore delle merci ai fini doganali rappresenta uno dei temi più delicati e complessi, giacché vigono specifiche regole che distinguono

Dettagli

I LEASING MOBILIARE FINANZIARIO

I LEASING MOBILIARE FINANZIARIO LEASING Sommario Capo I LEASING MOBILIARE FINANZIARIO Definizione Art. 1 Scelta del fornitore e del bene» 2 Forma del contratto» 3 Ordine al fornitore» 4 Consegna» 5 Pagamento del corrispettivo» 6 Assicurazione»

Dettagli

Abbreviazioni commerciali Contratti, pagamenti, dogane e trasporti

Abbreviazioni commerciali Contratti, pagamenti, dogane e trasporti A a.a.r. against all risks / contro tutti i rischi a/c account / conto AC - A/C account current / conto corrente Acp stati dell'africa, dei Caraibi e del Pacifico (aderenti alla Convenzione di Lomé) AD

Dettagli

INCOTERMS PAGAMENTI INTERNAZIONALI EMIRATI ARABI UNITI. dott. Enrico Scalco. Al Najjari. negli scambi commerciali con gli.

INCOTERMS PAGAMENTI INTERNAZIONALI EMIRATI ARABI UNITI. dott. Enrico Scalco. Al Najjari. negli scambi commerciali con gli. INCOTERMS e PAGAMENTI INTERNAZIONALI negli scambi commerciali con gli EMIRATI ARABI UNITI A cura di: dott. Enrico Scalco Al Najjari & Partners L a w F i r m NATURA DEGLI INCOTERMS Non hanno forza di legge,

Dettagli

APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASPORTO FUNZIONALI ALL ESPLETAMENTO DELLE ATTIVITÀ ANTIDOPING

APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASPORTO FUNZIONALI ALL ESPLETAMENTO DELLE ATTIVITÀ ANTIDOPING Capitolato tecnico APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASPORTO FUNZIONALI ALL ESPLETAMENTO DELLE ATTIVITÀ ANTIDOPING 1. Termini e definizioni Il presente Capitolato fornisce le indicazioni e le

Dettagli

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE RISOLUZIONE N.447/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 novembre 2008 Oggetto: Interpello Art. 11, legge 27.07.2000, n. 212. ALFA SA. Utilizzo del numero identificativo IVA in Italia da

Dettagli

OPERAZIONI TRIANGOLARI E PROVA DELL USCITA DEI BENI DAL TERRITORIO DELLO STATO

OPERAZIONI TRIANGOLARI E PROVA DELL USCITA DEI BENI DAL TERRITORIO DELLO STATO OPERAZIONI TRIANGOLARI E PROVA DELL USCITA DEI BENI DAL TERRITORIO DELLO STATO Stefano Battaglia Stefano Carpaneto Umberto Terzuolo Torino, martedì 29 aprile 2014 Triangolazioni intracomunitarie Operazioni

Dettagli

1. Contro quali rischi il Sig. Yu, solitamente copre le sue spedizioni di merce?

1. Contro quali rischi il Sig. Yu, solitamente copre le sue spedizioni di merce? Supplementari Esercizi per La Quinta Lezione Assicurazione I. Rispondere alle seguenti domande: 1. Contro quali rischi il Sig. Yu, solitamente copre le sue spedizioni di merce? 2. Quando le merci sono

Dettagli

Clausole e Condizioni generali dell industria Tessile Tedesca Testo del 01.01.2002

Clausole e Condizioni generali dell industria Tessile Tedesca Testo del 01.01.2002 Clausole e Condizioni generali dell industria Tessile Tedesca Testo del 01.01.2002 Queste clausole e condizioni generali sono valide esclusivamente tra commercianti 1 Luogo dell adempimento, consegna ed

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. Allegato 1-bis al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. Allegato 1-bis al Disciplinare di Gara Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI Allegato 1-bis al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CONTRATTO ATTO DI

Dettagli

Sul sito dell Agenzia delle Dogane è stata pubblicata l' ISTANZA DI INTERPELLO PRODOTTA DAL SIG. XX IN TEMA DI COMPILAZIONE DEL DAU

Sul sito dell Agenzia delle Dogane è stata pubblicata l' ISTANZA DI INTERPELLO PRODOTTA DAL SIG. XX IN TEMA DI COMPILAZIONE DEL DAU Sul sito dell Agenzia delle Dogane è stata pubblicata l' ISTANZA DI INTERPELLO PRODOTTA DAL SIG. XX IN TEMA DI COMPILAZIONE DEL DAU La questione riguarda l operazione disciplinata all articolo 8, lettera

Dettagli