La metodologia delle Costellazioni Sistemiche nel coaching, nella consulenza aziendale e nel management

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La metodologia delle Costellazioni Sistemiche nel coaching, nella consulenza aziendale e nel management"

Transcript

1 Percorso formativo La metodologia delle Costellazioni Sistemiche nel coaching, nella consulenza aziendale e nel management edizione

2 Percorso formativo Strutture del Successo La metodologia delle Costellazioni Sistemiche nel coaching, nella consulenza aziendale e nel management La metodologia Il termine Costellazioni Sistemiche identifica una metodologia di consulenza e management che si basa sulla rappresentazione scenica delle mappe mentali per accedere al sapere implicito e collettivo di un organizzazione. Le informazioni ricavate con questo strumento conferiscono ai processi decisionali un grado di incisività e coerenza difficilmente raggiungibile con le abituali modalità del dibattito e della discussione. Questo approccio innovativo permette di visualizzare le strutture che determinano il successo di un progetto o di un impresa, nonché di simulare e valutare soluzioni alternative. La metodologia può essere facilmente combinata con altri approcci e tecniche aumentandone l efficacia. Gli ambiti di applicazione spaziano dalla supervisione, al coaching individuale e di gruppo, alla consulenza di processo ma anche alla formazione e al management. Il percorso formativo Il percorso formativo Strutture del Successo combina sperimentazione pratica e apprendimento delle basi teoriche con l obiettivo di mettere ciascun partecipante in grado di utilizzare la metodologia nel proprio lavoro di consulente, coach o manager. Si compone di una serie di Laboratori di Systemic Management che coprono i temi e gli ambiti di applicazione più comuni del metodo. Un principio di questa offerta è la sua flessibilità: ognuno può costruirsi il suo percorso su misura sulla base delle proprie competenze ed esigenze. Assistiamo volentieri gli interessati nella scelta dei moduli più adatti al proprio ambito lavorativo. La didattica La didattica si basa sulla soluzione di casi reali e attuali che i partecipanti desiderano affrontare nel laboratorio. Con questa combinazione di formazione e consulenza ciascun partecipante non acquisisce solo uno strumento, ma ricava anche indicazioni preziose per la soluzione di un tema attuale e concreto. Si sperimenta anche la combinazione dello strumento delle Costellazioni Sistemiche con altre metodologie per integrarlo in processi di consulenza e di sviluppo articolati. Le nozioni teoriche e le istruzioni tecniche sono offerte in forma chiara e mirata all applicazione immediata in azienda. Nello spirito della comunità di apprendimento tutti i partecipanti contribuiscono in maniera creativa le loro conoscenze ed esperienze. Il supporto teorico principale è il libro Strutture del Successo pubblicato dai docenti. Inoltre verrà fornito un documento che riassume le linee guida per l utilizzo del metodo. 2

3 Supervisione su richiesta I partecipanti che seguono il percorso verranno supportati gratuitamente dai docenti via Skype, telefono o nell applicazione pratica del metodo in azienda. I docenti Georg Senoner, nato nel 1953, ha studiato economia aziendale e per 20 anni ha diretto un'azienda familiare operante sui mercati internazionali. Da 12 anni accompagna aziende e imprenditori nei processi di sviluppo dell'organizzazione e della strategia e altre situazioni critiche. Marisa Clotilde Vecchi, nata nel 1952 è psicologa di indirizzo sistemico e integra diversi approcci. Ha operato in società di consulenza aziendale occupandosi di progetti di sviluppo delle competenze, di formazione e di counselling. Opera come psicoterapeuta in uno studio privato, con particolare focalizzazione sulla cura del trauma. Marco Matera, nato nel 1968 dopo gli studi in chimica, parallelamente al lavoro analitico e di ricerca si è occupato di comunicazione e coaching. Da 10 anni svolge attività di coaching sistemico ed è specializzato in Solution Focus un approccio attraverso il quale aiuta a trovare e mettere in atto le possibili soluzioni. Prezzi La quota di partecipazione per la giornata singola è di Per i partecipanti che concordano un percorso composto da almeno 6 laboratori il prezzo del singolo laboratorio è di Sono previsti abbuoni per chi invita altri partecipanti. 280,00 + IVA 210,00 + IVA Per informazioni e iscrizioni / Tel: Sede e orari Presso: Studio T via Ciro Menotti, 12 - Milano Ore

4 I Laboratori di Systemic Management Titolo Argomenti Data L8: L intreccio Impresa Famiglia Uno sguardo alle dinamiche nascoste che governano nel bene e nel male l impresa familiare Valori e strategie della famiglia, dell impresa e della proprietà Conflitti e collaborazione tra le generazioni 12 settembre 2014 L2: Trovare il punto di leva Sviluppo della strategia aziendale e personale Analisi della strategia implicita La coerenza della Vision e Mission Modelli strategici rappresentati con costellazioni strategiche 10 ottobre 2014 L3: L organigramma sistemico Analizzare e sviluppare la struttura organizzativa Rappresentare funzioni e ruoli, delega e potere La persona giusta al posto giusto Impulsi per lo sviluppo organizzativo 14 novembre 2014 L5: Il coaching va in scena Tecniche di rappresentazione scenica nel coaching individuale e di gruppi Uso delle costellazioni nel lavoro individuale I formati più utili nel coaching e counseling 12 dicembre 2014 L1: Strutture del Successo Fondamenti teorici e tecnici delle costellazioni sistemiche Esternalizzare Il sapere implicito Scelta dei modelli mentali Interpretazione della costellazione Combinazione con altri approcci 2 febbraio L10: Gestione dei conflitti Rappresentare i fattori determinanti del conflitto e trasformarli in impulsi per il cambiamento L9: Creatività e innovazione Costellazioni favoriscono la co-creazione di nuove idee Paure e desideri nascosti Dal conflitto alla negoziazione Deescalazione del conflitto Il Potenziale innovativo del conflitto Superare i filtri logici Esplorare l intuizione e il sapere collettivo Trasformare idee in prototipi 13 marzo 17 aprile L6: Decidere in situazioni complesse Approcci sistemici per affrontare problemi e scelte Superare il dilemma Comprendere la Struttura dei problemi Testare la coerenza delle scelte Decidere all unanimità 22 maggio 4

5 L7: Leadership e teambuilding Guida e motivazione dei collaboratori I presupposti per la delega Posizione nel sistema e stile di leadership Comprendere le dinamiche nei team 23 giugno L12: Problem solving e solution focus Affrontare e comprendere la struttura dei problemi Struttura logica dei problemi Attivazione delle risorse interne e esterne Implementare le soluzioni 11 settembre L8: L intreccio Impresa Famiglia Uno sguardo alle dinamiche nascoste che governano nel bene e nel male l impresa familiare Valori e strategie della famiglia, dell impresa e della proprietà Conflitti e collaborazione tra le generazioni 23 ottobre L11: La gestione dei progetti Un approccio sistemico al project management I fattori che condizionano tempi, costi, qualità Responsabilità individuale e collettiva 27 novembre Informazioni dettagliate sui vari laboratori sono disponibili sul sito e su linkedin.com group systemic management. 5

6 I contenuti dei laboratori L1 Fondamenti teorici e tecnici della metodologia Management Constellations Come è possibile comprendere le dinamiche che determinano il successo di un impresa? Come si può trovare il punto di leva che permette di innescare un ciclo di sviluppo produttivo? Come si riesce a mobilitare tutte le risorse disponibili per affrontare le sfide e cogliere le opportunità offerte dal mercato? Sono domande alle quali ogni imprenditore e manager deve dare una risposta. Tra gli svariati metodi che la scienza del management propone, l approccio sistemico si sta dimostrando particolarmente efficace. Alle tecniche analitiche affianca una visione d insieme e al pensiero razionale aggiunge la forza dell intuizione. Le recenti scoperte nel campo delle neuroscienze evidenziano l importanza del sapere implicito e collettivo, cioè di quella parte del sapere codificato in immagini e sensazioni che non può essere espresso verbalmente e di quell intelligenza che si manifesta più nelle relazioni tra le persone che attraverso il comportamento individuale. L2. Trovare il punto di leva - Costellazioni sistemiche applicate allo sviluppo di strategie aziendali e individuali Le dinamiche che determinano il successo di un impresa si sviluppano su vari livelli. Perché una strategia aziendale oppure un intervento di cambiamento e di sviluppo organizzativo siano efficaci, è indispensabile individuare il livello logico sul quale agire, in altre parole, trovare il punto di leva che permette di innescare un circolo virtuoso. Dopo aver individuato questo livello, si riesce a mobilitare più facilmente le risorse necessarie per affrontare le sfide e cogliere le opportunità offerte dal mercato. La costellazione sistemica è uno strumento particolarmente efficace per identificare il punto di leva e permette anche di simulare strategie alternative per testarne l efficacia. I partecipanti si confronteranno con la teoria dei livelli logici sviluppata da Gregory Bateson sulla base della teoria dei tipi di Russel e Whitehead. Conosceranno il modello Epidauros che applica questa teoria alla realtà aziendale ed è particolarmente adatto per rappresentare in una costellazione una strategia sia aziendale che individuale. L3 L Organigramma Sistemico - Le costellazioni sistemiche come strumento per analizzare e sviluppare la struttura organizzativa La struttura organizzativa determina in maniera rilevante il funzionamento di un'azienda. Quanto è efficiente la divisione dei compiti e delle responsabilità - quella realmente vissuta - nella nostra organizzazione? Il nostro organigramma rispecchia la reale struttura del potere? I canali di comunicazione previsti dalla struttura organizzativa garantiscono un flusso intelligente delle informazioni? La struttura informale è compatibile e complementare con quella formale - oppure genera frizioni e blocchi costosi? La rappresentazione scenica delle strutture organizzative tramite l'organigramma Sistemico è un mezzo di eccezionale efficacia per trovare risposte a questo tipo di domande sia in fase diagnostica che di progettazione. 6

7 L obiettivo è di comprendere la dimensione sistemica dell'organizzazione e delle dinamiche che ne scaturiscono. Utilizzeremo diverse varianti del Organigramma Sistemico per analizzare l'efficacia della struttura organizzativa di un'impresa e progettare interventi di sviluppo organizzativo. L4 Marchio e posizionamento - Mettere in scena la posizione dell impresa sui propri mercati Il giusto posizionamento di un marchio o di un prodotto è una delle grandi sfide per il marketing. Il concetto stesso di posizione ci lascia intuire che le costellazioni sistemiche possono essere uno strumento eccezionale per comprendere le dinamiche conseguenti a una determinata scelta di marketing. La metodologia sistemica si presta a indagare un ampio spettro di temi: possiamo mettere in scena un messaggio pubblicitario per testare il suo effetto su diversi segmenti di consumatori, trovare un immagine adatta da abbinare a un prodotto e verificarne l impatto, analizzare l effetto di un sistema di prezzi differenziati, comprendere i valori associati a un marchio e tanti altri aspetti ancora. L obiettivo è di comprendere le relazioni tra azienda e mercato rispetto ai vari componenti del marketing mix e di sperimentare come i vari modelli e approcci ai temi del marketing possono essere messi in scena per accedere al sapere implicito dei manager e simulare soluzioni alternative. L5 Il coaching va in scena - Formati e tecniche per l utilizzo delle costellazioni sistemiche nel coaching e counseling Uno studio dell Università di Mannheim ha identificato 8 fattori di successo per il coaching: 1. Il rapporto di fiducia tra coach e coachee 2. L analisi del problema con un orientamento alla soluzione 3. La consapevolezza dei propri atteggiamenti e comportamenti 4. La consapevolezza e la gestione delle emozioni 5. Il chiarimento degli obiettivi 6. L attivazione delle risorse 7. Il supporto nel trasferimento delle soluzioni nella prassi quotidiana 8. La valutazione del processo di coaching Per tutti questi fattori le costellazioni sistemiche possono dare un contributo prezioso. Permettono di rendere visibili e percettibili le relazioni tra le persone coinvolte, rappresentare le strutture mentali, simulare alternative e testare la fattibilità e l efficacia delle soluzione elaborate. L obiettivo è di comprendere in quali fasi e con quale modalità è opportuno introdurre una costellazione sistemica in una sessione di coaching e di conoscere alcuni formati di costellazione sistemica adatti a specifiche situazioni e temi del coaching. L6 Decidere in situazioni complesse - Formati e tecniche per ottimizzare i processo decisionali Quali fattori influenzano le nostre decisioni in ambito lavorativo? Come possiamo aiutare i nostri clienti e coachee a prendere buone decisioni? Quale supporto ci può dare lo strumento delle costellazioni sistemiche? Quanto ci possiamo fidare dell intuizione e del sapere collettivo? Che ruolo giocano i bias cognitivi? Possiamo utilizzare le costellazioni sistemiche per svelarli e evitare di cadere nella trappola? Il campo di indagine è vastissimo e nella nostra prassi professionale abbiamo ottenuto parecchi risultati incoraggianti integrando le costellazioni sistemiche con altri metodi. 7

8 L obiettivo è di comprendere meglio i fenomeni collegati ai processi decisionali e di apprendere le tecniche di costellazione che ci permettono di offrire il miglior supporto possibile ai nostri clienti L7 Leadership e gestione dei team - Guida e motivazione dei collaboratori La leadership, ovvero la gestione e motivazione dei collaboratori e dei gruppi di lavoro è un tema onnipresente nel executive coaching. Mettendo in scena le mappe mentali del manager scopriamo da quale posizione e prospettiva egli esercita il suo ruolo di guida. La costellazione sistemica mostra chiaramente dove è focalizzata l attenzione del leader, quali fattori sono bene in vista e quali, invece, rimangono ai margini o sono addirittura esclusi. Le caratteristiche di uno specifico stile di leadership si manifestano in maniera sintetica e chiara: quanto peso viene dato al rapporto personale, quanto agli obiettivi e risultati, quanto ai valori, quanto al singolo collaboratore e quanto alla squadra. Gli effetti sul comportamento dei collaboratori, sia quelli desiderati che quelli indesiderati, si evidenziano nelle reazioni dei rappresentanti. Il coachee, ma anche un intero team, possono simulare approcci alternativi alla leadership e sentire gli effetti sulla propria pelle. L8 L intreccio tra impresa e famiglia - Le dinamiche nascoste che governano l impresa familiare L impresa familiare è un intreccio complesso di tre sistemi: famiglia, azienda, patrimonio. In ciascuno di questi le relazioni sono governate da valori diversi. Amore e crescita personale nella famiglia, competenza e impegno nell azienda, equità e conservazione rispetto al il patrimonio. Nella realtà quotidiana pochi riescono a distinguere adeguatamente i tre ambiti e gestirli secondo le rispettive esigenze. Successione generazionale, espansione, crisi di mercato sono solo alcuni dei momenti che mettono a dura prova le relazioni in un impresa familiare. Le costellazioni sistemiche permettono, come nessun altro metodo, di portare chiarezza in questo complesso intreccio. Vedere chiaramente le posizioni reciproche, le relazioni e le motivazioni delle persone coinvolte è il prerequisito per sciogliere le tensioni e prendere decisioni coerenti e compatibili con le esigenze dei tre sistemi. L obiettivo è di comprendere le relazioni tra famiglia, azienda e patrimonio. Individuare chiaramente il tema attuale del cliente e gli aspetti rilevanti nei tre sistemi. L9 Creatività e innovazione - Costellazioni favoriscono la co-creazione e la realizzazione di nuove idee Creatività e innovazione sono fenomeni complessi. Da un lato risultano dalla combinazione di diversi ambiti del sapere, in particolar modo di quello implicito, e dall intreccio del sapere di vari membri di un gruppo. Dall altro lato l attenzione deve essere focalizzata sugli aspetti essenziali di un determinato tema. Le costellazioni sistemiche sono particolarmente adatte ad attivare il sapere implicito e collettivo, permettono di disattivare temporaneamente i filtri del pensiero logico razionale e favoriscono l emergere di idee nuove. Nella fase successiva sono altresì utili per simulare e testare le nuove idee e sviluppare le modalità di applicazione concreta. Soprattutto in combinazione con altre metodologie che favoriscono la creatività le costellazioni permettono di ottenere risultati sorprendenti. Nel corso del laboratorio svilupperemo diverse modalità di integrazione delle costellazioni sistemiche in processi di innovazione. Sperimenteremo anche varie alternative per includere le costellazioni in un quella fase del processo di coaching dove si cercano nuove prospettive e nuove soluzioni. 8

9 L10 La gestione dei conflitti - Rappresentare i fattori determinanti del conflitto e trasformarli in impulsi per il cambiamento Conflitti di varia natura e intensità fanno parte della realtà quotidiana di ogni azienda ma non sempre vengono affrontati in maniera aperta e costruttiva. Con una costellazione sistemica si possono rappresentare le dinamiche che danno origine a situazioni conflittuali e simulare possibili soluzioni. In tal modo divergenze e irritazioni possono trasformarsi in impulsi di miglioramento e innovazione. Opportuni modelli interpretativi ci permettono di identificare i fattori rilevanti per le diverse situazioni conflittuali. A seconda del grado di escalazione si dovranno scegliere approcci differenti. Una cultura d impresa che permette di affrontare serenamente le divergenze risulta più efficiente, innovativa e dinamica e l approccio delle costellazioni sistemiche può dare un importante contributo in questo senso. Nel corso del laboratorio affronteremo vari tipi di conflitti e cercheremo di comprendere meglio le dinamiche che stanno alla loro origine. L11 La gestione dei progetti - Un approccio sistemico al project management La gestione efficace di un progetto pone al manager tutta una serie di sfide: La suddivisione dei compiti e delle responsabilità La compatibilità tra mansioni di linea e compiti nel gruppo di progetto La coesione e cooperazione tra i membri del team Il rispetto dei parametri di tempo, costo e qualità La gestione dei rischi e degli imprevisti L utilizzo efficiente delle risorse allocate Il coordinamento con i vari stakeholders. Tutti questi aspetti possono essere rappresentati e analizzati in una costellazione sistemica, che riassume in una sequenza di immagini le dinamiche essenziali che caratterizzano la situazione del progetto e del team. La sfida sta nella scelta degli elementi più significativi per la messa in scena. L obiettivo del laboratorio è di analizzare con l ausilio delle costellazioni sistemiche alcune situazioni tipiche che si riscontrano nella gestione dei progetti e dei team. L12 Problem solving e solution focus - Affrontare e comprendere la struttura dei problemi I problemi risultano in larga misura dalla discrepanza tra le nostre mappe mentali e i fenomeni che incontriamo nella nostra realtà quotidiana. Purtroppo siamo consapevoli solo di una minima parte delle nostre mappe mentali e per lo più le seguiamo in maniera automatica e, potremmo dire, cieca. La grande potenza delle costellazioni sistemiche sta proprio nella possibilità di accedere a quella parte delle nostre mappe mentali che agiscono in maniera inconscia. Nella costellazione sistemica aggiorniamo le mappe mentali adattandole alla nostra realtà attuale e ai nostri obiettivi. Un aspetto decisivo è la scoperta dei gradi di libertà dei quali disponiamo in una determinata situazione per sviluppare, entro questi limiti, il prossimo passo verso una soluzione sfruttando le risorse a nostra disposizione. Sperimenteremo diverse modalità di rappresentazione delle mappe mentali e utilizzeremo alcuni modelli che ci permettono di analizzarne la loro struttura. Illustreremo come un approccio focalizzato sulla soluzione può ispirare l utilizzo delle costellazioni sistemiche. 9

COACHING CREATIVO. la metodologia per liberare soluzioni

COACHING CREATIVO. la metodologia per liberare soluzioni COACHING CREATIVO la metodologia per liberare soluzioni La metodologia per liberare soluzioni Il Coaching Creativo è la metodologia che abbiamo elaborato in anni di ricerca e sviluppo per progettare e

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

MOSAIC LEADERSHIP INSTITUTE

MOSAIC LEADERSHIP INSTITUTE Durata del laboratorio: 1 giornata Partecipanti: max 15 Sede: Milano; MoLI Data: 26 maggio 2011 Docente: Isabella Appolloni Quota di iscrizione: 350,00 + iva a partecipante, per privati 560,00 + iva a

Dettagli

DI APPRENDIMENTO: GLI STILI E LE MODALITA DI

DI APPRENDIMENTO: GLI STILI E LE MODALITA DI La progettazione formativa e didattica GLI STILI E LE MODALITA DI DI APPRENDIMENTO: dalle dalle conoscenze alla alla interiorizzazione dei dei comportamenti organizzativi 1 IL IL PERCORSO DELL APPRENDIMENTO

Dettagli

COACHING. Bocconi Alumni Association. Presentazione

COACHING. Bocconi Alumni Association. Presentazione COACHING Bocconi Alumni Association Presentazione INDICE Perché il Coaching? Coaching e Mentoring: le differenze Ruoli, competenze e comportamenti del Coach e del Coachee (cliente) Regole del rapporto

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE Società certificata per procedure relative ad elaborazione delle retribuzioni ed amministrazione del personale Certificato ISO 9001 2008 N 50 100 2011 FORMAZIONE MANAGERIALE

Dettagli

Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF

Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF Le seguenti undici competenze chiave del coaching sono state sviluppate per fornire una maggiore comprensione rispetto alle capacità ed agli approcci

Dettagli

[Digitare il testo] Pagina 1

[Digitare il testo] Pagina 1 [Digitare il testo] Pagina 1 Il concetto di gruppo si sviluppa a partire dal 1895 con Gustave Le Bon e la Psicologia delle folle, in cui i gruppi vengono considerati come forme pericolose ed irrazionali;

Dettagli

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA MARKETING E VENDITE COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA PREMESSA Per sviluppare un piano di marketing bisogna tenere in considerazione alcuni fattori

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA

SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA SVILUPPO TALENTI PROGETTO CONSEGUIRE OBIETTIVI RICERCARE ECCELLENZA Bologna Aprile 2009 L IMPORTANZA DEL MOMENTO In un mercato denso di criticità e nel medesimo tempo di opportunità, l investimento sulle

Dettagli

ORGANIZATIONAL AND INTERPERSONAL CONFLICTS MANAGEMENT

ORGANIZATIONAL AND INTERPERSONAL CONFLICTS MANAGEMENT ORGANIZATIONAL AND INTERPERSONAL CONFLICTS MANAGEMENT Percorso formativo e progettuale in tre tappe QUANTO COSTA IL CONFLITTO? Le organizzazioni di lavoro sono sistemi di incontro, conversazione e cooperazione

Dettagli

FORMAZIONE BASE IN MANAGEMENT CONSTELLATION

FORMAZIONE BASE IN MANAGEMENT CONSTELLATION FORMAZIONE BASE IN MANAGEMENT CONSTELLATION Apprendere lo strumento della messa in scena delle Management Constellations al servizio del lavoro di Consulenza, Formazione e gestione delle Risorse Umane

Dettagli

Agenda degli incontri

Agenda degli incontri PROGETTO DI FORMAZIONE LEARNING BY DOING Descrizione Percorso Un percorso di formazione per supportare i docenti a formare in modo esplicito le competenze trasversali dei loro allievi. E ormai noto che

Dettagli

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita PRESENTAZIONE Bluform, società affermata nell ambito della Consulenza e della Formazione aziendale, realizza percorsi formativi rivolti ai dirigenti ed ai dipendenti delle aziende che vogliono far crescere

Dettagli

Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione

Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione Formazione e sviluppo per la Pubblica Amministrazione area La gestione delle risorse umane come strumento generatore di valore L Agenzia per la Formazione, l Orientamento e il Lavoro del Nord Milano nasce

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

Liberare soluzioni per il call center

Liberare soluzioni per il call center Liberare soluzioni per il call center Consulenza Formazione Coaching Chi siamo Kairòs Solutions è una società di consulenza, formazione e coaching, protagonista in Italia nell applicazione del Coaching

Dettagli

Facciamo Sicurezza. Affrontare in modo coinvolgente, innovativo ed efficace la sfida della sicurezza sul lavoro in coerenza con il Testo Unico

Facciamo Sicurezza. Affrontare in modo coinvolgente, innovativo ed efficace la sfida della sicurezza sul lavoro in coerenza con il Testo Unico Facciamo Sicurezza Affrontare in modo coinvolgente, innovativo ed efficace la sfida della sicurezza sul lavoro in coerenza con il Testo Unico 1 Indice Premessa Finalità e destinatari dell intervento Metodologia

Dettagli

SPC s.r.l. Scuola di Psicoterapia Comparata Fondata da Patrizia Adami Rook

SPC s.r.l. Scuola di Psicoterapia Comparata Fondata da Patrizia Adami Rook TECNICHE CREATIVE PER IL CAMBIAMENTO Informazioni sintetiche Titolo: Tecniche creative per il cambiamento Ore formative: 80 (da 60 min. cad.) Accreditamento AssoCounseling: 80 crediti di aggiornamento

Dettagli

Newsletter Aprile 2012

Newsletter Aprile 2012 Newsletter Aprile 2012 Lo IAL - Innovazione Apprendimento Lavoro della Campania, da sempre attento alle richieste formative e di aggiornamento che arrivano dai giovani e dal mercato del lavoro, con questa

Dettagli

IL VALORE DELLA COMUNICAZIONE ALL INTERNO DI UN TEAM

IL VALORE DELLA COMUNICAZIONE ALL INTERNO DI UN TEAM Istituto Comprensivo di Villongo Anno scolastico 2010/2011 OGGETTO: IL VALORE DELLA COMUNICAZIONE ALL INTERNO DI UN TEAM A seguito dell appuntamento telefonico con la Prof.ssa Nicoletta Vitali si è delineata

Dettagli

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio

Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio Allegato 1 REVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMPARTO Progetto per la valutazione dei comportamenti organizzativi del personale del comparto in Arpa Repertorio SINTESI DEI COMPORTAMENTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

Professional Coaching:

Professional Coaching: Professional Coaching: un supporto alla crescita della Persona per lo sviluppo di Imprese, Imprenditori e Professionisti 22 Novembre 2011 - ItaliaProfessioni - Unione Confcommercio Milano 1 IL COACHING

Dettagli

Il primo questionario di assessment europeo con un approccio sistemico nato per rispondere alle esigenze più evolute di sviluppo delle risorse umane

Il primo questionario di assessment europeo con un approccio sistemico nato per rispondere alle esigenze più evolute di sviluppo delle risorse umane Il primo questionario di assessment europeo con un approccio sistemico nato per rispondere alle esigenze più evolute di sviluppo delle risorse umane Che cos è Dolquest? E uno strumento che favorisce e

Dettagli

QUADRO AC DI COMPETENZE Versione riveduta Giugno 2012

QUADRO AC DI COMPETENZE Versione riveduta Giugno 2012 QUADRO AC DI COMPETENZE Versione riveduta Giugno 2012 Competenze di coaching per Tutti i Coach 1. Rispettare le linee guida etiche, legali e professionali 2. Stabilire il contratto di coaching e gli obiettivi

Dettagli

Percorso IDI Verona IL BILANCIO PER I NON SPECIALISTI: ELEMENTI FORMALI E INDICAZIONI STRATEGICHE

Percorso IDI Verona IL BILANCIO PER I NON SPECIALISTI: ELEMENTI FORMALI E INDICAZIONI STRATEGICHE IL BILANCIO PER I NON SPECIALISTI: ELEMENTI FORMALI E INDICAZIONI STRATEGICHE LEADER@WORK: MIGLIORARE IL CLIMA AZIENDALE E LE PRESTAZIONI DEI TEAM INTERNAZIONALIZZAZIONE: SCEGLIERE, VALUTARE E CONQUISTARE

Dettagli

FORMAZIONE COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO TORINO IVREA. Corso di alta formazione CORSO GRATUITO

FORMAZIONE COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO TORINO IVREA. Corso di alta formazione CORSO GRATUITO COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO Corso di alta formazione FORMULA INTENSIVA 7 venerdì non consecutivi di lezione in aula DOPPIA EDIZIONE: TORINO 1 EDIZIONE DAL 31 GENNAIO

Dettagli

AREA human resources. La selezione del personale 3. L assessment e la valutazione del potenziale 4. Gli strumenti 5. L analisi di clima 7

AREA human resources. La selezione del personale 3. L assessment e la valutazione del potenziale 4. Gli strumenti 5. L analisi di clima 7 AREA human resources La selezione del personale 3 L assessment e la valutazione del potenziale 4 Gli strumenti 5 L analisi di clima 7 AREA management & behavioral training La formazione del personale 9

Dettagli

CHI SIAMO. BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione in ambito di valutazione, sviluppo e formazione delle risorse umane.

CHI SIAMO. BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione in ambito di valutazione, sviluppo e formazione delle risorse umane. www.beon-dp.com Operiamo in ambito di: Sviluppo Assessment e development Center Valutazione e feedback a 360 Formazione Coaching CHI SIAMO BeOn è una società di consulenza italiana ad alta specializzazione

Dettagli

la crescita è la chiave

la crescita è la chiave AREA LEADERSHIP PROFESSIONALE IL COACHING Lo strumento di manutenzione dell uomo LeadershipLab Training Gubbio (Perugia) N.Verde 800.960.318 la crescita è la chiave MARCO MERANGOLA Tel 366 37.72.330 Fax

Dettagli

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale.

IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA. Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. IL MANAGER COACH: MODA O REQUISITO DI EFFICACIA Nelle organizzazioni la gestione e lo sviluppo dei collaboratori hanno una importanza fondamentale. Gestione e sviluppo richiedono oggi comportamenti diversi

Dettagli

32 EDIZIONE 2014-2015

32 EDIZIONE 2014-2015 32 EDIZIONE 2014-2015 Il prossimo ottobre prenderà il via la diciannovesima edizione del master per capi negozio supermercati. Oramai un classico dell offerta formativa di Scuola Coop Hanno già partecipato

Dettagli

Cap. 7: L IMPRENDITORE MANAGER E IL MANAGER - IMPRENDITORE

Cap. 7: L IMPRENDITORE MANAGER E IL MANAGER - IMPRENDITORE : L IMPRENDITORE MANAGER E IL MANAGER - IMPRENDITORE Definizioni Per lo sviluppo di un impresa sono necessarie sia le abilità dell imprenditore che quelle dei manager * Le abilità imprenditoriali sono

Dettagli

Essere Manager per creare valore

Essere Manager per creare valore FORMAZIONE E SERVIZI INNOVATIVI - RAVENNA CATALOGO CORSI www.ecipar.ra.it/som Essere Manager per creare valore Ecipar di Ravenna School of Management La School Of Management (SOM) realizzata da Ecipar

Dettagli

FORMAZIONE DI MANTENIMENTO IVASS ANNO 2013

FORMAZIONE DI MANTENIMENTO IVASS ANNO 2013 1. PROGETTO FORMATIVO FORMAZIONE DI MANTENIMENTO IVASS ANNO 2013 Si tratta di un iniziativa formativa svolta in ottemperanza ai disposti del Regolamento Isvap n 5 del 16 ottobre 2006, focalizzata su: mantenimento

Dettagli

Experiential Training Activity

Experiential Training Activity Experiential Training Activity L EXPERIENTIAL TRAINING ACTIVITY È un modo di fare formazione che va da semplici tecniche all'aperto fino a progetti molto complessi. L Experiential Training Activity è una

Dettagli

La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza

La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Percorso per Responsabili di Unità Organizzative. Da capo a leader: imparare a valorizzare e sviluppare

Dettagli

Art. 1 - Oggetto. Oggetto del presente Piano è la progettazione di massima dei corsi per il triennio 2014-2016 e il relativo preventivo economico.

Art. 1 - Oggetto. Oggetto del presente Piano è la progettazione di massima dei corsi per il triennio 2014-2016 e il relativo preventivo economico. PIANO DI FORMAZIONE TRIENNIO 2014-2016 AI SENSI DELLA CONVENZIONE TRA LA SCUOLA NAZIONALE DELL AMMINISTRAZIONE E L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Art. 1 - Oggetto Oggetto del presente Piano

Dettagli

IALT 9. www.leadership.it http://ialtbook.ning.com

IALT 9. www.leadership.it http://ialtbook.ning.com IALT 9 International Academy on Leadership and Teamwork L obiettivo dell International Academy on Leadership and Teamwork è creare un cambiamento positivo nella società attraverso la crescita delle persone

Dettagli

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 10 OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI AUTOCONTROLLO ATTENZIONE E PARTECIPAZIONE ATTEGGIAMENTO E COMPORTAMENTO

Dettagli

PRESENTAZIONE DELL AZIENDA LA FORMAZIONE GRUEMP PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE TRASVERSALI

PRESENTAZIONE DELL AZIENDA LA FORMAZIONE GRUEMP PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE TRASVERSALI PRESENTAZIONE DELL AZIENDA GRUEMP nasce nel 1993 come conseguenza di un percorso di formazione personale e professionale dei titolari e ispiratori del progetto, Claudio e Damiano Frasson, che hanno saputo

Dettagli

AREA COMUNICAZIONE. 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicare in Rete 3. Parlare in Pubblico 4. Presentazioni Efficaci

AREA COMUNICAZIONE. 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicare in Rete 3. Parlare in Pubblico 4. Presentazioni Efficaci AREA COMUNICAZIONE 1. La Comunicazione Efficace 2. Comunicare in Rete 3. Parlare in Pubblico 4. Presentazioni Efficaci LA COMUNICAZIONE EFFICACE Significato e Finalità Conoscere il funzionamento del processo

Dettagli

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE manageriali f o r m a z i o n e IL CONTESTO Le trasformazioni organizzative e culturali che stanno avvenendo nelle amministrazioni comunali,

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Chi Siamo motivazione partecipazione attiva prove esperienziali verificando l apprendimento

Chi Siamo motivazione partecipazione attiva prove esperienziali verificando l apprendimento Chi Siamo ADM Advanced Development of Mind svolge la sua attività nell ambito del Miglioramento Personale, della Formazione Aziendale, della Consulenza e del Coaching. Fondata nel 1997 da Andrea Di Martino,

Dettagli

Executive Coaching un percorso per il Self Empowerment

Executive Coaching un percorso per il Self Empowerment Executive Coaching un percorso per il Self Empowerment 0 Executive Coaching Executive Coaching: per trovare il Coach e l approccio più adatti a migliorare alcuni aspetti della propria leadership, gestire

Dettagli

Lo Sviluppo delle Capacità

Lo Sviluppo delle Capacità Lo Sviluppo delle Capacità 1 Come elaborare un Piano di sviluppo: premesse e processo 3 2 Appendice A: Una guida per la Diagnosi degli ostacoli 7 3 Appendice B: Una guida per la scelta delle Tecniche 8

Dettagli

Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane (HR) Strumenti per le Risorse Umane

Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane (HR) Strumenti per le Risorse Umane Gestione e Sviluppo delle Risorse Umane (HR) Strumenti per le Risorse Umane Quadro di riferimento Le opzioni per le aziende per crescere e garantirsi continuità incrementano: si acquisiscono imprese o

Dettagli

persone impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa

persone impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa perché PersoneImpresa Persone e Impresa è il consulente direzionale cui imprenditori e direttori si rivolgono

Dettagli

CORSO AVANZATO EFAC. Roma, 30 marzo 2012

CORSO AVANZATO EFAC. Roma, 30 marzo 2012 CORSO AVANZATO EFAC Roma, 30 marzo 2012 1 Corso avanzato per Caf Assessor La leadership e le dinamiche di gruppo 2 Da Henry Ford a Steve Jobs Siate affamati,.. siate folli Voi non dovete pensare, ci sono

Dettagli

SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore. Il progetto in breve

SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore. Il progetto in breve SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore Il progetto in breve Questo percorso formativo si propone di formare 25 persone in modo da aumentarne la capacità

Dettagli

Professional Competence

Professional Competence Settembre 2011 Presentazione Il coaching è per noi l arte di accompagnare qualcuno alla meta. Il corso offre le basi e i principali strumenti per chi intende far proprio il coaching come modello di riferimento

Dettagli

LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale

LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale Associazione DAGUS www.associazionedagus.it associazione.dagus@gmail.com. 1 Lo psicologo in azienda L analisi e la promozione

Dettagli

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI La qualità organizzativa passa attraverso la qualità delle persone 1. Le ragioni del corso Nella situazione attuale, assume una rilevanza sempre maggiore la capacità

Dettagli

RIMOTIVAZIONE MODELLI E PERCORSI DI CONSULENZA ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

RIMOTIVAZIONE MODELLI E PERCORSI DI CONSULENZA ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE RIMOTIVAZIONE MODELLI E PERCORSI DI CONSULENZA ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE INDICE 1 PREMESSA 5 IL PROGETTO RIMOTIVAZIONE 6 PRIMA PARTE IL CONTESTO TEORICO DI RIFERIMENTO 8 CAPITOLO PRIMO I DIVERSI MODELLI

Dettagli

Coaching e PNL per gli operatori del fitness

Coaching e PNL per gli operatori del fitness Coaching e PNL per gli operatori del fitness Corsi di Formazione 2014 Il progetto Ciao, siamo Marco e Savino, due coach professionisti e trainer di PNL. Il nostro obiettivo è quello di fornire un eccezionale

Dettagli

Team che creano valore

Team che creano valore La scuola di coaching Metodologie ed approcci innovativi ed efficaci per coach professionisti Terza riga intro Team che creano valore Dal team coaching al team mentoring Edizione di Milano dall 11 al 13

Dettagli

LABORATORIO NEGOZIAZIONE

LABORATORIO NEGOZIAZIONE Milano, 13 aprile 2012 Professione: MANAGER LE MONOGRAFIE Professione: MANAGER LABORATORIO NEGOZIAZIONE INTERVENTO DI FORMAZIONE/COACHING PER RESPONSABILI NUOVE STRUTTURE REGIONALI 2012 2011 The European

Dettagli

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi 2 Pure Performance La nostra Cultura Alfa Laval è un azienda focalizzata sul cliente e quindi sul prodotto con una forte cultura

Dettagli

ARI LIENTI COLLEGHI. A) La Relazione B) La Posizione in Azienda

ARI LIENTI COLLEGHI. A) La Relazione B) La Posizione in Azienda BUSINESS CASE ARI LIENTI COLLEGHI Vi ringraziamo per la vostra attenzione e i numerosi feedback ricevuti; dopo l invio del Business Case proposto il 29 ottobre 2015, vi proponiamo una sintetica analisi

Dettagli

Realizzare la valutazione inclusiva

Realizzare la valutazione inclusiva LA VALUTAZIONE NELLE CLASSI COMUNI IT Realizzare la valutazione inclusiva La fase conclusiva del progetto La valutazione nelle classi comuni dell Agenzia ha visto un dibattito e una spiegazione del concetto

Dettagli

RETAIL MARKETING & RELAZIONE CON IL CLIENTE

RETAIL MARKETING & RELAZIONE CON IL CLIENTE RETAIL MARKETING & RELAZIONE CON IL CLIENTE La formazione e lo sviluppo ru uno strumento di cambiamento per la persona e l organizzazione Ad Meliora srl partita iva 07458521007 Tel: 06 39754305 - Fax:

Dettagli

1 MASTER IN COACHING

1 MASTER IN COACHING MASTER IN COACHING 1 3 Una scuola di eccellenza Gestioni e Management è un impresa di consulenza e formazione avanzata nata nel 1982 con l idea di perseguire la piena soddisfazione e il successo dei propri

Dettagli

Management: perchè, dove, come e quando

Management: perchè, dove, come e quando Management: perchè, dove, come e quando Il corso si propone di far conoscere il set degli strumenti che ogni manager deve portarsi in ogni viaggio/sfida aziendale, far comprendere dove il viaggio manageriale

Dettagli

Il gruppo nella ricerca-azione. azione. Cantù, 24 maggio 2011

Il gruppo nella ricerca-azione. azione. Cantù, 24 maggio 2011 Il gruppo nella ricerca-azione azione Cantù, 24 maggio 2011 Life Skills di comunità PAR (Participatory Action Research): Analisi degli Stakeholders Valorizzazione del lavoro in gruppo Focus groups Conference(Tavoli)

Dettagli

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 Le 11 competenze di base del coaching sono state sviluppate per permettere una migliore comprensione delle competenze e degli approcci utilizzati nell ambito della

Dettagli

Dalla valutazione alla valorizzazione delle performance

Dalla valutazione alla valorizzazione delle performance LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE IN QUALITÀ La valutazione delle prestazioni basata sulle competenze Dalla valutazione alla valorizzazione delle performance Lo strumento che verrà illustrato nelle pagine

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 1. Comprendere le principali caratteristiche distintive dei gruppi di lavoro 2. Conoscere i fattori che incidono sul funzionamento dei gruppi di lavoro 3. Acquisire conoscenze

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2016

CALENDARIO CORSI 2016 CALENDARIO CORSI 2016 LE AREE DI INTERVENTO FORMATIVO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Pag. 3 GESTIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE Pag. 7 INFORMATICA Pag. 12 La spending review: come fare

Dettagli

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali METODOLOGIA Scuola dell infanzia La scuola dell infanzia è un luogo ricco di esperienze, scoperte, rapporti, che segnano profondamente la vita di tutti coloro che ogni giorno vi sono coinvolti, infatti

Dettagli

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale La gestione creativa dei conflitti L ARTE STRATEGICA DI GESTIRE I CONFLITTI (L autodifesa conversazionale) Potenziare la capacità di gestione delle dinamiche conflittuali e di trarre occasioni di crescita

Dettagli

Pagine di soluzioni. Catalizzare l innovazione con il Coaching Creativo Massimo Del Monte

Pagine di soluzioni. Catalizzare l innovazione con il Coaching Creativo Massimo Del Monte Pagine di soluzioni Catalizzare l innovazione con il Coaching Creativo Massimo Del Monte 1 1. Introduzione Negli ultimi anni si è molto parlato della crisi economica che si è abbattuta sul mondo aziendale,

Dettagli

Operazione W.O.M.E.N. Rif. PA 2011-1326/RE

Operazione W.O.M.E.N. Rif. PA 2011-1326/RE Progetto 1: Gestire il tempo Durata complessiva: 28 di cui 16 di aula (4 incontri da 4 ore), 6 di e-learning e 6 di project work Numero partecipanti previsto: 14 Quota iscrizione 30 Modulo 1 La gestione

Dettagli

Alla Dottoressa Francesca Sabella Ufficio IV Al Direttore ANSAS nucleo del Veneto Dottoressa A. Missana

Alla Dottoressa Francesca Sabella Ufficio IV Al Direttore ANSAS nucleo del Veneto Dottoressa A. Missana Alla Dottoressa Francesca Sabella Ufficio IV Al Direttore ANSAS nucleo del Veneto Dottoressa A. Missana Oggetto: Relazione della quarta annualità del progetto Psicologia dell'apprendimento della matematica.

Dettagli

PERSONAL BRANDING: l arte di promuovere se stessi Movicar Srl Formazione in Movimento e ASD L'arte del meglio vivere Personal Branding 1 Noi siamo gli amministratori delegati delle nostre stesse aziende:

Dettagli

il tuo sviluppo concreto

il tuo sviluppo concreto BROCHURE 2015 Navigare necesse est, vivere non necesse il tuo sviluppo concreto 01 Coerenza: Siamo prima di tutto imprenditori che applicano le tecniche che forniamo 02 Responsabilità: ci sentiamo e comportiamo

Dettagli

COMPETENZE PER L INNOVAZIONE E LO SVILUPPO NELL'AREA PERSONALE E ORGANIZZAZIONE

COMPETENZE PER L INNOVAZIONE E LO SVILUPPO NELL'AREA PERSONALE E ORGANIZZAZIONE CORSI IN PARTENZA A GENNAIO 2010 1 COMPETENZE PER L INNOVAZIONE E LO SVILUPPO NELL'AREA PERSONALE E ORGANIZZAZIONE Accrescere le doti manageriali dei partecipanti nella gestione delle risorse umane Trasmettere

Dettagli

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B Fornire ai partecipanti elementi di Marketing, applicati alla realtà Business to Business. MARKETING B2B Il corso si rivolge a tutti coloro che si occupano di vendite

Dettagli

Team development program

Team development program Industrial Management School Percorso Team development program Crescere lavorando in gruppo Percorsi area Human Resources & Skills Percorso Team development program La mappa Lavorare in gruppo 1 Valorizzare

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione

LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO. Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA BANCA FORMAZIONE DEL TEAM PER L INNOVAZIONE ED IL CAMBIAMENTO Programma di sviluppo continuo dell innovazione LA REALTÀ CORRENTE INNOVATION & CHANGE OGGI IL CLIMA GENERALE È CARATTERIZZATO DA CONTINUI

Dettagli

Unità d apprendimento /Competenza

Unità d apprendimento /Competenza Titolo dell Unità di Apprendimento/Competenza: Moltiplichiamo Unità d apprendimento /Competenza Denominazione Classe Competenza/e da sviluppare Prova di accertamento finale Prerequisiti in termini di competenze,

Dettagli

www.mauriziovinci.it

www.mauriziovinci.it www.mauriziovinci.it Il mercato impone decisioni rapide ed efficaci, obiettivi chiari e sostenibili, strategie ben strutturate che non lasciano spazio all improvvisazione. Studio di consulenza integrata

Dettagli

PROMUOVERE LO SVILUPPO PERSONALE E SOCIALE. Laboratorio Life Skills Education 2007

PROMUOVERE LO SVILUPPO PERSONALE E SOCIALE. Laboratorio Life Skills Education 2007 PROMUOVERE LO SVILUPPO PERSONALE E SOCIALE 200 Programma di lavoro PRIMA PARTE: FONDAMENTI TEORICI la scuola dell autonomia come contesto di promozione della salute e dello sviluppo personale e sociale

Dettagli

Traduzione non ufficiale

Traduzione non ufficiale Traduzione non ufficiale Proposta di RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO sulla costituzione del Quadro europeo delle Qualifiche per l apprendimento permanente (testo con attinenza all

Dettagli

LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA

LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA Sul tema della leadership già a partire dai primi anni del novecento sono stati sviluppati diversi studi, che consideravano

Dettagli

corsi di formazione 2006-07 Organizzazione e Management

corsi di formazione 2006-07 Organizzazione e Management Al Polo Lionello Bonfanti corsi di formazione 2006-07 OM Organizzazione e Management OM ORG-MNG 01 Comunicazione aziendale Destinatari Durata ore / giornate Apprendere un modello della comunicazione non

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE IL CONFLITTO

LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE IL CONFLITTO LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE IL CONFLITTO IL GIOCO DELL INTERRELAZIONE annalisa amadi Latina Scalo 22-23 giugno 2013 1 il conflitto si esprime attraverso i comportamenti 2 il comportamento è la manifestazione

Dettagli

TRAINING & DEVELOPMENT

TRAINING & DEVELOPMENT TRAINING & DEVELOPMENT SALES & MKTG www.salesline.it page 1 DEVELOPMENT Sales Line supporta le aziende nella progettazione e realizzazione di programmi di training mirati per l organizzazione commerciale,

Dettagli

azioni di rigenerazione sociale

azioni di rigenerazione sociale azioni di rigenerazione sociale I contenuti di questo libro possono essere condivisi rispettando la licenza Chi siamo Indice 3 Chi siamo 5 Cos è concretamente Change Community Model? 6 Quali sono gli ingredienti

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI SETTEMBRE 2013 GENNAIO 2014 Fondazione CUOA Da oltre 50 anni Fondazione CUOA forma la nuova classe manageriale e imprenditoriale.è la prima business school

Dettagli

Scegliere l abito. Laboratori gratuiti formativi ed informativi per la creazione d impresa 4 ORE

Scegliere l abito. Laboratori gratuiti formativi ed informativi per la creazione d impresa 4 ORE Scegliere l abito Distinguere le forme giuridiche per svolgere l attività imprenditoriale e individuare la forma più idonea in funzione dell idea d impresa Spesso le persone che intendono orientarsi all

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli

RISOVERE IL SVILUPPARE LE CAPACITÀ DI TEAM WORKING E PROBLEM SOLVING IN GRUPPO

RISOVERE IL SVILUPPARE LE CAPACITÀ DI TEAM WORKING E PROBLEM SOLVING IN GRUPPO Valorizzare competenze, potenziale e motivazione per il successo personale e aziendale RISOVERE IL SVILUPPARE LE CAPACITÀ DI TEAM WORKING E PROBLEM SOLVING IN GRUPPO www.ecfconsulenza.it Percorso Formativo:

Dettagli

CATALOGO CORSI 2015 AREA: GESTIRE E POTENZIARE SE STESSI

CATALOGO CORSI 2015 AREA: GESTIRE E POTENZIARE SE STESSI CATALOGO CORSI 2015 AREA: GESTIRE E POTENZIARE SE STESSI I corsi, condotti da docenti qualificati e per un numero massimo di 10 persone, sono rivolti allo sviluppo competenze personali, per aumentare l

Dettagli

Formare i formatori al tempo della crisi

Formare i formatori al tempo della crisi Settembre 2013, anno VII N. 8 Formare i formatori al tempo della crisi di Giusi Miccoli 1 La situazione della formazione e confronto con l Europa La crisi economica e finanziaria che da alcuni anni colpisce

Dettagli

Il piano formativo fornisce ai partecipanti l occasione di affrontare i temi dell innovazione

Il piano formativo fornisce ai partecipanti l occasione di affrontare i temi dell innovazione Spegea, scuola di management da più di vent anni, è lieta di presentare il piano formativo notalikes notalikes, Innovative Managers Community, progettato per i dirigenti delle aziende del territorio pugliese

Dettagli

Intensive in. Mediazione dei conflitti in azienda Le vie alternative (A.D.R.) I edizione 21-22 Aprile 2009

Intensive in. Mediazione dei conflitti in azienda Le vie alternative (A.D.R.) I edizione 21-22 Aprile 2009 Intensive in Mediazione dei conflitti in azienda Le vie alternative (A.D.R.) I edizione 21-22 Aprile 2009 Codice Z3055 La maggior parte dei professionisti in azienda non ha ricevuto una formazione specifica

Dettagli