VADEMECUM NORMATIVO PER L ESPORTATOREL MERCATO ALIMENTARE SVIZZERO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VADEMECUM NORMATIVO PER L ESPORTATOREL MERCATO ALIMENTARE SVIZZERO"

Transcript

1 I regolamenti sul commercio dei prodotti agricoli tra Svizzera e Unione Europea rientrano negli Accordi bilaterali I in vigore dal Giugno principi Mantenimento di un livello minimo di restrizioni tariffarie e quantitative Crescente armonizzazione dei requisiti per la classificazione dei prodotti

2 Esempi di crescente armonizzazione 1. Abolizione nel 2007 di ogni restrizione sui formaggi; 2. imminente adeguamento della normativa federale svizzera in materia di ingredienti delle derrate alimentari; 3. presto abolita la predichiarazione sulla sicurezza dei trasporti di merci; 4. presto liberalizzato il commercio di carne e suoi derivati (in attesa della fine dei negoziati OMC UE). 65

3 Limiti quantitativi all importazione (CONTINGENTI) (all nterno dei quali si importa a dazio zero o basso e al di fuori dei quali si importa con dazio più alto): l aliquota di dazio va verificata per ogni prodotto speicifico (www.tares.ch) Permesso generale d importazione (PGI) obbligatorio per tutti gli importatori residenti sul territorio svizzero Quota obbligatoria all interno del contingente stabilito dalla Confederazione Alla dogana si controlla: Le qualifiche dell importatore Corrispondenza del numero di PGI al nome dell importatore Assegnazione della quota all importatore Ogni partita di merce sdoganata può essere sottoposta 66 a tassa doganale e/o dazio.

4 CHECK LIST PER L`ESPORTATORE (in partenza da casa) DAU (www.agenziadogane.gov.it ) Documento amministrativo unico necessario per le esportazioni extra UE EUR 1 (www.agenziadogane.gov.it ) documento di origine che serve a certificare la provenienza UE del prodotto e a permettere di usufruire del regime preferenziale accordato ai prodotti europei Carnet ATA In caso di esportazioni temporanee per mostre o fiere Fattura commerciale Redatta in tre copie

5 CHECK LIST PER L ESPORTATOREL (prima di arrivare in dogana) Esempio classico Una ditta esporta in Svizzera bottiglie di vino rosso naturale, 13 gradi, in bottiglie di vetro da 0,75 litri per verificare: Contingente residuo Ammontare del dazio VADEMECUM NORMATIVO PER L ESPORTATOREL TO DO Tassazione (Eventuale imposta doganale, IVA e Accisa) (a) Nelle prossime slides la visualizzazione di (b) Nelle vostre cartelline una sintesi normativa prodotto per prodotto 68

6 Estratto Tares 1 69

7 Estratto Tares 2 70

8 Estratto Tares 2 (continua( continua) 71

9 Estratto Tares 3

10 L AUTORITÀ IN MATERIA DOGANALE APPLICATA AL FOOD Ufficio federale dell agricoltura UFAG Mattenhofstrasse 5 CH-3003 Bern Tel: Fax: oppure e per domande e dubbi sulle restrizioni legali e doganali all'importazione agroalimentare in Svizzera anche in lingua italiana

11 ETICHETTATURA FONTE : Ufficio federale della sanità pubblica Ordinanza federale sulla caratterizzazione e la pubblicità delle derrate alimentari Art 1...La caratterizzazione comprende tutte le diciture sull imballaggio imballaggio,, la confezione o l etichetta di un prodotto Art. 2. Le derrate alimentari preimballate,, al momento della consegna al consumatore devono essere caratterizzate con le indicazioni seguenti

12 ETICHETTATURA Denominazione specifica Elenco delle indicazioni Elenco degli ingredienti Indicazioni contenenti allergeni.. Indicazione quantitativa degli ingredienti Data minima di conservabilità e la data di consumo Nome e ragione sociale di produttore, imballatore, confezionatore e distributore Paese di produzione Tenore alcolico (se tale) 75

13 Tenore alcolico (se tale) ETICHETTATURA Elenco delle indicazioni Indicazioni per bevande alcoliche dolci Stato fisico della derrata e procedimento tecnologico impiegato Ricostituito per diluizione se prodotto diluito Indcazioni per cibo refrigerato o surgelato irradiato se prodotto trattato con radiazioni ionizzanti Indicazione di eventuali OGM Istruzioni per l uso quando necessarie ad un uso conforme alla destinazione del prodotto 76

14 ETICHETTATURA Elenco delle indicazioni La partita del prodotto Indicazione del valore nutritivo Il marchio di identificazione Indicazioni ai sensi degli articoli 33 e 35 Questi 20 punti vengono appofonditi negli articoli 3 40 dell`ordinanza Sullo stesso sito alla voce 817 Derrate alimentari e oggetti d uso si trovano ordinanze specifiche per tipologia di prodotto 77

15 L AUTORITÀ IN MATERIA DI ETICHETTATURA APPLICATA AL FOOD in lingua italiana Laboratorio cantonale Via Mirasole 22 CH-6500 BELLINZONA Tel Fax /DSS/DSP/LabC/settori/Ispezioni/Etichette/default.htm

VADEMECUM NORMATIVO PER L ESPORTATORE SUL MERCATO SVIZZERO

VADEMECUM NORMATIVO PER L ESPORTATORE SUL MERCATO SVIZZERO SUL MERCATO SVIZZERO 4 ordini di limitazioni alle transazioni economiche A) Limitazioni alle importazioni Dogana B) Limitazioni alle importazioni di carattere normativo/sanitario C) Limitazioni alle importazioni

Dettagli

Dogana Svizzera. Disposizioni doganali. Camera di commercio di Ancona - 23 marzo 2012 P. Prada Direzione delle dogane Lugano

Dogana Svizzera. Disposizioni doganali. Camera di commercio di Ancona - 23 marzo 2012 P. Prada Direzione delle dogane Lugano Dogana Svizzera Disposizioni doganali Camera di commercio di Ancona - 23 marzo 2012 P. Prada Direzione delle dogane Lugano Compiti La riscossione dei tributi (dazi, IVA, imposta sugli oli minerali, sugli

Dettagli

ESPORTAZOINE DALL ITALIA IN NORVEGIA

ESPORTAZOINE DALL ITALIA IN NORVEGIA ESPORTAZOINE DALL ITALIA IN NORVEGIA Settore del vino Gennaio 2013 Ufficio di Oslo Inkognitogata 7 N-0244 Oslo T + 47 23 13 16 30 F +47 23 13 16 31 oslo@ice.it http://www.ice.it/paesi/europa/norvegia/

Dettagli

ESPORTAZIONE VERSO L UE DI PRODOTTI A BASE DI CARNE DESTINATI AL CONSUMO UMANO

ESPORTAZIONE VERSO L UE DI PRODOTTI A BASE DI CARNE DESTINATI AL CONSUMO UMANO ESPORTAZIONE VERSO L UE DI PRODOTTI A BASE DI CARNE DESTINATI AL CONSUMO UMANO ACCORDO BILATERALE SVIZZERA/UE SUI PRODOTTI AGRICOLI L'accordo del 21 giugno 1999, fra la Confederazione Svizzera e la Comunità

Dettagli

ESPORTAZIONE DALL ITALIA IN NORVEGIA

ESPORTAZIONE DALL ITALIA IN NORVEGIA ESPORTAZIONE DALL ITALIA IN NORVEGIA Settore agroalimentare Ottobre 2010 Ufficio di Oslo Henrik Ibsens gate 60A N-0255 Oslo T + 47 22 54 05 40 F +47 22 54 05 41 oslo@ice.it http://www.ice.it/paesi/europa/norvegia/

Dettagli

Camera di Commercio Italiana per la Svizzera fondata nel 1909. ALIMENTARE, FORMAGGI, PARMIGIANO REGGIANO: il mercato svizzero

Camera di Commercio Italiana per la Svizzera fondata nel 1909. ALIMENTARE, FORMAGGI, PARMIGIANO REGGIANO: il mercato svizzero ALIMENTARE, FORMAGGI, PARMIGIANO REGGIANO: il mercato svizzero Reggio Emilia, 11.07.2007 RELAZIONI ECONOMICHE CON L ESTERO E MADE IN ITALY Sesto mercato target per il Made in Italy /11/07 (Mln ) 4000 3000

Dettagli

MERCATO SVIZZERO opportunità per l export italiano

MERCATO SVIZZERO opportunità per l export italiano MERCATO SVIZZERO opportunità per l export italiano CONTATTI Camera di Commercio Italiana per la Svizzera Fabrizio Macrì, Marketing Seestrasse 123 CH 8002 Zürich Tel: 0041 44 289 23 23 Fax: 0041 44 201

Dettagli

Renato Di Gisi Rovereto, 24 giugno 2015

Renato Di Gisi Rovereto, 24 giugno 2015 Sommaire 1. Le commerce de détail, en bref 2. Classements Il mercato Svizzero 3. Étude «Achats des Suisses à l'étranger» 4. Grands distributeurs 5. Discounters 6. Magasins alimentaires 7. Convenience-stores

Dettagli

Norme generali per l esportazione di prodotti alimentari e prodotti alcolici in Germania (Ottobre 2007)

Norme generali per l esportazione di prodotti alimentari e prodotti alcolici in Germania (Ottobre 2007) Norme generali per l esportazione di prodotti alimentari e prodotti alcolici in Germania (Ottobre 2007) 1 Regime d importazione e legislazione Il regime d'importazione in Germania è quello previsto dalla

Dettagli

Additivi alimentari: aspetti normativi e criticità della etichettatura

Additivi alimentari: aspetti normativi e criticità della etichettatura Corso di formazione sugli additivi alimentari 23 gennaio 2013 I edizione 24 gennaio 2013 II edizione Benevento Additivi alimentari: aspetti normativi e criticità della etichettatura Antonella Semeraro

Dettagli

Origine Preferenziale, regole per la corretta applicazione: aspetti generali

Origine Preferenziale, regole per la corretta applicazione: aspetti generali Origine Preferenziale, regole per la corretta applicazione: aspetti generali Gli accordi di libero scambio (commercio preferenziale) stanno assumendo sempre maggior rilevanza all interno del panorama del

Dettagli

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare

L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Milano, 28 aprile 2014 L industria del Made in Italy e la route to market verso l internazionalizzazione. Spunti su come l Europa ci può aiutare Paolo De Castro Presidente Commissione Agricoltura e Sviluppo

Dettagli

Corsi internazionalizzazione

Corsi internazionalizzazione Corsi internazionalizzazione Il Nuovo Codice Doganale Comunitario 18 Novembre 2014 Fiscalità comunitaria ed internazionale. IVA e aspetti operativi: triangolazioni UE ed extra UE. Focus su operazioni con

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I

il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I 1 R e g n o U n i t o G i a p p o n e G e r m a n i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F

Dettagli

EGITTO NORMATIVE. A partire dal 1 gennaio 2007, sono state apportate delle modifiche operative alla compilazione del DAU.

EGITTO NORMATIVE. A partire dal 1 gennaio 2007, sono state apportate delle modifiche operative alla compilazione del DAU. EGITTO NORMATIVE In Egitto sono presenti delle zone franche. Sul piano doganale sono considerate come esterne al paese. Queste zone sono sia pubbliche che private Documenti di spedizione Oltre alla dichiarazione

Dettagli

TURCHIA NORMATIVE. I certificati di circolazione ATR sono reperibili presso gli uffici delle dogane.

TURCHIA NORMATIVE. I certificati di circolazione ATR sono reperibili presso gli uffici delle dogane. TURCHIA NORMATIVE Documenti di spedizione Oltre la dichiarazione doganale (DAU) usualmente richiesta per tutte le spedizioni (salvo all`interno dell`unione europea), le spedizioni destinate alla Turchia

Dettagli

LINEE GUIDA PER ESPORTARE FOOD & WINE IN GIAPPONE

LINEE GUIDA PER ESPORTARE FOOD & WINE IN GIAPPONE LINEE GUIDA PER ESPORTARE FOOD & WINE IN GIAPPONE 1 DHL Express (Italy) s.r.l. Marketing 062014 LINEE GUIDA PER ESPORTARE FOOD & WINE IN GIAPPONE Tra i Paesi dell Asia orientale, dopo la Cina, il Giappone

Dettagli

Ordinanza concernente il prezzo d obiettivo, i supplementi e gli aiuti nel settore lattiero

Ordinanza concernente il prezzo d obiettivo, i supplementi e gli aiuti nel settore lattiero Ordinanza concernente il prezzo d obiettivo, i supplementi e gli aiuti nel settore lattiero (Ordinanza sul sostegno del prezzo del latte, OSL) 916.350.2 del 7 dicembre 1998 (Stato 5 febbraio 2002) Il Consiglio

Dettagli

Giornata dell export: Gli accordi di libero scambio e le implicazioni per le aziende elvetiche

Giornata dell export: Gli accordi di libero scambio e le implicazioni per le aziende elvetiche Giornata dell export: Gli accordi di libero scambio e le implicazioni per le aziende elvetiche 5 febbraio 2014 Giorgio Binda, Capo della sezione tariffa e regimi doganali DC Lugano Di cosa si tratta? L'esportatore

Dettagli

Esportare prodotti alimentari negli Stati Uniti d America (USA)

Esportare prodotti alimentari negli Stati Uniti d America (USA) Esportare prodotti alimentari negli Stati Uniti d America (USA) Premesse esportazione prodotti agroalimentari Negoziati in corso per Accordi bilaterali UE USA (tutela DOP e IGP, riconoscimento attività

Dettagli

Tariffe per spedire vino con Poste italiane e corriere

Tariffe per spedire vino con Poste italiane e corriere Tariffe per spedire vino con Poste italiane e corriere Normativa e tariffe per spedire vino in italia con Poste italiane e corriere espresso Bartolini e all estero con UPS. Tariffe e restrizioni per spedire

Dettagli

L'EXPORT DELLE IMPRESE AGROALIMENTARI CERTIFICAZIONI PER L'ESPORTAZIONE E PRESENTAZIONE PROGETTO TUTTOFOOD INDIA

L'EXPORT DELLE IMPRESE AGROALIMENTARI CERTIFICAZIONI PER L'ESPORTAZIONE E PRESENTAZIONE PROGETTO TUTTOFOOD INDIA L'EXPORT DELLE IMPRESE AGROALIMENTARI CERTIFICAZIONI PER L'ESPORTAZIONE E PRESENTAZIONE PROGETTO TUTTOFOOD INDIA Lunedì, 4 marzo 2013 CAMERA DI COMMERCIO DI BRESCIA Via Einaudi n.23 Salone Ridotto Sommario

Dettagli

Etichettatura degli additivi

Etichettatura degli additivi LABORATORIO CHIMICO CAMERA COMMERCIO TORINO Etichettatura degli additivi Laura Bersani Novara 7 dicembre 2011 laura.bersani@lab-to.camcom.it Miglioratori alimentari (food improvement agents package) Reg

Dettagli

VADEMECUM PER LE IMPRESE SVIZZERE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA IN ITALIA

VADEMECUM PER LE IMPRESE SVIZZERE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA IN ITALIA VADEMECUM PER LE IMPRESE SVIZZERE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA IN ITALIA 1. PREMESSA Vademecum Versione RV_01_10/03/09 1.1 Generalità Il presente vademecum intende supportare le aziende svizzere che

Dettagli

IL MERCATO DELLA BIRRA IN BELGIO

IL MERCATO DELLA BIRRA IN BELGIO IL MERCATO DELLA BIRRA IN BELGIO Produzione La cultura della birra in Belgio, che per alcune birrerie risale al tardo Medioevo, si caratterizza da una grande diversità dell offerta, che comprende birre

Dettagli

Produzione biologica regimi facoltativi su criteri regolamentari

Produzione biologica regimi facoltativi su criteri regolamentari Produzione biologica regimi facoltativi su criteri regolamentari QUADRO NORMATIVO Reg. CEE 2092/91 Cons. 24.6.91 Metodo di produzione biologico di prodotti agricoli e alla indicazione di tale metodo sui

Dettagli

NUOVA NORMATIVA SULL ETICHETTATURA DEL VINO

NUOVA NORMATIVA SULL ETICHETTATURA DEL VINO NUOVA NORMATIVA SULL ETICHETTATURA DEL VINO L etichetta è certamente la carta d identità di un prodotto che tutela sia il produttore che il consumatore e, accanto ad una generale disciplina applicabile

Dettagli

Dogane. Base giuridica

Dogane. Base giuridica Dogane Introduzione La politica doganale costituisce uno dei fondamenti dell'unione europea (UE) ed è essenziale per il funzionamento del mercato interno, il quale non può funzionare correttamente se non

Dettagli

THAILANDIA NORMATIVA

THAILANDIA NORMATIVA THAILANDIA NORMATIVA In Thailandia può essere liberamente importata la maggior parte delle merci. Ciònonostante, alcune categorie di beni sono soggette a controlli e devono essere importate con una licenza

Dettagli

Implicazioni del Bioterrorist Act sulle esportazioni italiane negli USA

Implicazioni del Bioterrorist Act sulle esportazioni italiane negli USA Implicazioni del Bioterrorist Act sulle esportazioni italiane negli USA Con l emanazione del Bioterrorist Act in materia di salute pubblica e bioterrorismo, il Congresso degli Stati Uniti ha imposto significative

Dettagli

Piccole e Medie Imprese: ORGANIZZARSI PER L ESTERO

Piccole e Medie Imprese: ORGANIZZARSI PER L ESTERO Piccole e Medie Imprese: ORGANIZZARSI PER L ESTERO IMPRESA E MERCATO Gestire l impresa come un sistema complesso IMPRESA E STRATEGIA Analizzare le opportunità di miglioramento dei risultati Fonte: Ansoff

Dettagli

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 924/2013 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 924/2013 DELLA COMMISSIONE L 254/6 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 26.9.2013 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 924/2013 DELLA COMMISSIONE del 25 settembre 2013 recante apertura e modalità di gestione di contingenti tariffari

Dettagli

ARGENTINA NORMATIVA. L`Unione europea e il Mercosur negoziano da tempo un accordo di libero-scambio che va avanti nonostante diverse difficoltà.

ARGENTINA NORMATIVA. L`Unione europea e il Mercosur negoziano da tempo un accordo di libero-scambio che va avanti nonostante diverse difficoltà. ARGENTINA NORMATIVA L`Argentina fa parte del Mercosur che raggruppa, oltre questo paese, il Brasile, il Paraguai l`uruguay e il Venezuela che ne fa parte dal 2006 e che non fa più parte della comunità

Dettagli

Operare con l estero: gli adempimenti doganali e Intrastat

Operare con l estero: gli adempimenti doganali e Intrastat Operare con l estero: gli adempimenti doganali e Intrastat 29 aprile 6, 13, 14, 20, 22, 27 e 29 maggio 2010 Palazzo dei Contratti e delle Manifestazioni - Sala del Consiglio Via Petrarca, 10 Bergamo L

Dettagli

Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice

Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice Disciplinare Sistema IT01 100% Qualità Originale Italiana Made in Italy Certificate Appendice Parte A.A. Appendice Settore Agroalimentare Pagina 1/5 APPENDICE I SETTORE AGROALIMETARE 1 - Obiettivo Il presente

Dettagli

LE REGOLE PER LAVORARE IN ITALIA alla luce degli Accordi Bilaterali tra la Svizzera e l Unione Europea 1

LE REGOLE PER LAVORARE IN ITALIA alla luce degli Accordi Bilaterali tra la Svizzera e l Unione Europea 1 LE REGOLE PER LAVORARE IN ITALIA alla luce degli Accordi Bilaterali tra la Svizzera e l Unione Europea 1 a cura del Tavolo Permanente della Comunità di Lavoro Regio Insubric, della Camera di Commercio

Dettagli

Roma, 14 ottobre 2008

Roma, 14 ottobre 2008 RISOLUZIONE N. 383/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso s Roma, 14 ottobre 2008 Oggetto: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 IVA - Aliquota applicabile alle cessioni

Dettagli

Operare con l estero: gli adempimenti doganali e Intrastat

Operare con l estero: gli adempimenti doganali e Intrastat Operare con l estero: gli adempimenti doganali e Intrastat 15, 24, 31 marzo 7, 14, 21, 28 aprile 5 maggio 2011 Palazzo dei Contratti e delle Manifestazioni - Sala del Consiglio Via Petrarca, 10 Bergamo

Dettagli

KENYA NORMATIVA. Le regole relative all emissione e utilizzazione di questi documenti sono precisate nell allegato X.

KENYA NORMATIVA. Le regole relative all emissione e utilizzazione di questi documenti sono precisate nell allegato X. KENYA NORMATIVA Il Kenia è membro del COMESA (Common Market for Eastern and Southern Africa) http://comesa.int che ha messo in pratica una zona di libero scambio tra 11 dei 19 paesi membri che si apprestano

Dettagli

bilaterali Svizzera-UE

bilaterali Svizzera-UE Dipartimento federale degli affari esteri DFAE Direzione degli affari europei DAE Sezione informazione I principali accordi bilaterali Svizzera-UE Marzo 2013 Accordi bilaterali Svizzera-UE 2 I primi Accordi

Dettagli

LA COMMERCIALIZZAZIONE E L ETICHETTATURA DEGLI OLI DI OLIVA IN ITALIA E NELL UNIONE EUROPEA.

LA COMMERCIALIZZAZIONE E L ETICHETTATURA DEGLI OLI DI OLIVA IN ITALIA E NELL UNIONE EUROPEA. LA COMMERCIALIZZAZIONE E L ETICHETTATURA DEGLI OLI DI OLIVA IN ITALIA E NELL UNIONE EUROPEA. 1. COMMERCIALIZZAZIONE DEGLI OLI DI OLIVA Confezioni Il prodotto può essere venduto all utenza finale in imballaggi

Dettagli

Nuovi obiettivi per l export dell industria agroalimentare italiana

Nuovi obiettivi per l export dell industria agroalimentare italiana FORUM FOOD & MADE IN ITALY NUOVI SCENARI PER L'AGROALIMENTARE Milano, 30 GIUGNO 2015 Nuovi obiettivi per l export dell industria agroalimentare italiana AGENDA Introduzione Etichettatura: l evoluzione

Dettagli

Progetto Nord Europa. Il mercato del vino in Norvegia. Presentazione elaborata dall Ufficio ICE di Oslo

Progetto Nord Europa. Il mercato del vino in Norvegia. Presentazione elaborata dall Ufficio ICE di Oslo Progetto Nord Europa Il mercato del vino in Norvegia Presentazione elaborata dall Ufficio ICE di Oslo 1 Quadro congiunturale Al secondo posto al mondo per reddito pro-capite, la Norvegia, paese con 4,5

Dettagli

LA GESTIONE INTEGRATA DEL VALORE E I RISCHI NEL COMMERCIO ESTERO EXTRA UE - Dual Use

LA GESTIONE INTEGRATA DEL VALORE E I RISCHI NEL COMMERCIO ESTERO EXTRA UE - Dual Use LA GESTIONE INTEGRATA DEL VALORE E I RISCHI NEL COMMERCIO ESTERO EXTRA UE - Dual Use TREVISO ( TV ) - 23 APRILE 2015 Dott. LORENZO DI MARTINO DIRETTORE TECNICO - I.P MANAGEMENT OFFICER TEMI: Il regolamento

Dettagli

Circolare N. 43 del 20 Marzo 2015

Circolare N. 43 del 20 Marzo 2015 Circolare N. 43 del 20 Marzo 2015 Etichettature alimentari- le sanzioni sugli errori dopo le modifiche del regolamento UE n. 1169/2011 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che recentemente

Dettagli

DHL EXPRESS FOR FOOD IL MADE IN ITALY SULLE TAVOLE DI TUTTO IL MONDO

DHL EXPRESS FOR FOOD IL MADE IN ITALY SULLE TAVOLE DI TUTTO IL MONDO DHL EXPRESS FOR FOOD IL MADE IN ITALY SULLE TAVOLE DI TUTTO IL MONDO GLI INGREDIENTI FONDAMENTALI DI OGNI SPEDIZIONE Grazie alla propria gamma di servizi ad orario, DHL Express è in grado di esportare

Dettagli

ACCORDO PREFERENZIALE UE/COREA

ACCORDO PREFERENZIALE UE/COREA CON-TRA S.p.a. Tel. +39 089 253-110 Sede operativa Fax +39 089 253-575 Piazza Umberto I, 1 E-mail: contra@contra.it 84121 Salerno Italia Internet: www.contra.it ACCORDO PREFERENZIALE UE/COREA PROTOCOLLO

Dettagli

Le etichette alimentari

Le etichette alimentari Le etichette alimentari Le etichette riportate sulle confezioni dei prodotti alimentari aiutano a compiere una scelta informata su ciò che consumeremo L etichettatura dei prodotti alimentari destinati

Dettagli

05. Il sistema fiscale 06. Imposizione persone fisiche 07. Imposizione persone giuridiche 09. Imposizione persone giuridiche: altri aspetti 10.

05. Il sistema fiscale 06. Imposizione persone fisiche 07. Imposizione persone giuridiche 09. Imposizione persone giuridiche: altri aspetti 10. 05. Il sistema fiscale 06. Imposizione persone fisiche 07. Imposizione persone giuridiche 09. Imposizione persone giuridiche: altri aspetti 10. Altre imposte 11. Accordi bilaterali Svizzera UE I dati contenuti

Dettagli

ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI DA AGRICOLTURA BIOLOGICA

ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI DA AGRICOLTURA BIOLOGICA ETICHETTATURA DEGLI ALIMENTI DA AGRICOLTURA BIOLOGICA REALIZZATO CON LA COLLABORAZIONE TECNICA DI DINTEC DICEMBRE 2009 PREMESSA L agricoltura biologica è un particolare metodo di gestione della produzione

Dettagli

bilaterali Svizzera-UE

bilaterali Svizzera-UE Dipartimento federale degli affari esteri DFAE Direzione degli affari europei DAE I principali accordi bilaterali Svizzera-UE Agosto 2013 Accordi bilaterali Svizzera-UE 2 I primi Accordi bilaterali 1972

Dettagli

RUSSIA NORMATIVA. La Russia non è ancora membro dell`omc.

RUSSIA NORMATIVA. La Russia non è ancora membro dell`omc. RUSSIA NORMATIVA La Federazione Russa fa parte della Comunità degli Stati Indipendenti (CEI) che comprende, oltre a questi paesi, i seguenti stati: Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Kazakhstan, Kirghizstan,

Dettagli

FORMAGGI. Canada. Formaggi_CAN_rev00.doc 1 di 9

FORMAGGI. Canada. Formaggi_CAN_rev00.doc 1 di 9 DATI GENERALI Capitale: Ottawa Lingua ufficiale: inglese, francese Valuta: Dollaro Canadese (CAD) Fuso orario (rispetto all Italia): -6 (Quebec e Ontario), -7 (Manitoba), -8 (Alberta), -9 (British Columbia).

Dettagli

Cenni fiscali delle compravendite internazionali di opere d arte

Cenni fiscali delle compravendite internazionali di opere d arte A cura di Cenni fiscali delle compravendite internazionali di opere d arte Marco Bodo Commissione Nazionale UNGDCEC Economia della Cultura LE NORMATIVE APPLICABILI - Codice Civile (art. 1510 e seg.) vendita

Dettagli

Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Viticoltura ed Enologia. Il mercato del vino in Brasile. Aprile 2012. Dal Bianco A., Battistella A.

Centro Interdipartimentale per la Ricerca in Viticoltura ed Enologia. Il mercato del vino in Brasile. Aprile 2012. Dal Bianco A., Battistella A. Il mercato del vino in Brasile Aprile 212 Dal Bianco A., Battistella A. Mercato del vino in BRASILE Andamento in MLN di $ delle importazioni brasiliane 3 3 2 2 1 1 26 27 28 29 21 Andamento in migliaia

Dettagli

VADEMECUM: LE REGOLE PER LAVORARE IN ITALIA alla luce degli Accordi Bilaterali tra la Svizzera e l Unione Europea 1

VADEMECUM: LE REGOLE PER LAVORARE IN ITALIA alla luce degli Accordi Bilaterali tra la Svizzera e l Unione Europea 1 VADEMECUM: LE REGOLE PER LAVORARE IN ITALIA alla luce degli Accordi Bilaterali tra la Svizzera e l Unione Europea 1 a cura del Tavolo Permanente della Camera di Commercio di Como: Euro Info Centre, Confartigianato

Dettagli

Ricette, calorie e valori nutrizionali: come nasce l etichetta nutrizionale di un alimento?

Ricette, calorie e valori nutrizionali: come nasce l etichetta nutrizionale di un alimento? PROGETTO AGRICOLTURA E ALIMENTAZIONE: BIODIVERSITÀ, CULTURA, AMBIENTE, INNOVAZIONE, SICUREZZA Ricette, calorie e valori nutrizionali: come nasce l etichetta nutrizionale di un alimento? Milena Casali Istituto

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E

il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E 1 B r a s i l e G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F r a n c i a

Dettagli

Vademecum sulla certificazione di prodotto in Russia

Vademecum sulla certificazione di prodotto in Russia Vademecum sulla certificazione di prodotto in Russia 1. La valutazione della conformità di prodotto nell ambito del sistema GOST R La certificazione di prodotti è una forma di conferma della qualità. La

Dettagli

Hong Kong Scheda Paese

Hong Kong Scheda Paese Hong Kong Scheda Paese marzo 2013 Per ogni approfondimento, contattare: ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Area Agroalimentare Linea Agroindustria

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in C O R E A D E L S U D

il mercato dei prodotti agroalimentari in C O R E A D E L S U D (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in C O R E A D E L S U D 1 C o r e a d e l S u d G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i C a n a d a B

Dettagli

È utilizzabile esclusivamente nei paesi che aderiscono alla Convenzione ATA.

È utilizzabile esclusivamente nei paesi che aderiscono alla Convenzione ATA. ISTRUZIONI PER IL RILASCIO DEL CARNET ATA e CPD CHINA-TAIWAN IL CARNET ATA Il carnet ATA è un documento di cauzione doganale (istituito dalla Convenzione di Ginevra del 6.12.1961, ratificata dall Italia

Dettagli

Patrizia Giuliotti Delegato Commerciale. CNA Roma e Lazio 18 gennaio 2013

Patrizia Giuliotti Delegato Commerciale. CNA Roma e Lazio 18 gennaio 2013 FARE BUSINESS CON IL CANADA Patrizia Giuliotti Delegato Commerciale AMBASCIATA DEL CANADA CNA Roma e Lazio 18 gennaio 2013 Agenda Ambasciata del Canada in Italia Perché il Canada Rapporti commerciali Canada

Dettagli

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 29/2012 DELLA COMMISSIONE del 13 gennaio 2012 relativo alle norme di commercializzazione dell olio d oliva

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 29/2012 DELLA COMMISSIONE del 13 gennaio 2012 relativo alle norme di commercializzazione dell olio d oliva L 12/14 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 14.1.2012 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 29/2012 DELLA COMMISSIONE del 13 gennaio 2012 relativo alle norme di commercializzazione dell olio d oliva (codificazione)

Dettagli

Io, la mia start-up e l internazionalizzazione 21 aprile 2015

Io, la mia start-up e l internazionalizzazione 21 aprile 2015 Io, la mia start-up e l internazionalizzazione 21 aprile 2015 Marco Passalia Vice Direttore Cc-Ti Resp. Export Monica Zurfluh Resp. S-GE per la Svizzera italiana CAMERA DI COMMERCIO SWITZERLAND GLOBAL

Dettagli

del 23 novembre 2011 (Stato 1 febbraio 2012)

del 23 novembre 2011 (Stato 1 febbraio 2012) Ordinanza concernente gli elementi di e gli elementi mobili applicabili all importazione di prodotti agricoli trasformati del 23 novembre 2011 (Stato 1 febbraio 2012) Il Consiglio federale svizzero, visti

Dettagli

Iscrizione Concours Mondial de Bruxelles 2013 Modalità pratiche di partecipazione

Iscrizione Concours Mondial de Bruxelles 2013 Modalità pratiche di partecipazione Iscrizione Concours Mondial de Bruxelles 2013 Modalità pratiche di partecipazione 1. Iscrizioni Riempite, in modo leggibile, e per ogni prodotto presentato, un modulo d iscrizione. Oppure consultate il

Dettagli

Il mercato del vino a Hong Kong

Il mercato del vino a Hong Kong Il mercato del vino a Hong Kong Aprile 2012 Battistella A., Dal Bianco A. Mercato del vino imbottigliato a HONG KONG Andamento in MLN di $ delle importazioni a Hong Kong 1400 1200 Mondo 1000 800 Regno

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Bergamo, 6 maggio 2013 GLI ADEMPIMENTI DOGANALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Dott.ssa

Dettagli

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA

PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA Accademia dei Georgofili Firenze, 2 dicembre 2014 PRODOTTI DOP E IGP: PRESENTE, FUTURO, FATTORE DI COMPETITIVITA PAOLO DE CASTRO Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo LA CRESCITA

Dettagli

IL MERCATO DEL VINO IN INDIA (ANALISI DI SINTESI)

IL MERCATO DEL VINO IN INDIA (ANALISI DI SINTESI) IL MERCATO DEL VINO IN INDIA (ANALISI DI SINTESI) ANALISI COMPETITIVA PER PAESE Mumbai, 2 luglio 2008 Importazioni di vino in India (Codice doganale 2204) Rank in 07-08 Paese Valore in Milioni di Euro

Dettagli

Ordinanza concernente la dichiarazione di prodotti agricoli ottenuti mediante metodi vietati in Svizzera

Ordinanza concernente la dichiarazione di prodotti agricoli ottenuti mediante metodi vietati in Svizzera Ordinanza concernente la dichiarazione di prodotti agricoli ottenuti mediante metodi vietati in Svizzera (Ordinanza sulle dichiarazioni agricole, ODAgr) Modifica del 20 maggio 2015 Il Consiglio federale

Dettagli

Ordinanza concernente la viticoltura e l importazione di vino

Ordinanza concernente la viticoltura e l importazione di vino Ordinanza concernente la viticoltura e l importazione di vino (Ordinanza sul vino) Modifica del 23 ottobre 2013 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 14 novembre 2007 1 sul vino è modificata

Dettagli

DOGANA: la via comunitaria per lo sviluppo del business

DOGANA: la via comunitaria per lo sviluppo del business DOGANA: la via comunitaria per lo sviluppo del business Relatore: Avvocato e Doganalista Elena Bozza Studio Legale Doganale Bozza 09 Ottobre 2012 IL CONTESTO GEOGRAFICO L Unione europea L Unione europea

Dettagli

FOCUS KAZAKISTAN. Dr. Massimiliano Mercurio Doganalista AEO. Torino, 18 maggio 2015

FOCUS KAZAKISTAN. Dr. Massimiliano Mercurio Doganalista AEO. Torino, 18 maggio 2015 Dr. Massimiliano Mercurio Doganalista AEO Torino, 18 maggio 2015 ACCORDI INTERNAZIONALI Accordi Internazionali: Commonwealth of Indipendent States (CIS) Convenzione TIR Eurasian Economic Union (EAEU) HS

Dettagli

Vinitaly 2013. Camera di Commercio Italo Cinese Via Clerici 5, 20121 Milano info@china-italy.com

Vinitaly 2013. Camera di Commercio Italo Cinese Via Clerici 5, 20121 Milano info@china-italy.com Vinitaly 2013 Camera di Commercio Italo Cinese Via Clerici 5, 20121 Milano info@china-italy.com 1 Consigli utili per il mercato cinese - Cucina cinese e vino italiano - Prezzo del vino italiano per la

Dettagli

SCHEDA TECNICA: RADICCHIO CICORINO, CAPPOTTO ROSSO/VERDE

SCHEDA TECNICA: RADICCHIO CICORINO, CAPPOTTO ROSSO/VERDE SCHEDA TECNICA: RADICCHIO CICORINO, CAPPOTTO ROSSO/VERDE Immagini Denominazione commerciale Temperatura prodotto in entrata Caratteristiche generali Etichettatura sull imballo Disposizioni relative alla

Dettagli

Progetto Nord Europa

Progetto Nord Europa Progetto Nord Europa Il mercato alimentare in Islanda Presentazione elaborata dall Ufficio ICE di Oslo e la Camera di Commercio Italo Islandese a Reykjavik 1 Quadro congiunturale Malgrado la sua scarsa

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E

il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E 1 B r a s i l e G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i C a n a d a F r a n c i a m

Dettagli

Scheda 3. Esportare prodotti agroalimentari in Svizzera

Scheda 3. Esportare prodotti agroalimentari in Svizzera Scheda 3 Esportare prodotti agroalimentari in Svizzera 1 Data la sensibilità e la complessità degli argomenti trattati, si ritiene opportuno segnalare che le informazioni contenute in questa scheda sono

Dettagli

INDIA NORMATIVA. Le regole relative all`emissione e impiego del certificato di origine sono illustrate nell`allegato XI.

INDIA NORMATIVA. Le regole relative all`emissione e impiego del certificato di origine sono illustrate nell`allegato XI. INDIA NORMATIVA L`India appartiene a numerosi accordi regionali,, come la ZLEAS (Zona di libero scambio dell`asia del Sud), l`accordo commerciale per l`asia e il Pacifico ecc. Documenti di spedizione Oltre

Dettagli

Corso di specializzazione sulle procedure doganali

Corso di specializzazione sulle procedure doganali MASTER DI APPROFONDIMENTO Area: Internazionalizzazione Imprese Corso di specializzazione sulle procedure doganali Gli adempimenti in materia doganale nei rapporti di import ed export e la regolamentazione

Dettagli

01/02/2013 LE ETICHETTE ALIMENTARI. Docente Francesca Montuori

01/02/2013 LE ETICHETTE ALIMENTARI. Docente Francesca Montuori LE ETICHETTE ALIMENTARI Docente Francesca Montuori in Italia, la normativa vigente è il D.Lgs109/1992, che definisce l'etichetta di un alimento come "l'insieme delle menzioni, delle indicazioni, delle

Dettagli

Corso di specializzazione sulle procedure doganali. SOAVE (VR) 1 a Edizione 2015 22/04/2015-29/04/2015

Corso di specializzazione sulle procedure doganali. SOAVE (VR) 1 a Edizione 2015 22/04/2015-29/04/2015 MASTER DI APPROFONDIMENTO Area: Internazionalizzazione Imprese Corso di specializzazione sulle procedure doganali Gli adempimenti in materia doganale nei rapporti di import ed export e la regolamentazione

Dettagli

PAVIA & HARCOURT LLP

PAVIA & HARCOURT LLP PAVIA & HARCOURT LLP Iniziative MACFRUIT 2005 Cesena, 7 Maggio 2005 IL MERCATO AMERICANO PER GLI PRODOTTI ALIMENTARI LE SUE OPPORTUNITA LA SUA REGOLAMENTAZIONE LA DISTRIBUZIONE I. MERCATO AMERICANO E LE

Dettagli

Scheda 3. Esportare prodotti agroalimentari in Svizzera

Scheda 3. Esportare prodotti agroalimentari in Svizzera Scheda 3 Esportare prodotti agroalimentari in Svizzera 1 Data la sensibilità e la complessità degli argomenti trattati, si ritiene opportuno segnalare che le informazioni contenute in questa scheda sono

Dettagli

DOCUMENTO PER FACILITARE LA COMPRENSIONE E L ATTUAZIONE DELL ETICHETTATURA NEI PRODOTTI BIOLOGICI ALL'INTERNO DELL'UNIONE EUROPEA

DOCUMENTO PER FACILITARE LA COMPRENSIONE E L ATTUAZIONE DELL ETICHETTATURA NEI PRODOTTI BIOLOGICI ALL'INTERNO DELL'UNIONE EUROPEA Via Piave, 14 00187 Roma Italia Tel. +39 0645437485 Fax +39 0645437469 P.I. 02097571208 C.F. 02138600487 www.aiab.it aiab@aiab.it DOCUMENTO PER FACILITARE LA COMPRENSIONE E L ATTUAZIONE DELL ETICHETTATURA

Dettagli

GESTIONE DEI PRODOTTI

GESTIONE DEI PRODOTTI Gestione dei prodotti biologici ed etichettatura G [ GESTIONE DEI PRODOTTI ] BIOLOGICI ED ETICHETTATURA E L ETICHETTATURA DEI PRODOTTI ALIMENTARI Il testo principale sull etichettatura, la presentazione

Dettagli

Negoziati commerciali e competitività delle imprese agro alimentari italiane

Negoziati commerciali e competitività delle imprese agro alimentari italiane Negoziati commerciali e competitività delle imprese agro alimentari italiane Giovanni Anania Università della Calabria Il commercio agroalimentare mondiale e il ruolo del Made in Italy Milano Expo 2015

Dettagli

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Progetto promosso da: Con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 OSSERVATORIO SANA 2015 a cura di OBIETTIVI

Dettagli

ETICHETTA NUTRIZIONALE NEI PRODOTTI LATTIERO-CASEARI REGOLAMENTO (UE) 1169 / 2011 MACOMER 23 APRILE 2016

ETICHETTA NUTRIZIONALE NEI PRODOTTI LATTIERO-CASEARI REGOLAMENTO (UE) 1169 / 2011 MACOMER 23 APRILE 2016 ETICHETTA NUTRIZIONALE NEI PRODOTTI LATTIERO-CASEARI REGOLAMENTO (UE) 1169 / 2011 MACOMER 23 APRILE 2016 Marcella Cabiddu, Ignazio Ibba, Danilo Muggianu Contribuire ad assicurare un livello elevato di

Dettagli

PRODOTTI DA FORNO. Canada

PRODOTTI DA FORNO. Canada DATI GENERALI Capitale: Ottawa Lingua ufficiale: inglese, francese Valuta: Dollaro Canadese (CAD) Fuso orario (rispetto all Italia): -6 (Quebec e Ontario), -7 (Manitoba), -8 (Alberta), -9 (British Columbia).

Dettagli

Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce

Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce 2014-01-02 19:54:35 Il presente lavoro è tratto dalle guide: Imprese ed e-commerce. Marketing, aspetti legali e fiscali. e Il commercio elettronico

Dettagli

VADEMECUM HACCP CO MMERCIO ALIMENTI.

VADEMECUM HACCP CO MMERCIO ALIMENTI. VADEMECUM HACCP COMMERCIO ALIMENTI. GUIDA NORMATIVA PER CONSULENTI, TECNICI E RESPONSABILI AZIENDALI di G. Manzone e G. Ventaloro M&M ASSOCIATI Consulenti Aziendali srl edizioni Prezzo 25,00 - Pagg. 320

Dettagli

OPERAZIONI TRIANGOLARI E PROVA DELL USCITA DEI BENI DAL TERRITORIO DELLO STATO

OPERAZIONI TRIANGOLARI E PROVA DELL USCITA DEI BENI DAL TERRITORIO DELLO STATO OPERAZIONI TRIANGOLARI E PROVA DELL USCITA DEI BENI DAL TERRITORIO DELLO STATO Stefano Battaglia Stefano Carpaneto Umberto Terzuolo Torino, martedì 29 aprile 2014 Triangolazioni intracomunitarie Operazioni

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione. Servizio di Igiene degli Alimenti e Nutrizione

Dipartimento di Prevenzione. Servizio di Igiene degli Alimenti e Nutrizione Procedura: RILASCIO CERTIFICAZIONE /ATTESTAZIONE PER L ESPORTAZIONE DI ALIMENTI DI ORIGINE VEGETALE 1 INDICE pag. 1) Scopo e Campo di applicazione 3 2) Riferimenti Legislativi 3 3) Modalità Operative 3

Dettagli

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO. Azienda Speciale della Camera di commercio di Torino

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO. Azienda Speciale della Camera di commercio di Torino LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO Azienda Speciale della Camera di commercio di Torino LA MISSIONE Essere di ausilio alla Camera di Commercio di Torino ed alle altre Camere di Commercio piemontesi

Dettagli

Vantaggi e percorso dei prodotti di qualità a denominazione

Vantaggi e percorso dei prodotti di qualità a denominazione Vantaggi e percorso dei prodotti di qualità a denominazione Legnago, 04/12/2015 dr.ssa Alessandra Scudeller Sezione Competitività Sistemi Agroalimentari 1 La POLITICA EUROPEA dei PRODOTTI DI QUALITÀ, fa

Dettagli

7. TRIANGOLAZIONI CON INTERVENTO DI SOGGETTI NAZIONALI UE ED EXTRA UE

7. TRIANGOLAZIONI CON INTERVENTO DI SOGGETTI NAZIONALI UE ED EXTRA UE 7. TRIANGOLAZIONI CON INTERVENTO DI SOGGETTI NAZIONALI UE ED EXTRA UE Triangolazioni con intervento di soggetti nazionali UE ed extra UE 7. 7.1. INTRODUZIONE La globalizzazione dei mercati favorisce le

Dettagli

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Perche investire a Hong Kong Analisi dei dati di import/export di Hong

Dettagli