Fit for financial products

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fit for financial products"

Transcript

1 Fit for financial products V Edizione Presentazione Obiettivi Nel contesto attuale, caratterizzato da una diffusa crisi di fiducia nei confronti degli intermediari finanziari, da una riallocazione dei portafogli verso prodotti più liquidi e di più semplice comprensione, dalla crescente concorrenza di prodotti a gestione passiva nonché dall accresciuta pressione normativa che si traduce in costi di compliance sempre più rilevanti, si assiste ad una tendenza al ribasso dei margini nell ambito del private banking e della consulenza bancaria più in generale. Se i clienti, siano essi investitori privati o aziendali, non sono più disposti a remunerare il consulente finanziario per un approccio sostanzialmente passivo e di pura vendita di prodotti finanziari, rimane tuttavia immutata una forte esigenza da parte di quest ultimi ad una vera e propria consulenza indipendente, in grado di offrire soluzioni adeguate ad esigenze concrete sia di carattere privato che aziendale. Come spiegare ad un cliente il profilo di rischio e rendimento di un investimento azionario, obbligazionario o di uno strumento derivato? Come tutelare un portafoglio investito prevalentemente in azioni o obbligazioni da possibili oscillazioni di mercato? O ancora, quale soluzione proporre ad un imprenditore che voglia tutelarsi da possibili rialzi di determinati prezzi di materie prime? Che soluzioni suggerire ad un CFO d'azienda che in previsione di un futuro finanziamento, voglia garantirsi finanziamenti a tassi di interesse attuali, in caso di aspettative di crescita del costo del denaro? Questo percorso formativo, caratterizzato da un taglio prettamente pratico, vuole rispondere a questi quesiti e più in generale fornire al consulente finanziario i concetti e gli strumenti necessari per una consulenza veramente indipendente e professionale. Per quanto attiene alla conoscenza, al termine della formazione il partecipante: - conosce l entità e la struttura del patrimonio finanziario in Svizzera - è consapevole delle esigenze finanziarie della clientela, sia di tipo privato che aziendale - sa descrivere le caratteristiche tecniche delle principali forme di investimento disponibili, sia di carattere monetario, azionario, obbligazionario sia di strumenti derivati e strutturati Per quel che concerne la comprensione, al termine della formazione il partecipante: - è in grado di identificare le diverse tipologie di rischio di mercato in ambito valutario, obbligazionario, azionario e delle commodities esistenti - sa analizzare le caratteristiche di rischio e rendimento delle diverse tipologie di investimento - è in grado di identificare e analizzare le diverse variabili che determinano il valore di un attività finanziaria - sa risolvere alcuni esempi pratici di trading e hedging con strumenti derivati standardizzati e OTC Per quanto riguarda l applicazione, al termine della formazione il partecipante: - sa offrire alla clientela spiegazioni chiare ed esaurienti in merito alle varie tipologie di investimento identificando le opportunità di rendimento, i potenziali rischi nonché i possibili ambiti di applicazione - è in grado di analizzare il profilo di rischio di un determinato portafoglio finanziario privato e proporre adeguate strategie di trading o di copertura - sa dialogare con i clienti imprenditori in merito a possibili rischi in ambito di attività e passività finanziarie aziendali e suggerire adeguate strategie di hedging

2 Destinatari Contenuti Risk management/risk control, Consulenza clientela private banking, Consulenza clientela retail banking, Consulenza clientela aziendale, Asset e Portfolio management, Trading/Tesoreria/Sala mercati, Fiduciario finanziario L'intero percorso formativo ha una durata complessiva di 64 ore su un arco temporale di 9 mesi; è composto da 8 corsi di approfondimento indipendenti che possono essere frequentati singolarmente per permettere ai fruitori di scegliere le tematiche da approfondire in funzione dei propri bisogni. La formazione si caratterizza per una metodologia didattica che alterna momenti di self-study a sessioni in aula. I partecipanti ricevono in anticipo sette quaderni propedeutici per i primi sette corsi di approfondimento; tale documentazione è un esclusiva del Centro di Studi Bancari riservata agli iscritti ai singoli corsi e all'intera formazione. Per l'ultimo corso "I prodotti strutturati nella gestione patrimoniale: opportunità e rischi", gli iscritti ricevono il libro intitolato "I prodotti strutturati nella gestione patrimoniale". Il materiale propedeutico consente di accelerare il processo di apprendimento e di ridurre al minimo l assenza dal lavoro. In aula le lezioni saranno caratterizzate da un taglio pratico che privilegerà approfondimenti e numerose esercitazioni; verrà inoltre distribuita un ulteriore documentazione di supporto sotto forma di slide. La didattica si ispira ai collaudati principi utilizzati a livello federale da AKAD Banking + Finance - Scuola Specializzata Superiore di Banca e Finanza (SSSBF) in cui si adotta un approccio formativo che, combinando lo studio individuale preparatorio con le lezioni di approfondimento in aula, garantisce la massima efficacia. 1. Investimenti sui mercati monetari, forex e delle commodities (8 ore) 1.1. Investimenti sul mercato monetario Definizione e criteri di calcolo degli interessi Investimenti fiduciari Crediti contabili a breve termine Strumenti del mercato monetario internazionale LIBOR ed EURIBOR Esercitazione: calcolo di un importo da investire oggi per garantirsi un capitale in data futura 1.2. Investimenti in divise Caratteristiche di rischio e rendimento di alcune valute estere Previsioni di cambio a breve e a lungo termine Tasso di cambio di break-even Concetti principali nel commercio delle divise Operazioni in cambio a pronti Operazioni a termine su divise Operazioni swap su divise Esercitazione: discussione delle varie forme di operazioni in divise 1.3. Investimenti in metalli preziosi Caratteristiche di rischio e rendimento di oro e argento Modalità di commercio e tipi di operazioni Quotazione dei prezzi, borse dell oro Esercitazione: investimento in oro. Analisi degli strumenti disponibili, dei vantaggi e dei rischi connessi 1.4. Operazioni interbancarie Operazioni sul mercato monetario da banca a banca Operazioni della BNS sul mercato monetario Esercitazione: effetti della politica monetaria in Svizzera

3 2. Investimenti obbligazionari: opportunità e rischi (8 ore) 2.1. Struttura dei prestiti obbligazionari Panoramica sistematica Obbligazioni classificate in base al mercato e alla valuta di emissione Obbligazioni classificate in base al tipo di collocamento Obbligazioni classificate in base all interesse e ad altri redditi Obbligazioni classificate in base a prezzo di emissione e liberazione Obbligazioni classificate in base a durata e tipo di rimborso Obbligazioni classificate in base alla garanzia Obbligazioni convertibili Obbligazioni cum warrant Esercitazione: discussione in aula delle caratteristiche di rischio/rendimento delle principali tipologie di investimento obbligazionario 2.2. Valutazione delle obbligazioni Fattori di definizione e di rischio per gli investimenti obbligazionari Rating delle obbligazioni e rischio di solvibilità Determinazione del prezzo (pricing) delle obbligazioni e rischio d interesse Rischio valutario Rischio di liquidità Rischio inflazionistico Esercitazione: evoluzione delle curve dei rendimenti obbligazionari al variare dei tassi di interesse 2.3. Caratteristiche di rischio e rendimento degli investimenti obbligazionari diversificati Indici obbligazionari Caratteristiche di rischio e rendimento Esercitazione: tra diverse obbligazioni disponibili, scelta di quella più idonea a seconda dell andamento dei tassi e delle aspettative in merito a quest ultimi 3. Azioni e titoli analoghi: opportunità e rischi (8 ore) 3.1. Caratteristiche di rischio e rendimento delle azioni 3.2. Nozioni fondamentali dell analisi azionaria Panoramica dei metodi Analisi fondamentale 3.3. Analisi aziendale Concetti di analisi aziendale Nozioni di base del concetto di valore attuale Il modello dei dividendi attualizzati (Dividend Discount Model, DDM) Il metodo dell attualizzazione dei flussi di cassa (DCF) Indicatori azionari riferiti al valore di rendimento Valori e indicatori legati al valore netto delle attività Esercitazione: calcolo del valore attuale di un azienda in base al dividend discount model e al discounted cash flow model Esercitazione: valutazione di un azienda mediante diversi ratio 3.4. Analisi tecnica Nozioni fondamentali Rappresentazioni grafiche delle quotazioni Metodi dell analisi tecnica Analisi globale del mercato Analisi di azioni singole Esercitazione: discussione sui vantaggi e svantaggi dell analisi tecnica 3.5. Azioni, titoli analoghi alle azioni e dividendi Struttura delle azioni Buoni di partecipazione Buoni di godimento Certificati di quota di società cooperative Dividendi

4 Esercitazione: calcolo dell aggio e del diritto d opzione di un aumento di capitale 4. I fondi d investimento nella gestione patrimoniale (8 ore) 4.1. Panoramica e definizioni 4.2. LICol: legge federale che disciplina il fondo d'investimento 4.3. Gli attori coinvolti in un fondo d'investimento 4.4. Tipologie di fondi d'investimento Fondi d'investimento in titoli Fondi immobiliari Fondi a strategia d'investimento, fondi a copertura, hedge fund Fondi a gestione attiva e passiva, Exchange Traded Fund Fondi in valuta estera, fondi Paese e fondi tematici Fondi singoli, fondi di fondi Fondi a distribuzione e fondi a capitalizzazione Fondi onshore e fondi offshore Fondi aperti e fondi chiusi, umbrella fund 4.5. Le strategie di investimento tramite fondi d'investimento 4.6. Opportunità e rischi dei fondi d'investimento 4.7. Esercitazione: l'interpretazione di fact-sheets reali e la proposta di una strategia d'investimento 5. Forward e futures nella gestione patrimoniale e nella tesoreria d azienda (8 ore) 5.1. Caratteristiche degli strumenti finanziari derivati Operazioni a termine incondizionate e condizionate Le diverse posizioni degli operatori di mercato Le motivazioni alla base delle operazioni a termine Esercitazione: elementi di distinzione tra strumenti tradizionali e strumenti derivati 5.2. Negoziazione, forme e rappresentazione degli strumenti finanziari derivati Possibilità di negoziazione dei derivati Il sottostante Consegna fisica e regolamento a contanti Rappresentazione del rapporto di dipendenza tra operazione a termine e a pronti Esercitazione: copertura del rischio di mercato di un portafoglio azionario mediante l impiego di futures 5.3. Operazioni a termine incondizionate Il prezzo a termine Forward Futures Esercitazione: tutela a livello d azienda da rialzi di prezzi relativi a materie prime impiegate nel processo produttivo 6. Le opzioni nella gestione patrimoniale: opportunità e rischi (8 ore) 6.1. Caratteristiche di un opzione Il tipo di opzione Il sottostante Il prezzo d esercizio Il periodo di validità La liquidazione Modalità di esercizio Il rapporto di opzione e il rapporto di sottoscrizione Il prezzo dell opzione Termsheet di un warrant Esercitazione: analisi e discussione di un reale termsheet e factsheet 6.2. I quattro tipi di operazioni base di un opzione

5 L opzione call (long/short) L opzione put (long/short) Esercitazione: determinazione del profilo di rischio e rendimento di diverse posizioni in opzioni 6.3. Il prezzo di un opzione Il valore intrinseco Il valore temporale Valori limite per le opzioni Esercitazione: analisi dell impatto di alcuni fattori esogeni (es. underlying, volatilità, tempo ecc.) sul valore di un'opzione 6.4. Analisi delle opzioni sulla base di indicatori Indicatori statici Indicatori dinamici Esercitazione: analisi dei principali indicatori di opzioni reali 6.5. Strategie con opzioni Strategie semplici Strategie di trading Strategie di copertura Esercitazione: analisi di uno spread e di un straddle 7. I derivati su tassi d interesse e valute nella gestione patrimoniale e nella tesoreria d azienda (8 ore) 7.1. Derivati su tassi d'interesse Futures del mercato monetario Futures del mercato dei capitali Opzioni su futures su tassi d interesse Forward rate agreement (FRA) Swap su tassi d'interesse Swaption Cap, floor e collar Esercitazione: copertura a livello d impresa del rischio di rialzo dei tassi di interesse nell ambito del mercato dei capitali 7.2. Derivati su valute Futures su divise Opzioni su divise Warrant su divise Esercitazione: copertura a livello di un portafoglio azionario e obbligazionario da oscillazioni avverse legate ai cambi 7.3. Derivati su metalli preziosi Derivati simmetrici su metalli preziosi Derivati asimmetrici su metalli preziosi Esercitazione: vantaggi e svantaggi dell investimento in oro tramite futures, ETF e azioni aurifere 8. I prodotti strutturati nella gestione patrimoniale: opportunità e rischi (8 ore) 8.1. Caratteristiche dei prodotti strutturati 8.2. Categorie dei prodotti strutturati (Swiss Derivative Map) 8.3. Prodotti con protezione del capitale 8.4. Prodotti con ottimizzazione del rendimento 8.5. Prodotti con partecipazione 8.6. Scomposizione di un prodotto strutturato nelle sue componenti 8.7. Rischi e opportunità connessi ai prodotti strutturati 8.8. Esercitazione: analisi e discussione di prodotti strutturati reali Didattica Lezioni frontali in aula con esercitazioni, studio preliminare del materiale didattico, case studies

6 Documentazione Responsabile scientifico Project manager Docenti Durata Date e orari Esame Materiale didattico AKAD Banking+Finance, materiale didattico del Centro di Studi Bancari - Helen Tschümperlin Moggi, CFA, Responsabile Area Banking and Finance, Centro di Studi Bancari, Vezia Nadir Rodoni Telefono : Marco Campana, Senior Partner, Chief Investment Officer, Patrimony 1873 SA, Lugano - Stefano Orelli, Dipl. Physik ETH, FRM, CIIA, AZEK AG, Bülach - Helen Tschümperlin Moggi, CFA, Responsabile Area Banking and Finance, Centro di Studi Bancari, Vezia - Stefano Zanchetta, Direttore, Cube Finance sagl, Lugano 64 ore Dal 27 marzo al 6 novembre 2015 (v. calendario allegato) Al termine del quarto corso di approfondimento e dell'intero percorso formativo sono previsti due esami che, se superati, portano all'ottenimento del Diploma di approfondimento del Centro di Studi Bancari (certificato Eduqua). Gli esami sono riservati solo a coloro che avranno frequentato l intero percorso formativo "Fit for financial products" comprensivo di tutti i corsi di approfondimento. L'organizzazione e la preparazione degli esami è affidata ad un'apposita Commissione d'esame del Centro di Studi Bancari. Gli esami, della durata di due ore e in formato multiple choice, si terranno venerdì 12 giugno 2015 e venerdì 4 dicembre 2015 dalle 9.00 alle a Villa Negroni. I sette quaderni propedeutici e il libro "I prodotti strutturati nella gestione patrimoniale", consegnati all inizio del percorso formativo e costituenti parte integrante anche della preparazione agli esami, intermedio e finale, sono compresi nella quota complessiva di iscrizione a tutto il percorso formativo.

7 Quote Membri ABT, ASG Altri Intero percorso formativo (64 ore) CHF CHF Esame 1 e 2 CHF CHF C1 Investimenti sui mercati monetari, forex e delle commodities (8 ore) C2 Investimenti obbligazionari: opportunità e rischi (8 ore) C3 Azioni e titoli analoghi: opportunità e rischi (8 ore) C4 I fondi d investimento nella gestione patrimoniale (8 ore) C5 Forward e futures nella gestione patrimoniale e nella tesoreria d azienda (8 ore) C6 Le opzioni nella gestione patrimoniale: opportunità e rischi (8 ore) C7 I derivati su tassi d interesse e valute nella gestione patrimoniale e nella tesoreria d azienda (8 ore) C8 I prodotti strutturati nella gestione patrimoniale: opportunità e rischi (8 ore) Iscrizione Entro il 27/02/2015 Informazioni Stefania Orlandino Telefono :

8 Fit for financial products 2015 MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE DICEMBRE Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso Giorno Orario Corso 1 dom 1 mer 1 ven Festa del lavoro 1 lun 1 mar 1 gio 1 dom Ognissanti 1 mar 2 lun 2 gio 2 sab 2 mar 2 mer 2 ven 2 lun 2 mer 3 mar 3 ven 3 dom 3 mer 3 gio 3 sab 3 mar 3 gio 4 mer 4 sab 4 lun 4 gio Corpus Domini 4 ven 4 dom 4 mer 4 ven E 5 gio 5 dom 5 mar m/p C3 5 ven 5 sab 5 lun 5 gio 5 sab 6 ven 6 lun Lunedì di Pasqua 6 mer 6 sab 6 dom 6 mar 6 ven p C8 6 dom 7 sab 7 mar 7 gio 7 dom 7 lun 7 mer 7 sab m C8 7 lun 8 dom 8 mer Pasqua 8 ven 8 lun 8 mar 8 gio 8 dom 8 mar Immacolata 9 lun 9 gio 9 sab 9 mar 9 mer 9 ven 9 lun 9 mer 10 mar 10 ven 10 dom 10 mer 10 gio 10 sab 10 mar 10 gio 11 mer 11 sab 11 lun 11 gio 11 ven p C5 11 dom 11 mer 11 ven 12 gio 12 dom 12 mar 12 ven E 12 sab m C5 12 lun 12 gio 12 sab 13 ven 13 lun 13 mer 13 sab 13 dom 13 mar 13 ven 13 dom 14 sab 14 mar 14 gio Ascensione 14 dom 14 lun 14 mer 14 sab 14 lun 15 dom 15 mer 15 ven 15 lun 15 mar 15 gio 15 dom 15 mar 16 lun 16 gio 16 sab 16 mar 16 mer 16 ven p C7 16 lun 16 mer 17 mar 17 ven 17 dom 17 mer 17 gio 17 sab m C7 17 mar 17 gio 18 mer 18 sab 18 lun 18 gio 18 ven 18 dom 18 mer 18 ven 19 gio San Giuseppe 19 dom 19 mar 19 ven 19 sab 19 lun 19 gio 19 sab 20 ven 20 lun 20 mer 20 sab 20 dom 20 mar 20 ven 20 dom 21 sab 21 mar 21 gio 21 dom 21 lun 21 mer 21 sab 21 lun 22 dom 22 mer 22 ven 22 lun 22 mar 22 gio 22 dom 22 mar 23 lun 23 gio 23 sab 23 mar 23 mer 23 ven 23 lun 23 mer 24 mar 24 ven p C2 24 dom 24 mer Vacanze estive 24 gio 24 sab 24 mar 24 gio 25 mer 25 sab m C2 25 lun unedì di Pentecos 25 gio 25 ven p C6 25 dom 25 mer 25 ven Natale 26 gio 26 dom 26 mar 26 ven 26 sab m C6 26 lun 26 gio 26 sab Santo Stefano 27 ven p C1 27 lun 27 mer 27 sab 27 dom 27 mar 27 ven 27 dom 28 sab m C1 28 mar 28 gio 28 dom 28 lun 28 mer 28 sab 28 lun 29 dom 29 mer 29 ven p C4 29 lun SS. Pietro e Paolo 29 mar 29 gio 29 dom 29 mar 30 lun 30 gio 30 sab m C4 30 mar 30 mer 30 ven 30 lun 30 mer 31 mar 31 dom 31 sab 31 gio Corsi Orari delle lezioni C1 Investimenti sui mercati monetari, forex e delle commodities m = C2 Investimenti obbligazionari: opportunità e rischi (8 ore) p = C3 Azioni e titoli analoghi: opportunità e rischi m/p = C4 I fondi d investimento nella gestione patrimoniale C5 Forward e futures nella gestione patrimoniale e nella tesoreria d azienda C6 Le opzioni nella gestione patrimoniale: opportunità e rischi C7 I derivati su tassi d interesse e valute nella gestione patrimoniale e nella tesoreria d azienda C8 I prodotti strutturati nella gestione patrimoniale: opportunità e rischi E Esame N.B. Il calendario potrà subire delle modifiche che saranno comunicate ai partecipanti in tempo utile

Fit for Retail Banking

Fit for Retail Banking Fit for Retail Banking I Edizione 2014 Presentazione Con il termine retail banking si indicano generalmente tutte le operazioni bancarie compiute con una vasta clientela attraverso una gamma di prodotti

Dettagli

Fit for credit products - clientela privata

Fit for credit products - clientela privata Fit for credit products - clientela privata III Edizione 2015 Presentazione I crediti nel sistema bancario elvetico rappresentano un importante fonte di finanziamento di capitale di terzi. A fine ottobre

Dettagli

Fit for project management Lavorare per progetti: fasi, strumenti e competenze manageriali

Fit for project management Lavorare per progetti: fasi, strumenti e competenze manageriali Fit for project management Lavorare per progetti: fasi, strumenti e competenze manageriali II Edizione Presentazione Da strumento limitato alla gestione dell innovazione in azienda, il project management

Dettagli

Il lancio, la gestione e la distribuzione di fondi alternativi

Il lancio, la gestione e la distribuzione di fondi alternativi Il lancio, la gestione e la distribuzione di fondi alternativi Hedge funds, fondi di private equity e fondi commodities: aspetti tecnici, regolamentari e fiscali I Edizione Presentazione Pur differenziandosi

Dettagli

Diploma in Banking+Finance for IT Specialist III Edizione 2013

Diploma in Banking+Finance for IT Specialist III Edizione 2013 Diploma in Banking+Finance for IT Specialist III Edizione 2013 Presentazione Obiettivi Ogni istituto bancario, grande o piccolo che sia, dispone, per la propria gestione, di complessi sistemi informatici

Dettagli

In collaborazione con

In collaborazione con Certified International Wealth Manager (CIWM ) Diploma federale di esperto in finanza ed investimenti 2014/15 XV Edizione - Formazione con cadenza biennale Presentazione Nel contesto attuale emerge l importanza

Dettagli

Risk Management Basilea 3: aspetti operativi per i diversi profili professionali VII Edizione

Risk Management Basilea 3: aspetti operativi per i diversi profili professionali VII Edizione Risk Management Basilea 3: aspetti operativi per i diversi profili professionali VII Edizione Presentazione Negli ultimi anni il settore finanziario ha compreso come la gestione del rischio costituisca

Dettagli

Alternative Investments IV Edizione 2011

Alternative Investments IV Edizione 2011 Alternative Investments IV Edizione 2011 Presentazione La gamma degli investimenti alternativi è ampia e comprende gli hedge funds, il private equity e il venture capital, le commodities, il real estate

Dettagli

Futures. Vontobel Mini Futures. Vontobel Investment Banking. Minimo impiego, ottimali opportunità

Futures. Vontobel Mini Futures. Vontobel Investment Banking. Minimo impiego, ottimali opportunità Vontobel Mini Futures Futures Minimo impiego, ottimali opportunità Vontobel Investment Banking Vontobel Mini Futures Con un impiego minimo ottenere il massimo Bank Vontobel offre da subito una soluzione

Dettagli

Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1

Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1 00_caparrelli 20-01-2004 13:10 Pagina VII Prefazione XIII Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1 Capitolo 1 I prodotti del mercato monetario 3 1.1 Introduzione al mercato monetario

Dettagli

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa Indice 3 PREFAZIONE 5 INTRODUZIONE - Tendenze evolutive del rapporto banca-impresa 5 I.1 Premessa 6 I.2 Le recenti riforme dell ordinamento bancario 9 I.2.1 Le direttive del Comitato di Basilea 12 I.2.2

Dettagli

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A.

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Sistema Anima Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato dei Fondi comuni di investimento mobiliare gestiti da ANIMA SGR S.p.A. Linea Mercati Anima Liquidità Euro Anima Riserva Dollaro

Dettagli

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A.

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. Sistema Anima Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. Linea Mercati Anima Liquidità Euro Anima Riserva Dollaro Anima Riserva Globale

Dettagli

Diploma di approfondimento. Successione e trasmissione aziendale in Svizzera. I Edizione, 2015

Diploma di approfondimento. Successione e trasmissione aziendale in Svizzera. I Edizione, 2015 Diploma di approfondimento Successione e trasmissione aziendale in Svizzera I Edizione, 2015 Presentazione Obiettivi Per il mondo fiduciario e bancario l attività di consulenza in ambito di pianificazione

Dettagli

Swiss Cross-Border Wealth Management Certification per assistenti II Edizione

Swiss Cross-Border Wealth Management Certification per assistenti II Edizione Swiss Cross-Border Wealth Management Certification per assistenti II Edizione Presentazione Il 22 ottobre 2010 la FINMA scriveva nella sua "Posizione sui Rischi giuridici e di reputazione nelle operazioni

Dettagli

Gli strumenti derivati

Gli strumenti derivati Gli strumenti derivati EMM A - Lezione 6 Prof. C. Schena Università dell Insubria 1 Gli strumenti derivati Derivati perché il loro valore deriva da quello di altre attività dette beni/attività sottostanti

Dettagli

La nostra indipendenza vi garantisce scelte di gestione perfettamente obiettive

La nostra indipendenza vi garantisce scelte di gestione perfettamente obiettive AL VOSTRO SERVIZO Forte di oltre 50 anni di esperienza, PKB ha acquisito una profonda conoscenza delle esigenze di privati e famiglie, imprenditori, liberi professionisti e dirigenti. È quindi in grado

Dettagli

CATALOGO 2012. Corsi e certificazioni di base e di approfondimento

CATALOGO 2012. Corsi e certificazioni di base e di approfondimento CATALOGO 2012 Corsi e certificazioni di base e di approfondimento Edizione giugno 2012 1 1. Indice 1. Indice... 3 2. Introduzione... 5 3. Elenco corsi di base e di approfondimento... 7 4. Elenco certificati

Dettagli

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti:

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: Strumenti derivati Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: attività finanziarie (tassi d interesse, indici azionari, valute,

Dettagli

Presenta il Master. 6, 13, 17, 20, 27, 29 Ottobre, Torino (presso uffici Private & Consulting SIM SpA)

Presenta il Master. 6, 13, 17, 20, 27, 29 Ottobre, Torino (presso uffici Private & Consulting SIM SpA) Presenta il Master PROFESSIONE MONEY MANAGER 6, 13, 17, 20, 27, 29 Ottobre, Torino (presso uffici Private & Consulting SIM SpA) Programma del Master Il Master si prefigge lo scopo di fornire una solida

Dettagli

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Sistema PRIMA Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Fondi Linea Mercati OICVM: Anima Fix Euro Anima Fix Obbligazionario

Dettagli

Diploma di approfondimento La fiscalità svizzera

Diploma di approfondimento La fiscalità svizzera Diploma di approfondimento La fiscalità svizzera Edizione II Presentazione Alla luce del successo della prima edizione, il diploma "La fiscalità svizzera" viene riproposto in un formato aggiornato e conforme

Dettagli

IAS 32 Financial Instruments: Disclosure and presentation. IAS 39 Financial Instruments: Recognition and measurement

IAS 32 Financial Instruments: Disclosure and presentation. IAS 39 Financial Instruments: Recognition and measurement IAS 32 Financial Instruments: Disclosure and presentation IAS 39 Financial Instruments: Recognition and measurement 1 Argomenti trattati 1) 1) Principali contenuti 2) 2) IAS 32 Financial Instruments: Disclosure

Dettagli

La gestione degli investimenti

La gestione degli investimenti La gestione degli investimenti Un servizio personalizzato, professionale e trasparente. L investimento patrimoniale dovrebbe produrre il massimo rendimento possibile in base all evoluzione dei mercati

Dettagli

VALUTAZIONE FINANZIARIA

VALUTAZIONE FINANZIARIA - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA AMMINISTRAZIONE FINANZA E CONTROLLO

Dettagli

I contratti finanziari. Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

I contratti finanziari. Corso di Economia degli Intermediari Finanziari I contratti finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Definizioni I contratti finanziari-detti anche attività finanziarie e strumenti finanziari-sono beni intangibili che costituiscono

Dettagli

Gli Autori. Simbologia. Presentazione. Introduzione I N D I C E XVII XIX XXIII

Gli Autori. Simbologia. Presentazione. Introduzione I N D I C E XVII XIX XXIII I N D I C E XV XVII XIX XXIII Gli Autori Simbologia Presentazione Introduzione 3 Capitolo 1 Il ruolo della finanza aziendale nell economia dell impresa 3 1.1 La nascita e lo sviluppo della finanza aziendale

Dettagli

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio Glossario Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio (nell accezione accolta nella Relazione e con esclusione dei termini entrati nel lessico comune italiano oppure inseriti in un contesto

Dettagli

2010 Direttive concernenti il mandato di gestione patrimoniale

2010 Direttive concernenti il mandato di gestione patrimoniale 2010 Direttive concernenti il mandato di gestione patrimoniale Preambolo Le seguenti direttive sono state adottate dal Consiglio di amministrazione dell Associazione svizzera dei banchieri allo scopo di

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato

CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato Pubblicato mediante deposito presso l Archivio Prospetti della CONSOB in data 31 gennaio 2012 Società di gestione Collocatore Unico 2/44 Il presente Prospetto Semplificato

Dettagli

Floored Floater. Questa configurazione le offre i seguenti vantaggi:

Floored Floater. Questa configurazione le offre i seguenti vantaggi: su tasso Libor CHF a 3 mesi con obbligazione di riferimento «Newmont Mining» Floored Floater su tasso EURIBOR EUR a 3 mesi con obbligazione di riferimento «Newmont Mining» Nel contesto attuale di tassi

Dettagli

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI Il presente documento contiene le informazioni chiave per gli investitori di questo Comparto. Non si tratta di un documento promozionale. Le informazioni contenute

Dettagli

Piùpotenza per lemie performance di trading.

Piùpotenza per lemie performance di trading. Piùpotenza per lemie performance di trading. Mini Futures Certificate Comunicazione pubblicitaria/promozionale. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo. Strumenti finanziari strutturati a

Dettagli

Introduzione al Corporate Financial Risk Management. Lorenzo Faccincani

Introduzione al Corporate Financial Risk Management. Lorenzo Faccincani Introduzione al Corporate Financial Risk Management Lorenzo Faccincani 1 Il Corporate Financial Risk Management Il Corporate Financial Risk Management può essere definito come il complesso delle attività

Dettagli

Compliance management

Compliance management Compliance management Presentazione I requisiti postulati dalla sorveglianza prudenziale, l orientamento ai rischi e l affermarsi progressivo di una cultura della trasparenza, hanno contribuito a valorizzare

Dettagli

Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse

Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse Finanziamenti a medio termine e rischio tasso di interesse Milano 12 marzo Fondazione Ambrosianeum Via delle Ore 3 Un Azienda ha la necessità di finanziare la sua attività caratteristica per un importo

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI

INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI INFORMAZIONI CHIAVE PER GLI INVESTITORI Il presente documento contiene le informazioni chiave per gli investitori di questo Comparto. Non si tratta di un documento promozionale. Le informazioni contenute

Dettagli

Comunicazione ai Sottoscrittori

Comunicazione ai Sottoscrittori Comunicazione ai Sottoscrittori 6 Novembre 2008 Pioneer S.F. Fondo Comune d Investimento di Diritto Lussemburghese (Fonds Commun de Placement) I.P. Indice 1. Cambio di denominazione e delle politiche

Dettagli

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Alcuni strumenti finanziari particolari Alcuni strumenti proposti nel panorama internazionale Gli strumenti ai quali faremo riferimento sono: i financial

Dettagli

Analisi tecnica applicata Uso professionale dell analisi tecnica per le decisioni di investimento e per il trading (Certified Financial Technician )

Analisi tecnica applicata Uso professionale dell analisi tecnica per le decisioni di investimento e per il trading (Certified Financial Technician ) Analisi tecnica applicata Uso professionale dell analisi tecnica per le decisioni di investimento e per il trading (Certified Financial Technician ) XII Edizione Presentazione Obiettivi Il percorso formativo

Dettagli

A S S E T D Y N A M I C - S C H E D A S I N T E T I C A

A S S E T D Y N A M I C - S C H E D A S I N T E T I C A A S S E T D Y N A M I C - S C H E D A S I N T E T I C A Fondo di diritto sammarinese di tipo UCITS III, autorizzato il 20 febbraio 2014. Codice Isin SM000A1XFES2. Il presente documento contiene le informazioni

Dettagli

GLI STRUMENTI DERIVATI. Giuseppe G. Santorsola EIF 1

GLI STRUMENTI DERIVATI. Giuseppe G. Santorsola EIF 1 GLI STRUMENTI DERIVATI Giuseppe G. Santorsola EIF 1 Gli strumenti derivati Sono strumenti finanziari la cui esistenza e valutazione dipendono dal valore di un'altra attività chiamata sottostante che può

Dettagli

Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1

Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1 Indice Prefazione Introduzione XIII XV Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1 1.1 Definizione e tipologie di investimento 1 1.1.1 Caratteristiche degli investimenti produttivi 3 1.1.2 Caratteristiche

Dettagli

Finanza Aziendale (6 cfu)

Finanza Aziendale (6 cfu) Finanza Aziendale (6 cfu) Docente: Prof. Giuseppe Frisella (profrisella@gmail.com) Ricevimento: Lunedì ore 10:00 Dipartimento SEAF-Economia 4 Piano Anno Accademico 2012/2013 Il corso ha l obiettivo di

Dettagli

Ordinanza della CFB sui fondi d investimento

Ordinanza della CFB sui fondi d investimento Ordinanza della CFB sui fondi d investimento (OFI-CFB) Modifica del 24 novembre 2004 La Commissione federale delle banche (CFB) ordina: I L ordinanza della CFB del 24 gennaio 2001 1 sui fondi d investimento

Dettagli

my Solutions Opzioni e prodotti strutturati personalizzati

my Solutions Opzioni e prodotti strutturati personalizzati my Solutions Opzioni e prodotti strutturati personalizzati credit-suisse.com/mysolutions I prodotti strutturati non costituiscono una partecipazione in un investimento collettivo di capitale ai sensi della

Dettagli

IL CENTRO DI STUDI BANCARI. Certificazioni CATALOGO 2014

IL CENTRO DI STUDI BANCARI. Certificazioni CATALOGO 2014 IL CENTRO DI STUDI BANCARI Certificazioni CATALOGO 2014 INDICE 5 Il Centro di Studi Bancari in breve CERTIFICATI DI BASE 9 Basics in Banking+Finance 10 Basics in Banking+Finance and It Governance 11 Consulente

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI IMPARTITI ALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A., GRUPPO BNP PARIBAS, DAI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI IMPARTITI ALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A., GRUPPO BNP PARIBAS, DAI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI IMPARTITI ALLA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A., GRUPPO BNP PARIBAS, DAI PROPRI CLIENTI AL DETTAGLIO E PROFESSIONALI SOMMARIO

Dettagli

Informazioni sul prodotto Emittente Bank Vontobel AG, Zurigo (Standard & Poor's A+; Moody's A1)

Informazioni sul prodotto Emittente Bank Vontobel AG, Zurigo (Standard & Poor's A+; Moody's A1) Termsheet (Final Terms) WARRANT +41 (0)58 283 78 88 oppure www.derinet.ch DENOMINAZIONE ASPS: WARRANT (2100) Put - Warrant su SMI (Swiss Market Index) DESCRIZIONE DEL PRODOTTO I warrant sono strumenti

Dettagli

Introduzione. Capitolo 1. Opzioni, Futures e Altri Derivati, 6 a Edizione, Copyright John C. Hull 2005 1

Introduzione. Capitolo 1. Opzioni, Futures e Altri Derivati, 6 a Edizione, Copyright John C. Hull 2005 1 Introduzione Capitolo 1 1 La Natura dei Derivati I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali variabili sottostanti 2 Esempi di Derivati Forwards Futures Swaps Opzioni

Dettagli

Compliance management

Compliance management Compliance management Presentazione I requisiti postulati dalla sorveglianza prudenziale, l orientamento ai rischi e l affermarsi progressivo di una cultura della trasparenza, hanno contribuito a valorizzare

Dettagli

Quesiti e soluzioni della prova scritta dell'esame di idoneità per l'iscrizione all'albo dei promotori finanziari del 9 marzo 2007

Quesiti e soluzioni della prova scritta dell'esame di idoneità per l'iscrizione all'albo dei promotori finanziari del 9 marzo 2007 Quesiti e soluzioni della prova scritta dell'esame di idoneità per l'iscrizione all'albo dei promotori finanziari del 9 marzo 2007 1. Ai sensi del dell art. 98, comma 2, del regolamento Consob n. 11522/1998,

Dettagli

Vontobel Investment Banking. Vontobel Voncash Ottimizzare gli investimenti nel mercato monetario con divise e oro

Vontobel Investment Banking. Vontobel Voncash Ottimizzare gli investimenti nel mercato monetario con divise e oro Vontobel Investment Banking Vontobel Voncash Ottimizzare gli investimenti nel mercato monetario con divise e oro Ottimizzare gli investimenti nel mercato monetario con divise e oro L elemento più importante

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

2.2.7 Strumenti finanziari - fair value e gestione dei rischi

2.2.7 Strumenti finanziari - fair value e gestione dei rischi 114 2.2.7 Strumenti finanziari - fair value e gestione dei rischi 2.2.7.1 Gerarchia del fair value 2. Bilancio consolidato Le tabelle di seguito forniscono una ripartizione delle attività e passività per

Dettagli

Obiettivi del corso. Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari

Obiettivi del corso. Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari Obiettivi del corso Approfondire la natura e le caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari Studiare l articolazione e l organizzazione dei mercati in cui questi strumenti vengono negoziati Principali

Dettagli

1. Obiettivi particolari SAL

1. Obiettivi particolari SAL 1. Obiettivi particolari SAL N TA A.1.0.1 Comprendo il senso e lo scopo della struttura del processo di consulenza della mia banca. Presenta ad un cliente la struttura del processo di consulenza. Spiega

Dettagli

Barrier Reverse Convertible l'«azione migliore» in fasi di andamento laterale. Performance creates trust. Luigi Diamante

Barrier Reverse Convertible l'«azione migliore» in fasi di andamento laterale. Performance creates trust. Luigi Diamante Barrier Reverse Convertible l'«azione migliore» in fasi di andamento laterale Luigi Diamante Senior Advisor Financial Products Bank Vontobel AG Performance creates trust Pagina 2 Prodotti strutturati per

Dettagli

Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario, strumenti finanziari, operatività bancaria e costruzione del portafoglio

Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario, strumenti finanziari, operatività bancaria e costruzione del portafoglio Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario Nozioni di Matematica Finanziaria 51 Analisi si scenario 103 Piani di ammortamento Rendite Regimi di capitalizzazione semplice e composta Tassi equivalenti

Dettagli

Tecnica Bancaria (Cagliari - 2015)

Tecnica Bancaria (Cagliari - 2015) Tecnica Bancaria (Cagliari - 2015) prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it mauro.aliano@unica.it 1 Il rischio di interesse 2 Il rischio di tasso di interesse Il rischio di tasso di interesse può essere

Dettagli

Gli Strumenti Finanziari secondo. i Principi Contabili Internazionali IAS 32-39

Gli Strumenti Finanziari secondo. i Principi Contabili Internazionali IAS 32-39 Gli Strumenti Finanziari secondo i Principi Contabili Internazionali IAS 32-39 Relatore: Dott. Stefano Grumolato Verona, aprile 2008 Overview dell intervento Strumenti finanziari e tecniche di valutazione

Dettagli

SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9

SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9 SOLUZIONI ESERCIZI CAPITOLO 9 1. Un derivato e uno strumento finanziario il cui rendimento e legato al rendimento di un altro strumento finanziario emesso in precedenza e separatamente negoziato. Un esempio

Dettagli

Gruppo Cornèr Banca. Prodotti e servizi per la Clientela privata. I vostri valori, i nostri valori.

Gruppo Cornèr Banca. Prodotti e servizi per la Clientela privata. I vostri valori, i nostri valori. Gruppo Cornèr Banca Prodotti e servizi per la Clientela privata I vostri valori, i nostri valori. Servizi base 2 Private Banking 4 Mercati 7 Crediti e Commerciale 8 Servizi Cornèronline 9 CornèrTrader

Dettagli

Associazioni dei consumatori Intesa Sanpaolo. Mettere in comune competenze. Presentazione Progetto C INTESA SANPAOLO ASSOCIAZIONI CONSUMATORI

Associazioni dei consumatori Intesa Sanpaolo. Mettere in comune competenze. Presentazione Progetto C INTESA SANPAOLO ASSOCIAZIONI CONSUMATORI Associazioni dei consumatori Intesa Sanpaolo INTESA SANPAOLO Mettere in comune competenze ASSOCIAZIONI CONSUMATORI Presentazione Progetto C Direzione Relazioni Esterne - Ufficio Rapporti con le Associazioni

Dettagli

Politica di pricing e regole interne per l emissione / negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Banca Interprovinciale S.p.A.

Politica di pricing e regole interne per l emissione / negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Banca Interprovinciale S.p.A. Politica di pricing e regole interne per l emissione / negoziazione dei prestiti obbligazionari emessi dalla Banca Interprovinciale S.p.A. 1 DESTINATARI. Consiglio di Amministrazione Collegio Sindacale

Dettagli

del 24 gennaio 2001 (Stato 22 marzo 2005)

del 24 gennaio 2001 (Stato 22 marzo 2005) Ordinanza della CFB sui fondi d investimento (OFI-CFB) 951.311.1 del 24 gennaio 2001 (Stato 22 marzo 2005) La Commissione federale delle banche (CFB), visti gli articoli 43 capoverso 2 e 53 capoverso 4

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEI PRODOTTI DI INVESTIMENTO : RENDIMENTO E RISCHIO DI PORTAFOGLI OBBLIGAZIONARI E AZIONARI ED ELEMENTI DI ANALISI FONDAMENTALE

LA VALUTAZIONE DEI PRODOTTI DI INVESTIMENTO : RENDIMENTO E RISCHIO DI PORTAFOGLI OBBLIGAZIONARI E AZIONARI ED ELEMENTI DI ANALISI FONDAMENTALE MODULO 1 LA VALUTAZIONE DEI PRODOTTI DI INVESTIMENTO : RENDIMENTO E RISCHIO DI PORTAFOGLI OBBLIGAZIONARI E AZIONARI ED ELEMENTI DI ANALISI FONDAMENTALE Durata : 1 gg Le nozioni di base per la valutazione

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

BANCA CREMASCA. Credito Cooperativo Soc. Coop.

BANCA CREMASCA. Credito Cooperativo Soc. Coop. BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Soc. Coop. POLICY DI PRICING E REGOLE INTERNE PER LA NEGOZIAZIONE/EMISSIONE DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DELLA BANCA (Adottata ai sensi delle Linee guida interassociative

Dettagli

GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA

GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA 31 Elisioni intersettoriali Le elisioni intersettoriali sono relative allo storno di ricavi e costi tra società del Gruppo appartenenti a settori diversi. In particolare il saldo negativo di 15 milioni

Dettagli

Indice. Prefazione, di Tancredi Bianchi XIII. Presentazione della seconda edizione, di Giancarlo Forestieri XVII

Indice. Prefazione, di Tancredi Bianchi XIII. Presentazione della seconda edizione, di Giancarlo Forestieri XVII Prefazione, di Tancredi Bianchi Presentazione della seconda edizione, di Giancarlo Forestieri XIII XVII Parte prima Il mercato, le istituzioni e gli strumenti di valutazione 1 Il sistema finanziario e

Dettagli

Iccrea Banca S.p.A. in qualità di Emittente e Responsabile del Collocamento

Iccrea Banca S.p.A. in qualità di Emittente e Responsabile del Collocamento Iccrea Banca S.p.A. in qualità di Emittente e Responsabile del Collocamento Società per Azioni Via Lucrezia Romana, 41/47-00178 Roma P. IVA, Codice Fiscale e n. di Iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

I Derivati. a.a. 2014/2015 Prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2014/2015 Prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2014/2015 Prof. Mauro Aliano mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (Testo Unico della Finanza) Il valore dello strumento deriva (dipende)

Dettagli

Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento.

Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento. Covered Warrant di UniCredit, soluzioni per mercati in movimento. I Certificate descritti in questa pubblicazione sono strumenti finanziari strutturati complessi a capitale non protetto. Non è garantito

Dettagli

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni

Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni Domanda 1: Valutazione e Analisi di Obbligazioni (41 punti) Lei ha iniziato a lavorare quale analista obbligazionario. Il primo giorno di lavoro si trova confrontato con il seguente portafoglio obbligazionario

Dettagli

2 è calcolato in funzione del prezzo di mercato del. 3 è pubblicato quotidianamente sulla stampa. 4 è il prezzo ufficiale di mercato del fondo

2 è calcolato in funzione del prezzo di mercato del. 3 è pubblicato quotidianamente sulla stampa. 4 è il prezzo ufficiale di mercato del fondo Rispondere ai seguenti quesiti. Livello Knowledge 1 2 3 4 Nelle forme pensionistiche individuali, attuate mediante contratti di assicurazione sulla vita, l ammontare dei premi: 1 è sempre definito in misura

Dettagli

TIMEO NEUTRAL SICAV. Société d'investissement à capital variable Sede legale: 5, Allée Scheffer L-2520 Lussemburgo R.C.S. Luxembourg B 94351

TIMEO NEUTRAL SICAV. Société d'investissement à capital variable Sede legale: 5, Allée Scheffer L-2520 Lussemburgo R.C.S. Luxembourg B 94351 TIMEO NEUTRAL SICAV Société d'investissement à capital variable Sede legale: 5, Allée Scheffer L-2520 Lussemburgo R.C.S. Luxembourg B 94351 Avviso agli azionisti dei Comparti sotto riportati: 1. Modifica

Dettagli

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012

Come usare gli ETF. Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team. Rimini, 17 maggio 2012 Come usare gli ETF Valerio Baselli e Azzurra Zaglio Morningstar Editor&Analyst team Rimini, 17 maggio 2012 Cosa sono gli Etf? Gli Etf sono una particolare categoria di fondi d investimento mobiliare quotati

Dettagli

la finanza senza sorprese

la finanza senza sorprese ap equity asset allocation interest rate options risk management alth management dcf advisory etc value at risk commodities rrencies hedging covered bond benchmark fed funds fair value igation alternative

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

Prefazione. Capitolo 1 Introduzione ai contratti derivati 1 1.1 I derivati 1

Prefazione. Capitolo 1 Introduzione ai contratti derivati 1 1.1 I derivati 1 Prefazione XV Capitolo 1 Introduzione ai contratti derivati 1 1.1 I derivati 1 Capitolo 2 Il mercato delle opzioni azionarie 11 2.1 Le opzioni sui singoli titoli azionari 11 2.2 Il mercato telematico delle

Dettagli

Banca Centropadana Zero Coupon 03.09.2012-16.12.2019 Serie 342 ISIN: IT0004846694

Banca Centropadana Zero Coupon 03.09.2012-16.12.2019 Serie 342 ISIN: IT0004846694 10. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE OBBLIGAZIONI A ZERO COUPON Banca Centropadana Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede sociale in Piazza IV Novembre 11 26862 Guardamiglio (LO) Iscritta all

Dettagli

LONG TERM INVESTMENT FUND (SIA)

LONG TERM INVESTMENT FUND (SIA) Il presente Prospetto Informativo Semplificato è traduzione fedele dell ultimo prospetto ricevuto dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier Lussemburgo. Un Legale Rappresentante Il presente

Dettagli

Il futuro ha bisogno di più Anima.

Il futuro ha bisogno di più Anima. Il futuro ha bisogno di una nuova visione. Più attenta all essenza. Più responsabile e rigorosa. Più aperta e positiva. Per questo i migliori consulenti, le migliori banche e reti di promotori finanziari

Dettagli

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività.

Processo che consente di identificare la ripartizione ottimale di medio-lungo periodo delle risorse finanziarie tra le diverse classi di attività. Glossario finanziario Asset Allocation Consiste nell'individuare classi di attività da inserire in portafoglio al fine di allocare in maniera ottimale le risorse finanziarie, dati l'orizzonte temporale

Dettagli

PROSPETTO BASE. CONDIZIONI DEFINITIVE per il programma di emissione prestiti obbligazionari

PROSPETTO BASE. CONDIZIONI DEFINITIVE per il programma di emissione prestiti obbligazionari CASSA RURALE DI TRENTO - Banca di Credito Cooperativo - Società Cooperativa con sede legale in Trento, via Belenzani 6. Iscritta all albo delle banche tenuto dalla Banca d'italia al n. 2987.6; al Registro

Dettagli

SISTEMA EUROMOBILIARE

SISTEMA EUROMOBILIARE GRUPPO CREDEM SISTEMA EUROMOBILIARE Regolamento Unico dei Fondi gestiti da Euromobiliare Asset Management SGR SpA Il presente documento è valido a decorrere dal 20.04.2016 INDICE A) SCHEDA IDENTIFICATIVA

Dettagli

Credit Suisse Real Estate Fund Siat Il fondo immobiliare con una lunga tradizione

Credit Suisse Real Estate Fund Siat Il fondo immobiliare con una lunga tradizione Real Estate Asset Management Credit Suisse Real Estate Fund Siat Il fondo immobiliare con una lunga tradizione Nuova emissione 9 20 novembre 2009 Private Banking Investment Banking Asset Management Appartamento

Dettagli

Floored Floater. Questa configurazione le offre i seguenti vantaggi:

Floored Floater. Questa configurazione le offre i seguenti vantaggi: su tasso Libor CHF a 3 mesi con obbligazione di riferimento «Clariant» Floored Floater su tasso EURIBOR EUR a 3 mesi con obbligazione di riferimento «Clariant» Nel contesto attuale di tassi bassi, i tradizionali

Dettagli

Valutazione d Azienda. Lezione 9 IL METODO FINANZIARIO

Valutazione d Azienda. Lezione 9 IL METODO FINANZIARIO Valutazione d Azienda Lezione 9 IL METODO FINANZIARIO 1 Il modello finanziario Il modello finanziario è stato molto dibattuto in dottrina a partire dalla prima metà degli anni novanta. Impostazioni metodologiche:

Dettagli

Il dizionario dei termini finanziari

Il dizionario dei termini finanziari Il dizionario dei termini finanziari Tipi di ordine Ordine a mercato Ordine in stop (buystop-sellstop) Ordine a limite (buylimit-sellimit) Viene dato senza precisare alcun prezzo. Significa che lo si deve

Dettagli

FONDI COMUNI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI

FONDI COMUNI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI (in vigore dal 15 aprile 2015) FONDI COMUNI Il presente Regolamento è stato approvato dall organo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI

FOGLIO INFORMATIVO REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI RISERVATO A PROMOTORI/AGENTI Cognome e nome Qualifica N. iscrizione albo.. FOGLIO INFORMATIVO REDATTO AI SENSI DELLA DISCIPLINA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI OBBLIGAZIONI

Dettagli

Angela Gemma Giada Pivotto Luca Rossi Sigrid Rauch Vanessa Dedola CORSO DI ANALISI DEGLI EQUILIBRI GESTIONALI DELLA BANCA PROJECT WORK

Angela Gemma Giada Pivotto Luca Rossi Sigrid Rauch Vanessa Dedola CORSO DI ANALISI DEGLI EQUILIBRI GESTIONALI DELLA BANCA PROJECT WORK * Angela Gemma Giada Pivotto Luca Rossi Sigrid Rauch Vanessa Dedola CORSO DI ANALISI DEGLI EQUILIBRI GESTIONALI DELLA BANCA PROJECT WORK 1) PARTE INTRODUTTIVA equity research cosa è, scopo metodi per l'equity

Dettagli

Manelli Capitolo 00:Manelli Cap 0 21-09-2009 9:11 Pagina V. Indice. Introduzione

Manelli Capitolo 00:Manelli Cap 0 21-09-2009 9:11 Pagina V. Indice. Introduzione Manelli Capitolo 00:Manelli Cap 0 21-09-2009 9:11 Pagina V Indice XI Introduzione 3 CAPITOLO 1 Il valore come sintesi degli obiettivi aziendali 3 1.1 Evoluzione e contenuti della funzione finanziaria d

Dettagli

Master in Private Banking

Master in Private Banking Master in Private Banking 2 Premessa Di fronte ai cambiamenti e alle evoluzioni del mercato che si susseguono con sempre maggiore forza, il private banker riveste un ruolo insostituibile fondato su una

Dettagli

Banca Centropadana tasso fisso 2,75% 15.01.2013-15.07.2015 serie 351 ISIN: IT0004887904

Banca Centropadana tasso fisso 2,75% 15.01.2013-15.07.2015 serie 351 ISIN: IT0004887904 10. MODELLO DELLE CONDIZIONI DEFINITIVE OBBLIGAZIONI A TASSO FISSO Banca Centropadana Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede sociale in Piazza IV Novembre 11 26862 Guardamiglio (LO) Iscritta all

Dettagli