L attività della Consob nel mese di Dicembre 2008

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L attività della Consob nel mese di Dicembre 2008"

Transcript

1 Commissione Consultiva Finanza e Controllo di Gestione L attività della Consob nel mese di Dicembre 2008 I provvedimenti adottati dalla Consob vengono pubblicati nel Bollettino dell'istituto e, quando previsto, anche nella Gazzetta Ufficiale. In questa sede sono riportati, con cadenza mensile, i provvedimenti di maggiore e più generale rilevanza in maniera molto sintetica in modo da fornire, quasi come in un indice, una rapida informazione circa l'attività svolta dalla Consob. Solo per ciò che presumibilmente potrebbe essere di interesse per la professione, particolarmente le risposte a specifici quesiti, viene riportato, in allegato, il testo integrale così come redatto dalla Consob. Le informazioni contenute nella presente hanno un carattere meramente informativo e la loro diffusione ha il solo scopo di informare circa l attività della Consob. Rimane pertanto a carico dei singoli utenti l eventuale approfondimento di ogni specifica problematica. Modifiche all art. 2 del regolamento emittenti In occasione del recepimento della direttiva Mifid è stato modificato l art. 205 del Tuf con la previsione che "le offerte di acquisto e vendita di prodotti finanziari effettuate in mercati regolamentati e, se ricorrano le condizioni indicate dalla Consob con regolamento, quelle effettuate nei sistemi multilaterali di negoziazione o da internalizzatori sistematici non costituiscono offerta al pubblico di prodotti finanziari né offerta pubblica di acquisto e scambio". Per dare attuazione a tale previsione la Commissione, con delibera del , ha provveduto a modificare l art. 2 del regolamento emittenti con l inserimento dei commi da 3 a 7. Approvate modifiche al regolamento di Borsa Italiana La Consob, con decisione del , ha comunicato il proprio assenso alle modifiche delle Istruzioni al Regolamento dei Mercati organizzati e gestiti dalla Borsa Italiana, approvate dal CdA della società di gestione del mercato in data 6.11 e l Le modifiche introdotte riguardano: la definizione del dividendo straordinario ai fini della rettifica dei contratti derivati in caso di stacco dei dividendi; gli obblighi di quotazione dei market maker sui contratti di opzione sull'indice S&P/Mib e sui contratti di opzione su azioni; gli obblighi di quotazione per i primary market maker sui contratti futures su azioni. Risposte a quesiti sull applicabilità della disciplina dell opa obbligatoria La Commissione, con comunicazione del , a seguito di alcuni quesiti pervenuti ha confermato l orientamento già espresso sulla non applicabilità della disciplina dell opa obbligatoria alle operazioni di riallocazione partecipativa, ritenendo applicabile l esenzione di cui all art. 49, comma 1, lettera c) del regolamento emittenti. La Commissione già in diverse precedenti pronunce, e in particolare nella Comunicazione del , ha ritenuto che la ratio dell esenzione è quella di creare un regime di favore per le operazioni societarie di mero riassetto partecipativo che non possono essere considerate come una reale modifica dell assetto di controllo della quotata e che pertanto risultano neutre per gli azionisti di minoranza in quanto non modificano il soggetto o i soggetti posti al vertice della catena di controllo, né i relativi equilibri di potere. Comunicazioni a tutela dei risparmiatori a cura di Alberto Gafforio pagina 1

2 * la Kredittilsynet, norvegese, segnala che le società Goldberg Heche Associates, con sede dichiarata negli Usa, Finurba Corporate Finance, con sede dichiarata a Lisbona, Baer Innes Stock Broking &Wealth Management, con sede dichiarata a Vienna, Hampshire Consultants Llc, con sede dichiarata nella Bahamas, Savoy Advisors Llc, con sede dichiarata negli Usa, Highland International Advisors, stanno offrendo servizi di investimento senza la prevista autorizzazione, ed inoltre che Finanstjenester non è un istituto di credito autorizzato ad offrire servizi bancari in Norvegia e non è quindi collegato al sistema norvegese di garanzia dei depositi * la Finansinspektionen, svedese, segnala che le società Falon Group Limited, con sede dichiarata a Singapore, Lyland Finance, con sede dichiarata a Ginevra, Venture Alliance Partners, con sedi dichiarate nella Republica Ceca, a Dubai e a Copenhagen, Barclays Group Financial Inc, con sede dichiarata a New York, Pacific Capital Partners, con sede dichiarata a Hong Kong, Skyline Advisory Group, con sede dichiarata a Zurigo, Thomas & Hyde Consulting, con sede dichiarata a Los Angeles, West Ridge Limited, con sede dichiarata a Londra, stanno offrendo servizi di investimento senza la prevista autorizzazione * la Finanzmarktaufsicht, austriaca, segnala che la Davis Mayer Group, con sede dichiarata a Seoul, Sud Corea, sta offrendo servizi di investimento senza la prevista autorizzazione * la Irish Financial Services Regulatory Authority, irlandese, segnala che la società Lincoln Ventures, con sede dichiarata in Canada, sta offrendo servizi di investimento senza la prevista autorizzazione * la Slovene Securities Market Agency, slovena, segnala che la società FX Run Ltd, con sedi dichiarate nel Regno Unito e in Slovenia, sta offrendo servizi di investimento senza la prevista autorizzazione * la Hellenic Capital Market Commission, ellenica, segnala che le società Acm Advanced Currency Markets, con sede dichiarata a Ginevra, Fx Greece Ltd, con sede dichiarata in Grecia, stanno offrendo servizi di investimenti senza la prevista autorizzazione Sospesa l offerta al pubblico di Evolution Market Group Inc e Finanzas Forex Inc. La Consob, con delibera del , ha sospeso in via cautelare per 90 giorni lavorativi, ai sensi dell'art. 99, comma 1, lett. b) del Tuf, l'attività di offerta al pubblico di prodotti finanziari posta in essere dalle società Evolution Market Group Inc e Finanzas Forex Inc, in violazione dell'art. 94 del medesimo decreto. In base all'attività di vigilanza svolta dalla Consob sono state acquisite evidenze che la società Finanzas Forex sta svolgendo un'attività che si sostanzia nel proporre ai risparmiatori italiani, anche via internet, investimenti standardizzati predisposti dalla Evolution Market Group. Tale attività alimenta il fondato sospetto che si stia promuovendo un'offerta al pubblico di prodotti finanziari in violazione dell'art. 94 del Tuf, senza che sia stato preventivamente pubblicato un prospetto. Da qui l'urgenza del provvedimento, adottato ai sensi del citato art. 99 del Tuf. Provvedimento di vigilanza La Consob, con decisione del , ha oscurato i nomi dei clienti della Credit Agricole Cheuvreux Italia Sim spa dalla delibera del Variazioni ad Albi ed Elenchi La Consob nel corrente periodo ha provveduto ad assumere le seguenti delibere: del : disposta l autorizzazione della Be Cube Sim spa all esercizio del servizio di consulenza in materia di investimenti di cui all art. 1, comma 5, lett. f) del d.lgs 58/98 con le seguenti limitazioni operative: senza detenzione, neanche temporanea, delle disponibilità liquide e degli strumenti finanziari della clientela e senza assunzione di rischi da parte della Società stessa. Contestualmente autorizzata l iscrizione della Be Cube nell albo delle Sim di cui all art. 20, comma 1, del medesimo decreto del : confermata l iscrizione nell albo delle Sim, di cui all art. 20, comma 1, del d.lgs 58/98, della Euromobilare Sim spa nella nuova denominazione "Equita Sim spa", con sede a Milano del : disposta l'autorizzazione della J. Lamarch Sim spa all'esercizio del servizio di consulenza in materia di investimenti di cui all'art. 1, comma 5, lett. f) del d.lgs 58/98 con le a cura di Alberto Gafforio pagina 2

3 seguenti limitazioni operative: senza detenzione, neanche temporanea, delle disponibilità liquide e degli strumenti finanziari della clientela e senza assunzione di rischi da parte della Società stessa. Contestualmente autorizzata l'iscrizione della J. Lamarch Sim nell'albo di cui all'art. 20, comma 1, del medesimo decreto del : disposta l'autorizzazione della Consultique Sim spa, con sede a Verona, all'esercizio del servizio di consulenza in materia di investimenti di cui all'art. 1, comma 5, lett. f) del d.lgs 58/98 con le seguenti limitazioni operative: senza detenzione, neanche temporanea, delle disponibilità liquide e degli strumenti finanziari della clientela e senza assunzione di rischi da parte della società stessa. Contestualmente autorizzata l'iscrizione della Consultique Sim nell'albo di cui all'art. 20, comma 1, del medesimo decreto del : autorizzata l iscrizione della Cofib Advisor Sim Servizi di Consulenza Finanziaria spa, con sede a Milano, nell albo di cui all art. 20, comma 1, del d.lgs 58/98. La società è autorizzata all esercizio del servizio di consulenza in materia di investimenti di cui all art. 1, comma 5, lett. f) del medesimo decreto con le seguenti limitazioni operative: senza detenzione, neanche temporanea, delle disponibilità liquide e degli strumenti finanziari della clientela e senza assunzione di rischi da parte della società stessa Aumento di capitale Eurofly Autorizzata, con decisione del , la pubblicazione del prospetto informativo per l offerta in opzione ai soci di azioni ordinarie e contestuale ammissione alle negoziazioni sull Mta delle azioni ordinarie emesse dalla Eurofly spa. Il rilascio dell autorizzazione è subordinato all inserimento nel prospetto di ulteriori informazioni. Eurofly è una società quotata dal dicembre 2005 e svolge attività di operatore aereo in Italia. L unico soggetto che detiene azioni con diritto di voto in misura superiore al 2% del capitale sociale è Meridiana, che possiede il 46,10% del capitale sociale. Pur non configurandosi come una situazione di controllo di diritto ai sensi del codice civile, Meridiana esercita attività di direzione e coordinamento su Eurofly. Il prospetto è riferito a 2 operazioni. La prima è un aumento di capitale in natura con emissione di azioni ordinarie. Tali azioni sono state liberate con il conferimento in natura da parte di Meridiana spa di 2 partecipazioni, pari ciascuna al 50% del capitale sociale delle società Wokita srl e Sameitaly srl, in precedenza interamente controllate dalla conferente. La seconda operazione è un aumento di capitale in denaro. Il prezzo di offerta delle azioni sarà successivamente determinato dal CdA in esecuzione e in conformità ai criteri fissati dall assemblea. Meridiana si è impegnata a sottoscrivere una quota dell aumento di capitale in denaro per 20 milioni di euro. Le operazioni sono finalizzate al recupero dell equilibrio economico e finanziario dell emittente. Ops Univa Partecipazioni Autorizzata, con decisione del , la pubblicazione del prospetto informativo per l offerta pubblica di sottoscrizione di azioni ordinarie emesse dalla Univa Partecipazioni spa. Univa (Unione degli Industriali della Provincia di Varese) Partecipazioni non è operativa. Solo dopo l offerta pubblica di sottoscrizione svolgerà attività di investimento con acquisizione di partecipazioni operanti nel territorio della provincia di Varese. Lo statuto della società prevede la possibilità di emettere 2 tipologie di azioni che, di identici diritti patrimoniali e amministrativi, differiscono tra di loro per circolazione e per limiti al possesso. Il capitale sociale è detenuto interamente dalla Cofiva spa che è a sua volta partecipata da Univa per una quota pari al 99,95% del capitale sociale. A seguito dell offerta ed in caso di integrale collocamento dei titoli, Cofiva spa non eserciterà più il controllo sull emittente, in quanto verrebbe a detenere il 10% del capitale sociale. L offerta ha ad oggetto azioni ordinarie di categoria A ed è rivolta (i) alle imprese associate all Unione degli Industriali della Provincia di Varese, (ii) alle persone fisiche che rappresentano le imprese associate all Unione citata e ai loro familiari, (iii) alle società finanziarie partecipate da persone fisiche aventi i requisiti di cui al punto (ii) o da imprese di cui al punto (i). I proventi derivanti dall offerta sono funzionali all obiettivo di dotare l emittente di risorse finanziarie per sviluppare il ruolo di holding di investimenti in piccole e medie imprese. Opa volontaria su azioni Anima sgr a cura di Alberto Gafforio pagina 3

4 Approvata, con decisione del , la pubblicazione del documento per l offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria promossa, ai sensi degli artt. 102 e 106, comma 4, del Tuf, dalla Banca Popolare di Milano scrl (Bpm) sulle azioni ordinarie emesse dalla Anima sgr spa. L offerta, mira al delisting delle azioni Anima sgr, ed è promossa dalla Bpm, quotata sull Mta, che detiene circa il 29,9% del capitale sociale dell emittente. Azionisti rilevanti della Bpm sono Goldman Sachs Asset Management International, Credit Suisse Group, Barclays Global Investors Uk Hold, Amber Capital, Caisse Federale du Credit Mutuel Centre Est Europe. Nessuno dei soci, in virtù della normativa applicabile alle società cooperative ed alle banche popolari, può detenere azioni in misura eccedente lo 0,50% del capitale sociale. L offerta ha ad oggetto azioni Anima, pari al 71,4% del capitale sociale, comprensivo delle azioni che potrebbero derivare dall'integrale esercizio delle opzioni assegnate rivenienti dai piani di stock option. L offerta è condizionata al verificarsi di alcune condizioni. Il periodo di adesione all'offerta va dal 15 dicembre 2008 al 23 gennaio L'offerente, in coerenza con l'obiettivo di revocare le azioni dalla quotazione, ad esito della relativa offerta ed al ricorrere dei presupposti previsti dalla legge adempirà all'obbligo di acquisto ovvero eserciterà il diritto di acquisto previsti dagli artt. 108 e 111 del Tuf. Con l'offerta Bpm intende valorizzare la propria partecipazione in Anima e dare avvio ad un piano di riorganizzazione del complessivo investimento del Gruppo nel comparto delle attività di gestione patrimoniale svolte in Italia. In tale ottica, dopo l'opa e in relazione agli esiti della stessa, l'offerente ha previsto di effettuare l'aggregazione di Anima con Bipiemme Gestioni sgr, controllata di Bpm, oltre che con altre entità, non ancora individuate, facenti sempre parte del Gruppo Bpm, che potrebbero a loro volta essere aggregate a Anima e Bipiemme Gestioni. Offerta in opzione di azioni Cassa di Risparmio di Ferrara Autorizzata, con decisione del 16 dicembre 2008, la pubblicazione del prospetto informativo per l'offerta in opzione ai soci di azioni ordinarie Cassa di Risparmio di Ferrara spa. La banca, emittente titoli diffusi, è a capo del gruppo Cassa di Risparmio di Ferrara. La Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara controlla direttamente l'emittente con il 66,71% del capitale. Fima srl detiene il 3,54% ed il restante 29,75% è detenuto da altri azionisti, nessuno dei quali in misura superiore al 2% del capitale. Il Gruppo Carife opera in via prevalente nell'intermediazione creditizia tradizionale. Il gruppo è presente inoltre nei settori del leasing, factoring e nell'asset management. L'offerta riguarda azioni ordinarie Cassa di Risparmio di Ferrara, del valore nominale unitario di 5,16, euro nella misura di 2 nuove azioni per ogni 33 azioni possedute. Al termine del periodo di offerta i diritti di opzione non esercitati si estingueranno per decadenza. I diritti di opzione, nel periodo previsto per l'offerta, possono essere ceduti in conformità alle previsioni di legge e regolamentari e sono negoziabili sia congiuntamente alle azioni cui accedono, sia separatamente dalle medesime. L'aumento di capitale mira alla realizzazione di un rafforzamento patrimoniale della Cassa adeguato a sostenere finanziariamente le strategie di sviluppo del Gruppo. Offerta in opzione di azioni Unicredit Autorizzata, con decisione del , la pubblicazione del prospetto informativo per l offerta in opzione ai soci di azioni ordinarie UniCredit spa, società quotata sull Mta. L emittente esercita attività bancaria tradizionale ed è a capo del gruppo bancario UniCredit Group, che opera in 50 paesi, di cui 23 europei con circa 170 mila dipendenti. Non ci sono pattuizioni parasociali rilevanti ai sensi dell art. 122 del Tuf tra gli azionisti di Unicredit. Nessun azionista esercita il controllo sull emittente ai sensi dell art. 93 del Tuf. L'autorizzazione è valida in Italia e, a seguito della procedura di cui all'art. 10, comma 3, del regolamento emittenti, in Germania e Polonia. L offerta, promossa esclusivamente sul mercato italiano, tedesco e polacco, è rivolta, indistintamente e a parità di condizioni, a tutti gli azionisti UniCredit senza limitazioni o esclusioni del diritto di opzione, con esclusione degli investitori residenti negli Stati Uniti d'america, Canada, Giappone ed Australia, nonché in qualsiasi altro paese in cui tale estensione non sia consentita in assenza di autorizzazioni da parte delle competenti autorità. L offerta ha ad oggetto azioni, del valore nominale di 0,50 euro ciascuna, rivenienti dall aumento di capitale deliberato dall assemblea straordinaria del Le azioni saranno offerte in opzione agli azionisti nel rapporto di 4 azioni ogni 55 azioni ordinarie e/o di risparmio UniCredit possedute. L aumento di capitale è volto a rafforzare il posizionamento del Gruppo UniCredit in un contesto di mercato caratterizzato da a cura di Alberto Gafforio pagina 4

5 elevata volatilità e incertezza. L inoptato sarà sottoscritto da Mediobanca, ovvero da altra banca da questa indicata, e posto a servizio dell emissione di strumenti equity linked convertibili in azioni UniCredit emessi da un soggetto terzo da offrire ad investitori istituzionali. Inizio dell operatività dell organismo per la tenuta dell albo dei promotori finanziari La Consob, con delibera del , ha disposto per l l'inizio di operatività dell'organismo per la tenuta dell'albo dei promotori finanziari di cui all'art. 31, comma 4, del Tuf e ha stabilito l'entrata in vigore delle disposizioni contenute nel Libro VIII, parti II e III, del regolamento intermediari, con la conseguente cessazione delle Commissioni regionali e provinciali per l'albo dei promotori finanziari previste dal regolamento intermediari. Con la medesima delibera la Consob ha disciplinato la gestione dei procedimenti pendenti all Dall , quindi, l'albo dei promotori finanziari non sarà più tenuto dalla Consob ma dall'organismo per la tenuta dell'albo Promotori Finanziari e verranno meno le Commissioni regionali e provinciali. Modifiche al regolamento intermediari per l avvio dell organismo dei promotori finanziari La Commissione, ad esito di consultazione pubblica, ha apportato, con delibera del , alcune modifiche al regolamento intermediari per l'avvio dell'operatività dell'organismo per la tenuta dell'albo unico dei promotori finanziari, di cui all'art. 31, comma 4, del Tuf. Le modifiche al regolamento intermediari riguardano gli artt. 91, 95, 97, 99, 100, 101 e 102, nonché l'introduzione dell'articolo 103-bis. Autorizzazioni concesse La Consob nel corrente periodo ha concesso le seguenti autorizzazioni: con decisioni del alla pubblicazione del prospetto informativo per l offerta di obbligazioni "Banca Imi 2009/ Tasso Fisso Plus Banco Posta - legate all andamento di tre indici azionari internazionali", emesse dalla Banca Imi spa tasso variabile, step up e zero coupon emesse dalla Banca Cremonese Credito Cooperativo sc tasso variabile e step up/ step down emesse dalla Banca Picena Truentina Credito Cooperativo sc tasso variabile, step up/ step down e zero coupon emesse dalla Hypo Alpe - Adria Bank spa tasso fisso e a tasso variabile emesse dalla Cassa Padana Bcc sc - alla pubblicazione delle note informative e di sintesi per il programma di offerta e ammissione a quotazione di obbligazioni emesse dalla Barclays Bank plc - alla pubblicazione delle note informative e di sintesi per i programmi di offerta e ammissione a quotazione di covered warrant "Alpha Warrant Quanto ed Alpha Warrant Quanto Cap su azioni, panieri di azioni, indici e panieri di indici" emessi dalla Banca Imi spa - alla pubblicazione dei supplementi al documento di registrazione e ai prospetti di base per i programmi di offerta e/o quotazione di certificates e covered warrant emessi dalla Deutsche Bank ag - alla pubblicazione del supplemento alle note informative e di sintesi per i programmi di offerta di obbligazioni a tasso fisso, a tasso variabile, step up/ step down emesse dalla Bcc di Recanati e Colmurano sc con decisioni del alla pubblicazione delle note informative e di sintesi per l'offerta del prestito "Veneto Banca Holding Obbligazioni Subordinate t.v II^" emesse dalla Veneto Banca Holding scpa tasso fisso, zero coupon, a tasso variabile e a tasso misto emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Castel Goffredo sc - alla pubblicazione delle note informative e di sintesi per i programmi di offerta di obbligazioni call Europa, call asiatica, call sul differenziale diretto, call sul differenziale composto e call di tipo ibrido emesse dalla Banca Monte dei Paschi di Siena spa a cura di Alberto Gafforio pagina 5

6 tasso fisso, a tasso variabile e step up emesse dalla Banca di Forlì Credito Cooperativo - alla pubblicazione delle note informative e di sintesi per i programmi di offerta di obbligazioni step up e step down emesse dalla Banca Popolare di Vicenza scpa - alla pubblicazione dei prospetti di base per i programmi di offerta di obbligazioni a tasso fisso, zero coupon, a tasso variabile e step up/step down emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Alba Langhe e Roero sc tasso fisso, a tasso variabile e zero coupon emesse dalla Banca Antonveneta spa - alla pubblicazione delle note informative e di sintesi per i programmi di offerta di obbligazioni zero coupon emesse dal Banco di Desio e della Brianza spa - alla pubblicazione del prospetto informativo per l'offerta di quote del fondo "Caam Eureka EurOne" gestito dal Crédit Agricole Asset Management sgr spa - alla pubblicazione del documento di quotazione per l'etf "PowerShares Middle East North Africa Nasdaq Omx Fund" gestito dalla PowerShares Global Funds Ireland plc - all'aggiornamento del prospetto informativo per l'offerta di quote dei fondi del sistema "Fondi Agora Investments" gestiti dalla Agora Investments sgr spa - all'aggiornamento del prospetto informativo per l'offerta di quote del fondo "Tank Flessibile" gestito dalla Tank sgr spa con decisioni del alla pubblicazione del prospetto informativo per l offerta del prestito Bcc San Marzano di San Giuseppe Subordinato 56^ emissione Tasso Fisso 4,50% 10/11/ /05/2014 emesso dalla Bcc San Marzano di San Giuseppe sc - alla pubblicazione delle note informative e di sintesi per i programmi di offerta di obbligazioni zero coupon emesse dalla Banca Popolare di Vicenza scpa tasso variabile, step up/step down e a tasso misto emesse dalla Banca Malatestiana Credito Cooperativo sc tasso variabile, step coupon (step up/step down) emesse dalla Banca di Cesena - Credito Cooperativo di Cesena e Ronta sc tasso variabile, step up/step down e zero coupon emesse dalla Banca Popolare S. Angelo scpa tasso fisso, a tasso fisso crescente ovvero a tasso fisso decrescente, e a tasso variabile emesse dalla Banca Centro Emilia Credito Cooperativo - alla pubblicazione dei documenti di quotazione per 4 Etf commercializzati in Italia Db X- Trackers II Itraxx Europe Senior Financials 5-Year Total Return Index Etf, Db X-Trackers II Itraxx Europe Subordinated Financials 5-Year Total Return Index Etf, Db X-Trackers II Itraxx Europe Senior Financials 5-Year Short Total Return Index Etf e Db X-Trackers II Itraxx Europe Subordinated Financials 5-Year Short Total Return Index Etf, gestiti dalla Db X-Trackers II Sicav spa - all aggiornamento del prospetto informativo per l offerta di quote dei fondi gestiti dalla Rmj sgr spa - all aggiornamento, con supplemento, del prospetto informativo per l offerta di quote dei fondi gestiti dalla Nextram Partners sgr spa con decisioni del all'aggiornamento del prospetto informativo per l'offerta di quote dei fondi gestiti dalla Leonardo sgr spa - all'aggiornamento, con supplemento, del prospetto informativo per l'offerta di quote del fondo "Socrate - fondo comune immobiliare di tipo chiuso" gestito dalla Fabbrica Immobiliare sgr spa con decisioni del alla pubblicazione delle note integrative e di sintesi per i programmi di offerta e ammissione a quotazione di obbligazioni con opzione spread e con opzione put europea o asiatica emesse dalla Banca Imi spa a cura di Alberto Gafforio pagina 6

7 - alla pubblicazione delle note integrative e di sintesi per i programmi di offerta di obbligazioni a tasso fisso, a tasso variabile e step up emesse dal Credito Valtellinese sc tasso variabile, zero coupon, a tasso prefissato crescente ovvero decrescente emesse dalla Bcc della Romagna Occidentale sc - alla pubblicazione delle note integrative e di sintesi per i programmi di offerta e ammissione a quotazione di certificates emessi dalla Banca Aletti & C spa - alla pubblicazione del supplemento al documento di registrazione e ai prospetti di base per i programmi di offerta di obbligazioni emesse dalla Barclays Bank plc - alla pubblicazione del supplemento al documento di registrazione e ai prospetti di base per i programmi di offerta di obbligazioni e covered warrant emessi da Unicredit spa - all'aggiornamento, con supplemento, del prospetto informativo per l'offerta di quote del fondo "Immobiliare dinamico" gestito dalla Bnl Fondi Immobiliari sgr spa con decisioni del alla pubblicazione delle note integrative e di sintesi per l offerta di obbligazioni Banca di Credito Cooperativo di Bene Vagienna sc Subordinato 29/12/ /12/2013 Tasso Variabile Trimestrale 169^ Emissione emesse dalla Banca di Credito Cooperativo di Bene Vagienna sc - alla pubblicazione delle note integrative e di sintesi per i programmi di offerta di obbligazioni a tasso fisso, a tasso variabile e step up/step down emesse dalla Banca di Credito Cooperativo Agrobresciano sc - alla pubblicazione delle note integrative e di sintesi per i programmi di offerta di obbligazioni a tasso fisso, a tasso variabile, zero coupon e step up emesse dal Credito Siciliano spa - alla pubblicazione delle note integrative e di sintesi per i programmi di offerta e ammissione a quotazione di certificates emessi dalla Banca Imi spa tasso variabile, zero coupon e step up emesse dalla Banca di Monteriggioni Credito Cooperativo sc - alla pubblicazione del prospetto di base per i programmi di offerta di obbligazioni a tasso fisso, fisso callable, a tasso variabile e variabile callable emesse dalla Banca Nazionale del Lavoro spa - alla pubblicazione del supplemento al documento di registrazione e ai prospetti di base per i programmi di offerta e/o quotazione di obbligazioni con opzioni call e certificates emessi dalla Abn Amro Bank nv - alla pubblicazione del documento di registrazione e del supplemento ai prospetti di base per i programmi di offerta di obbligazioni emesse dalla Banca Romagna Cooperativa Credito Cooperativo Romagna Centro e Macerone sc - all aggiornamento del prospetto informativo per l offerta al pubblico di quote dei fondi del Sistema Risposte gestiti dalla Eurizon Capital sgr spa - all aggiornamento del prospetto informativo per l offerta di quote dei fondi del Sistema Euromobiliare gestiti dalla Euromobiliare Asset Management sgr spa Task force della Iosco sugli hedge fund La Consob, e la Fsa, l autorità di vigilanza del Regno Unito, co-presiedono la task force sugli hedge funds istituita dall International Organization of Securities Commissions (Iosco). Obiettivo della task force è l esame delle problematiche legate alle entità finanziarie non regolamentate, come gli hedge fund, per valutare ipotesi di regolamentazione che possano mitigare i rischi associati all attività di trading dei fondi speculativi e alla loro tradizionale opacità. Le task force produrranno i primi rapporti entro il febbraio Le conclusioni saranno portate all attenzione del summit del G-20 previsto per la primavera del Consultazioni su modifiche al regolamento intermediari La Consob ha sottoposto a consultazione alcune proposte di modifiche del regolamento 16190/2007, regolamento intermediari-ri, necessarie all avvio operativo dell organismo per la tenuta dell albo unico dei promotori finanziari. L articolo 31, comma 4 del Tuf ha conferito ad un organismo costituito dalle associazioni professionali dei promotori finanziari e dei soggetti abilitati le attribuzioni, attualmente esercitate dalla Consob, per la tenuta dell albo dei promotori. Tale organismo, vincolato ad operare nel rispetto dei principi e dei criteri stabiliti con regolamento dalla a cura di Alberto Gafforio pagina 7

8 Consob e sotto la sua vigilanza, è destinato ad assorbire le competenze di quest ultima sulla tenuta e la gestione dell albo, con i relativi procedimenti amministrativi. La fase di consultazione si è conclusa il Incontro pubblico sul documento sulla distribuzione dei prodotti finanziari illiquidi Nel maggio 2008 la Consob ha posto in consultazione un documento sulle disposizioni che regolano il dovere dell'intermediario di comportarsi con correttezza e trasparenza in sede di distribuzione di prodotti finanziari "illiquidi" ("livello 3" sul Nuovo Regolamento Intermediari). Vi è stata una partecipazione particolarmente significativa da parte di numerose associazioni, anche estere, e di singoli interessati. Vista la rilevanza dei temi trattati e l'articolazione delle osservazioni ricevute, Consob ha ritenuto utile proporre un ulteriore momento di riflessione con un incontro pubblico, il presso l'auditorium della Consob di Roma, rivolto a quanti hanno attivamente partecipato alla consultazione, per illustrare le valutazioni sulle osservazioni pervenute. Qui gli intervenuti potranno formulare proprie considerazioni e osservazioni. Intervento del presidente Consob su bilanci e regole contabili Il il presidente della Consob, Lamberto Cardia, ha preso parte con un intervento dal titolo "Crisi dei mercati: regole contabili e trasparenza dei bilanci" al convegno di studi promosso dalla Commissione bicamerale parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria della Camera dei Deputati sul tema "Crisi dei mercati finanziari e implicazioni, anche fiscali, sui bilanci delle imprese". Avviata dal Cesr consultazione sulla trasparenza dei mercati obbligazionari Il Committee of European Securities Regulators (Cesr) ha pubblicato un documento di consultazione sulla trasparenza dei mercati non-equity (Ref. Cesr/ ). Il documento, pubblicato sul sito ha per oggetto le obbligazioni societarie, i prodotti strutturati ed i derivati sul credito. Tale documento, che fa seguito a quello pubblicato nell'agosto 2007 sullo stesso tema, si pone l'obiettivo di valutare la portata che le informazioni relative al post-trading possono avere sulla formazione dei prezzi, sulle pratiche di valutazione e sulla capacità di fornire informazioni supplementari sulla dimensioni del trasferimento del rischio. a cura di Alberto Gafforio pagina 8

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane CIRCOLARE N. 12 DEL 20 APRILE 2015 DIRITTO SOCIETARIO MERCATO DEI CAPITALI E SOCIETA QUOTATE L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane www.assonime.it ABSTRACT Nel corso del 2014 si è

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. Premessa... 2 1.1 Scopo del documento... 2 1.2 Riferimenti normativi... 2 2. Ambito di applicazione e destinatari... 2 3. Fattori di Best Execution...

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Il nuovo Regolamento Intermediari n. 16190/2007 emanato dalla Consob ed il Regolamento congiunto del 29 ottobre 2007 emanato da Banca

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Approvato con delibera del consiglio di amministrazione del 26 Novembre 2014 Indice

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123-bis TUF. (modello di amministrazione e controllo tradizionale)

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123-bis TUF. (modello di amministrazione e controllo tradizionale) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123-bis TUF (modello di amministrazione e controllo tradizionale) - Denominazione Emittente: BANCA MONTE DEI PASCHI DI

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L.

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L. INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N. 11971 RELATIVE AL PATTO PARASOCIALE FRA EQUILYBRA CAPITAL PARTNERS S.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI POLICY DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. PREMESSA.3 2. RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 5 3. PRINCIPI GUIDA PER L ESECUZIONE E LA TRASMISSIONE DEGLI ORDINI..7 4. FATTORI DI ESECUZIONE

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SANTERAMO IN COLLE (BARI) Aggiornata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 03 DICEMBRE 2014 VVeer r..1111

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF )

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) (modello di amministrazione e controllo tradizionale) Emittente: SALINI

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

Perché esistono gli intermediari finanziari

Perché esistono gli intermediari finanziari Perché esistono gli intermediari finanziari Nella teoria economica, l esistenza degli intermediari finanziari è ricondotta alle seguenti principali ragioni: esigenza di conciliare le preferenze di portafoglio

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. "BANCO POPOLARE Società Cooperativa

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. BANCO POPOLARE Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle Obbligazioni BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216 da emettersi nell ambito del programma di offerta e/o

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

Con la presente scrittura tra

Con la presente scrittura tra Accordo per assicurare la liquidità alle imprese creditrici dei Comuni e delle Province della Regione Emilia-Romagna attraverso la cessione pro-soluto dei crediti a favore di banche od intermediari finanziari

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli