FEDERAZIONE ORDINI DEI FARMACISTI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FEDERAZIONE ORDINI DEI FARMACISTI"

Transcript

1 FEDERAZIONE ORDINI DEI FARMACISTI Rassegna Stampa del 06/11/2015 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE IN PRIMO PIANO 06/11/2015 La Gazzetta Del Mezzogiorno - Nazionale Ordine dei farmacisti, domani la consegna del Caduceo d'oro 06/11/2015 La Tribuna di Treviso - Nazionale Uno studio per curare l'asma risparmiando 05/11/2015 IlFarmacistaOnline.it 09:58 Farmaci equivalenti. Da Cittadinanzattiva nuova campagna per corretta informazione. "Italia fanalino di coda, si inverta il trend" 05/11/2015 QS - QuotidianoSanita.it Farmaci equivalenti. Da Cittadinanzattiva nuova campagna per corretta informazione. "Italia fanalino di coda, si inverta il trend" SANITÀ NAZIONALE 06/11/2015 Corriere della Sera - Nazionale Il primo «sì» delle Regioni: «A scuola solo chi è vaccinato» 06/11/2015 Corriere della Sera - Nazionale Nel «covo» tra ansie e complottismo Obiettori in crociata contro i pediatri 06/11/2015 La Repubblica - Nazionale "Giuste le punizioni chi lavora per l'asl non fa quel che vuole" 06/11/2015 L'Espresso La leucemia si batte a Monza 06/11/2015 La Stampa - Nazionale Sierra Leone, la vittoria del coraggio 06/11/2015 ItaliaOggi La sanità regionale è il terreno ottimale per la spending review che non si basa sull'uso dell'accetta ma sull'analisi voce per voce 06/11/2015 ItaliaOggi Se si vuole, si può risparmiare 06/11/2015 Il Fatto Quotidiano La sanità in Italia: cara e inefficiente

3 L'Unità - Nazionale Sanità, una riforma per coniugare i diritti dei pazienti con quelli dei medici 06/11/2015 Il Manifesto - Nazionale Un Dna da copia e incolla 06/11/2015 Il Tempo - Nazionale Guariniello indaga sugli effetti del botulino 06/11/2015 Corriere della Sera - Sette La febbre del Nilo non si prende in Egitto 06/11/2015 Il Venerdi di Repubblica FIBROSI CISTICA: CURA PIÙ VICINA 06/11/2015 Il Venerdi di Repubblica GENE LEGATO AL RISCHIO INFARTO NELLE DONNE 06/11/2015 Viver Sani e Belli Questi 5 funzionano VITA IN FARMACIA 06/11/2015 Corriere della Sera - Milano La Città della Salute rischia nuovi ritardi Impregilo fa ricorso 06/11/2015 Corriere della Sera - Roma la mitridatizzazione dei vigili indisciplinati come i romani 06/11/2015 La Repubblica - Bari La Puglia rispetta il piano di rientro pronti 200 milioni per la sanità 06/11/2015 La Repubblica - Genova Principe, bomba in archivio L'attentatore resta senza nome 06/11/2015 La Repubblica - Genova "A scuola se vaccinati anche in tutta la Liguria" 06/11/2015 La Repubblica - Milano Lucchina e le 270 visite di Daccò 06/11/2015 La Stampa - Torino In troppi non pagano il ticket I medici: abbassiamo l'esenzione 06/11/2015 Il Messaggero - Marche Tagli, dopo la sanità Ceriscioli difende trasporti e turismo 06/11/2015 Il Messaggero - Civitavecchia Cisl: «Il piano per la NewCo non tutela i lavoratori»

4 Libero - Milano Renzi scippa 170 milioni alla sanità lombarda 06/11/2015 QN - Il Giorno - Milano «Risposte chiare sul destino dell'ospedale» 06/11/2015 QN - La Nazione - Pisa Pontedera «Urtata e fatta cadere da un furgone bianco Chi ha visto mi aiuti a rintracciarlo» 06/11/2015 QN - La Nazione - Umbria Terni L'INAUGURAZIONE APRE LA NUOVA FARMACIA COMUNALE 06/11/2015 Il Gazzettino - Venezia Curricula sul sito web per scegliersi il medico 06/11/2015 Il Gazzettino - Udine Prenotazioni e risposte per oltre 40 prestazioni 06/11/2015 Il Secolo XIX - Savona I commercianti: «Via Boselli strada di serie B Adesso basta» 06/11/2015 Il Mattino - Nazionale Scuola vietata agli alunni non vaccinati 06/11/2015 Il Mattino - Benevento L'Ordine: «No all'istituzione della farmacia a Civitella Licinia» 06/11/2015 Il Mattino - Salerno Caos e attese a Oncologia «Riaccorpare i due reparti» PROFESSIONI 06/11/2015 Il Sole 24 Ore È la moda il settore più colpito dai furti di clienti e dipendenti 06/11/2015 Viver Sani e Belli QUEST'ANNO non mi ammalo... o guarisco prima 05/11/2015 About Pharma and Medical Devices RAZIONAMENTO STRISCIANTE NEL COMPARTO PHARMA: UN GAP DEL 30% DI SPESA CI SEPARA DALL'UE 14 E PER L'ALLINEAMENTO DELL'OFFERTA SERVONO 5 ANNI D'ATTESA 05/11/2015 About Pharma and Medical Devices BIOSIMILARI E MERCATI GLOBALI AVVISO AI PRODUTTORI FORSE CONVIENE SCOMMETTERE SUI PAESI EMERGENTI

5 05/11/2015 About Pharma and Medical Devices DA FIRENZE A VIGNOLA LE BIOTECNOLOGIE VIAGGIANO IN CAMPER 05/11/2015 About Pharma and Medical Devices LA BPCO TOGLIE IL FIATO AI CITTADINI DEL PIANETA 05/11/2015 About Pharma and Medical Devices PER I FARMACI INNOVATIVI SERVE UN NUOVO MODELLO DI SALUTE 05/11/2015 About Pharma and Medical Devices COLLABORAZIONI CERCASI ANCHE CON IL TERRITORIO 05/11/2015 About Pharma and Medical Devices TROPPI CERVELLI IN FUGA COSÌ L'ITALIA DELLA RICERCA RINUNCIA A DIVENTARE GRANDE 05/11/2015 About Pharma and Medical Devices IL MERCATO PREMIA IL FOCUS SUL BUSINESS 05/11/2015 About Pharma and Medical Devices A ZENTIVA IL PRIMATO DELL'AFFIDABILITÀ SECONDO I FARMACISTI PERSONAGGI 06/11/2015 La Provincia di Lecco Rock, metal, blues e folk pop "sardo" Per un venerdì notte tutto da ballare 05/11/2015 IlFarmacistaOnline.it 00:18 Stabilità. Via libera da Governo in commissione Sanità a Odg su equiparazione contrattuale specializzandi di area sanitaria 05/11/2015 IlFarmacistaOnline.it 09:49 Diabete. Integruppo parlamentare incontra delegazione iraniana. D'Ambrosio Lettieri: "Trasferimento best practice per far fronte ad emergenza" 05/11/2015 QS - QuotidianoSanita.it Diabete. Integruppo parlamentare incontra delegazione iraniana. D'Ambrosio Lettieri: "Trasferimento best practice per far fronte ad emergenza" 05/11/2015 QS - QuotidianoSanita.it Stabilità. Via libera da Governo in commissione Sanità a Odg su equiparazione contrattuale specializzandi di area sanitaria

6 IN PRIMO PIANO 4 articoli

7 Pag. 14 diffusione:24843 tiratura:35894 A BARI NEL COMANDO SCUOLE DELLA III REGIONE AEREA Ordine dei farmacisti, domani la consegna del Caduceo d'oro l «Caduceo d'oro», tradizionale appuntamento organizzato dall'ordine interprovinciale dei farmacisti di Bari, Barletta, Andria, Trani, si ripropone quest'anno con una manifestazione che si terrà domani, alle 16, nella sala polifunzionale Comando scuole III Regione aerea (Bari Palese). Il presidente Luigi d'am brosio Lettieri aprirà i lavori. Seguirà la trattazione del tema centrale «Aderenza terapeutica e riconciliazione farmacologica» da parte di Elena Cattaneo, professore ordinario di Farmacologia, dell'uni versità di Milano. Seguiranno, coordinati da Giuseppe De To m a s o, direttore de «La Gazzetta del Mezzogiorno», gli interventi di Andrea Mandelli, presidente Federazione Ordini farmacisti italiani; Amerigo Cicchetti, ordinario di Organizzazione aziendale nella facoltà di Economia dell'u n ive r s i t à cattolica Sacro Cuore di Roma; Vito Montanaro, direttore generale Asl Bari e di Arnaldo Tempesta, già presidente Federfarma Bari. Le conclusioni saranno affidate a Vito De Filippo, sottosegretario alla Salute e a Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia e assessore alla Sanità. Seguirà la consegna del Caduceo d'o ro 2015 a Elena Cattaneo e ad Arnaldo Tempesta. Quindi, 29 farmacisti saranno insigniti della benemerenza per 50 e 40 anni di iscrizione all'o rd i n e. IN PRIMO PIANO - Rassegna Stampa 06/11/2015 7

8 Pag. 21 diffusione:12828 tiratura:17182 Uno studio per curare l'asma risparmiando Progetto trevigiano con il coinvolgimento dei farmacisti : costi abbattuti fino a 20 milioni di euro Uno studio per curare l'asma risparmiando Uno studio per curare l'asma risparmiando Progetto trevigiano con il coinvolgimento dei farmacisti: costi abbattuti fino a 20 milioni di euro «L'ospedale di Treviso è una piccola cittadina che viene scarsamente considerata dalla questura». È la denuncia del segretario provionciale del sindacato di polizia del Coisp, Berardino Cordone, che chiede l'aumento dell'organico del personale della polizia di Stato, in servizio essenziale all'interno dell'ospedale Ca' Foncello, giornalmente frequentato da migliaia di persone. «Ad oggi - denuncia Cordone - il personale della divisione Anticrimine deve interrompere la propria attività per fare altri servizi».nuove frontiere della terapia contro l'asma, o meglio della sua corretta somministrazione nel lungo termine. "Re-I-Mur", uno studio partito proprio da Treviso, ha dimostrato che è possibile risparmiare fino a 300 euro a paziente quando il farmacista, al momento dell'acquisto dei medicinali, verifica insieme al proprio cliente la posologia e quindi la corretta somministrazione di pillole, nebulizzatori e aerosol che gli sono stati prescritti dal medico. Il progetto attivato nella Marca, coinvolgendo sette farmacie e 35 pazienti, è stato successivamente esteso su scala nazionale, interpellando ben 15 regioni per un totale di 216 croci verdi e 884 pazienti monitorati. Lasciano ben sperare i risultati raggiunti, che sono stati recentemente presentati al Senato dal professor Andrea Manfrin della Medway School of Pharmacy dell'università del Kent e dalla Federazione degli ordini dei farmacisti italiani che hanno portato avanti la sperimentazione. Notevoli i risparmi quantificati. Stimando che il 7% della popolazione trevigiana soffre di asma e che questa patologia cronica rappresenta la terza voce di spesa dell'assistenza sanitaria, nella sola provincia di Treviso il ruolo dei farmacisti "sentinella", se applicato a tappeto a tutti i malati, potrebbe portare a un risparmio di quasi 20 milioni di euro. «L'ottimizzazione delle risorse è notevole. Questo studio, durato tre anni, ha dimostrato i risparmi in modo inconfutabile», sottolinea Maria Cama, presidente dell'ordine dei farmacisti di Treviso, «è evidente che il farmacista ha un ruolo chiave a supporto dell'aderenza terapeutica dei cittadini. Non vende solo farmaci ma soprattutto guida e accompagna il paziente nel loro utilizzo. Questo determina molteplici ricadute positive. Sicuramente migliora la salute del cittadino, ma comporta anche un minore ricorso alle strutture pubbliche, meno ricoveri e accessi al pronto soccorso». Lo studio condotto dal professor Manfrin ha fatto leva proprio sulla revisione dell'uso dei medicinali. Ai farmacisti coinvolti è stato infatti chiesto di intervistare il cliente asmatico, accertando con delle semplici domande la sua puntualità nell'utilizzo dei medicinali, eventuali difficoltà o effetti collaterali, o se assume altri farmaci che potrebbero interferire con le cure prescritte. È stato dimostrato che il costo di un paziente asmatico affiancato in farmacia diminuisce fino a quattro volte. «Ora che ci sono i dati tocca al ministero e alle Regioni fare la loro parte», propone Cama, «noi speriamo di riuscire a realizzare in Veneto una sperimentazione, contiamo sulla sensibilità dei politici e dei direttori delle Usl». (v.c.) RIPRODUZIONE RISERVATA IN PRIMO PIANO - Rassegna Stampa 06/11/2015 8

9 05/11/ :58 Sito Web IlFarmacistaOnline.it Farmaci equivalenti. Da Cittadinanzattiva nuova campagna per corretta informazione. "Italia fanalino di coda, si inverta il trend" Il primo step è l'insediamento di un tavolo che formulerà messaggi ad hoc per incrementare la sensibilizzazione. All'iniziativa hanno aderito Aifa, Auser, Ipasvi, Federfarma, Fnomceo, Fofi, Sifact, Sifo, Sigg, Simg, Spi-Cgil, Sunifar. I partecipanti intendono fornire indicazioni sul corretto uso dei farmaci e conoscere le opportunità che i cittadini hanno per risparmiare in sicurezza. 05 NOV - Il Tribunale per i diritti del malato-cittadinanzattiva lancia una nuova campagna per la corretta informazione sui farmaci equivalenti. Tra i primi passi, l'insediamento del tavolo di lavoro che collaborerà alla messa a punto dei messaggi chiave delle attività di sensibilizzazione il cui obiettivo è di contribuire a promuovere un rapporto "maturo e consapevole" con il farmaco equivalente. Hanno aderito Aifa, Auser, Ipasvi, Federfarma, Fnomceo, Fofi, Sifact, Sifo, Sigg, Simg, Spi-CGIL, Sunifar. La campagna è sostenuta dal contributo non condizionato di Assogenerici. Gli ultimi dati relativi all'utilizzo del farmaco generico in Italia raccolti dall'organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico nel nuovo rapporto 'Health at Glance 2015' dimostrano che l'incremento nell'uso di farmaci generici ha contribuito alla riduzione dei prezzi e della spesa italiana per i medicinali, tuttavia in Italia l'utilizzo dei prodotti equivalenti rimane relativamente bassa: è quadruplicata dagli anni Sul totale dei farmaci utilizzati in Italia, solo il 19% sono farmaci equivalenti, contro una media Ocse del 48%, l'83% in UK, l'80% in Germania e la Spagna 47%. L'impatto di questo scarso utilizzo è evidente in Italia se si guarda alla spesa sostenuta dai cittadini. Secondo il Rapporto del Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici di Cittadinanzativa del 2014 si è registrato un aumento dei costi privati: 737 euro in più all'anno per l'acquisto di farmaci necessari e non rimborsati dal Ssn. Inoltre, circa 1 paziente su 4 sa che il farmaco equivalente costa meno rispetto a quello di marca, e la stessa percentuale afferma che è un farmaco simile ma non uguale a quello di marca. Oltre il 30% riconosce gli equivalenti dal prezzo inferiore al farmaco brand e dalla dicitura sulla confezione. Nella maggior parte dei casi i pazienti sono informati dal medico o dal farmacista circa l'esistenza del farmaco equivalente, ma considerano quello di marca più efficace (33,4%) o sono influenzati dallo scetticismo di una parte di medici (30,8%) che sostiene che non sono uguali. Il risultato è che quasi la metà dei pazienti (47,3%) non cambierebbe la terapia che sta assumendo con quella equivalente o ha dubbi nel farlo (21,6%). A partire da questi dati, la campagna promossa da Cittadinanzattiva intende facilitare una corretta informazione per contribuire a costruire un rapporto maturo con il farmaco equivalente. Tra gli obiettivi in comune dichiarati dai partecipanti al Tavolo insediatosi: puntare sull'alleanza tra professionisti sanitari, Istituzioni e cittadini nel percorso di cura per la scelta della terapia farmacologica migliore, libera da pregiudizi e falsi miti; fornire indicazioni sul corretto uso dei farmaci e conoscere le opportunità che i cittadini hanno per risparmiare in sicurezza. IN PRIMO PIANO - Rassegna Stampa 06/11/2015 9

10 05/11/2015 Sito Web QS - QuotidianoSanita.it Scienza e Farmaci Farmaci equivalenti. Da Cittadinanzattiva nuova campagna per corretta informazione. "Italia fanalino di coda, si inverta il trend" Il primo step è l'insediamento di un tavolo che formulerà messaggi ad hoc per incrementare la sensibilizzazione. All'iniziativa hanno aderito Aifa, Auser, Ipasvi, Federfarma, Fnomceo, Fofi, Sifact, Sifo, Sigg, Simg, Spi-Cgil, Sunifar. I partecipanti intendono fornire indicazioni sul corretto uso dei farmaci e conoscere le opportunità che i cittadini hanno per risparmiare in sicurezza. 05 NOV - Il Tribunale per i diritti del malato-cittadinanzattiva lancia una nuova campagna per la corretta informazione sui farmaci equivalenti. Tra i primi passi, l'insediamento del tavolo di lavoro che collaborerà alla messa a punto dei messaggi chiave delle attività di sensibilizzazione il cui obiettivo è di contribuire a promuovere un rapporto "maturo e consapevole" con il farmaco equivalente. Hanno aderito Aifa, Auser, Ipasvi, Federfarma, Fnomceo, Fofi, Sifact, Sifo, Sigg, Simg, Spi-CGIL, Sunifar. La campagna è sostenuta dal contributo non condizionato di Assogenerici. Gli ultimi dati relativi all'utilizzo del farmaco generico in Italia raccolti dall'organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico nel nuovo rapporto 'Health at Glance 2015' dimostrano che l'incremento nell'uso di farmaci generici ha contribuito alla riduzione dei prezzi e della spesa italiana per i medicinali, tuttavia in Italia l'utilizzo dei prodotti equivalenti rimane relativamente bassa: è quadruplicata dagli anni Sul totale dei farmaci utilizzati in Italia, solo il 19% sono farmaci equivalenti, contro una media Ocse del 48%, l'83% in UK, l'80% in Germania e la Spagna 47%. L'impatto di questo scarso utilizzo è evidente in Italia se si guarda alla spesa sostenuta dai cittadini. IN PRIMO PIANO - Rassegna Stampa 06/11/

11 SANITÀ NAZIONALE 15 articoli

12 Pag. 20 diffusione: tiratura: Il primo «sì» delle Regioni: «A scuola solo chi è vaccinato» Intesa sul piano del governo per l'obbligo di certificazione: ma serve una legge. Il nodo delle risorse economiche Mariolina Iossa ROMA I governatori dicono «sì» al piano vaccinazione biennale ( ) del governo. C'è dunque l'intesa su quella che per il momento è ancora una bozza, ma è stata rinviata alla prossima Conferenza Stato-Regioni l'approvazione del documento. Il ministero dell'economia vuole approfondire il nodo cruciale delle coperture finanziarie. D'altra parte, a preoccuparsi dei soldi, sono gli stessi presidenti delle Regioni: ci vogliono rassicurazioni sull'impegno economico dell'esecutivo, visto che si è valutata una spesa di 620 milioni di euro, ai prezzi attuali, e a pieno regime. Ci sono, poi, due punti molto delicati da affrontare e sui quali si sta discutendo in queste settimane: l'obbligatorietà delle vaccinazioni per l'iscrizione a scuola e gli eventuali provvedimenti disciplinari a carico dei medici che si sottraggono a questo obbligo. Da più parti l'indicazione è che per entrambe le questioni occorra una norma ad hoc, una legge. Nella bozza è scritto, infatti, che «dal nuovo piano potrà essere generata una normazione aggiornata», «con misure correlate come, ad esempio, l'obbligo di certificazione dell'avvenuta effettuazione delle vaccinazioni previste dal calendario per l'ingresso scolastico». E ancora: «Parte integrante di questi vincoli sarà anche la ricognizione continua delle possibili violazioni del supporto alla pratica vaccinale e dell'offerta attiva delle vaccinazioni da parte dei medici». Il presidente della Conferenza, Sergio Chiamparino, al termine dell'incontro di ieri, ha detto che il via libera c'è ma è «condizionato alla verifica delle priorità e dei fondi contenuti nel piano». E ha insistito sulla costituzione di un «tavolo per verificare la sostenibilità finanziaria». «Il rinvio è motivato da ragioni tecniche», ha spiegato più tardi il sottosegretario alle Finanze Pier Paolo Baretta, ed è difficile pensare che queste ragioni tecniche non siano strettamente legate alle coperture. Sergio Venturi, coordinatore degli assessori regionali alla Salute e assessore dell'emilia Romagna ha parlato di necessario «monitoraggio». Il divieto di iscrizione a scuola per i bambini non vaccinati? Per lui la parola spetta al Parlamento. Quanto alle sanzioni ai medici che sconsigliano le vaccinazioni, ecco la risposta: «È un tema che non ci appassiona». Dalla Pubblica Istruzione fanno sapere che mai, finora, è stato impedito l'accesso a scuola ad un bambino non vaccinato. «Fino a metà degli anni '90 - chiariscono al Miur - le famiglie dovevano presentare il libretto delle vaccinazioni, poi si è passati all'autodichiarazione, quindi con le iscrizioni on line, il dato sulle vaccinazioni è sparito del tutto perché è un dato sensibile». RIPRODUZIONE RISERVATA Il Piano Il Piano nazionale di prevenzione vaccinale è lo strumento del governo per ridurre o eliminare le malattie prevenibili dai vaccini SANITÀ NAZIONALE - Rassegna Stampa 06/11/

13 Pag. 20 diffusione: tiratura: IL REPORTAGE RIMINI, LA CAPITALE DEL MOVIMENTO Nel «covo» tra ansie e complottismo Obiettori in crociata contro i pediatri Ai genitori Il messaggio alle mamme: «Voi sui vostri bambini ne sapete di certo più dei medici» dal nostro inviato Marco Imarisio RIMINI Nell'ultima fila siedono due giovani mamme che allattano al seno i loro neonati. Lo spazio verso l'uscita laterale è riempito da cinque passeggini nei quali dormono altrettanti bambini. Alle la Sala Flaminia dell'hotel Polo è piena. Sono esattamente 67 persone, tra le quali almeno una dozzina di donne incinte, dato desumibile dai pancioni rivelatori di gravidanze avanzate. All'ingresso c'è un banchetto che vende libri con una offerta di titoli che non contempla il pluralismo. «I pericoli della vaccinazione antinfluenzale», «Contro le vaccinazioni di massa». «Bambini super-vaccinati». È il consueto incontro bimestrale della Comilva, il Coordinamento del movimento italiano per la libertà delle vaccinazioni, la più grande delle associazioni che predicano l'obiezione, la più radicata. Ma per la prima volta il Gymnasium nella zona della vecchia fiera si è rivelato troppo piccolo, obbligando gli organizzatori al trasloco in questo albergo sulla centralissima via Amerigo Vespucci. «Abbiamo una enorme quantità di richieste proprio in virtù dell'assedio che stiamo subendo» dicono. Certo non c'è bisogno di mimetizzarsi, sembra di essere a una conferenza stampa. Quasi tutti hanno penna in mano e taccuini, oppure telefonini sui quali prendere appunti. «Chi non è ancora nostro iscritto ed è qui per la prima volta?». Si alzano una quarantina di mani. Viene distribuito un volantino che contiene le linee guida per l'obiezione attiva. «Praticarla è semplice nonché doveroso, per il bene dei nostri figli». Rimini è la capitale dei mancati vaccini. I dati dicono che la media locale è del 9 per cento inferiore al 95% nazionale delle quattro vaccinazioni obbligatorie, difterite, tetano, polio ed epatite B. Con le coperture antimorbillo e antimeningococco va ancora peggio, 77% rispetto al 92 per cento italiano. Comprendendo la vicina Riccione le famiglie che rifiutano il vaccino obbligatorio nel primo anno di vita del neonato sono 291 su un totale regionale di 570 obiettori totali segnalati dalle aziende sanitarie che è già tra i più alti del nostro Paese. E questa sala piena di giovani coppie c'entra molto con le statistiche elencate qui sopra. «Negli ultimi cinque anni Comilva è passata da una adesione marginale a numeri più significativi» spiega Massimo Farneti, responsabile pediatria dell'ausl Romagna. In assenza di dati ufficiali, che a richiesta non vengono forniti, tocca accontentarsi della pagina Facebook riminese, che può contare su quasi «mi piace». «Qui sono ben radicati, hanno la loro unica sede, cavalcano i social network e la presenza di alcuni pediatri che a differenza dei loro colleghi dell'emilia Romagna non sono favorevoli alle vaccinazioni, organizzano incontri in zona con cadenza settimanale, fanno proselitismo e purtroppo fanno anche danni». Il nome del medico viene evocato in Sala Flaminia come esempio di oscurantismo ufficiale quando viene fissata l'agenda dei prossimi appuntamenti. Sabato tutto esaurito, inutile prenotare. C'è ancora qualche posto per l'incontro del 12 novembre organizzato a Cesena dal Movimento 5 Stelle «allo scopo di mantenere l'equilibrio informativo». «Siamo cinque milioni, una massa critica ed elettorale molto appetibile». L'avvocato Luca Ventaloro guarda il pubblico in sala come farebbe un generale con il proprio esercito. In una sola persona racchiude il legale, il militante e il nume tutelare di Comilva. Dal suo studio passa l'assistenza giuridica degli obiettori o aspiranti tali fortemente invitati a diventarlo, operazione che richiede una spesa intorno ai 180 euro, così sostiene il passa parola in sala. Parte piano, con le istruzioni giuridiche per l'uso, poi la sua retorica va in crescendo. Noi contro loro, i media, le Regioni che hanno potere legislativo in materia, le mamme-vaccino altrimenti dette mammesiringhe «che riempiono i loro figli di metallo solo per essere accettate dalla società», tutti uniti in un grande complotto mirato a negare il diritto all'obiezione. Spesso i toni si fanno plumbei, quasi apocalittici. «Verranno a cercarci casa per casa. Voi non vaccinate? Siete degli untori e i vostri figli saranno ostracizzati, esclusi da scuola. La loro minaccia è questa. Ma non la realizzeranno mai. Siamo la più forte associazione mondiale e ci sostengono in silenzio parlamentari di tutti i partiti». SANITÀ NAZIONALE - Rassegna Stampa 06/11/

14 Pag. 20 diffusione: tiratura: La vera bestia nera, il nemico davvero reale e non immaginario, è la categoria dei pediatri, che si ostinano a prescrivere i vaccini. Il messaggio di Comilva è «Voi ne sapete più di loro», con conseguente invito a disconoscerne l'autorevolezza. «Dal sederino rosso alla morte in culla di vostro figlio ci sono 26 diversi tipi di reazioni al vaccino. Se il vostro medico non ve le elenca una per una, denunciarlo è un obbligo, dovete avere un rapporto come minimo paritario». In sala non vola una mosca. Non ci sono applausi, e neppure gesti di disapprovazione. Sono tutti concentrati, in ascolto. Le domande del pubblico rivelano una sincera ansia di sapere e l'esistenza di tante paure basate su informazioni che sembrano raccolte attraverso il sentito dire. La prima ad alzare la mano è una donna incinta. «Una mia amica dice che i pediatri ti minacciano...» Un uomo sui trent'anni sussurra all'amico che gli siede vicino: «Ho letto su Internet che se abiti ai piani alti puoi evitare di fare il vaccino...» L'altro annuisce. Un signore più maturo, dall'espressione corrucciata, si avvicina al banco dove siede l'avvocato. È padre di tre figli vaccinati. «Mi devo preoccupare?» La risposta non è delle più tranquillizzanti. «Il vaccino chiede il conto, prima o poi. E quando colpisce è un fulmine». Una donna all'ottavo mese di gravidanza esprime le sue preoccupazioni per il figlio che nascerà, dice di essere incerta, almeno i quattro obbligatori... Ventaloro la fulmina. «Vaccinare significa mantenere le malattie in circolo. E poi quanto autismo vedi in giro? Non vedi che sono in aumento? Fatti la domanda, datti la risposta». Al momento dei saluti la futura mamma appare rinfrancata. «Grazie mille a tutti voi. Adesso dormo più tranquilla». RIPRODUZIONE RISERVATA Fonti: Ministero della Salute Corriere della Sera Le coperture vaccinali (a 24 mesi di età) 96,7 96,3 dati in % ,1 96, ,1 96, , ,5 96, ,2 95, ,5 96,5 96,1 96,1 95, ,1 95,5 89,6 90, ,6 90, , ,7 95,6 94,6 95,6 94,8 94,7 Poliomielite Difterite Tetano Pertosse Epatite B Morbillo Parotite Rosolia Haemophilus influenzae b 5 Mila I bambini che in Italia in media ogni anno non vengono vaccinati 95 Per cento È l'obiettivo stabilito per le coperture vaccinali nel nostro Paese 86 Per cento È il record «negativo» di vaccinazioni obbligatorie raggiunto da Rimini 291 Famiglie Fra Rimini e Riccione non hanno fatto i vaccini obbli- gatori ai figli nel primo anno SANITÀ NAZIONALE - Rassegna Stampa 06/11/

15 Pag. 16 diffusione: tiratura: L'INTERVISTA1 / IL PEDIATRA "Giuste le punizioni chi lavora per l'asl non fa quel che vuole" Non credo però che possano essere uno strumento risolutivo, bisogna convincere e rassicurare i genitori" Ai miei figli ho fatto tutte le profilassi Se ci sarà una norma la rispetteremo, ma mi auguro che non si escluda nessuno (mi.bo.) Gianpietro Chiamenti, è il presidente della Fimp, di gran lunga il più rappresentativo sindacato dei pediatri di famiglia. Che ne pensa delle sanzioni ai medici? «Visto che il piano prevede una concertazione tra le parti, e che si ragioni con gli ordini, le associazioni e i sindacati sulle modalità con le quali si giudica l'inadempienza del medico, può avere ragion d'essere. Ma ricordiamo che questo tipo di sanzione non è prevista nel nostro contratto nazionale, che andrà cambiato». Quindi la libertà del medico in questo caso non vale? «In regime libero-professionale si può fare ciò che si vuole, ma all'interno di una convenzione con la Asl in cui vengono posti obiettivi di salute concordati non ci si può oppore alla vaccinazione o sconsigliarla». Le sanzioni dissuaderanno chi è contro i vaccini? «Non credo che possano essere uno strumento risolutivo. Magari condizioneranno un po' ma per convincere le persone ci vuole un confronto consapevole, ci vuole formazione». Sono tanti i pediatri contrari alle vaccinazioni? «Dati precisi non ce ne sono. Ora che i tassi vaccinali scendono, si ipotizza che in alcune realtà i medici siano tiepidi nei confronti di questo strumento, cosa che andrebbe provata». Cosa pensa dei suoi colleghi che sconsigliano il vaccino? «Si tratta di un atteggiamento incomprensibile. Ci sono alcuni professionisti convinti che i vaccini non vanno bene e non trovano nel proprio bagaglio professionale strumenti per cambiare idea». L'atteggiamento dei genitori che arrivano nei vostri studi è cambiato? «Negli ultimi 5 o 6 anni in modo palpabile. Alcuni si presentano con dubbi, sono confusi, condizionati in vario modo. Magari hanno letto di sentenze che hanno correlato in modo improprio l'autismo con la vaccinazione contro il morbillo, hanno visto suinternet siti anti vaccinazione molto attivi. Tutto questo li confonde». Non sarà solo la campagna anti vaccini, però, a provocare i cali di copertura. «C'è anche il fatto che la gente non vede più le malattie da colpire. E così ritiene, sbagliando, che vaccinare i propri figli non serva più». Foto: IL CAMICE BIANCO Giampietro Chiamenti, presidente della Fimp, Federazione italiana medici pediatri Foto: LA DIRIGENTE SCOLASTICA Brunella Maiolini è dirigente scolastica dell' istituto comprensivo Claudio Abbado di Roma SANITÀ NAZIONALE - Rassegna Stampa 06/11/

16 Pag. 92 N novembre 2015 diffusione: tiratura: Buona sanità La leucemia si batte a Monza Stanze singole e colorate. Un giardino d'inverno. Maestri di scuola. E appartamenti per i genitori. Il nuovo polo brianzolo per bambini malati è un'eccellenza a livello europeo Daniela Condorelli SI FA NOTARE GIfi DA LONTANO, con quel blu che spicca tra il grigio dei blocchi ospedalieri e universitari; quando entri, poi, ti domandi dove sei capitato. Un polo culturale all'avanguardia negli Stati Uniti? L'atrio colorato di una scuola australiana? No, è il nuovo centro Maria Letizia Verga per lo studio e la cura della leucemia del bambino, fresco di taglio del nastro, a Monza, in Brianza. Nuovo perché in soli tredici mesi, grazie a un mix di privati, aziende e fondazioni, è stato realizzato un ospedale di quattro piani, funzionale e accogliente. Day hospital, venticinque stanze di degenza, il centro per i trapianti di midollo osseo, le aree per i bambini e le famiglie, quelle riservate a medici e infermieri e perino un giardino d'inverno e un terrazzo piantumato. Inedito è anche il connubio tra pubblico e privato: un ente privato, la Fondazione Monza e Brianza per il Bambino e la sua Mamma, che gestisce il centro, su accordo con la Regione Lombardia, ma in piena autonomia. Un modello organizzativo inconsueto: un ospedale pubblico, a cui si accede attraverso il sistema sanitario nazionale, gestito privatamente. Non solo: è una novità la collocazione della ricerca insie me a quella dei reparti di cura e degenza. Il piano interrato accoglie oltre cinquanta tra ricercatori, tecnici e biologi. Una squadra che ha pubblicato più di quattrocento ricerche su riviste internazionali, guidata da Andrea Biondi, direttore scientiico del Centro ricerca Tettamanti. Cinque le unità: dalla genetica molecolare all'immunotera pia, dalla terapia molecolare a quella sulle cellule staminali e di citoluorimetria. Si guarisce di più dove si fa ricerca. E qui guarisce oltre l'80 per cento dei bam bini; quelli curati ino a oggi. «Laboratori così vicini al luogo di cura, oltre agli spazi accoglienti e funzionali, determinano il valore di questa nuova realtà»", conferma Momcilo Jankovic, responsabile del Day Hospital di emato-oncologia pediatrica e trapianto midollo osseo. Il confronto quotidiano tra medici, tecnici e ricercatori permette di elaborare percorsi personalizzati. I risultati delle indagini su sangue e midollo arrivano ai medici in tempo reale e danno la possibilità di seguire l'evoluzione della terapia giorno dopo giorno. Bambini e ragazzi sono accolti in stanze singole, colorate da disegni a tema: il bosco, la barriera corallina, la montagna con i suoi sciatori. Tra i numerosi sostenitori, la campiones sa Deborah Compagnoni e il centrocampista Riccardo Montolivo. C'è poi l'area per gli adolescenti, qui separati dai piccoli, con wi-i e privacy, che ospita laboratori organizzati dall'as sociazione Magica Cleme, magicacleme.org. E poi la presenza della scuola in ospedale, primaria e secondaria di primo grado, ma anche di docenti delle superiori per garantire la continuità di studio ai pazienti. A pochi passi la Cascina Vallera dove le famiglie, sessanta ogni anno, vivono in appartamenti ristrutturati ad hoc per essere vicine al luogo di cura. Spesso vengono da lontano e non potrebbero sostenere i costi di spostamenti e alloggio. E ancora: assistenti sociali, psicologi, volontari Abio, l'as sociazione per il bambino in ospedale, abio.org, e un gruppo di ascolto per i genitori. Oggi, la sida del Comitato intitolato a Maria Letizia Verga, (comitatomarialetizaverga.it) è mantenere tutto questo. Foto: Uno spazio del nuovo centro per la cura della leucemia del bambino a Monza SANITÀ NAZIONALE - Rassegna Stampa 06/11/

17 Pag. 1 diffusione: tiratura: SCONFITTA EBOLA Sierra Leone, la vittoria del coraggio DOMENICO QUIRICO C'è una specie di incubo a occhi aperti che a volte ti coglie, la sensazione che la vita intorno a te sia cambiata. È una convinzione pienamente articolata che l'esistenza del momento sia soltanto un germoglio collaterale della vita vera e propria e sia legata a questa soltanto come lo sono un film o uno specchio, che le case, la gente, le strade siano soltanto p ro i e z i o n i d i u n p a s s at o estremamente vago e caotico. Emortale. Per un anno e cinque mesi questa è stata la condizione degli abitanti della Sierra Leone. Una delle terre di Ebola. Ora è, finalmente, dietro di noi. Da quarantadue giorni non si contano nuovi casi di infezione. La Organizzazione mondiale della sanità proclamerà, da domani, l'epidemia chiusa. Il bilancio, terribile, di 3955 morti e 28 mila cinquecento contagiati non si allungherà. Ora posso ricordare i giorni che ho passato laggiù, il tempo in cui si contavano 300 morti la settimana e la gente non si dava più la mano. Le bettole che in Africa ingoiano gli uomini a piena gola erano vuote, deserte. Il paesaggio era punteggiato dai luoghi di morte, gli ospedali, i villaggi contagiati isolati dall'esercito, i cimiteri dove nessuno per il terrore entrava più a far rivivere nel ricordo chi non c'era più. Anche la carne liquida del mare sembrava infetta, malata. Terra uomini animali della foresta portavano il veleno, contagiosi, maledetti. La malattia aveva privato gli africani anche dell'unico bene che nessun regime, povertà o disgrazia ha mai potuto loro sottrarre, il rapporto fisico con i loro morti. Le loro mani accarezzano la povera carne inerte, la lavano pietosamente, si sciacquano con l'acqua di questo estremo rapporto. La morte di chi la ignora invece è terribile, è veramente la morte. In Sierra Leone, in quei giorni, come in pochi altri luoghi terribili, ho sentito il grido dei morti. Arrivavi in aereo a Freetown e la nostra pigra vita diventava subito l'ultima delle cose inutili. Là era vita morte vita morte. Solitudine nella moltitudine. Le cose. La speranza e il dolore si implicavano a vicenda, erano una cosa sola. Passavano i giorni e le settimane senza che il miracolo della fine dell'epidemia accadesse, anzi il virus subdolo, veloce, solido, si moltiplicava, sembrava deridere gli sforzi di contenerlo e di assopirlo. A furia di non sentire Dio si finiva quasi per credere che non esistesse. Ma c'erano i volti di quelli che si battevano contro il male, medici locali e venuti da fuori, infermieri, volontari: una lotta, uno sforzo. E' il timore incessante della paura, la paura della paura che modella il viso dell'uomo coraggioso. L'ho appreso lì. Ho amato quelle anime ingenuamente: d'altronde come si può amare diversamente? Penso, ora che è finita, con più serenità a quelli che sono morti: africani per cui la vita è venuta rapida e se ne andata lasciando non amarezza, ma pietà, non disillusione, ma soltanto dolore. O vorrei essere là, domani, per stringere di nuove le mani dei vivi, tenerle nelle mie perché ognuno potesse vedere la bontà contenuta negli occhi dell'altro. SANITÀ NAZIONALE - Rassegna Stampa 06/11/

18 Pag. 7 diffusione:41112 tiratura:81689 La sanità regionale è il terreno ottimale per la spending review che non si basa sull'uso dell'accetta ma sull'analisi voce per voce EDOARDO NARDUZZI Piaccia o meno, il Premier Matteo Renzi fa bene a sfidare a muso duro le regioni sulla spesa sanitaria. Lì, in quei venti capitoli di spesa pubblica, si trova una parte importante dei risparmi e dei miglioramenti qualitativi possibili nel bilancio pubblico. Ed è proprio la cronaca quotidiana ad offrire esempi inequivocabili che c'è ancora molto da fare nella spesa sanitaria. Si prenda il recente caso dell'avastin. Al ministero della Salute, per la verità, da tempo temevano che, prima o poi, un nuovo caso di malasanità, legato a questo farmaco, sarebbe scoppiato. Un incidente clinico nell'uso dell'avastin, il farmaco di Roche che molti oculisti hanno preteso che potesse essere usato per la cura della maculopatia al pari del più costoso e mirato Lucentis di Novartis. Non ha sorpreso gli addetti ai lavori il caso emerso qualche giorno fa all'ospedale Careggi di Firenze dove cinque pazienti hanno rischiato di perdere la vista dopo la somministrazione dell'avastin. Il ministero ha chiesto una indagine e la Regione ha inviato all'ospedale un audit per capire a fondo le ragioni dell'incidente. Ed anche l'aifa, l'agenzia per il farmaco, ha acceso un riflettore sulla vicenda. Il caso tuttavia, pur avendo una dimensione nazionale, è rimasto relegato a livello regionale e non ha attivato invece il dibattito che ci sarebbe aspettati. Intorno alla vicenda Avastin-Lucentis, infatti, si sono scritti finora fiumi di inchiostro, si sono tenuti convegni e scritti dotti saggi scientifici. Una vicenda, questa, che ha origine fuori dalle sale ospedaliere, nei corridoi dell'antitrust che, sollecitato dalla Soi, la Società oftalmologica italiana, ha condannato Roche e Novartis ad una multa per presunto cartello. I giuristi e gli economisti dell'autorità ritengono infatti che i due farmaci siano equivalenti e che possano essere utilizzati indifferentemente con la stessa efficacia. E siccome l'avastin costa molto meno ha avuto subito una più ampia diffusione. Tuttavia sono farmaci nati per patologie diverse: Lucentis in modose per iniziezione per la cura della maculopatia; Avastin, invece, in flaconi per la cura di alcune tipologie tumorali. Dopo la decisione dell'antitrust, l'aifa ha consentito l'uso dell'avastin a condizione che la preparazione delle monodosi per l'iniezione oculare avvenga nelle farmacie ospedaliere. Una decisione cautelativa che ha sollevato critiche da parte di molti oculisti privati che avrebbero voluto preparare «in casa» le monodosi. In attesa di un pronunciamento finale da parte del Consiglio di Stato sulla decisione dell'antitrust, tuttavia, ci si deve interrogare su una questione che, a parte il caso AvastinLucentis, si ripropone spesso in tempi di spendingreview. Nel caso della sanità i tagli lineari sono la scelta meno opportuna mentre la riqualificazione della spesa, voce per voce, è quella giusta. Ed il caso del Careggi fa capire proprio questo: somministrare un farmaco più economico ma meno indicato per la malattia crea minor costi iniziali ma maggiore spesa pubblica ne medio termine. La spesa sanitaria dunque fa rima perfettamente con spendigreview che significa proprio analisi di micro dettaglio delle voci per individuare al meglio e tagli ed interventi da adottare. Riproduzione riservata SANITÀ NAZIONALE - Rassegna Stampa 06/11/

19 Pag. 8 diffusione:41112 tiratura:81689 INTERVISTA Sulla sanità : 7,6 mld da cure inutili; 5 da frodi, 4 da sprechi, 3 da pratiche vecchie Se si vuole, si può risparmiare Va ridotto l'uso delle medicine superue e quindi dannose CARLO VALENTINI Ci risiamo con la telenovela della sanità.a ogni finanziaria, ribattezzata legge di stabilità, si riaccende lo scontro tra il governo di turno e le Regioni. Si spende troppo o troppo poco? Si reclamano finanziamenti perché la sanità è usata come macchina da voti dai politici regionali o è davvero sull'orlo del collasso? Di sicuro un paese moderno si dovrebbe dotare di un piano poliennale e con esso raggiungere gli obiettivi che si individuano e non sottostare all'annuale mercimonio tra Stato e Regioni. Uno degli studi più approfonditi sulla spesa e le aree di inefficienza del servizio sanitario nazionale è stato realizzato dalla fondazione Gimbe, specializzata nel monitorare quanto succede in sanità. Il suo presidente, Nino Cartabellotta, spiega perché ancora una volta si è alla rissa: «Dopo la firma del patto per la Salute , che sembrava avere messo in sicurezza il finanziamento della sanità pubblica, la sua attuazione è stata di fatto congelata con la legge di Stabilità 2015, che ha riacceso il conflitto istituzionale tra governo e Regioni. Si è concretizzato uno spettacolo a tratti patetico che delegittima le istituzioni, fomenta un conflitto tra poli indeboliti, con compromessi sempre più al ribasso,e scarica le conseguenze del conflitto su aziende sanitarie e professionisti, ma soprattutto su pazienti e famiglie delle fasce socio-economiche più deboli». Domanda. Hanno ragione le Regioni a lamentarsi? Risposta. Sì, se guardiamo all'imponente defi nanziamento della sanità pubblica. No, se consideriamo l' assenza da parte loro di proposte per superare questo diffi cile momento. Anche le Regioni devono fare la loro parte. Non dimentichiamo che, incapaci di formulare una proposta concreta per recuperare 4 miliardi richiesti dalla legge di stabilità 2015, le Regioni hanno rinunciato all'incremento del fondo sanitario, dando il via libera alla manovra d'estate che ha eroso al servizio sanitario 2,352 miliardi per il 2015 e il Adesso però è giunto il momento di rimboccarsi le maniche, perché la legge di Stabilità impone alle Regioni di assicurare un contributo alla fi nanza pubblica di 3980 milioni nel 2017 e di 5480 nel 2018 e Ecco perché, oggi più che mai, Regioni e Province Autonome devono avviare e mantenere un virtuoso processo di disinvestimento da sprechi, inefficienze, riallocazione in servizi essenziali e innovazioni, responsabilizzando e coinvolgendo attivamente le aziende sanitarie. D. Qual è la verità tra i tanti balletti di cifre? R. I dati dell'ocse 2015 sono allarmanti. In Italia la spesa sanitaria diminuisce dal 2011, nel 2013 ha toccato -3.5%, rimane inferiore ai livelli precedenti la crisi economica ed è ampiamente al di sotto degli altri paesi Ocse ad alto reddito. La spesa pro-capite è dollari a fronte di una media Ocse di dollari. Il defi nanziamento della sanità pubblica in Italia si sta pericolosamente avvicinando a limiti (6.5% del Pil) che, oltre a compromettere la qualità dell'assistenza, riducono anche l'aspettativa di vita. D. Dove sono gli sprechi, dove si possono recuperare risorse? R. A livello internazionale ci sono calcoli sull'organizzazione sanitaria effettuati da Don Berwick riconosciuti assai validi, noi li abbiamo calati nella realtà italiana. Sarebbe possibile risparmiare 7,6 miliardi correggendo il sovrautilizzo di servizi e prestazioni ineffi caci, 5 miliardi dalla lotta alle frodi e agli abusi, cioè alla corruzione e al malaffare, 4 dai costi eccessivi in certe regioni di taluni acquisti, 3 dall'inadeguato trasferimento dei risultati della ricerca alla pratica clinica e all'organizzazione dei servizi, 3 dall'eccessiva burocratizzazione, 2,5 dall'inadeguato coordinamento dell'assistenza tra ospedale e territorio. D. È una polveriera pronta a esplodere l'attuale situazione del servizio sanitario nazionale? R. Il continuo de-finanziamento alle Regioni non accompagnato dall'impegno sull'efficienza della spesa da parte di queste ultime, l'eterno con itto tra Stato e Regioni, le riforme incompiute del patto per la Salute, la vigorosa protesta dei medici e l'imperante consumismo sanitario hanno innescato una miscela esplosiva senza precedenti. Per salvare realmente la sanità pubblica bisogna riallineare gli interessi di tutti gli stakeholders sull'obiettivo della legge 833/78, ovvero «promuovere, mantenere, e recuperare la salute fi sica e psichica di tutta la popolazione». D. I cittadini hanno ragione a preoccuparsi? R. Assolutamente sì, se temono di perdere prestazioni effi caci e appropriate che possano condizionare SANITÀ NAZIONALE - Rassegna Stampa 06/11/

20 Pag. 8 diffusione:41112 tiratura:81689 negativamente la propria salute. Assolutamente no, se le preoccupazioni riguardano l'impossibilità di avere soddisfatta ogni domanda inappropriata di prestazioni sanitarie. A tal proposito, è bene che 60 milioni di cittadini riducano le aspettative nei confronti di una medicina mitica e di una sanità infallibile, riconoscendo che il servizio sanitario nazionale serve per tutelare la salute delle persone e non il supermercato sanitario dove tutti hanno diritto a tutto. Anche perché gli effetti collaterali degli eccessi di medicalizzazione peggiorano lo stato di salute, medicalizzano la società e consumano preziose risorse. D. C'è chi accusa il governo di volere, nei fatti, privatizzare la sanità... R. Da qualche tempo i governi anelano alla «terza gamba», quella delle assicurazioni private, perché, vista l'entità del defi nanziamento pubblico, una iniezione di denaro fresco potrebbe contribuire alla sostenibilità del sistema. Tuttavia, se non vogliamo perdere il modello di un servizio sanitario pubblico, equo e universalistico sono indispensabili tre contromisure. Innanzitutto, se questo è il (verosimile) destino della sanità, la politica deve scoprire le carte al più presto, in secondo luogo, deve avviare un'adeguata governance istituzionale per regolamentare su scala nazionale l'intermediazione assicurativa, infi ne, deve identifi care quali prestazioni, idealmente solo quelle non essenziali, possono essere coperte dalle risorse private. Ma occorre fare presto, perché nel frattempo l'intermediazione assicurativa si sta insinuando subdolamente tra le incertezze delle istituzioni e le minori tutele della sanità pubblica, trasformando lentamente ma inesorabilmente, il nostro servizio sanitario in un sistema misto e confuso. D. Hanno ragione i medici di base a ribellarsi alla stretta annunciata dal ministro sull'eccesso degli esami diagnostici? R. Sì perché, come nel più classico dei pasticci all'italiana, il decreto ha messo insieme appropriatezza prescrittiva (di interesse cultural-professionale) e meccanismi sanzionatori (di interesse contrattual-sindacale). No, se i medici di base continuano ad appellarsi alla «medicina personalizzata» per legittimare la libertà professionale incondizionata, senza tenere conto che oggi una prescrizione appropriata in «scienza e coscienza» non deve solo tenere conto della esclusiva individualità del singolo paziente, ma anche del fatto che il medico è responsabile, in quanto gestore di risorse pubbliche, della sostenibilità del servizio sanitario nazionale. Riproduzione riservata Foto: Nino Cartabellotta SANITÀ NAZIONALE - Rassegna Stampa 06/11/

21 Pag. 10 diffusione:41548 tiratura:96288 PIAZZA GRANDE La sanità in Italia: cara e inefficiente Ho ricevuto un avviso dall ' Azienda sanitaria di Firenze, con il quale mi si chiedono 22 euro per la mancata disdetta di una prestazione. Volevo tranquillizzarli: avranno quel denaro, così come quello che mi viene ritenuto ogni mese dalla mia pensionuccia per una sanità pubblica in via di estinzione. È mia abitudine conservare sempre il modulo di prenotazione inviato via mail e la disdetta. Ora io non trovo né l ' una né l ' altra. Ma sicuramente si tratterà di una mia distrazione: può capitare a una persona quasi settantenne strapiena di patologie, alle quali cerca disperatamente di tamponare, come può e senza riuscirvi. Dicevo, può capitare una dimenticanza a chi è anziano e afflitto da mille mali, e naviga tra tante prenotazioni da fare e altre da disdire per motivi di salute. Senza contare le ordinarie incombenze casalinghe pesantissime per chi ha seri problemi di salute. Né si può pretendere che ogni volta che io mi sento male, dodici ore prima dell'appuntamento, reperisca un medico cui chiedere un certificato tramite il quale posso risparmiare 22 euro. I medici di base difficilmente fanno visite a domicilio. Quindi cara Azienda sanitaria di Firenze, o caro Sistema sanitario nazionale, avrete i vostri 22 euro: state tranquilli. Mi spiace solo che per i tanti soldi che vi ho dato in questi ultimi quarant ' anni e oltre, io non debba avere un adeguato ritorno. Né io né tantissimi italiani come me. Ammiro comunque la vostra solerzia nel batter cassa coi più deboli. I più forti non han bisogno di CUP: loro viaggiano su binari privilegiati della sanità privata. ANTONIO SUTERA SARDO SANITÀ NAZIONALE - Rassegna Stampa 06/11/

22 Pag. 7 L'Unità Il Commento Sanità, una riforma per coniugare i diritti dei pazienti con quelli dei medici Domenico Pittella È possibile coniugare diritti del paziente, del contribuente e dell'operatore sanitario? Un apprezzabile tentativo in questa direzione viene dalla emananda riforma della responsabilità medica frutto del lavoro della Commissione presieduta dal Prof. Alpa e della Commissione Sanità (relatore Gelli). Le speranze sono molte: dei medici esposti al rischio processo (che nella maggior parte dei casi almeno nel penale - si conclude con l'assoluzione ma, come scriveva, Carnelutti «il processo è di per sé una pena»); del contribuente perché la medicina difensiva (per pararsi dal rischio responsabilità i medici prescrivono accertamenti ritenuti da loro stesso inutili) comporta costi altissimi per lo Stato; e anche del paziente perché tale medicina lo sottopone ad esami spesso invasivi e giustificati dal solo rischio processo. Una innovazione rilevante sarebbe quella contenuta nel testo in approvazione: il medico dipendente di una struttura risponde solo se il paziente prova la sua colpa e il diritto di quest'ultimo si prescrive in cinque anni. Invece, oggi, in caso di mancato successo dell'intervento sanitario, si presume la colpa del medico: il rischio della c.d. causa ignota - non si riesce a provare se i danni subiti dal paziente sono dovuti ad un evento esterno o siano addebitati al medico grava sull'operatore sanitario. Questa giurisprudenza, inaugurata alla fine degli anni '80, - per la quale il medico dipendente non conclude un contratto con un paziente ma per la qualità rivestita entra in contatto con quest'ultimo e dunque si obbliga ad eettuare una prestazione - è stata una delle cause dell'aumento del contenzioso in materia. Come evidenziato dalla Commissione Alpa, questo orientamento si discosta dai modelli europei in materia di responsabilità sanitaria che «distinguono in modo netto... le posizioni della struttura sanitaria da quelle dell'esercente la professione medica». Se entrasse in vigore la riforma, il medico potrebbe operare con maggiore tranquillità ma il paziente non sarebbe meno garantito perché resta ferma la responsabilità contrattuale della struttura sanitaria: in questo caso viene concluso un vero e proprio contratto e dunque vi è un obbligo di prestazione. Resta ancora molto da fare: servono chiarimenti sulla portata e l'applicazione dell'obbligo assicurativo a carico delle strutture sanitarie. Dovrebbe intervenirsi anche in materia di consenso informato (cosa deve fare ad esempio un chirurgo qualora un Testimone di Geova rifiuti l'emotrasfusione e questa si renda necessaria per salvargli la vita? È giusto che in questi casi il medico debba telefonare il Procuratore della Repubblica senza invece essere rassicurato da un quadro normativo chiaro?). Inoltre, dovrà guardarsi all'interpretazione che delle regole daranno i giudici. Intanto, questa riforma rappresenterebbe uno spedito passo in avanti in materia. Foto: In discussione norme innovative sulla responsabilità dei camici bianchi Foto: Servono chiarimenti sulla portata dell'obbligo assicurativo a carico delle strutture sanitarie SANITÀ NAZIONALE - Rassegna Stampa 06/11/

Le liste di trasparenza AIFA e l equità di assistenza. Valeria Fava Vice direttore servizio di tutela di Cittadinanzattiva

Le liste di trasparenza AIFA e l equità di assistenza. Valeria Fava Vice direttore servizio di tutela di Cittadinanzattiva Le liste di trasparenza AIFA e l equità di assistenza Valeria Fava Vice direttore servizio di tutela di Cittadinanzattiva L impegno di Cittadinanzattiva sui farmaci equivalenti INFORMAZIONE CIVICA PROGETTI

Dettagli

Dal Patto per la Salute all intesa: la Sanità pubblica e la manovra Nino Cartabellotta Fondazione GIMBE

Dal Patto per la Salute all intesa: la Sanità pubblica e la manovra Nino Cartabellotta Fondazione GIMBE Dal Patto per la Salute all intesa: la Sanità pubblica e la manovra 2016 Nino Cartabellotta Fondazione GIMBE Disclosure La Fondazione GIMBE, di cui sono Presidente, eroga attività di formazione e coaching

Dettagli

Elenco vaccini obbligatori 2017: quali sono, bambini 0-16 anni

Elenco vaccini obbligatori 2017: quali sono, bambini 0-16 anni Elenco vaccini obbligatori 2017: quali sono, bambini 0-16 anni Elenco 10 vaccini obbligatori in Italia bambini 0-16 anni per iscrizione anno scolastico 2017/2018, calendario vaccinazioni obbligatorie per

Dettagli

n.4 LA SALUTE È UN DIRITTO DI TUTTI. I farmaci generici: UN ALTERNATIVA DI QUALITÀ E i farmaci generici danno il loro contributo

n.4 LA SALUTE È UN DIRITTO DI TUTTI. I farmaci generici: UN ALTERNATIVA DI QUALITÀ E i farmaci generici danno il loro contributo n.4 I farmaci generici: UN ALTERNATIVA DI QUALITÀ IN EVIDENZA Quanto risparmia UNA FAMIGLIA? Una soluzione al problema dei FARMACI INTROVABILI LA SALUTE È UN DIRITTO DI TUTTI. E i farmaci generici danno

Dettagli

Vaccini, entra in vigore il nuovo piano di prevenzione Il ministro Lorenzin: "Nel progetto collegato ai nuovi Livelli essenziali di

Vaccini, entra in vigore il nuovo piano di prevenzione Il ministro Lorenzin: Nel progetto collegato ai nuovi Livelli essenziali di Rassegna stampa Nuovi Lea e PNPV 2017/2019, dichiarazione congiunta delle società scientifiche firmatarie del Calendario per la Vita (SItI-SIP-FIMMG-FIMP) 18 feb 2017 17 FEBBRAIO 201718:29 Vaccini, entra

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Sabato, 13 Agosto La Repubblica. Il Secolo XIX - Ed. Levante. 1 La meningite torna a colpire grave una diciasettenne genovese

RASSEGNA STAMPA. Sabato, 13 Agosto La Repubblica. Il Secolo XIX - Ed. Levante. 1 La meningite torna a colpire grave una diciasettenne genovese RASSEGNA STAMPA Sabato, 13 Agosto 2016 La Repubblica 1 La meningite torna a colpire grave una diciasettenne genovese Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Meningite, studentessa in rianimazione GENOVA 13.08.2016

Dettagli

IL FENOMENO DELLA MEDICINA DIFENSIVA: COSTI, RAGIONI, STRATEGIE DI CONTRASTO

IL FENOMENO DELLA MEDICINA DIFENSIVA: COSTI, RAGIONI, STRATEGIE DI CONTRASTO MEDICINA DIFENSIVA IL FENOMENO DELLA MEDICINA DIFENSIVA: COSTI, RAGIONI, STRATEGIE DI CONTRASTO Atteggiamenti di medicina difensiva positiva e negativa sono diffusi in maniera preoccupante tra gli operatori,

Dettagli

IDI. Rassegna Stampa del 16/12/2014

IDI. Rassegna Stampa del 16/12/2014 IDI Rassegna Stampa del 16/12/2014 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto

Dettagli

Dr.ssa Margherita MEDA Servizio Igiene Sanità Pubblica ASL 1 -Torino. Assistente Sanitaria Giannalisa CAVANI SISP / ASL 1 -Torino

Dr.ssa Margherita MEDA Servizio Igiene Sanità Pubblica ASL 1 -Torino. Assistente Sanitaria Giannalisa CAVANI SISP / ASL 1 -Torino Dr.ssa Margherita MEDA Servizio Igiene Sanità Pubblica ASL 1 -Torino Assistente Sanitaria Giannalisa CAVANI SISP / ASL 1 -Torino Il Nuovo Piano Nazionale Vaccini 2005 / 2007 Mantenere elevate coperture

Dettagli

COPERTURE VACCINALI NELL ASL 22 DELLA REGIONE VENETO ANNO Come noto, la somministrazione

COPERTURE VACCINALI NELL ASL 22 DELLA REGIONE VENETO ANNO Come noto, la somministrazione Data: Aprile 2003 Anno 4 Numero 6 COPERTURE VACCINALI NELL ASL 22 DELLA REGIONE VENETO ANNO 2002 SOMMARIO Premessa 1 Difterite - Tetano - Polio - Epatite B 2 Pertosse 3 Morbillo - Rosolia - Parotite 4

Dettagli

MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO

MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO Rassegna Stampa del 07/10/2016 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. di MERCOLEDÌ 18 LUGLIO 2012

RASSEGNA STAMPA. di MERCOLEDÌ 18 LUGLIO 2012 RASSEGNA STAMPA di MERCOLEDÌ 18 LUGLIO 2012 N. 2077 - martedì 17 luglio 2012 Sanità: Balduzzi su nuovi Lea e Ticket con franchigia (regioni.it) Il ministro della Sanità, Renato Balduzzi, annuncia che arriverà

Dettagli

L assistenza sanitaria: le case di cura private e le farmacie pubbliche

L assistenza sanitaria: le case di cura private e le farmacie pubbliche L assistenza sanitaria: le case di cura private e le farmacie pubbliche Annalisa Campana Roma, 21 luglio 2016 INQUADRARE IL SETTORE Elementi quantitativi Elementi qualitativi TENDENZE Tagli alla spesa

Dettagli

/13 1 / 2

/13 1 / 2 Quotidiano 07-05-2014 12/13 1 / 2 Quotidiano 07-05-2014 12/13 2 / 2 Spesa farmaceutica, Regioni in miglioramento ma al Sud non possono mancare investimenti 07-05-2014 La notizia così così è che non tutte

Dettagli

Il «decreto-legge prevenzione vaccinale» a seguito della conversione in Legge da parte del Parlamento (28 luglio 2017)

Il «decreto-legge prevenzione vaccinale» a seguito della conversione in Legge da parte del Parlamento (28 luglio 2017) Il «decreto-legge prevenzione vaccinale» a seguito della conversione in Legge da parte del Parlamento (28 luglio 2017) 2 Perché sono importanti i vaccini? L introduzione delle vaccinazioni è stato l intervento

Dettagli

ALLERGIE, REAZIONI A FARMACI, VACCINI ESSERE INFORMATI PER UNA CORRETTA PREVENZIONE

ALLERGIE, REAZIONI A FARMACI, VACCINI ESSERE INFORMATI PER UNA CORRETTA PREVENZIONE ALLERGIE, REAZIONI A FARMACI, VACCINI ESSERE INFORMATI PER UNA CORRETTA PREVENZIONE Dr.ssa Paola Crosasso SC Farmacia AOU Città della Salute e della Scienza Torino pcrosasso@cittadellasalute.to.it Nessun

Dettagli

A SCUOLA VACCINATI 2) COSA SIGNIFICA OBBLIGATORIE SINO A SUCCESSIVA VALUTAZIONE?

A SCUOLA VACCINATI 2) COSA SIGNIFICA OBBLIGATORIE SINO A SUCCESSIVA VALUTAZIONE? A SCUOLA VACCINATI (Servizio prevenzione collettiva e sanità pubblica Regione Emilia-Romagna, 11 agosto 2017) 1) COSA PREVEDE LA LEGGE NAZIONALE? La LEGGE 31 luglio 2017, n. 119 pubblicata sulla Gazzetta

Dettagli

INTERVENTO DELL ON. ELENA CENTEMERO

INTERVENTO DELL ON. ELENA CENTEMERO 1054 INTERVENTO DELL ON. ELENA CENTEMERO Dichiarazione di voto finale sulla mozione recante iniziative in relazione al settantesimo anniversario del voto alle donne 10 marzo 2016 a cura del Gruppo Parlamentare

Dettagli

IL COORDINAMENTO ANTI TRATTA FAVOUR E LOVETH di Palermo

IL COORDINAMENTO ANTI TRATTA FAVOUR E LOVETH di Palermo IL COORDINAMENTO ANTI TRATTA FAVOUR E LOVETH di Palermo nasce nel 2012 dalla comune e spontanea iniziativa di diverse organizzazioni ed enti che operano nel territorio di Palermo e che hanno espresso la

Dettagli

UNIVERSALISMO, ASSISTENZA SANITARIA E STATO SOCIALE

UNIVERSALISMO, ASSISTENZA SANITARIA E STATO SOCIALE UNIVERSALISMO, ASSISTENZA SANITARIA E STATO SOCIALE Presidente Fondazione Economia Università di Roma Tor Vergata Docente Scuola Nazionale Amministrazione 11 gennaio 2018 Scuola Nazionale dell Amministrazione

Dettagli

ALLEGATOB alla Dgr n del 29 novembre 2016 pag. 1/6

ALLEGATOB alla Dgr n del 29 novembre 2016 pag. 1/6 giunta regionale 10^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 1935 del 29 novembre 2016 pag. 1/6 LINEE DI INDIRIZZO PER IL RECUPERO DELLE COPERTURE VACCINALI ALLEGATOB alla Dgr n. 1935 del 29 novembre 2016 pag.

Dettagli

Perché è importante vaccinarsi??

Perché è importante vaccinarsi?? Perché è importante vaccinarsi?? Comunicazioni Direzione Sanitaria Perché sono importanti i vaccini? L introduzione delle vaccinazioni è stato l intervento di sanità pubblica più importante per l umanità.

Dettagli

Rassegna stampa XXXIV CONGRESSO NAZIONALE SIFO TORINO Ottobre 2013

Rassegna stampa XXXIV CONGRESSO NAZIONALE SIFO TORINO Ottobre 2013 Rassegna stampa XXXIV CONGRESSO NAZIONALE SIFO TORINO 17-20 Ottobre 2013 Indice AGENZIE 1. ANSA 2. ADNKRONOS 3. AGI 4. AIS 5. IL VELINO 6. AGENZIA PARLAMENTARE QUOTIDIANI 7. IL GIORNALE IL GIORNALE del

Dettagli

Rassegna Stampa Milano 21/05/2013

Rassegna Stampa Milano 21/05/2013 Rassegna Stampa Milano 21/05/2013 ADNKRONOS 16/05/2013 FARMACI: SIFO, CON DISTRIBUZIONE DIRETTA L'OSPEDALE RISPARMIA = STUDIO IN PIEMONTE VALUTA COSTO A MOLINETTE DI VARIE MODALITA' ALTERNATIVE Roma, 16

Dettagli

Lettera aperta degli oncologi al presidente Matteo Renzi: «Il fumo causa il 90% dei decessi per tumore al polmone»

Lettera aperta degli oncologi al presidente Matteo Renzi: «Il fumo causa il 90% dei decessi per tumore al polmone» 14-10-2014 Lettori 23.000 http://www.sanita.ilsole24ore.com/art/commenti/2014 10 14/lettera aperta oncologi presidente 130914.php?uuid=AbOxAzUK Lettera aperta degli oncologi al presidente Matteo Renzi:

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Sabato 28 marzo Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX - Ed. Levante

RASSEGNA STAMPA. Sabato 28 marzo Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX - Ed. Levante RASSEGNA STAMPA Sabato 28 marzo 2015 Il Sole 24 Ore 1 Lorenzin: Tagli non lineari nelle Regioni Decreto in vista Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Al via il vaccino contro il papillomavirus Corriere Mercantile

Dettagli

Il ruolo della ASL nella tutela della salute

Il ruolo della ASL nella tutela della salute Il ruolo della ASL nella tutela della salute Dott. Guido Fontana Esperienze di Farmacovigilanza: interazioni, rischio di abuso, eventi avversi in ambito geriatrico e Legge Regionale 30 dicembre 2009, n.

Dettagli

Oggi siamo qui, come ricordava Lorenzo Mazzoli

Oggi siamo qui, come ricordava Lorenzo Mazzoli ANTONELLA MORGA * Oggi siamo qui, come ricordava Lorenzo Mazzoli citando Luciano Lama, con l orgoglio della nostra storia, della nostra appartenenza a questa grande CGIL. Siamo qui tutti i giorni nelle

Dettagli

Aspetti psicologici ed emotivi dell infertilità!

Aspetti psicologici ed emotivi dell infertilità! Aspetti psicologici ed emotivi dell infertilità! L infertilità è una vera e propria patologia che può avere importanti ripercussioni psicologiche ed emotive sia sui singoli individui che sulle coppie.

Dettagli

Un'occasione importante creata dalla volontà di Elena Oddone per far conoscere la malattia.

Un'occasione importante creata dalla volontà di Elena Oddone per far conoscere la malattia. Il giorno Venerdì 20 giugno 2014 a Frugarolo (AL) Ændo, Associazione Italiana dolore Pelvico ed Endometriosi, è stata invitata a Frugarolo per parlare di Endometriosi e dolore Pelvico. Un'occasione importante

Dettagli

Conferenza Stampa Tempi di attesa di visite ed esami: i risultati raggiunti dal sistema sanitario provinciale

Conferenza Stampa Tempi di attesa di visite ed esami: i risultati raggiunti dal sistema sanitario provinciale Conferenza Stampa Tempi di attesa di visite ed esami: i risultati raggiunti dal sistema sanitario provinciale Lunedì 14 dicembre 2015 ore 11 sala riunioni Direzione Generale AUSL di Parma Interverranno:

Dettagli

Decreto Legge prevenzione vaccinale (7 giugno 2017 n. 73) conversione in Legge del 28 Luglio 2017 LE PRINCIPALI NOVITA IN SINTESI

Decreto Legge prevenzione vaccinale (7 giugno 2017 n. 73) conversione in Legge del 28 Luglio 2017 LE PRINCIPALI NOVITA IN SINTESI Decreto Legge prevenzione vaccinale (7 giugno 2017 n. 73) conversione in Legge del 28 Luglio 2017 LE PRINCIPALI NOVITA IN SINTESI NUOVI VACCINI OBBLIGATORI Le vaccinazioni obbligatorie e gratuite passano

Dettagli

MODULO RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 11 Gennaio 2017

MODULO RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 11 Gennaio 2017 Pagina 1 di 6 rassegna stampa 11 Gennaio 2017 IL CITTADINO Meningite, raffica di telefonate per i vaccini IL GIORNO Influenza, pronto soccorso e ambulatori presi d assalto Via il bancomat dell ospedale

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Giovedì, 02 Giugno La Repubblica. Il Secolo XIX - Ed. Levante

RASSEGNA STAMPA. Giovedì, 02 Giugno La Repubblica. Il Secolo XIX - Ed. Levante RASSEGNA STAMPA Giovedì, 02 Giugno 2016 La Repubblica 1 Il Pm fa dietrofront Tra i vaccini e l autismo non c è rapporto 2 Antocancro universale i primi test Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Vaccini anti tumori.

Dettagli

MODULO RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Settembre 2016

MODULO RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Settembre 2016 Pagina 1 di 6 rassegna stampa 10/11/12 Settembre 2016 IL CITTADINO In trenta dell ex Asl rischiano il trasloco (10/09/2016) Niente rimborsi per gli infermieri, scatta la polemica (10/09/2016) IL GIORNO

Dettagli

Equivalenti anche in ospedale

Equivalenti anche in ospedale Le Guide di 7 Equivalenti anche in ospedale Registrazione del Tribunale di Milano n 357 del 08/06/2001 Direttore editoriale: Nicola Miglino Direttore responsabile: Giorgio Albonetti Coordinamento editoriale:

Dettagli

RASSEGNA STAMPA AMD Aggiornamento 19 giugno 2017

RASSEGNA STAMPA AMD Aggiornamento 19 giugno 2017 RASSEGNA STAMPA AMD Aggiornamento 19 giugno 2017 Sommario TESTATA TITOLO DATA GAZZETTA DI PARMA Diabete, in Italia tre milioni e mezzo di ammalati 9/06/17 IL SECOLO XIX Diabete, l'importante è giocare

Dettagli

Il caso delle vaccinazioni: la visione del Ministero della Salute. R. Guerra DG Prevenzione sanitaria Ministero della Salute

Il caso delle vaccinazioni: la visione del Ministero della Salute. R. Guerra DG Prevenzione sanitaria Ministero della Salute Il caso delle vaccinazioni: la visione del Ministero della Salute R. Guerra DG Prevenzione sanitaria Ministero della Salute Polio L ultimo caso autoctono di poliomielite risale al 1983, mentre nel 1984

Dettagli

Trascrizione del videomessaggio inviato al Congresso dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti

Trascrizione del videomessaggio inviato al Congresso dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti Trascrizione del videomessaggio inviato al Congresso dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti Buongiorno a tutti, grazie per l invito che mi avete rivolto, purtroppo non riesco

Dettagli

Oggi da Brescia parte Come, campagna di formazione sul trattamento del dolore nei pazienti anziani

Oggi da Brescia parte Come, campagna di formazione sul trattamento del dolore nei pazienti anziani RASSEGNA STAMPA aggiornata al 29 Maggio 2012 Rassegna stampa DOMENICA GIORNATA DEL SOLLIEVO E DOMANI DA BRESCIA PARTE COME, CAMPAGNA DI FORMAZIONE SUL TRATTAMENTO DEL DOLORE NEI PAZIENTI ANZIANI Brescia,

Dettagli

Costruiamolo Insieme!

Costruiamolo Insieme! Costruiamolo Insieme! Centro Maria Letizia Verga per lo studio e la cura della leucemia del bambino Un progetto del Comitato Maria Letizia Verga e della Fondazione Tettamanti Un progetto Irrinunciabile

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. 3 O$obre A cura dell Ufficio Stampa - tel fax e- mail

RASSEGNA STAMPA. 3 O$obre A cura dell Ufficio Stampa - tel fax e- mail RASSEGNA STAMPA 3 O$obre 2014 A cura dell Ufficio Stampa - tel. 0957594853 fax 0957592061 e- mail ufficiostampagaribaldi@virgilio.it LA SICILIA Rassegna Stampa Arnas Garibaldi LA SICILIA 03 o?obre 2014

Dettagli

Farmaci Biosimilari. Un alleanza tra Farmacisti e Reumatologi Per la Sostenibilità del SSR. 13 gennaio 2017 Palazzo Pirelli

Farmaci Biosimilari. Un alleanza tra Farmacisti e Reumatologi Per la Sostenibilità del SSR. 13 gennaio 2017 Palazzo Pirelli Farmaci Biosimilari Un alleanza tra Farmacisti e Reumatologi Per la Sostenibilità del SSR 13 gennaio 2017 Palazzo Pirelli Cosa Chiedono il SSN e il SSR? Massimo Medaglia Direzione Generale Welfare Regione

Dettagli

Sezione di Sanità Pubblica. Convegno SPENDING REVIEW. Dai tagli lineari alle idee nuove in Sanità

Sezione di Sanità Pubblica. Convegno SPENDING REVIEW. Dai tagli lineari alle idee nuove in Sanità Sezione di Sanità Pubblica Convegno SPENDING REVIEW Dai tagli lineari alle idee nuove in Sanità, 12 febbraio 2013 Obiettivi Il Convegno si propone di dibattere e formulare proposte per un processo di contenimento

Dettagli

Rassegna del 12/11/2017

Rassegna del 12/11/2017 Rassegna del 12/11/2017 AOUP 12/11/17 Corriere Fiorentino 9 Pisa Parà trovato morto, in settimana l'autopsia... 1 12/11/17 Nazione Pisa 2 Una lesione all'addome... 2 12/11/17 Repubblica Firenze 3 Specializzazione,

Dettagli

Lunedì 10 OTTOBRE 2016 Influenza. Ricciardi (Iss): Ci sono tutte le premesse perché quest anno sia più aggressiva

Lunedì 10 OTTOBRE 2016 Influenza. Ricciardi (Iss): Ci sono tutte le premesse perché quest anno sia più aggressiva 11/10/2016 Influenza. Ricciardi (Iss): Ci sono tutte le premesse perché quest anno sia più aggressiva quotidianosanità.it Lunedì 10 OTTOBRE 2016 Influenza. Ricciardi (Iss): Ci sono tutte le premesse perché

Dettagli

ITALIA VI CONFERENZA DEGLI STATI PARTE DELLA CONVENZIONE DELLE NAZIONI UNITE CONTRO LA CORRUZIONE

ITALIA VI CONFERENZA DEGLI STATI PARTE DELLA CONVENZIONE DELLE NAZIONI UNITE CONTRO LA CORRUZIONE Ministero della Giustizia ITALIA VI CONFERENZA DEGLI STATI PARTE DELLA CONVENZIONE DELLE NAZIONI UNITE CONTRO LA CORRUZIONE San Pietroburgo, 2-6 Novembre 2015 Intervento del Capo Delegazione della Repubblica

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO-LEGGE RECANTE DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI PREVENZIONE VACCINALE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI DECRETO-LEGGE RECANTE DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI PREVENZIONE VACCINALE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO-LEGGE RECANTE DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI PREVENZIONE VACCINALE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTI gli articoli 77 e 87, quinto comma, della Costituzione; RITENUTA la straordinaria

Dettagli

Il Piano nazionale vaccini in Gazzetta. Tra le novità il vaccino HPV per i maschi e l antimeningococco

Il Piano nazionale vaccini in Gazzetta. Tra le novità il vaccino HPV per i maschi e l antimeningococco Il Piano nazionale vaccini in Gazzetta. Tra le novità il vaccino HPV per i maschi e l antimeningococco B. E niente ticket Il nuovo Piano, oltre alle vecchie vaccinazioni (contro difterite, tetano, polio,

Dettagli

Organizzazione delle attività di vaccinazione a livello di Azienda Sanitaria Locale

Organizzazione delle attività di vaccinazione a livello di Azienda Sanitaria Locale Organizzazione delle attività di vaccinazione a livello di Azienda Sanitaria Locale Dott. Valter Turello Dipartimento di Prevenzione N.O. Strategie Vaccinali ASL 3Genovese Vaccinazione La vaccinazione

Dettagli

Principi normativi sulla sospensione dell obbligo vaccinale

Principi normativi sulla sospensione dell obbligo vaccinale 2008-2013: 5 anni di sospensione dell obbligo vaccinale nella Regione Veneto Principi normativi sulla sospensione dell obbligo vaccinale Verona, 6 dicembre 2013 Dott. Rocco Sciarrone Direttore Dipartimento

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Giovedì, 07 Aprile Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX - Ed. Levante

RASSEGNA STAMPA. Giovedì, 07 Aprile Il Sole 24 Ore. Il Secolo XIX - Ed. Levante RASSEGNA STAMPA Giovedì, 07 Aprile 2016 Il Sole 24 Ore 1 Appalti, oggi il sì definitivo alla riforma 2 Gara Consip per aghi e siringhe Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Parte da Borzonasca una lettera a prefetto

Dettagli

Rassegna Stampa del 28 giugno 2011

Rassegna Stampa del 28 giugno 2011 Da Canosaweb di martedì 28 giugno 2011 Il Sindaco a sostegno delle iniziative del Comitato Pro ospedale di Canosa e pro Città di Canosa L'ospedale di Canosa in lenta agonia. L'ospedale di Canosa in lenta

Dettagli

Obbligatorietà e gratuità delle vaccinazioni I vaccini obbligatori sono 10:

Obbligatorietà e gratuità delle vaccinazioni I vaccini obbligatori sono 10: VADEMECUM di indicazioni operative riguardo il testo del decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, (in Gazzetta Ufficiale - Serie generale - n. 130 del 7 giugno 2017), coordinato con la legge di conversione

Dettagli

Scritto da Administrator Lunedì 30 Gennaio :00 - Ultimo aggiornamento Lunedì 30 Gennaio :19

Scritto da Administrator Lunedì 30 Gennaio :00 - Ultimo aggiornamento Lunedì 30 Gennaio :19 Liberalizzazioni, lo scontro è sui farmaci generici. L articolo 11 comma 9 del nuovo decreto legge n. 1 del 2012, " Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività",

Dettagli

REPORT ANNUALE COPERTURE VACCINALI 2010 Dati rilevati al 31 dicembre 2010 nell Azienda Sanitaria ULSS 22

REPORT ANNUALE COPERTURE VACCINALI 2010 Dati rilevati al 31 dicembre 2010 nell Azienda Sanitaria ULSS 22 Regione Veneto Azienda U.L.S.S. n. 22 U.O: SERVIZIO IGIENE E SANITA PUBBLICA Via S. M. Crocifissa di Rosa - 37067 VALEGGIO S/M (VR) Tel 045-63337 045-6338698 - Fax 045-6338659 - Codice Fiscale e Partita

Dettagli

Diritto alla salute Diritto di cittadinanza UN AGENDA APERTA SULL ATTIVITA D E L M I N I S T R O L I V I A T U R C O

Diritto alla salute Diritto di cittadinanza UN AGENDA APERTA SULL ATTIVITA D E L M I N I S T R O L I V I A T U R C O Diritto alla salute Diritto di cittadinanza UN AGENDA APERTA SULL ATTIVITA D E L M I N I S T R O L I V I A T U R C O Speciale Legge Finanziaria 21 DICEMBRE Una sanità dalla parte dei cittadini Più risorse

Dettagli

Cernobbio - Gran Hotel Villa d Este, 10 maggio 2014

Cernobbio - Gran Hotel Villa d Este, 10 maggio 2014 1 Dott. Francesco Maietta Responsabile Politiche Sociali Fondazione Censis Il ruolo della sanità integrativa per un odontoiatria di qualità, sostenibile, per tutti 2 Indice 1. La crisi e i nuovi modelli

Dettagli

IL CENTRO MARIA LETIZIA VERGA

IL CENTRO MARIA LETIZIA VERGA LA STRUTTURA LA STRUTTURA IL CENTRO MARIA LETIZIA VERGA è una struttura di nuova costruzione che fonda le proprie radici nel lavoro, nella dedizione, nel know-how e nella competenza dei clinici e dell

Dettagli

Rilevazioni audiovisive

Rilevazioni audiovisive TRASCRIZIONE N 89 LE STORIE ORE 12:45 DATA 11/11/2009 Ecco, questo è quello che successo in America, ma torno dai nostri ospiti che, vi ricordo, il dottor Cavazza e il dottor Siviero e..., lei voleva dire

Dettagli

AUMENTA IL DIVARIO ECONOMICO E SOCIALE TRA IL NORD E IL SUD. NEL MEZZOGIORNO QUASI 1 PERSONA SU 2 E A RISCHIO POVERTA

AUMENTA IL DIVARIO ECONOMICO E SOCIALE TRA IL NORD E IL SUD. NEL MEZZOGIORNO QUASI 1 PERSONA SU 2 E A RISCHIO POVERTA Ufficio Studi CGIa 24 giugno 2017 AUMENTA IL DIVARIO ECONOMICO E SOCIALE TRA IL NORD E IL SUD. NEL MEZZOGIORNO QUASI 1 PERSONA SU 2 E A RISCHIO POVERTA In questi ultimi anni di crisi, il divario economico

Dettagli

FACT CHECKING - INTERVISTA DI MATTEO RENZI AL «QUOTIDIANO

FACT CHECKING - INTERVISTA DI MATTEO RENZI AL «QUOTIDIANO 181 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com FACT CHECKING - INTERVISTA DI MATTEO RENZI AL «QUOTIDIANO NAZIONALE» - OVVERO LE 5 BUFALE DI RENZI 17 ottobre 2016 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE

Dettagli

Il calendario della Regione Veneto e i nuovi vaccini

Il calendario della Regione Veneto e i nuovi vaccini Il calendario della Regione Veneto e i nuovi vaccini Ostetriche e assistenti sanitari insieme per promuovere la salute di mamme e bambini Sala Polifunzionale, Palazzo Grandi Stazioni Regione Veneto Venezia,

Dettagli

Meningite Cosa c è da sapere.

Meningite Cosa c è da sapere. Meningite Cosa c è da sapere www.salute.gov.it Ecco dieci cose da sapere sulla meningite in Italia, soprattutto sulla forma più aggressiva, quella di natura batterica, e sulle vaccinazioni disponibili

Dettagli

BLIC 09/07/14. Estratto da pag. 1. Peso: 100%

BLIC 09/07/14. Estratto da pag. 1. Peso: 100% BLIC 09/07/14 Estratto da pag. 1 Peso: 100% 000-109-080 BLIC 09/07/14 Estratto da pag. 1 Peso: 100% 000-109-080 Ambasciata d Italia Belgrado fonte: quotidiano Blic, 8 luglio 2014, pag. 7 INTERVISTA Debora

Dettagli

20-NOV-2016 da pag. 22 foglio 1

20-NOV-2016 da pag. 22 foglio 1 Tiratura 09/2016: 139.701 Diffusione 09/2016: 106.834 Lettori Ed. II 2016: 304.000 Dir. Resp.: Marco Tarquinio da pag. 22 foglio 1 quotidianosanità.it Sabato 19 NOV EMB RE 2016 In Europa 200mila morti

Dettagli

Intervento in merito alla proposta di mozione Superamento. dell obbligo di vaccinazione antiepatite B per i neonati. Proponente

Intervento in merito alla proposta di mozione Superamento. dell obbligo di vaccinazione antiepatite B per i neonati. Proponente 24 luglio 2008 Intervento in merito alla proposta di mozione Superamento dell obbligo di vaccinazione antiepatite B per i neonati. Proponente cons. Roberto Bombarda BOMBARDA (Verdi e Democratici del Trentino):

Dettagli

Obbligo vaccinale per l accesso a scuola: un vademecum Società Italiana Pediatria per i genitori

Obbligo vaccinale per l accesso a scuola: un vademecum Società Italiana Pediatria per i genitori Obbligo vaccinale per l accesso a scuola: un vademecum Società Italiana Pediatria per i genitori Dalla Società Italiana di Pediatria un vademecum per aiutare i genitori a orientarsi sugli adempimenti previsti

Dettagli

LA FARMACIA: PRESIDIO ASSISTENZIALE DEL MALATO CRONICO

LA FARMACIA: PRESIDIO ASSISTENZIALE DEL MALATO CRONICO LA FARMACIA: PRESIDIO ASSISTENZIALE DEL MALATO CRONICO Annarosa Racca Presidente Federfarma Lombardia Milano, 29 novembre 2017 MODELLO LOMBARDO: LA PRESA IN CARICO DEL PAZIENTE REGIONE LOMBARDIA DA IL

Dettagli

DECRETO N Del 29/12/2016

DECRETO N Del 29/12/2016 DECRETO N. 14030 Del 29/12/2016 Identificativo Atto n. 725 DIREZIONE GENERALE WELFARE Oggetto ATTIVAZIONE DELL OFFERTA IN COPAGAMENTO IN REGIONE LOMBARDIA PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE INVASIVE BATTERICHE

Dettagli

PIEMONTE. il modello del Piemonte: un punto di partenza per la nuova Convenzione. Ordine dei Farmacisti. Università di Torino. Federfarma Piemonte

PIEMONTE. il modello del Piemonte: un punto di partenza per la nuova Convenzione. Ordine dei Farmacisti. Università di Torino. Federfarma Piemonte PIEMONTE Ordine dei Farmacisti Università di Torino il modello del Piemonte: un punto di partenza per la nuova Convenzione Federfarma Piemonte PIEMONTE Paola Brusa Università di Torino Giuseppe Costa Università

Dettagli

Assenza per malattia nella Pubblica Amministrazione e Spending Review: risparmiare poco per spendere molto e non applicare la legge.

Assenza per malattia nella Pubblica Amministrazione e Spending Review: risparmiare poco per spendere molto e non applicare la legge. Assenza per malattia nella Pubblica Amministrazione e Spending Review: risparmiare poco per spendere molto e non applicare la legge. Tra le norme inserite nella Legge delega in materia di riorganizzazione

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 10.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Verifica Piani di rientro. Sicilia ok. Piemonte rimandato. Male Puglia e Campania Si è concluso il giro di verifiche trimestrali

Dettagli

fondata nel 1952 SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE 14 aprile 2015

fondata nel 1952 SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE 14 aprile 2015 Corso residenziale nazionale a cura Dell Area scientifico- culturale SIFO Biotecnologie farmaceutiche e nanotecnologie FARMACI INNOVATIVI, BIOTECNOLOGICI E TERAPIE STAMINALI: FARMACOLOGIA, FARMACOTERAPIA

Dettagli

CHIRURGIA: SICOB, MEDICI A LEZIONE VIA WEB SU BISTURI PER DIMAGRIRE

CHIRURGIA: SICOB, MEDICI A LEZIONE VIA WEB SU BISTURI PER DIMAGRIRE CHIRURGIA: SICOB, MEDICI A LEZIONE VIA WEB SU BISTURI PER DIMAGRIRE Roma, 10 dic. (Adnkronos Salute) - Educare sempre più medici alla conoscenza delle operazioni per ridurre il grave eccesso di peso grazie

Dettagli

Meningite Cosa c è da sapere.

Meningite Cosa c è da sapere. Meningite Cosa c è da sapere www.salute.gov.it Ecco dieci cose da sapere sulla meningite in Italia, soprattutto sulla forma più aggressiva, quella di natura batterica, e sulle vaccinazioni disponibili

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. 03 Settembre Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati. Rassegna Medico-scientifica e politica sanitaria 2

RASSEGNA STAMPA. 03 Settembre Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati. Rassegna Medico-scientifica e politica sanitaria 2 RASSEGNA STAMPA 03 Settembre 2012 Sommario: Rassegna Associativa Rassegna Sangue e Emoderivati Rassegna Medico-scientifica e politica sanitaria 2 Prime Pagine 12 Rassegna medico-scientifica e politica

Dettagli

VACCINAZIONI OBBLIGATORIE, INFORMATIVA ALL UTENZA

VACCINAZIONI OBBLIGATORIE, INFORMATIVA ALL UTENZA Sondrio, 24 agosto 2017 VACCINAZIONI OBBLIGATORIE, INFORMATIVA ALL UTENZA Ai sensi della Circolare ministeriale 16/08/2017 recante prime indicazioni operative per l attuazione del D.L. 73/2017 convertito,

Dettagli

ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI COMUNITARI NEI PAESI DELL'UNIONE EUROPEA (U.E.), SPAZIO ECONOMICO EUROPEO (S.E.E.) E CONFEDERAZIONE SVIZZERA

ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI COMUNITARI NEI PAESI DELL'UNIONE EUROPEA (U.E.), SPAZIO ECONOMICO EUROPEO (S.E.E.) E CONFEDERAZIONE SVIZZERA ASSISTENZA SANITARIA AI CITTADINI COMUNITARI NEI PAESI DELL'UNIONE EUROPEA (U.E.), SPAZIO ECONOMICO EUROPEO (S.E.E.) E CONFEDERAZIONE SVIZZERA CITTADINI COMUNITARI IN TEMPORANEO SOGGIORNO IN ITALIA I cittadini,

Dettagli

CARELLA: SIAMO UNA REPUBBLICA FONDATA SULLA TASSAZIONE DI DIPENDENTI E PENSIONATI

CARELLA: SIAMO UNA REPUBBLICA FONDATA SULLA TASSAZIONE DI DIPENDENTI E PENSIONATI CARELLA: SIAMO UNA REPUBBLICA FONDATA SULLA TASSAZIONE DI DIPENDENTI E PENSIONATI Così Manageritalia sintetizza i dati presentati oggi da Andrea Monorchio e Nicola Quirino nell incontro organizzato dalla

Dettagli

Rosanna D Antona Presidente Europa Donna Italia

Rosanna D Antona Presidente Europa Donna Italia Rosanna D Antona Presidente Europa Donna Italia EUROPA DONNA Coalizione Europea di lobby per la prevenzione e la cura del tumore al seno presso le Istituzioni pubbliche nazionali e internazionali. 1994

Dettagli

Attività di comprensione 1 Scegli l'alternativa corretta.

Attività di comprensione 1 Scegli l'alternativa corretta. Fare acquisti In un negozio di abbigliamento Commessa: Buongiorno. Angela: Buongiorno. Commessa: Come posso aiutarla? Angela: Sto cercando un vestito. Commessa: Ha già qualche idea? Angela: No. Commessa:

Dettagli

COMUNICAZIONE. Nell ambito del sistema salute si tende. sempre di più a seguire modelli di. tipo olistico

COMUNICAZIONE. Nell ambito del sistema salute si tende. sempre di più a seguire modelli di. tipo olistico COMUNICAZIONE Nell ambito del sistema salute si tende sempre di più a seguire modelli di tipo olistico COMUNICAZIONE Il cittadino dal semplice ruolo di paziente passa a quello di cittadino-utente Con la

Dettagli

ALTERNATIVA CHE FA LA DIFFERENZA

ALTERNATIVA CHE FA LA DIFFERENZA n.1 Equivalenti e Uguali Zentiva Oltre i farmaci di marca: UN MONDO DI VANTAGGI IN EVIDENZA Efficacia terapeutica e risparmio: SI PUÒ! Non solo equivalenti. Ecco GLI UGUALI! Come scegliere un farmaco?

Dettagli

LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA LETTERA DI DIMISSIONE OSPEDALIERA MIGLIORANO LA CONTINUITA TERAPEUTICA?

LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA LETTERA DI DIMISSIONE OSPEDALIERA MIGLIORANO LA CONTINUITA TERAPEUTICA? 4 a Conferenza Nazionale GIMBE Bologna, 6 febbraio 2009 LE INFORMAZIONI CONTENUTE NELLA LETTERA DI DIMISSIONE OSPEDALIERA MIGLIORANO LA CONTINUITA TERAPEUTICA? Elena Mittone, Lorenza Ferraro Azienda Regionale

Dettagli

Coperture per le quattro vaccinazioni obbligatorie per AUSL. Trend

Coperture per le quattro vaccinazioni obbligatorie per AUSL. Trend Coperture per le quattro vaccinazioni obbligatorie per AUSL Trend - La % di vaccinati che garantisce la miglior protezione a tutta la popolazione deve attestarsi al di sopra di %. In Emilia-Romagna, per

Dettagli

Vaccini. Informarsi bene non fa

Vaccini. Informarsi bene non fa Vaccini. Informarsi bene non fa Campagna di comunicazione male. wikivaccini.com OFFERTA VACCINALE REGIONE LOMBARDIA 4 milioni di dosi all anno 55 milioni di euro per offerta attuale (infanzia adolescenti

Dettagli

COMUNE DI CAVRIAGO Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI CAVRIAGO Provincia di Reggio Emilia COMUNE DI CAVRIAGO Provincia di Reggio Emilia DELIBERAZIONE N. 39 In data: 30/05/2017 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAL GRUPPO CONSILIARE CAVRIAGO CITTA' APERTA

Dettagli

INTERVISTA A ROCCO PALESE

INTERVISTA A ROCCO PALESE INTERVISTA A ROCCO PALESE CANDIDATO DEL CENTRODESTRA A PRESIDENTE DELLA REGIONE PUGLIA CURRICULUM Rocco Palese è nato ad Acquarica del Capo (Lecce) il 31 dicembre 1953. Sposato, con due figlie. Impegno

Dettagli

DECRETO VACCINI. COMUNICAZIONI ALLE FAMIGLIE.

DECRETO VACCINI. COMUNICAZIONI ALLE FAMIGLIE. ISTITUTO COMPRENSIVO PARMIGIANINO P.le Rondani, 1 43125 Parma - Tel. 0521/233874 Fax 0521/233046 e-mail: pric83600p@istruzione.it e-mail certificata: pric83600p@pec.istruzione.it C.F. 80010870345 - www.icparmigianino.it

Dettagli

A R S. Programma regionale per l audit civico

A R S. Programma regionale per l audit civico A R S Con gli occhi del cittadino Programma regionale per l audit civico Padova febbraio 2009 giorgio.simon@sanita.fvg.it contenuti I Principi Lo stato attuale Le norme Gli strumenti Il piano operativo

Dettagli

ALCUNI DATI SULLE PATOLOGIE CRONICHE. Fonti: Elaborazioni da OMS, Istat, Sic Sanità in cifre

ALCUNI DATI SULLE PATOLOGIE CRONICHE. Fonti: Elaborazioni da OMS, Istat, Sic Sanità in cifre ALCUNI DATI SULLE PATOLOGIE CRONICHE Fonti: Elaborazioni da OMS, Istat, Sic Sanità in cifre LE MALATTIE CARDIO VASCOLARI Le malattie cardiovascolari ogni anno provocano oltre 17 milioni di decessi (7,2

Dettagli

Convegno 30 gennaio IDEE DI OGGI PER IL LAVORO DI DOMANI Sandra Miotto

Convegno 30 gennaio IDEE DI OGGI PER IL LAVORO DI DOMANI Sandra Miotto Convegno 30 gennaio 2014 - IDEE DI OGGI PER IL LAVORO DI DOMANI Sandra Miotto Ringrazio innanzitutto dell invito in questo momento di confronto e di dibattito intorno a un tema così importante e urgente

Dettagli

LA RICERCA TI CERCA. Come diventare ricercatore. E perché.

LA RICERCA TI CERCA. Come diventare ricercatore. E perché. Come diventare ricercatore. E perché. INDICE CHE COS È LA RICERCA FARMACEUTICA? CHE COS È LA RICERCA FARMACEUTICA? Una lunga storia, in breve COME SI ENTRA NEL MONDO DELLA RICERCA? Un lavoro che guarda

Dettagli

SANITA': CGIL MEDICI SU PROFESSIONISTI DEL RISARCIMENTO, FENOMENO ALLARMANTE =

SANITA': CGIL MEDICI SU PROFESSIONISTI DEL RISARCIMENTO, FENOMENO ALLARMANTE = SANITA': DOMANI CAMICI BIANCHI IN PIAZZA A MONTECITORIO 25 LE SIGLE PROMOTRICI; COZZA (FP-CGIL), C'E' MALESSERE (ANSA) - ROMA, 12 OTT - Tornano a manifestare i sindacati medici, che domani mattina saranno

Dettagli

Il dolore cronico in ortopedia. Esperti a confronto per due giorni

Il dolore cronico in ortopedia. Esperti a confronto per due giorni RASSEGNA STAMPA aggiornata al 21 Maggio 2012 Rassegna stampa DOLORE, A BERTINORO LA CAMPAGNA DI FORMAZIONE GESTO : ATTRAVERSO L ITALIA PER DIFFONDERE TRA GLI ORTOPEDICI LA CULTURA DEL DIRITTO A NON SOFFRIRE

Dettagli

Regione Molise L INFORMAZIONE SCIENTIFICA DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE

Regione Molise L INFORMAZIONE SCIENTIFICA DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE Regione Molise L INFORMAZIONE SCIENTIFICA DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE Progetto Informazione medico-scientifica aziendale Servizio Programmazione ed Assistenza Farmaceutica Dir. resp. Antonella Lavalle

Dettagli

Un proge)o sostenuto da

Un proge)o sostenuto da Il Servizio Sanitario deve o no organizzare uno screening nella popolazione con lo scopo di individuare persone sane che potrebbero avere figli malati di fibrosi cistica? Un proge)o sostenuto da Istituto

Dettagli