VOLONTARIATO, EXPO 2015 ED IL SISTEMA DEI CENTRI DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VOLONTARIATO, EXPO 2015 ED IL SISTEMA DEI CENTRI DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO"

Transcript

1 VOLONTARIATO, EXPO 2015 ED IL SISTEMA DEI CENTRI DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO PREMESSA L Italia, che ospiterà l Esposizione Universale del 2015, si caratterizza per un tessuto associativo tra i più densi del mondo che si connota per moltissime esperienze di autorganizzazione di base e di innovazione sociale. L azione di queste realtà si esplica in molteplici campi e su diverse dimensioni territoriali: dalla promozione del benessere alla tutela dell ambiente; dalla produzione culturale alla preservazione del patrimonio artistico-culturale, materiale e immateriale; dalla coesione sociale alle politiche giovanili; dalla promozione dell intercultura alla cooperazione internazionale. Expo Milano 2015 rappresenta un opportunità di collaborazione importante per le reti locali, nazionali ed internazionali del Volontariato, del Terzo Settore e dell economia sostenibile e, soprattutto, un occasione di incontro e confronto tra queste, le istituzioni, le imprese e la cittadinanza tutta. Expo Milano 2015 sarà un Esposizione Universale con caratteristiche assolutamente inedite e innovative. Non solo una rassegna espositiva, ma anche un processo partecipativo che intende coinvolgere attivamente numerosi soggetti attorno a un tema decisivo: Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Expo Milano 2015 sarà la prima Esposizione della storia a essere ricordata non solo per i manufatti realizzati ma soprattutto per il contributo al dibattito e all educazione sull alimentazione, sul cibo, sulle risorse a livello planetario. Inoltre la parola Energia prelude non solo all elaborazione di riflessioni relative all uso sostenibile (da un punto di vista ambientale e sociale) delle risorse necessarie alla vita, ma, anche e soprattutto, alla volontà di far emergere la straordinaria forza di cambiamento generata, ogni giorno nel mondo, dal protagonismo di singoli e comunità. La fonte energetica per eccellenza è quindi l essere umano e la partecipazione ne è il catalizzatore più efficiente e efficace. Le esperienze di volontariato avranno un ruolo fondamentale. Il volontariato infatti determinerà un aumento del capitale sociale connesso all iniziativa, che sarà una delle reali eredità dell Esposizione. Le associazioni rappresentano un punto fondamentale nell attivazione delle reti di Volontariato come protagoniste del sistema di partecipazione. Per questo Expo S.p.A., che gestisce tutti gli aspetti dell Esposizione Universale di Milano, ha elaborato dei Programmi specifici, volti a coinvolgere migliaia di persone, prevalentemente giovani, con differenti modalità: Volontari per Expo, cittadini interessati a dedicare al pubblico di Expo 5 ore e mezza al giorno per due settimane; Volontari di Lungo Periodo, cittadini che parteciperanno a specifici programmi di Servizio Civile Nazionale e di Dote Comune Expo per tutto il semestre per 5 giorni alla settimana; Volontari Per un giorno, dipendenti che aderiscono con un turno di 5 ore e mezza come esperienza di volontariato aziendale; 1

2 Volontari Progetto Scuola, studenti che, in accordo con la propria scuola, fanno da ciceroni per un giorno ad altre scolaresche in visita. Riconoscendo il valore sociale e l importante funzione civile e culturale delle attività di Volontariato, anche in virtù della legge n. 266/199 che ha previsto l istituzione di Centri di Servizio, aventi la funzione di sostenere e qualificare l attività delle Organizzazioni di Volontariato, Expo S.p.a. ha ritenuto di individuare nel sistema dei CSV un interlocutore privilegiato per la gestione del programma Volontari Per Expo. PROGRAMMA VOLONTARI PER EXPO ED IL RUOLO DEL SISTEMA DEI CSV Il programma Volontari per Expo è quello che coinvolge il maggior numero di cittadini nella partecipazione all evento Expo Expo S.p.A. ha affidato il servizio Volontari per Expo alla neo costituita ATS tra Ciessevi (Centro Servizi per il Volontariato nella provincia di Milano) e CSVnet (Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato) riconoscendo al sistema dei CSV requisiti ed esperienze specifiche riconducibili alle seguenti caratteristiche: esperienza nell attivazione e gestione delle Reti di Volontariato e Associazioni di Volontariato ; 2

3 riconoscimento istituzionale come interlocutore privilegiato per iniziative trasversali al terzo settore; riconoscimento istituzionale delle attività svolte; esperienza di erogazione di servizi alle Associazioni di Volontariato; alta rappresentatività delle Associazioni di secondo livello; aver effettuato progetti di orientamento e matching analoghi; essere presenti capillarmente su tutto il territorio nazionale con strutture proprie e avere un coordinamento centrale cui fare comunque riferimento. Nello specifico il servizio richiesto si articola nelle azioni di orientamento, matching, selezione e formazione motivazionale ai volontari che saranno impegnati come facilitatori della presenza delle persone alla manifestazione. Gli aspiranti volontari devono candidarsi tramite il sito: dove possono visionare e scegliere la tipologia di attività e la durata più congeniale (il Programma prevede turni di 14 o 15 giorni per 5,5 ore al giorno - due turni per ogni giorno). Ai volontari che opereranno sul sito di Expo sono riconosciuti: il Volunteer Kit (cappellino, divisa ecc.); trasporto pubblico (A/R dalla città al sito espositivo); pasto giornaliero (n.1 al giorno); la copertura assicurativa; Tutti coloro che completeranno il primo periodo di servizio fino alla fine, riceveranno in regalo un Tablet per continuare a rimanere nel network. 3

4 LA SCALA NAZIONALE DEL PROGETTO Il programma Volontari per Expo è un opportunità per la società civile nazionale e per tutto il mondo del Terzo Settore. Per questo CSVnet e Ciessevi ritengono imprescindibile condividere questa sfida con la rete dei CSV, oltre che con le reti associative nazionali, attraverso la possibilità di prevedere accordi specifici che garantiscano la collaborazione per: A. l organizzazione di eventi e iniziative di promozione del volontariato per Expo; B. la delocalizzazione dei colloqui dei candidati e condivisione delle anagrafiche dei volontari che ciascun soggetto avrà intercettato; C. la proposta di iniziative di intrattenimento o di formazione specifiche per i volontari selezionati; D. la definizione di modalità utili a valorizzare il capitale umano nazionale costruito in occasione dell Esposizione Universale. LA PROMOZIONE GENERALE CSVnet e Ciessevi hanno concordato con Expo S.p.A la procedura per la promozione del Programma Volontari per Expo attraverso i canali istituzionali dei Centri di Servizio per il Volontariato. Nel dettaglio sarà possibile: 1. pubblicare sul proprio sito un banner che punti al sito che raccoglie le candidature dei futuri Volontari (e che ospiterà anche notizie, eventi e video sul Programma Volontari); 2. promuovere le informazioni utili e il vademecum su come candidarsi al Programma Volontari per Expo; 3. rilanciare i comunicati stampa e le notizie che saranno diramate per tenere viva l attenzione sul Programma; 4. segnalare le iniziative realizzate a livello locale, per promuovere il Programma; 5. segnalare e promuovere le novità sul Programma. A. La promozione locale I CSV che vorranno impegnarsi attivamente nella promozione locale, potranno contribuire organizzando iniziative ed eventi (si auspica in collaborazione con enti locali e altre realtà di terzo settore) di presentazione del Programma Volontari per Expo Milano 2015 e dell opportunità di candidarsi per diventare un Volontario per Expo. In questo caso CSVnet e Ciessevi, attraverso il supporto di Expo Milano 2015 Spa, forniranno tutto il supporto necessario alla buona riuscita delle iniziative: materiale informativo da distribuire, gadget, documenti, presentazioni. Azioni mirate di promozione locale rappresentano un occasione per intercettare possibili nuovi volontari che andranno ad arricchire il capitale umano del Programma oltre a rappresentare un bacino di nuove risorse che possono essere messe a servizio dei singoli territori anche dopo la conclusione dell esperienza di Expo. 4

5 B. Il flusso di lavoro Ciessevi e CSVnet hanno ricevuto il mandato, da parte di Expo, di raccogliere e gestire tutte le candidature dei volontari che perverranno esclusivamente tramite il sito La procedura da seguire, rispetto all intercettazione dei volontari, è la seguente: 1. Verificare che i candidati siano maggiorenni; 2. incontrarli per un colloquio di orientamento al volontariato, oltre che per la verifica dell adeguatezza del candidato a svolgere il servizio sul sito espositivo di Expo; 3. accompagnare i futuri volontari in tutto il processo di formazione on-line obbligatoria e verificare che l abbiano terminata; 4. invitare i volontari ad iscriversi ad una social community realizzata su misura per loro, con cui tenerli informati rispetto alle iniziative e agli eventi in cui saranno coinvolti e per continuare a stimolarne la loro motivazione a fare volontariato (per Expo e per il dopo Expo); 5. informarli rispetto alla possibilità di ricevere il kit di Expo, per fare servizio sul sito espositivo; affidarli ad Expo per vivere l esperienza di volontariato; 6. ritirare il kit alla fine del periodo di servizio e consegnare la regalistica. Al termine dell Esposizione CSVnet e Ciessevi avranno acquisito, ma soprattutto, potranno condividere con il sistema dei CSV e il mondo del volontariato i contatti dei volontari, selezionati o meno, che saranno organizzati nella banca dati relativa al Programma Volontari. C. La delocalizzazione dei colloqui La fase più cruciale della gestione delle candidature è proprio il colloquio e l orientamento dei candidati, perché costituisce l unico incontro di persona previsto nel percorso di matching dei volontari. Si tratta della fase più interessante per i CSV. La presenza di operatori/orientatori presso i CSV che incontrino gli aspiranti volontari consente di aumentare la possibilità di aderire al Programma anche a candidati lontani da Milano e dalla Lombardia mentre, allo stesso tempo, i CSV potranno entrare in contatto con persone profilate per svolgere un attività di volontariato nell ambito di Expo e non solo. Nello specifico, il lavoro sarà così organizzato: 1. la segreteria organizzativa di Milano, in collaborazione con la direzione di CSVnet, selezionerà, di volta in vota, i candidati che fanno riferimento al bacino di utenza di un Centro di Servizio disponibile a fare orientamento per Expo; 2. Il CSV di riferimento contatterà i candidati, li incontrerà per un colloquio di orientamento analogo a quello definito in sede centrale (a Milano) e compilerà una scheda di feedback del candidato, che sarà poi inoltrata alla segreteria organizzativa di Milano; 3. Ciessevi validerà i feedback e inserirà (o meno) il candidato nelle liste di quelli che possono proseguire nel flusso di selezione dei Volontari per Expo; 4. Alla fine della manifestazione la segreteria centrale individuerà i volontari selezionati da ciascun CSV e invierà loro tutti i dati anagrafici. 5

6 D. La motivazione dei gruppi delocalizzati Il flusso di candidatura degli aspiranti volontari è completamente mediato dallo strumento web: candidatura on-line, formazione on-line, posta elettronica, adesione ad una social community. Tuttavia, questo percorso, indispensabile per gestire numeri elevati di candidati, presenta il limite di essere molto spersonalizzante e lontano dalle abituali logiche del volontariato, che basa la sua forza proprio sulla forte capacità di curare le relazioni interpersonali. Per questo riteniamo particolarmente importante proporre ai candidati momenti di incontro e di crescita personale, attraverso corsi opzionali (magari sui temi di Expo, o anche su quelli del Volontariato in generale) ed eventi specifici per loro (nei quali incontrarsi e conoscersi). Queste proposte devono avvenire in luoghi facilmente raggiungibili per i volontari, quindi devono essere caratterizzati da una diffusione capillare sul territorio. In questo modo i CSV diventerebbero gli allenatori della squadra dei volontari del proprio territorio: potranno motivarli, accompagnarli, farli crescere, e infine ingaggiarli anche per il dopo Expo. E. Il dopo Expo In Italia, nel corso del 2014 e del 2015, un numero stimato tra i e i cittadini avrà avuto la possibilità di appassionarsi ad un attività di volontario in occasione di Expo. Queste persone avranno svolto un colloquio di orientamento al volontariato, si saranno incontrate fra loro e avranno fatto gruppo. Avranno seguito un corso di formazione motivazionale; avranno potuto confrontarsi on-line (nella community) sui temi del volontariato, del sociale, e sull attualità. Avranno avuto la possibilità di crescere con percorsi di formazione aggiuntivi e una parte di loro avrà vissuto l esperienza di Expo. Si tratta di un patrimonio di capitale sociale prezioso per l intero volontariato nazionale, rispetto al quale tutto il sistema dei CSV deve coinvolgersi per la cura la valorizzazione della Cultura del Volontariato Italiano. Questa sfida è aperta a tutti. PER INFORMAZIONI I CSV interessati che hanno necessità di avere maggiori informazioni possono rivolgersi direttamente alla direzione di CSVnet tramite l apposita mail: 6

7 Allegato 1 - Attività a cura dei Volontari Tutti i Volontari partecipanti al Programma saranno impegnati nell accogliere e supportare i Visitatori e i Partecipanti. In particolare, di seguito, si riportano le principali categorie di attività che verranno richieste ai Volontari con alcuni esempi. CATEGORIE ESEMPI DI ATTIVITA Fornire un immagine di accoglienza ai visitatori agli ingressi e all interno del Sito Espositivo ponendosi come immagine di partecipazione e universalità di Expo Milano 2015, diffondendo i contenuti e i valori del Tema dell Esposizione Universale; Accoglienza e orientamento del Visitatore, Partecipante, Ospite e Media Indirizzo delle persone verso le biglietterie, aree prenotazione o i controlli (solo indicazioni e informazioni sul tipo di controlli che saranno effettuati) a seconda delle necessità del visitatore; Indirizzo in caso di richiesta da parte del visitatore sulle modalità di uscita dal sito, specifici eventi e facilitazione mobilità interna al Sito; Supporto al Visitatore per la comprensione delle indicazioni, della geografia del Sito Espositivo (es. indicazioni stradali) e per eventuali difficoltà linguistiche. Indirizzo del visitatore diversamente abile o anziano verso le facility del Sito poste a supporto; Facilitazione dell esperienza di visita del cittadino nel Sito Espositivo Indirizzo del Visitatore verso i Punti Informazione o verso i Totem informativi. I Punti Informazione e i Totem informeranno il visitatore sulla programmazione della giornata, sulle tecnologie presenti e come poterle utilizzare; Supporto al visitatore in coda (es. fuori dai padiglioni, aree show ecc.) in caso di bisogno ed eventuale indirizzo verso altre attrazioni o verso i punti informazione (solo indicazioni); Prima risposta ai bisogni espressi dal visitatore (es. famiglie, bambini ecc.), ospite e media indirizzando verso i punti dove l Organizzatore potrà opportunamente esaudire le richieste. 7

8 CATEGORIE ESEMPI DI ATTIVITA Supporto ai partecipanti in caso di necessità, particolari eventi e raccordo con l organizzatore; Facilitazione della partecipazione nazionale e internazionale Supporto al partecipante per la comprensione delle indicazioni e per eventuali difficoltà linguistiche nella relazione con il visitatore o altri interlocutori locali; Primo supporto al visitare che intende visitare il padiglione o il cluster del partecipante in caso di bisogno espresso da quest ultimo (es. informazioni mentre sono in coda, orientamento ecc.) e indirizzo verso i punti del Padiglione dove può trovare risposta; Supporto nel raccordo con il visitatore, partecipante, ospite e media agendo come immagine di accessibilità e apertura verso gli stessi; Raccordo con l organizzatore e diffusione dei valori e dell educazione connessa al Tema e all esperienza di Volontariato Creazione di un immagine di accoglienza multiculturale e socialmente attiva in occasione di particolari visite (es. personalità politiche, dello sport, cerimonie ecc.); Supporto nella diffusione dei valori dell esposizione anche nell azione quotidiana educando il visitatore, il partecipante, l ospite e i media (es. indicazioni sulla raccolta differenziata, sostenibilità delle proprie azioni ecc.); Supporto nella facilitazione degli afflussi e dei deflussi all interno delle aree di visita del sito espositivo tramite la diffusione di indicazioni in caso di specifici eventi o necessità (non eseguono la gestione); Ingaggio dei visitatori rispetto ai valori civici dell attività di Volontariato nazionale e internazionale. Fonte: Protocollo tra Expo S.p.A. e le Organizzazioni Sindacali del 23/07/2013 8

EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015

EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015 EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015 1 CALL INTERNAZIONALE DI IDEE PER LO SVILUPPO DEL PROGRAMMA CULTURALE DEL SPAZIO ESPOSITIVO DELLA SOCIETA CIVILE IN EXPO MILANO 2015 1. PREMESSA L'assegnazione

Dettagli

EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015

EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015 EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015 3 a CALL INTERNAZIONALE DI IDEE PER LO SVILUPPO DEL PROGRAMMA CULTURALE DEL PADIGLIONE DELLA SOCIETA CIVILE IN EXPO MILANO 2015 1. PREMESSA L'assegnazione

Dettagli

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org In collaborazione con ti, ia! n o r P za, v en t r a p www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org MONZA APRIPISTA DEL PROGETTO: UN CONCORSO E 100 IDEE PER LA FASE PILOTA Sono state le scuole dell

Dettagli

Tutti, giovani e meno giovani, purché siano in grado di vivere un esperienza positiva come facilitatori dei partecipanti ad Expo.

Tutti, giovani e meno giovani, purché siano in grado di vivere un esperienza positiva come facilitatori dei partecipanti ad Expo. VADEMECUM PER CHI Tutti, giovani e meno giovani, purché siano in grado di vivere un esperienza positiva come facilitatori dei partecipanti ad Expo. Il servizio si svolge per 5,5 ore per 14 o 15 giorni,

Dettagli

IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015

IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015 IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015 CALL RISERVATA AI COMUNI ITALIANI E AI LORO TERRITORI PER LA PRESENZA NEL PADIGLIONE DELLA SOCIETA CIVILE IN EXPO MILANO 2015 1. PREMESSA L'assegnazione a Milano

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

1. RICERCHE / INDAGINI / RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI

1. RICERCHE / INDAGINI / RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI VOLONTARIO È LA PERSONA CHE, ADEMPIUTI I DOVERI DI OGNI CITTADINO, METTE A DISPOSIZIONE IL PROPRIO TEMPO E LE PROPRIE CAPACITÀ PER GLI ALTRI, PER LA COMUNITÀ DI APPARTENENZA O PER L UMANITÀ INTERA. EGLI

Dettagli

Progetto Volontariato e professionalità

Progetto Volontariato e professionalità Progetto Volontariato e professionalità Unione Nazionale Associazioni Immigrati ed Emigrati www.unaie.it - info@unaie.it ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE CULTURA AMBIENTALE E LAVORO SOLIDALE www.aikal.eu -

Dettagli

Piacenza EXPO S.p.A. Via Medardo Tirotti, 11 29121 Piacenza

Piacenza EXPO S.p.A. Via Medardo Tirotti, 11 29121 Piacenza INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER LA PROMOZIONE DELLE CAPACITÀ INNOVATIVE E IMPRENDITORIALI DEGLI STARTUPPER PIACENTINI NELL'AMBITO DELLE AZIONI DI ANIMAZIONE DI PIAZZETTA PIACENZA PRESSO

Dettagli

YOUTH TRAINING PROGRAM

YOUTH TRAINING PROGRAM YOUTH TRAINING PROGRAM COMPETENZE IN AZIONE www.expo2015.org 1 PERCHE EXPO MILANO 2015? PERCHE LO YOUTH TRAINIG PROGRAM? Expo 2015 è un ambiente molto stimolante Coinvolge moltissime professioni Mette

Dettagli

AIBE ED EXPO 2015 S.p.A. Protocollo d intesa

AIBE ED EXPO 2015 S.p.A. Protocollo d intesa AIBE ED EXPO 2015 S.p.A. Protocollo d intesa Siglato a Milano il 17 Maggio 2010 PROTOCOLLO D INTESA TRA Associazione fra le Banche Estere in Italia (di seguito AIBE ), con sede in Milano in Piazzale Cadorna

Dettagli

100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza

100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza 100 GIORNI, 100 PROPOSTE Call per l organizzazione di iniziative culturali in Cascina Triulza 1. PREMESSA Per la prima volta nella storia delle Esposizioni Universali, Milano ha ospitato un padiglione

Dettagli

Expo worldrecipes. Il ricettario globale di Expo Milano 2015. worldrecipes.expo2015.org. Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita

Expo worldrecipes. Il ricettario globale di Expo Milano 2015. worldrecipes.expo2015.org. Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita Expo worldrecipes Il ricettario globale di Expo Milano 2015 worldrecipes.expo2015.org Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita Expo Milano 2015 Expo Milano 2015 è un Esposizione Universale con caratteristiche

Dettagli

LA SCUOLA A EXPO MILANO 2015

LA SCUOLA A EXPO MILANO 2015 EXPO Milano 2015 EXPO MILANO 2015 Expo Milano 2015 è un Esposizione Universale con caratteristiche inedite e innovative. Non solo una rassegna espositiva, ma anche un evento che intende coinvolgere attivamente

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee IL CONTESTO

Dettagli

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio CoMoDo. Comunicare Moltiplica Doveri (art direction, grafica, fotografia Marco Tortoioli Ricci) Provincia di Terni in collaborazione con i Comuni della provincia Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21

Dettagli

PROGETTO TAVOLO GIOVANI

PROGETTO TAVOLO GIOVANI PROGETTO TAVOLO GIOVANI Costituzione di un Tavolo di coordinamento con le associazioni di giovani di Cinisello Balsamo e le organizzazioni sociali che compongono il mondo delle realtà giovanili locali

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

CARTELLA STAMPA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE. Milano, 10 Dicembre 2013

CARTELLA STAMPA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE. Milano, 10 Dicembre 2013 CARTELLA STAMPA di CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE Turismo integrato, motore di Expo 2015 Milano, 10 Dicembre 2013 INDICE 1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 2. PERCHÉ NASCE

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA, ENERGIA PER LA VITA

NUTRIRE IL PIANETA, ENERGIA PER LA VITA Tema: NUTRIRE IL PIANETA, ENERGIA PER LA VITA Date: 1 maggio 31 ottobre 2015 (184 giorni) Principali obiettivi: 130 Paesi (attualmente 139) 20 milioni di visitatori 13-14 milioni Italiani 3-4 milioni di

Dettagli

FAQ PROGETTO ADOTTA UNA SCUOLA PER L EXPO 2015

FAQ PROGETTO ADOTTA UNA SCUOLA PER L EXPO 2015 FAQ PROGETTO ADOTTA UNA SCUOLA PER L EXPO 2015 COME SCEGLIERE UNA SCUOLA 1)Quali tipologie di scuole possono essere coinvolte e quali requisiti devono avere? L adesione al progetto Adotta una scuola per

Dettagli

LA STRATEGIA OBIETTIVI GENERALI

LA STRATEGIA OBIETTIVI GENERALI LA STRATEGIA La comunicazione di CONCORD ITALIA è finalizzata a sensibilizzare la cittadinanza sulle attività, l impatto e la sostenibilità delle nostre azioni nell ambito degli interventi realizzati dai

Dettagli

Modulo di partecipazione

Modulo di partecipazione Modulo di partecipazione - Soggetto proponente Indicare se si tratta di un Comune o di una rete di Comuni (riferimento al punto 6.1) Soggetto proponente: Nome referente: Indirizzo mail: Contatto telefonico:

Dettagli

ASSOCIAZIONE 100 CASCINE

ASSOCIAZIONE 100 CASCINE ASSOCIAZIONE 100 CASCINE RIQUALIFICAZIONE E MESSA A SISTEMA DELLE CASCINE LOMBARDE ACCOGLIENZA PER EXPO 2015 V. 20110926 IL PATRIMONIO: LA RETE 320 Cascine hanno manifestato il loro interesse 106 Cascine

Dettagli

L IMPEGNO DELLE IMPRESE LOMBARDE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE EDIZIONE 2013

L IMPEGNO DELLE IMPRESE LOMBARDE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE EDIZIONE 2013 L IMPEGNO DELLE IMPRESE LOMBARDE PER LA RESPONSABILITA SOCIALE EDIZIONE 2013 LE CAMERE DI COMMERCIO INVITANO LE IMPRESE A PARTECIPARE ALLA SELEZIONE DELLE MIGLIORI BUONE PRASSI AZIENDALI PER LA RESPONSABILITÀ

Dettagli

MIUR.AOODGOSV.REGISTRO UFFICIALE(U).0003746.30-04-2015

MIUR.AOODGOSV.REGISTRO UFFICIALE(U).0003746.30-04-2015 MIUR.AOODGOSV.REGISTRO UFFICIALE(U).0003746.30-04-2015 Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Ai Dirigenti scolastici delle Istituzioni scolastiche statali e paritarie di ogni ordine

Dettagli

Bilancio Partecipativo 2015. Una iniziativa promossa dall Assessorato allo Sviluppo dei Processi Partecipativi

Bilancio Partecipativo 2015. Una iniziativa promossa dall Assessorato allo Sviluppo dei Processi Partecipativi Bilancio Partecipativo 2015 Una iniziativa promossa dall Assessorato allo Sviluppo dei Processi Partecipativi Che cos'è il Bilancio Partecipativo? Che cos'è il Bilancio Partecipativo? Il Bilancio Partecipativo

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA Allegato 4 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA IL protocollo d accoglienza è un documento deliberato dal Collegio Docenti che contiene principi, indicazioni riguardanti l iscrizione

Dettagli

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio

Il sistema di governo della programmazione. Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Il sistema di governo della programmazione Ruoli, compiti, responsabilità e funzioni dei soggetti coinvolti nel processo programmatorio Gli organismi coinvolti nel processo programmatorio Assemblea Distrettuale

Dettagli

Progetto: COMUNICA CoLOMBA

Progetto: COMUNICA CoLOMBA Progetto: COMUNICA CoLOMBA 1. Chi siamo CoLOMBA Cooperazione Lombardia, è l Associazione delle Organizzazioni Non Governative lombarde e raccoglie 105 ONG, dalle più grandi alle più minuscole. Il minimo

Dettagli

Riflessioni sulla e-leadership

Riflessioni sulla e-leadership PIANO NAZIONALE PER LA CULTURA, LA FORMAZIONE E LE COMPETENZE DIGITALI Riflessioni sulla e-leadership (a cura di Franco Patini e Clementina Marinoni) Nella sua più completa espressione l e-leader è una

Dettagli

Bando di Concorso per le scuole superiori. Concorso Social Innovation...in Progress

Bando di Concorso per le scuole superiori. Concorso Social Innovation...in Progress Bando di Concorso per le scuole superiori Concorso Social Innovation...in Progress 1. Presentazione La Fondazione ÈBBENE, in collaborazione con l Incubatore Certificato Consorzio Sol.CO Rete di imprese

Dettagli

Notizie dal Consiglio

Notizie dal Consiglio Notizie dal Consiglio z N U M E R O 4 / 2 0 1 5 4 M A G G I O 2 0 1 5 DALLE ISTITUZIONI 1. Dal nostro Consiglio - Assemblea bilancio consuntivo 2014 e bilancio preventivo 2015 - Servizio di restituzione

Dettagli

Expo, il contributo del Crea alla Carta di Milano

Expo, il contributo del Crea alla Carta di Milano Expo, il contributo del Crea alla Carta di Milano E' tempo di bilancio per l'esposizione universale. Nei sei mesi della kermesse milanese tanti eventi e attività organizzati dall'ente per la ricerca agroalimentare

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Assistenza Anziani 01 Disabili 06 voce 5

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Assistenza Anziani 01 Disabili 06 voce 5 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Partecipi e solidali voce 4 SETTORE e Area di Intervento: Assistenza Anziani 01 Disabili 06 voce 5 OBIETTIVI DEL PROGETTO voce7 Obiettivi

Dettagli

EXPLODING ENERGIES TO CHANGE THE WORLD

EXPLODING ENERGIES TO CHANGE THE WORLD EXPLODING ENERGIES TO CHANGE THE WORLD Concept note presentato per la selezione del soggetto responsabile incaricato della gestione della Cascina Triulza durante l'expo 2015 ORGANIZZAZIONI FORMALMENTE

Dettagli

Regolamento del concorso

Regolamento del concorso ITALIA E SVIZZERA VERSO L EXPO 2015 IMPARARE SVILUPPARE DIFFONDERE Regolamento del concorso FINALITÀ DEL CONCORSO Le finalità del concorso sono duplici. Da un lato, sensibilizzare gli alunni delle scuole

Dettagli

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD Invita a presentare iniziative di Sostegno a Programmi e reti di volontariato nelle Regioni del Sud Italia Sommario Sezione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio COMUNICATO STAMPA ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Il nuovo organismo creato per sviluppare la cultura al risparmio e alla legalità economica in Italia è stato presentato

Dettagli

INTERNATIONAL CALL FOR IDEAS

INTERNATIONAL CALL FOR IDEAS INTERNATIONAL CALL FOR IDEAS per lo sviluppo del PROGRAMMA CULTURALE CHILDRENSHARE a cura di Fondazione Museo dei Bambini di Milano, MUBA, durante il semestre di EXPO MILANO 2015 presso la Rotonda di via

Dettagli

LINEE GUIDA CENTRO AFFIDI

LINEE GUIDA CENTRO AFFIDI LINEE GUIDA CENTRO AFFIDI In uno strumento complesso e articolato come l affidamento familiare, intervento di rete per eccellenza, è fondamentale definire i compiti di ogni tecnico. Una prima chiarezza

Dettagli

Policy. Le nostre persone

Policy. Le nostre persone Policy Le nostre persone Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 28 luglio 2010 LE NOSTRE PERSONE 1. L importanza del fattore umano 3 2. La cultura della pluralità 4 3. La valorizzazione

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2 (Allegato 1) SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: GIOVANI AL

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA Premessa Nel marzo 2007 è stato approvato dalla Conferenza Stato-Regioni

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata Avviso relativo alle azioni previste dall Accordo operativo del 18 settembre 2012, tra il Ministero

Dettagli

IL PROGETTO. Per raggiungere i propri obiettivi, Copagri Expo ha creato il brand LOVE IT, attraverso cui realizzerà un progetto in tre punti:

IL PROGETTO. Per raggiungere i propri obiettivi, Copagri Expo ha creato il brand LOVE IT, attraverso cui realizzerà un progetto in tre punti: CHI SIAMO Copagri Expo ha lo scopo di favorire lo sviluppo delle aziende del food italiano e la diffusione dei prodotti del made in Italy autentico. E una realtà nata dall incontro di tre grandi opportunità.

Dettagli

s c u o l a d i i m p r e s a s o c i a l e percorsi di alta formazione ============== Corso Coordinatori/trici di servizi e progetti ==============

s c u o l a d i i m p r e s a s o c i a l e percorsi di alta formazione ============== Corso Coordinatori/trici di servizi e progetti ============== 2 0 1 5 s c u o l a d i i m p r e s a s o c i a l e percorsi di alta formazione ============== Corso Coordinatori/trici di servizi e progetti ============== s c u o l a d i i m p r e s a s o c i a l e

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGRAMMA FORMATIVO DEL PROGETTO EUROPEO IPARTICIPATE DI GIOVANI CON BACKGROUND MIGRATORIO

AVVISO DI SELEZIONE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGRAMMA FORMATIVO DEL PROGETTO EUROPEO IPARTICIPATE DI GIOVANI CON BACKGROUND MIGRATORIO AVVISO DI SELEZIONE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGRAMMA FORMATIVO DEL PROGETTO EUROPEO IPARTICIPATE DI GIOVANI CON BACKGROUND MIGRATORIO La partecipazione attiva degli immigrati e soprattutto dei giovani

Dettagli

20 MLN I GRANDI EVENTI COME ACCELERATORI DI BUSINESS RESTO DEL ITALIA. Produttori. Investitori MONDO. Compratori. Compratori Fornitori.

20 MLN I GRANDI EVENTI COME ACCELERATORI DI BUSINESS RESTO DEL ITALIA. Produttori. Investitori MONDO. Compratori. Compratori Fornitori. PADIGLIONE ITALIA I GRANDI EVENTI COME ACCELERATORI DI BUSINESS 145 PAESI 3 ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI 13 ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE 23 PARTNER 20 MLN VISITATORI ITALIA RESTO DEL Produttori Compratori

Dettagli

Trieste. 30 giugno 2014

Trieste. 30 giugno 2014 Per un volontariato moltiplicatore di risorse relazionali ed economiche, orientato ad un benessere equo e sostenibile: capire il cambiamento, partecipare al cambiamento, contribuire al cambiamento Trieste

Dettagli

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE ANNUALITA 2011/2012 Master e Corsi di Specializzazione per Laureati finanziati dalla Regione Campania attraverso Voucher Formativi individuali www.altaformazioneinrete.it

Dettagli

VISION a Casa del Volontariato VOCE

VISION a Casa del Volontariato VOCE Un oasi di solidarietà, nel cuore della città. VISION a Casa del Volontariato VOCE LVolontari al Centro è il luogo che racchiude in modo nuovo la dimensione comunitaria della vita a Milano e nella sua

Dettagli

ALLEGATO 6. TITOLO DEL PROGETTO L'elefante Imprigionato

ALLEGATO 6. TITOLO DEL PROGETTO L'elefante Imprigionato ALLEGATO 6 SEDE DI SVOLGIMENTO E POSTI DISPONIBILI ENTE Coordinamento Associazioni di Volontariato della provincia dell'aquila - Centro di Servizio per il Volontariato della provincia dell Aquila SEDE

Dettagli

Nell ambito della rassegna espositiva del Turismo e delle vacanze per tutti

Nell ambito della rassegna espositiva del Turismo e delle vacanze per tutti Nell ambito della rassegna espositiva del Turismo e delle vacanze per tutti Dal 3 al 6 aprile 2014 in Fiera a Vicenza, vi aspettano quattro giornate di divertimento alla scoperta del fascino degli sport,

Dettagli

LOMBARDIA 2020 Libro Verde sulla Conciliazione Famiglia Lavoro. Materiale propedeutico al seminario territoriale

LOMBARDIA 2020 Libro Verde sulla Conciliazione Famiglia Lavoro. Materiale propedeutico al seminario territoriale LOMBARDIA 2020 Libro Verde sulla Conciliazione Famiglia Lavoro Materiale propedeutico al seminario territoriale Il contesto OBIETTIVO REGIONE LOMBARDIA Costruire un Welfare in grado di porre al centro

Dettagli

COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O

COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O COPIA DELL ORIGINALE Deliberazione n 32 in data 29/07/2014 COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O Verbale di Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: DISTRETTO 33: UN PROGETTO PER IL 2015 - PATROCINIO

Dettagli

PREMESSA ART. 1 - FINALITA DEL BANDO

PREMESSA ART. 1 - FINALITA DEL BANDO Anno Accademico 2014/2015 - BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE: A) ATTIVITA CULTURALI E SOCIALI B) ATTIVITA DELLE ASSOCIAZIONI STUDENTESCHE UNIVERSITARIE PREMESSA Il presente bando - finanziato dall UniMoRe

Dettagli

ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo:

ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo: ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo: Roma Capitale - Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici,

Dettagli

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE Carissime amiche, nel ringraziare ancora per avermi eletta nel ruolo di vice Presidente del Distretto Sud Est, vi saluto augurandovi un Anno Sociale all insegna dell impegno e dell amicizia vera. Il mio

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE COORDINATORI DEI PROCESSI DI AUTOVALUTAZIONE DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE Corso di Aggiornamento Professionale Coordinatori dei Processi di AutoValutazione PREMESSA

Dettagli

Un opportunità per i giovani studenti di realizzare e condividere la propria idea innovativa a contatto con le imprese.

Un opportunità per i giovani studenti di realizzare e condividere la propria idea innovativa a contatto con le imprese. + z. www.co.camcom.gov.it Un opportunità per i giovani studenti di realizzare e condividere la propria idea innovativa a contatto con le imprese. Le adesioni sono aperte fino al 10 gennaio 2013. ART. 1

Dettagli

INVITO A PARTECIPARE BANDO RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA (CSR)

INVITO A PARTECIPARE BANDO RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA (CSR) INVITO A PARTECIPARE BANDO RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA (CSR) RACCOLTA DI BUONE PRASSI DI IMPRESE IMPEGNATE IN PERCORSI DI RESPONSABILITA SOCIALE PREMESSA La responsabilità sociale d impresa (CSR)

Dettagli

Servizio Inserimento Lavorativo per Disabili e Svantaggiati ANNO SERVIZIO PARTNERS DESTINATARI ENTI FINANZIATORI

Servizio Inserimento Lavorativo per Disabili e Svantaggiati ANNO SERVIZIO PARTNERS DESTINATARI ENTI FINANZIATORI Servizio Inserimento Lavorativo per Disabili e Svantaggiati progetto interambito per l integrazione lavorativa dei disabili e delle persone con fragilità sociale anno 2012 Il progetto, esprime le esperienze

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

Sono inoltre previste menzioni speciali per i migliori lavori digitali realizzati e per l animazione dell ambiente di innovazione Phyrtual.

Sono inoltre previste menzioni speciali per i migliori lavori digitali realizzati e per l animazione dell ambiente di innovazione Phyrtual. BANDO DI CONCORSO VOLONTARI DELLA CONOSCENZA 4ª edizione, premiazione a maggio 2014 OBIETTIVI Nel passaggio tra l Anno europeo dei cittadini (2013) e l Anno europeo della conciliazione famiglia-lavoro

Dettagli

LE SCUOLE DELLA LOMBARDIA PER EXPO MILANO 2015

LE SCUOLE DELLA LOMBARDIA PER EXPO MILANO 2015 LE SCUOLE DELLA LOMBARDIA PER EXPO MILANO 2015 Concorso regionale per le scuole di ogni ordine e grado BANDO DI CONCORSO Premessa Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 si svolgerà a Milano l Esposizione Universale

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

CAPP. Centro di Analisi delle Politiche Pubbliche. elenuove europee SCUOLA ANCI PER GIOVANI AMMINISTRATORI AVVISO DI SELEZIONE

CAPP. Centro di Analisi delle Politiche Pubbliche. elenuove europee SCUOLA ANCI PER GIOVANI AMMINISTRATORI AVVISO DI SELEZIONE CAPP Centro di Analisi delle Politiche Pubbliche elenuove europee SCUOLA ANCI PER GIOVANI AMMINISTRATORI AVVISO DI SELEZIONE Iniziativa co-finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Avviso relativo alle azioni previste dall Accordo ai sensi dell art. 9 del decreto legislativo 28 agosto

Dettagli

Il più grande network online dove chiedere ed offrire aiuto in Toscana. Firenze, 4 maggio 2015

Il più grande network online dove chiedere ed offrire aiuto in Toscana. Firenze, 4 maggio 2015 Il più grande network online dove chiedere ed offrire aiuto in Toscana. Firenze, 4 maggio 2015 Siamosolidali.it è un progetto promosso dell Ente Cassa di Risparmio di Firenze, nato dalla necessità di sostenere

Dettagli

Progetto Ambassador Expo in Città

Progetto Ambassador Expo in Città Progetto Ambassador Expo in Città Esclusiva Confcommercio Milano per Expo Milano 2015 (in fase di definizione) 8 luglio 2014 Visual: urbanfile.org Expo in Città Presentato il 30 aprile a Palazzo Marino

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PROMOSSO DAL SISTEMA CONFINDUSTRIA. Premessa

REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PROMOSSO DAL SISTEMA CONFINDUSTRIA. Premessa REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PROMOSSO DAL SISTEMA CONFINDUSTRIA Premessa Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita. È questo il tema che l Italia ha scelto in qualità di Paese ospitante

Dettagli

Regolamento del concorso

Regolamento del concorso ITALIA E SVIZZERA VERSO L EXPO 2015 IMPARARE SVILUPPARE DIFFONDERE La versione definitiva di questo documento sarà disponibile sul sito www.expoitaliasvizzera.it a partire dal 15 settembre Regolamento

Dettagli

BANDO I GO! Impresa, Giovani, Innovazione

BANDO I GO! Impresa, Giovani, Innovazione BANDO I GO! Impresa, Giovani, Innovazione 1. Descrizione e obiettivi del Bando Upi Toscana, nell ambito del progetto I GO! Impresa Giovani, Occupazione, finanziato da UPI Nazionale su bando Azione Province

Dettagli

PROGETTO ABITARE. donne sole e/o con figli in condizioni di fragilità o vulnerabilità sociale a seguito di eventi spiazzanti;

PROGETTO ABITARE. donne sole e/o con figli in condizioni di fragilità o vulnerabilità sociale a seguito di eventi spiazzanti; PROGETTO ABITARE OBIETTIVI GENERALI Il quadro di riferimento e l origine del Progetto Abitare è rappresentato dal Protocollo di Intesa stipulato tra la Città di Torino, la Compagnia di San Paolo e l Ufficio

Dettagli

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 -

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - L esposizione universale è, per eccellenza, il luogo delle visioni del futuro. Nutrire il pianeta, Energia per la vita è l invito

Dettagli

Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII

Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII Scheda di Progetto Mod. PRO rev. 0 del 04.10.06 Parte prima Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII Premessa: Un sistema integrato

Dettagli

Programma di sviluppo della partecipazione comunitaria alla definizione del PlUS 2016/2018

Programma di sviluppo della partecipazione comunitaria alla definizione del PlUS 2016/2018 Tavoli TemaTiCi 2015 Programma di sviluppo della partecipazione comunitaria alla definizione del PlUS 2016/2018 Comunità solidale, welfare di tutti: costruiamo insieme il piano dei servizi alla persona

Dettagli

Tifa per l Italia che ami Vota il tuo luogo del cuore!

Tifa per l Italia che ami Vota il tuo luogo del cuore! Tifa per l Italia che ami Vota il tuo luogo del cuore! (13 maggio 30 novembre) VII Edizione 1 Vademecum del buon raccoglitore di firme Alcuni utili consigli su come attivarsi a favore del proprio Luogo

Dettagli

i giovani non sono soggetti da integrare ma parte della comunità con propri ruoli, potenzialità e responsabilità

i giovani non sono soggetti da integrare ma parte della comunità con propri ruoli, potenzialità e responsabilità Chiara Criscuoli chiara.criscuoli@giovanisi.it Il Progetto Giovanisì: i motivi I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: -Il prolungamento della

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE CENTRO DI ALFABETIZZAZIONE IN ITALIANO L2 Istituto Comprensivo C. Angiolieri Siena Centro di Alfabetizzazione Italiano L2 C. Angiolieri Scuola Secondaria di II grado Scuola Secondaria di I grado Scuola

Dettagli

I seguenti Enti, Istituzioni e Organizzazioni Economiche del territorio piacentino:........................

I seguenti Enti, Istituzioni e Organizzazioni Economiche del territorio piacentino:........................ PROTOCOLLO D INTESA per la promozione, ideazione, progettazione e realizzazione di iniziative del Sistema istituzionale, economico e sociale della provincia di Piacenza in vista della Esposizione Universale

Dettagli

EXPO VILLAGE EXPO 2015. Progetto di coinvolgimento degli studenti degli Istituti della Provincia di Milano Fondazione PIME Onlus

EXPO VILLAGE EXPO 2015. Progetto di coinvolgimento degli studenti degli Istituti della Provincia di Milano Fondazione PIME Onlus EXPO VILLAGE EXPO 2015 Progetto di coinvolgimento degli studenti degli Istituti della Provincia di Milano Fondazione PIME Onlus Ente proponente Fondazione PIME Onlus è un ente senza scopo di lucro, legato

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA

ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA Forum Lombardo delle Lombardia FeLCeAF Associazioni familiari ACCORDO DI PROGRAMMA PER L ATTIVAZIONE DI UNA RETE DI COMUNI AMICI DELLA FAMIGLIA La crisi in atto ormai da alcuni anni porta al contenimento

Dettagli

Proposta educativa e motoria per una cultura sportiva. Progetto per la Scuola Primaria e Scuola Secondaria di 1 grado

Proposta educativa e motoria per una cultura sportiva. Progetto per la Scuola Primaria e Scuola Secondaria di 1 grado Proposta educativa e motoria per una cultura sportiva Progetto per la Scuola Primaria e Scuola Secondaria di 1 grado PREMESSA La Fib, Federazione Italiana Bocce, da sempre a sostegno della pratica motoria

Dettagli

Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze e dei ragazzi immigrati

Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze e dei ragazzi immigrati Ministero della Pubblica Istruzione Osservatorio nazionale per l integrazione degli alunni stranieri e per l educazione interculturale Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze

Dettagli

COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA

COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA ASSOCIAZIONI CHE PARTECIPANO ALLA GESTIONE IN RETE DEL PROGETTO. UISP Comitato regionale ER (capofila) Arci Comitato regionale Emilia Romagna CSI Comitato regionale Emilia

Dettagli

BANDO CALL IMPRENDITORIA FEMMINILE. Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Psicologi Via Andrea Cesalpino 1 (00161) Roma www.enpap.

BANDO CALL IMPRENDITORIA FEMMINILE. Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Psicologi Via Andrea Cesalpino 1 (00161) Roma www.enpap. BANDO CALL IMPRENDITORIA FEMMINILE Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Psicologi Via Andrea Cesalpino 1 (00161) Roma www.enpap.it Premessa La realtà italiana vede un divario netto dei redditi

Dettagli

Expo Business Matching: il Servizio

Expo Business Matching: il Servizio Expo Business Matching: il Servizio Expo Business Matching è il nuovo servizio ideato per favorire le occasioni di networking delle imprese italiane durante l Esposizione Universale. Un iniziativa per

Dettagli

Scuola Food Concorso Didattico per le Scuole Paritarie Istituto Comprensivo Serve di Maria verso EXPO 2015

Scuola Food Concorso Didattico per le Scuole Paritarie Istituto Comprensivo Serve di Maria verso EXPO 2015 e di Prato temurlo xpo 2015 Scuola Food Concorso Didattico per le Scuole Paritarie Istituto Comprensivo Serve di Maria verso EXPO 2015 di Prato di Prato Frutta e verdura in grandi quantità. Un po di pasta

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE E AGENZIA DELLE ENTRATE E GUARDIA DI FINANZA E FONDAZIONE PER L EDUCAZIONE FINANZIARIA E AL RISPARMIO

PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE E AGENZIA DELLE ENTRATE E GUARDIA DI FINANZA E FONDAZIONE PER L EDUCAZIONE FINANZIARIA E AL RISPARMIO Direzione Regionale del Lazio PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE DIPARTIMENTO SERVIZI EDUCATIVI E SCOLASTICI, GIOVANI E PARI OPPORTUNITA E AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E GUARDIA

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA COMUNITA' ROTALIANA KÖNIGSBERG

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA COMUNITA' ROTALIANA KÖNIGSBERG ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA ROTALIANA KÖNIGSBERG TRA LA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, LA COMUNITA ROTALIANA KÖNIGSBERG, IL COMUNE DI LAVIS, IL COMUNE

Dettagli

STATUTO FORUM DEI GIOVANI

STATUTO FORUM DEI GIOVANI STATUTO FORUM DEI GIOVANI ART.1 ADOZIONE DELLO STATUTO L Amministrazione Comunale di Osimo, con deliberazione del Consiglio Comunale del 3.8.2011, riconosciute: - l importanza di coinvolgere i giovani

Dettagli

PEOPLE, PLANET, PROFIT LA SFIDA GLOBALE DELLA CHIMICA VERDE PLANET GREEN CHEM FOR EXPO 2015 Workshop sulla chimica innovativa, verde e sostenibile

PEOPLE, PLANET, PROFIT LA SFIDA GLOBALE DELLA CHIMICA VERDE PLANET GREEN CHEM FOR EXPO 2015 Workshop sulla chimica innovativa, verde e sostenibile PEOPLE, PLANET, PROFIT LA SFIDA GLOBALE DELLA CHIMICA VERDE PLANET GREEN CHEM FOR EXPO 2015 Workshop sulla chimica innovativa, verde e sostenibile Padiglione Italia, Spazio ME and WE Women for Expo 23

Dettagli

Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA

Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA SCHEDA INFORMATIVA Il progetto elaborato dall ISTITUTO PERTINI DI AFRAGOLA Per l iniziativa ministeriale nazionale PON C3 LE(G)ALI AL SUD. UN PROGETTO PER LA LEGALITA IN OGNI SCUOLA moduli didattici: Ambientiamoci

Dettagli

Ufficio IV. CIRCOLARE n.16 Prot. AOODPPR/Reg.Uff./n.176 Roma, 3 febbraio 2012. Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI

Ufficio IV. CIRCOLARE n.16 Prot. AOODPPR/Reg.Uff./n.176 Roma, 3 febbraio 2012. Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI CIRCOLARE n.16 Prot. AOODPPR/Reg.Uff./n.176 Roma, 3 febbraio 2012 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Al Capo del Dipartimento per l Istruzione SEDE Ai Direttori Generali

Dettagli

Corso di formazione gratuito. ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015

Corso di formazione gratuito. ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015 Corso di formazione gratuito ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015 Il corso di formazione Associazioni Migranti per il Co-sviluppo, promosso dall Organizzazione Internazionale

Dettagli