Multirischi per l Azienda

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Multirischi per l Azienda"

Transcript

1 Multirischi per l Azienda Condizioni di Assicurazione Edizione 12/2010

2 Polizza di Assicurazione Multirischio Azienda 0942/M/C - Ed. 12/2010 INDICE Definizioni Pag. 6 Norme che regolano l assicurazione in generale Pag. 11 Art. 1 Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio Aggravamento del rischio - Buona fede Art. 2 Pagamento del premio e decorrenza della garanzia Art. 3 Modifiche dell assicurazione Art. 4 Diminuzione del rischio Art. 5 Recesso in caso di sinistro Art. 6 Proroga dell assicurazione Art. 7 Titolarità dei diritti nascenti dalla polizza (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) Art. 8 Foro competente Art. 9 Obblighi in caso di sinistro Art. 10 Procedura per la valutazione del danno (valevole esclusivamente per le Sezioni A,B, e D) Art. 11 Mandato dei periti (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) Art. 12 Assicurazione presso diversi assicuratori Art. 13 Limiti di indennizzo Art. 14 Franchigie Art. 15 Oneri fiscali Art. 16 Rinvio alle norme di legge Art. 17 Esagerazione dolosa del danno (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) Art. 18 Valore delle cose assicurate e determinazione del danno Norme valevoli per le Sezioni A e B Art. 19 Pagamento dell indennizzo (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) Art. 20 Limite massimo di indennizzo (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) Art. 21 Trascolo delle cose assicurate (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) Art. 22 Titoli di credito (valevole esclusivamente per le Sezioni A e B) Art. 23 Contenuto in Leasing (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) 1 di 65

3 Art. 24 Chiusura istruttoria (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) Art. 25 Operatività di più franchigie (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) Norme che regolano l assicurazione della Sezione A - Incendio ed altri danni ai beni Pag. 17 Art. 26 Oggetto dell assicurazione Art. 27 Esclusioni Art. 28 Cose assicurabili a condizioni speciali Art. 29 Assicurazione parziale (con deroga 20% alla regola proporzionale) Art. 30 Autocombustione Art. 31 Parificazione danni di incendio Art. 32 Fumo Art. 33 Acqua condotta Art. 34 Ricorso terzi Art. 35 Eventi atmosferici (non operante per le garanzie Rischio Locativo e Ricorso Terzi) Art. 36 Eventi socio-politici (non operante per le garanzie Rischio Locativo e Ricorso Terzi) Art. 37 Danni da Acqua Piovana Art. 38 Gelo Art. 39 Rigurgito di fognature Art. 40 Sovraccarico neve Art Impianto automatico di aspirazione nelle industrie del legno Art. 42 Anticipo indennizzi Art Onorario Periti Art. 44 Operazioni peritali Art. 45 Indennizzo separato per ciascuna partita Art. 46 Rinuncia alla rivalsa Art. 47 Precisazione sulle cose assicurate Art. 48 Modifiche negli stabilimenti Art. 49 Oneri di ricostruzione Art. 50 Assicurazione delle merzi a prezzo di vendita (Selling price) Art. 51 Beni presso terzi Condizioni particolari della Sezione A - Incendio ed altri danni ai beni Pag. 26 valide soltanto se espressamente richiamate e/o indicata la relativa partita e premio IA) Rischio locativo IB) Grandine su fragili IC) Ricorso terzi ID) Rotture lastre e cristalli IE) Fenomeno elettrico IF) Spese di demolizione e sgombero dei residui del sinistro 2 di 65

4 IG) Terremoto (non operante per le garanzie Rischio Locativo e Ricorso Terzi) IH) Allagamenti, alluvioni, inondazioni (non operante per le garanzie Rischio Locativo e Ricorso Terzi) II) Indennità aggiuntiva IL) Perdite pecuniarie - Diaria giornaliera IM) Veicoli di terzi (valido esclusivamente per autofficine, autolavaggi, autocarrozzerie, elettrauto) IN) Colaggio acqua da impianti automatici di estinzione a pioggia (Sprinklers) IO) Valore a nuovo IP) Migliorie apportate dal locatario IQ) Impianti assicurati nella partita fabbricato IR) Spese di ricerca e riparazione del guasto IS) Mancato freddo IT) Colpa grave del Contraente e/o dell'assicurato IU) Onorari Architetti, Ingegneri e Consulenti e oneri di urbanizzazione Norme che regolano l assicurazione della Sezione B - Furto e rapina Pag. 33 Art. 52 Oggetto dell assicurazione Art. 53 Veicoli ricoverati nei locali Art. 54 Esclusioni Art. 55 Mezzi di chiusura dei locali Art. 56 Portavalori Art. 57 Riduzione delle somme assicurate a seguito di sinistro e loro reintegro Art. 58 Recupero delle cose rubate Art. 59 Sospensione dell assicurazione per i locali incustoditi Condizioni particolari valide soltanto se espressamente Pag. 37 richiamate e/o indicata la relativa partita e premio FA) Deroga ai mezzi di chiusura FB) Portavalori FC) Denaro e valori in mezzi di custodia FD) Scoperto con minimo non indennizzabile FE) Mezzi di chiusura rafforzati FF) Impianto d allarme FG) Veicoli di terzi (valido esclusivamente per autofficine, autolavaggi, autocarrozzerie, elettrauto) FH) Furto di veicoli all aperto FI) Infedeltà dipendenti FL) Temporanea esposizione dei locali Norme che regolano la Sezione C - Responsabilità civile Pag. 42 Art. 60 Oggetto dell assicurazione Art. 61 Rivalsa INPS 3 di 65

5 Art. 62 Inesatta interpretazione norme INAIL Art. 63 Estensione territoriale Art. 64 Persone non considerate terzi Art. 65 Rischi esclusi dall assicurazione Art. 66 Estensioni diverse Art. 67 Responsabilità personale di tutti i dipendenti e lavoratori parasubordinati Art. 68 Infortuni subiti dai dipendenti dell Assicurato non soggetti all obblito dell assicurazione INAIL Art. 69 Gestione delle vertenze di danno - Spese legali Art. 70 Regolazione del premio Condizioni sempre operanti relativi alla Sezione C - RCT/RCO Pag. 48 a) Parrucchieri/Barbieri/Saloni di bellezza e Centri estetici b) Negozi esclusi: bar, pasticcerie, gelaterie, ristoranti ed esercizi affini c) Bar, pasticcerie e gelaterie - Ristoranti, pizzerie, tavole calde - birrerie - esercizi affini d) Farmacie e) Proprietà e/o conduzione dei fabbricati nei quali si svolge l attività Condizioni particolari alla Sezione C - RCT/RCO Pag. 50 valide se richiamate in polizza RA) Lavori ceduti in subappalto RB) Responsabilità civile Postuma Annuale RC) Postuma per installatori (Legge 46/90) RD) Postuma specifica per autoriparatori e gommisti (Legge n. 122/92) RE) Franchigia RF) Franchigia maggiorata RG) Esclusione della garanzia R.C.O. RH) Cose in consegna e custodia RI) Danni a cose di dipendenti RJ) Cose sollevate, caricate e scaricate RK) Prestatori d opera occasioniali RL) Inquinamento accidentale RM) Danni subiti ai mezzi di trasporto sotto carico e scarico RN) Danni a veicoli di dipendenti e di terzi nei parcheggi aziendali RO) Danni derivanti da interruzione o sospensione di attività di terzi RP) Committenza ex D.Lgs. 494/96 RQ) Danni a cose in ambito lavori RS) Danni da incendio per lavori presso terzi Norme che regolano la Sezione D - Elettronica Pag. 55 Art. 71 Oggetto dell assicurazione Art. 72 Operatività della copertura Art Rischi esclusi Art. 74 Conduttori esterni 4 di 65

6 Art. 75 Mezzi di chiusura Art. 76 Determinazione del danno Art. 77 Valore delle cose assicurate Art. 78 Assicurazione parziale (con deroga 20% alla regola proporzionale) Condizioni particolari relative alla Sezione D - Elettronica Pag. 59 valide se richiamate in polizza EA) Impianti sostitutivi - Maggiori costi EB) Supporto dei dasti EF) Programmi in licenza d uso EG) Impianto di allarme Articoli del codice civile di particolare rilevanza per l Assicurato Pag di 65

7 DEFINIZIONI Ai seguenti termini le Parti attribuiscono il significato qui precisato: Addetti: Apparecchiature elettroniche: Armadio corazzato: Assicurato: Assicurazione: tutte le persone che prendono parte all attività, compresi i titolari e i loro familiari, i prestatori di lavoro e chiunque altro, a qualsiasi titolo, presti la sua opera nell attività assicurata. Macchine ed apparecchiature azionate da correnti deboli quali, ad esempio, sistemi per l elaborazione elettronica dei dati e relativi supporti ed accessori, computers, terminali P.O.S., registratori di cassa, bilance elettroniche, macchine da scrivere e da calcolo elettroniche, telex, telefax, fotocopiatrici, centralini telefonici e relativi apparecchi di tipo fisso, impianti di allarme, impianti ed apparecchi audiovisivi, modem, scanner, plotter. mobile ad uno o più battenti, sagomatura antistrappo sul lato cerniere, avente pareti esterne e battenti in acciaio di spessore non inferiore a 3 mm, con caratteristiche di resistenza al trapano purchè di peso complessivo non inferiore a 200 kg. soggetto il cui interesse è protetto dall assicurazione. contratto con il quale dietro pagamento di un premio si trasferiscono le conseguenze patrimoniali di un evento garantito dalla polizza dall Assicurato all Assicuratore nei modi e nei limiti stabiliti fra le parti. Autocombustione: combustione spontanea senza sviluppo di fiamma. Azienda: Cassaforte: Contenuto: Contraente: L attività artigianale o industriale organizzata al fine della produzione, trasformazione o manutenzione di merci e prodotti, esercitata nell ubicazione indicata in polizza, inclusa l area pertinente al complesso immobiliare in cui si trova l azienda stessa. mezzo di custodia con pareti e battenti in acciaio di adeguato spessore che può essere: Murata purchè munita di alette di ancoraggio ed incastonata con cemento nella muratura e con sportello di apertura a filo della parete; Non murata purchè di peso complessivo non inferiore a 200 kg. complesso di beni mobili pertinenti l attività dichiarata, rientranti nelle definizione di Macchinario, Attrezzature e Arredamento e Merci. soggetto che stipula l Assicurazione. 6 di 65

8 Cose: Cose particolari: Dati: Esplodenti: Esplosione: Fabbricato: Franchigia: Furto: Impianto di aspirazione: Implosione: Incendio: sia gli oggetti materiali sia gli animali (valevole solo per la Sezione RCT). qualora non costituiscano prodotti dell azienda, archivi, documenti, registri, disegni, modelli, stampi, tavolette stereotipe, lastre o cilindri incisi, pietre litografiche, garbi, messe in carta, cartoni per telai, microfilm, fotocolor, clichés, schede, dischi, nastri ed altri supporti informatici per macchine meccanografiche ed elaboratori elettronici. informazioni leggibili a macchina su supporti intercambiabili e memorizzati dall Assicurato; sono esclusi i dati su supporti fissi, su memoria operativa delle unità centrali nonché di qualsiasi altro dato non modificabile dall Assicurato. sostanze e prodotti che, anche in piccole quantità: a) a contatto con l acqua o con l aria, a condizioni normali, danno luogo ad esplosione; b) per l azione meccanica o termica esplodono e comunque gli esplosivi considerati dall articolo 83 del R.D. n. 635 del ed elencati nel relativo allegato A). sviluppo di gas a vapori ad alta temperatura e pressione dovuto a combustione che si autopropaga con elevata velocità. Insieme dei locali adibiti all esercizio dell attività assicurata inclusi le minori dipendenze poste nell ambito di 40 metri dall ubicazione dell attività stessa. Sono compresi fissi ed infissi ed opere di fondazione o interrate, ascensori, montacarichi, scale mobili, recinzioni e cancelli, opere di abbellimento che non abbiano valore artistico, tinteggiature e controsoffittature, tappezzerie e rivestimenti in genere, comprese la quota di immobile costituenti proprietà comuni, e quanto altro per natura e destinazione d uso non rientrante nelle definizioni di Contenuto. importo del danno che rimane a carico dell Assicurato. impossessamento della cosa mobile altrui sottraendola a chi la detiene al fine di trarne ingiusto profitto per se e per gli altri. impianto collegato alle macchine, per il trasporto continuo dei cascami di lavorazione in appositi contenitori adatti alla raccolta. repentino cedimento di contenitori o corpi per carenza di pressione interna rispetto a quella esterna. combustione con fiamma di beni materiali al di fuori di appropriato focolare che può autoestendersi e propagarsi. 7 di 65

9 Incombustibilità: Indennizzo: Infiammabili: Intermediario: Lastre e cristalli: Lastre antisfondamento: Macchinario, Attrezzature e Arredamento: si considerano incombustibili sostanze o prodotti che alla temperatura di 750 C non danno luogo a manifestazioni di fiamma né a reazione esotermica. Il metodo di prova è quello adottato dal Centro Studi Esperienze del Ministero dell Interno. somma dovuta dalla Società in caso di sinistro. le sostanze e i prodotti (ad eccezione delle soluzioni idroalcoliche di gradazione non superiore a 35 centesimali), non classificabili esplodenti, che rispondono alle seguenti caratteristiche: TIPO A: gas combustibili; liquidi e solidi con punto di infiammabilità inferiore a 21 C; sostanze e prodotti che, a contatto con l acqua o l aria umida, sviluppano gas combustibili; sostanze e prodotti che, anche in piccole quantità a condizioni normali ed a contatto con l aria, spontaneamente s infiammano. TIPO B: liquidi e solidi con punto di infiammabilità non inferiore a 21 C e inferiore a 55 C. TIPO C: liquidi e solidi con punto di infiammabilità non inferiore a 55 C e inferiore a 100 C; ossigeno, sostanze e prodotti decomponibili generanti ossigeno. Il punto di infiammabilità si determina in base alle norme di cui al D.M. 17 dicembre 1977 allegato V. Si conviene la seguente equivalenza: 10 Kg di infiammabili di tipo A equivalgono a 100 Kg di infiammabili di tipo B o a 400 Kg di infiammabili di tipo C. Agenzia di Assicurazione o mediatore di assicurazioni (broker) abilitati alla vendita ed alla gestione della polizza. Tutte le lastre piane e curve fisse nelle loro installazioni o scorrevoli su guide, di cristallo,mezzo cristallo,specchio, vetro o materiale plastico, stabilmente collocate in posizione verticale rispetto al piano di calpestio, trovatesi all interno del perimetro aziendale. si intendono quelle costituite da più strati di vetro accoppiati fra loro con interposto, tra vetro e vetro, uno strato di materiale plastico oppure costituito da uno strato di materiale sintetico (policarbonato) di spessore non inferiore a 6 mm, in grado di ostacolare l attacco intenzionale portato contro la lastra per scopi criminali. Macchine, impianti, attrezzi, utensili e relativi ricambi e basamenti impianti e mezzi di sollevamento, pesa nonché di traino e di trasporto non iscritti al P.R.A., impianti idrici, termici, elettrici, di 8 di 65

10 riscaldamento e condizionamento, di allarme, di segnalazione e di comunicazione attrezzature e arredamento industriale, dei depositi e delle dipendenze, motori delle celle frigo, macchine d ufficio, mobilio, cancelleria, stampati, indumenti, escluso solo quano rientrante nella definizione di Fabbricato e di Merci. Sono comprese le Apparecchiature Elettronice, se non assicurate con apposita partita separata. Macchine Macchine utensili i cui scarti di lavoro sono costituiti da trucioli, mordenti il legno: segatura o polvere. Convenzionalmente non sono considerate macchine mordenti quelle aventi un solo motore di potenza non superiore a 1 KW. Massimale: Merci: Merci speciali: Parti: Polizza: Premio: Prestatori di lavoro: somma messa a disposizione dalla Società per ogni sinistro. Materie prime ingredienti di lavorazione e prodotti dell industria semilavorati e finiti, scorte e materiali di consumo, imballaggi, supporti, scarti e ritagli di lavorazione, compresi le imposte di fabbricazione ed i diritti doganali ed esclusi esplodenti. Le merci di seguito indicate rientranti nelle seguenti sottocategorie: D1: Polveri, trucioli o spugna di: alluminio, bronzo di alluminio, bronzo, magnesio, titanio, zirconio, afnio, torio, tugsteno,uranio,celluloide (grezza od oggetti di) materie plastiche espanse o alveolari, imballaggi in materia plastica espansa o alveolare (eccettuati quelli racchiusi nelle confezioni delle merci) espansite e sughero grezzo; D2: Se non in balle: cartaccia, carta straccia o da macero, schiuma di lattice, gommaspugna o microporosa, cotone idrofilo, ovatte, cotoni sodi; D3: Se in balle: cartaccia cartastraccia o da macero, refili di carta o cartone, cascami tessili, ritagli di tessuti, stracci, stracciati sfilacciati garnettati, filetti esclusi quelli contenenti lana per almeno l 80%, ovatte sintetiche piume o piumino. Premesso quanto sopra, si conviene che 1 KG di merci speciali D1 equivalgono a 3Kg di merci speciali di categoria D2 o a 5 kg di merci speciali di categoria D3. il Contraente, l Assicurato e la Società. documento che prova l assicurazione. somma dovuta dall Assicurato alla Società. tutte le persone fisiche di cui l Assicurato si avvale, nel rispetto delle norme di legge, nell esercizio dell attività descritta in polizza e delle quali debba rispondere ai sensi dell art C.C. 9 di 65

11 Primo Rischio assoluto: Rapina: Retribuzioni: Rischio: Scasso: Scippo: Scoperto: Scoppio: Sinistro: Società: Solaio: Tetto: Valore Intero: forma dell assicurazione che garantisce l interesse patrimoniale dell Assicurato entro il limite indicato in polizza, senza tener conto del disposto dell art C.C. sottrazione di cosa mobile a chi la detiene mediante violenza o minaccia sia alla persona stessa sia verso altre persone. Alla rapina è parificata l estorsione, intendendosi per tale l impossessamento di cosa mobile altrui mediante violenza o minaccia alla persona, tale da indurre chi la detiene a consegnare la cosa. Monte salari e stipendi lordi risultanti dal bilancio compresi tutti gli emolumenti riconosciuti agli altri assicurati non aventi rapporto di dipendenza con l Assicurato, ma dei quali egli si avvale per lo sviluppo dell attività dichiarata in polizza. probabilità che si verifichi il sinistro. forzatura, rimozione o rottura delle serrature o dei mezzi di chiusura e/o protezione dei locali contenenti le cose assicurate. il furto commesso strappando la cosa mobile di mano o di dosso alla persona che la detiene. percentuale del danno indennizzabile che rimane a carico dell Assicurato. repentino dirompersi o cedere di contenitori e tubazioni per eccesso di pressione interna rispetto a quella esterna. Gli effetti del gelo e del colpo d ariete non sono considerati scoppio o implosione. il verificarsi del fatto dannoso per il quale è prestata la garanzia assicurativa. Milano Assicurazioni S.p.A. Divisione Sasa. complesso degli elementi che costituiscono la separazione orizzontale tra i piani, escluse pavimentazioni e soffittature. insieme delle strutture, portanti e non portanti, destinate a coprire ed a proteggere il fabbricato dagli agenti atmosferici. Forma di assicurazione che copre l intero valore delle cose assicurate, con applicazione della regola proporzionale. 10 di 65

12 NORME CHE REGOLANO L ASSICURAZIONE IN GENERALE AVVERTENZA: ART. 1 - DICHIARAZIONI RELATIVE ALLE CIRCOSTANZE DEL RISCHIO - AGGRAVAMENTO DEL RISCHIO - BUONA FEDE Le dichiarazioni inesatte o le reticenze del Contraente o dell Assicurato relative alle circostanze che influiscono sulla valutazione del rischio (art e 1894 C.C.), così come la mancata comunicazione alla Società di ogni aggravamento del rischio stesso (art C.C.), possono comportare la perdita totale o parziale del diritto all indennizzo nonché la stessa cessazione dell assicurazione. Tuttavia qualora tali omissioni od inesattezze siano avvenute in buona fede, l Assicurato non decadrà dal diritto all indennizzo. La Società ha peraltro diritto di percepire la differenza di premio corrispondente al maggior rischio dal momento in cui la circostanza si è verificata. ART. 2 - PAGAMENTO DEL PREMIO E DECORRENZA DELLA GARANZIA L assicurazione ha effetto dalle ore 24 del giorno indicato in polizza se il premio o la prima rata del premio sono stati pagati; altrimenti ha effetto dalle ore 24 del giorno del pagamento. I premi devono essere pagati all Intermediario al quale è assegnata la polizza oppure alla Società. Il premio può essere corrisposto in contanti, nei limiti previsti dalla normativa vigente e dall art. 47 del Regolamento ISVAP n 5/2006, e con gli altri mezzi di pagamento consentiti dalla legge e attivati presso l intermediario. Se il Contraente non paga i premi o le rate di premio successive, l assicurazione resta sospesa dalle ore 24 del trentesimo giorno dopo quello della scadenza e riprende vigore dalle ore 24 del giorno del pagamento, ferme le successive scadenze ed il diritto della Società al pagamento dei premi scaduti, ai sensi dell art C.C. ART. 3 - MODIFICHE DELL ASSICURAZIONE Le eventuali modificazioni dell assicurazione devono essere provate per iscritto. ART. 4 - DIMINUZIONE DEL RISCHIO Nel caso di diminuzione del rischio la Società è tenuta a ridurre il premio o le rate di premio successive alla comunicazione del Contraente o dell Assicurato ai sensi dell art C.C. e rinuncia al relativo diritto di recesso. ART. 5 - RECESSO IN CASO DI SINISTRO Dopo ogni sinistro, denunciato a termini di polizza, e fino al 60 giorno dal pagamento o rifiuto dell indennizzo, ciascuna delle Parti può recedere dall assicurazione dandone comunicazione all altra Parte mediante lettera raccomandata. 11 di 65

13 Il recesso ha effetto dalla data di invio della comunicazione da parte del Contraente; il recesso da parte della Società ha effetto trascorsi 30 giorni dalla data di invio della comunicazione. La Società, entro 30 giorni dalla data di efficacia del recesso, rimborsa la parte di premio, al netto dell imposta, relativa al periodo di assicurazione non corso. ART. 6 - PROROGA DELL ASSICURAZIONE In mancanza di disdetta, mediante lettera raccomandata spedita almeno 30 giorni prima della scadenza, l assicurazione di durata non inferiore ad un anno è prorogata per un anno e così successivamente. ART. 7 - TITOLARITA DEI DIRITTI NASCENTI DALLA POLIZZA (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) Le azioni, le ragioni ed i diritti nascenti dalla polizza non possono essere esercitati che dal Contraente e dalla Società. Spetta in particolare al Contraente compiere gli atti necessari all accertamento ed alla liquidazione dei danni. L accertamento e la liquidazione dei danni così effettuati sono vincolanti anche per l Assicurato, restando esclusa ogni sua facoltà di impugnativa. L indennizzo liquidato a termini di polizza non può tuttavia essere pagato se non nei confronti o col consenso dei titolari dell interesse assicurato. ART. 8 - FORO COMPETENTE Foro competente, a scelta della parte attrice, è quello di residenza del Contraente o dell Assicurato. ART. 9 - OBBLIGHI IN CASO DI SINISTRO In caso di sinistro il Contraente o l Assicurato deve darne avviso alla Società entro cinque giorni da quando ne ha avuto conoscenza ai sensi dell art C.C. Norme valevoli per le Sezioni A, B e D Il Contraente o l Assicurato deve fare quanto gli è possibile per evitare o diminuire il danno materiale e diretto; le relative spese sono a carico della Società secondo quanto previsto dalla legge ai sensi dell art C.C.. Egli deve inoltre: a) adoperarsi immediatamente, nel modo più efficace, per il recupero delle cose rubate e per la conservazione e la custodia di quelle rimaste, anche se danneggiate; b) fare nei cinque giorni successivi, dichiarazione scritta all Autorità Giudiziaria o di Polizia del luogo, precisando, in particolare, il momento dell inizio del sinistro, la causa presunta del sinistro e l entità approssimativa del danno. Copia di tale dichiarazione deve essere trasmessa alla Società; c) conservare le tracce, i residui del sinistro e gli indizi materiali del reato, fino alla liquidazione del danno senza avere, per questo, diritto ad indennità alcuna; d) predisporre un elenco dettagliato dei danni subiti con riferimento alla qualità, quantità e valore delle cose distrutte o danneggiate o asportate, nonché, a richiesta, uno stato particolareggiato delle altre cose assicurate esistenti al momento del sinistro con indicazione del rispettivo valore, mettendo comunque a disposizione i suoi registri, 12 di 65

14 conti, fatture o qualsiasi documento che possa essere richiesto dalla Società o dai periti ai fini delle loro indagini e verifiche. Norme valevoli per la Sezione C a) far seguire nel più breve tempo possibile, le notizie e gli atti relativi al sinistro, astenendosi in ogni caso da qualsiasi riconoscimento di proprie responsabilità. L inadempimento di uno o più di tali obblighi, può comportare la perdita totale o parziale del diritto all indennizzo, ai sensi dell art C.C. ART PROCEDURA PER LA VALUTAZIONE DEL DANNO (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) L ammontare del danno è concordato dalle Parti direttamente, oppure, a richiesta di una di esse, mediante periti nominati uno dalla Società ed uno dal Contraente con apposito atto unico. I due periti devono nominare un terzo perito quando si verifichi disaccordo fra loro ed anche prima su richiesta di uno di essi. Il terzo perito interviene soltanto in caso di disaccordo e le decisioni sui punti controversi sono prese a maggioranza. Ciascun perito ha facoltà di farsi assistere e coadiuvare da altre persone, le quali potranno intervenire nelle operazioni peritali, senza però avere alcun voto deliberativo. Se una delle Parti non provvede alla nomina del proprio perito o se i periti non si accordino sulla nomina del terzo, tali nomine, anche su istanza di una sola delle Parti, sono demandate al Presidente del Tribunale avente giurisdizione nel luogo ove è avvenuto il sinistro. Questo risiede presso la sede dell agenzia alla quale è assegnata la polizza Ciascuna delle Parti sostiene le spese del proprio perito, quelle del terzo sono ripartite a metà. ART MANDATO DEI PERITI (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) I periti devono: 1) indagare su circostanze, natura, causa e modalità del sinistro; 2) verificare l esattezza delle descrizioni e delle dichiarazioni risultanti dagli atti contrattuali e riferire se al momento del sinistro esistevano circostanze che avessero aggravato il rischio e non fossero state comunicate, nonché verificare se l Assicurato od il Contraente ha adempiuto agli obblighi di cui all art. 9. I periti devono inoltre: per i danni diretti: 3) verificare l esistenza, la qualità e la quantità delle cose assicurate, determinando il valore che le cose medesime avevano al momento del sinistro, secondo i criteri di valutazione di cui al successivo art. 18; per i danni indiretti: 4) procedere alla stima ed alla liquidazione del danno, comprese le spese di salvataggio, di demolizione e di sgombero, in conformità alle condizioni contrattuali. I risultati di cui ai punti 3) e 4) sono vincolanti per le Parti, le quali rinunciano fin d ora a qualsiasi impugnativa salvo il caso di dolo, errori, violenza o violazione di patti contrattuali, impregiudicata in ogni caso, qualsivoglia azione o eccezione inerente l indennizzabilità dei danni. I risultati delle operazioni peritali concretati dai periti concordi, oppure dalla maggioranza nel caso di perizia collegiale, devono essere raccolti in apposito verbale (con allegate 13 di 65

15 le stime dettagliate) da redigersi in doppio esemplare, uno per ognuna delle Parti. La perizia collegiale è valida anche se un perito si rifiuta di sottoscriverla; tale rifiuto deve essere attestato dagli altri periti nel verbale definitivo di perizia. I periti sono dispensati dall osservanza di ogni formalità giudiziaria. ART ASSICURAZIONE PRESSO DIVERSI ASSICURATORI Se sulle medesime cose e per il medesimo rischio coesistono più assicurazioni, il Contraente o l Assicurato deve dare, a ciascun Assicuratore, comunicazione degli altri contratti stipulati. In caso di sinistro il Contraente o l Assicurato deve darne avviso a tutti gli Assicuratori ed è tenuto a richiedere a ciascuno di loro l indennizzo dovuto secondo il rispettivo contratto autonomamente considerato, così come previsto dall art C.C., esclusa comunque ogni obbligazione solidale con gli altri Assicuratori. ART. 13 LIMITI DI INDENNIZZO (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) In caso di sinistro la Società non potrà essere tenuta a pagare importi superiori a quelli assicurati, salvo il caso previsto dall art C.C. ART. 14 FRANCHIGIE In caso di sinistro la Società corrisponderà all Assicurato la somma liquidata a termini di polizza, sotto detrazione degli scoperti o delle franchigie stabilite nella Scheda di polizza o nelle condizioni di assicurazione, che rimarranno a carico dell Assicurato stesso. Pertanto, nel caso di assicurazione presso diversi assicuratori, l indennità verrà determinata ai sensi dell art. 12, senza tenere conto dei predetti scoperti o franchigie, che verranno detratti successivamente dall importo calcolato. ART ONERI FISCALI Gli oneri fiscali relativi all assicurazione sono a carico del Contraente. ART RINVIO ALLE NORME DI LEGGE Per tutto quanto non è qui diversamente regolato, valgono le norme di legge. ART ESAGERAZIONE DOLOSA DEL DANNO (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) Il Contraente o l Assicurato che esagera dolosamente l ammontare del danno, dichiara distrutte o rubate cose che non esistevano al momento del sinistro, occulta, sottrae, o manomette cose salvate o non rubate, adopera a giustificazione mezzi e documenti menzogneri o fraudolenti, altera dolosamente gli indizi materiali del reato o le tracce ed i residui del sinistro o facilita il progresso di questo, perde il diritto all indennizzo. ART VALORE DELLE COSE ASSICURATE E DETERMINAZIONE DEL DANNO - NORME VALEVOLI PER LE SEZIONI A E B Premesso che la determinazione del danno viene eseguita separatamente per ogni singola partita di polizza, l attribuzione del valore che le cose assicurate, illese, danneggiate o distrutte avevano al momento del sinistro è ottenuta secondo i seguenti criteri: I. Fabbricati si stima la spesa necessaria per l integrale costruzione a nuovo di tutto il fabbricato assicurato, escludendo soltanto il valore dell area, al netto di un deprezza- 14 di 65

16 mento stabilito in relazione al grado di vetustà, allo stato di conservazione, al modo di costruzione, all ubicazione, alla destinazione, all uso e ad ogni altra circostanza concomitante; II. Macchinario, attrezzature e arredamento si stima il costo di rimpiazzo delle cose assicurate con altre nuove od equivalenti per il rendimento economico, al netto di un deprezzamento stabilito in relazione al tipo, qualità, funzionalità, rendimento, stato di manutenzione ed ogni altra circostanza concomitante; III. Merci si stima il valore in relazione alla natura, qualità, eventuale svalutazione commerciale, compreso gli oneri fiscali. Nelle lavorazioni industriali le merci, tanto finite che in corso di fabbricazione, vengono valutate in base al prezzo della materia grezza, aumentato delle spese di lavorazione corrispondenti allo stato in cui si trovano al momento del sinistro e degli oneri fiscali; ove le valutazioni così formulate superassero i corrispondenti eventuali prezzi di mercato si applicheranno questi ultimi. L ammontare del danno si determina: per i fabbricati, applicando il deprezzamento di cui al punto I alla spesa necessaria per costruire a nuovo le parti distrutte e per riparare quelle soltanto danneggiate e deducendo da tale risultato il valore dei residui; per macchinario, attrezzature, arredamento e merci (punti II e III), deducendo dal valore delle cose assicurate il valore delle cose illese ed il valore residuo delle cose danneggiate nonché gli oneri fiscali non dovuti all Erario. ART PAGAMENTO DELL INDENNIZZO (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) Il pagamento dell indennizzo viene eseguito dalla Società entro 30 giorni dalla data dell atto di liquidazione amichevole o del verbale della perizia e sempreché non sia stata fatta opposizione e sia verificata la titolarità dell interesse assicurato. Se sul ammontare dell indennizzo viene notificato un atto di cessione, oppure se l Assicurato non è in grado, per qualunque motivo di dare quietanza del pagamento alla Società, a carico di questa non decorrono gli interessi. La Società ha facoltà di depositare, con pieno effetto liberatorio l importo dell indennizzo dovuto presso la Cassa Depositi e Prestiti o presso un Istituto di Credito, a nome dell Assicurato, con l annotazione dei vincoli dai quali esso è gravato. ART LIMITE MASSIMO DI INDENNIZZO (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) Salvo il caso previsto dall art C.C. per nessun titolo la Società potrà essere tenuta a pagare somma maggiore di quella assicurata. ART TRASLOCO DELLE COSE ASSICURATE (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) In caso di trasloco delle cose assicurate, Il Contraente o l Assicurato deve darne avviso alla Società al meno 10 giorni prima dell effettuazione del trasloco stesso. In assenza di circostanze aggravanti il rischio, il Contenuto sarà assicurato per le garanzie di cui alla Sezione A Incendio ed altri danni sia nell ubicazione in corso che in quella nuova, per la durata di tre giorni, a decorrere da quello di inizio del trasloco comunicato alla Società. La garanzia di cui alle Sezioni B e D rimane invece sospesa durante tutta la durata effettiva del trasloco. 15 di 65

17 In caso di aggravamento o diminuzione del rischio troveranno applicazione le disposizioni degli art. 1 e 4 delle Condizioni di assicurazione. ART TITOLI DI CREDITO (valevole esclusivamente per le Sezioni A e B ) Per quanto riguarda i titoli di credito rimane stabilito che: a) la Società, salvo diversa pattuizione, non pagherà l importo per essi liquidato prima delle rispettive scadenze, se previste; b) il Contraente o l Assicurato deve restituire alla Società l indennizzo per essi percepito non appena, per effetto della procedura di ammortamento - se consentita - i titoli di credito sia no divenuti inefficaci; c) il loro valore è dato dalla somma da essi portata. Per quanto riguarda in particolare gli effetti cambiari, rimane inoltre stabilito che l assicurazione vale soltanto per gli effetti per i quali sia possibile l esercizio dell azione cambiaria. ART. 23 CONTENUTO IN LEASING (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D ) Salvo esplicita diversa pattuizione sono esclusi dalla presente assicurazione i Macchinari, Attrezzature ed arredamento che risultano già assicurati con separata polizza di leasing. ART. 24 CHIUSURA ISTRUTTORIA (valevole esclusivamente per la Sezioni A, B e D ) A parziale deroga delle Norme che regolano l Assicurazione, il Contraente ha diritto ad ottenere il pagamento dell indennizzo, anche in mancanza di chiusura di istruttoria, se aperta, purchè presenti fidejussione bancaria o assicurativa di gradimento della Società, con cui si impegna a restituire l importo corrisposto alla Società, maggiorato degli interessi legali, qualora dal certificato di chiusura di istruttoria o dalla sentenza penale definitiva risulti una causa di decadenza dalla garanzia. ART. 25 OPERATIVITA DI PIU FRANCHIGIE (valevole esclusivamente per le Sezioni A, B e D) Nel caso in cui per il medesimo sinistro siano applicabili più scoperti o franchigie, essi non si sommeranno rimanendo inteso che dall indennizzo verrà detratto solo l importo maggiore previsto. Nel caso in cui per il medesimo sinistro siano applicabili più limiti di indennizzo, verrà applicato quello di importo minore. 16 di 65

18 NORME CHE REGOLANO L ASSICURAZIONE DELLA SEZIONE A - INCENDIO ED ALTRI DANNI AI BENI ART. 26 OGGETTO DELL ASSICURAZIONE La Società, nella forma a Valore intero, se non diversamente previsto per le singole garanzie, indennizza: I - i danni materiali causati alle cose assicurate, anche di proprietà di terzi, a) direttamente causati da: Incendio; Fulmine; Esplosione, implosione e scoppio non causati da ordigni esplosivi; Caduta di aeromobili, veicoli spaziali e satelliti artificiali, loro parti o cose da essi trasportate; Onda sonica, determinata da aeromobili od oggetti in genere in moto a velocità supersonica; Urto di veicoli, in transito sulla pubblica via, non appartenenti all Assicurato e/o al Contraente ne al suo servizio; Rovina di ascensori e montacarichi; b) conseguenti agli eventi di cui alla lettera a) che abbiano colpito le cose assicurate, oppure enti posti nell ambito di 20 m da esse, e causati da sviluppo di fumi, gas, vapori, da mancata o anormale produzione o distribuzione di energia elettrica, termica o idraulica, da mancato od anormale funzionamento di apparecchiature elettroniche, di impianti di riscaldamento o di condizionamento, da colaggio o fuoriuscita di liquidi; II - i guasti alle cose assicurate per ordine dell Autorità allo scopo di impedire o arrestare l incendio. III - le spese sostenute e comprovate dall Assicurato rese necessarie per: demolire, sgomberare, trasportare e smaltire alla più vicina discarica autorizzata i residui del sinistro, esclusi comunque quelli radioattivi disciplinati dal D.P.R. n. 185/64 e successive modificazioni ed integrazione, sino alla concorrenza del 10% dell indennizzo; per rimuovere e ricollocare i beni mobili rimasti illesi, al fine di consentire il ripristino dei locali entro il limite del punto precedente. ART. 27 ESCLUSIONI Sono esclusi i danni: a) verificatisi in occasione di atti di guerra, insurrezione, tumulti popolari, scioperi, sommosse, occupazione militare, di invasione, purché il sinistro non sia in rapporto con tali eventi e fatto salvo quanto previsto dall art. 36; b) verificatisi in occasione di esplosione o di emanazione di calore o di radiazioni provenienti da trasmutazioni del nucleo dell atomo, come pure in occasione di radiazioni provocate dall accelerazione artificiale di particelle atomiche; c) causati da atti dolosi di terzi compresi quelli vandalici, di terrorismo o di sabotaggio; d) causati con dolo o colpa grave del Contraente o dell Assicurato, dei rappresentanti legali o dei soci a responsabilità illimitata; e) causati da terremoti, da eruzioni vulcaniche, da inondazioni e da alluvioni; 17 di 65

19 f) di smarrimento o di furto delle cose assicurate avvenuti in occasione degli eventi per i quali è prestata l assicurazione; g) alla macchina od all impianto nel quale si sia verificato uno scoppio se l evento è determinato da usura, corrosione o difetti del materiale; h) di fenomeno elettrico a macchine ed impianti elettrici ed elettronici, apparecchi e circuiti compresi a qualunque causa dovuti, anche se conseguenti a fulmine od altri eventi per i quali è prestata l assicurazione; i) subiti dalle merci in refrigerazione per effetto di mancata od anormale produzione o distribuzione del freddo o di fuoriuscita del liquido frigorigeno, anche se conseguenti ad eventi per i quali è prestata l assicurazione; j) indiretti, quali cambiamenti di costruzione, mancanza di locazione, di godimento o di reddito commerciale od industriale, sospensione di lavoro o qualsiasi danno che non riguardi la materialità delle cose assicurate; k) al contenuto di forni, muffole, apparecchi di torrefazione o tostatori nonché a forni o muffole causati dalle fiamme o dal calore del focolare; l) lo scoppio, se determinato da gelo o colpo d ariete. Sono altresì escluse le spese di demolizione e sgombero dei residuati del sinistro. ART. 28 COSE ASSICURABILI A CONDIZIONI SPECIALI Sono compresi nell assicurazione, nella forma a primo rischio, fino al limite massimo di ,00 per sinistro e per anno assicurativo, le spese sostenute per il rifacimento o la riparazione dei beni sotto indicati, che risultino danneggiati o distrutti a seguito di sinistro indennizzabile a termini di polizza: 1. archivi, documenti, disegni, registri, microfilm, fotocolor; 2. schede, dischi, nastri ed altri supporti informatici per macchine meccanografiche ed elaboratori elettronici; 3. modelli, stampi, garbi, messe in carta, cartoni per telai, cliché, pietre litografiche, lastre o cilindri incisi, tavolette stereotipe, rami per incisioni e simili. In deroga a quanto previsto dall art. 18, La Società indennizza per essi il solo costo di riparazione o di ricostruzione, ridotto in relazione allo stato, uso e utilizzabilità delle cose medesime, escluso qualsiasi riferimento a valore di affezione od artistico o scientifico. L indennizzo verrà corrisposto dalla Società soltanto dopo che le cose distrutte o danneggiate saranno state riparate o ricostruite e non oltre il termine di 12 mesi dalla data del sinistro. Sono inoltre compresi denaro, titoli di credito, valori bollati tickets, fustelle buoni premio fino alla concorrenza del 10% del capitale assicurato alla partita Contenuto, con il massimo di ,00 per sinistro e per anno assicurativo. ART ASSICURAZIONE PARZIALE (con deroga 20% alla regola proporzionale) Se dalle stime fatte con le norme dell art. 18 risulta che i valori di una o più partite prese ciascuna separatamente, eccedevano al momento del sinistro di oltre il 20% le somme rispettivamente assicurate con le partite stesse, la Società risponde del danno in proporzione al rapporto fra il valore assicurato e quello risultante al momento del sinistro. ART AUTOCOMBUSTIONE La Società risponde dei danni materiali e diretti prodotti da autocombustione (combustio- 18 di 65

20 ne spontanea senza fiamma) alle cose assicurate alle partite tutte, a decorrere dalle ore 24 del 15 giorno successivo alla data di effetto della presente garanzia. Ai fini della sua operatività si considera condizione essenziale che lo stoccaggio della merce assicurata venga effettuato adottando le procedure di trattamento, di deposito e di movimentazione che la tipologia merceologica del prodotto richiede. ART PARIFICAZIONE DANNI DI INCENDIO A completamento di quanto previsto dall art. 26 capo II, e con riferimento a quanto previsto dall art del Codice Civile, sono parificati ai danni di incendio, oltre ai guasti fatti per ordine dell Autorità, anche quelli prodotti dall Assicurato e/o da terzi allo scopo di impedire od arrestare l evento dannoso sia esso incendio od uno dei rischi accessori assicurati con la presente polizza. ART FUMO La Società risponde dei danni materiali e diretti causati agli enti assicurati da fumo fuoriuscito a seguito di guasto improvviso ed accidentale agli impianti per la produzione di calore facenti parte degli enti medesimi, purché detti impianti siano collegati mediante adeguate condutture ad appropriati camini. ART ACQUA CONDOTTA La Società risponde dei danni materiali e diretti causati agli enti assicurati da fuoriuscita di acqua a seguito di rottura accidentale di impianti idrici, igienici e tecnici esistenti nei fabbricati assicurati o contenenti gli enti medesimi. La Società non risponde: a) dei danni causati da umidità, stillicidio, traboccamento o rigurgito di fognature, gelo, rottura degli impianti automatici di estinzione; b) delle spese sostenute per la ricerca della rottura e per la sua riparazione. La garanzia è prestata con la franchigia o scoperto e il limite di indennizzo, per sinistro e per anno assicurativo, indicati nella tabella riportata nella scheda di polizza. ART RICORSO TERZI La Società si obbliga a tenere indenne l Assicurato, fino alla concorrenza di euro ,00 (centocinquantamila/00) per sinistro e per anno assicurativo, delle somme che egli sia tenuto a corrispondere per capitale, interessi e spese quale civilmente responsabile ai sensi di legge - per danni materiali direttamente cagionati alle cose di terzi da sinistro indennizzabile a termini della presente Sezione A Incendio ed altri danni ai beni. La garanzia non è operante per i danni cagionati da Acqua condotta di cui all art. 33 che precede. L assicurazione è estesa ai danni derivanti da interruzioni o sospensioni - totali o parziali - dell utilizzo di beni, nonché di attività industriali, commerciali, agricole o di servizi, entro il massimale stabilito e sino alla concorrenza del 20% del massimale stesso. L assicurazione non comprende i danni : a cose che l Assicurato abbia in consegna o custodia o detenga a qualsiasi titolo, salvo i veicoli dei dipendenti dell Assicurato ed i mezzi di trasporto sotto carico e scarico, ovvero in sosta nell ambito delle anzidette operazioni, nonché le cose sugli stessi mezzi trasportate; 19 di 65

Polizza Incendio a Copertura di Mutuo

Polizza Incendio a Copertura di Mutuo MutuoLiguria Polizza Incendio a Copertura di Mutuo DEFINIZIONI Nel testo si intende: Assicurato: Assicurazione: Contraente: Esplosione: Fabbricato: Incendio: Indennizzo: IVASS o ISVAP: Scoppio: Sinistro:

Dettagli

COMUNE DI GONNOSTRAMATZA (OR) UFFICIO TECNICO

COMUNE DI GONNOSTRAMATZA (OR) UFFICIO TECNICO COMUNE DI GONNOSTRAMATZA (OR) UFFICIO TECNICO CAPITOLATO D ONERI PER COPERTURA ASSICURATIVA (Allegato alla procedura di gara di cui alla Det. U.T. n 128/2013) Oggetto: Richiesta di quotazione polizza incendio

Dettagli

Polizza Assicurativa. Leasing Immobiliare Finito

Polizza Assicurativa. Leasing Immobiliare Finito Polizza Assicurativa Leasing Immobiliare Finito Fino a 10 Mil. La polizza assicurativa Leasing Immobiliare Finito, studiata da UniCredit Leasing in convenzione con compagnie di assicurazione di elevato

Dettagli

Polizza Assicurativa. Leasing Immobiliare Finito

Polizza Assicurativa. Leasing Immobiliare Finito Polizza Assicurativa Leasing Immobiliare Finito La polizza assicurativa Leasing Immobiliare Finito, studiata da UniCredit Leasing in convenzione con compagnie di assicurazione di elevato standing, oltre

Dettagli

SINDACATI BANCARI POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE

SINDACATI BANCARI POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE SINDACATI BANCARI POLIZZA DI RESPONSABILITÀ CIVILE COMPAGNIA ASSICURATRICE: MILANO DIVISIONE SASA Numero di polizza Sostituisce la polizza Broker/Agenzia Codice ==== RELA BROKER s.r.l. CONTRAENTE RELA

Dettagli

POLIZZA APIARI FURTO E ATTI VANDALICI

POLIZZA APIARI FURTO E ATTI VANDALICI POLIZZA APIARI FURTO E ATTI VANDALICI PREMESSA SASA si obbliga, nei termini ed alle condizioni di questo contratto, verso il pagamento anticipato del premio, nei limiti delle somme assicurate, a risarcire

Dettagli

POLIZZA INCENDIO MUTUI

POLIZZA INCENDIO MUTUI POLIZZA INCENDIO MUTUI Offerta 2011 Polizza assicurativa Incendio Mutui Collocatore Contraente Vincolatario Struttura del business Ente Erogante Ente Erogante Ente Erogante Verranno stipulati due distinti

Dettagli

Multirischi per l Azienda

Multirischi per l Azienda Multirischi per l Azienda Condizioni di Assicurazione Edizione 12/2010 bis Polizza di Assicurazione Multirischio Azienda 0936/M/C - Ed. 12/2010 bis INDICE Definizioni Pag. 6 Norme che regolano l assicurazione

Dettagli

NOTA INFORMATIVA. Contratto di assicurazione multirischi per Uffici e Studi professionali /Uffici e Studi

NOTA INFORMATIVA. Contratto di assicurazione multirischi per Uffici e Studi professionali /Uffici e Studi Contratto di assicurazione multirischi per Uffici e Studi professionali /Uffici e Studi Uffici e Studi/Mod. X0484.0 Edizione 09/2008 Assicurazione del Ramo Danni/Polizza Uffici e Studi La presente Nota

Dettagli

9 $VVLFXUD]LRQH: il contratto di assicurazione; 9 &RQWUDHQWH: il soggetto che stipula l assicurazione;

9 $VVLFXUD]LRQH: il contratto di assicurazione; 9 &RQWUDHQWH: il soggetto che stipula l assicurazione; '(),1,=,21, Nel testo che segue si intendono per: 9 $VVLFXUD]LRQH: il contratto di assicurazione; 9 3ROL]]D: il documento che prova l assicurazione; 9 &RQWUDHQWH: il soggetto che stipula l assicurazione;

Dettagli

INCENDIO ATTREZZATURE - POLIZZA n. MILANO ASSICURAZIONI SPA - DIVISIONE SASA gruppo Fondiaria SAI CONDIZIONI PARTICOLARI DI ASSICURAZIONE

INCENDIO ATTREZZATURE - POLIZZA n. MILANO ASSICURAZIONI SPA - DIVISIONE SASA gruppo Fondiaria SAI CONDIZIONI PARTICOLARI DI ASSICURAZIONE INCENDIO ATTREZZATURE - POLIZZA n. MILANO ASSICURAZIONI SPA - DIVISIONE SASA gruppo Fondiaria SAI CONDIZIONI PARTICOLARI DI ASSICURAZIONE Il presente contratto, alle Condizioni Generali tutte, nonché Particolari

Dettagli

Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio dell Impresa. Il presente Fascicolo Informativo, contenente

Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio dell Impresa. Il presente Fascicolo Informativo, contenente TUA IMPRESA Fascicolo Informativo Modello: FASIMP 5 ed. 05/2011 Copertina Tua Assicurazioni S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio dell Impresa. Il presente

Dettagli

PROTEZIONE ABITAZIONE - INCENDIO SCELTA CLASSICA

PROTEZIONE ABITAZIONE - INCENDIO SCELTA CLASSICA 4 - SEZIONE INCENDIO PROTEZIONE ABITAZIONE - INCENDIO SCELTA CLASSICA Art. 4.1 Descrizione delle garanzie La Società indennizza, nei limiti delle somme assicurate indicate nella scheda di polizza, nonché

Dettagli

PROTEZIONE FURTO - In caso di furto, il denaro sottratto con la carta resta protetto.

PROTEZIONE FURTO - In caso di furto, il denaro sottratto con la carta resta protetto. O PROTEZIONE FURTO - In caso di furto, il denaro sottratto con la carta resta protetto. Cash ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI POLIZZA OFFERTE ESCLUSIVAMENTE AI TITOLARI IMPORTANTE I servizi assicurativi si

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI DA FURTO. Contraente: COMUNE DI BIBBIENA

CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI DA FURTO. Contraente: COMUNE DI BIBBIENA CAPITOLATO SPECIALE ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI DA FURTO Contraente: COMUNE DI BIBBIENA Durata contrattuale: dalle ore 24 del 30 Giugno 2010 alle ore 24 del 30 Giugno 2012 DEFINIZIONI Assicurazione: Polizza:

Dettagli

Polizza globale abitazioni

Polizza globale abitazioni Polizza globale abitazioni Studio comparativo tra i prodotti delle primarie compagnie di assicurazione INCENDIO Il presente studio ha lo scopo di confrontare, sul piano tecnico-giuridico e senza entrare

Dettagli

DEFINIZIONI CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE

DEFINIZIONI CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE Polizza Convenzione n. M61006989/04 INCENDIO E RISCHI SUPPLEMENTARI Assicurazione degli immobili a garanzia dei finanziamenti di mutuo con vincolo a favore di Banca Popolare di Milano S.c.r.l. Società:

Dettagli

Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio dell Impresa. Il presente Fascicolo Informativo, contenente

Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio dell Impresa. Il presente Fascicolo Informativo, contenente TUA IMPRESA Fascicolo Informativo Modello: FASIMP 5 ed. 05/2011 Copertina Tua Assicurazioni S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio dell Impresa. Il presente

Dettagli

QuiAbito SETTORE A - INCENDIO LE GARANZIE: PRESTAZIONI, LIMITI E VALIDITÀ SETTORE A - INCENDIO CASA. Art. 13 OGGETTO DELL ASSICURAZIONE

QuiAbito SETTORE A - INCENDIO LE GARANZIE: PRESTAZIONI, LIMITI E VALIDITÀ SETTORE A - INCENDIO CASA. Art. 13 OGGETTO DELL ASSICURAZIONE QuiAbito LE GARANZIE: PRESTAZIONI, LIMITI E VALIDITÀ Art. 13 OGGETTO DELL ASSICURAZIONE Danni al fabbricato e/o al contenuto della casa La Società indennizza i danni materiali e diretti causati alle cose

Dettagli

C O M U N E D I C A N N A R A Provincia di Perugia

C O M U N E D I C A N N A R A Provincia di Perugia Cottimo fiduciario per l affidamento dei servizi assicurativi del Comune di Cannara per l anno 2014 LOTTO C CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE KASKO - DIPENDENTI IN MISSIONE CON MEZZI PROPRI C O M U N E D I C

Dettagli

CONDIZIONI DI POLIZZA DI ASSICURAZIONE INCENDIO

CONDIZIONI DI POLIZZA DI ASSICURAZIONE INCENDIO CONDIZIONI DI POLIZZA DI ASSICURAZIONE INCENDIO LE CONDIZIONI GENERALI E PARTICOLARI A STAMPA SI INTENDONO INTEGRALMENTE ANNULLATE E SOSTITUITE DALLE CONDIZIONI CONTRATTUALI CHE SEGUONO. CAPITALI ASSICURATI:

Dettagli

Assicurazione incendio e garanzie aggiuntive

Assicurazione incendio e garanzie aggiuntive LINEA LAVORO Assicurazione incendio e garanzie aggiuntive Presentazione Il contratto di assicurazione è costituito: dal presente fascicolo, che contiene le definizioni, le garanzie prestate e i rischi

Dettagli

GARANZIE RELATIVE AL PARCO AUTOMEZZI COSMO S.p.A. CAPITOLATO 2

GARANZIE RELATIVE AL PARCO AUTOMEZZI COSMO S.p.A. CAPITOLATO 2 GARANZIE RELATIVE AL PARCO AUTOMEZZI COSMO S.p.A. CAPITOLATO 2 Capitolato di assicurazione C.V.T. per la copertura dei rischi Incendio; Furto; Eventi Naturali; Eventi Sociopolitici; Ricorso Terzi; Cristalli;

Dettagli

DECORRENZA DAL 01/12/2013 SCADENZA AL 30.11.2016

DECORRENZA DAL 01/12/2013 SCADENZA AL 30.11.2016 POLIZZA INCENDIO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA E/O IN USO ALL AMMINISTRAZIONE CONTRAENTE: Comune di ESCOLCA Sede: Via Dante n.2 C.F: 81000170910 RISCHIO ASSICURATO: INCENDIO DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA E/O

Dettagli

Officium ASSICURAZIONE SU MISURA PER GLI UFFICI E GLI STUDI PROFESSIONALI. C o n d i z i o n i G e n e r a l i d i A s s i c u r a z i o n e

Officium ASSICURAZIONE SU MISURA PER GLI UFFICI E GLI STUDI PROFESSIONALI. C o n d i z i o n i G e n e r a l i d i A s s i c u r a z i o n e A r e a P r o t e z i o n e P r o f e s s i o n e Officium ASSICURAZIONE SU MISURA PER GLI UFFICI E GLI STUDI PROFESSIONALI C o n d i z i o n i G e n e r a l i d i A s s i c u r a z i o n e Mod. 17.13

Dettagli

GLOSSARIO. Le definizioni di cui al presente Glossario riprendono quelle contenute nelle condizioni di assicurazione:

GLOSSARIO. Le definizioni di cui al presente Glossario riprendono quelle contenute nelle condizioni di assicurazione: - - 20161 Milano Via Senigallia n.18/2 C:\SIGMA\FORM\LOGO\ 22 JMILANODIVSASA.png TestataMilanosasadatisoc.png JFIRMANOI_39.bmp JTESTOLOGOMILANO_BN_150.bmp Milano Assicurazioni S.p.A. Divisione Sasa www.milass.it

Dettagli

I.A.C.P ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA Via E. Ruggiero, 134 81100 CASERTA

I.A.C.P ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA Via E. Ruggiero, 134 81100 CASERTA I.A.C.P ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA Via E. Ruggiero, 134 81100 CASERTA Capitolato di polizza di Assicurazione GLOBALE FABBRICATI LOTTO N. 1 UNICOVER S.p.A. Sede Legale:

Dettagli

POLIZZA DI ASSICURAZIONE RIMPIAZZO E POSA IN OPERA. GARANZIA DI QUALITÀ Mod. RPO-GDQ

POLIZZA DI ASSICURAZIONE RIMPIAZZO E POSA IN OPERA. GARANZIA DI QUALITÀ Mod. RPO-GDQ (impermeabilizzazioni, pavimentazioni, rivestimenti, serramenti, vetri) RISCHI TECNOLOGICI Edizione 01.07.2013 Pagina 1 di 11 Pagina lasciata intenzionalmente bianca Edizione 01.07.2013 Pagina 2 di 11

Dettagli

Contratto di Assicurazione Incendio IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTENENTE:

Contratto di Assicurazione Incendio IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTENENTE: Aviva Assicurazioni S.p.A. Gruppo Aviva Contratto di Assicurazione Incendio IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTENENTE: Nota informativa, comprensiva di Glossario; Condizioni di assicurazione; DEVE

Dettagli

ESTRATTO DELLE CONDIZIONI PRINCIPALI DI ASSICURAZIONE (dalle Norme che regolano l assicurazione in generale MOD. D CONV INCENDIO 01)

ESTRATTO DELLE CONDIZIONI PRINCIPALI DI ASSICURAZIONE (dalle Norme che regolano l assicurazione in generale MOD. D CONV INCENDIO 01) ESTRATTO DELLE CONDIZIONI PRINCIPALI DI ASSICURAZIONE (dalle Norme che regolano l assicurazione in generale MOD. D CONV INCENDIO 01) L assicurazione riguarda interi immobili e\o singole porzioni di immobili

Dettagli

AUTORITA PORTUALE DI NAPOLI Piazzale Pisacane 80133 NAPOLI. Capitolato di polizza di Assicurazione INCENDIO ED EVENTI SPECIALI E/O CATASTROFALI

AUTORITA PORTUALE DI NAPOLI Piazzale Pisacane 80133 NAPOLI. Capitolato di polizza di Assicurazione INCENDIO ED EVENTI SPECIALI E/O CATASTROFALI Polizza Incendio Autorità Portuale di Napoli AUTORITA PORTUALE DI NAPOLI Piazzale Pisacane 80133 NAPOLI Capitolato di polizza di Assicurazione INCENDIO ED EVENTI SPECIALI E/O CATASTROFALI LOTTO N. 3 IL

Dettagli

COMUNE DI MASSA MARITTIMA

COMUNE DI MASSA MARITTIMA COMUNE DI MASSA MARITTIMA COPERTURA ASSICURATIVA CORPO VEICOLI TERRESTRI (INCENDIO, FURTO, KASKO E RISCHI DIVERSI) DURATA DEL CONTRATTO: DALLE ORE 24.00 DEL 31.12.2014 ALLE ORE 24.00 DEL 31.12.2017 SCADENZE

Dettagli

LOTTO N. 5 CAPITOLATO DI POLIZZA AUTO RISCHI DIVERSI (KASKO ED ALTRI EVENTI)

LOTTO N. 5 CAPITOLATO DI POLIZZA AUTO RISCHI DIVERSI (KASKO ED ALTRI EVENTI) LOTTO N. 5 CAPITOLATO DI POLIZZA AUTO RISCHI DIVERSI (KASKO ED ALTRI EVENTI) La presente polizza è stipulata tra COMUNE DI SPOLETO Piazza del Comune, 1 06049 SPOLETO (PG) P.I. 00315600544 e Società Assicuratrice

Dettagli

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE DANNI ALLE AUTOVETTURE DEGLI AMMINISTRATORI E DEI DIPENDENTI UTILIZZATE PER CAUSA DI SERVIZIO

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE DANNI ALLE AUTOVETTURE DEGLI AMMINISTRATORI E DEI DIPENDENTI UTILIZZATE PER CAUSA DI SERVIZIO CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE DANNI ALLE AUTOVETTURE DEGLI AMMINISTRATORI E DEI DIPENDENTI UTILIZZATE PER CAUSA DI SERVIZIO SCHEMATIZZAZIONE RICHIESTA DI OFFERTA Effetto contratto : ore 24,00 del 30.09.2012

Dettagli

CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO

CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO Nel testo che segue, si deve intendere per: DEFINIZIONI ASSICURATO ASSICURAZIONE BROKER CONTRAENTE ASSICURATI INDENNIZZO INDENNITÀ LIMITE DI INDENNIZZO PERIODO DI ASSICURAZIONE

Dettagli

ASSICURAZIONE INCENDIO MUTUI

ASSICURAZIONE INCENDIO MUTUI ASSICURAZIONE INCENDIO MUTUI Contratto di assicurazione incendio dedicato alle Civili Abitazioni, Studi Professionali, Attività Commerciali, Rurali o Artigianali Il presente Fascicolo Informativo contenente

Dettagli

(ai sensi dell articolo 185 del Decreto Legislativo n. 209 del 7 settembre 2005 e del Regolamento ISVAP n. 35 del 26 maggio 2010)

(ai sensi dell articolo 185 del Decreto Legislativo n. 209 del 7 settembre 2005 e del Regolamento ISVAP n. 35 del 26 maggio 2010) - - 20161 Milano Via Senigallia n.18/2 C:\SIGMA\FORM\LOGO\ 22 JMILANODIVSASA.png TestataMilanosasadatisoc.png JFIRMANOI_39.bmp JTESTOLOGOMILANO_BN_150.bmp Milano Assicurazioni S.p.A. Divisione Sasa www.milass.it

Dettagli

Polizza di Assicurazione Multirischi

Polizza di Assicurazione Multirischi Polizza di Assicurazione Multirischi Mod. 452/A Edizione gennaio 2014 Contratto di Assicurazione Multirischi Il presente Fascicolo informativo, contenente: a) Nota informativa, comprensiva del Glossario;

Dettagli

PLAN FABBRICATI CIVILI

PLAN FABBRICATI CIVILI Mod. 1329/1 Pagina 1 di 28 PLAN FABBRICATI CIVILI Sommario Ultimo aggiornamento: 1 gennaio 2011 Norme che regolano l assicurazione in generale Pag. 3 Art. 1 - Dichiarazioni relative alle circostanze del

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI CONTRAENTE: COMUNE DI BIBBIENA

CAPITOLATO SPECIALE PER L ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI CONTRAENTE: COMUNE DI BIBBIENA CAPITOLATO SPECIALE PER L ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI CONTRAENTE: COMUNE DI BIBBIENA 1 D E F I N I Z I O N I Nel testo che segue si intendono: - per Assicurazione : il contratto di assicurazione

Dettagli

Definizioni comuni. Il soggetto il cui interesse è protetto dall assicurazione. Il contratto di assicurazione.

Definizioni comuni. Il soggetto il cui interesse è protetto dall assicurazione. Il contratto di assicurazione. Definizioni comuni ASSICURATO ASSICURAZIONE Il soggetto il cui interesse è protetto dall assicurazione. Il contratto di assicurazione. ATTIVITA Lavorazione di rifiuti solidi urbani senza incenerimento

Dettagli

Polizza Assicurativa. Leasing Immobiliare C.A.R.

Polizza Assicurativa. Leasing Immobiliare C.A.R. Polizza Assicurativa Leasing Immobiliare C.A.R. La polizza assicurativa CAR, studiata da UniCredit Leasing in convenzione con compagnie di assicurazione di elevato standing, oltre ad offrire sicurezza

Dettagli

ESTRATTO CONDIZIONI FURTO PENSIONATI BANCA DI CESENA

ESTRATTO CONDIZIONI FURTO PENSIONATI BANCA DI CESENA ESTRATTO CONDIZIONI FURTO PENSIONATI BANCA DI CESENA La Banca di Cesena ha stipulato polizza convenzione con la Compagnia di assicurazione Bcc Assicurazioni S.p.A. al fine di tutelare i titolari del conto

Dettagli

SCHEDE dei RISCHI CONVENZIONE MULTIRISCHI ALL RISKS RCT/O - RCP

SCHEDE dei RISCHI CONVENZIONE MULTIRISCHI ALL RISKS RCT/O - RCP SCHEDE dei RISCHI CONVENZIONE MULTIRISCHI ALL RISKS RCT/O - RCP PER I CONSORZIATI A Consorzio Brokers Italiani di Assicurazione e Riassicurazione Indipendenti Via Soperga 2 20127 - Milano ed operante esclusivamente

Dettagli

Polizza mutuo casa. in collaborazione con. Tariffe e codici attività categorie professionali ad uso esclusivo dell'agente MEDICI E OPERATORI SANITARI

Polizza mutuo casa. in collaborazione con. Tariffe e codici attività categorie professionali ad uso esclusivo dell'agente MEDICI E OPERATORI SANITARI Area Protezione Beni e Patrimonio Polizza mutuo casa in collaborazione con MEDICI E OPERATORI SANITARI Tariffe e codici attività categorie professionali ad uso esclusivo dell'agente Condizioni Generali

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI

CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE AUTO RISCHI DIVERSI 1. OGGETTO DELL ASSICURAZIONE La Società si obbliga, fino alla concorrenza degli importi indicati nell allegata scheda e nei limiti ed alle condizioni

Dettagli

Fabbricato. FASCICOLO INFORMATIVO Contratto di assicurazione multigaranzia per la tutela dei fabbricati civili.

Fabbricato. FASCICOLO INFORMATIVO Contratto di assicurazione multigaranzia per la tutela dei fabbricati civili. Fabbricato FASCICOLO INFORMATIVO Contratto di assicurazione multigaranzia per la tutela dei fabbricati civili. Il presente FASCICOLO INFORMATIVO, contenente: Nota Informativa, comprensiva del glossario;

Dettagli

HOME PLAN. Sommario. Ultimo aggiornamento: 1 gennaio 2011

HOME PLAN. Sommario. Ultimo aggiornamento: 1 gennaio 2011 Mod. 1297/5 Pagina 1 di 28 HOME PLAN Sommario Ultimo aggiornamento: 1 gennaio 2011 Norme che regolano l assicurazione in generale Pag. 3 Art. 1 - Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio Art.

Dettagli

Contratto di Assicurazione di tipo individuale Incendio del Fabbricato

Contratto di Assicurazione di tipo individuale Incendio del Fabbricato FASCICOLO INFORMATIVO Contratto di Assicurazione di tipo individuale Incendio del Fabbricato INCENDIO ABBINATA MUTUI Il presente Fascicolo Informativo, contenente: a) Nota Informativa, comprensiva del

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Piazza Unità d Italia, 1 34121 Trieste COPERTURA ASSICURATIVA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Piazza Unità d Italia, 1 34121 Trieste COPERTURA ASSICURATIVA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Capitolato LOTTO 2 REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA Piazza Unità d Italia, 1 34121 Trieste COPERTURA ASSICURATIVA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI DURATA DELL APPALTO L appalto ha la durata di 3

Dettagli

Contratto di Assicurazione di tipo individuale Incendio del Fabbricato

Contratto di Assicurazione di tipo individuale Incendio del Fabbricato FASCICOLO INFORMATIVO Contratto di Assicurazione di tipo individuale Incendio del Fabbricato INCENDIO ABBINATA MUTUI Il presente Fascicolo Informativo, contenente: a) Nota Informativa, comprensiva del

Dettagli

G lobale F abbricato C ivile

G lobale F abbricato C ivile G lobale F abbricato C ivile INDICE DEFINIZIONI... SEZIONE A - Incendio... SEZIONE B - Responsabilità Civile... SEZIONE C - Danni da acqua... SEZIONE D - Lastre... NORME COMUNI ALLE SEZIONI A - C - D...

Dettagli

ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI POLIZZA OFFERTE ESCLUSIVAMENTE AI TITOLARI

ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI POLIZZA OFFERTE ESCLUSIVAMENTE AI TITOLARI Beep! ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI POLIZZA OFFERTE ESCLUSIVAMENTE AI TITOLARI PROTEZIONE FURTO In caso di furto, il denaro sottratto e i beni acquistati con la carta restano protetti. IMPORTANTE I servizi

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DELLA VALTELLINA E DELLA VALCHIAVENNA

AZIENDA OSPEDALIERA DELLA VALTELLINA E DELLA VALCHIAVENNA AZIENDA OSPEDALIERA DELLA VALTELLINA E DELLA VALCHIAVENNA SONDRIO Lotto n. 3 Capitolato Tecnico Kasko SOMMARIO Definizioni Pag. 3 Definizioni di settore Pag. 3 Caratteristiche del Rischio Pag. 3 Somme

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE RISCHIO KASKO KILOMETRICA AMMINISTRATORI E DIPENDENTI - LOTTO 5 -

CAPITOLATO SPECIALE RISCHIO KASKO KILOMETRICA AMMINISTRATORI E DIPENDENTI - LOTTO 5 - COMUNE DI MONIGA DEL GARDA CAPITOLATO SPECIALE RISCHIO KASKO KILOMETRICA AMMINISTRATORI E DIPENDENTI - LOTTO 5 - stipulata tra il COMUNE DI MONIGA DEL GARDA Piazza S.Martino 1 25080 Moniga del Garda (Brescia)

Dettagli

COMMERCIO SICURO POLIZZA GLOBALE PER ESERCIZI COMMERCIALI MODELLO 1851 ED. 6/2007

COMMERCIO SICURO POLIZZA GLOBALE PER ESERCIZI COMMERCIALI MODELLO 1851 ED. 6/2007 COMMERCIO SICURO POLIZZA GLOBALE PER ESERCIZI COMMERCIALI MODELLO 1851 ED. 6/2007 INDICE DEFINIZIONI 5 DEFINIZIONI SPECIFICHE PER LA SEZIONE TUTELA GIUDIZIARIA 8 NORME COMUNI A TUTTE LE SEZIONI 9 ART.

Dettagli

COMUNE DI MAGIONE. PROVINCIA DI PERUGIA - C.F./P.I. 00349480541 - Tel. 075/8477011 - Fax 8477041

COMUNE DI MAGIONE. PROVINCIA DI PERUGIA - C.F./P.I. 00349480541 - Tel. 075/8477011 - Fax 8477041 COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA - C.F./P.I. 00349480541 - Tel. 075/8477011 - Fax 8477041 CAPITOLATO TECNICO RISCHI DIVERSI VEICOLI DEI DIPENDENTI IN MISSIONE PER L ENTE POLIZZA DI ASSICURAZIONE

Dettagli

POLIZZA RC FAMIGLIA INDICE DICHIARAZIONI DEL CONTRAENTE O ASSICURATO 2 DEFINIZIONI 2 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE 3

POLIZZA RC FAMIGLIA INDICE DICHIARAZIONI DEL CONTRAENTE O ASSICURATO 2 DEFINIZIONI 2 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE 3 POLIZZA RC FAMIGLIA INDICE DICHIARAZIONI DEL CONTRAENTE O ASSICURATO 2 DEFINIZIONI 2 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE 3 NORME CHE REGOLANO L'ASSICURAZIONE IN GENERALE 5 Il presente fascicolo è redatto

Dettagli

ABITA. Sommario. Ultimo aggiornamento: 01 giugno 2013

ABITA. Sommario. Ultimo aggiornamento: 01 giugno 2013 Mod. 1297/6 Pagina 1 di 40 ABITA Sommario Ultimo aggiornamento: 01 giugno 2013 Norme che regolano l assicurazione in generale Pag. 3 Art. 1 - Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio Art. 2

Dettagli

Capitolato Speciale LOTTO 5 POLIZZA DI ASSICURAZIONE KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE COMUNE DI ACQUI TERME

Capitolato Speciale LOTTO 5 POLIZZA DI ASSICURAZIONE KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE COMUNE DI ACQUI TERME Capitolato Speciale LOTTO 5 POLIZZA DI ASSICURAZIONE KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE La presente polizza è stipulata tra COMUNE DI ACQUI TERME e Decorrenza ore 24.00 del 31/3/2008 Scadenza ore 24.00 del 31/3/2011

Dettagli

RESPONSABILITA' CIVILE DELLA FAMIGLIA

RESPONSABILITA' CIVILE DELLA FAMIGLIA RESPONSABILITA' CIVILE DELLA FAMIGLIA POLIZZA NR.: COMPAGNIA: B50/07/0001508 ITALIANA ASSICURAZIONI SPA Soci della Cassa Rurale Alta Vallagarina titolari di conto corrente e loro familiari conviventi MASSIMALI:

Dettagli

DICHIARAZIONI DEL CONTRAENTE O ASSICURATO... DEFINIZIONI... SEZIONE A INCENDIO... SEZIONE B ELETTRICA ED ELETTRONICA... SEZIONE C FURTO...

DICHIARAZIONI DEL CONTRAENTE O ASSICURATO... DEFINIZIONI... SEZIONE A INCENDIO... SEZIONE B ELETTRICA ED ELETTRONICA... SEZIONE C FURTO... Uffici e Studi INDICE DICHIARAZIONI DEL CONTRAENTE O ASSICURATO... DEFINIZIONI... SEZIONE A INCENDIO... SEZIONE B ELETTRICA ED ELETTRONICA... SEZIONE C FURTO... SEZIONE D LASTRE... PAGINE 2 4 9 21 23 28

Dettagli

impresa Commercio Condizioni di ASSiCURAzionE impresa Commercio/Mod. X2042.0 edizione marzo 2013

impresa Commercio Condizioni di ASSiCURAzionE impresa Commercio/Mod. X2042.0 edizione marzo 2013 Impresa Commercio Condizioni DI ASSICURAZIONE Impresa Commercio/Mod. X2042.0 edizione marzo 2013 INDICE Pagina DEFINIZIONI 3 NORME CHE REGOLANO L ASSICURAZIONE IN GENERALE 4 SEZIONE A INCENDIO ED EVENTI

Dettagli

Contratto di Assicurazione multirischio del fabbricato civile / Fabbricati Civili

Contratto di Assicurazione multirischio del fabbricato civile / Fabbricati Civili Contratto di Assicurazione multirischio del fabbricato civile / Fabbricati Civili Il presente Fascicolo informativo contenente la Nota informativa, le Condizioni di, il Modulo di proposta deve essere consegnato

Dettagli

SOMMARIO. Definizioni 1 Norme che regolano l'assicurazione in generale. 2 Norme comuni a tutte le garanzie

SOMMARIO. Definizioni 1 Norme che regolano l'assicurazione in generale. 2 Norme comuni a tutte le garanzie SOMMARIO c:\form\logo\logo_gruppo_retro_150.bmp 80 30 c:\form\logo\logo_fondiariasai_fond_150.jpg c:\form\logo\testologogrup_testata_fondsai_bn_150.bmp c:\form\logo\logo_fondiariasai_fond_150.jpg Definizioni

Dettagli

CONDIZIONI DI POLIZZA RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE

CONDIZIONI DI POLIZZA RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE CONDIZIONI DI POLIZZA RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE (FARMACISTI) COMPAGNIA ITALIANA ASSICURAZIONI EDIZIONE 01/2007 ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI POLIZZA DEFINIZIONI Nel testo che segue, si intendono

Dettagli

POLIZZA DI ASSICURAZIONE DANNI VEICOLI A MOTORE DIPENDENTI IN MISSIONE

POLIZZA DI ASSICURAZIONE DANNI VEICOLI A MOTORE DIPENDENTI IN MISSIONE REGIONE SICILIANA CAPITOLATO SPECIALE POLIZZA DI ASSICURAZIONE DANNI VEICOLI A MOTORE DIPENDENTI IN MISSIONE Lotto 1 1 DEFINIZIONI Nel testo delle presenti Condizioni di Assicurazione si definiscono con:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE LOTTO 4 ASSICURAZIONE DANNI ACCIDENTALI ALTRI RISCHI

CAPITOLATO SPECIALE LOTTO 4 ASSICURAZIONE DANNI ACCIDENTALI ALTRI RISCHI CAPITOLATO SPECIALE LOTTO 4 ASSICURAZIONE DANNI ACCIDENTALI ED ALTRI RISCHI 1 DEFINIZIONI Nel testo delle presenti Condizioni di Assicurazione si definiscono con: Contraente Società Broker Assicurato Assicurazione

Dettagli

Polizza Globale Fabbricati. Condizioni Generali di Assicurazione

Polizza Globale Fabbricati. Condizioni Generali di Assicurazione Polizza Globale Fabbricati Condizioni Generali di Assicurazione aduomounioneassicur aduomounioneassicur Mod. 403.124 - Ed. Palombi 04/2008 & Lanci - 02/2007 - (2.000) MILANO MILANO zioni zioni S.p.A. S.p.A.

Dettagli

Convenzione tra. MILANO ASSICURAZIONI Spa Divisione Nuova Maa Agenzia di Arezzo 5016 CORSI ASSICURAZIONI. A.M.I.C.O. S.c.r.l.

Convenzione tra. MILANO ASSICURAZIONI Spa Divisione Nuova Maa Agenzia di Arezzo 5016 CORSI ASSICURAZIONI. A.M.I.C.O. S.c.r.l. Convenzione tra MILANO ASSICURAZIONI Spa Divisione Nuova Maa Agenzia di Arezzo 5016 CORSI ASSICURAZIONI e A.M.I.C.O. S.c.r.l. 1 MILANO ASSICURAZIONI S.P.A. Fondata nel 1825 - Sede Legale, Direzione generale

Dettagli

LIGURIA ECOS Polizza di Assicurazione Globale Fabbricati Civili

LIGURIA ECOS Polizza di Assicurazione Globale Fabbricati Civili LIGURIA ECOS Polizza di Assicurazione Globale Fabbricati Civili S OMMARIO DEFINIZIONI pag. 2 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE SEZIONE DANNI AL FABBRICATO 1 - Incendio e rischi accessori pag. 3 2 -

Dettagli

Condizioni che regolano la denuncia e la liquidazione dei sinistri

Condizioni che regolano la denuncia e la liquidazione dei sinistri 15/18 Condizioni che regolano la denuncia e la liquidazione dei sinistri Art.6. - Incendio e altri danni ai beni al Fabbricato e garanzie aggiuntive A, B e C Per la denuncia e la liquidazione dei sinistri

Dettagli

CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE

CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE - CAPITOLATO TECNICO DI POLIZZA - CAPITOLATO DI POLIZZA KASKO DIPENDENTI IN MISSIONE Pag. 1 di 10 DEFINIZIONI Contraente L azienda A.O.R.N. DEI COLLI MONALDI-COTUGNO-C.T.O. Impresa La Compagnia Assicuratrice.

Dettagli

MONITOR IMPRESA. La polizza che mette al sicuro la Piccola e Media Impresa CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE PB59L300.605

MONITOR IMPRESA. La polizza che mette al sicuro la Piccola e Media Impresa CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE PB59L300.605 MONITOR IMPRESA La polizza che mette al sicuro la Piccola e Media Impresa CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE PB59L300.605 Indice Pagina MONITOR IMPRESA 5 Premessa 6 SEZIONE INCENDIO ED ELEMENTI NATURALI Art.

Dettagli

Data ultimo aggiornamento: 05/2014 Pagina 1 di 7

Data ultimo aggiornamento: 05/2014 Pagina 1 di 7 SCHEDA TECNICA CARATTERISTICHE GENERALI CONTRAENTE DESTINATA A DURATA EFFETTO E SCADENZA PAGAMENTO DEL PREMIO CAUSE DI CESSAZIONE, DECADENZA, VARIAZIONE IMPOSTE ASSICURATIVE LEGISLAZIONE FORO GIUDIZIARIO

Dettagli

Il Fabbricato : collocazione assicurativa, criteri di valutazione preventiva e di riduzione del rischio

Il Fabbricato : collocazione assicurativa, criteri di valutazione preventiva e di riduzione del rischio Executive Program Percorso di sviluppo professionale per gli amministratori di condominio ANACI 3 modulo - L amministratore di condominio: le competenze fiscali, bancarie, assicurative, contabili e informatiche

Dettagli

POLIZZA N. 10130/45/45746499 COMUNE DI PIEVE LIGURE. POLIZZA FURTO COMUNE DI PIEVE LIGURE PREMESSA

POLIZZA N. 10130/45/45746499 COMUNE DI PIEVE LIGURE. POLIZZA FURTO COMUNE DI PIEVE LIGURE PREMESSA POLIZZA FURTO COMUNE DI PIEVE LIGURE PREMESSA La presente assicurazione è disciplinata dalle condizioni a stampa di cui al modello U4001A edizione 06/2006 Parte A che precede nonché dalle condizioni relative

Dettagli

Azienda Sanitaria Locale n 2 di Olbia

Azienda Sanitaria Locale n 2 di Olbia Azienda Sanitaria Locale n 2 di Olbia LOTTO n 3 CAPITOLATO INCENDIO DEFINIZIONI ASSICURATO: soggetto il cui interesse è protetto dall assicurazione. ASSICURAZIONE: contratto di assicurazione. BROKER: il

Dettagli

Allegato B Condizioni Generali di Assicurazione AIG PASSPARKTU

Allegato B Condizioni Generali di Assicurazione AIG PASSPARKTU Allegato B Condizioni Generali di Assicurazione AIG PASSPARKTU Fascicolo Informativo Allegato B Ed. PP001 Pagina 1 di 12 Premessa Le Condizioni Generali di Assicurazione riportate nelle pagine che seguono

Dettagli

OFFERTA ASSICURAZIONE AGEVOLATA ANNO 2013 STRUTTURE AZIENDALI E SOTTOSTANTI COLTURE (Orticole, floricole e ornamentali sotto serra o tunnel)

OFFERTA ASSICURAZIONE AGEVOLATA ANNO 2013 STRUTTURE AZIENDALI E SOTTOSTANTI COLTURE (Orticole, floricole e ornamentali sotto serra o tunnel) OFFERTA ASSICURAZIONE AGEVOLATA ANNO 2013 STRUTTURE AZIENDALI E SOTTOSTANTI COLTURE (Orticole, floricole e ornamentali sotto serra o tunnel) (d.lgs. n 102/04 e successive leggi e decreti concernenti il

Dettagli

POLIZZA ALL RISKS BENI MOBILI ED IMMOBILI

POLIZZA ALL RISKS BENI MOBILI ED IMMOBILI POLIZZA ALL RISKS BENI MOBILI ED IMMOBILI CONTRAENTE: Comune di Fara in Sabina DATI CONTRATTUALI Effetto 31.12.2010 Scadenza 31.12.2012 Durata 24 mesi Rateazione Annuale SOMME ASSICURATE SEZIONE 1 FABBRICATI

Dettagli

UIL CREDITO, ESATTORIE E ASSICURAZIONI. Newsletter Convenzioni SPECIALE ASSICURAZIONI

UIL CREDITO, ESATTORIE E ASSICURAZIONI. Newsletter Convenzioni SPECIALE ASSICURAZIONI P a g. 1 Da una sola parte, dalla parte dei lavoratori Tessera UIL, un mondo in tasca UIL CREDITO, ESATTORIE E ASSICURAZIONI Newsletter Convenzioni Roma, 29 luglio 2015 SPECIALE ASSICURAZIONI In questo

Dettagli

LOTTO 2 COMUNE DI MELE CAPITOLATO INCENDIO

LOTTO 2 COMUNE DI MELE CAPITOLATO INCENDIO LOTTO 2 COMUNE DI MELE CAPITOLATO INCENDIO DEFINIZIONI ASSICURATO: ASSICURAZIONE: BROKER: CONTENUTO: MERCI: INFIAMMABILI: INCOMBUSTIBILITA : CONTRAENTE: ESPLOSIONE: FABBRICATO: la persona fisica o giuridica

Dettagli

Da un minimo di 1 anno ad un massimo di 5 anni.

Da un minimo di 1 anno ad un massimo di 5 anni. COS È È la polizza ideata per assicurare i rischi connessi allo svolgimento delle attività tipiche di un ufficio, di studio professionale o di laboratori di analisi in genere (esclusi i laboratori di prova

Dettagli

LOTTO 1 POLIZZA INCENDIO

LOTTO 1 POLIZZA INCENDIO LOTTO 1 POLIZZA INCENDIO Decorrenza: dal 01/05/2008 Scadenza: al 31/12/2012 1 La presente polizza ha per oggetto l' assicurazione contro i danni materiali e diretti arrecati da incendio ed altri eventi

Dettagli

Famiglia. Scheda Commerciale. Dedicata a chi ami di più DANNI. Casa e Patrimonio

Famiglia. Scheda Commerciale. Dedicata a chi ami di più DANNI. Casa e Patrimonio CATTOLICA&famiglia Casa e Patrimonio Famiglia Dedicata a chi ami di più Scheda Commerciale Casa e Patrimonio DANNI CATTOLICA&famiglia Casa e Patrimonio & a chi è dedicato cattolica&famiglia casa e patrimonio

Dettagli

Polizza Incendio R.O.

Polizza Incendio R.O. Polizza Incendio R.O. Commerciale/Piccola Industria Contratto di assicurazione per la tutela del patrimonio e dei beni Mod. 5395/FI INC - Ed. 12/10 Il presente FASCICOLO INFORMATIVO contenente: - Nota

Dettagli

POLIZZA DI ASSICURAZIONE INCENDIO PATRIMONIO

POLIZZA DI ASSICURAZIONE INCENDIO PATRIMONIO POLIZZA DI ASSICURAZIONE INCENDIO PATRIMONIO N. STIPULATA TRA Università degli Studi della Basilicata Via Nazario Sauro, 85 85100 Potenza E La Compagnia Assicuratrice Agenzia di Durata del contratto Dalle

Dettagli

Polizza Leasing Immobiliare

Polizza Leasing Immobiliare Polizza Leasing Immobiliare Mod. 11256P - Ed. 02/2012 Condizioni di Assicurazione - DEFINIZIONI Indice * Definizioni relative allʼassicurazione in generale Pag. 2 * Definizioni relative allʼassicurazione

Dettagli

FARM PLAN. Sommario. Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2011. Norme che regolano la Sezione B) Furto Pag. 9

FARM PLAN. Sommario. Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2011. Norme che regolano la Sezione B) Furto Pag. 9 Mod. 1053/5 Pagina 1 di 24 FARM PLAN Sommario Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2011 Norme che regolano l assicurazione in generale Pag. 2 Art. 1 - Dichiarazioni relative alle circostanze del rischio Art.

Dettagli

MULTIRISCHI DELL AZIENDA

MULTIRISCHI DELL AZIENDA 3021 polizza MULTIRISCHI DELL AZIENDA per l artigianato e la piccola e media impresa PARTE A EDIZIONE 01/01/2008 INDICE Guida alla Polizza...pag. 1 Nota informativa ISVAP...pag. 3 Informativa Privacy...pag.

Dettagli

SISTEMA AZIENDA AREA COMMERCIO

SISTEMA AZIENDA AREA COMMERCIO CATTLOGO.JPG 30 CPIEDINO.JPG 27 ESOCAUTO.JPG 30 01 Cattoli ca Cattoli ca Assicurazioni Soc. Coop. Lungadi ge Cangrande, n 16-37126 Verona a norma dell'art. 65 R.D.L. 29 aprile 1923 n 966 n 00320160237

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

POLIZZA INCENDIO CONI SERVIZI S.p.A.

POLIZZA INCENDIO CONI SERVIZI S.p.A. DEFINIZIONI POLIZZA INCENDIO CONI SERVIZI S.p.A. Assicurazione: Polizza: Contraente: Assicurato: Società: Premio. Rischio: Sinistro: Franchigia: Scoperto: Indennizzo: il contratto di assicurazione. il

Dettagli

Scudo Speciale Incendio Rischi Ordinari e Industriali

Scudo Speciale Incendio Rischi Ordinari e Industriali Scudo Speciale Incendio Rischi Ordinari e Industriali CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DEI RISCHI INCENDIO Il presente Fascicolo informativo, contenente: Nota Informativa, comprensiva del Glossario Condizioni

Dettagli

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI DA INCENDIO, EVENTI SPECIALI. Contraente: COMUNE DI BIBBIENA

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI DA INCENDIO, EVENTI SPECIALI. Contraente: COMUNE DI BIBBIENA CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI DA INCENDIO, EVENTI SPECIALI Contraente: COMUNE DI BIBBIENA Durata del Contratto: dalle ore 24 del 30 Giugno 2010 Alle ore 24 del 30 Giugno 2012 1 DEFINIZIONI

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DÌ MESSINA via E. Lombardo Pellegrino is. 176 - Messina CAPITOLATO SPECIALE

ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DÌ MESSINA via E. Lombardo Pellegrino is. 176 - Messina CAPITOLATO SPECIALE ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DÌ MESSINA via E. Lombardo Pellegrino is. 176 - Messina CAPITOLATO SPECIALE del servizio di copertura assicurativa globale contro i danni e la responsabilità

Dettagli