Il valore di trasformazione e il giudizio di convenienza

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il valore di trasformazione e il giudizio di convenienza"

Transcript

1 Corso di «Processi di pianificazione e processi di valutazione» a.a. 2016/17 Il valore di trasformazione e il giudizio di convenienza Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini arch. Pietro Bonifaci 1

2 Introduzione VALORE DI TRASFORMAZIONE La stima del «valore di trasformazione» si configura come una procedura atta a prevedere il prezzo di uno dei fattori della produzione (bene strumentale) in relazione al valore di mercato del bene prodotto. Se il bene strumentale,del quale si deve ricercare il valore incognito, è un bene immobile da trasformare (Vtr A ), allora attraverso il «valore di trasformazione» si ricerca il suo più probabile valore di mercato, o comunque il prezzo che un imprenditore/trasformatore è disposto a pagare per il suo acquisto e successivo utilizzo. 2

3 Introduzione VALORE DI TRASFORMAZIONE Il «valore di trasformazione», ossia il valore di mercato del bene da trasformare, si ottiene per via differenziale, ossia sottraendo dal valore del bene trasformato (Vtr B ) tutti i costi (Ktr costi di trasformazione, Pi profitto dell imprenditore trasformatore ) che è necessario sostenere per realizzare la trasformazione. Vtr A = Vm A = Vm B (Ktr + Pi) Ktr = Kc + Cc + St + I + Sc (costo di costruzione, contributo di costruzione, spese tecniche, interessi, spese di commercializzazione) Kc = Ki + Ke (costo di bonifica e demolizione, costo di edificazione) Cc = Ou1 + Ou2 + Ckc (oneri di urbanizzazione primaria e secondaria, contributo sul costo di costruzione) 3

4 Introduzione STRUTTURA DEI RICAVI E STRUTTURA DEI COSTI Ricavi Costi - Idoneizzazione + Vendita - Costruzione + + Locazione Tariffazione Oneri concessori Spese tecniche e generali Spese di commercializzazione Oneri finanziari Valore dell immobile Profitto Incognite Dati di input 4

5 Introduzione QUANTO VALE UNA «QUANTITA EDIFICATORIA»? Una «quantità edificatoria», una volta sfruttata, corrisponde all incidenza del valore dell area edificabile sul valore dell edificazione. Valore dell edificato Area urbana periferica euro/mq Area urbana centrale euro/mq Il valore di una «quantità edificatoria» già utilizzzata può essere stimato per via differenziale: V qe = Vm u Vktr u = Via u Costi di costruzione 50% 33% 33% Lo schema si riferisce al caso in cui una «quantità edificatoria» corrisponda all indice di edificabilità pari a 1 mq di superficie utile lorda per unità di superficie fondiaria (If) o territoriale (It): I f = Vm u 1 mq Sul / 1 mq Sf Profitto, spese di commercializzazione, interessi passivi Valore dell area edificata 25% 25% (2.000 * 25%) = % (3.000 * 33%) = 990 5

6 Introduzione QUANTO VALE UNA «QUANTITA EDIFICATORIA»? Nel caso di un area edificabile, l edificio ancora non esiste. La «quantità edificatoria» prevista dallo strumento urbanistico non è ancora sfruttata. Nella stima del valore di una «quantità edificatoria» occorre quindi tenere conto dell effetto negativo esercitato dal tempo (1/q n ) necessario per la sua utilizzazione e dai costi di transazione (Kt). La precedente espressione si modifica come segue: Vde = ( Via u Kt ) / q n Esempio: Vde = [500 /mq x (1 0,2)] / (1+ 0,05) n = Vde = se n = 345,53 /mq Sul 3 anni Vde = [500 /mq x (1 0,2)] / (1+ 0,05) n = Vde = se n = 313,41 /mq Sul 5 anni 6

7 Introduzione VALORE DI TRASFORMAZIONE Il criterio del «valore di trasformazione» è utilizzato nell estimo urbano per stimare il valore di un area edificabile o, più in generale, di un bene immobile di cui si prevede la trasformazione (riqualificazione). L assunto che sta alla base del «valore di trasformazione» è che un soggetto razionale non è disposto a pagare (all attualità) un bene (cioè il bene immobile da trasformare) ad un prezzo superiore al valore attuale dei benefici netti (futuri) che quel medesimo bene sarà in grado di produrre. 7

8 Introduzione HIGHEST AND BEST USE La stima del valore di un bene (da trasformare) nell ambito della procedura per valore di trasformazione si fonda sul concetto di Highest and Best Use (HBU) Si tratta del più probabile uso di un bene fisicamente possibile giustificato in modo appropriato legalmente consentito finanziariamente fattibile e che si traduce nel valore più elevato del bene oggetto di stima 8

9 Introduzione VALORE DI TRASFORMAZIONE Il valore (attuale) di trasformazione del bene (Vtr A ) è frutto di una differenza fra ricavi futuri e costi futuri relativi alla produzione del bene B: In cui: q = 1 + r Vtr A = (Pm B Ktr B ) / q n 9

10 Introduzione ORDINARIETA NEL TEMPO A differenza di altri processi produttivi, la trasformazione dei beni immobiliari richiede più anni di tempo. Si pone quindi la necessità di omogeneizzare grandezze finanziarie che si presentano in tempi molto distanti fra loro (principio dell ordinarietà nel tempo). Nel caso in cui il prodotto edilizio sia venduto all anno n e i costi si distribuiscano variamente lungo il tempo della trasformazione : VtrA = (VmB / q n ) Σ i=1..n (Ktri / q i ) Vtr Ktr 1 Ktr 2 Ktr Vmp Costi della trasformazione n 10

11 ESEMPIO: Introduzione RICONVERSIONE DI UN COMPLESSO EDILIZIO DISMESSO ipotesi 1 (ed. condominiale) - consistenze SUL complessiva edificata: mq Superficie commerciale: mq QUANTITA' DI PROGETTO Alloggio tipo PT Alloggio tipo P1 u.m. Q.tà Coeff. di ragguaglio Q.tà ragg. n. unità Superficie commerciale totale Coeff. di ragg. Q.tà ragg. n. unità Superficie costruita totale vani principali mq 100 1, , vani scala interni cantina e box auto interrati mq 50 0, ,40 20 balconi e terrazzi mq 0 0,25 0 0,25 0 giardino mq 100 0, , vani principali mq 100 1, , vani scala interni cantina e box auto interrati mq 50 0, ,40 20 balconi e terrazzi mq 20 0,25 5 0,25 5 giardino mq 0 0,15 0 0, Vani scala comuni mq 16 1, Totale generale SUL edificata complessiva (in base alla definizione del PRG)

12 ESEMPIO: Introduzione RICONVERSIONE DI UN COMPLESSO EDILIZIO DISMESSO ipotesi 2 (case a schiera) - consistenze SUL complessiva edificata: mq Superficie commerciale: mq QUANTITA' DI PROGETTO PT P1 u.m. Q.tà Coeff. di ragguaglio Q.tà ragg. n. unità Superficie commerciale totale Coeff. di ragg. Q.tà ragg. n. unità Superficie costruita totale vani principali mq 80 1, ,00 80 vani scala interni mq 7 1,00 7 1,00 7 cantina e box auto interrati mq 80 0, ,40 32 balconi e terrazzi mq 0 0,25 0 0,25 0 giardino mq 85 0,10 9 0, vani principali mq 80 1, ,00 80 vani scala interni mq 7 0,00 0 1,00 7 cantina e box auto interrati mq 0 0,25 0 0,40 0 balconi e terrazzi mq 10 0,25 2 0,25 2 giardino mq 0 0,10 0 0, Vani scala comuni mq 0 1, Totale generale SUL edificata complessiva (in base alla definizione del PRG)

13 ESEMPIO: Introduzione RICONVERSIONE DI UN COMPLESSO EDILIZIO DISMESSO ipotesi 1 (ed. condominiale) ricavi e costi unitari 13

14 ESEMPIO: Introduzione RICONVERSIONE DI UN COMPLESSO EDILIZIO DISMESSO ipotesi 2 (case a schiera) ricavi e costi unitari 14

15 Introduzione ANALISI COSTI RICAVI La realizzazione di un progetto richiede che siano sostenuti dei costi nella prospettiva di ottenere dei ricavi La realizzazione di un progetto non costituisce una operazione immediata: costi e ricavi sono distribuiti nel corso di più anni Valori che si presentano in momenti temporali differenti non sono omogenei, non è dunque possibile effettuare la comparazione immediata di costi e ricavi per un dato progetto e tra progetti alternativi Pertanto, occorre affrontare due problemi Stimare per ogni anno di vita del progetto i costi e ricavi Rendere omogenei i saldi tra ricavi e costi rispetto ad un comune riferimento temporale, riportandoli tutti all attualità 15

16 Introduzione CRITERI DI GIUDIZIO Criteri di giudizio nell analisi costi ricavi VAN (Valore Attuale Netto), dato dalla somma dei ricavi netti (differenza tra ricavi e costi) attualizzati Van = (R 1 C 1 ) / q 1 + (R 2 C 2 ) / q (R n C n ) / q n Van = S i=1..n [ (R i C i ) / q i ] SRI (Saggio di Rendimento Interno), definito come quel particolare saggio (r) che rende nullo (pari a 0) il Van (rappresenta dunque una stima della redditività del progetto) S i=1..n [ (R i C i ) / (1 + r) i ] = 0 16

17 Introduzione FASI DELL ANALISI COSTI RICAVI Le fasi di cui si compone un analisi costi ricavi possono essere sintetizzate come segue: Identificazione di tutte le voci di costo e di ricavo Stima dei dati di base (quantità e valori unitari) Articolazione temporale (cronoprogramma dei costi, piano delle vendite) Attualizzazione del flusso di cassa Determinazione dei criteri di giudizio 17

18 ESEMPIO: Introduzione RICONVERSIONE DI UN COMPLESSO EDILIZIO DISMESSO ipotesi 1 - distribuzione temporale di costi e ricavi 18

19 ESEMPIO: Introduzione RICONVERSIONE DI UN COMPLESSO EDILIZIO DISMESSO ipotesi 2 - distribuzione temporale di costi e ricavi 19

20 ESEMPIO: Introduzione RICONVERSIONE DI UN COMPLESSO EDILIZIO DISMESSO sintesi dei risultati 20

21 Introduzione DAL VALORE DI TRASFORMAZIONE AL GIUDIZIO DI CONVENIENZA Se il venditore richiede per il bene immobile un determinato prezzo, attraverso il «valore di trasformazione» l imprenditore / trasformatore verifica la convenienza al suo acquisto e trasformazione. 21

22 Introduzione GIUDIZIO DI CONVENIENZA Se il prezzo del bene immobile da trasformare è dato (Pm A ), allora la procedura del «valore di trasformazione» può essere utilizzata per verificare la convenienza dell imprenditore/trasformatore ad acquistare il bene e ad effettuare la trasformazione: Vtr B (Ktr + Pi) > Pm A In tale contesto decisionale, un importante valore incognito da ricercare è il profitto (Pi) che l imprenditore/trasformatore può realizzare attraverso l acquisto del bene immobile (Pm A ) e la sua successiva trasformazione e vendita: Pi = Vtr B (Ktr + Pm A ) Pi =? 22

23 Introduzione PER APPROFONDIMENTI Forte F. e De Rossi B. (1974), Principi di economia ed estimo, Etas, Milano Realfonzo A. (1994), Teoria e metodo dell estimo urbano, Nis, Roma Copiello S. (2011), Progetti urbani in partenariato. Studi di Fattibilità e Piano economico finanziario, Alinea, Firenze 23

Il valore di trasformazione e il giudizio di convenienza

Il valore di trasformazione e il giudizio di convenienza Corso di «Processi di pianificazione e processi di valutazione» a.a. 2014/15 Il valore di trasformazione e il giudizio di convenienza Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini stefano.stanghellini@iuav.it

Dettagli

Valutazione Economica del Progetto Corso del prof. Stefano Stanghellini. Analisi costi ricavi. Contributo didattico di: Sergio Copiello

Valutazione Economica del Progetto Corso del prof. Stefano Stanghellini. Analisi costi ricavi. Contributo didattico di: Sergio Copiello Valutazione Economica del Progetto Corso del prof. Stefano Stanghellini Analisi costi ricavi Contributo didattico di: Sergio Copiello Analisi costi ricavi La realizzazione di un progetto richiede che siano

Dettagli

La stima del valore di trasformazione

La stima del valore di trasformazione La stima del valore di trasformazione Prof. Stefano Stanghellini Docente: Collaboratore: Prof. Stefano Arch. Stanghellini Alessandro Mascarello Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Il valore di trasformazione

Dettagli

I ricavi e i costi dei progetti

I ricavi e i costi dei progetti Corso di laurea specialistica in architettura Indirizzo architettura per la città Laboratorio integrato ClaMARCH 3 - Cattedra B Valutazione economica del progetto I ricavi e i costi dei progetti Docente:

Dettagli

La stima del valore di trasformazione: definizione e stima

La stima del valore di trasformazione: definizione e stima Corso di Estimo a.a. 2008-09 La stima del valore di trasformazione: definizione e stima Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Presentazione: Dott.ssa Valeria Ruaro 1 Scopo

Dettagli

Valutazione economica del progetto Corso del prof. Stefano Stanghellini. Valore di Trasformazione

Valutazione economica del progetto Corso del prof. Stefano Stanghellini. Valore di Trasformazione Valutazione economica del progetto Corso del prof. Stefano Stanghellini Valore di Trasformazione Valore di trasformazione La stima del valore di trasformazione si configura come una procedura atta a prevedere

Dettagli

Il costo di produzione. Venezia, 8 maggio 2014

Il costo di produzione. Venezia, 8 maggio 2014 Il costo di produzione Venezia, 8 maggio 2014 Il costo di produzione Il costo di produzione rappresenta la somma delle spese che al momento della stima un imprenditore ordinario deve sostenere per realizzare

Dettagli

I costi di insediamento

I costi di insediamento I costi di insediamento Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello I costi della produzione insediativa Kp = Pa + Ki + Ku + Ck + Kc + Op + I + (C + T + P) Kp = spese

Dettagli

La fattibilità dei progetti

La fattibilità dei progetti La fattibilità dei progetti 12.XII.2005 La fattibilità dei progetti La fattibilità di un progetto dipende dalla capacità che quest ultimo ha di determinare condizioni per un effettiva cooperazione fra

Dettagli

Il negoziato in urbanistica e la valutazione dei benefici pubblici e privati

Il negoziato in urbanistica e la valutazione dei benefici pubblici e privati Ordine degli Ingegneri della Provincia di Latina Il negoziato in urbanistica e la valutazione dei benefici pubblici e privati Stefano Stanghellini Università IUAV seminario mercoledì 18 giugno 2014 1 Il

Dettagli

I costi di insediamento

I costi di insediamento I costi di insediamento Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello I costi della produzione insediativa Kp = spese da sostenere per insediare sul territorio persone

Dettagli

ESTIMO ED ECONOMIA AMBIENTALE_Lez 6_7

ESTIMO ED ECONOMIA AMBIENTALE_Lez 6_7 ESTIMO ED ECONOMIA AMBIENTALE_Lez 6_7 Modulo di Laboratorio di Progettazione Urbanistica prof. arch. Giuseppe Guida I PROCEDIMENTI DI STIMA E I LIVELLI DI PROGETTAZIONE Come abbiamo già visto in precedenza,

Dettagli

Il valore di mercato e il valore di costo

Il valore di mercato e il valore di costo Il valore di mercato e il valore di costo 09.03.2016 Le fasi del percorso di valutazione Progetto e fattibilità Stimadicosti e ricavi del progetto Misura delle consistenze del progetto e stima di ricavi

Dettagli

La stima del valore di trasformazione

La stima del valore di trasformazione La stima del valore di trasformazione 5.XII.2005 Il valore di trasformazione Si stima in tutti i casi in cui dobbiamo stimare il valore di un bene strumentale, ovvero di un bene che entra all interno di

Dettagli

27.IV.2010. Corso di Estimo - CLAPE - Prof. E. Micelli - Aa 2009.10

27.IV.2010. Corso di Estimo - CLAPE - Prof. E. Micelli - Aa 2009.10 La stima del valore di trasformazione 27.IV.2010 Il valore di trasformazione Si stima in tutti i casi in cui dobbiamo stimare il valore di un bene strumentale, ovvero di un bene che entra all interno di

Dettagli

Stima del valore di surrogazione

Stima del valore di surrogazione Corso di Estimo Stima del valore di surrogazione Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Definizione Il valore di surrogazione del prezzo indeterminato di un immobile

Dettagli

Stima del Valore di Mercato la capitalizzazione dei redditi

Stima del Valore di Mercato la capitalizzazione dei redditi Corso di valutazione estimativa del progetto Clasa a.a. 2012/13 Stima del Valore di Mercato la capitalizzazione dei redditi Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini arch. Pietro Bonifaci Stima

Dettagli

La stima del valore di trasformazione e del valore complementare

La stima del valore di trasformazione e del valore complementare La stima del valore di trasformazione e del valore complementare Prof. Arch. ALESSIO D AURIA, PhD DIPARTIMENTO DI CONSERVAZIONE DEI BENI ARCHITETTONICI E AMBIENTALI aldauria@unina.it www.docenti.unina.it

Dettagli

I costi di insediamento

I costi di insediamento Corso di Estimo a.a. 2008-09 I costi di insediamento Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Presentazione: Dott.ssa Valeria Ruaro 1 Contenuto della presentazione Definizione

Dettagli

I criteri di valutazione:

I criteri di valutazione: I criteri di valutazione: il VAN e il TIR 06.04.2016 La fattibilità economica del progetto La valutazione di fattibilità consiste nella verifica della convenienza economica del developer a promuovere l

Dettagli

La stima del valore di mercato delle aree edificabili

La stima del valore di mercato delle aree edificabili La stima del valore di mercato delle aree edificabili Martedì 6 novembre 2007 L obiettivo della presentazione L obiettivo della presentazione è quello di illustrare due casi di stima del valore di mercato

Dettagli

La capitalizzazione dei redditi

La capitalizzazione dei redditi Corso di Estimo La capitalizzazione dei redditi Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Stima per capitalizzazione dei redditi Definizione Procedura attraverso cui

Dettagli

Valore di costo. Procedimenti sintetici

Valore di costo. Procedimenti sintetici Valore di costo. Procedimenti sintetici Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Il mercato delle costruzioni LE PRINCIPALI FONTI INFORMATIVE Istituti di ricerca CRESME,

Dettagli

La stima del valore delle aree

La stima del valore delle aree La stima del valore delle aree 27.XI.2013 Il valore di trasformazione Si stima in tutti i casi in cui dobbiamo stimare il valore di un bene strumentale, ovvero di un bene che entra all interno di un processo

Dettagli

macro-modulo di Estimo a.a i costi del processo edilizio

macro-modulo di Estimo a.a i costi del processo edilizio laboratorio di costruzione architettonica1 macro-modulo di Estimo a.a. 2017-2018 i costi del processo edilizio Prof. Giorgia Zoboli Il concetto di costo o Il valore di costo di un bene si configura in

Dettagli

La capitalizzazione dei redditi

La capitalizzazione dei redditi Corso di estimo Clasa a.a. 2010/11 La capitalizzazione dei redditi Docente Collaboratrice prof. Stefano Stanghellini arch. Valeria Ruaro Stima per capitalizzazione dei redditi Definizione Procedura attraverso

Dettagli

Il costo di costruzione. Venezia, 24 aprile 2014

Il costo di costruzione. Venezia, 24 aprile 2014 Il costo di costruzione Venezia, 24 aprile 2014 Il valore di costo In estimo, il valore di costo fa riferimento all aspetto economico della producibilità il criterio di stima è Vc = Kfp dove Kfp è il costo

Dettagli

I costi del progetto 12.XI Corso di Estimo ACC - Prof. E. Micelli - Aa

I costi del progetto 12.XI Corso di Estimo ACC - Prof. E. Micelli - Aa I costi del progetto 12.XI.2013 I costi del progetto Due sono i casi con produzioni di beni per progetto: un primo caso riguarda la produzione di beni intesa come promozione immobiliare un secondo caso

Dettagli

Servizio Tecnico Urbanistico

Servizio Tecnico Urbanistico ALLEGATO A) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 di data 29.03.2011 C O M U N E D I A L A Provincia di Trento Servizio Tecnico Urbanistico Piazza San Giovanni, 1-38061 ALA (Tel. 0464/678724-

Dettagli

Valore di costo Procedimenti sintetici

Valore di costo Procedimenti sintetici Valutazione estimativa del progetto Corso del prof. Stefano Stanghellini Clasa a.a. 2011/12 Valore di costo Procedimenti sintetici Collaboratrice arch. Valeria Ruaro Il mercato delle costruzioni LE PRINCIPALI

Dettagli

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Estimo immobiliare aspetti economici e criteri di stima CORSO PRATICANTI 2015

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Estimo immobiliare aspetti economici e criteri di stima CORSO PRATICANTI 2015 BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO Estimo immobiliare aspetti economici e criteri di stima CORSO PRATICANTI 2015 Dal postulato dello scopo dipendono i criteri di stima o aspetti economici. Il valore di stima è

Dettagli

Capitolo 10. Stima delle aree fabbricabili

Capitolo 10. Stima delle aree fabbricabili Capitolo 10 Stima delle aree fabbricabili 10.1 Stima delle aree fabbricabili Per area edificabile (o fabbricabile) si intende una porzione di terreno atta alla costruzione di un fabbricato civile o industriale.

Dettagli

Capitolo 10. Stima delle aree fabbricabili

Capitolo 10. Stima delle aree fabbricabili Capitolo 10 Stima delle aree fabbricabili 10.1 Stima delle aree fabbricabili Per area edificabile (o fabbricabile) si intende una porzione di terreno atta alla costruzione di un fabbricato civile o industriale.

Dettagli

Capitolo 10. Stima delle aree fabbricabili

Capitolo 10. Stima delle aree fabbricabili Capitolo 10 Stima delle aree fabbricabili 10.1 Stima delle aree fabbricabili Per area edificabile (o fabbricabile) si intende una porzione di terreno atta alla costruzione di un fabbricato civile o industriale.

Dettagli

Il prezzo del suolo nei progetti urbani

Il prezzo del suolo nei progetti urbani Corso di laurea specialistica in architettura Indirizzo architettura per la città Laboratorio integrato ClaMARCH 3 - Cattedra B Valutazione economica del progetto Il prezzo del suolo nei progetti urbani

Dettagli

Saggio di attualizzazione, tasso di rendimento interno e saggio di capitalizzazione

Saggio di attualizzazione, tasso di rendimento interno e saggio di capitalizzazione Saggio di attualizzazione, tasso di rendimento interno e saggio di capitalizzazione Venezia, 26 novembre 2013 Prof. Antonella Faggiani Arch. Valeria Ruaro, collaboratrice alla didattica estimo.b.acc2013@gmail.com

Dettagli

PIANO ATTUATIVO PER LA RISTRUTTURAZIONE DEGLI EDIFICI ESISTENTI, CON CAMBIO DELLA DESTINAZIONE FUNZIONALE D USO

PIANO ATTUATIVO PER LA RISTRUTTURAZIONE DEGLI EDIFICI ESISTENTI, CON CAMBIO DELLA DESTINAZIONE FUNZIONALE D USO COMUNE DI SESTO SAN GIOVANNI PROPRIETA DAL CIN S.P.A. VIA FRATELLI CASIRAGHI 422 PIANO ATTUATIVO PER LA RISTRUTTURAZIONE DEGLI EDIFICI ESISTENTI, CON CAMBIO DELLA DESTINAZIONE FUNZIONALE D USO DOC. D)

Dettagli

Il costo di sostituzione deprezzato e la stima dei beni soggetti a trasformazione

Il costo di sostituzione deprezzato e la stima dei beni soggetti a trasformazione Il costo di sostituzione deprezzato e la stima dei beni soggetti a trasformazione 13.I.2015 I tre valori derivati dell estimo Valore complementare, valore di trasformazione e valore di surrogazione sono

Dettagli

La stima del valore delle aree

La stima del valore delle aree Corso di laurea specialistica in architettura Indirizzo architettura per la città Laboratorio integrato ClaMARCH 3 - Cattedra B Valutazione economica del progetto La stima del valore delle aree Docente:

Dettagli

INDICE PARTE I IDENTIFICAZIONE E DESCRIZIONE DEL BENE. 2.1 Atti e dati di Provenienza dell immobile 2.2 Ubicazione

INDICE PARTE I IDENTIFICAZIONE E DESCRIZIONE DEL BENE. 2.1 Atti e dati di Provenienza dell immobile 2.2 Ubicazione INDICE PREMESSA PARTE I IDENTIFICAZIONE E DESCRIZIONE DEL BENE 1 SOPRALLUOGO 2 DESCRIZIONE DELL IMMOBILE 2.1 Atti e dati di Provenienza dell immobile 2.2 Ubicazione 3 DATI IDENTIFICATIVI 3.1 Dati Catastali

Dettagli

VALUTAZIONE DELL INVESTIMENTO Il calcolo del saggio di rendimento interno attraverso il B.I.M.

VALUTAZIONE DELL INVESTIMENTO Il calcolo del saggio di rendimento interno attraverso il B.I.M. Titolo VALUTAZIONE DELL INVESTIMENTO Il calcolo del saggio di rendimento interno attraverso il B.I.M. Relatore Matteo Negri BIM RUOLO DEL BIM NELL INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI DIAGNOSI PERIODICHE BUILDING

Dettagli

Piano Economico Finanziario

Piano Economico Finanziario Corso di valutazione economica del proge7o Clamarch a.a. 2013/14 Piano DocenA prof. Stefano Stanghellini stefano.stanghellini@iuav.it prof. Sergio Copiello copiello@iuav.it Collaboratori arch. Valeria

Dettagli

Lo scopo della comunicazione

Lo scopo della comunicazione Il progetto e la sua fattibilità: la stima dei costi per la trasformazione 03.XII.2008 Lo scopo della comunicazione Lo scopo della comunicazione è illustrare le voci di costo che vengono considerate nella

Dettagli

LCA1-modulo di Estimo

LCA1-modulo di Estimo LCA1-modulo di Estimo I costi del processo edilizio Proff. Riccardo Chiarini, Valentina Cosmi, Giorgia Zoboli Il concetto di costo o Il valore di costo di un bene si configura in economia come la somma

Dettagli

La rendita urbana e il regime immobiliare

La rendita urbana e il regime immobiliare Corso di «Processi di pianificazione e processi di valutazione» a.a. 2014/15 La rendita urbana e il regime immobiliare Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini stefano.stanghellini@iuav.it arch.

Dettagli

Corso di: Economia ed estimo forestale ed ambientale. S. Severini (Università della Tuscia, Viterbo)

Corso di: Economia ed estimo forestale ed ambientale. S. Severini (Università della Tuscia, Viterbo) Corso di: Economia ed estimo forestale ed ambientale S. Severini (Università della Tuscia, Viterbo) 1 Contenuto Introduzione: definizione, finalità e prerequisiti per la stima Criteri di stima Procedimenti

Dettagli

Si ringrazia Alessandra Curatolo per la preziosa collaborazione fornita

Si ringrazia Alessandra Curatolo per la preziosa collaborazione fornita Massimo Curatolo laureato in Ingegneria Civile presso l Università di Roma, è capo area presso la struttura centrale della Agenzia del Territorio e si occupa dell osservatorio dei valori immobiliari. Autore

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna Area Programmazione e Gestione del Territorio ALLEGATO 1 DETERMINAZIONE VALORI DI RIFERIMENTO DELLE AREE INSERITE NEGLI STRUMENTI URBANISTICI, AI FINI

Dettagli

Teoria e metodologia estimativa

Teoria e metodologia estimativa Teoria e metodologia estimativa Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Una definizione di Estimo L Estimo è la parte della scienza economica definibile come l insieme dei

Dettagli

La valutazione dei beni destinati a sviluppo (valorizzazione immobiliare)

La valutazione dei beni destinati a sviluppo (valorizzazione immobiliare) La valutazione dei beni destinati a sviluppo (valorizzazione immobiliare) Venezia, 13 marzo 2014 Prof. Antonella Faggiani Arch. Valeria Ruaro, collaboratrice alla didattica valutareilprogetto2@gmail.com

Dettagli

Fattori economici. Page 1. Costi di Manutenzione. Costi di Gestione Operativa. Totale Life Cycle Cost (costo globale) Manutenzione

Fattori economici. Page 1. Costi di Manutenzione. Costi di Gestione Operativa. Totale Life Cycle Cost (costo globale) Manutenzione Fattori economici 1 Costi di manutenzione Totale Life Cycle Cost (costo globale) 611 Manutenzione 296 Gestione operativa (costi di esercizio) 215 Costruzione 100 0 100 200 300 400 500 600 700 Costi di

Dettagli

COMUNE di. CASALECCHIO di RENO. Provincia di Bologna I.C.I.

COMUNE di. CASALECCHIO di RENO. Provincia di Bologna I.C.I. COMUNE di CASALECCHIO di RENO Provincia di Bologna I.C.I. AREE FABBRICABILI DIVISIONE DEL TERRITORIO URBANO IN AREE OMOGENEE PER VALORI IMMOBILIARI BIENNIO 2007/08 febbraio 2007 Comune di Casalecchio di

Dettagli

Regolamento Regionale 18/02/2015 n. 2, Art. 141

Regolamento Regionale 18/02/2015 n. 2, Art. 141 COMUNE DI ORVIETO Provincia di Terni UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA UFFICIO SUAPE Regolamento Regionale 18/02/2015 n. 2, Art. 141 DEFINIZIONE NUOVI PARAMETRI IN MATERIA DI CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

(cap ) Provincia di Lecce Tel. (0836) Fax C.F.: P.IVA: AREA 3 LL.PP.

(cap ) Provincia di Lecce Tel. (0836) Fax C.F.: P.IVA: AREA 3 LL.PP. COMUNE DI ARADEO (cap. 73040) Provincia di Lecce Tel. (0836) 552583 - Fax 554008 C.F.: 80008030753 P.IVA: 01174870756 AREA 3 LL.PP. E SERVIZI TECNICI Oggetto: Stima dell immobile dismesso uso scolastico

Dettagli

Tribunale di Milano PROCEDURA FALLIMENTARE

Tribunale di Milano PROCEDURA FALLIMENTARE Tribunale di Milano PROCEDURA FALLIMENTARE Imi Progetti S.r.l. In Breve Imi S.r.l. In Liq.ne N Gen. Rep. 446/2016 Giudice Delegato: Dott.ssa AMINA SIMONETTI Curatore Fallimentare: Maria Grazia Ferrari

Dettagli

Stima del valore di mercato

Stima del valore di mercato Stima del valore di mercato Docente: Prof. Stefano Stanghellini Collaboratore: Arch. Alessandro Mascarello Il valore di mercato Il valore di mercato è il valore che il bene da stimare riuscirebbe a realizzare

Dettagli

DCP - Valutazione economico finanziaria del progetto - Prof. Mirko Bisulli A.A La leva finanziaria

DCP - Valutazione economico finanziaria del progetto - Prof. Mirko Bisulli A.A La leva finanziaria La leva finanziaria 13.04.2016 Il finanziamento del progetto Il capitale impiegato per la realizzazione di un progetto può essere di due tipi: Capitale proprio del soggetto che effettua l operazione di

Dettagli

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO STRAORDINARIO (ex art. 16, comma 4, lett. d-ter), D.P.R. 6/6/2001, n. 380 e s.m. ed i.

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO STRAORDINARIO (ex art. 16, comma 4, lett. d-ter), D.P.R. 6/6/2001, n. 380 e s.m. ed i. UFFICIO TECNICO COMUNALE SEZIONE URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO STRAORDINARIO (ex art. 16, comma 4, lett. d-ter), D.P.R. 6/6/2001, n. 380 e s.m. ed i.) MODALITA

Dettagli

Determinazione del valore delle aree fabbricabili a seguito dell approvazione dei POC e PUA

Determinazione del valore delle aree fabbricabili a seguito dell approvazione dei POC e PUA Comune di Maranello Provincia di Modena Determinazione del valore delle aree fabbricabili a seguito dell approvazione dei POC e PUA Prot.8966 del 5.05.009 Allegato a delibera G.C. 8 del 6/05/009 Arch.

Dettagli

CITTÀ DI MONCALIERI Settore Sviluppo e Gestione del Territorio

CITTÀ DI MONCALIERI Settore Sviluppo e Gestione del Territorio CITTÀ DI MONCALIERI Settore Sviluppo e Gestione del Territorio CONTRIBUTO STRAORDINARIO DI URBANIZZAZIONE DI CUI ALL ART. 16 COMMA 4 LETT. D-TER) D.P.R. 380/2001 E S.M.I. DEFINIZIONE DELLE MODALITA DI

Dettagli

Paolo De Lorenzi - Perito EV 2016 BREVI CENNI DI ESTIMO

Paolo De Lorenzi - Perito EV 2016 BREVI CENNI DI ESTIMO BREVI CENNI DI ESTIMO 1 Paolo De Lorenzi Perito EV 2016 ll PREZZO è un indicazione relativa al valore attribuito da un particolare acquirente e/o venditore in particolari condizioni e circostanze per il

Dettagli

Valore dei diritti e dei crediti edilizi

Valore dei diritti e dei crediti edilizi Corso di «Processi di pianificazione e processi di valutazione» a.a. 2014/15 Valore dei diritti e dei crediti edilizi Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini stefano.stanghellini@iuav.it arch.

Dettagli

La valutazione degli investimenti. - Scelte di lungo periodo - VAN e SIR

La valutazione degli investimenti. - Scelte di lungo periodo - VAN e SIR La valutazione degli investimenti - Scelte di lungo periodo - VAN e SIR Scelte di lungo periodo N.B. Per seguire questa parte del programma è indispensabile la conoscenza della matematica finanziaria.

Dettagli

Analisi economico-finanziaria degli investimenti

Analisi economico-finanziaria degli investimenti Analisi economico-finanziaria degli investimenti Lezione 2 I flussi di cassa e I principali criteri decisionali per l analisi finanziaria Economia Applicata all ingegneria a.a. 2015-16 Prof.ssa Carmela

Dettagli

RELAZIONE DI FATTIBILITA ECONOMICA

RELAZIONE DI FATTIBILITA ECONOMICA COMUNE DI MONTECORVINO PUGLIANO Ufficio di Piano OGGETTO: Piano urbanistico attuativo comparto urbano Bivio Pratole ex lottizzazione Franzese Piano urbanistico attuativo di iniziativa pubblica ai sensi

Dettagli

COSTI A CARICO DELL OPERATORE. I costi che incidono sull intera operazione di riqualificazione, sono quelli di seguito riportati:

COSTI A CARICO DELL OPERATORE. I costi che incidono sull intera operazione di riqualificazione, sono quelli di seguito riportati: COSTI A CARICO DELL OPERATORE I costi che incidono sull intera operazione di riqualificazione, sono quelli di seguito riportati: 1. Costo delle demolizioni, delle opere di bonifica dell area e di cantierizzazione

Dettagli

Capitolo 6. Stima dei fabbricati civili

Capitolo 6. Stima dei fabbricati civili Capitolo 6 Stima dei fabbricati civili 6.1 L oggetto della valutazione Tipologie: fabbricati ad uso residenziale; negozi; uffici; autorimesse. La valutazione può riguardare un intero fabbricato o una sua

Dettagli

PERIZIA DI STIMA COMUNE DI QUINZANO D OGLIO PROVINCIA DI BRESCIA AREA SERVIZI PER IL TERRITORIO

PERIZIA DI STIMA COMUNE DI QUINZANO D OGLIO PROVINCIA DI BRESCIA AREA SERVIZI PER IL TERRITORIO COMUNE DI QUINZANO D OGLIO PROVINCIA DI BRESCIA AREA SERVIZI PER IL TERRITORIO OGGETTO: DETERMINAZIONE DEI VALORI DELLE AREE EDIFICABILIAI AI FINI DEL CALCOLO DELL IMPOSTA MUNICIPALE UNICA. PERIZIA DI

Dettagli

TEMA 3: Il criterio del VAN per la valutazione degli investimenti

TEMA 3: Il criterio del VAN per la valutazione degli investimenti TEMA 3: Il criterio del VAN per la valutazione degli investimenti Valore attuale, obiettivi dell impresa e corporate governance (Brealey, Meyers, Allen, Sandri: cap. 4) 1 Temi del corso 1. Analisi e pianificazione

Dettagli

Laboratorio Tecniche di valutazione dei progetti di trasporto. 2 lezione: Cos è un investimento? Prof. Ing. Gianfranco Fancello A.

Laboratorio Tecniche di valutazione dei progetti di trasporto. 2 lezione: Cos è un investimento? Prof. Ing. Gianfranco Fancello A. Laboratorio Tecniche di valutazione dei progetti di trasporto 2 lezione: Cos è un investimento? Prof. Ing. Gianfranco Fancello A.A: 2016-2017 Cos è un investimento? Un investimento è: - un esborso di capitale

Dettagli

TORINO Via Bistagno, 10. Palazzo uffici

TORINO Via Bistagno, 10. Palazzo uffici TORINO Via Bistagno, 10 Palazzo uffici Aprile 2013 Localizzazione 2 Descrizione Il complesso immobiliare occupa un intero isolato, di forma romboidale, delimitato a nord-est da Via Monbasiglio, a est da

Dettagli

Lo studio di fattibilità della valorizzazione

Lo studio di fattibilità della valorizzazione Lo studio di fattibilità della valorizzazione Venezia, 3 dicembre 2014 Prof. Antonella Faggiani valutareilprogetto2@gmail.com Estimo Corso di laurea magistrale in Architettura per il Nuovo e per l Antico

Dettagli

La stima per capitalizzazione dei redditi

La stima per capitalizzazione dei redditi La stima per capitalizzazione dei redditi 5.XI.2013 La stima per capitalizzazione La capitalizzazione dei redditi è l operazione matematico-finanziaria che determina l ammontare del capitale - il valore

Dettagli

Analisi dei valori immobiliari e struttura dei costi insediativi

Analisi dei valori immobiliari e struttura dei costi insediativi Valutazione economica del progetto AA 2016/17 Analisi dei valori immobiliari e struttura dei costi insediativi Docenti Collaboratore prof. Stefano Stanghellini stefano.stanghellini@iuav.it prof. Sergio

Dettagli

CITTÀ DI VENARIA REALE PROVINCIA DI TORINO RELAZIONE DI STIMA PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE DI MERCATO DELLE AREE EDIFICABILI SITE NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI VENARIA REALE (TO), INSERITE NELLA VARIANTE

Dettagli

Gli accordi pubblico - privato

Gli accordi pubblico - privato Gli accordi pubblico - privato 20.04.2016 Gli accordi pubblico-privato privato come strumento di gestione Gli accordi pubblico privato rappresentano uno degli strumenti più affermati per la gestione dei

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - URBANISTICA

RELAZIONE TECNICO - URBANISTICA COMUNE DI NERETO PROVINCIA DI TERAMO OGGETTO : PROGRAMMA INSEDIATIVO IN VARIANTE ALLO STRUMENTO URBANISTICO IN APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO PER PROGRAMMI DI ADEGUAMENTO ED INTEGRAZIONE DELL ASSETTO EDILIZIO

Dettagli

COMUNE DI NAPOLI STIMA VALORE DI MERCATO

COMUNE DI NAPOLI STIMA VALORE DI MERCATO COMUNE DI NAPOLI STIMA VALORE DI MERCATO PERITO: Arch. Michela Genovese ******************** OGGETTO: Stima di un fondo ubicato nel Comune di Napoli, alla via Madonnelle - quartiere Ponticelli. **************************

Dettagli

Perizia di stima per la determinazione del valore di monetizzazione relativa all ambito di trasformazione AT_7 previsto dal PGT vigente Febbraio 2017

Perizia di stima per la determinazione del valore di monetizzazione relativa all ambito di trasformazione AT_7 previsto dal PGT vigente Febbraio 2017 (CO) REDAZIONE DI PERIZIA DI STIMA PER LA DETERMINAZIONE DEL VALORE DI MONETIZZAZIONE RELATIVA ALL AMBITO DI TRASFORMAZIONE AT_7 PREVISTO DAL PGT VIGENTE ARCH. ANNA MANUELA BRUSA PASQUE Varese 1 A) DESCRIZIONE

Dettagli

Comune di CASALVECCHIO DI PUGLIA

Comune di CASALVECCHIO DI PUGLIA Comune di CASALVECCHIO DI PUGLIA 71030 Provincia di FOGGIA IMU - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Valutazione suoli ricadenti nelle zone omogenee del P.R.G. del Comune di Casalvecchio di Puglia ACCERTAMENTO

Dettagli

Prof. Alberto Pavan Politecnico di Milano. Principi di Estimo. Milano, 16 gennaio 2015 Camera di Commercio

Prof. Alberto Pavan Politecnico di Milano. Principi di Estimo. Milano, 16 gennaio 2015 Camera di Commercio Prof. Alberto Pavan Politecnico di Milano Principi di Estimo Milano, 16 gennaio 2015 Camera di Commercio Principi economici SCARSITÀ DOMANDA OFFERTA CONSUMO PRODUZIONE UTILITÀ PROFITTO 2 Economia ed Estimo

Dettagli

Laboratorio di Costruzione 1 Modulo di Estimo. I costi in edilizia

Laboratorio di Costruzione 1 Modulo di Estimo. I costi in edilizia Laboratorio di Costruzione 1 Modulo di Estimo I costi in edilizia Proff. Valentina Cosmi, Raffaella Lioce, Giorgia Zoboli 1 Il concetto d appalto L art. 1321 del Codice Civile definisce l appalto come

Dettagli

VALUTAZIONI IMMOBILIARI

VALUTAZIONI IMMOBILIARI VALUTAZIONI IMMOBILIARI in applicazione degli standard internazionali Ragusa, 11 Aprile 2015 PREMESSA REGOLARITÀ AMMINISTRATIVA Un immobile è regolare quando è conforme a delle regole urbanistiche e catastali

Dettagli

COMUNE di. CASALECCHIO di RENO. Provincia di Bologna I.C.I.

COMUNE di. CASALECCHIO di RENO. Provincia di Bologna I.C.I. 1 COMUNE di CASALECCHIO di RENO Provincia di Bologna I.C.I. AREE FABBRICABILI DIVISIONE DEL TERRITORIO URBANO IN AREE OMOGENEE PER VALORI IMMOBILIARI BIENNIO 2009/10 Aprile 2009 2 AGGIORNAMENTO DELLA STIMA

Dettagli

Prefazione. Parte I Il metodo estimativo 1

Prefazione. Parte I Il metodo estimativo 1 00_estimo 11-05-2004 16:55 Pagina VII Prefazione XV Parte I Il metodo estimativo 1 Capitolo 1 Contenuti, scopi e metodi dell Estimo 3 1.1 Contenuti e scopi 3 1.2 Fasi della stima 4 Quesito di stima 4 Criteri

Dettagli

Gli accordi pubblico-privato nelle trasformazioni urbane

Gli accordi pubblico-privato nelle trasformazioni urbane Gli accordi pubblico-privato nelle trasformazioni urbane 14.XII.2009 Lo scopo e i temi della lezione Lo scopo della lezione consiste nella presentazione della i temi del negoziato tra pubblico e privato

Dettagli

REGOLAMENTO CONTENENTE I CRITERI E LE MODALITÀ APPLICATIVE DELL'ART DEL TESTO COORDINATO DELLE NORME DI P.S.C. - P.O.C. - R.U.E.

REGOLAMENTO CONTENENTE I CRITERI E LE MODALITÀ APPLICATIVE DELL'ART DEL TESTO COORDINATO DELLE NORME DI P.S.C. - P.O.C. - R.U.E. REGOLAMENTO CONTENENTE I CRITERI E LE MODALITÀ APPLICATIVE DELL'ART. 14.1 DEL TESTO COORDINATO DELLE NORME DI P.S.C. - P.O.C. - R.U.E. ALLEGATO A LE MODALITÀ DI CALCOLO DEGLI INCREMENTI DI VALORE DEI TERRENI

Dettagli

Con le modifiche apportate a seguito dell accoglimento delle osservazioni 1) Ambito e contenuti dell intervento

Con le modifiche apportate a seguito dell accoglimento delle osservazioni 1) Ambito e contenuti dell intervento RELAZIONE ECONOMICA Con le modifiche apportate a seguito dell accoglimento delle osservazioni 1) Ambito e contenuti dell intervento L intervento proposto riguarda un programma integrato di intervento che

Dettagli

Analisi gerarchica e confronto a coppie

Analisi gerarchica e confronto a coppie Valutazione economica del progetto AA 2016/17 Analisi gerarchica e confronto a coppie Docenti Collaboratore prof. Stefano Stanghellini stefano.stanghellini@iuav.it prof. Sergio Copiello copiello@iuav.it

Dettagli

Le fasi della stima. Soggetto incaricato e committente Finalità dell incarico. Scopo e criterio di stima

Le fasi della stima. Soggetto incaricato e committente Finalità dell incarico. Scopo e criterio di stima Stima del valore di mercato Prof. Laura Gabrielli Corso di Estimo C a.a. 2007_2008 Le fasi della stima 1. Premessa Soggetto incaricato e committente Finalità dell incarico 2. Documentazione di riferimento

Dettagli

I costi sociali della mafia. Desio: intimidazioni mafiose relatore Lucrezia Ricchiuti Vice Sindaco di Desio

I costi sociali della mafia. Desio: intimidazioni mafiose relatore Lucrezia Ricchiuti Vice Sindaco di Desio Desio: intimidazioni mafiose relatore Lucrezia Ricchiuti Vice Sindaco di Desio 1 Desio: gli attentati mafiosi 2 Desio: Sede attuale di Villa Tittoni Traversi. 3 Intimidazioni mafiose Desio, 6-7 novembre

Dettagli

Valutazione degli investimenti

Valutazione degli investimenti 5 Valutazione degli investimenti Valutazione degli investimenti l Aspetti generali l Indici di scuola anglosassone l Indici di scuola italiana (cfr. Estimo) Valutazione degli investimenti I quesiti di

Dettagli

COMUNE DI FORESTO SPARSO BERGAMO

COMUNE DI FORESTO SPARSO BERGAMO COMUNE DI TELGATE Piazza V. Veneto, 42 24060 Telgate (BG) Tel. 035830121 Fax 0354421101 Codice Fiscale e P.IVA 00240940163 e-mail: tecnico@comune.telgate.bg.it COMUNE DI FORESTO SPARSO BERGAMO RELAZIONE

Dettagli

Stima del valore complementare

Stima del valore complementare Corso di estimo Clasa a.a. 2010/11 Stima del valore complementare Docente Collaboratrice prof. Stefano Stanghellini arch. Valeria Ruaro Definizione Il valore complementare viene definito quale valore attribuibile

Dettagli

P.A.T. - INDIRIZZI PER L'APPLICAZIONE DEGLI ISTITUTI PEREQUATIVI PREVISTI DALLA L.R. 11/2004 E S.M.I.

P.A.T. - INDIRIZZI PER L'APPLICAZIONE DEGLI ISTITUTI PEREQUATIVI PREVISTI DALLA L.R. 11/2004 E S.M.I. P.A.T. - INDIRIZZI PER L'APPLICAZIONE DEGLI ISTITUTI PEREQUATIVI PREVISTI DALLA L.R. 11/2004 E S.M.I. Premessa Il presente documento contiene gli indirizzi che dovranno conformare il PAT di Quarto d Altino

Dettagli

ESTIMO DEI BENI PRIVATI

ESTIMO DEI BENI PRIVATI ESTIMO DEI BENI PRIVATI Qualsiasi stima si basa su una serie di principi generali che l estimo appronta e cui deve attenersi ogni perito nella redazione del giudizio di stima. La teoria estimativa si fonda

Dettagli

TEMA 3: Il criterio del VAN per la valutazione degli investimenti

TEMA 3: Il criterio del VAN per la valutazione degli investimenti TEMA 3: Il criterio del VAN per la valutazione degli investimenti Applicazioni pratiche (Brealey, Meyers, Allen, Sandri: cap. 8 Bertinetti: cap. 6) Lezione 9: Applicazioni pratiche 1 Temi del corso 1.

Dettagli

COMUNE DI MAGNAGO. Legge n. 448 Art. 31 commi da 45 a 50 AREE CONCESSE AI SENSI DELL ART. 35 L. 865/71

COMUNE DI MAGNAGO. Legge n. 448 Art. 31 commi da 45 a 50 AREE CONCESSE AI SENSI DELL ART. 35 L. 865/71 COMUNE DI MAGNAGO Legge 23.12.1998 n. 448 Art. 31 commi da 45 a 50 AREE CONCESSE AI SENSI DELL ART. 35 L. 865/71 TRASFORMAZIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE IN DIRITTO DI PROPRIETA PROGETTO DEFINITIVO Settore

Dettagli

Capitale & Ricchezza

Capitale & Ricchezza Capitale & Ricchezza Problema di fondo Valutazione del capitale come elemento del patrimonio o come fattore della produzione Conto o Stato Patrimoniale ATTIVO PASSIVO Attività Reali A Passività Finanziarie

Dettagli

Estimo d Prof. Raffaella Lioce. Processo edilizio e valore di costo

Estimo d Prof. Raffaella Lioce. Processo edilizio e valore di costo Estimo d Prof. Raffaella Lioce Processo edilizio e valore di costo 1 il concetto d appalto L art. 1321 del Codice Civile definisce l appalto come l accordo tra due o più parti per costituire, regolare

Dettagli