EXECUTIVE COMPENSATION 2014 LA REMUNERAZIONE DEI VERTICI AZIENDALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EXECUTIVE COMPENSATION 2014 LA REMUNERAZIONE DEI VERTICI AZIENDALI"

Transcript

1 EXECUTIVE COMPENSATION 2014 LA REMUNERAZIONE DEI VERTICI AZIENDALI Per il quinto anno consecutivo OD&M - società di consulenza appartenente a Gi Group, specializzata nella realizzazione di indagini retributive e benchmark di metodologie e pratiche riguardanti sistemi incentivanti e politiche retributive - ha analizzato la remunerazione dei vertici aziendali di un campione rappresentativo di Società quotate nella Borsa Italiana 1 attraverso la lettura dei bilanci, delle relazioni sulla remunerazione e delle relazioni sul governo societario e gli assetti proprietari. Il 5 Rapporto, pubblicato il 14 ottobre 2014, riassume tendenze, prassi e livelli di mercato della remunerazione dei vertici aziendali (Presidente, Amministratori Delegati, Direttori Generali, altri Dirigenti con Responsabilità Strategiche e altri componenti del CdA Amministratori esecutivi, Amministratori non esecutivi, ) e si rivolge a chi è chiamato a prendere decisioni su questi temi. L analisi, inoltre, costituisce un riferimento di tendenze e prassi del mercato anche per le Società non quotate, perché spesso le pratiche delle Società più visibili diventano un benchmark per molte altre realtà aziendali. Il rapporto Executive Compensation 2014 è stato realizzato considerando 140 Aziende delle 237 quotate alla Borsa Italiana (presenti nei listini esclusivamente italiani e non coinvolte in alcuna procedura fallimentare). Lo studio analizza profili remunerativi relativi ai membri del CdA (Presidente, Amministratore Delegato, Amministratore Esecutivo, Amministratore non Esecutivo), Direttori Generali e Dirigenti con responsabilità strategiche e propone un analisi dettagliata per 17 posizioni. Per ciascuna di esse il rapporto propone l entità delle remunerazioni, la composizione dei pacchetti retributivi di tali ruoli di vertice, diffusione e tipologia dei piani di medio-lungo termine, eventuali clausole accessorie. Dall analisi emerge: - Maggiore trasparenza - Maggiore sostenibilità della performance nel tempo - Remunerazioni totali in calo per AD e Presidente CdA e in aumento per Direttori Generali e altri Dirigenti strategici - Minor ricorso all equity nei piani di incentivazione a medio-lungo termine - Riduzione della distanza tra la retribuzione del neolaureato e quella dell AD - Aumento del numero delle donne nei CdA 1 Il metodo di selezione delle aziende è basato su un modello di campionamento strutturato in funzione di alcune caratteristiche specifiche: settore, segmento borsistico, ricavi e capitalizzazione. L universo di riferimento per l indagine è costituito da 237 aziende quotate alla Borsa di Milano nei seguenti listini: FTSE MIB, FTSE Italia Micro Cap, FTSE Italia Small Cap, FTSE Italia Mid Cap, FTSE Italia All share. Sono escluse dall universo di riferimento le aziende quotate nel segmento MTA International e nel segmento AIM Italia, le aziende con titolo sospeso all ultima settimana di Giugno 2014, nonché tutte le aziende quotate coinvolte in procedura fallimentare o in fase di delisting e le aziende in fase di quotazione all ultima settimana di Giugno Sono invece compresi i segmenti del mercato STAR e MIV.

2 Maggiore trasparenza Si riscontra un crescente allineamento delle politiche di remunerazione dei vertici aziendali delle società quotate a quanto richiesto/raccomandato dagli Enti Regolatori. Riscontrabile soprattutto attraverso le seguenti evidenze: o presenza nel 90% delle società del Comitato per la Remunerazione, con caratteristiche di organo indipendente, in quanto i membri sono tutti Amministratori non esecutivi, dei quali l 83% sono indipendenti; o presenza in aumento rispetto allo scorso anno - dei criteri/regole/parametri volti ad assicurare che le componenti variabili della remunerazione siano erogate a fronte di risultati effettivamente conseguiti, ovvero aumento della garanzia che sia distribuita ricchezza realmente prodotta; o maggiore evidenza nei pacchetti delle clausole accessorie, in particolare patti di non concorrenza presenti per il 25% delle aziende e trattamenti per cessione anticipata del mandato/rapporto presenti per il 26%. Maggiore sostenibilità della performance nel tempo L attenzione da parte delle aziende nell impostare politiche di remunerazione sostenibili nel tempo, è stata rilevata da OD&M nella sua analisi. Di seguito vengono presentate le principali evidenze: o Nei pacchetti remunerativi di Amministratori Delegati, Direttori Generali e altri Dirigenti con responsabilità strategiche presenza della componente variabile sia di breve sia di medio-lungo periodo (LTI): l 85% delle aziende prevede per queste figure un piano di incentivazione di breve periodo e di queste il 73% ha anche un piano di incentivazione di mediolungo periodo. Ciò è confermato anche dall analisi del Compensation Mix.

3 Come si può rilevare dal grafico, mentre il peso della componente fissa sul pacchetto totale è rimasto sostanzialmente invariato rispetto allo scorso anno, riscontriamo uno spostamento, all interno della parte variabile, verso la componente di medio-lungo periodo, per tutte le tre figure analizzate. o piani di incentivazione quasi totalmente legati a condizioni di performance: l erogazione dei bonus è sempre più vincolata al raggiungimento di obiettivi aziendali. Nella quasi totalità delle aziende i sistemi di retribuzione variabile sono legati al raggiungimento di specifici obiettivi di performance (KPI), anche se le condizioni di accesso (obiettivi cancello, livelli minimi di performance, threshold) non sempre vengono esplicitate nelle Relazioni sulla Remunerazione, essendo indicate da circa il 50% delle società; o presenza di Cap per il 52% delle aziende, espressi o come performance massima raggiungibile nella curva di retribuzione o come valore massimo di incentivo erogabile; o crescita del meccanismo di differimento: circa il 42% (in aumento rispetto allo scorso anno 35%) delle società che adottano piani di incentivazione annuali ha dichiarato di avere sistemi di pagamento differito in 2/3 anni rispetto alla maturazione del bonus; o crescita delle clausole di Lockup: circa il 30% delle aziende in aumento rispetto allo scorso anno (22%) - che hanno dichiarato un piano LTI equity based prevede clausole di Lockup, ovvero il mantenimento in tutto o in parte delle azioni acquisite per un determinato numero di anni; o infine, rimane limitata l adozione di meccanismi di clawback, che continuano ad essere presenti esclusivamente nel settore Finanza; in questi casi la società ha la facoltà di richiedere la restituzione del bonus già corrisposto al beneficiario qualora si verifichino particolari condizioni (condotte dolose o gravemente colpose). Remunerazioni totali in calo per AD e Presidente CdA e in aumento per Direttori Generali e altri Dirigenti strategici In generale, facendo riferimento ai dati medi, si è rilevato un calo delle remunerazioni totali della figura dell Amministratore Delegato (-4,3%) e del Presidente CdA (-10,4%), mentre sono aumentate del 10% circa le remunerazioni totali del Direttore Generale e dei Dirigenti con Responsabilità Strategiche. Piuttosto stabili gli Amministratori non Esecutivi.

4 Posizione Remunerazione Totale Annua Dato medio Remunerazione Totale Annua Confronto con anno precedente Componenti fisse Componenti variabili monetarie * (valore assoluto in ) Amministratore Delegato ,3% -2,4% -7,9% Direttore Generale ,3% -4,4% 52,4% Presidente CdA ,3% -3,4% -57% Dirigenti con Resp. strategiche ,4% 4,9% 24,4% Amministratore Non Esecutivo ,6% 2,4% --- * Le componenti variabili monetarie includono bonus di competenza dell esercizio 2013, (anche se corrisposti nei primi mesi del 2014), e bonus differiti da anni precedenti giunti a maturazione nel 2013 Le variazioni significative sono imputabili principalmente alle componenti variabili, mentre per quanto riguarda la componente fissa, le diminuzioni, per AD e Presidente, e gli aumenti, per Dirigenti con Responsabilità Strategiche, Direttore Generale e Amministratori non Esecutivi, sono inferiori ai 5 punti percentuali. Si precisa che tali livelli retributivi sono valori medi, che variano in funzione dei seguenti elementi: settore, segmento borsistico e dimensioni aziendali (in termini di ricavi e capitalizzazione). Analizzando, ad esempio, la figura dell Amministratore Delegato emerge che i livelli retributivi di coloro che appartengono ai settori industria e servizi sono sostanzialmente livellati rispetto al valore medio generale ( ); al contrario, la remunerazione rilevata per l AD del settore Finanza è superiore rispetto alla media generale di circa il 52%. Con riferimento al segmento borsistico, si rileva che gli AD di Società appartenenti al listino FTSE MIB percepiscono remunerazioni pari a 2,3 volte il valore medio. Si conferma invece quanto già rilevato negli scorsi anni circa la stretta correlazione tra dimensione aziendale ed entità della remunerazione dei vertici. Le Società quotate, con livelli di capitalizzazione e ricavi superiori a 500 milioni di Euro, corrispondono mediamente ai propri Amministratori Delegati remunerazioni complessive pari a circa 2 volte il valore medio generale. Minor ricorso all equity nei piani di incentivazione a medio-lungo termine

5 Minor ricorso all equity nei piani di incentivazione a medio-lungo termine Viene confermata l importanza dei piani di incentivazione di medio-lungo periodo(lti) nei pacchetti remunerativi delle figure di vertice. L analisi svolta evidenzia una sostanziale omogeneità di comportamento da parte delle aziende rispetto ai due esercizi precedenti, ma con una differenza nelle tipologie di piano maggiormente adottate. PIANI DI MEDIO E LUNGO PERIODO DISTRIBUZIONE % COVERAGE LTI CASH 39,1% 21,1% LTI EQUITY BASED 44,5% 24,1% LTI CASH + LTI EQUITY BASED 16,4% 8,9% TOTALE 100% 54% Viene riconfermato il maggior ricorso a sistemi di incentivazione monetaria (LTI Cash), come unico strumento di LTI, passando dal 15,7% dello scorso anno al 21,1% (se consideriamo anche i piani Cash abbinati a LTI Equity based si passa dal 27,8% dello scorso anno al 30%). Riscontriamo una riduzione dei piani Equity based, che passano dal 41,4% dello scorso anno al 33% (24,1% + 8,9%). PIANI EQUITY BASED DISTRIBUZIONE % COVERAGE STOCK OPTION PLAN 42,3% 13,9% STOCK GRANTS 29,5% 9,7% RESTRICTED SHARES 0% 0% PHANTOM OPTION PLAN 6,4% 2,1% PIU' PIANI EQUITY BASED 21,8% 7,2% TOTALE 100% 33% Tra i piani Equity based lo strumento più utilizzato continua ad essere il piano di Stock Options, ma in costante diminuzione rispetto agli esercizi precedenti, i quali vengono con maggior frequenza sostituiti o affiancati a piani di Stock Grants.

6 Riduzione della distanza tra la retribuzione del neolaureato e quella dell AD Si è ridotto il differenziale retributivo tra Amministratore Delegato e neolaureato. Un aspetto rilevante per valutare il giusto compenso del vertice aziendale è l analisi dell equità interna. Una lettura efficace a tal proposito è quella della differenza tra la retribuzione massima e quella minima: in Italia nel 2013, la differenza retributiva fra una figura di neolaureato e un Amministratore Delegato, che possono rappresentare il vertice e la base della struttura organizzativa di un azienda, è pari a 36,5:1. Ciò significa che servono 36,5 retribuzioni annue di un neolaureato per ottenere quella di un Amministratore Delegato, gap che risulta in diminuzione rispetto al 2012 (40:1). Il differenziale più elevato si riscontra nel settore Finanza, dove si osserva un rapporto di 53,6:1, in leggera diminuzione rispetto allo scorso anno (54:1). Aumento del numero delle donne nei CdA La presenza femminile nei CdA risulta in aumento, in quanto si rileva un rapporto di 5:1, ovvero una donna ogni 5 uomini (nel 2009 era pari a 18:1). Tuttavia le donne ricoprono principalmente ruoli non esecutivi (la carica più diffusa tra le donne è quella di Amministratore non Esecutivo). Ciò è ulteriormente confermato dal fatto che solo il 4,1% degli Amministratori Delegati è donna (sostanzialmente in linea con l anno precedente), mentre tra gli Amministratori non Esecutivi il 20,1% è donna (l anno precedente la percentuale era dell 11,4%).

7 Accompagniamo le organizzazioni nella gestione e valorizzazione delle loro persone con prodotti e servizi di consulenza HR innovativi e research based. LEAD LOCAL, COMPETE GLOBAL OD&M è una società di consulenza specializzata nella gestione e valorizzazione delle risorse umane, nella progettazione di sistemi organizzativi, gestionali e di comunicazione aziendale. È leader nella realizzazione di indagini retributive e benchmark di metodologie e pratiche, in particolare nell ambito dei sistemi di incentivazione e delle politiche retributive. Dal 2007 fa parte di Gi Group, il primo gruppo italiano nei servizi dedicati allo sviluppo del mercato del lavoro. Per ulteriori informazioni sull attività di OD&M: OD&M Consulting Piazza IV Novembre, 5 - Milano Telefono: Fax:

2. METODOLOGIA E CARATTERISTICHE DEL CAMPIONE

2. METODOLOGIA E CARATTERISTICHE DEL CAMPIONE 2. 2.1 METODOLOGIA Il metodo di selezione delle aziende adottato per Executive Compensation è basato su un modello di campionamento strutturato in funzione di alcune caratteristiche proprie dell azienda.

Dettagli

2. METODOLOGIA E CARATTERISTICHE DEL CAMPIONE

2. METODOLOGIA E CARATTERISTICHE DEL CAMPIONE 2. 2.1 METODOLOGIA Il metodo di selezione delle aziende adottato per Executive Compensation è basato su un modello di campionamento strutturato in funzione di alcune caratteristiche proprie dell azienda.

Dettagli

La remunerazione del Top Management: variabile più legato alle performance e maggiore trasparenza

La remunerazione del Top Management: variabile più legato alle performance e maggiore trasparenza La remunerazione del Top Management: variabile più legato alle performance e maggiore trasparenza Il tema delle remunerazioni dei Vertici Aziendali continua a essere di grande attualità e oggetto di particolare

Dettagli

Studio sui compensi dei consigli di amministrazione delle società del FTSE MIB Anno 2011

Studio sui compensi dei consigli di amministrazione delle società del FTSE MIB Anno 2011 Studio sui compensi dei consigli di amministrazione delle società del FTSE MIB Anno 2011 Responsabile dello studio Guido Cutillo Country Head of Talent and Organization Consulting Hanno contribuito allo

Dettagli

Rassegna Stampa 10.11.2015

Rassegna Stampa 10.11.2015 Rassegna Stampa 10.11.2015 Rubrica Assonime Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Pag. 37 il Sole 24 Ore 10/11/2015 FOCUS - A PIAZZA AFFARI IN CALO I COMPENSI DEGLI AD DEL FTSE 2 MIB (A.Criscione)

Dettagli

Mappare e pesare le posizioni Valutare le prestazioni Analizzare il grado di copertura del ruolo

Mappare e pesare le posizioni Valutare le prestazioni Analizzare il grado di copertura del ruolo Mappare e pesare le posizioni Valutare le prestazioni Analizzare il grado di copertura del ruolo LA METODOLOGIA La metodologia OD&M per valutare le risorse umane La metodologia OD&M per valutare le risorse

Dettagli

PROCEDURE PER L APPROVAZIONE DELLA POLITICA DI REMUNERAZIONE

PROCEDURE PER L APPROVAZIONE DELLA POLITICA DI REMUNERAZIONE 31 della dicembre politica 2008 di PROCEDURE PER L APPROVAZIONE DELLA POLITICA DI REMUNERAZIONE 1. Premessa Il presente documento ("Procedure per l approvazione della politica di, per brevità, le Procedure

Dettagli

Global Professional System. La mappa di riferimento che guida la costruzione di sistemi di gestione e valorizzazione delle persone in azienda

Global Professional System. La mappa di riferimento che guida la costruzione di sistemi di gestione e valorizzazione delle persone in azienda Global Professional System La mappa di riferimento che guida la costruzione di sistemi di gestione e valorizzazione delle persone in azienda Il contesto di riferimento Le organizzazioni si trovano a fronteggiare

Dettagli

Incentive & La soluzione per informatizzare e gestire il processo di. Performance Management

Incentive & La soluzione per informatizzare e gestire il processo di. Performance Management Incentive & Performance Management La soluzione per informatizzare e gestire il processo di Performance Management Il contesto di riferimento La performance, e di conseguenza la sua gestione, sono elementi

Dettagli

EMITTENTI TITOLI S.p.A.

EMITTENTI TITOLI S.p.A. EMITTENTI TITOLI S.p.A. 10/2015 Note e Studi La Corporate Governance in Italia: autodisciplina, remunerazioni e comply-or-explain (anno 2015) Novembre 2015 La Corporate Governance in Italia: autodisciplina,

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA IN MATERIA DI POLITICA SULLA REMUNERAZIONE

RELAZIONE ILLUSTRATIVA IN MATERIA DI POLITICA SULLA REMUNERAZIONE RELAZIONE ILLUSTRATIVA IN MATERIA DI POLITICA SULLA REMUNERAZIONE redatta ai sensi dell Art. 123-ter del Decreto legislativo n. 58 del 24 febbraio 1998 e dell Art. 84-quater del Regolamento Emittente Approvata

Dettagli

Lo strumento leader in Italia per la definizione e gestione delle politiche retributive

Lo strumento leader in Italia per la definizione e gestione delle politiche retributive Lo strumento leader in Italia per la definizione e gestione delle politiche retributive COMPENSATION KIT IN SINTESI Compensation Kit è lo strumento per la definizione e gestione delle politiche retributive

Dettagli

Comunicazione n. DCG/DSR/0051400 del 19-6-2014

Comunicazione n. DCG/DSR/0051400 del 19-6-2014 Comunicazione n. DCG/DSR/0051400 del 19-6-2014 Oggetto: Raccomandazioni in materia di informazioni da fornire al pubblico su indennità e/o altri benefici riconosciuti ad amministratori esecutivi e direttori

Dettagli

Pirelli & C. S.p.A. Relazioni all Assemblea del 10 maggio 2012

Pirelli & C. S.p.A. Relazioni all Assemblea del 10 maggio 2012 Pirelli & C. S.p.A. Relazioni all Assemblea del 10 maggio 2012 Piano di incentivazione monetario triennale (2012/2014) per il Management del Gruppo Pirelli 1 Piano di incentivazione monetario triennale

Dettagli

PAY ON PERFORMANCE? STUDIO SULLE REMUNERAZIONI 2012 NELLE SOCIETÀ ABSTRACT QUOTATE ITALIANE SERGIO CARBONARA

PAY ON PERFORMANCE? STUDIO SULLE REMUNERAZIONI 2012 NELLE SOCIETÀ ABSTRACT QUOTATE ITALIANE SERGIO CARBONARA PAY ON PERFORMANCE? STUDIO SULLE REMUNERAZIONI 2012 NELLE SOCIETÀ QUOTATE ITALIANE ABSTRACT SERGIO CARBONARA Scopo e metodologia Lo studio sulle remunerazioni 2012 parte dalla constatazione che la gestione

Dettagli

EMITTENTI TITOLI S.p.A.

EMITTENTI TITOLI S.p.A. EMITTENTI TITOLI S.p.A. 10/2014 Note e Studi La Corporate Governance in Italia: autodisciplina, remunerazioni e comply-or-explain (anno 2014) Dicembre 2014 La Corporate Governance in Italia: autodisciplina,

Dettagli

Percorso EXECUTIVE COMPENSATION

Percorso EXECUTIVE COMPENSATION AREA FORMATIVA: Personale & Organizzazione Percorso EXECUTIVE COMPENSATION Formula week-end Cod. Z3045 06 febbraio 2009 14 marzo 2009 COMITATO SCIENTIFICO Franco Fontana, Ordinario di Economia e Gestione

Dettagli

Analizzare e gestire il CLIMA e la MOTIVAZIONE in azienda

Analizzare e gestire il CLIMA e la MOTIVAZIONE in azienda Analizzare e gestire il CLIMA e la MOTIVAZIONE in azienda tramite lo strumento e la metodologia LA GESTIONE DEL CLIMA E DELLA MOTIVAZIONE La spinta motivazionale delle persone che operano in azienda è

Dettagli

* * * 1.1 Organi o soggetti coinvolti nella predisposizione, approvazione e corretta attuazione della politica delle remunerazioni

* * * 1.1 Organi o soggetti coinvolti nella predisposizione, approvazione e corretta attuazione della politica delle remunerazioni Relazione sulla Remunerazione (pubblicata ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. n. 58/1998 e successive modificazioni e redatta in conformità a quanto previsto dall art. 84-quater della delibera Consob

Dettagli

2008 170 5.9 126 43.8 2009 173 6.3 129 46.4 2010 182 6.8 133 49.6 2011 193 7.4 135 51.7 2012 288 11.6 169 66.8 2013 421 17.8 202 83.

2008 170 5.9 126 43.8 2009 173 6.3 129 46.4 2010 182 6.8 133 49.6 2011 193 7.4 135 51.7 2012 288 11.6 169 66.8 2013 421 17.8 202 83. Donne componenti gli organi di amministrazione in cui è presente almeno una donna nell organo di amministrazione peso 1 peso 2 2008 170 5.9 126 43.8 2009 173 6.3 129 46.4 2010 182 6.8 133 49.6 2011 193

Dettagli

Relazione sulla Remunerazione

Relazione sulla Remunerazione Relazione sulla Remunerazione Redatta ai sensi dell articolo 123-ter del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 ed in conformità all Allegato 3A, schemi 7-bis e 7-ter, del regolamento CONSOB 14 maggio

Dettagli

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE DANIELI & C. - OFFICINE MECCANICHE S.p.A. Sede: Buttrio (UD), via Nazionale 41 Capitale Sociale Euro 81.304.566 I.V. Numero di Iscrizione al Registro delle Imprese di Udine e Codice fiscale: 00167460302.

Dettagli

GUIDA OPERATIVA AL WELFARE COME DISEGNARE UN PIANO DI FLEXIBLE BENEFIT

GUIDA OPERATIVA AL WELFARE COME DISEGNARE UN PIANO DI FLEXIBLE BENEFIT GUIDA OPERATIVA AL WELFARE COME DISEGNARE UN PIANO DI FLEXIBLE BENEFIT GUIDA OPERATIVA AL WELFARE COME DISEGNARE UN PIANO DI FLEXIBLE BENEFIT Il Workshop OD&M è rivolto a: DESTINATARI Direzioni Generali

Dettagli

Pirelli & C. S.p.A. Relazioni all Assemblea

Pirelli & C. S.p.A. Relazioni all Assemblea Pirelli & C. S.p.A. Relazioni all Assemblea Piano di incentivazione monetario triennale (2014-2016) per il Management del Gruppo Pirelli. Deliberazioni inerenti e conseguenti. Signori Azionisti, nella

Dettagli

PININFARINA S.p.A. RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2014

PININFARINA S.p.A. RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2014 PININFARINA S.p.A. RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2014 (Art. 123 ter, D.Lgs. 58/1998) (Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 19/03/2015) (Sito web: www.pininfarina.com) 2 SEZIONE I a) Per quanto

Dettagli

PININFARINA S.p.A. RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012

PININFARINA S.p.A. RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 PININFARINA S.p.A. RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 (Art. 123 ter, D.Lgs. 58/1998) (Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 21/03/2013) (Sito web: www.pininfarina.com) 2 SEZIONE I a) Per quanto

Dettagli

Via per Arona n. 46, 28021 Borgomanero (NO) Capitale Sociale 13.138.000,00 i.v. C.F./P. Iva/Registro Imprese di Novara 01415510039 www.mecaer.

Via per Arona n. 46, 28021 Borgomanero (NO) Capitale Sociale 13.138.000,00 i.v. C.F./P. Iva/Registro Imprese di Novara 01415510039 www.mecaer. Via per Arona n. 46, 28021 Borgomanero (NO) Capitale Sociale 13.138.000,00 i.v. C.F./P. Iva/Registro Imprese di Novara 01415510039 www.mecaer.com RELAZIONE SULLE POLITICHE DI REMUNERAZIONE (Relazione approvata

Dettagli

RELAZIONI DEGLI AMMINISTRATORI SULLE PROPOSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI (15 APRILE 2015 UNICA CONVOCAZIONE)

RELAZIONI DEGLI AMMINISTRATORI SULLE PROPOSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI (15 APRILE 2015 UNICA CONVOCAZIONE) RELAZIONI DEGLI AMMINISTRATORI SULLE PROPOSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI (15 APRILE 2015 UNICA CONVOCAZIONE) Relazione sul punto 2 all ordine del giorno Politica in

Dettagli

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE Ai sensi dell art. 123 ter del D.Lgs. n. 58/1998 e dell art. 84 quater e dell'allegato 3A del Regolamento CONSOB n. 11971/99 27 MARZO 2014 Buzzi Unicem SpA Sede: Casale Monferrato

Dettagli

Relazione sulla Remunerazione

Relazione sulla Remunerazione RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE Amplifon S.p.A. Relazione sulla Remunerazione Articolo 123-ter del TUF Marzo 2015 Amplifon S.p.A. /Relazione sulla Remunerazione 1 INDICE RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE...

Dettagli

L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 39 DEL 9 GIUGNO 2011 REGOLAMENTO RELATIVO ALLE POLITICHE DI REMUNERAZIONE NELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

Dettagli

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE. 10 aprile 2014

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE. 10 aprile 2014 DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE COMUNICAZIONE IN MATERIA DI INFORMAZIONI DA FORNIRE AL PUBBLICO IN RELAZIONE ALLE INDENNITÀ E BENEFICI RICONOSCIUTI AD AMMINISTRATORI, DIRETTORI GENERALI E ALTRI DIRIGENTI CON

Dettagli

QUANTO EMERGE DAL 15 RAPPORTO sulle retribuzioni

QUANTO EMERGE DAL 15 RAPPORTO sulle retribuzioni SEGNALI IN BUSTA PA Per la prima volta dopo cinque anni, nel tengono le retribuzioni nonostante il calo dell occupazione. Un segnale buono anche se per considerarlo l inizio di una fase specifica è necessaria

Dettagli

Mondo TV S.p.A. RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2014

Mondo TV S.p.A. RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2014 Registro delle Imprese e Codice Fiscale 07258710586 R.E.A. di Roma 604174 Sede legale: Via Brenta 11 00198 Roma Sito Internet: www.mondotv.it Mondo TV S.p.A. RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2014 (ai sensi

Dettagli

RIVISTA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

RIVISTA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI RIVISTA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI AnnoSLXVSFasc.S4S-S2014 ISSNS0485-2281 SandroSCataniSeSBrianSTerracciano «L EXECUTIVE COMPENSATION: PRINCIPI, STRUMENTI E TENDENZE» Estratto MilanoS SGiuffrèSEditore

Dettagli

POLITICA DI GRUPPO DEI PAGAMENTI DI FINE RAPPORTO

POLITICA DI GRUPPO DEI PAGAMENTI DI FINE RAPPORTO POLITICA DI GRUPPO DEI PAGAMENTI DI FINE RAPPORTO 2 Contenuti 1. PRINCIPI GENERALI 2. LIMITI E CRITERI 2.1. Limiti massimi 2.2. Criteri 3. MODALITA DI PAGAMENTO 4. LOCALIZZAZIONI ED ECCEZIONI 4.1. Calibrazioni

Dettagli

Il dibattito sui sistemi di remunerazione dei manager

Il dibattito sui sistemi di remunerazione dei manager Il dibattito sui sistemi di remunerazione dei manager Volterra, 19.6.2014 Prof. Roberto Barontini Istituto di Management Scuola Superiore Sant Anna E-mail r.barontini@sssup.it Matematica Statistica Storia

Dettagli

Cultura organizzativa, sistemi di performance e metriche Stato dell'arte e trends

Cultura organizzativa, sistemi di performance e metriche Stato dell'arte e trends Cultura organizzativa, sistemi di performance e metriche Stato dell'arte e trends AGENDA Premessa : contesto e definizione di performance Metriche Impatti Conclusioni Il contesto "una provocazione" Quanto

Dettagli

Relazione sulla Remunerazione 2015

Relazione sulla Remunerazione 2015 1 Relazione sulla Remunerazione 2015 Redatta ai sensi dell Art. 123-ter D. Lgs. 24 febbraio 1998, n.58 (Testo Unico della Finanza TUF) ed ai sensi dell Art. 84-quater Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio

Dettagli

13 Rapporto sulle Retribuzioni in Italia

13 Rapporto sulle Retribuzioni in Italia Febbraio 2012 13 Rapporto sulle Retribuzioni in Italia Il 13 Rapporto sulle retribuzioni in Italia 2012 fornisce nel dettaglio le informazioni sul mercato delle professioni ed offre una rappresentazione

Dettagli

Incentivi e Premi. Incentivo è considerato tutto ciò che serve a motivare il lavoratore e quindi a renderlo più

Incentivi e Premi. Incentivo è considerato tutto ciò che serve a motivare il lavoratore e quindi a renderlo più Incentivi e Premi Incentivo è considerato tutto ciò che serve a motivare il lavoratore e quindi a renderlo più efficiente. Premio è tutto ciò che ne deriva da un obiettivo ben formato raggiunto ed assimilato

Dettagli

BANCA CAPASSO ANTONIO S.P.A. Fondata nel 1912

BANCA CAPASSO ANTONIO S.P.A. Fondata nel 1912 BANCA CAPASSO ANTONIO S.P.A. Fondata nel 1912 Informativa sull attuazione delle politiche e prassi di remunerazione e incentivazione a favore degli amministratori, dei sindaci e del personale nel corso

Dettagli

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti

Maggio 2012. Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Maggio 2012 Le donne al vertice delle imprese: amministratori, top manager e dirigenti Introduzione e sintesi Da qualche anno il tema della bassa presenza di donne nei consigli d amministrazione delle

Dettagli

IL LAVORO NEL NONPROFIT

IL LAVORO NEL NONPROFIT IL LAVORO NEL NONPROFIT Evidenze dai lavori dell Osservatorio sulle Risorse Umane nel Nonprofit Un progetto: Giovanni Medi, Fondazione Sodalitas Responsabile 5^ Conferenza Nazionale della Donazione Isola

Dettagli

Introduzione. di Daniel Pittino, Riccardo Vigan, Alessandro Zattoni. Introduzione

Introduzione. di Daniel Pittino, Riccardo Vigan, Alessandro Zattoni. Introduzione di Daniel Pittino, Riccardo Vigan, Alessandro Zattoni Introduzione I compensi dei top manager costituiscono da tempo oggetto di dibattito da parte di addetti ai lavori e opinione pubblica, sia in Europa

Dettagli

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE. Ai sensi dell art. 84-quater del Regolamento Emittenti Consob

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE. Ai sensi dell art. 84-quater del Regolamento Emittenti Consob RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE Ai sensi dell art. 84-quater del Regolamento Emittenti Consob SCHEMA N.7-bis: Relazione sulla remunerazione La presente relazione è redatta in ottemperanza all art. 84-quater

Dettagli

Indagine retributiva per Enpam. Giugno 2015

Indagine retributiva per Enpam. Giugno 2015 Indagine retributiva per Enpam Giugno 2015 obiettivo e metodologia Obiettivo del progetto Il Vertice di Enpam - Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza Medici ha richiesto la collaborazione di Egon

Dettagli

Risposta dell Associazione Bancaria Italiana al documento di consultazione CONSOB

Risposta dell Associazione Bancaria Italiana al documento di consultazione CONSOB Risposta dell Associazione Bancaria Italiana al documento di consultazione CONSOB Comunicazione in materia di informazione da fornire al pubblico in relazione alle indennità e benefici riconosciuti ad

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 30.4.2009 C(2009) 3177 RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE che integra le raccomandazioni 2004/913/E e 2005/162/CE per quanto riguarda il regime concernente

Dettagli

saipem Documento Informativo

saipem Documento Informativo saipem Documento Informativo REDATTO AI SENSI DELL ART 114-BIS DEL D.LGS. N.58/1998 (TUF) E DELL ART 84-BIS REGOLAMENTO CONSOB N. 11971 del 1999 COME SUCCESSIVAMENTE INTEGRATO E MODIFICATO (REGOLAMENTO

Dettagli

DE LONGHI S.P.A. DOCUMENTO INFORMATIVO

DE LONGHI S.P.A. DOCUMENTO INFORMATIVO DE LONGHI S.P.A. DOCUMENTO INFORMATIVO SUL PIANO DI COMPENSI BASATO SU AZIONI (PHANTOM STOCK OPTION PLAN) PROPOSTO ALL APPROVAZIONE DELL ASSEMBLEA DEI SOCI DEL 22 APRILE 2008 (redatto ai sensi dell art.

Dettagli

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Bologna ed il caso Alta Tecnologia. di Massimo Lazzari (*)

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Bologna ed il caso Alta Tecnologia. di Massimo Lazzari (*) Tecniche Turnaround Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Bologna ed il caso Alta Tecnologia Italiana SpA di Massimo Lazzari (*) Prosegue la serie di 10 contributi dedicati al turnaround come

Dettagli

Roma, 29 Gennaio 2010 COMUNICATO STAMPA EMESSO AI SENSI DELL ART. 114, COMMA 5, DEL D. LGS N. 58/98

Roma, 29 Gennaio 2010 COMUNICATO STAMPA EMESSO AI SENSI DELL ART. 114, COMMA 5, DEL D. LGS N. 58/98 Roma, 29 Gennaio 2010 COMUNICATO STAMPA EMESSO AI SENSI DELL ART. 114, COMMA 5, DEL D. LGS N. 58/98 In relazione alla richiesta inoltrata alla Società dalla Commissione Nazionale per le Società e la Borsa

Dettagli

Relazione sulla Remunerazione

Relazione sulla Remunerazione Relazione sulla Remunerazione Redatta ai sensi dell articolo 123 ter del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 ed in conformità all Allegato 3A, schemi 7 bis e 7 ter, del regolamento CONSOB 14 maggio

Dettagli

IVA 17-227.000.000,00 04240010274 - REA

IVA 17-227.000.000,00 04240010274 - REA OVS S.p.A. Sede sociale in Venezia-Mestre, Via Terraglio, n. 17 - capitale sociale euro 227.000.000,00 i.v. Registro delle Imprese di Venezia, codice fiscale e partita IVA 04240010274 - REA n VE - 378007

Dettagli

INNOVAZIONE E RICERCA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DELLE PERSONE

INNOVAZIONE E RICERCA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DELLE PERSONE INNOVAZIONE E RICERCA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DELLE PERSONE OD&M Consulting è una società di consulenza specializzata nella gestione e valorizzazione delle persone e nella progettazione di sistemi

Dettagli

AREA TEMATICA RETRIBUZIONE

AREA TEMATICA RETRIBUZIONE AREA TEMATICA RETRIBUZIONE L'area tratta delle problematiche legate alla retribuzione: la retribuzione caratteristiche della retribuzione struttura e sistemi di retribuzione voci della retribuzione adempimento

Dettagli

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE Ai sensi dell art. 123-ter del D.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 (Relazione approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 12 marzo 2015) Rai Way S.p.A. Sede legale in Roma,

Dettagli

Analizzare e gestire CAMBIAMENTO. tramite lo strumento e la metodologia

Analizzare e gestire CAMBIAMENTO. tramite lo strumento e la metodologia Analizzare e gestire il CAMBIAMENTO tramite lo strumento e la metodologia LA GESTIONE DEL CAMBIAMENTO Le aziende sono sempre più di frequente poste di fronte al cambiamento. Oggi ai manager si richiede

Dettagli

Relazione sulla Remunerazione

Relazione sulla Remunerazione Relazione sulla Remunerazione Redatta ai sensi dell art. 123-ter del D. Lgs. N. 58/98 ( TUF ) e dell Allegato 3A, schemi 7-bis e 7- ter della Delibera Consob 14 maggio 1999, n. 11971 e successive modificazioni

Dettagli

Relazione sulla Remunerazione

Relazione sulla Remunerazione Relazione sulla Remunerazione ai sensi dell articolo 123-ter D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 Emittente: World Duty Free S.p.A. Sito web: www.worlddutyfreegroup.com Data di approvazione della Relazione: 11

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO SUL PIANO DI INCENTIVAZIONE PHANTOM STOCK 2012

DOCUMENTO INFORMATIVO SUL PIANO DI INCENTIVAZIONE PHANTOM STOCK 2012 DOCUMENTO INFORMATIVO SUL PIANO DI INCENTIVAZIONE PHANTOM STOCK 2012 (redatto ai sensi dell art. 84-bis del Regolamento Emittenti Consob approvato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 come successivamente

Dettagli

RAPPORTO FRA REMUNERAZIONE VARIABILE E FISSA POLITICA RETRIBUTIVA DI GRUPPO 2014 SISTEMA INCENTIVANTE 2014 DI GRUPPO PIANO LET S SHARE PER IL 2015

RAPPORTO FRA REMUNERAZIONE VARIABILE E FISSA POLITICA RETRIBUTIVA DI GRUPPO 2014 SISTEMA INCENTIVANTE 2014 DI GRUPPO PIANO LET S SHARE PER IL 2015 RAPPORTO FRA REMUNERAZIONE VARIABILE E FISSA POLITICA RETRIBUTIVA DI GRUPPO 2014 SISTEMA INCENTIVANTE 2014 DI GRUPPO PIANO LET S SHARE PER IL 2015 Assemblea degli azionisti Roma, 13 maggio 2014 RAPPORTO

Dettagli

Relazione all Assemblea dei Soci del 28 ottobre 2011 sulle. Politiche di remunerazione del personale

Relazione all Assemblea dei Soci del 28 ottobre 2011 sulle. Politiche di remunerazione del personale Signori Azionisti, Relazione all Assemblea dei Soci del 28 ottobre 2011 sulle Vi abbiamo convocato per: Politiche di remunerazione del personale A) riferirvi sull applicazione delle politiche di remunerazione

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO SISTEMA DI INCENTIVAZIONE DI BANCA IMI S.P.A. BASATO SU STRUMENTI FINANZIARI DELLA CAPOGRUPPO INTESA SANPAOLO S.P.A.

DOCUMENTO INFORMATIVO SISTEMA DI INCENTIVAZIONE DI BANCA IMI S.P.A. BASATO SU STRUMENTI FINANZIARI DELLA CAPOGRUPPO INTESA SANPAOLO S.P.A. DOCUMENTO INFORMATIVO Ai sensi dell art. 84-bis, comma 1, del Regolamento adottato dalla Consob con Delibera n. 11971 del 14 maggio 1999, come successivamente modificato e integrato relativo al SISTEMA

Dettagli

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE ai sensi dell articolo 123-ter TUF Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 24 settembre 2013 La presente relazione si riferisce all esercizio 2012/2013 ed è disponibile

Dettagli

IL 20.06.2014, SULLA

IL 20.06.2014, SULLA RELAZIONE ALL ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI CONVOCATAA IL 19.06.2014 IN PRIMA CONVOCAZIONE ED, OCCORRENDO, IL 20.06.2014, SULLA REMUNERAZIONEE DEGLI AMMINISTRATORI E DEI DIRIGENTI CON RESPONSABILITA STRATEGICHE,

Dettagli

Analisi dei flussi rilevanti e incentivi alla creazione di valore

Analisi dei flussi rilevanti e incentivi alla creazione di valore Finanza Aziendale Analisi e valutazioni per le decisioni aziendali Analisi dei flussi rilevanti e incentivi alla creazione di valore Capitolo 19 Indice degli argomenti 1. Condizioni per un sano sviluppo

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA REMUNERAZIONE

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA REMUNERAZIONE RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA REMUNERAZIONE predisposta ai sensi degli artt. 123-ter del DTUF e 84-quater del Regolamento Emittenti nonché dell art. 7 del Codice di Autodisciplina degli

Dettagli

La determinazione del fair value dei Piani di stock option: metodologie di calcolo, variabili rilevanti, esemplificazioni

La determinazione del fair value dei Piani di stock option: metodologie di calcolo, variabili rilevanti, esemplificazioni La determinazione del fair value dei Piani di stock option: metodologie di calcolo, variabili rilevanti, esemplificazioni Prof. Andrea Amaduzzi Università degli Studi di Milano Bicocca e-mail: andrea.amaduzzi@unimib.it

Dettagli

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE Amplifon S.p.A. Relazione sulla Remunerazione Nuovo articolo 123 ter del TUF Marzo 2012 Amplifon S.p.A. /Relazione sulla Remunerazione 1 INDICE RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE...

Dettagli

31. Piani di incentivazione a base azionaria

31. Piani di incentivazione a base azionaria 31. Piani di incentivazione a base azionaria Dal 2000 al 2008 sono stati implementati con cadenza annuale in ambito aziendale piani a base azionaria (ossia, piani di stock option e piani di restricted

Dettagli

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 TXT e-solutions S.p.A. RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 Milano, 6 marzo 2013 Disponibile sul sito web: www.txtgroup.com 1 La Relazione sulla Remunerazione è redatta alla luce delle raccomandazioni contenute

Dettagli

MONCLER S.P.A. ESTRATTO COMUNICATO RELATIVO ALLA INTEGRAZIONE DELLA POLITICA DI REMUNERAZIONE

MONCLER S.P.A. ESTRATTO COMUNICATO RELATIVO ALLA INTEGRAZIONE DELLA POLITICA DI REMUNERAZIONE MONCLER S.P.A. ESTRATTO COMUNICATO RELATIVO ALLA INTEGRAZIONE DELLA POLITICA DI REMUNERAZIONE Milano, 15 dicembre 2014 Il Consiglio di Amministrazione, tenuto conto: - per un verso, della necessità di

Dettagli

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE ai sensi dell art. 123-ter TUF

RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE ai sensi dell art. 123-ter TUF RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE ai sensi dell art. 123-ter TUF Relazione approvata dal Consiglio di Amministrazione nella riunione del 25 febbraio 2015 disponibile sul sito internet www.bonificheferraresi.it

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO SUL PIANO DI COMPENSI BASATI SU STRUMENTI FINANZIARI PHANTOM STOCK 2015

DOCUMENTO INFORMATIVO SUL PIANO DI COMPENSI BASATI SU STRUMENTI FINANZIARI PHANTOM STOCK 2015 DOCUMENTO INFORMATIVO SUL PIANO DI COMPENSI BASATI SU STRUMENTI FINANZIARI PHANTOM STOCK 2015 (redatto, con valenza per il Gruppo BPER dalla Capogruppo Banca popolare dell Emilia Romagna, Società cooperativa,

Dettagli

Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A.

Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A. Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A. Documento informativo relativo al PIANO DI STOCK GRANT 2012 Questo documento (il Documento Informativo ) è stato redatto in conformità a quanto previsto dall art. 84-

Dettagli

Relazione sulla Remunerazione 2015 Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 19 marzo 2015

Relazione sulla Remunerazione 2015 Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 19 marzo 2015 Relazione sulla Remunerazione 2015 Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 19 marzo 2015 La Relazione è pubblicata nella sezione Governance e Investor Relations del sito Internet della Società www.salini-impregilo.com

Dettagli

Documento informativo in ordine a piani di compensi basati su strumenti finanziari

Documento informativo in ordine a piani di compensi basati su strumenti finanziari Documento informativo in ordine a piani di compensi basati su strumenti finanziari (ai sensi degli artt. 114 bis del TUF e 84 bis del Regolamento Emittenti Consob) Definizioni... 2 Premessa... 3 1. Soggetti

Dettagli

Principali chiarimenti/novità

Principali chiarimenti/novità Dicembre 2014 LTI, Bonus Pool, Malus e Claw Back: come rendere effettiva la correlazione tra creazione di valore di lungo periodo e retribuzioni manageriali Guido Cutillo, Direttore Osservatorio Executive

Dettagli

Relazione tecnica sulla politica retributiva applicata ad Amministratori e Figure Apicali - Gruppo Exprivia -

Relazione tecnica sulla politica retributiva applicata ad Amministratori e Figure Apicali - Gruppo Exprivia - Relazione tecnica sulla politica retributiva applicata ad Amministratori e Figure Apicali - Gruppo Exprivia - PREMESSA Il presente documento è prodotto con lo scopo di fornire agli azionisti della Società

Dettagli

Punto 3 all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria

Punto 3 all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria Punto 3 all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria Autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie. Delibere inerenti e conseguenti. 863 Relazione del Consiglio di Gestione sul punto

Dettagli

Documento informativo

Documento informativo Sede in Milano Viale Piero e Alberto Pirelli n. 25 Capitale sociale euro 1.345.380.534,66 Registro delle Imprese di Milano n. 00860340157 Repertorio Economico Amministrativo n. 1055 Documento informativo

Dettagli

Relazione sulla Remunerazione

Relazione sulla Remunerazione ATLANTIA S.P.A. Relazione sulla Remunerazione Anno 2011 Redatta ai sensi dell art 123-ter d.lgs. 58/98 (TUF) e successive integrazioni e modifiche Sommario Sezione I... 3 La politica di Remunerazione del

Dettagli

Relazione sulla Remunerazione

Relazione sulla Remunerazione Relazione sulla Remunerazione ai sensi dell articolo 123-ter D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 Emittente: World Duty Free S.p.A. Sito web: www.worlddutyfreegroup.com Data di approvazione della Relazione: 10

Dettagli

ESERCITAZIONE LEZIONE

ESERCITAZIONE LEZIONE Università degli Studi di Foggia Corso di Strategia e Organizzazione degli Intermediari Finanziari ESERCITAZIONE LEZIONE ANALISI DEI PIANI DI INCENTIVAZIONE DELLE BANCHE ITALIANE CORSO SOIF Prof. Stefano

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA REMUNERAZIONE (PREDISPOSTA AI SENSI DEGLI ARTT. 123-TER DEL TUF E 84-QUATER

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA REMUNERAZIONE (PREDISPOSTA AI SENSI DEGLI ARTT. 123-TER DEL TUF E 84-QUATER RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA REMUNERAZIONE (PREDISPOSTA AI SENSI DEGLI ARTT. 123-TER DEL TUF E 84-QUATER DEL REGOLAMENTO EMITTENTI) 22 APRILE 2016 GLOSSARIO Codice di Autodisciplina

Dettagli

Governance e Organizzazione una coerenza vincente. Susanna B. Stefani

Governance e Organizzazione una coerenza vincente. Susanna B. Stefani Governance e Organizzazione una coerenza vincente Susanna B. Stefani NUOVE FRONTIERE DELLA CORPORATE GOVERNANCE NYSE BOARD SUMMIT 2014 Richiesta di innalzare la trasparenza Maggior concentrazione del CdA

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA REMUNERAZIONE

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA REMUNERAZIONE RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA REMUNERAZIONE (Predisposta ai sensi degli artt. 123-ter del TUF e 84-quater del Regolamento Consob 11971/1999) I GRANDI VIAGGI S.P.A. SEDE SOCIALE: VIA

Dettagli

Comunicazione n. DEM/11012984 del 24-2-2011

Comunicazione n. DEM/11012984 del 24-2-2011 1 Comunicazione n. DEM/11012984 del 24-2-2011 OGGETTO: Richieste di informazioni ai sensi dell articolo 114, comma 5, del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, in materia di indennità per scioglimento

Dettagli

IL CAPITALE DI SVILUPPO E IL MERCATO DEL CAPITALE DI RISCHIO NUOVO CAPITALE E NUOVO APPROCCIO PER LO SVILUPPO DELLE PMI

IL CAPITALE DI SVILUPPO E IL MERCATO DEL CAPITALE DI RISCHIO NUOVO CAPITALE E NUOVO APPROCCIO PER LO SVILUPPO DELLE PMI IL CAPITALE DI SVILUPPO E IL MERCATO DEL CAPITALE DI RISCHIO NUOVO CAPITALE E NUOVO APPROCCIO PER LO SVILUPPO DELLE PMI 10 settembre 2014 RAPPORTO TRA IMPRESE ITALIANE E SISTEMA BANCARIO I prestiti bancari

Dettagli

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA.

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. DESCRIZIONE SINTETICA DELLA STRUTTURA DEL FONDO CHIUSO MC 2 IMPRESA. MC2 Impresa è un Fondo Comune d Investimento Mobiliare chiuso e riservato (ex testo unico D.Lgs 58/98) costituito per iniziativa di

Dettagli

Caleffi S.p.A. Assemblea ordinaria degli Azionisti 30 aprile 2015. Relazione sui punti 1,2,3 dell Ordine del Giorno

Caleffi S.p.A. Assemblea ordinaria degli Azionisti 30 aprile 2015. Relazione sui punti 1,2,3 dell Ordine del Giorno Caleffi S.p.A. Via Belfiore, 24-46019 Viadana (MN) Capitale Sociale Euro 6.500.000 interamente versato Registro Imprese Mantova n. 00154130207 C.F. e P.IVA IT 00154130207 Sito internet www.caleffionline.it

Dettagli

ALLEGATO 1. Relazione Annuale sulle Remunerazioni del Gruppo Brembo 2013

ALLEGATO 1. Relazione Annuale sulle Remunerazioni del Gruppo Brembo 2013 ALLEGATO 1 Relazione Annuale sulle Remunerazioni del Gruppo Brembo 2013 1 Sommario INTRODUZIONE... 4 RIFERIMENTI NORMATIVI... 6 GLOSSARIO... 7 SEZIONE I... 11 Premessa... 11 1 INFORMAZIONI SULLE PROCEDURE

Dettagli

Relazione sulla la Remunerazione

Relazione sulla la Remunerazione Relazione sulla la Remunerazione ai sensi dell articolo 123-ter D.Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 Emittente: Autogrill S.p.A. Sito web: : www.autogrill.com Data di approvazione della Relazione: 12 marzo 2015

Dettagli

Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A. Documento informativo relativo al Piano di Stock Option 2010

Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A. Documento informativo relativo al Piano di Stock Option 2010 Gruppo Editoriale L'Espresso S.p.A. Documento informativo relativo al Piano di Stock Option 2010 Questo documento (il Documento Informativo ) è stato redatto in conformità a quanto previsto dall art. 84-bis

Dettagli

R E L A Z I O N E. Premessa

R E L A Z I O N E. Premessa DECRETO LEGISLATIVO RECANTE RECEPIMENTO DELLE RACCOMANDAZIONI DELLA COMMISSIONE EUROPEA 2004/913/CE E 2009/385/CE IN MATERIA DI REMUNERAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI DELLE SOCIETA QUOTATE. R E L A Z I O N

Dettagli

Relazione sulla Remunerazione

Relazione sulla Remunerazione Relazione sulla Remunerazione 2 marzo 2015 Luxottica Group S.p.A., Piazzale Cadorna 3, 20123 Milano - C.F. Iscr. Reg. Imp. Milano n. 00891030272 - Partita IVA 10182640150 LUXOTTICA GROUP S.P.A. RELAZIONE

Dettagli

Brioschi Sviluppo Immobiliare spa. Relazione sulla remunerazione (ai sensi dell articolo 123-ter del Testo Unico della Finanza)

Brioschi Sviluppo Immobiliare spa. Relazione sulla remunerazione (ai sensi dell articolo 123-ter del Testo Unico della Finanza) Brioschi Sviluppo Immobiliare spa Relazione sulla remunerazione (ai sensi dell articolo 123-ter del Testo Unico della Finanza) Premessa La presente relazione (di seguito, la Relazione ), predisposta ai

Dettagli

C.D.A. E POLITICHE DI SOSTENIBILITÀ

C.D.A. E POLITICHE DI SOSTENIBILITÀ C.D.A. E POLITICHE DI SOSTENIBILITÀ Come sostenibilità e CSR entrano nell agenda dei Consigli di Amministrazione delle imprese quotate italiane Il CSR Manager Network ringrazia Obiettivi. Quale il livello

Dettagli