La strategia dell innovazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La strategia dell innovazione"

Transcript

1 La strategia dell innovazione Nella quarta edizione del premio Cerchio d Oro vince sia l innovazione di prodotto che di servizio. Ma tra i progetti premiati si moltiplicano quelli caratterizzati in senso ampio dalla valenza sociale dell iniziativa. Il Credito Valtellinese è l istituzione finanziaria più innovativa Qualità e spirito d iniziativa Un premio, per sua natura, è una competizione che genera una graduatoria sulla base delle valutazioni indipendenti di una giuria o di un pubblico votante. Il discorso si complica leggermente quando in un premio come il Cerchio d Oro la classifica finale dell istituzione finanziaria più innovativa dipende dalla sommatoria delle valutazioni accumulate in nove altre sottocategorie. In questo caso il problema è ponderare nella maniera più equilibrata la qualità dei progetti presentati, che resta l elemento dirimente per la vittoria nelle singole categorie, con la numerosità dei progetti stessi, facendo in modo che non risultino eccessivamente avvantaggiate le istituzioni con più progetti in lizza. Proprio per questo motivo la Giuria ha stabilito una regola che ci sembra pienamente coerente con la filosofia del Cerchio d Oro, che punta ovviamente a premiare la qualità ma anche lo spirito d iniziativa delle banche: nel calcolo per la classifica relativa all istituzione più innovativa sono stati pertanto conteggiati solo i progetti che hanno raggiunto una votazione minima di 6. L innovazione richiede visione strategica e risorse, ma anche un processo strutturato. E da questa premessa che ha preso avvio la tavola rotonda organizzata in occasione del Cerchio d Oro 2008, l evento organizzato da Edipi e AIFIn in collaborazione con le riviste Assicura, Azienda- Banca e Marketing &Finanza che premia le iniziative più innovative dell anno nel settore bancario-finanziario. A sostenere questo punto di vista è stato Sergio Spaccavento, presidente di AIFIn, che ha aperto gli interventi coordinati dal direttore di AziendaBanca Andrea Bigi. Nel settore bancario, ha sottolineato Spaccavento illustrando i trend emersi dall analisi dei progetti in gara nella quarta edizione del Premio, prevale l innovazione derivante dal benchmarking competitivo. Questa propensione per innovazioni imitative e/o incrementali, prevalentemente di prodotto, meno rischiosa e spesso più il linea con esigenze commerciali che strategiche, non consente nella maggioranza dei casi di differenziarsi dalla concorrenza poiché nell arco di qualche mese il mercato si allinea ai first mover. L innovazione va intesa tuttavia come la capacità di sviluppare nuovi prodotti/servizi, processi, modelli organizzativi e di business, al fine di distinguersi positivamente rispetto ai concorrenti nella percezione dei clienti, sia per differenziazione che per leadership di costo. Tale capacità permette all impresa di generare una redditività superiore alle media di settore nel medio-lungo periodo. Innovazioni incrementali Ma in quali ambiti si sono verificati i progetti più innovativi? Diverse banche hanno allineato e migliorato l offerta dei mutui. Le innovazioni incrementali hanno reso ancora più flessibili e sostenibili i mutui con una serie di opzioni legate alla futura capacità di reddito del cliente e al verificarsi di alcuni eventi. I nuovi mutui, inoltre, si presentano sempre più spesso come una piattaforma d offerta attraverso operazioni di bundling con altri prodotti (credito al consumo, carte di credito, assicurazioni). Ne deriva tuttavia una maggiore complessità di questi prodotti che, associata alla bassa cultura finanziaria della clientela bancaria, richiederà di strutturare un servizio di consulenza post vendita. Tra le innovazioni strategiche, invece, Spaccavento ha ricordato la separazione tra produzione e distribuzione. Questa separazione è di per sé un importante innovazione strategica nel settore bancario. Oltre al tema del confitto di interesse, l innovazione di prodotto supplier driven consente alle banche meno innovative di colmare, in tutto o in parte e in breve tempo, il gap di offerta. Dall altro lato, le società prodotto più innovative grazie alla specializzazione e alle economie di scala ed esperienza, tendono sempre più spesso a offrire oltre al prodotto, processi e servizi a valore ag- edipi 70 AZIENDABANCA - MARZO 2008

2 giunto: informazioni, formazione, processi di simulazione e advisory, analisi di mercato, processi operativi, ecc. La ricerca, selezione e gestione delle partnership diventerà sempre di più un attività importante e strategica per le banche distributrici per mantenere adeguati livelli di innovazione. L anno delle operazioni straordinarie Nel passare in rassegna le tipologie di progetti presentati, il presidente di AIFIn ha ricordato come l anno appena concluso sia stato contrassegnato da eventi che hanno in parte limitato le risorse dedicate all innovazione quali le operazioni di M&A. Il 2007 è stato l anno delle operazioni straordinarie nel settore bancario italiano sia in termini di fusioni e acquisizioni che di acquisto e vendita di sportelli. Questo processo, sicuramente utile al sistema, ha comunque rallentato, se non bloccato, la capacità degli intermediari coinvolti di attivare e gestire progetti innovativi. Le banche dovrebbero tutelare la propria capacità d innovazione attraverso adeguate soluzioni organizzative riservando comunque risorse alla sperimentazione. Dall altro lato, questa fase ha rappresentato un opportunità per le banche, non oggetto di operazioni straordinarie, di acquisire, anche attraverso l innovazione, vantaggi competitivi. Tuttavia, tra queste ultime non tutte hanno approfittato di questa finestra temporale, poiché non sempre l innovazione è parte integrate della strategia delle banche. Spaccavento ha affrontato anche il tema spinoso della compliance, da lui considerata una fonte di innovazione. L innovazione normativa (MiFID, Basilea 2, Sepa) rappresenta allo stesso tempo una barriera, poiché assorbe ingenti risorse per garantire l adeguamento, ma anche una opportunità poiché favorisce l evoluzione del settore, dei processi operativi e offre anche opportunità di business. In particolare il decreto Bersani ha rappresentato un forte stimolo alla concorrenza e all innovazione di prodotto (si pensi allo sviluppo del mercato dei mutui di sostituzione), di processo (alcune banche hanno attivato processi finalizzati a facilitare il cambio di banca) ma anche di pricing e comunicazione. Sul fronte distributivo si assiste a una forte attenzione delle banche al rinnovamento del layout di filiale. Migliorare la customer experience è il principale obiettivo dello sviluppo dei nuovi concept di filiale. Rinnovare il layout tuttavia non è sufficiente. E necessario che la filiale sia riempita di contenuti attraverso strumenti e nuovi format di comunicazione e resa proattiva attraverso innovative iniziative di marketing. Ma a caratterizzare questa edizione del premio è stata una forte attenzione verso tutti gli stakeholder della banca. Il terzo settore e la sensibilità al sociale nello sviluppo di prodotti e iniziative di marketing sono stati gli elementi innovativi che hanno caratterizzato diversi progetti. Particolarmente numerose sono state le iniziative rivolte a comunità (dipendenti, aziende, associazioni professionali e no profit, comunità etniche e religiose, ecc.) in cui le banche hanno cercato di superare il tradizionale concetto di convenzione e di sviluppare una strategia relazionale oltre che prodotti e modelli di servizio dedicati. Tra compliance e consolidamento Gli spunti forniti da Spaccavento sono stati al centro della tavola rotonda Innovazione tra compliance, consolidamento e nuovi mercati, moderata da Andrea Bigi. Ad aprire il giro degli interventi Alberto Luoni, responsabile Servizio Marketing Retail di Cariparma. Noi stiamo vivendo un momento di forte crescita a seguito dell acquisizione della banca da parte del Crèdit Agricole. Sono d accordo con Spaccavento nel senso che nel breve periodo l effetto di queste operazioni è quello di un dirottamento delle energie del marketing, della direzione, dei sistemi informativi e della organizzazione. Queste energie vengono utilizzate per favorire l integrazione nel più breve tempo possibile. Tuttavia questo non paralizza l innovazione. Per quanto ci riguarda, la macchina del marketing non è rimasta ferma. D altra parte, nel medio periodo, l appartenenza a un grande gruppo ci mette in condizione di sostenere gli alti costi dell investimento in innovazione. Della stessa opinione Roberto Grazioli, responsabile Direzione Mercato del Gruppo Credito Valtellinese: Nello scorso febbraio abbiamo acquisito circa 35 sportelli da In- Luciano Munari,Università di Parma, presidente della Giuria (a sinistra) consegna a Miro Fiordi, dg del Credito Valtellinese, il premio speciale di Istituzione più innovativa dell anno MARZO AZIENDABANCA 71

3 Tutti i vincitori del Cerchio d Oro Premio Speciale Azienda più innovativa dell anno 1 - Gruppo Bancario Credito Valtellinese 2 - Banca Popolare di Milano 3 - Banca del Piemonte Categoria Canali Distributivi 1 - Banca Popolare Milano Work-Site Marketing - La tua banca, nella tua azienda 2 - UniCredit Banca per la Casa Scrivania Mutui 3 - Banca del Piemonte La filiale come a casa tua Categoria Prodotti Pagamento 1 - Bcc Treviglio Carta Bcc PayPass 2 - Banca Popolare Vicenza Carta Prepagata C/Conto 3 - Banca Popolare Sondrio Cash pooling: il multibanca globale Categoria Prodotti Credito 1 - Cariparma Gran Mutuo 2 - Barclays Mutuo Fisso 5 spread decrescente 3 - Banca del Piemonte Internazionalizzazione Categoria Prodotti Investimento e assicurativi 1 - Banca del Veneziano Risparmio etico 2 - Axa Assicurazioni Accumulator 3 - Pramerica Life Attività business market Categoria Marketing 1 - Gruppo Credito Valtellinese Creval insieme e il marketing sociale 2 - Linear Linear Tribù Gruppo Banca Popolare Milano Radio Categoria Communication 1 - Banca del Piemonte Comunicare con l arte 2 - Banca Popolare Milano Riposizionamento comunicativo 3 - Ing Direct Mutuo Arancio Sostituzione: la campagna di rottamazione Categoria Servizi 1 - Banca Akros SABE Sistema Automatico Best Execution 2 - Unicredit Banca Trasloco facile 3 - Credito Valtellinese Convenzione Ente Nazionale Sordomuti Categoria Applicazione della tecnologia 1 - CartaSi Instant Issuance 2 - Gruppo Banca Popolare Milano, Paolo, assistente virtuale 3 - Bcc Sesto San Giovanni Progetto Cittabile Categoria Organizzazione & Operations 1 - Gruppo Credito Valtellinese Procedura Idea 2 - Unicredit Banca d Impresa Desk Finanza d Impresa 3 - Banca del Piemonte Mitigazione del rischio operativo 72 AZIENDABANCA - MARZO 2008

4 tesa Sanpaolo. L integrazione di questi punti vendita è stata molto interessante oltre che faticosa. Lo stimolo per la nostra struttura, ossia l Area Mercato, è stato quello del confronto con un portafoglio prodotti molto esteso, quello di Intesa da una parte e di Sanpaolo dall altra. Abbiamo avuto la possibilità di mappare in maniera dettagliata tutti i prodotti. Per noi è stata l occasione per confrontarci sulla dimensione della nostra offerta rispetto ai bisogni del mercato. Abbiamo anche conosciuto colleghi nuovi che ci hanno sottoposto suggerimenti attraverso la nostra procedura Idea che ha l obiettivo di favorire in tutto il gruppo il recepimento di tutte le idee che possono favorire il processo di innovazione. In questo senso il confronto con un know-how esterno è stato per noi non un freno, bensì un ulteriore stimolo all innovazione. Roberto Ranieri, head of Marketing & Sales Financial Institution di Banca Akros, ha presentato invece il punto di vista di una banca di investimento: Il nostro compito è cercare di portare innovazione sui mercati finanziari per servire in modo soddisfacente anche i nuovi clienti della banca. La normativa può in alcune situazioni può favorire l innovazione, come nel caso della MiFID che può stimolare un modo nuove per svolgere l attività di consulenza. Marco Torri, responsabile marketing Si Servizi del Gruppo CartaSi ha evidenziato le difficoltà inerenti lo sviluppo di progetti innovativi su ampia scala : Il nostro compito come CartaSi è non solo quello di fare innovazione per le banche nostre partner, ma di farla in modo tale da fornire un servizio efficace e rispondente ai bisogni dei loro clienti. La complessità del processo di innovazione deriva dal fatto di dover coniugare due aspetti: l innovazione tecnologica e quella di business. Quella tecnologica deve tuttavia tener conto della molteplicità delle piattaforme e dei processi oggi esistenti. I nostri progetti pilota devono rispondere alle esigenze delle banche cui forniamo il servizio: è il caso ad esempio delle carte contactless. Portare avanti un progetto pilota in un ambito territoriale molto piccolo in cui si controllano tutti i processi è molto più semplice. Il problema è quando invece si lavora su un estensione più ampia e quando bisogna rispettare le specificità di interlocutori diversi. Necessariamente quindi si è molto più cauti rispetto al first mover perché si è obbligati a rispettare degli standard e perché il livello dimensionale delle applicazioni è più importante. Pertanto, talvolta si sviluppa un processo di innovazione interpretandolo come follower. Ma anche in questo caso, l impegno rispetto a un first mover non è minore in quanto dobbiamo verificare e adattare il livello di scalabilità dell innovazione alla molteplicità dei contesti anche tecnologici delle banche servite. La dimensione internazionale è indubbiamente un fattore di stimolo all innovazione, ha affermato Elisabeth Cellie, direttore Previdenza e Risparmio di Axa Life, in quanto nella realtà di Axa comporta l esistenza di strutture dedicate dislocate in tutto il mondo. Ma ciò che è più importante in questo contesto è l esistenza di meccanismi in grado favorire lo sfruttamento delle diversità e la valorizzazione delle esperienze altrui. Sono d accordo con Spaccavento nel momento in cui afferma che occorre una visione strategica dell innovazione. Essa non è un processo solitario ma è indubbiamente un esperienza collettiva basata sul confronto. Non credo invece che la normativa possa essere considerata una fonte per l innovazione; le sue finalità vanno nella direzione opposta: le norme hanno il compito di costruire degli schemi di riferimento in cui gli attori devono poi operano. La normativa tende tuttavia alla standardizzazione e non alla differenziazione, vero obiettivo dell innovazione in quanto tale. Secondo Piero Capperucci, direttore Direzione Retail Banca Popolare di Milano, l innovazione è invece favorita dalle normative fermo restando la capacità delle singole banche di tradurne il contenuto in procedure concrete. Ad esempio era giunto il momento di avere una normativa come la MiFID. Il problema reale è l applicazione della normativa affinché si abbia la salvaguardia degli investimenti del clienti e un pricing corretto del servizio. MiFID in questo senso favorisce l innovazione purché l adeguamento non venga visto esclusivamente come un costo. Mi aspetto nuove interessanti opportunità per continuare a sostenere gli investimenti dedicati all in- Andrea Bigi, direttore del mensile AziendaBanca, e Katia Ramini, capo settore Supporto allo Sviluppo di Bpm, vincitore per la categoria Canali Distributivi Roberto Nicelli, vicedirettore della Bcc di Treviglio (a sinistra), riceve il primo premio per la categoria Prodotti Pagamento da Arturo Patamello dell Università Bicocca Alberto Floreani, Università Cattolica (a sinistra), premia Mario Gigli, responsabile ufficio Marketing e Sviluppo della Banca del Veneziano, vincitore nella categoria Prodotti Investimento e Assicurativi Vita MARZO AZIENDABANCA 73

5 La Giuria del premio Cerchio d Oro 2007/2008 Mario Anolli - Università Cattolica Marco Di Antonio - Università di Genova Mauro Ferraresi - IULM Alberto Floreani - Università Cattolica Chiara Francalanci - Politecnico Milano Marco Giorgino - Politecnico Milano Luciano Munari - Università di Parma, presidente della Giuria Laura Nieri - Università di Pescara Arturo Patamello - Università Bicocca Luca Pellegrini - IULM Mario Salvatori - editore di AziendaBanca Cristina Schena - Università dell Insubria Coordinatore scientifico: Sergio Spaccavento - presidente AIFIn Andrea Chierici, responsabile Prodotti Retail di Cariparma (a sinistra), primo classificato nella categoria Prodotti Credito, con Sergio Spaccavento, presidente AIFIn Roberto Grazioli, direttore Mercato di Deltas (Gruppo Creval), riceve il primo premio per la categoria Marketing da Luca Pellegrini, Università Iulm (a destra) Mirella Villa, relazioni esterne CartaSi, vincitore nella categoria Applicazione della tecnologia novazione: a fare la parte del leone sarà la capacità della banca di fornire risposte adeguate ai nuovi target di clientela. E il caso ad esempio del target giovani, che ha già manifestato un elevata propensione all utilizzo dei canali on line, ma anche del segmento costituito dagli extracomunitari: qui l innovazione potrà investire l area del credito e più in generale l area dei servizi dedicati all assistenza nello start up delle aziende gestite da extracomunitari. Al Creval la palma dell innovazione A conquistare il podio nella classifica delle istituzioni finanziarie più innovative è stato il Gruppo Credito Valtellinese. Abbiamo chiesto un commento a Miro Fiordi, direttore generale del Creval, che quest anno festeggia i cento anni di fondazione. L esperienza maturata in questi cento anni di attività ci ha permesso di comprendere al meglio cosa significhi produrre innovazione: un costante miglioramento di processi aziendali, prodotti e servizi alla clientela, attraverso i contributi diretti di tutti i collaboratori interni, nella convinzione che i buoni risultati si ottengono prima di tutto valorizzando il capitale umano. Questo principio ha ispirato i nostri progetti premiati. Creval Insieme ha il suo punto di forza nella capacità di mettere a disposizione di tutti i collaboratori del Gruppo, attivi nel sociale, nuove e articolate forme di contributo a favore delle loro associazioni in questo modo diventeranno i nostri ambasciatori nel mondo dell associazionismo e del no profit. Procedura Idea è stata progettata e realizzata per raccogliere in maniera codificata e sistematica i suggerimenti e le idee provenienti dai collaboratori del Gruppo per il miglioramento dei processi aziendali a tutti i livelli. In tutti questi progetti l uomo è al centro: cliente, dipendente o socio. Questa è la nostra cultura di riferimento. Questa impostazione è stata seguita anche nella recente acquisizione dei 35 sportelli acquisiti dal Gruppo Intesa San Paolo, 12 confluiti nel Credito Artigiano e 23 nella nuova banca, il Credito Piemontese: forte valorizzazione delle risorse umane confluite nel gruppo e iniziative di formazione. Far parte di una realtà come la nostra significa crescere insieme in un progetto fatto di passione, determinazione, impegno e fiducia reciproca. Il Creval si dimostra una banca popolare moderna, saldamente ancorata ai propri valori, vicina al territorio, in grado di offrire servizi e prodotti di qualità dotati di una capacità di innovazione al servizio della collettività e al passo con l evoluzione del mercato. Un Gruppo che accanto alla produzione di beni economici, investe circa cinque milioni di euro l anno in beni sociali supportando l attività di oltre mille associazioni o enti no profit nella realizzazione delle loro attività. Con questo prestigioso riconoscimento hanno vinto tutti i collaboratori del Gruppo Creval. Primi in... Innovazione Il primo premio per la categoria Canali distributivi è andato a Bpm che ha presentato il progetto Work-Site Marketing, la tua banca, nella tua azienda. Si tratta di un nuovo sistema di promozione dei prodotti e servizi bancari all interno delle aziende. L iniziativa ha l obiettivo di promuovere e vendere i prodotti e i servizi bancari direttamente ai dipendenti delle aziende. In questo modo il singolo dipendente può accedere alle proposte delle banche direttamente dal proprio posto di lavoro. Il progetto CartaBcc PayPass, partito lo scorso mese di ottobre Cassa Rurale-Banca di Credito Cooperativo di Treviglio si è aggiudicato invece il primo premio per la categoria Prodotti-Pagamento. Circa mille titolari di carta e cento esercenti, appartenenti a categorie merceologiche eterogenee, clienti della Bcc di Treviglio, hanno utilizzato per la prima volta in Italia le carte di pagamento contactless che sfruttano la tecnologia Rfid. Per pa- 74 AZIENDABANCA - MARZO 2008

6 gare è sufficiente avvicinare questo tipo di carta al terminale Pos di ultima generazione installato presso il negoziante. In cima alla classifica per la categoria Prodotti Credito, si è posizionata Cariparma con Gran Mutuo Cariparma, la nuova soluzione per favorire l acquisto della casa, dedicato al segmento delle giovani famiglie. Il prodotto abbina a una soluzione di pagamento innovativa una serie di attività promozionali condotte in co-marketing con catene commerciali fortemente collegate all acquisto della casa. L offerta Gran Mutuo Cariparma intende offrire elevata livelli di accessibilità al prodotto attraverso una minimizzazione dell importo della rata e una durata che può arrivare fino a 40 anni. A conquistare il primo posto per la categoria Prodotti Investimento e assicurativi è stata un iniziativa di Banca del Veneziano che ha promosso una forma di Risparmio etico. Il progetto ha come obiettivo la raccolta di fondi destinati espressamente al finanziamento a tasso zero di progetti ad alta valenza sociale. L iniziativa è stata giudicata come innovativa in quanto è la singola associazione destinataria del finanziamento che si adopera per convincere le persone ad aderire al progetto. Le persone che hanno dato il loro assenso parcheggiano dei fondi in certificati di deposito che partiranno a tasso zero il primo anno e poi diventeranno remunerativi al tasso lordo euribor, per quote crescenti, sulla somma corrispondente alla parte di finanziamento rimborsata ogni anno. In linea con i principi di banca popolare cooperativa, attenta alla produzione non solo di beni economici ma anche sociali, il Gruppo Bancario Credito Valtellinese ha promosso il progetto Creval Insieme e il marketing sociale che ha vinto il primo premio per la categoria Marketing. Si tratta di un iniziativa di Marketing Sociale che vede il coinvolgimento dei dipendenti stessi della banca. I colleghi e loro famigliari, che già svolgono attività di volontariato, possono aiutare le loro associazioni grazie ad un canale privilegiato di richiesta fondi e materiale alla Banca. I colleghi e i loro familiari diventano così una sorta di ambasciatori della Banca presso le rispettive associazioni in cui prestano attività di volontariato. Il progetto Comunicare con l arte, lanciata dal Banca del Piemonte ha ricevuto il primo premio per la categoria Communication. Alla base di questa iniziativa la convinzione da parte dell istituto che la comunicazione informale produce valore e rafforza il legame e la soddisfazione tra clienti e banca. Il progetto prevede degli appuntamenti fissi pensati per offrire alla clientela la possibilità di scoprire location di interesse storico, culturale, artistico e per creare momenti significativi di relazione e dialogo tra la Banca ed i clienti. A Banca Akros è andato invece il primo premio per la categoria Servizi con il progetto Sabe (Sistema Automatico Best Execution), sistema per l evasione degli ordini obbligazionari retail e professional che garantisce, attraverso un elevata automatizzazione di tutti i processi di lavorazione, l esecuzione dell ordine alle migliori condizioni possibili sulle trading venues selezionate nell execution policy. Per la categoria Applicazione della tecnologia è stata premiata CartaSi con il progetto Instant Issuance: attraverso questa iniziativa, promossa per favorire anche nella nostra penisola l utilizzo della moneta elettronica, è ora possibile emettere direttamente presso una filiale bancaria una carta di pagamento consegnandola immediatamente al cliente che ne fa richiesta. Presso i locali della filiale viene installata un apparecchiatura hardware e un interfaccia software in grado di personalizzare con i dati anagrafici del nuovo Titolare una carta bancaria Emv complaint. Infine è stata premiata, con il progetto Procedura Idea del Gruppo Credito Valtellinese, la capacità di coinvolgimento del personale nell apporto al miglioramento continuo dei processi aziendali e dei prodotti e dei servizi rivolti alla clientela: la procedura Idea, presentata nella categoria Organizzazione & Operations, garantisce a ogni dipendente del Gruppo la possibilità di fornire suggerimenti tramite un work flow automatizzato operante in ambiente web. La canalizzazione delle informazioni verso un unico punto permette una prima valutazione ed un successivo smistamento del suggerimento verso il settore organizzativo di presidio, il quale una volta effettuate le opportune valutazioni potrà predisporre gli studi di fattibilità e svilupperà l idea. Rosaria Barrile Elena Beraudo, vice responsabile direzione Sistemi (al centro), con Simona Targon (ufficio Marketing) e Guido Carlone (funzione Risorse) di Banca del Piemonte, primo classificato della categoria Communication Enzo Rocca, vicedirettore generale del Credito Valtellinese, riceve il primo premio per la categoria Organizzazione & Operations Marco Giorgino, Politecnico di Milano (a sinistra), premia Tullio Grilli, responsabile brokerage obbligazionario di Banca Akros, primo classificato nella categoria servizi MARZO AZIENDABANCA 75

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop.

SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE della Bcc di Flumeri soc. coop. Revisione del 15/02/11 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di trasmissione

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo.

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo. Pag. 1/7 Prof. Like you Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01 Email / Web / Social Pag. 2/7 hottimo.crm Con CRM (Customer Relationship Management) si indicano tutti gli aspetti di interazione

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvata con delibera del C.d.A. del 29/10/2007 Aggiornata con delibera del C.d.A. del 26/11/2008 21/10/2009 29/10/2010 24/01/2011 04/06/2012 18/11/2013

Dettagli

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO Tutte le aziende ed attività economiche hanno bisogno di nuovi clienti, sia per sviluppare il proprio business sia per integrare tutti quei clienti, che

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI POLITICA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI INDICE 1. Premessa... 2 1.1 Scopo del documento... 2 1.2 Riferimenti normativi... 2 2. Ambito di applicazione e destinatari... 2 3. Fattori di Best Execution...

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it Advisory Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 1 2 3 Il trend del risparmio gestito prima e dopo la crisi finanziaria

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA

INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA 1 INFORMAZIONE SULLE STRATEGIE DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA CAPASSO ANTONIO SPA Revisione del 01/08/2013 2 INDICE PREMESSA 1.RELAZIONI CON ALTRE NORME E DOCUMENTI 2.PRINCIPI GUIDA

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

Doti di leadership con forti capacità di coordinamento e motivazione dei team gestiti.

Doti di leadership con forti capacità di coordinamento e motivazione dei team gestiti. Sintesi Professionale Consolidata esperienza nella gestione di progetti complessi volti all introduzione di nuove attività e simmetricamente alla razionalizzazione ed efficientamento di strutture e reti

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard.

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard. YouCard, la prima carta in Italia che consente di personalizzare il codice PIN, è anche l unica carta al mondo che unisce la sicurezza delle carte prepagate, la semplicità delle carte di debito e la flessibilità

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob)

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Novembre 2011 1 Indice PREMESSA ALLE LINEE GUIDA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 3

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA?

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? La maggior parte dei Retailer effettua notevoli investimenti in attività promozionali. Non è raro che un Retailer decida di rinunciare al 5-10% dei ricavi

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto

il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: un opportunità di business garantita da un team esperto il retail: una sfida avvincente Gestire una propria rete di punti vendita monomarca diretti o in franchising, per molte aziende sta diventando

Dettagli

La valutazione della formula imprenditoriale

La valutazione della formula imprenditoriale La valutazione della formula imprenditoriale Come si apprezza e si analizza il grado di successo di un impresa A cura di : Ddr Fabio Forlani Premessa Nel governo strategico delle imprese la valutazione

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL Le osservazioni al documento di consultazione dovranno pervenire entro il 21 Luglio 2014 on-line per il tramite del

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori Documentazione Informativa e Contrattuale Sommario INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA, SUI SERVIZI D INVESTIMENTO E SULLA SALVAGUARDIA

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 Il Campionato di Borsa con Denaro Reale, organizzato in collaborazione con Directa Sim, Binck Bank, Finanza on Line Brown

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli