in partita Cena torna

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "in partita Cena torna"

Transcript

1 Notiziario dell associazione Cena dell Amicizia Onlus la settembre anno XIV numero 32 Cena torna in partita Cena dell Amicizia, grazie all'impegno del collettivo, ha superato un momento difficile e ricomincia a giocare a tutto campo contro la grave emarginazione

2 L editoriale Notizie dal mondo Cena 2 Cambiare per crescere Q uando si cambia casa è sempre un momento di bilanci. Quest anno Cena dell Amicizia si è trovata a mani nude ad affrontare la crisi, a compiere scelte difficili e a dover difendere con le unghie la propria sopravvivenza. Quasi con sorpresa. è stato il momento in cui l associazione è stata costretta a riflettere sulla propria identità e sulla propria storia, sull essenziale e sul superfluo, a separare la pula dal grano. Che cosa abbiamo imparato? Prima di tutto che Cena dell Amicizianon potrebbe esistere senza le persone e le aziende che ne sostengono con affetto e convinzione la causa: cioè senza di voi. E poi che l associazione è entrata in modo definitivo nella fase della maturità, quella in cui i grandi ideali si fanno azione concreta, scelta, visione del futuro. La Cena dell Amiciziain questo passaggio epocale, nello spartiacque della crisi ha scelto il cuore della sua mission: privilegiare le persone, gli Ospiti, gli Operatori, i Volontari. Per questo quando si è stata costretta a tagliare -come è capitato nel2009 a tanteaziende e organizzazioni non profit, senza distinzioniha preferito rinunciare a uno spazio comodo e importante come il Centro Diurno e spostare l attività in altri spazi più modesti, che inficiare il LA CENA Notiziario dell Associazione Cena dell Amicizia Direzione: Via Val di Bondo Milano Tel lavoro di recupero degli Ospiti. Per questo l articolo centrale di questo numero riguardano il nostro trasloco. Ma la metafora del cambiamento vale anche per la strategia che governa il rapporto con le istituzioni: Cena dell Amicizia ha alzato - con lo stile rispettoso ecostruttivo che la caratterizza- per chiedere che il Comune di Milano mantenesse la propria responsabilità nei confronti dei cittadini senza dimora che Cena promuove e recupera. Grazie a questo confronto Cena continuerà per i prossimi mesi- a beneficiare delle convenzioni senza le quali il servizio sarebbe stato a grave rischio. Siamo felici di questa vittoria non tanto e Direttore: Roberta Giordano. Progetto Grafico: Andrea Schwegler non solo per Cena ma perché attraverso il vile denaro si riafferma e ripristina nei fatti il diritto delle persone emarginate a vivere con dignità e a provare a reinserirsi nella società. Questa è la seconda scelta importante: Cena resterà al fianco di chi ha bisogno. Ai nostri sostenitori chiediamo di aiutarci metaforicamente a svuotare questi scatoloni che contengono 40 anni di esperienza accanto agli ultimi e prendere possesso come una casa nuova di questa consapevolezza: Cena dell Amiciziasta crescendo. Ma abbiamo sempre bisogno di voi.aiutateci a fare sempre di più per le persone senza dimora e sempre meglio. Il Presidente Aurelio Lamiani Hanno collaborato Andrea Gazziero, Aurelio Lamiani, Massimo Acanfora, i volontari e gli operatori di Cena Domenica 20 settembre si è tenuta al Nocetum di via San Dionigi 77 la Giornata del Volontario. Una prima assoluta. Un segno forte che i volontari di Cena dell'amicizia non vogliono limitarsi -per quanto importante siaa dare un "servizio", ma intendono progettare insieme il futuro dell'associazione. I volontari, dalla cena del martedì ai centri notturni di accoglienza sono stati invitati a sedersi attorno ai tavoli del Nocetum e a trovare un comune pensiero su Cena dell'amicizia, "riconquistare" la sua mission per poterla esprimere al meglio sia nei singoli servizi che nel lungo periodo. 20 settembre 2009: la prima Giornata del Volontario Una delle domande di fondo, accanto a chi siamo? è stata infatti come Cena dell'amicizia potrà incidere sulla realtà di Milano che si prepara all'expo. Quale sarà il suo contributo di pensiero, di buone pratiche, di capacità di proporre nuove politiche sociali, in una Unione Europea che ha dedicato il 2010 alla povertà e ha indicato il 2015 come anno in cui dovrebbe essere definitivamente sconfitta la street homelessness.le risposte non potevano essere che diverse e complesse. Una Notte da 10 e lode Il 17 ottobre torna a Milano in piazza Santo Stefano "La Notte dei Senza Dimora", la decima edizione della manifestazione organizzata da Terre di mezzo e dal gruppo di associazioni "Quelli della notte":un'occasione per avvicinarsi a chi vive quotidianamente la condizione di senza dimora, condividendo questa notte La mattina si è aperta con il saluto del Presidente e con la presentazione delle rispettive attvità di Cena dell Amicizia: Ritmi e tempi del volontariato in Cena: il racconto della vita dei centri,che Massimo Bertazzoli ha coordinato, cogliendo l occasione per favorire la reciproca conoscenza tra volontari che si incontravano per la prima volta. Il pomeriggio, dopo un ottimo pranzo condiviso in giardino, i lavori di gruppo. Il Gruppo Comunicazione coordinato da Massimo Acanfora ha riflettuto sull identità di Cena e sul ruolo dei volontari nella comunicazione e nella ricerca fondi. Il Gruppo Volontari, condotto da Carlo Collu e Sara Roberti ha riportato la sintesi del lavoro di raccolta dati effettuato nelle scorse settimane. Il Gruppo Accoglienza e nuove povertà è stato condotto dallo stesso Andrea Gazziero. Fra gli obiettivi, sollecitare il gruppo a riflettere su come e quanto sono cambiate le caratteristiche dei nostri ospiti. Conclusioni della giornata affidate ad Aurelio Lamiani: esperienza positiva il giudizio unanime. "simbolo" all'addiaccio, nei sacchi a pelo stesi sulla piazza, in segno di solidarietà e anche di protesta. E magari diventando volontari di Cena dell'amicizia. Tra la musica e l'informazione noi ci saremo! 3

3 Attività Istituzionali Storie dai centri Il trasloco che unisce: volontari, operatori e Ospiti insieme al lavoro per Cena E di nuovo cambio casa, di nuovo cambiano le cose, cantava Ivano Fossati. Cena dell Amicizia a luglio ha scelto -per motivi economici e logistici, come annunciato nell editorialedi lasciare i locali di via Grazzini 12/a. Qui nel 1995 aveva preso l'avvio all'esperienza del Centro Diurno. Ermanno Azzali aveva dato insieme a noi un impronta forte alla struttura: inizialmente era pensata per dare un punto di riferimento a persone fragili quali alcolisti e malati psichici in primis, che avevamo accolto nella nostra struttura notturna e la cui giornata per strada spesso annullava i benefici della comunità. Poi il Centro si è via via strutturato in un'attività di vera e propria accoglienza rivolta anche a persone non accolte nei nostri centri. È diventato uno spazio di lavoro che sosteneva con vigore i percorsi di reinserimento lavorativo di persone dalle molteplici fragilità. Persone che senza Il pacchetto sicurezza è diventato definitivo il 2 luglio e la fio.psd, la federazione italiana organismi delle persone senza dimora ha preparato un documento -"Diario di un diritto negato - che ricostruisce la genesi e l'iter parlamentare del disegno di legge Disposizioni in un opportuno "allenamento relazionale" non sarebbero state in grado di affrontare gli impegni che un lavoro comporta, quali il rispetto degli orari, l igiene personale, l autonomia nella cura della propria salute psicofisica, la capacità di relazionarsi con colleghi e superiori. Il Centro Diurno era questa palestra dove si sollevava il peso della desuetudine. La scelta di sacrificare lo spazio fisico di via Grazzini e di trasferire nel contempo le attività nel Centro Notturno di via Val di Bondo è stata frutto di un esigenza economica pressante ma anche della strategia di non perdere il lavoro fatto con gli Ospiti. E il trasloco si è trasformato in un opportunità che ha visto Ospiti, Volontari ed Operatori uniti dal lavoro di trasferimento e ristrutturazione degli ambienti del nuovo spazio. Un'esperienza molto faticosa ma anche assai significativa ed Persone senza dimora schedate materia di sicurezza pubblica. Una legge che avrà forti ripercussioni sulle condizioni di vita delle persone senza dimora, alle quali rischia di precludere il riconoscimento dei diritti di cittadinanza elementari e l accesso ai servizi sociali, e affermare, con il "registro dei senza dimora", una importante, perché il contributo di tutti ha fatto (e sta facendo) veramente la differenza! I nuovi spazi sono meno ampi ma un miracolo di logistica e lo spirito di adattamento di tutti ha permesso che Centro Diurno, amministrazione e segreteria potessero infine convivere, sebnza pregiudizio per la parte educativa e di prossimità alle persone. E a conti fatti, gli spazi di accoglienza notturna sono perfino passati da 13 a 14 posti, attraverso la sistemazione della vecchia stanza degli obiettori di coscienza. Tutto il resto, numeri di telefono e mail dell'associazione, rimarranno gli stessi. L aria nuova ha ravvivato anche il dialogo con il Comune di Milano, che verrà -come sempre con garbo e decisionestimolato perché si possa presto trovare un nuovo spazio adatto ad uffici e Centro Diurno. Vi terremo informati! Andrea Gazziero volontà di controllo sociale che, con il pretesto dell ordine pubblico, sfocia in pratiche di schedatura e di limitazione delle libertà individuali. Il Diario è scaricabile dai siti della Fiopsd e della campagn Il residente della Repubblica (www.ilresidentedellarepub blica.it) Storia di M. La vita riconquistata Per anni è stato il bidello della scuola sul cui piazzale viveva. Non in una casa però, ma in una vecchia auto. Questa di M. è una storia particolare: una storia si emarginazione estrema che M. ha vissuto nonostante i tanti colleghi-amici che hanno cercato di aiutarlo, una storia di povertà nonostante avesse un lavoro, di solitudine pur vivendo la scuola, un luogo che più chiassoso e pieno di persone è difficile immaginare. Quando è arrivato in Cena, M. si era già messo alle spalle il problema dell alcol grazie ad un lungo ricovero ospedaliero e all inserimento in una comunità protetta, che per alcuni mesi lo ha aiutato a riprendere in mano la sua salute. Quando è stato accolto da noi si prefiggeva invece di iniziare a riconquistare la propria vita, per tanto, troppo tempo, lasciata scorrere lontano da sé senza esserne il protagonista. Oggi M. riesce, come dice lui stesso, ad avere la testa per capire quanto tempo ho buttato via, oggi ha finalmente voglia di fare progetti, anche se questo comporta la fatica, immensa, di affrontare uno ad uno i problemi. E così dopo 8 mesi di accoglienza in Cena stiamo programmando la sua uscita, in un appartamento in affitto. La storia di M. è quella -più comune di quanto si creda- di una persona che dopo la separazione dalla moglie cade nella più profonda disperazione lasciandosi andare e abbandonandosi all alcol. Ma è anche la storia di una persona cresciuta in una famiglia fragile e complicata, che non è stata in grado di dargli quella forza necessaria ad affrontare tutte le difficoltà della vita. E infine M. è anche una persona ricca: di speranza, di entusiasmo, di voglia di vivere, di umanità. Valori che lo hanno reso capace di farsi benvolere da tanti colleghi e conoscenti del paese dove ancora oggi lavora, come da tutti noi al Centro Notturno. Perciò questa è una storia emblematica, bella da raccontare, che ci fa capire molto bene come l altro, il diverso, il barbùn, non sia affatto un entità così lontana da ciascuni di noi, perché M., alla fine, almeno nella sua fragilità e nella sua parte oscura, è proprio una persona come noi. E forse è questo che ci fa così paura, che rende e le persone senza dimora degli emarginati e nell accezione più comune e superficiale gente che avrebbe scelto la propria condizione. 4 5 Un calcio alla Povertà S ił svolta a Milano, dal 6 al 13 settembre, la settima edizione dell'homeless World Cup, torneo di livello mondiale che usa il calcio come un catalizzatore per incoraggiare le persone senza dimora a cambiare la loro vita e per stimolare governi, media, cittadini e opinion leader a trovare soluzioni sempre migliori per combattere l'homelessness in tutto il mondo. Hanno partecipato 48 nazioni e 500 atleti da tutto il mondo. Ha vinto l Ucraina, che ha sconfitto in finale per 5 a 4 il Portogallo. Andrea Gazziero

4 Le vacanze 2009 La pagina delle aziende Montagna incantata Le emozioni di Clusone 2009 non sono ancora finite: i giorni trascorsi con gli Ospiti e i volontari di Cena dell'amicizia tra le montagne della Val Seriana (BG), hanno un sapore intenso che resiste anche al ritorno in città. Alessia, che ha passato questi giorni con sua mamma Carmen, riesce a esprimerlo con solare chiarezza: "Sono stata bene sia con tutti gli Ospiti che con le altre persona che il mondo del volontariato mi ha fatto incontrare: sento che con la loro presenza mi completano. Mi piace farli ridere, divertire, sono felice quando all improvviso sui loro volti arriva un sorriso, un espressione di gioia e mi auguro di portare loro con la mia spontanea allegria un po di serenità e qualche momento da vivere con leggerezza". Una coperta per l Ikea Anche quest'anno Cena dell'amicizia aderisce con altre associazioni all'invito dei negozi Ikea di Carugate e Corsico per raccogliere coperte e sacchi a pelo per le persone senza dimora di Milano. Nel week end del... i cittadini potranno portare nei punti vendita vacanza è anche che aumentano gli spazi di dialogo a tu per tu e in qualche caso ci si scambia perfino i ruoli. Ad alcuni Ospiti infatti ho avuto occasione di raccontare momenti importanti della mia vita: e chi era l accolto in quel momento? Chi veniva aiutato? Quando due persone si parlano così, senza filtri, c è un interscambio profondo che raramente si trova nella quotidianità. E poi sono state vere vacanze anche per i volontari: con le squadre formate da Ospiti ed exospiti in cucina, abbiamo potuto muoverci liberamente con una compagnia di una decina di persone e andare in piscina, visitare musei locali, fare passeggiate!". Imprese responsabili per Cena dell Amicizia Sono molteplici le modalità con cui le imprese possono aiutare Cena dell Amicizia. Così come numerosi sono i vantaggi che un azienda potrà ottenere fornendo sostegno a Cena dell Amicizia: 1. con una donazione in denaro, ad esempio adottando l attività di uno dei nostri centri, il costo dei pasti per un anno, l attività di inserimento lavorativo dei nostri Ospiti e così via (vedi oltre) 2. donando all associazione propri prodotti o servizi: beni materiali 2. visibilità del marchio aziendale come cibo o arredi, servizi (come legato a una buona causa Anche Alessia ha molte parole da ricordare: assicurazioni, telefonia o altro), la attraverso gli strumenti di "Sulla via del ritorno in città ho riflettuto consulenza pro bono di comunicazione istituzionali di Cena sulle confidenze che mi sono state fatte, professionisti, o fornendoci spazi dell Amicizia o altri pensati ad hoc sulle storie di vita vissuta che -nonostante i gratuiti Le gite, i pranzi, le cene in compagnia e le risvolti drammatici- mi sono state raccontate 3. deducibilità fiscale per reddito 6 altre attività quotidiane hanno un valore con semplicità e naturalezza. Ogni anno 3. sponsorizzando gli eventi di d impresa o di persone fisiche 7 aggiunto che Maria dopo questi pochi raccolta fondi di Cena dell Amicizia Chiara -che ha già giorni di vacanza 4. maggiore fiducia, soddisfazione sperimentato le ritorno agli impegni e 4. promuovendo al proprio interno e senso di appartenenza da vacanze di Cenariconosce e spiega: forte e consapevole con una raccolta fondi, chiedendo a collaboratori, dei clienti e degli altri ai doveri quotidiani più il coinvolgimento dei dipendenti, parte dei dipendenti, dei "Anche quest anno ho che la vita va lavoratori e clienti di destinare a stakeholder direttamente coinvolti verificato l'importanza affrontata con Cena dell Amicizia il loro 5x1000 o in attività sociali che gli ex Ospiti stiano coraggio e con il cuore con il payroll giving fianco a fianco a quelli colmo di speranza, 5. riconoscimento del ruolo di attuali, seguendoli e così come spesso 5. devolvendo a Cena dell Amicizia impresa socialmente responsabile supportandoli: fanno i nostri Ospiti. Io il ricavato della vendita di un da parte degli Enti pubblici locali e secondo me la loro dono solo un sorriso, particolare prodotto o servizio o delle altre realtà sociali e presenza alle vacanze ma loro molto, molto una sua parte, con un azione di imprenditoriali presenti sul è estremamente di più". Da tutti viene Cause Related Marketing territorio. motivante per Ospiti, un grazie particolare a volontari e operatori. Matteo e un au revoir Ma il bello della a Clusone. 6. diventando volontari e invitando clienti, dipendenti e collaboratori dell azienda a fare altrettanto. Vogliamo cercare insieme a voi la migliore strategia di responsabilità sociale da cui associazione e azienda possono trarre il massimo deireciproci benefici. Tra i molti vantaggi possiamo annoverare: 1. rafforzamento dell immagine e della reputazione della vostra azienda: le attività di responsabilità sociale concorrono infatti secondo le più recenti ricerche a costruire la fiducia e il consenso della comunità e a fidelizzare la clientela Per informazioni: tel , e mail Regali solidali A Natale la vostra azienda ha l'opportunità di cambiare la vita a una persona in difficoltà. Potete destinare a Cena dell Amicizia i regali di Natale per i dipendenti, i fornitori, i clienti, e spiegare con un oggetto simbolico e un biglietto il valore del gesto. Oppure acquistare e regalare un nostro prodotto - come il libro di riectte Cen è per tutti - o una confezione di "Cioccolato dell'amicizia". Il valore aggiunto è assicurato. Per informazioni: Segreteria

5 Aut.Trib.Milano n. 712 del Poste Italiane SPA -Sped. In Abb. Post. DL 353/03 (convertito in L. 27/02/ N 46) art.1, comma 2 Come aiutarci Per le nostre attività abbiamo bisogno di aiuto concreto: i problemi delle persone senza dimora si risolvono anche dando loro assistenza materiale. Ci puoi aiutare così: - puoi offrire il tuo libero contributo, deducibile dal reddito dellepersone fisiche o da quello d impresa: - fai un offerta con carta di credito sistema Pay Pal dal link offerte in rete sul sito web - fai un offerta sul ccp n intestato all Associazione Cena dell Amicizia Onlus - fai un offerta sul cc di Banca Intesa,IBAN IT42 P puoi adottare un Ospite con una donazione ad hoc, seguendo il suo percorso di reinserimento - puoi mettere la tua professionalità al servizio di Cena: abbiamo bisogno di avvocati, medici, giornalisti, cuochi... - puoi offrire ai nostri ospiti un impiego dignitoso nella tua azienda o in quella di qualcuno che ti è vicino puoi offrire beni - alimentari e non o servizi all Associazione - puoi acquistare e regalare il libro Cen è per tutti, gli oggetti realizzati dei nostri Ospiti o il nostro set da cucina - puoi intraprendere l attività di volontario: chiama il numero o scrivi a Il Cioccolato dell Amicizia 17 ottobre 2009: La Cena scende in piazza E dolce avere una casa : con questo slogan Cena dell Amicizia per ilterzo anno consecutivo scende in piazza con i prodotti della storica azienda dolciaria Zaini Spa. Nel centro di MIlano, da S.Babila e il Castello, ma anche in piazza Argentina e in altre zone di grande I nostri servizi CENA DEL MARTEDI' il servizio storico di Cena dal Una cena settimanale condivisa con i volontari, il martedì sera, a cui sono invitate persone senza dimora, anziani soli, persone con disagio psichico. Presso la parrocchia di S. Pio V, in via Lattanzio 60. CENTRO NOTTURNO MASCHILE il Centro Notturno Maschile nasce nel 1989, come risposta ai problemi di chi non ha un tetto. Accoglie 12 persone senza dimora in età lavorativa, struttura con loro un programma di recupero ad personam. passaggio, i nostri banchetti offiranno eleganti sacchetti con ciccolata e cacao, i libri di ricette e tanta informazione su Cena dell Amicizia e sulle persone senza dimora. Veniteci a trovare e a fare un offerta: abbiamo bisogno anche della vostra dolcezza! Si vale dell opera di volontari e operatori professionisti. Via Val di Bondo 15, Comasina. La struttura ospita anche il... CENTRO DIURNO unmomento di lavoro protetto, di relazione con gli altri e socializzazione. Al primo piano di via Val di Bondo gli uffici dell Associazione. CENTRO NOTTURNO FEMMINILE aperto nel 2002, accoglie 8 donne in difficoltà che possono così riprogettare la propria vita. Via Spadini 15, Comasina. APPARTAMENTI PROTETTI 21 appartamenti dove ciascun ospite, seguito da volontari e da uno psicologo, può completare il suo percorso di recupero, sperimentando l autonomia. Quartiere Molise - Calvairate. IL SITO WEB per conoscerci e seguire le nostre iniziative.

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per i tuoi regali di Natale scegli di essere al fianco del WFP: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Scegli i tuoi regali aziendali

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te.

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Nel Sud del mondo in una situazione di povertá e di emarginazione a molti bambini sono negati i diritti fondamentali alla vita, alla

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Informazioni sulle modalità di collaborazione al Progetto Avvocato di Strada

Informazioni sulle modalità di collaborazione al Progetto Avvocato di Strada Informazioni sulle modalità di collaborazione al Progetto Avvocato di Strada Uno degli obiettivi istituzionali del Progetto Avvocato di Strada è quello di esportare il proprio modello nelle città dove

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Pensieri per un genitore che non c è

Pensieri per un genitore che non c è Campus AIPD - Formia 16-22 giugno 2013 Pensieri per un genitore che non c è In questo Campus mi sembra di essere fuori dal mondo, perché qui la normalità è avere un figlio con la sdd... sono i fratelli

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

donare&ricevere Guida rapida alle norme sulla donazione + dai - versi!

donare&ricevere Guida rapida alle norme sulla donazione + dai - versi! Guida rapida alle norme sulla donazione + dai - versi! DONARE AL VOLONTARIATO Vantaggi e opportunità per imprese e persone!l attuale normativa, dopo l approvazione anche della legge Le Organizzazioni di

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

TECNICHE. H. Sei Cappelli per Pensare. 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare?

TECNICHE. H. Sei Cappelli per Pensare. 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare? TECNICHE H. Sei Cappelli per Pensare 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare? Il metodo dei sei cappelli per pensare è stato inventato da Edward de Bono nel 1980. I cappelli rappresentano

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli