MANUALE DELLA CONSERVAZIONE SERVIZIO FNP

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANUALE DELLA CONSERVAZIONE SERVIZIO FNP"

Transcript

1 MANUALE DELLA CONSERVAZIONE SERVIZIO FNP

2 Tipo di documento: Manuale 2/27 INDICE 1 SCOPO DEL DOCUMENTO RIFERIMENTI CONTRATTUALI RIFERIMENTI NORMATIVI DEFINIZIONI LA CONSERVAZIONE A NORMA REGOLE GENERALI I documenti analogici con valore tributario I documenti informatici con valore tributario IL PROCESSO FNP Ciclo attivo Ciclo Passivo LA CHIUSURA DEL PROCESSO DI CONSERVAZIONE: IL DISCO LOGICO FORMATI AMMESSI LA RICERCA E L ESIBIZIONE A NORMA GENERAZIONE DELL IMPRONTA DELL ARCHIVIO IL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE DATI IDENTIFICATIVI COMPITI DEL RESPONSABILE DATI IDENTIFICATIVI DELLA CA E TSA CONTESTO ARCHITETTURALE ARCHITETTURA FISICA ARCHITETTURA APPLICATIVA Livello Presentation Livello Business Livello Dati GESTIONE DELLA SICUREZZA Sicurezza degli accessi Tracciabilità delle operazioni Reperimento dei documenti e corretta esibizione... 27

3 Tipo di documento: Manuale 3/27 1 SCOPO DEL DOCUMENTO Il presente manuale descrive il sistema di conservazione a norma Agenzia per l Italia Digitale (AGID) messo a disposizione dei Clienti del servizio Fattura No Problem (FNP) di BancoPosta. Esso, in generale, ha lo scopo di: Descrivere come è stato implementato il processo di conservazione e gli aspetti operativi per arrivare alla produzione dei lotti contenenti la documentazione digitale conservata a norma, Descrivere le competenze, il ruolo e le responsabilità del Responsabile della Conservazione Sostitutiva incaricato, Descrivere le funzionalità accessorie dell esibizione a norma, Descrivere le procedure di sicurezza adottate per tale processo, Descrivere l architettura fisica, applicativa e funzionale del sistema di Conservazione a norma. Eventuali difformità rispetto al flusso e, in generale, a quanto indicato all interno del presente manuale, sono imputabili direttamente a specifiche scelte del Cliente e rimangono sotto la sua completa responsabilità.

4 Tipo di documento: Manuale 4/27 2 RIFERIMENTI CONTRATTUALI Le tematiche trattate sono regolate secondo quanto contenuto nei documenti contrattuali sottoscritti, i quali sono parte integrante del presente Manuale.

5 Tipo di documento: Manuale 5/27 3 RIFERIMENTI NORMATIVI Il documento recepisce le indicazioni fornite da AGID ed in particolare le Regole Tecniche per la riproduzione e conservazione di documenti su supporto ottico idoneo a garantire la conformità dei documenti agli originali (Deliberazione n.11/2004 del 19 Febbraio 2004) e le successive Note Esplicative delle Regole Tecniche per la riproduzione e conservazione dei documenti su supporto ottico. Di seguito i riferimenti alle norme principali che regolano il processo di conservazione e di esibizione dei documenti, recepiti dal servizio di conservazione a norma descritto dal presente Manuale: [1] Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n.82 (G.U. n.112 del 16 maggio 2005) Codice dell'amministrazione digitale e successive modifiche, che fornisce gli elementi per definire e garantire la validità dei documenti informatici e pone obblighi precisi per la loro accettazione; [2] Deliberazione CNIPA n. 11/2004 del 19 Febbraio 2004 e relative note esplicative, he regola la conservazione dei documenti in formato elettronico; [3] Decreto Legislativo 20 febbraio 2004, n.52, Attuazione della direttiva 2001/115/CE che semplifica ed armonizza le modalita' di fatturazione in materia di IVA. [4] Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 13 gennaio 2004, Regole tecniche per la formazione, la trasmissione, la conservazione, la duplicazione, la riproduzione e la validazione, anche temporale, dei documenti informatici. [5] Decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze 23 gennaio, che definisce le modalità di gestione di tutti i documenti elettronici con valenza tributaria, e successive Risoluzioni e Circolari Agenzia delle Entrate [6] Legge n 2 del 28 gennaio 2009, che converte in legge il Decreto-legge anti-crisi del 29 novembre 2008 n 185, recante misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa [7]Decreto 7 marzo 2008, individuazione del gestore del sistema di interscambio della fatturazione elettronica nonché delle relative attribuzioni e competenze (G.U. n.103 del 3 maggio 2008). [8]Decreto 3 aprile 2013, regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica da applicarsi alle amministrazioni pubbliche ai sensi dell'articolo 1, commi da 209 a 213, della legge 24 dicembre 2007, n. 244 (G.U. n. 118 del 22 maggio 2013). [9] Circolare DigitPA n 59, 29 Dicembre 2011, Modalità per presentare la domanda di accreditamento da parte dei soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis, comma 1, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82. [10] DPCM 3 Dicembre 2013, Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi 3 e 5 -bis, 23 -ter, comma 4, 43, commi 1 e 3, 44, 44 -bis e 71, comma 1, del Codice dell amministrazione digitale di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005.

6 Tipo di documento: Manuale 6/27 4 DEFINIZIONI Secondo la Deliberazione CNIPA n. 11 del 2004 si distinguono due macro categorie di documenti: Documento analogico: documento formato utilizzando una grandezza fisica che assume valori continui, come le tracce su carta (esempio: documenti cartacei), come le immagini su film (esempio: pellicole mediche, microfiche, microfilm), come le magnetizzazioni su nastro (esempio: cassette e nastri magnetici audio e video). Documento informatico: la rappresentazione informatica di atti, fatti o dati giuridicamente rilevanti. Il documento analogico può essere a sua volta: Originale unico oppure non unico se, in questo ultimo caso, sia possibile risalire al suo contenuto attraverso altre scritture o documenti di cui sia obbligatoria la conservazione, anche a carico di terzi. Copia di un documento analogico originale. Di seguito si riportano le definizione di alcuni termini utilizzati: Firma digitale: il risultato della procedura informatica (validazione) basata su un sistema di chiavi asimmetriche a coppia, una pubblica e una privata, che consente al sottoscrittore (tramite la chiave privata) e al destinatario (tramite la chiave pubblica) di rendere manifesta e di verificare la provenienza e l'integrità di un documento informatico o di un insieme di documenti informatici. Impronta: la sequenza di simboli binari (bit) di lunghezza predefinita, generata mediante l'applicazione, alla prima, di una opportuna funzione di hash. Funzione di hash: una funzione matematica che genera, a partire da una generica sequenza di simboli binari (bit), una impronta in modo tale che risulti di fatto impossibile, a partire da questa, determinare una sequenza di simboli binari (bit) che la generi, ed altresì risulti di fatto impossibile determinare una coppia di sequenze di simboli binari per le quali la funzione generi impronte uguali. Riferimento Temporale: informazione, contenente la data e l'ora, che viene associata ad uno o più documenti informatici da una procedura informatica. Marca Temporale: è una evidenza informatica risultato di una procedura informatica, con cui si attribuisce, ad uno o più documenti informatici, un riferimento temporale opponibile ai terzi. Firma elettronica qualificata (o sottoscrizione elettronica) è definita come la firma elettronica basata su una procedura che permetta di identificare in modo univoco il titolare, attraverso mezzi di cui il firmatario deve detenere il controllo esclusivo (smart card, token, HSM), e la cui titolarità è certificata da un soggetto terzo (Certification Authority) attraverso un certificato qualificato. È inoltre richiesto l'uso del dispositivo di firma sicuro, capace cioè di proteggere efficacemente la segretezza della chiave privata. Certificato digitale: è un documento elettronico che attesta, con una firma digitale, l'associazione tra una chiave pubblica e l'identità di un soggetto.

7 Tipo di documento: Manuale 7/27 Certificato digitale qualificatoè l'attestato elettronico, rilasciato da una Certification Authority, che consente di verificare l'identità del titolare e collega al titolare stesso i dati utilizzati per verificare la firma. Esso contiene: - i dati identificativi di colui che rilascia il certificato; - i dati identificativi del titolare della chiave; - la chiave pubblica del titolare; - l'indicazione dei termini di validità del certificato TSA: Time Stamp Authority, ente terzo che emette i certificati di marcatura temporale. TSS: Time Stamp Service, servizio di marcatura temporale che emette marche temporali utilizzando il certificato emesso da TSA. Questo servizio deve rispettare i requisiti del RFC 3161 e il titolo IV del DPCM 13 gennaio 2004 HSM: Hardware SecurityModule, dispositivo per la custodia sicura di chiavi di firma digitale che permettono di firmare in remoto e in modalità automatica più documenti contemporaneamente, garantendo di fatto migliori prestazioni rispetto alle semplici smartcard o ai token USB. FNP: acronimo di Fattura No Problem, soluzione di Poste Italiane dedicata ai correntisti BancoPostaImpresa online, che consente di gestire in modo integrato tutte le attività del processo di fatturazione elettronica (ciclo attivo e ciclo passivo) attraverso lo scambio e la conservazione delle fatture, con la sicurezza della firma digitale. CBI: serviziobancario che consente alle imprese di poter gestire la propria tesoreria in modalità telematica. In particolare, attraverso un unico collegamento l'impresa può ottimizzare tutti i rapporti di conto che intrattiene presso più banche. FEPA: acronimo del servizio di Fatturazione Elettronica verso la PA.

8 Tipo di documento: Manuale 8/27 5 LA CONSERVAZIONE A NORMA 5.1 Regole generali I documenti analogici con valore tributario Nel caso di conservazione a norma di documenti analogici a valore tributario, si precisa quanto segue: 1. i documentidovranno essere stampati e archiviati su carta fino alla fine del processo di conservazione a norma 2. l acquisizione dell immagine dei documenti analogicipuò avvenire direttamente dal gestionale aziendale incaricato della loro produzione, secondo quanto reso possibile dalla Risoluzione n 158/ 2009 dell Agenzia delle Entrate e quindi senza passare necessariamente dalla scansione del documento cartaceo I documenti informatici con valore tributario Ai sensi del Decreto del Ministero dell'economia e delle Finanze del 23 gennaio 2004 [5], i documenti informatici rilevanti ai fini tributari hanno i seguenti requisiti di formazione: 1. sono documenti statici non modificabili; 2. sono emessi con apposizione del riferimento temporale e della firma digitale; 3. sono memorizzati in ordine cronologico e senza soluzione di continuità per ciascun periodo di imposta; 4. sono ricercabili in base a chiavi ben definite. Si precisa che per documenti informatici rilevanti ai fini tributari, si intende documenti che nascono in formato digitale e che non vengono mai materializzati (se non per l eventuale postalizzazione cartacea verso il ricevente in mancanza di un accordo esplicito tra le parti). In tale scenario, pertanto, si deve tenere presente che: il processo di conservazione dovrà concludersi entro 15 giorni dalla data di emissione; l ordine cronologico e l assenza di soluzione di continuità (secondo quanto stabilito dall art del Codice Civile per l ordinata contabilità) è garantita dal Cliente e dal servizio FNP ed è posto solo la completa responsabilità del Cliente. Il servizio di conservazione a norma non effettuerà alcun tipo di controllo in tal senso; il Cliente potrà conservare parte delle fatture in modalità sostitutiva e parte in modalità tradizionale a condizione che le prime siano annotate in uno specifico registro sezionale e numerate progressivamente con una distinta serie numerica; si specifica che la responsabilità di una gestione contabile conforme alle norme applicabili in materia è sotto la piena responsabilità del Cliente.

9 Tipo di documento: Manuale 9/ Il processo FNP Ciclo attivo Il servizio di conservazione a norma descritto nel presente Manuale si propone come obiettivo quello di consentire la conservazione del ciclo attivo dei Clienti Banco Posta tramite il servizio FNP. Il flusso di gestione del Ciclo attivo può essere rappresentato come di seguito: Figura 1 Ciclo Attivo Le fatture del Ciclo attivo gestite sulla piattaforma FNP possono essere di tre tipi differenti: 1. Fatture caricate su FNP dal Cliente al solo scopo di garantirne la conservazione a norma (fatture analogiche o elettroniche) In questo scenario, il sistema di conservazione prende in carico la memorizzazione dei documenti e il loro mantenimento nel tempo, ma non effettua alcuna verifica sulla

10 Tipo di documento: Manuale 10/27 sequenzialità dei documenti conservati o sull ordine cronologico dei documenti ricevuti (art. 3 DM del 23 gennaio 2004). I file, che vengono trasmessi tramite FNP al sistema di conservazione a norma, sono del tipo CBI (XML standard per il circuito interbancario) e possono contenere uno o più file codificati in base64. La natura della fattura veicolata (analogica/digitale) viene valorizzata dal Cliente ed inoltrata al servizio di conservazione a norma, per il tramite del servizio FNP che valorizzerà il parametro definito. Le attività eseguite per la conservazione di una fattura in formato CBI dipendono dai seguenti scenari: CBI non firmato contenente una o più fatture in allegato nei formati ammessi, firmate digitalmente. In questo caso, il processo di conservazione prevede la memorizzazione dei soli allegati e utilizza il file CBI contenitore per l estrazione dei metadati. CBI non firmato contenente allegati non firmati digitalmente; In questo caso, il processo di conservazione prevede la memorizzazione dei soli allegati e utilizza il file CBI contenitore per l estrazione dei metadati. CBI firmato contenente uno o più allegati, firmati oppure no. In questo caso, il processo di conservazione prevede la memorizzazione dell intero file CBI(che presenta le caratteristiche proprie del documento informatico a valore tributario) e l estrazione, dallo stesso, dei metadati necessari alla chiusura del processo di conservazione. Si precisa che il sistema di conservazione elabora il CBI per estrapolare le informazioni necessarie alla conservazione ed in base al valore assegnato allo specifico parametro, discrimina la fattura come elettronica o come analogica. In questo scenario, le fatture conservate all interno del sistema di conservazione potranno avere, in base alle specifiche di processo utilizzate dal Cliente, i seguenti possibili formati: Documento PDF -PDF/A con firma PADES Documento in uno dei formati ammessi con l aggiunta dell estensionep7m (e.g. PDF.P7M) Documento in formato XML con firma XADES Documento in uno dei formati ammessi dal sistema di conservazione (e.g. PDF, XML) Il file CBI deve contenere tutte le informazioni necessarie per una corretta conservazione a norma (es. presenza del parametro su fatture emesse e fatture trasmesse ). Più precisamente, l informazione sulla natura del documento fattura (analogica/ elettronica) verrà passata come parametro all interno del file CBI; la corretta valorizzazione del campo sarà responsabilità del Cliente.

11 Tipo di documento: Manuale 11/27 Si specifica che la piattaforma di fatturazione elettronica verso la PA di PostelPrint provvederà alla chiusura del processo di conservazione in un tempo J+5 dal momento del ricevimento del file. Il Cliente si impegna inoltre ad inviare documenti sottoscritti digitalmente nei modi previsti dalla normativa di riferimento. L invio di eventuali documenti non sottoscritti digitalmente (quindi privi dei requisiti attribuiti al documento informatico dall art. 3 del DM del 23 gennaio 2004) è sotto la completa responsabilità del Cliente e non sarà oggetto di verifica da parte di PostelPrint. 2. Fatture elettroniche indirizzate ai privati, caricate su FNP allo scopo di garantirne l emissione come documenti informatici e la conservazione a norma(fatture elettroniche); Tutte le fatture emesse elettronicamente da Poste Italiane in nome e per conto del Cliente e destinate alle Imprese o PA non vincolate a SDI, vengono conservate a norma secondo le regole previste dalla normativa di riferimento. La fase di conservazione è attivata dal cliente. E pertanto sua responsabilità avviare il processo affinché sia mantenuta la tempistica normativa di riferimento (es. conservazione entro 15 gg dalla data di emissione). I file relativi a questo scenario sono del tipo CBI non firmato e contengono un solo allegato fattura codificato in base64, firmatodigitalmente attraverso un certificato di firma digitale di Poste Italiane abilitato alla firma automatica e custodito sul dispositivo HSM presso la struttura del Certificatore Accreditato Postecom S.p.A. Il file CBI (inteso come file xml) nonfirmato verrà utilizzato per l estrazione dei metadati relativi alla fattura, da utilizzare per la memorizzazione del documento all interno del sistema di conservazione. Si specifica che la piattaforma di fatturazione elettronica verso la PA di PostelPrint provvederà alla chiusura del processo di conservazione in un tempo J+5 dal momento del ricevimento del file. Il Cliente si impegna inoltre ad inviare documenti sottoscritti digitalmente nei modi previsti dalla normativa di riferimento. L invio di eventuali documenti non sottoscritti digitalmente (quindi privi dei requisiti attribuiti al documento informatico dall art. 3 del DM del 23 gennaio 2004) è sotto la completa responsabilità del Cliente e non sarà oggetto di verifica da parte di PostelPrint. 3. Fatture caricate da FNP per l indirizzamento verso PA, l emissione come documenti informatici, la trasmissione tramite Sistema di Interscambio e la successiva conservazione a norma (fatture elettroniche su circuito XMLPA). Tutte le fatture verso la PA emesse tramite FNP, vengono trasferite verso il sistema di conservazione a norma in formato XLMPA. Ciascun file trasmesso viene sottoscritto con firma digitale attraverso un certificato di Poste Italiane abilitato alla firma automatica e custodito sul dispositivo HSM presso la struttura del Certificatore Accreditato Postecom S.p.A.

12 Tipo di documento: Manuale 12/27 In tutti i casi, il flusso di conservazione prevede la conservazione di tutte le fatture transitate per il Sistema di Interscambio e delle ricevute/notifiche scambiate con lo stesso. Ogni tracciato XMLPA caricato sul sistema e trasferito in conservazione dovrà contenere una sola fattura emessa e il codice ufficio della Pubblica Amministrazione destinataria corretto, così come depositato presso l Indice della Pubblica Amministrazione (IPA). Le fatture memorizzare all interno del sistema di conservazione saranno in formato XML.P7M. Si specifica che la piattaforma di fatturazione elettronica verso la PA di PostelPrint provvederà alla chiusura del processo di conservazione in un tempo J+5 dal momento del ricevimento del file. Il Cliente si impegna inoltre ad inviare documenti sottoscritti digitalmente nei modi previsti dalla normativa di riferimento. L invio di eventuali documenti non sottoscritti digitalmente (quindi privi dei requisiti attribuiti al documento informatico dall art. 3 del DM del 23 gennaio 2004) è sotto la completa responsabilità del Cliente e non sarà oggetto di verifica da parte di PostelPrint Ciclo Passivo Il servizio di conservazione a norma descritto nel presente Manuale si propone come obiettivo quello di consentire la conservazione del ciclo passivo dei Clienti Banco Posta tramite il servizio FNP. Il flusso di gestione del Ciclo passivo può essere rappresentato come di seguito:

13 Tipo di documento: Manuale 13/27 Figura 2 Ciclo passivo Il processo del ciclo passivo delle fatture può essere distinto in base alle 2 tipologie di lavorazioni: 1. Ciclo Passivo per Correntista PA (fatture elettroniche su circuito XMLPA). In questo scenario, il sistema di conservazione a norma riceverà, tramite il servizio FNP, le fatture ricevute dall Amministrazione in formato XMLPA e un file di accompagnamento con i dati minimi per la conservazione a norma comprensivo dei campi obbligatori protocollo e data di registrazione. Più precisamente, il sistema di conservazione riceverà, per ogni singola fattura, le seguenti informazioni: Intero file Fattura XML firmato (così come pervenuto da SDI) File di accompagnamento integrato con i dati minimi previsti per la conservazione a norma. Si specifica che la piattaforma di fatturazione elettronica verso la PA di PostelPrint provvederà alla chiusura del processo di conservazione in un tempo J+5 dal momento del

14 Tipo di documento: Manuale 14/27 ricevimento del file. Il Cliente si impegna inoltre ad inviare documenti sottoscritti digitalmente nei modi previsti dalla normativa di riferimento. L invio di eventuali documenti non sottoscritti digitalmente (quindi privi dei requisiti attribuiti al documento informatico dall art. 3 del DM del 23 gennaio 2004) è sotto la completa responsabilità del Cliente e non sarà oggetto di verifica da parte di PostelPrint. 2. Ciclo Passivo per Correntista Privato (fatture analogiche o elettroniche). Nel caso di ciclo passivo per Correntista Privato 1, il sistema di conservazione a norma riceve dal sistema FNP la fattura in formato CBI e un file di accompagnamento contenente i dati minimi per la conservazione a norma (comprensivi delle informazioni obbligatorie su protocollo e data di registrazione). Le attività eseguite per la conservazione di una fattura in formato CBI dipendono dai seguenti scenari: CBI non firmato senza allegati In questo caso, il processo di conservazione prevede la memorizzazione dell intero file CBI(da intendersi in questo caso come fattura analogica) e l utilizzo del file di accompagnamento per le informazioni integrative necessarie alla conservazione a norma. CBI non firmato e contenente uno o più fatture in allegato nei formati ammessi, firmate digitalmente. In questo caso, il processo di conservazione prevede la memorizzazione delle sole fatture allegate (secondo le regole stabilite per la conservazione delle fatture elettroniche) e l utilizzo del file di accompagnamento per le informazioni necessarie alla conservazione a norma. CBI non firmato e contenente uno o più fatture in allegato non firmate digitalmente In questo caso, il processo di conservazione prevede la memorizzazione delle sole fatture allegate (secondo le regole stabilite per la conservazione sostitutiva dei documenti analogici) e l utilizzo del file di accompagnamento per le informazioni necessarie alla conservazione a norma. CBI firmato contenente uno o più allegati, firmati oppure no. In questo caso, il processo di conservazione prevede la memorizzazione dell intero file CBI(che presenta le caratteristiche proprie del documento informatico a valore tributario) e l utilizzo del file di accompagnamento per le informazioni integrative necessarie alla conservazione a norma. 1 Si specifica che all interno di questa categoria rientreranno anche le PA non soggette all obbligo di fatturazione elettronica secondo quanto disposto

15 Tipo di documento: Manuale 15/27 Si specifica che la piattaforma di fatturazione elettronica verso la PA di PostelPrint provvederà alla chiusura del processo di conservazione in un tempo J+5 dal momento del ricevimento del file. Il Cliente si impegna inoltre ad inviare documenti sottoscritti digitalmente nei modi previsti dalla normativa di riferimento. L invio di eventuali documenti non sottoscritti digitalmente (quindi privi dei requisiti attribuiti al documento informatico dall art. 3 del DM del 23 gennaio 2004) è sotto la completa responsabilità del Cliente e non sarà oggetto di verifica da parte di PostelPrint. In tutti e tre i casi sopra elencati, la natura della fattura e del relativo allegato è passata come parametro all interno del flusso trasmesso verso il sistema di conservazione dal portale FNP non svolgendo il sistema di conservazione, nel caso specifico, alcun tipo di controllo. Tale parametro è imputato all interno delle interfacce messe a disposizione da FNP direttamente dal Cliente finale. 5.3 La chiusura del processo di conservazione: il disco logico Il completamento del processo di conservazione determina la chiusura del c.d. disco logico. Il disco logico corrisponde ad un insieme ordinato cronologicamente di documenti, con capacità complessiva configurabile. In altre parole, i documenti processati vengono memorizzati su uno stesso disco fino a raggiungimento della sua capacità fisica o fino allo scadere di un tempo prefissato (es. 15 gg. dalla data di emissione); i documenti inviati al sistema successivamente alla chiusura del lotto, vengono memorizzati in altri dischi logici, con lo stesso principio. Il processo di chiusura si sostanzia nella creazione di un file in formato xml contenente le impronte dei documenti conservati all interno di uno stesso disco, firmato e marcato temporalmente dal Responsabile della Conservazione. Nel disco logico chiuso sono presenti i seguenti file: una o più directory contenenti i documenti Il file xml con le impronte dei documenti contenuti nel lotto (impronte.xml) Il file xml con le impronte firmato dal Responsabile della conservazione impronte.xml.p7m (c.d. file di chiusura firmato) Il file con le impronte firmato e marcato dal Responsabile della conservazione impronte.xml.p7m.tsr (c.d. file di chiusura marcato) Il file con la definizione della classe documentale e degli indici esportati. La soluzione proposta da PostelPrint è compliant con lo standard UNI [UNI 11386: Supporto all'interoperabilità nella Conservazione e nel Recupero degli Oggetti digitali (SinCRO)]. All'interno della sottocommissione DIAM/SC11 (Gestione dei documenti archivistici) dell Ente nazionale italiano di unificazione (UNI), un apposito gruppo di lavoro denominato SInCRO, composto da rappresentanti di DigitPA e dell'amministrazione archivistica, ha specificato e integrato la Deliberazione CNIPA n 11/ 2004, definendo la struttura dell'insieme dei dati a supporto del processo di conservazione sostitutiva e individuando gli elementi informativi necessari alla

16 Tipo di documento: Manuale 16/27 creazione di un Indice di Conservazione ( file di chiusura ). L implementazione di tale indice, del quale SInCRO ha descritto sia la semantica sia l'articolazione, consente al Responsabile della Conservazione di Poste Italiane di utilizzare una struttura-dati condivisa e raggiungere un soddisfacente grado d'interoperabilità nei processi di migrazione, mediante l'adozione di uno Schema XML appositamente elaborato. 5.4 Formati ammessi I requisiti desiderabili per i formati elettronici sono stati oggetto di numerosi studi da parte di enti ed organizzazioni di ricerca. Tra questi risultano di particolare interesse quelli condotti presso: The Library of Congress (USA) The National Archives of England, Wales and the United Kingdom Il progetto InterPARES (Italia) The Royal Library (Danimarca) The National Library of the Netherlands Istituto di studi per la tutela dei beni archivistici e librari ISTBAL nell ambito del progetto DELOS (Italia).

17 Tipo di documento: Manuale 17/27 Anche AGID ha fornito le proprie indicazioni all interno dell Allegato 2 del DPCM 3 Febbraio 2013 sui formati identificando formati ammessi e criteri di scelta. Alla luce di quanto sopra riportato, PostelPrint in qualità di Responsabile della Conservazione accetta come formati ammessi all interno del proprio sistema, quelli indicati nel presente elenco: PDF (ISO ). Si specifica che, nel caso di utilizzo di questo formato, il Cliente si impegna a non spedire verso il sistema di conservazione documenti contenenti al proprio interno codice javascript, compressione, cifratura, funzionalità aggiuntive e plug-in. PDF/A TIFF JPG (ISO/IEC 10918:1) OOXML (ISO/IEC DIS 29500:2008) ODF (ISO/IEC 26300:2006) XML TXT

18 Tipo di documento: Manuale 18/ La ricerca e l esibizione a norma Per quanto riguarda l attività di ricerca e l esibizione a norma dei documenti conservati (anche a fronte di una verifica ispettiva da parte delle Autorità competenti) lo strumento di accesso all archivio documentale a norma del Cliente è rappresentato dal servizio FNP. Il Cliente, tramite le interfacce di FNP, può pertanto richiedere la visualizzazione di tutti i documenti conservati dal Responsabile della Conservazione per: Visionare e scaricare il documento direttamente Verificare l eventuale firma digitale apposta dall emittente sul documento originale Visionare e scaricare il documento conservato all interno dell archivio a norma 5.6 Generazione dell impronta dell archivio Il Decreto del 23 gennaio 2004 del Ministro dell Economia e delle Finanze prevede all art. 5 l invio all Agenzia delle Entrate dell impronta dell archivio informatico oggetto della conservazione, comprensivo della sottoscrizione digitale e della marca temporale da parte del Responsabile della Conservazione. Poste Italiane, alla luce del Provvedimento attuativo emanato dall Agenzia delle Entrate il 27 ottobre 2010, si fa carico della generazione di suddetta impronta e della relativa comunicazione, della verifica di conformità della stessa con gli strumenti messi a disposizione dall Autorità Finanziare e della consegna dell impronta e della comunicazione al Cliente per la trasmissione verso l Agenzia delle Entrate. L impronta è composta a partire dai file di chiusura del processo di conservazione (detti anche indici di conservazione) e quindi sarà costituita da un evidenza informatica contenente, a sua volta, le impronte di dei documenti conservati a norma. PostelPrint procede alla generazione di un impronta per ciascuna classe documentale e, qualora siano presenti, per ciascun sezionale all interno della classe. Ciascuna comunicazione invece contiene: i dati identificativi del soggetto interessato, del responsabile della conservazione e del soggetto eventualmente delegato dal responsabile della conservazione l elenco dei documenti cui l impronta si riferisce l indicazione del luogo in cui è conservata l evidenza informatica da cui è stata generata l impronta dell archivio la marca temporale apposta all archivio. La trasmissione deve essere effettuata entro il quarto mese successivo alla scadenza del termine di presentazione della dichiarazione dei redditi, utilizzando esclusivamente i canali Entratel o Fisconline. Poste Italiane consegna pertanto l impronta e la comunicazione al Cliente 15 giorni prima della scadenza del tempo massimo previsto dal Provvedimento. Nel caso in cui si dovesse procedere a riversamenti sostitutivi dei documenti dopo la spedizione della relativa impronta all Agenzia delle Entrate, entro quattro mesi dal completamento del

19 Tipo di documento: Manuale 19/27 procedimento di riversamento PostelPrint procederà a rigenerare sia l impronta sia la comunicazione relativa, come espressamente richiesto dal Provvedimento dell Agenzia e a consegnarla al Cliente per la trasmissione alle Autorità competenti. 5.7 Restituzione dell archivio Nel caso di restituzione dell archivio al Produttore (Cliente) o di versamento dell archivio conservato in altro sistema di conservazione a norma e comunque in tutti i casi di interruzione dei rapporti contrattuali con il Cliente, PostelPrint restituirà i documenti conservati e i relativi pacchetti di archiviazione su supporto ottico (CD/DVD). La conformità del file di indice del Pacchetto di archiviazione allo standard UNI 11386:2010 ne garantisce l interoperabilità con tutti gli altri sistemi di conservazione aderenti alle disposizioni DPCM 3 dicembre 2013.

20 Tipo di documento: Manuale 20/27 6 IL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE 6.1 Dati identificativi Ai fini dell esecuzione del Servizio, PostelPrint è Responsabile della Conservazione così come definito dall art. 5 della Deliberazione CNIPA. All interno del sistema verrà chiaramente definito un particolare utente con il ruolo di Responsabile della Conservazione i cui estremi identificativi (organizzazione, cognome, nome e ruolo) saranno riportati anche nelle informazioni associate ai documenti conservati (file delle impronte firmato). A sua volta tale utente, in base a quanto previsto all art. 5 comma 2 della deliberazione CNIPA [2], si potrà avvalere, per la parte operativa delle attività, di personale appartenente alla struttura di Gestione Applicativa della Service Centers Unit di PostelPrint. PostelPrint si riserva, a proprio insindacabile giudizio, di poter sostituire l utente Responsabile della conservazione in qualsiasi momento. 6.2 Compiti del Responsabile Il Responsabile della conservazione è colui che presiede e controlla l'attività stessa. Secondo la Deliberazione Cnipa n.11/2004 al Responsabile viene affidato il compito di realizzare l'archivio di conservazione con procedure autonomamente realizzate, personalizzate tramite il proprio sistema operativo, con l'unico vincolo che queste ultime siano documentate e che si garantisca la tracciabilità, l'integrità dei contenuti nel tempo e l'accesso e l'esibizione di ogni singolo documento. Nello specifico deve: attestare il corretto svolgimento del processo di conservazione; gestire il sistema nel suo complesso e garantire l'accesso alle informazioni; verificare la corretta funzionalità del sistema e dei programmi utilizzati; predisporre le misure di sicurezza del sistema, al fine di garantire la sua continua integrità; richiedere la presenza di un pubblico ufficiale nei casi in cui sia previsto il suo intervento; definire e documentare le procedure di conservazione; verificare, con periodicità non superiore ai cinque anni, che i documenti conservati siano leggibili provvedendo al riversamento diretto o sostitutivo. Il Responsabile della conservazione non è responsabile del contenuto dei singoli documenti né degli indici (attributi) associati a ciascun documento. La conformità dei documenti trasmessi ai corrispondenti originali rimane sotto la piena responsabilità del Cliente.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 17 giugno 2014 Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto -

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A.

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A. Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA di Namirial S.p.A. Entrata in vigore degli obblighi di legge 2 Dal 6 giugno 2014 le

Dettagli

Titolo I - AMBITO DI APPLICAZIONE, DEFINIZIONI ED ADEGUAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Titolo I - AMBITO DI APPLICAZIONE, DEFINIZIONI ED ADEGUAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche per il protocollo informatico ai sensi degli articoli 40-bis, 41, 47, 57-bis

Dettagli

DECRETI PRESIDENZIALI

DECRETI PRESIDENZIALI DECRETI PRESIDENZIALI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013. Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi 3 e 5 -bis, 23-ter, comma

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

L apposizione di firme e informazioni su documenti firmati

L apposizione di firme e informazioni su documenti firmati L apposizione di firme e informazioni su documenti firmati Il presente documento si pone l obiettivo di chiarire alcuni aspetti generali dei formati di firma CAdES (file con estensione p7m) e PAdES (file

Dettagli

La fattura elettronica e sua conservazione

La fattura elettronica e sua conservazione La fattura elettronica e sua conservazione Che cos è la FatturaPA? La FatturaPA è una fattura elettronica ai sensi dell'articolo 21, comma 1, del DPR 633/72 ed è la sola tipologia di fattura accettata

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Il presente manuale è adottato ai sensi dell art. 3, primo comma, lettera c) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1 SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013 Versione 1.1 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 DEFINIZIONI 4 2. MODALITÀ DI EMISSIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE DECRETO LEGISLATIVO 7 MARZO 2005, N. 82 TESTO VIGENTE

CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE DECRETO LEGISLATIVO 7 MARZO 2005, N. 82 TESTO VIGENTE CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE DECRETO LEGISLATIVO 7 MARZO 2005, N. 82 TESTO VIGENTE (redatto al solo fine di facilitare la lettura del Codice dell amministrazione digitale a seguito delle modifiche

Dettagli

CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE DECRETO LEGISLATIVO 7 MARZO 2005, N. 82 TESTO VIGENTE

CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE DECRETO LEGISLATIVO 7 MARZO 2005, N. 82 TESTO VIGENTE CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE DECRETO LEGISLATIVO 7 MARZO 2005, N. 82 TESTO VIGENTE (redatto al solo fine di facilitare la lettura del Codice dell amministrazione digitale a seguito delle modifiche

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Manuale d uso del Sistema di. e-procurement per le imprese

Manuale d uso del Sistema di. e-procurement per le imprese Manuale d uso del Sistema di e-procurement per le imprese Guida all utilizzo del servizio di Fatturazione Elettronica Data ultimo aggiornamento:16/07/2014 Pagina 1 di 39 Indice 1. INTRODUZIONE E PRINCIPI

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA. Versione 1.1

ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA. Versione 1.1 ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA Versione 1.1 VERIFICHE EFFETTUATE SUL FILE FATTURAPA NOMENCLATURA ED UNICITÀ DEL FILE TRASMESSO La verifica viene eseguita al fine di intercettare l invio

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE A cura di Gerardo De Caro: La fatturazione elettronica obbligatoria verso la Pubblica Amministrazione Executive Summary Il formato fattura PA

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Uf ciale n. 6 del 10 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Supplemento ordinario alla Gazzetta Uf ciale n. 6 del 10 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA Supplemento ordinario alla Gazzetta Uf ciale n. 6 del 10 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale -

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Comune di Castelfranco di Sotto

Comune di Castelfranco di Sotto Comune di Castelfranco di Sotto Ufficio Ragioneria OGGETTO: Introduzione alla fatturazione elettronica presso il Comune di Castelfranco di Sotto L obbligo della fatturazione elettronica nei confronti della

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 novembre 2014 n. 194. Gazzetta Ufficiale dell 8 gennaio 2014 n. 5

Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 novembre 2014 n. 194. Gazzetta Ufficiale dell 8 gennaio 2014 n. 5 Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 novembre 2014 n. 194 Gazzetta Ufficiale dell 8 gennaio 2014 n. 5 REGOLAMENTO RECANTE MODALITÀ DI ATTUAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELL'ANAGRAFE NAZIONALE

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI DI SMOBILIZZO DEL CREDITO CERTIFICATO CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE AMMINISTRAZIONI DEBITRICI Versione 1.1 del 06/12/2013

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0004509.09-06-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Vademecum per Contratti in Modalità Elettronica

Vademecum per Contratti in Modalità Elettronica Provincia di Milano Vademecum per Contratti in Modalità Elettronica Art. 11, comma 13, D.Lgs. 163/2006 Segretario Generale Diodora Valerino Staff Segretario Erminia Figini NUOVE DISPOSIZIONI NORMATIVE

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

Obiettivo del Documento

Obiettivo del Documento La firma digitale Obiettivo del Documento L obiettivo di questo documento è quello di offrire una guida rapida all utilizzatore sullo strumento di firma digitale. Qualsiasi altro approfondimento su normative

Dettagli

Centro nazionale per l informatica nella pubblica amministrazione

Centro nazionale per l informatica nella pubblica amministrazione Centro nazionale per l informatica nella pubblica amministrazione Guida alla Firma Digitale Versione 1.3 aprile 2009 SOMMARIO 1. Scopo e destinatari del documento...4 2. Definizioni...5 3. Il quadro normativo...6

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA DA BOLLO DIGITALE Allineato alla versione 1.7 delle Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC Versione 1.0 - febbraio 2015 STATO DEL DOCUMENTO revisione data note

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 12 gennaio 2015, n. 8. [Preambolo]

Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 12 gennaio 2015, n. 8. [Preambolo] www.diritto24.ilsole24ore.com/lex24/ Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 13 novembre 2014 Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 12 gennaio 2015, n. 8 Regole tecniche in materia di formazione,

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione dei moduli di Gestione dei Progetti Finanziati del Sistema GEFO Rev. 02 Manuale GeFO Pagina 1 Indice 1. Introduzione... 4 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014)

Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014) Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014) La Carta Nazionale dei Servizi (CNS) è lo strumento attraverso il quale

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DOCUMENTO ELETTRONICO, FIRMA DIGITALE E SICUREZZA IN RETE.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DOCUMENTO ELETTRONICO, FIRMA DIGITALE E SICUREZZA IN RETE. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DOCUMENTO ELETTRONICO, FIRMA DIGITALE E SICUREZZA IN RETE. INTRODUZIONE ALL ARGOMENTO. A cura di: Eleonora Brioni, Direzione Informatica e Telecomunicazioni ATI NETWORK.

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI DEL MUNICIPIO II

MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI DEL MUNICIPIO II MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI DEL MUNICIPIO II Indice 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... 8 1.1 PREMESSA... 8 1.2 AMBITO DI APPLICAZIONE... 9 1.3 SISTEMA DI MONITORAGGIO E AGGIORNAMENTO DEL MANUALE...

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE Pag. 1 di 14 INDICE 1. Glossario... 3 2. il servizio SPCoop - Ricezione... 5 3. Il web-service RicezioneFatture... 8 3.1 Operazione RiceviFatture... 9 3.1.1

Dettagli

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 Introduzione SmartCard: Carta intelligente Evoluzione della carta magnetica Simile a piccolo computer : contiene memoria (a contatti elettrici)

Dettagli

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Guida all uso www.accessogiustizia.it Altri Servizi SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

QUESITI FREQUENTI AFFERENTI LA GESTIONE DOCUMENTALE

QUESITI FREQUENTI AFFERENTI LA GESTIONE DOCUMENTALE QUESITI FREQUENTI AFFERENTI LA GESTIONE DOCUMENTALE Aree tematiche: 1. Classificazione e fascicolazione 2. Conservazione & accreditamento 3. Dematerializzazione 4. Documenti informatici 5. Fatturazione

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

Marco Giorgi. Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012

Marco Giorgi. Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012 Marco Giorgi Palazzo di Giustizia di Torino 30 marzo 2012 Post mortem (Dopo lo spegnimento del sistema) Si smonta il dispositivo e lo si collega ad un PC dedicato all'acquisizione Live forensics (Direttamente

Dettagli

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Sommario INTRODUZIONE... 3 IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO... 3 OBBLIGO DEL DEPOSITO

Dettagli

Sommersi dalle informazioni?

Sommersi dalle informazioni? Sommersi dalle informazioni? Centro Dir. Colleoni Viale Colleoni, 1 Pal. Taurus 1 20041 Agrate Brianza (MI) T: +39 039 5966 039 F: +39 039 5966 040 www.tecnosphera.it DOCUMENT MANAGEMENT GESTIONE DOCUMENTALE

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Informazioni sul documento Redatto da Ruben Pandolfi Responsabile del Manuale Operativo Approvato da Claudio Corbetta Amministratore Delegato

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

[05/05/2008 NOTA 11] Le note sono elencate dalla più recente alla meno recente.

[05/05/2008 NOTA 11] Le note sono elencate dalla più recente alla meno recente. Questo documento riporta delle note integrative ai documenti di riferimento della Posta Elettronica Certificata (PEC). Nello specifico le seguenti note fanno riferimento a: Decreto del Presidente della

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli