ORGANISMO UNITARIO DELL AVVOCATURA ITALIANA. 31 maggio Responsabile: Claudio Rao (tel. 06/

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ORGANISMO UNITARIO DELL AVVOCATURA ITALIANA. 31 maggio 2013. Responsabile: Claudio Rao (tel. 06/32.21.805 email: claudio.rao@oua."

Transcript

1 Ufficio stampa Rassegna stampa 31 maggio 2013 Responsabile: Claudio Rao (tel. 06/

2 SOMMARIO Pag. 4 MANIFESTAZIONE OUA: OUA, in mille a Roma per manifestazione avvocatura (Ansa) Pag. 5 MANIFESTAZIONE OUA: Protesta avvocati, basta con i pasticci siamo allo stremo (Adnkronos) Pag. 6 MANIFESTAZIONE OUA: No taglio 1000 uffici, grande adesione a protesta OUA (Agi) Pag. 7 MANIFESTAZIONE OUA: OUA, avvocati, cittadini e sindaci, per chiedere riforma vere (Agenzia Parlamentare) Pag. 8 MANIFESTAZIONE OUA: Parametri e tribunali, gli avvocati protestano (Italia Oggi) Pag. 9 MANIFESTAZIONE OUA: Avvocati, scudo contro la Ue (Il Sole 24 Ore) Pag.11 MANIFESTAZIONE OUA: Sciopero avvocati: in mille contro i tagli ai tribunali (Guida al Diritto) Pag.12 MANIFESTAZIONE OUA: Avvocati in sciopero «Il Governo riveda i tagli ai tribunali» (Il Giornale di Vicenza) Pag.13 MANIFESTAZIONE OUA: L'avvocato Graziani a Roma per difendere i tribunali periferici (La Voce di Romagna) Pag.14 MANIFESTAZIONE OUA: Il tribunale di Tolmezzo spera nel "salvacondotto (Il Gazzettino - Udine) Pag.15 MANIFESTAZIONE OUA: I cittadini chiedono una giustizia di qualità (La Sicilia) Pag.16 MANIFESTAZIONE OUA: Ieri pomeriggio la parlamentare Maria Greco e il presidente dell' Oua Nicola Marino, hanno incontrato il sottosegretario alla Giustizia Giuseppe Beretta per discutere del Dl 155 che sopprime tribunali e uffici giudiziari, tra i quali quello di Nicosia (La Sicilia) Pag.17 MANIFESTAZIONE OUA: Tribunale, ecco il sit-in a Roma (Il Quotidiano di Calabria) Pag.18 MANIFESTAZIONE OUA: «I tribunali non devono chiudere» (Il Secolo XIX La Spezia) Pag.19 MANIFESTAZIONE OUA: Vogliamo riforme vere, non pasticci" (Rai News 24) Pag.20 MANIFESTAZIONE OUA: Sciopero avvocati, Oua: i legali chiedono riforme vere non pasticci (Altalex) Pag.21 GEOGRAFIA GIUDIZIARIA: Geografia giudiziaria; Anci, ok tavolo su tribunali (Ansa) Pag.22 AVVOCATI: Avvocati italiani, abrogare filtro in appello ( Ansa) Pag.23 PREVIDENZA: Salta l assicurazione professionale per gli avvocati stipulata dalla Cassa Forense (Mondoprofessionisti) Pag.24 PREVIDENZA: Cassa geometri, utile a 87,7 mln (Italia Oggi) Pag.25 PREVIDENZA: Enpam, più iscritti (Italia Oggi) Pag.26 PREVIDENZA: Un aiuto dall'eppi? Sì, grazie (Italia Oggi) Pag.27 PROFESSIONI: Il Cup: aspettare i frutti della riforma (Il Sole 24 Ore) Pag.28 PROFESSIONI: Inrl, formazione in primo piano (Italia Oggi) Pag.29 FALLIMENTI: Imprese, fallimenti record nel Avviate procedure in tre mesi (repubblica.it) Pag.30 L INTERVENTO: Giustizia privatizzata? Da noi è vietato persino discuterne di Matteo Mion (Libero) Pag.31 FISCO: Unico e 730 blindano la proroga (Il Sole 24 Ore) 2

3 Pag.32 FISCO: Professionisti, incassi più facili (Il Sole 24 Ore) Pag.33 FISCO: Apertura sulla compensazione (Il Sole 24 Ore) Pag.34 FISCO: Professionisti, incassi più facili (Il Sole 24 Ore Pag.35 CASSAZIONE: Frodi carosello, prove facili (Italia Oggi) Pag.36 CASSAZIONE: Professionisti, c/c bancari trasparenti (Italia Oggi) Pag.37 CASSAZIONE: Può fallire la società cancellata (Il Sole 24 Ore) 3

4 ANSA OUA, in mille a Roma per manifestazione avvocatura (ANSA) - ROMA, 30 MAG - Oltre 1000 tra avvocati, comitati cittadini, sindacati (Flp e Cgil), sindaci e parlamentari nazionali e europei hanno partecipato a Roma, all'ergife, alla manifestazione nazionale dell'avvocatura, indetta dall'oua, l'organismo Unitario dell'avvocatura, la rappresentanza politica forense. "E' stata bella giornata, di protesta ma anche di proposta - osserva il presidente dell'oua, Nicola Marino -. E' ora di dire basta ai luoghi comuni sugli avvocati, noi vogliamo la riforma della geografia giudiziaria perche' la situazione attuale e' oggettivamente datata, ma cio' che si sta facendo e' un pasticcio: inutile, incostituzionale (20 rinvii alla Consulta non sono casuali) e che non produce risparmi. Dal 13 settembre", data di entrata in vigore della riforma di cui la categoria chiede una proroga "cominciano traslochi verso il nulla, verso strutture spesso inesistenti e tribunali gia' ingolfati e caotici a scapito di realta' che invece funzionano bene e che sono esempio di efficienza. Un paradosso tutto italiano". "Oggi - aggiunge Marino - possiamo finalmente registrare anche la buona risposta dei parlamentari di centro, destra e sinistra. Gli interventi del senatore Malan (Pdl) e dell'onorevole Greco (Pd) testimoniano quanto il Parlamento possa fare per prorogare l'entrata in vigore di questo scempio e, poi, per modificarne l'impianto. Ma e' da sottolineare anche l'attenzione mostrata dal ministro Cancellieri, la quale, pur dichiarando che la riforma va avanti, ha ammesso che necessita di correzioni". "Infine - conclude Marino - da questa platea e dalle migliaia di avvocati che si sono astenuti ieri e oggi" per lo sciopero indetto dall'avvocatura, "arriva una richiesta chiara: serve un intervento urgente sui parametri correttivi dei compensi, serve il via libera al decreto correttivo. La categoria e' allo stremo". COM-BOS 30-MAG-13 16:43 4

5 ADNKRONOS Protesta avvocati, basta con i pasticci siamo allo stremo IERI E OGGI ASTENSIONE DALLE UDIENZE Roma, 30 mag. (Adnkronos) - Manifestazione nazionale dell'avvocatura oggi per protestare contro la mala-giustizia e vedere come correre ai ripari. Si e' tenuta oggi a Roma, l'iniziativa di protesta indetta dall'oua, in concomitanza con i due giorni (ieri e oggi) di astensione dalle udienze, che - secondo dati diffusi ieri - ha ottenuto oltre il 90% delle adesioni. Oltre mille partecipanti, tra avvocati di tutti i Fori, comitati cittadini, sindacati dei lavoratori (Flp e Cgil), sindaci e parlamentari nazionali e europei. Era presente il Cnf, con il segretario, Andrea Mascherin e la Cassa Forense, con il consigliere di amministrazione, Valter Militi. Per le associazioni: l'aiga con Alfredo Serra e l'anai con Maurizio de Tilla. Per il coordinamento nazionale dei Fori Minori, Walter Pompeo. Nicola Marino, presidente Oua, ha commentato: "una bella giornata, di protesta ma anche di proposta. E' ora di dire basta ai luoghi comuni sugli avvocati, noi vogliamo la riforma della geografia giudiziaria perche' la situazione attuale e' oggettivamente datata, ma cio' che si sta facendo e' un pasticcio: inutile, incostituzionale (20 rinvii alla Consulta non sono casuali) e che non produce risparmi. Dal 13 settembre cominciano traslochi verso il nulla, verso strutture spesso inesistenti e verso tribunali gia' ingolfati e caotici a scapito di realta' che invece funzionano bene e che sono esempio di efficienza. Un paradosso tutto italiano". "Oggi - aggiunge - possiamo finalmente registrare anche la buona risposta della politica, dei parlamentari di centro, destra e sinistra. Gli interventi del senatore Malan (Pdl) e dell'onorevole Greco (Pd) testimoniano quanto il Parlamento possa fare per prorogare intanto l'entrata in vigore di questo scempio e, poi, per modificarne l'impianto. Ma e' da sottolineare anche l'attenzione mostrata dal ministro Cancellieri, la quale, pur dichiarando che la riforma va avanti, ha ammesso che necessita di correzioni. Siamo allo stremo". 5

6 AGI No taglio 1000 uffici, grande adesione a protesta OUA (AGI) - Roma, 30 mag. - E' stata un successo, con oltre mille partecipanti, la manifestazione che l'organismo unitario dell'avvocatura (la rappresentanza politica forense) ha organizzato oggi all'ergife, a Roma, nell'ambito della seconda giornata di astensione dalle udienze per dire no alle modalita' di revisione degli uffici giudiziari. Avvocati di tutti i fori, comitati cittadini, sindacati dei lavoratori (Flp e Cgil), sindaci e parlamentari nazionali e europei si sono confrontati per esprimere un comune malessere: "Vogliamo riforme vere, non pasticci, uffici rischiano di essere decapitati". Il bilancio della giornata viene stilato dal presidente dell'oua, Nicola Marino: "E' stata una bella giornata, di protesta ma anche di proposta. Noi vogliamo la riforma della geografia giudiziaria perche' la situazione attuale e' oggettivamente datata, ma cio' che si sta facendo e' un pasticcio: inutile, incostituzionale (20 rinvii alla Consulta non sono casuali) e che non produce risparmi. Dal 13 settembre cominciano traslochi verso il nulla, verso strutture spesso inesistenti e verso tribunali gia' ingolfati e caotici a scapito di realta' che invece funzionano bene e che sono esempio di efficienza. Un paradosso tutto italiano. Gli interventi del senatore Malan (Pdl) e dell'onorevole Greco (Pd) testimoniano - ha spiegato Marino - quanto il Parlamento possa fare per prorogare, intanto, l'entrata in vigore di questo scempio e, poi, per modificarne l'impianto. Ma e' da sottolineare anche l'attenzione mostrata dal Ministro Cancellieri, che, pur dichiarando che la riforma va avanti, ha ammesso che necessita di correzioni. Allo stesso modo, e' da sottolineare la disponibilita' al confronto dei sottosegretari Berretta e Ferri: sono tutti passi in avanti rispetto all'impermeabilita' dell'ex ministro Severino. La verita' e' che chi difende questo provvedimento lo fa per conformismo, e spesso per tutelare interessi particolari, non perche' sia davvero utile al sistema-giustizia". 6

7 AGENZIA PARLAMENTARE OUA, avvocati, cittadini e sindaci, per chiedere riforma vere (AGENPARL) - Roma, 30 mag - Si è tenuta oggi a Roma, presso l'ergife, la manifestazione nazionale dell'avvocatura, indetta dall'oua (Organismo Unitario dell'avvocatura, la rappresentanza politica forense). Oltre 1000 partecipanti, tra avvocati di tutti i Fori, Comitati cittadini, Sindacati dei lavoratori (Flp e Cgil), Sindaci e Parlamentari nazionali e europei. Era presente il Cnf, con il Segretario, Andrea Mascherin e la Cassa Forense, con il Consigliere di amministrazione, Valter Militi. Per le associazioni: l'aiga con Alfredo Serra e l'anai con Maurizio de Tilla. Per il Coordinamento nazionale dei Fori Minori, Walter Pompeo. Nel corso dei lavori, sono intervenuti, tra gli altri, la vice presidente del Parlamento Europeo, Roberta Angelilli, il componente della Commissione Giustizia del Senato, Lucio Malan (Pdl) e la componente della Commissione Giustizia della Camera Maria Greco (Pd). Per la magistratura, il vice presidente dell'anm Valerio Savio. Alla fine dei lavori ecco il bilancio del presidente dell'oua, Nicola Marino: "Una bella giornata, di protesta ma anche di proposta. È ora di dire basta ai luoghi comuni sugli avvocati, noi vogliamo la riforma della geografia giudiziaria perché la situazione attuale è oggettivamente datata, ma ciò che si sta facendo è un pasticcio: inutile, incostituzionale (20 rinvii alla Consulta non sono casuali) e che non produce risparmi. Dal 13 settembre cominciano traslochi verso il nulla, verso strutture spesso inesistenti e verso tribunali già ingolfati e caotici a scapito di realtà che invece funzionano bene e che sono esempio di efficienza. Un paradosso tutto italiano". "Oggi - aggiunge - possiamo finalmente registrare anche la buona risposta della Politica, dei parlamentari di centro, destra e sinistra. Gli interventi del senatore Malan (Pdl) e dell'onorevole Greco (Pd) testimoniano quanto il Parlamento possa fare per prorogare intanto l'entrata in vigore di questo scempio e, poi, per modificarne l'impianto. Ma è da sottolineare anche l'attenzione mostrata dal Ministro Cancellieri, la quale, pur dichiarando che la riforma va avanti, ha ammesso che necessita di correzioni. Allo stesso modo, è da sottolineare la disponibilità al confronto del sottosegretario Berretta e Ferri: sono tutti passi in avanti rispetto all'impermeabilità dell'ex ministro Severino. La verità è che chi difende questo provvedimento lo fa per conformismo, e spesso per tutelare interessi particolari, non perché sia davvero utile al sistema-giustizia". "Infine - conclude Marino - ma non meno importante, da questa platea e dalle migliaia di avvocati che si sono astenuti ieri e oggi, arriva una richiesta chiara: serve un intervento urgente sui parametri correttivi dei compensi, serve il via libera al decreto correttivo. La categoria è allo stremo". 7

8 ITALIA OGGI Il 90% dei legali ha aderito all'astensione dalle udienze Parametri e tribunali, gli avvocati protestano No al decreto tagli-tribunali e no agli «umilianti» attuali parametri sui compensi per gli avvocati. Eccole le ragioni della protesta che ha portato il 90% degli avvocati italiani a incrociare le braccia dalle udienze negli ultimi due giorni. E ad aderire, poi, alla manifestazione conclusiva che si è tenuta ieri a Roma, indetta dall' Oua, l'organismo unitario dell'avvocatura, e che ha visto la partecipazione di altre rappresentanze dell' avvocatura (Cnf, Cassa Forense, Aiga, Anai), di sindacati dei lavoratori (Flp e Cgil), e di parlamentari dei diversi schieramenti politici. Tutta l'avvocatura compatta nel considerare necessario questo sciopero per riformare davvero la giustizia, evitando però di «proseguire verso una strada sbagliata, inutile e incostituzionale», che di fatto porterà alla cancellazione di circa uffici giudiziari. Questo non vuole dire, hanno tenuto a precisare però gli avvocati, che la categoria non sia per il cambiamento e per la modernizzazione dei tribunali, tutt'altro. Ma questo va perseguito secondo «criteri basati sull'efficienza e su risparmi reali». Dal 13 settembre ha spiegato Nicola Marino presidente dell'oua, «cominceranno traslochi verso il nulla, verso strutture spesso inesistenti e verso tribunali già ingolfati e caotici. Tutto a scapito di realtà che, invece, funzionano bene e che sono esempio di efficienza. Un paradosso tutto italiano». Ma forse qualcosa si muove. Gli interventi dei parlamentari intervenuti alla manifestazione di ieri Lucio Malan (Pdl) e Maria Greco (Pd) hanno infatti testimoniato l'impegno della politica di operare verso una proroga della riforma e una modifica dell'impianto complessivo. Non solo, perché come ha sottolineato anche l'oua, fa ben sperare l'attenzione mostrata dal ministro della giustizia Anna Maria Cancellieri, la quale pur dichiarando che la riforma vada avanti, ha ammesso la necessità di portarne le opportune correzioni. E ancora, positiva per gli organizzatori, la disponibilità dei sottosegretari alla giustizia Giuseppe Beretta e Cosimo Ferri. «Tutti passi in avanti rispetto all'impermeabilità dell'ex ministro della giustizia Severino. La verità è che chi difende questo provvedimento lo fa per conformismo, e spesso per tutelare interessi particolari, non perché sia davvero utile al sistema-giustizia». Braccia conserte poi per rivedere i parametri dei compensi attualmente vigenti, considerati umilianti. Gli avvocati chiedono risposte e misure adeguate alla grave situazione economica. L'obiettivo è un rapido iter della proposta avanzata dal Consiglio nazionale di categoria, così come prevede la stessa riforma forense (legge 247/12) e in attesa di questa, che dovrà, comunque, attendere i tempi del parlamento, il via libera urgente al decreto correttivo già concordato con il precedente Guardasigilli. «Serve un intervento urgente sui parametri correttivi dei compensi», ha concluso Marino, «serve il via libera al decreto correttivo. La categoria è allo stremo». 8

9 IL SOLE 24 ORE Professionisti. Dopo le accuse di Bruxelles in materia di concorrenza sulla legge per la categoria Avvocati, scudo contro la Ue Protesta a Roma: sotto tiro il riordino della geografia giudiziaria L'avvocatura raccoglie le forze contro la geografia giudiziaria e raduna all'ergife di Roma mille persone, compresi cittadini, sindaci e parlamentari. La platea, riunita ieri dall'organismo unitario dell'avvocatura (Oua), toglie la toga e indossa magliette colorate con il nome del tribunale nella black list del ministero e l'avvertimento «io non chiudo». A margine, poi, i vertici delle associazioni di categoria commentano le "bacchettate" dell'europa sulla riforma forense (si veda il Sole 24 ore del 30 maggio). Per la politica sono presenti due componenti delle Commissioni giustizia di Camera e Senato, Maria Greco (Pd) e Lucio Malan (Pdl), oltre alla vice presidente del parlamento europeo Roberta Angelilli. Da loro arriva un sostegno trasversale per la battaglia contro i tagli: Malan invita a fare pressione sui capigruppo, Maria Greco si veste da supporter e mette la maglietta rossa del foro di Nicosia. Sposa la causa Roberta Angelilli, anche se con l'occasione ricorda agli avvocati che l'europa li incoraggia ad assimilare gli studi legali alle piccole imprese. Piace alla platea la scelta del segretario del Cnf, Andrea Mascherin, di paragonare i mille uffici giudiziari ad altrettanti pazienti a cui si decide di togliere il fegato senza fare singole diagnosi. Il presidente dell'oua, Nicola Marino, mette sul tappeto anche il problema parametri: «Apprezzo - dice - sia la rapidità con cui il Cnf ha messo a punto il regolamento, sia l'impegno del ministro Cancellieri ad approvarlo in due mesi ma, vista l'instabilità politica, chiediamo che diventi operativo il correttivo». Il suo vice Filippo Marciante torna, invece, sulla geografia giudiziaria per ricordare che le riforme si fanno insieme e non contro. Fuori dal coro il vice presidente dell'associazione nazionale magistrati, Valerio Savio, fischiato quando auspica una puntuale approvazione della nuova geografia. A margine della manifestazione, il presidente della Cassa forense Alberto Bagnoli sposta l'attenzione sui 56mila "sans papier" iscritti all'albo ma non alla cassa, perché sotto la soglia dei 10mila euro. Ora il nuovo Statuto, cancella i riferimenti al reddito e prevede l'obbligo di iscrizione contestuale all'ordine e alla Cassa, aprendo le porte a chi era rimasto fuori. Un'imbarcata che preoccupa tutti: chi è dentro teme per la tenuta dei conti, chi è fuori per gli oneri d'iscrizione. Bagnoli rassicura: «Stiamo approvando la bozza di regolamento sulle modalità d'ingresso dei 56mila non iscritti alla cassa, il 15 giugno sarà sottoposta agli Ordini per l'eventuale via libera. La tenuta della Cassa non è in discussione, quello che serve è un meccanismo di ingresso che non penalizzi chi è in difficoltà. Una strada potrebbe essere quella di accentuare alcune agevolazioni già esistenti. Il nuovo iscritto per 5 anni paga meno della metà, si può pensare a una riduzione ulteriore o a prolungare il periodo. La Cassa affronterà anche il tema delle esenzioni temporanee dal contributo minimo in casi particolari». Manifestazione a parte, gli avvocati, dopo la tirata d'orecchi di Bruxelles si esprimono sullo Statuto. «Non è una legge restrittiva della concorrenza - spiega il 9

10 presidente dei civilisti, Mauro Menoni -. Con i nostri numeri siamo una categoria aperta: certo la legge non è innovativa, poteva essere più coraggiosa. C'è molto da cambiare: dall'accesso, alla formazione, dalle specializzazioni alla governance». Una legge a misura di "anziani", secondo il presidente dell'associazione giovani avvocati Dario Greco. «La riforma non è un passo indietro ma neppure un passo avanti, noi avremmo voluto le società di capitali multiprofessionali. Ci auguriamo che all'ordinamento forense si rimetta mano: tutte le norme di favore sono per gli avvocati più anziani». Marino difende lo Statuto ma lo vuole correggere. «Avevamo diritto a una legge ad hoc, ora che l'abbiamo avuta, però, vogliamo cambiare gli aspetti che ci penalizzano: accesso, specializzazioni e governance». Patrizia Maciocchi 10

11 GUIDA AL DIRITTO Sciopero avvocati: in mille contro i tagli ai tribunali Oltre tra avvocati, comitati cittadini, sindacati (Flp e Cgil), sindaci e parlamentari nazionali e europei hanno partecipato a Roma, all'ergife, alla manifestazione nazionale dell'avvocatura, indetta dall'oua, l'organismo Unitario dell'avvocatura, la rappresentanza politica forense. "È stata una bella giornata, di protesta ma anche di proposta - osserva il presidente dell'oua, Nicola Marino -. È ora di dire basta ai luoghi comuni sugli avvocati, noi vogliamo la riforma della geografia giudiziaria perché la situazione attuale è oggettivamente datata, ma ciò che si sta facendo è un pasticcio: inutile, incostituzionale (20 rinvii alla Consulta non sono casuali) e che non produce risparmi. Dal 13 settembre - data di entrata in vigore della riforma di cui la categoria chiede una proroga - cominciano traslochi verso il nulla, verso strutture spesso inesistenti e tribunali già ingolfati e caotici a scapito di realtà che invece funzionano bene e che sono esempio di efficienza. Un paradosso tutto italiano". "Oggi - aggiunge Marino - possiamo finalmente registrare anche la buona risposta dei parlamentari di centro, destra e sinistra. Gli interventi del senatore Malan (Pdl) e dell'onorevole Greco (Pd) testimoniano quanto il Parlamento possa fare per prorogare l'entrata in vigore di questo scempio e, poi, per modificarne l'impianto. Ma è da sottolineare anche l'attenzione mostrata dal ministro Cancellieri, la quale, pur dichiarando che la riforma va avanti, ha ammesso che necessita di correzioni". "Infine - conclude Marino - da questa platea e dalle migliaia di avvocati che si sono astenuti ieri e oggi, arriva una richiesta chiara: serve un intervento urgente sui parametri correttivi dei compensi, serve il via libera al decreto correttivo. La categoria è allo stremo". Il tavolo Anci ministero dell'interno. E intanto si farà il tavolo presso il Ministero della Giustizia per risolvere i problemi legati all'accorpamento dei Tribunali, perché "è evidente che i Comuni, senza certezze sulle spese di adeguamento delle nuove sedi, non sono in grado di dare seguito alla riforma", spiega il presidente dell Anci Alessandro Cattaneo a margine dell incontro di questa mattina con il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri insieme e ai sindaci Wladimiro Boccali (Perugia) e Alessandro Cosimi (Livorno). "Siamo convinti che bisogna andare avanti con l'attuazione della riforma - ha spiegato Boccali - ma esiste un problema reale, recepito dal Ministero, riguardo i rimborsi sulle spese per la giustizia che i Comuni anticipano per far funzionare i Tribunali. Rimborsi che non solo arrivano in ritardo, ma sono stati drammaticamente ridotti, sebbene proprio i Comuni si facciano carico di queste spese supplendo allo Stato". Riguardo la legge sull'accorpamento dei Tribunali, poi, "abbiamo sottolineato che non può essere sostenibile una situazione in cui, a fronte dei risparmi a livello centrale, si assista ad un aumento delle spese degli Enti locali per l'adeguamento dei nuovi Tribunali". Da qui l'impegno del Guardasigilli ad attivarsi presso il Tesoro, e l'apertura di un tavolo che analizzi al meglio le necessità dei Comuni per essere messi nelle condizioni di dar seguito alla riforma, ma anche "per seguire - conclude Boccali - le decisioni del Parlamento su una eventuale proroga dei termini di attuazione della riforma". 11

12 IL GIORNALE DI VICENZA LA PROTESTA. Aule vuote ieri e mercoledì Avvocati in sciopero «Il Governo riveda i tagli ai tribunali» Aule vuote a causa dello sciopero nazionale degli avvocati Due giorni di sciopero: niente udienze, tribunali semivuoti. L organismo unitario dell avvocatura, l Oua, ha deciso infatti la proclamazione di due giornate nazionali di astensione degli avvocati dalle udienze. E così ieri e l altro ieri in tutte le aule di giustizia d Italia, Vicenza compresa, non si sono di fatto discussi processi. Spiega Fabio Mantovani, il presidente dell Ordine degli avvocati di Vicenza: «L astensione è stata decisa per due motivi. Il primo è per protestare contro i provvedimenti che tagliano uffici giudiziari e tribunali. C è tra l altro un iniziativa a livello romano perché il nuovo Governo riveda la decisione. Oltre a un disegno di legge contro la normativa voluta dal ministro Severino». Poi il secondo motivo della protesta: «Chiediamo che vengano rivisti i parametri che oggi i giudici applicano per liquidare gli avvocati a fine processo». Ecco comunque cosa si legge sul manifesto dell Oua che annuncia l astensione sul problema dei tagli: «Sulla prima questione, pur ribadendo l assoluta disponibilità a contribuire a una razionalizzazione e modernizzazione dell organizzazione dei tribunali, delle sedi distaccate e della rete dei giudici di pace, contesta per forme e contenuti la decapitazione di oltre 1000 uffici giudiziari decisa dal precedente Esecutivo». «Con un intervento che è allo stesso tempo incostituzionale (sono 14 i rinvii alla Consulta) e inadeguato per le finalità di risparmio prefissate - continua la nota - si chiede innanzitutto una proroga dell entrata in vigore del provvedimento prevista per il prossimo settembre». Anche il Vicentino è finito tra l altro sotto la scure dei tagli: le sedi giudiziarie di Bassano e Schio sono infatti destinate a chiudere. 12

13 LA VOCE DI ROMAGNA L'avvocato Graziani a Roma per difendere i tribunali periferici Si è tenuta ieri a Roma, all'ergife, la manifestazione nazionale dell'avvocatura, indetta dall'oua (Organismo Unitario dell'avvocatura, la rappresentanza politica forense), e dedicata fra l'altro alla tematica della riforma della giustizia ed al problema della chiusura dei cosiddetti "tribunali periferici". Oltre mille i partecipanti, tra avvocati di tutta Italia, comitati di cittadini, sindacati dei lavoratori (Flp e Cgil), sindaci e parlamentari nazionali e europei di centro, destra e sinistra. Era presente tra loro anche l'avvocato forlivese Patrizia Graziani, come membro regionale dell'oua e in rappresentanza dell'ordine degli avvocati di Forlì- Cesena, che ha portato in assise il caso dell'annunciata chiusura della sede distaccata del Tribunale nella città di Cesena, dell'annosa carenza degli organici e delle nuove tariffe. Nel corso dei lavori, sono intervenuti, tra gli altri, la vice presidente del Parlamento Europeo, Roberta Angelilli, il componente della Commissione Giustizia del Senato, Lucio Malan (Pdl) e la componente della Commissione Giustizia della Camera Maria Greco (Pd). Alla fine dei lavori il bilancio del presidente dell'oua, Nicola Marino, avvicinato dalla stessa Patrizia Graziani, che fra l'altro ha dichiarato: "Una bella giornata, di protesta ma anche di proposta. È ora di dire basta ai luoghi comuni sugli avvocati, noi vogliamo la riforma della geografia giudiziaria perché la situazione attuale è datata, ma ciò che si sta facendo è un pasticcio inutile, incostituzionale e che non produce risparmi". 13

14 IL GAZZETTINO - Udine Il tribunale di Tolmezzo spera nel "salvacondotto Non una proroga generale per tutti gli uffici soppressi lo scorso anno, ma bensì un "salvacondotto" per un numero limitato di Tribunali e sezioni distaccate, da definire attraverso un decreto legge correttivo. Questo il compromesso che sarebbe stato proposto dal Ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri per uscire dall'impasse sulla riorganizzazione della geografia giudiziaria in Italia, alla luce del rinvio chiesto trasversalmente dal Parlamento rispetto alla data di entrata in vigore della "taglia-tribunali", prevista per il 13 settembre prossimo. La notizia è emersa a margine dell'assemblea generale dell'oua, l'organismo unitario dell'avvocatura italiana, riunitosi ieri a Roma nella prima delle due giornate di sciopero nazionale degli avvocati - oltre il 90% le astensioni dalle aule di giustizia - proclamate proprio contro la «decapitazione di circa 1000 uffici giudiziari in Italia». «I Parlamentari che anche ieri erano presenti all'assemblea racconta Francesco Marcolini, presidente del Comitato per il Tribunale di Tolmezzo, sceso a Roma a rappresentare l'ordine degli avvocati carnici - hanno confermato la loro volontà trasversale di sostenere la proroga all'entrata in vigore della legge così come emerso dalla proposta unificata in Commissione Senato, il ministro dal canto suo continua a sostenere l'impossibilità al rinvio, chiedendo poi una settimana di tempo per elaborare il compromesso, noi rimaniamo vigili e continueremo a sostenere il nostro diritto ad esistere». Già oggi potrebbero arrivare delle novità nel corso del Consiglio dei Ministri convocato dal premier Letta. Sempre oggi a Roma la seconda giornata di manifestazioni, con l'assemblea generale degli Ordini forensi minori e le delegazioni provenienti da tutta Italia di avvocati, cittadini, sindaci, ma anche con la presenza del vice presidente dell'anm e di molti parlamentari di tutti gli schieramenti. Ma lo scontro proprio con una parte dell'associazione nazionale magistrati permane e ieri la Giunta Esecutiva Sezionale del Fvg dell'anm ha condiviso la «preoccupazione e la contrarietà espressa dalla Giunta Esecutiva Centrale così come dal Csm» alla proroga richiesta, in quanto si tratta di un'iniziativa che «rischia di vanificare una riforma da sempre fortemente voluta dalla magistratura associata, diretta a migliore distribuzione delle risorse per garantire maggiore efficienza e contenimento delle spese». David Zanirato 14

15 LA SICILIA 15

16 LA SICILIA Ieri pomeriggio la parlamentare Maria Greco e il presidente dell' Oua Nicola Marino, hanno incontrato il sottosegretario alla Giustizia Giuseppe Beretta per discutere del Dl 155 che sopprime tribunali e uffici giudiziari, tra i quali quello di Nicosia gio Ieri pomeriggio la parlamentare Maria Greco e il presidente dell'oua Nicola Marino, hanno incontrato il sottosegretario alla Giustizia Giuseppe Beretta per discutere del Dl 155 che sopprime tribunali e uffici giudiziari, tra i quali quello di Nicosia. Il "cammino" della proroga di un anno per l'entrata in vigore della legge potrebbe incontrare vari ostacoli, malgrado Parlamento e Senato sembrano orientati a votare favorevolmente. Il sottosegretario Beretta ha proposto a Maria Greco e al presidente dell'organismo dell'avvocatura, di elaborare una proposta articolata di deroghe al piano di riordino della geografia giudiziaria. «Già oggi elaboreremo un documento come Oua nel quale per prima cosa - spiega Maria Greco - sottolineeremo come il Dl non abbia rispettato le indicazioni della delega che prevedeva il mantenimento di tribunali e uffici giudiziari sulla base delle specificità territoriali. Nella delega si parlava espressamente dei tribunali di montagna, da mantenere, ma questi sono scomparsi nella legge che entrerà in vigore, salvo rinvii, il 13 settembre prossimo». Un incontro, quello con il sottosegretario, che ha aperto un altro spiraglio per la "salvezza" del tribunale di Nicosia e di altri uffici giudiziari che si trovano in aree dove sono carenti le vie di comunicazione o dove sono presenti criminalità e reati specifici. Nella proposta di deroga che verrà ora predisposta e presenta al ministero della Giustizia potrebbe anche essere inserita l'inapplicabilità della legge di riforma in Sicilia e nelle altre regioni a Statuto speciale. «Non possiamo trascurare alcuna possibile via per salvare gli uffici giudiziari e questo - conclude la Greco - tanto più in aree dove la chiusura di un tribunale comporterebbe conseguenze che non possono non essere prese un considerazione». Il Governo è orientato a rendere operativa la legge, anche alla luce dei tagli che questa permetterà di operare sulla spesa pubblica e non si può escludere che su un voto per la proroga di un anno venga posta la questione di fiducia. Giulia Martorana 30/05/

17 IL QUOTIDIANO DI CALABRIA Il sindacato degli avvocati decide di protestare nella capitale e va in scena la manifestazione Tribunale, ecco il sit-in a Roma Interviene la deputata della commissione Giustizia, Ferranti, che scrive a Oliverio ROSSANO - Nella capitale, come preannunciato, si è svolta ieri mattina la indetta dall'organismo unitario avvocatura per protestare contro la revisione delle circoscrizioni giudiziarie. Il Foro di Rossano con il presidente Serafino Trento è stato massicciamente presente per esprimere lo sdegno contro il provvedimento di soppressione adottato per il Tribunale di Rossano. Trento ringrazia tutti i colleghi che hanno partecipato alla manifestazione, raggiungendo Roma, o con i pullman organizzati dall'ordine e dal Comune di Rossano, o anche con mezzi propri. Il sindaco Giuseppe Antoniotti, gli assessori e i consiglieri comunali di Rossano e le altre autorità che sono intervenute per far sentire la loro voce a difesa del Tribunale. Ancora ringrazia il Comitato per la difesa del Tribunale di Rossano e le associazioni forensi che sono state presenti, l'aiga indossando la maglietta con lo slogan "Io non chiudo". Così pure i dipendenti del Tribunale che hanno partecipato unitamente ai rappresentanti sindacali. Ancora, l'avvocato Giuseppe Zumpano che è intervenuto per esporre le ragioni del Tribunale Rossanese. Il presidente Trento ha detto di aver partecipato a due incontri istituzionali, ad uno dei quali sono stati presenti anche il presidente del Comitato, avvocato Maurizio Minnicelli, il sindaco e il presidente del consiglio comunale di Rossano Vincenzo Scarcello. In tali incontri Trento ha illustrato ancora una volta le peculiarità del Tribunale, che impongono l'adozione di un decreto correttivo a favore dello stesso. Dopo gli incontri di ieri ha rilevato Trento sono maggiormente fiducioso nella positiva soluzione del problema che ci sta particolarmente a cuore. Il presidente dell'unione nazionale camere civili Renzo Menoni, nell'incontro di mercoledì scorso con il ministro Anna Maria Cancellieri che ha ricevuto i maggiori rappresentanti dell'avvocatura, ha ribadito un si all'attuazione della riforma della geografia giudiziaria, per "meglio razionalizzare la distribuzione degli uffici sul territorio e conferire maggiore funzionalità al sistema giustizia". Il Guardasigilli ha apprezzato, spiega Menoni, la "nostra posizione favorevole alla riforma della geografia giudiziaria, su cui siamo contrari a rinvii, poichè in molte sedi sono già iniziate le operazioni di trasferimento, e un rinvio causerebbe ulteriore confusione e il conseguente affossamento della legge". Rimanendo sullo stesso fronte, la presidente della commissione giustizia della camera dei deputati Donatella Ferranti in una lettera inviata al presidente e al vicepresidente della Provincia di Cosenza Mario Oliverio e Mimmo Bevacqua ha comunicato che, per impegni istituzionali riservati sopraggiunti, è stata impossibilitata a ricevere ieri mattina la delegazione guidata dallo stesso Oliverio per discutere della vicenda riguardante la soppressione del Tribunale di Rossano. La Ferranti si è detta disponibile ad un futuro incontro da concordare, anche alla luce delle posizioni che il ministro della giustizia Cancellieri esprimerà la prossima settimana nel corso dell'audizione in commissione giustizia, riguardo la revisione delle circoscrizioni giudiziarie. La presidente della commissione giustizia ha allegato alla sua missiva il testo della risoluzione presentata dall'on. Walter Verini e da altri deputati del PD il 28 maggio scorso che esprime la posizione ufficiale del Partito e nella quale si chiede espressamente il mantenimento della sede di Rossano. Lo riferisce una nota della Provincia di Cosenza. L'on. Ferranti, si aggiunge, si è detta disponibile ad un futuro incontro da concordare, anche alla luce delle posizioni che il Ministro della Giustizia Cancellieri esprimerà la prossima settimana nel corso dell'audizione in Commissione Giustizia, riguardo la revisione delle circoscrizioni giudiziarie. La presidente della Commissione Giustizia ha comunque allegato alla sua missiva il testo della risoluzione presentata dall'on. Walter Verini e da altri deputati del Pd il 28 maggio scorso che esprime la posizione ufficiale del Partito Democratico e nella quale si chiede espressamente il mantenimento della sede di Rossano Calabro 17

18 IL SECOLO XIX La Spezia DELEGAZIONE A ROMA DA SARZANA E PONTREMOLI «I tribunali non devono chiudere» Contestata la decisione di voler decapitare in un solo colpo mille uffici giudiziari C'ERANO anche loro, le delegazioni dei tribunali di Sarzana e Pontremoli, alla manifestazione tenutasi ieri all'hotel Ergife di Roma. Hanno voluto essere presenti: avvocati, operatori di giustizia e sindacalisti. Erano loro a tenere in alto lo striscione "chiusura del tribunale, uguale morte della città" all'assemblea organizzata appositamente dall'oua (organismo unitario avvocatura). Si sono alzati alle prime luci dell'alba per arrivare fino a lì, nella capitale. Al loro fianco c'era anche Jacopo Ferri, consigliere regionale della Regione Toscana e fratello di Cosimo Ferri, neosottosegretario alla Giustizia del Governo Letta, che ha incontrato, per primo, la delegazioni di Sarzana - composta anche dagli avvocati Daniele Castagna (fresco di elezione al consiglio comunale di Sarzana), Marina Biso, e di sindacalisti Enzo Rossi e Walter Andreetti - e Pontremoli per i quali invece c'erano i legali Alessandro Ravani e Matteo Bertocchi. All'incontro organizzato dall'oua, nonostante sia stata ribadita l'assoluta disponibilità a contribuire ad una razionalizzazione e modernizzazione dell'organizzazione dei Tribunali, è stato contestata la decisione di voler decapitare circa mille uffici giudiziari con un intervento che, allo stesso tempo, sarebbe incostituzionale, sono state citate le diciassette rimessioni alla Consulta (la Corte Costituzionale ha già fissato per il 2 e 3 luglio l'udienza), e inadeguato per le finalità di risparmio prefissate. Per questo i rappresentanti dei tanti palazzi di giustizia presenti hanno chiesto innanzitutto una proroga dell'entrata in vigore del provvedimento prevista per il prossimo settembre. "Abbiamo fatto il punto sul ddl,che porta anche la mia firma, che prevede la moratoria di un anno per la chiusura dei tribunali di Sarzana e Pontremoli: uniti c'è la possiamo fare", ha detto il senatore sarzanese Massimo Caleo che, oltre ad aver accolto le delegazioni, ha fatto anche da cicerone nella visita all'emiciclo di Palazzo Madama. Ora non resta che attendere l'inizio di luglio quando la Consulta si pronuncerà sul ricorso presentato da quindici giudici di tutt'italia. "E' stata davvero una bella giornata - spiega al Secolo XIX l'avvocato Castagna - abbiamo spiegato quali sono le nostre ragioni, abbiamo parlato d'identità e della strategicità del tribunale a Sarzana. Anche gli incontri coi politici sono stati proficui. Ho provato, personalmente, una grande emozione nell'entrare nell'aula del Senato guidato dall'ex sindaco di Sarzana Caleo. Ad ogni modo credo sia servito venire fin qui, dovevamo dare un segnale forte e crediamo di aver colto nel segno". 18

19 RAI NEWS 24 Avvocati in piazza per dire no alle modalità di revisione degli uffici giudiziari "Vogliamo riforme vere, non pasticci" E' stata un successo, con oltre mille partecipanti, la manifestazione che l'organismo unitario dell'avvocatura (la rappresentanza politica forense) ha organizzato oggi all'ergife, a Roma, nell'ambito della seconda giornata di astensione dalle udienze per dire no alle modalita' di revisione degli uffici giudiziari. Avvocati di tutti i fori, comitati cittadini, sindacati dei lavoratori (Flp e Cgil), sindaci e parlamentari nazionali e europei si sono confrontati per esprimere un comune malessere: "Vogliamo riforme vere, non pasticci, uffici rischiano di essere decapitati". Il bilancio della giornata viene stilato dal presidente dell'oua, Nicola Marino: "E' stata una bella giornata, di protesta ma anche di proposta. Noi vogliamo la riforma della geografia giudiziaria perche' la situazione attuale e' oggettivamente datata, ma cio' che si sta facendo e' un pasticcio: inutile, incostituzionale (20 rinvii alla Consulta non sono casuali) e che non produce risparmi. Dal 13 settembre cominciano traslochi verso il nulla, verso strutture spesso inesistenti e verso tribunali gia' ingolfati e caotici a scapito di realta' che invece funzionano bene e che sono esempio di efficienza. Un paradosso tutto italiano. Gli interventi del senatore Malan (Pdl) e dell'onorevole Greco (Pd) testimoniano - ha spiegato Marino - quanto il Parlamento possa fare per prorogare, intanto, l'entrata in vigore di questo scempio e, poi, per modificarne l'impianto. Ma e' da sottolineare anche l'attenzione mostrata dal Ministro Cancellieri, che, pur dichiarando che la riforma va avanti, ha ammesso che necessita di correzioni. Allo stesso modo, e' da sottolineare la disponibilita' al confronto dei sottosegretari Berretta e Ferri: sono tutti passi in avanti rispetto all'impermeabilita' dell'ex ministro Severino. La verita' e' che chi difende questo provvedimento lo fa per conformismo, e spesso per tutelare interessi particolari, non perche' sia davvero utile al sistema-giustizia". 19

20 ALTALEX Sciopero avvocati, Oua: i legali chiedono riforme vere non pasticci GIUSTIZIA, A ROMA IN MILLE, TRA AVVOCATI, CITTADINI E SINDACI, PER CHIEDERE RIFORME VERE, NON PASTICCI: NO ALLA DECAPITAZIONE DI 1000 UFFICI GIUDIZIARI OUA: GRANDE ADESIONE ALLA MANIFESTAZIONE ALL'ERGIFE, MASSICCIA PARTECIPAZIONE IN TUTTA ITALIA ALL'ASTENSIONE DALLE UDIENZE NICOLA MARINO, PRESIDENTE OUA: NECESSARIO EVITARE IL CAOS. DAL 13 SETTEMBRE COMINCIANO TRASLOCHI VERSO IL NULLA, VERSO STRUTTURE SPESSO INESISTENTI E VERSO TRIBUNALI GIÀ INGOLFATI E CAOTICI A SCAPITO DI REALTÀ CHE INVECE FUNZIONANO BENE E CHE SONO ESEMPIO DI EFFICIENZA. UN PARADOSSO TUTTO ITALIANO Si è tenuta oggi a Roma, presso l Ergife, la manifestazione nazionale dell avvocatura, indetta dall Oua (Organismo Unitario dell avvocatura, la rappresentanza politica forense). Oltre 1000 partecipanti, tra avvocati di tutti i Fori, Comitati cittadini, Sindacati dei lavoratori (Flp e Cgil), Sindaci e Parlamentari nazionali e europei. Era presente il Cnf, con il Segretario, Andrea Mascherin e la Cassa Forense, con il Consigliere di amministrazione, Valter Militi. Per le associazioni: l Aiga con Alfredo Serra e l Anai con Maurizio de Tilla. Per il Coordinamento nazionale dei Fori Minori, Walter Pompeo. Nel corso dei lavori, sono intervenuti, tra gli altri, la vice presidente del Parlamento Europeo, Roberta Angelilli, il componente della Commissione Giustizia del Senato, Lucio Malan (Pdl) e la componente della Commissione Giustizia della Camera Maria Greco (Pd). Per la magistratura, il vice presidente dell Anm Valerio Savio. Alla fine dei lavori ecco il bilancio del presidente dell Oua, Nicola Marino: «Una bella giornata, di protesta ma anche di proposta. È ora di dire basta ai luoghi comuni sugli avvocati, noi vogliamo la riforma della geografia giudiziaria perché la situazione attuale è oggettivamente datata, ma ciò che si sta facendo è un pasticcio: inutile, incostituzionale (20 rinvii alla Consulta non sono casuali) e che non produce risparmi. Dal 13 settembre cominciano traslochi verso il nulla, verso strutture spesso inesistenti e verso tribunali già ingolfati e caotici a scapito di realtà che invece funzionano bene e che sono esempio di efficienza. Un paradosso tutto italiano». «Oggi aggiunge - possiamo finalmente registrare anche la buona risposta della Politica, dei parlamentari di centro, destra e sinistra. Gli interventi del senatore Malan (Pdl) e dell onorevole Greco (Pd) testimoniano quanto il Parlamento possa fare per prorogare intanto l entrata in vigore di questo scempio e, poi, per modificarne l impianto. Ma è da sottolineare anche l attenzione mostrata dal Ministro Cancellieri, la quale, pur dichiarando che la riforma va avanti, ha ammesso che necessita di correzioni. Allo stesso modo, è da sottolineare la disponibilità al confronto del sottosegretario Berretta e Ferri: sono tutti passi in avanti rispetto all impermeabilità dell ex ministro Severino. La verità è che chi difende questo provvedimento lo fa per conformismo, e spesso per tutelare interessi particolari, non perché sia davvero utile al sistema-giustizia». «Infine conclude Marino ma non meno importante, da questa platea e dalle migliaia di avvocati che si sono astenuti ieri e oggi, arriva una richiesta chiara: serve un intervento urgente sui parametri correttivi dei compensi, serve il via libera al decreto correttivo. La categoria è allo stremo». 20

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Dai valore al tuo domani. fondo pensione

Dai valore al tuo domani. fondo pensione Dai valore al tuo domani fondo pensione fondo pensione E grande la soddisfazione per aver raggiunto l'obiettivo di realizzare il primo Fondo di Previdenza Complementare di categoria gestito da una Cassa

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

ORGANISMO UNITARIO DELL AVVOCATURA ITALIANA. 18 giugno 2013. Responsabile: Claudio Rao (tel. 06/32.21.805 email: claudio.rao@oua.

ORGANISMO UNITARIO DELL AVVOCATURA ITALIANA. 18 giugno 2013. Responsabile: Claudio Rao (tel. 06/32.21.805 email: claudio.rao@oua. Ufficio stampa Rassegna stampa 18 giugno 2013 Responsabile: Claudio Rao (tel. 06/32.21.805 email: claudio.rao@oua.it) 1 SOMMARIO Pag. 4 MISURE GOVERNO: OUA, con decreto Governo 1 passo avanti, 2 indietro

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

Pagina 1 di 12 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 agosto 2012, n. 137 Regolamento recante riforma degli ordinamenti professionali, a norma dell'articolo 3, comma 5, del decreto-legge 13 agosto 2011,

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP)

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Che il sistema previdenziale italiano sia un cantiere sempre aperto testimonia la profonda discrasia

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

CONDIVIDE E PARTECIPA

CONDIVIDE E PARTECIPA il 13 OTTOBRE 2007 - inform@ su: Delibera della Direzione Nazionale il S.I.A.P. privilegia il confronto interno Dal Governo Consiglio dei Ministri nr. 69 Decreto di razionalizzazione dell assetto organizzativo

Dettagli

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE REPORT ANNUALE - 2011 - ITALIA (Aprile 2011) Prof. Alessandra PIOGGIA INDICE 1. LA PRIVATIZZAZIONE 2. LE COMPETENZE

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

LA CONFERENZA UNIFICATA

LA CONFERENZA UNIFICATA Intesa tra il Governo e le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano e gli Enti locali sulla ripartizione del Fondo nazionale per le politiche giovanili di cui all art. 19, comma 2, del decreto legge

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense Sezione generale 1. Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha adottato un regolamento specifico per i praticanti avvocati? Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha approvato con

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 10/04/2015 Circolare n. 74 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Introduzione Le Societá tra Professionisti, introdotte dalla legge 183/2010, sono una delle novitá

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti

Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti di L.Va. pdf L indagine conoscitiva sulla sostenibilità del Ssn Questa

Dettagli

COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O

COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O 1. Costituzione In applicazione della normativa nazionale ed europea al fine di: - Promuovere le politiche di pari

Dettagli

COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI. Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca. Giovanardi Dott.

COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI. Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca. Giovanardi Dott. COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca Giovanardi Dott.ssa Enrica Luppi Dott.ssa Stefania Menetti Dott. Pietro Marco Pignatti

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano La ricostituzione della pluralità dei soci nella s.a.s. In ogni numero della rivista trattiamo una questione dibattuta a cui i nostri esperti forniscono una soluzione operativa. Una guida indispensabile

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Promulga. Art. 1

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Promulga. Art. 1 LEGGE 12 luglio 2012, n. 100 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 15 maggio 2012, n. 59, recante disposizioni urgenti per il riordino della protezione civile. (12G0123) La Camera

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva RASSEGNA STAMPA UNISANNIO 02/07/2015 Indice Il Sannio Quotidiano 1 Unisannio Atenei campani, il rettore Filippo de Rossi al vertice Il Mattino 2 Unisannio Coordinamento atenei campani: de Rossi al vertice

Dettagli

di Roberto Fontana, magistrato

di Roberto Fontana, magistrato 10.1.2014 LE NUOVE NORME SULLA FISSAZIONE DELL UDIENZA E LA NOTIFICAZIONE DEL RICORSO E DEL DECRETO NEL PROCEDIMENTO PER DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO di Roberto Fontana, magistrato Sommario. 1. La nuova

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382

DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382 DECRETO LEGISLATIVO LUOGOTENENZIALE 23 novembre 1944, n. 382 Norme sui Consigli degli Ordini e Collegi e sulle Commissioni centrali professionali Pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 98 del 23 Dicembre

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro (adottate dall Ente in data 10/06/2014) La Provincia di Cuneo intende promuovere un ambiente di lavoro scevro da qualsiasi tipologia di discriminazione.

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti 08 Giugno 2015 Elisa Noto, Mariateresa Villani Sommario La prescrizione breve in materia di rapporto

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman.

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman. La nuova PENSIONE MODULARE per gli Avvocati Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman Edizione 2012 1 LA NUOVA PENSIONE MODULARE PER

Dettagli

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF)

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) INDICE Articolo 1 - Finalità e natura dell Ente 2 Articolo 2 - Attività dell INAF 3 Articolo 3 - Principi di organizzazione 5 Articolo 4 - Organi 6

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario Pagina 1 di 5 LEGGE 10 ottobre 2014, n. 147 Modifiche alla disciplina dei requisiti per la fruizione delle deroghe riguardanti l'accesso al trattamento pensionistico. (14G00161) (GU n.246 del 22-10-2014)

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

La legge sul Volontariato della Regione Lazio

La legge sul Volontariato della Regione Lazio La legge sul Volontariato della Regione Lazio Legge 29 del 1993 Art. 2 Attività ed organizzazioni di volontariato 1. Ai sensi dell'art. 2 della legge n. 266 del 1991: a) l'attività di volontariato disciplinata

Dettagli

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio;

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio; 5) GESTIONE DELL UFFICIO SVILUPPO TURISTICO, CULTURALE, RICETTIVO VALLI JONICHE Comuni di Pagliara, Mandanici, Itala, Scaletta Zanclea, Ali Terme, Ali, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Fiumedinisi. S T A

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI LEGGE 11 agosto 2014, n. 125. Disciplina generale sulla cooperazione internazionale per lo sviluppo. La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato;

Dettagli

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra:

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un primo vincolo è rappresentato dalla sentenza della Corte Costituzionale

Dettagli

ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA

ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA ARROTONDAMENTO DELL ANZIANITA PENSIONISTICA Fino al 31/12/97 l arrotondamento veniva fatto ai sensi del comma 2 dell art. 40 del DPR 1092/73 (vedi allegato 1). L anzianità complessiva era arrotondata in

Dettagli

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012)

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) L art.19 del DL 95/2012 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012,

Dettagli

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche

a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche a) Legge provinciale 18 ottobre 1995, n. 20 1) Organi collegiali delle istituzioni scolastiche 1)Pubblicata nel B.U. 7 novembre 1995, n. 51. Art. 1 (Ambito di applicazione) (1) Tutte le istituzioni scolastiche

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario.

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario. REGIO DECRETO 30 gennaio 1941 n. 12 ( indice ) (modificato e aggiornato dalle seguenti leggi: R.D.L. n. 734/43, L. n. 72/46, L. n. 478/46, R.D.Lgs. n. 511/46, L. n. 1370/47, L. n. 1794/52, L. n. 1441/56,L.

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

LEGGE 10 novembre 2014, n. 162

LEGGE 10 novembre 2014, n. 162 LEGGE 10 novembre 2014, n. 162 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 132, recante misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA,

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, IL REGNO DI DANIMARCA, LA REPUBBLICA FEDERALE DI GERMANIA,

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI FORUM PA 2014 Roma, 27 maggio 2014 CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI PERCHÉ UNA P.A. DI TUTTI HA BISOGNO DI TUTTI 1 - TRASPARENZA 2.0 Per render conto ai cittadini Garantire l'accessibilità totale Siamo

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE.

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. Parte prima Premessa Il presente accordo assume la disciplina generale

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA. Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale

LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA. Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale CARLO FUSARO I limiti della legislazione elettorale vigente LEGISLAZIONE ELETTORALE: complesso delle norme concernenti

Dettagli

Documento. 10 Novembre 2011

Documento. 10 Novembre 2011 Documento 10 Novembre 2011 Rimborso della Tassa di concessione governativa sull utilizzo dei telefoni cellulari: un quadro d insieme delle interpretazioni in essere e sulle possibili soluzioni operative

Dettagli

Decreto Legge 6/7/2011 n. 98 (G.U. 6/7/2011 n. 155) Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria

Decreto Legge 6/7/2011 n. 98 (G.U. 6/7/2011 n. 155) Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria Legge n. 111 del 15 luglio 2011 - Conversione in legge, con modificazioni, del DL 98/11 recante disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria. (GU n. 164 del 16-07-2011) Decreto Legge 6/7/2011

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli