CARTA DEI SERVIZI 2015 di Autostrade Meridionali SpA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CARTA DEI SERVIZI 2015 di Autostrade Meridionali SpA"

Transcript

1 CARTA DEI SERVIZI 2015 di Autostrade Meridionali SpA INDICE IL NOSTRO IMPEGNO 2 SEZIONE I: PRESENTAZIONE DELLA SOCIETA 3 Rete di Autostrade per l Italia e delle sue Controllate 3 Chi siamo 4 Piano di potenziamento della rete autostradale 6 Gli interventi in corso 7 I principi fondamentali 8 Il pedaggio 9 Come pagare il pedaggio 10 Informazioni di viabilità 12 Pannelli a messaggio variabile 13 Sicurezza 14 Tutor: controllo della velocità media 17 Gestione della viabilità 18 Aree di servizio 19 Telepass 21 Punti Blu 22 Telepass Point 23 I siti internet di Autostrade Meridionali, Autostrade per l Italia e Telepass 25 Autostrade Meridionali e l ambiente 26 SEZIONE II: LA QUALITA 27 Le politiche e la gestione della Qualità 27 Gli indicatori di Qualità 28 SEZIONE III: LA TUTELA DEL CLIENTE 29 Reclami e rimborsi 29 ALLEGATO 30 I servizi disponibili nelle aree di servizio 30 INFORMAZIONI UTILI 31 Buon Viaggio 31 La presente versione della Carta è stata redatta sulla base della Direttiva per l adozione della Carta dei Servizi autostradali del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 102 del e delle Istruzioni Operative dell ANAS del 29 gennaio Dove trovare la Carta dei servizi: RIFERIMENTI Progetto editoriale : Autostrade Meridionali S.p.A. Responsabile : Qualità Giovanni Cerrone AGGIORNAMENTO AL

2 2

3 Sezione I Presentazione della società LA RETE DI AUTOSTRADE PER L ITALIA E DELLE SUE CONTROLLATE Sul sito tutte le informazioni sulle tratte di competenza e sui servizi disponibili sulla rete di Autostrade per l Italia. Km di rete 2.854,6 Caselli 234 Aree di Servizio 216 Aree di parcheggio 110 Punto blu 62 Dipendenti Clienti al giorno (mln.) 3,9 Veicoli al giorno (mln.) 2,3 Autostrade per l Italia Spa Via A. Bergamini 50 (00159) Roma Tel Società controllate da Autostrade per l Italia (110 chilometri) Società Italiana per il Traforo del Monte Bianco Spa Via A. Bergamini 50 (00159) Roma Tel Raccordo Autostradale Valle d Aosta Spa Via A. Bergamini 50 (00159) Roma Tel Tangenziale di Napoli Spa Via G. Porzio 4 Centro Direzionale A/7 (80143) Napoli Tel Autostrade Meridionali Spa* Via G. Porzio 4 Centro Direzionale A/7 (80143) Napoli Tel *In gestione provvisoria ANAS e altre Concessionarie *Il dato si riferisce alle Società Concessionarie e alle Società operanti sul territorio italiano controllate da Autostrade per l Italia. 3

4 Sezione I: Presentazione della Società CHI SIAMO LA NOSTRA STORIA L atto costitutivo della Società Autostrade Meridionali p.a. viene deliberato il ad opera di imprenditori privati in prevalenza campani, mentre il 25.6 dello stesso anno si inaugurano i lavori dell autostrada Napoli Pompei: è la prima autostrada del Mezzogiorno e la seconda in Italia. Nel giugno del 1928 viene disposta l apertura all esercizio dell autostrada tra S. Giovanni a Teduccio e Pompei. A quella data il tracciato si sviluppava su 19,9 km. Solo tra il 1956 ed il 1958 si pensa al raddoppio dell autostrada e al prolungamento verso Salerno. Infatti con l ANAS si firma una nuova convenzione che prevede l impegno a costruire e gestire il prolungamento dell autostrada da Pompei a Salerno. Nel 1959 iniziano i lavori di prolungamento e nel 1964 l intera tratta da Napoli a Salerno entra in esercizio. La società passa sotto il controllo di Autostrade Concessioni e Costruzioni Autostrade SpA (Gruppo IRI, oggi Autostrade per l Italia SpA) agli inizi degli anni 80 e, assieme alla Controllante, torna sotto il controllo di azionisti privati nel Attualmente, pertanto, Autostrade Meridionali è una Società privata facente parte del Gruppo Autostrade ed è titolare della concessione della autostrada con data di scadenza fissata al per attendere alla costruzione, gestione e manutenzione della tratta autostradale Napoli - Salerno, secondo le regole definite nel contratto di convenzione con ANAS. La convenzione di concessione è stata rinnovata nel 2009 con la sottoscrizione, in data 28 luglio, sulla base della nuova Convenzione Unica con ANAS ed è divenuta efficace il 29 novembre Il tracciato dell autostrada si sviluppa su 51,6 km con la denominazione di A3 Napoli Salerno. Sin dalla sua origine è stata una delle arterie autostradali più importanti della Regione. L arteria ha inizio nella zona orientale di Napoli, nei pressi della stazione ferroviaria, e si sviluppa lungo la costa fino a Castellammare di Stabia ad una distanza di 2-3 km dal mare, attraversando Ercolano, Torre del Greco, Pompei. Successivamente si inoltra verso l interno, dove collega i centri di Scafati, Angri, Nocera e Cava de Tirreni, taglia la penisola Sorrentina e si riaffaccia nuovamente sulla costa nei pressi di Vietri sul Mare per raggiungere Salerno ove si congiunge, senza soluzione di continuità, con l autostrada A3 Salerno Reggio Calabria. Percorso obbligato per accedere alla costiera Sorrentina e Amalfitana e ai numerosi siti di interesse archeologico e culturale lungo il suo percorso (Ercolano, Pompei, ecc.), assolve alla funzione di principale asse viario di uno dei bacini di popolazione più densamente abitati d Italia e costituisce perciò un collegamento fondamentale per chi vive nei centri abitati attraversati dall autostrada e si reca ogni giorno al lavoro a Napoli o a Salerno. Dal primo ottobre 2012 il ruolo e le funzioni di concedente degli oltre 5700 km della rete autostradale a pedaggio, fra le quali la tratta costituita dalla A3 Napoli Salerno, così come la vigilanza sull'esecuzione dei lavori di costruzione delle opere autostradali affidate in concessione e il controllo della gestione delle autostrade, sono stati trasferiti dall Anas (assieme al personale dell'ispettorato di vigilanza sulle concessionarie autostradali) direttamente al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) in forza del DM in data Il MIT con propria comunicazione in data 20 dicembre 2012 ha fatto conoscere che, come previsto dall art.5 della Convenzione di Concessione, nelle more del perfezionamento del subentro nella concessione da parte del nuovo concessionario che sarà individuato dal concedente ad esito di una gara pubblica a tal fine già bandita, la Società Autostrade Meridionali deve proseguire, a far data dal 01 gennaio 2013 nella gestione della Concessione. I NUMERI DI AUTOSTRADE MERIDIONALI km di rete 51,6 Stazioni 14 Aree di Servizio 3 Piazzole di sosta 132 Punti Blu 3 Dipendenti 376 Transiti medi al giorno Clienti al giorno

5 La Rete della Società Autostrade Meridionali in esercizio al Scheda Tecnica Anno di costituzione della Società: 1925 Anno di entrata in esercizio tronco Napoli Pompei: 1928 Raddoppio Napoli Pompei (2 + 2 corsie): 1958 Prolungamento Pompei Salerno (entrata in esercizio): 1964 Ampliamento a tre corsie da Barra a Scafati (20,9 km): completamento previsto entro il 2014 Dati tecnici dell attuale sede autostradale Lunghezza: km 51,600 Gallerie: n. 6 x complessivi km Viadotti: n. 13 x complessivi km 5,700 Piazzole di sosta di emergenza: una ogni 500 m circa Raggio di curvatura planimetrica minima: 500 m Pendenza massima normale: 4% Pendenza massima in galleria: 2,50% Sezione trasversale all aperto: 2 carreggiate affiancate da m 9 ciascuna (m 8,50 pavimentati, pari a 2 corsie per senso di marcia, separate da spartitraffico di m 1 costituito da barriere metalliche di sicurezza), 2 carreggiate affiancate da m 15 ciascuna sul 25% dell intera rete (3 corsie più emergenza per senso di marcia). Gallerie unidirezionali affiancate con carreggiata da m 7,50 e banchine laterali da m 1 Altezza libera in galleria: m 4,75 Svincoli e Interconnessioni Napoli Centro Napoli Porto Napoli Via Marittima Autostrada A1 Tangenziale di Napoli Ponticelli-Dir. Via Rep. Marinare Ponticelli-Dir. Via Manzoni S.Giorgio a Cremano Sud Portici Sud (Piazzale De Lauzieres) Portici-Ercolano Sud (Piazzale Sapio) Portici-Ercolano Nord (Via Bosco Catene) Cupa dei Monti Ercolano Pompei sud Vietri sul Mare Salerno Stazioni Barriera Napoli sud Ponticelli Portici -Ercolano Torre del Greco Torre Annunziata nord Torre Annunziata sud Pompei Ovest Castellammare di Stabia Pompei est -Scafati Angri Angri sud Barriera Nocera Inferiore Nocera Sud Cava de Tirreni Aree di Servizio Torre Annunziata Ovest Nocera località Alfaterna Ovest Nocera località Alfaterna Est 5

6 Sezione I: Presentazione della Società PIANO DI POTENZIAMENTO DELLA RETE AUTOSTRADALE IL NOSTRO IMPEGNO E un importante piano di investimenti per il potenziamento e ammodernamento di circa 20 km della nostra rete autostradale. Il Ministero delle Infrastrutture ha chiesto alla Società Autostrade Meridionali, di individuare, nelle more della individuazione del nuovo concessionario, le opere da eseguire nel corso del 2014 per garantire la linearizzazione dell asse autostradale eliminando i restringimenti ancora in essere. ITER APPROVATIVO La realizzazione del piano di investimenti richiede una lunga e complessa fase autorizzativa, ambientale e urbanistica, da parte di Ministeri ed Enti competenti, anche per il semplice allargamento di una corsia. Il percorso approvativo può durare anche molti anni ed è così articolato: 1. REDAZIONE PROGETTO PRELIMINARE, a cura di Autostrade Meridionali 2. INSERIMENTO DEL PROGETTO NELLA CONVENZIONE CON ANAS, a cura di Autostrade Meridionali e Anas 3. REDAZIONE PROGETTO DEFINITIVO, a cura di Autostrade Meridionali 4. VALIDAZIONE TECNICA, a cura di Anas 5. VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (V.I.A.) a cura dei Ministeri dell Ambiente e per i Beni e le Attività Culturali 6. CONFERENZA DEI SERVIZI (C.d.S.), a cura del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 7. INTEGRAZIONE PROGETTO DEFINITIVO, a cura di Autostrade Meridionali 8. APPROVAZIONE PROGETTO DEFINITIVO, a cura di Anas 9. REDAZIONE PROGETTO ESECUTIVO, a cura di Autostrade Meridionali 10. APPROVAZIONE DEL PROGETTO ESECUTIVO, a cura di Anas 11. DECRETO ANAS DI PUBBLICA UTILITA 12. GARE DI APPALTO ED AFFIDAMENTO DEI LAVORI 13. CONSEGNA ED ESECUZIONE DEI LAVORI a cura dell impresa esecutrice. Direzione dei lavori a cura di Autostrade Meridionali 14. EVENTUALE REDAZIONE DI PERIZIE DI VARIANTI TECNICHE SUPPLETIVE 15. APPROVAZIONE DELLE PERIZIE DI VARIANTE A CURA DI ANAS (*) 16. VERIFICA DI AGIBILITA A CURA DI ANAS (*) 17. APERTAURA AL TRAFFICO 18. COLLAUDO FINALE A CURA DI ANAS (*) (*) Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Struttura di Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali, a partire dal mese di ottobre 2012, è subentrato ad ANAS nelle funzioni di amministrazione concedente, ai sensi del combinato disposto della citata Legge n. 111/2011 e del D.L. n. 216/2001, come modificato dalla legge di conversione n. 14/2012 e dal D.L. n. 95/2012. IL TERRITORIO E L AMBIENTE Il piano prevede anche interventi in favore del territorio quali: mitigazione dell impatto ambientale, riqualifica del territorio attraverso l ammodernamento delle viabilità comunali intersecanti l Autostrada, restauro e valorizzazione ambientale attraverso il recupero di beni culturali e la valorizzazione del paesaggio. LO STATO DI AVANZAMENTO DEI LAVORI I tempi realizzativi delle opere sono stati condizionati soprattutto da quattro fattori esterni ad Autostrade Meridionali: il lungo e complesso processo approvativo dei progetti; gli imprevisti tecnici e geologici; l elevata densità abitativa, che ha reso particolarmente lunghe le procedure di esproprio; le frequenti difficoltà finanziarie delle imprese esecutrici, aggiudicatarie degli appalti pubblici. In merito agli interventi di autostrade meridionali (convenzione del 1999) è da evidenziare: l ultimazione dei lavori relativi all adeguamento a tre corsie della tratta di 3,7 Km tra S. Giovanni e Barra, nonché della tratta di 2,6 Km tra Castellammare di Stabia e Pompei Est; sono stati inoltre ultimati ed immessi in esercizio i lavori di ammodernamento relativo al nuovo svincolo di Torre Annunziata Nord, San Giorgio a Cremano, Portici-Ercolano, Ercolano Cupa Monti, Castellammare di Stabia, Pompei Est - Scafati, Svincolo di Angri Sud, della Barriera di Nocera Inferiore e del nuovo svincolo di Cava dé Tirreni; Sono ultimati i lavori relativi i lavori relativi al completamento della svincolo di Barra-Ponticelli, per i quali è stata eseguita la visita di agibilità. Risultano ultimati, ed aperti funzionalmente a tre corsie, tra Napoli e lo svincolo di Pompei Est, circa 15,9 Km di autostrada. Sono in corso i lavori sui restanti 1,2 Km. L apertura al traffico dell intera tratta ampliata è prevista per il primo trimestre 2015, in considerazione dell avvenuta acquisizione, in data , dei necessari nulla osta da parte del Comune di Torre del greco, per la temporanea interruzione di n.2 cavalcavia, di via Nuova Trecase e Viuli, che costituivano ultimo ostacolo al completamento della linearizzazzione dell asse autostradale. 6

7 Sezione I: Presentazione della Società GLI INTERVENTI IN CORSO Di seguito sono elencati gli interventi di potenziamento di Autostrade Meridionali S.p.A., previsti nella Convenzione con Anas del 1999 e riconfermati dalla Convenzione Unica sottoscritta nel 2009 e divenuta efficace il 29 novembre INTERVENTI IN CORSO DI AUTOSTRADE MERIDIONALI al INTERVENTO Estension e Km 1 3^ corsia Km , ^ corsia Km , ^ corsia Km , ^ corsia Km , ^ corsia Km ,131 6 Completamento svincolo di Ponticelli 7 Svincolo di Angri TOTALE Km 15,272 Ultimato e oggetto di agibilità Ultimato e oggetto di agibilità 7

8 DETTAGLIO DEGLI INTERVENTI Sezione I: Presentazione della Società I PRINCIPI FONDAMENTALI Nel presente paragrafo vengono presentati i principi fondamentali delle attività demandate ad Autostrade Meridionali (in termini di accesso all infrastruttura e di manutenzione della stessa) nell ambito di un generale sistema finalizzato alla tutela del cittadino fruitore dell infrastruttura autostradale(1). EGUAGLIANZA Autostrade Meridionali svolge la propria attività rispettando il principio di uguaglianza dei diritti dei Clienti, senza alcuna distinzione per motivi riguardanti sesso, razza, lingua, religione e opinioni politiche. Autostrade Meridionali, inoltre, si impegna a garantire la parità di trattamento, a parità di condizioni della prestazione erogata, sia tra le diverse aree geografiche sia fra le diverse categorie di clienti. IMPARZIALITÀ Autostrade Meridionali si impegna a svolgere le proprie attività oggetto di concessione in modo obiettivo, giusto ed imparziale. CONTINUITÀ Autostrade Meridionali si impegna al mantenimento della funzionalità delle infrastrutture autostradali gestite in concessione attraverso la manutenzione e la riparazione tempestive delle stesse. Fanno eccezione i casi di interruzione o di funzionamento irregolare dovuti a cause di forza maggiore e/o comunque non imputabili al Concessionario. Autostrade Meridionali rende disponibili risorse e tecnologie per trasmettere al pubblico le principali informazioni sulla viabilità ed il traffico autostradale nella tratta in concessione. PARTECIPAZIONE Autostrade Meridionali riconosce che è un diritto dei suoi Clienti usufruire di prestazioni qualitativamente efficienti. Per questo favorisce l'informazione più ampia presso la propria Clientela,anche attraverso terzi, circa il controllo e la verifica della funzionalità delle prestazioni fornite. EFFICIENZA ED EFFICACIA Autostrade Meridionali fornisce le proprie attività oggetto di concessione in modo efficiente, cioè con diligenza, e in modo efficace, il più utile possibile ai suoi Clienti. Autostrade Meridionali si impegna a mantenere e migliorare l'efficienza e l'efficacia delle prestazioni offerte. CORTESIA E TRASPARENZA Autostrade Meridionali si impegna a svolgere la propria attività con la massima cortesia da parte dei propri dipendenti nei rapporti con il pubblico e ad assicurare la massima disponibilità e accessibilità delle informazioni sulle attività che fornisce. TUTELA DELLA RISERVATEZZA Autostrade Meridionali si impegna a garantire la riservatezza dei propri Clienti. Il Cliente ha il diritto di essere informato sulle modalità di trattamento dei propri dati personali con linguaggio semplice e comprensibile e di esprimere un consenso libero, differenziato e revocabile in relazione alle diverse possibilità di utilizzo dei dati anche da parte di terzi autorizzati. (1) Il settore della viabilità autostradale nazionale - cosi come anche riconosciuto nelle premesse della direttiva n. 102/ è un settore specifico e non assimilabile al novero dei servizi pubblici di cui all art. 1 legge n. 146/1990. Ne segue che non tutti i principi indicati dalla direttiva Ciampi del gennaio 1994 sono automaticamente applicabili alle attività del concessionario autostradale. 8

9 Sezione I: Presentazione della Società IL PEDAGGIO CHE COS È LA TARIFFA Il pedaggio autostradale è l importo che il Cliente è tenuto a pagare per l'uso dell'autostrada. I proventi dei pedaggi sono destinati al recupero degli investimenti già effettuati o da effettuare, a sostenere le spese di ammodernamento, innovazione, gestione e manutenzione della rete. COME SI CALCOLA IL PEDAGGIO Autostrade Meridionali adotta il sistema cosiddetto aperto : i conducenti dei veicoli pagano un pedaggio forfettario, sulla base di una percorrenza media stimata, quando transitano presso le stazioni, senza dover ritirare un biglietto. Questo sistema è stato adottato per agevolare il traffico in alcune aree metropolitane; in questo caso, infatti, il veicolo viene fermato una sola volta. Il pedaggio si calcola moltiplicando la tariffa unitaria di competenza di Autostrade Meridionali, maggiorata dell importo di competenza di ANAS (di cui alla Legge 102/2009), per i km convenzionali, aggiungendo poi all'importo così ottenuto l'iva ed applicando al risultato l'arrotondamento di legge, per eccesso o per difetto, ai 10 centesimi di euro. L'arrotondamento è applicato in maniera automatica senza alcuna discrezionalità da parte di Autostrade Meridionali ed è disciplinato dal Decreto Interministeriale n /28/133 del 12 novembre 2001 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministero dell'economia e delle Finanze. La tariffa unitaria applicata dipende dal tipo di veicolo utilizzato (5 classi). Tariffe in vigore di Autostrade Meridionali (in euro). Classe A* B Anno ,00 2,00 3,60 4,60 5,20 " " ,00 2,10 3,60 4,60 5,30** " " ,00 2,10 3,60 4,60 5,30 " " ,00 2,10 3,70*** 4,70*** 5,30 * La tariffa applicata ai clienti sprovvisti di Telepass e a quelli provvisti di Telepass per tratte superiori ai 30 km è pari a 2,00 euro. La tariffa media è pari a 1,60 euro sia nel 2011 che nel 2012 (vedi Tariffa Differenziata). ** euro 5,30 dal 17 settembre 2011 a causa della variazione IVA dal 20 al 21% ***euro 3,70 ed euro 4,70 dal 1 ottobre 2013 a causa della variazione IVA dal 21 al 22% L INCREMENTO ANNUALE DEL PEDAGGIO Secondo quanto previsto nel contratto di Convenzione con ANAS, la tariffa unitaria è adeguata ogni 1 gennaio. La formula di adeguamento delle tariffe, inserita nel contratto di Convenzione, tiene conto del tasso di inflazione programmata, degli investimenti effettuati e di un indicatore di produttività. Per effetto dell arrotondamento ai 10 centesimi, tuttavia, l incremento finale del pedaggio può essere superiore, inferiore o pari all incremento annuo della tariffa unitaria. Può accadere infatti che il pedaggio non subisca aumenti per alcuni anni e l incremento annuale venga recuperato, cumulato, in un anno successivo. Di seguito si riporta, a titolo esemplificativo, la variazione del pedaggio al cliente per auto e moto (classe A) negli anni dal 2004 al 2014: Veicoli cl. A Anno * 2012* 2013* 2014* Costo pedaggio( ) 1,40 1,40 1,40 1,50 1,50 1,60 1,60 1,60 1,60 1,60 1,60 * La tariffa applicata ai clienti sprovvisti di Telepass e a quelli provvisti di Telepass per tratte superiori ai 30 km è pari a 2,00 euro. La tariffa media è pari a 1,60 euro sia nel 2011,2012 che nel 2013 e 2014 (vedi Tariffa Differenziata). LA NUOVA TARIFFA DIFFERENZIATA Dal 1 gennaio 2011 è in vigore sull autostrada Napoli-Pompei-Salerno la Tariffa Differenziata (o Modulazione Tariffaria) che, ai fini della determinazione del pedaggio, tiene conto della percorrenza effettuata. La Tariffa Differenziata è stata introdotta con la Convenzione Unica tra S.A.M. ed il Concedente, che dal primo ottobre 2012 è il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La Convenzione ha introdotto tale nuova articolazione tariffaria che deve essere applicata garantendo parità di gettito degli introiti da pedaggio per la concessionaria rispetto ai ricavi ottenuti con il sistema tariffario in vigore nell anno precedente alla sua introduzione e quindi, negli anni successivi, per tenere conto di eventuali incrementi tariffari prodottisi. La medesima Convenzione prevede che ogni anno si proceda a verificare l esito dell'articolazione tariffaria applicata e che la stessa venga modificata e adeguata, per l anno successivo, per consentire il recupero di eventuali differenze prodottesi rispetto all ipotesi perseguita di isointroito La Tariffa Differenziata si applica a tutti i possessori di Telepass (Telepass Family, con Viacard e Telepass Ricaricabile, ad esclusione del servizio EuroPass) che si trovano alla guida di veicoli di classe A^ (auto e moto). La Tariffa Differenziata varia da un minimo di 0,70 ad un massimo di 2,00. I veicoli di classe A non dotati di Telepass, che effettuano il pagamento in contanti, con Viacard, con Carte di Credito, Bancomat FastPay, Carte Prepagate, pagano la tariffa intera prevista per la classe A (2,00 ), indipendentemente dalla tratta percorsa. Gli altri veicoli, di classe diversa dalla A (Classi B, 3, 4 e 5), continuano a pagare il pedaggio forfettario unico indipendentemente dai Km percorsi. La Tariffa Differenziata si basa sui km effettivamente percorsi^^. Di seguito è riportata la tabella che evidenzia le tariffe applicate ai clienti Telepass in funzione dei reali km percorsi. fino a da 5 a 10 da10 a 15 da 15 a 20 da20 a 25 da 25 a 30 oltre 5 km km km km km km 30 km Anno ,80 1,00 1,30 1,50 1,80 1,90 2,00 " " ,60 0,80 1,00 1,20 1,50 1,80 2,00 " ,70 0,90 1,10 1,30 1,60 1,90 2,00 " " ,70 0,90 1,10 1,30 1,60 1,90 2,00 ^ si intendono veicoli appartenenti alla classe di pedaggio A i veicoli con altezza all asse anteriore minore o uguale a 1,3 metri. ^^ la tratta percorsa è misurata tenendo conto anche degli svincoli e dei rami di entrata e di uscita. 9

10 Sezione I: Presentazione della Società COME PAGARE IL PEDAGGIO LA SEGNALETICA Di seguito viene illustrata la segnaletica relativa alle diverse modalità di pagamento, installata da Autostrade Meridionali presso tutti i caselli della propria tratta: Bisogna spiegare 10

11 MANCATO PAGAMENTO In alcuni casi può accadere che il pedaggio non venga corrisposto a causa della mancanza di denaro, di carte (Viacard, Bancomat, Carte di Credito), dell errata lettura delle stesse o per credito insufficiente, ecc. In nessun caso è consentito procedere in retromarcia, e, in porta automatica, occorre premere il pulsante di richiesta assistenza e attendere la risposta dell operatore. Qualora non sia possibile risolvere il problema, viene fotografata la targa ed emesso uno scontrino contenente un Rapporto di Mancato Pagamento del Pedaggio (RMPP). L importo, senza alcuna maggiorazione, dovrà essere pagato entro 15 giorni dalla data del viaggio direttamente sul sito internet con Carte di Credito e Carte Prepagate aderenti ai circuiti Visa e Mastercard. Trascorsi 15 giorni l importo sarà maggiorato degli oneri di accertamento (art. 176/11 bis, Nuovo Codice della Strada). In alternativa, è possibile pagare, alle stesse condizioni, i Rapporti di mancato pagamento presso: i Punto Blu e i caselli di Autostrade Meridionali nelle porte con operatore; gli uffici postali con versamento sul c/c n intestato alla società Autostrade Meridionali S.p.A., indicando nella causale di pagamento la targa del veicolo ed il numero del Rapporto di Mancato Pagamento. Per maggiori informazioni su come e dove pagare i Rapporti di Mancato Pagamento: Servizio clienti nei giorni Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 09,00 alle 13,00. fax % pagamenti con Telepass 24,6 51,8 54,7 56,1 57,4 % pagamenti con altri sistemi automatici 11,0 10,4 10,6 12,5 12,9 % pagamenti con operatore 64,4 37,8 34,7 31,4 29,7 11

12 Sezione I: Presentazione della Società INFORMAZIONI DI VIABILITÀ UOMINI E TECNOLOGIE AL SERVIZIO DEL CLIENTE Il personale del Centro Radio Informativo di Autostrade Meridionali, attivo 24 h su 24, rileva con continuità le informazioni attraverso le 39 telecamere installate lungo la rete, il personale su strada, le pattuglie della Polizia Stradale, le segnalazioni dei nostri Clienti con continuità. CENTRO RADIO INFORMATIVO I CANALI DI INFORMAZIONE Isoradio FM MHz E il canale RAI dedicato alle informazioni sul traffico con aggiornamenti costanti e due collegamenti al giorno con gli operatori di Autostrade per l Italia e, in caso di turbative ad alto impatto, interventi straordinari dagli operatori su strada. Il reperimento delle frequenze necessarie ad assicurare la copertura (oggi del 74,1%) della rete di Autostrade per l Italia è di responsabilità della RAI: RTL FM E la principale radio privata italiana, con ogni giorno circa 7 milioni di ascoltatori, presente su tutto il territorio nazionale. Tutti i giorni, 24 ore su 24, RTL102,5 trasmette in diretta 28 appuntamenti quotidiani sul traffico con la rubrica di informazioni di traffico di viabilità Viaradio prodotta dal Centro Multimediale di Autostrade per l Italia. Appuntamenti straordinari sono garantiti in caso di eventi di traffico critici sulla rete durante l arco della giornata. Viaradio Digital E la radio digitale di Autostrada per l Italia e di RTL 102,5 che, con 100 collegamenti al giorno, è dedicata escusivamente al traffico. E possibile ascoltarla via internet e su Smartphone, Tablet e nei Punto blu. Vengono trasmesse notizie di traffico in tempo reale e previsioni Pannelli a Messaggio Variabile Dislocati lungo la tratta e all ingresso dei caselli autostradali, forniscono ai viaggiatori informazioni di viabilità. In caso di traffico regolare, vengono trasmessi messaggi sulla sicurezza e informazioni sui principali servizi offerti. Call Center Viabilità linee telefoniche disponibili 24 h su 24., 7 giorni su 7; addebito di un solo scatto alla risposta, senza limiti di tempo:da rete fissa il costo dello scatto è di 7,87 euro cent (IVA inclusa) e da cellulare il costo dello scatto dipende dall operatore utilizzato e dal piano tariffario prescelto. 12

13 Sito Internet Il sito web di Autostrade Meridionali (disponibile anche versione mobile) fornisce informazioni su traffico, meteo, webcam, percorsi e costi del viaggio. TV Tutte le mattine informazioni di viabilità, su Canale 5 e La7, elaborate dal centro multimediale di Autostrade per l Italia. Inoltre durante i weekend, i ponti festivi e gli esodi vengono trasmessi i notiziari previsionali Che traffico farà. Navigatori satellitari e smartphone Grazie ai contenuti elaborati da Infoblu, società controllata da Autostrada per l Italia, vengono trasmesse informazioni di viabilità certificate sui principali navigatori satellitari e smartphone abilitati al servizio. Hi-Point Sono oltre 69 information point situati nelle Aree di Servizio che forniscono notizie su traffico, percorsi e pedaggi in tempo reale 13

14 Sezione I: Presentazione della Società PANNELLI A MESSAGGIO VARIABILE L INFORMAZIONE DURANTE IL VIAGGIO Autostrade Meridionali informa i Clienti durante il viaggio via radio e attraverso i Pannelli a Messaggio Variabile, sui quali si riportano notizie relative a incidenti, cantieri, code ed eventi meteo. Solo in situazioni di traffico regolare non vengono trasmesse informazioni di viabilità ma altre tipologie di messaggio (sicurezza, consigli di guida, etc.). Negli ultimi anni, al fine di fornire un informazione più puntuale, i Pannelli a Messaggio Variabile sono stati aumentati su tutta la tratta. COME INDIVIDUARE IL CHILOMETRO PROGRESSIVO Ogni metri sulla sinistra della carreggiata (sullo spartitraffico) è presente un cartello che indica il chilometro progressivo che si sta percorrendo, utile per comprendere al meglio le informazioni di viabilità. Inoltre, ogni 100 metri, un piccolo cartello bianco indica, oltre al chilometro, le centinaia di metri in numero romano Numero Pannelli a Messaggio Variabile

15 Sezione I: Presentazione della Società SICUREZZA GLI INTERVENTI PER LA SICUREZZA E I RISULTATI Autostrade Meridionali è costantemente impegnata nel miglioramento dei livelli di sicurezza attraverso iniziative volte a ridurre, da un lato, le probabilità di incidente, dall altro le conseguenze degli incidenti stessi su veicoli e persone. Di seguito il dettaglio degli interventi: Progetto Tutor: è attivo il sistema Tutor su circa 25 Km. della rete. Realizzazione di interventi specifici sui punti con incidentalità superiore alla media (segnaletica di preavviso, impianti luminosi, pavimentazioni speciali, etc.). Incremento dell asfalto drenante (antipioggia): 54,2% al 31 dicembre Aumento dei coefficienti di aderenza e regolarità delle pavimentazioni. Installazione delle reti di protezione antiscavalcamento su tutti i viadotti con carreggiate separate. Potenziamento ed integrazione della segnaletica di cantiere. La Polizia Stradale assicura la vigilanza con oltre 10 pattuglie contemporaneamente presenti su tutti i 51,6 km della rete, nell arco delle 24 ore. L impegno sul fronte della sicurezza ha permesso di ridurre il tasso di mortalità del 90%* sulla rete di Autostrade Meridionali, passando da 0,72 nel 2001 a 0,09 a dicembre 2014 permettendo così di superare ampiamente l importante obiettivo, fissato dall Unione Europea, di riduzione del 50% della mortalità entro il SOCCORSO MECCANICO In caso di guasto, avaria o incidente sulla rete di Autostrade Meridionali è possibile chiamare i seguenti numeri: ACI GLOBAL tel VAI - Europe Assistance tel ESA Euro Service Assistance tel AXA tel Motive Assistance tel Itassistance srl tel Autostrade Meridionali affida il servizio ad operatori del settore che, in caso di incidente, veicolo fermo in strada o in corsia di emergenza di larghezza inferiore ai 3 metri, sono tenuti per contratto al rispetto di tempi di intervento pari a 20 minuti per i veicoli leggeri e 30 minuti per i veicoli pesanti. 15

16 Sezione I Presentazione della società IL TUTOR Ideato, progettato e sviluppato da Autostrade per l Italia ha contribuito ad aumentare la sicurezza per chi viaggia. Dopo il primo anno dall installazione, sulle tratte coperte, il tasso di mortalità si è ridotto del 50%. Anche grazie al Tutor, ogni anno vengono salvate circa 300 vite umane. Dopo nove anni dalla sua comparsa, il Tutor è senza dubbio parte integrante del vissuto quotidiano degli automobilisti. Si tratta di un sistema innovativo per la rilevazione automatica della velocità media dei veicoli e, negli anni, è diventato uno straordinario sistema preventivo capace di ridurre. Ideato, progettato e sviluppato da Autostrade per l Italia, omologato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Tutor è stato progressivamente installato lungo tutte le tratte caratterizzate da tassi di mortalità superiori alla media. Attualmente è attivo su oltre Km di carreggiate di Autostrade per l Italia e società controllate, e complessivamente su Km circa di rete autostradale. Il suo meccanismo di funzionamento permette di rilevare l eccesso della velocità media calcolata tenendo conto del tempo impiegato dagli automobilisti per viaggiare su tratte delimitate da due portali Tutor posizionati indicativamente tra i 10 e 25 km tra loro, tuttavia su alcune tratte è possibile che si trovino a una distanza minore. Sulla base degli eccellenti risultati ottenuti in termini di sicurezza stradale, le Associazioni dei Consumatori hanno giudicato il Tutor un sistema molto più democratico ed equo dell autovelox perché capace di punire i comportamenti sistematicamente pericolosi, incidendo e modificando le abitudini sbagliate perpetrate da chi guida. Da quando è stato installato, infatti, è stata registrata una diminuzione della velocità di picco (-25%) e della velocità media (- 15%) tale da determinare un'espressiva diminuzione dell incidentalità e delle conseguenze alle persone. Dopo il primo anno dall installazione, infatti, il tasso di mortalità si è ridotto del 50% sulle tratte coperte, dato destinato a crescere negli anni. A oggi, infatti, il tasso di mortalità sull intera rete si è ridotto del 70% circa anche grazie al contributo fondamentale del Tutor, un risultato che è al tempo stesso un traguardo e uno stimolo costante a proseguire con l impegno preso nei confronti della sicurezza dei viaggiatori. Il Tutor è interamente gestito dalla Polizia Stradale (per legge, rilevazione e sanzione delle infrazioni accertate possono essere eseguite solo da soggetti che ai sensi dell art. 2 del Codice della Strada svolgono servizi di Polizia Stradale) che, non solo ne programma l attività definendone le ore di accensione e i relativi parametri di funzionamento, ma accerta le infrazioni e ne emette i verbali con le relative sanzioni. Queste ultime sono incassate direttamente dallo Stato e non vanno quindi in nessuna misura a beneficio di Autostrade per l Italia. Tra i risultati raggiunti in seguito all installazione del Tutor, è da considerare l'efficace riduzione del numero delle infrazioni che, a parità di ore di funzionamento, sono diminuite di circa il 70% negli ultimi due anni. A seguito degli importanti risultati ottenuti sul fronte della sicurezza, Autostrade per l Italia ha deciso di garantire la progressiva diffusione del Tutor rendendolo disponibile sulle tratte autostradali gestite da altre concessionarie, strade statali, provinciali e comunali. Inoltre, negli ultimi tempi, diversi Paesi come Inghilterra, Olanda e Francia hanno lavorato per introdurre tecnologie e sistemi simili al Tutor per migliorare la sicurezza dei viaggiatori. COME FUNZIONA IL TUTOR? 1_Il sensore del portale d ingresso rileva la categoria del veicolo (automobile, moto, camion, pullman, ecc.) e attiva le telecamere che fotografano la targa, registrando data e ora di passaggio. 2_Il sensore del portale successivo esegue le stesse operazioni di quello a monte, leggendo nuovamente la targa e registrando la data e ora di passaggio. 3_Un sistema centrale esegue gli abbinamenti tra i dati registrati dalle telecamere dei due portali, calcolando la velocità media di ciascun veicolo, intesa come il rapporto tra lo spazio percorso e il tempo impiegato per percorrerlo. I dati dei veicoli la cui velocità media non supera quella consentita sono immediatamente eliminati. 4_Per i veicoli in violazione, il sistema interroga in automatico gli archivi della Motorizzazione e gli archivi degli autonoleggi per risalire, tramite la targa, rispettivamente all intestatario e del conducente del veicolo. Le violazioni sono poi accertate dalla Polizia Stradale e il sistema provvede alla compilazione e alla stampa del verbale, inoltrando in via informatica i dati per la procedura di notifica al trasgressore. Il funzionamento del Tutor è totalmente indipendente dalla presenza o meno di un Telepass a bordo del veicolo. 16

17 17

18 18

19 Sezione I: Presentazione della Società GESTIONE DELLA VIABILITÀ IL NOSTRO IMPEGNO Nonostante l aumento del traffico registrato negli ultimi anni, la gestione della viabilità è stata considerata la componente fondamentale e complessa della gestione autostradale. Le operazioni di assistenza e monitoraggio della viabilità coinvolgono complessivamente circa 50 uomini tra addetti interni e personale esterno (assistenti alla viabilità e manutenzione, soccorso meccanico, ecc). Per migliorare la viabilità, e ottenere questi importanti risultati, Autostrade Meridionali è impegnata sui seguenti fronti: Cantieri per l ampliamento della rete. Tutti i cantieri necessari alla realizzazione del piano di potenziamento della rete sono tali da non richiedere, salvo brevi fasi di lavoro non altrimenti organizzabili, alcuna riduzione del numero di corsie di marcia rispetto alla situazione preesistente. Cantieri per la manutenzione. I cantieri di manutenzione sono indispensabili per garantire la sicurezza di chi viaggia. Sulla nostra rete ci sono circa 5 cantieri al giorno, la maggior parte per l installazione di barriere di sicurezza (guard rail e spartitraffico), la pulizia delle carreggiate e dei fossi di guardia, la manutenzione del verde. I lavori sono concentrati nei periodi dell anno con condizioni meteorologiche favorevoli (con neve e pioggia molte operazioni non possono infatti essere effettuate). Gli interventi vengono svolti in base ai seguenti standard gestionali, salvo situazioni di emergenza non prevedibili: pianificazione nei periodi caratterizzati da minor traffico rimozione dei cantieri nei periodi di esodo e nei weekend lavori in turni di 24 ore su 24 sulle tratte con maggior traffico comunicazione preventiva di cantieri impattanti in condizioni di traffico intenso i lavori vengono sospesi e viene riaperta la corsia generalmente chiusa per garantire la sicurezza dei lavoratori lavori prevalentemente di notte sulle tratte nei pressi delle aree maggiormente trafficate. Autostrade Meridionali, al fine di aumentare la sicurezza, ha previsto l installazione di cartelli di segnaletica di cantiere ad integrazione di quelli indicati dal Codice della Strada. Gestione degli incidenti. Autostrade Meridionali e Polizia Stradale coordinano congiuntamente le attività di intervento in caso di incidenti. La Polizia Stradale garantisce il primo intervento di assistenza alle persone, tutelando la sicurezza del traffico. Autostrade Meridionali provvede a garantire il tempestivo arrivo del proprio personale e dei mezzi di soccorso, per ripristinare le condizioni di viabilità (procedendo alla pulizia del piano viabile), e ad attivare tutti i canali di comunicazione per informare i Clienti. In caso di intervento dei Vigili del Fuoco la gestione della viabilità è subordinata alle condizioni di sicurezza imposte dagli stessi. Operazioni invernali. È stato definito nel 2006 un Protocollo tra i Ministeri delle Infrastrutture, dei Trasporti e dell Interno, Aiscat, Anas, e le Associazioni degli Autotrasportatori che prevede, come già avviene nel resto d Europa, che nei casi di nevicate intense si provveda al fermo temporaneo dei camion in aree appositamente indicate. La gestione della viabilità in condizioni meteo avverse prevede inoltre: l utilizzo di mezzi e attrezzature speciali la disponibilità di addetti interni ed esterni trattamenti di salatura per la prevenzione del ghiaccio l intervento e tracciamento satellitare dei mezzi sgombraneve. Viabilità ai caselli. I caselli sono presenti mediamente ogni 4 km. Il nostro impegno si concentra sui seguenti obiettivi: incremento del numero di porte dedicate Telepass riduzione dei tempi di attesa in caso di richiesta di assistenza ampliamento del numero di porte nei caselli o trasformazione delle stesse per consentire una gestione flessibile a seconda delle condizioni di traffico. Grazie a tali interventi le code ai caselli si sono notevolmente ridotte % caselli in entrata con porta dedicata Telepass 33,3 92,9 Trasporti eccezionali. https://teonline.autostrade.it è un portale internet realizzato da Autostrade per l Italia per semplificare le procedure autorizzative per i trasporti eccezionali (quelli che per dimensioni o massa superano i limiti stabiliti dal Nuovo Codice della Strada). Il sito, rivolto agli operatori del settore, permette infatti alle società autostradali di effettuare on-line le operazioni per il rilascio dell autorizzazione e ai clienti di accedere ad informazioni sul transito di trasporti eccezionali sulle tratte di Autostrade per l Italia, delle sue Controllate e delle altre Concessionarie aderenti. Informazioni e autorizzazioni possono essere richieste anche presso appositi sportelli presenti in tutte le Direzioni territoriali di Autostrade per l Italia, aperti tutti i giorni in orario d ufficio. 19

20 Sezione I: Presentazione della Società AREE DI SERVIZIO Le Aree di Servizio sulla rete di Autostrade Meridionali sono 3, distribuite mediamente ogni 25 km, aperte 24 h su 24, 7 giorni su 7. Secondo quanto previsto dalla Convenzione con Anas, Autostrade Meridionali ha affidato in subconcessione ed in regime di accesso ad Operatori specializzati i servizi carburanti, ristorazione, etc. presenti nelle Aree riportate in allegato. Nel corso del 2013 si è registrata l indisponibilità da parte dei prestatori dei servizi a ciò autorizzati a mantenere attiva l area di servizio Torre Annunziata Est. Posto che la predetta area di servizio era regolata in regime di accesso (realizzata da terzi su terreni di loro proprietà) non è stato possibile riattivare la medesima area. Sono allo studio delle soluzioni per ripristinare il servizio. LA GESTIONE DI UN AREA DI SERVIZIO La Convenzione di Servizio regola i rapporti tra Autostrade Meridionali e gli Operatori. Gli Operatori sono responsabili dei servizi di erogazione carburanti, bar, ristorazione e market, della pulizia dei servizi igienici e delle Aree di vendita, della realizzazione e manutenzione delle stesse, nonché della manutenzione e pulizia degli spazi a verde e dei parcheggi. Autostrade Meridionali è responsabile della viabilità e della sicurezza nelle Aree. I CONTROLLI DI QUALITÀ È attivo un piano di controllo qualità su tutte le Aree di servizio del Gruppo Autostrade per l Italia, effettuate da Società Esterne, su parametri di qualità e di servizio (ad esempio: attesa alle casse e ai banconi, pulizia servizi igienici ed aree di vendita, orari di apertura, etc.). É prevista l applicazione di penali a carico degli Operatori qualora non siano rispettati gli standard stabiliti. 20

21 Sezione I Presentazione della società IL TELEPASS Telepass S.p.A. è leader internazionale nei sistemi di pagamento automatizzato dei pedaggi autostradali con circa 8,5 milioni di apparati in circolazione. Il mezzo più pratico per pagare il pedaggio Il Telepass è il sistema che permette di pagare il pedaggio senza soste al casello, transitando nelle porte dedicate, con addebito diretto sul proprio conto corrente bancario o postale, o carta di credito. Il Telepass è attivo fin dalla consegna e ogni apparato può essere utilizzato su 2 veicoli (autovetture e/o moto) di cui sono stati comunicati i numeri di targa. Il Telepass viene fornito in locazione e per ogni eventuale problema è possibile fruire di assistenza gratuita presso qualsiasi Punto Blu. Non viene applicato alcun onere aggiuntivo sul pedaggio, oltre il canone indicato. Tanti motivi in più per scegliere Telepass Essere clienti Telepass consente di usufruire di servizi di mobilità anche fuori dall autostrada. Possono essere pagati in modo semplice e veloce senza alcun costo aggiuntivo l accesso all Area C di Milano (1), il pagamento delle strisce blu con Telepass Pyng (2), i parcheggi convenzionati in aeroporti, fiere e stazioni (3). Gli importi degli accessi e delle soste verranno addebitati direttamente sul conto Telepass, senza alcuna maggiorazione e in via posticipata. (1) _Per usufruire del servizio Area C è necessario abilitare preventivamente le targhe associate al contratto Telepass, in un Punto Blu o nell area riservata su telepass.it. (2) _Per informazioni e aggiornamenti sulle città in cui è presente il servizio Telepass Pyng è possibile consultare la sezione dedicata sul sito telepass.it (3) _Per informazioni e aggiornamenti sui parcheggi convenzionati con Telepass è possibile consultare la sezione dedicata sul sito Il Telepass è disponibile in due versioni: Telepass Family Telepass con Viacard di conto corrente Telepass Family Per le persone fisiche che utilizzano auto o moto ad uso privato. Si può aderire al servizio Telepass Family presso: tutti i Punto Blu e i Telepass Point in autostrada, in città o in Area di Servizio, ritirando subito il Telepass, con una carta di credito o un bancomat convenzionati; sportelli bancari, ritirando contestualmente il Telepass presso lo stesso sportello bancario, se abilitato, oppure successivamente in un Punto Blu o Telepass Point; oltre uffici postali, per i titolari di conto BancoPosta con accredito di stipendio o pensione, ritirando il Telepass direttamente ai loro sportelli o richiedendone la spedizione al proprio domicilio (costo di spedizione: 5,73 iva inclusa); il sito telepass.it, per i clienti di banche e carte di credito convenzionate con il servizio Shop Online di telepass.it (l elenco completo è sullo stesso sito). Costi: il canone, addebitato in fattura trimestrale è di 3,78 (4) iva inclusa pari ad un costo mensile di 1,26 iva inclusa. La fattura con il relativo elenco viaggi e/o soste è gratuita in formato elettronico nell area riservata Telepass Club, ma si può comunque ricevere in copia cartacea ad un costo di 0,56 iva inclusa per ciascuna fattura. Inoltre, in esclusiva per i clienti Telepass Family, è disponibile il Telepass Twin che permette di avere, sullo stesso contratto, un secondo Telepass abbinato alla tessera Premium, al prezzo dedicato di 1,38 al mese iva inclusa. (4)_ Nel caso venga superato il limite di spesa trimestrale di 258,23 ( 86,00 al mese per chi sceglie l addebito su conto corrente BancoPosta), la fatturazione diventa mensile con l addebito di una quota associativa di 3,72, fino al rientro nei limiti di spesa prefissati. Telepass con Viacard di conto corrente È rivolto alle aziende e agli operatori economici e può essere utilizzato su qualsiasi veicolo. Per richiederlo occorre essere titolari di 21

22 una tessera Viacard. Si aderisce al servizio presso la propria banca, sottoscrivendo il contratto previsto per le tessere Viacard e recandosi poi in un Punto Blu per formalizzare il contratto e ritirare gli apparati richiesti. I clienti registrati a Telepass Club possono richiedere online la spedizione di un apparato Telepass per ciascuna tessera Viacard di conto corrente attiva. Costi: la quota associativa annuale relativa al conto Viacard è di 15,49 (ogni eventuale carta aggiuntiva ha un costo di 3,10 annui). Il canone mensile di ciascun Telepass è di 1,26 iva inclusa. La fatturazione mensile dei pedaggi comprende l elenco viaggi, è gratuita in formato elettronico, ma si può comunque ricevere in copia cartacea ad un costo di 0,56 per ciascuna fattura.. L Opzione Premium è una tessera da abbinare al Telepass che offre un pacchetto esclusivo di servizi e agevolazioni. I vantaggi per i clienti Premium sono tanti: possono risparmiare sul pedaggio ad ogni rifornimento di carburante e ad ogni acquisto di pneumatici, usufruiscono del soccorso meccanico gratuito in autostrada, di sconti in bar e ristoranti delle Aree di Servizio, sconti sullo shopping, per il tempo libero e di vantaggi sull acquisto di polizze assicurative auto. Chi è già cliente Telepass può richiedere la tessera Premium tramite il sito telepass.it, il n.verde o presso i Punto Blu e Telepass Point. Chi non è ancora cliente può aderire al servizio Telepass e contestualmente richiedere la tessera Premium sul sito telepass.it o presso un Punto Blu o Telepass Point, negli uffici postali o presso la propria banca (se abilitata). Costi: il canone della tessera Premium è di 0,78 in più al mese iva inclusa. Per il mondo dell autotrasporto è invece disponibile la tessera Premium Truck, che offre un pacchetto di servizi e agevolazioni studiati appositamente per i veicoli superiori ai 35q, al costo di 4,00 al mese iva esclusa. Si può richiedere la tessera Premium Truck direttamente al proprio Consorzio, oppure chiamando il n.verde , o presso i Punto Blu e Telepass Point Con Telepass Premium Extra si può usufruire del soccorso meccanico gratuito in città e su tutta la viabilità ordinaria, compresi i parcheggi convenzionati con Telepass. Chi ha già la tessera Premium paga solo 1 in più al mese. Chi non ha ancora la tessera Premium, può richiederla in abbinamento all Opzione Premium Extra per avere, con solo 1,78 iva inclusa al mese, l'intera gamma di vantaggi e il soccorso meccanico gratuito in autostrada e in città. Telepass Ricaricabile è il prodotto in vendita nell area napoletana e in Sicilia che non richiede conto corrente, è ricaricabile in qualsiasi momento ed è senza canone. AREA C I clienti Telepass (Family e con Viacard) hanno la possibilità di pagare gli accessi nell Area C di Milano direttamente sul loro conto Telepass, senza alcun costo aggiuntivo e senza avere l apparato Telepass a bordo, grazie alla lettura della targa sulla quale sarà preventivamente attivato il servizio. In concomitanza al ciclo di fatturazione Telepass, in via posticipata, sarà possibile visualizzare, nell area riservata di Telepass Club, la fattura insieme all'elenco degli accessi effettuati. PARCHEGGI 22

NORME E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL TELEPASS PER IL PAGAMENTO DEI PARCHEGGI

NORME E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL TELEPASS PER IL PAGAMENTO DEI PARCHEGGI Norme e Condizioni per il Pagamento dei Parcheggi con il Telepass NORME E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL TELEPASS PER IL PAGAMENTO DEI PARCHEGGI Art. 1 1.1 Le presenti norme e condizioni disciplinano l

Dettagli

Consigli per una guida in sicurezza

Consigli per una guida in sicurezza Consigli per una guida in sicurezza cosa fare prima di mettersi in viaggio cosa fare durante il viaggio Stagione invernale 2014-2015 In caso di neve INDICE Prima di mettersi in viaggio 1 2 3 4 5 PAG 4-

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma PRODOTTO BASE UTENTE INFORMAZIONI SULL EMITTENTE ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo Sede legale e amministrativa Numero telefonico: 800.991.341 Numero fax: 06.87.41.74.25 E-mail

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

20 novembre 2013. Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione

20 novembre 2013. Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione 20 novembre 2013 Milano Serravalle Milano Tangenziali S.p.A. Le nuove tratte autostradali in fase di realizzazione PRINCIPALI INTERVENTI SU GOMMA PREVISTI NELLA REGIONE URBANA MILANESE La rete in gestione:

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI EDIZIONE MARZO 015 ABBONARSI AI MEZZI ATM 1 ATM, per rispondere alle diverse esigenze di mobilità, offre ai giovani e agli studenti una serie di agevolazioni sull acquisto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Stagione invernale 2014/2015 1. Le presenti Condizioni Generali di Vendita regolano le condizioni contrattuali relative all acquisto ed all utilizzo degli skipass e delle

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04.

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04. P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard.

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard. YouCard, la prima carta in Italia che consente di personalizzare il codice PIN, è anche l unica carta al mondo che unisce la sicurezza delle carte prepagate, la semplicità delle carte di debito e la flessibilità

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto l art. 5, comma 2, lettere b), e) ed f), della legge 23 agosto 1988, n. 400; Ritenuta

Dettagli

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi:

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: 8. RIMBORSI E INDENNITA 1. Rimborso 1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: Per mancata effettuazione del viaggio

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro.

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro. Torino, 10 maggio 2013 COMUNICATO STAMPA RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO SIASS AL 31 MARZO 2013 PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA D SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA HOLDING PIEMONTE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose;

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose; articolo 7: Regolamentazione della circolazione nei centri abitati 1. Nei centri abitati i comuni possono, con ordinanza del sindaco: a) adottare i provvedimenti indicati nell'art. 6, commi 1, 2 e 4; b)

Dettagli

Carta del Cliente dei Servizi mobili e fissi di Vodafone Omnitel B.V. Gennaio, 2014

Carta del Cliente dei Servizi mobili e fissi di Vodafone Omnitel B.V. Gennaio, 2014 Carta del Cliente dei Servizi mobili e fissi di Vodafone Omnitel B.V. Gennaio, 2014 INTRODUZIONE Vodafone Omnitel B.V. adotta la presente Carta dei Servizi in attuazione delle direttive e delle delibere

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi,

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, incrementarne la resa ma pensate che sia necessario un

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI Avere Telepass Premium è un vantaggio, che ne racchiude molti di più.

GUIDA AI SERVIZI Avere Telepass Premium è un vantaggio, che ne racchiude molti di più. telepass.it/premium GUIDA AI SERVIZI Avere Telepass Premium è un vantaggio, che ne racchiude molti di più. BENVENUTO E congratulazioni per essere un cliente Telepass Premium. Grazie, infatti, alla tessera

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI TERMINI E CONDIZIONI GENERALI Leggere attentamente Termini e Condizioni prima di noleggiare una vettura con Atlaschoice. I Termini si applicano a qualsiasi prenotazione effettuata con Atlaschoice tramite

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A.

Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A. Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A. 1. PREMESSA E PRINCIPI FONDAMENTALI Con la sottoscrizione del Modulo di richiesta di consegna ed attivazione della Carta SIM PosteMobile e del Modulo di richiesta

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INTERNET BANKING INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

Documento di posizione AISCAT su:

Documento di posizione AISCAT su: Documento di posizione AISCAT su: Consultazione UE sul Rapporto del Gruppo ad Alto Livello in merito all estensione dei principali assi delle Reti transeuropee ai paesi vicini dell UE Roma, gennaio 2006

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA

Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Marca da bollo Al Comune di Padova Settore Servizi Sportivi Ufficio Impianti Sportivi Viale N. Rocco, 60 35135 PADOVA Spazio Protocollo Oggetto: Richiesta concessione temporanea Impianto Sportivo

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DECRETO n. 429 del 15 dicembre 2011 Direttive e calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per l anno 2012 IL MINISTRO

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico-

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE FISICHE DELLE TS-CNS... 3 1.1. Fronte TS-CNS

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE VIABILITA Servizio Manutenzione Strade Ufficio Trasporti Eccezionali

PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE VIABILITA Servizio Manutenzione Strade Ufficio Trasporti Eccezionali PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE VIABILITA Servizio Manutenzione Strade Ufficio Trasporti Eccezionali LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI D OPERA NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA LE DISPOSIZIONI DI LEGGE NAZIONALI

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI DESCRIZIONE DEL PROGETTO Data: Agosto 2010 Oggetto: Affidamento concessione avente con ad procedura oggetto la aperta della progettazione, costruzione e gestione del raccordo Autostradale A23-A28 Cimpello

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 13 del 02.10.2014 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU 1 B. TASSI

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. Sezione I: Informazioni sulla banca. Sezione II: Caratteristiche e rischi tipici

SERVIZIO P.O.S. Sezione I: Informazioni sulla banca. Sezione II: Caratteristiche e rischi tipici FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO P.O.S. Sezione I: Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: Banca Centro Emilia-Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede legale e amministrativa: Via Statale.

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Pag. 1 / 6 SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Foglio Informativo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde. 800.41.41.41 (e-mail info@banca.mps.it

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Aggiornato al 05 novembre 2012 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l

Dettagli