MENSILE DI CULTURA E TEMPO LIBERO NEL GOLFO PARADISO 5000 COPIE - DISTRIBUZIONE GRATUITA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MENSILE DI CULTURA E TEMPO LIBERO NEL GOLFO PARADISO 5000 COPIE - DISTRIBUZIONE GRATUITA"

Transcript

1 59 ECCORECCO MENSILE DI CULTURA E TEMPO LIBERO NEL GOLFO PARADISO DICEMBRE COPIE - DISTRIBUZIONE GRATUITA ALL INTERNO CROCE VERDE RECCO news la velocità non si spiega. si prova. goditi 2gB di internet 4g a 5 al mese LTE Attiva Super GIGA di TIM. Puoi utilizzare i 2GB sia su tablet che su smartphone anche contemporaneamente. E da oggi con il 4GB PLUS puoi navigare fino a 180 Mega LTE RECCO - VIA FIUME 9 (capolinea bus) Tel

2 APPUNTAMENTI Calendario a cura di Pro Loco Recco - tel Venerdì 12 dicembre sino al 16 presso il palazzo comunale piano terra allestimento della mostra sull amicizia tra Recco e Ponte di Legno curata da Pro Loco Recco. Sabato 13 alle 17 chiesa N.S. del Suffragio: concerto del Gruppo Vocale Musica Nova. Alle 15,30, via XXV Aprile, Il sabato dei bambini : giochi, gonfiabili, laboratori di riciclo natalizi e truccabimbi. Ore 16-18, portici via Vittorio Veneto e XXV Aprile: i ristoratori del Consorzio Recco Gastronomica in un percorso fra tavole elegantemente apparecchiate offriranno ai visitatori piccole degustazioni con un ideale brindisi augurale. Nei negozi gli operatori alimentari offriranno degustazioni delle proprie specialità e gli esercizi commerciali proporranno un isola dedicata a prodotti in offerta. Ore 17 nella Sala Polivalente inaugurazione della Mostra dei pittori recchesi. Domenica 14 ore 9-19 in via Biagio Assereto mercatino E cose faete da mi. Ore 9,30: Marcia del confuego suddivisa in due percorsi adulti o bambini. Ore 15, Piazza Nicoloso, celebrazione del Confeugo con musiche natalizie e sfilata della Banda G. Rossini. Sabato 20 Ore 9-19 in via Biagio Assereto mercato Recco Antiqua. Ore 15,30 in Piazza Nicoloso e centro città Il sabato dei bambini : Babbo Natale vi aspetta nella sua casetta, portate le vostre letterine. Tanti Babbo Natale in bici regaleranno dolci e caramelle. Ore in Piazza San Giovanni Bono le tavole elegantemente apparecchiate dei ristoratori, degustazioni nei negozi di gasronomia e prodotti in offerta (vedi sabato 13). Domenica 21 alle 16,30 per le vie e piazza della città gran sfilata della Banda G. Rossini in versione natalizia. Alle 17 nell oratorio S. Martino concerto del GPM Golfo Paradiso. Lunedì 22 alle 17 nella Sala Polivalente Racconti delle tradizioni del Natale zeneize con Franco Lagomarsino. Mercoledì 24 Babbo Matale arriva in Piazzale Europa con musica e giochi Giovedì 25 S. Natale. Recco è anche Città dei Presepi: visitate la Natività ricreata in tutte le Chiese e Santuari. Venerdì 26 alle 21, Santuario N.S. del Suffragio, concerto della Filarmonica G. Rossini. Domenica 28 ore 9-19 in via Biagio Assereto mercato Recco Antiqua. In Sala Polivalente fino al 4 gennaio esposizione Antiquariato a Recco. Mercoledì 31 Ore sul Lungomare Capodanno dei bimbi col Mago Joe. Dalle 22 Gran Capodanno con Dj Paolo Benvenuto Musica, balli e fuochi d artificio di buon inizio anno, a Recco! Sabato 3 gennaio ore 9-19 portici piazza S. Giovanni Bono mercatino E cose faete da mi. Lunedì 5 alle nella spiaggia centrale:lungomare: 3 Cimento invernale Città di Recco. Martedì 6 alle 15,30 sul belvedere Luigi Tenco Scende giù dalla campana, ecco arriva la Befana. Alle 17, parrocchia San Martino di Polanesi, concerto dell Epifania per organo e voce. ECCORECCO MENSILE DI CULTURA E TEMPO LIBERO NEL GOLFO PARADISO DIRETTORE RESPONSABILE: GIUSEPPE ROSASCO EDITORE STUDIO HELIX sas REDAZIONE Piazzale Europa Recco (Ge) tel STAMPA TIPOLITOGRAFIA ME.CA Recco (Ge) Autorizzazione del Tribunale di Genova n. 69 del La collaborazione a EccoRecco avviene a titolo gratuito IN COPERTINA Un fulmine si scarica tra Recco e Camogli Massimo Andreani, novembre 2014 DOVE TROVARE ECCORECCO Panificio Pallavicino a San Rocco, Farmacia Berni in piazzale Europa, Edicola Eta Beta in via Roma, Cartoleria Capurro in piazza Gastaldi, Redocasa Centro TIM in via Fiume, Panificio Moltedo in via XX Settembre, Pro Loco Recco in via Ippolito d Aste, Farmacia Savio e Ottica Ferrari in piazza Nicoloso, Libreria Capurro in via IV Novembre, My Space in lungomare Bettolo, Cartoleria Capurro in piazza San Giovanni Bono, Calcio Golfo Paradiso in Valleverde, Alimentari Capurro a Mulinetti. ARRETRATI Gratuiti fino ad esaurimento. Possono essere richiesti gratuitamente alla redazione. INTERNET Su tutti i numeri pubblicati si possono sfogliare (anche su ipad) o scaricare in PDF. Condividete la nostra pagina su facebook, cliccate su mi piace, inviateci le vostre idee e avrete un filo diretto con la redazione. Se acquisti Vespa Primavera 125/150 Brinzo ti regala gli accessori originali (parabrezza/bauletto) e pagamento a tasso 0% Brinzo Vespa Center augura Buone Feste a tutta la clientela BRINZO VESPA CENTER RUTA DI CAMOGLI Via Aurelia 319, Tel , Fax RAPALLO Via Roma 40, Tel-Fax vendita assistenza ricambi permute usato con garanzia rateazioni senza interessi Promozione valida sino a 31/12/ DICEMBRE 2014 NUMERO 59 ECCORECCO

3 UNA SCELTA OBBLIGATA? IN ATTESA DI UNA VISIONE PIÙ AMPIA DELLA REALTÀ COMPRENSORIALE Al via le primeunioni dei Comuni GIUSEPPE ROSASCO > La prima Unione di Comuni nel Golfo Paradiso è stata quella tra Bogliasco, Pieve Ligure e Sori, denominata Unione dei Comuni del Golfo Paradiso. A questa seguirà l Unione tra Avegno ed Uscio che dovrebbe prendere la denominazione di Unione dei Comuni della Valle del Tempo. Le motivazioni che stanno alla base di queste decisioni le hanno spiegate gli stessi sindaci, così come riportate dai giornali: «L Unione è un interesse di tutti con le nuove normative nazionali. Senza di essa dal primo gennaio i nostri Comuni, tutti sotto i abitanti, non potrebbero più svolgere autonomamente acquisti o gare di appalto senza passare per le centrali costituite presso enti superiori, sarebbero interamente soggetti ad un patto di stabilità sempre più asfissiante, perderebbero di autonomia senza contare alcunché nel contesto della nuova Città Metropolitana di Genova. In questo modo senza aggiungere nuovi costi ai bilanci comunali, andremo a beneficiare di un contributo nazionale e regionale aggiuntivo a favore delle Unioni di Comuni, aumentando il nostro peso politico, rappresentativo e operativo». Tra i servizi che verranno gestiti a livello associato si annoverano l organizzazione e della gestione dei servizi di raccolta, smaltimento e recupero dei rifiuti solidi urbani, la riscossione dei relativi tributi, i servizi pubblici di interesse generale. Alla luce delle dichiarazioni dei sindaci, la decisione di associarsi (sia pure con unioni di piccole dimensioni) sembra assumere i caratteri di una scelta obbligata. Un impressione che rischia di trovare indiretta conferma in un intervista rilasciata dal sindaco di Pieve Ligure in cui rimarca come Recco e Camogli superano i cinquemila abitanti e non hanno l obbligo di legge di associare le funzioni. Una questione di legge, insomma, che consegna le neonate Unioni di Comuni del Golfo Paradiso ad un riduttivo angolo visuale, a differenza di quanto si è sviluppato ormai da anni in Veneto, Emilia Romagna e Toscana. In queste regioni la maggior parte delle Unioni di Comuni ha non solo l ovvio scopo di razionalizzare i servizi ma soprattutto di rafforzare identità territoriali omogenee. Gli esempi si sprecano, come l unione della valle del Biois, che associa i Comuni di un area ad altissima valenza turistica compresa tra la Marmolada, il monte Civetta e le Pale di san Martino; oppure come l Unione dei Comuni del distretto ceramico che raggruppa importanti centri urbani a valenza produttiva noti in tutto il mondo (Maranello e Sassuolo compresi); oppure ancora come l Unione dei Comuni Valdichiana senese, che raggruppa 9 Comuni sparsi su un territorio di 690 km quadrati e che comprende località notissime come Chianciano Terme e Montepulciano. Per ritornare dalle nostre parti, dal punto di vista di EccoRecco, una visione politica dell area da prendere in considerazione per il varo di un Unione di Comuni su ambiti omogenei non può che identificarsi con tutti e sette i Comuni del Golfo Paradiso. Paradossalmente a queste conclusioni erano già giunti i reggitori della Repubblica di Genova i quali nel 1606 diedero vita al Capitaneato di Recco (che durò sino al 1797) e che estendeva la sua giurisdizione proprio sui Comuni da Bogliasco a Camogli ad Uscio. Si trattava ovviamente di un ambito di decisione politica rivolta soprattutto alla sicurezza (le incursioni saracene era ancora materia viva), e non tanto allo sviluppo e valorizzazione coordinata del territorio, per il semplice motivo che allora i temi della programmazione urbanistica e della promozione turistica erano di là da venire. A visioni più settoriali (e forzatamente coordinate) ci pensò invece il fascismo che nel 1928 formò un unica entità territoriale denominata Comune di Bogliasco-Pieve e che nel 1929, decise di aggregare la frazione di Canepa a Sori. L Unione dei Comuni è invece uno strumento democratico che senza cancellare la rappresentatività delle singole municipalità mira a rendere più efficiente ed efficace la macchina amministrativa, non solo nel campo dei servizi ma soprattutto nella promozione e valorizzazione congiunta del territorio. Perché non percorrere sino in fondo questa strada? A voler guardare le cose con ottimismo si potrebbe intravedere un apertura del genere nelle dichiarazioni che il sindaco di Sori ha rilasciato alla stampa: Nella comprensorialità stanno la sopravvivenza ed il futuro dei nostri territori: Sori, Pieve e Bogliasco rappresentano, unite, una perla di assoluto valore nel Golfo Paradiso, un territorio con un potenziale unitario di attrazione turistica e culturale e di valorizzazione ambientale. La nostra sarà un Unione di eccellenza, capace di portare le nostre proposte ben oltre i confini che un lavoro solo su scala comunale avrebbe potuto consentirci. Parole che precisano il nesso inscindibile tra Unione dei Comuni e valorizzazione del territorio. Ma il punto è proprio questo: dove sta davvero il confine della comprensorialità? E soprattuto: Recco e Camogli possono chiamarsi fuori da questo processo? Risparmiare con le energie rinnovabili grazie alle nuove tecnologie. Chiedeteci un sopralluogo e un preventivo gratuito. L invito è rivolto in particolare a quanti non sono serviti dalla rete gas. Piazzale Europa Recco (Ge) Tel-Fax: Realizzazione e manutenzione impianti di riscaldamento, condizionamento, solari, idricosanitari, elettrici, antincendio. Ripartitori per la contabilizzazione dei consumi in impianti condominiali, con lettura dati. Azienda abilitata D.M. n. 37/2008 lettere a c d e g Abilitazione conduzione impianti termici n Isp. Lav. Ge ECCORECCO NUMERO 59 DICEMBRE

4 TURISMO ANCHE IL PRESTIGIOSO TOURING CLUB SEMBRA IGNORARLO SUL SUO SITO INTERNET Golfo Paradiso questo sconosciuto Sull'«Isola» si trova la basilica di S. Maria Assunta, edificata nel secolo XII e più volte rimaneggiata, con facciata neoclassica introdotta da un sagrato seicentesco a ciottoli bianchi-neri. [www.touringclub.it] PINO SOLIMANO>Se un turista ha la ventura di programmare un soggiorno a Recco sapete quale meta gli può essere suggerita come luogo da visitare nei dintorni? L ecomuseo dell ardesia di Cicagna e altre mete nel Tigullio e a Genova ma nessun sito del Golfo Paradiso, ad eccezione della chiesa di S. Maria Assunta a Camogli. E se lo stesso turista decide invece di soggiornare a Uscio gli può capitare di vedersi raccomandare anche una visita alla casa museo Giannini di San Colombano Certenoli ma nessun altro luogo del Golfo Paradiso, esclusa la solita chiesa di S. Maria Assunta Camogli. A proporre queste pregevoli ma lontane destinazioni non è qualche buontempone ma addirittura il Touring Club Italiano. Basta visitare nel sito la sezione viaggi e inserire di volta in volta i nomi dei sette comuni del Golfo Paradiso nel campo destinazioni e quindi ricercare i luoghi nei dintorni da visitare per verificare come siano del tutto ignorati, tanto per citare a caso, il retablo e il museo delle campane di Avegno, il museo degli orologi di Uscio e il museo marinaro di Camogli, il belvedere di Santa Croce e la chiesetta e la torre saracena di sant Apollinare di Sori. Carenza grave del Touring Club Italiano o non piuttosto colpa della asfittica (per non dir altro) promozione turistica del comprensorio? Il Touring Club, peraltro, fa riferimento, per la scelta delle mete da raggiungere partendo da una determinata località, al gradimento espresso dai suoi soci. E non è certo colpa del benemerito sodalizio se i soci sembrano del tutto ignorare le mete più significative presenti nel Golfo Paradiso. E così, quando si propone una destinazione raggiungibile da uno qualsiasi dei sette comuni del comprensorio, si pensa più a Genova, alla Fontanabuona, al Tigullio, che non ai tesori custoditi in sede locale. Noi riteniamo che in tutta questa vicenda poco o nulla c entri il destino cinico e baro; piuttosto pensiamo che queste dimenticanze discendano direttamente dalla mancanza di un adeguata azione di promozione turistica coordinata di tutti e sette i comuni del Golfo Paradiso. E per convincersene basta interrogare nuovamente Internet. Provate a digitare Golfo Paradiso su Google e il primo indirizzo che appare è quello dei traghetti Golfo Paradiso snc, subito dopo la relativa voce di Wikipedia e poi una sezione di giudizi di Tripadvisor (per lo più relativi alla sola Camogli) e poi ristoranti e poi altro ancora. Perfino i podisti del Golfo Paradiso, sport bellissimo che io stesso ebbi a praticare con grande soddisfazione nei miei anni giovanili. Ma non troverete, nemmeno per sbaglio, un sito istituzionale che riunisca con un solo colpo d occhio le bellezze dei luoghi, riporti un elenco di tutte le strutture ricettive ordinate per categorie e per tipologia di servizio (hotel, pensioni, bed and breakfast, case in affitto...) e rimandi infine ai siti delle singole organizzazioni turistiche comunali per la ricerca di eventuali specifiche informazioni. Se poi desiderate completare questa mini-in- dagine, recatevi, cose se foste un turista venuto da fuori, nei diversi sportelli turistici dei comuni Golfo Paradiso e chiedete una qualche pubblicazione che descriva globalmente il comprensorio. Troverete poco, pochissimo, forse nulla e comunque materiale obsoleto, per grafica, testi, informazioni. Se a questa carenza di comunicazione aggiungiamo la mancanza di una qualsivoglia strategia coordinata di difesa e valorizzazione del territorio, è facile trarre le conclusioni e assistere rassegnati al fatto che perfino il TCI non possa far altro che suggerire ai turisti di emigrare a Genova, nel Tigullio e in Fontanabuona per riempire di contenuti una vacanza nel Golfo Paradiso. EccoRecco ha provveduto ad informare il Touring Club Italiano della evidente povertà di indicazione dei luoghi da visitare nel Golfo Paradiso, invitandolo, se è possibile, ad affiancare ai siti scelti dai soci anche le mete più prestigiose del comprensorio. Ma siamo davvero sicuri che la partita si debba e si possa giocare solo nell ambito dell iniziativa privata? 4 DICEMBRE 2014 NUMERO 59 ECCORECCO

5 ISTITUZIONI LA PRIMA CLASSE DELLA SCUOLA SUPERIORE RECCHESE INIZIÒ NELL A.S. 1964/1965 Liceo, 50 anni di storia SANDRO PELLEGRINI>Il corrente anno scolastico è il cinquantesimo da quando quell Istituto di istruzione superiore ha aperto i propri battenti ai giovani di Recco e dintorni. È interesante ricordare che l edificio che ospita il Liceo di Recco era sorto per ospitare dapprima la Scuola d Avviamento, quindi le Scuole Medie e venne destinato a sede di un istituto superiore per una precisa volontà dell Amministrazione comunale di Recco che si ritenne soddisfatta solo quando si venne a conoscere la determinazione ministeriale favorevole. Particolare interessante: non è mai stata completata l aula magna prevista nel progetto, trasformatasi negli anni in una seconda palestra. Pertanto, e fino ad oggi, con una serie di sopralzi e di allargamenti, le Scuole elementari e l Avviamento professionale poi trasformato in Scuola Media continuano a convivere in uno dei primi edifici pubblici realizzati negli anni del dopoguerra. La prima classe istituita al Liceo 50 anni fa aveva 25 alunni, di cui 15 maschi e 9 femmine, in maggioranza recchesi, ma anche con provenienze dai centri viciniori. I nomi dei primi alunni del Liceo cittadino: Carla Ambrosini, Luigi Benvenuto, Robet Blackstone, Luciano Boero, Riccardo Braggio, Umberto Briganti, Carla Casareto, Michele Cuneo, Massimo Curasì, Marina Dalorto, Anna e Maria Ferreccio, Giovanni Liotta, Giovanni Macciocco, Pietro Maffezzoni, Giorgio Mittiga, Daniela Piana, Carlo Pozzo, Marco Stabile, Antonio Stefani, Giuseppina Traversa, Corrado Traverso, Costanza Velo e Anna Vinciguerra, i quali oggi hanno tutti superato i 60 anni. Gli insegnanti erano professori del G.D. Cassinis, che si spostavano giornalmente a Recco. Nel giro di 5 anni si completò il ciclo di studi che portavano all esame di maturità. Successivamente l istituto recchese venne unito al genovese Martin Luther King. Il Liceo Scientifico Nicoloso da Recco compie 50 anni. Quindi acquistò la piena autonomia e divenne quello che è rimasto per lunghi anni, il Liceo Scientifico Nicoloso da Recco, uno dei liguri che con la riscoperta delle isole Canarie apersero a Cristoforo Colombo la rotta americana. In anni recenti, pur mantenendo la propria denominazione e un autonomia organizzativa, dipende dal Liceo Da Vigo di Rapallo. Le lezioni iniziarono al Liceo Scientifico di Recco il 1 ottobre di un lontano 1964, e sono continuate fino ai giorni nostri. Migliaia di studenti hanno frequentato quella scuola di Recco, vi hanno conseguito il diploma liceale, si sono trovati aperte le porte dell Università che molti di loro hanno frequentato, trasformandosi in valenti professionisti in molti rami del sapere umano. La Recco degli anni della ricostruzione aveva fra i suoi obiettivi anche quello della sistemazione di una Scuola superiore che potesse fare da contraltare all Istituto Nautico della vicina Camogli, allora la Scuola scelta da molti giovani locali che intendevano intraprendere la carriera di ufficiali di coperta o di macchina sulle navi della flotta mercantile italiana. Gli amministratori recchesi avevano inziato da tempo a cercare di ospitare una Scuola superiore, possibilmente un Liceo Scientifico, cercando l alleanza con l Amministrazione della Provincia. Erano gli anni del sindaco Beraldo e poi del sindaco Clerici, quando era assessore comunale il rag. Flavio Costa il quale ricopriva anche la carica di Segretario locale della DC, per lunghi anni il partito di maggioranza relativa. Il 16 settembre 1964, il Ministro della Pubblica Istruzione, con lettera protocollo n 7776, scriveva al Provveditore agli Studi di Genova e al Presidente della Provincia Cattanei una lettera la sui intestazione diceva: Recco. Istituzione di una sezione staccata del Liceo Scientifico. Nel testo si precisava testualmente che con decorrenza 1 ottobre 1964 è istituita a Recco, a titolo sperimentale e con funzionamento limitato per l anno la prima classe di un Liceo Scientifico staccata dall Istituto G.D. Cassinis di Genova. Di seguito: Questo Ministero seguirà con interventi diretti l andamento della nuova sezione scolastica e i riletivi risultati e si riserva di impartire all uopo le disposizioni che si riterranno necessarie. Nel corso del prossimo anno scolastico verrà effettiato un sopralluogo per l accertamento dell idoneità dei locali in cui troverà sistemazione la scuola. Si confida nell impegno della S.V. e nella fattiva collaborazione delle Amministrazini Provinciale e Comunale affinchè venga assicurato il tempestivo inizio delle lezioni e il regolare finzionamento della nuova scuola della cui efficienza si prega di fornire, a suo tempo, esaurienti notizie. Il Ministro. L iniziativa ebbe un successo immediato che si prolunga fino ai giorni nostri. ECCORECCO NUMERO 59 DICEMBRE

6 AMBIENTE PREVISTA A METÀ 2016 L OPERATIVITÀ DELL IMPIANTO DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE Depuratore, i lavori procedono TINA ARATA>Proseguono nel rispetto del cronoprogramma i lavori al depuratore che Mediterranea delle Acque sta realizzando a Punta Sant Anna. Un depuratore di concezione tecnica avanzata, ha spiegato l ing. Giovanni Gnocchi, al quale nel prossimo anno sarano allacciati, oltre a Uscio e Avegno, anche (via mare) Camogli, Sori e la parte orientale di Pieve Ligure. In questa fase la Emaprice/Bacchi sta completando le due gallierie parallele di cento metri che si innestano, a forma di diapason, su quella iniziale lunga circa 70 metri. Esternamente, uno scavatore ha demolito la vecchia scalinata di congiungimento con via Garibaldi e ci si appresta a costruire le terrazze previste dal progetto. La zona cambierà totalmente aspetto, potendo diventare un piccolo belvedere sul mare. Una volta terminate le gallerie, si procederà a realizzare la parte impiantistica; si tratta principalmente delle vasche nelle quali avviene il trattamento dei liquami. Tali impianti saranno realizzati da Evoqua (ex Siemens) e basano il loro funzionamento su procedimenti chimici naturali, garantendo nessuna emissione di fumi. Gli odori saranno convogliati nella torretta sul molo, cercando la massima diradazione nell aria. Mediterranea delle Acque prevede di completare i lavori per i primi mesi del 2016, quando finalmente il depuratore potrà assolvere in toto alla sua funzione. Tutto questo è stato spiegato nel corso di una conferenza stampa indetta dall assessore Carlo Gandolfo. L occasione è stata utile anche per rispondere alle polemiche sorte dopo le mareggiate che hanno battuto il lungomare a inizio novembre, quando il mare ha superato la diga (foto a lato). L ing Gnocchi di Mediterranea delle Acque e l ing. Daniela Zucca del Comune hanno precisato che quanto è successo era stato previsto dal progetto. Ovvero, la massicciata è stata realizzata in tal modo per smorzare l energia dei marosi senza fermare del tutto le onde. Nella parte più stretta del molo è previsto che, in caso L area di Punta Sant Anna come sarà a conclusione dei lavori. Sotto, la mareggiata di novembre scavalca il molo. di forti mareggiate, l acqua superi la barriera, visto che non occorre riparare alcuna struttura (cioè l acqua ricade nel mare interno). Nella parte prospiciente la piscina, invece, la massicciata si estende maggiormente al largo per rallentare e far esaurire le onde, dovendo proteggere l impianto e la zona retrostante di Punta Sant Anna. Inoltre è stato spiegato dagli stessi tecnici che la forma stessa ( a scivolo ) della massicciata, realizzata con massi da 9 a 12 tonnellate, è stata scelta poiché, offrendo minore resistenza all impatto, garantisce maggior durata e minori interventi di manutenzione negli anni. E la frattura nel rivestimento, da più parti evidenziata, non è altro che un aspetto solo esteriore di una soluzione di continuità prevista in sede progettuale e così realizzata. In parole povere, il molo ha un punto di giuntura che deve poter garantire un minimo movimento di assestamento come ogni struttura soggetta a stress. Insomma, a detta di Mediterranea delle Acque la struttura, appena terminata, ha superato un collaudo naturale comportandosi come previsto dai presupposti progettuali. FOTO P. VALENTE Via Decembrio 26 MILANO tel Via Marconi 11 RECCO tel Via Pisa 3/R GENOVA tel DICEMBRE 2014 NUMERO 59 ECCORECCO

7 ASSOCIAZIONISMO LA FILARMONICA GIOACCHINO ROSSINI NON DIMOSTRA AFFATTO I SUOI 164 ANNI Noi sì che siamo una banda giovane! Foto ricordo della compagine musicale che ha festeggiato la patrona S. Cecilia nella chiesa di S. Giovanni Battitsta. LAURA EMIONITE>«Noi sì che siamo una banda giovane!» È così che il Maestro Marco Capurro (prof. di musica e trombettista), incita gli oltre quaranta elementi della Filarmonica a suonare sempre meglio e con passione, con una persistente giovinezza mentale. È indubbio infatti quanto l amore per la musica pervada la Filarmonica G. Rossini di Recco ed il suo Maestro che la dirige con enfasi, competenza, amore paterno; lo si percepisce osservandolo prima dei concerti importanti quanto cerchi la concentrazione rileggendo le partiture, parlando con gli elementi delle varie sezioni per precisare, ribadire e rafforzare per un ultima volta questo o quell attacco, come un padre che prima di uscire con i suoi bimbi risistema loro la giacca, desideroso di vedere realizzata per un attimo la perfezione. Nonostante la nostra Filarmonica sia nata nel lontano 1850, essa splende gloriosa ed in continuo rinnovamento. Lo scopo principale dell associazione è mantenere viva la cultura musicale nella nostra società. Ciò non potrebbe verificarsi e perpetuarsi nei secoli se la Filarmonica non fosse un ensemble perfetto ed equilibrato in cui si affiancano vecchie e nuove leve, bambini delle elementari e nonni in pensione; chi ha più esperienza dona consigli alle fresche menti e guarda in loro come ad un futuro da preservare ed arricchire. A dar ragione della professionalità della Filarmonica è il fatto che esista da sempre una scuola di orientamento musicale il cui obiettivo è istruire e formare gli allievi per inserirli in organico bandistico. L attività primaria è quella di organizzare e proporre i corsi di formazione di base per aiutare i giovani a destreggiarsi con gli strumenti tipici della Banda, partecipando attivamente al processo di formazione della Banda stessa. Gli insegnanti sono musicisti diplomati della Filarmonica stessa ma anche musicisti che collaborano con essa; gli strumenti proposti sono quelli che compongono l organico, ma da due anni ormai la Filarmonica ha esteso la sua attività scolastico-musicale anche ad altre sezioni: chitarra, pianoforte e canto. Gli allievi mostrano i loro progressi in diverse occasioni: il saggio di giugno aperto alla cittadinanza ma anche le sfilate e le stesse processioni dove, insieme ai bandisti, viene affrontato il primo approccio alla tipologia peculiare del musicante (suonare e leggere lo spartito mentre si cammina in un contesto completato dalle altre sezioni strumentali) e poi i concerti allievi (primo incontro con la musica d assieme e gradino che anticipa l inserimento effettivo nella Filarmonica). Una delle motivazioni per cui nasce l idea di entrare in banda e restarvi tutta una vita risiede probabilmente nel fatto che «in banda ci si sta bene!» Siamo nel 2014, ma sebbene dal 1850 siano passati ben 164 anni, il pensiero che unisce i musicanti e le loro famiglie è sempre lo stesso: l ambiente è sano, la compagnia è piacevole, la cultura si percepisce, le generazioni si susseguono con rispetto e si impara non solo per osmosi come rapportarsi con gli altri. I genitori portano in Banda i figli e vanno con loro a suonare, generazioni convivono piacevolmente e simpaticamente trascorrono insieme il loro tempo libero. Ci si fidanza in banda, ci si sposa in banda, si cresce in banda, ci si sente protetti in una realtà che pare strano esista ancora, un piccolo reale esempio di una società che ancora funziona. In tal senso la Banda acquisisce un importante valore educativo, i giovani infatti si trovano a far parte di tutta una serie di progettualità che si dispiegheranno nel corso dell anno; oltre alla passione individuale, l essere parte di un complesso bandistico inteso come associazione a carattere sociale, richiede un impegno costante e forte nei confronti della comunità. L organico si arricchisce di giovani e allora è anche e soprattutto ai giovani a cui ci si deve rivolgere; si ascoltano le idee per tentare di colmare il gap generazionale, ci si apre a nuove sfide. Si promuovono concerti di musica classica, si partecipa a servizi religiosi ma si tentano anche nuove strade accattivanti ed ecco che alle opere classiche si intercalano brani di musica leggera fino ad arrivare al recente concerto Disney dove la proiezione di alcuni estratti dai cartoni animati piu famosi veniva accompagnata dalla formazione con le relative colonne sonore. Le proposte musicali spaziano dai progetti specifici per le scuole elementari e medie alle partecipazioni pubbliche, dai festival internazionali al concerto tenutosi al Gaslini per i bambini ospiti. Tutto contribuisce a continuare la storia, l antica storia della Banda, quella che suona, strimpella ma che riscalda sempre il cuore.. ECCORECCO NUMERO 59 DICEMBRE

8 NOSTALGIA DI ANTICHI PRESEPI CHE INVADEVANO INTERE STANZE PROFUMANDOLE DI MUSCHIO Quelle casette di sughero... BIANCAROSA GOZZI>Questo Natale doveva arrivare, come sono arrivati i precedenti e come arriveranno i futuri. Niente sole, perché il Natale con il sole è privo di logica; almeno la pioggia e un cielo grigio, almeno il vento che fa alzare il bavero e strizzare gli occhi. Uno sguardo distratto all albero che non sussurra più, se proprio si passa da quelle parti. Alle magnolie, che sgomente lo ignorano, ricorda immancabilmente gli stranieri sradicati dei Natali passati; lo hanno visto arrivare a brandelli dalla sua montagna e montare con perizia come un armadio dell Ikea. Di notte si accende,di giorno tace, invisibile. Si spalancano cassetti alla ricerca di lettere antiche ma non dimenticate, tutte brillantini, candeline dorate, presepi fanciulleschi, false promesse, sempre uguali, alle quali rinunciammo in naturale dissolvenza. Cerchiamo quelle lettere fugacemente nascoste sotto i tovaglioli ricamati o i piatti della festa; lettere che esigevano il ritrovamento, la sorpresa emozionata. Da inconsolabili adulti, scopriamo che i nostri genitori le hanno conservate fra le cose più care e preziose, per ricordarci, dopo anni di nostalgie natalizie, quanto le amavano, per rimproverarci di aver smesso troppo presto di scriverle. Riconosciamo la calligrafia tremula e ordinata che sa di maestra severa, raccogliamo i brillantini sparsi che svelano un disegno delicato, rileggiamo le false promesse che, crescendo, abbiamo invece mantenuto con tenace rigore, tutte. Siamo diventati più buoni, più ubbidienti, più rispettosi, più studiosi, perfino più ordinati, per non tradire le loro aspettative, per non deludere il rinnovarsi di quella sorpresa emozionata. Si gira per negozi alla ricerca dell introvabile: casette di sughero, capanne di legno, pastori di gesso, ponticelli solidi. L inquietante invadenza della plastica ha implacabilmente cancellato ogni traccia del magico passato. Vetrine barocche, illuminate a giorno, traboccano di oggetti privi di vita, che alieni collezionisti porteranno in altri mondi, come reperti di una specie estinta per mancanza di buon gusto. Sono sopravvissute la carta mimetica per innalzare fantomatiche montagne e quella stellata per improbabili cieli senza nubi, che piacciono sempre. Nostalgia di antichi presepi, che gioiosamente invadevano intere stanze, profumandole di muschio e di borotalco; chi lo realizzava in solitaria ispirazione, chi ne faceva un opera di confusione cosmica, chi voleva confrontarsi su tutto per poi litigare su tutto, chi lo costruiva essenziale e disabitato, chi lo amava affollato di ciarlieri pastori. Il presepe di oggi ricorda un monolocale in cui la sacra famiglia ha perso per questioni igieniche il conforto dell asino e del bue, dove i pastori non hanno tempo per visite al Bambinello in una gelida notte, dove le botteghe chiudono per la crisi e la cometa si è dissolta a causa di una sonda invadente. Ci regalano palle di vetro in cui il Nucleo Divino sorride annegato, mentre rappresentanti del popolo chiedono invano di conferire. I genitori si premurano di informare i figli, già nei primi anni di vita, che il piccolo Gesù con gli amici santi mai e poi mai si presenterà con doni su prenotazione nella notte fatidica. Dilaga un insolita consuetudine augurale che si presta ad una interpretazione poco rassicurante: Se non ci vediamo, tanti auguri di buone feste. Possiamo domandarci: Chi dei due scomparirà prematuramente?. Buone Feste da un inguaribile nostalgica. Automobile Club delegazione di Recco Via Cavour 5 (all inizio della Via Aurelia in direzione Genova) tel fax I nostri servizi PRATICHE AUTO Passaggi di proprietà Cambio di residenza Radiazione per esportazione Visure PRA Perdite di possesso Duplicati documenti Procure Notarili La delegazione AC di Recco è anche sportello Sara Assicurazioni per risolvere qualsiasi esigenza assicurativa auto e non auto TASSA DI CIRCOLAZIONE Pagamento bollo Situazione pagamenti PATENTI Rinnovo (Medico in sede) Duplicati Conversione ALTRI SERVIZI Immatricolazione ciclomotori Medico in sede per rinnovo patente lunedì: giovedì: INOLTRE Orario lun (continuato) mar mer gio ven Informazioni e prenotazioni per la SCUOLA DI GUIDA SICURA 8 DICEMBRE 2014 NUMERO 59 ECCORECCO

9 TRADIZIONI SENZA COSTOSI REGALI, ERA UNA FESTA SENTITA La semplicità del Natale di una volta MARGHERITA GASPARINI>Natale, come tutte le festività religiose, è sempre stata una festa molto amata. In passato, in particolare prima e durante la Seconda Guerra Mondiale, non esisteva né Babbo Natale né l usanza di scambiarsi regali; purtroppo all epoca si viveva generalmente di quello che produceva la terra e il Natale era una delle poche occasioni in cui ci si poteva permettere ciò che durante l anno era motivo di rinuncia. L organizzazione della festa iniziava alcuni giorni prima con la preparazione del classico pandolce: le donne del paese come prima cosa preparavano il crescente (un impasto di farina, acqua e lievito) che doveva riposare alcuni giorni al caldo; una volta pronto venivano aggiunti le dosi di farina, zucchero e burro. La ricetta originale prevedeva l utilizzo dello zibibbo, di pinoli e canditi; ma durante la guerra, quando era difficile reperire certi ingredienti, si arricchiva l impasto con fichi secchi tagliati a dadini, noci e nocciole di loro produzione. La preparazione era considerata un rito per le donne e una festa per i più piccoli in quanto potevano rubare proprio quei pinoli, zibibbo e canditi così difficili da trovare. L impasto veniva successivamente diviso in pani e lasciato a lievitare al caldo, ma poiché le case erano fredde, veniva avvolto in coperte per almeno una giornata. Una volta ultimata la lievitazione il pandolce veniva cotto nel forno (il cosiddetto ronfò). Chi non aveva la possibilità di cuocerlo in casa o andava da una vicina o direttamente dal fornaio del paese. Ma non era solo il pandolce a rendere speciale in Natale. Si festeggiava mangiando la carne, anch essa riservata nei giorni di festa. Si racconta che alcuni giorni precedenti il Natale, in casa del signor Annibale si uccidevano una mucca e un maiale, le cui carni venivano macellate e vendute ai compaesani. C era chi invece la carne riusciva a comprarla direttamente dal macellaio; si dice che la maggior parte delle volte da ogni cliente si sentiva udire la frase: «Me la dia buona, così potrò ritornare l anno prossimo!» Quanto agli addobbi non era usanza qui da noi addobbare l albero di abete; venivano decorate invece piante di alloro, ginepro o corbezzolo con mandarini, aranci, pigne rivestite con carta di cioccolatini, fiocchetti di carte e nastrini. Il presepe non mancava mai! Le statuine della Madonna e San Giuseppe venivano poggiate sul muschio raccolto nei boschi vicini, e la notte di Natale il Bambino Gesù veniva sistemato nella mangiatoia poco prima della Messa. La tradizione ha sempre voluto il recarsi alla Messa di mezzanotte la notte di Natale: occasione non solo religiosa, ma anche d incontro e, per chi poteva, di sfoggio del vestito buono. La mattina di Natale si faceva colazione con l attesissima cioccolata calda e i biscotti del Lagaccio e si aspettava il ricco pranzo a base di ravioli o maccheroni in brodo, carne frutta secca (fichi, noci, nocciole, castagne) conservati gelosamente nella cassapanca. Il pranzo era il momento topico della festa: la famiglia era riunita al completo e i più piccini scrivevano una letterina con i loro propositi e gli auguri che veniva posta sotto il piatto del membro più anziano della famiglia. Venivano poi consumate le leccornie preparate e chi voleva garantirsi qualche dolce in più poteva recarsi allo spaccio della Saiwa presso il quartiere di San Martino di Genova: in effetti un biscotto rotto è buono come uno intero! La giornata trascorreva così, in letizia e in famiglia. Un giorno intero passato lontani dalla fatica e dalle rinunce quotidiane. Ascoltando i racconti di tutte le persone che mi hanno aiutato a scrivere questo articolo, ho capito come, pur in assenza di grandi doni e costosi festeggiamenti, era in quella semplicità che si poteva cogliere l autentico spirito del Natale Accanto al titolo, il Baciccia, classico pandolce basso genovese. Sopra, la letterina a Gesù Bambino. A sinistra, il ronfò presente nelle cucine di una volta. Sotto, un presepe fatto in casa, con la capanna di legno, il muschio e le statuette di gesso. ECCORECCO NUMERO 59 DICEMBRE

10 arduino macelleria Confeugo e GIUSEPPE ROSASCO > Provocatoriamente ci si potrebbe domandare: quale significato attribuire alla cerimonia del confeugo a Recco, manifestazione che non affonda direttamente le sue radici nel passato della città e che pertanto risulta anche di difficile legittimazione folkloristica? E inoltre, perché celebrare questa festa proprio durante l annuale visita di autorità e ragazzi di Ponte di Legno, comune gemellato con Recco? Le risposte non sono così banali e scontate come a prima vista potrebbero sembrare. Il fatto è che a Recco il trascorrere del tempo ha mescolato i ricordi di una originale vicenda politica, che ha portato la città ad essere sede di uno dei capitaneati della Repubblica di Genova (dal 1609 al 1797), con le amare vicissitudini della seconda guerra mondiale, in cui fu messa a ferro e fuoco dai bombardieri alleati. E attorno a questi due snodi era giusto costruire un evento che sapesse coniugare speranza e fiducia nel futuro con la solidarietà ricostruttiva. Una prima risposta a questa autentica esigenza di identità collettiva la si ebbe con l intuizione di gemellarsi si era negli anni sessanta - con Ponte di Legno, lontano paese della val Camonica accomunato a Recco da una comune vicenda storica: anch esso fu raso al suolo, messo a ferro e fuoco appunto, durante una guerra. Il fatto accadde il 27 settembre del 1917 e questa volta a compiere il misfatto erano stati i cannoni austriaci. Alla base del gemellaggio c era dunque una sofferenza comune, ma soprattutto uno spirito di solidarietà più forte degli avvenimenti avversi, quello spirito che ha permesso ai due paesi di rinascere dalle rovine. E, in fondo in fondo, proprio per questi motivi, covava anche il desiderio di esorcizzare il futuro, di conoscerlo, di renderselo amico. Ferro e fuoco: presi insieme sinonimi di distruzione, ma considerati separatamente simboli di ricostruzione l uno e di predizione, oltreché di purificazione, l altro. Quale colore avrà la ragnatela che il fato sta ora intrecciando sul telaio del tempo? Sarà bianca o rossa? Non lo sappiamo. Una pallida, tremante luce illumina le parti già ordite. Il resto è avvolto nell oscurità, nella nebbia. Ecco spiegato, per dirla con le parole dell antropologo James FOTO P. VALENTE La panca bar ristorante cucina siciliana Via XX Settembre 35 - Recco - Tel Chiuso al lunedì TRASLOCHI DE MARCHI traslochi nazionali e internazionali custodia mobili Via Fontanella, 3 AVEGNO Tel. e fax Tel Cell DICEMBRE 2014 NUMERO 59 ECCORECCO

11 gemellaggio Frazer, il volto simbolico del fuoco, con il fascinoso intreccio di calore e luce emanato dalla sua fiamma. Di questo simbolo si è da tempo immemorabile appropriata la tradizione popolare, in quasi tutte le latitudini del mondo, e proprio a Genova, e in alcune altre località della Liguria, ha dato vita ad una manifestazione assai sentita: il confeugo. In una prima fase, dal 1300 circa sino a metà del seicento, nel capoluogo ligure, la vigilia di Natale, si riunivano i rappresentanti dei vari rioni genovesi per andare a portare gli auguri al Doge. Lo facevano con un cerimonia fastosa, sotto la guida di un Abate, eletto annualmente, alla testa di un corteo che si snodava da san Vincenzo sino a Palazzo Ducale al seguito di un carro festosamente agghindato, trainato da otto paia di buoi tutti inghirlandati. Lo scambio di doni e di saluti augurali avveniva ai piedi della scalinata di palazzo Ducale ed iniziava con il discorso dell Abate che solitamente cominciava con «Bentrovou Messér o Duxe» e proseguiva con le richieste delle delegazioni al che rispondeva il Doge con «Benvegnuo Messé l Abbou» e le (immancabili) promesse dell autorità costituita. Ma lo scambio di auguri non esauriva la cerimonia: il tocco finale consisteva nell appiccicare il fuco ad un alberello di alloro imbevuto di vino. Alla sera racconta il cronista Giustiniani il Duce (Doge, ndr) con i Senatori... calò i gradini et con una torcia accese il fuoco e lo spruzzò poi di vino; ciò fatto si partì et tutto il fuoco fu portato via in giubilo di tutti al suono di trombe et tamburri collo sparo di mortaletti. Poi quella tradizione perse progressivamente il suo fascino sino a venir cancellata del tutto con l avvento dell era napoleonica. Nella prima metà del novecento la festività ha preso nuova vita in diversi comuni e borghi della Liguria con uguale formula ufficiale il falò del ceppo d alloro ma con diverse modalità celebrative a seconda del comune. A Recco, il confeugo si è arricchito, come abbiamo visto, di valori simbolici aggiuntivi, che si sposano con il gemellaggio con Ponte di Legno: un modo per mantenere la tradizione al passo dei tempi. ECCORECCO NUMERO 59 DICEMBRE

12 DOTPERINK SI RINNOVA Se avete notato una nuova luce in via Roma, è DOTPERINK, che ha ridisegnato il negozio al fine di renderlo più gradevole e accessibile per i clienti. Per quanto riguarda la telefonia mobile, Tre rimane l unico operatore, mentre si conferma la collaborazione con Activenetwork per la fornitura di connessione adsl e telefonia fissa, con tariffe che includono connessione senza limiti, chiamate verso i cellulari e verso i fissi nazionali a meno di 27 euro il mese. L assistenza tecnica e la riparazione dei computer sia fissi sia portatili tornano ad avere un ruolo centrale nei servizi di Dotperink, che ormai da alcuni opera direttamente anche nella sostituzione di elementi per Notebook. Nel 2015 inoltre DOTPERINK diventerà laboratorio di manutenzione per Smartphone e Tablet, così da garantire in tempi strettissimi anche la sostituzione del display dei marchi più importanti. Inoltre, è in corso l attivazione dell UPS Access Point che permetterà a chi ha effettuato acquisti online di ritirare i prodotti presso Dotperink, risolvendo il problema della presenza in casa all arrivo del corriere. La consulenza che da sempre Marco Fortunato e Fabio Triuzzi offrono a privati e aziende rimarrà il nucleo della loro attività, con la vendita di tutti i prodotti informatici Hardware e Software, unitamente alla fornitura di servizi web, , PEC Vista la crescente richiesta, sarà inoltre ampliato l assortimento di accessori per smartphone, allargando la possibilità di scelta per gli acquisti di prodotti informatici in base delle proprie reali esigenze, sia professionali sia hobbistiche, al fine di coprire un settore che finora presentava poche proposte valide nella nostra cittadina. Naturalmente, per il periodo natalizio da DOTPERINK sono a disposizione per soddisfare la nostra ricerca di un regalo tecnologico, rivolti a un nuovo anno da affrontare con il sorriso, cercando di offrirci sempre il meglio perché lo meritiamo! DOT PER INK Via Roma Recco (GE) tel / Alcuni prezzi d interventi in assistenza: Ripristino PC 50 Rimozione Virus 30 Installazione Hardware 10 Installazione Software 15 Tariffa oraria 40

13 RECCO E AVEGNO, DUE LOCALITÀ CHE OFFRONO UN AMPIA GAMMA DI SERVIZI AI RESIDENTI Il nuovo centro revisioni ad Avegno Lungo la strada statale 333 e a soli 2 km dall uscita autostradale di Recco, vicino al Comune di Avegno, ha aperto da pochi mesi il nuovo Centro Revisioni Provinciale 333, dotato di linea revisioni di ultima generazione, per poter effettuare la revisione a tutti i mezzi a due, tre e quattro ruote di massa inferiore a 3,5 tonnellate. Il Centro Revisioni 333 è dotato di officina meccanica con personale specializzato, per prerevisioni e tagliandi per i veicoli di tutte le marche, da effettuare in loco e senza prenotazione. Elettrauto e gommista, con preventivi gratuiti e personalizzati su lavori di climatizzazione. Nell attesa il cliente potrà gustarsi un buon caffè, leggere qualche rivista o seguire lo svolgimento della revisione nella zona relax. Aperti tutti i giorni con orario continuato, anche il sabato mattina fino alle CENTRO REVISIONI PROVINCIALE 333 Via Molino Nuovo Avegno tel Traslochi Demarchi: come sono fiero! Ci occupiamo di traslochi nazionali ed internazionali, trasporti, noleggio autoscala e deposito. 55 anni fa il lavoro si svolgeva diversamente, a spalla, come dice sempre mio nonno. Ha cominciato Lui, con grande fatica, tanto impegno e, soprattutto, tanto coraggio. Oggi ci sono anche mio zio Riccardo, mio zio Daniel e mia mamma Doina. Ma il nonno Renzo resta sempre la persona più importante! E la nonna... Il nostro lavoro è interessante e vario: ogni giorno ci da l opportunità di conoscere persone e realtà nuove e noi cerchiamo di offrire sempre disponibilità, accuratezza e professionalità. Quando il cliente ci contatta, al telefono o via mail, facciamo un sopralluogo, gratuito e non vincolante, per assicurare un preventivo preciso e dettagliato. In questo modo possiamo anche scegliere quale, in caso di accettazione, tra i nostri mezzi sarà il più adatto. Disponiamo di furgoni di diverse misure e portate e di autoscale che raggiungono svariate altezze, su camion e non. Offriamo diverse tipologie di servizi: il cliente, per esempio, può scegliere il trasloco chiavi in mano. In questo caso ci occupiamo noi di ogni operazione. Imballiamo con cura e appositi materiali i fragili, le suppellettili, le stoviglie, la biancheria e tutto quanto una casa, negli anni, ha accolto. Smontiamo gli arredi, stacchiamo le luci, le tende e poi portiamo tutto nella nuova casa. Alla fine della nostra attività il cliente ha ogni arredo rimontato e tutti gli oggetti al proprio posto...compresi i quadri appesi! Alcuni clienti preferiscono occuparsi personalmente dell imballo dei propri oggetti: in questo caso forniamo tutto il materiale necessario e ci occupiamo del resto. Le pratiche burocratiche per le richieste di occupazione suolo pubblico con le Polizie Municipali dei vari Comuni sono sempre a nostro carico. TRASLOCHI DEMARCHI Talvolta i clienti necessitano di spazi ove ricoverare per Via Fontanella, 3 - Avegno un periodo di tempo i loro arredi, per ristrutturare casa o perché si spostano in alloggi di dimensioni diverse. Disponia- Tel / Cell mo di depositi con box interni di varie metrature, adatte alle esigenze di ogni cliente. Siamo anche specializzati nel trasporto dei pianoforti, dei quali ci occupiamo con un apposito veicolo su cingoli. Per quanto concerne i trasporti intercontinentali, abbiamo da anni sviluppato una rete di collegamenti con validi partner : prepariamo con cura gli imballi per i lunghissimi viaggi che le merci devono affrontare e le elaborate documentazioni, carichiamo i container e poi i nostri collaboratori si occupano dell ultima parte del viaggio, il mare. Quando sarò più grande proseguirò l attività di mio nonno. Ora frequento la prima media e, appena posso, vengo qui e cerco di imparare tutto quello che m insegna, anche perché lui sa fare di tutto e io sono molto curioso. FILIPPO ECCORECCO NUMERO 59 DICEMBRE

14 GASTRONOMIA ARRIVA DA BRUXELLES L AGOGNATA INDICAZIONE GEOGRAFICA PROTETTA La focaccia di Recco col formaggio conquista finalmente l IGP ECCORECCO>La focaccia col formaggio ha ottenuto il marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta). Lo apprendiamo mentre andiamo in stampa. Grande la soddisfazione di tutti coloro che per oltre dieci anni hanno lavorato per questo risultato. Uno dei primi commenti è stato quello rilasciato dall assessore all Agricoltura della Regione, Giovanni Barbagallo: «Un risultato, questo riconoscimento comunitario di Indicazione geografica protetta, che soprattutto il Consorzio di Recco ha saputo inseguire con determinazione. Sono stati anni di grande lavoro e di confronto con il Ministero, Bruxelles e la Regione Liguria, ci sono stati anche passaggi complicati, ma alla fine gli sforzi hanno ripagato e promosso uno tra i prodotti agroalimentari da forno più tipici e rappresentativi della Liguria». La focaccia di Recco col formaggio entra dunque nell Olimpo della produzione agroalimentare europea, conquistando l IGP per l Italia, contro imitazioni e falsi. Bruxelles ha infatti approvato l iscrizione nel Registro europeo delle eccellenze alimentari, una decisione che sarà effettiva dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell UE. A dare l annuncio è il Consorzio di tutela, che coglie l occasione per ringraziare la Rappresentanza permanente d Italia presso l Ue e la Regione Liguria, in particolare il suo ufficio di Bruxelles. Il via libera europeo «rappresenta il riconoscimento della serietà, della professionalità e delle capacità di coloro che con me hanno portato a buon fine questo lunghissimo lavoro» esulta la presidente del Consorzio, Maura Macchiavelo. «L IGP non è più un obiettivo da raggiungere, ma da questo momento è un punto di partenza» afferma Lucio Bernini, responsabile del procedimento IGP per il Con- sorzio. Ora lo scopo è custodire il marchio di eccellenza «affinché la Focaccia col formaggio di Recco IGP possa essere anche una grande opportunità non solo per i produttori ma anche per il territorio della nostra zona di produzione». Recco è la città della focaccia col formaggio e con i comuni limitrofi (Sori, Avegno e Camogli) ne delimita la zona di produzione inserita nel disciplinare IGP redatto e approvato dal Consorzio Focaccia, costituitosi nel DICEMBRE 2014 NUMERO 59 ECCORECCO

15 DICEMBRE 2014 CROCE VERDE RECCO news Via Milite Ignoto 17 Tel SI CONCLUDONO LE MANIFESTAZIONI DEL NOVANTESIMO NOVANT ANNI RIVOLTI AL FUTURO Novant anni rivolti al futuro è il titolo del libro sulla storia della Croce Verde che verrà presentato sabato 13 dicembre alle 10 presso la Sala Consigliare di Recco, evento conclusivo dei numerosi appuntamenti che hanno celebrato nel 2014 il novantesimo anniversario di fondazione dell Associazione. Potrebbe sembrare strano, per chi non conoscesse a fondo la realtà della Croce Verde, che nel titolo di una pubblicazione sulla storia (legata per definizione agli eventi passati) appaia la parola futuro. Tuttavia nessun altro titolo avrebbe potuto descrivere meglio la mentalità che ormai da decenni consente alla Pubblica Assistenza di affrontare e spesso addirittura di anticipare, precorrendo i tempi, i cambiamenti che periodicamente si presentano nel settore in cui opera. Alle spalle dunque 90 anni non solo di Storia, quella con la S maiuscola dei pionieri del Club dei Matti, delle barelle a mano, dei bombardamenti e della ricostruzione ma anche di storie, quelle personali di uomini e donne che hanno fondato e consolidato nel tempo i valori di riferimento della solidarietà, dell altruismo e del volontariato intorno al motto Diligite Alterutrum, Amatevi e soccorretevi scambievolmente. Di fronte agli occhi invece il futuro iniziato nei primi anni 90 con la nascita del servizio 118, vera e propria rivoluzione del concetto di soccorso e che proprio in questi giorni ripropone una nuova sfida sotto forma di una legge regionale che ridisegnerà in maniera incisiva l assetto organizzativo dell emergenza santaria territoriale arrivando ad Il libro sui nostri primi 90 anni. inserire a tutti gli effetti le Pubbliche Assistenze all interno del Servizio Sanitario Regionale. Le pagine del libro pertanto rappresenteranno per i volontari attuali e per quelli che verranno uno specchio in cui guardarsi per conoscere la propria identità associativa, e sorretti da tale consapevolezza, continuare l opera iniziata dai Matti il 3 settembre ALESSIO GARDELLA MILITE SOCCORRITORE A.A.A. FARMACI INUTILIZZATI CERCASI I cittadini che avessero in casa farmaci non scaduti e materiale sanitario (garze, flaconaggio, pannoloni, etc) che non utilizzano più, possono portarli nella sede della Croce Verde, tutti i lunedì (escluso festivi) dalle ore alle ore 15.30, dove saranno ritirati da personale della Gigi Ghirotti. Si ricorda che possano essere riutilizzati solo i farmaci contenuti in confezioni integre. I farmaci saranno controllati da un farmacista che opera nell Associazione per la verifica della loro scadenza e per lo stato di buona conservazione. Pronto Soccorso in azienda La Croce Verde organizza i corsi previsti dalla Legge 81/2008 Presidente e Consiglio Direttivo augurano a Militi, Soci e Cittadinanza i migliori auguri di Buone Feste L articolo 15 del D.Lgs. 626/94 (sulla sicurezza negli ambienti di lavoro) dispone che il Datore di Lavoro: - deve prendere i provvedimenti necessari in materia di pronto soccorso e di assistenza medica di emergenza, stabilendo i rapporti con i servizi esterni anche per il trasporto dei lavoratori infortunati; - deve designare uno o più lavoratori incaricati dell attuazione del pronto soccorso. Informazioni al numero

16 SABATO MATTINA INCONTRI APERTI A TUTTI IL GENOVESE DI MINARDI Non solo volontariato sanitario e sociale ma anche una particolare attenzione alla cultura e alle tradizioni storiche. Nell anno del novantesimo anniversario infatti la Croce Verde rinsalda il già radicato legame con il territorio e la sua storia ospitando un corso di lingua genovese. «Non si tratta di vere e proprie lezioni spiega Bruno Minardi, eclettico cultore di storia e tradizioni locali e promotore dell iniziativa ma piuttosto di una serie di incontri incentrati sia su lessico e grammatica sia su aspetti più legati alla storia e al folklore della nostra terra». Assolutamente gratuito, l appuntamento è fissato ogni sabato mattina a partire dal 10 gennaio dalle 10 alle 11 presso la sede sociale dell associazione recchelina ed è rivolto ad adulti e bambini che vogliano approfondire o semplicemente avvicinarsi a quella che, a buon diritto grazie ad un riconoscimento dell Unesco, si può considerare non un dialetto ma una vera e propria lingua. Minardi, forte di un esperienza ultradecennale nelle scuole di tutta la provincia, mette dunque a disposizione di tutti un vero e proprio patrimonio nato con la Superba Genova, dominatrice d Europa e giunto fino a noi attraverso i secoli. Per informazioni chiamare i numeri oppure A.G. Aiuta la CROCE VERDE RECCO... La Croce Verde ha bisogno di tutti Tutti hanno bisogno, prima o poi, della Croce Verde Iscriviti come SOCIO SOSTENITORE Tessera di euro 15 annuali. Iscriviti come MILITE Puoi scegliere l attività più confacente con la tua disponibilità di tempo. Iscriviti come DONATORE DI SANGUE La collaborazione con AVIS, di recente accordo, ti garantisce un ottimo servizio. Date di prelievo: autoemoteca presso la Croce Verde i primi 3 venerdì del mese dalle FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO, DUE PUNTI FERMI Fare il volontario presso la Croce Verde di Recco significa intraprendere un percorso importante e molto delicato, per cui è necessario ricevere una formazione adeguata. Durante il mese di novembre sono stati svolti vari incontri formativi che hanno dato la possibilità ai nostri militi di formarsi o aggiornarsi su alcuni argomenti relativi al mondo del soccorso. Essendo la nostra una pubblica assistenza in convenzione con il 118 i volontari che fanno servizio sulle ambulanze in emergenza devono ottenere e mantenere negli anni alcune certificazioni specifiche che possano consentire di mantenere sempre alto il livello di eccellenza e di efficacia dei nostri interventi. Il 12 novembre è iniziato il corso regionale per soccorritori volontari organizzato dal 118 di Genova (che terminerà a metà dicembre con un esame conclusivo)a cui stanno partecipando otto nostri militi. APPUNTAMENTI Lunedì 5 gennaio non mancate alla tradizionale grande tombolata che si terrà (lo comunicheremo appena troviamo un locale sufficientemente grande ) Lunedì 24 novembre 35 nostri volontari hanno svolto l'aggiornamento della certificazione DAE, necessaria per poter utilizzare il defibrillatore semiautomatico presente sulle nostre ambulanze. La serata si è svolta in due momenti, uno teorico, in cui sono state ripassate le procedure di soccorso sul paziente con arresto cardiaco, e uno pratico in cui i militi hanno dovuto dimostrare all esaminatore di avere le competenze necessarie per intervenire al meglio in tale situazione. Non è mancato come sempre il momento ludico, in cui la gestione del bar sociale ci ha deliziato il palato con una fantastica pastasciutta all amatriciana! Riposte le forchette nel cassetto, martedì 25 novembre, dopo un paio di rinvii dovuti al maltempo è iniziato il corso per volontari militi della nostra Croce Verde che ha l obiettivo di dare ai nuovi iscritti (ma anche a coloro che hanno dei dubbi e hanno bisogno di rinfrescare le proprie conoscenze) una formazione adeguata e completa su tutti gli scenari di soccorso possibili. Questo percorso si svolgerà con una lezione ogni due settimane e terminerà alla fine del mese di maggio ed è inoltre aperto alla popolazione. Durante la serata, che ha visto la partecipazione di una cinquantina di persone, si sono trattati due temi importantissimi: la compilazione dei fogli di viaggio, necessaria per poter registrare correttamente tutti i movimenti dei mezzi e dei militi e poter ottenere i rimborsi economici dalle strutture con cui siamo convenzionati, e la legge sulla privacy, fondamentale da conoscere e rispettare per tutti coloro che si approcciano al volontariato presso la nostra Croce Verde. L evento che ha chiuso il mese di novembre si è svolto venerdì 28 con una serata informativa, aperta a tutta la popolazione, in cui si è trattato il caldo tema dell Ebola. Il dott. Stefano Cappato, medico e volontario per Emergency in Sierra Leone, ha aperto il discorso spiegando la nascita di Ebola e ha mostrato alla sala, piena nonostante la pioggia, alcune interessantissime foto della sua recente esperienza nel paese africano. La seconda parte è stata svolta da Andrea Furgani, medico del 118 di Genova e nostro Direttore Sanitario, che ha spiegato più nel dettaglio cos è e come si trasmette il Virus Ebola, spiegando come il 118 si è attrezzato per affrontare un eventuale caso sospetto. Per tenervi aggiornati sugli eventi formativi della Croce Verde di Recco è sufficiente passare presso la nostra sede oppure mettere mi piace alla nostra pagina Facebook. SILVIA BOSCHI MILITE SOCCORRITORE

17 FATTI E NOTIZIE OPERAI ACROBATI IN VIA REBORA Una squadra di operai acrobati ha steso le reti metalliche che dovranno impedire la caduta di massi sulla strada provinciale in arrivo da Camogli. Si potrà così eliminare la strettoia di via Rebora ma soprattutto automobilisti e pedoni potranno transitare con maggior tranquillità ed gli addetti al distributore potranno lavorare sereni senza tener sempre d occhio la scarpata sovrastante. ADDIO CARA CABINA TELECOM «Questa cabina sarà rimossa dal 22/02/2015». Un cartello che lascia una minima speranza, anche perché sotto spiega che «è possibile chiedere che questo telefono resti attivo» inviando una ad AgCom (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni). La cabina, che si trova sotto i portici di Piazza Ricina, è una delle circa rimaste in Italia, destinata come quasi tutte le cabine stradali ad essere rimosse. CHEF IN ERBA: TUTTI GLI INCONTRI DEL CORSO E LE LEZIONI SPECIALI PER NATALE Chef in erba è un corso ormai affermato rivolto ai più piccoli che si tiene in collaborazione con la scuola materna Sacro Cuore. In occasione del Natale, si tengono lezioni a tema durante le quali si preparano dolci natalizi, panettone genovese e addobbi per l albero: venerdi 5 dicembre decorazioni per l albero di natale con la pasta di sale; venerdi 12 biscotti di natale con le formine natalizie; venerdi 19 panettone baciccia genovese. Le lezioni si tengono dalle alle 18.00/18.30 nella sala corsi di cucina presso l asilo; costo lezione singola 12 euro ingredienti inclusi. Per informazioni e iscrizioni: Francesca Pastori Ecco il calendario delle prossime lezioni del corso annuale: gennaio (mese della pasta fresca): venerdì 9 orecchiette, 16 trofie, 23 tagliatelle, 30 farfalle colorate. Febbraio (mese delle torte): 6 crostata girotondo, 13 torta di mele infrollata, 20 torta della nonna, 27 profitteroles. Marzo (mese del cioccolato): 6/cuori di cioccolato, 13 crostata nutella, 20 tartufi, 27 salamini al cioccolato inpirottinati. Aprile (mese delle torte salate): 3 tortino saporito, 10 rotolo fantasia, 17 coccodrillo di pasta sfoglia ripieno, 24 torta di bietole. Maggio (mese degli stuzzichini): 8 salatini misti o sushi colorato, 15 panettone gastronomico, 22 riccio di pane con spiedini, 29 polpettonno. DEGUSTARE UN OLIO EXTRAVERGINE Sabato 13 dicembre 2014 alle 18 presso il Ristorante Vitturin a Recco incontro su: Approccio sensoriale alla degustazione di un olio extra vergine di oliva, a cura di Emanuela Cuneo, dottoressa agronomo. Un incontro organizzato dagli Amici delle Olive (www.amicidelleolive.it) per parlare del nostro amato olio a cui seguirà una piccola degustazione. L 'ingresso all'incontro è libero. Al termine, chi lo desidera potrà fermarsi per una cena con specialità liguri, a buffet, con focaccia col formaggio, focaccia col pesto, pizzata, farinata, torte liguri, pesce marinato e carrello dei dolci. La quota a persona per la cena è di 25 euro (acqua e vino inclusi). Informazioni e prenotazioni per la cena: o I FILM AL CINEMA SAN GIUSEPPE Programmazione al Cinema San Giuseppe di Ruta (tel ). Sabato 6 ore 21.00, domenica 7 ore 16 e lunedì 8 dicembre ore 16: Confusi e felici. Sabato 13 ore e domenica 14 ore 16.00: Il giovane favoloso. Via Ippolito d Aste 2a Tel Sportello IAT Vendita biglietti AMT, APT, Autostradale Vendita abbonamenti e biglietti ferroviari Biglietti Acquario di Genova Ricariche cellulari on-line di tutti i gestori Vendita tessere Viacard Prenotazione e vendita biglietti dei teatri di Genova Biglietti dei principali concerti Affissione e pubblicità per i Comuni di Recco, Camogli e Avegno Sportello Touring Club Italiano TNT Point ECCORECCO NUMERO 59 DICEMBRE

18 BENESSERE IN CUCINA INFO AZIENDE VINCERE L INSONNIA Può sembrare strano, ma fino ad oggi nessuno conosce con esattezza il motivo biologico per cui si deve dormire. Teorie ne sono state ovviamente avanzate molte: il sonno potrebbe servire al ristoro dell organismo e del cervello, oppure a riaggiustare i meccanismi della termoregolazione, oppure a contrastare un eccessiva perdita di peso dovuta all abnorme aumento della spesa calorica in sua assenza. Di certo si sa che la privazione di sonno provoca depressione dell umore, apatia, irritabilità, stanchezza, senso di affaticamento psichico e muscolare. L insonnia è la percezione soggettiva della difficoltà di addormentamento o di una scarsa qualità del riposo, che, se sottovalutata, da semplice disturbo può trasformarsi in una vera e propria patologia cronica. Peraltro il problema dell insonnia è molto importante: è stato calcolato che nella sola Italia circa 12 milioni di persone (prevalentemente di sesso femminile) soffrano di questo disturbo: la maggior parte di queste ha difficoltà di addormentamento mentre poco meno della metà riferisce di svegliarsi a metà notte senza più riaddormentarsi. Esistono numerose classi di farmaci (ansiolitici, sedativi, antidepressivi) che permettono di controllare il disturbo, ma il loro uso (anche per i possibili effetti collaterali) deve essere prescritto dal proprio medico per curare stati di insonnia cronica di grave entità, accompagnati da alterazioni dell equilibrio psico-fisico. Al di fuori di questi casi, il disturbo può essere efficacemente combattuto rispettando in primo luogo alcune fondamentali regole di igiene del sonno, magari giovandosi anche dell aiuto di leggeri rimedi di natura fitoterapica. Ma anche in questo caso è sempre indispensabile l esperienza del farmacista rivolgendosi per un consiglio nelle farmacie e parafarmacie di fiducia. LA BACIOCCA La baciocca è una torta di patate tipica delle valli del levante genovese, come la val Stura, la val Graveglia e nelle terre parmensi di Santa Maria del Taro. Vediamo come realizzarla a casa, le quantità proposte sono per 10 persone. Tagliate a cubetti, 4 fette spesse di pancetta, 3 o 4 cipolle bionde medie anch esse tagliate a fette, pelare e affettare un chilo di patate. Usare un tegame dal fondo spesso, così il calore si riparte meglio, versare olio extravergine e fare rosolare la pancetta con le cipolle, quando sono ben colorite aggiungere le patate e sempre a fuoco basso, fare insaporire. Aggiungere pepe e sale e 4 cucchiai abbondanti di farina, girare e mescolare a fuoco basso per creare una crema, attenzione che non si attacchi al fondo. A questo punto aggiungere ½ litro di latte e, sempre a fuoco lento, farlo assorbire, poi aggiungere un cartoccio di panna da cucina (200 g), far rassodare poi lasciare riposare. Preparare un composto di farina 00, sale, olio e impastare, ottenendo un composto sodo, poi mettere a riposare 2 ore, si può anche preparare la sera prima. Con il mattarello preparare la sfoglia e renderla sottile, ungere il fondo di una teglia del diametro di 30 cm con olio, poi adagiare la pasta sul fondo facendola sbordare, riporre il ripieno freddo e assestarlo bene, spolverare con abbondante parmigiano grattato, ripiegare all interno i bordi della sfoglia creando una coroncina sul diametro della teglia, irrorare con un filo d olio e mettere nel forno caldo fino alla completa gratinatura della superfice. A fine cottura servire in tavola a temperatura tiepida. ANTONIO BOVETTI UMIDITÀ NELLE CASE Umidità i sintomi e le cause L umidità è senza dubbio uno dei principali problemi che da sempre affliggono le abitazioni e per tutti arriva il momento in cui ci si imbatte. Benché un certo grado di umidità sia assolutamente naturale, un suo eccesso è invece sempre dannoso sia per la casa che per la salute dei suoi abitanti. I sintomi più classici della presenza di un eccesso di umidità sono la comparsa di macchie ed aloni sulle pareti, la crescita di muffe, lo sfogliamento delle pitture e lo sfarinamento delle malte e degli intonaci sottostanti. Oltre all indubbio danno estetico, una casa umida è sicuramente più fredda ed insalubre: l umidità agisce infatti come ponte termico facendo sì che le pareti disperdano all esterno sino al doppio del calore, con conseguente spreco di energia e di conseguenza denaro. Le muffe, che sui muri umidi trovano il loro ambiente di sviluppo ideale, si riproducono rilasciando nell ambiente un enorme quantità di spore veicolano allergeni ad addirittura agenti tossici la cui influenza sulla salute umana è presa in sempre maggior considerazione dai medici. L eccesso di umidità in un abitazione può essere dovuto ad una moltitudine di cause differenti, e riconoscerle in modo chiaro è fondamentale per poter improntare una corretta strategia di risoluzione del problema. L esposizione ed il luogo di costruzione giocano senza dubbio un ruolo fondamentale, insieme alla presenza di infiltrazioni dai solai, la mancanza di ventilazione degli ambienti, la presenza di pareti fredde e ponti termici e l utilizzo di infissi a basso isolamento. In un grandissimo numero di casi, l umidità arriva dal terreno circostante, e viene assorbita dai muri e dalle solette per capillarità: si parla in questo caso di umidità di risalita. Umidità le soluzioni Per intervenire sulle prime cause sopra elencate è bene favorire l arieggiamento degli ambienti, evitare per quanto possibile di stendere il bucato all interno, utilizzare una cappa per aspirare i vapori di cottura ed installare ventole nei bagni ciechi. Anche le malte e le pitture utilizzate dovrebbero essere di tipo traspirante per permettere ai muri di respirare ed evitare ristagni e condensa. L umidità di risalita, detta anche umidità ascendente, benché estremamente diffusa, è sicuramente più difficile da contrastare perché è causata dalla naturale capillarità dei materiali da costruzione, specialmente di quelli utilizzati in passato. Se messi a contatto con un terreno naturalmente umido, questi si comportano infatti come spugne, assorbendo lentamente l acqua in eccesso ed i dannosi sali igroscopici contenuti nel terreno. Le soluzioni tradizionalmente proposte, quali l utilizzo di intonaci traspiranti o cartucce aeranti, benché in un primo momento sembrino effettivamente ridurre il problema, non fanno in realtà che aggravarlo aumentando l effetto camino, e sono pertanto destinate a fallire. Senza intraprendere opere costose e di dubbia efficacia come lo scavo di trincee ed intercapedini, ci sono tecnologie moderne, sicure ed assolutamente non invasive come l Elettrosmosi Attiva che vi permetteranno di sbarazzarvi definitivamente dell umidità da risalita nel modo più efficace ed economico possibile. La soluzione migliore in questi casi è affidarsi a dei professionisti del settore che siano in grado di valutare la vostra situazione e proporvi, senza impegno, il rimedio migliore. Per maggiori informazioni siamo a Vostra disposizione. VIA STAGNO 13 - SORI TEL IN COLLABORAZIONE CON ROSTICCERIA NANNI VIA XX SETTEMBRE 6 - RECCO - TEL DICEMBRE 2014 NUMERO 59 ECCORECCO

19 VECCHI GIORNALI IN LIBRERIA DAI QUOTIDIANI DI DICEMBRE 1994 La vignetta di Origone sul Secolo XIX del 22/12/1994. Don Bruno Macciò inventa il parroco-bus per accompagnare gli anziani in centro, vista la sospensione del servizio pubblico: il pulmino è stato acquistato con il contributo dei parrocchiani. Non si placano le polemiche sulla riforma delle APT (agenzia di promozione turistica) che passano da 11 a 5. Il Golfo Paradiso rientrerà in quella del Tigullio con sede a Santa Margherita Ligure. Si inaugura in ampi locali di Piazzale Olimpia il nuovo centro sociale, aperto a tutti i giovani del Golfo Paradiso con età tra i 13 e i 19 anni. Continua la polemica sul pronto soccorso del Sant Antonio: prima si mobilitano le Pubbliche Assistenze del Golfo Paradiso contro la ventilata chiusura, poi la ASL annuncia la completa ristrutturazione della struttura. Viabilità, parcheggi, servizi ricreativi e impianti sportivi sono le principali richieste dei recchesi, emerse dal questionario del Comune compilato e restituito dal 25% dei cittadini. Giorgio Biamonti e Titta Moltedo preparano un goloso mega pandolce di 140 chili che verrà distribuito la sera di Natale in piazza. I due chiedono l iscrizione del loro capolavoro nel Guinness dei primati. È arrivata dalla fabbrica di Novi, dove è stata costruita, la nuova passerella pedonale sul Recco: per ora mancano i fondi per l installazione tra la passeggiata e Punta Sant Anna. Nasce a Recco il circolo L Alba, strumento di aggregazione per quanti condividono il patrimonio di ideali a valori propri della cultura cattolica. Grazie all aiuto dei recchesi e alla collaborazione di Amga, Gian Carlo Noris e il suo Rekko realizzano l acquedotto di Lumbiji, in Tanzania. Pro Loco di Avegno al lavoro per un centro polivalente da realizzare nei locali al piano terra del capannone dell ex discoteca P4. LA NAVE DI TESEO Un libro sogna. Il libro è l unico oggetto inanimato che possa avere sogni. Il vulcanico J.J. Abrams produttore sceneggiatore, regista e creatore di storie per il cinema e la televisione, l uomo che ha riportato al successo al cinema la saga Star Trek, che ha diretto action movie come Mission: Impossible, deve aver letto e aver rimuginato su questa frase del nostro Ennio Flaiano (il soggettista e sceneggiatore preferito da Federico Fellini). E, forte della complicità dello scrittore Doug Dorst, ha ideato un libro insolito ed intrigante. La nave di Teseo (questo è il titolo che campeggia sul dorso) appare esteriormente come un volume degli anni quaranta-cinquanta trafugato da una biblioteca. Un volume che contiene due storie parallele che si intrecciano tra di loro. La prima è costituita dalla vicenda attorno alla quale si dipana il racconto vero e proprio. Attribuito ad un autore immaginario, chiamato W.M. Straka, narra di un uomo senza passato, rapito e imbarcato a forza su una strana nave dal terrificante equipaggio e lanciato verso i pericoli di una missione ignota. L altra è quella che si ricostruisce dalle note a margine apposte da due lettori: una giovane bibliotecaria che aveva trovato per caso il libro lasciato fuori posto da uno sconosciuto e che si accorge, nell atto di riporlo nello scaffale, delle annotazioni che il lettore aveva scritto di suo pugno per commentare i passaggi più cruciali del libro. Decide di rispondergli, commentando a sua volta la vicenda. Inizia così un singolare dialogo che li condurrà insieme in un mondo sconosciuto. E il libro sembra prendere vita, diventare in un certo qual modo il protagonista di una storia parallela. Che avesse davvero ragione Flaiano? Rizzoli Lizard, 472 pagine, 35 euro REGALI GOLOSI HOMEMADE TANTE RICETTE E IDEE PER OGNI OCCASIONE Di Anna Marconato ed Emanuela Sacconago. Ogni occasione è buona: un invito a cena, il compleanno della mamma, Halloween, Natale, San Valentino, la festa del papà... In questo libro troverete tante ricette semplici ed originali con un occhio sempre alla salute per quanto riguarda la scelta degli ingredienti, nonché gli accorgimenti per presentare le prelibatezze realizzate in modo inusuale e farne splendidi regali. Red Edizioni, 144 pagine, 19,50 euro ALMANACCO SELLERIO L Almanacco raccoglie scritti inediti o irreperibili di autori della casa editrice. Diversi per argomento, e per occasione ispiratrice, li accomuna inevitabilmente una sensibilità letteraria condivisa che è poi quella che costituisce l identità della casa editrice. In questo senso, prima di tutto l almanacco risponde al desiderio di presentare questa identità. E ogni brano è in realtà un racconto anche quando tratta di guerra o di viaggi, quando ricorda, quando tramanda 288 pagine, 16,00 euro LA SCIENZA DELLA PASTICCERIA Dario Bressanini svela a tutti la scienza che sta alla base della pasticceria. Una sorta di manuale di istruzioni che spiega il perché delle cose, poiché tutte le ricette seguono gli stessi principi chimici e fisici e conoscerli è utile per interpretarle al meglio, riprodurle a casa e sperimentare nuove varianti. I 5 capitoli del libro illustrano la struttura e le proprietà degli ingredienti con un linguaggio semplice e disegni esplicativi. Gribaudo, 200 pagine, 19,90 euro in collaborazione con PIAZZA GASTALDI, 1 RECCO TEL. 0185/76870 FAX. 0185/ CARTOLERIA LIBRERIA GIOCATTOLI VIDEOGIOCHI PIAZZA S. GIOVANNI BONO, 22 RECCO TEL. 0185/ FAX. 0185/ CARTOLERIA ARTICOLI DA REGALO E DA UFFICIO VIA IV NOVEMBRE 37 RECCO TEL 0185/ FAX. 0185/ LIBRERIA VARIA SAGGISTICA ROMANZI VIA DELLA REPUBBLICA, 16 CAMOGLI TEL. 0185/ FAX. 0185/ CARTOLERIA LIBRERIA GIOCATTOLI VIDEOGIOCHI ECCORECCO NUMERO 59 DICEMBRE

20 ECCORECCO ECCO I NOSTRI SOSTENITORI Via dei Giustiniani 48, Recco, Tel PIAZZA NICOLOSO 5, RECCO, TEL Zampaloni Via S. Giovanni Battista 9, Recco Tel Via Galata 23, Genova Tel una focaccia d autore trattoria con alloggio Locale Storico d Italia Via Roma, 160 tel Via XX Settembre 2 Tel Via B. Assereto 15 Tel IL SAPORE DELL OSPITALITÀ Ristorante Manuelina Via Roma Recco - Tel Fax FOCACCERIA & PIZZERIA Via San Giovanni Battista 33 - RECCO Tel Chiuso il lunedì PANIFICIO TOSSINI Genuini per Natura RISTORANTE Lungomare Marinai d Italia tel Via Roma, 70 - Recco - Tel

APERTI ANCHE LA DOMENICA MATTINA E POMERIGGIO Novembre e Dicembre extra apertura venerdì sera fino alle ore 24,00

APERTI ANCHE LA DOMENICA MATTINA E POMERIGGIO Novembre e Dicembre extra apertura venerdì sera fino alle ore 24,00 APERTI ANCHE LA DOMENICA MATTINA E POMERIGGIO Novembre e Dicembre extra apertura venerdì sera fino alle ore 24,00 Addobbi... Con il Natale arriva il momento di decorare la casa. Il Negozio... Vieni a scoprire

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta!

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta! Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado Orientarsi in un mondo indeterminato vuol dire accettare il carattere paradossale della vita, fare delle scelte, consapevoli del loro

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 CENTRO PARROCCHIALE OSNAGO PROGRAMMA DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 È Natale È Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

Zona Val di Chiana Senese IL REPARTO DI PEDIATRIA. i Pediatri di Famiglia, le Biblioteche, le Scuole. partecipano al progetto.

Zona Val di Chiana Senese IL REPARTO DI PEDIATRIA. i Pediatri di Famiglia, le Biblioteche, le Scuole. partecipano al progetto. Zona Val di Chiana Senese IL REPARTO DI PEDIATRIA i Pediatri di Famiglia, le Biblioteche, le Scuole partecipano al progetto Nati per Leggere Che cos è Nati per Leggere?...... è un progetto nazionale che

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette

Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette Introduzione... 7 Ti lascio una ricetta... 9 Ottobre... 13 Novembre... 51 Dicembre... 89 Gennaio...127 Febbraio...167 Marzo... 203 Aprile... 241

Dettagli

Iniziative promosse dalla Pro Loco nel periodo natalizio 2013

Iniziative promosse dalla Pro Loco nel periodo natalizio 2013 Iniziative promosse dalla Pro Loco nel periodo natalizio 2013 1. Luminarie natalizie Nell intento di creare il clima e l atmosfera natalizia nel nostro paese, domenica 24 novembre la Pro Loco installerà

Dettagli

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia?

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia? La nostra biografia Ecco la rielaborazione degli alunni di 5^ dell anno scolastico 2006/2007 delle notizie acquisite dalla lettura della sua biografia e dall incontro con il prof. Paolo Storti, ex allievo

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

COMUNE DI CAPISTRANO

COMUNE DI CAPISTRANO COMUNE DI CAPISTRANO GRUPPO BANDISTICO CITTA DI CAPISTRANO I Raduno Bandistico Città di Capistrano, 8 Agosto 2012 a Capistrano (VV) (Calabria). Con la partecipazione dei gruppi bandistici: L Associazione

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA - Rubano, 27 dicembre 2015 Anno 2 n 48 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane:

Dettagli

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune di Attilio Camozzi Presidente Aci Brescia C i siamo lasciati alle spalle un anno complesso. Il 2014 va negli archivi della storia recente. Confido che

Dettagli

Il Vostro Sindaco Bruno Piva

Il Vostro Sindaco Bruno Piva Cari cittadini, Il Natale è ormai vicino e in questa occasione, di riflessione e di nuovo inizio, è con gioia che rivolgo a tutti i più sinceri auguri di buone festività. Il momento è sicuramente difficile

Dettagli

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2 Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 1 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere RASSEGNA WEB giornalettismo.com Data Pubblicazione: 07/06/2013 giornalettismo.com http://www.giornalettismo.com/archives/967721/vacanze-studio-tutto-quello-che-ce-da-sapere/comment-page1/#comment-972985

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

Cibo che alimenta, cibo che sostiene

Cibo che alimenta, cibo che sostiene Newsletter 5, Giugno 2015 COME CRESCONO I NOSTRI PROGETTI Cari sostenitori e sostenitrici, sperando di portarvi un po di fresca aria andina, in questi torridi giorni d estate, ecco per voi la Quinta Newsletter

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO P.LE SAN FRANCESCO 3. Cod. Ministeriale GEMM867015

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO P.LE SAN FRANCESCO 3. Cod. Ministeriale GEMM867015 ISTITUTO COMPRENSIVO CHIAVARI 2 Anno Scolastico 2013/14 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO P.LE SAN FRANCESCO 3 Cod. Ministeriale GEMM867015 LINEE ESSENZIALI DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 1 FINALITÀ La nostra

Dettagli

fare il numero, digitare rimasto, che possiamo ancora usare i diversi valori seguente, che viene dopo

fare il numero, digitare rimasto, che possiamo ancora usare i diversi valori seguente, che viene dopo Unità 14 Telefonare fuori casa In questa unità imparerai: che cosa sono e come funzionano le schede telefoniche prepagate le parole legate alla telefonia a conoscere i pronomi e gli avverbi interrogativi

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Dalla rete tante idee per costruire a Natale

Dalla rete tante idee per costruire a Natale Dalla rete tante idee per costruire a Natale Il Natale è un momento speciale per i bambini e per gli adulti, educare al senso di appartenenza alla propria comunità, con le proprie scelte di fede e di valori,

Dettagli

!! " " " # $ "! %& ' ( " # ))' * * * +!" +

!!    # $ ! %& ' (  # ))' * * * +! + !! " " " # $ "! %& ' ( " # ))' * * * +!" + , $ "!$ " " - )." $ -! $-$ ) / / " )/ 0 1 +, %" " --!/ + 2 /!" "-! - " ".!! $ # 3 # ""!"! % 4 + - " " 5 6 6 7 8& - $ -)" 9! %+! " #! $ % 4 + : ;, < = > 0 " )"

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Guida didattica all unità 4 La città in festa

Guida didattica all unità 4 La città in festa Destinazione Italiano Livello 2 Guida didattica all unità 4 La città in festa 1. Proposta di articolazione dell unità 1. Come attività propedeutica, l insegnante svolge un attività di anticipazione, che

Dettagli

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 -

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - 1. AZIONI DI PROTEZIONE delle persone anziane con fragilità fisiche e sociali: Azione 1.1 Consolidamento del Call

Dettagli

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C

UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C P A G I N A 1 UNA LEZIONE DI ARTE NELLA CLASSE 1 ^ C Giorno 27 novembre, noi alunni della classe 5^ A Primaria del plesso Romana, ci siamo recati presso la sede centrale dell Istituto comprensivo Piero

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Nell efficienza la differenza

Nell efficienza la differenza Nell efficienza la differenza - Fotovoltaico - Installazioni elettriche - Impianti di sicurezza - Automazione - Illuminazione L impresa 2 Chi siamo Quello che offriamo Dal 1980 Wilhelm Holzmann è alla

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

4 Consigli per una gita in fattoria. La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica. Una guida a cura della Redazione di:

4 Consigli per una gita in fattoria. La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica. Una guida a cura della Redazione di: 4 Consigli per una gita in fattoria La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica Una guida a cura della Redazione di: PERCHÉ UNA GITA IN FATTORIA? I motivi per fare una gita in

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

Attività dell Urban Center

Attività dell Urban Center Attività dell Urban Center Report dell incontro con i rappresentanti di associazioni e cooperative 14 giugno 2012 www.rosignanofacentro.it info@rosignanofacentro.it Percorso di partecipazione promosso

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile.

Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile. di Pier Francesco Piccolomini 1 Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile. Oggi attraverso questa gigantesca

Dettagli

Assessorati alla Cultura e al Tempo Libero. Atmosfere. dal 6 dicembre al 6 gennaio

Assessorati alla Cultura e al Tempo Libero. Atmosfere. dal 6 dicembre al 6 gennaio Assessorati alla Cultura e al Tempo Libero Atmosfere di Natale 09 dal al gennaio Carissimi Trezzesi, nel definire il programma delle manifestazioni natalizie ho voluto amalgamare gli ingredienti della

Dettagli

MISSIONE MONITORAGGIO, ACQUISTO MULINO E SCAVO POZZO A TABLIGBO, TOGO JOSEPH KOUTO KOMI

MISSIONE MONITORAGGIO, ACQUISTO MULINO E SCAVO POZZO A TABLIGBO, TOGO JOSEPH KOUTO KOMI MISSIONE MONITORAGGIO, ACQUISTO MULINO E SCAVO POZZO A TABLIGBO, TOGO JOSEPH KOUTO KOMI 1 Arrivato a Lomé dopo un viaggio che ha superato le 24 ore, con scalo a Casablanca, Marocco, il 05.07.07, atterro

Dettagli

Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano

Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano Comitato Genitori Istituto Comprensivo di Stezzano In data di giovedì 4 giugno dalle ore 20.45 presso Auditorium Moscheni c/o la scuola secondaria F. Nullo si è tenuto il Comitato Genitori n. 4 per l anno

Dettagli

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras Sostegno a Distanza Scuola San José Honduras COMUNICAZIONE GENERALE 2010 222 I.- INTRODUZIONE- Cari amici, con la presente comunicazione desideriamo raccontarvi le attività realizzate grazie al sostegno

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Oltre ad acquisire una maggiore comprensione dell ambiente sociale con cui sono a contatto, gli allievi del corso trarranno i seguenti vantaggi:

Oltre ad acquisire una maggiore comprensione dell ambiente sociale con cui sono a contatto, gli allievi del corso trarranno i seguenti vantaggi: Senso e scopo La conoscenza della realtà locale costituisce la condizione preliminare per poter prendere parte alla vita sociale del comune di residenza. Il presente strumento permette ai docenti che lavorano

Dettagli

Un mondo dedicato a chi. cerca qualcosa di più. in un viaggio. di un viaggio

Un mondo dedicato a chi. cerca qualcosa di più. in un viaggio. di un viaggio Un mondo dedicato a chi in un viaggio cerca qualcosa di più di un viaggio Una mission che è una sfida Creare eventi unici, di grande impatto, dove nulla è lasciato al caso e con una cura del dettaglio

Dettagli

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015

DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 . DOCUMENTAZIONE PROGRAMMAZZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA PONTE DELLA VENTURINA A.S. 2014/2015 MOTIVAZIONI La consapevolezza che nei bambini della scuola dell infanzia sia necessario diffondere la

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO - DIDATTICO

PROGETTO EDUCATIVO - DIDATTICO Scuola dell Infanzia Paritaria Istituto Sacro Cuore Via Solferino 16-28100 Novara Tel. 0321/623289 - Fax. 0321/331244 In internet: www.scuolesacrocuore.it - E mail: novara@scuolesacrocuore.it PROGETTO

Dettagli

Il vostro Sindaco Bruno Piva

Il vostro Sindaco Bruno Piva 1 Le festività natalizie rappresentano da sempre un'occasione importante per rafforzare relazioni ed amicizie esprimendo, oltre agli auguri tradizionali, sentimenti di gratitudine e riconoscenza attraverso

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa Cari Oratori, ci stiamo avvicinando alla settimana diocesana degli Oratori, un momento forte che ci permette di concentrare l attenzione sulle nostre realtà educative.

Dettagli

Istituto San Tomaso d Aquino

Istituto San Tomaso d Aquino Istituto San Tomaso d Aquino alba pratalia aràba Linee di progetto per l utilizzo delle tecnologie nella didattica a.s. 2013 2014 a.s. 2014 2015 0 Linee di progetto per l utilizzo delle tecnologie nella

Dettagli

Albergo diffuso. Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel -

Albergo diffuso. Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel - Albergo diffuso Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel - Francesco Testa, Antonio Minguzzi Università degli Studi Del Molise Angelo Presenza Università G. D Annunzio di Chieti-Pescara

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI

IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI IL GIRO DEL MONDO IN 6 GIORNI - - diario di bordo - classi seconde 27 febbraio 2012 La ciurma della danza Oggi è il primo giorno della settimana interculturale e chissà cosa sta facendo il gruppo del ballo;

Dettagli

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen.

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen. Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico Presentazione Franchising www.sargreen.com info@sargreen.com 1 Sommario Il Franchising... 2 Mission Franchising... 2 Il settore

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012 COMUNE DI LONGOBARDI ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Con delibera di giunta n. 25 del 29 marzo 2012, il comune di Longobardi, di cui è sindaco Giacinto Mannarino, ha presentato istanza alla Regione,

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 1 1 Buone Feste da S O M M A R I O In Prima 1 Luci in sala 2 Eventi 3 Lavelli 4 Tre mesi fa è stata ripresa l attività laboratoriale del giornalino

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

I colori della musica prendono corpo Insieme con le diverse abilità

I colori della musica prendono corpo Insieme con le diverse abilità Progetto di musicoterapia I.P.S. Falcone Palazzolo S/O a.s. 2008/09 1 Scaletta 1 incontro 24 novembre 2008 - Finalità generale: Migliorare la socializzazione. Interazione positiva con tutti i compagni.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A2

Università per Stranieri di Siena Livello A2 Unità 17 Il Centro Territoriale Permanente In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sui Centri Territoriali Permanenti per l istruzione e la formazione in età adulta parole

Dettagli

Guida all uso. on line

Guida all uso. on line Guida all uso on line www.romatiburtina.it Ricco di storia, di attività, di tanti beni e servizi che sono cresciuti insieme alle case, alle famiglie e alle loro esigenze, nel V Municipio, tutto è a portata

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI Siamo il gruppo più numeroso della scuola e assieme alle maestre Meri e Silvia siamo diventati

Dettagli

Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita

Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita Low cost e lusso: la polarizzazione dei comportamenti dello shopper Europeo nei punti vendita Laura Volponi International Shopper Insights Director IRI Indice Il contesto modifica le abitudini La parola

Dettagli

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA Principi, obiettivi e istruzioni IL SOSTEGNO A DISTANZA che cos è Con il termine Sostegno a Distanza si vuole convenzionalmente indicare una forma di solidarietà, oggi molto

Dettagli

Alla ricerca degli antenati

Alla ricerca degli antenati Alla ricerca degli antenati Costruiamo insieme la storia Archiviazione dei microfilm di FamilySearch Documenti originali nell Archivio di Stato di Modena Progetto per le scuole superiori 2 Chi di noi non

Dettagli

Comune di Pesaro AUTONOMIA È SALUTE. Roma - 23 novembre 2015

Comune di Pesaro AUTONOMIA È SALUTE. Roma - 23 novembre 2015 Convegno internazionale AUTONOMIA È SALUTE PESARO RO. A scuola ci andiamo da soli. un progetto partecipato per l autonomia dei bambini e la mobilità sostenibile arch. Paola Stolfa Roma - 23 novembre 2015

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: Estense.com Vigarano, ecco il nuovo polo scolastico Paron: Scelta la data dell'11 settembre per riprenderci il futuro di Federica Pezzoli Vigarano Mainarda. Quello

Dettagli

Con Lola è più facile

Con Lola è più facile Direzione Didattica 3 Circolo di Carpi A.S. 2008/2009 Scuola dell infanzia Albertario Scuola dell Infanzia Peter Pan Scuola Primaria Collodi Con Lola è più facile Esperienza di continuità tra scuola dell

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Comunicato stampa venerdì 13 gennaio 2012 INCHIESTA DELL ASSESSORATO AL TURISMO SUL NATALE APPENA TRASCORSO: I CITTADINI RISPONDONO In conclusione del Natale, il Comune

Dettagli

SUCCESSO DI GIOCHI E PUBBLICO A G! COME GIOCARE Nei 3 giorni a fieramilanocity oltre 40.000 visitatori

SUCCESSO DI GIOCHI E PUBBLICO A G! COME GIOCARE Nei 3 giorni a fieramilanocity oltre 40.000 visitatori COMUNICATO STAMPA SUCCESSO DI GIOCHI E PUBBLICO A G! COME GIOCARE Nei 3 giorni a fieramilanocity oltre 40.000 visitatori Milano, 23 novembre 2009 G! come giocare, la mostra dedicata ai bambini e alle loro

Dettagli

PROVE D'INGRESSO DI ITALIANO L2 SCUOLA MEDIA DI GABRIELLA DEBETTO MATERIALI PER L'ALLIEVO. Editing ed illustrazioni di Anna Maria Napolitano

PROVE D'INGRESSO DI ITALIANO L2 SCUOLA MEDIA DI GABRIELLA DEBETTO MATERIALI PER L'ALLIEVO. Editing ed illustrazioni di Anna Maria Napolitano MATERIALI PER L'ALLIEVO COMUNE DI PADOVA Assessorato alle Politiche Scolastiche PROVE D'INGRESSO DI ITALIANO L DI GABRIELLA DEBETTO SCUOLA MEDIA CONSULENTE SCIENTIFICO MARIA CRISTINA PECCIANTI Editing

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco. L asilo nido Collodi, gestito dalla Cooperativa Accomazzi per conto della Città di Piossasco, accoglie 45 bambini dai 6 ai 36 mesi. Aspetto

Dettagli

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 100 E LODE VIGLIANI VALENTINA 5B 100/100 GATTUSO GIANLUCA 5 A PERRERO JESSICA 5 B CARIGNANO SILVIA 5 C 100/100 CIVIDINO DAVIDE 5C CIELO ANDREA 5 D RIZZA DAVIDE 5 D

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Stefania Grenzi Assessore al Volontariato Comune di Nonantola

Stefania Grenzi Assessore al Volontariato Comune di Nonantola Comune di Nonantola Volontariato e Associazionismo possono essere considerati una delle grandi ricchezze di Nonantola. Partecipazione, solidarietà e forza di volontà sono solo alcuni dei principi che caratterizzano

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli