2 MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2 MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014"

Transcript

1 MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 Abbinamento obbligatorio con LA STAMPA ANNO 3 - NR. 13 1,30 BOCCIATO Il sindaco di Modena scivola all 89esimo posto della classifica del Sole24Ore Consenso, Pighi in caduta libera Marino sui grillini: «Può un commesso fare il sindaco?» Ultimo tra i primi cittadini emiliani. Aimi: «Città in rianimazione» CALCIO SERIE A Squinzi: Berardi può restare per sempre erardi? Può restare per sempre, dipenderà da noi e dalle nostre ambizioni». Così il patron del Sassuolo Squinzi frena il passaggio del suo fenomeno alla Juve. «B er trovarlo bisogna scendere giù, tra Arezzo e Crotone, mentre va decisamente meglio ai colleghi di Ferrara, Forlì e Piacenza. Bisogna scendere fino alla posizione 89 (su 102) per trovare il sindaco di Modena Giorgio Pighi nella classifica sul gradimento dei primi cittadini stilata dal Sole 24Ore per il Un balzo indietro di due posizioni che fa precipitare il primo cittadino, il cui gradimento è sceso al 46%, all ultimo posto tra i sindaci emiliano romagnoli. Enrico Aimi (Forza Italia) attacca: «Siamo preoccupati di fronte ad una città in rianimazione, caduta sotto i colpi violenti di una immigrazione incontrollata, con politiche di accoglienza indiscriminata che hanno assorbito una gran parte del bilancio». P INAUGURAZIONE CON IL PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA Ateneo, al via l Anno accademico ALL INTERNO MIRANDOLA Sorpreso alla guida a 13 anni a pagina 13 NONANTOLA Elezioni, la Nannetti in campo per il Pd UNIVERSITÀ A pagina 10 a pagina 18.A PAGINA 5 PAVULLO.A PAGINA 25 INDAGINI Cinque episodi a settimana sull A1 e sull A22: gli automobilisti scappano appena ottenuto il carburante CRIMINALITA In fuga senza pagare dopo il rifornimento: raffica di colpi Camionista truffato per 20mila euro.a PAGINA 4 Continuano anche i furti di gasolio sui tir delle aziende: un agenzia di traslochi «visitata» sei volte in due mesi «Intitoliamo una scuola a Teresina Bortolucci» a pagina 19 LADRI SCATENATI LA PRESSA Razzie da migliaia di euro: svaligiate la polisportiva San Faustino e un negozio di abbigliamento di via Rosselli oleva fare un «affare» acquistando treni di gomme a basso prezzo: ma è stato ingannato e ha versato 20mila euro a due truffatori che si sono dileguati. V a pagina 7.A PAGINA 7 Pighi scivola all 89esimo posto nella classifica dei sindaci più apprezzati d Italia. Il gioioso staff del primo cittadino modenese è al lavoro per dare la giusta lettura ai dati: «Grossolano errore del Sole24Ore, la classifica è stata riportata al contrario...».a PAGINA 3 y(7hc2h9*rmmolt( +&!"!#!=![ QUANTO COSTA ONORARE I NOSTRI CARI? ECCO LA VERITÀ SU TERRACIELO L a permanenza a Terracielo Funeral Home, indipendentemente dal numero di giorni, costa 350, 450 o 600 Euro, a seconda delle dimensioni della sala prescelta. Il servizio è fatturato ed è a disposizione di tutte le agenzie di onoranze funebri che ne facciano richiesta. Il nostro personale, tutto regolarmente assunto, è costantemente formato e aggiornato sulle tecniche più avanzate e sulle normative specifiche della nostra professione. L esperienza e la professionalità dello staff di Terracielo, garantiscono risultati senza pari nella preparazione, nella cura e nell esposizione della salma, per consentirvi di conservare il miglior ricordo dei vostri cari. VIA EMILIA EST MODENA

2 2 MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014

3 MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 PRIMO PIANO 3 ACCERTAMENTI IN CORSO A destra una veduta dell autogrill di Secchia est, a sinistra un automobilista mentre fa rifornimento. Sotto due immagini del comando della polizia stradale di Modena nord in strada Cave di ramo di GIANCARLO SCARPA Scendono dall auto, fanno benzina come normali clienti e poi scappano senza pagare. Così, semplicemente, senza essere di solito catturati ma ricevendo a casa la denuncia. Non conosce soste il fenomeno dei furti di benzina: soprattutto in autostrada, sono centinaia i casi che vengono denunciati alle forze dell ordi - ne. Polizia stradale in primis. Il fenomeno è sistematico, fanno sapere dai comandi. O- gni settimana sono almeno 5 gli episodi nelle quattro aree di servizio che si trovano sull A1 e sull A22 (Secchia est e ovest; e Campogalliano est e ovest): più o meno 300 in un anno. Nel mirino finiscono i distributori di carburante dotati del servizio «self» con pagamento a posteriori: cioè prima si fa rifornimento e in seguito ci si reca alla cassa per versare il dovuto. Peccato che non sempre questo succeda e i ladri di benzina, è proprio il caso di definirli così, dopo a- ver fatto il pieno si danno alla fuga. Catturarli in flagranza non è tuttavia semplice e le ragioni sono diverse. Il primo motivo, probabilmente il principale, è che le «vittime» sono appunto le a- ree di servizio localizzate sulle strade a scorrimento veloce IL FENOMENO Aumentano i casi di rifornimenti compiuti da persone che poi non si recano in cassa per pagare il dovuto Fanno benzina e scappano: 300 colpi all anno In autostrada 5 casi a settimana. Denunce alla polstrada di Modena nord - l Autosole e l Au t o b re n n e ro, come detto, ma pure le Statali - nelle quali dileguarsi in fretta risulta assai più semplice rispetto ai distributori che si trovano nelle trafficate strade comunali o provinciali. La seconda ragione è che a volte chi compie questa tipologia di colpi viaggia su macchine rubate o con targa contraffatta: e dunque le indagini rischiano di finire nel vuoto quando si appura che la targa è finta, «tarocca». Perché alcune cifre sono modificate col nastro a- desivo oppure perché è l inte - ra targa a essere contraffatta, poiché creata ex novo in qualche fabbrica di lamierati. Sono comunque almeno 5 a settimana, fanno sapere dagli uffici di strada Cave di ramo della polizia stradale di Modena nord comandata da Giancarlo Alberti, le denunce presentate dei benzinai derubati. Querele accompagnate dalle immagini delle telecamere di video-sorveglianza o, in alcuni casi, direttamente dall i n- dicazione della tarda memorizzata dai testimoni. Elementi che semplificano, e di tanto, l individuazione del presunto responsabile: e quando si riesce ad arrivare alla persona collegata al veicolo, fisica o giuridica, scatta la denuncia. L accusa è ipotizzato di insolvenza fraudolenta. Un reato definito dall articolo 641 del Codice penale e punito fino a Video-sorveglianza Grazie alle telecamere si risale alle persone: e questi rischiano 2 anni di carcere. Ma c è chi guida auto con targhe false due anni di reclusione e 516 euro di multa. Non è poco: di certo è molto di più della media della benzina rubata senza pagare. Infatti la «media» degli ammanchi ammonta a euro: sarà anche un riflesso della crisi economica, c è chi ruba la benzina per «necessità», ma proprio non ne vale la pena. CRIMINALITA /2 In via Malavolti vigilanza e volanti L altra notte ladri anche alla «Saima Avandero» Anche la «Saima Avandero» ha dovuto fare i conti con i furti di combustibile. Un fenomeno comune ormai a numerose aziende. L episodio, alla nota ditta attiva nel settore dei trasporti e della logistica, è avvenuto nella tarda serata di domenica. Tra le e le infatti i ladri hanno raggiunto la sede al civico 18 di via Malavolti, nella zona industriale nonantolana della città, e hanno messo nel mirino un tir dal quale, dopo essere stato forzato il tappo, è iniziato lo svuotamento del serbatoio. A metà dell oper a, mentre «succhiavano» il gasolio dal mezzo pesante, i ladri sono stati tuttavia messi in fuga: a seguito dell allerta dell a l l a r- me è intervenuta una pattuglia di guardie giurate particolari della vigilanza privata Coopservice seguita da un equipaggio della squadra Volante della questura. Di conseguenza i malviventi, per evitare di finire in manette, si sono dileguati a bordo dell auto con la quale erano arrivati sul posto. Le indagini della polizia sono in corso; il bottino del colpo, come detto, dovrebbe essere limitato. CRIMINALITA /1 Raffica di raid di malviventi nell azienda di Baggiovara: assaliti i mezzi parcheggiati all ester no Furti di gasolio: 6 in 2 mesi alla «Emiliana traslochi» Ogni volta da ciascun mezzo spariscono 100 euro di gasolio. «Presto le telecamere» In sei mesi hanno subìto la bellezza di sei furti. Per un bottino complessivo di almeno un paio di migliaia di euro. Non conosce pace la «Emiliana traslochi» di Baggiovara: u- na ditta continuamente colpita dalla criminalità. L ultima volta pochissimi giorni fa. Come racconta il titolare, Nicola Zenzola, nel mirino ci sono «i nostri mezzi, che sono parcheggiati all esterno, nei parcheggi». Siamo al civico 110 di via Vittime civili di guerra e quindi, alla fine d e l l attività lavorativa quotidiana, sono posteggiati i veicoli professionale. Usati per lo spostamento dei mobili durante i traslochi, appunto. «I ladri - spiega - li raggiungono e svuotano i serbatoi, dopo averli forzati e aperti, in maniera INDISTURBATI Nella foto di repertortio, una veduta di via Vittime civili di guerra indisturbata». In effetti, favoriti dal fatto che la zona è periferica e industriale, risulta quasi f acile per i malviventi mettere a segno questi colpi. Furti nei quali si aspira il carburante dal mezzo saccheggiato, magari con una pompa alimentata da un motorino, trasferendo il prezioso combustibile in apposite taniche. Colpi nei quali quali si ottiene un risultato elevato, in termini di bottino, con uno sforzo limitato. Non a caso risultano in aumento nell intera provincia. «Ogni volta - aggiunge il titolare - si tratta di carburante che sparisce per una cifra da 70 a 100 euro per ciascun mezzo. E lo scopriamo al mattino successivo, quando arriviamo al lavoro». Al danno, poi, si aggiungono la beffa e la complicazione di ritrovarsi con i veicoli a secco: «Non è così semplice arrivare al distributore più vicino per fare rifornimento...», aggiunge Zenzola, che come rimedio contro l escalation di furti sta pensando «a installare telecamere di video-sorveglianza. In due mesi abbiamo subito 5-6 colpi, occorrono rimedi». (G. SC.)

4 4 IL FATTO DEL GIORNO VERSO IL 2 MARZO La decisione è arrivata nell assemblea cittadina di ieri sera. Muzzarelli a Sel: «Un no sarebbe un errore» Primarie centrosinistra, il Pd apre a Silingardi e Mucci Marino su Grotti: «Può un commesso fare il sindaco?» di LUCA GARDINALE La decisione sarà presa con la prossima Assemblea in attesa della scelta di Sel, ma la linea è tracciata. Il Pd decide di aprire e le firme da raccogliere per presentarsi alle primarie passano dal 35% dei componenti dell Assemblea al 10% e dal 20% al 3% per gli iscritti. Una modifica che consentirà probabilmente a Paolo Silingardi e Luca Mucci di partecipare alla c o m p e t i z i o n e. E questa la proposta emersa durante l assemblea cittadina di ieri sera alla Madonnina, ma la decisione appunto arriverà con il prossimo incontro, mentre il segretario Andrea Sirotti in settimana vedrà i rappresentanti di Sel, Pdci e Socialisti per definire eventuali alleanze. «Sel ci ha confermato la disponibilità a stare al tavolo provinciale per la definizione delle primarie ma bisogna vedere come questa apertura si concretizzerà - ha detto Andrea Sirotti -. Tra domani (oggi ndr) e mercoledì capiremo quello che sarà emerso dalla riflessione dei partiti in vista di una coalizione». Agli interventi che hanno fatto seguito a quello del segretario va sottolineato quello dell assessore allo sport Antonino Marino. «Non vi nascondo - ha detto - che pensavo che stasera fosse quella decisiva per decidere sulle regole e per questo sono a disagio. Bisogna chiudere in fretta la discussione sulle regole e fare di tutto perchè si arrivi a primarie di coalizione. Le amministrative non devono essere una occasione per le rivincite personali». Movimento5Stelle L assessore ha poi auspicato che la collega Querzè rientri nella corsa per le primarie e infine la stoccata al Movimento 5 Stelle e al suo probabile candidato che, come riferito ieri da Prima Pagina, è Gabriele Grotti. «Può un commesso fare il sindaco di Modena? - si è chiesto Marino - La risposta è sì se noi alle primarie ci concentreremo troppo nella lotta tra tifoserie». Silingardi e Dori Soddisfatto per l apertura sulle regole Paolo Silingardi: «Apprezzo la posizione sulla raccolta firme perchè ritengo faccia bene al partito avere u- na presenza allargata alle primarie». Sibillino il consigliere Maurizio Dori che, mentre il leader di Modena Attiva parlava, ha osservato: «Speriamo Silingardi venga eletto sindaco e trovi un altro Silingardi a contestare tutto quello che fa». Muzzarelli scrive a Sel E sempre a proposito di primarie, ieri l assessore regionale alle Attività produttive e candidato alla competizione del 2 marzo Gian Carlo Muzzarelli ha scritto una lettera aperta a Sel: «Apprendo dalla stampa - si legge - che state discutendo se partecipare o meno alle primarie del centrosinistra per il candidato sindaco di Modena. Dal mio punto di vista la vostra assenza sarebbe un fatto negativo e un errore politico. Io credo che noi tutti - incalza l assessore regionale - abbiamo la responsabilità di costruire una coalizione di governo della città ampia e pluralista, con un programma centrato sulla qualità del lavoro, dello sviluppo e della democrazia. Una coalizione nella quale siano presenti, a- scoltate e rappresentate tutte le voci del centrosinistra modenese, come quella che mi onoro di rappresentare al governo della Regione. Pertanto - conclude - mi permetto di rivolgervi un appello alla partecipazione, disponibile, per parte mia, a favorire un confronto che consenta di trovare una cornice comune di regole, principi e o- biettivi. In ogni caso troverete sempre in me un interlocutore rispettoso delle vostre decisioni e pronto a riprendere la discussione per mettere una marcia in più nel buon governo e nel cambiamento della città di Modena». VERSO LE PRIMARIE Sopra e a sinistra, due momenti dell assemblea cittadina del Partito democratico che si è tenuta ieri sera al circolo della Madonnina Modena - Reggio Emilia

5 R MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 IL FATTO DEL GIORNO 5 LA CLASSIFICA E ultimo tra i primi cittadini emiliano romagnoli Consenso, Pighi in caduta libera E 89esimo tra i sindaci italiani Per trovarlo bisogna scendere giù, molto giù, tra Arezzo e Crotone, mentre va decisamente meglio ai colleghi di Ferrara, Forlì, Piacenza, Ravenna e Rimini. Bisogna scendere fino alla posizione 89 (su 102) per trovare il sindaco di Modena Giorgio Pighi nella classifica sul gradimento dei primi cittadini stilata dal Sole 24Ore per il Non che sia cambiato molto rispetto alla graduatoria 2012, che vedeva Pighi all 8 7esimo posto: un balzo indietro di due posizioni, insomma, che però fa precipitare il primo cittadino all ultimo posto tra i sindaci emiliani con il 46% di gradimento - il governance poll è basato sulle rilevazioni Ipr marketing - e cioè oltre quattro punti percentuali in meno di quelli ottenuti alle elezioni amministrative del Ma chi è il sindaco migliore d Italia, almeno secondo la classifica del quotidiano milanese? Con un gradimento del 68% e un balzo avanti di 11 posizioni, al primo posto della graduatoria c è Alessandro Cattaneo, sindaco di Pavia eletto per il centrodestra. Medaglia d argento a Michele Emiliano, sindaco di Bari che guida una coalizione di centrosinistra, mentre al terzo posto c è il primo cittadino di Salerno (anche lui di centrosinistra) Vincenzo De Luca. Ma quella del Sole 24O re non è una classifica particolarmente felice per le città emiliano romagnole: per trovare Ferrara, infatti, bisogna scendere alla 26esima posizione, dove si piazza il sindaco Tiziano Tagliani, mentre Roberto Balzani di Forlì occupa il 43esimo posto. Poco più sotto, in 48esima posizione, c è Paolo Dosi, che amministra Piacenza, mentre Fabrizio Matteucci di Ravenna è al 50esimo posto. Passando ai c at t iv i, quelli che occupano la seconda metà della graduatoria, Andrea Gnassi di Rimini si piazza al 62esimo posto, mentre Federico Pizzarrotti di Parma, unico sindaco g rillino di un capoluogo di provincia, scende al 73esimo posto (con un calo di quattro posizioni). Scendendo ancora più giù, in 84esima posizione si trova Virginio Merola, sindaco di Bologna (in calo di 5 posizioni), e, dulcis in fundo, Giorgio Pighi, che occupa l 89esimo posto. Fuori classifica Graziano Del Rio, primo cittadino di Reggio Emilia, che da giugno scorso, in seguito alla nomina a ministro, ha ceduto il timone della città al suo vice Ugo Ferrari. Escluso il sindaco di Ravenna Matteucci, tutti i primi cittadini della nostra regione sono in calo di popolarità, così come il presidente Vasco Errani, quinto tra i governatori con il 51% del consenso, contro il 52,1% dell anno s c o r s o. (l.g.) FORZA ITALIA Il coordinatore provinciale commenta la graduatoria del Sole 24Ore Aimi: «Una città finita in rianimazione» «Le politiche di accoglienza indiscriminata hanno assorbito gran parte del bilancio» ome Forza Italia potremmo politica- «C mente cannoneggiare alzo zero di fronte all imma gine di Giorgio Pighi in ma glia nera al tour dei sindaci italiani. C è invece di che essere preoccupati di fronte ad una città in rianimazione, caduta sotto i colpi violenti di una immigrazione incontrollata, voluta, cercata, blandita, nel nome di un e- gualitarismo che ha poco a che fare con l uguaglianza, e di una mal riposta fiducia nel prossimo, conseguenza di un buonismo che ha poco a che fare con la bontà». Così, il coordinatore provinciale di Forza Italia Enrico Aimi commenta la 89esima Via Mario Vellani Marchi, 60 (a 300 metri dall'incrocio tra Via Giardini e Viale Corassori, dietro alla Cassa di Risparmio di Cesena) - Modena Cell Tel posizione del sindaco di Modena nella classifica del Sole 2 4 O re. «Politiche sociali di accoglienza indiscriminata - spiega Aimi - che hanno assorbito una gran parte del bilancio, con una cecità sulle catastrofiche conseguenze che solo un esasperato fanatismo ideologico poteva e può giustificare. Sarebbe così troppo semplicistico addossare ogni responsabilità sul solo Pighi, spesso mero esecutore di quelle sconsiderate politiche di sinistra che aprono a tutti le frontiere e chiudono i Cie. E chiaro che se in un econo - mia già in difficoltà, immetti nuove povertà, tutto ne risente in maniera negativa. Esperimento fallito di fronte al numero esorbitante di assistiti e a quello sempre più ridimensionato di assi - s te nt i (imprenditori, commercianti, artigiani). Ci vuole qualcuno che, con coraggio, rimetta ordine nelle cose e faccia smaltire a certa sinistra una sbornia ideologica che oltre a togliere i punti sulla patente di primo cittadino li ha tolti, purtroppo in termini di vivibilità, anche a questa città». R

6 6 MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 soluzioni informatiche Soluzioni informatiche di qualità a prezzi COMPETITIVI + Vantaggi soluzioni informatiche VIA MARCONI 57/61 FIORANO MODENESE (MO) TEL FAX CEL Competenza + Trasparenza + Risparmio

7 CRONACA di MODENA MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 INDAGINI Finta vendita di pneumatici ieri mattina da parte di due campani a un autotraspor tatore «Copertoni in vendita»: maxi truffa La vittima consegna 20mila euro dopo l ok sul web: poi l inganno del gommista Si sono incontrati al casello di Modena nord per concludere l affare, spostandosi poi in città da un gommista: ma era tutto finto. Sono questi i contorni della truffa avvenuta ieri mattina. All altezza dello svincolo autostradale si sono infatti dati appuntamento il conducente di un tir di origini pugliesi e una coppia di presunti venditori campani, che avevano annunciato su internet la disponibilità di pneumatici da cedere a basso costo. Al centro degli interessi convergenti, appunto, quei treni di gomme sulla vendita dei quali era stato raggiunto un accordo «virtuale» su internet. Era però un imbroglio. Dopo l incontro, il camionista ha consegnato alla coppia una cifra - in contanti - elevatissima, tra i 15 e 20mila euro - fidandosi. Quindi la consegna: per la quale è stato necessario spostarsi all al - tezza di un gommista nei pressi di via Emilia ovest. Ma nel frattempo i due campani erano spariti. Con i soldi, ovviamente. E la vittima ha scoperto che quel gommista non c entrava nulla. Sul posto la polizia per le indagini. rganici inadeguati», «O certo. Ma pure «strategie di azione differenti». I poliziotti intervengono contro l escalation di furti e rapine: problema all ordine del giorno a Modena, ormai, da affrontare sotto diversi punti di vista. A suggerire alcune ipotesi è il Siulp, il sindacato unitario dei lavoratori di polizia. Il segretario provinciale, Bruno Fontana, si inserisce nel dibattito nato nel triangolo Prefettura-Procura-T ribunale nel quale è sorta la necessità di appellarsi a Roma, attraverso la politica, per ottenere rinforzi per le divise e per le toghe. «Concordo con la richiesta di incontrare i rappresentanti politici per rappresentare la grave situazione della sicurezza nel territorio - dice Fontana -, furti e rapine in primis, lamentando l inadeguatezza degli organici. Per anni abbiamo cercato di far capire quanto sia i- nattendibile la pianta organica della polizia di Stato modenese riferita a 32 anni fa, quando le esigenze operative erano completamente diverse così come era differente Modena sia sul fronte economico sia per presenza di varie etnie». Il fenomeno dei colpi, definito da Fontana «in evidente aumento esponenziale, sia in città ma anche e soprattutto nella provincia, deve essere affrontato con un piglio diverso e con un coinvolgimento totale di tutti gli attori che hanno potere e dovere di intervento. Non bastano proclami e interventi di facciata; va predisposto un serio progetto qualificato che coinvolga tutti perché la piaga colpisce tutti i cittadini. Non esistono più metodi di autodifesa che i singoli possono adottare perché questi criminali utilizzano strumenti sofisticati che eludono i sistemi di sorveglianza». Sono parole affilate come lame, quelle di Fontana. Che aggiunge: «Non esistono neanche più strategie di attenzione su o- rari, zone e metodi perché ormai i furti avvengono a ogni ora del giorno e della notte persino con i proprietari in casa. Segno della completa incuranza dei rischi che corrono e della consapevolezza su quanto sia irrisoria la pena nella quale incorreranno qualora vengano presi. E il fenomeno non si combatte neanche con l arrivo sporadico SICUREZZA I poliziotti intervengono sull escalation di colpi e rapine: per il Siulp «gli organici sono quelli di 32 anni fa» «Furti in aumento record: cambiare strategia» «Potenziare il lavoro investigativo della Mobile. I ladri fanno ciò che vogliono» di nuclei provenienti da fuori che spesso non conoscono l am - biente e si limitano a controlli a campione senza incidere sotto l aspetto della repressione». Il panorama tracciato, va da sé, è inquietante. A ogni modo il leader del Siulp prova a proporre alcune soluzioni. Fermo restando che «non abbiamo la bacchetta magica e non siamo così ingenui da pensare che un fenomeno così grave, su scala nazionale, si possa risolvere in breve e con poche mosse». Se si vuole contrastare il fenomeno dei furti «con le attuali poche risorse - spiega -, dobbiamo convogliare i nostri sforzi su quel settore. Questo significa potenziare il servizio di prevenzione con la Volante e soprattutto potenziare il lavoro repressivo con la squadra Mobile e gli uffici investigativi. Non è pensabile che la sezione furti della Mobile abbia solo 7 uomini, che devono sviluppare una miriade di notizie di reato per tutta la CRIMINALITA /1 Ieri da «Montorsi» in via Rosselli Irruzione in pausa pranzo Spariscono decine di vestiti Sono entrati durante la pausa pranzo, incuranti del fatto che il negozio si affacciasse proprio sulla strada e consapevoli che la saracinesca, di pomeriggio, rimane alzata. Ladri da «Montorsi cachemire»: il bottino ammonta a migliaia di euro. L episodio è avvenuto tra le 13 e le 15, quando la rivendita al civico 179 di via Fratelli Rosselli era chiusa per la pausa pranzo. I malviventi, atteso che nessuno potesse notarli, si sono introdotti dall ingresso dopo aver compiuto un effrazione. Una volta dentro nel negozio, hanno arraffato la merce sugli scaffali, capi di abbigliamento in cachemire - ovviamente - sia da uomo e sia da donna. Quindi si sono dileguati in silenzio così come erano giunti sul posto. La stima di quanto rubato è ancora in corso: si parla comunque di migliaia di euro dal momento che i capi (maglie, in primis) razziati sono alcune decine. In via Rosselli, dopo che i titolari hanno fatto la scoperta di quanto accaduto rientrando per il lavoro pomeridiano, è intervenuta la polizia a seguito della chiamata al 113. Gli uomini della Volante hanno effettuato il sopralluogo di furto e questa mattina verrà presentata formale denuncia in questura. In zona non ci sarebbero immagini della video-sorveglianza a supporto delle indagini. provincia. Sono talmente tante che spesso non riescono neanche a prenderle in considerazione tutte, figuriamoci a costruire un indagine di intercettazioni, sopralluoghi e ped inamen ti. Tra l altro un ufficio squadra Mobile di fascia B come Modena dovrebbe avere un organico di 50 uomini: ebbene, ne conta poco più di metà...». Allo stesso modo «non si può fare prevenzione con 2-3 volanti, soprattutto in provincia, dove con un equipaggio dei carabinieri di notte si devono coprire Comuni alcuni distanti km tra loro, rendendo inefficace la tempestività degli interventi». Infine, Fontana lancia un appello alla magistratura. «Ci dia una mano - precisa -. Alcuni giorni fa abbiamo letto le dichiarazioni del procuratore capo sulla difficile situazione degli organici della Procura. Lavorando al loro fianco vediamo in quali difficili condizioni debbano assicurare il loro servizio. Ma occorre in questo momento che gli autori di reati, qualora vengano arrestati e recidivi, subiscano una giusta condanna in carcere che serva da monito per gli altri e da sprone per gli operatori di polizia che non vedono così vanificare il loro lavoro e, tenuto conto delle enormi difficoltà nell assicurare alla giustizia i colpevoli, le risorse disponibili». (Giancarlo Scarpa) CRIMINALITA /2 Banditi di notte nella polisportiva di via Wiligelmo: allarme manomesso Assalto alla San Faustino per 300 euro Sparito l incasso del bar. Danneggiate due porte: danni ingenti SOLDI PER GLI AFFITTI I soldi rubati erano legati all utilizzo degli impianti Hanno manomesso l all arme, innanzi tutto. Poi hanno forzato due porte e quindi si sono introdotti all interno: pensavano di fare il colpo grosso e invece si sono dovuti «accontentare» di poche centinaia di euro. E successo alla polisportiva San Faustino. Nella notte tra venerdì e sabato scorsi, infatti, i malviventi si sono introdotti all interno della nota struttura sportiva che si affaccia su via Wiligelmo. Protetti dal vialetto ciclo-pedonale riservato e dagli alberi, hanno agito intorno alle 2. Per entrare, appunto, il sistema di antifurto è stato manomesso: era l ostacolo principale, in pratica. Quindi è stata compiuta l effrazione non di una ma bensì di due porte. Raggiunto il bar inserito a ll interno della polivalente, sono stati presi i soldi. Erano 300 euro e rappresentavano l incas - so degli impianti affittati. E probabile che i malviventi sapessero della presenza di quei soldi: solitamente, fanno sapere i gestori, il contante non viene lasciato in cassa. Tant è: una volta ottenuti quei soldi si sono dileguati silenziosamente così come erano arrivati. Quando l allarme ha ripreso a funzionare sul posto è intervenuta la polizia, con una pattuglia della squadra Volante, che ha effettuato i rilievi del sopralluogo di furto. (g. sc.)

8 8 CRONACA DI MODENA MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 Due trafficanti di droga, u- no tunisino e uno marocchino, in manette, sequestrati circa 800 grammi di hashish oltre a un migliaio di euro e alcuni telefoni cellulari. Questo l esito dell operazione «Dedalo» condotta dalla polizia municipale di Modena che da mesi stava svolgendo indagini su un gruppo di spacciatori d al - to livello che agivano in città. Il cerchio si è chiuso sabato 11 gennaio, all imbr unire, quando operatori del comando di via Galilei in abiti borghese, agenti in moto e in auto hanno stroncato un traffico di droga che avveniva nei pressi del tratto ciclo pedonale parallelo a via Scanaroli, vicino alla ferrovia Modena-Sassuolo. A seguito del blitz degli a- genti del Nucleo problematiche del territorio, ovvero la squadra diretta dal commissario Stefano Ante che combatte la criminalità e che dedica molte attenzioni alla battaglia contro la droga, sono finiti in carcere lo spacciatore tunisino 28enne Z. H. e il 40enne marocchino A. B., definito dagli investigatori della municipale un g rossista del modenese. Fermata anche una terza persona. L operazione, ribattezzata «Dedalo» perché svolta nell intricato labirinto di pedonali e ciclabili utilizzati per SPACCIO Si è conclusa l operazione «Dedalo» della polizia municipale. Operazioni vicino alla ferrovia Modena-Sassuolo Via Scanaroli: droga sulla ciclabile, arrestati Sequestrati 8 etti di hashish e stroncato un «giro». In carcere due magrebini PROBLEMATICHE DEL TERRITORIO Un intervento della municipale e la merce sequestrata il trasposto della droga da parte dei trafficanti, era iniziata all inizio di dicembre, grazie a ll arresto di alcuni spacciatori che agivano nelle vie del centro, sui viali cittadini e anche vicino alle scuole in via Rainusso e Palazzo Europa. Gli investigatori hanno iniziato a seguire il giovane Z. H., sospettato di spaccio, notandolo spesso mentre si tratteneva, anche con fare prepotente, con alcuni connazionali da cui raccoglieva somme di danaro. Il pedinamento del tunisino ha condotto gli agenti su un altra pista, quella ciclabile Scanaroli-Carbonieri, dove da tempo alcuni residenti lamentavano la presenza di un gruppo di stranieri che si radunava sulle panchine nel tardo pomeriggio. Gli operatori hanno così deciso di monitorare la zona per capire come avvenisse il commercio illegale. Alcuni componenti la banda fungevano da palo, pronti a dare l allar - me con fischi se qualcosa li insospettiva. Altri erano dediti allo spaccio al minuto che avveniva utilizzando biciclette. A. B., un «veterano» tra i componenti la banda, quando tutto sembrava tranquillo entrava in scena e svolgeva il suo compito: smerciare grossi quantitativi di droga. Sabato scorso all imbr unire gli agenti appostati hanno notato Z. H. consegnare parecchie banconote a A. B. che, dopo aver contato minuziosamente il danaro, ha consegnato un pacchetto a Z. H. che si è allontanato in bicicletta. Dopo un lungo inseguimento, iniziato in via Malmusi, il 28enne è stato ammanettato nel parco Pertini: era in possesso di mezzo chilo di hashish, che avrebbe quasi sicuramente ceduto agli spacciatori per la vendita al dettaglio. Pochi minuti dopo gli agenti, supportati da pattuglie del gruppo motorizzato, sono riusciti a catturare anche il presunto grossista, il marocchino, che non ha opposto resistenza: è stato trovato in possesso di altri tre panetti di hashish e il danaro ricevuto dal primo arrestato. Entrambi gli uomini, pluripregiudicati per reati inerenti gli stupefacenti e violenza a pubblico ufficiale, sono stati accompagnati nel carcere di San Anna. Guida il tir ma risulta in ferie: denunciato 57enne campano Doveva essere in ferie, ma stava lavorando. Così è stato denunciato: si tratta di un 57enne casertano scoperto dalla polizia stradale di Modena nord al volante del suo tir. Il fatto è avvenuto sull A1. Infatti l uomo, dipendente di una ditta campana, non avrebbe dovuto essere alla guida dal momento che nei moduli dell azienda per la quale lavora era indicato come di riposo. Questo in ossequio alle normative del Codice della strada che regola la quantità di ore al volante per i conducenti professionisti. Il 57enne dovrà rispondere di falso, al pari del titolare dell azienda. INSEGUIMENTO Folle fuga tra A1 e A14: tre pattuglie a caccia di una Ford Escort (rubata) giunta a Modena per un colpo Speronano la polstrada per evitare la cattura In manette un 32enne: recuperate tre tonnellate di ottone. Feriti due agenti Per sfuggire alla polizia stradale di Modena non hanno esitato a speronare una pattuglia: alla fine uno dei malviventi è stato arrestato e, assieme all auto rubata sulla quale viaggiava con il complicie sono state ritrovate due-tre tonnellate di ottone rubato per un valore di quasi mille euro. E successo in autostrada. L episodio è avvenuto alle 9 di mattina di sabato 11; all alte zza di Modena sud una pattuglia ha notato una Ford Escort station wagon con la portiera di sinistra lievemente manomessa: possibile conseguenza di una forzatura. Si è così deciso di fermare il veicolo che, per tutta risposta, ha accelerato. Ne è nato un inseguimento, proseguito per diversi chilometri dall A1 al l A14 e all altezza e che ha coinvolto due ulteriori pattuglie, una da Modena e una da Bologna. Mentre il traffico in autostrada è stato rallentato per arrestare la marcia del veicolo inseguito, la Ford è sgusciata sulla corsia d emerg enza, inseguita sempre dalle tre pattuglie. Un azione da film, insomma, che è proseguita ancora fino al km 14: qui le pattuglie della polstrada hanno tentato un «tappo» e la Ford ha speronato la pattuglia nella parte posteriore destra. Quindi i due a bordo ne sono scesi e si sono dati alla fuga a piedi «tagliando» autostrada e tangenziale. Si sono divisi, provando a dileguarsi e, dopo la corsa a piedi, il conducente è stato bloccato in via Arcoveggio, a Bologna, dove gli equipaggi di Modena nord sono stati aiutati anche dalle volanti della questura del capoluogo. L u o- mo fermato, con i vestiti sporchi di sangue, ha proseguito nel tentativo di fuga e ha spintonato gli agenti: finché non è stato ammanettato e arrestato. Si tratta del 32enne A. S., senza fissa dimora, pluri-pregiudicato e uscito da Sant Anna il 31 ottobre. Dovrà rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate finalizzate alla resistenza in concorso. La Ford, di proprietà di una sassolese, è risultata rubata in nottata alla stazione centrale di Bologna. Dentro c erano 180 cilindri metallici di vario diametro e colore giallo, probabilmente rubati in un azienda modenese: il furto di ottone era avvenuto nella nostra città perché nel veicolo è stato rinvenuto il biglietto di ingresso nella prima mattinata di Modena nord. I due, insomma, erano venuti a Modena per compiere il colpo e tornare indietro col b o t t i n o. I due poliziotti modenesi a bordo della pattuglia della polstrada speronata, rimasti lievemente feriti a causa dello schianto, si sono recati all ospeda - le Maggiore: la prognosi è di 5 giorni. CACCIA CONCLUSA Sopra la Ford Escordt con i tondini rubati, sotto la pattuglia di Modena nord speronata dallo stesso veicolo rubato IMPEGNO Un momento di lotta con tecniche Krav maga DIFESA PERSONALE Sicurezza, al via oggi il corso dei vip: Krav maga Inizia oggi pomeriggio alle 17.30, nei locali del Boxing club in via San Faustino 155, il nuovo corso di difesa personale israeliana, un metodo di combattimento usato dall'idf per prima e poi altri innumerevoli altri corpi speciali: il Krav maga. L'associazione Train with the best, che in provincia ha già altri corsi attivi, approda dunque anche a Modena grazie alla collaborazione con la Boxing club. Il «Krav», ormai divenuto famoso anche grazie ai tanti vip che lo praticano, è un sistema semplice, dunque di facile apprendimento, ma allo stesso che permette di difendersi in modo efficace, andando a colpire sempre in zone sensibili e con continue percussioni. La Train with the best, che ha sedi su tutto il territorio nazionale, annovera tra le proprie fila istruttori di prim'ordine, essendo per la maggior parte componenti delle forze armate e operatori della sicurezza pubblica e privata. «Chi si avvicina ai nostri corsi - spiegano gli organizzatori - troveranno serietà e un insegnamento re al e con docenti che affrontano pericoli quotidianamente, quindi pronti a insegnare non solo il Krav, ma anche il saper gestire le situazioni di stress nei momenti di pericolo». Per informazioni e

9 MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 CRONACA DI MODENA 9 SCHIANTO Ieri alle 13 l episodio di fronte alla stazione piccola. Rilievi della polstrada Investito sulle strisce da un suv mentre fa retromarcia: gravissimo anziano E ricoverato in gravi condizioni all ospeda - le di Baggiovara un anziano investito ieri nella tarda mattinata mentre camminava sulle strisce pedonali. E successo davanti alla stazione dei treni «piccola». Secondo quanto ricostruito dalla polizia stradale, infatti, verso le 13 il suv guidato da cittadino di origini turche residente a Bastiglia avrebbe travolto, ovviamente in modo inavvertito, un L 80enne intubato sul posto prima di essere portato a Baggiovara 80enne che stava camminando in piazza Manzoni. L anziano, caduto per terra, è rimasto seriamente ferito a causa della botta contro l asfalto ment r e l a u t o- mobilista è rimasto illeso. I primi soccorsi del 118, allertato telefonicamente da alcuni cittadini che hanno assistito alla scena, è stato prestato direttamente sul posto da un ambulanza della Misericordia e da un au to medica di Modena soccorso: il pensionato è stato infatti intubato prima di essere trasferito all ospedale di Baggiovara. Il suo stato, come detto, sarebbe grave anche se in base agli accertamenti dei medici del trauma center che lo hanno accolto non rischierebbe la vita. Oggi si saprà qualcosa di più sulle risposte che darà alle cure. I rilievi dello schianto sono stati effettuati da una pattuglia della polstrada di via Giardini; in base alle i- potesi sulla dinamica il suv del bastigliese stava compiendo una manovra di retromarcia quando il mezzo è venuto a collisione con l a n z i a n o. (g. sc.) TEMPESTIVI Un intervento del 118 in città (immagine d archivio) INTERVENTO Olga Vecchi (Forza Italia) «Kyenge tra i 100 pensatori più influenti? Chissà gli altri» In effetti il ministro Kyenge meritava il riconoscimento di entrare nella lista dei «100 pensatori piu i n- fluenti del mondo». Modena è orgogliosa di essere rappresentata nella lista da una donna, u- na modenese autentica e per di più «Ministro di scopo» della sinistra populista. A lt ro ch è «M in i s tro di grande valore simbolico» come cita la nomina. Sul grande valore passiamo oltre, sul simbolico è vero. Quale Ministro dell in t e- grazione ha pensato troppo e fatto poco. Ministro d e l l integrazione: un Paese così integrato che è perennemente in lotta, in difficoltà e- nor mi, sconvolto e so mmerso da sbarchi tragici e t ra v o l ge n- ti. Con dolorose catene di morti che addolorano e fanno pensare. In un anno il ministro Kyenge non ha saputo gestire l immig razione incontrollata e mozzafiato. La sinistra e la Kyenge con il loro populismo, con i loro comportamenti e le loro promesse colpevoli, fallimentari e demagogiche illudono i migranti con falsi «canti di sirene» spingendoli a sbarcare in Italia sperando di trovarvi l America. Chi arriva senza casa e senza lavoro in un Paese che ormai ha più disoccupati che lavoratori, che ha più tasse sulla casa che case stesse, quale il destino, quale il futuro? Anche il migliore migrante diventa, pur trop po, preda della malavita, più o meno o rga ni z z a- ta, come tutti coloro che vivono in sacche di povertà. Dopo il tra gico naufra gio d e l l o t t o- bre scorso a Lampedusa, quali i provvedimenti, cosa ha proposto o fatto la Kyenge? Aria fritta! Ha chiesto all Italia più accettazioni e meno repressione ed ha promesso di triplicare la capacità del Paese di ospitare i rifugiati nei Centri di accoglienza. Co eren temente, infatti, come inizio, ha chiuso il Cie di Modena, proprio della sua Città. Fuori, liberi tutti! Quando il ministro si scuoterà dal populismo ed otterrà la «ius soli» incrementerà certamente la natalità e la popolazione italiana: non siamo nemmeno più capaci di procreare, ci penseranno le tante migranti che già da mesi stanno sbarcando in Italia a fare nascere bambini italiani. Le «nostre radici» e la nostra cultura ringraziano il M i n i s t ro. (Olga Vecchi - Forza Italia) emergenza criminalità ha generato a Mo- «L dena una situazione inaccettabile e disperante. Le istituzioni soprattutto locali sono paralizzate e non sembrano in grado di prendere quegli urgenti provvedimenti che sarebbero necessari. È per questo motivo che lunedì mi sono recato in Consiglio Comunale con la ferma intenzione di raccogliere tra i miei colleghi le firme che consentano di convocare un Consiglio straordinario dedicato al l emergenza sicurezza». Così il consigliere leghista Fabrizio Cavani. «Il regolamento stabilisce che la richiesta deve essere sottoscritta da almeno dieci LA PROPOSTA Parla Fabrizio Cavani La Lega all attacco: «Convocare Consiglio straordinario sulla sicurezza» ISTRUZIONE Parla il presidente provinciale dell Associazione nazionale dirigenti scolastici «Scuola e sindacati: no agli iscritti di comodo Porre fine a un comportamento amorale» «A seguito di una formazione sui temi disciplinari tenuta dai dirigenti scolastici il 20 dicembre 2013 presso la scuola primaria Cittadella di Modena sui procedimenti disciplinari, abbiamo deciso di inviare questa lettera aperta ai sindacati modenesi. Abbiamo notato, in merito agli interventi disciplinari del personale della scuola, che quasi sempre gli interessati non sono iscritti al sindacato al momento dell a d d e b i- to contestato, salvo che quando sono in difficoltà, queste persone si i- scrivono e passano da sindacato A al B ed al C con la velocità della luce». Così il presidente provinciale dell A s s o c i a z i o- ne nazionale dirigenti scolastici (Andis) Omer Bone zzi in una lettera a- perta alle segreterie provinciali dei sindacati scuola Cisl-scuola, Flc C- gil, Gilda, Snals, Uil scuola. «Anche i Dirigenti scolastici sono iscritti da anni al sindacato ed e- sprimono il loro disappunto contro un comportamento (quello degli i- scritti per comodo ) che ritengono amorale, contrario ai principi mutualistici del sindacalismo stesso - continua Bonezzi -. Il costo di una difesa da parte dell av vo c a- to, sempre possibile, per una contestazione d a d- debito si aggira dai 600 consiglieri. Confido di trovare la doverosa disponibilità nei rappresentanti degli altri partiti. In caso contrario i modenesi avranno ben chiaro che ai nostri politici interessa ben poco del loro diritto alla sicurezza personale e dei propri beni - continua Cavani -. Proporrò inoltre che il Consiglio straordinario sia aperto ai rappresentanti delle associazioni di categoria e dei comitati dei cittadini, ai quali deve essere consentito di esprimere il proprio parere e portare il proprio contributo di idee e di suggerimenti. In quell occasione inoltre esporrò l articolato pacchetto di proposte della Lega Nord in materia di sicurezza. Tra i punti principali figurano la creazione di una centrale unica delle forze di polizia, l incremento dei sistemi di videosorveglianza, un ampliamento degli organici delle forze armate con funzioni di presidio del territorio e lo spostamento del maggior numero possibile di agenti municipali da mansioni d uf ficio a compiti di strada, soprattutto nelle ore notturne. Ritengo che l amministra - zione non possa più permettersi di non fare niente». ai 1000 euro, troviamo giusto che si sappia che la non iscrizione al sindacato può comportare anche questo costo. Accettare una delega di i- scrizione che può durare lo spazio di un mattino o meglio di una contestazione d addebito, inoltre, danneggia l imma gine del sindacato che viene vissuto come autobus «usa e getta«e non come istituzione positiva. Imbarazza tutto ciò chi invece la delega la paga da sempre, fa da sempre il suo dovere e che a volte è la vittima del neo iscritto al suo stesso sindacato di sempre». «Alcune vicende potrebbero essere utilizzate per far passare la falsa l immagine che i sindacati difendono solo i fannulloni, facendo passare in secondo piano l i n c o n- trovertibile funzione positiva del sindacato - chiude il presidente provinciale dell a s s o c i a z i o- ne dirigenti scolastici Bonezzi -. Chiediamo pertanto che il sindacato, come è giusto difenda solo coloro che all at t o dell evento erano iscritti al sindacato stesso, lasciando al loro destino (avvocato) quelli che si i- scrivono per comodo al momento del bisogno. Non sarebbe male un accordo politico e pubblico in questo senso dei sindacati provinciali. Accordo che già in passato fu fatto tra le organizzazioni sindacali».

10 10 CRONACA DI MODENA MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 Ieri il rettore Angelo Andrisano ha dichiarato ufficialmente aperto l'838esimo Anno accademico dell'università degli studi di Modena e Reggio Emilia. La cerimonia, ospitata alla Facoltà di Medicina e Chirurgia, ha visto succedersi gli interventi del presidente della Conferenza degli studenti Eli - sa Sonego e del presidente della consulta del personale tecnico amministrativo M i- chelangela Orlandi. Successivamente ha preso la parola Dino Giovannini e dopo di lui Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, ha tenuto la sua lectio magistralis sull'euro p a. Le parole di Andrisano «Il nostro Ateneo quest a n- no ha subito un taglio complessivo rispetto allo scorso anno pari a circa il 4.38% - ha detto Andrisano - Ad anno solare ormai concluso stiamo quindi rivedendo il preventivo definitivo. Non mi voglio soffermare sulle opinabili e discutibili modalità seguite dal Ministero nella formulazione ultima dei criteri di ripartizione dei suddetti stanziamenti che hanno messo in secondo piano le caratteristiche di virtuosità degli atenei, penalizzando ancor più del preventivato le strutture più meritevoli». «I nostri conti comunque sono in ordine - ha aggiunto il rettore - Il risultato è che, anche per il 2013/2014, siamo stati in grado di attivare con successo 76 corsi di laurea, 4 dei ISTRUZIONE Ieri mattina il rettore Andrisano ha inaugurato l 838esimo Anno accademico alla presenza di Giorgio Squinzi Ateneo, tagli del 4,3%: ma gli iscritti aumentano «In 5 anni si è passati da 906 docenti a 837. Età media salita a 50,4 anni» quali usufruibili anche con un servizio di supporto didattico aggiuntivo per la frequenza a distanza (FAD). Territorialmente abbiamo 56 corsi di laurea organizzati nella sede di Modena e 20 a Reggio Emilia. Inoltre, rispetto al contesto italiano, i laureati Unimore vantano livelli di disoccupazione inferiori del 10,1% rispetto alla media nazionale e guadagnano 123,00 euro in più al mese, rispetto alla media nazionale, sempre nel primo anno di lavoro». E Andrisano ha anche snocciolato una serie di numeri re- Il giorno 13 Gennaio troppo presto ha lasciato noi che l abbiamo carissimo nel cuore Carlo Strazzeri di anni 57 Ne danno il doloroso annuncio la moglie GLORIA, il figlio FABRIZIO con VIOLA, la madre LEUCCIA, il padre AGOSTINO, la zia ORNELLA, la suocera RINA ed unitamente ai parenti tutti. I Funerali avranno luogo domani Mercoledì 15 Gennaio alle ore 10:45 partendo dalla camera ardente del Policlinico in via del Pozzo per la Chiesa Parrocchiale di S.Rita (Via Frignani) ove alle ore 11:15 sarà celebrata la S.Messa, indi al Cimitero di S. Cataldo. Si ringraziano fin d ora quanti interverranno alla mesta cerimonia. Modena, 14 gennaio 2014 On. Fun. FARRI - Rua del Muro,32; V.le Moreali, Modena Via J. Da Porto, Baggiovara Tel: 059 / lativi agli iscritti. «La permanenza del nostro Ateneo in tutti questi anni ai vertici qualitativi del sistema universitario italiano è certamente all origine della costante crescita di studenti che ci ha portato a I CANDIDATI SINDACI Maletti: «Serve l università per riprendere a correre» Muzzarelli: «E una palestra di eccellenze» Enel giorno dell inaugura - zione dell anno accademico è immancabile l i ntervento dei due principali candidati sindaci Pd Francesca Maletti e Gian Carlo Muzzare l l i. «Modena ha bisogno della sua Università per riprendere la corsa interrotta dalla crisi - afferma Fr ancesca Maletti -. E credo che il nuovo sindaco, insieme ai colleghi del modenese e del reggiano, potrà e dovrà far valere in tutte le sedi il peso specifico di uno dei territori più produttivi e innovativi d Ital ia, per contrastare una politica dei tagli statali che è inaccettabile. Oggi, nel giorno dell inaugurazione dell anno accademico, bene ha fatto il rettore Angelo Andrisano a rendere noto che il nostro Ateneo dovrà gestire un taglio alle risorse del 4,38% in più rispetto al l anno precedente, parlando di precarietà su cui regge il sistema universitario. Non TAGLIO DEL NASTRO Alcuni momenti dell inaugurazione dell anno accademico. Alla cerimonia era presente anche la professoressa Modena contare alla fine dello scorso anno accademico circa iscritti ai corsi di laurea e circa iscritti a corsi post-universitari (scuole di specializzazione, master, corsi di perfezionamento) per un totale di CANDIDATI Francesca Maletti e Gian Carlo Muzzarelli dimentichiamo nemmeno i rischi legati alla riprogrammazione regionale delle sedi. Una situazione che non è irreversibile, scontata per natura e contro la quale i sindaci, i docenti gli studenti e le categorie produttive hanno il diritto-dovere di dire basta». «Modena è città universitaria senza se e senza ma - chiude la Maletti -. Le nostre imprese che chiedono una partnership forte con l At eneo per accedere in maniera rapida e innovativa ai vantaggi popolazione studentesca servita pari a persone - ha detto il rettore -. Nonostante il crescente impegno didattico richiesto da una popolazione studentesca in aumento, il corpo docente negli ultimi anni invece è andato continuamente scendendo per il blocco delle assunzioni imposto: si è passati in 5 anni da 906 unità a 837, calo del 7,6%. L età media complessiva è salita nello stesso periodo a 50,4 anni». L intervento di Squinzi E nel suo intervento il presidente Giorgio Squinzi si è soffermato sutematiche nazionale senza dimenticare prima di sottolineare come «l universi - tà italiana di oggi, sotto accusa per molte carenze, è un mondo aperto alle connessioni e gli d el l innovazione e della ricerca e alla formazione di nuove figure altamente specializzate. Dire Università di Modena, significa, però, parlare anche della difesa di eccellenze che esulano dal discorso meramente economico. Eccellenze in campo umanistico, sanitario e sociale, ad esempio, che non possiamo e- sporre ad ulteriore depauperamento e alle quali, anzi, dobbiamo unire nuovi fronti di sviluppo. La qualità della nostra vita passa da questa scambi, e le opportunità di cui possono godere gli studenti di oggi sono enormemente più grandi di quelle delle generazioni precedenti. Da qui, posso testimoniarlo, escono oggi giovani europei». Una premessa alla quale è seguita una riflessione sull Europa («Da europeista convinto confesso che molte delle promesse di crescita d el l economia reale in cui le nazioni euro avevano confidato al sorgere della moneta unica non si sono ancora realizzate, e la crisi e troppe debolezze politiche hanno aperto il varco a nuovi nazionalismi») e sull euro («costruire una moneta unica è stato lungo e complesso spacchettarla in una trentina di divise nazionali, o in una forte del Nord e una debole del Sud come pensa qualcuno, lo è enormemente di più». sfida». «La relazione del Magnifico rettore Andrisano, ha messo in luce aspetti importanti, e mi associo alla sua preoccupazione per le difficoltà dovute ai progressivi tagli di risorse - afferma Gian Carlo Muzzarelli -. Bisogna che il sistema si faccia valere e chieda al Governo ed ai propri parlamentari di intervenire per dare le risorse economiche necessarie allo sviluppo di un Ateneo così prestigioso. L'Università crea sapere, stimola aspirazioni e sogni da concretizzare, veicola informazioni e talenti, è una palestra di eccellenze. Prendo atto positivamente della valorizzazione del lavoro regionale per la rete regionale dell'alta tecnologia e i suoi Tecnopoli. Anche oggi viene confermato l'asse del sapere, del made in Italy e della green economy, e dell'alleanza e integrazione tra territori per il bene comune».

11 MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 CRONACA DI MODENA 11 «IL recente stato di agitazione dei sindacati, che hanno tenuto presidi di protesta davanti alla sede a- ziendale di San Giovanni del Cantone, al Pronto Soccorso di Baggiovara e al Distretto di Modena, ha determinato il primo grande risultato sancito nientemeno che dal Prefetto di Modena che ha dichiarato assolutamente legittime le richieste di informazioni, nella logica della trasparenza, che si pretendevano a gran voce da mesi, anche sui tavoli di trattativa, e sempre negate». Così in una nota Cisl Fp, Fials e Cobas. «In questa fase si è ottenuto un altro importante risultato con l ammissione ufficiale, da parte dell Azienda, della presenza di amianto nella struttura del poliambulatorio di via del Pozzo. Ci chiediamo perché è necessario un pressing pubblico per ottenere queste dichiarazioni? - continuano i sindacati - Spiace constatare che l'articolo apparso sui mass media locali, pur affermando che la situazione deve essere tenuta sotto controllo, nulla dice su cosa si intende fare per gli o- peratori che da decenni lavorano in quel luogo e che non erano a conoscenza della presenza di amianto nei pavimenti che, tutti questi anni, sono stati trattati senza gli accorgimenti che la normativa prevede. Cosa possono e devono pensare questi lavoratori per il passato? Possono stare SANITÀ La soddisfazione dei sindacati per quanto sancito dal prefetto: «L azienda si è mossa dopo il nostro pressing» «Ausl costretta alla trasparenza e alla equità» «Bene l ammissione sulla presenza di amianto. Ma servono altre risposte» tranquilli? Può l'azienda preoccuparsi di loro? Altro risultato è la preoccupazione dell'azienda di risolvere il caso dell Accordo Inail, unico punto nell ordine del giorno dell'incontro fissato per domani». «Non condividiamo l'atteggiamento anti sindacale di u- n'azienda che, in barba alle risposte che doveva dare in Prefettura, indice un incontro sindacale in pieno stato d'agitazione e su argomenti oggetti dello stesso, assumendosi l onere della eventuale divisione del mondo sindacale fra chi dovesse partecipare all'incontro e chi, viceversa, non lo facesse per ovvi motivi legati all'indizione dello stato di agitazione - continua la Cisl -. Non possiamo, quindi, dare spazio a chi potrebbe approfittare di questa situazione per accusare i sindacati in agitazione di bloccare o, addirittura, non voler discutere degli stessi argomenti che sono la fonte dell'azione sindacale. Pertanto, pur mantenendo in atto lo stato di agitazione, queste responsabili organizzazioni sindacati si presenteranno all'incontro del 15 gennaio, continuando però, all'esterno, a dimostrare la propria insoddisfazione con un ulteriore presidio di protesta che durerà per tutto il tempo dell'incontro. Infine informiamo i lavoratori che, al termine dell'incontro di mercoledì, i sindacati ancora in stato di agitazione utilizzeranno tutti i canali disponibili ed ufficiali per rendere pubblico, agli iscritti, non i- scritti e ai cittadini, il risultato finale dell'incontro». EX OSPEDALE ESTENSE Al via le iscrizioni al corso per smettere di fumare Anno nuovo e tanti buoni propositi da realizzare tra i quali, per i fumatori, magari anche quello di smettere di fumare. A chi vuole centrare questo importante obiettivo per la propria salute, l Azienda Usl di Modena offre un oppor - tunità in più p ro m u ove n d o un nuovo corso che ha lo scopo di aiutare ad abb a n do n are definitivamen - te la sigaretta. In particolare giovedì scade il termine per le iscrizioni al corso per smettere di fumare che si terrà al Centro Antifumo del Distretto Sanitario di Modena al secondo piano dell Ospedale Estense. L iscrizione è gratuita ( ). Il corso di gruppo per smettere di fumare utilizza una metodica di tipo cognitivo-comportamentale, ha una durata di due mesi e si articola in 12 incontri di due ore ciascuno. La forza e l efficacia del metodo sta soprattutto nell auto e mutuo aiuto tra i fumatori che partecipano al gruppo e nel percorso che porta ad una maggiore consapevolezza sui meccanismi della dipendenza. Al gruppo si accede dopo un colloquio preliminare; è possibile inoltre ricevere una consulenza pneumologica mirata. Renzi-Letta: partito di lotta e di governo L ideologo di antica militanza interpellato nel merito della strategia alla base del maschio confronto fra il segretario del Pd Matteo Renzi ed presidente del Consiglio Enrico Letta suggerisce di leggere la situazione come l inverarsi, finalmente, della strategia i- naugurata dal Pci di E- nrico Berlinguer del partito di lotta e di governo. Al di là dell amara ironia che ne possiamo ricavare e nell attesa che gli annunci si trasformino in fatti e che l i n s e d i a- mento della Segreteria Renzi produca gli effetti promessi, per i quali i tempi saranno sicuramente più lunghi, purtroppo, di quelli proposti dal segretario del Pd, la risposta ci dice che stiamo assistendo al riproporsi di vecchie pratiche che sono state alla base di fasi politiche che sembravano ormai superate. L antica teorizzazione di berlingueriana memoria del partito di lotta e di governo si è trasformata oggi nella guerra fratricida fra i sostenitori del Segretario e del Presidente del Consiglio all interno del Pd. E, i- ronia della sorte, fa proseliti mentre i diretti interessati ed i sostenitori della prima ora dei contendenti fingono non stia succedendo niente rispondendosi da lontano e modificando il tono ed il contenuto delle rispettive posizioni con rilanci più o meno accondiscendenti alle richieste di controparte a seconda della disponibilità d animo del giorno e premettendo sempre il riconoscimento del valore e dell autorevolezza del ruolo dell avversario. Della serie: sei bravo ma io lo sono più di te. Aspetta e vedrai. I commentatori ricordano che ai tempi della prima repubblica, che continuano, nella Dc succedevano fatti di questo tipo, come dimostra la quantità di governi succedutesi negli anni. Le mutazioni politiche ed il degrado culturale e di valori che hanno accompagnato l evoluzione della sinistra sino alla nascita del Pd ci hanno condotto alla pratica dello sport del tiro al segretario che, appena eletto, diventava il bersaglio della parte a lui avversa del gruppo dirigente del partito. Qualche ambizioso, non contentandosi di insidiare la segreteria, ha abbattuto un presidente del consiglio, Romano Prodi. Quindi ha aspettato che fosse candidato alla Presidenza della Repubblica e, di nuovo, lo ha impallinato, ma questo possiamo anche considerarlo un eccesso di zelo di qualcuno al di là dell amarezza che ha prodotto e del fatto confermato che per riuscire a perdere ci bastiamo. Del resto le notizie di politica locale sono la nascita di candidature a sindaco in modo estemporaneo e, da parte del Pd, per la candidatura a primo cittadino del comune capoluogo la scelta di un candidato da contrapporre a ben due assessori uscenti iscritti al partito. Per politiche amministrative che cambino verso con una marcia in più. Nulla da dire sulla qualità delle persone. Né sulle loro competenze politiche ed amministrative; però sulle ragioni della scelta e dell accettazione dell impegno una qualche spiegazione sarà opportuno averla. Se non altro per essere certi che competenze e disponibilità siano finalizzate al bene comune. Cosa di cui non ho a- vuto ragione di dubitare sinora dato il valore degli interessati ma, nella situazione data, forse qualche dubbio sarebbe opportuno scioglierlo. Al momento quindi pare nulla di nuovo sotto il sole, soprattutto per noi che crediamo nella politica e siamo cittadini elettori, a parte l effetto annuncio cui siamo stati abituati negli ultimo vent anni e non solo dall esponente della parte avversa alla nostra. (Angelo Fregni) Testata registrata presso il Tribunale di Modena il 21 febbraio 2012, numero 2079 Editore P.E. PIACENTINI EDITORE SRL Redazione di Modena Responsabile Giuseppe Leonelli indirizzo: via Emilia Est, 60 telefono: fax: Presidente Simone Torrini Amministratori Giulio Piacentini Stefano Piacentini Direttore Responsabile Corrado Guerra Stampa Rotopress International Srl Loreto (An), via Brecce Tel Modena Ag. Generale Gianluca Reggianini indirizzo: via Emilia Est 1058/C telefono: fax: Redazione di Reggio Emilia Responsabile Andrea Zambrano indirizzo: viale Isonzo, 72 telefono: fax: P.E. Concessionaria pubblicitaria Reggio Emilia FARE s.r.l. indirizzo: viale Timavo 95 telefono: fax:

12 CRONACA di CARPI Campogalliano - Novi - Soliera MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 TERRE D ARGINE Le violazioni al Codice della strada sono state circa 15700, in aumento rispetto all anno precedente (13800), ma in calo rispetto al 2011: sono cresciute quelle relative ai divieti di circolazione e sosta, accesso e sosta in Ztl e area pedonale e mancato rispetto della segnaletica stradale, ma anche quelle per circolazione senza assicurazione obbligatoria o senza tagliando. In aumento rispetto al 2012 anche gli incidenti, che sono sì più frequenti ma con conseguenze meno gravi, così come i ciclisti e i pedoni coinvo l t i. In leggera diminuzione invece i conducenti sorpresi a guidare in stato di ebbrezza. Sono questi i principali dati che emergono dal bilancio 2013 dell attività della polizia municipale. Vediamoli nel detta glio. Infrazioni al Codice della strada I veicoli controllati dalla polizia municipale nell anno 2013 sono stati quasi 18500; le violazioni complessivamente accertate, circa Tra le infrazioni più frequenti spiccano quelle relative ai divieti di circolazione e sosta, accesso e sosta in Ztl e area pedonale e mancato rispetto della segnaletica stradale, che complessivamente sono state circa Le violazioni negli spazi riservati alle persone disabili sono state circa 400, un 25% in più rispetto agli anni passati (320 nel 2012 e 312 nel 2011). TERRE D ARGINE Tutti i dati dell attività della polizia municipale: quasi le infrazioni accertate Codice della strada: aumentate le violazioni Nel 2013, 876 gli incidenti. In crescita il numero di ciclisti e pedoni coinvolti CARPI Cominciano le indagini archeologiche per la realizzazione dell impianto Nuova piscina, al via il cantiere Consegnata l area e affidati i lavori alla ditta Acquanova CARPI Nuova piscina: qualcosa si muove. «Per l av - vio dei lavori puntiamo alla fine dell anno, massimo primi di gennaio», aveva dichiarato a novembre l a s- sessore Carmelo Alberto D Addese. E così è stato. L assessorato ai lavori pubblici del Comune di Carpi ha comunicato infatti che mercoledì scorso è stata effettuata la consegna parziale dell area destinata alla costruzione della nuova Piscina Onorio Campedelli alla società di progetto A- quanova Carpi s.r.l. (di cui fanno parte CMB e Coopernuoto) per avviare i lavori di accantieramento e le indagini archeologiche propedeutiche alla realizzazione dell impianto natatorio. Ha preso il via quindi la prima fase - quella di studio tecnico - dei lavori per la realizzazione di un nuovo impianto che presenterà, Considerevole il numero dei conducenti di veicoli che sono stati poi sanzionati perché circolavano senza assicurazione obbligatoria: 184 rispetto ai 134 del 2012, un numero notevole che dimostra anche il periodo di difficoltà economiche che stanno vivendo i cittadini. Tra le 184 violazioni accertate per mancanza di assicurazione obbligatoria ben 9 sono state quelle relative a tagliandi falsi o contraffatti. Altro tipo di violazione che risente del periodo di difficoltà economica è quella relativa alla mancata revisione dell au t ove tt u ra, 460 rispetto ai 400 dell an n o prima. Meritano poi particolare attenzione altre tipologie di violazioni: mancato u- so di cinture di sicurezza (oltre 800); guida con il telefonino (oltre 500); velocità rilevata mediante strumentazioni (oltre 400); passaggio con il semaforo rosso (oltre 350). Relativamente alla guida in stato d ebbrezza alcolica sono stati sottoposti a pre-test quasi 12mila conducenti. Le violazioni complessivamente accertate sono state 51: 37 persone sono state sanzionate penalmente e 14 in via amministrativa. Il numero risulta in leggera diminuzione rispetto alle violazioni complessivamente accertate lo scorso anno (63). Incidenti Il numero complessivo dei sinistri stradali rilevati s ul l intero territorio dell Unione è leggermente aumentato rispetto all anno precedente: da 845 del 2012 si è pas- rispetto a quello attuale, migliorie strutturali con soluzioni per un miglior consumo energetico e migliorie tecniche per un ass et to migliore delle vasche proposte. sati a 876 nel Tuttavia si riscontra una flessione di quelli con lesioni per uno dei coinvolti (da 476 a 460), mentre si riscontra un aumento del numero dei sinistri con danni alle sole cose (da 361 a 409). Gli incidenti sono aumentati ma le conseguenze sono state meno gravi dunque: l anno appena passato è quello in cui si è registrato il numero più basso in assoluto di sinistri stradali con lesioni da quando è nata l Unione delle Terre d Argine, a cui la polizia municipale fa capo. I sinistri stradali con esito mortale sono stati 7, di cui 2 dovuti a malore del conducente prima del sinistro. Rimane sempre le stesse le cause più ricorrenti: perdita di controllo del veicolo, distrazione, mancata osservanza della distanza di sicurezza, ma anche la mancata segnalazione del cambio di direzione o di corsia o di altre manovre. E cambiato, invece, l orario nel quale si sono verificati più incidenti stradali, che è ora quello che va dalle 12 alle 13 dei giorni feriali: nel 2012 era la fascia Dato non in linea con le a- spettative riguarda poi l a u- mento dei conducenti di biciclette coinvolti nei sinistri stradali, che da 133 del 2012 sono passati a 153 nel Trend non positivo, altresì, anche per i pedoni coinvolti nei sinistri stradali, che da 32 del 2012 sono passati a 41 nel CARPI Conducenti soccorsi dal 118, ma non gravi Incroci di via Guastalla: due incidenti, 5 auto coinvolte CARPI Ancora indecisione nel centrodestra sullo strumento per scegliere il candidato sindaco Ipotesi primarie: il balletto continua Fratelli d Italia: «Rimandata ancora la decisione. Sollecitiamo risposte certe» CARPI Primarie no, primarie sì e poi ancora no. Il centrodestra continua a rimandare la scelta sul metodo per definire il candidato sindaco per le prossime amministrative. Le settimana scorsa, dopo l incalzare continuo di Fratelli d Italia iniziato a settembre, sembrava ormai fatta: a seguito dell incontro tra le varie correnti nate dopo la scissione del Pdl, pareva che lo strumento delle primarie fosse ad un passo dall essere attivato. Invece, «Forza Italia prende ancora tempo», fa sapere Antonio Russo di Fratelli d Italia. «Noi - prosegue - prendiamo questa decisione come l enne - simo rinvio. Da settembre chiediamo le primarie e soste- CARPI Sono tre i veicoli rimasti coinvolti nell in cide nte avvenuto ieri nel primo pomeriggio all incrocio tra via Guastalla e via dell In dustria. Due auto - una Fiat 500 condotta dalla 33enne C.M. e una Matiz guidata dalla 28enne G.G. - si sono scontrate, per poi sbattere contro u n auto ferma al semaforo. Il conducente, un ragazzo le cui iniziali sono G.A., nonostante l impatto non ha riportato conseguenze. Illesa anche una delle due ragazze, l altra invece è stata portata a ll ospedale per i controlli del caso, ma non ha riportato ferite gravi. Sul posto, oltre all ambulanza del 118, è niamo questo strumento come quello migliore per scegliere un candidato sindaco, perchè per dare spazio alla politica dei cittadini, bisogna che siano i cittadini a scegliere i propri politici. E da settembre rimandano». «C è grande sconforto da parte nostra - continua ancora intervenuta l infor tunistica per tutti i rilievi. Ora la dinamica dell incidente è al vaglio della polizia municipale. L incrocio di via Guastalla (questa volta con la tangenziale Bruno Losi) è stata teatro di un incidente anche la sera prima. Verso le proprio sotto al semaforo, semi frontale tra una C3, condotta da un ragazzo 20enne, e una Fiat punto guidata da un 43enne. Entrambi sono stati soccorsi dall ambulanza del 118, ma pare non abbiano riportato ferite gravi. Sul posto la volante della polizia, gli agenti della municipale e i vigili del fuoco. Anche in questo caso le forze dell ordi - ne stanno vagliando la dinamica dello scontro. il rappresentante di Fratelli d Italia, spiegando che - il timore è che a forza di rimandi si arrivi al no definitivo da parte loro con la scusa di mancanza di tempi tecnici». Chiedono quindi di avere al più presto una risposta certa, visto l avvicinarsi del mese di ma g gio. Russo conclude poi con una s c o c c at a in risposta a Roberto Benatti, collega consigliere comunale, e alla sua candidatura: «Che Benatti si candidi davvero alle primarie. Al di là del sostegno della Lega, motivato dall affetto per la persona di Roberto, per poter essere leader di una coalizione bisognerebbe passare per uno strumento che ne legittimi il r uolo». (e.g.)

13 Bassa MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 PROVINCIA 13 TASSAZIONE Mini-Imu, nell Area nord si paga solo in 4 Comuni CONCORDIA Il Comune di Concordia non ha deliberato a- liquote Imu maggiori di quelle base fissate dalla normativa nazionale, pertanto i residenti non devono pagare la cosiddetta mini-imu. La normativa prevede il pagamento della mini-imu solo nel caso in cui per gli immobili esentati dal pagamento del saldo 2013 il Comune abbia deliberato aliquote maggiori di quelle base fissate dalla normativa. Nulla è dovuto nel caso in cui il Comune abbia deliberato aliquote uguali o minori di quelle base, e questa è la condizione in cui si trova il Comune di Conc o rd i a. La mini-imu dovrà essere pagata solo dai cittadini di San Prospero, San Possidonio, Camposanto e Cavezzo. Non dovranno pagarla quindi i cittadini di Finale, Mirandola, Concordia, Medolla e San Felice. Sui siti dei rispettivi Comuni le istruzioni da seguire per effettuare i pag amenti. MIRANDOLA Due cittadini della Bassa sorpresi a t ra s gr e d i r e nel bolognese Fugge all alt dei carabinieri, nei guai un 13enne alla guida di una Fiat Punto AGEVOLAZIONI Tempi e modalità di richiesta Post-sisma, le scadenze per le domande di contributo MIRANDOLA Durante il fine settimana, i carabinieri del comando provinciale di Bologna hanno denunciato dieci persone, tre per guida senza patente in quanto mai conseguita, cinque per guida in stato di ebbrezza e due per stupefacenti. Tra questi il caso più eclatante vede coinvolto un 13enne di Mirandola sorpreso alla guida di un auto ovviamente, vista l età, senza p at e n t e. Il ragazzino era a bordo di una Fiat Punto e ha cercato di fuggire da un posto di blocco. Il 13enne non ha rispettato l alt che gli era stato intimato ad un un posto di controllo che i carabinieri del Nucleo radiomobile di Bologna avevano predisposto in viale Palmiro Togliatti. Il minorenne è stato raggiunto e fermato nel parcheggio dell Esselun - g a. Dagli accertamenti svolti è emerso che si era allontanato da una comunità per minori di Bologna dall ottobre scorso, eludendo così un provvedimento amministrativo di tutela emesso dalle autorità competenti. L auto, di proprietà di u n altra nomade residente a Rimini e priva della copertura assicurativa, è stata sequestrata e il conducente è stato riaccompagnato in comunità. Sempre i carabinieri, ma stavolta del Nucleo operativo della compagnia Bologna Centro, hanno arrestato un 44enne tunisino per spaccio di sostanze stupefacenti e segnalato un 34enne di Mirandola quale assuntore. Sabato intorno alle 12, infatti, il mirandolese è stato sorpreso ad acquistare droga dal tunisino. I due sono stati identificati e perquisiti e l i nvolu cro, contenente 0.4 grammi di hashish, è stato sequestrato. Lo spacciatore è stato arrestato poi rimesso in libertà e l ac - quirente è stato segnalato alla prefettura per uso personale di sostanze stupefacenti. INIZIATIVA Ciclo di appuntamenti promossi dai pensionati Spi-Cgil nell Area nord A due anni dal sisma, cinque incontri per parlare dei bisogni e delle aspettative della ricostruzione A due anni dal sisma è il titolo del ciclo di iniziative messo in campo da tutte le leghe pensionati Spi-Cgil dei 10 Comuni dell A re a nord, dopo aver sondato nei mesi scorsi gli anziani del territorio attraverso la distribuzione capillare di questionari. Gli incontri sono rivolti principalmente alla popolazione anziana, ma sono aperti a tutta la cittadinanza. Si inizia giovedì con la prima iniziativa su Misure di sicurezza in caso di eventi sismici. La tavola rotonda è alle ore nella sala centro di Comunità a Medolla. E previsto il saluto del sindaco di Medolla, Filippo Molinari. Intervengono Gian Marco Venturoli della Protezione civile, l ingegnere Alberto Parrino dei vigili del fuoco, l ingegnere Alberto Borghesi del servizio Geologico sismico della Regione Emilia-Romagna. Presiede e coordina la tavola rotonda Paola Luppi della Lega Spi-Cgil di Medolla. Al termine dell incontro verrà offerto un aperitivo. Il dibattito affronta temi quali le competenze di Protezione civile, vigili del fuoco e servizio Geologico sismico in caso di eventi sismici, le misure antisismiche di prevenzione da adottare per costruzione di edifici, ristrutturazioni e arredamento, comportamenti da adottare in caso di e- venti sismici, iniziative di formazione ed addestramento. Per le abitazioni e le imprese danneggiate dal sisma, comprese quelle agricole, prosegue il riconoscimento dei contributi nelle misure stabilite dalle ordinanze commissariali. Si ricorda che c è più tempo con la proroga delle scadenze per la presentazione delle domande di contributi di abitazioni e i m p re s e. La proroga dei termini è concessa a condizione che venga compilata u n istanza di prenotazione per il successivo deposito della domanda di contributo. L i st an za consiste nella semplice compilazione di un modulo, sempre all inter no delle due piattaforme informatiche Mude e Sfinge, contenente le principali informazioni relative all i n t e r ve n t o. La mancata compilazione dell istanza di prenotazione non permetterà il successivo deposito della domanda di contributo. I dati dichiarati in fase di istanza di prenotazione possono poi essere rettificati in fase di deposito della domanda. Abitazioni Per gli interventi già i- niziati, il deposito definitivo della domanda entro il 31 gennaio Per quanto riguarda a- bitazioni con danni B o C, la scadenza per il deposito viene spostata al 28 febbraio 2014, in questo caso non è prevista i- stanza di prenotazione. Per le abitazioni con danni classificati E la prenotazione dovrà essere compilata entro il 31 gennaio 2014 e il deposito della domanda dovrà avvenire entro il 31 dicembre Per quanto riguarda interventi su immobili compresi nelle Umi il deposito della domanda è previsto entro il 31 dicembre 2014, mentre per quelle subordinate al piano della ricostruzione entro il 30 giugno Imprese Prevista la prenotazione entro il 31 gennaio 2014 e il deposito entro il 31 dicembre CONCORDIA Il 20 gennaio 2014 è il termine ultimo per presentare le comunicazioni necessarie per l ottenimento di riduzioni della Tares. La presentazione è a pena di decadenza, pertanto la mancata o tardiva presentazione della comunicazione fa venir meno il diritto alla riduzione del tributo, anche se le condizioni di CONCORDIA Tutti gli adempimenti Scadenza Tares, ultimi giorni per chiedere la riduzione fatto richieste sussistono. In particolare entro il 20 gennaio 2014, dovrà essere presentata copia del formulario di identificazione dei rifiuti per l applicazione delle riduzioni di superficie previste per le utenze non domestiche che hanno superfici con contestuale produzione di rifiuti urbani e speciali, comunicazione, redatta su modello predisposto dal Comune e scaricabile dal sito web comunale, relativa alla riduzione del tributo dovuto dalle utenze domestiche che effettuano il compostaggio domestico e comunicazione, redatta su modello predisposto dal Comune e scaricabile dal sito web comunale, relativa alla riduzione del tributo dovuto dalle utenze non domestiche che avviano al recupero rifiuti speciali assimilati agli urbani, tramite soggetti abilitati diversi dal gestore del servizio pubbico.

14 Bassa - Area Vasta 14 PROVINCIA MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 POVIGLIO Barista 58enne scippata alle cinque del mattino: caccia al malvivente CASTELNOVO SOTTO Il sindaco risponde al Pdl sull omicidio Barani. Domani incontro sulla sicurezza «Non ci costituiremo parte civile» Bottazzi: «Basta rivangare la vicenda in questo modo» POVIGLIO Disavventura poco dopo le cinque di ieri mattina per una 58enne barista di Poviglio, rimasta vittima di uno scippo ad opera di un malvivente che, dopo il colpo, si è dileguato a piedi per le vie del paese. Ora l uomo è attivamente ricercato dai carabinieri di Poviglio che, intervenuti sul posto, hanno avviato le Il sindaco di Castelnovo Sotto Maurizio Bottazzi. A lato, Umberto Barani, ucciso a Case Melli indagini in ordine al reato di furto agg ravato. La donna ha raccontato ai militari che mentre stava aprendo il bar è stata sorpresa alle spalle da uno sconosciuto che le strappava la borsa che teneva tracolla, contenente denaro e documenti personali. Quindi la fuga per le vie del paese con la derubata che, illesa, chiamava il 112. CASTELNOVO SOTTO l Comune di Castelnovo «I Sotto non solo ha condannato fermamente fin dal primo momento il gesto efferato di Lamberto Alberti, che ha provocato la morte di Umberto Barani, ma ha anche messo in atto gesti concreti nei confronti della famiglia della vittima. Per quanto riguarda l a mm i- nistrazione comunale l auspi - cio è che questa sia l u lt i m a volta in cui viene rivangata pubblicamente, con queste modalità, la vicenda. Dobbiamo saper guardare avanti». Il sindaco Maurizio Bottazzi risponde così alle osservazioni mosse dal capogruppo della lista «Ora o mai più» Daniele Galli e dal capogruppo di Forza Italia-Pdl in Provincia, Giuseppe Pagliani, che chiedevano all amministrazione comunale una presa di posizione sul caso che l'estate scorsa ha visto consumarsi un omicidio nella frazione di Case Melli. «Nei mesi scorsi - prosegue il primo cittadino - abbiamo assistito la famiglia Barani nel percorso che l ha portata a ricevere una somma dalla Fondazione per le vittime dei reati e abbiamo cercato di portarle conforto in un momento così delicato. In merito alla richiesta al Comune di costituirsi parte civile è opportuno sottolineare come questo comporterebbe di fatto un precedente in cui si legittimerebbe l u tilizzo di soldi pubblici per intraprendere un azione legale in una vicenda dolorosa, ma pur sempre privata. Seguiremo con attenzione le fasi del processo a carico dell'imputato, fiduciosi che la giustizia faccia il proprio corso». Intanto il comune ha organizzato per domani sera un incontro aperto ai cittadini sul tema della sicurezza: un occa - sione per ragionare su come la cittadinanza può interagire efficacemente con le forze dell'ordine. L incontro, dal titolo La sicurezza territoriale e la collaborazione con le forze dell ' o rd i n e si terrà alle 21 al bocciodromo del paese. All a p- puntamento prenderanno parte - oltre al sindaco Maurizio Bottazzi - il comandante del corpo di polizia municipale Terre del Tricolore F laminio Reggiani, il maresciallo dei carabinieri della caserma di Castelnovo Sotto Massimo Mantini e il capitano della Compagnia dei carabinieri di Guastalla Stefano Petroni. CADELBOSCO SOPRA Azzurri all attacco, il sindaco risponde Spostata la bacheca di Forza Italia «La nuova sede è inadeguata» CADELBOSCO SOPRA l sindaco Cavalchi, invece di risolvere i pro- «I blemi dei cittadini, priva le opposizioni dei più elementari diritti della democrazia, come quello d infor mazione». La polemica scoppia a causa dell ordinanza e- messa recentemente dal primo cittadino di Cadelbosco, L attuale collocazione delle bacheche in cui si dispone lo spostamento delle bacheche gestite da Forza Italia e Rifondasiderazione le proposte al- sito, senza prendere in conzione Comunista. Una decisione che ha fatto infuriare quisiti previsti dal regolaternative, dotate di tutti i re- il coordinatore di Forza Italia-Pdl, Ciro Civitavecchia: opposizioni avevano fornito mento urbanistico, che le «La Cavalchi ha gestito tutta questa storia in modo un passo, il coordinatore az- per tempo». Con le elezioni a scorretto e sleale. Il sindaco, zurro bolla la mossa infatti, senza nemmeno a- dell amministrazione come spettare l esito del ricorso «un tentativo per ridurre al che abbiamo presentato al silenzio le opposizioni». prefetto di Reggio, ha ordinato il loro ricollocamento. chi, ìpuntualizza che il ri- Il sindaco, Silvana Caval- La nuova sede, però, è un collocamento delle bacheche si è reso necessario per luogo inadeguato e pericoloso, perché a ridosso di un due motivi: in primo luogo, i n c ro c i o». perché la sede attuale delle Il coordinatore PdL sottolinea anche come questa le e non comunale; in secon- stesse è su suolo parrocchia- nuova posizione renda difficoltosa la consultazione delcheche non rientrano nel do luogo, perché le due bale bacheche, poste in un area che, spesso, ospita mer- nuova piazza. «La sistema- progetto armonioso della cati e diverse iniziative. zione che abbiamo indicato, «Non ci opponiamo alla rimozione dall attuale sito - zioni con le parti - conclude dopo quattro mesi consulta- precisa Civitavecchia - la richiesta della parrocchia di so per tutti, collocata in una la Cavalchi - è di facile acces- S. Celestino, proprietaria di zona del paese frequentata, quella piccolissima porzione di terreno che attualmen- mercato. Se l intento fosse proprio perché animata dal te ospita le bacheche, è legittima; ciò che contestiamo è cere le opposizioni, di certo, stato quello di mettere a ta- il modus operandi del Comune. La decisione è stata go tanto visibile». non avremmo scelto un luo- presa imponendo il nuovo (Mara Boselli) NOVELLARA Presentate le «serate Rosè» Progetto per le pari opportunità e il gender NOVELLARA Iniziativa gradevole al palato e all intelletto, le S e r at e Rosè sono l evento cult dell anno. Iniziate a Novellara l 8 Gennaio, si ripeteranno il giorno 8 di ogni mese, fino a Maggio. L idea e la regia della Consigliera Comunale Francesca Luppi consiste nel promuovere la cultura delle pari opportunità attraverso un nuovo sguardo. Le serate, infatti, saranno strutturate in questo modo: alle ore 21 vi sarà una degustazione di vino rosato offerto dalle cantine del territorio ad esempio la prima serata è stata sponsorizzata dall Agricola Ronzoni con il Rosato 10+. A seguire, alle si apre la serata con l evento ad essa dedicata. La prima serata si è aperta con lo spettacolo Voci nella pol vere in prima assolutadi Maria Antonietta Centoducati, Gianni Binelli e Ovidio Bigi. Si è affrontato il tema del rispetto ambientale e umano attraverso la protagonista che denuncia a tutta la società il problema dell I l va di Taranto. Tratto da una storia vera. La consigliera Francesca Luppi interviene così «per avvicinare tutta la società alle tematiche delle pari opportunità, che riguardano tutti, senza distinzione di genere, ho deciso di utilizzare il termine rosè: né bianco, troppo debole, né rosso, troppo forte. Ma un compromesso rosato necessario affinché si abbia la consapevolezza dell attua - le condizione femminile. Ho voluto creare questo progetto proprio osservando la realtà e penso che, essendo giovane ed essendo donna, desidero partecipare al miglioramento del Paese attraverso buone pratiche che possano coinvolgere super generis i cittadini». FABBRICO Il sindaco Luca Parmiggiani sulla sua pagina Facebook parla della scelta di non ricandidarsi «Grazie per gli attestati di stima, ma la decisione è presa» Nessun ripensamento: «È una questione di serietà e coerenza verso me stesso» FABBRICO oglio ringraziare tutti coloro che in modo «V discreto, rispettoso e affettuoso, in questi ultimi mesi mi hanno chiesto di ripensarci, di fare un passo indietro, di ricandidarmi. Sappiate che mi avete messo in difficoltà, perché l'approccio diretto, discreto, affettuoso ma rispettoso delle mie scelte è un attestato di stima che ha toccato corde molto sensibili». Il sindaco di Fabbrico Luca Parmiggiani, che ha annunciato di non ricandidarsi al termine - imminente - del suo primo mandato - interviene così sulla sua decisione. E lo fa attraverso la sua pagina Facebook. «Mi sono sentito benvoluto, ho sentito gente che mi vuol bene. Questo - spiega il primo cittadino - è il miglior risultato che una persona Luca Parmiggiani, sindaco di Fabbrico possa ottenere. Ma con altrettanta stima, franchezza e affetto voglio ribadire che la mia decisione l'ho presa. Sto male, pensavo di star meglio, pensavo di sentirmi sollevato...e invece sto peggio. Ma è una questione di serietà, di coerenza e di rispetto verso me stesso, la mia famiglia e coloro che stanno lavorando per dare a Questo mondo è pieno di gente che rimane incollata a certi posti. Sarebbe sicuramente un mondo diverso se certe persone uscissero di scena ringraziando e togliendo il disturbo Fabbrico una continuità amministrativa. Non vi nego che penso spesso a come mi sentirò il 26 maggio, probabilmente male, ma essendo un sensibile ed un emotivo questo l ho messo in conto. So che è molto difficile che le persone non vedano, in questa mia scelta, la scelta di uno che ci molla, che abbandona, che scappa (qualcuno me l'ha detto), ma non è cosí. Credo che sia invece una grande dote capire quando è arrivato il momento di smettere, di fermarsi. Questo mondo è pieno di gente che rimane incollata a certi posti, che preferisce prendere un sonoro calcio nel sedere, che si incattivisce e degenera quando lo prende, perché fa male. Sarebbe sicuramente un mondo diverso se, certe persone capissero prima, che quel momento è arrivato e uscissero di scena ringraziando e togliendo il disturbo. Farebbero un grande servizio a loro stessi e alla collettività, lascerebbero sicuramente un ricordo migliore. Nel mio piccolo - conclude Luca Parmiggiani - ho voluto fare proprio questo tipo di scelta, perché dentro, per tanti motivi, personali e politici, sento di essere arrivato al capolinea».

15 SASSUOLO CRONACA di SASSUOLO Fiorano - Formigine - Frassinoro - Maranello - Montefiorino - Palagano - Prignano MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 SASSUOLO SASSUOLO Alla fine l aumento è arrivato: le tariffe e le rette per i nidi d infanzia e per le mense, hanno subito l aumento di circa il 10 per cento che era stato preventivato nel tanto sofferto consiglio comunale del 13 dicembre scorso. Ecco uno dei motivi delle dimissioni dell a s se s s o re Orienti, probabilmente. La delibera di giunta che ha reso operativo l aumento è dello scorso 27 dicembre Queste nuove tariffe entreranno in vigore a partire dal prossimo primo di febbraio, quindi ad anno in corso, un fatto più unico che raro, di aggiustamento in corso d opera. Il buono pasto quotidiano per la mensa arriverà, per chi ha Isee oltre 30 mila euro, a 7 euro, che diventano 7,15 per chi non è residente in città. Mentre la retta più alta per il nido full time, con SASSUOLO La decisione conseguenza del bilancio difficile di dicembre, e delle difficoltà della patrimoniale Aumentano le rette dei servizi scolastici Ma la giunta conta di ridurre il disagio, grazie al concordato di Sgp Isee sopra i 18 mila euro, sarà di 434 euro, 517 per chi è residente fuori Sassuolo. Per chi usufruisce invece del servizio part time, il massimo sarà 301 mila euro, 385 per i non residenti. Ma forse scendono... Tutto questo però accade prima che il tribunale accettasse il concordato in continuità per Sgp: gli aumenti erano stati pensati per prepararsi allo scenario peggiore, ovvero il rifiuto della richiesta, e la possibilità di dover trovare in breve 20 milioni di euro per far fronte ai debiti che sarebbero ricaduti sulle casse del Comune come socio u- nico della patrimoniale indebitata. Ciò significa che essendosi realizzato lo scenario migliore, sebbene co- SCUOLE Rette di asili nido e mense fra gli aumenti previsti munque si tratti di un concordato, forse i margini per ridurre o addirittura evitare il cambio di rette a metà d el l anno scolastico, potrebbero anche esserci. Ma per saperlo, occorrerebbe che almeno ci fosse un assessore competente. Può essere che anche quest ul t i- mo dubbio si sciolga già nella giornata di oggi. Deleghe a Corrado Nel pomeriggio dovrebbe tenersi la nuova seduta della giunta sassolese. E già oggi dovrebbe arrivare l ufficialità del passaggio delle deleghe che erano di Antonio Orienti, a Claudio Corrado, che fino ad oggi si è occupa del patrimonio del Comune e della cultura, e che quindi vedrebbe aumentare notevolmente le proprie responsabilità. Ancora da capire invece se sempre su di lui cadrà anche il pesante macigno del welfare, oppure se a sorpresa entrerà un nuovo nome, a sostituire Giorgio Barbieri, anche egli dimissionario alla vigilia del consiglio comunale di dicembre sul bilancio. Dunque per i genitori che attendono di sapere se gli e- sborsi per la scuola aumenteranno, occorrerà attendere l insediamento del nuovo assessore. Ma dalla giunta arrivano rassicurazioni sull impegno in questa direzione, che però significherà trovare circa 60 mila euro da altri voci in bilancio, questo il valore degli aumenti che per ora sono ufficialmente stati approvat i. (Simona Lonero) PRIMARIE Dopo le regole stabilite dalla città, arrivano le deroghe locali, e l ufficializzazione dei nomi Il Pd alle grandi manovre: in questi giorni i direttivi Formigine e Fiorano verso le primarie, Maranello e Sassuolo nome unico DISTRETTO Iniziano le grandi manovre per le primarie per scegliere il candidato sindaco del Pd, o per evitarle nel distretto. Entro il 24 gennaio tutti dovranno decidere cosa fare. Se a Sassuolo il nome ormai che attende solo l ufficialità è quello di Claudio Pistoni, non è chiaro però quando si terrà il direttivo del partito per sancire il percorso. A Formigine, si è tenuto invece ieri sera, con l esposizione del sondaggio effettuato durante le ultime primarie, che assegna un 6,9 come voto complessivo all amministrazione, e preoccupazioni per il tema del lavoro, e la tenuta dei servizi sociali. Il dibattito sulle regole locali è solo all inizio, e i nomi in PRIMARIE Firme, moduli e candidature. La macchina per la scelta dei candidati ufficiali alla poltrona di sindaco nei diversi comuni del distretto si sta mettendo in moto campo ancora quelli degli degli assessori Maria Costi e Antonietta Vastola. A Fiorano il direttivo è fissato per il prossimo 20 di gennaio, e in quella sede si parlerà di nomi, e si avrà l ufficialità sulla rosa, come conferma Marco Biagini segretario del partito cittadino: «Ho saputo in questi giorni - ha aggiunto - che qualcuno sta iniziando la raccolta delle firme, all interno del Pd, vorrei comunicare che non abbiamo ancora approntato il moduli, quindi quelle firme potrebbero poi non rispettare le modalità che ci daremo per la raccolta». In campo qui ci sono nomi come Marco Busani, assessore, Francesco Tosi, ex segretario del partito, ed Egidio Pagani, assessore provinciale, ed SASSUOLO Claudio Pistoni ex sindaco. Oltre a Luca Vallone, sceso in campo ufficialmente, ma fuori dal Pd, sebbene in coalizione. Infine c è Maranello, dove il direttivo si è tenuto ieri sera, allargato ad assessori e consiglieri, da dove uscirà probabilmente la candidatura dell assessore Massimiliano Morini, ex bersaniano, e poi ricchettiano, col sostegno del direttivo stesso, in attesa di vedere se MARANELLO Massimiliano Morini prenderanno forma altre candidature, magari di coalizione. Le primarie potrebbero non tenersi. Una candidatura quella di Morini mai ufficializzata, che si è costruita più internamente alla giunta, e in continuità con essa, che nelle riunioni di partito. I giochi quindi si decideranno ovunque in questi gior ni. (Simona Lonero) SASSUOLO appuntamento elettorale per il nuovo sinda- «L co non è troppo lontano, eppure non vedo possibili azioni sinergiche con altri gruppi». A parlare in questo modo è Ivano Piccinini, presidente dell a s- sociazione Conto Anch io a Sassuolo, che non ha mai nascosto l intenzione di presentare una propria lista civica alle prossime comunali. «Vogliamo attuare quel cambiamento - spiega - che altri partiti o movimenti promettono SASSUOLO L associazione guidata da Ivano Piccinini non nasconde l ambizione di partecipare alle prossime elezioni Conto anch io si prepara a fare l ago della bilancia «Nessun accordo possibile con la vecchia politica: al momento in campo vediamo un deserto di idee» solo a parole, rimettendo al centro di tutto il cittadino e affidando a lui la gestione territoriale; quindi meno burocrazia, perchè il sassolese torni ad essere parte attiva della comunità». Su un punto, chiarisce: «Le botte ghe della politica siano esse di destra o di sinistra si sono dimostrate incapaci di articolare progetti funzionali a favore della città a g- ASSOCIAZIONE Ivano Piccinini giunge - il problema è che si presenteranno facce già viste, è la solita minestra riscaldata. Vedo un deserto a livello di i- dee e allora penso che sarà tutto come sempre». Piccinini, che conosce il rischio per il suo comitato di rimanere stritolato nei meccanismi dei grandi partiti, puntualizza: «Questione di coerenza, siamo mossi da un forte spirito innovativo, per cui non sosteniamo questa o quella bandiera; al contrario una formazione politica dovrà sposare i nostri convincimenti, in questo caso sarebbe possibile un intesa ma la nostra natura che vuole tagliare le spese della politica segna un e- norme spartiacque con la concezione partitica del passato». Ma Conto Anch io è simile al M5s? «Quello è un movimento di protesta, - risponde Piccinini - di grandi proporzioni e in grado di raccogliere forti consensi, che parte da alcune buone considerazioni, poi è necessario attuare e diventare una forza attiva; francamente questo vivere nell ombra da parte dei g rillini mi lascia perplesso». Una curiosità: Ivano Piccinini alle elezioni 2009 raccolse circa 500 preferenze pari al 2,10% del totale; pochi voti, ma Caselli vinse su Pattuzzi di 140, quindi abbastanza da spostare l e s i t o. (Andrea Antonietti)

16 Distretto Ceramico 16 PROVINCIA MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 FIORANO Appuntamento all Astoria con i Venerdì Musicali: il prossimo sarà dedicato a Giuseppe Verdi insieme alla Gioventù Musicale Italiana Verdi in Jazz : tributo al grande compositore nel bicentenario della sua nascita Si riconferma la formula consolidata del biglietto fai-da-te: ciascuno sceglierà secondo disponibilità se lasciare un euro, 5 o 10 FIORANO Dopo il successo del Concerto degli Auguri con l O rch e s t r a Senzaspine, venerdì prossimo tornano i Venerdì Musicali di Fiorano con una nuova variante del progetto di Verdi in jazz della Gioventù Musicale Italiana di Modena, in occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, realizzato con il contributo della Fondazione della Cassa di Risparmio di Modena. Lo spettacolo Canti Verdi, note blu, acquerelli colorati p ro p o n e arie d opera verdiane, parafrasi jazz, acquerelli, lettere e letture proposti dal soprano Chiara Fiorani, da Stefano Calzolari al pianoforte, con letture di Anna Maria Pignatti Morano, la proiezione di acquerelli di Giuliano della Casa e la conduzione di Mauro Bompani. Saranno eseguiti il Valzer in fa ma g giore, Il brigidino, Lo spazzacamino, La donna è mobile da Rigoletto, Egli non riede ancora... da Il Corsaro, il Preludio al l atto III da Traviata, Er nani, Ernani involami da Ermani, Va p e n s i e ro da Nabucco, Ave Maria da Otello, Preludio dal S im o n Boccane g ra, E strano e Brindisi da Traviata. Si conferma la formula del biglietto fa da te: a libera scelta, ogni spettatore può pagare un biglietto da 1, 5 o 10 euro, secondo disponibilità, responsabilità, gradiment o. EVENTI Serate musicali CRIMINALITÀ Aumenta la preoccupazione dei cittadini per le razzie in diverse zone del distretto Ancora emergenza furti in appartamento Tentativi multipli segnalati sia a Maranello che a Fiorano ALLARME Forte preoccupazione anche nel distretto per le razzie nelle case DISTRETTO La nascita di diversi comitati come Stop ai ladri che proprio ieri ha fatto il suo primo incontro pubblico, a Maranello, e poi l appuntamento della vigilia di Natale in consiglio comunale per parlare di sicurezza, infine domani l incontro col Prefetto: tutti segnali che esiste un disagio diffuso. E infatti le segnalazioni di furti andati a segno o anche solo di tentativi si moltiplicano a cavallo fra i due Comuni di Fiorano e Maranello. Maranello Nel mirino, in particolar modo c è la frazione di Pozza. Lo scorso venerdì, segnalano alcuni residenti, sarebbero stati avvistati alcuni malintenzionati aggirarsi nei giardini di villette a schiera, che forse disturbati, o forse lì per un sopralluo go si sarebbero dileguati disturbati dai residenti resisi conto degli strani movimenti in atto nei g i a rd i n i. Ma sono diversi i casi di tentativi negli ultimi mesi, che ciascuno riferisce nel vicinato. Molti lamentano che la posizione della frazione vicina alla Nuova Estense, facilita la fuga dei malviventi, e rende le case in quell area appetibili, soprattutto in questa stagione, attorno alle 17, quando il buio scende, e le case sono vuote, con i proprietari spesso ancora al lavoro. Fiorano Ma ci sono problemi anche nella zona di Crociale, dove, anche in questo caso sono stati notati alcuni movimenti strani, e dove nell ultimo mese ci sono residenti che lamentano almeno un paio di tentativi di furto, qualcuno purtroppo anche andato a segno. Un allarme nell area che sarebbe aumentato nel periodo delle feste, con qualche casa vuota di chi ha scelto questo periodo per un piccolo viaggio. Insomma sebbene le forze dell ordine facciano del loro meglio, i furti in abitazione, sono ancora un incubo per molti cittadini. (si.lon.) SASSUOLO Riprende l attività di Kinetika SASSUOLO E' ripresa a pieno regime in questi giorni, dopo la pausa per le feste natalizie, l'attività dell'associazione sportiva Kinetika asd, presso la palestra del Centro fisioterapico Città di Sassuolo, in via Cavallotti 132. Si tengono corsi di gruppo e lezioni individuali, a cura di insegnanti specializzati, di Pilates, ginnastica correttiva integrata, back school, ginnastica dolce, pre-parto, yoga. Particolare attenzione viene dedicata ai problemi e dolori di schiena, conprogrammi ed esercizi specifici. Dal 2014 Kinetika lancia un nuovo attrezzo per il potenziamento del Pilates, il CFR, Core Fitness Roller, presentato al Rimini Wellness. FORMIGINE La 57esima edizione della tradizionale ricorrenza ormai un appuntamento per tutta la provincia Carnevale 2014: pronto il programma degli eventi Come ogni anno le maschere, ma anche i le sfilate dei carri per le vie FORMIGINE Nel 2014 il Carnevale dei Ragazzi giunge alla sua 57 edizione. Ricco come sempre il programma delle iniziat ive. Domenica 2 marzo protagoniste le maschere tradizionali: dalle ore 11, infatti, gli Zingari b iva c ch e r a n n o d ava n t i al castello offrendo ai passanti degustazioni di prodotti tipici. La famiglia Pavironica invece, aprirà il corso mascherato alle ore 14 con la banda e le majorettes, mentre alle ore 16 si esibirà nello sp ro l o qu i o dal balconcino di Sala Loggia. SFILATA Il carro vincitore del 2013 Un altro corso mascherato si terrà martedì 4 marzo dalle ore 14. Ad aprire la sfilata saranno il Re e la Regina della Zingaraja; seguiranno carri allegorici, gruppi folkloristici e ballerini. Durante tutta la giornata, che si concluderà alle ore 17 con la premiazione dei carri, si potranno degustare piatti tipici, come la 'cherseinta', alle ore 9, i maccheroni al ragù, alle ore 12, e la polenta alle ore Nel corso della sua storia il Carnevale formiginese, si è trasformato in una manifestazione di sempre maggiore richiamo, che coinvolge tutte le frazioni del territorio, le scuole ed alcune associazioni soprattutto nella creazione dei carri. «Il Carnevale dei Ragazzi nato nel 1957 come momento di festa dedicato in particolare ai bambini dichiarano il indaco Franco Richeldi e l'assessore alla cultura Mario Agati - dopo tanti anni, rimane un'occasione di grande divertimento, che il Comune organizza grazie alla collaborazione delle associazioni e di tanti volontari coordinati da Carlo Manni. La passione e l'impegno delle persone coinvolte ha fatto crescere questa importante manifestazione, tanto da diventare uno degli eventi più seguiti nel nostro territorio p rov i n c i a l e». Nell'ultima edizione, un vero e proprio bagno di folla: al primo posto, tra i carri si è classificata Viaggio a Londr a della Parrocchia di Mag reta.

17 MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 Distretto Ceramico - Area Vasta PROVINCIA 17 SCANDIANO Discarica di Rio Riazzone. I gruppi locali del Movimento 5 Stelle di Castellarano, Casalgrande e Scandiano si preparano alla battaglia. Maggiore coordinamento e maggiore informazione. Sono queste le linee guida che i grillini hanno definito per contrastare l'ecomostro in comproprietà al 51% col Comune di Castellarano, 44% Iren e 5% Comune di Scandiano. «A seguito della nostra partecipazione a diversi DISTRETTO A causa di Rio Riazzone bollette più alte: i grillini chiedono trasparenza e più informazione M5s, coordinamento contro la discarica Sotto accusa il metano rivenduto da Iren e l'aumento delle tariffe incontri - spieagano gli attivisti in u- nanota - ci siamo fatti l'idea che i cittadini siano all'oscuro di molti importanti aspetti relativi alla d i sc a r i ca». Ecco perchè diventa «necessario informare e rendere consapevoli i cittadini della storia di questo sito e dei possibili, preoccupanti, sviluppi futuri ai quali ci opporremo in ogni modo». quali sono le accuase? «I soci di Rio Riazzone S.p.A. hanno guadagnato in percentuale sulle quote di partecipazione per circa venti anni, dato che l'ecomostro ha inghiottito in quel periodo più di 2 milioni di metri cubi di rifiuti, compresi circa 300 m3 di scarti degli inceneritori quali ceneri pesanti e cenerino (residui tossici che però grazie al decreto Ronchi del 1997 vengono classificati "solo" come pericolosi)». Rendite che tolte le spese secondo i grillini «derivano dalle bollette sui rifiuti che noi tutti abbiamo pagato e continuiamo a pagare all'attuale Iren». In sostanza «la discarica ha terminato di ingoiare rifiuti nel 2008, ma continua a produrre guadagni. Dai rifiuti decomposti Iren produce metano che trasforma in elettricità e vende, anche con l'ausilio di pannelli fotovoltaici che I- ren ha piazzato su circa due terzi della discarica ch i u s a» Sotto accusa anche la superficie scoperta del- CASALGRANDE In tanti hanno partecipato alla terza edizione della festa di Sant Antonio Ciccioli in piazza: un successo Tripudio di paioli in una domenica baciata dal sole La festa di domenica a Casalgrande n «La chiusura può diventare un altra ghiotta occasione per i manager Iren» CASALGRANDE Grande successo per la Festa di Sant Antonio e per la cicciolata in piazza che si è svolta domenica a Casalgrande: la terza edizione della manifestazione è stata organizzata dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune e con il gruppo Alpini di Casalg rande. I norcini si sono sfidati nella preparazione dei ciccioli tradizionali. Ma non solo: non mancavano, in u- na splendida giornata baciata dal sole, stand gastronomici, il mercato, musica e la benedizione degli animali e di mezzi agricoli. Nel pomeriggio è stata impartita la benedizione ad animali e mezzi per S a nt Antonio. Una giuria di esperti ha quindi valutato i 27 norcini in gara per eleggere il Re del cicciolo. Per la categoria della cottura a legna, il primo classificato è Enrico Bargi. Ale secondo posto Laurenti Marastoni, al terzo Sauro Marastoni. Per quanto riguarda invece la cottura a gas, la vittoria è andata a Romano Veroni. Seguono sul podio Gianni Galiotto e Gabriele Vezzani. l'impianto e il mancato livellamento dello strato superficiale, che ha provocato un ristagno delle acque piovane con produzione di percolato. Che lo smaltimento poi sia gravato sulle bollette è opinine anche dello stesso sindaco di Castellarano Gianluca Rivi. Ma anche la chiusura della discarcia può diventare un altra «ghiotta occasione per i manager Iren che subito la sfruttano progettando di utilizzare per la copertura circa 70 mila metri cubi di ceneri pesanti provenienti dagli inceneritori rifiuti Iren di Parma, Piacenza e Torino. Da qui la preoccupazione «Riteniamo che queste ceneri siano certamente più tossiche e pericolose della ghiaia prevista inizialmente nel progetto di copertura SCANDIANO Stasera il secondo appuntamento del circolo Guardiamoci il mondo Scatti da Nuovo Messico, Vietnam e Marocco ad Arceto SCANDIANO Secondo appuntamento ad Arceto con G u a r- diamoci il mondo, la rassegna di filmati documentaristici che si tiene al martedì sera presso il Circolo Amici dello Sport. Stasera il pubblico che si recherà in via Caraffa 2 potrà ammirare un triplice itinerario: sono infatti previste ben tre proiezioni, riguardanti rispettivamente Nuovo Messico, Vietnam e Marocco. La qualità della serata è garantita dalla consistente caratura artistica dell'autore, ossia Ivan Zuliani. Ovviamente, le splendide immagini proposte saranno accompagnate da un a- deguato commento: inoltre, Zuliani insieme alla moglie Maria Concetta sarà pronto a rispondere alle domande del pubblico presente. Le proiezioni, come sempre a ingresso libero, avranno inizio al consueto orario delle 21. se bbe ne per la legislazione i- taliana anche le ceneri pesanti sono classificate come "non p e r i c o l o- se". Questo ra ss icu rerà certamente i legali di Iren e le ammin is tr a zi on i c o m un a l i che ci possono mostrare doc u m en t i "pul iti"; ma non certo i cittadini a- s f is s i at i dalla mancanza di t r a s p a re n- za non solo di Iren ma anche delle proprie amministrazioni locali». «I Gruppi M5S locali si oppongono fortemente a ricevere sul nostro territorio scorie e ceneri da inceneritori di rifiuti provenienti da altre province» IN BREVE Cinema d essai al Boiardo SCANDIANO - Dopo la pausa natalizia riparte la rassegna di cinema d'essai al Boiardo con u- na programmazione varia e interessante che da domani al 26 marzo ogni mercoledì sera porterà film d'autore a Scandiano. Le proiezioni sono alle ore 21, il biglietto u- nico per ogni spettacolo costa 4 euro, è possibile fare un abbonamento a 10 ingressi ad un prezzo promozionale e super scontato di 20 anziché 40 euro. Si comincia domani con un bellissimo documentario del regista francese Pascal Plisson dal titolo Vado a scuola, quattro bambini che vivono in luoghi molto differenti del pianeta, le savane del Kenya, i sentieri delle montagne in Marocco, l'india e gli Altipiani della Patagonia, condividono lo stesso desiderio di imparare, convinti che solo grazie all'istruzione potranno migliorare le loro vite e per questo affrontano o- gni giorno un viaggio pericoloso, ma pieno di scoperte, per raggiungere le rispettive scuole.

18 18 PROVINCIA Pianura MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 NONANTOLA Mini-Imu, ultimi giorni per pagare l imposta NONANTOLA È fissato per il 24 gennaio il termine per la scadenza del pagamento dell Imu sulle abitazioni principali e sui terreni agricoli, anche se non coltivati, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola. L importo della mini-imu corrisponde al 40% della differenza tra l imposta calcolata con l aliquote base e l imposta calcolata con le aliquote deliberate dal Comune di Nonantola. L importo è calcolato sull'imposta annuale. Le aliquote Imu sulle prime case e sui terreni agricoli deliberate dal Comune di Nonantola per l anno 2013 sono immutate rispetto al L amministrazione sottolinea che non sono state attuate scelte di bilancio con intenti speculativi derivanti da aumenti delle aliquote dell ultimo minuto nella speranza che fosse lo Stato a doverle rimborsare per intero, come si è verificato in altri Comuni. «Mentre ancora si discute tra Governo e Parlamento su come affrontare il nodo delle tasse degli enti locali per il 2014, ad oggi, pare non sia ancora stata trovata la copertura finanziaria per scongiurare il pagamento della mini-imu. Dopo che per quasi un anno abbiamo letto i giornali pieni di proclami - spiega l assessore al Bilancio, Alessandro Masetti - e ci siamo sentiti rincuorati del fatto che gli italiani non avrebbero pagato l Imu sulla prima casa e sui terreni agricoli per il 2013, a conti fatti va segnalata che è ormai prossima la scadenza entro cui pagare la Mini rata per quella tassa che in realtà non è stata abolita». di SARA ZUCCOLI NONANTOLA Sciolti i nodi, il candidato per il centrosinistra verrà ufficializzato tra pochi giorni e sarà una donna Elezioni, per il Pd c è Federica Nannetti Roberto Annovi e Federico Di Stefano non danno la disponibilità NONANTOLA Non è ufficiale ma è come se lo fosse. È quello di Federica Nannetti il nome che il centrosinistra presenterà alle prossime elezioni amministrative per il dopo Borsari. Nell a mpia rosa di nomi che aveva fatto seguito alla rinuncia di Stefania Grenzi attuale vicesindaco e assessore alla Cultura a lungo indicata come il successore dell at t u a l e primo cittadino erano diverse le figure che avevano dato o alle quali era stata chiesta disponibilità. Fino al punto in cui, di fronte a molte idee sul tavolo, un affollato e acceso direttivo Pd ha avuto il delicato compito di rimettere in ordine le cart e. Fuori Roberto Annovi, ex vicesindaco attualmente consigliere: su di lui puntava una buona parte del partito, ma coerente con quello che ha sempre detto An - novi non ha dato la sua disponibilità. Impegni professionali e familiari impediscono la sua candidatura. Fuori anche Federico Di Stefano, attuale assessore alla Scuola, il cui nome è rimasto nella rosa dei papa - bili fino all ultimo. Di Stefano sarà certamente della partita anche al prossimo SINDACO Pier Paolo Borsari CANDIDATA Federica Nannetti giro: per lui, in caso di vittoria del centrosinistra, si profilano cariche significative (la poltrona di vicesindaco e qualche delega in più, ad esempio, potrebbero essere sue). Tassello dopo tassello, il puzzle di un centrosinistra che non vuole andare alle primarie ma preferisce convergere pur con qualche fatica in più su un solo nome si è composto: e sul tavolo è rimasta Federica Nannetti, la cui candidatura tra pochi giorni sarà ufficializzata. E potrebbe essere proprio lei, insomma, il volto di punta con il quale il centrosinistra cercherà di riprendersi la guida del paese dell abbaz ia senza nemmeno passare dal ballottaggio (nuova possibilità che, visto il superamento del 15mila abitanti secondo il censimento 2011, potrebbe essere applicata per la prima volta). Federica è attualmente consigliere comunale: è stata assessore nella prima giunta Borsari fino al 2009, poi è rientrata in Consiglio nel secondo mandato dell attuale sindaco a partire dal Classe 1971, Nannetti ha messo d accordo un Pd che in queste settimane ha fatto fatica a identificarsi con decisione in un candidato solo. Non abita a Nonantola ma ne conosce tutti i dettagli della vita amministrativa, vista l es perie nza maturata in questi anni di servizio alla politica locale. Alla gente Federica piace per il modo pacato di intendere il confronto; i nodi che restano da sciogliere, adesso, sono quelli del quadro di alleanze. Perché non è più così scontato il patto con il gruppo Laboratorio per Nonantola (Sel, Verdi e Rifondazione). E la campagna e- lettorale, a breve, si aprirà anche su questi punti. VIGNOLA Il gruppo, composto da 10 giovani, sarà al Forum Monzani I canti dell Ekos Vocal Ensemble in trasferta a Modena CASTELVETRO La sfida di Bruno Rinaldi e Elmo Nicola Imprese e lavoro, il Nuovo Centro Destra: «Dobbiamo far restare le aziende nel territorio» VIGNOLA Trasferta modenese per l Ekos Vocal Ensemble di Vignola. Sabato e domenica, infatti, il gruppo composto da dieci artisti, ragazzi e ragazze, e diretto dal maestro Massimo Pizzirani, salirà sul palco del Forum Monzani di Modena, dove si svolgerà la XVII edizione de Lo sposalizio, la fiera degli sposi. Alla manifestazione il gruppo accompagnerà con i canti la sfilata dei vestiti per sposi, che si svolgerà all auditorium alle ore Gli Ekos sono nati nel 2007 e offrono un repertorio che si basa su canti a cappella pop, a volte armonizzati anche dallo stesso direttore. Nel loro repertorio non mancano brani di musica antica, spiritual e per cerimonie. Già in questi anni il gruppo ha fatto parlare di sé per la qualità musicale e la notevole capacità comunicativa. Nel 2008 l ensemble ha vinto il primo premio nella nostra categoria al concorso 16 trofeo italiano Città di Ascoli Piceno e nel 2009 si è piazzata al quarto posto al concorso internazionale Solevoci Competition a Varese. Nell aprile 2013 l ensemble ha guadagnato l argento nella categoria pop-swing-gospel del XXIV concorso internazionale di canto corale della città di Verona. Il gruppo è formato da 10 ragazzi di età compresa tra i 18 e i 35 anni. Si tratta di Mary Brusiani, Chiara Cavallini, Silvia Albertini, Morgana Mattioli, Mirco Cantergiani, Simone Pizzirani, Alex cavani, Cristian Scaglioni, Luca Degli esposti, Andrea Carrabs. (Giuseppe Bondi) CASTELVETRO Andare oltre la crisi e fare in modo che gli imprenditori continuino ad operare sul territorio. E questo uno degli obiettivi principali che si pone il Nuovo Centro Destra di Castelvetro e, proprio questo sarà il tema di un incontro con le impres e. «Sono anni che a Castelvetro gli imprenditori vivono la loro situazione in modo per nulla semplice - spiegano Bruno Rinaldi e Elmo Nicola - tanti se ne sono andati riparando nei Comuni limitrofi, altri hanno preferito chiudere, altri ancora vengono sistematicamente messi in difficoltà con i mille rivoli di una burocrazia oramai inaccettabile, presente anche sul fronte comunale, per non citare le imprese osteggiate dai comitati del no a tutto». Secondo Rinaldi a Castelvetro è in atto «una battaglia tra coloro che chiedono sviluppo e progresso e coloro che irresponsabilmente pongono le basi per un impoverimento pericoloso del nostro tessuto economico, una fase molto pericolosa che deve essere affrontata di petto e con coraggio». E per questo Nicola sottolinea come sia necessario che «gli imprenditori siano aiutati, quelli bravi e capaci siano considerati ricchezza per tutti». «Noi del Nuovo Centro Destra crediamo che questo disagio debba essere assolutamente preso in considerazione, occorre ascoltare le esigenze del mondo produttivo e delle associazioni di categoria alle quali occorre rivolgere un particolare appello poiché a volte troppo deboli sul piano politico-sindacale - spiegano i due esponenti del gruppo - Per questi motivi organizzeremo a breve, nel mese di febbraio, il primo incontro con il mondo produttivo, la prima edizione avrà il titolo C a s t e l vetro terra di imprenditori. Ci rapporteremo con le associazioni di categoria più rappresentative del territorio, Lapam e Cna, agli ordini professionali, e agli Imprenditori anche importanti della nostra terra, per costruire un incontro serio, al termine del quali ci possa essere u- na vera base programmatica su cui lavorare e per la quale valga la pena battersi. Non dimentichiamo mai, infatti, che difendere l impresa sana - concludono Rinaldi e Nicola - significa difendere il lavoro, cioè tutti i cittadini».

19 Appennino MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 PROVINCIA 19 PAVULLO Una storia di coraggio, amore e dedizione finita in tragedia sotto le armi delle SS e che merita di essere ricordata «perché è giusto che, oltre agli eroi, si ricordino anche le persone che, tenendo fede al proprio impegno e ai propri doveri, vissero e morirono per gli altri e, in special modo, per i bambini». Così il consigliere della lista civica M a u ro Neri, Davide Venturelli, spiega il motivo che lo ha spinto a presentare una mozione per l i n t i t o l a z i o- ne di una scuola a Teresina Bortolucci, maestra originaria di Pavullo che il 29 settembre del 1944 perse la vita nella strage di Marzabotto. Una vasta porzione di territorio posta alle pendici del Monte Sole fu soggetta ad un feroce rastrellamento mirato ad eliminare la locale brigata partigiana Stella Rossa, ma che coinvolse anche tutti i civili presenti. Se da una parte la strage di Marzabotto è entrata nei libri di storia, in pellicole cinematografiche e in opere letterarie, la vita della maestra Teresina è per lo più sconosciuta. «Teresina Bortolucci e- ra una maestra elementare di 49 anni nata a Pavullo - spiega Venturelli - insegnava nella scuola della frazione di Gardeletta dal Sebbene il fronte di guerra avanzasse la maestra scelse di portare a termine l anno scolastico ed in seguito di sfollare PAVULLO Il consigliere della lista civica Mauro Neri ha presentato una mozione per ricordare una vittima della strage di Marzabotto» «Intitoliamo una scuola a Teresina Bortolucci» «Ha vissuto ed è morta per gli altri. Potremmo dedicarle l asilo di Renno» LA STRAGE Nella foto grande l oratorio distrutto e i superstiti Ilio Buganè, Guido e Fernando Piretti presso la località di Cerpiano per restare vicina ai suoi alunni ed alle loro famiglie. Insieme a loro subì una tragica sorte: rinchiusa all inter no dell oratorio dedicato agli Angeli Custodi, morì per lancio di bombe a mano e mitragliamento nel corso di un assedio alle povere vittime durato quasi 33 o- re. La sua salma fu sepolta in una fossa comune scavata a fianco dell o r a- torio e successivamente traslata nel Sacrario di Marzabotto, dove furono riposti i resti delle quasi 800 vittime in 3 giorni di massacri indiscriminati». Una storia che ha profondamente colpito il consigliere che ha deciso di approfondire la sua conoscenza sulla vita della maestra svolgendo una ricerca e andando ad incontrare alcuni superstiti della strage. «Da ricerche svolte dal sottoscritto e dalle interviste realizzate ad ex-alunni sopravvissuti alla strage - prosegue Venturelli nella sua mozione - è emerso che Teresina Bortolucci è stata u- na maestra dedita al suo dovere, generosa con i più bisognosi e amorevole nei confronti dei bambini che le furono affidati. Ritengo sia doveroso rendere memoria a coloro che, tenendo incondizionatamente fede al proprio impegno e ai propri doveri, vissero e morirono per gli altri e, in special modo, per i bambini. Teresina Bortolucci rappresenta ancora oggi per gli insegnanti e per tutti noi un monito ad o- perare in modo disinteressato per il bene comune e l educazione delle nuove generazioni». Proprio per queste ragioni Venturelli chiede al sindaco di «intitolare alla maestra Teresina Bortolucci una delle scuole del Comune di Pavullo» segnalando che «la scuola d infanzia di Renno risulta non avere al momento alcuna intitolazione». (m.r.) LA STORIA La tragedia dell orator io «Per punire i partigiani le SS uccisero i civili di Monte Sole» PAVULLO Teresina Bortolucci è nata nel 1895 a Pavullo. Dopo aver portato avanti i suoi studi è diventata maestra e ha insegnato nella frazione di Camatta dal 1921 al 1922, per poi passare nel bolognese, prima a Gragnano di Monghidoro, poi a Santa Maria di Zena e Alberone, in seguito a Brento e infine a Gardeletta di Marzabotto dove perse la vita nel «Le brigate partigiane locali continuano a compiere azioni di guerriglia. Il fronte avanza, e i tedeschi in ritirata decidono che per debellare i ribelli, sia necessario colpire chi dà loro asilo e protezione: i civili di Monte Sole - spiega Davide Venturelli nella sua ricerca storica - La mattina del 29 settembre i militari tedeschi iniziano a risalire Monte Sole e man mano che avanzano uccidono indistintamente tutti coloro che incontrano. A Cerpiano c è chi dà subito l a l- larme, e gli uomini fuggono nei boschi. Prendono le 49 persone nascoste nella cantina del palazzo e le rinchiudono nell oratorio attiguo: tra loro ci sono 20 bambini, due anziani di oltre settant anni e le tre maestre Teresina Bortolucci, Anita Serra e Antonietta Benni. Inizia un fatale gettito di bombe a mano attraverso la finestra. Sono le nove del mattino, e trenta vittime sono immolate. I tedeschi presidiano l oratorio per evitare che eventuali superstiti tentino la fuga. Alla fine dopo 33 ore le SS se ne vanno. Le vittime saranno sepolte due giorni dopo in una fossa comune scavata di fianco all oratorio. A Cerpiano se ne contano 46: u- na di loro è la buona maestra Teresina Bortolucci di Pavullo. Pochi furono i superstiti, tutti scampati quasi miracolosamente in situazioni estreme, come la maestra Lucia Sabbioni, e l alunna Cornelia Paselli (nel - la foto piccola con Venture l l i ) che rimasero sepolte vive sotto i cadaveri delle persone mitragliate nel cimitero di Casaglia, o come gli a- lunni Ilio Buganè, Guido Piretti e Fernando Piretti, che nascosti nei boschi assistettero impotenti al massacro delle proprie famiglie». ZOCCA Il consigliere Federico Ropa replica a Monica Amici «Vigili del fuoco, il sindaco di Guiglia si schiera a favore di un sindacato» PIEVEPELAGO Il consigliere Andrea Leoni ha presentato un altra interrogazione per fare chiarezza Frana Tagliole, il caso di nuovo in Regione «Serve soluzione definitiva. Quanti soldi sono stati stanziati?» ZOCCA In questi giorni si sono confrontati sindaci, consiglieri comunali e organizzazioni sindacali sull istituzione del distaccamento volontario dei vigili del fuoco a Zocca. Il consigliere comunale del Comune, Federico Ropa, risponde al sindaco di Guiglia, Monica Amici, che nei giorni scorsi è intervenuta sull appello lanciato da Ropa a «rivedere la sua posizione sul distaccamento». «Non mi risulta di avere mai rivolto critiche nei confronti del sindaco di Guiglia o di nessun altro, e se per caso qualcuno abbia interpretato alcune mie affermazioni o riflessioni in tal senso me ne scuso - spiega Ropa - Ho sempre argomentato sulla tematica dell apertura del distaccamento volontario a Zocca rifacendomi a documentazione ufficiale, a differenza di come invece non hanno fatto altri, e ho sempre cercato di non polemizzare e di non cadere in futili provocazioni, e così continuerò a fare. Potrebbe dirsi poco consueta anche la scelta da parte di un sindaco di schierarsi a favore di un sindacato, ma non spetta certo a me giudicare. Ribadisco che ho l i n t e n z i o- ne di organizzare un confronto verbale tra i diretti interessati, e la questione economica è proprio l ultima delle questioni in un progetto del genere. Non interverrò più per mezzo stampa e sono convinto di poter rispondere a certe critiche o perplessità con i fatti». (Giuseppe Bondi) PIEVEPELAGO a oltre due anni, abitanti e «D imprese della frazione di Tagliole, nel Comune di Pievepelago, subiscono le conseguenze di un movimento franoso che, nonostante i lavori finora eseguiti con finanziamenti ottenuti da Regione Emilia Romagna e Provincia di Modena, ha largamente vanificato persino le o- pere realizzate per il ripristino della viabilità della strada comunale». Lo scrive il consigliere Andrea Leoni in un interrogazione alla giunta regionale finalizzata a mettere in sicurezza, in modo definitivo, la strada «in modo da rendere accessibile l importante località turistica del Lago Santo e consentire alle imprese che vi operano di continuare a svolgere la loro attività». Andrea Leoni, che ha già sollevato più volte il problema in Regione, chiede alla giunta Errani di chiarire le cause e le eventuali responsabilità per l inagibilità della strada, interrotta e chiusa già in altre occasioni. Chiede, inoltre, l importo complessivo delle risorse finora messe a disposizione a vario titolo da diversi enti, e lo stato dell arte delle o- pere realizzate, ancora da realizzare e da ricostruire in quanto distrutte da successivi movimenti franosi. Il consigliere Leoni chiede, infine, di quantificare l entità delle risorse ancora necessarie per la messa in sicurezza definitiva della strada e il ripristino della normale viabilità. SERRAMAZZONI I ragazzi sono partiti ieri e resteranno per diverse settimane Sedici allievi dell Alberghiera a Londra per uno stage SERRAMAZZONI Ècominciato ieri a Londra lo stage per sedici allievi del quarto anno di specializzazione della Scuola alberghiera e di ristorazione di Serramazzoni. Nella capitale inglese sono andati otto ragazzi del corso di cucina, quattro di pasticceria e quattro di sala-bar, selezionati tra i 71 allievi che frequentano i corsi di specializz a z i o n e. Gli allievi dell istituto di Serramazzoni resteranno a Londra fino all 8 marzo per lavorare in aziende stellate della City, come Locanda Locatelli e Four Seasons. «Sono sedici anni che mandiamo i nostri allievi del quarto anno di specializzazione a frequentare uno stage nei migliori alberghi e ristoranti londinesi - ricorda il direttore dell Alberghiera, Giuseppe Schipano - A Londra i nostri ragazzi hanno la possibilità di imparare l arte di internazionalizzare i piatti.

20 20 AGENDA MARTEDÌ 14 GENNAIO 2014 I MERCATI NUMERI UTILI. Lunedi Maranello (Pozza) Modena Montese Pievepelago San Felice sul Panaro. Martedi Bomporto (Sorbara) Campogalliano Castelfranco Emilia Castelnuovo Rangone (Montale) Frassinoro Lama Mocogno Novi di Modena San Possidonio Sassuolo Soliera Zocca. Mercoledi Castelvetro di Modena Cavezzo Finale Emilia Fiorano Modenese (Spezzano) Guiglia Maranello Montecreto Montefiorino Novi di Modena (Rovereto) Serramazzoni Spilamberto. Giovedi Bastiglia Bomporto Camposanto Carpi Fiorano Modenese Formigine (Magreta-Casinalbo) Medolla Nonantola Polinago Sestola Vignola. Venerdi Castelfranco Emilia Concordia sulla Secchia Finale Emilia (Massa Finalese) Maranello (Gorzano) San Cesario sul Panaro San Felice sul Panaro Sassuolo Savignano sul Panaro. Sabato Carpi Castelnuovo Rangone Formigine Guiglia Marano sul Panaro Mirandola Pavullo nel Frignano Ravarino San Prospero Soliera. Domenica Cavezzo Fanano Fiumalbo Guiglia Palagano Polinago Pronto soccorso 118 Carabinieri 112 Questura 113 Vigili del fuoco 115 Guardia di Finanza 117 Emergenza infanzia 114 Telefono Azzurro Soccorso ACI SICUREZZA Questura 059/ Polizia Stradale 059/ Polizia Municipale 059/20314 Polizia Ferroviaria 059/ Polizia Modena Nord 059/ Sos Truffa Carabinieri 059/ Vittime Reati 059/ Guardie Giurate 059/ Giudice di Pace 059/ SERVIZI Provincia di Modena 059/ Comune di Modena 059/20311 Comune Informa 059/20312 Anagrafe 059/ Movimenti Consumatori 059/ Info Agroalimentare 059/ Sos turista 059/ Ageniza Entrate 059/ Cimitero San Cataldo 059/ Pony Express 059/ Centro Anziani 059/ Oggetti Smarriti 059/ Alcolisti Anonimi 333/ Guasti Enel AMBIENTE Sos ambiente Pronto intervento Hera Servizio Clienti Hera Centro Fauna Selvatica 339/ Guardia Medica Veterinaria 059/ SALUTE Policlinico 059/ Usl 16 centralino 059/ Trasporto misericordia 059/ Croce Rossa 059/ Guardia Medica 059/ Tribunale Malato 059/ Tribunale Malato 059/ VISITE AI DEGENTI NUMERI UTILI SANITÀ FARMACIE DI MODENA NUOVO OSPEDALE CIVILE S. AGOSTINO - ESTENSE DI MODENA ANESTESIA, RIANIMAZIONE E TERAPIA ANTALGICA Visita ai degenti da lun a dom: Sono ammesse due persone per degente CARDIOLOGIA Visita ai degenti da lun a dom: ; ; U.T.I.C da lun a dom: ; CHIRURGIA GENERALE Visita ai degenti da lun a dom: ; ; Chirurgia Vascolare Visita ai degenti da lun a dom: ; ; ENDOCRINOLOGIA E MALATTIE DEL METABOLISMO Visita ai degenti da lun a dom ; ; GERIATRIA Visita ai degenti da lun a dom: ; ; LUNGODEGENZA POST ACUZIE Visita ai degenti da lun a dom: ; ; MEDICINA AD INDIRIZZO CARDIOVASCOLARE Visita ai degenti da lun a dom: ; ; MEDICINA D URGENZA E PRONTO SOCCORSO Visita ai degenti da lun a dom: ; ; UTMI: ; MEDICINA INTERNA E GASTROENTEROLOGIA Visita ai degenti da lun a dom: ; ; MEDICINA AD INDIRIZZO METABOLICO / NUTRIZIONISTICO Visita ai degenti da lun a dom: ; ; MEDICINA RIABILITATIVA Visita ai degenti da lun a dom: ; ; NEUROCHIRURGIA Visita ai degenti da lun a dom: ; ; CLINICA NEUROLOGICA - STROKE UNIT Visita ai degenti da lun a dom: ; ; Stroke Unit : ; NEURORADIOLOGIA Apertura al pubblico lun, mer, ven: ; gio: ; sab: ORTOPEDIA Visita ai degenti da lun a dom: ; ; RIANIMAZIONE NEURORIANIMAZIONE Visita ai degenti da lun a dom: SERVIZIO PSICHIATRICO DI DIAGNOSI E CURA Visita ai degenti da lun a sab: ; ; dom e festivi: ; MODENA Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) CARPI Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) CASTELFRANCO EMILIA Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) CAVEZZO Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) FINALE EMILIA Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) FORMIGINE Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) FRASSINORO Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) LAMA MOCOGNO Informazioni Apertura al pubblico sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) MIRANDOLA Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) MONTEFIORINO Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) MONTESE Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) NONANTOLA Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) PALAGANO Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) PAVULLO NEL FRIGNANO Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven : sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) PIEVEPELAGO Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) PRIGNANO SULLA SECCHIA Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) SASSUOLO Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) SERRAMAZZONI Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) SESTOLA Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) SPILAMBERTO Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) VIGNOLA Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) ZOCCA Informazioni Apertura al pubblico da lun a ven: sab e prefestivi: (8.00 del giorno successivo al festivo) Farmacia Albareto (Albareto) Strada Albareto, ; Farmacia Autodromo Strada Formigina ; Farmacia B. V. Popolo Via Str. Naz.le Giardini, 30/ ; Farmacia B.V. della Salute Corso Canalchiaro, ; Farmacia Baggiovara Er. Giacobazzi Via Canalino, ; Farmacia Bernasconi Corso Vittorio Emanuele II, ; Farmacia Borri Maria Via Giardini, ; Farmacia Bruni Via Emilia Centro, ; Farmacia Buon Pastore Via Conco, ; Comunale Crocetta Via Ciro Menotti, ; Comunale del Pozzo Via Emilia Est, ; Comunale Giardini Via Giardini, 431/a ; Comunale Gramsci Via Gramsci, ; Comunale i Portali Via dello Sport, ; Comunale La Rotonda Via Casalegno, ; Comunale Modena Est Via IX Gennaio 1950, ; Comunale Modena Ovest Via del Giglio, ; Comunale Morane Via Morane, ; Comunale Storchi Viale Storchi, ; Comunale Vignolese Via Vignolese, ; Comunale Villaggio Giardini Via Pasteur, ; Farmacia Del Collegio Via Emilia Centro, ; Farmacia Della Bona P. e G. Snc (San Damaso) Strada Vignolese, ; Farmacia Grandemilia (Cittanova) Via Emilia Ovest, ; Farmacia Madonna Pellegrina Via Bellinzona, 59/ ; Farmacia Madonnina Via Tabacchi, ; Farmacia Montegrappa Via Costa Cesare, ; Farmacia Quattro Ville (Castelfranco - Lesignana) Via S. Onofrio, ; Farmacia S. Agostino Dini M. Piazzale Erri ; Farmacia S. Antonio Viale Verdi, ; Farmacia S. Omobono Via Emilia Centro, ; Farmacia San Faustino di Incerti G. Via Giardini, ; Farmacia San Geminiano Viale Buon Pastore, ; Farmacia San Giorgio Via Farini Luigi Carlo, ; Farmacia San Giuseppe Dott.ssa Pacchioni M.C. & C. Snc Via Castellaro, ; Farmacia San Lazzaro Sas Largo Garibaldi Giuseppe, ; Farmacia San Marco Corso Duomo, ; Farmacia San Martino (Portile) Via Chiossi Oreste, ; Farmacia San Paolo Sas Via Emilia Est, ; Farmacia Santa Caterina Snc Viale Muratori Lodovico Antonio, ; Farmacia Santa Chiara Via Wiligelmo ; Farmacia Santa Filomena Corso Duomo, ; Farmacia Sant Elena Via Canaletto Sud, Farmacia Scalabrini Sandro e C. Sas (Cognento) Via Dei Traeri, ; Farmacia Torrenova Via Nonantolana, 685/T AGENTE SARDA LEASING

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA INCHIESTA CASE SVALIGIATE: NUMERI DA BRIVIDO E DIFENDERSI È QUASI IMPOSSIBILE SONO ORGANIZZATI COME MILITARI: NESSUN ANTIFURTO LI FERMA. CONTRO DI LORO LA POLIZIA HA MESSO IN CAMPO SUPER TECNOLOGIE, MA

Dettagli

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA 12 aprile 2013 Indice rassegna - Gazzetta di Modena pag. / - Il Resto del Carlino pag. 16 - Prima Pagina pag. 7 - Modena Qui pag. / Sezione: Pianura Data:

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

21 settembre 2012 PAG. 7

21 settembre 2012 PAG. 7 21 settembre 2012 PAG. 7 Il caso. La denuncia della struttura dove la donna è in cura Sfruttavano disabile «Con i soldi compri il vestito da sposa» Il raggiro dei due aguzzini arrestati di Gianluca Rotondi

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

Anna e Alex alle prese con i falsari

Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex alle prese con i falsari Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato: insieme, ne hanno viste delle belle. Sono proprio due

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015

MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015 MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015 MONTECCHIO MAGGIORE Giovedì, 15 ottobre 2015 15/10/2015 Arrotini minacciosi chiedono cifre esorbitanti 1 15/10/2015 Mille euro nel portafoglio Smarrito e riconsegnato

Dettagli

Lettori: n.d. Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Mario Orfeo 02-AGO-2011 da pag. 29 Quotidiano Roma 30-MAG-2011 Diffusione: n.d. Lettori: n.d. Direttore: Mario Orfeo da pag. 37 Quotidiano

Dettagli

Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società Modena Calcio - rappresentanze di tifosi UISP Modena Progetto Ultrà

Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società Modena Calcio - rappresentanze di tifosi UISP Modena Progetto Ultrà Progetto/azione Il tifoso protagonista della sicurezza Responsabilità Gabinetto del Sindaco Politiche per la Sicurezza Urbana Soggetti coinvolti Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società

Dettagli

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa 22 novembre 2010 Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009 Sintesi per la stampa La diffusione dei reati: al Sud più rapine, scippi, minacce, furti di veicoli, al Centro-Nord più furti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 4 L' industria riparte ad ottobre 1 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 10 «Conad cresce,

Dettagli

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA 6 aprile 2013 Indice rassegna - Gazzetta di Modena pag. / - Il Resto del Carlino pag. 2, 23 - Prima Pagina pag. / - Modena Qui pag. 15 Sezione: Pianura Data:

Dettagli

Arrivano le donne. Foto di gruppo delle neoassunte, 1975, Collezione privata Merigo

Arrivano le donne. Foto di gruppo delle neoassunte, 1975, Collezione privata Merigo Arrivano le donne Il 13 aprile 1974 esce un bando di concorso per 47 posti di vigile urbano in cui per la prima volta sono ammesse anche le donne. Unico limite è quello dell altezza fissata in m. 1.60,

Dettagli

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Incontro 29 luglio 2010 - Fiorano Valutazione contesto esistente 1. Quali sono in generale i 3 punti di debolezza attuali del distretto

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA Domenica, 13 aprile 2014

COMUNE DI ANZOLA Domenica, 13 aprile 2014 COMUNE DI ANZOLA Domenica, 13 aprile 2014 Domenica, 13 aprile 2014 Cronaca 13/04/2014 Il Resto del Carlino (ed. Bologna) Pagina 18 Anzola Furti... 1 Politica locale 13/04/2014 Il Resto del Carlino (ed.

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE "Blaise Pascal"

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Blaise Pascal ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE "Blaise Pascal" P.le Macrelli, 100-47521 Cesena (FC) Tel. +39 054722792 Fax +39 054724141 Cod.fisc. 81008100406 - Cod.Mecc. FOTF010008 www.ittcesena.gov.it fotf010008@istruzione.it

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e anche

Dettagli

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI

ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI EURO RUN: IL GIOCO www.nuove-banconote-euro.eu ANNA E ALEX ALLE PRESE CON I FALSARI - 2 - Anna e Alex sono compagni di classe e amici per la pelle. Si trovano spesso coinvolti in avventure mozzafiato e

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 01 ottobre 2015 01/10/2015 Gazzetta di Modena Pagina 15 Da oggi fermi anche gli Euro 3 E i vigili fanno i "dissuasori" 1 01/10/2015 Il Resto

Dettagli

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice.

1 maggio, festa del lavoro sfruttato a Carrefour. Intervista a una lavoratrice. Primo maggio, festa dei lavoratori, il Carrefour di Lucca rimane aperto. Abbiamo colto l occasione per intervistare una lavoratrice del supermercato e approfondire altri argomenti, tra cui la recente decisione

Dettagli

Via Farini, 62-00185 Roma tel. 06 48903773/48903734 - fax +39 06 62276535 - coisp@coisp.it / www.coisp.it

Via Farini, 62-00185 Roma tel. 06 48903773/48903734 - fax +39 06 62276535 - coisp@coisp.it / www.coisp.it Via Farini, 62-00185 Roma tel. 06 48903773/48903734 - fax +39 06 62276535 - coisp@coisp.it / www.coisp.it COISP COORDINAMENTO PER L INDIPENDENZA SINDACALE DELLE FORZE DI POLIZIA @COISPpolizia Immigrazione,

Dettagli

Luca Masera. Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio

Luca Masera. Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio Luca Masera Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio 1. Per comprendere davvero quello che è successo e sta succedendo a Lampedusa, credo sia utile cercare di inserire tale vicenda all interno del

Dettagli

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI.

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI. CONAPO "nella nostra autonomia la Vostra sicurezza" Sezione Provinciale PAVIA email : conapo.pavia@conapo.it uuu SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO PAGINA / 0

UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO PAGINA / 0 PAGINA / 0 RASSEGNA STAMPA UNISANNIO 25/01/2012 Indice IL MATTINO 2 Fondi Inail, la città perde 65 milioni di euro (articolo di sabato 21 gennaio 2012) 3 Ecco perché l Università ha rinunciato ai Fondi

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

Se la nonna impenna la moto e cade La grande truffa dei falsi incidenti

Se la nonna impenna la moto e cade La grande truffa dei falsi incidenti Corriere della Sera http://www.corriere.it/cronache/11_settembre_29/fasano-nonna-moto-cade_b1ce4c46... Page 1 of 2 03/10/2011 stampa chiudi IL RECORD DI TARANTO, 321 INDAGATI. E LE FRODI FANNO SALIRE IL

Dettagli

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo.

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. RINNOVO DEL PARLAMENTO ITALIANO RINNOVO DEL CONSIGLIO REGIONALE : Lombardia Lazio Molise Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. La

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

Servizio "112" numero unico Europeo di Emergenza. Numero di pronto intervento dei Carabinieri: 112

Servizio 112 numero unico Europeo di Emergenza. Numero di pronto intervento dei Carabinieri: 112 1) QUANDO SIETE IN CASA A ATTENTI ALLE TRUFFE Non fidatevi di coloro che, presentandosi come dipendenti di uffici vari (ENEL, POSTE, GAS, TELECOM, BANCA ) vi chiedono soldi in contanti e/o di verificare

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Il Volontariato di Protezione civile in Emilia Romagna

Il Volontariato di Protezione civile in Emilia Romagna Il Volontariato di Protezione civile in Emilia Romagna Con l assessore Paola Gazzolo abbiamo rappresentato il percorso storico - legislativo e le motivazioni dell istituzione del nuovo elenco regionale

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Sabato 10 ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. Sabato 10 ottobre 2015 RASSEGNA STAMPA Sabato 10 ottobre 2015 Via Gervasoni, 19 60129 Ancona - tel.071.2288.417 fax 071.54.655 web: www.siulpancona.it e-mail: ancona@siulp.it Criminalità in provincia, il Siulp: Problematiche

Dettagli

L O.S.Po.L. pur recependo le buone intenzioni dei rappresentanti del Sindaco ha richiesto un incontro formale con il Sindaco Marino entro 15 giorni.

L O.S.Po.L. pur recependo le buone intenzioni dei rappresentanti del Sindaco ha richiesto un incontro formale con il Sindaco Marino entro 15 giorni. Lo Sciopero della Polizia Locale di Roma Capitale Oltre 1.000 vigili hanno sfilato per la città Il Deputato Europeo Roberta Angelilli inoltra al Parlamento Europeo interrogazione A testa alta gli uomini

Dettagli

LA PIAGA DEI FURTI AUTO IN LOMBARDIA

LA PIAGA DEI FURTI AUTO IN LOMBARDIA LA PIAGA DEI FURTI AUTO IN LOMBARDIA Dati, analisi e tendenze sul fenomeno LoJack Italia - APRILE 2015 Fonte dati MINISTERO DELL INTERNO 1 Lombardia regina dei furti di SUV (allarme Range Rover). Rubati

Dettagli

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA INTERVENTO DEL DR ANDREA MAZZEO PRESENTAZIONE Il mio compito è quello di parlarvi

Dettagli

CONFESERCENTI Mercoledì, 18 febbraio 2015

CONFESERCENTI Mercoledì, 18 febbraio 2015 CONFESERCENTI Mercoledì, 18 febbraio 2015 Modena Today Rapina al distributore di metano, sparato un colpo di fucile Blitz di due uomini a bordo di un' auto in via Vignolese: dopo aver sparato in aria un

Dettagli

QUARRATA SARÀ VERSO IL REGOLAMENTO URBANISTICO

QUARRATA SARÀ VERSO IL REGOLAMENTO URBANISTICO QUARRATA SARÀ VERSO IL REGOLAMENTO URBANISTICO 2 incontro: 19 gennaio 2006 MOBILITÀ Viviamo l epoca dell accelerazione. Tutto intorno a noi è un richiamo alla celerità. Le cose vanno sempre più veloci.

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Capannori Speciale lavori pubblici 3 - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Nel trentennale dello spostamento del municipio da Lucca a Capannori festeggiamo una delle più grandi opere

Dettagli

PINETA. VERBALE RIUNIONE giovedì, 5 marzo 2015. Consulta cittadina. Ordine del Giorno: SICUREZZA - Furti e rapine nelle abitazioni.

PINETA. VERBALE RIUNIONE giovedì, 5 marzo 2015. Consulta cittadina. Ordine del Giorno: SICUREZZA - Furti e rapine nelle abitazioni. Comune di Tradate Consulta cittadina PINETA VERBALE RIUNIONE giovedì, 5 marzo 2015 Presso Casetta Rione Pineta ore 21,00 Presenti: - i membri del Coordinamento (Giancarlo Cannata, Salvatore Caligiuri,

Dettagli

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI Il mio programma elettorale è frutto della voce delle persone che ho incontrato lungo il mio cammino e che sto incontrando nel corso della mia campagna elettorale SANITA Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012

GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012 GESTIONE EMERGENZA NEVE 31 GENNAIO 13 FEBBRAIO 2012 L EVENTO Complessivamente dal 31 gennaio al 13 febbraio sono stati registrati i seguenti spessori del manto nevoso Parte orientale della Regione: fascia

Dettagli

Inquinamento acustico: Decibel fuori controllo Decibel fuori legge e manca un piano di intervento

Inquinamento acustico: Decibel fuori controllo Decibel fuori legge e manca un piano di intervento Presentati oggi i dati del monitoraggio ambientale del Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato Allarme Frosinone, Tira una brutta aria Allarmanti i valori del PM10 che superano di circa il 50%

Dettagli

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione.

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione. Prologo Cardinale Lorenzo detto u tuzz cioè «la testata» era un rapinatore, specializzato in banche e uffici postali. Lui e i suoi complici avevano una tecnica semplice e molto efficace: rubavano un auto

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

3.7 La Città per la sicurezza

3.7 La Città per la sicurezza 3.7 La Città per la sicurezza 3.7.1 Gli obiettivi di mandato «Vogliamo una città aperta perché libera e sicura, una città dove la sicurezza non sia rappresentata solo dal controllo del territorio esercitato

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

Un partito della sicurezza?

Un partito della sicurezza? 35 Notiziario della Segreteria Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Direttore Politico: NICOLA TANZI Direttore Responsabile: MASSIMO MONTEBOVE Registrazione Tribunale Roma n. 98 del 21 febbraio 2000

Dettagli

1. Diversi Mezzi di Trasporto

1. Diversi Mezzi di Trasporto 1. Diversi Mezzi di Trasporto Introduzione Oggi vorrei parlare del traffico e dei mezzi di trasporto: si può p.es. viaggiare in macchina, in treno, in aereo e in pullman. Chi vuole fare un viaggio turistico

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

LA METRONOTTE Di Paolo Mondani

LA METRONOTTE Di Paolo Mondani LA METRONOTTE Di Paolo Mondani Montali è indagato, anzi, sotto processo per? Collusione con la Banda della Magliana, riciclaggio, corruzione e intestazione fittizia di beni. MILENA GABANELLI IN STUDIO

Dettagli

CONFESERCENTI Sabato, 18 luglio 2015

CONFESERCENTI Sabato, 18 luglio 2015 CONFESERCENTI Sabato, 18 luglio 2015 CONFESERCENTI Sabato, 18 luglio 2015 18/07/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 18 «Caro sindaco, fiero di essere bottegaio Chiudere via Bernardoni... 1 17/07/2015

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

21 Giugno 2011 Estratto pag. 13 Sezione Salerno Il tema di quest anno è L innovazione tra rischio e opportunità e l evento è promosso dal Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno,

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO

RESOCONTO STENOGRAFICO 1/5 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECITE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI E SU ILLECITI AMBIENTALI AD ESSE CORRELATI RESOCONTO STENOGRAFICO

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli UNITÀ 2 Collegate la definizione alla parola corrispondente. Persone con handicap. 2 Persone senza genitori. 3 Persone che stanno in carcere. 4 Persone che hanno bisogno di aiuto. Persone che hanno dovuto

Dettagli

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti Questa che andrete a leggere è una simulazione di un bellissimo progetto realizzato a Canegrate, 12000 abitanti, nel milanese. Abbiamo sostituito date, nomi, cifre e progetti per renderlo aderente alla

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro

La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro Intervista a Gabriella Sberviglieri, socia fondatrice di EOS onlus, Centro Ascolto e accompagnamento

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli

Stella - Tagliamento Palazzolo dello Stella OCJU

Stella - Tagliamento Palazzolo dello Stella OCJU OCJU 07 agosto 2003 Un falso operatore dell'omnitel tenta la truffa ai danni di anziani 01 marzo 2009 Ecco l' anziana che fingendosi amica d infanzia, truffa gli anziani Stella - Tagliamento 18 giugno

Dettagli

«ПОКОРИ ВОРОБЬЕВЫ ГОРЫ» Олимпиада по итальянскому языку для учащихся 9-10 классов 2010-2011 учебный год Заочный тур

«ПОКОРИ ВОРОБЬЕВЫ ГОРЫ» Олимпиада по итальянскому языку для учащихся 9-10 классов 2010-2011 учебный год Заочный тур «ПОКОРИ ВОРОБЬЕВЫ ГОРЫ» Олимпиада по итальянскому языку для учащихся 9-10 классов 2010-2011 учебный год Заочный тур PRIMA PARTE Prova n.1 Completa il seguente testo con le forme giuste dei verbi. Devi

Dettagli

Essere precari stanca

Essere precari stanca Essere precari stanca Il precariato nelle scuole friulane Sintesi degli esiti dell inchiesta promossa dal Coordinamento Precari Scuola (CPS) della provincia di Udine Settembre 2010 Il campione considerato

Dettagli

UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009

UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009 UNA POLTRONA PER DUE - AGGIORNAMENTO del 18/10/2009 di Sabrina Giannini MILENA GABANELLI IN STUDIO Un mese e mezzo fa ci eravamo occupati della concorrenza sleale che sta mettendo in ginocchio molte imprese

Dettagli

Prefettura di Verona Ufficio territoriale del Governo

Prefettura di Verona Ufficio territoriale del Governo VADEMECUM PER LA SICUREZZA FARMACIE PREMESSA Le rivendite di farmaci e di presidi sanitari, in quanto esercizi che movimentano quotidianamente consistenti volumi di denaro contante, costituiscono obiettivi

Dettagli

La denuncia di sinistro

La denuncia di sinistro Capitolo 1 La denuncia di sinistro Bibliografia: Legislazione: C. BUZZONE-M. CURTI, Formulario RC auto, Ipsoa, Milano 2006. D.P.R. n. 254/2006. La denuncia di sinistro ha lo scopo di portare all attenzione

Dettagli

il progetto scatenati contro il mercato di bici rubate a cura de L Altra Babele

il progetto scatenati contro il mercato di bici rubate a cura de L Altra Babele il progetto scatenati contro il mercato di bici rubate a cura de L Altra Babele cos è Un progetto per promuovere l uso della bicicletta legale a Bologna, contro il mercato di biciclette rubate e per la

Dettagli

FORUM MARCONI RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL FORUM MARCONI GIUGNO 2011 GIUGNO 2012

FORUM MARCONI RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL FORUM MARCONI GIUGNO 2011 GIUGNO 2012 Prot. / 2012 Rif.FORUM : R.A.2012/MMP RELAZIONE ANNUALE SULLO STATO DEL GIUGNO 2011 GIUGNO 2012 Questa relazione viene redatta, utilizzando alcune parti di quanto scritto nelle precedenti relazioni annuali

Dettagli

LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale)

LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale) LANCI DI AGENZIA STAMPA DEL 17 LUGLIO 2008 (in ordine temporale) SICUREZZA: MILANO; POLIZIA E ESERCITO CONTRO TAGLI GOVERNO (ANSA) - MILANO, 17 LUG - I tagli del Governo mettono a forte rischio la sicurezza

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

Sicurezza e cittadinanza

Sicurezza e cittadinanza Sicurezza e cittadinanza (pp. 621 681 del volume) La numerazione di tabelle, tavole e figure riproduce quella del testo integrale Aspettando il Piano carceri Ci sono voluti quattro anni dall ultimo provvedimento

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO

MILENA GABANELLI IN STUDIO COME VA A FINIRE? Contanti saluti al nero aggiornamento del 15/4/2012 Di Stefania Rimini MILENA GABANELLI IN STUDIO Il 15 aprile scorso abbiamo proposto di ridurre drasticamente l uso del contante. Perché

Dettagli

ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA

ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA ANDARE A SCUOLA : UN'AVVENTURA PERICOLOSA Molto spesso arrivo a scuola in ritardo per colpa di un semaforo che diventa verde dopo molto tempo o di persone in auto che non mi vogliono far passare sulle

Dettagli

PROVINCIA DI PADOVA: VERSO IL PIANO STRATEGICO

PROVINCIA DI PADOVA: VERSO IL PIANO STRATEGICO PROVINCIA DI PADOVA: VERSO IL PIANO STRATEGICO Progetto di ricerca La sicurezza costruiamola insieme Ricerca sull opinione dei cittadini della Provincia di Padova -Rapporto di ricerca - Gennaio 2012 Indice

Dettagli

UNITÀ SINDACALE Falcri Silcea Viale Liegi 48/B - 00198 ROMA Tel. 068416336 - Fax 068416343 cell. 329/2637259 www.unisin.it

UNITÀ SINDACALE Falcri Silcea Viale Liegi 48/B - 00198 ROMA Tel. 068416336 - Fax 068416343 cell. 329/2637259 www.unisin.it UNITÀ SINDACALE Falcri Silcea Viale Liegi 48/B - 00198 ROMA Tel. 068416336 - Fax 068416343 cell. 329/2637259 www.unisin.it COMUNICATO Premessa E stata pubblicata e diffusa dall ABI l edizione 2014 della

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

ARRESTIAMO... furti e rapine VIVI LA SICUREZZA

ARRESTIAMO... furti e rapine VIVI LA SICUREZZA ARRESTIAMO... furti e rapine VIVI LA SICUREZZA Il saluto del Questore Nella delicata attività di prevenzione e repressione dei reati, la Polizia di Stato profonde quotidianamente il suo impegno per garantire

Dettagli

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA.

Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. Porto i saluti, a tutti i partecipanti, da parte di CGIL CISL UIL della regione FRIULI VENEZIA GIULIA. E sicuramente un onore per me, che sono fresco di nomina, avere l incarico di relatore per le Parti

Dettagli

CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015

CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 CONFESERCENTI Martedì, 10 marzo 2015 10/03/2015 Gazzetta di Modena Pagina 10 «Rifiuti, leggi scoordinate» 1 10/03/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 «Siamo

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli