Fondi Pensione Aperti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fondi Pensione Aperti"

Transcript

1 Fondi Pensione Aperti Massimo Nicoletti Milano 07 novembre, 2014

2 2

3 Cenni sulla Previdenza Fonte 3

4 Cenni sulla Previdenza Fonte Insurance Companies 4

5 FPA: elementi identificativi e modalità di costituzione Chi può istituire un fondo pensione aperto? SIM, SGR, Banche, Imprese di assicurazione autorizzate all esercizio dell attività di ramo VI. Questi soggetti devono essere in possesso di specifici requisiti patrimoniali, fissati dalle competenti Autorità di controllo, e la possibilità di istituire FPA deve essere statutariamente prevista Come si costituisce un FPA? Patrimonio di destinazione separato e autonomo rispetto al patrimonio della società, con gli effetti di cui all art c.c. L art.2117 c.c. dispone che: i fondi speciali per la previdenza e l assistenza che l imprenditore abbia costituiti, anche senza contribuzione dei prestatori di lavoro, non possono essere distratti dal fine al quale sono destinati e non possono formare oggetto di esecuzione da parte dei creditori dell imprenditore o del prestatore di lavoro 5

6 FPA: elementi identificativi e modalità di costituzione A chi si rivolge un fondo pensione aperto? Tutti coloro che intendono costituirsi una rendita integrativa possono aderire ad un Fondo pensione aperto. Un FPA può essere dedicato esclusivamente alla raccolta di adesioni su base collettiva ovvero su base individuale o, ancora, ad entrambe le tipologie di adesione 6

7 Fondi pensione aperti: le Fonti contrattuali Il contratto sulla base del quale il lavoratore aderisce all offerta di gestione del soggetto promotore è il regolamento del FPA. I principali contenuti del regolamento sono stati disciplinati in un documento lo Schema di regolamento, deliberato dalla Covip il 31 ottobre I principali contenuti riguardano: Elementi di identificazione e scopo (denominazione, istituzione e scopo), Caratteristiche del fondo e modalità di investimento (regime, destinatari, scelte di investimento, spese), Contribuzione e prestazione (contribuzione, determinazione posizione individuale, prestazioni pensionistiche, trasferimento, riscatto, erogazione della rendita), Organizzazione del fondo (Il Responsabile del fondo, Organismo di sorveglianza), Gestione patrimoniale, amministrativa e contabile (incarichi di gestione, banca depositaria, gestione amministrativa, sistema contabile, ), Rapporti con gli aderenti (modalità di adesione, trasparenza, reclami) 7

8 Fondi pensione aperti la governance Trattandosi di un patrimonio di destinazione il fondo pensione aperto non ha propri organi interni, tutte le attività di funzionamento relative al soggetto (adozione del regolamento, modifiche, accertamento requisiti in capo al responsabile ed ai componenti l OdS, ) sono svolte dall organo di amministrazione del soggetto che promuove il FPA. 8

9 Fondi pensione aperti la governance Il Responsabile è nominato dal Consiglio di amministrazione della Società che istituisce il Fondo, non devono sussistere rapporti di lavoro dipendente ovvero di collaborazione continuativa (causa di incompatibilità). L incarico ha durata triennale ed è rinnovabile per una sola volta consecutiva; Possesso dei requisiti di onorabilità e professionalità, assenza di cause di ineleggibilità e incompatibilità (D.M. Lavoro n.79 del 15 maggio 2007); 9

10 Fondi pensione aperti la governance Il Responsabile: vigilare sulla gestione finanziaria con particolare riferimento: al rispetto della politica di investimento e controlla le modalità di gestione e monitoraggio dei rischi vigilare sulla gestione amministrativa con riferimento ai controlli su: separatezza amministrativa e contabile delle operazioni poste in essere per conto del fondo e regolare tenuta dei libri e delle scritture contabili; vigilare sulle misure di trasparenza adottate nei confronti degli aderenti, con riferimento al momento della raccolta delle adesioni, agli oneri di gestione, alla completezza ed esaustività delle comunicazioni periodiche agli aderenti nonché all adeguatezza della procedura degli esposti, e alla tempestiva gestione delle richieste di trasferimento, anticipazione,.; vigilare sul rispetto delle delibere COVIP e verifica l invio alla stessa delle segnalazioni, documentazione e relazioni richieste. Entro il 31 marzo trasmette una relazione analitica sull attività svolta e comunica le eventuali irregolarità riscontrate 10

11 Fondi pensione aperti la governance L Organismo di sorveglianza è composto da due componenti effettivi ed un supplente nominati dal soggetto istitutore; L organismo è integrato con la nomina di un rappresentante designato dall azienda e da uno nominato in rappresentanza dei lavoratori, in presenza di aziende con almeno 500 lavoratori iscritti E previsto un limite max di 12 componenti Durata del mandato triennale e i componenti non possono essere rieletti per più di tre mandati 11

12 Fondi pensione aperti la governance I compiti dell Organismo di Sorveglianza: Verifica che l amministrazione e la gestione complessiva del fondo avvenga nell esclusivo interesse degli iscritti, riportando al CdA del soggetto istitutore eventuali istanze della collettività; A tal fine si relaziona con il Responsabile dal quale riceve informazioni periodiche sull attività complessiva del fondo e sull attività svolta dal Responsabile stesso; Riceve inoltre informazioni tempestive in relazione a particolari eventi che incidono sulla redditività degli investimenti ovvero sulla caratterizzazione del Fondo 12

13 Fondi pensione aperti : la gestione la gestione delle risorse è prevalentemente svolta dal soggetto che istituisce il fondo; I fondi attuano una gestione su più comparti ; la politica di gestione di ciascun comparto è sinteticamente riportata nel regolamento del fondo pensione aperto e nella nota informativa dove è indicato anche il relativo benchmark; I fondi operano in modo che le loro risorse siano gestite in maniera sana e prudente nel rispetto del principio di diversificazione degli investimenti, efficiente gestione, diversificazione dei rischi, contenimento dei costi e massimizzazione dei rendimenti; La gestione delle risorse deve avvenire nel rispetto degli specifici limiti posti da norme di legge (d.lgs. n.252/05 e D.M. Tesoro 703/96) e dalle stesse disposizioni regolamentari. 13

14 Fondi pensione aperti: modelli gestionali Banca depositaria Le risorse affidate in gestione sono depositate presso una banca depositaria in possesso dei suddetti requisiti previsti dalla B.d I. (requisiti patrimoniali, idoneo assetto organizzativo, struttura dedicata, sistema informativo adeguato, segregazione e sicurezza delle informazioni acquisiti, verifica periodica delle procedure). La banca depositaria esegue le istruzioni se non sono contrarie alla legge, allo statuto e ai criteri fissati dal DM tesoro 703/1996. Inoltre, su delega del fondo, la banca può svolgere le funzioni di calcolo del valore della quota. Per i FPA le funzioni di custodia e controllo delle risorse affidate in gestione coincidono con l intero patrimonio del fondo. Gli amministratori ed i sindaci della banca depositaria riferiscono senza ritardo alla COVIP sulle irregolarità riscontrate nella gestione del Fondo pensione 14

15 I FPA: l erogazione delle rendite Per l erogazione delle rendite i fondi pensione aperti sottoscrivono apposite convenzioni con un impresa di assicurazione di cui all art.2 del D.lgs.n. 209/05; Nel caso in cui sia la stessa impresa di assicurazione a promuovere il fondo pensione aperto il passaggio alla fase di erogazione viene dalla stessa gestito; Il testo di convenzione, ovvero le condizioni e le modalità di erogazione della rendita, risultano allegati allo stesso regolamento del fondo pensione aperto 15

16 16

17 17

18 18

19 19

20 20

21 21

22 22

23 23

24 24

25 25

26 26

27 27

28 28

29 29

30 30

31 31

32 32

33 33

34 34

35 35

36 36

37 37

38 Cenni sulla Previdenza Indicatore Sintetico di Costo Immediate comparability not possible Fonte: Covip

39 Novità DM 703 Il Decreto Ministeriale n. 703/96 contiene le norme sui criteri e i limiti di investimento e sulla gestione dei conflitti di interesse per i fondi pensione ed è stato emanato in attuazione dell art. 6, comma 4 quinques, del D.lgs. n. 124/1993, ormai abrogato dal D.lgs. n. 252/2005. L evoluzione dei mercati finanziari - e della loro regolamentazione - e il recepimento nell ordinamento italiano della normativa europea relativa all attività e alla supervisione dei fondi pensione (c.d. Direttiva EPAP 2003/41/CE), hanno reso necessaria una revisione del D.M. 703 da parte del Ministero dell economia e delle finanze, il quale ha recentemente predisposto un nuovo schema di decreto, richiedendo il parere del Consiglio di Stato. Con riferimento ai criteri di investimento, il nuovo decreto mira a conferire alla forma pensionistica maggiore flessibilità gestionale, superando l attuale impostazione basata sull individuazione di limiti quantitativi che può rivelarsi inefficace e insufficiente a tutelare gli interessi degli aderenti. Ciò è possibile solo a fronte di una responsabilizzazione dei fondi pensione attraverso un miglioramento dei processi decisionali, delle capacità professionali e delle strutture organizzative, che devono essere coerenti con la complessità e le caratteristiche del portafoglio. La maggiore libertà gestionale, infatti, deve essere commisurata all adeguatezza della struttura e della strategia di investimento ed è consentita solo qualora il fondo si avvalga di professionalità e di modelli organizzativi adeguati ai rischi che l investimento comporta e in grado di proteggere gli interessi degli iscritti. L approccio qualitativo agli investimenti, come specificato nella relazione istruttoria dello schema di decreto, dovrà coniugarsi col rispetto del principio di diversificazione degli attivi e dei rischi e col contenimento dei costi di transazione, gestione e funzionamento. L investimento in strumenti negoziati nei mercati regolamentati dovrà essere prevalente e, per quanto riguarda le quote di OICR, dovranno essere rispettate una serie di condizioni che assicurino la coerenza dei relativi investimenti con la politica del fondo ed il rispetto dei criteri di prudenza, efficienza e efficacia. Il nuovo sistema, infatti, è improntato al principio della persona prudente, presente anche nella Direttiva EPAP (art. 18). Tale principio si sostanzia nel controllo della situazione finanziaria: si concretizza, cioè, nell efficienza della gestione intesa come contenimento dei costi e massimizzazione dei rendimenti e nel controllo di tutti i rischi cui è esposto il fondo pensione nell amministrazione delle risorse, identificando nel contempo le relative responsabilità. Uno degli aspetti fondamentali del nuovo decreto consiste proprio nell adozione di un modello minimo che consenta il monitoraggio e il controllo del rischio, anche mediante il ricorso ad uno o più parametri di riferimento che siano coerenti con gli obiettivi e i criteri della politica di investimento. A tal proposito, spetterebbe all autorità di vigilanza il non facile compito di individuare limiti più stringenti o meno a seconda delle condizioni economico-patrimoniali e organizzative del fondo e della capacità di effettuare un controllo e un monitoraggio efficaci. La minore presenza di vincoli è, dunque, strettamente correlata al grado di responsabilizzazione dei soggetti deputati all amministrazione e alle gestione del patrimonio. Per quanto riguarda i conflitti di interesse, la nuova disciplina si ispira ai principi dettati dalla direttiva europea relativa ai mercati degli strumenti finanziari (c.d. Direttiva MIFID 2004/39/CE), superando l impostazione della normativa attualmente vigente, incentrata esclusivamente su obblighi informativi e di trasparenza. Fermo restando l importanza del dovere di trasparenza, viene richiesto ai fondi pensione di adottare adeguate misure organizzative volte alla prevenzione, alla gestione e al controllo dei conflitti di interesse, onde evitare che gli stessi incidano negativamente sugli interessi degli aderenti. Tale politica di gestione dei conflitti di interesse, adeguata alle dimensioni e alla complessità dell attività svolta dal fondo, dovrà essere esplicitata in apposito documento da trasmettere all autorità di vigilanza. Il nuovo schema, infine, ha espressamente previsto il richiamo, prima solo implicito, all art del codice civile in presenza di ipotesi di conflitto di interesse in capo agli organi direttivi e di amministrazione dei fondi pensione. In sostanza lo schema di decreto rappresenta sotto numerosi aspetti una ratifica di quanto già messo in pratica dai fondi pensione. 39

Modelli organizzativi e governance dei fondi pensione

Modelli organizzativi e governance dei fondi pensione 4 modulo Modelli organizzativi e governance dei fondi pensione Riferimento bibliografico: appendice del libro; Slide con la collaborazione di Stefano Castriglianò Ellegi consulenza Fondi pensione negoziali:

Dettagli

Le forme di previdenza complementare

Le forme di previdenza complementare Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Le forme di previdenza complementare Università Bicocca Milano, 17 ottobre 2014 Susanna Pellegrino - Responsabile Ufficio Fondi pensione negoziali e-mail - pellegrino@covip.it

Dettagli

Le forme di previdenza complementare

Le forme di previdenza complementare Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Le forme di previdenza complementare Università Bicocca Milano, 24 ottobre 2012 Susanna Pellegrino - Responsabile Ufficio Fondi pensione negoziali 1 I tre pilastri

Dettagli

FONDO PENSIONE FUTURA

FONDO PENSIONE FUTURA FONDO PENSIONE FUTURA REGOLAMENTO INDICE PARTE I - IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO Art. 1 - Denominazione, fonte istitutiva, durata, sede Art. 2 - Istituzione del Fondo ed esercizio dell attività Art.

Dettagli

I Fondi pensione negoziali

I Fondi pensione negoziali I Fondi pensione negoziali 45 I Fondi pensione negoziali sono forme pensionistiche complementari la cui origine, come suggerisce il termine negoziali, è di natura contrattuale. Essi sono destinati a specifiche

Dettagli

I Fondi pensione aperti

I Fondi pensione aperti 50 I Fondi pensione aperti sono forme pensionistiche complementari alle quali, come suggerisce il termine aperti, possono iscriversi tutti coloro che, indipendentemente dalla situazione lavorativa (lavoratore

Dettagli

Modelli organizzativi e governance dei fondi pensione

Modelli organizzativi e governance dei fondi pensione 4 modulo Modelli organizzativi e governance dei fondi pensione Riferimento bibliografico: appendice del libro; Slide con la collaborazione di Stefano Castriglianò Ellegi consulenza Fondi pensione negoziali:

Dettagli

I Fondi pensione aperti

I Fondi pensione aperti I Fondi pensione aperti I scheda Fondi pensione aperti sono forme pensionistiche complementari alle quali, come suggerisce il termine aperti, possono iscriversi tutti coloro che, indipendentemente dalla

Dettagli

(art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO

(art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO Fondo Pensione Aperto SAI (art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO INDICE PARTE I - IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO Art.1. - Denominazione Art.2. - Istituzione del fondo ed

Dettagli

I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP)

I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) sono forme pensionistiche complementari esclusivamente individuali rivolte a tutti

Dettagli

I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo

I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) sono forme pensionistiche complementari esclusivamente individuali rivolte a tutti

Dettagli

FATA Futuro Attivo. Piano individuale pensionistico attuato mediante contratto di assicurazione sulla vita Fondo Pensione

FATA Futuro Attivo. Piano individuale pensionistico attuato mediante contratto di assicurazione sulla vita Fondo Pensione Piano individuale pensionistico attuato mediante contratto di assicurazione sulla vita Fondo Pensione (art. 13 del decreto legislativo n. 252 del 5 dicembre 2005) REGOLAMENTO Regolamento Pagina 1 di 18

Dettagli

OBIETTIVO PENSIONE REGOLAMENTO. Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo - fondo pensione

OBIETTIVO PENSIONE REGOLAMENTO. Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo - fondo pensione OBIETTIVO PENSIONE Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo - fondo pensione Iscritto all Albo dei fondi pensione tenuto dalla COVIP con il n 5035 REGOLAMENTO 1 INDICE Parte I) Identificazione

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE REGOLAMENTO

FONDO PENSIONE APERTO CARIGE REGOLAMENTO FONDO PENSIONE APERTO CARIGE REGOLAMENTO Edizione 1 gennaio 2011 INDICE PARTE I - IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO Art.1. Denominazione Art.2. Istituzione del fondo ed esercizio dell attività Art.3. Scopo

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) (art. 13 del D. Lgs. N. 252 del 5 dicembre 2005) Regolamento Conforme allo schema deliberato dalla COVIP

Dettagli

L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione Aperto (art. 12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n.252)

L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione Aperto (art. 12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n.252) L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione Aperto (art. 12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n.252) REGOLAMENTO Mod. VI037/7 INDICE PARTE I - IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO... 3 ART. 1. - DENOMINAZIONE...

Dettagli

MILANO ASSICURAZIONI S.p.A.

MILANO ASSICURAZIONI S.p.A. MILANO ASSICURAZIONI S.p.A. Fondo Pensione Aperto MILANO ASSICURAZIONI (art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO INDICE PARTE I - IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO Art.1. - Denominazione

Dettagli

BIM VITA S.p.A. REGOLAMENTO

BIM VITA S.p.A. REGOLAMENTO BIM VITA S.p.A. Fondo Pensione Aperto BIM VITA (art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO Pagina 1 di 37 INDICE PARTE I - IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO Art.1. - Denominazione

Dettagli

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Generali Italia S.p.A. VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione (Art. 13 del Decreto Legislativo n. 252 del 5 dicembre 2005) Regolamento Pagina 2 di 14 - Pagina

Dettagli

(art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO

(art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO Fondo Pensione Aperto SAI (art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO INDICE PARTE I - IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO Art.1. - Denominazione Art.2. - Istituzione del fondo ed

Dettagli

I Fondi pensione preesistenti

I Fondi pensione preesistenti I Fondi pensione preesistenti I scheda Fondi pensione preesistenti sono forme pensionistiche complementari che, come suggerisce il termine preesistenti, operavano antecedentemente all emanazione della

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO

FONDO PENSIONE APERTO FONDO PENSIONE APERTO in regime di contribuzione definita istituito in forma di patrimonio separato ai sensi dell articolo 12 del d. lgs 5 dicembre 2005, n.252 U N I C R E D I T REGOLAMENTO SCHEMA DI REGOLAMENTO

Dettagli

Previdenza Attiva. Regolamento. Linea Previdenza Complementare

Previdenza Attiva. Regolamento. Linea Previdenza Complementare Linea Previdenza Complementare BG Previdenza Attiva Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo pensione Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 5016 (art. 13 del decreto legislativo

Dettagli

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Schema di regolamento ministeriale di attuazione dell articolo 6, comma 5-bis, del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252, recante norme sui criteri e i limiti di investimento delle risorse dei fondi

Dettagli

INSIEME FONDO PENSIONE APERTO. in regime di contribuzione definita

INSIEME FONDO PENSIONE APERTO. in regime di contribuzione definita INSIEME FONDO PENSIONE APERTO in regime di contribuzione definita istituito in forma di patrimonio separato ai sensi dell articolo 12 del d. lgs 5 dicembre 2005, n. 252 REGOLAMENTO 1 di 36 INDICE PARTE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO MOBILIARE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO MOBILIARE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO MOBILIARE INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione Ambito di applicazione 1 TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 2 - Finalità del processo di gestione del patrimonio

Dettagli

(art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO

(art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO Fondo Pensione Aperto MILANO ASSICURAZIONI (art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO INDICE PARTE I - IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO Art.1. - Denominazione Art.2. - Istituzione

Dettagli

Previgest Fund Mediolanum

Previgest Fund Mediolanum Fondo Pensione aperto Previgest Fund Mediolanum Regolamento Società di Gestione Collocatore Unico Retro di copertina 2 INDICE PARTE I IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO...................................

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO PENSIONE APERTO

REGOLAMENTO DEL FONDO PENSIONE APERTO REGOLAMENTO DEL FONDO PENSIONE APERTO Fondo Pensione istituito in forma di patrimonio separato da Nationale Suisse Vita S.p.A. (art.12 del Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n.252) INDICE PARTE I -

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO

SCHEMA DI REGOLAMENTO Piani Individuali Pensionistici (PIP) Forme pensionistiche complementari individuali attuate mediante contratti di assicurazione sulla vita (art. 13 del decreto legislativo n. 252 del 5 dicembre 2005)

Dettagli

Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo Fondo Pensione TAXBENEFIT NEW. Regolamento

Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo Fondo Pensione TAXBENEFIT NEW. Regolamento Piano Individuale Pensionistico di tipo Assicurativo Fondo Pensione TAXBENEFIT NEW Regolamento è un prodotto di Distribuito da 2 INDICE PARTE I - IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL PIP...Pag. 3 Art. 1. Denominazione...

Dettagli

Previras Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 4

Previras Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 4 Previras Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 4 Regolamento Allianz S.p.A. - Sede Legale Largo Ugo Irneri 1, 34123 Trieste - Tel. +39 040 7781.111

Dettagli

Fondo Pensione Aperto POvita

Fondo Pensione Aperto POvita Fondo Pensione Aperto POvita I prodotti POvita Assicurazioni sono distribuiti da: MOD. 50.3173.34 POvita Compagnia di Assicurazioni S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: Via Università, 1-43100 PARMA

Dettagli

Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione

Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione PREVIDENZA Alleanza Assicurazioni S.p.A. ALLEATA PREVIDENZA Regolamento Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo Pensione Previdenza Complementare REGOLAMENTO ALLEATA PREVIDENZA Piano

Dettagli

(art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO

(art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO Fondo Pensione Aperto Conto Previdenza (art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO INDICE PARTE I - IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO Art.1. - Denominazione Art.2. - Istituzione

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale Visto l articolo 2120 del codice civile; Visto il decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252, ed, in particolare, gli articoli 8, concernente l espressione della volontà del lavoratore circa la destinazione

Dettagli

Caratteristiche funzionamento finanziamento e garanzie, dei fondi di previdenza complementare

Caratteristiche funzionamento finanziamento e garanzie, dei fondi di previdenza complementare Caratteristiche funzionamento finanziamento e garanzie, dei fondi di previdenza complementare 1 I destinatari Lavoratori dipendenti, privati e pubblici Quadri Lavoratori autonomi Liberi professionisti

Dettagli

Orizzonte Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo. Fondo Pensione. Regolamento

Orizzonte Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo. Fondo Pensione. Regolamento Orizzonte Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Regolamento INDICE Parte I) Identificazione e scopo del PIP Art.1 - Denominazione Art.2 - Istituzione del PIP Art.3

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO AVIVA

FONDO PENSIONE APERTO AVIVA FONDO PENSIONE APERTO AVIVA FONDO PENSIONE ISTITUITO IN FORMA DI PATRIMONIO SEPARATO DA AVIVA S.P.A. (ART. 12 DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005, N. 252) REGOLAMENTO DEL FONDO PENSIONE APERTO IN REGIME

Dettagli

Arti & Mestieri - Fondo pensione aperto

Arti & Mestieri - Fondo pensione aperto Arti & Mestieri - Fondo pensione aperto Regolamento Fondo pensione istituito in forma di patrimonio separato (Art. 12 del Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) n Comparto Crescita 25+ n Comparto

Dettagli

PASCHI PREVIDENZA PASCHI PREVIDENZA PASCHI PREVIDENZA PASCHI PREVIDENZA PASCHI PREVIDENZA PASCHI PREVIDENZA

PASCHI PREVIDENZA PASCHI PREVIDENZA PASCHI PREVIDENZA PASCHI PREVIDENZA PASCHI PREVIDENZA PASCHI PREVIDENZA "PASCHI PREVIDENZA - FONDO PENSIONE APERTO" REGOLAMENTO REGOLAMENTO INDICE Parte I) Identificazione e scopo del Fondo Art. 1 - Denominazione pag. 1 Art. 2 - Istituzione del Fondo ed esercizio dell attività

Dettagli

Fondo Pensione Aperto POvita

Fondo Pensione Aperto POvita Fondo Pensione Aperto POvita I prodotti POvita Assicurazioni sono distribuiti da: MOD. 50.3173.34 POvita Compagnia di Assicurazioni S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: Via Università, 1-43100 PARMA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO Approvato dal Consiglio di Indirizzo nella seduta del 14 febbraio 2014 1 SOMMARIO AMBITO DI APPLICAZIONE Pag. 3 1. PRINCIPI GENERALI Pag. 3 1.1. Finalità del

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO

FONDO PENSIONE APERTO FONDO PENSIONE APERTO in regime di contribuzione definita istituito in forma di patrimonio separato ai sensi dell articolo12 del d. lgs 5 dicembre 2005, n.252 P R E V I R A S REGOLAMENTO SCHEMA DI REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO INDICE Art. 1 Ambito di applicazione TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 2 Finalità del processo di gestione del patrimonio Art. 3 Fondo stabilizzazione erogazioni

Dettagli

Casse professionali e modelli gestionali Mauro Marè Luigi Ballanti Mefop

Casse professionali e modelli gestionali Mauro Marè Luigi Ballanti Mefop Casse professionali e modelli gestionali Mauro Marè Luigi Ballanti Mefop Università di Roma, La Sapienza Facoltà di Economia Roma 30 ottobre 2014 1 1 un contesto in evoluzione Provvedimenti di impatto

Dettagli

PENSIONE APERTI. Sonia Maffei Direttore Previdenza e Immobiliare Assogestioni. Università degli Studi di Roma «La Sapienza» Roma, 9 ottobre 2015

PENSIONE APERTI. Sonia Maffei Direttore Previdenza e Immobiliare Assogestioni. Università degli Studi di Roma «La Sapienza» Roma, 9 ottobre 2015 1 Sonia Maffei IL RUOLO DEI FONDI PENSIONE APERTI Sonia Maffei Direttore Previdenza e Immobiliare Assogestioni Università degli Studi di Roma «La Sapienza» Roma, 9 ottobre 2015 2 Sonia Maffei I F I FONDI

Dettagli

Orizzonte Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione. Regolamento

Orizzonte Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione. Regolamento Orizzonte Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Regolamento RV 8048 Regolamento 04/2014 INDICE Parte I) Identificazione e scopo del PIP Art.1 - Denominazione Art.2

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze Dipartimento del Tesoro Direzione IV Ufficio IV

Ministero dell economia e delle finanze Dipartimento del Tesoro Direzione IV Ufficio IV Ministero dell economia e delle finanze Dipartimento del Tesoro Direzione IV Ufficio IV Consultazione sullo schema di regolamento ministeriale di attuazione dell articolo 14, comma 3, del decreto legge

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA Approvato dal Collegio di Indirizzo In data 21 dicembre 2015 AMBITO DI APPLICAZIONE TITOLO I PRINCIPI GENERALI

Dettagli

(art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO

(art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO Fondo Pensione Aperto Fondiaria Previdente (art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO INDICE PARTE I - IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO Art.1. - Denominazione Art.2. - Istituzione

Dettagli

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012

Documento sulla politica di investimento. Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Documento sulla politica di investimento Redatto ai sensi della Deliberazione COVIP del 16 marzo 2012 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 28 Marzo 2013 Sommario 1 PREMESSA...3 2 OBIETTIVI

Dettagli

Regolamento Pagina 1 di 42 REGOLAMENTO. FONDO PENSIONE APERTO PENSPLAN PROFI iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n.147

Regolamento Pagina 1 di 42 REGOLAMENTO. FONDO PENSIONE APERTO PENSPLAN PROFI iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n.147 Regolamento Pagina 1 di 42 REGOLAMENTO FONDO PENSIONE APERTO PENSPLAN PROFI iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n.147 Versione depositata in data 29 giugno 2015 Regolamento Pagina 2 di 42 Regolamento

Dettagli

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 15 luglio 2010, modificata ed integrata con deliberazione del 7 maggio 2014 (Testo consolidato) 1. Regolamento sulle procedure relative all

Dettagli

CARDIF VITA PENSIONE SICURA

CARDIF VITA PENSIONE SICURA CARDIF VITA PENSIONE SICURA FONDO PENSIONE APERTO istituito in forma di patrimonio separato da CARDIF VITA Compagnia di Assicurazione e Riassicurazione S.p.A. REGOLAMENTO Pagina 1 di 15 INDICE PARTE I

Dettagli

Gli Organismi di Previdenza Complementare

Gli Organismi di Previdenza Complementare Gli Organismi di Previdenza Complementare Gli organismi di previdenza complementare, o fondi pensione, sono stati introdotti nell ordinamento italiano attraverso le disposizioni del Decreto legislativo

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI SEGRETERIA NAZIONALE 00198 ROMA VIA TEVERE, 46 TEL. 06.84.15.751/2/3/4 FAX 06.85.59.220 06.85.52.275 SITO INTERNET: www.fabi.it E-MAIL: federazione@fabi.it FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Ai Sindacati

Dettagli

Gruppo Intesa Sanpaolo

Gruppo Intesa Sanpaolo Regolamento Modello ISPP-IMDREG - Ed. 07/2014 Art. 12 del Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Gruppo Intesa Sanpaolo Il Mio Domani - Regolamento Indice Parte I - Identificazione e scopo del Fondo

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO SOLUZIONE PREVIDENTE

FONDO PENSIONE APERTO SOLUZIONE PREVIDENTE FONDO PENSIONE APERTO SOLUZIONE PREVIDENTE (Art. 12 del Decreto Legislativo N. 252 del 5 dicembre 2005) REGOLAMENTO Helvetia Vita S.p.A. Compagnia Italo Svizzera di Assicurazioni sulla Vita S.p.A. Gruppo

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale Visto l articolo 2120 del codice civile; Visto il decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252, ed, in particolare, gli articoli 8, concernente l espressione della volontà del lavoratore circa la destinazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL FONDO PENSIONE APERTO IN REGIME DI CONTRIBUZIONE DEFINITA

REGOLAMENTO DEL FONDO PENSIONE APERTO IN REGIME DI CONTRIBUZIONE DEFINITA Fondo Pensione Aperto AVIVA LIFE Fondo pensione istituito in forma di patrimonio separato da AVIVA LIFE S.p.A. (art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n.252) REGOLAMENTO DEL FONDO PENSIONE APERTO

Dettagli

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE DELIBERAZIONE del 30 novembre 2006 COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Regolamento recante le procedure relative agli adeguamenti delle forme pensionistiche complementari al decreto legislativo

Dettagli

EURORISPARMIO INDICE PARTE I - IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO 2

EURORISPARMIO INDICE PARTE I - IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO 2 REGOLAMENTO DEL FONDO PENSIONE APERTO EURORISPARMIO PREVIDENZA COMPLEMENTARE iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 50 (in vigore dal 1 agosto 2015) EURORISPARMIO INDICE PARTE I - IDENTIFICAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO APPROVATO DAL CONSIGLIO GENERALE NELL ADUNANZA DEL 28/06/2013 Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro 1 INDICE AMBITO DI APPLICAZIONE p. 3 TITOLO I: PRINCIPI

Dettagli

Riordino delle Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza, fusione e trasformazione in Aziende Regionali di Servizi alla Persona (ARSP)

Riordino delle Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza, fusione e trasformazione in Aziende Regionali di Servizi alla Persona (ARSP) PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA DELLA GIUNTA REGIONALE DEL LAZIO N. 88 DEL 17 OTTOBRE 2013 Sistema Integrato degli interventi e dei servizi sociali della Regione Lazio Proposta emendativa-integrativa a

Dettagli

Previdenza Complementare

Previdenza Complementare Previdenza Complementare I GEOMETRI SONO PRONTI CONVEGNO LUOGO, GIORNO MESE ANNO GIORNATA NAZIONALE DELLA PREVIDENZA MILANO, 11 MAGGIO 2012 PROBLEM SETTING Perché è importante disporre in vecchiaia di

Dettagli

ORIENTAMENTI DI CONFINDUSTRIA, CONFCOMMERCIO, CONFARTIGIANATO, CONFAPI, CGIL, CISL, UIL E UGL PER L EMANAZIONE DEL

ORIENTAMENTI DI CONFINDUSTRIA, CONFCOMMERCIO, CONFARTIGIANATO, CONFAPI, CGIL, CISL, UIL E UGL PER L EMANAZIONE DEL ORIENTAMENTI DI CONFINDUSTRIA, CONFCOMMERCIO, CONFARTIGIANATO, CONFAPI, CGIL, CISL, UIL E UGL PER L EMANAZIONE DEL DECRETO LEGISLATIVO ATTUATIVO DELLA LEGGE 243/04 IN MATERIA DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE

Dettagli

D.M. 166/2014 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Visto il decreto 10 maggio 2007 n. 62, adottato dal Ministero dell economia e delle finanze

D.M. 166/2014 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Visto il decreto 10 maggio 2007 n. 62, adottato dal Ministero dell economia e delle finanze MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 2 settembre 2014, n. 166 (G.U. 13 novembre 2014, n.264) Regolamento di attuazione dell articolo 6, comma 5-bis del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE PESCARABRUZZO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE PESCARABRUZZO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DELLA FONDAZIONE PESCARABRUZZO Approvato dal Comitato di Indirizzo nella seduta del 20 marzo 2015 Sommario TITOLO I - PREMESSE... 3 1. Ambito di applicazione...

Dettagli

Regolamento per la gestione del patrimonio

Regolamento per la gestione del patrimonio Regolamento per la gestione del patrimonio Approvato dall Organo di indirizzo nella seduta del 19 aprile 2013 Art. 1 (Ambito di applicazione) Il presente regolamento, adottato ai sensi dell'art. 6 dello

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA ISTITUZIONE DI FORME DI PREVIDENZA E ASSISTENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE del COMUNE DI CORATO (Regolamento approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

FONDI PENSIONE CHIUSI

FONDI PENSIONE CHIUSI ITER ISTITUTIVO ED AUTORIZZATIVO DEI FONDI PENSIONE PROF. IVAN CANELLI Indice 1 PREMESSA ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Il Melograno Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita. (art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO

Il Melograno Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita. (art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO Il Melograno Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita (art.12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) REGOLAMENTO INDICE PARTE I IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO Art.1. Denominazione Art.2.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI FANO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI FANO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI FANO 1 INDICE AMBITO DI APPLICAZIONE p. 3 TITOLO I: PRINCIPI GENERALI Art. 1 Finalità del processo di gestione del patrimonio

Dettagli

L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 39 DEL 9 GIUGNO 2011 REGOLAMENTO RELATIVO ALLE POLITICHE DI REMUNERAZIONE NELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

Dettagli

REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI UNIONE MONTANA ALTA VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera del Consiglio n. 1 del 07.01.2013 1 CAPO I PRINCIPI GENERALI INDICE Art. 1 Oggetto

Dettagli

Genertel life S.p.A.

Genertel life S.p.A. Genertellife S.p.A. pensionline Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo - Fondo pensione Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 5077 (art. 13 del decreto legislativo n. 252 del 5 dicembre

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE CIPAG IL FONDO PENSIONE FUTURA

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE CIPAG IL FONDO PENSIONE FUTURA LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE CIPAG IL FONDO PENSIONE FUTURA Problem Setting Perché è importante disporre in vecchiaia di un assegno pensionistico adeguato? Come garantire nel tempo agli iscritti un dignitoso

Dettagli

Gli investimenti istituzionali nel mercato immobiliare in Italia Hotel Ambasciatori Palace Via Veneto 62, Roma

Gli investimenti istituzionali nel mercato immobiliare in Italia Hotel Ambasciatori Palace Via Veneto 62, Roma Roma, 18 Ottobre 2013 Gli investimenti istituzionali nel mercato immobiliare in Italia Hotel Ambasciatori Palace Via Veneto 62, Roma Fondi pensione negoziali Iscritti e ANDP al 30/06/2013 ANDP Iscritti

Dettagli

Modifiche Statutarie Fontedir

Modifiche Statutarie Fontedir Modifiche Statutarie Fontedir DA STATUTO IN VIGORE PROPOSTE DI MODIFICHE Art. 5 - Destinatari 1. In coerenza con le previsioni contenute nelle fonti istitutive sono destinatari delle prestazioni del fondo

Dettagli

La previdenza complementare: fondi aperti

La previdenza complementare: fondi aperti La previdenza complementare: fondi aperti e pip Gabriele Livi Responsabile Ufficio Legislazione del Lavoro 10 marzo 2015 La riforma della previdenza La riforma della previdenza obbligatoria: introduzione

Dettagli

SOLLECITAZIONE PUBBLICA DI OFFERTA PER LA GESTIONE FINANZIARIA CON GARANZIA CONTRATTUALE DI RENDIMENTO MINIMO

SOLLECITAZIONE PUBBLICA DI OFFERTA PER LA GESTIONE FINANZIARIA CON GARANZIA CONTRATTUALE DI RENDIMENTO MINIMO FONDO PENSIONE COMETA Fondo Pensione Nazionale Complementare per i lavoratori dell industria metalmeccanica della installazione di impianti e dei settori affini SOLLECITAZIONE PUBBLICA DI OFFERTA PER LA

Dettagli

Regolamento. Fondo Pensione Aperto Aureo. In regime di contribuzione definita. S.G.R.p.A.

Regolamento. Fondo Pensione Aperto Aureo. In regime di contribuzione definita. S.G.R.p.A. Regolamento Fondo Pensione Aperto Aureo In regime di contribuzione definita S.G.R.p.A. Indice PARTE I IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO Art. 1. Denominazione... 3 Art. 2. Istituzione Del Fondo Ed Esercizio

Dettagli

Regolamento. Fondo Pensione Aperto Aureo. In regime di contribuzione definita

Regolamento. Fondo Pensione Aperto Aureo. In regime di contribuzione definita Regolamento Fondo Pensione Aperto Aureo In regime di contribuzione definita Indice PARTE I IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO Art. 1. Denominazione... 5 Art. 2. Istituzione Del Fondo Ed Esercizio Dell attività...

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE *

SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * SCHEMA DI SINTESI SULLA NORMATIVA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE * Chi è interessato dalla Riforma Sono interessati alla riforma della previdenza complementare attuata con il decreto legislativo n. 252/2005

Dettagli

AXA progetto pensione più

AXA progetto pensione più AXA progetto pensione più PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO (PIP) FORMA PENSIONISTICA COMPLEMENTARE INDIVIDUALE ATTUATA MEDIANTE CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA (ART. 13 DEL DECRETO LEGISLATIVO N.

Dettagli

Regolamento. Fondo Pensione Aperto Aureo. In regime di contribuzione definita. S.G.R.p.A.

Regolamento. Fondo Pensione Aperto Aureo. In regime di contribuzione definita. S.G.R.p.A. Regolamento Fondo Pensione Aperto Aureo In regime di contribuzione definita S.G.R.p.A. Indice PARTE I IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO Art. 1. Denominazione... 3 Art. 2. Istituzione Del Fondo Ed Esercizio

Dettagli

PARTE SPECIALE D REATI SOCIETARI

PARTE SPECIALE D REATI SOCIETARI PARTE SPECIALE D REATI SOCIETARI INDICE D.1. DESTINATARI DELLA PARTE SPECIALE E PRINCIPI GENERALI DI COMPORTAMENTO... 3 D.2. AREE POTENZIALMENTE A RISCHIO E PRINCIPI DI CONTROLLO PREVENTIVO... 5 D.3. COMPITI

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Generali Italia S.p.A. GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita (Art. 12 del Decreto Legislativo n. 252 del 5 dicembre 2005) Regolamento Pagina 2 di 57 - Pagina bianca Edizione 06.2015

Dettagli

% ovvero,00 (indicare in alternativa l importo del prelievo)

% ovvero,00 (indicare in alternativa l importo del prelievo) MODULO C ADESIONE GIORNALISTA DIPENDENTE Compilare il modulo in stampatello ed in ogni sua parte Corso Vittorio Emanuele II, 349 00186 Roma Tel. 066893545 Fax 066865919 www.fondogiornalisti.it mail: segrefnsi2@tin.it

Dettagli

Risposta ABI alla consultazione MEF sulla disciplina dei limiti agli investimenti e dei conflitti di interesse per i fondi pensione

Risposta ABI alla consultazione MEF sulla disciplina dei limiti agli investimenti e dei conflitti di interesse per i fondi pensione Risposta ABI alla consultazione MEF sulla disciplina dei limiti agli investimenti e dei conflitti di interesse per i fondi pensione 31 gennaio 2008 POSITION PAPER Capitolo 1 Premessa Premessa Si esprime

Dettagli

Definizione dello schema di adesione al modello di Risparmio Casa e delle modalità gestionali da adottare da parte dei fondi pensione, ai sensi della

Definizione dello schema di adesione al modello di Risparmio Casa e delle modalità gestionali da adottare da parte dei fondi pensione, ai sensi della Definizione dello schema di adesione al modello di Risparmio Casa e delle modalità gestionali da adottare da parte dei fondi pensione, ai sensi della legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13 e relative

Dettagli

COMMENTI AL DOCUMENTO AVENTE PER OGGETTO: DISCIPLINA DEI LIMITI AGLI INVESTIMENTI E DEI CONFLITTI D INTERESSE PER I FONDI PENSIONE

COMMENTI AL DOCUMENTO AVENTE PER OGGETTO: DISCIPLINA DEI LIMITI AGLI INVESTIMENTI E DEI CONFLITTI D INTERESSE PER I FONDI PENSIONE Roma, 1 febbraio 2008 COMMENTI AL DOCUMENTO AVENTE PER OGGETTO: DISCIPLINA DEI LIMITI AGLI INVESTIMENTI E DEI CONFLITTI D INTERESSE PER I FONDI PENSIONE Con riferimento al Documento in oggetto, posto in

Dettagli

REGOLAMENTO UGF ASSICURAZIONI S.p.A.

REGOLAMENTO UGF ASSICURAZIONI S.p.A. Aurora Previdenza FONDO PENSIONE APERTO REGOLAMENTO UGF ASSICURAZIONI S.p.A. INDICE PARTE I IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO Art.1. Denominazione Art.2. Istituzione del Fondo ed esercizio dell attività

Dettagli

Disposizioni in materia di trasparenza dei fondi pensione nei rapporti con gli iscritti

Disposizioni in materia di trasparenza dei fondi pensione nei rapporti con gli iscritti Deliberazione del 10 febbraio 1999 Disposizioni in materia di trasparenza dei fondi pensione nei rapporti con gli iscritti LA COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Visto il decreto legislativo 21

Dettagli

509/1994 e n. 103/1996:

509/1994 e n. 103/1996: 1. Enti previdenziali ex d. lgs. n. 509/1994 e n. 103/1996: Effetti l. n. 214/2011 sulla sostenibilità 2. : Disposizioni Covip sul processo di attuazione della politica di investimento Aggiornamento D.M.

Dettagli

Fondo Pensione Aperto AXA. di AXA Assicurazioni S.p.A.

Fondo Pensione Aperto AXA. di AXA Assicurazioni S.p.A. Fondo Pensione Aperto AXA di AXA Assicurazioni S.p.A. regolamento edizione 2014 Fondo pensione aperto AXA di AXA Assicurazioni S.p.A regolamento edizione 2014 AXA Assicurazioni S.p.A. - Sede Legale e Direzione

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO (art. 12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) Regolamento. (Aggiornato al 31 ottobre 2014)

FONDO PENSIONE APERTO (art. 12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) Regolamento. (Aggiornato al 31 ottobre 2014) FONDO PENSIONE APERTO (art. 12 del decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252) Regolamento (Aggiornato al 31 ottobre 2014) Regolamento Pag. 2 INDICE PARTE I IDENTIFICAZIONE E SCOPO DEL FONDO 5 Art.1.

Dettagli

Note sulla gestione del fondo.

Note sulla gestione del fondo. FONDO PENSIONE DIPENDENTI GIOCHI AMERICANI Sede in Saint Vincent Via Italo Mus - presso Casino de la Vallée Codice fiscale n. 90006620075 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI IN ACCOMPAGNAMENTO AL BILANCIO DELL'ESERCIZIO

Dettagli

D1. In cosa si sostanzia il principio della persona prudente?

D1. In cosa si sostanzia il principio della persona prudente? Questo mi pare l ultimo giorno per dare una risposta. Innanzitutto complimenti per l approccio. Rende la comunicazione molto più facile e la lettura più efficace. Non sono un esperto dei temi che vengono

Dettagli