COMUNICATO N. 08/14. Prot. n. 033/14 Roma, 4 febbraio 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNICATO N. 08/14. Prot. n. 033/14 Roma, 4 febbraio 2014"

Transcript

1 FEDERAZIONE CONFSAL-UNSA COORDINAMENTO NAZIONALE BENI CULTURALI c/o Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Via del Collegio Romano, Roma Tel Tel./Fax Fax Tiscali Prot. n. 033/14 Roma, 4 febbraio 2014 A tutti i Dirigenti Sindacali CONFSAL-UNSA Beni Culturali A tutte le R.S.U. CONFSAL-UNSA Beni Culturali A tutti i lavoratori del Ministero per i Beni e le Attività Culturali LORO SEDI COMUNICATO N. 08/14 MIBACT: ANCORA TRASFERIMENTI FORZATI PER IL MINISTRO BRAY VALORIZZAZIONE SOLO A PAROLE SCARSA CAPACITÀ DI GESTIONE NELLE POLITICHE DELLE RISORSE UMANE Come già evidenziato con i nostri comunicati precedenti, gli spostamenti dell ufficio del Turismo nella sede del Collegio Romano, sono subordinati allo spostamento della Direzione Generale per la Valorizzazione nella sede del San Michele, dove i locali a loro volta sono stati parzialmente liberati dalla Direzione Generale per le Antichità. Pur essendo in corso una vertenza sindacale, a tutt oggi non risulta, che tale spostamento abbia concluso i necessari passaggi previsti dalla normativa vigente e a quanto concordato nella riunione informativa del 17/01/2014 in presenza del Segretario Generale Arch. Antonia Pasqua Recchia e del Direttore Generale OAGIP Dott. Mario Guarany. Appare ovvio, a parere dello scrivente Coordinamento Nazionale, che l Amministrazione, come abbiamo già denunciato in precedenza, sottovaluta alcuni aspetti relativi alla conduzione delle normali relazioni sindacali e delle politiche di gestione delle risorse umane e strumentali. Pertanto, alla luce degli ulteriori sviluppi negativi della controversia sindacale in atto, la Confsal-Unsa Beni Culturali ha provveduto a diffidare in data odierna, il MiBACT ed ha chiesto la sospensione dell anomala procedura in corso e la ripresa delle trattative per attivare i normali rapporti sindacali e consentire al personale interessato di avvalersi delle procedure di mobilità volontaria. All uopo, per doverosa informazione, si allega la diffida inviata agli indirizzi indicati in calce alla stessa. Cordiali saluti IL SEGRETARIO NAZIONALE (Dott. Giuseppe Urbino)

2 FEDERAZIONE CONFSAL-UNSA COORDINAMENTO NAZIONALE BENI CULTURALI c/o Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Via del Collegio Romano, Roma Tel Tel./Fax Fax Tiscali Prot.:032/14 Roma, 4 febbraio 2014 On. Massimo Bray Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Cons. Marco Lipari Capo di Gabinetto Arch. Antonia Pasqua Recchia Segretariato Generale Dott.ssa Anna Maria Buzzi Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale dott. Luigi Malnati Direzione Generale per le antichità Dr. Mario Guarany Direzione per gli affari generali, il bilancio, risorse umane e la formazione Dr. Antonio Parente Direzione per gli affari generali, il bilancio, risorse umane e la formazione - Servizio IV Alla Corte dei Conti Sezioni riunite controllo Allo Studio Legale Verlingieri/Maddalena LORO SEDI Oggetto: Diffida e messa in mora trasferimento forzoso degli uffici del Collegio Romano e relative conseguenze patrimoniali per danni all erario rispetto delle relazioni sindacali e adempimenti contrattuali. Lo scrivente coordinamento Nazionale, con riferimento a quanto in oggetto, scrive per evidenziare quanto qui di seguito riportato: 1

3 PREMESSO CHE la Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale in un primo momento non aveva avuto notizia, né formalmente, né informalmente espressa, dell ipotesi di trasferimento al San Michele che apprendeva dalla nota di Gabinetto, prot. n. 673 del 14 gennaio 2014, con la quale si disponeva che il trasloco stesso dovesse essere effettuato tra il 20 e il 25 gennaio c.a.; essendo assolutamente impossibile adempiere a quanto disposto per la assoluta mancanza di un progetto di riallocazione del personale e dei beni di pertinenza, per l assenza di una pianificazione logistica, nonché di un preventivo accordo tra tutte le Direzioni Generali interessate; il Direttore Generale della Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale, di concerto con il Ministro, ha chiesto e ottenuto una dilazione dei termini, soprattutto in vista dell imminente riorganizzazione del Ministero; il Segretario Generale del MiBACT, con nota prot. n. 719 del 17 gennaio, ribadiva la necessità di un immediato trasferimento della Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale, confermato con nota prot. n del 24 gennaio scorso, che imponeva perentoriamente il 31 gennaio come termine ultimo entro il quale effettuare il trasloco; il Direttore Generale della Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale, si è attivata effettuando un primo sopralluogo con le strutture competenti e con il rappresentante RSU e riunendo, immediatamente dopo, tutto il personale per informarlo sia di quanto richiesto dal Gabinetto e dal Segretario Generale, sia dell esito del sopralluogo, dal quale è emersa l inadeguatezza degli spazi assegnati; la Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale ha chiesto che tutto avvenga in tempi compatibili con l efficacia e l efficienza cui sono tenuti gli Uffici e con il minor disagio possibile per il personale; il Direttore Generale ha rilevato che, allo stato dell opera, si verrebbero a creare insostenibili condizioni di affollamento e differenze di allocazione tra i dipendenti della struttura del San Michele; la Direzione Generale Antichità, pur essendosi dimostrata disponibile a cedere alcune stanze, è poi dovuta tornare sui propri passi per non danneggiare il personale della Direzione medesima, che risultava eccessivamente penalizzato dalla riduzione degli spazi; la valutazione degli spazi deve essere condotta complessivamente per tutto il Complesso del San Michele, in modo da garantire una distribuzione equa e omogenea sia degli spazi che del personale; in data 17 gennaio u.s. si è svolta la riunione nazionale informativa sulle problematiche relative ai trasferimenti di alcune di sedi di direzioni Generali ed Uffici e l allocazione del personale interessato. il tavolo di contrattazione locale per il trasferimento della Direzione Generale riunitosi il giorno 30 gennaio 2013 alle ore 15 presso la sala delle riunioni del Segretariato Generale con il seguente ordine del giorno: Ipotesi di trasferimento degli uffici della Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale del Collegio Romano al complesso monumentale del San 2

4 Michele e che all uopo è stato stilato apposito verbale controfirmato da tutti i partecipanti. CONSIDERATO CHE il Segretario Generale Arch. Antonia Pasqua Recchia, ha fatto presente al tavolo Nazionale che il Ministero ha l obbligo di rispettare la normativa vigente in materia di spending review. In tale ottica l Amministrazione è obbligata a ridurre i costi dei fitti passivi che nel Mibact raggiungono cifre consistenti; occorre spostare alcune direzioni generali e tra queste la Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale dalla sede del Collegio Romano, per far posto a circa una quarantina di dipendenti, acquisiti dall ex Ministero del Turismo e che a seguito di verifiche sui luoghi che dovrebbero accogliere la suddetta Direzione si sono rilevati del tutto inadeguati dal punto di vista della salubrità e sicurezza, e tutto ciò sta creando una serie di problematiche al personale nonché una spesa ingiustificata tale da ravvisare danno erariale. è stato chiesto al Ministro Bray il blocco di tali trasferimenti in attesa della riforma del MiBACT e di evitare il proseguimento di scelte impopolari, costose e a rischio per l Amministrazione e per i suoi dipendenti, atteso i normali passaggi di contrattazioni locali e nazionali; le azioni propedeutiche a qualsiasi spostamento, sono la redazione di un progetto, di un cronoprogramma e l effettuazione di un sopralluogo cui siano presenti i Sindacati, i Responsabili della Sicurezza e l Amministrazione; il benessere lavorativo e organizzativo non si concilia con la illogica ed eccessiva velocità prospettata, poiché l impatto non dovrebbe creare disagio a nessuno. Ribadisce la necessità di una riunione congiunta con le altre Direzioni Generali interessate. Ritiene inoltre che i tempi congrui e ragionevoli per l organizzazione di un eventuale trasferimento non possano essere inferiori ai trenta giorni; si ritiene opportuno e necessario programmare, oltre ai previsti incontri con le Direzioni Generali interessate, anche una riunione congiunta al Tavolo Nazionale, considerato che il problema non è di natura squisitamente locale ma si colloca all interno del più ampio progetto di riorganizzazione delle strutture del Ministero; l eventuale trasferimento avvenga in concomitanza con il nuovo assetto del Ministero, di imminente realizzazione; al fine di attivare le procedure di mobilità volontaria e il personale, che avesse problemi personali o familiari relativamente allo spostamento, potrà chiedere l assegnazione ad altra sede; sia più logico ed economico che il personale del Turismo (32 unità) si trasferisca al San Michele per occupare le stanze che sarebbero adeguate ad ospitarlo, evitando spese illogiche e suppletive; nel caso di specie, prima di tutto sia preminente la stesura di un progetto organico, che evidenzi anche le spese che tale trasferimento comporterebbe, dimostrando che tale operazione costituisce effettivo risparmio nel rispetto di quanto dettato dalla spending review. In quest ottica ha annunciato che trasmetterà le relative informazioni alla Corte dei Conti per una verifica di congruità; l ordine inerente al trasferimento non è in linea con quanto concordato tra le OO.SS e l Amministrazione del Mibact il 17 gennaio u.s nell apposita riunione di informativa nazionale con la presenza del Segretario Generale e le Direzioni Generali interessate; 3

5 non esiste un progetto, e quanto meno, non si conosce il numero preciso e la collocazione delle stanze assegnate alla Direzione Generale, dal momento che tali informazioni non sono state ancora acquisite e quindi non è stato possibile redigere un progetto definitivo al fine di consegnare alle OO.SS. interessate e che evidenzi le finalità, gli intenti, i costi e i risparmi derivanti da tali spostamenti degli uffici; sia necessaria la convocazione di un tavolo congiunto con le Direzioni Generali interessate, previa presentazione del progetto di trasferimento che contempli le varie fasi preliminari e che al termine di questo, venga riconvocato il Tavolo Nazionale per la condivisione del progetto. SI DIFFIDA L Amministrazione dall intimare il trasferimento degli uffici in atto, senza prima aver programmato un incontro congiunto e un definitivo progetto, che tenga conto delle esigenze di tutte le strutture interessate, al fine di pianificare una ordinata riallocazione del personale, tenuto conto delle specifiche situazioni di tutela di cui sono portatori parte del personale interessato. Nel contempo, si diffida la Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale a desistere dal comportamento in atto circa il diniego alle richieste di trasferimento, distacco, comando o assegnazione ad altro ufficio, nel momento in cui diventerà operativa la riorganizzazione si aprirà un processo di mobilità a norma del quale, chi ne avesse necessità, potrà chiedere una diversa assegnazione. Altresì, si diffida il Capo di Gabinetto Cons. Marco Lipari e il Segretario Generale nella persona dell Arch. Antonia Pasqua Recchia, al rispetto delle relazioni sindacali e di temporeggiare circa l ordine perentorio di trasferimento degli uffici in discorso, al fine di garantire i passaggi necessari in ordine al trasferimento degli uffici e alla contestuale valutazione delle istanze e il benessere dei lavoratori. Pertanto, in considerazione delle incongruenze e delle illogicità fin qui rappresentate, si chiede il rispetto delle norme contrattuali sulle procedure di mobilità. Infine, con la presente, si invita l Amministrazione a rivedere gli ordini impartiti, affinché si adottino gli opportuni provvedimenti cautelativi, nel rispetto della normativa vigente, onde evitare danno all erario. In mancanza, lo scrivente Coordinamento Nazionale, a tutela del personale rappresentato interessato di concerto con lo studio legale Verlingieri/Maddalena, ricorrerà senza alcun indugio presso le competenti sedi civili e penali, affinché si possa procedere nei confronti dei Dirigenti che le cui responsabilità saranno individuate. La presente a valore di diffida e messa in mora ai sensi dell art 328 c.p. Distinti saluti 4

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 42 del 10.04.2015 Oggetto: Art. 4 della L. n. 68 /2014 Linee di indirizzo Ambito di Settore: Amministrativo e Servizi

Dettagli

Roma, 15 novembre 99. Direzione Generale del Commercio Delle Assicurazioni e dei Servizi LORO SEDI. Prot. n. 530971 All.: n. 1

Roma, 15 novembre 99. Direzione Generale del Commercio Delle Assicurazioni e dei Servizi LORO SEDI. Prot. n. 530971 All.: n. 1 Roma, 15 novembre 99 Direzione Generale del Commercio Delle Assicurazioni e dei Servizi Div. II Agli UU.PPI.CA LORO SEDI Prot. n. 530971 All.: n. 1 E, p.c. UNIONCAMERE P.zza Sallustio, 21 00187 R O M A

Dettagli

ORGANISMO FORENSE DI MEDIAZIONE E ARBITRATO DI URBINO ORDINE DEGLI AVVOCATI DI URBINO STATUTO

ORGANISMO FORENSE DI MEDIAZIONE E ARBITRATO DI URBINO ORDINE DEGLI AVVOCATI DI URBINO STATUTO ORGANISMO FORENSE DI MEDIAZIONE E ARBITRATO DI URBINO ORDINE DEGLI AVVOCATI DI URBINO STATUTO ****** ****** TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art.1 (Costituzione) Ai sensi dell art.18 del Decreto Legislativo

Dettagli

SAESE - Sindacato Autonomo Europeo Scuola ed Ecologia - Codice Fiscale: 93066010849

SAESE - Sindacato Autonomo Europeo Scuola ed Ecologia - Codice Fiscale: 93066010849 SAESE - Sindacato Autonomo Europeo Scuola ed Ecologia - Codice Fiscale: 93066010849 www.saese.eu info@saese.eu Spett. SIG. DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO SCOLASTICO S.G. BOSCO CAMPOBELLO DI LICATA(AG) e

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico. il Ministro dell Economia e delle Finanze. di concerto con

Il Ministro dello Sviluppo Economico. il Ministro dell Economia e delle Finanze. di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze MISURA E MODALITÀ DI VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DOVUTO DAI SOGGETTI OPERANTI NEL SETTORE POSTALE ALL AUTORITÀ

Dettagli

DELIBERA N. 169/13/CONS

DELIBERA N. 169/13/CONS DELIBERA N. 169/13/CONS ORDINE AGLI OPERATORI TELECOM ITALIA S.P.A., OKCOM S.P.A., E UNIDATA S.P.A. DI CESSAZIONE DI COMPORTAMENTI LESIVI DEI DIRITTI DEGLI UTENTI, AI SENSI DELL ARTICOLO 2, COMMA 20, LETT.

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER L ORGANIZZAZIONE, GLI AFFARI GENERALI, L INNOVAZIONE, IL BILANCIO ED IL PERSONALE

DIREZIONE GENERALE PER L ORGANIZZAZIONE, GLI AFFARI GENERALI, L INNOVAZIONE, IL BILANCIO ED IL PERSONALE DIREZIONE GENERALE PER L ORGANIZZAZIONE, GLI AFFARI GENERALI, L INNOVAZIONE, IL BILANCIO ED IL PERSONALE RELAZIONE SEMESTRALE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE 2014-2016 PER LA TRASPARENZA

Dettagli

Oggetto: Lavoratori addetti servizi di pulizia in ambito scolastico (ex LSU) tramite consorzi. TESTO UNITARIO

Oggetto: Lavoratori addetti servizi di pulizia in ambito scolastico (ex LSU) tramite consorzi. TESTO UNITARIO Roma 12 febbraio 2009 Settore Ausiliari Traffico e Portuali Prot. N. /09 /UC/sp Oggetto: Lavoratori addetti servizi di pulizia in ambito scolastico (ex LSU) tramite consorzi. TESTO UNITARIO Proseguono

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM. Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM. Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12 REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12 dicembre 2013, disciplina la composizione e la nomina, le modalità di

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A.

LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A. LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A. (APPROVATE DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA SOCIETÀ NELLA RIUNIONE DEL 10 MAGGIO 2012) TOD S S.P.A.

Dettagli

Incontro sulle azioni di Piano strategico della funzione PCL

Incontro sulle azioni di Piano strategico della funzione PCL Incontro sulle azioni di Piano strategico della funzione PCL Si è svolto questa mattina l atteso incontro con l Azienda per l illustrazione delle azioni specifiche della Funzione Posta, Comunicazione e

Dettagli

IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue.

IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue. IL Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione, Le Regioni, le Province e i Comuni, le Organizzazioni sindacali, concordano quanto segue. La pubblica amministrazione è stata oggetto negli

Dettagli

n. 108 20 giugno DIPARTIMENTO DIRITTI Fondi interprofessionali Disabilità AUTONOLEGGIO Comunicato unitario ai lavoratori noleggio pullman

n. 108 20 giugno DIPARTIMENTO DIRITTI Fondi interprofessionali Disabilità AUTONOLEGGIO Comunicato unitario ai lavoratori noleggio pullman n. 108 20 giugno DIPARTIMENTO DIRITTI Fondi interprofessionali Disabilità AUTONOLEGGIO Comunicato unitario ai lavoratori noleggio pullman Riunione del 16 giugno 2011 DIPARTIMENTO DIRITTI Fondi interprofessionali

Dettagli

ALLEGATO 1 LINEE GUIDA IN MATERIA DI MOBILITÀ INTERNA ED ESTERNA DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO PREMESSE NORMATIVE

ALLEGATO 1 LINEE GUIDA IN MATERIA DI MOBILITÀ INTERNA ED ESTERNA DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO PREMESSE NORMATIVE ALLEGATO 1 LINEE GUIDA IN MATERIA DI MOBILITÀ INTERNA ED ESTERNA DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO PREMESSE NORMATIVE Decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modifiche ed integrazioni;

Dettagli

Delegazione trattante personale di categoria 10.02.2014 Inizio seduta alle ore 11.20. Convocazione di cui al prot. 1224/14 del 03.02.

Delegazione trattante personale di categoria 10.02.2014 Inizio seduta alle ore 11.20. Convocazione di cui al prot. 1224/14 del 03.02. Delegazione trattante personale di categoria 10.02.2014 Inizio seduta alle ore 11.20. Convocazione di cui al prot. 1224/14 del 03.02.2014 Si mettono in approvazione i verbali del 15 luglio 2013, 30 ottobre

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 38/11 DEL 30.9.2014

DELIBERAZIONE N. 38/11 DEL 30.9.2014 Oggetto: Disposizioni in materia di recupero e riscossione dei crediti regionali e per l eventuale dichiarazione di inesigibilità. Gestione dei crediti regionali per il tramite di istituti di credito convenzionati.

Dettagli

ORGANISMO VERONESE DI MEDIAZIONE FORENSE STATUTO TITOLO 1 - DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Costituzione

ORGANISMO VERONESE DI MEDIAZIONE FORENSE STATUTO TITOLO 1 - DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Costituzione ORGANISMO VERONESE DI MEDIAZIONE FORENSE STATUTO TITOLO 1 - DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Costituzione 1. Con deliberazione del 21 febbraio 2011, ai sensi dell'art. 18 del D.Lgs. 4 marzo 2010 n. 28 e

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE U.P.T.A. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II IL DIRETTORE GENERALE VISTO l art. 24 dello Statuto di Ateneo relativo alle competenze del Direttore Generale, ed in particolare il comma 1 che testualmente

Dettagli

COMUNE DI UDINE. Allegato alla DG n. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA MOBILITA INTERNA DEL PERSONALE DIPENDENTE

COMUNE DI UDINE. Allegato alla DG n. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA MOBILITA INTERNA DEL PERSONALE DIPENDENTE COMUNE DI UDINE Allegato alla DG n. del REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA MOBILITA INTERNA DEL PERSONALE DIPENDENTE 1 Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione Il presente Regolamento: a) disciplina

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Copia della presente determinazione viene trasmessa a: SINDACO SEGRETARIO GENERALE ASSESSORE ALLE RISORSE UMANE DIRIGENTE ORGANIZZAZIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE SERVIZIO FINANZIARIO ALTRI SERVIZI ALBO

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 2 OGGETTO: Linee d indirizzo per lo sviluppo di una rete di servizi che garantisca livelli adeguati d intervento in materia di adozione internazionale. LA VISTO il documento istruttorio riportato in calce

Dettagli

MODALITÀ ORGANIZZATIVE E PIANIFICAZIONE DELLE VERIFICHE SUGLI IMPIANTI

MODALITÀ ORGANIZZATIVE E PIANIFICAZIONE DELLE VERIFICHE SUGLI IMPIANTI Pagina:1 di 6 MODALITÀ ORGANIZZATIVE E PIANIFICAZIONE DELLE VERIFICHE SUGLI IMPIANTI INDICE 1. INTRODUZIONE...1 2. ATTIVITÀ PRELIMINARI ALL INIZIO DELLE VERIFICHE...2 3. PIANO OPERATIVO DELLE ATTIVITÀ...2

Dettagli

Verbale della riunione sindacale 8 luglio 2010

Verbale della riunione sindacale 8 luglio 2010 Direzione Provinciale di Bolzano Landesdirektion Bozen Verbale della riunione sindacale 8 luglio 2010 In data 8 luglio 2010, alle ore 14.30, a seguito della convocazione n. 63102/2010 dd. 06.07.2010, si

Dettagli

Prot. n Roma, 15/01/2013. Alla Dr.ssa Paola Berardino Sub-commisario straordinario. e, p.c. Al Segretario e Direttore Generale Dott.

Prot. n Roma, 15/01/2013. Alla Dr.ssa Paola Berardino Sub-commisario straordinario. e, p.c. Al Segretario e Direttore Generale Dott. Segreteria Provinciale di Roma Prot. n Roma, 15/01/2013 Alla Dr.ssa Paola Berardino Sub-commisario straordinario e, p.c. Al Segretario e Direttore Generale Dott. Vincenzo Stalteri Al Direttore del Dipartimento

Dettagli

Il giorno 19 dicembre 2014 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione dei componenti:

Il giorno 19 dicembre 2014 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione dei componenti: DELIBERA N. 61/2014 TITOLO 2014.1.10.4.1 2014.1.10.21.589 LEGISLATURA IX Il giorno 19 dicembre 2014 si è riunito nella sede di Viale Aldo Moro n. 44 il Corecom dell'emilia-romagna con la partecipazione

Dettagli

PERSONALE DELL AREA VIGILANZA E QUALIFICA DI AGENTE DI P.S.

PERSONALE DELL AREA VIGILANZA E QUALIFICA DI AGENTE DI P.S. FEDERAZIONE CONFSAL-UNSA COORDINAMENTO NAZIONALE BENI CULTURALI c/o Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Via del Collegio Romano, 27-00186 Roma Tel. 06.67232889 - Tel./Fax 0667232348

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO ORIGINALE VERBALE N. 56 DEL 24.03.2010 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE DEI NUOVI ORARI DI SERVIZIO E DI APERTURA AL PUBBLICO

Dettagli

COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO

COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO Albo Pretorio online n. Registro Pubblicazione Pubblicato il ORIGINALE/COPIA SETTORE 5 - SERVIZI SOCIALI - UFFICIO SEGRETERIA GENERALE DETERMINA n.28

Dettagli

SEMINARIO FORMATIVO IL SISTEMA DI GETSIO- NE DELLE ATTIVITA DI COORDINAMNETO DELLE GRANDI OPERE

SEMINARIO FORMATIVO IL SISTEMA DI GETSIO- NE DELLE ATTIVITA DI COORDINAMNETO DELLE GRANDI OPERE SEMINARIO FORMATIVO IL SISTEMA DI GETSIO- NE DELLE ATTIVITA DI COORDINAMNETO DELLE GRANDI OPERE L UNIFORMITA DELLE AZIONI I COORDINAMENTO NEI CANTIERI DELLE INFRASTRUTTURE Svolgere i compiti di coordinatore

Dettagli

Autorità per le Garanzie Consiglio Regionale

Autorità per le Garanzie Consiglio Regionale Co.Re.Com. Cal/Ro DELIBERAZIONE N. 16 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA Alampi c/ Telecom Italia IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI nella seduta del giorno 28 marzo 2011, svolta presso la

Dettagli

REGOLAMENTO COMITATO UNICO DI GARANZIA

REGOLAMENTO COMITATO UNICO DI GARANZIA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI Introduzione L art. 21 della L. 04/11/2010

Dettagli

Servizio Gestione e Sviluppo Risorse Umane Interaziendale

Servizio Gestione e Sviluppo Risorse Umane Interaziendale Servizio Gestione e Sviluppo Risorse Umane Interaziendale OGGETTO: Attivazione di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per la realizzazione del Progetto Pianificazione e attuazione di

Dettagli

Valutazione del personale docente ed educativo in periodo di formazione e di prova Scheda di lettura

Valutazione del personale docente ed educativo in periodo di formazione e di prova Scheda di lettura Valutazione del personale docente ed educativo in periodo di formazione e di prova Scheda di lettura LEGGE 107/2015 115. Il personale docente ed educativo è sottoposto al periodo di formazione e di prova,

Dettagli

Via C.. Portanova Palazzo Campanella 89124 Reggio Calabria - Tel 0965/814984 810227 Fax 0965/810301

Via C.. Portanova Palazzo Campanella 89124 Reggio Calabria - Tel 0965/814984 810227 Fax 0965/810301 Consiglio Regionale della Calabria Co.Re.Com. Cal/Ro DELIBERAZIONE N.255 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA Inzitari xxx c/ Telecom Italia xxx. IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI nella seduta

Dettagli

Co.Re.Com. comitato regionale per le comunicazioni della Lombardia ATTI 1.21.1 2013/3648/GU14 IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI

Co.Re.Com. comitato regionale per le comunicazioni della Lombardia ATTI 1.21.1 2013/3648/GU14 IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI Co.Re.Com. comitato regionale per le comunicazioni della Lombardia ATTI 1.21.1 2013/3648/GU14 IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI Deliberazione n. 13 del 23 aprile 2015 Sono presenti i componenti

Dettagli

Comitato Regionale per le Comunicazioni

Comitato Regionale per le Comunicazioni ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Comitato Regionale per le Comunicazioni DELIBERA n. 33/2013 TITOLO 1.10.4 1.10.21/533 LEGISLATURA IX Il giorno 20 maggio 2013 si è riunito nella sede

Dettagli

Ai Signori: Area. Direttori LORO SEDI

Ai Signori: Area. Direttori LORO SEDI ORDINE DI SERVIZIO N 12 DEL 12 DIC 2008 Ai Signori: Segretario Generale/Direttore Generale Vice Segretario Generale Vice Direttori Generali Responsabili di Area Direttori Capo di Gabinetto del Sindaco

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX FASTWEB S.P.A\TELECOM ITALIA S.P.A.

OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX FASTWEB S.P.A\TELECOM ITALIA S.P.A. Bologna, 13 aprile 2010 Titolo 1.10.4-1.10.21\9 Prot. DELIBERAZIONE n. 3/2010 del 13 aprile 2010 (estratto dal verbale del 13 aprile 2010) OGGETTO: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX FASTWEB S.P.A\TELECOM

Dettagli

PROPOSTA DI CONVENZIONE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO TEMPORANEO CON FINALITA FORMATIVE DI PERSONE DISABILI AI SENSI DELL ART.

PROPOSTA DI CONVENZIONE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO TEMPORANEO CON FINALITA FORMATIVE DI PERSONE DISABILI AI SENSI DELL ART. PROPOSTA DI CONVENZIONE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO TEMPORANEO CON FINALITA FORMATIVE DI PERSONE DISABILI AI SENSI DELL ART. 12 DELLA LEGGE 68/99 (Così come modificato dall art. 1, comma 37 L.247/07)

Dettagli

CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 318/2010 del 29/12/2010

CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 318/2010 del 29/12/2010 CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 318/2010 del 29/12/2010 Oggetto: Procedimento di sportello unico attività produttive - trasferimento due punti vendita

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 2 CIRCOLO G. FALCONE

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 2 CIRCOLO G. FALCONE prot. 170/A32 del 21/01/2016 REGOLAMENTO DI ISTITUTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio di Circolo con delibera del 10/01/2016 Si riassumono qui di seguito le modalità di esercizio

Dettagli

DELIBERAZIONE n. 15 del 6 febbraio 2015

DELIBERAZIONE n. 15 del 6 febbraio 2015 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: XX XXXX XXXXXX XXX/Vodafone Omnitel XX Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE PER L ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE PER LA SICUREZZA E LA SALUTE SUI LUOGHI DI LAVORO

REGOLAMENTO AZIENDALE PER L ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE PER LA SICUREZZA E LA SALUTE SUI LUOGHI DI LAVORO Repubblica Italiana CITTÁ DI MAZARA DEL VALLO REGOLAMENTO AZIENDALE PER L ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE PER LA SICUREZZA E LA SALUTE SUI LUOGHI DI LAVORO (in attuazione del decreto

Dettagli

DOTT.SSA ROSA FRANCAVIGLIA MAGISTRATO DELLA CORTE DEI CONTI

DOTT.SSA ROSA FRANCAVIGLIA MAGISTRATO DELLA CORTE DEI CONTI DOTT.SSA ROSA FRANCAVIGLIA MAGISTRATO DELLA CORTE DEI CONTI DIRIGENZA PUBBLICA MODIFICHE INTRODOTTE DALLA L. N 145/2002 DELIBERA N 13/2004/P CORTE DEI CONTI - SEZIONE CENTRALE CONTROLLO DI LEGITTIMITA

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA STATUTO DELL ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. Art.1 Denominazione e sede E costituita l associazione non riconosciuta denominata...associazione Sportiva Dilettantistica, con sede in.. Prov... via....n....

Dettagli

BOLLETTINO SINDACALE

BOLLETTINO SINDACALE Coordinamento Nazionale Beni Culturali c/o Ministero per i Beni e le Attività Culturali - 00186 Roma - Via del Collegio Romano, 27 Tel. 06 6723 2348-2889 Fax. 06 6785 552 - info@unsabeniculturali.it -

Dettagli

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 13 del 29/01/2015 Oggetto: APPROVAZIONE DEL PIANO TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DEL PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

OGGETTO: Approvazione accordo transattivo con il Monastero Corpus Domini di Macerata in merito al contratto di locazione locali in v. PM. Ricci..

OGGETTO: Approvazione accordo transattivo con il Monastero Corpus Domini di Macerata in merito al contratto di locazione locali in v. PM. Ricci.. PAG. 1 OGGETTO: Approvazione accordo transattivo con il Monastero Corpus Domini di Macerata in merito al contratto di locazione locali in v. PM. Ricci.. L anno duemilasette, addì ventotto del mese di febbraio

Dettagli

Dipartimenti regionali

Dipartimenti regionali REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO REGIONALE PER IL BILANCIO E LE FINANZE DIPARTIMENTO REGIONALE BILANCIO E TESORO RAGIONERIA GENERALE DELLA REGIONE Servizio 6 Vigilanza Unità Operativa

Dettagli

U.S.R Decreto n. 1682

U.S.R Decreto n. 1682 U.S.R Decreto n. 1682 IL RETTORE VISTO l'art.75 dello Statuto dell'ateneo; VISTO il D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni; VISTO il CCNL Comparto Università, sottoscritto in data 16.10.08;

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 96 DEL 14 SETTEMBRE 2015 O G G E T T O

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 96 DEL 14 SETTEMBRE 2015 O G G E T T O DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 96 DEL 14 SETTEMBRE 2015 O G G E T T O SENTENZA DI ASSOLUZIONE CORTE APPELLO - 1^ SEZIONE PENALE RIMBORSO SPESE LEGALI ATTO DI INDIRIZZO. L anno duemilaquindici il

Dettagli

Oggetto: Osservazioni di Altroconsumo sull art.8 del DL 145/2013

Oggetto: Osservazioni di Altroconsumo sull art.8 del DL 145/2013 Raccomandata A.R. Anticipata via fax Alla c.a. Simona Vicari Sottosegretario Ministero Sviluppo Economico Via Veneto, 33 00187 Roma Gianfrancesco Vecchio DG per il Mercato, la Concorrenza, i Consumatori

Dettagli

OGGETTO: Apertura funzioni organico di diritto della Scuola secondaria di II grado - Acquisizione dati a.s. 2012/13.

OGGETTO: Apertura funzioni organico di diritto della Scuola secondaria di II grado - Acquisizione dati a.s. 2012/13. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ufficio X - Ambito territoriale per la provincia di Roma IV Unità Operativa Ufficio Organici - Istituti

Dettagli

Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni REGOLAMENTO

Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni REGOLAMENTO Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni REGOLAMENTO Art. 1 Costituzione Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità,

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE. DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI mandato 2008-2012

CONSIGLIO NAZIONALE. DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI mandato 2008-2012 CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI mandato 2008-2012 area di delega: ENTI PUBBLICI L attività di verifica del collegio sindacale nella Aziende Sanitarie Locali e nelle

Dettagli

Al Sig. Sindaco del Comune di Lanciano Dott. Mario Pupillo S E D E

Al Sig. Sindaco del Comune di Lanciano Dott. Mario Pupillo S E D E Lanciano, 31/05/2011 Al Sig. Sindaco del Comune di Lanciano Dott. Mario Pupillo S E D E Oggetto: Auguri di buon lavoro ed invito ad affrontare con urgenza le problematiche del personale dipendente. La

Dettagli

Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO

Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO Programma Integrato Urbano PIU Europa CITTA di AVELLINO Cabina di Regia del 26 gennaio 2009 Regolamento per l organizzazione ed il funzionamento della Cabina di Regia Città di Avellino Programma Integrato

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Verbale III^ Commissione Consiliare n. 10 del 13/02/2015. L anno duemilaquindici, il giorno 13 del mese di Febbraio, presso la

Verbale III^ Commissione Consiliare n. 10 del 13/02/2015. L anno duemilaquindici, il giorno 13 del mese di Febbraio, presso la Verbale III^ Commissione Consiliare n. 10 del 13/02/2015 L anno duemilaquindici, il giorno 13 del mese di Febbraio, presso la sede Comunale di Palazzo Butera, si è riunita la III^ Commissione Consiliare:

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO RISORSE FINANZIARIE E STRUMENTALI, PERSONALE E ORGANIZZAZIONE SEZIONE PERSONALE E ORGANIZZAZIONE PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE Codice CIFRA: PER/DEL/2016/007 OGGETTO: Contenzioso

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

Determinazione del Dirigente del Servizio LOGISTICA. N. 90-45421/2010 (numero-protocollo/anno)

Determinazione del Dirigente del Servizio LOGISTICA. N. 90-45421/2010 (numero-protocollo/anno) Determinazione del Dirigente del Servizio LOGISTICA N. 90-45421/2010 (numero-protocollo/anno) OGGETTO: EDIFICI VARI DI COMPETENZA DEL SERVIZIO LOGISTICA. AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE PER LA VERIFICA

Dettagli

Via C.. Portanova Palazzo Campanella 89124 Reggio Calabria - Tel 0965/814984 810227 Fax 0965/810301

Via C.. Portanova Palazzo Campanella 89124 Reggio Calabria - Tel 0965/814984 810227 Fax 0965/810301 Consiglio regionale della Calabria Co.Re.Com. Cal/Ro DELIBERAZIONE N.143 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA Spagnuolo Xxxxx c/ Teletu xxx. IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI nella seduta del

Dettagli

ART. 1 COSTITUZIONE ART. 2 FINALITA

ART. 1 COSTITUZIONE ART. 2 FINALITA REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COMITATO UNICO DI GARANZIA PER LE PARI OPPORTUNITA, LA VALORIZZAZIONE DEL BENESSERE DI CHI LAVORA E CONTRO LE DISCRIMINAZIONI ART. 1 COSTITUZIONE 1.1 Con deliberazione

Dettagli

Fim-Cisl e Formazione Professionale

Fim-Cisl e Formazione Professionale January 2015 FIM CISL nazionale Formazione Professionale 06 85262402 [Volume 1, Numero 1] Fim-Cisl e Formazione Professionale Si è svolto ad Amelia il primo corso specialistico per componenti di Commissioni

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO DISCIPLINARE TECNICO per l affidamento del servizio di analisi e progettazione del sistema di programmazione, di bilancio e controllo dell I.N.A.F. Pagina 1 di 10 INDICE DEI CONTENUTI ARTICOLI Pag. 1 Premessa...

Dettagli

DETERMINAZIONE N 255 DEL 28.12.2012

DETERMINAZIONE N 255 DEL 28.12.2012 CIG : Z2D07F28E8 DETERMINAZIONE N 255 DEL 28.12.2012 OGGETTO: ACQUISTO SOFTWARE STR VISION PBM MODULI ALBO FORNITORI - GESTIONE GARA E LL.PP. ONLINE. IL RESPONSABILE DELL AREA Premesso quanto segue: che

Dettagli

Per l Amministrazione: arch. Grifoni, dott.ssa Puccini, dott.ssa Rigatuso, dott.ssa Sicuranza

Per l Amministrazione: arch. Grifoni, dott.ssa Puccini, dott.ssa Rigatuso, dott.ssa Sicuranza CONTRATTAZIONE SINDACALE 19.05.2015 Il giorno 19 maggio 2015 presso la Biblioteca degli Uffizi, regolarmente convocate dal Segretario Regionale per l ex Polo Museale Fiorentino, Arch. Paola Grifoni, con

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELLA BRIANZA EST PER IL CIRCONDARIO

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELLA BRIANZA EST PER IL CIRCONDARIO REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELLA BRIANZA EST PER IL CIRCONDARIO Adottato con deliberazione del Commissario Straordinario n. 48 del 4 maggio 2006 Titolo I ELEMENTI COSTITUTIVI Art. 1 - Oggetto

Dettagli

PROVINCIA DI CASERTA GIUNTA PROVINCIALE

PROVINCIA DI CASERTA GIUNTA PROVINCIALE PROVINCIA DI CASERTA GIUNTA PROVINCIALE DELIBERAZIONE n. 234 del 19 dicembre 2011 OGGETTO: Avvio da parte della GISEC SpA delle procedure finalizzate all eventuale realizzazione, all esito delle necessarie

Dettagli

COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino Segreteria Generale. Servizio di Regolarità Amministrativa e Contabile

COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino Segreteria Generale. Servizio di Regolarità Amministrativa e Contabile COMUNE DI FANO Provincia di Pesaro e Urbino Segreteria Generale Servizio di Regolarità Amministrativa e Contabile 2 referto semestrale attività svolta- anno 2014 Prot.n. 500 del 07 gennaio 2015 Al Presidente

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell articolo 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera 17221 del 12 marzo 2010, e successive

Dettagli

LAVORO/CONTRATTO/RELAZIONI SINDACALI

LAVORO/CONTRATTO/RELAZIONI SINDACALI SCIOPERO Il 23 gennaio 2001 è stato sottoscritto da ABI e dalle Organizzazioni sindacali l accordo per la regolamentazione dell esercizio del diritto di sciopero nel settore del credito di cui si riporta

Dettagli

COMUNE DI TREVIOLO Provincia di Bergamo DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE

COMUNE DI TREVIOLO Provincia di Bergamo DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE COMUNE DI TREVIOLO Provincia di Bergamo DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITA CIVILE Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 48 del 9 aprile

Dettagli

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE via Vincenzo Verrastro, 5-85100 POTENZA dirigente: ing. Maria Carmela BRUNO tel. 0971668875,

Dettagli

IL DIRIGENTE. Determinazione 5/2015. Definizione della controversia Andreoli XXX/ Telecom Italia S.p.A.

IL DIRIGENTE. Determinazione 5/2015. Definizione della controversia Andreoli XXX/ Telecom Italia S.p.A. Determinazione 5/2015 Definizione della controversia Andreoli XXX/ Telecom Italia S.p.A. IL DIRIGENTE VISTA la L. 14 novembre 1995, n. 481, Norme per la concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica

Dettagli

CE/bs Cuneo, 25 ottobre 2011. Circolare n. 10/2011 IMPRESE EDILI CONSULENTI DEL LAVORO OO.SS. LORO SEDI

CE/bs Cuneo, 25 ottobre 2011. Circolare n. 10/2011 IMPRESE EDILI CONSULENTI DEL LAVORO OO.SS. LORO SEDI CE/bs Cuneo, 25 ottobre 2011 Circolare n. 10/2011 Alle IMPRESE EDILI CONSULENTI DEL LAVORO OO.SS. LORO SEDI Oggetto: 1. Superamento LIMITI ore Ferie, Permessi retribuiti e Permessi non retribuiti; 2. Limiti

Dettagli

Via C.. Portanova Palazzo Campanella 89124 Reggio Calabria - Tel 0965/814984 810227 Fax 0965/810301 1

Via C.. Portanova Palazzo Campanella 89124 Reggio Calabria - Tel 0965/814984 810227 Fax 0965/810301 1 Consiglio Regionale della Calabria Co.Re.Com. Cal/Ro DELIBERAZIONE N. 100 Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA Barbuto xxx c/ Fastweb xxx. IL COMITATO REGIONALE PER LE COMUNICAZIONI nella seduta del

Dettagli

Statuto del Fondo di Previdenza per i Dirigenti di Aziende Commerciali e di Spedizione e Trasporto Mario Negri

Statuto del Fondo di Previdenza per i Dirigenti di Aziende Commerciali e di Spedizione e Trasporto Mario Negri FONDO DI PREVIDENZA PER I DIRIGENTI COMMERCIALI E DI SPEDIZIONE E TRASPORTO MARIO NEGRI Via Palestro, 32, - 00185 Roma GIURIDICAMENTE RICONOSCIUTO CON D.P.R. 26 LUGLIO 1957 N. 780 ISCR. ALBO n. 1460/99

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Settore Sviluppo economico

COMUNE DI FAENZA Settore Sviluppo economico COMUNE DI FAENZA Settore Sviluppo economico Analisi del procedimento di variante urbanistica accelerata di Claudio Facchini, dirigente del Settore Sviluppo economico del Comune di Faenza Edizione 1/CF/cf/11.04.2011

Dettagli

COMUNE DI GUARDAVALLE (PROVINCIA DI CATANZARO)

COMUNE DI GUARDAVALLE (PROVINCIA DI CATANZARO) COMUNE DI GUARDAVALLE (PROVINCIA DI CATANZARO) ORIGINALE/COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 57 Del 26 GIUGNO 2012 OGGETTO: ART. 58 COMMA 1 DECRETO LEGGE N. 112/2008. RICOGNIZIONE E

Dettagli

COMUNE di CAPUA. Provincia di Caserta COPIA. DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE. N 186 del 30.12.2013

COMUNE di CAPUA. Provincia di Caserta COPIA. DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE. N 186 del 30.12.2013 COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 186 del 30.12.2013 Oggetto: Rimborso spese legali per procedimento penale Provvedimenti. Ambito di Settore: Amm.vo

Dettagli

Delibera n. 85/11/CIR Definizione della controversia G.B./Telecom Italia S.p.A. (gu14/1171/ 08) l Autorità

Delibera n. 85/11/CIR Definizione della controversia G.B./Telecom Italia S.p.A. (gu14/1171/ 08) l Autorità Delibera n. Definizione della controversia G.B./Telecom Italia S.p.A. (gu14/1171/ 08) l Autorità NELLA sua riunione della Commissione per le Infrastrutture e le reti del 6 luglio 2011; VISTA la legge 31

Dettagli

Deliberazione n. 111/2013/PAR

Deliberazione n. 111/2013/PAR Deliberazione n. 111/2013/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER L UMBRIA composta dai magistrati Dott. Salvatore SFRECOLA Presidente Dott. Fulvio Maria LONGAVITA

Dettagli

COMUNE DI PANTELLERIA PROVINCIA DI TRAPANI

COMUNE DI PANTELLERIA PROVINCIA DI TRAPANI COMUNE DI PANTELLERIA PROVINCIA DI TRAPANI N. 10 DEL 5.3.2010 Oggetto: Conferimento incarico di assistenza tecnica specializzata in materia di gestione amministrativo - contabile del personale, gestione

Dettagli

COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera

COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera COPIA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 87 Reg. del 09.09.2014 Oggetto: N. Prot. Bilancio di previsione per l esercizio finanziario 2014 Piano triennale di razionalizzazione

Dettagli

ATTO DI SIGNIFICAZIONE, DIFFIDA E MESSA IN MORA

ATTO DI SIGNIFICAZIONE, DIFFIDA E MESSA IN MORA Al Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Capo Dipartimento per l istruzione Dott. Luciano Chiappetta Al Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento dell Amministrazione Generale

Dettagli

COMUNE DI POSITANO Provincia di SALERNO

COMUNE DI POSITANO Provincia di SALERNO *------------------------------------* Prot.n. del *------------------------------------* COMUNE DI POSITANO Provincia di SALERNO COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 3 DEL 14/01/2008 ========================================================================

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale DELIBERAZIONE N 18 DEL 31/03/2016 Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: forme di collaborazione tra la Provincia di Alessandria e il Comune di Villalvernia per avvalersi degli uffici

Dettagli

PROVINCIA DI UDINE OGGETTO: PIANO DI ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI SCOLASTICI PER DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 22 LUGLIO 2013

PROVINCIA DI UDINE OGGETTO: PIANO DI ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI SCOLASTICI PER DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 22 LUGLIO 2013 PROVINCIA DI UDINE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE SEDUTA DEL GIORNO 22 LUGLIO 2013 Presente Assente FONTANINI PIETRO Presidente X MATTIUSSI FRANCO Vicepresidente X BARBERIO LEONARDO Assessore X

Dettagli

COMITATO DIRETTIVO. Verbale Riunione dell 11 novembre 2009. Consorzio Italiano di Coriassicurazione contro le Calamità Naturali in Agricoltura

COMITATO DIRETTIVO. Verbale Riunione dell 11 novembre 2009. Consorzio Italiano di Coriassicurazione contro le Calamità Naturali in Agricoltura COMITATO DIRETTIVO Verbale Riunione dell 11 novembre 2009 Il giorno 11 novembre 2009 alle ore 10,30 si è riunito in Roma Via Nomentana, 183, a seguito di convocazione inviata a mezzo mail il 4 novembre

Dettagli

Regolamento per l autogestione dei servizi accessori da parte degli utenti di alloggi di E.R.P.

Regolamento per l autogestione dei servizi accessori da parte degli utenti di alloggi di E.R.P. Regolamento per l autogestione dei servizi accessori da parte degli utenti di alloggi di E.R.P. Le norme contenute nel presente regolamento disciplinano le autogestioni dei servizi accessori, degli spazi

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Reg.delib.n. 2727 Prot. n. 104/08-112C-S112 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE O G G E T T O: Disposizioni per l'attuazione dell'articolo 8, comma 1, della legge

Dettagli

COMUNE DI BORGIO VEREZZI Provincia di Savona Tel. 019 618211/Fax 019 618226

COMUNE DI BORGIO VEREZZI Provincia di Savona Tel. 019 618211/Fax 019 618226 COMUNE DI BORGIO VEREZZI Provincia di Savona Tel. 019 618211/Fax 019 618226 AREA AFFARI GENERALI N. AG 59 DEL 09/04/2010 OGGETTO: INCARICO DI SISTEMAZIONE E RIORDINO ARCHIVIO COMUNALE CONFERITO CON DETERMINAZIONE

Dettagli

Piattaforma rinnovo ACN. (bozza) (ai sensi della legge 189/12 e del DPR 122/13)

Piattaforma rinnovo ACN. (bozza) (ai sensi della legge 189/12 e del DPR 122/13) Piattaforma rinnovo ACN (bozza) (ai sensi della legge 189/12 e del DPR 122/13) Introduzione Negli ultimi quattro anni, cioè grosso modo dalla sigla degli ultimi ACN, la situazione economica del Paese è

Dettagli

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Chiara Tuoni /NGI S.p.A.

DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Chiara Tuoni /NGI S.p.A. Oggetto: DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA: Chiara Tuoni /NGI S.p.A. Presenti: SANDRO VANNINI GIANCARLO MAGNI RENATO BURIGANA LETIZIA SALVESTRINI MAURIZIO ZINGONI Presidente Vice Presidente Componente Componente

Dettagli