COMUNE DI SAN DONATO MILANESE Provincia di Milano

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI SAN DONATO MILANESE Provincia di Milano"

Transcript

1 COMUNE DI SAN DONATO MILANESE Provincia di Milano

2 ΣΤΡΥΤΤΥΡΑ ΟΡΓΑΝΙΖΖΑΤΙςΑ Sistema di comando e controllo La struttura organizzativa attraverso la quale si esercita la direzione unitaria dei servizi di emergenza nel Comune di San Donato Milanese è denominata sistema di Comando e Controllo Esso è così composto: sede operativa e centro di coordinamento soccorsi (C.C.S.): Sono ubicati presso la sede del gruppo Volontari di Protezione Civile, in via della Croce Rossa n. 5 (all interno del cortile della scuola media di via Gramsci); centro operativo comunale (C.O.C.) e unità di crisi (U.C.L.): sono ubicati nel Palazzo Comunale, in via Cesare Battisti n. 2 (presso l Ufficio di Polizia Locale). sala stampa: E ubicata nel Palazzo Comunale,in via Cesare Battisti n. 2 (presso la sala giunta). Comunicazioni di emergenza In caso di non funzionamento delle linee di telecomunicazioni fisse e mobili, le comunicazioni di emergenza avvengono tramite la Centrale Radio della Polizia Locale, ubicata in via Cesare Battisti n. 2 o presso la sede radioamatori CB SERRA DELTA, ubicata in via Della Croce Rossa in prossimità della sede del gruppo Volontari di Protezione Civile. 2

3 ΑΡΕΕ Ι ΕΜΕΡΓΕΝΖΑ Ε Ι ΑΧΟΟΓΛΙΕΝΖΑ Aree di emergenza, Le aree di emergenza e di attesa individuate sul territorio comunale di San Donato Milanese sono le seguneti: - campo sportivo di via Caviaga mq 6.600; - bosco tre palle mq 6.600; - parcheggio del 2 palazzo uffici mq 1904 e mq 1520; - campo sportivo Picchi di via di Vittorio mq 5800; - parcheggio vicino all asilo nido via di Vittorio mq 3444; - parcheggio sul retro dell edificio polifunzionale di Via Parri; - pratone di via Gramsci mq ; - campo sportivo Gramsci mq 5.600; - area a verde all inizio di via Buozzi mq 7.200; - prato di fronte alla via Leopardi mq 1932, mq 648, mq 800, mq 900 e mq 2560; - parcheggio del 5 palazzo uffici mq 2400; - parcheggio presso la stazione ferroviaria mq 480; - parcheggio del 1 palazzo uffici mq 840; - campo agricolo in prossimità della via Pertini mq ; - campo agricolo in prossimità della Cascina Bagnolo mq ; - campo agricolo in prossimità della Cascina Tecchione mq Nella tavola 9 sono riportate le aree occupabili in caso di emergenza da utilizzare come aree di emergenza od ammassamento. Nella tav. 2 sono riportate le strutture strategiche per l emergenza e le relative elisuperfici 3

4 Area di accoglienza I luoghi da utilizzare a tale titolo sono costituiti dalle palestre dei seguenti edifici scolastici: Scuola Elementare di via Libertà Scuola Elementare di via Kennedy Scuola Elementare di via Europa Scuola Elementare e Materna di via M. Greppi Scuola Elementare via Di Vittorio Scuola Elem. e Materna di Poasco Sala polifunzionale Poasco Scuola Media di via Gramsci Scuola Media via Agadir Edificio Polifunzionale di Bolgiano Scuola Media di via Parri 4

5 Elisuperfici (tav. 2) Sono state individuate le seguenti aree: campo sportivo di via Gramsci (area pubblica) campo sportivo A. Picchi di via Di Vittorio (area pubblica) campo Nardelli via Parri (area pubblica) campo sportivo I.T.C. di via M. di Cefalonia (area privata) campo sportivo di via Caviaga (area pubblica) Piazza S. Barbara (area pubblica) Bosco Tre Palle (area pubblica) Area a verde sul retro della Caserma dei Carabinieri (area privata) Area a verde pratone vicino al Palazzo Comunale lato via M. di Cefalonia (area privata) Area a verde a Poasco vicino al campo sportivo Cavallino Bianco in via Unica di Poasco (area privata) Viene sottolineata l importanza dei campi da gioco di calcio, in quanto garantiscono maggior sicurezza alle operazioni di atterraggio e decollo. Nelle aree non recintate sarà cura della Polizia Locale garantire l opportuna sicurezza nei confronti degli eventuali curiosi. In caso di trasporto sanitario d urgenza, operazioni di salvataggio, evacuazioni e soccorso si deroga al Decr. Min. Trasporti del , emesso in attuazione della Legge 518/68, nel quale si afferma che per l occupazione di aree private è necessario l assenso del proprietario del terreno. 5

6 6

Comune di SAN DONATO MILANESE Provincia di Milano Via C. Battisti San Donato Milanese (Mi)

Comune di SAN DONATO MILANESE Provincia di Milano Via C. Battisti San Donato Milanese (Mi) Comune di SAN DONATO MILANESE Provincia di Milano Via C. Battisti 2-20097 San Donato Milanese (Mi) Area Territorio Ambiente e Attività Produttive STRUTTURE ED AREE DI EMERGENZA Piano Emergenza Comunale

Dettagli

Tabella 1 - Elenco e quantificazione degli spazi e delle attrezzature pubbliche e di interesse pubblico presenti sul territorio - Dicembre 2008

Tabella 1 - Elenco e quantificazione degli spazi e delle attrezzature pubbliche e di interesse pubblico presenti sul territorio - Dicembre 2008 Tabella 1 - Elenco e quantificazione degli spazi e delle attrezzature pubbliche e di interesse pubblico presenti sul territorio - Dicembre 2008 Tipologia del servizio livello territoriale Indirizzo Proprietà

Dettagli

COMUNE - UFFICI E SERVIZI

COMUNE - UFFICI E SERVIZI COMUNE - UFFICI E SERVIZI Municipio tel 02.52772.1 centralino fax 02.5275096 e-mail comune@comune.sandonatomilanese.mi.it PEC protocollo@cert.comune.sandonatomilanese.mi.it web www.comune.sandonatomilanese.mi.it

Dettagli

Pagina 1 TOTALE SUPERFICI 23.341,00

Pagina 1 TOTALE SUPERFICI 23.341,00 immobili 2015 Allegato A N.RO IMMOBILI SUPERFICI MQ. 1 Municipio-edificio ex. Biblioteca 2.046,00 2 Appartamento Custode 176,00 3 Auditorium 875,00 4 Centro Diurno Anziani 293,00 5 Mensa Scolastica 740,00

Dettagli

Comune di Robecchetto con Induno Provincia di Milano. PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO 2009 Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12.

Comune di Robecchetto con Induno Provincia di Milano. PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO 2009 Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12. Comune di con Induno Provincia di Milano PIA DI GOVER DEL TERRITORIO 29 Legge Regionale 11 marzo 25, 12 Piano dei Servizi SA.3 Catalogo delle attrezzature pubbliche di uso pubblico Modificato a seguito

Dettagli

SCENARIO DI RISCHIO SISMICO

SCENARIO DI RISCHIO SISMICO Tipo di rischio SISMA SCENARIO DI RISCHIO SISMICO Località Territorio comunale Evento sismico di media entità (magnitudo Richter Descrizione compresa tra 4,0 e 5,5) Grado di rischio Alto SCENARIO 3.29

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2013 n. 33 (Art. 30)

DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2013 n. 33 (Art. 30) DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2013 n. 33 (Art. 30) Natura del bene aree Denominazione del bene Indirizzo P.lla Sub. terreno in Tipologia Tipologia del terreno Utilizzo del bene immobile Finalità (Fabbricati)

Dettagli

29 MAGGIO 2012-30 MAGGIO 2013 A UN ANNO DAL TERREMOTO

29 MAGGIO 2012-30 MAGGIO 2013 A UN ANNO DAL TERREMOTO 29 MAGGIO 2012-30 MAGGIO 2013 A UN ANNO DAL TERREMOTO I NUMERI Gli edifici inagibili ORDINANZE INAGIBILITA' EMESSE ORDINANZE REVOCATE AD OGGI ORDINANZA PARZIALMENTE REVOCATE ANCORA ATTIVE EDIFICI PRIVATI

Dettagli

Città di CHIERI. Sindaco Francesco LANCIONE LAVORI PUBBLICI - CULTURA E SISTEMA NIDI VIABILITÀ - ORGANIZZAZIONE LAVORI PUBBLICI

Città di CHIERI. Sindaco Francesco LANCIONE LAVORI PUBBLICI - CULTURA E SISTEMA NIDI VIABILITÀ - ORGANIZZAZIONE LAVORI PUBBLICI LAVORI PUBBLICI Interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria dei plessi scolastici: Installazione di un impianto fotovoltaico sulla Scuola Quarini Interventi di manutenzione straordinaria manto

Dettagli

ALLEGATO D PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI SUGLI EDIFICI PUBBLICI

ALLEGATO D PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI SUGLI EDIFICI PUBBLICI ALLEGATO D PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI SUGLI EDIFICI PUBBLICI EDIFICIO. Scuola primaria Via Repubblica 4 2 407 Prima del 976 0.800,00 +iva 2 29 2. Scuole dell infanzia ed centro civico di Via Neruda 256

Dettagli

ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO

ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO COMUNE DI 1. FUNZIONALITA DEL SISTEMA DI ALLERTAMENTO LOCALE REPERIBILITA H 24. Il Piano deve contenere le informazioni necessarie e le modalità con cui la struttura

Dettagli

2.04 INFRASTRUTTURE SEZIONE 04 CONTENUTI: ESTENSORE: COMUNE DI BRENTONICO 2. 3. 4. 5. 6. CODI CE DENOMINAZIONE UFFICIO CONTATTO

2.04 INFRASTRUTTURE SEZIONE 04 CONTENUTI: ESTENSORE: COMUNE DI BRENTONICO 2. 3. 4. 5. 6. CODI CE DENOMINAZIONE UFFICIO CONTATTO (PPCC) 2.04 SEZIONE 04 CONTENUTI: TITOLO 1. RISORSE: DI EMERGENZA 2. 3. 4. 5. 6. Richiede Aggiorna m. DA PAGIN A A PAGIN A CODICE ESTENSOR E ANNO REDAZIONE 02 46 01 2015 ESTENSORE: CODI CE DENOMINAZIONE

Dettagli

NIDO INTERCOMUNALE CAPPUCCETTO ROSSO (scheda 1) Via Cà dei Lazzarini-Via C.Goldoni

NIDO INTERCOMUNALE CAPPUCCETTO ROSSO (scheda 1) Via Cà dei Lazzarini-Via C.Goldoni NIDO INTERCOMUNALE CAPPUCCETTO ROSSO (scheda 1) Via Cà dei Lazzarini-Via C.Goldoni Parcheggio antistante via Cà dei Lazzarini= Area scarico pasti presso la cucina= Ingresso pedonale su via Cà dei Lazzarini

Dettagli

Associazione Geologi dell Emilia Romagna per la Protezione Civile

Associazione Geologi dell Emilia Romagna per la Protezione Civile Associazione Geologi dell Emilia Romagna per la Protezione Civile Costituzione: 3 Luglio 2002 Sede: presso OGER Via Guerrazzi 6, Bologna Anno 2009: 70 iscritti www.geoprociv.it OBIETTIVI: 1. Offrire nei

Dettagli

COMUNE DI GROTTAMMARE Via G. Marconi,50 63066 GROTTAMMARE (AP) - * P.IVA 00403440449

COMUNE DI GROTTAMMARE Via G. Marconi,50 63066 GROTTAMMARE (AP) - * P.IVA 00403440449 COMUNE DI GROTTAMMARE Via G. Marconi,50 63066 GROTTAMMARE (AP) - * P.IVA 00403440449 PIANO COMUNALE DI EMERGENZA DI PROTEZIONE CIVILE ALLEGATO N.1 -AREE DI PRIMO SOCCORSO -AREE DI ACCOGLIENZA -AREE DI

Dettagli

PIANO SPEDITIVO DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI ARGENTA

PIANO SPEDITIVO DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI ARGENTA Comune di Argenta Provincia di Ferrara PIANO SPEDITIVO DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI ARGENTA Il Sindaco: Dott. Antonio Fiorentini Gruppo di lavoro Polizia Municipale Allertamento, Associazionismo Comandante

Dettagli

Comune di San Giuliano Milanese Servizio Educazione ITINERARIO TRASPORTO SCOLASTICO

Comune di San Giuliano Milanese Servizio Educazione ITINERARIO TRASPORTO SCOLASTICO ITINERARIO TRASPORTO SCOLASTICO BUS n. 1 Percorso per scuole Secondarie MILANI e FERMI 7,25 Capolinea Linea A/Lato opposto 7,27 Cascina Carlotta 7,30 Via Ruffini (vicino campo sportivo) 7,32 Via Ruffini

Dettagli

STATO DI ATTUAZIONE al 15 SETTEMBRE 2011 BILANCIO DI PREVISIONE INVESTIMENTI ANNO 2011

STATO DI ATTUAZIONE al 15 SETTEMBRE 2011 BILANCIO DI PREVISIONE INVESTIMENTI ANNO 2011 STATO DI ATTUAZIONE al 15 SETTEMBRE 2011 BILANCIO DI PREVISIONE INVESTIMENTI ANNO 2011 (Approvato dal Consiglio comunale con delibera n. 108 del 27 maggio 2011) Anno 2011 Protezione e valorizzazione dell

Dettagli

Natura del bene luogo Indirizzo Denominazione del bene Codice Comune Foglio Particella/Mappale Subalterno Titolo di utilizzo

Natura del bene luogo Indirizzo Denominazione del bene Codice Comune Foglio Particella/Mappale Subalterno Titolo di utilizzo Natura del bene luogo Indirizzo Denominazione del bene Codice Comune Foglio Particella/Mappale Subalterno Titolo di utilizzo Unità Immobiliare Palau VIA INCROCIATORE TRIESTE, SNC Piano 1 Scuola Elementare

Dettagli

Antonio Marrazzo. Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI

Antonio Marrazzo. Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI Antonio Marrazzo Assessore al patrimonio, opere pubbliche e decoro urbano Attività dei diversi settori PROGETTI - N 101 - EDILIZIA SCOLASTICA tot 21.000.402,38 24% STRADE tot 12.155.500 23% ALLOGGI COMUNALI

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissario delegato ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 aprile 2009

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissario delegato ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 aprile 2009 DECRETA ART. 1 La Direzione di Comando e Controllo (DI.COMA.C) è integrata dalla seguenti funzioni di supporto: Infrastrutture e Strutture post-emergenziali Coordinamento Enti Locali Relazioni Internazionali

Dettagli

VII INCONTRO MONDIALE DELLE FAMIGLIE

VII INCONTRO MONDIALE DELLE FAMIGLIE VII INCONTRO MONDIALE DELLE FAMIGLIE Piano Trasmissioni Integrato Documento preparato dal Gruppo di lavoro TLC 22/10/12 1 Scenario dell evento Comando volontariato PCA 22/10/12 2 TELECOMUNICAZIONI PREVISTE

Dettagli

SEZIONE 3 RISORSE DISPONIBILI

SEZIONE 3 RISORSE DISPONIBILI SEZIONE 3 RISORSE DISPONIBILI EDIFICI, AREE ed UTENZE PRIVILEGIATE SOTTOSCHEDA EA 1 Punti di raccolta SOTTOSCHEDE da EA1 a EA8 SOTTOSCHEDA EA 2 Centri di prima accoglienza e di smistamento. SOTTOSCHEDA

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Monica Stefania Volpe, nata a Milano. Studi svolti Diploma di maturità scientifica nell anno scolastico 1982-83.

CURRICULUM VITAE. Monica Stefania Volpe, nata a Milano. Studi svolti Diploma di maturità scientifica nell anno scolastico 1982-83. CURRICULUM VITAE Monica Stefania Volpe, nata a Milano Studi svolti Diploma di maturità scientifica nell anno scolastico 1982-83. Laurea di dottore in architettura presso il Politecnico di Milano, Dipartimento

Dettagli

AREA di ACCOGLIENZA Coperta GREVE IN CHIANTI 01. Foto. Mappa

AREA di ACCOGLIENZA Coperta GREVE IN CHIANTI 01. Foto. Mappa AREA di ACCOGLIENZA Coperta GREVE IN CHIANTI 01 Località: GREVE IN CHIANTI Indirizzo: VIALE ROSA LIBRI, 38 Strade di accesso: Via Cesare Battisti, S.R. 222 Chiantigiana, S.P. 16 Chianti-Valdarno Nome Struttura:

Dettagli

EX SCUOLE EL. GARBARI - UFFICI COM. PERGINE I PIAZZA SANTA ELISABETTA

EX SCUOLE EL. GARBARI - UFFICI COM. PERGINE I PIAZZA SANTA ELISABETTA IMMOBILE C.C. UBICAZIONE SCUOLE ELEMENTARI CANALE VIA CAREZZA CENTRO NAUTICO ex SEDE C.U.S. CANALE SAN CRISTOFORO CIMITERO - CAPPELLA CANALE CANALE SCUOLE ELEMENTARI CANALE VIA DELLE SCUOLE CIMITERO -

Dettagli

Eventi di NOVEMBRE. Mercoledì 2 novembre =Libreria caffè Artea, piazza Bobbio Laboratorio creativo per bambini dai 3 ai 10 anni (alle 17, 4 euro)

Eventi di NOVEMBRE. Mercoledì 2 novembre =Libreria caffè Artea, piazza Bobbio Laboratorio creativo per bambini dai 3 ai 10 anni (alle 17, 4 euro) Eventi di NOVEMBRE V I S A N D O N ATO Si informa che: =Cimiteri comunali Commemorazione dei defunti fino al 2 novembre i cimiteri effettueranno orario continuato (dalle 8.30 alle 17.30) -------- Martedì

Dettagli

PGT. 16 PdS. Piano dei Servizi. Fascicolo SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI COMUNE DI GERENZAGO PROVINCIA DI PAVIA

PGT. 16 PdS. Piano dei Servizi. Fascicolo SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI COMUNE DI GERENZAGO PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI GERENZAGO PROVINCIA DI PAVIA PGT Piano di Governo del Territorio ai sensi della Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12 16 PdS Piano dei Servizi Fascicolo SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI

Dettagli

PGT 2010 PIANO DEI SERVIZI. RELAZIONE Adozione con delibera C.C. n.20 del 16 marzo 2011 Approvazione con delibera C.C. n.47 del 30 ottobre 2011

PGT 2010 PIANO DEI SERVIZI. RELAZIONE Adozione con delibera C.C. n.20 del 16 marzo 2011 Approvazione con delibera C.C. n.47 del 30 ottobre 2011 COMUNE DI SAN DONATO MILANESE Provincia di Milano PGT 2010 PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO PIANO DEI SERVIZI Pi RELAZIONE Adozione con delibera C.C. n.20 del 16 marzo 2011 Approvazione con delibera C.C.

Dettagli

MODELLO D INTERVENTO B/1 Rischio sismico. Gestione dell emergenza. Responsabile della Protezione Civile e Coordinatore del COC

MODELLO D INTERVENTO B/1 Rischio sismico. Gestione dell emergenza. Responsabile della Protezione Civile e Coordinatore del COC MODELLO D INTERVENTO B/1 Rischio sismico Gestione dell emergenza Al manifestarsi dell evento, qualora l intensità della scossa fosse tale da superare il quinto grado della scala MCS ed il conseguente effetto

Dettagli

Comune di Treviglio Treviglio Provincia (BG) Scheda riepilogativa dei Lavori Pubblici per Intervento

Comune di Treviglio Treviglio Provincia (BG) Scheda riepilogativa dei Lavori Pubblici per Intervento Altro 500 - Accantonamento per lavori di somma urgenza 50.000,00 50.000,00 50.000,00 501 - Accantonamento per studi ed indagini per aggiornamento del programma 5.000,00 5.000,00 5.000,00 503 - Studio di

Dettagli

NUMERI UTILI. Aggiornato al 05 agosto 2015 - Rubrica a cura dell'u.r.p.

NUMERI UTILI. Aggiornato al 05 agosto 2015 - Rubrica a cura dell'u.r.p. A nome A.U.S.L. di IMOLA - Ufficio Relazioni con il Pubblico indirizzo V. le Amendola 8 telefono 0542 604121 fax 0542 604247 numero verde 800 040606 urp@auslimola.bo.it nome ACI Delegazione di Medicina

Dettagli

AP1. Area di Emergenza COMUNE DI CASCIANA TERME LARI. UTM: Est 10 34'53,90'' Nord 43 37'44,20''

AP1. Area di Emergenza COMUNE DI CASCIANA TERME LARI. UTM: Est 10 34'53,90'' Nord 43 37'44,20'' AP1 Parcheggio e area verde Via Galileo Galilei - LAVAIA (pubblica) UTM: Est 10 34'53,90'' Nord 43 37'44,20'' AP2 Parcheggio e area verde Largo Calamandrei - LAVAIA (pubblica) UTM: Est 10 34'48,48'' Nord

Dettagli

CORSI SPORTIVI 2015/2016 ISCRIZIONI

CORSI SPORTIVI 2015/2016 ISCRIZIONI CORSI SPORTIVI 2015/2016 ISCRIZIONI 1 TURNO conferme: dal 7 al 12 settembre nuove iscrizioni: dal 21 al 26 settembre 2 TURNO conferme: dal 7 al 9 gennaio nuove iscrizioni: dal 18 al 23 gennaio presso Cascina

Dettagli

Analisi degli investimenti settore 1 - amministrazione generale stanziamento impegni pagamenti % di realizzazione

Analisi degli investimenti settore 1 - amministrazione generale stanziamento impegni pagamenti % di realizzazione Analisi degli investimenti settore 1 - amministrazione generale Segreteria manutenzione straordinaria palazzo municipale 8.000,00 8.000,00 2.500,00 100% acquisto mobili,macchine,attrezzature ecc 13.000,00

Dettagli

16 ASILI NIDO. Destinatari del servizio Bambini di età compresa tra 6 mesi e 3 anni e le loro famiglie 16.

16 ASILI NIDO. Destinatari del servizio Bambini di età compresa tra 6 mesi e 3 anni e le loro famiglie 16. 16 ASILI NIDO Descrizione del servizio Mission L Asilo Nido è un servizio educativo e sociale, che accoglie durante il giorno le bambine ed i bambini tra 6 mesi e 3 anni, e concorre al pieno sviluppo psico-fisico,

Dettagli

RAGGIUNGIBILITÀ A B C ACCESSIBILITÀ A B C ACCESSIBILITÀ DEDICATA FRUIBILITÀ INTERNA A B C SERVIZI DEDICATI

RAGGIUNGIBILITÀ A B C ACCESSIBILITÀ A B C ACCESSIBILITÀ DEDICATA FRUIBILITÀ INTERNA A B C SERVIZI DEDICATI 01 ASILO NIDO SAN GIOVANNI EVANGELISTA A2 PR Accesso da strada trafficata con percorso inclinato ripido. Cortile interno da cui si accede al nido al P.T. Gradino di cm 15 alla porta d ingresso. Interno

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO. Valutazione Integrata Regolamento Urbanistico COLLABORATORI. Dott. Eva Golfarini

GRUPPO DI LAVORO. Valutazione Integrata Regolamento Urbanistico COLLABORATORI. Dott. Eva Golfarini GRUPPO DI LAVORO Responsabile del Procedimento Sindaco Assessore all Urbanistica Garante della Comunicazione Coordinamento generale P.E. Claudio Filiberti Michele Boscagli Giulia Maccari Dott. Antonio

Dettagli

L ESPERIENZA DEI PEDIATRI ITALIANI NELL EMERGENZA ABRUZZO 2009

L ESPERIENZA DEI PEDIATRI ITALIANI NELL EMERGENZA ABRUZZO 2009 COMMISSIONE NAZIONALE MAXIEMERGENZE SIMEUP Gruppo Intersocietario: PEDIATRIA PER LE MAXIEMERGENZE L ESPERIENZA DEI PEDIATRI ITALIANI NELL EMERGENZA ABRUZZO 2009 2009 L evento catastrofico travalica le

Dettagli

10. FUNZIONI DI SUPPORTO

10. FUNZIONI DI SUPPORTO 10. FUNZIONI DI SUPPORTO La pianificazione dell emergenza basata sulla direttiva del Dipartimento di Protezione Civile Metoto Augustus prevede che, al verificarsi di un evento calamitoso si organizzino

Dettagli

COMUNE DI PROVAGLIO D'ISEO CARATTERISTICHE DELL'AREA DI EMERGENZA

COMUNE DI PROVAGLIO D'ISEO CARATTERISTICHE DELL'AREA DI EMERGENZA R1 Uso attuale Centro sportivo comunale Delimitazione esterna Recinzione su tutti i lati Ubicazione Via Sebina/via Marconi Strutture accessorie Spogliatoi Destinazione prevista Area di ricovero popolazione

Dettagli

Elenco per priorità generale

Elenco per priorità generale Comune di Isola Delle Femmine Elenco per priorità generale Triennio di riferimento 2009-2011 Reti distribuzione energia elettrica e gas Interventi volti all'autoproduzione energetica per i seguenti edifici

Dettagli

Terralba, 31 gennaio 2014 IL MODELLO DI GESTIONE DELLE EMERGENZE

Terralba, 31 gennaio 2014 IL MODELLO DI GESTIONE DELLE EMERGENZE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PRESIDENZA IL MODELLO DI GESTIONE DELLE EMERGENZE Ing. Maria Antonietta Raimondo Servizio Pianificazione e gestione delle emergenze Legge n. 225 del 1992 > Istituzione del

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli

NUMERI UTILI. Aggiornato al 22 gennaio 2015 - Rubrica a cura dell'u.r.p.

NUMERI UTILI. Aggiornato al 22 gennaio 2015 - Rubrica a cura dell'u.r.p. A NUMERI UTILI Aggiornato al 22 gennaio 2015 - Rubrica a cura dell'u.r.p. nome A.U.S.L. di IMOLA - Ufficio Relazioni con il Pubblico indirizzo V. le Amendola 8 telefono 0542 604121 fax 0542 604247 numero

Dettagli

ELENCO BENI IMMOBILI.xls

ELENCO BENI IMMOBILI.xls N Ordine Denominazione Cond. Giur. Indirizzo EX ORFANOTROFIO - COMPLESSO 1 DISPONIBILE IMMOBILIARE PALAZZO DEL GALLO EX ORFANOTROFIO - SCUOLA A.P.M. E 2 DISPONIBILE VIA DELL'ANNUNZIATA N. 2 E 5 E VIA VOLTA

Dettagli

Venerdì 17 ottobre 2008

Venerdì 17 ottobre 2008 186 ANNUALE DI FONDAZIONE DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO DA 186 ANNI FORZE DELLA NATURA ROMA, 17-18-19-20 ottobre 2008 Venerdì 17 ottobre 2008 Area espositiva Il Corpo forestale dello Stato: un avamposto

Dettagli

COMUNE DI GALATRO Provincia di Reggio Calabria SETTORE TECNICO Tel. (0966) 903041 Fax 903149 Partita IVA 00256700808

COMUNE DI GALATRO Provincia di Reggio Calabria SETTORE TECNICO Tel. (0966) 903041 Fax 903149 Partita IVA 00256700808 ELENCO GENERALE STRUTTURE PUBBLICHE DI PROPRIETA DELL ENTE DESTINAZIONE LOCALITA FOGLIO PARTICELLA Asilo Nido Via Padre Pio 18 584 Ostello Via A. Moro 18 829 Casa di Riposo Via Casa di Riposo 25 455 Scuola

Dettagli

Relazione sulla gestione ex art. 38 Statuto MC.S.

Relazione sulla gestione ex art. 38 Statuto MC.S. Relazione sulla gestione ex art. 38 Statuto MC.S. 1 VARIAZIONE FATTURATO ANNUO 5.459.474 6000000 4.629.407 4.064.226 4000000 2000000 682.011 0 2006 2007 2008 2009 2 ENTRATE diverse dal comune al 2007 2008

Dettagli

SCHEDA ANALITICA TECNICO-ECONOMICA. B) CARATTERISTICHE DELLE OPERE: Realizzazione di edifici, viabilità, piattaforma eliportuale e sottoservizi.

SCHEDA ANALITICA TECNICO-ECONOMICA. B) CARATTERISTICHE DELLE OPERE: Realizzazione di edifici, viabilità, piattaforma eliportuale e sottoservizi. CODICE B/001 COMUNE DI: SARNO Sarno Soggetto Richiedente: Comune di Sarno Tipologia: (B) - Aree per insediamenti di emergenza A) TITOLO INTERVENTO: Centro di Protezione civile con annesso distaccamento

Dettagli

Per l organizzazione delle zone comprese nei 9 mq/ab esistono diverse possibilità

Per l organizzazione delle zone comprese nei 9 mq/ab esistono diverse possibilità Scheda A VERDE PUBBLICO ATTREZZATO 1 DI 1444/68: 9 mq/ab per spazi pubblici attrezzati a gioco e sport 15 mq/ab per parchi pubblici urbani e territoriali Per l organizzazione delle zone comprese nei 9

Dettagli

BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI

BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI Città di Trecate PROVINCIA DI NOVARA INVENTARIO BENI COMUNALI ANN BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI - FABBRICATI - Decreto legislativo 8 Agosto, n. 67 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli

Dettagli

COMUNE DI PIETRACAMELA NORME TECNICHE

COMUNE DI PIETRACAMELA NORME TECNICHE COMUNE DI PIETRACAMELA Versate teramano del Gran Sasso d Italia PROGRAMMA DI FABBRICAZIONE NORME TECNICHE Pietracamela lì 25.5.1971 Il Progettista Dott. Ing. Mario Dragone Comune di Pietracamela Piano

Dettagli

BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI

BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI Comune di Cernusco sul Naviglio PROVINCIA DI MILANO INVENTARIO BENI COMUNALI ANN BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI - FABBRICATI - Decreto legislativo 8 Agosto, n. 67 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2014-2016

PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2014-2016 PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2014-2016 ELENCO COMPLETO COMPRENSIVO ANCHE DELLE OPERE DI IMPORTO PARI ED INFERIORE AD EURO 100.000,00 AMM. GESTIONE E CONTROLLO Intervento di restauro e risanamento

Dettagli

LINEA Z114: SOLARO-VAREDO FNM e CESATE-SENAGO-PALAZZOLO FNM

LINEA Z114: SOLARO-VAREDO FNM e CESATE-SENAGO-PALAZZOLO FNM LINEA Z114: SOLARO-VAREDO FNM e CESATE-SENAGO-PALAZZOLO FNM Tratta Solaro - Varedo FNM - Sabato 2 giugno 2012 Solaro - Via Mazzini Fr. 61 - Municipio 14.30 15.15 Solaro - Via Varese 1 semaforo 14.32 15.17

Dettagli

4. LINEAMENTI DELLA PIANIFICAZIONE E STRATEGIA OPERATIVA

4. LINEAMENTI DELLA PIANIFICAZIONE E STRATEGIA OPERATIVA 4. LINEAMENTI DELLA PIANIFICAZIONE E STRATEGIA OPERATIVA 54 4.1 Funzionalità del sistema di allertamento locale Il Comune deve garantire i collegamenti telefonici, via fax, e via e-mail, sia con la Sala

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PRATICO PER GLI OPERATORI DI PROTEZIONE CIVILE

MANUALE OPERATIVO PRATICO PER GLI OPERATORI DI PROTEZIONE CIVILE MANUALE OPERATIVO PRATICO PER GLI OPERATORI DI PROTEZIONE CIVILE CONTATTI E NUMERI UTILI DI PROTEZIONE CIVILE NUMERI UTILI DENOMINAZIONE INDIRIZZO DELLA SEDE TEL. REPERIBILE PREFETTURA Piazza del Papa

Dettagli

Percorso dell'autolinea MM3 S. Donato - Sesto Ulteriano - MM3 Rogoredo (12)

Percorso dell'autolinea MM3 S. Donato - Sesto Ulteriano - MM3 Rogoredo (12) Percorso dell'autolinea MM3 S. Donato - Sesto Ulteriano - MM3 Rogoredo (12) MILANO M3 Rogoredo F.S. CHIARAVALLE - abbazia/cimitero CHIARAVALLE S. Arialdo SORIGHERIO POASCO - Scuole POASCO Via Unica 13

Dettagli

ESERCITAZIONE Basilicata 2012

ESERCITAZIONE Basilicata 2012 ESERCITAZIONE Basilicata 2012 Si è svolta il 15 dicembre la fase esercitativa di "Basilicata 2012", che ha previsto la simulazione di un terremoto di magnitudo 6.5 nella Val D Agri con effetti anche nelle

Dettagli

Titolo di utilizzo/de tenzione Tipologia dell'immobile

Titolo di utilizzo/de tenzione Tipologia dell'immobile Natura del bene Localizzazione Geografica dirizzo Lomazzo (CO) [22074] piazza iv novembre [4] Lomazzo (CO) [22074] piazza iv novembre [2] Numero civico Denominazione del bene Sezione Urbana Catasto Foglio

Dettagli

LOGISTICA DI PROTEZIONE CIVILE

LOGISTICA DI PROTEZIONE CIVILE DI PROTEZIONE CIVILE La logistica nelle fasi di: Prevenzione Emergenza Ripristino A cura dell Ist. Arch. Francesco Stucchi 1/38 Alcune definizioni Logistica è un termine derivato dal gergo militare che

Dettagli

VIA STAZIONE COMANDO POLIZIA MUNICIPALE. Informazioni sul COM di afferenza. TROPEA- ISTITUTO PROVINCIALE professionale ALBERGHIERO

VIA STAZIONE COMANDO POLIZIA MUNICIPALE. Informazioni sul COM di afferenza. TROPEA- ISTITUTO PROVINCIALE professionale ALBERGHIERO CENTRO OPERATIVO COMUNALE (COC) Comune Indirizzo TROPEA VIA STAZIONE COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Coordinate 38.672513, 15.895675 Centralino 0963.61221 Fax 0963.61221 Informazioni sul COM di afferenza Strutture

Dettagli

Comune di Gambettola Ufficio ragioneria

Comune di Gambettola Ufficio ragioneria n. 1 ASILO NIDO (punto 3, D.M. 31,12,1983) 1 ASILO NIDO 72,12% SPESE: Personale, acquisto di beni e servizi al 50%, spese di manutenzione ordinaria Tasso di copertura realizzato 72,12% 164.000,00 227.395,80

Dettagli

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE ORGANIZZAZIONE E RISORSE IL SISTEMA DI ALLERTAMENTO

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE ORGANIZZAZIONE E RISORSE IL SISTEMA DI ALLERTAMENTO IL SISTEMA DI ALLERTAMENTO Per le attuazioni delle procedure previste dal regolamento, si fa riferimento all utilizzo del software di protezione civile a corredo di questo manuale, e parte fondamentale

Dettagli

Città di COLOGNO MONZESE. Area Torriani, l ipotesi di progetto per la riqualificazione dell area

Città di COLOGNO MONZESE. Area Torriani, l ipotesi di progetto per la riqualificazione dell area Area Torriani, l ipotesi di progetto per la riqualificazione dell area In questi mesi l Amministrazione ha presentato ai cittadini, nel corso di numerosi incontri pubblici, l ipotesi di riqualificazione

Dettagli

ALLEGATO 5 TIPOLOGIE E CARATTERISTICHE DELLE STRUTTURE DEL SISTEMA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE

ALLEGATO 5 TIPOLOGIE E CARATTERISTICHE DELLE STRUTTURE DEL SISTEMA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE ALLEGATO 5 TIPOLOGIE E CARATTERISTICHE DELLE STRUTTURE DEL SISTEMA REGIONALE DI PROTEZIONE CIVILE a)aree DI AMMASSAMENTO ( AA ) Le Aree di Ammassamento debbono: essere adatte all'ammassamento di materiali

Dettagli

P.I.I. VIA FRIGIA, 19 E VIA RUCELLAI, 34

P.I.I. VIA FRIGIA, 19 E VIA RUCELLAI, 34 P.I.I. VIA FRIGIA, 19 E VIA RUCELLAI, 34 Ricostruzione dell'isolato di via Frigia - via Capelli attraverso la realizzazione di nuova residenza, attività commerciali e un parcheggio pubblico; creazione

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA COMUNALE

PIANO DI EMERGENZA COMUNALE PIANO DI EMERGENZA COMUNALE DOC. 02 - GLOSSARIO E RIFERIMENTI NORMATIVI GRUPPO DI LAVORO PER LA REALIZZAZIONE DEL : Responsabile di Progetto Il Sindaco: Luigi Chiesa Gruppo Tecnico di Lavoro Arch. Paola

Dettagli

La protezione civile questa sconosciuta

La protezione civile questa sconosciuta * La protezione civile questa sconosciuta Legge 24 febbraio 1992 n. 225 Art. 1 (Servizio nazionale della protezione civile) È istituito il Servizio nazionale della protezione civile al fine di tutelare

Dettagli

COMUNE DI STRESA PROVINCIA DI VERBANIA

COMUNE DI STRESA PROVINCIA DI VERBANIA COMUNE DI STRESA PROVINCIA DI VERBANIA REGOLAMENTO PER LA INSTALLAZIONE DEGLI IMPIANTI PER TELEFONIA MOBILE E TELECOMUNICAZIONE LEGGE-QUADRO N 36/2001 (Art.8, comma 6) LEGGE REGIONALE N 19/04 (Art.7) D.G.R.

Dettagli

BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI

BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI COMUNE DI MAGNAGO PROVINCIA DI MILANO INVENTARIO BENI COMUNALI ANN0 2013 BENI IMMOBILI PATRIMONIALI INDISPONIBILI - TERRENI - Decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento

Dettagli

COMUNE DI MUZZANA DEL TURGNANO PROVINCIA DI UDINE PEFC/18-21-01/39 BENI IMMOBILI 2013 alla data del 31-12-2013

COMUNE DI MUZZANA DEL TURGNANO PROVINCIA DI UDINE PEFC/18-21-01/39 BENI IMMOBILI 2013 alla data del 31-12-2013 PATRIMONIO DISPONIBILE 1. TERRENO distinto al F. 12 mapp. 10 posto a confine superficie di mq. 228.770 circa, seminativo di 2 con il Comune di Carlino in zona Ronchi RD 4.003.475 - RA 2.173.315 2. TERRENO

Dettagli

CONFERENZA STAMPA giovedì 27 Marzo 2012 ore 11.30

CONFERENZA STAMPA giovedì 27 Marzo 2012 ore 11.30 CONFERENZA STAMPA giovedì 27 Marzo 2012 ore 11.30 Esercitazioni Provinciali 13 novembre 2010 Provincia ESERCITAZIONI PROVINCIALE PROTEZIONE CIVILE E ANTINCENDIO BOSCHIVO Scenari di rischio incendi boschivi

Dettagli

COPRAT Soc. Coop. OOHJDWR(OHQFRGHLVHUYL]LHVLVWHQWLHLQSURJHWWR,' 'HQRPLQD]LRQH UHDVXS WHUULWRULDOH 3URSULHWj UHHSHUOLVWUX]LRQH 1 Asilo Nido (suore) 2.561 Ente Religioso 2 Scuola materna e Asilo Nido 5.760

Dettagli

Arch. Michele Mastrapasqua Via Vitruvio 35, 20124 Milano E-mail: michele.mastra@tiscali.it

Arch. Michele Mastrapasqua Via Vitruvio 35, 20124 Milano E-mail: michele.mastra@tiscali.it Informazioni personali Stato civile: coniugato Nazionalità: italiana Data di nascita: 31/12/1969 Luogo di nascita: Milano Residenza: Milano Iscritto all Albo degli Architetti della Provincia di Milano

Dettagli

I terzi che operano nell immobile dovranno provvedere alla compilazione del documento di valutazione dei rischi relativo alle attività svolte.

I terzi che operano nell immobile dovranno provvedere alla compilazione del documento di valutazione dei rischi relativo alle attività svolte. INTRODUZIONE La struttura al momento viene utilizzata solo da personale di soggetti diversi dal Comune di Firenze, per questa ragione il Responsabile del Servizio Prevenzione e protezione, di concerto

Dettagli

AREE DI EMERGENZA. Largo Padre Pio AREA DI ATTESA 1. Via Cassano UBICAZIONE. Piazza pedonale USO ATTUALE. Via Cassano, Via Gobetti VIE DI ACCESSO

AREE DI EMERGENZA. Largo Padre Pio AREA DI ATTESA 1. Via Cassano UBICAZIONE. Piazza pedonale USO ATTUALE. Via Cassano, Via Gobetti VIE DI ACCESSO AREA DI ATTESA 1 Largo Padre Pio Via Cassano Piazza pedonale Via Cassano, Via Gobetti SUPERFICIE Mq 2.666,30 luce AREE DI EMERGENZA AREA DI ATTESA 2 Piazza Umberto I Piazza Umberto I Piazza pedonale Via

Dettagli

Centro anziani 5/1468 del 08.01.2008 44857 del 17.04.08 p.ed. 479 PT 210/II CC Gries

Centro anziani 5/1468 del 08.01.2008 44857 del 17.04.08 p.ed. 479 PT 210/II CC Gries Azienda Servizi Sociali di Bolzano Beni immobili e gestione patrimonio Immobili in concessione gratuita dal Comune di Bolzano (oneri di gestione ordinaria e straordinaria a carico dell'azienda Servizi

Dettagli

CIB Comunità dell Isola Bergamasca

CIB Comunità dell Isola Bergamasca CIB Comunità dell Isola Bergamasca 2 Corso base per volontari di Protezione Civile Livello Base Madone 10 aprile 30 maggio 2012 Corso riconosciuto dalla Scuola Superiore di Protezione Civile come conforme

Dettagli

Elenco aggiornato al 18 settembre 2014

Elenco aggiornato al 18 settembre 2014 Elenco aggiornato al 18 settembre 2014 Descrizione immobile Ubicazione Comune AUTORIMESSA LOCALITA' BADESSE MONTERIGGIONI 54 694 5 LOCALITA' BADESSE 54 694 10 D/1 2.140,00 AUTORIMESSA LOCALITA' BASCIANO

Dettagli

RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM

RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM RN_COM_RIMINI MONOGRAFIA COM Ubicazione dell edificio sede del COM: Comune di : RIMINI Località : Padulli Indirizzo : Via Marecchiese n.193/195 Dati Generali Stralcio C.T.R.: 256113 Coordinate (lat. long.):

Dettagli

Provincia di Pesaro e Urbino

Provincia di Pesaro e Urbino Comune di Gradara Provincia di Pesaro e Urbino OGGETTO: VENDITA DI LOTTI EDIFICABILI UBICATI NELL AREA DI PROPRIETÀ COMUNALE DESTINATA DALLO STRUMENTO URBANISTICO VIGENTE AD UN AREA PROGETTO PREVALENTEMENTE

Dettagli

COMUNE DI CREDARO Provincia di Bergamo

COMUNE DI CREDARO Provincia di Bergamo PIANO DEI SERVIZI: SCHEDA DI SINTESI SERVIZI DI COLLETTIVO: VALUTAZIONE DELLO STATO DI FATTO Studio Dott. Arch. Piergiorgio Tosetti via Paglia 22/A - Bergamo Tipologie di attrezzature valutate: MUNICIPIO

Dettagli

ELENCO IMMOBILI POSSEDUTI di cui all art. 30 del D.Lgs 14.03.2013, n. 33

ELENCO IMMOBILI POSSEDUTI di cui all art. 30 del D.Lgs 14.03.2013, n. 33 Comune di Castiglione Messer Raimondo Provincia di Teramo UFFICIO TECNICO Settore Edilizia e Urbanistica Via Vittorio Emanuele II, 15 64034 CASTIGLIONE MESSER RAIMONDO tel. 0861-99121 int. 4/ fax. 0861-990509

Dettagli

COMUNE DI CASALE LITTA - Piano di emergenza comunale GLOSSARIO

COMUNE DI CASALE LITTA - Piano di emergenza comunale GLOSSARIO A ALLARME: scatta al verificarsi dell evento calamitoso od anche nelle ipotesi del pericolo grave ed imminente per l incolumità delle persone, di danni gravi ed irreparabili agli abitati nonché a strutture

Dettagli

PROGRAMMA DERATTIZZAZIONE "SUOLO PUBBLICO" 2014 GICO SYSTEMS VIA FINELLI 8, 40012 CALDERARA DI RENO (BO) LAVORI PER CONTO DI VERITAS

PROGRAMMA DERATTIZZAZIONE SUOLO PUBBLICO 2014 GICO SYSTEMS VIA FINELLI 8, 40012 CALDERARA DI RENO (BO) LAVORI PER CONTO DI VERITAS COMUNE N UBICAZIONE DELLA post. POSTAZIONE DETTAGLIO 11,18/04/2014 30-mag-14 2-lug-14 26-set-14 NOTE SPINEA 1 Costituzione Rotonda incr. Zigarara a dx LAVORI R 3 3 SPINEA 2 Costituzione Rotonda incr. Zigarara

Dettagli

Provincia di Savona Settore Difesa del Suolo e Tutela Ambientale Servizio Protezione Civile. Piano di Emergenza Speditivo per il Rischio Idrogeologico

Provincia di Savona Settore Difesa del Suolo e Tutela Ambientale Servizio Protezione Civile. Piano di Emergenza Speditivo per il Rischio Idrogeologico DEFINIZIONE DELLO SCENARIO Il dato fondamentale per la redazione di un piano di Emergenza, è la definizione dello scenario di riferimento. Per tale capitolo si fa riferimento ai risultati emersi dallo

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO PROVINCIALE BRESCIA

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO PROVINCIALE BRESCIA FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMUNICATO UFFICIALE N. 36 DEL 26 GENNAIO 2008 UFFICIO GARE N. 15 Campionato Regionale Under 17 Maschile Calendario Ufficiale Gare Girone: ELITE BIANCO Gara n. TURNO

Dettagli

P.I.I. ROGOREDO - MONTECITY

P.I.I. ROGOREDO - MONTECITY P.I.I. ROGOREDO - MONTECITY Una nuova porta di accesso alla città. L'area interessata dal Programma Integrato di Intervento - P.I.I. si trova nelsettore Sud-Est di Milano, delimitata a Nord dai quartieri

Dettagli

PROGETTO FORMAZIONE VOLONTARI 2014

PROGETTO FORMAZIONE VOLONTARI 2014 Nucleo di Volontariato e di Protezione Civile A.N.C. Provinciale di CASERTA Via Roma 194 81030 TEVEROLA (CE) TEL FAX 081-19243275 C.F. 90033010613 e-mail: nucleopc@anc-teverola.it Iscr. Albo Regionale

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

ALLEGATO A REGOLAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

ALLEGATO A REGOLAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE ALLEGATO A REGOLAMENTO DEL COORDINAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con Delibera di Consiglio n. 29 del 19 maggio 2011 INDICE REGOLAMENTO...1 Art. 1 Oggetto...1 Art. 2

Dettagli

C I T T A D I I S C H I A Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

C I T T A D I I S C H I A Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE C I T T A D I I S C H I A Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE INDICE - Art. 1 ISTITUZIONE DEL SERVIZIO - Art. 2 COMPITI DEL SERVIZIO - Art. 3 ORGANI COMUNALI DI PROTEZIONE CIVILE

Dettagli

Programmi innovativi in ambito urbano denominati "Contratti di quartiere II" Allegato 1

Programmi innovativi in ambito urbano denominati Contratti di quartiere II Allegato 1 Servizio Qualità urbana e politiche abitative Programmi innovativi in ambito urbano denominati "Contratti di quartiere II" Allegato 1 Aggiornato al 31 dicembre 2009 ELENCO RIASSUNTIVO DEGLI INTERVENTI

Dettagli

EDIFICI DOVE E' STATA SEGNALATA LA PRESENZA DI AMIANTO

EDIFICI DOVE E' STATA SEGNALATA LA PRESENZA DI AMIANTO PI BIENTINA POSTE ITALIANE S.p.A. VIA ROMA 5 Ufficio aperto al pubblico 180 PI BIENTINA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI BIENTINA SCRL PIAZZA VITTORIO EMANUELE II 4 Ufficio aperto al pubblico 800 PI CALCI

Dettagli

SCENARIO N. 1 ALLAGAMENTO SOTTOPASSO VIA ROMA VIA STAZIONE

SCENARIO N. 1 ALLAGAMENTO SOTTOPASSO VIA ROMA VIA STAZIONE SCENARIO N. 1 ALLAGAMENTO SOTTOPASSO VIA ROMA VIA STAZIONE Descrizione evento: La zona presa in considerazione rappresenta uno stralcio di mappa della Tavola 3. Si tratta di un allagamento della sede viaria

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE DI EMERGENZA

LA PIANIFICAZIONE DI EMERGENZA LA PIANIFICAZIONE DI EMERGENZA Rischi naturali Idraulico-idrogeologico Sismico Vulcanico Incendi boschivi e d interfaccia Maremoto Rischi antropici tecnologico trasporti chimico-industriale CNR- IRPI CNR-IRPI

Dettagli

la cittadella della Protezione Civile

la cittadella della Protezione Civile 34 edizione Riccione 24-25-26 settembre 2015 Palazzo dei Congressi la cittadella della Protezione Civile Premessa La Polizia Locale è parte del sistema di Protezione Civile e spesso di due servizi istituzionali

Dettagli

IL VALORE DELLA SICUREZZA

IL VALORE DELLA SICUREZZA ISTITUTO COMPRENSIVO D. ALIGHIERI Via Meucci n 2 tel. 041/437063 fax 041/5746101 Cod. fisc.: 82011960273 SALZANO -VE www.istitutocomprensivosalzano.it PROGETTO IL VALORE DELLA SICUREZZA SCUOLA PRIMARIA

Dettagli