Prodi? Già delegittimato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prodi? Già delegittimato"

Transcript

1 IN ITALIA & NEL MONDO ANNO XXXIII - n. 6 FONDATO NEL Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L.27/02/2004 n 46) art. 1, comma 1, DCB TV GIUGNO ,50 MODERNIZZAZIONE Prodi? Già delegittimato di REDO CESCON E MODERNITA del Sen. MAURIZIO SACCONI di PIERPAOLO DE NARDI Cina, la ferrovia più alta del mondo! Eadesso la Cina dei primati si aggiudica anche quello della ferrovia più alta del mondo. Dal primo luglio infatti, la linea Pechino- Lhasa, con i suoi metri di altezza detronizzerà quella in Perù che collega Lima a Huancayo, sulla Cordigliera delle Ande e che arriva solo a metri. Dopo la diga delle Tre Gole sulfiume Yungtze, inaugurata lo scorso mese di maggio, il governo di Pechino si appresta a tagliare il nastro (segue a pag. 6) QUALI RIFORME COSTITUZIONALI? di ADRIANO GIONCO Primo record delle sinistre al governo: il numero dei Ministri e dei Sottosegretari. Bell'esempio di saggia e oculata amministrazione (soprattutto per sè). A livello internazionale: via subito i nostri soldati. L'antico vizio non si perde mai, noi a metà del guado cambiamo bandiera, altro richiamo storico edificante (forse a volte giustificabile per noi ma difficilmente comprensibile all'estero) specialmente per il metodo, in sostanza ne usciamo poco affidabili. Via anche le riforme costituzionali (non perfette se vogliamo) ma che prevedono fra l'altro (segue a pag. 6) Turisti tedeschi benvenuti in Veneto! di LUCA ZAIA Vicepresidente della Giunta Regionale del Veneto Itedeschi devono sapere che nel Veneto sono sempre i benvenuti e sono ospiti più che graditi, nel solco di un rapporto plurisecolare di frequentazione e di stima reciproca. Nel Veneto e a Venezia ha voluto venire Goethe per iniziare il suo viaggio in Italia; a Venezia visse l ultima parte della sua (segue a pag. 9) EVENTI Venezia 06/07/ WORKSHOP INTERNAZIONALE DEL TURISMO NEL VENETO a pag betonpiave spa Uffici e Stabilimento: I Nervesa della Battaglia/TV Tel ra - Fax L economia di Paperino di EUGENIO BENETAZZO Tanto per cominciare possiamo tirare tutti un grande sospiro di sollievo, il futuro non è più così buio e preoccupante come avevo disegnato un tempo, ora possiamo stare tutti più tranquilli e sereni, e finalmente vivere con meno apprensione. L Italia in meno di 48 ore ha improvvisamente cambiato il suo outlook ed il suo rating su scala planetaria, disattendendo tutte le voci che la davono ormai come un cavallo morente (a detta dell OCSE): le antiche pendenze debitorie si sono miracolosamente ridimensionate, la competitività è letteralmente esplosa in meno di due giorni, il PIL ha ripreso a crescere e soprattutto siamo passati dall immagine di un paese in declino industriale ad un paese in pieno sviluppo che alita sul collo al dragone rosso (la Cina). I problemi non esistono più, erano solo congetture errate del passato, visioni esagerate e mal ponderate: l Italia e le sue giovani generazioni hanno adesso un futuro strepitoso, radioso e brillante sia in termini di opportunità che di benessere di vita. Meno male. Temevo di essermi preoccupato esageratamente per il mio futuro imprenditoriale e previdenziale, però ora mi sento più rilassato e pronto a pensare (siero)positivamente a qualcosa di più importante: ad esempio stravaccato in mutande sul mio divano mi aspetta il più grande spettacolo del mondo, il prossimo campionato mondiale di calcio. (segue a pag.4) BELLUNO Ultimamente negli interventi dei rappresentanti delle istituzioni si sentono frequentemente le espressioni: E necessario modernizzare il paese, oppure, Per modernizzare il paese si deve fare questo o quello, o ancora, Se il paese non si modernizza si corre il rischio della paralisi,...tutte frasi che inducono a pensare che ci troviamo in una situazione di emergenza e che annaspiamo nelle difficoltà. Non bastava l irruzione della globalizzazione, le sfide sull innovazione, sulla competitività, o sul rilancio della creatività! Bene, siamo corsi ai ripari prendendo le relative contromisure: abbiamo delocalizzato e rilocalizzato, internazionalizzato le nostre imprese, realizzato impianti più tecnologicamente avanzati, creato società miste e gruppi nuovi, i nostri designer hanno fronteggiato le minacce della concorrenza con nuovi progetti e nuove creazioni, abbiamo attuato misure di protezione per il Made in Italy. Ci mancava anche questa iettatura del paese non sufficientemente modernizzato! (segue a pag. 4) Si apre una nuova stagione dell On. MAURIZIO PANIZ Archiviamo, dopo il voto del recente ballottaggio, la lunga (oscura?) stagione dell amministrazione comunale di centro sinistra (ma sarebbe meglio dire di piena sinistra) ed avviamoci, sotto la guida di Celeste Bortoluzzi, ad una nuova epoca per Belluno: ci sarà, soprattutto, una nuova filosofia di guida e di gestione della città. Intendiamoci: non mi piace parlare male degli altri e non voglio farlo neppure ora. Forse sarebbe addirittura troppo facile. (segue a pag. 16) Una cosa auspicabile: rinnovare l Italia di GIOVANNI CERATO La vittoria del centrodestra a Belluno nelle recenti elezioni comunali è stata la dimostrazione che quando si mettono ai posti giusti gli uomini giusti la vittoria è sempre assicurata. Noi del giornale IL PIAVE facciamo le nostre congratulazioni al nuovo sindaco Celeste Bortoluzzi che ha saputo interpretare le istanze di rinnovamento di questa città capoluogo. A ciò si aggiunge anche l opera sempre puntuale e instancabile dell On. Maurizio (segue a pag. 16) Il governo Prodi, già delegittimato dal fatto di essere minoritario nel Paese reale, si è ulteriormente allontanato dalla società italiana nelle poche settimane di attività. Mi riferisco non solo all occupazione sistematica di tutte le primarie funzioni istituzionali, ma anche alle ricorrenti esternazioni dei suoi ministri, che hanno costituito offesa ai valori prevalenti e minaccia alle componenti più vitali della nostra società. Si tratta per ora di parole e non ancora di fatti. Esse sono state tuttavia indicative delle intenzioni, ancor più preoccupanti perché si sono collegate ad una esplicita volontà di esautorare un Parlamento che potrebbe non condividerle. Tutto ciò incoraggia la Casa delle Libertà a perseguire una linea di opposizione intransigente che nulla può concedere alla mediazione, in quanto l interesse prevalente nel Paese consiste nella rimozione di questo governo pericoloso. Se la Casa delle Libertà sarà coesa e determinata il governo Prodi non potrà sopravvivere a lungo, perché appare inesorabile l emergere nel suo seno di contraddizioni insanabili. Mi riferisco ai temi della vita, della famiglia e del matrimonio, (segue a pag. 13) CATTOLICESIMO IN CRISI di MARIA ROSA GELLI Europa può vantare un L importante passato cristiano, pur avendo culture pagane. Negli ultimi anni, tuttavia, il vecchio continente ha conosciuto una crescente laicizzazione, anche se l Italia, dopo l Irlanda, è per tradizione il paese con il maggior numero di credenti e praticanti. Secondo una recente ricerca il 14% degli italiani non mette mai piede in chiesa, mentre un 5% si professa ateo. (segue a pag. 15) IL PIAVE MORMORA IL FARAONE Co sto far del sì e del no LA STORIA SI RIPETE! Il popolo italiano invoca Mosè per entrare nella terra promessa Questa schifezza di governanti ci porta al suicidio! La Romania alle porte dell Europa di FLORIN MIHAI STINGACIU DUMITRESCU Uomini e animali: stessi diritti? di TONI ZANETTE Neghi a Fido la passeggiatina nel parco? Costringi il gatto in casa, quando lui vorrebbe andare in giardino? Rischi di andare incontro ad una serie di guai legali. Cinguettanti canarini stipati in gabbie troppo piccole, possenti Labrador costretti ad appartamenti angusti o crudelmente privati dell osso serale, soffici siamesi lasciati senza compagnia, né felina né umana, e in preda a ripetute crisi di depressione. Basta, così non si può andare avanti ripetono i sudditi britannici. Anche i migliori amici dei sudditi di sua maestà, vale a dire gli animali domestici, meritano una Carta dei Diritti tutta loro, che sancisca pene severe a chiunque si macchi di crimini nei loro confronti. Diventerà perseguibile ogni maltrattamento: gabbie troppo piccole, cibo ed acqua negati, persino la violenza psicologica. (segue a pag. 17) GIANLUCA PANTO Engineering & Consulting S.r.l. SOCIETA DI INGEGNERIA, SOFTWARE, TERZIARIO INNOVATIVO PROGETTAZIONI E CONSULENZE NEL SETTORE INDUSTRIALE SVILUPPO PRODOTTI, ATTIVAZIONE IMPIANTI, CERTIFICAZIONI, ACQUISIZIONE QUOTE DI MERCATO Via F.lli Bandiera, Villorba/TV tel fax V u o i c o l l a b o r a r e a n c h e T u? w w w. i l p i a v e. i t L a t u a f i n e s t r a q u o t i d i a n a s u l m o n d o a pag. 2

2 2 ESTERI STATI UNITI GIAPPONE La Romania alle porte dell Europa Il rigore dell oracolo Poliedrica della finanza Nagasaki ARGENTINA Warren Buffett Abituati ai maghi della finanza nostrani ed ai vari compagniucci del quartiere stentiamo a crederete alla storia di Warren Buffett, 75 anni, la seconda persona più ricca del mondo, dietro l'irraggiungibile Bill Gates. Il segreto del suo immenso patrimonio, che secondo la rivista Forbes è di 44 miliardi di dollari, sta in pochi princìpi applicati con una disciplina degna di un certosino: Comprare imprese sottovalutate ma gestite da manager competenti e onesti, e puntare sui risultati a lungo termine. Non dobbiamo essere più intelligenti degli altri, ma più disciplinati, ama ripetere Buffett, che dei certosini condivide anche la vita semplice: Non possiede né limousine né un jet privato e sta alla larga da Wall Street: vive nella sua casa di Omaha, nel Nebraska, comprata nel 1957 per dollari. Il guru più rispettato del mondo ha comprato le sue prime azioni a undici anni. A 32 era già milionario e nel 1993 era l'uomo più ricco degli Stati Uniti. Con i suoi occhiali spessi e quegli abiti su misura che sembrano troppo larghi, Buffett non frequenta i rotocalchi e dice che il bridge e la lettura sono i suoi unici hobby. L'oracolo di Omaha ha stabilito che dopo la sua morte il grosso del suo patrimonio sia assegnato alla Fondazione Buffett. Ai suoi tre figli, che hanno frequentato la scuola pubblica, andrà solo l'1 per cento dell'eredità. C.R. Malvine, chi si ricorda? Sono passati 24 anni da quando l esercito argentino, umiliato dalla superiorità militare britannica, si ritirò dalle isole Malvine, mettendo fine a un impresa durata 72 giorni. Eppure la guerra lampo, che segnò l inizio della fine per la dittatura militare argentina, non smette di fare vittime. Con una media di uno al mese, è arrivato oggi a 350 il numero di suicidi tra gli ex combattenti, mentre i morti in battaglia sono stati 267. L esercito era composto da soldati di leva giovanissimi, male equipaggiati e con pochi viveri. Si ricordano anche le torture inflitte ai soldati: per esempio quella che consisteva nell incatenare al suolo, a temperature sotto zero, i meno patriottici. A lungo dimenticati, i soprusi e le sofferenze degli antieroi argentini tornano oggi alla luce grazie a un film, Iluminados por el fuego di Tristán Bauer, che punta il dito in primo luogo contro la società dell epoca. Alla notizia della sconfitta, racconta un ex soldato e coautore della sceneggiatura, gli argentini ci hanno lasciati soli con il nostro inferno interiore. Via Puja, 66 Prata di Pordenone (PN) / Italia Tel r.a. Telefax Nagasaki è una città dalle molte facce. Nel cinquecento i missionari cattolici arrivati dall'europa conquistarono i suoi abitanti che, pur subendo le feroci persecuzioni del governo centrale, hanno tramandato la fede fino a oggi. In seguito la città ha ospitato l'unico porto aperto agli stranieri, soprattutto agli olandesi e ai cinesi, durante i duecentocinquant'anni d'isolamento internazionale del Giappone. L'aria esotica che si respira in centro lo testimonia. Ma la faccia più conosciuta è forse quella devastata dalla bomba atomica del 9 agosto È poco noto, invece, il fatto che uno dei maggiori centri dell'industria bellica giapponese si trova proprio qui, con il cantiere navale della Mitsubishi, produttrice di tre dei quattro cacciatorpediniere Aegis in servizio, nonché importante base per lo sviluppo delle più avanzate tecnologie militari. Diluenti, Abrasivi, Sigillanti, Colle, Stucchi, Prodotti per l imballo, Nastri adesivi, Biadesivi, Antinfortunistica e altri prodotti per l industria Vent anni di investimenti in qualità SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE certificato in accordo alla norma ISO e sottoposto a verifiche volontarie e periodiche SUDAFRICA Ridistribuire le terre Nel recente discorso alla nazione, il presidente sudafricano Thabo Mbeki ha annunciato una svolta nella questione della ridistribuzione alla maggioranza nera delle terre in mano alla minoranza bianca. Oggi 55mila agricoltori bianchi possiedono l'84 per cento dei terreni coltivabili, anche se i neri sono il 79 per cento della popolazione. Mbeki ha criticato il principio applicato finora del "venditore volontario, compratore volontario", che affida la soluzione del problema a una libera contrattazione tra gli agricoltori e lo stato. I risultati sono stati deludenti: nel 1994 l'obiettivo era di restituire ai neri il 30 per cento delle terre, ma dodici anni dopo solo il 3 per cento è passato di mano. Ora l'unica soluzione sembra l'esproprio forzato in cambio di indennizzi, anche se l'alleanza democratica il principale partito d'opposizione e il sindacato degli agricoltori si sono dichiarati contrari. Se la riforma non sarà attuata, potrebbero aumentare gli attacchi contro gli agricoltori bianchi; dalla fine dell'apartheid le vittime sono già E i contadini neri potrebbero scegliere l'occupazione violenta delle terre, com'è successo in Zimbabwe. R.N. SISTEMA DI QUALITÀ AZIENDALE certificato in accordo alla norma ISO 9001: 2000 e sottoposto a verifiche volontarie e periodiche da tanto che si parla di E integrazione europea nei paesi dell est ed ora è venuto il momento della verità. Ai confini orientali dell Europa la Romania sta aspettando di essere accolta in un territorio politico che nel corso della storia essa ha protetto da invasori esterni fossero questi ottomani, tartari o altre popolazioni con intenzioni egemoniche. Nei nostri testi di storia è scritto a chiare lettere che Maometto II voleva arrivare a conquistare Roma e cibare il suo cavallo all altare di San Pietro; e sono stati i nostri avi a lottare contro di lui e a difendere così l Europa dalle sue mire. I romeni hanno ripetutamente chiesto aiuto agli europei in quei tempi difficili, ma hanno sempre dovuto cavarsela da soli. Abbiamo bruciato i nostri raccolti, le nostre case, avvelenato le nostre fontane e i nostri hanno versato il loro sangue. Le loro donne sono rimaste vedove e hanno visto anche ammazzargli i bambini. Pensando a questi fatti mi vengono in mente le maledizioni delle donne italiane che rimanevano sole a casa quando i loro mariti emigravano nelle Americhe. Questi ormai sono fatti lontani. Qual e la situazione attuale? Siamo pronti alla nuova realtà? Abbiamo il complesso di sentirci diversi? Forse si, ma qui c e in atto un vero cambiamento anche se lento. Ed almeno di noi non si parla più come diceva Alfonso d Aragona dei calabresi: Quella gente che di uomo avevano solo la figura. Il Presidente Traian Basescu ha ROMANIA LA PORTILE EUROPEI Atrecut mult timp de cand se vorbeste de integrarea europeana a tarilor din est si sud-est, iar acum se pare ca a venit momentul adevarului: la granita orientala, Romania asteapta sa fie acceptata intrun teritoriu politic pe care in decursul istoriei l-a aparat de invadatori, fie ei turci sau tatari, ori alte popoare cu intentii hegemonice. In cartile noastre de istorie sta scris cu litera mare ca Mahomed al II-lea voia in pristolul de la Roma / Sa dau calului ovaz, iar stramosii nostri au luptat impotriva lui si au aparat astfel Europa de voia sa. In acele vremuri tulburi romanii au cerut in mod repetat ajutor europenilor, insa intotdeauna au trebuit sa se descurce singuri. Am dat foc recoltelor si caselor, am otravit fantanile, iar barbatii si-au varsat sangele pe campul de batalie. Femeile lor au ramas vaduve si si-au vazut copiii ucisi inaintea ochilor. Gandindu-ma la aceste aspecte tragice, imi vin in minte blestemele italiencelor ramase singure acasa cand barbatii lor emigrau in America. Astea sunt insa lucruri care s-au petrecut demult. Care e situatia actuala?sintem oare pregatiti pentru noua realitate ce ni se infatisaza la orizont?suntem complexati de a fi diferiti? E posibil, insa in Romania schimbarile sunt in curs, chiar daca se fac incet. Si traim cu speranta ca despre noi nu se vorbeste cum zicea Alfonso d Aragona despre calabrezi: Cei care, de om, aveau doar figura. ricordato recentemente che il 1º gennaio 2007 ci sarà solo l adesione della Romania alle Istituzioni dell Unione Europea. Per l integrazione, ha aggiunto il Presidente, ci vorranno almeno 10 anni, se saremo abbastanza determinati a cambiare i nostri modi un po troppo balcanici di fare. Per noi l adesione e molto importante perchè ci permetterà di muoverci liberamente entro i confini europei. Già più di un milione di romeni sta lavorando all estero. Qui sono rimasti 22 millioni dei quali molti vorrebbero partire. Sembra che vogliano rimanere solo quelli che amano troppo questo paese, i vecchi che vogliono essere sepolti nella terra che gli ha visti crescere e quelli che hanno una situazione economica soddisfacente. SUGLI ITALIANI Degli italiani i romeni dicono obiettivamente che hanno una cultura superiore e che hanno molte più opportunità di loro. L Italia e uno dei paesi dove noi andremmo volentieri a * * * Presedintele Traian Basescu a tinut sa aminteasca recent ca la 1 ianuarie 2007 se va semna doar tratatul de aderare la Uniunea Europeana. Pentru integrare, a mentionat Presedintele, va mai fi nevoie de cel putin 10 ani de-acum inainte, asta daca vom fi destul de hotarati sa ne schimbam felul nostru de a face lucrurile, un fel cam prea balcanic. Pentru noi, procesul de aderare este unul destul de important pentru ca ne va permite sa circulam liber in spatiul Schengen. Sunt deja mai mult de un milion de romani in afara granitelor, iar din cei 22 de milioane ramasi in tara multi ar vrea sa plece. Se pare ca raman aici doar aceia care iubesc prea mult tara asta, batranii care vor sa fie inmormantati in pamantul unde au crescut si cei care au o situatie materiala destul de buna. DESPRE ITALIENI In mod obiectiv, romanii spun despre italieni ca acestia au o cultura superioara fata de a noastra si ca au mult mai multe sanse fata de noi. Italia este una dintre tarile unde am merge cu placere sa locuim si sa lucram, poate chiar sa ne stabilim pentru totdeauna. Intre aceste doua culturi sunt atatea similitudini si, mai mult decat atat, romanii sunt persoane care se pot adapta oricarei situatii si care pot executa orice fel de munca. Daca un conational de-ai nostri isi gaseste un loc de munca in strainatate, isi vinde casa si tot ce are si pleaca fara regrete. Cand telefoneaza acasa, emigratii romani spun intotdeauna ca le e bine vivere e lavorare e forse stabilirci per sempre. Ci sono tante similitudini tra le nostre due culture e inoltre noi siamo persone che si sanno adattare a tutte le situazioni e a fare quasi tutti i lavori. Se un nostro concittadino trova un lavoro all estero vende la sua casa e parte senza indugi. I nostri emigrati quando telefonano a casa dicono sempre che stanno bene e sono contenti di mandare soldi per la famiglia rimasta a casa. Non dicono mai che vengono trattati male né che sono rimasti senza lavoro per settimane. Per loro la felicità è far vivere meglio i propri cari. Da Udine a Trapani puoi incontrare almeno un romeno in ogni città o paesino. Spesso fanno i lavori che gli italiani non vogliono più fare, a volte sembrano perdere la dignità ma tanto lì dove sono arrivati nessuno li conosce. Abbiamo sempre sofferto ma dopo l adesione avremo pari diritti e guadagnato il rispetto. Non saremo forse più cittadini romeni ma la vita ci sorriderà. Florin Mihai Stingaciu Dumitrescu acolo unde au ajuns si sunt fericiti ca pot trimite bani acasa pentru familie. Niciodata nu-i vei auzi ca se plang din cauza faptului ca au tratati urat, sau ca au ramas fara loc de munca saptamani intregi. Pentru ei, fericirea inseamna sa ii ajute pe cei dragi sa traiasca mai bine. De la Udine la Trapani, nu se poate sa nu te intalnesti macar cu un roman in orice oras sau orasel. Cel mai adesea fac muncile pe care italienii le refuza, cateodata poate parea ca isi pierd demnitatea, dar oricum, acolo unde au ajuns, nu ii cunoaste nimeni. Am suferit toate vitregiile sortii intotdeauna, dar poate ca dupa integrare vom avea si noi drepturi egale cu europenii si ne vom fi castigat respectul cuvenit. Nu vom mai fi simpli cetateni romani si poate ca soarele va rasari si pe strada noastra. Florin Mihai Stingaciu Dumitrescu IN ITALIA E NEL MONDO (Iscritto al n. 264 del Registro Stampa del Tribunale di Treviso il ) Fondatore e Direttore Responsabile Redo Cescon Tel Direttore Roberto Visentin Redazione Tel Fax Via Martiri Cecoslovacchi, 11 C.P CONEGLIANO (TV) ABBONAMENTO ITALIA 25,00 ABBONAMENTO ESTERO 100,00 SOSTENITORI 520,00 C.C.P I dati forniti dai sottoscrittori degli abbonamenti vengono utilizzati esclusivamente per l invio della pubblicazione e non vengono ceduti a terzi per alcun motivo. ISCRITTO ALL USPI Centro Stampa delle Venezie Viale Navigazione I.,40 - Padova

3 3 TERZA PAGINA STORIA L identità ferita dal Risorgimento: i mali dell Italia futura Contrariamente alla vulgata della storiografia ufficiale, il Risorgimento è una rivoluzione post-illuministica e post-protestante condotta da un elite che si è accanita contro la religione cattolica e che ha perseguito e ottenuto il suo scopo contro il popolo e a prezzo di una guerra civile con il Mezzogiorno. Da qui affonderebbero tutti i mali dell'italia futura, dal fascismo, alla guerra civile seguita all'8 settembre, fino ai giorni nostri. Queste sono le tesi di molti studi recenti condotti da storici che stanno sottoponendo a un attento "revisionismo" le origini della nostra Patria. Tra questi studiosi coraggiosi si distingue Massimo Viglione, docente all Università Europea di Roma, coordinatore del mensile Radici Cristiane e della rivista Nova Historica che da diversi anni sta conducendo un difficile lavoro per portare alla luce queste verità storiche nascoste. Da tempo i suoi libri si concentrano su queste tematiche cruciali: dopo Libera Chiesa in libero Stato? Il Risorgimento e i cattolici: uno scontro epocale (Roma, Città Nuova, 2005), è con L identità ferita. Il Risorgimento come Rivoluzione e la Guerra Civile Italiana (Ares 2006) che indaga le controverse vicende del Risorgimento italiano. Una delle accuse sbagliate e pretestuose che vengono mosse a questa corrente di revisionismo sul Risorgimento è di essere antinazionale ma essa non vuole certo negare il valore indubbio dell'unificazione italiana, ma le sue modalità errate, di cui ancora oggi si pagano le conseguenze. Basti dire che lo stesso, Pio IX, spesso indicato dagli storici come avverso ai moti risorgimentali, era un fautore dell'unificazione dell'italia. Ciò che non tollerava era semmai la cancellazione da parte di una élite potente dei legittimi sovrani e una vera e propria forma di laicizzazione, se non ateizzazione dell'italia stessa. Per 140 anni infatti si è nascosta, svela Viglione, una vera e propria persecuzione nei confronti della Chiesa. Coloro che ne furono protagonisti, Cavour e il cosiddetto partito piemontese, hanno portato avanti questo processo esclusivamente ai danni della Chiesa, dei legittimi sovrani, e soprattutto con una vera e propria persecuzione laicista, come avverrà negli anni Cinquanta, Sessanta e anche dopo Cavour. Ciò ha provocato una grande frattura all'interno del popolo italiano. Che dura ancora oggi perché il Risorgimento come rivoluzione, invece di portare avanti il processo unitario secondo le linee della nostra nazionalità, civiltà e identità, le ha attaccate. Viglione svela i retroscena di una rivoluzione pianificata da una élite, sostenuta e foraggiata da potenze straniere e sette massoniche, imposta con la violenza e con il sangue, con l obiettivo di sostituire alla religione cristiana la religione della patria, dove l uomo si sostituisce a Dio. Una rivoluzione quindi nata non dal basso, spontaneamente dalla coscienza popolare, bensì per precisa volontà di un elitè poco interessata a tutelare quell identità cattolica di un popolo che ha dovuto subire una rivoluzione fatta senza essere interpellato. Gli artefici del movimento unitario hanno voluto creare lo Stato nazionale non sulla base della tradizionale società italiana come realmente si presentava in quei giorni, ma sul tentativo forzato e utopico di creare una nuova nazione italiana ( fare gli italiani ). È per questo, come noterebbe Prezzolini, che l Italia ha avuto, anche dopo il 1861, grandi individualità nei vari ambiti ma come nazione si sia sempre dimostrata una causa persa. L obiettivo dei radicali e degli anticlericali di abbattere la Chiesa e sradicare il cattolicesimo dall Italia ha trovato poi una continuità nel regime fascista e nelle forze laiciste post Seconda Guerra Mondiale. Tutto il nazionalismo fascista e tutta la sua retorica sulla patria non sono stati altri che la perfetta continuazione del cinquantennio precedente. Il fascismo non ha propriamente osteggiato la Chiesa, ma ha tentato anch esso di cambiare gli italiani, di creare il nuovo italiano estraneo alla sua verà identità; come lo stesso Mussolini spesso dichiarava, il fascismo era in fondo il più coerente esito del tentativo di fare gli italiani iniziato con il Risorgimento e non a caso era visto come un secondo Risorgimento. La rincorsa al raggiungimento di quest'ideale di italiano acattolico, preseguito dalle forze laiciste, tanto liberali che marxiste e radicali, si protrae fino il processo di scristianizzazione attuatosi dopo il 1968, ma anche fino a oggi nella vita politica quotidiana. La Chiesa Cattolica, le gerarchie ecclesiastiche, i cattolici in genere, stanno assistendo a un ritorno di quegli atteggiamenti anticlericali perchè l'antico scopo di scristianizzare l Italia, pur tentato a più riprese, non è mai stato realizzato appieno. L inquietante crescendo di toni e anche di azioni contro la Chiesa e la sua dottrina non ha avuto inizio altro che dall'intolleranza religiosa e lacicista di matrice risorgimentale che aveva la sua icona in Francesco Crispi massone e anticattolico. Alla luce di questo quindi non si potrebbe più dire che, come sosteneva Prezzolini, dopo Vittorio Veneto venne il comunismo e, di conseguenza, il fascismo. Più semplicemente venne il Risorgimento e, di conseguenza, tutto il resto Andrea Catra L L SOCIETA I mancini possono esultare: sono finite le discriminazioni etimologia stessa della parola (mancino deriva dalla parola Mancus sinonimo di infermo, mutilato storpio) la dice lunga: fin dall antichità infatti, la sinistra è sempre stata la mano sbagliata, quella del diavolo, e i mancini sono sempre stati considerati diversi, se non addirittura degli esseri demoniali. Dalla tradizione cristiana, che associa la destra al paradiso e la sinistra all inferno, alla civiltà indiana, dove tutt ora alla mano destra si riservano i compiti più nobili (come il mangiare), mentre alla sinistra sono assegnati quelli più umili (come soffiarsi il naso), la demonizzazione del mancinismo è perdurata per molti secoli, complice anche la superstizione e i luoghi comuni. Ecco perché per anni, ai bambini che mostravano una tendenza al mancinismo veniva imposto l uso della destra, spesso con metodi coercitivi (come legare il braccio sinistro del bambino dietro la schiena durante i dettati). A dire il vero, fino a non molto tempo fa, anche il mondo scientifico guardava al mancinismo con sospetto,tanto da associarlo a disturbi come la dislessia o a considerarlo sintomo di Pordenone - La mostra è ospitata in un territorio caratterizzato da una crescente multiculturalità e, in tale ambito, essa si propone come stimolo all apertura verso il dialogo interreligioso ed interculturale, offrendo lo spunto per dibattiti e riflessioni sul tema. Aperta fino al 31 Agosto 2006, si articola in due sedi; Pordenone e Portogruaro a loro volta arricchite da itinerari a Venezia e nel circondario. Perché la croce?!?! La croce è divenuta, nel corso dei secoli, un segno capace di Ansia: un ipotesi ansia può essere probabile conseguenza di insicurezze e disagi. Alta la probabilità che sia trasmissibile geneticamente. In questo caso rappresenta non tanto una malattia quanto il ricordo di sofferenze ancestrali. Se le Cure Parentali di un soggetto ansioso associano all Ansia una situazione di ulteriore disagio, il risultato sono le crisi di panico, e l angoscia. E un dolore inconscio. Uno degli Scopi Primari è proteggersi dal dolore. Una delle conseguenze può essere: introspezione; un sogno ad occhi aperti di una immaginaria realtà corretta e felice da vivere da protagonista; una logica difforme dalla media; difficoltà di comunicazione; il bisogno di studiare e vivere nella propria introspezione la risposta ad una domanda, ad una provocazione, ad un problema. Situazione che poi può permanere come vizio acquisito. Va a sostituire il pensare mentalmente. I sintomi sono quelli della paranoia, in realtà trattasi solo di ansia. Sarebbe interessante che in merito la scienza indaghi. Giovanni Barro Raffaello demenza. Poi, finalmente, a partire dagli anni settanta si iniziò a considerarlo come una pecularietà biologica dell individuo e fu quindi sdoganato da anatemi e da discriminazioni. Ed è anche grazie a questa riabilitazione sociale che il numero dei mancini, negli ultimi anni, è aumentato: ad oggi pare che si tratti di 600 milioni di individui ( il 13% della popolazione mondiale), una percentuale destinata ad aumentare ancora nei prossimi anni. Nonostante il mancinismo abbia sempre attirato l attenzione di studiosi e scienziati, sulle sue cause una spiegazione univoca ancora non c è. Così accanto a chi pensa si tratti di una questione ereditaria, c è chi invece lo associa ad una preva- attraversare religioni e culture diverse caricandosi di significati molteplici e ugualmente profondi. IN HOC SIGNO si propone di offrire una panoramica inedita ed articolata sulla presenza di questo Simbolo nel territorio tra Livenza e Tagliamento, da sempre crocevia di popoli e culture. In questo contesto geografico, si è costituito nel corso dei secoli un patrimonio artistico basato sulla croce, qualitativamente e quantitativamente ricco per valore, significati, modalità espressive e tecniche di produzione, del quale sono state selezionate oltre 200 opere, che rappresentano, in molti casi, capolavori di grande pregio storico e artistico. Questa mostra offre varie testimonianze della presenza del simbolo sul territorio: lenza di testosterone nel sangue e chi ancora al maggior sviluppo di un emisfero cerebrale piuttosto che un altro. A questo proposito, va ricordato che i due emisferi cerebrali si occupano prevalentemente della parte opposta del corpo: la mano destra è dunque sotto il controllo dell emisfero sinistro e così è viceversa. Ma nel corso degli anni, come spiega Dario Salmaso ricercatore del CNR, dalle colonne di La Repubblica Salute, gli emisferi si sono anche specializzati in funzioni diverse: così, mentre a destra hanno sede le funzioni uditive e le capacità di sintesi, a sinistra risiedono la logica e il linguaggio. Questa asimmetria si riscontra in tutti gli individui, ma nei mancini è molto meno marcata se non, in alcuni casi, rovesciata. Per qualcuno, questo spiegherebbe perché molti mancini sviluppano delle super-capacità. Non a caso, infatti, Carlo Magno, Napoleone, Einstein, Chaplin, Mozart, Bach, Michelangelo, Raffaello, Leonardo, Picasso, tanto per citarne qualcuno, erano tutti mancini oltre che geni, naturalmente! Roberto Momo IN HOC SIGNO : una mostra da vedere dai paramenti crucisignati ai reliquiari, dai calici ornati alle campane, dai libri corali miniati alle pale d altare, dalla pubblicistica alle forme di devozione privata ed ufficiale. Una convivenza diffusa e quotidiana accanto alla quale si collocano le testimonianze di grandi scelte compiute nel segno della croce, quali i pellegrinaggi o le storiche imprese a cui parteciparono anche uomini di queste terre, come i beati Odorico da Pordenone e Marco d Aviano. Alle opere presentate in esposizione si affiancano i cicli di affreschi che, seguendo gli itinerari proposti, potranno essere goduti insieme ad altre opere pittoriche e plastiche. Inoltre è stato pensato un percorso inedito a Venezia, strettamente legata dal punto di vista storico e culturale ai territori tra Livenza e Tagliamento. La mostra offre quindi prospettive diverse, illustrate da documenti di straordinario splendore accolti in spazi carichi di suggestioni, a completamento della quale sono state allestite due sezioni dedicate alle arti figurative contemporanee ed alla fotografia. Per ulteriori informazioni visitate il sito internet: Ines Tropeani BRESSAN srl Via delle Rive, 5 I Fontigo di Sernaglia/TV Tel Fax

4 4 >>> segue dalla prima (...) E chi se ne frega, se il giocattolo strippa cervelli si è recentemente rotto in Italia, frantumandosi contro le aste delle porte (dei tribunali), tanto i giornali mi hanno fatto tirare un altro sospiro di sollievo: non è il calcio ad essere marcio è il Sistema Moggi che ha inquinato e tagliato male la droga del popolo come un vile pusher. Meno male, per un momento mi era passato per la testa che il Sistema Moggi fosse un ulteriore sfaccettatura del Sistema Paperopoli Italia, solo adesso infatti mi rendo conto, grazie alla rassicurazione dei media, che il modo di gestire i risultati di partite di calcio, assegnazioni arbitrali, ingaggi e trasferimenti sportivi non ha nulla a che fare con gli scandali finanziari che hanno colpito il popolo risparmiatore italiano attraverso i bilanci falsi di aziende quotate, nomine comprate di amministratori manipolati, emissioni di prestiti obbligazionari inesistenti e la compiacenza degli organi di controllo e vigilanza. Come posso pensare di mettere sullo stesso piano Macchia Nera Carraro con Gambadilegno Fazio, cerchiamo di essere garantisti e soprattutto realistici, il problema l ha creato solo Lucky Luciano con la sua Banda Bassotti. Smettiamola quindi con tutte ECONOMIA L economia di Paperino FISCO & TRIBUTI Basilea 2: una rivoluzione copernicana queste preoccupazioni inutili e questi esagerati allarmismi, nominiamo Qui Quo e Qua alla carica di Governatori Aggiunti di Bankitalia e soprattutto non dimentichiamoci di Zio Paperone alla guida del Ministero del Tesoro. Volendo ci sarebbe anche Nonna Papera al Ministero della Pubblica Istruzione. Iniziamo a sorridere finalmente, il paese è in pieno fervore a cominciare anche dal settore turistico grazie a Renato Rockerduck Soru che si è impegnato a rilanciare il turismo in Sardegna come nessun altro aveva mai fatto prima, introducendo una supermegatassazione salasso sulle seconde case. Per decenni la Sardegna non ha mai visto denaro da questi vacanzieri nababbi non residenti adesso finalmente il rilancio del turismo la farà da padrone. Che strano però, anche gli azionisti del fondatore di Tiscali (Rockerduck Soru) non hanno mai visto denaro da quella sua straordinaria azienda che doveva lanciare la new economy in tutta Europa. Ma non fasciamoci la testa, sarà certamente una manovra straordinaria di indiscutibile beneficio che darà visibilità (siero)positiva alla Sardegna e soprattutto spingerà ad investire ancor di più in quella meravigliosa isola che senza le ville, gli yacht, le feste ed il denaro dei nababbi sarebbe rimasta una terra di pecorai e minatori. Capito mi hai. Basta preoccupazioni pertanto, basta pensieri, basta problemi inesistenti frutto di allucinazioni da fantafinanza: adesso è il momento di ritornare a vivere alla grande, perciò compriamoci tutti un Cayenne a rate con tassi del 25 per cento grazie alle strepitose offerte delle finanziarie di consumo di Paperopoli Italia. Basta con futili preoccupazioni! Adesso è il momento di riscattare tutti gli anni passati a tirare la cinghia sino alla terza settimana, adesso posso (visto soprattutto che si rialzeranno i tassi) indebitarmi oltre il 150 per cento: tanto che me frega, l economia è ripartita, il bianconiglio ci ha detto che la prosperità ed il benessere presto saranno di nuovo comuni come una volta. Sono talmente gasato che mò esco e me ne vado con un rotolo di carta igienica al Banco delle Giovani Marmotte a richiedere un mutuo al 95 % per comprarmi un attico in Piazza San Babila. Eugenio Benetazzo operatore di borsa indipendente Modernizzazione e modernità In un momento nel quale l attenzione di tutti è rivolta alla dichiarazione dei redditi ed ovviamente alla ormai imminente scadenza relativa al pagamento delle imposte, abbiamo deciso di andare contro corrente e sfruttare questo nostro spazio mensile per discutere di un argomento che non ha nulla a che fare con aspetti puramente fiscali. Basilea 2: un insieme di regole che andrà ad incidere notevolmente relativamente ai metodi di calcolo sui rischi dei crediti erogati da parte degli istituti bancari. Dal 2007, scadenza prevista, avrà inizio questa rivoluzione copernicana del sistema di credito bancario; forse potrebbe sembrare esagerato definire rivoluzione quanto andrà ad accadere dal gennaio 2007, ma se si considera che, fino ad oggi e probabilmente fino a quando non ci saremo abituati alla nuova modalità operativa, la gestione dei crediti erogati alle imprese era una semplice ricerca di capitali a garanzia di tale prestito, capitali che potevano provenire da qualsiasi fonte, interna od esterna all impresa, dal momento in cui Basilea 2 andrà a regime, l ottica varierà sensibilmente. Gli istituti bancari saranno infatti maggiormente concentrati sul comprendere la capacità delle imprese di auto finanziarsi in modo tale da poter far fronte all impegno sottoscritto con l istituto di credito, senza peraltro vietare la possibilità di prestare garanzie reali e personali alle aziende a garanzia dei prestiti. Le banche dal 2007 in poi dovranno accantonare una quota di capitale direttamente proporzionale al rischio di insolvenza da parte del cliente azienda, per cui se un impresa dovesse presentarsi poco redditizia, o con margini di insolvenza relativamente alti, coloro che le andrebbero ad erogare il prestito avranno l onere di accantonare una quota maggiore di capitale rispetto a quella che avrebbero depositato se lo stesso prestito fosse stato erogato ad un azienda più solida dal punto di vista finanziario. Come accade per le società quotate in borsa, d ora in poi anche le nostre piccole-medie imprese saranno catalogate in un archivio ordinate secondo un rating che ne darà indice di solvibilità ossia capacità di far fronte ai propri impegni. Per questo in funzione del proprio rating la banca determinerà il tasso d interesse da applicare al prestito erogato. Il livello massimo di solvibilità sarà espresso da una dicitura già utilizzata dalle società di valutazione con questa forma: AAA, poi a scalare in ordine decrescente, AA, A, BBB e così via. Ogni istituto di credito avrà il suo rating; non sarà una valutazione condivisa ed univoca, anche se tutti gli istituti bancari hanno concordato un modello di misurazione delle capacità finanziarie che permetterà di avere gradi di solvibilità molto simili. A fronte di quanto detto fino ad ora, noi riteniamo sia fondamentale da parte delle imprese predisporre degli strumenti in grado di dimostrare la capacità delle aziende di generare ricchezza e di essere capace di far fronte agli impegni sottoscritti. Uno di questi strumenti è il rendiconto finanziario, che evidenzia le fonti e gli impieghi della liquidità, dando una rappresentazione di quanto e come un attività riesca a generare ricchezza monetaria, praticamente entrate ed uscite di cassa. Un secondo strumento è il business plan, un modello con il quale un impresa descrive la propria capacità di generare ricchezza economica, indica attraverso dati quantitativi se l attività principale dell impresa sia redditizia o meno. Quest ultima si basa su un orizzonte temporale di 3/5 anni e rappresenta uno scenario futuro, partendo da un periodo che generalmente lo si fa coincidere con l anno in corso o con l esercizio precedente. A nostro avviso questi due strumenti saranno molto utili per Basilea 2, ma lo saranno maggiormente per gli imprenditori perché darebbero modo a chi gestisce le imprese di monitorarne le performance. Renzo Paro >>> segue dalla prima (...) Una doccia fredda, perché significa che siamo rimasti indietro, che non abbiamo coperto tutti i fronti su cui è in corso la lotta per l emersione economica. Sorpresa ancor maggiore perché il termine modernizzazione è stato sempre usato con riferimento al processo di industrializzazione dei paesi in via di sviluppo. Possibile che all improvviso si scopre che il paese è arretrato? Sì, perché un paese non modernizzato significa che, per qualche oscura maledizione, è rimasto al palo. Ci assale un atroce dubbio: che non sia un disegno del maligno per spaventarci e tenerci in costante stato ansiogeno. Questo sospetto ci induce d altra parte ad andar ad indagare un po più a fondo cosa significhino modernizzazione e modernità, in che cosa consistano e che cosa implichino. MODERNO Cominciamo dal termine moderno dal quale derivano nell ordine modernità e modernizzazione. Non parliamo d altra parte di modernismo che è tutta un altra cosa e che non farebbe che complicare il discorso. Tutto ciò che è moderno per tutti è scontatamente positivo. Moderno è, infatti, definito per contrapposizione ad arretrato, a vecchio e obsoleto, a superato, a non attuale. Per inciso, storicamente inteso, moderno equivale a postmedievale. L era moderna è contrassegnata da scoperte fondamentali come quella dei caratteri mobili per la stampa e quella geografica delle Americhe che marcano una rottura della continuità della storia precedente. E un era lunga che arriva al presente. E curioso notare che l aggettivo moderno è molto più popolare dell aggettivo contemporaneo. Si pensi al fatto che nessuno di noi si sognerebbe di dire Questo è un ritrovato contemporaneo. Diciamo, infatti E un ritrovato moderno. Anche la storia contemporanea non si sa di preciso quando cominci e quando finisca. Probabilmente è contemporaneo solo qualcosa che esiste contestualmente al nostro individuale vivere. MODERNIZZAZIONE Tornando alla modernizzazione, per quanto detto sopra, si desume che è il processo di trasformazione o passaggio da uno stato precedente (implicitamente arretrato), allo stato successivo (implicitamente avanzato, certamente diverso). Questo processo nel corso della storia ha visto, da una parte, un progresso senza precedenti della tecnica e delle scienze, e dall altra, un coevo enorme cambiamento dell assetto sociale e politico delle società. Si pensi soltanto al sorgere degli stati nazione, all imporsi della democrazia, alla progressiva alfabetizzazione. MODERNITA Se modernizzazione significa cambiamento e rottura col trascorso precedente, la modernità si può definire il grande contenitore storico che ha visto realizzarsi i processi di modernizzazione, contenitore che si è via via riempito di periodi contrassegnati da caratteristiche proprie come l Età delle scoperte, il Rinascimento, la Riforma e la Controriforma, l Età della ragione, l Illuminismo e il Romanticismo, per citare i più significativi. Gli eventi più incisivi dello sviluppo della modernità sono stati: l invenzione della stampa, la Guerra Civile Inglese, la Rivoluzione americana, la Rivoluzione francese, i Moti del 1848, la Rivoluzione russa, le due guerre mondiali. E opinione condivisa da storici e da sociologi che questi eventi abbiano condotto alla completa realizzazione della società moderna in Europa. DEFINIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DELLA MODERNITA Le scienze sociali e, tra tutte, la sociologia vera e propria, hanno compiuto numerosi tentativi per capire e spiegare cosa sia la modernità senza giungere ad una conclusione definitiva. Infatti, un interminabile varietà di termini dai connotati più eterogenei è stata usata per descrivere la società, la vita sociale, la mentalità sintomatica o altri aspetti della modernità. Ne citiamo alcuni: burocrazia, disincanto del mondo, razionalizzazione, secolarizzazione, alienazione, mercificazione, decontestualizzazione, individualismo, universalismo, riduzionismo, caos, massificazione, omogeinizzazione, diversificazione. Da ciò risulta evidente che è impossibile dare una definizione descrittiva di modernità che possa catturare tutte le realtà di società nei diversi contesti storici e nei diversi aspetti di un evoluzione (od anche involuzione) sociale. Tornando al tema che si è affrontato ci si può rendere conto che il dubbio espresso inizialmente non sia del tutto fuori luogo e forse, prima di abbracciare la tesi che tutta la modernità, qualunque siano i suoi contenuti, vada accolta, sia quanto mai opportuna una riflessione critica ed approfondita e che prima di procedere a misure, che si definiscono di modernizzazione del paese, ci si chieda che cosa vogliamo veramente, quale futuro vogliamo riservarci; in altre parole chiederci che modello o modelli di società vogliamo (e noi aggiungiamo riempito possibilmente da valori condivisi). Per dirla in termini ancor più espliciti prima di dirci che abbiamo bisogno di modernizzazione, abbiamo il diritto legittimo di sapere di che cosa si tratti per decidere se siamo d accordo. Pierpaolo De Nardi Operiamo nel settore asfalti stradali ed autostradali anche con conglomerati bituminosi modificati, aventi caratteristiche fonoassorbenti ed idrodrenanti, ad elevato standard qualitativo CAVE ASFALTI srl I ROVEREDO IN PIANO/PN via IV Novembre, 28 Tel Fax

5 5 FATTI E OPINIONI AVVENIMENTI Con l Andrea Doria non affondò l Italia Cinquanta anni dopo, in prossimità dell anniversario della tragedia dell Andrea Doria, finalmente un libro ha reso onore alla marina mercantile italiana riabilitando il comandante della nave Piero Calamai ed il suo equipaggio. In Andrea Doria Cento uno viaggi (Hoepli ed.) Maurizio Eliseo ha riproposto i risultati dell inchiesta della marina mercantile conclusasi un anno dopo la tragedia che non solo scagiona il capitano del transatlantico italiano affermando che l urto fu essenzialmente determinato dalla condotta del terzo ufficiale della motonave Stockholm, ma contiene un elenco di 48 membri dell equipaggio meritevoli di un encomio solenne. L Andrea Doria - era l orgoglio della Marina italiana. Il 25 luglio del 1956 affonda a 150 miglia Sud dell isola di Nantucket, speronato dalla nave svedese Stockholm. E la centesima traversata. A bordo ci sono passeggeri, molti dei quali emigranti. Sono 572 invece i membri dell equipaggio. La prua della Stockholm si infila nella fiancata destra e, dopo 11 ore di agonia, l Andrea Doria si inabissa. Muoiono 51 persone, di cui cinque a bordo della nave svedese. Sulle colpe della tragedia, la commissione d indagine del ministero della Marina mercantile non fece mai chiarezza. Le società armatrici delle due navi, l Italia e la Swedish American Line, si accordarono perché coperte dalla stessa compagnia assicuratrice, i Lloyds di Londra. Pagò solo il comandante Piero Calamai, mandato in pensione con due anni di anticipo. Nel 1980 l ingegnere della Marina Usa John Carrothers, dopo una lunga indagine negli archivi dei registratori di rotta, scoprì che la responsabilità dell incidente era dell ufficiale della Stockholm Ernest Carstens. Aveva calcolato male la distanza tra le due navi e sbagliato la rotta, portando la Stockholm contro l Andrea Doria. Il relitto, a 70 metri di profondità, è diventato una trappola mortale per chi si è L Andrea Doria La Stockholm Nuovo conto Prealpi on-line A condizioni particolarmente vantaggiose per operare comodamente da casa 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 risparmiando perdite di tempo e denaro Affronta la tua ultima fila e chiedi informazioni presso le nostre filiali avventurato al suo interno in cerca di cimeli. Dal 1981 ad oggi sono quindici i sub rimasti intrappolati nelle cabine della nave, tra cavi e tiranti. Per questo qualcuno parla di una "maledizione dell Andrea Doria". La Stockholm per ironia della sorte, la Stockholm fu poi acquistata da un armatore italiano e attraccò a Genova col nome di Italia I. F.F. Sede Direzionale: Via Roma, Tarzo - Tel Per tutte le condizioni relative ai conti correnti ed espressamente non contenute nel presente depliant, si rimanda ai fogli informativi a disposizione del pubblico presso le filiali della Banca Prealpi. La presente comunicazione ha natura pubblicitaria con finalità promozionali. Il castello di Bran, uno dei più affascinanti manieri della Romania, più noto come Castello di Dracula, è ritornato in proprietà al suo legittimo erede, Dominic di Asburgo. Il 27 maggio scorso, lo stato romeno in una cerimonia pubblica, nella biblioteca dello stesso castello ha, tramite il ministro della cultura Adrian Iorgulescu restituito il castello al nipote ed erede della nonna Regina Maria di Romania, che l aveva ricevuto in dono nel 1920 dalla comunità di Brasov per il suo contributo all unificazione del paese nel Il Castello Bran era stato confiscato dallo Stato Romeno ai reali di Romania nel 1948, anno in cui furono espulsi, lasciando la Romania prima per l Argentina, poi per gli Stati Uniti. Nel 1956 il maniero fu aperto al pubblico come Museo di storia. Chiuso nel 1987 per restauro e riaperto nel 1993, deve la sua fama al fatto di essere associato al nome di Dracula e per tale motivo visitato da milioni di turisti. Dominic di Asburgo, venuto dagli Stati Uniti, visibilmente commosso nel ripercorrere il luogo in cui aveva trascorso l infanzia ha espresso il dispiacere che non vivesse questo momento la di lui scomparsa mamma, Principessa Ileana, figlia della Regina Maria. MISTERI Si riparla del castello di Dracula Esiste la probabilità che nei territori dell attuale Montenegro, specialmente sulla costa, nel lontano passato, la vite fosse presente nel sottobosco e la sua coltivazione fosse conosciuta qualche secolo prima della nostra era. Tuttavia la diffusione dell allevamento della vite e la trasmissione dei fondamenti che lo riguardano sono attribuite ai Greci, che già mille anni prima della nostra era raggiunsero le isole e le coste dell Adriatico e vi si stabilirono. Le informazioni scritte sulla coltivazione della vite e sulla produzione di vino risalgono ai tempi degli antichi Romani. In esse si tratta di varietà particolari e delle basi per la loro coltivazione e la loro cura. Dopo l arrivo degli Slavi in queste terre la coltivazione della vite si è conservata ed allargata. Nei secoli dal XV al XVIII numerose guerre contro i Turchi per l indipendenza hanno limitato lo sviluppo della coltivazione della vite. Molte vigne, col cessare delle cure di cui avevano bisogno, caddero in stato di abbandono e la produzione di vino si abbassò in modo significativo. Soltanto ai tempi di re Nicola (seconda metà del XIX secolo) ci si dedicò in modo pianificato e organizzato alla costruzione delle piantagioni d uva in Montenegro. Nella scuola statale di agricoltura di Danilovgrad, nata nel 1875, si coltivavano delle pregiate barbatelle, delle quali c era un grande fabbisogno. Un accelerazione dello sviluppo delle coltivazioni della vite avvenne nel 1890, quando, in virtù della risoluzione di re Nicola, ogni soldato montenegrino proveniente da una delle località nelle quali esistevano le condizioni per la coltivazione della vite aveva l obbligo di metterne a dimora 200 piante. Nel successivo punto della risoluzione il re comunicava che la famiglia che avesse piantato barbatelle sarebbe stata esentata per 10 anni dalle tasse che riguardavano la Al di là del valore economico del bene restituito, il fatto ha un significato simbolico di ampia portata denotando la volontà del governo romeno (attraverso apposita legge approvata di recente) a riconoscere il diritto al ritorno in proprietà anche di altri beni a suo tempo confiscati nel quadro del prossimo ingresso del paese nella UE. L erede non verrà ad abitare di nuovo nel Castello che rimarrà aperto al pubblico per i prossimi tre anni. Dopo questo periodo sarà decisa la sua ulteriore destinazione. Il ministro Iorgulescu ha precisato che quando si porrà il problema della vendita della proprietà, lo stato SCRIVERE DI VINO Il nettare del Montenegro Lo stato disastrato di alcune strade pubbliche è spesso causa di incidenti stradali. Si può chiedere i danni alla Pubblica Amministrazione? Davide Diana - Vidor (TV) La non conformità dello stato di manutenzione della strada pubblica è fonte di responsabilità della P.A. solo se determina l insorgere di una situazione di pericolo, con i caratteri propri dell insidia. Secondo consolidata giurisprudenza, per far valere la responsabilità extracontrattuale della P.A. per i danni subiti dall utente a causa delle condizioni di manu- romeno ha il diritto di prelazione. NOTA STORICA La cittadella di Bran fu fatta costruire negli anni 1377 e 1378 per decreto del re d Ungheria Ludovico I d Anjou dal cavaliere teutonico Dietrich come bastione difensivo contro gli attacchi dei Turchi alla popolazione della regione di Brasov. Dopo essere stata nei secoli successivi la più importante fortezza dell Impero austro-ungarico in Transilvania, nel 1920 passò, con atto di donazione, alla famiglia reale. E stato chiamato Castello di Dracula perché il Conte-vampiro vi fu imprigionato. Pierpaolo De Nardi L ANGOLO DEL LEGALE Dr. Sandro Bianchet Re Nicola vigna. All inizio del XX secolo i maggiori riconoscimenti furono ottenuti dal cosiddetto crmnicko vino (denominazione che indica la località di provenienza), che nella esposizione balcanica di Londra del 1905 ottenne una medaglia d oro. Era prodotto con uve della varietà vranac. Passarono però ancora molti anni, nei quali il montuoso Montenegro aumentò significativamente la superficie di coltivazione della vite e la stessa produzione di vino. L anno della svolta si è dimostrato il 1982, dopo il quale, a seguito della realizzazione di uno speciale programma governativo, la superficie delle coltivazioni crebbe di ettari. Nell insieme, l allevamento della vite in Montenegro occupa circa ettari. Andrzej Baczyk Responsabilità della P.A. nei sinistri stradali tenzione di una strada pubblica, esclusa l applicabilità dell art c.c. ed operando il generale criterio di imputazione di cui all art c.c., il danneggiato deve dimostrare che l evento dannoso è eziologicamente ricollegabile ad una insidia, e cioè ad una situazione caratterizzata, dal punto di vista obbiettivo, dalla non visibilità del pericolo e, dal punto di vista soggettivo, dalla imprevedibilità, vale a dire dalla impossibilità di avvistare in tempo il pericolo per poterlo evitare. Inviate le vostre domande all indirizzo di posta elettronica:

6 6 FATTI E OPINIONI Cina: la ferrovia più alta del mondo! >>> dalla prima pagina (...) dell ennesima sfida, destinata a stupire ma anche a far sorgere numerosi interrogativi per quanto riguarda l impatto ambientale e la conservazione dell ecosistema. In particolare, il tratto dei record è quello che collega Lhasa nel Tibet e Golmud nel Quinghai. Il percorso misura chilometri di cui ben 960 sopra i metri. La stazione del Passo Tang-gula, poi, sarà posta a ben metri. La linea verrà inaugurata con ben tre anni d anticipo rispetto alla tabella di marcia. Un mostro del progresso, destinato per uno strano contrappasso ad attraversare una delle regioni più arretrate del celeste impero, sebbene ricca di risorse naturali. Quello del collegamento ferroviario con il Tibet è un sogno che la Cina accarezza da lungo tempo. Lo stesso Mao Tse Tung aveva ordinato la sua realizzazione nel Ma due tentativi falliti e la morte di oltre operai, gli avevano fatto abbandonare l impresa, seppur a malincuore. Alla metà del secolo scorso le condizioni climatiche erano troppo rigide per permettere di dare vita a un impresa del genere. Persino un gruppo di tecnici svizzeri, che di ferrovie in alta quota se ne intendono, aveva bollato il progetto come irrealizzabile. I problemi erano decisamente troppi, primo fra tutti la carenza di ossigeno presente a quelle altitudini, circa la metà di quello a livello del mare. Una condizione difficilmente tollerabile per uno scalatore, figuriamoci per operai che stan- no costruendo una linea ferroviaria. Alla mancanza di aria c è da aggiungere l abbondanza di freddo, con temperature comprese fra i -30 e i 6 gradi. E, come se non bastasse, i raggi ultravioletti che in alta quota possono anche rendere cieca una persona, come dimostra il 13% della popolazione del Tibet, che non vede a causa di questo motivo. Tutti ostacoli che sembrano essere stati miracolosamente superati dai tecnici cinesi del terzo millennio. Le fonti ufficiali di Pechino affermano che, nella realizzazione della linea ferroviaria, non avrebbe perso la vita nemmeno uno dei 100 mila operai impiegati. Se il prezzo di vite umane sembra quindi essere stato molto ridotto, altrettanto non si può dire del costo economico. Il governo cinese, per realizzare il suo progetto, avrebbe sborsato ben 3.2 miliardi di dollari. La nuova linea delle meraviglie, che complessivamente misura oltre chilometri, disporrà di vagoni pressurizzati, maschere di ossigeno per i passeggeri, medici e infermieri. Il biglietto di andata e ritorno costerà 380 yuan (circa 46 dollari) e yuan (circa 150 dollari) per una cuccetta morbida, ossia la sistemazione più lussuosa. In confronto, la linea peruviana, lunga solo 335 chilometri è una bazzecola. Ma fra Celeste Impero e Cordigliera della Ande c è un legame particolare. Ernest Malinowski, l ingegnere polacco che costruì il tratto peruviano, per realizzare la sua opera si avvalse di manodopera specializzata cinese. La Pechino-Lhasa è stata costruita non tanto per togliere la popolazione locale dall isolamento, quanto per intensificare gli scambi commerciali. Si calcola infatti che nella provincia autonoma arriveranno 5 milioni di tonnellate di merce all anno e che ne usciranno 2,8. A questo punto si deve aggiungere anche il milione di turisti che la utilizzerà ogni anno. Un nuovo simbolo della Cina che cresce e che corre. A che prezzo umano e ambientale è ancora tutto da vedere. Redo Cescon LA VETRINA DELLA POESIA Prima Comunione Bianca, piccola anima, nido di Grazia: la gioia trabocca e, lieve, d Amore il cuore riempie nel Dono che salva. E dolce il tuo andare alla Mensa Celeste, e con Cristo, radiosa, tornare tra i volti d amati fanciulli, e rompere insieme il composto silenzio scoprendo la gioia di nuovi sorrisi, e alzare, correndo, la tunica bianca incontro alla mamma, alle foto, alla festa Letizia Ortica >>> dalla prima pagina (...) la riduzione di Deputati e Senatori (ora sproporzionati e in sovrannumero rispetto ad altri Stati), evitando doppioni inutili con la ripetizione di competenze. La riforma prevede la revisione dei poteri del Presidente del Consiglio e del Capo dello Stato, per evitare inciuci e ribaltoni, con il no si è voluto tirare via anche questo. Assistiamo poi a continue dichiarazioni che vengono rilasciate da Ministri dell'attuale governo di sinistra, in assoluta libertà, a volte (solo personali) a volte (smenti- CONCORSI Passaggi d Ombre Passaggi d Ombre, Dalle trincee e dalle fortezze della Grande Guerra una voce di Pace è così chiamato il concorso letterario che avrà luogo nel Comune di Lavarone, situato nel Comprensorio Alta Valsugana, in provincia di Trento, dalla quale dista ca.30km. Questa manifestazione è organizzata dalla Fondazione Belvedere- Gschwent e dall Assessorato alla Cultura di Lavarone e dalla Biblioteca Comunale S. Freud nella quale avrà luogo. Passaggi d Ombre è aperto a tutti i generi della poesia contemporanea e della narrativa contemporanea, dal racconto tradizionale alle nuove sperimentazioni linguistiche, dall epistolario al thriller, al fumetto. Possono partecipare al concorso tutti coloro che sono nati dal 1985 al 1999 divisi in tre categorie e che risiedono in Trentino Alto Adige - Südtirol e Veneto. Gli elaborati dovranno essere degli scritti inediti della lunghezza massima di 5 cartelle (foglio A4, 90 battute per riga e 30 righe per pagina) devono pervenire entro il giorno 11 Agosto 2006 a Concorso Letterario Passaggi d Ombre presso: Fondazione Belvedere-Gschwent - Via Gionghi 107/C Lavarone (TN). La Giuria sarà composta da Isabella Bossi Fedrigotti, Paola Zannoner, Maria Pace, Christian Prezzi, Morena Bertoldi e premierà 3 iscritti per ogni categoria il 16 Dicembre 2006 a Lavarone. Per partecipare al concorso è sufficiente inviare 10 francobolli da 0,45 euro come contributo alle spese postali. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito oppure contattare il: oppure chiamare il numero Ines Tropeani Quali riforme costituzionali? te); una bella confusione. Bene invece, sempre a (loro) parere per la ricerca libera, libere unioni, liberi invirgoli matrimoniali, filianze senza madri e con due padri, e viceversa, una Torre di Babele, e non è ancora finita. Sulla giustizia: tutto fermato, così Magistrati inquirenti e giudicanti, continueranno a lavorare gomito a gomito e a prendere il caffè nello stesso corridoio, percorreranno la stessa carriera senza separazione alcuna, proprio una bella garanzia per l'imparzialità e l'indipendenza. Mah! Questa è la sinistra che governa l'italia: con i voti contestati, quelli degli italiani all'estero, con l'aggiunta dei voti dispersi alla lista Panto. Proprio un bel lavoro, ed una botta alla fiducia nella democrazia. Votando no si annulla anche la possibilità di dare più potere alle regioni e quindi più forza al decentramento. Il sì al referendum (Ciampi superpartes?), avrebbe fermato gli ultra conservatori e la geriatria politica al potere, non sarebbe stato male. Staremo a vedere. Adriano Gionco U N A R C H I V I O P R E G I A T O I N D O N O A L L O S T A T O I T A L I A N O Il Conte Licio Gelli sempre più apprezzato uomo di lettere europeo e mondiale Il Conte Licio Gelli di recente ha donato la sua preziosissima e personale collezione storica di manoscritti propri e di personaggi storici famosi, oltre a medaglie e materiale massonico di pregio ed importanza internazionale, all Archivio di Stato di Pistoia con tanto di Decreto Ministeriale. Curatore dell archivio, donato allo Stato Italiano e usufruibile secondo la legge in un prossimo futuro a tutto il pubblico che volesse sviscerare questa enorme vastità di documenti e carteggi di rilevanza storica, è il Professor Aldo Alessandro Mola, storico di rinomata fama e autore di numerosi volumi storici sulla massoneria, il Risorgimento e la Monarchia. La donazione di Licio Gelli all Archivio di Stato di Pistoia dice il Professor Aldo Mola comprende varie sezioni. Una è costituita dalle sue carte personali, ordinate in fascicoli, per corrispondenti. Una seconda riguarda le vicende della loggia Propaganda Massonica 2. Una terza include cimeli di vario genere, in molti casi oggetti preziosi e singolari, pezzi unici di grande interesse. Infine la completa raccolta delle sue opere e di scritti. L interesse della Donazione è stata dichiarata dalle relazioni di esperti quali la Sovrintendente ai Beni Archivistici per la Toscana, Paola Benigni, dal Direttore Generale degli Archivi, Maurizio Fallace, e dalla docente di Archivistica dell Università di Siena, Linda Giuva D Alema. Il direttore dell Archivio di Stato di Pistoia, Carlo Vivoli, già segnala che la richiesta di consultazioni dell intero carteggio donato dal Conte Gelli, è nutritissima e proviene da tutto il mondo. Pistoia vanta un passato illustre continua il Professor Aldo Mola basti il ricordo di Lucio Sergio Catilina. Vi insegnò il giovane Carducci. La Donazione fatta dal Conte Gelli, che vi nacque il 21 aprile 1919, fa parte della sua grande storia. Essa comprende anche un migliaio di fascicoli di documenti antichi collezionati da Licio Gelli dal 1935 in poi. Fra questi basti ricordare oltre seicento inediti di Napoleone I: un patrimonio prezioso che la Fondazione Napoleone I di Parigi ha già chiesto di esaminare e che saranno oggetto, credo, di apposita pubblicazione. L archivio donato afferma il Prof. Mola - è composto da centinaia di carte interessanti: le lettere di Carlo V, Luigi XIV, di Cagliostro, Manzoni, Garibaldi, d Annunzio fino ad arrivare a epistole di Saddam Hussein. Non c è che da scegliere. Tra le carte che meritato particolare attenzione, ci sono tre inediti di Torquato Tasso, in cui il poeta s interroga sul titolo da dare alla Gerusalemme liberata o conquistata? Certo era una Gerusalemme cristiana, molto lontana da un Cristianesimo che oggi esorta a insegnare il Corano e a concedere festivo il venerdì, che così si aggiunge al sabato ebraico e alla domenica cristiana. Viene voglia conclude lo studioso Aldo Mola di creare due o tre altre religioni che abbiano festivi il lunedì, il martedì e poi vedere come potranno sbrogliarsela Stato, imprese e, scendendo a pioggia, i comuni mortali. Da queste Carte, insomma, arriva anche una lezione di buon senso. Roberto Visentin POESIA DI GELLI BATTUTA ALL ASTA DA CHRISTIE S Una grande soddisfazione per il manoscritto aggiudicato per 2800 euro Era uno dei pochi manoscritti del grande uomo di lettere Licio Gelli, sfuggiti alla mano del suo autore e quindi non inserito nella Donazione di oltre 4500 pezzi effettuata lo scorso inverno all Archivio di Stato di Pistoia. Pochi giorni fa è stato battuto all asta da Christie s, in quel di Roma, per 2800 euro, dopo 14 battute che hanno fatto lievitare il prezzo base fissato a 1550 euro. Il manoscritto autografo di Licio Gelli intitolato Ma ella non rispose, composto il 23 aprile del 1973, è una poesia di ambientazione veneziana. Dopo averlo scritto riferisce il conte Gelli un colonnello amico me lo chiese e glielo donai. Dopo la sua morte gli eredi devono avere deciso di metterlo all asta. Per fortuna io ho evitato che succedesse così a tutto il mio archivio personale. Il componimento di Gelli era inserito in asta nella serie Manoscritti e autografi assieme alle opere di Leopardi, Macchiavelli, Manzoni e perfino Jacqueline Kennedy Onassis. Lo stesso Gelli, presente all asta, ha commentato l evento con il solito humor e savoir faire: E una grande soddisfazione vedere una propria opera battuta dalla casa d aste più famosa al mondo. Non mi era mai capitato. Gli altri pezzi battuti appartengono ad autori non più fra noi. Poter assistere all asta di un proprio componimento è un privilegio che non spetta a tutti. Una soddisfazione davvero unica e particolare. Estratto del catalogo Libri e Autografi della casa d aste Christie s del 15 giugno 2006

7 7 LE VENEZIE Sabato 15 luglio con inizio alle ore 22.00, nel Castello della regina Cornaro di Asolo/Tv, come di consueto, la Compagnia Amatoriale di teatro Rievocativo La Masnada del Colmel dei Tori rappresenterà la tormentata e romantica vicenda medioevale, a forti tinte, di Marcolfo e Speronella. STORIA Antica fiera di Santa Lucia Alla presentazione del programma del Comitato Antica Fiera di Santa Lucia, avvenuta nello scorso fine settimana, in una cornice suggestiva sotto i portici di Santa Lucia di Piave, è sembrato per un momento di passeggiare tra i banchi di un piccolo mercato medievale. Come ha tenuto a sottolineare il presidente del Comitato, Aurelio Ceccon, il fulcro della nuova rassegna di eventi sarà a novembre con la nona edizione della rievocazione storica della fiera trecentesca, ma l intero programma è ricco di interessanti iniziative che spaziano dai concorsi per le scuole alle giornate dedicate ai sapori antichi. Va detto che il Comitato ha da sempre una particolare attenzione alla riscoperta della cucina medievale e per questo, protagonista della stagione e della serata, è stata Medioevo di Marca Dovuta alla fantasia ed alla penna di Ambrogio C. Macchi. Quest anno la novità sarà costituita dal fatto che spettacolo nello spettacolo alla rappresentazione teatrale, per iniziativa del Gruppo Storico isolando che ha aderito alla manifestazione, assisterà come ai tempoi della Commedia dell Arte la rosa antica, che nel medioevo veniva impiegata per profumare e aromatizzare molte pietanze. Entusiasta per le nuove attività, il presidente ha voluto ricordare ai presenti l impegno e l attenzione storica per far rivivere i sapori antichi e le tradizioni medievali che affascinano così tante persone tutto questo, grazie all associazione che sta continuamente crescendo. Roberto Momo la stessa Regina Caterina Cornaro, con tutta la sua Corte. Altra spettacolare novità, la comparsa, nella fase più drammatica della vicenda, di un vero e proprio Trabucco (Macchina d Assedio) che, nella notte, lancerà proiettili infuocati contro il nemico, per vincerne la resistenza. M.R. Visione Reale è presente sul mercato della comunicazione dai 1996; nata come agenzia pubblicitaria, negli anni ha sviluppato una forte esperienza nel settore informatico, divenendo in poco tempo punto di riferimento per coloro che intendono utilizzare lo strumento Internet per la propria impresa. Oggi sono poche le aziende che non hanno ancora un sito Web, ma moltissime quelle che pur avendolo non riescono a sfruttarne le potenzialità e Io ritengono un inutile spreco di risorse economiche. La nostra società si occupa di dare massima visibilità al vostro sito rendendolo utile strumento di marketing, mediante revisione del software, dei contenuti oggettivi, della ottimizzazione grafica, e nelle attività di posizionamento nei motori di ricerca. VOGLIAMO DARVI LA POSSIBILITÀ DI OTTENERE IL MASSIMO DAI VOSTRI INVESTIMENTI SUL WEB In breve i nostri servizi: Realizzazione siti web - Consulenza web marketing Posizionamento sui motori di ricerca Problematiche posta elettronica - hosting - dominio - Siti B2B / B2C e.commerce - e.business Gestione documentale e archiviazione ottica Ci occupiamo inoltre di integrare soluzioni GED o CRM fruibili anche dalla rete web. CONTATTATECI ALLO oppure tramite a: e maggiori informazioni le troverete sul nostro sito Visione Reale S.n.c. Via Montello, Caerano di San Marco TV tel fax FORUM SPUMANTI D ITALIA 2006 Villa dei Cedri fra Cortina e Roma, gli Spumanti d Italia in itinere Dall 8 al 12 settembre la kermesse dell enoteca di 350 Spumanti, convegni, tavole rotonde, officine e verticali con grandi sommelier e chef Villa dei Cedri, sede del Forum degli Spumanti Il Forum Spumanti d Italia d Italia in occasione del grande amplia le presenze con puntate evento mediatico Cortina: cultura importanti fuori dal luogo di origine. La massima manifestazione dedicata a tutti i vini spumanti e natura per presentare nel contesto del Palavolkswagen Spumanti&Sapori a Cortina e italiani nel 2006 esce da Villa dei Buongusto e Buonsenso a Cedri per un evento a Cortina a ferragosto e una a Roma in ottobre. Momenti tematici diversi per sottolineare la nazionalità dell evento, per far conoscere la cultura degli spumanti, consolidare il ruolo del Forum di riferimento unico e completo. Dunque il Forum Spumanti d Italia, terrà aperto tutto l anno il sipario sugli spumaanti, sia Charmat che Classico, prodotto che punta a rappresentare un nuovo stile di vita italiano a tavola. Una mission per la quale il Forum può contare sul sostegno e il patrocinio del Ministero delle Tavola alla presenza di Ministri della repubblica, attori, personaggi della finanza e della politica in vacanza nelle Dolomiti ed ospiti della grande kermesse ampezzana con degustazioni guidate di Spumanti, ma anche di altri prodotti d eccellenza e grappe distillate da vinacce di spumanti; il tutto accompagnato da incontri e tavole rotonde che si occuperanno di alimentazione, etichettatura dei prodotti, vino e salutebenessere, politica, economia, arte, scienza, cultura. A breve, dall 8 al 12 settembre ritorna a Valdobbiadene il classico Politiche Agricole, Alimentari e appuntamento con la Forestali, Ministero Attività degli Produttive, Ice, Ismea, Buonitalia e il contributo principale del Comune di Valdobbiadene con Regione Veneto, Provincia e Spumanti d Italia, evento ad inviti per gli operatori della ristorazione e degli alberghi e a pagamento per il grande pubblico. In CCIAA di Treviso e la partnership particolare gli ottocenteschi di Veneto Banca, Istituto da sempre vicino al mondo spumantistico Saloni di Villa dei Cedri, costruita nel 1890, ospiteranno al piano ed esclusivo partner terra Il Banco dei Mille strategico ufficiale per tutti gli Spumanti d Italia presso la eventi del Forum 2006 Spumanti d'italia. Diversi gli sponsor nazionali da Italesse a Vason, da Alpeninox a Siad con la regia di società come 4 Punti di Treviso e Wellcom di Alba. Già nella due-giorni di giugno, la casa del Forum di Villa dei Cedri, ha ospitato con grande successo il primo Seminario Tecnico Nazionale di viticoltura, enologia e immagine Progettare e realizzare spumanti riservato ai giovani laureati, tecnici di cantina e frequentatori di masters (oltre 80 iscritti e 16 relazioni di docenti universitari ), presenti la stampa specializzata, i produttori, i grandi appassionati. Il 22 giugno si è tenuta la Prolusione Accademica del Forum2006 da parte del prof Vasco Boatto della Università di Padova con la consegna della X edizione del premio di laurea G. Comolli assegnata a Matteo Gatti e due menzioni speciali a Sabrina Gozio e a Federica Bianchin. A Ferragosto il Forum Spumanti si trasferirà a Cortina d Ampezzo, una delle località turistiche più rinomate e ricercate quale i visitatori potranno assaggiare centinaia di etichette italiane, mentre al primo piano gli appassionati e gli operatori potranno accedere alle Aulaenoteca di degustazione guidata degli spumanti suddivisi e separati in base ai territori di origine docg e doc e metodi di produzione. Previste Degustazioni guidate curate dai principali Consorzi e Associazioni di Spumanti insieme e sotto la regia di un partner eccezionale, la Veronelli editori e i suoi curatori delle diverse guide che realizza. Altro appuntamento molto apprezzato dai sempre più numerosi cultori dell enogastronomia sono le Officine dei in programma in ogni serata della manifestazione che proporranno gustosi e ricercati abbinamenti tra grandi vini spumanti esclusivamente italiani e prodotti alimentari d eccellenza curate da eccezionali sommelier come Osvaldo Murri, Fabio Scarpitti, Luigi Bortolotti Ais, Michele Bressan, Massimo di Cintio. Ricco anche il calendario dei convegni inseriti nell evento; in particolare quello di sabato 9 settembre alle ore con la presentazione del Rapporto 2006 sul mercato ed i consumi a cura dell Osservatorio Economico Spumanti d Italia, in collaborazione con Ismea- Buonitalia-Ministero delle Politiche Agricole. Domenica 10 e lunedì 11, sempre a partire dalle ore 10.00, l Associazione Enologi Enotecnici e l Associazione Italiana Sommelier cureranno due convegni tecnici, il primo dedicato a Tecnica e creatività ; il secondo ad un tema provocatorio e assai discusso: Spumanti a tutto pasto. Ma l impegno del Forum è indirizzato in particolare a far conoscere al consumatore la straordinaria varietà produttiva dell Italia per quanto concerne vitigni, territori, tipologie, etichette. Insomma è l Italia dei Mille spumanti quella che il Forum vuol promuovere, per un consumo più consapevole e preparato e per sottolineare le differenze tipologiche. Il Concorso Enologico ne è una prova sostanziale. Il prestigioso riconoscimento dei soli 12 Nastri d Argento 2006 verrà attribuito sabato 9 settembre, alle ore 16,00 nell Auditorium della Cavallerizza in Villa dei Cedri. Altri Premi invece andranno a giornalisti e operatori della comunicazione in genere che avranno saputo utilizzare il nome Spumante con tutti i termini ad esso legati a.sproposito, ovvero in contesti comunicativi, situazioni, modi, forme lontane da quelle abituali e ricorrenti. Un Premio insomma alla creatività quasi per dire che gli spumanti italiani hanno davvero ancora molte strade aperte da percorrere dinanzi a loro. Vis

8 8 MARCA TREVIGIANA TREVISO Nuovo corso in viale Cesare Battisti Inaugurato il viadotto di Silea sulla tangenziale di Treviso Il vicepresidente della Giunta regionale Luca Zaia assieme all assessore alle politiche della mobilità del Veneto Renato Chisso, al presidente della Provincia di Treviso Leonardo Muraro, al vicesindaco di Treviso Giancarlo Gentilini e altre autorità locali, ha inaugurato a Treviso il nuovo viadotto di Silea, con la viabilità di innesto alla tangenziale sud del Capoluogo della Marca. E l opera simbolo di un amministrazione che ha saputo lavorare ha affermato il vicepresidente Zaia nonostante molti comitati avessero detto che non sarebbe mai stata fatta. Essa è soprattutto importante in visione prospettica con la risistemazione di tutta la tangenziale. Stiamo lavorando per finanziare l ultimo tratto da Paese alla Feltrina, per togliere da Treviso tutto il traffico di attraversamento. La stretta collaborazione tra le istituzioni ha concluso Zaia si traduce, come oggi, in opere pubbliche e soprattutto in sicurezza: negli ultimi anni le vittime della strada in provincia di Treviso sono costantemente diminuite con una media di 50 all anno. Si tratta di un opera fondamentale, la prima di questo genere che apriamo lungo la tangenziale, Strada Regionale n. 53 Postumia ha sottolineato l assessore veneto alla mobilità Renato Chisso finalizzata ad una maggiore sicurezza e scorrevolezza, con la separazione dei flussi di traffico in transito da quelli diretti e provenienti dalle località interessate dall intersezione: un ulteriore segnale dell ormai avviata stagione del fare. E un intervento strategico per il nostro territorio, atteso da diverso tempo, che andrà a risolvere un nodo complesso della viabilità trevigiana ha affermato dal canto suo il presidente dell amministrazione provinciale Leonardo Muraro una dimostrazione ulteriore che noi puntiamo direttamente ai fatti. Dopo l apertura di questo viadotto, a fine estate ci sarà quella del cavalcavia alla rotonda dell Ospedale di Treviso ed entro un anno verranno consegnate le opere della rotonda e del sovrappasso sulla Noalese. Inoltre, è già stato inserito nella finanziaria 2006 il completamento della tangenziale da San Giuseppe alla Feltrina, che si collegherà, in seguito, al passante di Mestre attraverso il Terraglio est. Grazie a questi interventi la viabilità dell anello esterno a Treviso, e soprattutto la rete viaria della bassa trevigiana, cominceranno ad assumere la fisionomia prevista e programmata dalla nostra Provincia. I lavori del nuovo sovrappasso sono stati eseguiti dall associazione temporanea di imprese costituita dalla nota azienda di costruzioni metalliche di Cordignano, BIT s.p.a., eda un altra azienda trevigiano, la Coletto S.p.a., cui è stato assegnato l appalto sulla base della progettazione esecutiva elaborata da Veneto Strade. Il nuovo sovrappasso ha una lunghezza complessiva di 160 metri e darà continuità alla S.R. 53 Postumia, mentre l accesso alla viabilità intersecata avverrà mediante rampe di accesso. La zona di cantiere è stata posta all interno dell anello della rotatoria, così da minimizzare i disagi durante la realizzazione dei lavori. Il costo complessivo è stato di circa 7 milioni 235 mila euro, totalmente a carico della Regione. Il nostro compito è quello di guardare avanti. Già ci siamo attivati per comporre la nuova squadra, che lavorerà assieme volenterosamente nei prossimi cinque anni alla realizzazione di una nuova idea della Marca trevigiana, che ponga l accento sulla qualità della vita. Uniti per riconfermare i risultati ottenuti nelle due amministrazioni precedenti e per raggiungere nuovi obiettivi. Lo ha detto il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro all indomani della grande vittoria ottenuta lo scorso 28/29 maggio. E se chiediamo al neo presidente, Leonardo Muraro, di spiegarci più in dettaglio quali sono gli obiettivi dei prossimi anni di governo in Provincia, ecco a voi la risposta: La qualità della vita innanzitutto. Un impegno amministrativo strutturato, sulla scia di un lavoro che negli 8 anni amministrativi precedenti ha portato a numerosi e concreti risultati. Ricordo per quanto riguarda la viabilità del territorio, 382 opere tra rotatorie, allargamenti di arterie stradali, ponti, innesti e circonvallazioni - per un investimento complessivo di oltre 485 milioni. Ed inoltre oltre 6 milioni di euro investiti per progetti di riqualificazione ambientale, di risanamento e messa in sicurezza di discariche, azioni strutturali contro le PM10, senza comunque dimenticare le operazioni per favorire la raccolta differenziata dei rifiuti, che ci ha resi all avanguardia rispetto le altre province italiane. Sono 19 gli Istituti scolastici nuovi messi in cantiere, 28 gli interventi importanti per una spesa di oltre 150 milioni di investimento. Sono stati programmati per il futuro, inoltre, 5 interventi per 9 milioni nel Nel nuovo mandato, sei sono i grandi assi strategici su cui punteremo a lavorare fin da subito: dal potenziamento del sistema infrastrutturale all incremento del trasporto pubblico locale, all attuazione di una gestione equa e sostenibile del territorio. Inoltre, fondamentale sarà porre attenzione al riposizionamento competitivo centrando la riflessione sulle politiche del lavoro, prevedendo sinergie con il mondo dell impresa. Altro punto importante, lo sviluppo delle politiche della conoscenza come risorsa: edilizia scolastica, istruzione, formazione professionale e orientamento. Quindi, promozione della cultura, del turismo e dello sport, all insegna della passione e della responsabilità. Infine, si continuerà a rafforzare il sostegno alla famiglia quale risorsa dello sviluppo Leonardo Muraro: A breve la nuova Giunta e subito al lavoro per il territorio sociale, continuando a curare tutte quelle politiche attinenti. La volontà è quella di dare risposte alle nuove esigenze del territorio. Il lavoro continua. Il mio impegno sarà un progressivo evolversi per quantità e qualità dei progetti, perché si deve andare avanti pensando alla gente. Roberto Visentin LA NUOVA MAGGIORANZA Lista Zaia Gazzabin Fabio Lorenzon Mirco Piovesan Mario Zava Mariano Zaia Luca Lega Nord - Liga veneta Padania Baggio Dina Casagrande Gian Luigi Marcolin Marco Loris Colmaor Fulvio Pettenà Prosdocimo Marco Vallardi Gianpaolo Leonardo Muraro Forza Italia Conte Franco Favaro Gian Pietro Fighera Marco Giovine Gianfranco Marostica Speranza Noal Michele Zambon Floriano Alleanza Nazionale Bordignon Oscar Davì Pietro Giorgio UDC - Casini Milani Luciano Silvestri Fiorenzo S.r.l. SPA C O S T R U Z I O N I M E T A L L I C H E GRUPPO BIT: BIT SPA ED EUROTRAVI SRL Storia e cultura di una famiglia si intrecciano nella vita e nello sviluppo di Bit Spa Costruzioni Metalliche ed Eurotravi Srl di Cordignano (Treviso). Serietà imprenditoriale, entusiasmo, organizzazione, lungimiranza, rigore aziendale, investimenti tecnologici continui e progressiva formazione del personale unita ad una grande squadra di collaboratori vincenti rendono il Gruppo BIT un partner commerciale affidabile e qualificato a livello nazionale ed internazionale. Il Gruppo BIT realizza strutture in acciaio di medie e grandi dimensioni riuscendo a lavorare fino a tonnellate di acciaio all anno. Le ultime opere significative realizzate spaziano dai settori ponti e viadotti, quali: svincolo autostrada Fiumicino Roma, raddoppio linee ferroviarie Bologna - Verona e Bari - Taranto, sovrappassi autostradali e ferroviari, Linea Alta Velocità Milano - Torino, alle grandi strutture del Nuovo Polo Fieristico di Milano e di Roma; alle Raffinerie ERG di Siracusa nonché all ampliamento della Centrale Elettrica di Turbino - Milano, eccetera Forte dei risultati e dello stile che le è proprio, il Gruppo guarda avanti con fiducia per il bene della società, di quanti in essa collaborano e per il progresso del territorio nel quale è ben radicato da più di un secolo. BIT SPA COSTRUZIONI METALLICHE Cordignano (TV) Italy Via Trieste, 33 Tel Fax e-mal:

9 SPECIALE 5 WORKSHOP INTERNAZIONALE DEL TURISMO NEL VENETO B U Y V E N E T O Una nuova proposta per il marketing turistico Alla luce dei risultati più che soddisfacenti emersi dalle esperienze delle scorse edizioni e sulla scia dell'entusiasmo espresso dal mondo degli operatori del turismo, la Regione del Veneto ha in programma per il 2006 la quinta edizione di Buy Veneto, progetto di marketing territoriale a favore degli operatori veneti del turismo interessati a potenziare i propri rapporti commerciali con i mercati esteri. Il 6 luglio 2006 si svolgerà "Veneto for you - 5 Workshop Internazionale del Turismo nel Veneto volto alla realizzazione di incontri d'affari tra gli operatori veneti dell'offerta e gli oltre 200 buyer esteri provenienti dai Paesi dell'europa, del continente americano e asiatico. Alla passata edizione di Veneto for you, evento attraverso cui il Veneto offre ai mercati internazionali del turismo il proprio patrimonio artistico, ambientale, gastronomico ed artigianale, hanno partecipato 204 buyer esteri e 456 operatori veneti, realizzando oltre business meeting. Oltre alla giornata dedicata al workshop, il 6 luglio, nei giorni 7 e 8 luglio i buyer (ed i 40 giornalisti della stampa estera ed italiana specializzata accreditati) saranno invitati a conoscere, gustare e respirare in prima persona la terra, la storia e le incomparabili bellezze artistiche del Venete secondo un variegato programma di educational tour a tema su tutto il territorio regionale. >>> dalla prima pagina (...) vita e morì Richard Wagner, qui ambientò una delle sue opere più belle Thomas Mann, da noi vengono ogni anno quasi due milioni di cittadini della Germania per rilassarsi, godersi il clima, la cultura, l arte, le spiagge, il lago di Garda, l ospitalità e la straordinaria enogastronomia. Noi desideriamo che giungano anche più numerosi e proprio per questo abbiamo attivato due forti iniziative, una delle quali ha preso il via prima di Natale, l altra durante i campionati mondiali di calcio, per far conoscere ancor meglio il Veneto in Germania, per sfatare luoghi comuni non veri, per far capire che decidere di trascorrere le ferie e i periodi di vacanza nel Veneto è la scelta migliore. Su questa partita abbiamo investito complessivamente quattro milioni di euro: due per la campagna che ha avuto come tema Il Veneto nel cuore, gli altri due per realizzare punti di contatto e di distribuzione di materiale informativo a Berlino e Giovedì 6 luglio Venezia Terminal Passeggeri Turisti tedeschi benvenuti in Veneto! Le spiagge veneziane......e le montagne bellunesi! nelle altre città dove si sono disputate le partite dei mondiali, oltre che per una costante presenza in Casa Azzurri. Ora stiamo cominciando a raccogliere i frutti di questo nostro impegno, e sono sicuro della soddisfazione dei nuovi ospiti. Lo scorso anno sono venuti in Veneto quasi un milione 800 mila turisti, per un totale di circa 10 milioni 850 mila giornate di presenza: questo significa che i tedeschi sono quasi il 20 per cento dei circa 57 milioni di presenze che hanno fatto del Veneto, anche nel 2005, la prima regione turistica d Italia. Nei primi quattro mesi del 2006, per i quali abbiamo dati definitivi certificati, le presenze tedesche hanno già sfiorato quota un milione, con un aumento del 13,2 per cento rispetto al medesimo periodo dell anno precedente. Sono sicuro che la Vª edizione di Veneto For You, Workshop Internazionale del Turismo nel Veneto e punto privilegiato d incontro tra gli operatori veneti e circa 230 tour operators provenienti da 35 paesi di tutto il mondo, sarà un ulteriore occasione per confermare questo trend di crescita e per allargare ancora la nostra offerta turistica. La mia certezza nasce non solo dalle avvisaglie di un annata che si profila straordinaria, ma dall impegno che abbiamo profuso finora e dall affermazione che sta avendo l immagine unificata che abbiamo dato al Veneto turistico, industria al primo posto in una regione dalla storia e dalla cultura millenaria, che raccoglie in un raggio di circa 150 km aspetti, panorami, ambienti e proposte diversissime, che ne fanno un insieme unico per completezza dell offerta, con proposte che spaziano dal lago alle terme, dalla montagna estiva a quella invernale, dal mare alle città d arte, dai parchi al sistema delle Ville venete, dagli ambienti agresti e collinari fino a tradizioni locali, vino e cucina ai massimi livelli. Luca Zaia Vicepresidente della Giunta Regionale del Veneto Non tassare i turisti Tassare i turisti costituirebbe un danno di immagine a livello nazionale e internazionale. Lo ha ribadito il vicepresidente della Giunta Regionale del Veneto, Luca Zaia, nel commentare le dichiarazioni del sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, che oggi, sulle pagine dei quotidiani, annuncia di condividere la proposta avanzata dal suo collega di Firenze, Leonardo Dominici. E vero che le amministrazioni comunali hanno costi aggiuntivi pesanti da sopportare a causa di una popolazione che addirittura raddoppia con l arrivo dei turisti ha affermato Zaia ma è altrettanto indiscutibile che la presenza dei visitatori negli alberghi, nei ristoranti e nei locali ha una ricaduta positiva fondamentale sull intera economia del territorio. I dati turistici relativi al periodo gennaio-aprile 2006 ha aggiunto il vicepresidente sono davvero importanti. Evidenziano, infatti, in Veneto un aumento del 7,4 per cento delle presenze e del 9,2 per cento degli arrivi, rispetto allo stesso periodo dell anno passato. E in questo contesto, la provincia di Venezia si conferma ampiamente al primo posto in numeri assoluti, con presenze per arrivi, ma anche con una significativa crescita percentuale: +11,73 per cento di presenze; + 10,92 per cento di arrivi. In particolare ha concluso Zaia sono aumentate del 12,6 per cento le presenze degli stranieri (tedeschi +23,51%, austriaci +42,74%, statunitensi +15,31%, francesi +11,12%, paesi scandinavi +37,16%, russi +50,27%, greci +29,22% e portoghesi +21,17%). Tra gli italiani, invece, spiccano gli ospiti dal Lazio (+ 23,9 per cento), dalla Lombardia (+12,56 per cento), dalla Puglia (+23,72 per cento) e dalle Marche (+18,5 per cento). M.F anno record per la Marca Trevigiana Il 2006 sarà un anno record per il turismo della Marca trevigiana e più in generale per il Veneto: se finora avevamo segnali e aspettative, ora abbiamo i primi dati certi, che evidenziano in provincia di Treviso una crescita del 15,8 per cento delle presenze e del 14,4 per cento degli arrivi nel periodo gennaio aprile, rispetto allo stesso periodo dell anno passato, a fronte di dati che su scala regionale registrano un aumento del 7,4 per cento delle presenze e una crescita del 9,2 per cento degli arrivi. Sono certo che di mese in mese troveremo conferma di questo trend. Lo ha sottolineato il vicepresidente della Giunta regionale Luca Zaia, commentando i risultati ottenuti dal sistema trevigiano dell ospitalità nella prima parte del Sono dati positivi, i migliori registrati percentualmente a livello regionale, specie per gli arrivi ha affermato Zaia che rappresentano il frutto di una accorta politica di valorizzazione avviata in anni recenti a livello provinciale e che danno anche il polso dell andamento della domanda, fornendo utili indicazioni per migliorare e adeguare l offerta nel prossimo futuro. In particolare ha detto ancora il vicepresidente della Giunta regionale sono cresciute del 17,9 per cento le presenze straniere, a fronte di un aumento del 14,6 per cento degli italiani. La crescita ha interessato tutti i tradizionali ospiti della marca: tedeschi (+ 18,7 per cento); inglesi (+29,8 per cento); spagnoli (+30,8 per cento), francesi (+ 19,1 per cento), statunitensi (+ 29,5 per cento), austriaci (+ 31,6 per cento). Ma punte significative hanno riguardato anche i cinesi (cresciuti del 27,5 per cento), gli svizzeri (+36,4 per cento), i greci (+ 109,9 per cento), gli australiani (+ 136,6 per cento), gli irlandesi (+ 104,6 per cento), i sudafricani (+234,2 per cento). Tra gli italiani, i migliori risultati sono stati registrati dagli ospiti provenienti da altre parti del Veneto (+20,1 per cento), ma anche dal Lazio (+ 22,2 per cento), dal Piemonte (+22,5 per cento), dalla Toscana (+ 17 per cento), dalla Sardegna (+ 41,2 per cento), dall Umbria (+ 35,4 per cento) e dal Molise (+67,8 per cento). Di grande interesse sono anche infine i dati relativi alle strutture utilizzate ha concluso Zaia che vedono un picco d aumento del 45,1 per cento degli ospiti che scelgono l agriturismo, confermando un trend che riguarda tutto il Veneto. Sono anche cresciuti del 28,3 per cento le presenze in alloggi privati, del 25,8 per cento quelle in alberghi a tre stelle e in residenze turistiche alberghiere, del 19,6 per cento gli ospiti di alberghi a 4 o 5 stelle. Per contro sono diminuiti del 22 i turisti che utilizzano strutture a 1 o 2 stelle. Anche questo è un chiaro invito a puntare ad una qualità sempre più elevata dell ospitalità, nel contesto di un conveniente rapporto con i prezzi praticati. Vis

10 SPECIALE 5 WORKSHOP INTERNAZIONALE DEL TURISMO NEL VENETO Previsioni meteo: l assessore Zaia smuove il Governo Le previsioni meteorologiche e le indicazioni per i turisti devono far conoscere le diverse situazioni locali. Lo ribadisce il vicepresidente della Giunta regionale del Veneto Luca Zaia, che ha formalizzato la richiesta direttamente al vicepresidente del Consiglio Francesco Rutelli. Le chiedo l autorizzazione, anche per il Veneto ha scritto Zaia di poter usufruire delle previsioni meteo fornite dall Agenzia regionale da diffondere a livello locale attraverso la tv di Stato (Rai 3), tenuto conto, in proposito, che da anni nel vicino Friuli Venezia Giulia si opera in questo modo. A livello nazionale propongo, invece ha aggiunto Zaia di prendere esempio dalla Spagna o dagli Usa dove, durante i Tg, vengono trasmesse, a piede delle immagini, temperature e previsioni iconografiche di tutte le località turistiche. Così facendo, noi potremo avere il nostro meteo turistico nazionale, fruendo delle previsioni regionali, e i turisti avranno una corretta e seria informazione, nonché una sana pubblicità a favore dell Italia turistica. Per contro, previsioni meteo poco attendibili, come quelle relative al Veneto e diffuse a livello regionale dalla televisione di Stato, oltre che ad essere esempio di cattiva informazione, nuocciono gravemente al turismo soprattutto nei periodi dell anno generalmente destinati da giovani e famiglie alle vacanze. Sulla questione Zaia ha inoltre chiesto al coordinatore degli assessori regionali al turismo Enrico Paolini di convocare una riunione di coordinamento, nel corso della quale affrontare anche il tema delle classifiche delle località turistiche stillate dalle più disparate associazioni ogni inizio estate. La mia proposta, in questo caso ha anticipato Zaia è che ogni Regione istituisca un team operativo in grado di fornire dati sensati e fondati su metodi d indagine credibili, da tutti condivisi, per determinare lo stato di salute delle località turistiche italiane. In questo modo, finalmente, la voce parlante sarà una (quella della Regione), unica, autorevole con vantaggio per tutti i cittadini e, non da ultimo, per i turisti stessi. Un progetto bipartisan di questo tipo ha concluso Zaia si può realizzare a livello nazionale coinvolgendo tutte le Regioni. Il nuovo porto turistico: un habitat esclusivo dove vivere il mare Sarà il primo esempio in Europa di porto-parco, l avveniristico progetto del nuovo Porto turistico di Jesolo, polo d eccellenza per l approdo turistico che sorge sulle acque dolci del fiume Sile, a pochi chilometri da Venezia e a poche miglia dalle coste della Croazia. Progettato dagli architetti Giampaolo Pighin, Giorgio Rizzi e dal social designer Giorgio Fattore, il nuovo Porto di Jesolo è stato completamente ridisegnato sulla base di un obiettivo chiave: trasformarsi in un luogo esclusivo in termini di comfort e relax, destinato alle persone consapevoli dei veri valori collegati alla qualità della vita. Rivoluzionando interamente il concetto di porto come di parcheggio per le barche, il team di architetti ha trasformato il bacino di attracco in una suggestiva baia, con una lunghezza di circa 700m, su cui si affacceranno le nuove residenze, costruite su livelli sfalsati così da rendere l effetto ottico di una scogliera. In questa nuova visione di porto sostenibile, sarà privilegiato il punto JESOLO di vista delle barche da cui, chi sarà a bordo potrà godere di un suggestivo spettacolo, regalato anche dall eleganza degli edifici, caratterizzati da linee minimaliste e materiali high tech. Davanti ad ogni residenza si svilupperà una pista ciclabile lungo la quale sarà possibile percorrere la baia a piedi, o con i mezzi elettrici noleggiabili all interno della struttura, immergendosi nella bellezza rigogliosa della natura che circonderà il porto. Un area complessiva di 35 ettari, oltre 1000 posti barca da 6 a 35/40 m dotati dei più attuali sistemi per l ormeggio laterale, gestione computerizzata dei servizi di banchina, ormeggio di barche a terra con l utilizzo delle più moderne tecniche di ottimizzazione degli spazi (fork lift), e un collegamento wi-fi di bordo sono solo alcuni dei servizi che il nuovo porto potrà offrire ai suoi ospiti per garantire loro un soggiorno di massimo comfort. Centro nevralgico della vita del porto sarà la piazza, circondata da un area commerciale, su cui si affaccerà l esclusivo Yacht Club e dove, nelle serate d estate, saranno organizzati spettacoli ed happening in una cornice d eccezione. Nel nuovo porto si potranno trascorrere piacevoli serate in compagnia, cenando nell esclusivo ristorante, o preferire l intimità della propria barca, richiedendo con una semplice un eccellente servizio di catering a bordo. Polo ricettivo d eccellenza, il nuovo Porto turistico di Jesolo continuerà a garantire l altissima qualità della sua assistenza tecnica, anche grazie alla disponibilità di nuovi spazi e nuove strutture. Avamposto esclusivo di Venezia, il Porto turistico di Jesolo sarà infine facilmente raggiungibile in pochi minuti grazie al comodo eliporto interno progettato esclusivamente per i suoi ospiti. Info: Porto turistico di Jesolo Tel Alpe del Nevegal, vivila sempre! Verso il rilancio nazionale ed internazionale Vicina a Belluno e alle città della pianura veneta, l Alpe del Nevegal è facile da raggiungere e affascinante da scoprire in ogni stagione. Rilassante e rigogliosa in primavera ed estate, accogliente e colorata in autunno, divertente e dinamica in inverno: l Alpe si vive sempre. Nei mesi estivi l Alpe del Nevegal è un ambiente verdeggiante, fatto di boschi, prati, sentieri e percorsi vita adatti a famiglie e bambini, per il trekking, per itinerari in mountain bike e per ritrovarsi in un pic-nic nelle numerose aree attrezzate. Ci sono il Parco Pineta e il Giardino Botanico. Dopo il successo della stagione invernale, quest estate il fulcro delle attività sarà ancora il Villaggio dell Alpe, che accoglierà i visitatori e gli escursionisti. Tra le tante opportunità dell Alpe ci sono spazi per lo skiroll, sentieri, la palestra di roccia, i campi da calcio, beach volley, tennis. Gli impianti di risalita sono gestiti da Nis (Nuovi impianti sportivi), società partecipata del Comune di Belluno, che in pochi mesi ha saputo dare slancio alle risorse del comprensorio e vincere così la sua scommessa. R.C.

11 SPECIALE 5 WORKSHOP INTERNAZIONALE DEL TURISMO NEL VENETO BUY VENETO LUOGO: Venezia Terminal Passeggeri - Pad. 103 Nuova Stazione Marittima DATA: Giovedì 6 luglio ( ), Workshop-incontri d'affari. AREE COINVOLTE: Circa 30 mercati ritenuti strategici per la promozione dei prodotti turistici veneti delle aree Europa, Europa,Centro-Orientale, America del Nord, America Latina, Asia. N buyer (T.O.) previsti: Circa 230, selezionati dalle delegazioni estere di ENIT, partner ufficiale del Progetto. PER ULTERIORI INFORMAZIONI: Centro Estero Veneto Via delle Industrie, 19/d Edificio Lybra Vega - Parco Scientifico Tecnologico di Venezia Tel Fax Sosteniamo le manifestazioni locali Caner: Il nuovo piano del turismo premia realtà come quella trevigiana Esprimo, a nome mio e del gruppo Lega Nord, grande soddisfazione per l avvenuta approvazione del Piano triennale del Turismo da parte del Consiglio Regionale. Si tratta di un ottimo provvedimento che, ne sono sicuro, sarà davvero utile al comparto turistico veneto. Con queste parole il consigliere regionale leghista Federico Caner commenta l approvazione del nuovo Programma regionale del turismo. Questo piano -spiega Canercontiene importanti novità, prima tra tutte i maggiori finanziamenti a progetti turisti innovativi legati a particolari filiere già presenti sul territorio, come possono essere ad esempio quelle del turismo enogastronomico, del turismo sportivo, del benessere o quello legato ai percorsi della Grande Guerra in Provincia di Treviso. Significativa è anche l introduzione del criterio di premialità a favore di tutte quelle imprese turistiche che si associano in consorzi, allo scopo di dare un segnale di maggior compattezza all intero settore turistico veneto. Come si può ben vedere, queste modifiche apportate al piano triennale consentono a realtà come quella trevigiana, sprovvista di offerte marittime o montane, di usufruire di nuovi importanti sostegni finanziari per aumentare il proprio appeal e per sviluppare percorsi turistici alternativi in grado di attrarre nuovi visitatori. R.D.B. La rinomata Dama Castellana coneglianese Nel nostro Veneto vengono simo di 30 mila euro per iniziativa, non potrà superare la metà ogni anno organizzate decine di iniziative a livello locale, che puntano a far conoscere agli ospiti il proprio territorio, nel contesto di una valorizzazione complessiva di una realtà della spesa ammissibile. Le relative domande (su apposito modulo in carta resa legale) dovranno essere presentate entro il 30 settembre prossimo impareggiabile. alla Giunta regionale Intendo sostenere queste manifestazioni che supportano la promozione turistica territoriale e per tali finalità il bilancio della Regione ha messo a disposizione 250 mila di euro. Lo sottolinea il vicepresidente della Giunta veneta Luca Zaia, nell annunciare l approvazione dello specifico bando che contiene criteri e modalità per l erogazione del finanziamento regionale. La Regione, in particolare fa presente Zaia sosterrà nel 2006 la realizzazione di eventi, mostre, convegni, seminari, celebrazioni e manifestazioni a carattere locale, strettamente connessi ad attività di carattere turistico, che valorizzino un determinato ambito territoriale e non consistano in un attività economica. L entità del contributo Direzione turismo Palazzo Sceriman, Cannaregio, Venezia; potranno fare richiesta enti locali, loro consorzi ed unioni, pro loco e associazioni senza scopo di lucro aventi finalità di promozione del proprio ambito territoriale. Sono ammissibili le spese per attività di informazione, pubblicità e promozione dell iniziativa; quelle di organizzazione e quelle per degustazioni di prodotti tipici. Il provvedimento della Giunta sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione. Coloro che avessero già avanzato richiesta per simili finalità saranno informati dei contenuti del Bando perché confermino la domanda nei venti giorni successivi alla pubblicazione in conformità ai contenuti del regionale, fino ad un mas- medesimo. Vis ALTAMARCA TREVIGIANA Una destinazione importante nel panorama turistico italiano ed internazionale Villa dei Cedri Valdobbiadene - tel

12

13 13 MARCA TREVIGIANA CAERANO DI SAN MARCO XVII Festa d Estate Radda Borsato e Angela dei Ricchi e Poveri alla Festa d'estate del 2004 chiamata festa dei giovani, ma non è solo per i E giovani infatti le serate promettono tanta allegria e come per gli anni passati ci saranno intrattenimenti e musica per ogni età. Dal 11 al 23 di luglio, la Pro Loco di Caerano; capitanata dalla Sig.ra Radda Borsato Sernagiotto, recentemente rieletta alla presidenza per il suo quarto mandato; darà viva voce al suo operato con la tanto attesa Festa d Estate che quest anno presenterà la XVIIª ed. Dopo il successo della passata edizione con ospite finale la cantante Donatella Rettore quest anno il programma aprirà mercoledì 12 con la musica anni 60 e Beatles dei Magical Mistery ; giovedì 13 per i giovani sarà la volta degli Autoinmoto ;venerdì 14 il revival anni 60 e 70 dei Distinti Beat ; sabato 15 intrattenimento con fisarmonica del Duo Folk ;domenica 16 liscio, tango e revival con I Boomerang ; lunedì riposatevi perché martedì 18 si riprenderà con il complesso I Manodopera a ritmo di musica popolare rivisitata in chiave moderna; mercoledì 19 ci sarà il Rock degli Old Style ; giovedì 20 ancora revival con I Grog ; venerdì 21 tutti in pista con esibizioni di balli; sabato 22 serata d intrattenimento con il Duo Meridiana e per la serata finale, dopo le passate edizioni con i Dik Dik, Bobby Solo, Kim dei Cadillac, I Cugini di Campagna, la Formula 3, Pupo, i Ricchi e Poveri, la Rettore; sarà di scena l intramontabile Equipe 84 che con i loro successi come io ho in mente te - 29 settembre - nel cuore nell'anima -un angelo blu - tutta mia la città - ci faranno ricordare momenti indimenticabili ed ai più giovani scoprire la musica melodica e romantica di un intramontabile gruppo tra i maggiori esponenti della musica degli anni 60 e 70. Le serate si svolgeranno in una cornice naturalistica presso gli impianti sportivi di Via della Pace dove si potranno godere in fresca tranquillità, unitamente al consueto stand gastronomico e lo storico Torneo di Calcio Acquatico a squadre. La Pro loco di Caerano; associazione senza scopo di lucro, avvalendosi del volontariato svolge un ruolo importante per la comunità infatti custodisce e diffonde la storia del territorio e attraverso le iniziative culturali favorisce il soggiorno e la valorizzazione del turismo. Questa manifestazione, come tante altre non meno importanti, sostenuta con il contributo della Banca locale Credito Trevigiano e dall amministrazione comunale è un riconoscimento importante per il lavoro costante di un gruppo affiatato e presente per la vita del paese. La parola d ordine dell assessore Andrea Roma: Ottimizzare il servizio pubblico Andrea Roma assessore comunale tra le fila di Forza Italia, persona seria e capace, è già al suo secondo mandato tra le file della maggioranza che amministra il Comune di Conegliano. Il Sindaco Floriano Zambon gli ha affidato la responsabilità di deleghe importanti e prestigiose quali il turismo, il personale, i trasporti e la protezione civile. In questi giorni frenetici che hanno visto il suo partito entrare a pieno diritto nella stanza dei bottoni nel Palazzo della Provincia, lo abbiamo incontrato per una chiacchierata in libertà su alcune tematiche cittadine di sua competenza. Assessore Roma, quali iniziative sta portando avanti per rilanciare il trasporto pubblico a Conegliano? Le iniziative sono molteplici, ma quelle che ritengo più importanti sono la ottimazione del servizio pubblico urbano cercando di andare incontro alle esigenze della cittadinanza. Si sta portando avanti la possibilità di collegare i centri intorno a Conegliano (Susegana,Santa Lucia di Piave, San Vendemiano e San Pietro di Feletto) per diminuire il traffico veicolare, con una diminuzione dell inquinamento oltre al fatto che diminuirebbe il fabbisogno di parcheggi. In questi anni sono state create nuove linee che hanno dato la possibilità di raggiungere zone prive di collegamento del trasporto pubblico, come ad esempio la linea 5 che ha collegato la zona di Costa e la Nostra Famiglia, permettendo agli studenti e ai fruitori di questa struttura di poter avere un mezzo che non fosse la propria auto, il collegamento con la zona di Scomigo e Ogliano per il mercato settimanale. Adesso si stanno studiando nuove possibilità per migliorare ancora di più questi servizi avvicinandoli alla gente, perché è bene ricordarlo che servizi come questi, meritano un uso maggiore. Prodi? Già delegittimato >>> dalla prima pagina (...) della politica internazionale, della crescita dell economia, della stabilità della finanza pubblica, della riforma previdenziale, della legge Biagi. Ce n è a sufficienza perché il popolo della Casa delle Libertà non disarmi e non si rassegni. Sen. Maurizio Sacconi Come si colloca il rapporto tra il trasporto pubblico e la viabilità legata al traffico cittadino? Come dicevo, il miglioramento del servizio è stato inteso nell aumentare la fruibilità del trasporto pubblico urbano a discapito del mezzo proprio, questo per permettere una maggiore scorrevolezza del traffico, una diminuzione delle polveri sottili, un costo minore per la collettività, ma principalmente per creare un risparmio di risorse da parte del privato. Ora il comune di Conegliano si è impegnato molto sul fronte CONEGLIANO del trasporto pubblico perché si è intravista la possibilità di trovare un alternativa. Infine, può dirci quali sono le prossime iniziative in programma del suo assessorato? I programmi degli assessorati sono molto ricchi; si va dall approvvigionamento di materiali per dotare ulteriormente la protezione civile (pompe, seghe elettriche ecc.) alla promozione del territorio e dei prodotti tipici attraverso fiere e spettacoli sia a Conegliano che in altre città. Prossimamente avremo la convention delle città del vino Al via gli eco-incentivi per bici elettriche ed auto a benzina/gpl Dopo una campagna di sensibilizzazione vivace con discreti risultati, il comune di Conegliano rilancia sul fronte degli eco-incventivi. Dal 9 giugno, i cittadini residenti nel comune di Conegliano (persone fisiche e giuridiche se il mezzo è destinato all utilizzo per conto proprio) potranno beneficiare di un contributo di 350 euro per l installazione di un impianto a metano o GPL; i veicoli oggetto di trasformazione aventi diritto al contributo sono quelli appartenenti alla classe euro I ed euro II (generalmente immatricolati nel periodo 1993/2000). A questa iniziativa si somma quella dei contributi comunali per l'acquisto di 42 biciclette a pedalata assistita. Continuiamo a credere che per incidere fortemente nella qualità dell'aria che respiriamo si debba partire dal modificare le nostre abitudini e consuetudini - spiega il Sindaco Floriano Zambon - usando di più la bicicletta ma anche modificando, dove possibile, il proprio impianto dell'auto. Cosa fare per ottenere l'incentivo auto Per ottenere l incentivo, il cittadino avente diritto si deve rivolgere direttamente ad un autofficina aderente all iniziativa che provvederà alla prenotazione del contributo avvalendosi di procedura informatica che garantisce l accantonamento del fondo mediante fornitura di un codice di prenotazione; successivamente l autofficina eseguirà la trasformazione, rispettando il listino prezzi stabilito dall accordo di programma e detrarrà dal costo di trasformazione il valore del contributo (350 euro), che dovrà risultare nella fattura emessa....e per ottenere l'incentivo biciclette elettriche cosiddette L Assessore Andrea Roma abbinate a Conegliano con gusto, abbiamo appena terminato l assemblea nazionale delle associazioni fotografiche d Italia e puntiamo a far diventare Conegliano punto di attrattiva delle manifestazioni a carattere nazionale. Roberto Momo "a pedalata assistita" Questi mezzi sono dotati di un motore elettrico che rende più facile "pedalare" e che può comunque essere escluso per utilizzare il mezzo come una bicicletta tradizionale. Il motore è ricaricabile con una spesa molto bassa mediante una normale presa elettrica. Nel 2005 il Comune di Conegliano ha erogato trentasei contributi a cittadini acquirenti di cicli a pedalata assistita, secondo uno specifico protocollo predisposto dall' ente finanziatore. Quest'anno l'ammontare del fondo a disposizione dei Coneglianesi permetterà di finanziare l'acquisto di altre quarantadue biciclette (contributo di 250 euro cad.). L'iniziativa si inquadra nella promozione di progetti finalizzati al miglioramento ambientale e alla riduzione delle emissioni in atmosfera. M.C. Tecnolook s.r.l. Via Cal Lusent, Pederobba Italy - tel a SAN VENDEMIANO in Via A. Da Gasperi, 59/h (vicino al Municipio) Serafin Roberto Pulizia Autoveicoli ALL INTERNO TROVATE: Mobili Specchiere Box doccia Vasche Idromassaggio Lavatoi Accessori Rubinetteria tel LAVAGGIO INTERNI, TAPPEZZERIE, SANIFICAZIONE ANTIBATTERICO, ANTI MICRO POLVERI CON METODO NUOVISSIMO. ANNI DI ESPERIENZA COME LAVAGISTA Borgo Lisandri S. Vendemiano/TV - tel

14 14 VENEZIE Vallevecchia: tra agricoltura e turismo Da sinistra il Vicepresidente della Regione Veneto, Luca Zaia e l Amministratore Unico di Veneto Agricoltura, Corrado Callegari Una giornata dedicata all agricoltura ed all ambiente, quella trascorsa a ValleVecchia (Caorle, Venezia) il primo giorno d estate. Presenti Luca Zaia, Vicepresidente della Regione Veneto, Corrado Callegari, Amministratore unico di Veneto Agricoltura e il Consigliere regionale Daniele Stival, presidente della Commissione Cultura e Turismo della Regione. Veneto Agricoltura ha portato per l occasione giornalisti e cittadini, accompagnati dai suoi tecnici, alla scoperta delle meraviglie naturalistiche di ValleVecchia: il litorale, le dune, le aree umide, la pineta, la fauna e le coltivazioni all avanguardia, che rendono l isola tra Caorle e Bibione, preziosa e unica nel suo genere. I suoi 900 ettari infatti sono da tempo oggetto di un articolato progetto di riqualificazione ambientale che ha previsto il ritorno dell acqua in alcuni settori dell azienda agricola tanto da rendere quel sito oggi uno dei più importanti dell alto adriatico per gli avvistamenti ornitologici. ValleVecchia, un isola di circa 900 ettari come detto, frutto della bonifica del secondo dopoguerra, è un area riconosciuta come Sito di Importanza Comunitaria. E inoltre inserita in un programma di intervento che coinvolge Veneto Agricoltura, i Servizi Forestali regionali ed il Wwf, per la salvaguardia e valorizzazione dei litorali veneti, nell ambito del programma europeo Life Natura. Callegari ha evidenziato come l impegno di Veneto Agricoltura è orientato alla valorizzazione dell area di Vallevecchia, volta a sostenere un tipo di agricoltura rispettosa della natura e contemporaneamente un turismo ecosostenibile. Per parte sua Zaia, che ricordiamo è Assessore regionale all agricoltura ed al turismo, ha riconosciuto nell operazione ValleVecchia le caratteristiche dell offerta che sempre di più il turista moderno ricerca, e che il matrimonio tra agricoltura e natura rientra nella nuova direzione che va prendendo il settore primario. ValleVecchia quindi, è da vedersi come laboratorio sia per il mondo agricolo che come offerta per il sistema turistico, in particolare quello di Caorle-Bibione, uno dei più importanti in Italia. Callegari ha inoltre ricordato che per l autunno Veneto Agricoltura terminerà, tra gli altri, i lavori del nuovo ecomuseo a ValleVecchia, ulteriore struttura assieme al nuovo casone in costruzione presso il parcheggio, che doterà l area di quegli elementi indispensabili per una ottimale fruizione da parte degli ecoturisti e non. Vis Trattori e aironi, una convivenza senza sospetti Sono stato a ValleVecchia di recente, conoscevo l area ma non avevo mai avuto l occasione di ammirarla dall alto. Fortuna ha voluto che la mia visita coincidesse con le riprese aeree che Veneto Agricoltura sta facendo per il video di ValleVecchia, che sarà pronto entro l autunno. Devo confermarvi che l esperienza è emozionante, non tanto per il volo, quanto perché ci si rende conto del lavoro importante e prezioso che Regione e Veneto Agricoltura hanno voluto realizzare attraverso questo progetto. Ricordo che qui Veneto Agricoltura e Regione veneto hanno dato vita ad uno dei siti più importanti di riqualificazione ambientale, non solo nazionale. L esperienza di ValleVecchia è unica in particolare per il connubio tra natura e agricoltura, un matrimonio che sembrava impossibile solo qualche anno fa. L equilibrio che qui si è creato è delicato ma significativo, perché si valorizzano reciprocamente. Corrado Callegari Amministratore Unico di Veneto Agricoltura VICENZA Direttore: GILBERTO SMANIOTTO Tel STORIA La battaglia dell Ortigara (Vicentino: giugno 1917) - Necessaria per consolidare la nostra difesa e riportare la nostra linea sul margine nord dell' Altipiano e sul costone di Portule, la battaglia ebbe inizio il 10 giugno del Gli alpini della 52 Divisione s' impadronirono, con gravi sacrifici, del Passo dell' Agnella e della quota 2101; a sud, invece, l' attacco non riuscì per la stenua resistenza avversaria, favorita dalle formidabili difese. La 52 Divisione, dopo aspra lotta, il 19 giugno, riusciva a raggiungere la vetta dell' Ortigara; ma il nemico reagì con estremo vigore ed il 25 giugno, malgrado il disperato valore degli Alpini e dei fanti della Brigata "regina" fummo costretti a tornare alle posizioni di partenza. Le perdite furono, da ambo le parti, ingentissime. Per noi, tra morti, feriti e dispersi assommarono ad oltre 23 mila uomini di cui gravarono solo sui 22 battaglioni alpini impiegati sull' Ortigara. Ai tanti morti italiani, per la Patria, va il nostro sincero grazie, per averla difesa con onore e con tanto sacrificio. Ai caduti avversari va comunque il nostro rispetto. Una pietra incisa da un soldato austriaco, così, tradotta in italiano, recita tutt oggi, in una valle alpina: noi facciamo questo sacrificio per Dio, l Imperatore e la Patria. Erano tutti i soldati impegnati al fronte, uomini che si battevano per ideali, uomini che si battevano per la loro patria. Gli italiani nei monti della nostra Provincia, riuscirono a fermare l avanzata austriaca, fino ad allora travolgente, e con innumerevoli perdite, evitarono l accerchiamento della linea del Piave e la sconfitta, con la conseguente rovina. Gilberto Smaniotto FINANZA Investire in borsa Molti sono convinti che la borsa sia un modo facile per arricchirsi in breve tempo. I dati dipingono, tuttavia, un immagine un po più sobria. Negli Stati Uniti, negli ultimi 100 anni, investire i propri risparmi in borsa ha reso, in media, il 6% in più che un investimento in titoli pubblici a breve. I dati sono simili anche in altri paesi come ad esempio l Italia. Ma rendimenti maggiori comporta anche rischi maggiori, ossia la possibilità che il rendimento finale risulti anche inferiore a quello garantito dai titoli pubblici. Diversi tipi di investimento comportano, quindi, diversi livelli di rischio e, di conseguenza, di rendimento. Il tipo di investimento che si vuole portare avanti dovrebbe, pertanto, tenere in considerazione i propri obbiettivi finanziari. Se si sta risparmiando per un obbiettivo a lungo termine, quale l istruzione dei propri figli o la pensione, le fluttuazioni a breve termine delle azioni, avranno conseguenze limitate sulla propria strategia finanziaria. Nel caso, invece, di obbiettivi più immediati, come ad esempio l acquisto di una casa, è preferibile prendere in considerazione l idea di investire principalmente in obbligazioni. La regola generale dovrebbe essere quella di non investire il denaro di cui si avrà bisogno entro un paio d anni, mentre nel lungo termine, il ruolo svolto dalle azioni può risultare decisamente più efficace. Buona regola sarebbe, inoltre, investire in aziende che non si sono quotate di recente, in quanto, soprattutto nei periodi di euforia generale, tendono ad entrare nel mercato azionario anche imprese poco remunerative e non investire i propri risparmi in una sola azienda o in un numero ristretto di aziende. Distribuire i propri soldi su più di 4-5 imprese riduce la possibilità di avere solo rendimenti negativi. La regola principale resta comunque che l investimento in azioni non è adatto per i cuori deboli. Laura Baron Toaldo ATTUALITA 2 giugno: ancora polemiche Azione Giovani ha protestato in consiglio comunale in seguito all vicende relative al due giugno scorso. Durante l orazione per le celebrazioni della festa per la Repubblica, il relatore criticò duramente chi impugnò le armi a sostegno della Repubblica Sociale Italiana, gesto questo che ha indignato gli esponenti di Alleanza Nazionale intervenuti, che hanno preferito lasciare la piazza dove tra l altro sventolavano anche alcune bandiere rosse. Il due giugno dovrebbe essere festa di tutti gli italiani e pertanto i ragazzi di AG hanno portato la loro solidarietà alla delegazione di An in consiglio comunale, giacchè nei giorni successivi si sono sprecate le critiche rivolte a chi vorrebbe solo che la festa nazionale potesse essere di tutti gli italiani e non di solo una parte. Alleanza Monarchica, in tale occasione, aveva ricordato che il due giugno del 1946 almeno metà degli italiani, stando ai dati ufficiali votò per la Monarchia, e pertanto ha espresso dubbi sul fatto che il due giugno possa rappresentare stando almeno alla storia, una data celebrativa capace di onorare la memoria di tutti gli italiani. Meglio sarebbe scegliere la data del 17 marzo, proclamazione dell Unità d Italia, festa dimenticata, ma che non sarebbe celebrata solo da chi non si sente italiano conclude Alleanza Monarchica. Daniel Selvatico La visita di Emanuele Filiberto CONEGLIANESE TRASLOCHI DI BORTOLIN COPERTURE ASSICURATIVE - SOPRALLUOGHI E PREVENTIVI GRATUITI SERVIZI ACCURATI A PREZZI CONTENUTI - SERVIZIO DEPOSITO E CUSTODIA MOBILI PERSONALE SPECIALIZZATO PER SMONTAGGIO E RIMONTAGGIO MOBILI - TRASLOCHI PIANOFORTI E CASSEFORTI - TRASLOCHI EFFETTUATI CON LA PRESENZA DEL TITOLARE - TRASLOCHI INDUSTRIALI CONEGLIANO - BELLUNO FELTRE - TREVISO - ODERZO Cell. Titolari: NUMERO CONEGLIANO/TV - Via Dei Colli, 38/B Susegana - Tel Fax BELLUNO Tel Alcuni esponenti di Azione Giovani Vicenza con Luca Milani, capogruppo di AN in consiglio comunale Numerose contestazioni sono state riservate al principe Emanuele Filiberto di Savoia, giunto a Vicenza il 12 giugno, prima dell arresto del padre, in cui si sono avute molte polemiche sui giornali. Il comitato per la storia veneta, e l autoproclamato Governo della Repubblica Serenissima, hanno contestato l arrivo del principe e la scelta del Sindaco Enrico Hullwech, (Forza Italia), di offrirgli un caffè. Naturalmente nessuno avrebbe allora immaginato lo scandalo che avrebbe coinvolto più tardi suo padre per opera delle indagini di un magistrato, che come ha asserito lo stesso Gianfranco Fini, presidente nazionale di Alleanza Nazionale, avrebbe dovuto cambiare mestiere cinque anni fa. Ma ciò non ha impedito agli indipendentisti dell auto proclamato governo, (che recita slogan un po forzati storicamente), assolutamente anti italiani, ad alcuni esponenti della Lega Nord, della Lega Veneta, (quella alleata con Prodi alle ultime elezioni), ed a esponenti della sinistra berica diessini e margheritini, di protestare contro lo sperpero di denaro pubblico e di scandire slogan retorici. In un clima stemperato e senza rancori, come a Lonigo, il principe è stato accolto con molta simpatia dai cittadini, dal sindaco e da alcuni consiglieri comunali ed ha deposto una corona d alloro per il leggendario Savoia Cavalleria, l unità di cavaleggeri che da Lonigo partì per raggiungere la Russia dove fu l ultima unità militare della storia ad effettuare una carica di cavalleria all arma bianca ed a risultare, sebbene decimata, vincitrice. Gilberto Smaniotto

15 Direttore: Dott. ALBERTO FRANCESCHI tel PADOVA Ing. MATTEO ZORZATO tel Comune: beghe di palazzo POLITICA Ufficiali e gentiluomini L UNUCI è un ente ausiliario dello Stato costituito con Regio decreto-legge 9 dicembre 1926 sorto per: tutelare il prestigio degli ufficiali in congedo, mantenendone alto il morale e vivo l'attaccamento alle forze armate; aggiornare la preparazione professionale degli ufficiali in congedo, curandone la cultura, l addestramento e l'attività fisica, rendere sempre più saldi i vincoli fra gli ufficiali in congedo e quelli in servizio. L'UNUCI oggi fa parte della CIOR "Confederation Interalliée des Officiers de Reserve" in seno alla NATO. La sezione UNUCI di Padova, presieduta dal Cap.Pietro De Checchi, conta su un'organico di 730 ufficiali in congedo iscritti, il 70% dei quali in età di potenziale impiego quali "RISERVE". Le attività svolte dalla sezione patavina programmate annualmente comprendono: competizioni addestrative per pattuglie militari, gare di tiro con armi d'ordinanza e/o sportive, esercitazioni di orientamento, corsi di formazione per volontari della Protezione Civile, conferenze, lezioni e corsi di aggiornamento tecnico-professionali, interventi e incontri di varia cultura. I recapiti della sede di Padova sono: Passaggio S.Fermo, n PADOVA Telefono e fax: Claudia Carraro Il mistero del Codice Da Vinci e dei film italiani Periodo storico per il box office italiano: Il Codice Da Vinci supera i 25 milioni di euro ottenendo il primo posto assoluto per la stagione corrente. Per la prima volta un film in uscita alla fine di maggio riesce in un impresa del genere; l opera di Ron Howard dovrebbe comunque chiudere intorno ai 30 milioni, diventando così il più alto incasso degli ultimi anni. Chissà se i distributori italiani vorranno ricredersi e riflettere sulla scelta di spostare tutte le uscite più attese a settembre. Dovremo infatti aspettare gli ultimi giorni di agosto per le uscite più attese come il nuovo film della Disney-Pixar Cars o l attesissimo seguito de La maledizione della prima luna. L estate italiana cinematografica si presenta, infatti, un po povera di contenuti, con un numero indefinito di horrormovie per teenagers di ben poco spessore. Proviamo comunque a segnalare le migliori uscite, sperando che la febbre da mondiali e il caldo da spiaggia non tengano il bel Paese troppo lontano dalle sale cinematografiche. Per il mese di giugno attendiamo l uscita di Omen Il presagio, remake dell omonimo film del 1976 con Gregory Peck alle prese con un figlio nato alle sei di mattina del CINEMA sesto giorno del sesto mese: sarà la vera incarnazione dell Anticristo? (il remake è in uscita proprio il 06/06/06). Altra uscita degna di nota per il duo Penelope Cruz e Salma Hayek, pronte ad improvvisarsi delle vere Bandidas (Bandite) del Far West, per contrastare un rapinatore di banche. Sulla scia (oramai fin troppo rielaborata) di Scream, alla fine di giugno uscirà Chiamata da uno sconosciuto dove una studentessa del liceo che sta facendo la babysitter per una famiglia molto ricca, riceve delle strane telefonate che minacciano i bambini. Spaventata, la ragazza, decide di chiamare la polizia, scoprendo così che le chiamate arrivano dall'interno della casa stessa... Nel mese di luglio gli appassionati di velocità e belle macchine potranno assistere al terzo capitolo della saga di Fast and Furious ; questa volta il protagonista, in vacanza a Tokio si lascierà incastrare in un rischioso giro di gare ad alta velocità, controllato niente di meno che dalla Yakuza. Per i più piccoli, invece, ecco il ritorno a meta luglio di Steve Martin e della famiglia Baker nel seguito di Una scatenata dozzina : questa volta in vacanza, ma alle prese con un'altra famiglia composta da otto figli... Filippo Scramoncin Nel giugno di due anni fa, il centrosinistra guidato da Zanonato conquistava il governo della città di Padova. A due anni di distanza da quell elezione, la situazione che si fotografa non è una delle più rassicuranti. Il centrosinistra padovano si presentava unito e coeso, con un progetto politico che fu premiato dai cittadini al primo turno della competizione elettorale. Ma da quella data, le cose sono andate peggiorando e hanno messo in risalto la litigiosità della coalizione e l incapacità nella gestione della cosa pubblica. Il confronto politico, già dai primi consigli comunali, ha riservato delle sorprese. La polemica con i verdi è stato il primo colpo di scena su temi dell urbanistica e in particolare sul futuro delle aree del basso Isonzo che l assessore Mariani aprì alla possibilità di cementificazione. Una spaccatura che ha avuto il suo apice nel 2005 con i verdi che abbandonarono la maggioranza e che nell ultimo consiglio comunale si è fatta clamorosa con la sfida tra la capogruppo D Agostino ed il sindaco Zanonato sulla questione riguardante le torri Gregotti nel quartiere Arcella. Su quest ultimo punto anche Rifondazione Comunista ha espresso la propria disapprovazione sulle modalità di consultazione con la cittadinanza del quartiere che farebbe apparire come tutto già deciso. Neanche il rapporto tra SDI e Margherita è idilliaco, da sempre in competizione per aggiudicarsi il ruolo di secondo partito dopo i DS nella coalizione. Nemmeno tra DS e Margherita sono rose e fiori. Il nocciolo della questione riguarda il registro delle coppie di fatto proposto da un consigliere DS che ha provocato le ire dei cattolici margheritini, minacciando quest ultimi di spaccare la maggioranza. Di fatto la proposta DS giace da un anno in un cassetto e non ha mai trovato posto nei vari ordini del giorno. Anche all interno della Margherita stessa le cose sembrano non andare meglio a causa dei malesseri esistenti fra le varie correnti. E i DS? Apparentemente sembra forte la leadership di Zanonato, ma qualche problema ci deve pur essere se si era pensato di inserire Ruzzante in giunta. Sono dunque ben evidenti le difficoltà politiche tra i vari e numerosi partiti del centrosinistra padovano, tanto che qualcuno aveva proposto una verifica seria della tenuta e dei programmi prima delle elezioni politiche dell aprile scorso. E arrivata l ora di fare questa verifica perché la città è paralizzata dalle beghe di palazzo. Fabiano Paio CITTA Aspettando la notte bianca Il sindaco Flavio Zanonato ha firmato l ordinanza per dare al via la cosiddetta Notte Bianca ovvero sabato primo luglio tutti i negozi situati nell'ambito del territorio comunale potranno rimanere aperti ininterrottamente fino alle 6 della mattina successiva. Sono state messe nero su bianco, quindi, le coordinate della seconda edizione della "Notte bianca", che lo scorso anno aveva calamitato nella zona interessata dallo shopping notturno circa quattrocentomila persone. Nell'edizione 2006 saranno proposte maggiori attrazioni, ma la novità è costituita dal fatto che sarà coinvolta un'area più ampia, cioè anche tutti i quartieri. Saranno quaranta i "punti spettacolo" attivi dalle 21 di sabato primo luglio. L'asse principale della manifestazione, che dalla Stazione raggiungerà Prato della Valle passando per piazza Garibaldi-il Liston-via Roma e via Umberto I, è stato prolungato fino a piazzale Santa Croce. Da Prato della Valle chi dovrà rientrare nelle piazze potrà passare per le riviere. Altri spettacoli sono previsti in via e piazza del Santo, con l'apertura dell'odeo e Loggia Cornaro, e in via San Francesco, con il coinvolgimento di piazza Antenore. Lungo queste strade saranno allestiti suggestivi mercatini di artigianato. Varie attività saranno presenti anche alla Specola, >>> segue dalla prima (...) Quello che però colpisce è che le opinioni dei cattolici, praticanti o meno, non combaciano con quelle della Chiesa, specialmente in terra di morale sessuale e familiare: uno dei temi che più di altri ha risentito dell evoluzione del costume. La maggioranza dei praticanti afferma che si può essere buoni cattolici anche senza seguire gli insegnamenti della Chiesa, dichiarandosi favorevole ai rapporti prematrimoniali e non contraria al divorzio. Questa divergenza di vedute si riflette nella realtà delle cose: negli ultimi anni il numero delle separazioni è aumentato e quello dei divorzi triplicato. In altri paesi del nord Europa, il processo di cristianizzazione è in fase ancora più avanzata. Quali le cause? in piazza Insurrezione, in piazza Castello, in piazza Conciapelli (per i bambini), a Pontecorvo, al Portello, al Parco Fistomba, al Bastione Alicorno. Il monumento di Daniel Liebeskind dedicato all'11 settembre ospiterà un evento sull'identità americana e, in particolare, sulla musica jazz. Quest'ultima sarà di casa anche in piazza Castello, così come la musica leggera in Prato Cattolicesimo in crisi La disaffezione verso le credenze religiose è spiegabile prima di tutto con la modernizzazione della morale, che offre nuovi valori. L'indissolubilità del vincolo matrimoniale mal si concilia con certe situazioni di crisi fra coniugi che rendono addirittura dolorosa la prosecuzione della convivenza, mentre ormai è innaturale oggi pretendere che i giovani osservino il precetto della castità prematrimoniale. La Chiesa condanna anche l uso del contraccettivo; l aids dilaga mietendo vittime specialmente nei paesi del Terzo Mondo. Purtroppo questa è una realtà dei nostri giorni, un problema sociale e mondiale di estrema gravità che non si può ignorare ulteriormente. Altra causa della cristianizzazione è il fenomeno dell immigrazione, che ha portato con sè valori e credenze della Valle, dove canteranno Max Gazzè e Marina Rei mentre Piazza Insurrezione accoglierà notissimi d.j. internazionali. Quest'anno, grazie alla partecipazione della Diocesi, anche alcune chiese, tra cui il Duomo, saranno aperte. Pure alcuni oratori antichi della città potranno essere visitati, mentre i musei cittadini saranno aperti fino all'una di notte. Alberto Franceschi Voli in mongolfiera APadova da circa tre mesi è stata costituita una società dal nome Studio A.M. che offre la possibilità di provare piacevoli emozioni con il volo in mongolfiera. Non c è nulla di più affascinante che gustare la gioia di un ascensione con un pallone aerostatico, lasciarsi trasportare dal vento nel cielo con la magia del silenzio, un viaggio esaltante tra cielo e terra che sapora di nobili tempi passati quando le mongolfiere erano l unico mezzo per volare e che lascia un ricordo imperituro impossibile da cancellare. Per quanto riguarda i prezzi, le modalità ed altre informazioni inerenti al volo basta contattare il responsabile Alberto Melis, tel religiose diverse. Una cosa è sicura; nella società consumistica del nuovo millennio certe posizioni, giuste o sbagliate che siano, non sono giudicate al passo con i tempi. E la ragione è anche un altra ed è una ragione assai più profonda: i precetti cattolici sono regole comportamentali e l'uomo, si sa, per sua stessa natura un ribelle. Obbedisce alle regole finché gli conviene obbedire, ma se l'obbedienza comporta rinunzie allora è meglio non obbedire. Quale sia il futuro del cattolicesimo in Europa è difficile dirlo. Probabilmente soltanto una presa di coscienza collettiva e un venirsi incontro tra Chiesa e mondo cattolico, potranno far sì che la parola di Cristo continui a pervadere della propria linfa i cuori delle future generazioni. Maria Rosa Gelli

16 16 BELLUNO Celeste Bortoluzzi: Ecco la squadra Nove assessori di alto calibro per guidare la città verso un futuro più brillante Penso che prima di criticare la mia squadra, sarebbe meglio aspettare e vedere come sapremo governare la nostra splendida città di Belluno nei prossimi anni di mandato amministrativo. Almeno così farebbero le persone di buon senso. Anche perché se coloro che criticano, e sono coloro che hanno amministrato Belluno fino a qualche giorno fa, fossero stati in grado di amministrare la città al meglio, allora sarebbero rimasti al loro posto di comando e non sarebbero stati sconfitti alle recenti elezioni che hanno visto la ns. coalizione vincere di misura. Lapidario il commento del neo sindaco Celeste Bortoluzzi alle critiche, scontate quanto infondate, ricevute dopo la presentazione della giunta comunale composta da nove assessori, otto uomini e una donna. Il sindaco Bortoluzzi ha voluto a fianco a se tre esponenti di Forza Italia (Paolo Gamba, Antonio Marrone e Giorgio De Bona), due per il Polo Autonomista Pab/Intesa Dolomitica (Maria Grazia Passuello e Luciano Reolon ), due della Lega Nord (Franco Gidoni e Stefano De Gan), uno per Alleanza Nazionale (Michele Carbogno) infine ha voluto a fianco a se Gianni Serragiotto, consigliere comunale entrante e CELESTE BORTOLUZZI Sindaco di Belluno ORESTE CUGNACH candidato della lista civica Miglioriamo Belluno. Già la squadra del sindaco Bortoluzzi si è distinta per dinamismo e voglia di incominciare subito a cimentarsi con la macchina burocratica dell amministrazione comunale. Fin da subito si vogliono affrontare le emergenze che la valanga Bortoluzzi vuole prendere di petto: L alternativa al Ponte degli Alpini, via Miari, la raccolta dei rifiuti, Fio2 ed il rapporto con il personale. Il primo consiglio comunale che, secondo i rumors, dovrebbe essere presieduto dal Presidente del Consiglio comunale in pectore Oreste Cugnach, segretario cittadino di Forza Italia, è stato convocato per il 3 luglio e sarà un primo appuntamento ufficiale per dare il via al cambiamento, al rinnovamento, dopo quasi vent anni di potere nelle mani centrosinistra. Queste le deleghe assegnate a ciascun assessore: Franco Gidoni, vicesindaco e assessore al turismo, alle politiche ambientali, project financing e contributi europei; Paolo Gamba, attività economiche, viabilità e mobilità; Luciano Reolon, politiche sociali, sanità, autonomia e pari opportunità; Antonio Marrone, demanio, bilancio, politiche finanziarie e società partecipate; Michele Carbogno, edilizia scolastica e sportiva e protezione civile; Stefano De Gan, politiche del personale; Giorgio De Bona, sport, frazioni e usi civici; Gianni Serragiotto, urbanistica, edilizia pubblica e privata; Maria Grazia Passuello, istruzione, cultura, immigrazione e politiche giovanili. Roberto Visentin Gli assessori della giunta Bortoluzzi FRANCO GIDONI (Lega Nord) ANTONIO MARRONE (Forza Italia) MARIA GRAZIA PASSUELLO (Lid) STEFANO DE GAN (Lega Nord) GIORGIO DE BONA (Forza Italia) LUCIANO REOLON (Pab) DE MAS ANNIBALE MATERIALE PER L EDILIZIA - PIASTRELLE IDRAULICA - RISCALDAMENTO SANITARI - ARREDOBAGNO BELLUNO Via Vittorio Veneto, 179 Tel Fax anche a: FELTRE Tel CORTINA Tel LOZZO DI CADORE Tel PAOLO GAMBA (Forza Italia) MICHELE CARBOGNO (Alleanza Nazionale) GIANNI SERRAGIOTTO (Miglioriamo Belluno) Si apre una nuova stagione Le serate si svolgeranno presso gli impianti sportivi di Via della Pace, in una cornice naturalistica, dove si potranno godere in fresca tranquillità unitamente al consueto stand eno-gastronomico >>> dalla prima pagina (...) Do l onore delle armi ad Ermano De Col e gli sono vicino nella tristezza delle troppe accuse che ha ricevuto. Del resto, il momento nel quale evidenziare le lacune del passato è finito con la chiusura della campagna elettorale. Ora è necessario essere propositivi e concreti. Forza Italia - ed io stesso, che ho avuto ed ho l onore di guidarla in provincia e che sono davvero grato a tutti coloro che con me hanno collaborato e collaborano - ne siamo consapevoli. Quale sarà il nostro ruolo? Semplice. Il partito guida della Case delle Libertà ha un dovere: quello di essere consapevole proprio del suo dovere di non sottrarsi alle responsabilità che l essere il primo partito della coalizione comporta. Dunque: proporre idee nuove, dare un esempio costante di impegno ed offrire la disponibilità per essere realmente al servizio dei cittadini. Auspico una amministrazione che risponda sempre e rapidamente, che dimostri con i fatti la propria efficienza e che non eluda i problemi ma li affronti e li risolva. Forza Italia non è a rimorchio degli altri, ma deve essere orgogliosa di una leadership che gli elettori le hanno dato con i loro voti, pur nella consapevolezza che da sola non può fare nulla, che gli alleati sono un patrimonio prezioso di risorse umane e che solo con la collaborazione di tutti si costruiscono le prospettive di un grande futuro. Ho detto, volutamente, di tutti, perché anche chi è escluso dalla guida della città può contribuire a farla crescere, attraverso un controllo effettivo delle proposte e l aiuto che può arrivare dai suggerimenti. Chi ama la città non deve sottrarsi all impegno per renderla migliore. Dobbiamo essere, tutti assieme, capaci di riprogettare la città, di farla rivivere, non di farla giacere in un anonimato privo di reali iniziative di largo respiro. In tempi non sospetti ho già lanciato delle idee; altre sono state elaborate dall intera coalizione; altre potranno aggiungersi. Personalmente vorrei un parcheggio sotterraneo in piazza Piloni (da ridisegnare nel verde), la risoluzione del problema dell eccesso di traffico alla Veneggia e lungo via Vittorio Veneto (attraverso una viabilità alternativa), un miglioramento delle strutture sportive ed una nuova attenzione per le frazioni, che sono uno stupendo patrimonio della nostra comunità. Poi ho un sogno, anch esso annunciato in epoca lontana: l adunata nazionale degli Alpini a Belluno (nel 2010?). E vero che il centrodestra non ha più il Governo nazionale del paese, ma non dispero di trovare egualmente risorse adeguate. Ci sarà vicino la Regione del Veneto. Ci aiuterà l Europa, se saremo bravi a scoprire l opportunità di finanziamenti che talvolta basta andare a cercare. Vedremo tra cinque anni. Credo che il nostro impegno si vedrà giorno dopo giorno e che i risultati, da toccare con mano, non tarderanno a venire. La città, però, deve ricordarsi che appartiene a tutti e che tutti sono una risorsa preziosa per la sua cresciuta: nessuno si senta escluso dall onere di dover contribuire a farla diventare migliore. On. Maurizio Paniz Una cosa è auspicabile: migliorare l Italia G R I G L I A T I T E C N I C I GRIDIRON spa I Mareno di Piave/TV via Fermi,6 Zona industriale Tel ra Fax XVIIª FESTA D ESTATE Caerano di San Marco (TV) e lo storico Torneo di Calcio Acquatico a squadre che inizierà martedì 11 >>> dalla prima pagina (...) Paniz, il quale, con maestria ha sempre saputo riportare dalla periferia al centro di Roma istanze e bisogni dei bellunesi. Questa vittoria speriamo sia il segno di una riscossa del nostro paese sulla via della modernizzazione. Questo della modernizzazione, è sempre stato il programma della casa della Libertà e del suo leader Berlusconi. Purtroppo la vittoria alle politiche del centro sinistra sembra aver interrotto questo sogno e questo programma innovativo. Ma Hegel, il grande storico tedesco della filosofia, ci ha ammonito che le idee camminano sempre per realizzarsi nella storia e quando esse rispondono ad esigenze profonde dell umanità finiscono sempre per imporsi. Certo, la storia dell Italia ci offre esempi di modernizzazione in tutti i periodi del suo sviluppo. Sotto l impero romano, i cittadini non solo italiani ma europei si sentivano rispettati e difesi dalla politica di Roma e dalle sue legioni perché Roma era sempre rispettosa delle autonomie, degli usi e costumi e soprattutto sapeva cogliere le esigenze dei vari popoli. Ma, dopo l impero romano, l opera di modernizzazione fu svolta dalla chiesa cattolica che seppe fondere insieme i vari popoli d Europa fondando quella civiltà della res pubblica cristiana che ancora oggi ispira, anche se misconosciuta dagli attuali atei e materialisti, il futuro destino dell Europa. Ma, la modernizzazione dell Italia si intreccia con vari problemi economici, politici e sociali. Nell età dell Umanesimo e Rinascimento, l Italia degli stati regionali stupiva il mondo non solo per la magnificenza delle sue arti ma anche per l azione amministrativa ed economica dei suoi governatori. La Firenze dei banchieri, la Genova delle imprese marinare e di espansione nel Medio Oriente in concorrenza con una Repubblica di Venezia che non era seconda a nessuno nei traffici e nei commerci e nelle sue relazioni diplomatiche e politiche con tutto l Oriente. Anche allora l Italia dimostrava di essere all avanguardia nel mondo. E non era l Italietta come la classificano oggi bensì era la potenza che si imponeva in tutti gli scacchieri delle relazioni internazionali. Possibile che oggi, dopo tante glorie e vittorie non sarà più possibile rilanciare l Italia nello scacchiere mondiale? I fermenti ci sono: anche la vittoria di uomini qualificati come a Belluno possono dare un esempio per una giusta risoluzione dei problemi urgenti della provincia che nelle sue cinque comunità: bellunese, feltrina, cadorina, agordina, e alpagota, rappresenta un modello da martedì 11 a domenica 23 luglio 2006 di convivenza ma anche di problematiche urgenti per un suo rilancio. Certo i problemi provinciali e regionali ma non solo del Veneto ma di tutte le regioni a cosiddetto statuto ordinario del nostro Paese devono fare i conti col Federalismo. Ora, si tratta di realizzare un sistema non solo limitato al settore burocratico e finanziario bensì di un federalismo elastico che abbia come suo cuore propulsivo il federalismo fiscale. Il problema del fisco è un grosso problema, che configge non solo l Italia tra le sue varie componenti regionali, ma tutta l Europa. Sarebbe ora che il cittadino accanto alle sue contribuzioni fiscali trovasse riscontro anche nell efficacia di servizi sociali che oggi toccano ogni individuo a tutte le età. E necessario, dunque, fare una rivoluzione di tipo organizzativo e amministrativo dello Stato in maniera che la modernizzazione dell Italia non si riduca a un utopia che si perde nel nulla ma diventi presto una tangibile realtà. Giovanni Cerato ospiti: mercoledì 12 Magical Mistery giovedì 13 Autoinmoto venerdì 14 Distinti Beat sabato 15 Duo Folk domenica 16 I Boomerang martedì 18 I Manodopera mercoledì 19 Old Style giovedì 20 I Grog venerdì 21 serata danzante sabato 22 Duo Meridiana domenica 23 Equipe 84

17 PORDENONE 17 I Mongoli nella terra del Beato Odorico SACILE GIANFRANCO RUSALEN PRESIDENTE DELL'ASD SAN ODORICO Gianfranco Rusalen è il nuovo presidente dell associazione sportiva cittadina. A coadiuvarlo sono stati eletti: Andrea Barzotto (vicepresidente), Sandro Modolo (tesoriere), Ermenegildo Di Maso (segretario) e Guido Zampol (magazziniere). Il programma per la prossima stagione calcistica vedrà la società impegnata in sei campionati: Allievi provinciali; Giovanissimi (con due squadre), Esordienti, Pulcini e Piccoli Amici. CORDENONS MINIVOLLEY, CHE RADUNO! Ben riuscito il raduno provinciale di minivolley. Alla manifestazione erano presenti 300 mini atleti provenienti da 18 società della provincia che sono poi stati suddivisi nei vari gironi e alternati nel gioco sui vari campi. Il raduno ha avuto un notevole successo grazie soprattutto alla partecipazione dei bambini, veri protagonisti della giornata. Alla fine premiazioni per le seguenti società: Chions, Blu Volley Pordenone, Cecchinese, Gis Solandra Sacile, Prata, Libertas Fiume Veneto, Cordovado, Fontanafredda, Pordenone, San Giorgio Porcia, Sigma Zoppola, San Quirino, Cordenons, Vis et Virtus Roveredo, Insieme Montereale, Sanvitese, Win Volley e Futura Cordenons. PRATA DI PORDENONE SAGRA DI SANTA LUCIA Nel periodo tra 6 e 17 Luglio 2006, si svolge la tradizionale Sagra della Pro Loco di Santa Lucia con musiche, spettacoli, mostre e stand gastronomici dove gustare ottime grigliate, vini e altri prodotti locali. IMPRENDITORIA FEMMINILE La Regione stanzierà 3 milioni e 337 mila euro a sostegno dello sviluppo dell'imprenditoria femminile. Lo ha stabilito la Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle attività produttive, approvando al contempo lo schema della convenzione da stipulare, a tal fine, con le Camere di Commercio del Friuli Venezia Giulia. A quest'ultime compete infatti, in base alla legge regionale 25/2002, l'attuazione di questo tipo di interventi. Una medaglia all Ariete per l impegno a Nassiriya Si è aperta con la consegna ufficiale di un riconoscimento della Provincia alla Brigata Corazzata Ariete la recente seduta del Consiglio Provinciale. La scelta di insignire il corpo militare con una medaglia di bronzo è legata al fatto che tra l Ariete e la Provincia si è venuto ad instaurare nel tempo un proficuo rapporto di collaborazione ma soprattutto per l impegno che i militari stanno dimostrando in Iraq nel delicato compito di Peace keeping nella città di Nassiriya. M.R. Archeologia industriale: la centrale elettrica di Malnisio Un sito che sia centro per la scienza e non invece un museo di se stesso. E questo il criterio utilizzato per la trasformazione del sito di archeologia industriale quale la vecchia centrale elettrica di Malnisio, struttura inaugurata nei giorni scorsi. Questo spazio di archeologia industriale ha detto il presidente della Provincia Elio De Anna si candida ad essere, oltre che ad un luogo di rappresentazione di un processo storico, anche un ponte tra scienza, impresa, scuola e società. Più che un tempio della memoria questo museo della scienza deve configurarsi come punto di incontro e confronto sul presente e sul futuro. >>> segue dalla prima (...) Dobbiamo modernizzare le nostre norme - tuona Elliot Morley, sottosegretario all ambiente che sta varando un disegno di legge in proposito - abbiamo il dovere di trattarli in modo degno di una società civile. La normativa attuale è in vigore dal Da allora, le leggi in tema di animal welfare sono rimaste pressoché immutate. Se la Carta dei Diritti verrà approvata, diverrà un reato impedire a Fido di scorazzare libero in giardino, costringere i pesci in poche gocce d acqua o chiudere il pappagallo in una gabbia troppo malagevole. A far rispettare la legge, ci penseranno gli agenti della più celebre polizia del mondo, Scotland Yard, opportunamente indirizzata dalla spiata della vicina del piano di sotto insospettita da un miagolio insistente o dagli uomini della Rspca, la Protezione animali britannica. Secondo questa associazione, la legge dovrà soddisfare alcune garanzie fondamentali. Il primo articolo dei diritti degli animali, sancisce la libertà dalla fame e dalla sete: in casa debbono esserci abbastanza crocchette e bocconcini perché gli animali possano godere di buona salute. Segue la libertà dal disagio: spazi e gabbie dedicate a Fido e compagnia devono essere sufficientemente comode e spaziose. Libertà dal dolore, dalle ferite e dalle malattie: assolutamente proibiti i maltrattamenti, e se l animale si ammala il veterinario va chiamato d urgenza. Libertà, infine dall angoscia e dallo stress: la crudeltà mentale e le sofferenze psichiche vanno perseguite con decisione per evitare che anche il cane debba finire i suoi giorni abbaiando sul lettino dell animalista. Cose che capitano solo nel Regno Unito, oltre la Manica? Neanche per sogno. Anche la regione Friuli Venezia Giulia sta per varare una nuova versione del regolamento di tutela degli animali domestici. Per quanto riguarda i canili la nuova normativa stabilisce che la superficie minima a disposizione di ogni cane ospitato deve essere di almeno 10 metri quadri, dei quali 4 chiusi e coperti, con l aggiunta di otto metri (chiusi e coperti nella stessa percentuale), per ogni cane in più, fino a un minimo di sei Uomini e animali. Stessi diritti? metri. Saranno istituite particolari strutture per i gatti abbandonati. Questi ricoveri dovranno essere dotati di vani di almeno 20 metri quadri, con finestre e il riscaldamento a 18 gradi. Per i gatti particolari invece sono previste delle gabbie di un metro per uno e mezzo, altezza 1,5 metri. Sono prescritti anche abbeveratoio e cassetta igienica. Ma io mi chiedo: chi ha dettato queste norme ha mai avuto un gatto vero di quelli che miagolano e fanno le fusa o un cane di quelli che scorazzano per i cortili e esplorano fossi e soffitte? Il sottoscritto non porta pellicce di volpe o visone, ma mangia carne e pesce in quantità moderate, con verdure varie di contorno. Mi fanno pena i vitelli ingabbiati e sottoposti agli estrogeni, i maiali ammucchiati nei camion, le bestie sgozzate in ossequio alle regole delle confessioni musulmane e israelite. Mi fanno però ridere quei camion confortevoli che si incontrano lungo le autostrade con la scritta che ammonisce gli automobilisti: attenzione: trasporto cavalli da corsa. E se fossero da tiro? E i somari? In fondo, questi ultimi, sono cavalli che non hanno finito gli mongola Nomad. Quest ultima si sta impegnando nell allestimento di una serie di eventi che possano portare allo sviluppo della cooperazione tra l Italia e il continente asiatico. Dal lato delle istituzioni locali si sono attivate per dare vita all iniziativa la Provincia di Pordenone, Aiat, Ascom, Fiera, Comune e la Camera di Commercio. La ragione per cui la manifestazione vedrà come unica protagonista del nord Italia la città capo- S a c i l e : t u t t i i n t u t a Le giovani leve della sacilese calcio durante la manifestazione Tutti in tuta promossa dall amministrazione comunale (Foto Bepi Missinato). La Provincia di Pordenone all interno dell Auditorium Concordia ha ospitato la prima tappa del tour di concerti "L'azzurro cielo degli incontri" che ha segnato il debutto del più ampio progetto organizzato in occasione delle celebrazioni per gli 800 anni dalla nascita dell'impero Mongolo. Gli eventi sono stati inseriti in calendario tra l estate del 2006 e quella del 2007, grazie all impegno dell associazione italostudi. Il loro ultimo viaggio verso i premiati salumifici che li trasformano in mortadella è molto più scomodo. Bisogna evitare di far soffrire buoi, capre, montoni, e capisco Margherite Yourcemar che era diventata vegetariana per non digerire l agonia di un altro essere vivente ; ma chi ci assicura che il radicchio strappato non soffra? Si può essere contrari alla caccia, ma per coerenza bisogna anche battersi contro la pesca: il merluzzo impigliato nella rete o la trota con un amo in bocca non sono più allegri del coniglio che aspetta la botta sul collo. L aragosta bollita viva deve ancora trovare chi la difenda. Brigitte Bardot si batte in Francia e incita la gente a boicottare la carne di equino, e per il pollastro tirato su industrialmente in allevamenti lager, neanche un sospiro? luogo della Destra Tagliamento è legata al fatto che nel 1526 a Villanova di Pordenone ebbe i natali il Beato Odorico, padre francescano che lungo la via della seta arrivò nel continente asiatico.al Concordia, quindi, è stata protagonista la Morin Kuur Ensamble, organico composto da oltre 30 elementi che ha presentato le principali e più suggestive tecniche di canto mongolo interpretate ai più alti livelli. C.R. E il fegato d oca e il porcellino squisito! arrostito alla brace. E se l anguilla al forno e le rane fritte potessero dire la loro, non urlerebbero un Ahi! da far accapponare la pelle? Non c è in questa campagna, mossa da sentimenti rispettabili, qualcosa di eccessivo e una protesta che fa tanto moda da parte di chi sta bene. Nei paesi dove ancora si muore di fame nessuno solleva questi problemi. E perché tanta solidarietà per il visone e nessuna attenzione per il vitello? Se ci fate caso, nessun animalista rinuncia alle scarpe. Anni fa è uscito un libro dal titolo spiritoso: anche le formiche nel loro piccolo, si incavolano. Ora possiamo affermare con assoluta serietà che tutti gli animali, dagli ippopotami, nel loro grande, alle formiche, nel loro piccolo, hanno la loro dignità e i loro diritti. Toni Zanette Porte scorrevoli originali Giapponesi Tende con carta di riso Pavimenti in Tatami Japanese Ambient Serramenti porte interne - pavimenti - scale campotrading srl - via Crevada, 9/B SAN PIETRO DI FELETTO/TV Tel Fax La stanza giapponese: Mazzer Narciso Via Nazionale, GODEGA S.U. (TV) Tel Cell Vendita e Assistenza Macchine per Giardinaggio

18 18 LA PAROLA AI LETTORI Lissa, 20 luglio 1866 Per i Veneti una vittoria da ricordare Lissa isola nel mare Adriatico è la più lontana dalla costa dalmata, conosciuta nell'antichità come Issa, più volte citata dai geografi greci. Fu base navale della Repubblica Veneta fino al Il "fatal 1866" iniziò politicamente a Berlino con la firma del patto d'alleanza fra l'italia e la Prussia l'otto di aprile. Il 16 giugno scoppiò la guerra fra Prussia e Austria e il 20 giugno con il proclama del re, l'italia dichiarò guerra all'austria; la baldanza degli italiani fu però prontamente smorzata poche ore dopo (24 giugno) a Custoza ove l'esercito tricolore fu sconfitto dall'esercito asburgico (nel quale militavano i soldati veneti). Fra il 16 e il 28 giugno le armate prussiane invasero l'hannover, la Sassonia e l'assia ed il 3 luglio ci fu la vittoria dei prussiani a Sadowa. Due giorni dopo l'impero asburgico decise di cedere il Veneto alla Francia (con il tacito accordo che fosse poi dato ai Savoia) pur di concludere un armistizio. In Italia furono però contrari a tale proposta che umiliava le forze armate italiane e, viste le penose condizioni dell'esercito dopo la batosta di Custoza, puntarono sulla marina per riportare una vittoria sul nemico che consentisse loro di chiudere onorevolmente (una volta tanto) una guerra. Gli italiani non potevano certo pensare di trovare sul loro cammino i Veneti, ossatura della marina Invito ad aiutare una suora missionaria Sto sostando nel nostro collegio Arrijan Panamà, domani continuo la quarta tappa del viaggio cominciato il 12 c. m., e sarà quella definitiva verso El Real, popolazione indigena e afro-americana, ove mi attende il Signore. Il viaggio sarà un po per via terrestre e un po per via mare. Vado carica di ogni ben di Dio che ci servirà per molto tempo, soprattutto alimenti. Una preghiera affinché non incontriamo nessun inconveniente e che le acque siano tranquille. Saluti a tutti e a tutte. Con affetto e tanti ricordi Suor Lia. Questo è l ultimo saluto arrivato dal Centro America da parte della sorella suora delle Figlie di Maria Ausiliatrice suor Lia, austriaca. La marina militare austriaca era praticamente nata nel 1797 e già il nome era estremamente significativo: "Oesterreich-Venezianische Marine" (Imperiale e Regia Veneta Marina). Equipaggi ed ufficiali provenivano praticamente tutti dall'area veneta dell'impero (veneti in senso stretto, giuliani, istriani e dalmati popoli fratelli dei quali non possiamo dimenticare l' attaccamento alla Serenissima) e i pochi "foresti" ne avevano ben recepito le tradizioni nautiche, militari, culturali e storiche. La lingua corrente era il veneto, a tutti i livelli. In circa un'ora l'abilità dell Ammiraglio austriaco Tegetthoff ed il valore degli equipaggi consentì alla marina austro-veneta (come la chiamano ancor oggi alcuni storici austriaci) di riportare una meritata vittoria. Le perdite furono complessivamente di 620 morti e 40 feriti, quelle austro-venete di 38 morti e 138 feriti. La corazzata "Re d'italia", speronata dall'ammiraglia Ferdinand Max, affondò in pochi minuti con la tragica perdita di oltre 400 uomini. La corvetta corazzata Palestro colpita da un proiettile incendiario esplose trascinando con sè oltre 200 vittime. E quando von Tegetthoff annunciò la vittoria, gli equipaggi veneti risposero lanciando i berretti in aria e gridando: "Viva San Marco". Ettore Beggiato - Vicenza missionaria ormai da una cinquantina d anni. Lei, che solitamente ringrazia firmandosi Suor Lia Magarotto felice missionaria, chiede a tutti noi aiuti per la sua nuova missione nella povera zona del Darien tra bambini e famiglie bisognosi di tutto. Ringrazio fin d ora chi invierà un offerta presso l Istituto Salesiano Manfredini di Este/Pd, dove ora mi trovo dopo la forzata e improvvisa chiusura dell Istituto Salesiano San Davide ed io provvederò ad inoltrarla direttamente a mia sorella in Centro America. Aggiungo il mio grazie assicurando preghiere specie nella Santa Messa. Don Agostino Magarotto classe 20 GARBELLOTTO spa Guido Ceronetti a Treviso sul grande Piave E solo partendo, muovendo un passo che salta altrove, che si può cominciare a raccontare l incontrarsi e piacersi di Guido Ceronetti e Treviso e il Piave. Il cosiddetto mondo sa la verità. Ecco perché il cosiddetto mondo oggi è assente, ha detto al funerale di Milosevic l austriaco Peter Handke suscitando (con la letteratura) scandalo politico, una raffica di proteste e l annullamento alla Comèdie-Francaise della sua pièces Viaggio nella terra sonora. Ritorsione disapprovata persino da Bernard- Henri Levy e che ha indotto la Jelinek a dichiarare che questa Guido Ceronetti censura è un orrore. Come nella peggiore tradizione, le istituzioni condannano al silenzio gli artisti scomodi. Ed è proprio con questo esempio recente, che si può ben introdurre la figura di Guido Ceronetti, uno scrittore (subito caro al controverso Guido Piovene) che si è conquistato una libertà di esternazione controcorrente sempre interessante perché brillantemente imprevedibile e genuinamente indipendente che lo porta ad intervenire sui quotidiani con piglio, svincolato da chiese e partiti, da libero pensatore super partes e garante dell italianità che non esita a schierarsi con gli scomunicati, i messi all indice, i vinti e i capri espiatori bersagliati dal branco infervorato e dal coro asservito al mercimonio clientelare e al consenso acritico con le nuove tecnologie surrettiziamente disumanizzati. Un autore autenticamente inclassificabile inetichettabile che vive, abita e viaggia volentieri solo e soltanto la città diffusa del nord tra Roma e il Canton Ticino, annotando imperdonabilmente un diario di cartolina di quello che del Belpaese incontra intatto sano e salvo o in rovina, raccontandone sia la grazia che le macerie. Inesausto pellegrino curioso attento e mai insensibile alla cronaca e allo scempio d una natura che venera con un volto sempre più a righe e un corpo lieve che pesa una virgola e si nutre compassionevolmente evitando accuratamente qualsiasi alimento animale. Alle strade tiranneggiate, ammorbate e assordate dalle auto venefiche, risponde dando gioia con l organino a manovella, squarciando di scorci e lampi sironiani le tenebre cupe diabetiche di petrolio, cacao, carbone e caffeina dei gas di scarico. E lo si è ammirato e ben capito anche il 20 maggio a Palazzo Bomben alla lettura teatrale di Kavafis e Seferis, dove-quando si sono davvero piaciuti, Guido Ceronetti, la Treviso ex piccola Atene e il Grande Piave delle Grave di Papadopoli, dei paesaggi, di Gino Rossi, dei Zattieri e di Andrea Zanzotto, di Baracca, delle Battaglie, del Montello, del Della Casa, di Pietro Bembo e Gaspara Stampa. Una vera manna dal cielo, per un grande pittore-raccontatore della voce e della luce di quel che non si vede e dell altrove. Fabio Morandin Ponte di Piave/Tv Cassandra? Il governo Prodi qualsiasi nefandezza farà non andrà via perché il 90% della stampa non ne parlerà, la televisione neanche e quindi tutto andrà bene signora la marchesa. Poi appena il numero di immigrati raggiungerà un numero ragguardevole daranno loro il voto, e allora sarà finita! Nessuno li manderà più via e la frittata sarà terminata. Francesco Carnevale Monza Lavorare il più tardi possibile? Ci sono certe categorie di insegnamento sociale che rabbrividiscono nel sentire che un ragazzo a 8 anni o giù di li, lavora (intendiamoci, a casa, nell aiutare i nonni, i genitori).ogni giorno i media predicano che i giovani non possono lavorare, in teoria dovrebbero essere mantenuti dai loro padri, nonni, vita natural durante. Teorie proiettate da personalità stupide e di solito vissute a mangime secondo il termine corrente usato. La realtà osannata da questi falsi profeti è poi ben diversa dalla realtà. Ecco degli esempi pratici dei nostri giorni: una corsa ciclistica per mini corridori, un vivaio calcistico; luoghi dove i ragazzi vengono stressati senza alcun scrupolo perché le stesse persone ben pensanti di cui sopra, proiettano il loro orgoglio nel mini ciclista o nel piccolo ballonaro dai piedini d oro, dando loro un peso fisico e morale tanto da danneggiarne la sua crescita. Avete mai notato che all arrivo della corsa dei mini ciclisti quanti ragazzini piangono perché hanno tradito le aspettative dei loro genitori o, meglio, il loro egoismo. Date quindi la libertà a questi ragazzi di seguire il loro intuito operativo affinché la crescita non diventi uno stress. Giovanni Verzi Marostica/Vi I ballonari in azione Vi sarete già resi conto: i tifosi italiani di qualsiasi club calcistico, sono sul sentiero di guerra. Il tutto potrà essere placato solo se gli azzurri vinceranno ( quest anno ) i mondiali; lo suggerisce il parlamentare nonché principe del foro Avv. Maurizio Paniz di Belluno asserendo come un amnistia sarebbe in tal caso più che doverosa. In tal proposito, mi viene in mente quel torneo di calcio organizzato anni fa dal Centro Sportivo Italiano di Vittorio Veneto/TV a quel tempo diretto dal dott. Piero Antonio Curtolo. Le squadre in competizione erano Fiamma Vallonto, Codognè, Gaiarine, Fortitudo Albina, Mansuè e Brugnera-Liventina. Il torneo aveva un suo preciso regolamento che prevedeva il divieto di schierare dei giocatori di età superiore ai 18 anni pena la sconfitta a tavolino. La focosa competizione di campanile era però molto animata soprattutto perché in testa si trovavano due squadre a punteggio pieno: Codognè e Fortitudo Albina. Quest ultima dovendo giocare con l ultima in classifica preferì non correre rischi cercando di comprare il risultato. L inviato di Albina contattò i dirigenti della Fiamma, i quali non si tirarono indietro... Finì in gloriosa odissea perché chi ebbe i soldi in tasca, ricevuti, col preciso compito di considerarsi solo un sasso, cominciò a spifferare il tutto e la squadra derubata dalla vittoria finale, capeggiata dal prof. Peruzzi, incominciò la battaglia raccogliendo prove e testimonianze. Il carteggio fu inviato al presidente Pier Antonio Curtolo il quale aprì una severa inchiesta che durò circa 6 mesi... Bisogna aggiungere che le formazioni erano parrocchiali ed un buon cappellano, che aveva falsificato la data di nascita dei giocatori, il martedì correva dal presidente organizzatore del torneo di Vittorio Veneto per protestare sulle varie irregolarità. In sostanza nessuno voleva perdere, accada quel che accada. Ieri come oggi: NIHIL SUB SOLE NOVI. Gianni Comin Oderzo/TV LA VIGNETTA da Panorama Lo schiavo in cerca di padrone Sulle spiagge del nostro litorale ho raccolto il parere del signor Klaus, il quale, rivolgendosi al mondo giovanile europeo afferma la poca disponibilità dei giovani ad impegnarsi a costruirsi in proprio un lavoro. E comprensibile che una buona parte di essi non abbia le minime capacità intuitive ed operative per intraprendere qual si voglia attività. Altri invece, pigri e indolenti, non vogliono adoperare in nessun modo la materia grigia presente in abbondanza in ogni persona. Mister Klaus sostiene che è brutto il termine rivolto ai giovani di schiavi in cerca di padrone, ma in realtà è proprio così. La famiglia spinge il proprio pupo in senso negativo incoraggiandolo quindi al posto dello schiavo. Noi vorremo raggiungere questi giovani europei spiegando loro che hanno tutte le possibilità di arricchirsi con specifiche capacità lavorative per poter diventare imprenditori Chi si aggrappa alle nostre coste,arrampicandosi con le mani lunge, è in cerca di un padrone anche perché nel suo paese non ha avuto o non ha la possibilità di erudirsi in forma approfondita. Ecco quindi, il nostro dovere umano e cristiano di dare la precedenza a queste anime che cercano soltanto un anelito di sopravvivenza. A chiusura di questa riflessione faccio un pressante appello ai giovani: non impoltronirvi di miseria, coscienti di avere la responsabilità e la capacità per quanto avete ricevuto di corrispondere le attese di popoli che non hanno avuto questa fortuna. Franco De Bin Tarvisio/Ud

19 A PROPOSITO DI Bunny&Benny Bunny&Benny: due bimbi, ora ultraquarantenni, ma non ancora nonni! Benny vestì la tonaca di chierichetto ma si fermò lì. Bunny, invece, andò più oltre, che quasi cantò messa, ma smise la veste nera per poi fare il professore rosso ( Sindrome di Stoccolma?: nella fattispecie il rapito si fa sodale col rapitore!). Egli, esso, Bunny è professore di musica, e pure preside vicario, dacché la titolare da quando seppe di portare le corna è in malattia onde evitare i sorrisi non benevoli della bidelleria! ( il consorte della cornuta si pasceva a Champagne&Fiorentina con due impiegate del suo ufficio!). Benny, fallito agli studi d ingegneria, è oggi uomo (ricco!) delle pompe funebri, ma egli si spaccia, almeno nei bar dove non è conosciuto, per cassaintegrato. Non si capisce, non ci è noto, perché racconti la balla, egli che pratica la nobile arte di uomo dei morti e che mai LOTTO: giocate con noi Filo diretto con il guru della Val Visdende BARI CAGLIARI FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI PALERMO ROMA TORINO VENEZIA cassaintegra i suoi becchini! Bunny&Benny andarono a squola assieme, là in Friuli, a cavallo della Livenza. Fecero però solo le elementari, e neanche complete, giacché furono sbocciati dall anello mancante (una porca maestra, che non sposata, conviveva con il suo ex professore, di quarant anni più vecchio, ma ricco e scemo babbione!). Ella, la maiala, ebbe la complicità del direttore-donna, il quale obbligava contra legem la bidella comunale a farle il caffè con la moka napoletana, non avvalendosi di quello delle macchinette come invece erano adusi i coniglioni dei suoi docenti&docente. Sbocciati che furono, Bunny&Benny, come già sappiamo, intrapresero strade diverse! A Benny, col mestiere che fa!?, piace di sera poter magnar ben&bevar mejo, infischiandosi del concetto di ambiente, anzi adoperando questo benedetto ambiente dapprima per affossare i clienti e poi dilettandosi ad invischiare uccelli da polenta, che consuma poi in allegra compagnia d un professore/pastore, che però ignora il suo mestiere! A Benny piace insomma la bella vita condita d atavica poenta&osei, Clinton, Bacò e persino di Rabosetto, ma gli fanno schifo le donne, e peggio le vecchie!, che mastegano con tanto di bava il cin-gum. Bunny, che è invece più ideologico e più inquadrato, lotta in modo sconsiderato (anche in politica) contro le Centrali Nucleari, unico nostro caldo a buon mercato e gli OGM che per loro natura non subiscono la violenza della chimica. La quale, una volta mangiata, rende poi incorruttibili le salme, mandando a carte quarantotto la conversione in humus, che è, secondo lo scienziato Orfeo de Orfeis (a cui spetterebbe il Nobel prima di scavelon ), la benzina di madre terra. Benny di ciò sa, ficcando ogni dì le dita nell humus nero&grasso&unto delle casse schiodate dalle troppe necroscopie di legge. Bunny, che usa la testa senza le mani!, crede invece ancora alle favole del solare alternativo al nucleare e al biologico come soluzione alla fame nel mondo!!! Buddy vorrebbe inoltre picchiare un vecchio cialtrone (di collega, suo malgrado) che fa i dispetti al culone del suo preside. Ma però con effetti del tutto positivi, giacché il dirigente è finalmente smagrito (per l inusitata mancanza di rispetto continuamente subita!), dopo tutta una vita a dieta, ma sempre con più culo (materiale)! Benny dice invece che questo vetusto cialtrone meriterebbe almeno i soldi che il culone, ora ex, versava a piene mani a chi non ha mai dato la gioia della prova costume! Benny pensa che una Costituzione non sia un evangelio, Bunny invece dice sì! I concittadini, i cives, lo diranno col cuore! Dagli enoismi, in altri termini: dalle abbondanti analisi sensoriali sui 5 vini Prosecco del fortunato Benny e dello sfigato Bunny, per Voi colse il vostro dr. F. Fox Rosponi PAROLE INCROCIATE R A G I O N A M E N T O R A A A V I C D L E N O N O L T L A R R I R O T O M M L I S L O E S R T G E I S E C N C E I D E A R E R I G E E U T N R U E M L R L R R E C E N T E C L M I A A R E C L A M A R E S A E R A T I D I P A R O M A R E A R U T A S A R E A L E ELENCO DELLE PAROLE REDUCE RAGIONAMENTO RALLEGRARE RALLENTARE RAMMARICO RAPIDITA RASATURA REALE REALISMO RECENTE RECORD RECITA RECLAMARE REGOLA REMO RESA RETTO RIO ROMA X X X X X X X X X X X X X X X X Alessandro Magno: Muoio grazie all'aiuto di troppi dottori Giovanni Arpino: Fanno più disastri gli scienziati di quanti ne abbiano combinati gli ignoranti. François Voltaire: Di tutte le scienze la più assurda, la più capace di soffocare il genio, è la geometria. Questa scienza ridicola ha per oggetto superfici, linee, punti che non esistono in natura. La geometria è solo uno scherzo di cattivo gusto. di Angelo Burgo Le parole elencate sono nello schema e possono trovarsi in diagonale, in orizzontale, in verticale e in ogni direzione Considerazioni sulla scienza François Voltaire

20

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE. Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini

SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE. Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO DIDATTICA A.S.2010/2011 APPROVATA NEL COLLEGIO

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

INTERVENTO PER IL 70 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE E DELLA FINE DEL SECONDO CONFLITTO MONDIALE 25 APRILE 2015.

INTERVENTO PER IL 70 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE E DELLA FINE DEL SECONDO CONFLITTO MONDIALE 25 APRILE 2015. INTERVENTO PER IL 70 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE E DELLA FINE DEL SECONDO CONFLITTO MONDIALE 25 APRILE 2015. A tutti gli oggionesi, ai rappresentanti delle Istituzioni, alle autorità militari e di polizia,

Dettagli

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS La fine della Seconda Guerra Mondiale aprì un periodo di gravi problemi economici, politici e sociali. Gli unici che uscirono economicamente rafforzati dalla

Dettagli

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan venerdì 25 giugno 2010 Buon pomeriggio. Un cordiale saluto al Ministro

Dettagli

Il Risorgimento. Com era l Italia dopo il Congresso di Vienna, ossia prima del Risorgimento?

Il Risorgimento. Com era l Italia dopo il Congresso di Vienna, ossia prima del Risorgimento? Il Risorgimento Risorgimento (una definizione semplice): Si chiama Risorgimento la serie di avvenimenti che portano l Italia, nel corso dell Ottocento, all unità e all indipendenza. L Italia diventa un

Dettagli

Non è un Paese per giovani. E neppure per vecchi

Non è un Paese per giovani. E neppure per vecchi Non è un Paese per giovani. E neppure per vecchi Sei idee per una riforma delle pensioni Position Paper - Draft Settembre 2011 Il documento costituisce una prima bozza di un position paper che Vision svilupperà

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA SOCIETÀ FRANCESE NEL 1700 In Francia, nel 1700, il re Luigi XVI ha tutti i poteri. I nobili sono amici del re. I nobili hanno molti privilegi. Anche il clero (vescovi e cardinali)

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori FRATELLI D'ITALIA spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori Di seguito vi proponiamo una serie di tematiche, presenti nello spettacolo teatrale, che possono

Dettagli

IL RISORGIMENTO IN SINTESI

IL RISORGIMENTO IN SINTESI IL RISORGIMENTO IN SINTESI La rivoluzione francese ha rappresentato il tentativo violento, da parte del popolo, ma soprattutto della borghesia francese (e poi anche del resto dei paesi europei) di lottare

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI. SCUOLE MANZONI Liceo delle Scienze applicate

FONDAZIONE MALAVASI. SCUOLE MANZONI Liceo delle Scienze applicate FONDAZIONE MALAVASI SCUOLE MANZONI Liceo delle Scienze applicate PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: STORIA DOCENTE: prof. Alessandro Boselli CLASSE IV SEZ. A.S.2014 /2015 2 OBIETTIVI

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

Favorire l inserimento umano delle giovani leve nel mondo del lavoro

Favorire l inserimento umano delle giovani leve nel mondo del lavoro I giovani non sono otri da riempire ma lampade da accendere Igino Petrone Federazione Maestri del lavoro d Italia Consolato Regionale del Molise Il Progetto Pianeta Giovani in tutto il suo percorso, è

Dettagli

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nel 64 anniversario della sua proclamazione Fernando Sacco

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nel 64 anniversario della sua proclamazione Fernando Sacco La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nel 64 anniversario della sua proclamazione Fernando Sacco Dirittosuweb.it La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, proclamata dall Assemblea Generale

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE CONCORSO A.N.P.I. IC S.P. DAMIANO Scuola secondaria di 1 grado Classe: 3^C Insegnante: Anita Vitali Discipline: Italiano e Storia Abbiamo colto l occasione offerta da questo concorso per affrontare lo

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010

INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010 INTERVENTO DELL AVV. MONTEZEMOLO ALLA INAUGURAZIONE DELLA LUISS SCHOOL OF GOVERNMENT Roma 23 febbraio 2010 Caro Signor Presidente della Repubblica, Dott. Giorgio Napolitano, Cari ospiti stranieri e relatori,

Dettagli

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE Gli Italiani vogliono essere indipendenti. Gli Italiani cercano di liberarsi dagli austriaci e dagli amici degli austriaci. Questo periodo si chiama RISORGIMENTO. Gli

Dettagli

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione?

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Prima di provare a rispondere a questa domanda mi pare indispensabile una premessa che contestualizzi l attuale situazione. Perché a

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

LA COMUNITÀ DELLE ORIGINI

LA COMUNITÀ DELLE ORIGINI UNITA PASTORALE BEATA TERESA di CALCUTTA Parrocchie di: PIEVE MODOLENA-RONCOCESI-S. PIO X-CAVAZZOLI Anno Pastorale 2013-14 Progetto Pastorale per Educarci alla vita Fraterna e di Comunione. L Unità Pastorale:

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL (LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL TRADUTTORE, MICHELE ORINI) LA PRINCIPALE E PIÙ OCCULTATA CAUSA DELL AUMENTO DELLE DISEGUAGLIANZE

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT ALLEGATO 3 PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame

Dettagli

Caritas/Migrantes. Dossier Statistico Immigrazione 2009. XIX Rapporto. Immigrazione: conoscenza e solidarietà

Caritas/Migrantes. Dossier Statistico Immigrazione 2009. XIX Rapporto. Immigrazione: conoscenza e solidarietà Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 2009 XIX Rapporto Immigrazione: conoscenza e solidarietà In Europa, e specialmente nel nostro Paese, l immigrazione continua a crescere nonostante la crisi,

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSE QUARTA B G.Galilei VINCI INSEGNANTI: Melani Cinzia, Parri Donatella, Voli Monica, Anno Scolastico 2011-2012 COMPETENZE INTERESSATE: Raccogliere, organizzare

Dettagli

Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA. Insegnante: Guastella Egizia

Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA. Insegnante: Guastella Egizia Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA Classe IV F Insegnante: Guastella Egizia Argomenti svolti con l uso degli appunti proposti dall insegnante e del manuale

Dettagli

IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO

IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO 1 IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO Nonostante il progresso della conoscenza e delle tecnologie sappiamo ancora molto poco sul funzionamento del nostro cervello e sulle sue possibilità tanto che, fra gli

Dettagli

Cap. 1 - Il Risorgimento : creare l'italia (1815-1870)

Cap. 1 - Il Risorgimento : creare l'italia (1815-1870) Il Risorgimento : creare l'italia 1 Cap. 1 - Il Risorgimento : creare l'italia (1815-1870) Introduzione : Momento centrale della storia italiana perché è il momento della nascita ufficiale di un paese

Dettagli

Lottare si ma sapendo come.

Lottare si ma sapendo come. Lottare si ma sapendo come. Vorrei che prima di commentare leggeste tutta la nota, perché arrivando a metà nota si può tranquillamente dire i cambiamenti ci sono le persone stanno cambiano e svegliandosi

Dettagli

Era un treno di carne umana. matricola 80581 diario di un soldato italiano durante la seconda guerra mondiale

Era un treno di carne umana. matricola 80581 diario di un soldato italiano durante la seconda guerra mondiale Era un treno di carne umana matricola 80581 diario di un soldato italiano durante la seconda guerra mondiale Diego Fortunati ERA UN TRENO DI CARNE UMANA matricola 80581 diario di un soldato italiano durante

Dettagli

Il suicidio nei luoghi di cura e di assistenza Parte 2

Il suicidio nei luoghi di cura e di assistenza Parte 2 IL SUICIDIO NELL'ANZIANO: CARICO DI DOLORE ANGOSCIA E FRAGILITA Sala Madrid - 29 Novembre 2013 Il suicidio nei luoghi di cura e di assistenza Parte 2 Evelina Bianchi Vicenza Abbiamo una ipotesi utile a

Dettagli

(ANNO SCOLASTICO 2015/18)

(ANNO SCOLASTICO 2015/18) (ANNO SCOLASTICO 2015/18) dal Rapporto La Buona Scuola. Facciamo crescere il Paese, frutto del lavoro portato avanti congiuntamente dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi e dal Ministro Stefania Giannini

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi

Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi Storia della scienza per le lauree triennali Prof. Giuliano Pancaldi 2011-2012 Modulo 8 Ancora un altra tradizione di ricerca in biologia: Gregor Mendel, gli ibridatori e la riscoperta di Mendel nel Novecento

Dettagli

COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE

COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE MARTINO CARRIERI COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE Conversazioni e consigli di dieci famiglie italiane Disegni di Alfredo Pompilio Dellisanti MARTINO CARRIERI COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE (Conversazioni

Dettagli

Storia e civiltà d'italia. Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org. Opava

Storia e civiltà d'italia. Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org. Opava Storia e civiltà d'italia Il fascismo. Giorgio Cadorini Università della Slesia giorgio ad cadorini.org Opava Ideologia fascista? Il fascismo nasce come movimento, non come pensiero politico. La parola

Dettagli

La Bibbia è contro il sesso

La Bibbia è contro il sesso mito 5 La Bibbia è contro il sesso L'amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande. Woody Allen Facendone un peccato il Cristianesimo ha fatto molto

Dettagli

BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI

BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI Pochi giorni fa a un incontro organizzato dalla Provincia di Roma in occasione dei 60 anni dell Unesco, ho conosciuto un sacerdote,

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Simili a lucciole in una notte esageratamente stellata, a innumerevoli guizzi di lampo che illuminano un cielo oscuro o a zefiri delicati e

Simili a lucciole in una notte esageratamente stellata, a innumerevoli guizzi di lampo che illuminano un cielo oscuro o a zefiri delicati e Simili a lucciole in una notte esageratamente stellata, a innumerevoli guizzi di lampo che illuminano un cielo oscuro o a zefiri delicati e impertinenti a un tempo: le energie delle donne si diffondono,

Dettagli

Lo sviluppo economico del Meridione e i sistemi di sostegno alle imprese

Lo sviluppo economico del Meridione e i sistemi di sostegno alle imprese VINCENZO MAGGIONI Lo sviluppo economico del Meridione e i sistemi di sostegno alle imprese Parlare del Mezzogiorno è al tempo stesso cosa molto facile e molto difficile: facile, perché tutti sono pieni

Dettagli

Il Risorgimento e l Unità d Italia

Il Risorgimento e l Unità d Italia Il Risorgimento e l Unità d Italia IL CONGRESSO DI VIENNA Quando? dal 1 novembre 1814 al 9 giugno 1815 Chi lo ha voluto? Francia, Inghilterra, Austria, Prussia e Russia Perché? per ritornare al passato,

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Manifesto. Congresso Statutario del PPE 17-18 Ottobre 2012. Bucarest, Romania

Manifesto. Congresso Statutario del PPE 17-18 Ottobre 2012. Bucarest, Romania Manifesto Congresso Statutario del PPE 17-18 Ottobre 2012 Bucarest, Romania Manifesto del PPE (Adottato durante il Congresso del PPE, Bucarest, 17 e 18 Ottobre 2012) 1. Chi siamo? Il Partito Popolare Europeo

Dettagli

(Patrick Geddes, 1919)

(Patrick Geddes, 1919) "Ogni città è in fondo una città sacra: perché un nocciolo di sentimenti religiosi è sempre rintracciabile all'origine delle sue attività e dei suoi spazi collettivi, e quindi della sua stessa esistenza,

Dettagli

La Giornata Internazionale della Pace

La Giornata Internazionale della Pace La Giornata Internazionale della Pace La Giornata Internazionale della Pace viene celebrata il 21 settembre di ogni anno. Le seguenti proposte di lavoro riguardano i diversi gradi di scolarità, qui indicati

Dettagli

Guida per gli acquirenti

Guida per gli acquirenti Guida per gli acquirenti Abbiamo creato una breve guida per i privati al fine di fornire le informazioni più importanti per l acquisto di un azienda. Desiderate avere una vostra azienda? L acquisto di

Dettagli

Museo del Risorgimento:

Museo del Risorgimento: Museo del Risorgimento: Il giorno 14 gennaio la classe 3C ha visitato il museo del Risorgimento. Il museo, prima di diventare tale,è stato la residenza di casa de Marchi, il quale una volta morto, ha donato

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

Esatto. Perché non pagate le tasse? Perché non fate le cose giuste? Per loro non esiste non pagare le tasse.

Esatto. Perché non pagate le tasse? Perché non fate le cose giuste? Per loro non esiste non pagare le tasse. A proposito di tasse: parliamo di evasione fiscale in Italia. Siamo campioni anche in quello. Noi siamo sempre i primi quando si parla di illegalità. Sempre a mia moglie norvegese: quando ho cercato di

Dettagli

I.C.PETRITOLI SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA DI MONTE GIBERTO

I.C.PETRITOLI SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA DI MONTE GIBERTO I.C.PETRITOLI SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA DI MONTE GIBERTO INSEGNANTI SCUOLA PRIMARIA:TESORATI LUISA E CIARROCCHI ANNA MARIA INSEGNANTI SCUOLA DELL INFANZIA: ANNA MARIA ISOLINI, PASQUALINI MARGHERITA

Dettagli

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata ISIS F.S. NITTI Palomba Chiara 2D Alice si è ora svegliata La mia storia ha inizio sei anni fa,quando ho conosciuto quello che pensavo fosse l amore della mia vita. All inizio era tutto perfetto: c era

Dettagli

Cosa succede all uomo?

Cosa succede all uomo? Cosa succede all uomo? (utilizzo uomo o uomini in minuscolo, intendendo i maschietti e Uomo o Uomini intendendo il genere umano) Recentemente, mi sono trovato in discorsi dove donne lamentavano di un atteggiamento

Dettagli

ANTONIO MARZANO. Mercato e regole

ANTONIO MARZANO. Mercato e regole ANTONIO MARZANO Mercato e regole 1. E opinione diffusa che gli esperimenti scientifici si facciano solo in laboratorio e che siano quelli propri delle scienze naturali, della fisica e della chimica. Credo

Dettagli

Raccontare la Grande Guerra per immagini

Raccontare la Grande Guerra per immagini Raccontare la Grande Guerra per immagini 19 ottobre 2011 Dr. Marco Mondini ISIG- FBK mondini@fbk.eu I testi e i dati contenuti nella presentazione sono da considerarsi proprietà intellettuale dell autore.

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni culturali e delle attività culturali. Noi Dottori Commercialisti

Dettagli

La politica economica degli stati e la nascita dell economia come scienza. Fisiocrazia e liberismo.

La politica economica degli stati e la nascita dell economia come scienza. Fisiocrazia e liberismo. PROGRAMMA SVOLTO DI STORIA CLASSE IV B geo A.S. 2010-2011 DOCENTE: CRISTINA FORNARO L antica aspirazione alla riforma della Chiesa. La riforma di Lutero. La diffusione della riforma in Germania e in Europa.

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

Discorso di apertura

Discorso di apertura 3 Incontro delle IUS Discorso di apertura Roma, 13 luglio 2001 Luc Van Looy, sdb Iniziamo un incontro che si trova tra memoria e futuro, in un punto importante della storia umana e della congregazione

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Lab 1 Turismo incontri con gli specialisti

Lab 1 Turismo incontri con gli specialisti Lab 1 Turismo incontri con gli specialisti Carlo Marcetti 63 Anni, Olbia. Economista Impuro. Tutto ha un costo. Un peso specifico. Un influenza. Che il sistema da osservare sia l individuo, il suo microcosmo,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

Inserto. Diocesi. insieme. Pastorale Scolastica e Insegnamento della Religione Cattolica RELIGIONE A SCUOLA. PERCHÉ?

Inserto. Diocesi. insieme. Pastorale Scolastica e Insegnamento della Religione Cattolica RELIGIONE A SCUOLA. PERCHÉ? Inserto insieme Diocesi Pastorale Scolastica e Insegnamento della Religione Cattolica RELIGIONE A SCUOLA. PERCHÉ? INSERTO Il Servizio Diocesano per la Pastorale Scolastica e il Servizio Diocesano per l

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Scrivere o digitare? Questo è il problema

Scrivere o digitare? Questo è il problema Scrivere o digitare? Questo è il problema Alla carta stampata si è affiancato un fedele compagno: il web. Libro ed E-Book, lettera ed e-mail: la loro sarà convivenza o antagonismo? 1 / 6 Tempo addietro,

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES Pier Francesco Asso ECONOMIA SICILIANA Si illustrano alcuni risultati del IV rapporto di ricerca della Fondazione RES dedicato

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Ciao a tutti! Volevo come scritto sul gruppo con questo file spiegarvi cosa è successo perché se non ho scelto la cucciola senza pedigree e controlli (e come sto per spiegare non solo) è anche grazie ai

Dettagli

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24

Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Istituto Tecnico per Geometri Genga Via Nanterre - 61100 Pesaro (PU) Programma svolto di Storia (A.S. 2013-2014) Classe: IV D n alunni: 24 Docente: Prof.ssa Mariotti Maria Adele Libri di testo adottati

Dettagli

Il cammino del Volontario AVULSS VIVERE LA RESPONSABILITÀ L UOMO COME FINE NELLA SOCIETÀ DEI VALORI. QUALI RESPONSABILITÀ SOCIALI?

Il cammino del Volontario AVULSS VIVERE LA RESPONSABILITÀ L UOMO COME FINE NELLA SOCIETÀ DEI VALORI. QUALI RESPONSABILITÀ SOCIALI? Federazione CONVEGNO NAZIONALE 2006 San Giovanni Rotondo 18-19 novembre 2006 Il cammino del Volontario AVULSS VIVERE LA RESPONSABILITÀ L UOMO COME FINE NELLA SOCIETÀ DEI VALORI. QUALI RESPONSABILITÀ SOCIALI?

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Il mondo diviso. Francesco Ciafaloni

Il mondo diviso. Francesco Ciafaloni Menu Il mondo diviso Francesco Ciafaloni 30 gennaio 2016 Sezione: Mondo, Società Oggi circa l 80% della popolazione del mondo possiede solo il 6% della ricchezza. Circa il 61% non ha un contrattto di lavoro

Dettagli

TORINO LA MIA CITTÀ 3 - CONOSCERE L'ITALIA M E I C MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE ELEMENTI DI STORIA MODERNA PER DONNE MAGHREBINE

TORINO LA MIA CITTÀ 3 - CONOSCERE L'ITALIA M E I C MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE ELEMENTI DI STORIA MODERNA PER DONNE MAGHREBINE MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 3 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI STORIA MODERNA PER DONNE MAGHREBINE LIVELLO 1 - EDIZIONE 2012 M E I C MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE Gruppo di

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli