Le tipologie di musei scientifici. I musei naturalistici

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le tipologie di musei scientifici. I musei naturalistici"

Transcript

1 Le tipologie di musei scientifici I musei naturalistici

2 Scopo e funzioni dei musei naturalistici Conoscenza delle varie componenti presenti sulla Terra Comprensione della storia della biodiversità Studio delle relazioni tra le società e gli ambienti naturali e artificiali Conservare le collezioni, gestirle, arricchirle, studiarle e metterle in mostra a scopo didattico e di diffusione delle conoscenze. Le collezioni naturalistiche possono essere costituite da oggetti inanimati o da esemplari del mondo vivente

3 Origine: prime raccolte dei Secoli XV e XVII Sviluppo: soprattutto nel XIX Secolo Trasformazione da luoghi di studio personale a luoghi aperti al pubblico Enormi quantità di esemplari delle specie più diverse, raccolte spesso in occasione dei viaggi e delle grandi esplorazioni, messe a disposizione dei visitatori

4 In tempi recenti anche i musei di storia naturale hanno subìto una profonda trasformazione e modernizzazione. Nuove tecniche di organizzazione e di presentazione del materiale sono state introdotte, con l uso di tecnologie nuove. Questo ha prodotto, insieme ad un interesse rinnovato per le tematiche in questione, un aumento generalizzato di queste tipologie di musei, e un rinnovamento di quelli già esistenti.

5 Oltre ai musei naturalistici di tipo generale, sono state create esposizioni o piccoli musei su temi specifici. In parallelo alla creazione o rinnovamento dei musei naturalistici, si è diffusa maggiormente un attività didattica e divulgativa legata a queste tematiche, con la realizzazione e l animazione di laboratori didattici, visite, seminari, e in generale un rinnovato interesse per la presentazione e l utilizzo di questo materiale.

6 Doppia funzione dei musei naturalistici, nel passato spesso svolta dalle stesse persone: ricerca scientifica diffusione delle conoscenze acquisite Nella situazione attuale si è avuta una separazione tra la funzione di ricerca scientifica e quella di divulgazione e didattica.

7 Progressivo cambiamento del pubblico dei visitatori da adulto in giovanile Venir meno delle attività di ricerca e di diffusione delle conoscenze scientifiche specializzate a favore della diffusione al pubblico giovanile e scolastico. Trasformazione in alcuni casi in parchi di divertimento per ragazzi, con forte attenzione dedicata al gioco.

8 Ruolo dei piccoli musei rispetto alle grandi istituzioni museali: I grandi musei naturalistici hanno delle possibilità enormemente maggiori rispetto a quelle dei piccoli musei; ad esempio hanno la possibilità di condurre anche ricerche scientifiche di grande rilievo, cosa normalmente preclusa alle piccole strutture. Tuttavia esistono alcuni punti a favore dei piccoli musei naturalistici.

9 Staff dei piccoli musei con competenze più ad ampio spettro, (numero ridotto di unità di personale). Costituito da persone con una maggiore conoscenza dei problemi locali. Coinvolgimento maggiore in attività di divulgazione e didattica su base locale. Le collezioni dei piccoli musei, pur se di ampiezza limitata, possono avere un interesse storico locale notevole, legato allo sviluppo e alle modifiche di quel particolare territorio. Possibilità di organizzare più facilmente mostre temporanee dedicate al territorio.

10 Musei naturalistici: Grandi Musei di storia naturale Orti Botanici Acquari Parchi zoologici Musei specialistici di scienze naturali

11 I grandi Musei di Storia Naturale Grandi strutture, con gestione spesso nazionale Comprendono una varietà di collezioni nei vari settori delle scienze naturali Hanno a disposizione non soltanto materiale di tipo generale, molto completo, ma anche raccolte specialistiche in settori particolari, in grado di competere con i musei naturalistici specializzati

12 Origine: tra il XVIII e il XIX Secolo, soprattutto in Europa Esempio: Museo di Storia Naturale di Vienna, 1749

13 Il Museo di Storia Naturale di Vienna Parte da una collezione di circa oggetti, e ampliato nel corso del tempo con donazioni o raccolte effettuate appositamente da spedizioni scientifiche, fino a circa 20 milioni di oggetti Sezioni di mineralogia e petrologia, geologia, paleontologia, botanica, zoologia, antropologia, preistoria, etnologia, ecologia. Alcune di queste Sezioni si sono sviluppate talmente da dar luogo nel corso del tempo a musei separati, con una loro fisionomia e proprie collezioni.

14

15

16

17

18

19

20

21 Musei generali di Storia Naturale esistono in tutte le principali città europee nonché negli Stati Uniti e in altri Continenti...

22

23 Questi grandi musei sono in genere organizzati intorno a collezioni molto ricche e il più possibile complete delle varie specie, collezioni che molto spesso sono state raccolte nel corso dei secoli e che hanno un valore storico intrinseco esse stesse.

24 Il Museo di Storia Naturale di Milano

25

26

27

28

29

30

31

32

33

34

35

36

37

38

39

40

41

42

43

44 Il Museo di Storia Naturale di Ginevra

45

46

47

48

49

50

51

52

53

54

55

56

57

58

59

60

61

62

63

64

65 Musei realizzati negli ultimi anni sono stati organizzati anche in base ad altre possibilità, privilegiando dei temi specifici o di attualità piuttosto che la classificazione standard degli oggetti delle collezioni o tematiche di uso generale.

66 La Gallery of Life, posta al centro del nuovo Museo di Melbourne, è organizzata intorno a cinque grandi ambienti o zone: l acqua, la terra, il clima, il fuoco, l ambiente umano. Il Museo Darwin di Mosca si è strutturato sulle seguenti tematiche: la biosfera, le tappe della conoscenza della natura, la microevoluzione, la correlazione tra le specie negli ecosistemi, la macroevoluzione, le relazioni tra l uomo e la natura. Altre possibili tematiche, utilizzate da altri Musei o dallo stesso Museo Darwin in allestimenti precedenti, sono: l origine dell uomo, la storia dell evoluzione, l evoluzione del comportamento,

67 L attività svolta dai musei di storia naturale Conservazione delle specie e loro presentazione Lavoro di ricerca e studio Attività editoriale di ampio respiro, con monografie, riviste periodiche, pubblicazioni specialistiche, cataloghi delle raccolte, opere divulgative, prodotti multimediali Attività divulgativa e didattica, rivolta con sempre maggiore attenzione al pubblico giovanile

68 Ad esempio il Museo viennese di storia naturale, pubblica dal 1886 una rivista periodica, gli Annalen das Naturhistorische Museums in Wien, che viene stampata in migliaia di copie e inviata a tutte le altre istituzioni museali in regime di scambio,

I DANNI DELL ALLUVIONE NON HANNO FERMATO IL MUSEO GIACOMO DORIA

I DANNI DELL ALLUVIONE NON HANNO FERMATO IL MUSEO GIACOMO DORIA I DANNI DELL ALLUVIONE NON HANNO FERMATO IL MUSEO GIACOMO DORIA Consegnati i lavori di ripristino definitivo dei fondi del Museo civico di Storia naturale. Il bilancio dell attività dopo 260 giorni dai

Dettagli

COMUNE DI ASIAGO Provincia di Vicenza REGOLAMENTO MUSEO DELL ACQUA DI ASIAGO. Approvato con deliberazione di C.C. n. 4 del

COMUNE DI ASIAGO Provincia di Vicenza REGOLAMENTO MUSEO DELL ACQUA DI ASIAGO. Approvato con deliberazione di C.C. n. 4 del COMUNE DI ASIAGO Provincia di Vicenza REGOLAMENTO MUSEO DELL ACQUA DI ASIAGO Approvato con deliberazione di C.C. n. 4 del 05.03.2009 1 Art. 1 Istituzione Art. 2 Sede Art. 3 Titolarità Art. 4 Finalità Art.

Dettagli

Università degli Studi di BOLOGNA 68/S - Classe delle lauree specialistiche in scienze della natura CONSERVAZIONE E GESTIONE DEL PATRIMONIO NATURALE

Università degli Studi di BOLOGNA 68/S - Classe delle lauree specialistiche in scienze della natura CONSERVAZIONE E GESTIONE DEL PATRIMONIO NATURALE Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BOLOGNA Data del DM di approvazione del ordinamento 01/10/2002 didattico Data del DR di emanazione del ordinamento 04/03/2003

Dettagli

L'educazione scientifica: la nuova offerta didattica dell'orto Botanico dell'università di Siena Dr Ilaria Bonini, Museo Botanico - Dipartimento di

L'educazione scientifica: la nuova offerta didattica dell'orto Botanico dell'università di Siena Dr Ilaria Bonini, Museo Botanico - Dipartimento di L'educazione scientifica: la nuova offerta didattica dell'orto Botanico dell'università di Siena Dr Ilaria Bonini, Museo Botanico - Dipartimento di Scienze della vita Via P. A. Mattioli, 4,Università degli

Dettagli

Ufficio affari generali decreto n. 710 prot. n anno 2014 IL RETTORE DECRETA. è emanato il Regolamento del Museo di Storia Naturale come segue:

Ufficio affari generali decreto n. 710 prot. n anno 2014 IL RETTORE DECRETA. è emanato il Regolamento del Museo di Storia Naturale come segue: Pubblicato sull'albo Ufficiale (n. 4811) dal 8 agosto 2014 al 8 settembre 2014 Ufficio affari generali decreto n. 710 prot. n. 63415 anno 2014 IL RETTORE VISTO il vigente Statuto dell Università degli

Dettagli

2015/2016. Proposte. OSSERVARE L'ARTE ATTRAVERSO LA SCIENZA PERCORSI EDUCATIVI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO

2015/2016. Proposte. OSSERVARE L'ARTE ATTRAVERSO LA SCIENZA PERCORSI EDUCATIVI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO Proposte 2015/2016 PERCORSI EDUCATIVI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO DEL NOSTRO TERRITORIO *** OSSERVARE L'ARTE ATTRAVERSO LA SCIENZA Natour@rte PROGETTTO Natour@arte Il progetto natur@rte

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA PIANI DI STUDIO SCIENZE ANNO SCOLASTICO 2010/2011

SCUOLA PRIMARIA PIANI DI STUDIO SCIENZE ANNO SCOLASTICO 2010/2011 SCUOLA PRIMARIA PIANI DI STUDIO SCIENZE ANNO SCOLASTICO 2010/2011 CLASSE PRIMA Osservare e descrivere fenomeni appartenenti alla realtà naturale e agli aspetti della vita quotidiana. Acquisire consapevolezza

Dettagli

CASA DELLA CULTURA W. A. MOZART IL CENTRO INTERCULTURALE DI TORINO

CASA DELLA CULTURA W. A. MOZART IL CENTRO INTERCULTURALE DI TORINO IL CENTRO INTERCULTURALE DI TORINO Aperto nel 1996 all interno del Settore Spettacolo, Manifestazioni e Formazione Culturale della Città di Torino, è un luogo di confronto, conoscenza, formazione e scambio

Dettagli

PlayEnergy: capire l energia con gli strumenti della scienza. Milano, 25 novembre 2009

PlayEnergy: capire l energia con gli strumenti della scienza. Milano, 25 novembre 2009 PlayEnergy: capire l energia con gli strumenti della scienza Milano, 25 novembre 2009 PlayEnergy Nasce da una esigenza della scuola: formazione sui temi dell energia e promozione della scienza Progetto

Dettagli

Il termine museo deriva dal greco antico mouseion, la casa delle Muse, figlie di Zeus e protettrici delle arti e delle scienze.

Il termine museo deriva dal greco antico mouseion, la casa delle Muse, figlie di Zeus e protettrici delle arti e delle scienze. Il termine museo deriva dal greco antico mouseion, la casa delle Muse, figlie di Zeus e protettrici delle arti e delle scienze. Il Museo di Alessandria, sorto nell antica Grecia, prima della nascita di

Dettagli

Protocollo d intesa LA SCUOLA VA A BORDO

Protocollo d intesa LA SCUOLA VA A BORDO Comune di Napoli USR Campania Ministero Infrastrutture e Trasporti Direzione Marittima della Campania Autorità Portuale di Napoli CNR ISSM, ICB, IAMC Istituto Italiano di Navigazione Stazione Zoologica

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. un museo per capire. Museo di Storia Naturale. di Firenze. Università degli Studi

Università degli Studi di Firenze. un museo per capire. Museo di Storia Naturale. di Firenze. Università degli Studi Università degli Studi di Firenze un museo per capire Storia Naturale Museo di di Firenze Università degli Studi Museo di Storia Naturale Museo di Storia Naturale Via La Pira, 4 - Firenze Testi di Flaviano

Dettagli

Le pietre raccontano. Istituzione scolastica capofila: Liceo classico - psicopedagogico Giulio Cesare - Manara Valgimigli di Rimini

Le pietre raccontano. Istituzione scolastica capofila: Liceo classico - psicopedagogico Giulio Cesare - Manara Valgimigli di Rimini Le pietre raccontano Istituzione scolastica capofila: Liceo classico - psicopedagogico Giulio Cesare - Manara Valgimigli di Rimini Museo: Musei comunali di Rimini Altri partner: Scuola primaria Edmondo

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MUSEO DELLA STORIA DEL GENOA

REGOLAMENTO DEL MUSEO DELLA STORIA DEL GENOA REGOLAMENTO DEL MUSEO DELLA STORIA DEL GENOA PREMESSA Il presente regolamento disciplina l organizzazione e il funzionamento del Museo denominato Museo della Storia del Genoa. Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE

Dettagli

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA

GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA GIUNTA COMUNALE DI BRESCIA N. 294-24.5.2016 OGGETTO: Area Tutela Ambientale, Verde, Sostenibilità e Protezione Civile. Settore Sostenibilità Ambientale e Scienze Naturali. Comunicazione in merito alle

Dettagli

Classe delle lauree magistrali in Conservazione e restauro dei beni culturali

Classe delle lauree magistrali in Conservazione e restauro dei beni culturali Classe delle lauree magistrali in Conservazione e restauro dei beni culturali Versione approvata dal CUN OBIETTIVI FORMATIVI QUALIFICANTI I laureati nei corsi di laurea magistrale della classe devono:

Dettagli

Musei ed istituzioni similari per provincia. Anno 2005 (valori assoluti e percentuali).

Musei ed istituzioni similari per provincia. Anno 2005 (valori assoluti e percentuali). Musei ed istituzioni similari per provincia. Provincia Totale % Massa-Carrara 14 2,6 Lucca 44 8,2 Pistoia 39 7,2 Firenze 140 26,0 Prato 17 3,2 Livorno 38 7,1 Pisa 61 11,3 Arezzo 56 10,4 Siena 84 15,6 Grosseto

Dettagli

: dieci anni di Piccoli Grandi Musei

: dieci anni di Piccoli Grandi Musei 2005-2014: dieci anni di Piccoli Grandi Musei Un programma di lungo periodo per la razionalizzazione, la valorizzazione e gestione in rete dell offerta culturale dei sistemi locali Network Sviluppo progetti

Dettagli

BREVE STORIA DELLO STAGE NATURALISTICO NEL PARCO DELLE MADONIE

BREVE STORIA DELLO STAGE NATURALISTICO NEL PARCO DELLE MADONIE BREVE STORIA DELLO STAGE NATURALISTICO NEL PARCO DELLE MADONIE DIPARTIMENTO DI SCIENZE NATURALI DEL CANNIZZARO e DOTT. ANTONIO MIRABELLA (Studio di Consulenze Naturalistiche e Ambientali) NATURA DELL INTERVENTO

Dettagli

Collective Conversations - The Manchester Museum Un caso di successo nello sviluppo di nuovi pubblici d origine straniera

Collective Conversations - The Manchester Museum Un caso di successo nello sviluppo di nuovi pubblici d origine straniera Progetto Con nuove culture Ufficio Cultura Italiana Ripartizione cultura italiana della Provincia Autonoma di Bolzano Collective Conversations - The Manchester Museum Un caso di successo nello sviluppo

Dettagli

Hourglass - Diamo tempo alla Scienza (Chi siamo)

Hourglass - Diamo tempo alla Scienza (Chi siamo) Hourglass - Diamo tempo alla Scienza (Chi siamo) Nasce per colmare la distanza tra il mondo medicoscientifico accademico e quello dei cittadini. E un progetto che prende vita per parlare di scienza, spiegarla,

Dettagli

PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: IIA

PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: IIA PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: IIA DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA La geografia

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome RESTUCCIA VALERIA Indirizzo VIA CORTILE SAMPOLO N.9 PALREMO 90143 Telefono 0924 35108 Fax 0924 35752 E-mail

Dettagli

PERCORSO MUSEALE IN DANIMARCA E SVEZIA

PERCORSO MUSEALE IN DANIMARCA E SVEZIA PERCORSO MUSEALE IN DANIMARCA E SVEZIA considerazioni e riflessioni dei partecipanti 6-8 SETTEMBRE 2013 Conoscere Condividere Riflettere Cogliere la realtà museale scientifica, e non solo, della Danimarca

Dettagli

Biblioteca Comunale di Collecchio. Carta della Collezione

Biblioteca Comunale di Collecchio. Carta della Collezione Biblioteca Comunale di Collecchio Carta della Collezione 1. Introduzione La Carta della collezione esplicita i criteri che concorrono alla formazione, alla conservazione e allo sviluppo della collezione

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1585

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1585 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1585 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore DE LILLO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 21 MAGGIO 2009 Dichiarazione dell interesse nazionale del Bioparco di Roma

Dettagli

La valorizzazione della biodiversità in Liguria con i fondi strutturali

La valorizzazione della biodiversità in Liguria con i fondi strutturali Provincia di Savona Servizio Parchi e Aree Protette La valorizzazione della biodiversità in Liguria con i fondi strutturali 2000-2006 VALORIZZAZIONE DELLE ZONE UMIDE COSTIERE DELLA PROVINCIA DI SAVONA

Dettagli

scienza didattica comunicazione educazione gioco

scienza didattica comunicazione educazione gioco scienza didattica comunicazione educazione gioco FaunaViva si occupa da circa quindici anni di tutela e valorizzazione della natura e dell ambiente, promuovendo la cultura naturalistica ed ecologica sia

Dettagli

MUSEsplorandO: processi e tecnologie per una didattica in ambiente museale IL PROGETTO. Flaviano Fanfani

MUSEsplorandO: processi e tecnologie per una didattica in ambiente museale IL PROGETTO. Flaviano Fanfani MUSEsplorandO: processi e tecnologie per una didattica in ambiente museale IL PROGETTO Flaviano Fanfani La Scienza in pochi click!! Tutte le opportunita o eventi che ti aiutano a viaggiare nel meraviglioso

Dettagli

Fonte Eurostat Investimento pubblico in ricerca e sviluppo

Fonte Eurostat Investimento pubblico in ricerca e sviluppo Fonte Eurostat 2005 Investimento pubblico in ricerca e sviluppo 1 Nel 2006, la Cina è al secondo posto tra i Paesi che investono più risorse in ricerca e sviluppo 2 Investimenti in conoscenza vs PIL, sono

Dettagli

PROPOSTE DIDATTICHE

PROPOSTE DIDATTICHE MUSEO ORNITOLOGICO F. FOSCHI PROPOSTE DIDATTICHE 2012-2013 - ATTIVITA DIDATTICHE DI BASE - ATTIVITA DIDATTICHE DI APPROFONDIMENTO - ATTIVITA DIDATTICHE nel PARCO NAZIONALE FORESTE CASENTINESI - USCITE

Dettagli

Progetti didattici per le scuole

Progetti didattici per le scuole Parlando di MARE Progetti didattici per le scuole 2016-2017 Fondazione Cetacea Onlus Centro di Educazione Ambientale Via Torino 7/A- 47838 Riccione Tel.e fax 0541/691557 www.fondazionecetacea.org e-mail:

Dettagli

PROF. Silvia Tiribelli MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: II D

PROF. Silvia Tiribelli MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: II D PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. Silvia Tiribelli MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: II D DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA La geografia

Dettagli

Struttura Agricoltura e Tutela del Territorio

Struttura Agricoltura e Tutela del Territorio Bando di Gara per l affidamento del Servizio coordinamento, del Servizio di Educazione alla Sostenibilità e del Servizio di gestione dei Centri di Educazione alla Sostenibilità del Ceas Valle del Panaro

Dettagli

Regolamento di PALAZZO LOMELLINI Arte Contemporanea

Regolamento di PALAZZO LOMELLINI Arte Contemporanea Regolamento di PALAZZO LOMELLINI Arte Contemporanea Deliberazione Consiglio Comunale n. 70 del 14/07/2014 Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE PALAZZO LOMELLINI Arte Contemporanea, già Civica Galleria d Arte Contemporanea,

Dettagli

SINDACO/ASSESSORE Dr.ssa Mara Enrica SCAGNI

SINDACO/ASSESSORE Dr.ssa Mara Enrica SCAGNI SINDACO/ASSESSORE Dr.ssa Mara Enrica SCAGNI AREA SERVIZI ALLA PERSONA Dott. Gianni MOGNI DIREZIONE CULTURA E TURISMO Dott. Giulio MASSOBRIO SERVIZIO MUSEI CIVICI PROGRAMMA P0014 Sistema Musei PROGETTI

Dettagli

MUSEI, AREE ARCHEOLOGICHE E MONUMENTI IN PIEMONTE NEL 2015

MUSEI, AREE ARCHEOLOGICHE E MONUMENTI IN PIEMONTE NEL 2015 MUSEI, AREE ARCHEOLOGICHE E MONUMENTI IN PIEMONTE NEL 2015 I MUSEI, LE AREE ARCHEOLOGICHE E I MONUMENTI IN PIEMONTE NEL 2015 In questo documento vengono presentati in forma sintetica dati e informazioni

Dettagli

INTERVENTO 5- ACCESSO BENE PATRIMONIALE - L'ERBARIO DI SAINT-OYEN

INTERVENTO 5- ACCESSO BENE PATRIMONIALE - L'ERBARIO DI SAINT-OYEN INTERVENTO 5- ACCESSO BENE PATRIMONIALE - L'ERBARIO DI SAINT-OYEN Nell ambito dell azione integrata diretta a valorizzare l alimentazione tradizionale un elemento interessante è la possibilità di allestire

Dettagli

science centre immaginario scientifico

science centre immaginario scientifico science centre immaginario scientifico il museo della scienza interattivo e multimediale del friuli venezia giulia se la scienza diventa gioco, allora sei all Immaginario Scientifico Comunicare la scienza

Dettagli

Il Museo del Cielo e della Terra

Il Museo del Cielo e della Terra STRALCIO DALLA RELAZIONE A CONSUNTIVO delle ATTIVITA 28, REDATTO A CURA DELL ASSOCIAZIONE CENTRO AGRICOLTURA AMBIENTE CON SEDE IN CREVALCORE, A CUI E AFFIDATA LA GESTIONE DELLE ATTIVITA DIDATTICHE, PROGETTUALITA

Dettagli

SUA-RD Quadro A1 OBIETTIVI DI RICERCA DEL DIPARTIMENTO

SUA-RD Quadro A1 OBIETTIVI DI RICERCA DEL DIPARTIMENTO DIPARTIMENTO SOCIOLOGIA E DIRITTO DELL ECONOMIA PAG. 1/5 Nella pianificazione dei propri obiettivi di miglioramento, il di Sociologia e Diritto dell Economia per il triennio 2015-2017, si allinea al Piano

Dettagli

Luca Bartolozzi. Sezione di Zoologia Museo di Storia Naturale Università di Firenze

Luca Bartolozzi. Sezione di Zoologia Museo di Storia Naturale Università di Firenze CETAF come buona pratica dell Unione Europea Luca Bartolozzi Sezione di Zoologia Museo di Storia Naturale Università di Firenze Il Protocollo di Nagoya e le risorse genetiche: accesso, utilizzo e ripartizione

Dettagli

La galleria dei Cetacei, le gallerie dei Dinosauri e dei Monti Pisani

La galleria dei Cetacei, le gallerie dei Dinosauri e dei Monti Pisani Alternanza scuola-lavoro 2017/2018 Progetto ASKME Servizio di accoglienza ai visitatori presso il Museo di Storia Naturale Giornate di formazione sui contenuti disciplinari delle esposizioni La galleria

Dettagli

Regolamento del Sistema Museale di Ateneo (SiMuA)

Regolamento del Sistema Museale di Ateneo (SiMuA) Regolamento del Sistema Museale di Ateneo (SiMuA) Art. 1 Definizione Il Sistema Museale di Ateneo, ai sensi dell articolo 25 ter dello Statuto di Ateneo, è l insieme coordinato delle strutture destinate

Dettagli

Destinatari: 1 classe Il programma è consigliato per tutti i livelli di istruzione

Destinatari: 1 classe Il programma è consigliato per tutti i livelli di istruzione Laboratorio Ali nel blu Tematica: Biodiversità Migliorare la capacità di osservazione della biodiversità selvatica Favorire la conoscenza e il rispetto della biodiversità Sensibilizzare sui problemi derivanti

Dettagli

Prof. Simona Rinaldi. Musei e critica d arte

Prof. Simona Rinaldi. Musei e critica d arte Prof. Simona Rinaldi Musei e critica d arte Lezioni: orari e aule Lunedì e Mercoledì, ore10,30-12 Aula 4 Venerdì, ore 12-13,30 Aula 5 con lezioni e sopralluoghi con la collaborazione del dott. Fulvio Ricci

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI CULTURALI E DI SPETTACOLO Processo Tutela, valorizzazione, conservazione e gestione dei beni

Dettagli

L attività dell Archivio della Produzione Editoriale lombarda. Maddalena Prina

L attività dell Archivio della Produzione Editoriale lombarda. Maddalena Prina L attività dell Archivio della Produzione Editoriale lombarda Maddalena Prina Legge n. 106/2004 Legge n. 106/2004 ha stabilito che, allo scopo di conservare la memoria della cultura e della vita sociale

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN PALEOBIOLOGIA E STORIA DELLA VITA

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN PALEOBIOLOGIA E STORIA DELLA VITA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN PALEOBIOLOGIA E STORIA DELLA VITA 1. Il presente Regolamento specifica gli aspetti organizzativi del corso di laurea specialistica in Paleobiologia e storia

Dettagli

Istituto Comprensivo di Sissa Trecasali Allegato 2.E al Piano Triennale dell Offerta Formativa 2016/19 CURRICOLO DI SCIENZE SCUOLA DELL INFANZIA

Istituto Comprensivo di Sissa Trecasali Allegato 2.E al Piano Triennale dell Offerta Formativa 2016/19 CURRICOLO DI SCIENZE SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO DI SCIENZE SCUOLA DELL INFANZIA OBIETTIVI FORMATIVI TRAGUARDI Obiettivi riferiti all intero percorso della scuola dell infanzia OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO COMPETENZE Osservare con attenzione

Dettagli

REGOLAMENTO MUSEI CIVICI "LUIGI BARNI" DI VIGEVANO

REGOLAMENTO MUSEI CIVICI LUIGI BARNI DI VIGEVANO CITTA DI VIGEVANO * * * REGOLAMENTO MUSEI CIVICI "LUIGI BARNI" DI VIGEVANO Approvato con Deliberazione di C.C. n. 6 del 17/02/2011 1 TITOLO I - Status giuridico ART. 1 I Musei Civici Luigi Barni di Vigevano

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 CORSO DI LAUREA INTERCLASSE IN LETTERE E BENI CULTURALI Insegnamento MUSEOLOGIA E CRITICA DELL ARTE E DEL RESTAURO Docente ANNALISA DI ZANNI S.S.D. dell insegnamento

Dettagli

Istituto Carlo Alberto Biggini

Istituto Carlo Alberto Biggini PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA SCUOLA DI RESTAURO E DI UN MUSEO DELL ARTIGLIERIA E DEI MEZZI CORAZZATI LE RAGIONI DELLA SCELTA La situazione italiana in rapporto alla raccolta ed alla conservazione

Dettagli

I mai visti di Marino col pennello, il museo di Pistoia svela il proprio asso della manica

I mai visti di Marino col pennello, il museo di Pistoia svela il proprio asso della manica Pagina 1 di 5 I mai visti di Marino col pennello, il museo di Pistoia svela il proprio asso della manica Pistoia riscopre la passione di Marino Marini per la pittura. Se a Palazzo Fabroni l omaggio alla

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI - L'AQUILA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI - L'AQUILA CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO DI DOTTORATO DI RICERCA IN ARCHEOLOGIA MEDIOEVALE: strutture della società, insediamenti ed organizzazione del territorio, attività produttive ELENCO TEMI XIV CICLO Tema

Dettagli

Protocollo di intesa. tra. la Provincia di Ancona. l Associazione Sistema Museale della Provincia di Ancona. l Ufficio Scolastico Regionale

Protocollo di intesa. tra. la Provincia di Ancona. l Associazione Sistema Museale della Provincia di Ancona. l Ufficio Scolastico Regionale Protocollo di intesa tra la Provincia di Ancona l Associazione Sistema Museale della Provincia di Ancona l Ufficio Scolastico Regionale la Regione Marche per l organizzazione e gestione dei laboratori

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ALIGHIERI - TANZI MOLA DI BARI ANNO SCOLASTICO 2011/1012

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ALIGHIERI - TANZI MOLA DI BARI ANNO SCOLASTICO 2011/1012 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ALIGHIERI - TANZI MOLA DI BARI ANNO SCOLASTICO 2011/1012 ASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO (Scienze, Geografia, Tecnologia, Scienze Motorie) L asse scientifico-tecnologico ha l

Dettagli

www.scienzenaturali.unimore.it Il Corso di Laurea in Scienze Naturali fornisce allo studente un elevata conoscenza interdisciplinare DELLA NATURA DELL AMBIENTE DEL PAESAGGIO A chi è rivolto il Corso di

Dettagli

Soggetto ospitante Museo civico di Storia Naturale e Archeologia di Montebelluna

Soggetto ospitante Museo civico di Storia Naturale e Archeologia di Montebelluna Percorso in Alternanza Scuola-Lavoro n.1 percorso orientativo Il percorso prevede attività diversificate con l'obiettivo di evidenziare le tante sfaccettature dei compiti di un museo. affiancamento alle

Dettagli

Programma eventi Musei in Musica. Sapienza Università di Roma. Piazzale Aldo Moro 5. Sabato, 21 novembre 2015

Programma eventi Musei in Musica. Sapienza Università di Roma. Piazzale Aldo Moro 5. Sabato, 21 novembre 2015 Programma eventi Musei in Musica Sapienza Università di Roma Piazzale Aldo Moro 5 Sabato, 21 novembre 2015 INGRESSO LIBERO PARCHEGGIO GRATUITO INFO: Sapienza Università di Roma Settore eventi celebrativi

Dettagli

20-22 marzo 2015 ModenaFiere

20-22 marzo 2015 ModenaFiere studioilgranello.it 12 20-22 marzo 2015 ModenaFiere eco vacanze e natura laboratori didattici arte e cultura food viaggi formato famiglia sport e animazione bici, turismo ed escursionismo incontri B2B

Dettagli

Scegli il contemporaneo!

Scegli il contemporaneo! Scegli il contemporaneo! è un progetto culturale continuativo a cura di Senza titolo, dedicato alla città di Roma, pensato per il pubblico italiano e straniero che desidera intraprendere un percorso di

Dettagli

OFFERTA DIDATTICA PER LE SCUOLE

OFFERTA DIDATTICA PER LE SCUOLE OFFERTA DIDATTICA PER LE SCUOLE LA MOSTRA 14 OTTOBRE - 17 DICEMBRE 2017 PALAZZO DEL GOVERNATORE Piazza Giuseppe Garibaldi 2, Parma La conoscenza della struttura dei corpi viventi, in particolare quella

Dettagli

Mostra temporanea. Tanzio a Napoli. Caravaggio e la sua cerchia 25 ottobre gennaio 2015

Mostra temporanea. Tanzio a Napoli. Caravaggio e la sua cerchia 25 ottobre gennaio 2015 Mostra temporanea Tanzio a Napoli. Caravaggio e la sua cerchia 25 ottobre 2014-16 gennaio 2015 Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie

Dettagli

Progetto Educazione Ambientale

Progetto Educazione Ambientale ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Ottavio Gravina De Cruyllas con annesso Istituto Comprensivo Statale Giovanni Verga (D. A. n. 806 del 06-03-2012) R A M A C C A ( C T ) Progetto Educazione Ambientale Insegnante

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1780 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore AMATO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 3 SETTEMBRE 2007 (*) Istituzione del Museo del Risorgimento di Firenze (*)

Dettagli

DECRETO RETTORALE N Prot. n IL R E TTOR E

DECRETO RETTORALE N Prot. n IL R E TTOR E Prot. n. 87418 IL R E TTOR E DECRETO RETTORALE N. 252 VISTA la Legge 30 dicembre 2010, n. 240, Norme in materia di organizzazione delle università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega

Dettagli

Classe delle lauree in Scienze dell'educazione e della formazione

Classe delle lauree in Scienze dell'educazione e della formazione Classe delle lauree in Scienze dell'educazione e della formazione Versione approvata dal CUN OBIETTIVI FORMATIVI QUALIFICANTI I laureati nei corsi di laurea della classe devono aver acquisito: * conoscenze

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N Disciplina dei musei del mare. d iniziativa dei senatori SCILIPOTI ISGRÒ e SCOMA XVII LEGISLATURA

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N Disciplina dei musei del mare. d iniziativa dei senatori SCILIPOTI ISGRÒ e SCOMA XVII LEGISLATURA Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 1220 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori SCILIPOTI ISGRÒ e SCOMA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 20 DICEMBRE 2013 Disciplina dei musei del mare TIPOGRAFIA

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. (Artt. 46 e 47 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000) Il sottoscritto, nato a il residente a (Prov.

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. (Artt. 46 e 47 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000) Il sottoscritto, nato a il residente a (Prov. Mod.1/2013 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (Artt. 46 e 47 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000) Il sottoscritto, nato a il residente a (Prov. di ) Via/Piazza nella sua qualità di in riferimento alla richiesta

Dettagli

PROGRAMMA Programma Approvata dalla AG 2014_01_10 RETE ALPINA DELLE AREE PROTETTE ALPARC

PROGRAMMA Programma Approvata dalla AG 2014_01_10 RETE ALPINA DELLE AREE PROTETTE ALPARC PROGRAMMA 2014-2015 Il contributo di ALPARC alla rete globale delle aree protette: biodiversità, connettività ecologica, cambiamento climatico e sviluppo regionale Programma 2014-2015 Approvata dalla AG

Dettagli

COMPETENZA DISCIPLINARE: SCIENZE

COMPETENZA DISCIPLINARE: SCIENZE SCUOLA PRIMARIA Classe Prima Osservare e descrivere fenomeni appartenenti alla realtà naturale e agli aspetti della vita Acquisire consapevolezza dei propri sensi e utilizzarli nell esplorazione della

Dettagli

REGOLAMENTO DI NATURA MUSEO RAVENNATE DI SCIENZE NATURALI ALFREDO BRANDOLINI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO DI NATURA MUSEO RAVENNATE DI SCIENZE NATURALI ALFREDO BRANDOLINI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO DI NATURA MUSEO RAVENNATE DI SCIENZE NATURALI ALFREDO BRANDOLINI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 - GENERALITÀ 1.1 Il presente regolamento stabilisce le finalità e i principi di funzionamento

Dettagli

conoscere e riconoscere i FIORI del Friuli Venezia Giulia Lezioni di Cultura Alpina 4^ edizione

conoscere e riconoscere i FIORI del Friuli Venezia Giulia Lezioni di Cultura Alpina 4^ edizione conoscere e riconoscere i FIORI del Friuli Venezia Giulia Lezioni di Cultura Alpina 4^ edizione Presentazione Il Friuli Venezia Giulia è una regione ricca di biodiversità, con territori naturali molto

Dettagli

Mostre temporanee Settembre Gennaio 2014

Mostre temporanee Settembre Gennaio 2014 Mostre temporanee Settembre 2013 - Gennaio 2014 Percorsi didattico-museali e formazione agli insegnanti gratuiti per le scuole dell infanzia, primarie e secondarie ANNO SCOLASTICO 2013-2014 A cura di Un

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SCIENZE CLASSI SECONDE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SCIENZE CLASSI SECONDE Istituto di Formazione Professionale Alberghiero di ROVERETO-LEVICO TERME SEDE DI ROVERETO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SCIENZE CLASSI SECONDE INSEGNANTI: COLANTUONO EMANUELA D INCAL ALESSANDRO DI STASIO

Dettagli

Via Francigena ENTRY POINT Un museo multimediale a Lucca per valorizzare il turismo slow e le vie dei pellegrini

Via Francigena ENTRY POINT Un museo multimediale a Lucca per valorizzare il turismo slow e le vie dei pellegrini Via Francigena ENTRY POINT Un museo multimediale a Lucca per valorizzare il turismo slow e le vie dei pellegrini Via Francigena ENTRY POINT è uno spazio multimediale situato a Lucca, comprendente un museo

Dettagli

Carta delle collezioni della Biblioteca regionale di cultura veneta Paola di Rosa Settembrini

Carta delle collezioni della Biblioteca regionale di cultura veneta Paola di Rosa Settembrini Carta delle collezioni della Biblioteca regionale di cultura veneta Paola di Rosa Settembrini *** Presentazione La Carta delle collezioni è lo strumento utilizzato dalle biblioteche per la formazione,

Dettagli

REPORT DELLA MANIFESTAZIONE

REPORT DELLA MANIFESTAZIONE REPORT DELLA MANIFESTAZIONE Numerosi visitatori di tutte le età hanno animato l iniziativa promossa dal Centro Musei delle Scienze Naturali e Fisiche nell ambito della II Edizione della Settimana del Pianeta

Dettagli

Mantova Galleria Museo Valenti Gonzaga

Mantova Galleria Museo Valenti Gonzaga Mantova Galleria Museo Valenti Gonzaga Mantova Galleria Museo Valenti Gonzaga L antica dimora storica dei Marchesi Valenti Gonzaga, ora Galleria Museo, rappresenta l espressione più ricca del Barocco a

Dettagli

- le opere miscellanee (atti di convegni, scritti in onore) e le miscellanee rilegate in volume

- le opere miscellanee (atti di convegni, scritti in onore) e le miscellanee rilegate in volume Criteri per l'esclusione dal prestito Indice Criteri generali Criteri specifici: Antichistica Filosofia Storia Storia dell Arte In generale sono esclusi dal prestito: - i periodici - le opere di consultazione

Dettagli

MAO MUSEO D ARTE ORIENTALE DI TORINO

MAO MUSEO D ARTE ORIENTALE DI TORINO MAO MUSEO D ARTE ORIENTALE DI TORINO AVVISO DI SELEZIONE PER LA NOMINA DEL DIRETTORE DEL MAO Indice Indice Premessa Governance e Obiettivi Funzioni Natura dell incarico e Requisiti Presentazione della

Dettagli

PROGRAMMARE PER COMPETENZE

PROGRAMMARE PER COMPETENZE LICEO STATALE G. TURRISI COLONNA CATANIA PROGRAMMARE PER COMPETENZE NEI NUOVI INDIRIZZI DI STUDIO Anna Maria Di Falco Bari 16-18 maggio 2011 SCUOLA SECONDARIA I GRADO I BIENNIO III CLASSE OBBLIGO SCOLASTICO

Dettagli

RIPARTIZIONE LEGALE, ATTI NEGOZIALI ED ISTITUZIONALI UFFICIO AFFARI ISTITUZIONALI. D.R. n. 571 IL RETTORE

RIPARTIZIONE LEGALE, ATTI NEGOZIALI ED ISTITUZIONALI UFFICIO AFFARI ISTITUZIONALI. D.R. n. 571 IL RETTORE D.R. n. 571 Oggetto: Emanazione delle Modifiche al Regolamento di funzionamento del Sistema Museale d Ateneo. IL RETTORE VISTA il D.R. n. 1703 del 06/11/2009, con il quale è stato emanato il Regolamento

Dettagli

TEMA 2: EDUCAZIONE AMBIENTALE

TEMA 2: EDUCAZIONE AMBIENTALE Definizione da Wikipedia L'educazione ambientale è il proposito organizzato di insegnare la struttura e l'organizzazione dell'ambiente naturale e, in particolare, educare gli esseri umani a gestire i propri

Dettagli

Bollettino Ufficiale n. 21/I-II del 22/05/2012 / Amtsblatt Nr. 21/I-II vom 22/05/

Bollettino Ufficiale n. 21/I-II del 22/05/2012 / Amtsblatt Nr. 21/I-II vom 22/05/ Bollettino Ufficiale n. 21/I-II del 22/05/2012 / Amtsblatt Nr. 21/I-II vom 22/05/2012 62 79516 Decreti - Parte 1 - Anno 2012 Provincia Autonoma di Trento DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA del 11 maggio

Dettagli

OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA. Anno scolastico

OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA. Anno scolastico ATTIVITA PROPOSTE - visita guidata; - visita guidata a tema; - laboratorio didattico in classe; - laboratorio per scuole d infanzia. OFFERTA DIDATTICA DEL MUSEO DI ZOOLOGIA Anno scolastico 2015-2016 VISITA

Dettagli

Corso di Laurea triennale in BIOLOGIA AA

Corso di Laurea triennale in BIOLOGIA AA Corso di Laurea triennale in BIOLOGIA AA. 2016-17 http://biologia.biologia.unipd.it/ LT in Biologia I sistemi biologici Conservazio ne Complessi tà di forme e funzioni Interazione organismi ambiente Dinamiche

Dettagli

PatER IL NUOVO CATALOGO DEL PATRIMONIO CULTURALE REGIONALE. Fiamma Lenzi

PatER IL NUOVO CATALOGO DEL PATRIMONIO CULTURALE REGIONALE. Fiamma Lenzi PatER IL NUOVO CATALOGO DEL PATRIMONIO CULTURALE REGIONALE Fiamma Lenzi IBC x il Sistema musei dell Emilia-Romagna Bologna - 2 dicembre 2016 Catalogazione promossa da IBC in collaborazione con musei e

Dettagli

Per effettuare le ricerche bibliografiche on line nell'opac SBN:

Per effettuare le ricerche bibliografiche on line nell'opac SBN: BIBLIOTECA AFRICANA BORGHERO Biblioteca Africana P. Borghero Via Borghero, 4-16148 Genova Quarto Tel. 010-307011 - biblioteca(chiocciola)missioni-africane.it http://www.missioni-africane.org/209 Biblioteca_Africana

Dettagli

CITTÀ DI CARMAGNOLA PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 26

CITTÀ DI CARMAGNOLA PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 26 COPIA CITTÀ DI CARMAGNOLA PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 26 OGGETTO: Atto di indirizzo alla Ripartizione Agricoltura per la realizzazione e l allestimento presso il

Dettagli

Intervenire per esprimere idee, pareri.

Intervenire per esprimere idee, pareri. Ordine di scuola Primaria Classe prima Disciplina SCIENZE Competenza chiave europea di riferimento Competenza di base in scienza e tecnologia Imparare ad imparare Traguardi per lo sviluppo della competenza

Dettagli

BOZZA DEL CURRICULO VERTICALE DI EDUCAZIONE DELLA LETTURA: SCUOLA DELL INFANZIA

BOZZA DEL CURRICULO VERTICALE DI EDUCAZIONE DELLA LETTURA: SCUOLA DELL INFANZIA BOZZA DEL CURRICULO VERTICALE DI EDUCAZIONE DELLA LETTURA: SCUOLA DELL INFANZIA 1 COMPETENZE Il piacere e la scelta di leggere - All'interno di un ambiente motivante e stimolante, sviluppare la consapevolezza

Dettagli

STORIE SENZA PAROLE: RACCONTARE I MUSEI ATTRAVERSO LE IMMAGINI

STORIE SENZA PAROLE: RACCONTARE I MUSEI ATTRAVERSO LE IMMAGINI STORIE SENZA PAROLE: RACCONTARE I MUSEI ATTRAVERSO LE IMMAGINI SCUOLA: Liceo artistico Alessandro Serpieri di Rimini MUSEO: Pinacoteca Fernando Gualtieri di Talamello (Rimini) ALTRI PARTNER: Istituto comprensivo

Dettagli

LIFE GO PARK. Abstract di progetto. Progetto LIFE12 INF/IT/000571

LIFE GO PARK. Abstract di progetto. Progetto LIFE12 INF/IT/000571 LIFE GO PARK Abstract di progetto Progetto LIFE12 INF/IT/000571 1/10 INDICE Contesto e motivazioni pag. 3 Obiettivi del progetto pag. 7 Fasi del progetto Pag. 9 2/10 Contesto e motivazioni del progetto

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECOLOGIA

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECOLOGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECOLOGIA LAUREA SPECIALISTICA DELLA CLASSE 6/S - BIOLOGIA Nuovo ordinamento didattico

Dettagli

Architettura moderna e contemporanea una risorsa culturale

Architettura moderna e contemporanea una risorsa culturale Giorgio Azzoni* Architettura moderna e contemporanea una risorsa culturale * architetto, docente di Storia dell Arte Moderna presso l Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia, Responsabile dei progetti

Dettagli

CURRICULUM VITAE di DANICA KRSTIĆ

CURRICULUM VITAE di DANICA KRSTIĆ CURRICULUM VITAE di DANICA KRSTIĆ INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo DANICA KRSTIĆ VIA VERGERIO 12, 34138 TRIESTE Telefono 040398375, 3355304315 Fax 040398375 E-mail Partita Iva Cittadinanza serba Data

Dettagli

TRIP SARDINIA. (Cartella Stampa) AGENZIA DI SERVIZI DI INCOMING TURISTICO NELLA SARDEGNA DEL SUD

TRIP SARDINIA. (Cartella Stampa) AGENZIA DI SERVIZI DI INCOMING TURISTICO NELLA SARDEGNA DEL SUD TRIP SARDINIA (Cartella Stampa) AGENZIA DI SERVIZI DI INCOMING TURISTICO NELLA SARDEGNA DEL SUD Presentazione Trip Sardinia è un Agenzia di Servizi Turistici che opera in Sardegna (Italia), con focalizzazione

Dettagli

Il musil di Brescia. Giugno 2017

Il musil di Brescia. Giugno 2017 Il musil di Brescia Giugno 2017 IL CONTESTO Un museo per la nuova comunità Il musil attore per la rinascita del Comparto Milano Un museo a scala territoriale Sistema museale musil, museo del ferro di San

Dettagli